Archivi categoria: Senza categoria

Salute in casa – Allergie – Mal di testa – Dermatiti – Mal di gola ?

Avete la mania di disinfettare ogni angolo della vostra casa ?

Amate diffondere profumi  acquistati nei supermercati o nelle erboristerie ?

Credete che questo sia un bene per la salute ?

Quasi tutti i prodotti che vi vendono per disinfettare – pulire e profumare la casa (peggio ancora per i vestiti; che tenete a contatto con la pelle !), CONTENGONO sostanze TOSSICHE !

Monossido di carbonio, biossido di azoto, idrocarburi policiclici aromatici, naftalene, composti clorurati … ecco cosa respiriamo a casa nostra, negli uffici e sulle scale del condominio …

La maggioranza degli italiani non è mai stata molto sensibile ai problemi dell’inquinamento, perlomeno e ne è interessata poco, mentre si lascia suggestionare da quello che gli viene detto nelle pubblicità martellanti … che hanno il solo scopo di vendere più prodotti; meglio se più costosi di quelli già in vendita.

Dietro ogni pavimento appena lavato con i prodotti più disinfettanti e profumati, c’è la diffusione di veleni nell’aria …

Anche l’uso di certi detersivi che garantiscono, da oltre mezzo secolo, di lavare più bianco del precedente prodotto …. non fa bene alla nostra pelle.

Ricordate che le ditte suggeriscono sempre un uso esagerato nei quantitativi, per vendere di più.

Ricordate che basterebbe aggiungere un poco di bicarbonato e il quantitativo del detersivo si può diminuire di molto.

Ricordate anche che le nuove lavatrici a risparmio d’ acqua, semplicemente sciacquano meno bene !!!

Il consiglio è quello di scegliere prodotti che dichiarano di non danneggiare l’ambiente, evitare di disinfettare qualunque cosa, in qualunque caso.

La casa deve essere pulita, non disinfettata, non è una sala operatoria.

I bambini a contatto con un numero normale di germi sviluppano dei sani anticorpi.

La verdura va lavata NON disinfettata; mettete un cucchiaio di bicarbonato nell’acqua di lavaggio e non porcherie chimiche !!

Il biberon, meglio di vetro, si può bollire, non immergere in velenose sostanze, pure molto care e che arrivano nell’intestino del piccolissimo bambino…

Informiamoci, leggiamo le etichette e pensiamo sempre che la pubblicità NON FA INFORMAZIONE, MA SEMPLICEMENTE USA OGNI MEZZO PER ASSOGGETTARCI ALLA SUA VOLONTA’ FACENDOCI SENTIRE IGNORANTI …

Dalla pubblicità non avremo MAI informazioni, ma solo messaggi che ci tolgono soldi dal portafoglio e possono anche fare molto male a noi e alla nostra famiglia; bambini per primi !

:::::::::::::::

L’articolo è stato scritto da un giornalista iscritta all’ORDINE  dei Giornalisti  ed all’associazione di categoria UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici); tra l’altro, l’autrice, ha presentato una delle sue tesi presso l’ Università Statale di Milano sul tema “Alimentazione dello sportivo”; tesi firmata dall’allora rettore prof. Rodolfo Margaria. Da sempre si occupa anche di salute ed ha scritto anche per la rivista Le Scienze.

WEEKEND SPECIALE 27-28 MAGGIO – Condurre una barca a vela – Manovrare virtualmente una grande nave

UN MARE DI DIVERTIMENTO
WEEKEND SPECIALE 27-28 MAGGIO

Due giorni per provare a condurre una barca a vela o manovrare virtualmente una grande nave in porto. Un’occasione per rivivere le storie della navigazione, trovare la rotta e misurarsi con venti e nodi.
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia
Via San Vittore 21, Milano

All’indirizzo http://www.museoscienza.org/areastampa/materiali.asp sono disponibili
alcune immagini e il comunicato stampa

Milano, 12 maggio 2017. Sabato 27 e domenica 28 maggio il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia dedica le sue attività speciali al mare e alla navigazione. I bambini più grandi potranno sperimentare le manovre per governare una barca a bordo di un simulatore di vela e provare, così come gli adulti, il simulatore virtuale della Marina Militare con cui manovrare in porto una fregata o guidare la missione di un cacciatorpediniere. Per gli adulti, da non perdere, gli incontri sul carteggio nautico per capire come si fa il punto nave e come si traccia una rotta.

Nella Tinkering Zone si potranno costruire oggetti per giocare con l’aria e esplorare l’aerodinamica.

Lo street artist Orma Il Viandante proporrà una performance di live painting incentrata sul Toti e darà dei consigli per provare a disegnare dal vero.
I bambini più piccoli potranno vestire i panni dell’equipaggio di un’antica caravella, scoprire le storie delle grandi navi del Museoo partecipare a un laboratorio di movimento danzato ispirato ai viaggi di Ulisse.


ATTIVITÀ

Pronti a partire
Per bambini da 6 a 12 anni
Sabato 27 ore 14.30, 15.30, 16.30 e 17.30; domenica 28 ore 11, 12, 14, 15, 16 e 17
Prepariamoci per la navigazione in mare, verifichiamo il timone e la deriva e armiamo le vele. Esploriamo le caratteristiche dei venti, scopriamo i loro nomi, da dove provengono e come soffiano. Impariamo alcuni semplici nodi e portiamo con noi un pezzo di cima per continuare a esercitarci a casa. Con un semplice kit di montaggio, carta, forbici e colori realizziamo una piccola barca a vela.
Da non perdere: a bordo di un simulatore di vela sperimentiamo le manovre per governare una barca.
A cura di Lega Navale Italiana Sezione di Milano

Rotte da trovare
Per adulti e ragazzi da 13 anni
Sabato 27 ore 14.30, 15.30, 16.30 e 17.30; domenica 28 ore 11, 12, 14, 15, 16 e 17
Con bussola, compasso e goniometro troviamo la rotta ideale. Utilizziamo le tecniche del carteggio e le carte nautiche per spostarci da un porto all’altro e superare gli ostacoli della navigazione.
A cura di Lega Navale Italiana Sezione di Milano

Il viaggio di Ulisse
Per bambini da 2 a 3 anni con la partecipazione di almeno un adulto accompagnatore
Domenica 28 ore 10, 12 e 16
Dalla città di Troia, punto di partenza del grande viaggio, alla Terra dei Lotofagi. Dall’incontro con i Ciclopi, giganti mostruosi, alla scoperta dei venti con Eolo. Dalle magie e dagli incantesimi della maga Circe alle ammalianti voci delle sirene del Golfo di Salerno.
Un laboratorio di espressione teatrale e movimento danzato in cui i bambini attraversano le tappe cruciali del viaggio di Ulisse per accompagnarlo sano e salvo nuovamente nella sua amata Itaca.
A cura di Virginia Ruth Cerqua

Tutti a bordo, si salpa!
Per bambini da 3 a 6 anni con la partecipazione di almeno un adulto accompagnatore
Sabato 27 ore 14.30 e 16.30; domenica 28 ore 10, 12, 15 e 17
Visite per piccoli viaggiatori. Tra velieri, brigantini e transatlantici ascoltiamo le storie delle grandi navi del Museo. Scopriamo i segreti della navigazione raccontati da un vecchio lupo di mare.

Marinai per un giorno – i.lab Viaggi per mare
Per bambini da 3 a 6 anni con la partecipazione di almeno un adulto accompagnatore
Sabato 27 ore 15.30 e 17.30; domenica 28 ore 11, 14 e 16
Pronti a salpare? Vestiamo i panni dell’equipaggio di un’antica caravella. Saliamo a bordo, aiutiamo il capitano a preparare la nave per la partenza e viviamo insieme le storie dei grandi viaggi per mare.

Tubi del vento – Tinkering Zone

Per bambini da 8 anni e adulti

A ciclo continuo senza prenotazione

Sabato 27 dalle 14.30 alle 18; domenica 28 dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18
Gioca con l’aria e il vento dentro un tubo: usa il vento per spingere e far volare oggetti di materiali e forme diverse, costruisci cose che possono volteggiare, turbinare, stare su, per esplorare l’aerodinamica e le sue regole.

La Tinkering Zone è uno spazio in cui fare, disfare, pensare e costruire liberamente. Dove arte, scienza, tecnologia e divertimento si mescolano per dare risultati inaspettati. Tutti insieme, ciascuno con il suo modo di fare.

Simulatore di navi

Per bambini da 8 anni e adulti
A ciclo continuo senza prenotazione
Sabato 27 dalle 14.30 alle 18; domenica 28 dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18
Condurre la manovra di ingresso nel porto di Taranto controllando la rotta sulla carta elettronica dalla poltrona di comando della plancia della Fregata Multiruolo Carlo Bergamini, decollare dalla portaerei Cavour a bordo di un Av-8B Harrier II+, navigare a vela con l’Amerigo Vespucci o effettuare missioni con il cacciatorpediniere Andrea Doria sono solo alcune delle possibili emozioni che i visitatori possono provare attraverso il simulatore aeronavale della Marina Militare disponibile per tutti i dispositivi mobili.
A cura di Marina Militare Italiana

Sulle orme di un artista
Per bambini da 6 anni e adulti
Attività a ciclo continuo senza prenotazione
Domenica 28 maggio dalle 11 alle 13
Fra sagome di sottomarini, navi o piccole barchette di pescatori, impariamo l’arte del disegno dal vero con l’aiuto e i consigli dello street artist Orma Il Viandante.
A cura di Orma Il Viandante

PERFORMANCE

Orma il viandante
Performance live di street art
Domenica 28 maggio dalle 10 alle 11 e dalle 14.30 alle 17.30
Performance di live painting che mette al centro della scena il sottomarino Enrico Toti, già star del Museo, rendendolo questa volta protagonista di un’importante opera di street art contemporaneo, fra animali marini e paesaggi fantastici.
A cura di Orma Il Viandante

Si ringrazia:
FIV – Federazione Italiana Vela, Optimist Italia, Gottifredi Maffioli
Partner tecnico: Magnews

Il programma dettagliato e aggiornato di tutte le attività del Museo (mostre temporanee, visite guidate, laboratori interattivi) sarà disponibile all’indirizzo: http://www.museoscienza.org/attivita
Alcune attività sono prenotabili online fino al giorno precedente, acquistando il biglietto del Museo. Le attività sono inoltre prenotabili all’ingresso il giorno stesso della visita, fino a esaurimento posti. Massimo 1 attività al giorno per persona.
Tutte le attività sono incluse nel biglietto d’ingresso, ad eccezione del diritto di prevendita, della visita guidata al sottomarino S-506 Enrico Toti e del simulatore di volo in elicottero.

 


INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci
Dove siamo: Ingresso Via San Vittore 21 – 20123 Milano
Giorni di apertura: aperto da martedì a domenica
Giorni di chiusura: i lunedì non festivi, il 24 e 25 dicembre, il 1° gennaio
Orari: da martedì a venerdì 9.30-17.00 | sabato e festivi 9.30-18.30
Biglietti d’ingresso
intero 10,00 € | ridotto 7,50 € per giovani sotto i 25 anni; adulti accompagnatori (max 2 persone) dei minori di 14 anni; persone oltre i 65 anni; gruppi di almeno 10 persone; giornalisti in visita personale dietro presentazione del tesserino dell’Ordine dei Giornalisti in corso di validità e compilando il form di accredito; docenti delle scuole statali e non statali; convenzioni |
speciale 4,50 € per gruppi di studenti accompagnati dall’insegnante previa prenotazione.
Ingresso gratuito per: visitatori disabili e accompagnatore, bambini sotto i 3 anni; giornalisti che stanno realizzando un servizio sul Museo, accreditati in precedenza.
Programma membership card: alla biglietteria sono in vendita 3 tipologie di card per l’accesso gratuito e illimitato al Museo in compagnia di una persona a scelta o della famiglia.
Visite guidate al sottomarino Enrico Toti
Il biglietto per la visita guidata all’interno del sottomarino Enrico Toti può essere acquistato solo in aggiunta a quello del Museo.
Il costo è di 8 € + il biglietto del Museo (+2 € di prevendita). Prevendite online su www.museoscienza.org. Info e prevendite: tel.02.48555330, attivo il martedì e il venerdì dalle 13.30 alle 16.30. Info anche scrivendo a infototi@museoscienza.it
Simulatore virtuale di volo in elicottero
Il costo è di 8 € + il biglietto del Museo. La prenotazione e l’acquisto del biglietto possono avvenire il giorno stesso alla biglietteria (fino a esaurimento dei posti disponibili) oppure online.
Biglietti online
Sul sito del Museo è possibile acquistare il biglietto d’ingresso al Museo – intero o ridotto, il biglietto per il sottomarino Enrico Toti e per il simulatore di volo in elicottero. È possibile prenotare altresì alcune attività interattive e visite guidate (max. 1 attività per persona), al costo di prevendita di 1 euro.
MUST SHOP: da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 19.00; lunedì chiuso.

www.museoscienza.org | info@museoscienza.it | T 02 48 555 1

Puglia

VILLA MATER SI TROVA IN VIA DEI GLADIOLI 4 IN LOCALITA POSTO VECCHIO DI
PESCOLUSE A SOLI 50 METRI DALLA SPIAGGIA DI SABBIA DENOMINATA
“MALDIVE DEL SALENTO”

L’INGRESSO DEL MONOLOCALE 4 E’ DA LARGO DELLE ROSE

IL MONOLOCALE 4 HA IL POSTO AUTO SU STRADA (LARGO DELLE ROSE) RISERVATO AI
RESIDENTI CHE ESPONGONO UN PASS CHE FORNISCO

IL MONOLOCALE 4 HA UN AMPIO GIARDINO CHE OSPITA LA LAVATRICE,IL BARBECUE,LA
PILOZZA E LA DOCCIA ESTERNA

VI E’ UN AMPIA TERRAZZA ESTERNA CON DIVANI IN RATTAN E TAVOLO PER
PRANZARE E CENARE ALL’APERTO

ALL’INTERNO OLTRE AD UN LETTO MATRIMONIALE ED UN LETTO A CASTELLO
E’ DOTATA DI UN ANGOLO COTTURA CON FRIGORIFERO E
FREEZER,CLIMATIZZATORE,TV LED 32 POLLICI,ARMDIO PER IL VESTIARIO E BAGNO
CON AERAZIONE FORZATA

DISPONIBILE ,SU RICHIESTA LA FORNITURA DI BIANCHERIA SIA DA LETTO CHE BAGNO

Terrorismo a Venezia – Kosovo un covo di terroristi ?

Un quinto della popolazione del Kosovo, vive con meno di un dollaro al giorno, il salari medi non superano i 300 dollari al mese, il tasso di disoccupazione giovanile è del 60%.

Molte giovani donne sono tornate ad indossare il burqa o l’hijab; come le loro bisnonne mussulmane.

Gli uomini non sfoggiano più le lunghe barbe nere, solo perché una recentissima legge lo ha vietato; dopo avere preso atto, in ritardo, di quanto il fenomeno fondamentalismo si sia diffuso.

Disoccupazione, isolamento, povertà e corruzione dilagano; soprattutto nei borghi rurali più remoti della giovane repubblica del Kosovo.

Il governo di Pristina ha preso finalmente atto della grave situazione che si è consolidata; negli ultimi anni sono partiti 320 foreign fighters, di cui 40 sono donne. 120 di loro sono tornati e sono in carcere. Gli altri o stanno ancora combattendo o sono morti.

L’origine del fondamentalismo, in questa zona, la si trova dopo la guerra con la Serbia (1999), il Kosovo era devastato e qui sbarcarono le ONG dell’Arabia Saudita e delle varie monarchie del Golfo. Portarono scuole, ricostruzione, obbligo di indossare il velo e l’Islam più fondamentalista.

Chi andava a studiare nelle regioni del Golfo Arabo, la loro religione mussulmana wahabita saudita(quella più rigida), riceveva borse di studio da 1.000 dollari al mese ( una ricchezza immensa, per queste popolazioni che venivano dal comunismo e dalla guerra dei Balcani ).

Anche altre regioni dell’ex Unione Sovietica hanno avuto il medesimo trattamento dalle monarchie del Golfo Arabo, dopo la caduta del muro di Berlino e la terribile povertà che ne è seguita; parliamo di Tagikistan, Uzbekistan, Turkmenistan, Kazakistan ecc… Dopo il comunismo le popolazioni sono tornate all’antica religione mussulmana, ma situazioni di disperazione economica hanno anche qui favorito l’aiuto dalle ricchissime monarchie del Golfo Arabo che hanno imposto le loro regole …

Ecco, in poche parole, da dove proviene il fondamentalismo dei terroristi che volevano far saltare il ponte di Rialto a Venezia.

Il 98% dei kossovari è mussulmano, ma di un Islam tollerante; per la maggioranza dei casi, ma povertà e mancanza di lavoro hanno facilitato l’avanzare del fondamentalismo.

Arte a La Spezia – Museo Lia – L’ELOGIO DELLA BELLEZZA.

24 Marzo 2017 – 25 Giugno 2017
La Spezia, Museo Lia
L’ELOGIO DELLA BELLEZZA. 20 capolavori, 20 Musei, per i 20 anni del Lia

20 straordinari capolavori raggiungono
le raccolte del Museo Lia
per un superbo Omaggio nel suo ventennale.

Serve un po’ di intelligente, illuminata follia per spingere un uomo d’impresa, un “ingegnere”, a spendere il proprio tempo e le proprie risorse, per inseguire la Bellezza creata dagli artisti dei secoli passati. E, una volta messa insieme una collezione di rilievo mondiale, per decidere di donarla alla sua città, La Spezia.

Vent’anni fa, dall’incontro tra il collezionista e l’amministrazione comunale, nasceva così il Museo Civico “Amedeo Lia” e questa ricorrenza diventa occasione per ricordare- attraverso un elogio alla Bellezza – una grande storia e un grande protagonista.

In questi venti anni sono stati molti tra i maggiori musei internazionali a rivolgersi al Lia per prestiti di opere di rilievo, a conferma di come l’occhio del collezionista, spesso assistito da esperti da lui attentamente individuati, avesse saputo cogliere veramente il meglio, i capolavori autentici, che via via emergevano sul mercato del grande e grandissimo antiquariato.

Oggi, nel ventennale, la città della Spezia ha scelto di onorare la memoria di Amedeo Lia facendo convergere nel magnifico Museo a lui dedicato venti capolavori aggiuntivi, uno per ogni anno del ventennale, ognuno di essi offerto per questo “omaggio collettivo” da un diverso museo che con il Museo Lia ha avuto rapporti scientifici e di scambio.

I 20 sono capolavori scelti sulla base della qualità, ovviamente, ma anche sulla base della loro “assonanza” con le opere patrimonio del Lia. Ospiti di qualità, dunque, e “di famiglia”.

“La risposta dei musei interpellati è stata unanimemente positiva. Il rispetto e la considerazione per il Museo e la sua collezione sono amplissimi e nessuno dei venti musei da noi interpellati ha frapposto alcun ostacolo. Mi sento quindi di dire che il Museo Lia avrà esattamente ciò che per il suo ventennale avevamo pensato e sognato”.

“E impossibile fare una classifica dei prestiti, trattandosi di opere tutte veramente notevoli, afferma il sindaco della Spezia Massimo Federici. Mi limito a citare semplicemente l’elenco nominativo dei grandi maestri che saranno al Lia. Cito artisti come Dosso Dossi, Neri di Bicci, Giovanni da Modena, Annibale Carracci, El Greco, Bramantino, Chardin, Panfilo Nuvolone, Matteo Civitali, Jacopo Bassano, Beato Angelico, Gian Lorenzo Bernini, Giulio Cesare Procaccini, Bergognone, Pontormo, Guercino, Ludovico Carracci. Ma anche alcuni straordinari reperti archeologici o esempi eccelsi di arti applicate, in assonanza appunto alle diverse Collezioni Lia.

A ricevere questi illustri ospiti, saranno le circa 1000 opere di grande varietà, dall’epoca classica, al tardo antico, al Medioevo e per finire al XVIII secolo, che compongono la Collezione Lia.

Si tratta di dipinti, miniature, sculture in bronzo, rame, avorio, legno, vetri, maioliche, oggetti d’arte che documentano il gusto e la cultura dell’arte in Italia e in Europa.
Nella collezione i cosiddetti “primitivi” sono una vera gemma, con oltre settanta tavole di Pietro Lorenzetti, Bernardo Daddi, Lippo Memmi, Lippo di Benivieni, Lorenzo di Bicci, Barnaba da Modena, Paolo di Giovanni Fei, il Sassetta; inoltre molte tempere e tele fra cui Vincenzo Foppa, Antonio Vivarini, il Bergognone, un probabile Raffaello giovane, Pontormo, Tiziano, Tintoretto, Sebastiano del Piombo, Giovanni Cariani, Gentile e Giovanni Bellini, Bernardo Bellotto, Canaletto.

A rendere questo superbo “Omaggio” hanno concorso i fiorentini Galleria dell’Accademia, Museo del Bargello, Museo Nazionale di San Marco e Museo Horne, il Museo Civico Medievale di Bologna, il Castello Sforzesco, la Pinacoteca di Brera e il Diocesano per Milano, il lucchese Museo Nazionale di Villa Guinigi, le veneziane Gallerie dell’Accademia, la Carrara di Bergamo, la Galleria Nazionale delle Marche e, da Roma, la Pinacoteca Capitolina, il Museo Nazionale di Palazzo Venezia e la Galleria Borghese, per quanto riguarda l’Italia. L’estero è presente con la Gemaldegalerie di Berlino, il Museo Thyssen Bornemisza di Madrid, il Musée Jacquemart-André di Parigi e il Städelsches Kunstinstitut di Francoforte.

Museo Civico “Amedeo Lia”
Via Prione, 234 – 19121 – La Spezia
http://museolia.spezianet.it
Tel. 0187.731100
Fax. 0187.731408

TASSIAMO I ROBOT – Ma chi ci guadagnerà veramente ???

Aumentare il livello di tassazione alle imprese potrebbe creare risorse da utilizzare per politiche a favore di chi rimane senza lavoro.

Qualcuno da tempo propone un reddito di cittadinanza europeo.

Ovviamente i piccoli imprenditori finirebbero, probabilmente, definitivamente sacrificato sull’altare della modernizzazione tecnologica.

NON ABBIAMO DIMENTICATO CHE ANCHE CON L’ARRIVO DEI COMPUTER CI AVEVANO RACCONTATO LA BELLA STORIELLA CHE AVREMMO LAVORATO TUTTI MA MOLTO MENO E AVREMMO AVUTO TUTTI TEMPO PER ANDARE IN PALESTRA, NUOTARE ECC... E GODERE DI SETTIMANE ALVORATIVE CORTISSIME …

— peccato che tutto è andato diversamente. LO DIMOSTRANO I MILIONI DI DISOCCUPATI CHE DIVENTERANNO  MILIARDI grazie ai robot !!!

Una tassa sui robot, lo CHIEDE BILL GATES,  uno tra gli uomini più ricchi (e potenti) del mondo da  parecchi anni.

 Secondo il fondatore di Microsoft, le aziende devono pagare le tasse anche sui robot che vengono utilizzati.

«Oggi se un essere umano guadagna 50mila dollari all’anno, lavorando in una fabbrica, deve pagare le imposte.

Se un robot svolge gli stessi compiti, dovrebbe essere tassato allo stesso livello»

«Non ritengo che le aziende che producono robot si arrabbierebbero se fosse imposta una tassa. L’utilizzo dell’intelligenza artificiale può generare profitti con risparmi sul costo del lavoro».

Quanto sopra sono le parole di Bill Gates riportate dal Corriere della Sera.

FARMACI DI AUTOMEDICAZIONE: MERCATO OTC IN FLESSIONE NEL 2016

Vendite legate alla stagionalità. I trend di lungo periodo risentono della concorrenza dei prodotti salutistici

– Anno bisesto anno funesto. Così, in estrema sintesi, si può riassumere il 2016 per il mercato dei farmaci senza obbligo di prescrizione.

Le vendite fanno registrare la contrazione più importante dal 2012: i consumi (poco meno di 292 milioni di confezioni) sono in flessione del 3,9% mentre il giro d’affari (poco più di 2,4 miliardi di euro) perde l’1,9%.
Questo il bilancio conclusivo del comparto dei farmaci senza obbligo di ricetta dalle elaborazioni su dati IMS Health di Federchimica ASSOSALUTE (Associazione nazionale farmaci di automedicazione).

Per quanto il mercato abbia beneficiato della diffusione delle sindromi influenzali e da raffreddamento durante l’autunno e l’inizio dell’inverno (+1,7% i consumi nell’ultimo trimestre, +3,3% la spesa), e nonostante dicembre abbia registrato una performance eccezionalmente positiva (+9,3% a volumi), il settore non è riuscito a recuperare le perdite di un anno altrimenti caratterizzato da una pesante erosione del numero di confezioni vendute. Il trend negativo trova principalmente spiegazione in una stagione influenzale 2016/2015 a bassissima incidenza.

Rispetto al 2015, il settore perde oltre 11 milioni di confezioni che, per la prima volta da oltre un decennio, scendono sotto i 300 milioni, mentre la contrazione dei volumi dal 2007 al 2016 è stata pari al -2,4% medio annuo.

Pur considerando gli effetti di una stagionalità poco aggressiva, si osserva che l’erosione dei consumi sul lungo periodo è, almeno in parte, riconducibile all’impiego dei prodotti salutistici a connotazione farmaceutica (c.d. notificati – integratori, erboristici, omeopatici, etc.), spesso erroneamente assimilati ai medicinali senza obbligo di prescrizione o con essi a volte confusi. Secondo IMS Health, i prodotti salutistici continuano a godere di ottima salute: solo nel 2016, infatti, i notificati hanno registrato un aumento delle confezioni vendute del 5,1% cui corrisponde un aumento dei fatturati del 6,5%, per un valore pari a oltre 277 milioni di pezzi venduti e fatturati superiori ai 3,8 miliardi di euro.

Nel dettaglio, dall’analisi delle vendite delle due categorie in cui è suddivisa la classe dei farmaci senza obbligo di ricetta, ovvero specialità di automedicazione o OTC (Over The Counter) – per le quali è consentita la pubblicità al cittadino – e farmaci SOP si osservano trend similari: entrambe le specialità mostrano una diminuzione sia delle confezioni che dei fatturati.
Vediamo trend sicuramente peggiori per gli OTC – 4,4% a volumi (219 milioni di pezzi) e -2,3% a valori (poco meno di 1,8 miliardi di euro) – rispetto ai SOP che, grazie a una buona performance dei farmaci contro le affezioni dell’apparato respiratorio, fanno osservare una diminuzione più contenuta e pari al -2,5% sul fronte delle confezioni vendute (poco meno di 73 milioni) e al -0,7% per quanto riguarda la spesa (641 milioni di euro).

Si confermano stabili le dinamiche competitive.
Infatti, la farmacia continua a essere il canale privilegiato per l’acquisto dei farmaci senza obbligo di ricetta (91,2% delle vendite a volumi, 92,5% a valori).
Tuttavia, mentre la farmacia e la parafarmacia fanno osservare trend negativi e in linea con il mercato nel suo complesso, i corner della Grande Distribuzione Organizzata, pur rappresentando una quota residuale del mercato, mostrano, in controtendenza, dati di vendita positivi e in decisa crescita.

Guardando, invece, alle classi terapeutiche, i farmaci per la cura delle sindromi da raffreddamento, gli analgesici e i farmaci contro i disturbi dell’apparato gastrointestinale rimangono le principali categorie del mercato cumulando oltre il 75% delle vendite a volumi e quasi il 69% di quelle a valore.

“Il risultato negativo del 2016 conferma un andamento del comparto dell’automedicazione legato alla maggiore o minore incidenza dei malanni di stagione” – commenta il Presidente di Federchimica ASSOSALUTE Agnès Regnault – “Ciò evidenzia che il comparto fatica a trovare leve di crescita e di sviluppo sul lungo periodo. Tuttavia, la crescita che interessa più in generale l’area del self-care – continua Regnault – sottolinea l’attenzione alla cura e al benessere da parte delle persone. E i farmaci di automedicazione possono avere un ruolo importante nell’accrescere l’autonomia e la consapevolezza nelle scelte relative a farmaci e salute. Questo implica riconoscere la specificità dei farmaci da banco rispetto agli altri prodotti per la salute e favorire l’allargamento dell’offerta a quegli ambiti di autonomia e cura propri dell’automedicazione, in linea con quanto accade in Europa. Una strategia di sviluppo dell’automedicazione – conclude la Presidente – può, inoltre, supportare la sostenibilità del Sistema Sanitario, assicurando ai cittadini strumenti terapeutici sicuri ed efficaci per trattare lievi disturbi di salute”.
Ufficio Stampa Assosalute

Nuova nave per le vostre crociere – MSC SEAVIEW SEGNA UN NUOVO TRAGUARDO NELLA CRESCITA DELLA FLOTTA DI MSC

LA COIN CEREMONY DI MSC SEAVIEW SEGNA UN NUOVO TRAGUARDO NELLA CRESCITA DELLA FLOTTA DI MSC CROCIERE

MSC Seaview sarà schierata nel Mediterraneo a partire dall’estate 2018 e sarà il punto di riferimento dell’innovazione MSC Crociere nell’area

L’arrivo sul mercato di MSC Seaview sarà un momento clou della stagione di MSC Crociere, la nave entrerà infatti in servizio a giugno 2018, facendo rotta nel Mediterraneo occidentale per la sua stagione inaugurale, per poi raggiungere il Brasile a partire da novembre 2018.

I punti forti della nuova nave:

-come un appartamento privato sulla spiaggia, MSC Seaview permetterà ai crocieristi di vivere il mare più da vicino

– MSC Seaview è una delle navi con il più alto rapporto di spazi esterni per passeggero ed è dotata di un numero ancora maggiore di cabine con balcone, panorami e spazi comuni con la vista sul mare

gli spazi outdoor sono utilizzabili in ogni momento della vita di bordo, dalle cabine e suite con terrazza sul mare e dagli spazi per mangiare e bere all’aperto fino alle attrezzature per il fitness e alle cabine di lusso per i trattamenti spa fruibili all’aria aperta.

MSC Seaview, lunga 323 metri e con 154.000 tonnellate di stazza lorda, potrà ospitare fino a 5.179 passeggeri e sarà la seconda delle due unità gemelle di generazione Seaside costruite da Fincantieri. La sua nave gemella MSC Seaside entrerà in servizio a dicembre 2017 e il battesimo si celebrerà a Miami, futuro homeport della nave.

Arte a Milano – Spazio Tadini prima di Natale

Spazio Tadini
via Niccolò Jommelli, 24,
Milano, Italia 20131
Italia

ARTE: Giovedì 15 dicembre ore 18 Cerimonia di assegnazione Premio Gustavo BonoraEsposizione delle opere vincitrici dal 14 al 16 dicembre presso Spazio Tadini salone.

MUSICA: Giovedì 15 dicembre ore 20 concerto Finlandia, Lapponia, Chitarra con voce sola a cura di Luigi Pestalozza.

 LIBRI: Venerdì ore 19 dicembre Presentazione ultimo libro di Samanta Airoldi: Sofia nel paese dei nuovi mostri.

MOSTRA IN CORSO: L’uomo, la Terra, i Pianeti: energie dall’Universo

CORSI ATTIVI :

TANGO TUTTI I LUNEDì SERA

Spazio Tadini, casa museo fondata da Francesco Tadini e Melina Scalise, sede archivio opere Emilio Tadini.

Blog magazine a cura di Spazio Tadini Milanoartexpo.com