Archivi categoria: CULTURA

Cultura: mostre d’arte, libri, art from women…la donna nella storia, donne che pensano.

Il Festival delle Luci torna ad illuminare Gerusalemme – 28 giugno – 6 luglio 2017

Dal 28 giugno al 6 luglio la manifestazione trasforma strade ed edifici storici in un’enorme, luminosa opera d’arte.

– Cinque percorsi caratterizzati da una tonalità di colore diverso: verde, bianco, blu, rosso e viola.

Vedi: http://www.lightinjerusalem.org.il

Migliaia di visitatori che camminano lungo le caratteristiche stradine della Città Vecchia di Gerusalemme e, all’esterno, costeggiandone le mura.

Un’atmosfera magica resa ancora più indimenticabile grazie alle superbe installazioni luminose, prodotte ed elaborate da artisti locali ed internazionali.

Il Festival delle Luci di Gerusalemme è un’occasione irripetibile per vivere l’accostamento unico tra storia millenaria e opere d’arte contemporanea.

Oltre alle installazioni, di dimensioni imponenti e spesso caratterizzate da proiezioni tridimensionali, video, suoni e luci, il Festival propone anche spettacoli e presentazioni curati dagli stessi artisti, oltre ad una fiera d’arte che consente di ammirare e comprare oggetti particolarissimi.

Il Festival permette, inoltre, di visitare in via eccezionale, al calar del sole, alcune attrazioni della Città Vecchia normalmente chiuse dopo il tramonto.

Giunto alla sua nona edizione, l’evento è perfetto per turisti, famiglie con bambini e amanti dell’arte e l’ingresso è completamente gratuito.

Tra le soste cult di quest’anno da non perdere si ricordano: la Porta di Damasco (sul percorso verde), sulla quale sarà proiettato l’Albero della Vita, simbolo di longevità, salute, pace, le Fontane d’Acqua (percorso bianco) appena fuori la Porta di Giaffa, che propongono uno spettacolo di musica e luci sincronizzate che si ripete ogni 10 minuti.

E poi ancora il Circo del CardoRomano (percorso blu), con l’antica strada arricchita da 5 scenografiche sculture realizzate in cartone ondulato che prenderanno vita in una moltitudine di colori e forme grazie alla proiezione di video animati.

Le Luci del Nord (percorso rosso) che ricreano sulle mura esterne della Città Vecchia, nei pressi della Torre di Davide, l’effetto magico e sorprendente dell’aurora boreale che, per l’occasione, diventa simbolo di amicizia.

Infine, le Palle di Luce (percorso viola), che illumineranno l’area pedonale di Yoel Moshe Solomon Street, appena fuori Zion Square, con centinaia di palle multicolore a LED disposte in maniera esteticamente asimmetrica tra due edifici, a circa 7 metri di altezza.

Tra gli spettacoli imperdibili, invece, si segnala Pyromania, una surreale e luminosa sfilata di musicisti che si terrà tutte le sere, a ripetizione, presso il Quartiere Armeno: il passaggio degli artisti sarà arricchito da luci, suoni e ritmi coinvolgenti, che invoglieranno i visitatori a ballare.

Il Tour Operator Go Asia propone il pacchetto Go Gerusalemme, Città Mozzafiato, 5 giorni / 4 notti, comprensivo di trattamento b/b presso il Dan Boutique Jerusalem 4*, visita della Città Vecchia con guida e assicurazione di viaggio, costo a persona a partire da 750 €.

Per maggiori informazioni sulla città e le sue proposte, visitare il sito www.itraveljerusalem.com/itmedia.itraveljerusalem.com

Per assaporare quotidianamente l’effervescenza di Gerusalemme:
www.facebook.com/itraveljerusalem.it

Conferenza sul rapporto reciproco tra religione e innovazione – Spaghetti volanti e monasteri virtuali: le religioni nella rete

20 aprile 2017 | Vincenzo Pace, Spaghetti volanti e monasteri virtuali: le religioni nella rete

Conferenza pubblica in italiano

Dalla Chiesa del Mostro di Spaghetti Volante ai siti web monastici che offrono benessere fisico e spirituale, le religioni si innovano di continuo e offrono percorsi di credenza e pratica sperimentali.

La conferenza riflette sul rapporto reciproco tra religione e innovazione, proponendo alcuni esempi di religioni on line e religioni (solo) digitali.

Abstract
Spaghetti volanti e monasteri virtuali: le religioni nella rete

Come comunicano le religioni attraverso i nuovi media, in particolare nei diversi ambienti della comunicazione assistita dal computer?

Dopo aver ricostruito l’evoluzione dei nuovi media in rapporto alle religioni e situato nel tempo il punto di svolta che segna l’ingresso delle religioni nei processi di comunicazione via computer, l’argomento verrà sviluppato in tre direzioni:

a) la differenziazione fra religioni online
b) una prima tipologia dei nuovi stili comunicativi;
c) un’analisi comparata fra siti per mostrarne la congruenza con i tipi astratti del punto b).

Ci troviamo di fronte ad cambiamento che il fenomeno analizzato produce non solo sulle religioni in quanto tali ma anche sull’ambiente stesso della comunicazione assistita via computer.

Se nel primo caso si tratta di valutare potenzialità e rischi per le religioni istituzionali o le tradizioni storicamente consolidate nell’accesso ai linguaggi, alle tecniche e agli stili comunicativi propri di un ambiente virtuale, nel secondo, l’aspetto più intrigante è costituito proprio dall’apparizione di religioni virtuali, che non esistono nella realtà ma solo nella rete dei contatti e delle connessioni fra un fluido numero di internauti.

Da questo ultimo punto di vista, l’interesse ad esplorare questo nuovo modo di apparire del religioso in rete, che gode di elevati gradi di libertà, senza particolari controlli e vincoli dottrinari e istituzionali, è duplice:
a) mostrare come, in molti casi, i siti costituiscano potenzialmente un mondo di significati possibili, senza confini e dimore fisse, dove soggetti, i più diversi e lontani, interagiscono parlando di Dio, fede, riti, credenze, esperienze mistiche e così via, facendo emergere una mappa di bisogni, aspettative, timori e speranze che, a volte, si ha l’impressione, che le grandi istituzioni di salvezza non riescano più a intercettare; in tal senso, paradossalmente, la fluidità della comunicazione via computer su temi religiosi rivela molto di più di tante inchieste standardizzate (con campioni, questionari e elaborazione statistiche), rivela spesso una stratificazione delle credenze (dall’arcaico all’iper-moderno, per così dire) che circolano liberamente in rete, si scompongono e si ricompongono a piacimento dei singoli che interagiscono virtualmente;
b) analizzare come si passi da una prima parola data (in rete) alla costruzione di un micro-sistema religioso che finisce per acquisire vita propria, creando nuovi credenti e praticanti riuniti attorno ad altari virtuali, comunità invisibili; la privatizzazione del sacro, grazie alla comunicazione assistita via computer, torna allo scoperto nei social media.

Relatore
Vincenzo Pace
Professore Ordinario di Sociologia Generale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova.

E’ docente, sempre presso la stessa Facoltà, anche di Sociologia della Religione e Teorie della Complessità.

Insegna, inoltre, Islam and Human Rights nell’ European Master on Human Rights and Democratization.

E’ stato Direttore del Dipartimento di Sociologia e Coordinatore del Dottorato in Sociologia, Processi comunicativi e interculturali.

E’ stato Segretario Generale e Presidente della International Society for the Sociology of Religion (ISSR/SISR) e Coordinatore della Sezione AIS-Sociologia della Religione. Attualmente per questa Associazione è presidente dell’Editorial Board for Social Compass.
E’ membro dei Comitati di redazione delle riviste Archives de Sciences Sociales des Religions e Socijalna Ekologija.
Tra i principali temi di ricerca la Teoria dei sistemi e religione; i fondamentalismi; la sociologia dell’islam; i movimenti religiosi di tipo messianico e millenaristico e il neo-pentecostalismo.
Con il Mulino ha pubblicato “Le sette” (1997), “Il regime della verità” (1998) e “Un singolare pluralismo. Indagine sul pluralismo morale e religioso in Italia” (con F. Garelli e G. Guizzardi, 2003). Tra i suoi libri ricordiamo inoltre “Perché le religioni scendono in guerra?” (Laterza, 2004) e “L’islam in Europa. Modelli di integrazione” (Carocci, 2004).

​Informazioni:
– http://isr.fbk.eu/it/eventi/20-aprile-2017-vincenzo-pace-spaghetti-volanti-e-monasteri-virtuali-le-religioni-nella-rete
– https://www.fbk.eu/it/event/enzo-pace-spaghetti-volanti-e-monasteri-virtuali-le-religioni-nella-rete/schedule/7af485a5b05db766da0bea5c79444e77/
– Locandina: http://isr.fbk.eu/sites/isr.fbk.eu/files/170420_vincenzo_pace.pdf

Cultura ad Arona – L’ARCO DI PALMIRA TRIONFA AD ARONA – Inaugurazione – evento il 29 aprile 2017

L’eroe di Palmira: Khaled Asaad.

Khaled Asaad; archeologo, 82 anni, decapitato dal cosiddetto Stato islamico mentre proteggeva le splendide rovine romane dell’antichissima città non lontana da Damasco.

DAL 29 APRILE AL 30 LUGLIO L’ARCO DI PALMIRA TRIONFA AD ARONA (Lago Maggiore)

Dopo essere stata esposta a Londra, New York, Dubai e Firenze la riproduzione in 3D dell’Arco di Palmira trionferà in piazza San Graziano ad Arona dal 29 aprile al 30 luglio.

L’Arco, distrutto dall’ISIS nel 2015, è diventato un simbolo globale del trionfo della cooperazione in materia di conflitti e dell’ingegno dell’uomo sulla distruzione insensata.

Il 29 aprile la cerimonia d’inaugurazione sarà molto suggestiva e prevede:
– ore 20.30 unveil dell’arco, sottolineato da una performance del tenore Giorgio Casciarri e del soprano Sara Cervasio diretti dal Maestro Paolo Beretta
– ore 21.00 un emozionante spettacolo di luci e musica, che sarà poi ripetuto ogni sera fino al 30 luglio

ARTE : FOTO E STAMPE A MANO DI GRAZIA SEREGNI

arte Grazia firma 672 pesce ok stampa china e acqurello chiaro

Grazia Seregni. Stampa a mano acquaforte, china e acquarello.Titolo: “SALVIAMOLA NATURA, SALVIAMO L’UMANITA’; …  L’ISOLA”

varie 672 rosso ARTE GRAZIA m

Meduse – pericolo rosso; acque inquinate, degrado ambientale.

0 672 soldi-ARTE-Grazia PIATTO-SANGUE-SOLDI500X300

Sangue; servito sul piatto del nostro futuro ?

arte Grazia 672 FIRMA ARTE NERA LUCI copy

G. Seregni. Foto, PALCOSCENICO DEL MONDO.

Arte Grazia 600 firma1 fioreibiscus vortici IMG_4618

VORTICI naturali.

arte

Donna epoche diverse, simili situazioni ?

——-

Radioattività e inquinamento su di noi

G. Seregni. Stampa a mano; tecnica carborundum. GOCCE DI VELENO SUI FIORI.

arte Grazia RIDOTTI 500 FIORI CHE CHIEDONO AIUTO AGLI UOMINI CHE DEVONO VEDERE-CAPIRE colore carborundumG. Seregni. Stampa a mano, china e acquarello. CI STANNO UCCIDENDO.

                                      GRAZIA SEREGNI ART-WORKS.

PHD Doctorate in graphic art engraving and hand printing, Brera Academy of Fine Arts, Milan, Italy.

Thesis:  “The Sign in the History of Human Culture”.

The artist begis studyng  the signs of primitive man and arrives to the “spiral” of Goethe and the work of Paul Klee, the curves of Liberty till the new scientific “superstring” theories of astronomy.

In this way she wants to show the importance of a good relation between humanity and nature to save the planet.

All of her works are around the importance of  nature and risk of extinction for all humanity because of pollution: radioactivity, smog…and limited availability of drinking water.

She works with various techniques: carborundum, engraving, drypoint, solar plate, sheet of sugar… watercolor-gouache, photo, Photoshop and short film.

——-

IMG_6162

G. Seregni. Disegno con stilografica. FIORE CARNIVORO.

ARTE Grazia 350 conchiglia spaghetti foto

G. Seregni. Lavoro da camera oscura. MARE.

Stampe a mano; tecniche diverse: carborundum, solar plate, acquaforte ecc…

ARTE Grazia firma 450 OK IMG_6213

arte Grazia firma 400 9 BNfiori su plexiglass e silicone bn

Stampa con tecnica detta del “Carborundum”: NATURA E VELENI.

 

arte Grazia Firma 450 grande stampa occhio zucchero

“Occhio”; tecnica detta dello zucchero, eseguita su metallo; stampa a mano.

ARTE- Grazia PIATTI-E-DECORI-FLUO

COVER GATTI BN animali arte Grazia

varie 672 BN ARTE GRAZIA 2a MEDUSE BN forte 1A TRASFORMAZIONE IMG_20150914_130639

arte-blu e verde ch 672-grazia-occhio-piatto-Immag001

arte Grazia ok GRAZIA firma 500 ARTE RIDOTTI 500 FARFALLA BLU ROSA

arte Grazia vario fiori arte Aorchidee ok6jpg

arte Grazia firma 672 ghiacciopartokokchiaro 5IMG_1925

arte Grazia firma 672 Como Villa Olmo neve cane

IMG_4431

G. Seregni. ESOTICO, 1965.

ARTE B&N 450 GRAZ CAPPELLO

G.Seregni. Foto.

ARTE B&N 450 GRAZI103 copy

Foto 1985.

6gfarfallaFIRMAstampa con solar plate

G.Seregni. Tecnica: solar plate. FARFALLA SU FIORE; questo lavoro è presentato sul testo dell’Accademia di Brera: “Quaderni di grafica”. Pubblicazione didattica.

92deserto

G.Seregni. DESERTO  FUTURO.

MANIFESTO GRAZIA SEREGNIcm 30 x 20

G. Seregni. MANIFESTO.

AAA disegno Lory

G. Seregni. Disegno a penna. SPERANZA !

FOTO:

Parigi 672 okok torre Eifelle e nuvole g

Parigi, RIFLESSI

ARTE GRAZIA BN SOGNO BOA VISTA

SOGNO

arte Grazia 672 firma 12 toscana terra

G.Seregni. Foto, NATURA E’ PACE.

GRAZIA ARTE firma BN SCENOGRAFIE NATURALI CIGNO NERO RIFLESSO GEOMETRICO

arte Grazia Firma 672 3Boa Vista 3 144 (48)

arte Grazia foto Bali 672 Panorama pesca arte alba reti

ARTE GRAZIA 450 QUADRO PARIGI MUSEO ORSAY S

Tre dei lavori presenti presso la banca Consulia, Milano, Corso Monforte, 52
http://www.bancaconsulia.it

ARTE GRAZIA 672 FOTO BALI BANCA

ARTE GRAZIA 672 BANCA 1 QUADRO TOSCANA TERRA K

arte Grazia 672 arte BN Vario Parigi firma arte BN

Presso la banca Consulia, Milano, Corso Monforte, 52.

Foto varie: 

ARTE GRAZIA 672 Brera riflessi piccioni

GRAZIA ARTE firma Bali 672 ok ok alba rosa esotico panorama az

GRAZIA ARTE Bali firma 672 Bulgari fiori esotico tramonto ok ok

GRAZIA ARTE firma Bali 672 alba vulcano ok ok ok panorama alba lago vulcano vario

GRAZIA ARTE firma Bali 672 ok ok Lago Batur vario nebbia v

uccello

Arte Grazia vario 450 foglie seychelles

arte Grazia vario fiori arte Aorchidee ok6jpg

arte Grazia Varie arte 672 blu caravella mare

Arte Grazia Vario 672 rosa ok arte vb

varie Grazia 672 ARTE GRAZIA carnivora varie pianta fiore

Altre riproduzioni,  in piccolo, di stampe a mano sul tema dell’inquinamento come distruttore della natura e dell’uomo.

fiori neri fondo rosa per asta

G.Seregni. FIORI.

fiori verticale particolare con libellula ok

G. Seregni. NATURA DEFORMATA DAI VELENI.

 

19 venezia il centro dal canale giallo

G.Seregni. Foto, Venezia.

Arte 450 foglie seychelles

G. Seregni. Foto. VERDE PER QUANTO?

00MARE BIKE

G. Seregni. SILENZIO.

41 piatrella cavallo viola

G. Seregni. Cavallo su piastrella.

G. Seregni. Altri piatti della serie con disegni di simbologia primitiva fosforescente. SOLDI E SANGUE. ORIENTE.

ARTE GRAZIA 672 Brera riflessi piccioni

 

Arte Grazia Vario 672 rosa ok arte vb

arte Grazia Varie arte 672 blu caravella mare

ARTE Grazia 450 Grazia IMG_6219

ARTE Grazia 672 naif animali j

varie Grazia 672 ARTE GRAZIA carnivora varie pianta fiore

G.Seregni. CULTURE E COLORE.

G.Seregni. Foto, DESERTO CON VITA.  

G. Seregni. Stampa a mano, tecniche diverse sovrapposte, L’ISOLA DEI SOGNI.              

G. Seregni. Piastrella su ordinazione.

EXIBITIONS

-2010, 20-22 of June; chiesa di San Carpoforo, Milan

-2010, 20-28 of May: exhibition in different shops in Milan (near Accademy of BRERA)

-2011, 20-26 June: “Assab One” Gallery, via Assab1, Milan

-2011, 15-30 June: Galleria Accademia, via S.Calocero 27, Milano

Grazia mostra ARONA

-2011, 1-2   October: Castello di Bereguardo, Bereguardo, Pavia

-2012, 15-29 January:  Galleria d’arte  Atena, Lungolario Trieste 42, Como

-2012, 5 July-2 September: Regional Museum of Natural Sience of Torin, presented by Sergio Gomez, dir. of 33Contemporary GalleryeVisualArtoday.com , curator of National Wet Paint Exibition, Chicago, USA.

ARTE-GRAZIA-MOSTRA-MUSEOSCIENZENATURALI-TORINO2012

-2012, 4-9 Dicember, Miami, USA, “Miami River International Contemporary Art Fair 2012” Miami, USA.

Mostra Miami 12ib_p043_0_30

-2013  21 June-14 July Chicago USA; IBCA International Biennal of Contemporary Art  ℅  ZHOU BROTHERS ART  CENTER FOUNDATION

-2013  1-3 of November Milan-Rho  fair  “Week-end donna”. Some photos about the violence against women:

-2013, Dicember: SAVE MY DREAM, ℅ Spazio Tadini, Milano.  “Perché la loro morte non sia vana e perché crediamo che i loro sogni affondati in mare siano quelli di qualunque essere umano, organizzeremo un evento d’arte benefico dal titolo Save My Dream”.

-2014, 18-26 January, Biennale della Liguria, Albenga. Italia Arte.

—–

TITLES

arte ok GRAZIA firma 500 ARTE RIDOTTI 500 FARFALLA BLU ROSA

piatrella farfalla azzurra

piastrella calle 4

piastrella farfalla grande

piastrella farfalla a metà rosso-viola

6fpiastrellaFIRMAalberi bianchi su fondo nero grigio

ART WORKS FROM 10-50, TILL 5.000 EURO.

SEND REQUESTS TO cucina2009@alice.it  ; OBJECT: ART GRAZIA SEREGNI in capital letters; please.

Piastrelle e lavori d’arte richieste a cucina2009@alice.it ; precisando come oggetto: ARTE GRAZIA SEREGNI, in lettere maiuscole; grazie.

NUOVA FIERA DEL LIBRO a MILANO – Weekend 19 – 23 APRILE 2017

Tempo di libri nasce dalla volontà dell’Aie, l’associazione degli editori.

Dal 19 al 23 aprile nei padiglioni di Rho Fiera.

Agevolazioni economiche sono offerte da Trenord, ATM e Trenitalia per chi ha il biglietto della Fiera.

Per Tempo di Libri, Milano Linate e Milano Malpensa diventeranno i primi aeroporti italiani a ospitare il BookCrossing.

720 appuntamenti in uno spazio di 5 mila metri quadrati.

Presenti 400 espositori; case editrici, riviste, associazioni, biblioteche, librerie, enti pubblici, stat up.

2.000 gli autori coinvolti.

Tra l’altro: ragazzi- studenti, consegneranno i libri a chi ha difficoltà a recarsi in biblioteca.

La manifestazione continua in tutta la città con Fuori tempo di libri; UNA SERIE INFINITA DI INIZIATIVE, DALLE LETTURE ALLE APERTURE SERALI DELLE BIBLIOTECHE, AGLI APERITIVI LETTERARI … e molto altro.

Calendario completo su:  www.tempodilibri.it

Alcuni esempi dal calendario:

Book in bike, dall’Associazione “Quelli che il 2000” con l’aiuto di studenti in alternanza scuola-lavoro presso la CISL di Milano, in collaborazione con il Comune di Milano – Area Biblioteche. I ragazzi consegneranno i libri a chi ha difficoltà a recarsi in biblioteca e raccoglieranno testimonianze con opinioni, recensioni e letture ad voce alta.

Cene letterarie su prenotazione (su Ibs.it) organizzate da GEMS.

All’Osteria del Treno con Andrea Vitali, Clara Sánchez, Alessia Gazzola.

Feste: (Secondo) Tempo, alla libreria Feltrinelli di piazza Piemonte il 20 aprile; Typee (il 20 aprile all’East River), sempre il 20 aprile Milano da Bere: cocktail party di Studio per Tempo di Libri, altra festa allo storico Bar Basso.

MARATONA DI LETTURE: da venerdì 21 a domenica 23 aprile nell’UniCredit Pavilion ( piazza Gae Aulenti, con strutture realizzate con il contributo di Fiera Milano) ecc…

Fondazione Stelline due gli appuntamenti, Come to Milano: la città e i talenti globali: formazione e carriera nella città (il 20 aprile) con PierCarla Delpiano, Stefania Vitulli, Germano Buttazzo, Emiliano Cappuccitti, Gabriele Ghini, Daniele Mancini, Mattia Mor ecc…  Più si legge meno si imita (22 aprile) in occasione della nascita di OverBook; prima Scuola di Lettura Creativa con Stefania Vitulli, Antonio Carnevale e Stefano Zecchi.

Civico Planetario Ulrico Hoepli ai Giardini Pubblici Indro Montanelli: L’alfabeto dell’universo…  Il 21 aprile per festeggiare i 60 anni di Bollati Boringhieri con l’apertura serale straordinaria di librerie, associazioni, musei e biblioteche.

22 aprile;  nel giardino storico di Palazzo Sormani si potrà assitere  alla Convention dei lettori volontari del patto della lettura. Indovina chi viene a cena? Due mini lezioni e una lettura spettacolare con  400 volontari.

Il giallo a Milano (come e perché Holmes, Maigret e De Vincenzi si trovano a Brera):  mostra documentale alla Biblioteca Nazionale Braidense dal 20 aprile.

Al Fuori Tempo di Libri È tempo di Librai: alcuni autori si caleranno nel ruolo di librai presso:  Libreria Popolare di via Tadino il 20 aprile (Alessandro Barbaglia e Paola Calvetti), Libreria dello spettacolo rispettivamente il 20 e 21 aprile (Davide Steccanella e Mirko Zilahy),  Libri sotto casa c/o Portineria 14 il 20 aprile (Deborah Simeone),

 È tempo di Librai  prevede anche al partecipazione di:

-Mondadori Store: diversi appuntamenti in alcune sedi (Fuori dal tempo (di libri): conversazioni d’autore e Aperitivo con l’autore): –

-librerie Rizzoli Galleria, Mondadori Megastore Milano Duomo, Mondadori Megastore Multicenter Marghera e Mondadori Megastore di via S. Pietro all’Orto

Libreria Internazionale Hoepli: incontro del 20 aprile con Enrica Battifoglia e Giovanni Caprara.

– 21 aprile alla Libreria delle donne: dialogo Enciclopedia delle donne. Educazione sessuale con Luisa Muraro e Valeria Parrella, partendo dal libro di quest’ultima.

-Corraini in Piccolo il 19 aprile Jean Talon, Valter Rosa e Giulia Morelli presentano Mi ricordo ancora di Pietro Ghizzardi.

-121+ Libreria Extemporanea il 20 aprile incontro con Dario Scodeller sul suo Design spontaneo.

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci:

-19 aprile Paolo de Bernardis presenta il suo libro Solo un miliardo di anni? Con Luca Reduzzi.

-21 aprile, con Edizioni Sonda, l’incontro Finchè le gabbie non saranno tutte vuote: omaggio a Tom Regan.

-22 aprile Giulio Giorello e Pier Luigi Gaspa, quest’ultimo parlerà del suo Madame Curie, indipendenza e modernità

-23 aprile, in occasione della Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore: libri, rose e innamorati  …

Circolo della Letteratura e delle Arti di Milano (presso Spazio Cobianchi Duomo 19A) sarà protagonista Luigi Pirandello… 19-22 aprile.

Palazzo Clerici il 20 aprile I primi cento giorni di Trump, tavola rotonda con Viviana Mazza, Maio Del Piero, Paolo Magri e Andrew Spannaus a cura di ISPI – Istituto per gli Studi di Politica Internazionale.

Comune di Rho: una serie di appuntamenti con gli autori.

Comune di Sesto San Giovanni offre la mostra Segni: appunti, bozzetti e schizzi  (Biblioteca Pietro Lincoln Cadioli).

Comune di Monza; l’Assessorato alle Politiche culturali, aprirà le porte dei luoghi della lettura; con le Biblioteche del Sistema Bibliotecario Urbano, librerie e vari luoghi culturali in città e la Biblioteca Civica.

TEMPO DI LIBRI

INFORMAZIONI

Il biglietto intero costa 10 euro, l’abbonamento 25.

Rho Fiera, raggiungibile con la linea rossa della metropolitana (con biglietto extraurbano).

COMO – Passeggiata creativa del ciclo “Sulle orme di Volta”

– Sono aperte le iscrizioni alla terza passeggiata creativa del ciclo “Sulle orme di Volta”, presentata questa mattina a Villa del Grumello assieme a tutto il ricchissimo programma del Festival della Luce – Lake Como.

Il 14 maggio cammineremo con Gianni Biondillo e Pietro Berra da Villa Olmo di Como al Giardino della Valle di Cernobbio. Info e iscrizioni qui: www.festivaldellaluce.it/il-programma/29-passeggiata-sulle-orme-di-volta.html?date=2017-05-14-14-30
In collaborazione con Fondazione Alessandro Volta e Le Primavere de La Provincia di Como.

Sempre per il ciclo “Sulle orme di Volta” vi ricordiamo che il 22 aprile verrà recuperata la passeggiata all’Oasi del Bassone, rinviata lo scorso 2 aprile causa maltempo. Le prenotazioni che erano state fatte per la data originaria restano valide. Chi dovesse rinunciarvi è pregato di segnalarlo alla mail sulleormedivolta@fondazionealessandrovolta.it , in modo che il suo posto possa essere liberato a favore di chi era rimasto in lista d’attesa. Informazioni qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-passeggiate-sulle-orme-di-volta-22-aprile-2017-32718800814

Con la speranza di rivedervi presto in una delle prossime passeggiate,

auguri di buona Pasqua da tutto il nostro staff

Evento culturale a Milano – Indovina chi viene a leggere? Sabato 22 aprile 2017

Indovina chi viene a leggere?

Sabato 22 aprile 2017, ore 18.30 – 20.30

Giardino di Palazzo Sormani, Via Francesco Sforza – Milano

In caso di maltempo, l’evento si terrà al Tempio Valdese in via Francesco Sforza 12/a

Il Patto per la Lettura e i suoi 400 lettori volontari si presentano alla città di Milano.

Con tre ‘mini lezioni’ e una performance di lettura ad alta voce.

Il Patto per la Lettura ha dato vita a una grande comunità di lettori ad alta voce. Il primo momento di incontro con questa formidabile palestra diffusa offre un programma aperto a tutti, ricco di ospiti: saranno con noi lo scrittore Hans Tuzzi, l’attore Felice Casciano e la psicanalista Laura Pigozzi.

ore 18.30

Consegna degli attestati ai 400 lettori che hanno partecipato ai corsi di formazione organizzati dal Patto di Milano per la Lettura.

Leggere a Milano: la ‘palestra diffusa’ avviata dal Patto per la Lettura, in collaborazione con Letteratura rinnovabile e Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi.

ore 19.00

Come vincere la paura e recitare felici

Salire sul palco e confrontarsi con il pubblico non è uno scherzo, ma tutti possiamo farcela. Cenni al valore dell’esercizio e della tecnica per vincere la paura in genere.

L’attore Felice Casciano racconta come ha sfidato e vinto le proprie ansie.

ore 19.20

Che godimento offre una voce?
Laura Pigozzi, psicanalista e formatrice vocale, parla del godimento della voce, onda concentrica che pervade il corpo; del timbro blu, il timbro singolare di ciascuno che arriva a catturare un altro; del perché la voce ci è familiare ed estranea. Che fare con una voce che ci sfugge sempre un po’?

ore 19.40

L’arte di coinvolgere il pubblico

Entrare in sintonia con le persone, suscitare ascolto e fiducia richiede attenzione, senso della misura, qualche trucco. L’esperienza di anni di confronto con i lettori.

Lo scrittore Hans Tuzzi racconta come è entrato in confidenza con il proprio pubblico.

Gli interventi sono seguiti da brevi contributi di insegnanti e lettori volontari sul tema.

ore 20.00

Performance di lettura ad alta voce, tratta da un romanzo di Hans Tuzzi, a cura delle insegnanti del Patto di Milano per la Lettura.

 

Evento d’ arte e musica a Venezia – Ingresso libero – TEATRINO DI PALAZZO GRASSI

https://youtu.be/E5u_bm_WtiI

21 – 22 -23 aprile 2017
TEATRINO DI PALAZZO GRASSI

Carte Blanche a Teho Teardo.
L’intervento sonoro site specific “Sea Change” e l’ultimo onirico progetto “Phantasmagorica”, con MP5 e l’eccezionale partecipazione di Abel Ferrara.

Carte Blanche è un progetto di Palazzo Grassi in collaborazione con Enrico Bettinello.

Da venerdì 21 a domenica 23 aprile 2017, 10.00 – 19.00.
“Sea Change” di Teho Teardo.
Installazione sonora site specific allestita presso il foyer del Teatrino di Palazzo Grassi.
Voce di Hugh O’Conor
Ingresso libero.

Venerdì 21 aprile, ore 17.00.
Incontro con Teho Teardo e Enrico Bettinellopresso il Teatrino di Palazzo Grassi.
Ingresso libero sino a esaurimento posti.

Sabato 22 aprile, ore 20.00
“Phantasmagorica” di Teho Teardo e MP5 con la partecipazione straordinaria di Abel Ferrara.
presso il Teatrino di Palazzo Grassi.
MP5 – disegni e animazione
Teho Teardo – Musica dal vivo
Jacopo Gonzales – assistente alla regia
Simone Palma – video staging
Una produzione Short Theatre
Ore 21.30: replica
Ingresso libero con prenotazione scrivendo a teatrino@palazzograssi.it

TehoTeardo – ph Elia Falaschi

Dopo lo straordinario successo di pubblico degli appuntamenti dedicati a musicisti di fama internazionale come Michel Portal nel 2014 e Arto Lindsay nel 2015, torna Carte Blanche il format di Palazzo Grassi, in collaborazione con Enrico Bettinello, che invita i protagonisti della scena musicale e teatrale attuale a presentare interventi appositamente concepiti per gli spazi della Pinault Collection a Venezia.

Il Teatrino di Palazzo Grassi, da venerdì 21 a domenica 23 aprile, offre “carta bianca” al musicista e compositore italiano Teho Teardo – artista tra i più apprezzati nel panorama europeo – per la terza edizione della rassegna inaugurata nel 2014.

Teho Teardo darà prova della grande poliedricità che lo caratterizza, presentando due interventi molto diversi tra loro: l’installazione site specificSea Change (con un incontro pubblico di presentazione a cura di Enrico Bettinello) e la performance Phantasmagorica (con due repliche).

L’installazione sonora Sea Change, nel foyer del Teatrino di Palazzo Grassi, rende omaggio al tema affrontato dalla grande mostra di Damien Hirst, Treasures from the Wreck of the Unbelievable a cura di Elena Geuna e alla città che la ospita. Si tratta infatti di un grande fondale sonoro in continua evoluzione, composto dalle registrazioni dei suoni che animano gli oscuri abissi del mare che cinge Venezia e dai rumori che risuonano nell’atrio dell’auditorium del Teatrino progettato da Tadao Ando.

Accenni di vite marine, anime sommerse e incrostazioni coralline saranno evocate con scenari vocali ogni volta differenti, conducendo il pubblico lungo l’esplorazione delle manifestazioni misteriose che da millenni caratterizzano la Laguna veneziana. L’installazione sarà visitabile gratuitamente nel foyer del Teatrino da venerdì 21 a domenica 23 aprile, dalle 10.00 alle 19.00.

Venerdì 21 alle ore 17.00 al Teatrino di Palazzo Grassi, Teho Teardo incontrerà il pubblico veneziano, in dialogo con Enrico Bettinello, per presentare l’installazione e il percorso proposto con questi tre giorni di iniziative.

Si prosegue sabato 22 aprile alle ore 20.00, in replica alle ore 21.30, con il concerto Phantasmagorica di Teho Tealdo e MP5 che vede la partecipazione straordinaria di Abel Ferrara. La fantasmagoria è un’antica forma di intrattenimento teatrale, nata nel XVIII secolo, che impiegava un sistema funzionante secondo la logica della lanterna magica, per proiettare immagini e generare effetti illusionistici.

Questo “cinema prima del cinema” rivive nell’incontro fra le animazioni dell’artista italiana MP5 e la musica di Teho Teardo.

I due artisti tracciano una messa in scena corale, fatta di apparizioni improvvise ed elementi ipnotici: mentre MP5 irradia figure nel nero assoluto, Teardo manipola dal vivo il suono, disegnando per ogni rappresentazione una partitura sempre nuova dai contorni magici e inquietanti. Maestro di cerimonie, unico corpo e voce nello spettacolo, il regista statunitense Abel Ferrara accompagnerà lo spettatore nella dimensione enigmatica della performance.

Tutti gli appuntamenti del Teatrino sono comunicati sul sito di Palazzo Grassi alla voce “calendario”.
www.palazzograssi.it

Partner istituzionale

Contatti per la stampa Palazzo Grassi – Punta della Dogana.
PCM Studio via Goldoni, 38 | 20129 Milano
Paola C. Manfredi | paola.manfredi@paolamanfredi.com | M. +39 335 54 55 539
Per richieste immagini: press@paolamanfredi.com | T. +39 02 87286582

BIOGRAFIE

Teho Teardo
Compositore, musicista e sound designer, Teho Teardo si dedica all’attività concertistica e discografica pubblicando diversi album che indagano il rapporto tra musica elettronica e strumenti tradizionali. Ha realizzato colonne sonore per importanti registi come Salvatores, Sorrentino, Molaioli, Chiesa, Vicari, Incerti, Cupellini, Faenza divenendo nel giro di pochi anni un riferimento per la musica al cinema. Ha vinto il Ciak d’Oro per la migliore colonna sonora ed ha ottenuto diverse nomination al Nastro d’Argento e David di Donatello.
Nel 2009 vince il premio Ennio Morricone all’Italia Film Fest ed il David di Donatello per il film “Il Divo” di Paolo Sorrentino. Con la compagnia teatrale Socìetas Raffaello Sanzio realizza lo spettacolo “Ingiuria” in cui partecipano anche il violinista Alexander Balanescu e Blixa Bargeld degli Einsturzende Neubauten.
Ha realizzato due album di canzoni con Blixa Bargeld intitolati “Still Smiling” e “Nerissimo”, e due Ep “Spring” e “Fall” accolti nel migliore dei modi dalla stampa italiana ed internazionale.
Con l’attore Elio Germano realizza lo spettacolo “Viaggio al temine della notte”, tratto dal capolavoro di Céline che ha ottenuto un grosso successo a teatro.
Crea le musiche per due pièce teatrali di Enda Walsh, “Ballyturk” e “Arlington”. Per la musica di “Ballyturk”, pubblicata anche il cd e vinile, riceve il premio Irish Times Theatre Award. Con la regista Joan Sheey realizza le musiche per la pièce “Matchbox”.
Compone le musiche per le mostre di Man Ray e Joan Mirò a Villa Manin, entrambe pubblicate su CD e LP.

MP5

Artista italiana nota per il suo incisivo stile in bianco e nero che utilizza in numerosi e differenti media.

Nata a Napoli, studia scenografia per il teatro a Bologna e animazione presso la Wimbledon School of Art di Londra.

Attiva fortemente nella scena underground e nella controcultura in tutta Europa, MP5 negli ultimi dieci anni ha strettamente legato il suo lavoro soprattutto alla scena queer e femminista.

Dagli studi di scenografia deriva un legame stretto e duraturo con il teatro di ricerca, rintracciabile soprattutto nelle sue installazioni audio/video, ma che continua a influenzare anche i suoi interventi murali.

Le sue immagini in bianco e nero danno forma a miti contemporanei che sottendono una visione critica e politicamente impegnata della realtà. Lavora con poster, illustrazioni, disegni, animazioni video e realizzando interventi nello spazio pubblico. Le sue opere e installazioni sono state esposte in importanti festival e musei nazionali e internazionali, come la XII Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, la Triennale di Milano e il MACRO. Ha collaborato nel Regno Unito con la galleria Lazarides e in Francia con la designer e gallerista Agnes B; è stata inoltre tra gli artisti italiani invitati al progetto La Tour 13 a Parigi. I suoi lavori sono stati pubblicati su numerose testate internazionali tra cui Le Monde Diplomatique, Vogue, Wooster Collective, Juxtapoz.

Pasqua e Pasquetta alla Reggia di Venaria in Piemonte

Venaria Reale, modello in legno.
Venaria.

Caravaggio alla Venaria 2017

Venaria Reale.

Speciale anche per bambini e ragazzi (programmi più sotto)

Pasqua e Pasquetta alla Reggia di Venaria

In occasione delle festività di Pasqua e Pasquetta, La Venaria Reale offre un programma ricchissimo di eventi ed iniziative eccezionali.

Domenica 16 e lunedì 17 aprile il complesso sabaudo è infatti aperto al pubblico, dalle ore 9 alle ore 18.30, con diverse mostre in contemporanea, eventi e attrazioni in grado di incontrare l’interesse di ogni tipologia di pubblico ed in particolare alle famiglie.

INFORMAZIONI:
Tel.: +39 011 4992333 – www.lavenaria.it

Caravaggio Experience

Citroniera delle Scuderie Juvarriane

Imponente video installazione originale, Caravaggio Experience propone l’opera del celebre artista Michelangelo Merisi utilizzando un approccio contemporaneo: l’uso di un sofisticato sistema di multi-proiezione a grandissime dimensioni, combinato con musiche suggestive e fragranze olfattive, porta il visitatore a vivere un’esperienza unica anche sul piano sensoriale, attraverso una vera e propria “immersione” personale nell’arte del maestro del Seicento.

Nei grandiosi spazi architettonici della Citroniera Juvarriana della Reggia di Venaria, il visitatore resta “coinvolto” in uno spettacolo di proiezioni e musiche della durata complessiva di 50 minuti circa, in funzione contemporaneamente lungo tutto il percorso, senza interruzioni e a ciclo continuo, in cui sono evocate 58 opere del grande pittore.

L’installazione ripercorre i temi dell’intera produzione caravaggesca: la luce, il naturalismo, la teatralità, la violenza; e termina con un “viaggio” ideale attraverso i luoghi di Caravaggio, seguendo cronologicamente le fasi principali della sua incredibile esperienza di vita.

Consulenza scientifica di Claudio Strinati
Mostra prodotta dal Consorzio La Venaria Reale con Medialart srls, in collaborazione con Roma&Roma

Dalle Regge d’Italia.
Tesori e simboli della regalità sabauda

Sale delle Arti, II piano

Nell’anno in cui ricorre il decimo Anniversario della sua inaugurazione, La Venaria Reale propone una grande mostra che si colloca in continuità con quella che aprì ufficialmente il complesso per la prima volta al pubblico, dedicata alla Reggia ed alla storia della dinastia sabauda.

Il percorso dell’esposizione inaugurale del 2007, partendo dal Cinquecento, si concludeva con le prime vicende del ramo dei Savoia-Carignano durante la Restaurazione: la nuova mostra racconta invece la dinastia nel periodo compreso tra il 1860 e il 1920.

130 opere provenienti dalle Regge della Penisola nel periodo in cui i Savoia rivestirono il ruolo di re d’Italia illustrano come gli stessi disegnarono e definirono la propria regalità italiana, dopo gli esiti del processo risorgimentale. Prestigiosi prestiti di opere e documenti da parte di Quirinale, Palazzo Pitti, Palazzo Reale di Napoli, Reggia di Caserta per citare solo i principali, intendono raccontare le Regge italiane nel periodo in cui costituirono un compiuto sistema nazionale di Residenze per la Corona.

Fra le preziose opere in mostra, imperdibile il trono dei re d’Italia, proveniente dal Palazzo del Quirinale, così come lo stipo per la corona d’Italia da Palazzo Pitti, la culla per il principe di Napoli dalla Reggia di Caserta e il Genio della monarchia dipinto nel 1880 dal grande pittore brasiliano Pedro Amerigo in omaggio a Umberto I, ed oggi al Palazzo Reale di Torino.

Sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Mostra organizzata e realizzata dal Consorzio La Venaria Reale in collaborazione con il Senato della Repubblica e con le Gallerie degli Uffizi, i Musei Reali di Torino, la Palazzina di Caccia di Stupinigi, il Palazzo Reale di Genova, il Polo museale della Campania, il Polo Museale del Piemonte, la Reggia di Caserta e la Regione autonoma della Valle d’Aosta.
A cura di Silvia Ghisotti e Andrea Merlotti

http://www.lavenaria.it/web/

Jungle.
L’immaginario animale nella Moda

Sale delle Arti, I piano

Una mostra inedita nel panorama culturale europeo che racconta, attraverso un centinaio di abiti e accessori, l’evoluzione dell’animalier, ovvero i diversi modi in cui manto e forme animali sono stati rielaborati dalla moda. Dall’imitazione perfetta del pattern, all’invenzione di forme e di colori, fino a una vera e propria metamorfosi tra creature umane e non umane i cui sguardi si riflettono negli abiti. L’animalier rende omaggio al mondo animale e nel farlo sublima l’animalità in stile.

Il riferimento all’abito “Jungle” del 1947 di Christian Dior apre concettualmente il percorso: l’abito segna l’entrata ufficiale dell’animalier nella haute couture.

Da allora, gran parte degli stilisti si sono confrontati con il tema, dallo chic al pop in un costante rimando tra erotismo e trasgressione, gioco ed eleganza.

Molti sono i designer presenti in mostra, selezionati per l’estetica, la qualità dei materiali, le forme, la rilevanza stilistica e concettuale, tra cui Jean Paul Gaultier, Azzedine Alaïa, Roberto Cavalli e Gianfranco Ferré, i nuovi classici di Valentino, Fausto Puglisi, Givenchy e Stella McCartney, i bustier ricamati di Krizia, fino agli abiti tecnologici di Iris Van Herpen e a quelli dei più giovani stilisti. Le loro creazioni mettono in evidenza non solo i cambiamenti del gusto, ma anche i diversi significati di un trend che, divenuto uno dei grandi classici del nostro guardaroba, non smette tuttavia di ispirare la moda.

A cura di Costanza Carboni, Ludovica Gallo Orsi, Simona Segre Reinach Progetto allestitivo di Pietro Ruffo
Mostra organizzata e realizzata dal Consorzio La Venaria Reale

Le numerose opportunità di visita comprendono inoltre il percorso della Reggia Teatro di Storia e Magnificenza con le installazioni multimediali e musicali Ripopolare la Reggia di Peter Greenaway e Music for the Great Gallery di Brian Eno, e le suggestive esposizioni annesse:

  • La Regia Scuderia. Il Bucintoro dei Savoia e le Carrozze Regali
  • Le Belle Arti. Mostra/Atelier dalle collezioni dell’Accademia Albertina di Torino.Ospite d’onore: il Veronese
  • Sculture moderne alla Reggia di Venaria

A queste si aggiungono i Giardini con le loro attrazioni paesaggistiche e botaniche, il Giardino delle Sculture Fluide e la mostra Anafora di Giuseppe Penone, l’opera Dove le stelle si avvicinano di una spanna in più di Giovanni Anselmo, la storica Statua dell’Hercole Colosso e gli orti e frutteti del Potager Royal più grande d’Italia.

Con la giornata di Pasqua sono di nuovo tutte attive le attrazioni nei Giardini della Reggia:

  • lo spettacolo del Teatro d’Acqua della Fontana del Cervo nella Corte d’onore che si anima con le “danze” dei suoi 100 getti d’acqua alti 9 metri seguendo il ritmo di luci e musiche;
  • il divertente tour nei Giardini con la Freccia di Diana, il trenino che accompagna i visitatori lungo le scenografie verdi del Parco basso fino ai suggestivi resti del Tempio di Diana;
  • la navigazione, nell’incantevole scenario della Peschiera, con la gondola della Reggia che riprende un’antica tradizione di svago della corte;
  • il giro dal Gran Parterre con la Carrozza a cavalli per scoprire i panorami ed i luoghi più nascosti del parco, soffermandosi magari nella zona del Boschetto dei giochi del Fantacasino o presso l’Aiuola dei pavoni.E a Pasquetta prende il via la stagione delle Giornate da Re: animazioni, giochi, fiabe, concerti, performance artistiche e spettacoli di teatro, danza contemporanea e “nuovo circo”, per lasciarsi coinvolgere dal divertimento e dalla creatività vivendo in modo originale l’incantevole scenario della Reggia. 

PER I VOSTRI RAGAZZI

C’era una volta nel giardino del Re

C’era una volta nel giardino del Re, ultima grande produzione della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus (14 artisti tra attori e musicisti), è un viaggio attraverso le favole, un percorso magico e onirico, realizzato anche grazie al lavoro di preparazione e sperimentazione prodotto l’estate scorsa nei giardini delle Residenze Sabaude.

Per la prima delle Giornate da Re del 2017, la Reggia di Venaria è la preziosa cornice in cui prendono vita le fiabe della tradizione europea colta e popolare.

Attraverso un percorso che si sviluppa tra i magnifici Giardini della Reggia, il pubblico può assistere a tre straordinarie trasformazioni: quella ispirata alla storia di Driope nelle Metamorfosi di Ovidio, quella del Principe Ranocchio, raccontata nelle Fiabe dei Fratelli Grimm, e quella del Principe Canarino, fiaba piemontese tratta dalle Fiabe italiane raccolte da ltalo Calvino.

Gli attori sono accompagnati da tre ensemble di musicisti, che propongono brani di musica barocca, blues e folk rigorosamente suonati dal vivo.

Il principe Ranocchio

Ore 15 – Patio dei Giardini

Con Elena Campanella e Daniel Lascar
Regia e drammaturgia di Graziano Melano
dalle Fiabe dei fratelli Grimm
Musiche blues / rock dal vivo a cura di Dodo & Gianluca Maiorino

Un giorno, nei pressi di uno stagno, una bella principessa sente una voce che le chiede perché si trovi lì. Alzando lo sguardo, la fanciulla scopre che a parlare è un ranocchio, cui racconta di avere smarrito la sua palla d’oro. Il ranocchio le promette di riprendergliela, a patto di diventare il suo compagno. Lei, con leggerezza, accetta il compromesso. Recuperata la palla, torna nel suo castello dimenticandosi della promessa. Il ranocchio, allora…

DODO & GIANLUCA Maiorino è un duo formato da musicisti di esperienza ventennale. Nel loro repertorio ci sono il country, il blues, l’irish e il rock and roll. Gli strumenti, oltre alla voce, sono l’armonica, la gran cassa, il charleston, la chitarra e il kazoo.

Il giardiniere del Re

Ore 15.30 – Giardino delle Sculture Fluide di Giuseppe Penone

Con Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci
Regia e drammaturgia di Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci Dalle Metamorfosi di Ovidio
Musiche antiche e barocche dal vivo a cura del Gridelino Ensemble

Il giardino è uno spazio incantato, magico, dove tutto vive come dentro a un racconto. Nessuno più del giardiniere conosce gli infiniti mutamenti dei fiori e degli alberi che colorano questo disegno e le metamorfosi che in ogni stagione animano i sentieri del parco. Il giardiniere è l’artefice e il custode della bellezza del suo giardino. Ma qual è il segreto che si cela dietro l’albero più bello?

Il GRIDELINO ENSEMBLE è una formazione cameristica barocca nata dal desiderio di appassionare l’ascoltatore al mondo della musica antica. Gli strumenti utilizzati sono tre grandi protagonisti della musica barocca: violoncello,clavicembalo e oboe.

Il principe Canarino

Ore 16.15 – Allea di Terrazza

Con Claudio Dughera e Claudia Martore Regia e drammaturgia di Luigina Dagostino da Fiabe Italiane di Italo Calvino
Musica folk dal vivo a cura di Le Fou Rire

Esiliata dalla matrigna in un lontano castello, una principessa s’innamora, corrisposta, del figlio del Re. Per aiutarla a coronare il suo sogno,una strega amica le fornisce un libro magico, che trasforma il principe in canarino e il canarino in principe, a seconda di come vengono girate le pagine, consentendo ai due innamorati di incontrarsi. La cattiva matrigna, però, decide di contrastare il loro amore.

Il gruppo LE FOU RIRE, seguendo il filone Neo Trad, si muove nell’ambito della musica popolare e folk, arrangiando brani “storie:” e componendone di nuovi. Gli strumenti utilizzati sono il flauto diritto, il flauto traverso, la chitarra, la ghironda e ilviolino.

http://www.lavenaria.it/web/

Arte a Lisbona – A maggio torna ARCO

E’ stato organizzato un programma con 150 attività ed eventi imperdibili

Dal 18 al 21 la capitale portoghese ospita la fiera internazionale dell’arte contemporanea

Per l’Italia presente la Galleria Umberto Di Marino

Lisbona si conferma sempre più città di grande impatto culturale e hub dell’arte contemporanea, anche grazie alla recente inaugurazione del MAAT.

La Capitale Iberoamericana della cultura per il 2017 ospiterà, per la seconda volta, la ARCO, fiera internazionale dell’arte contemporanea in programma dal 18 al 21 maggio nei locali dell’ex Cordoaria Nacional.

Rivolta a un pubblico internazionale, con la presenza di circa cinquanta gallerie, l’evento è da ritenersi di grande rilievo anche in considerazione del successo della prima edizione.

Nel 2016 infatti, sono stati circa 13 mila i visitatori e ben quarantacinque le gallerie provenienti da 8 paesi.

L’edizione di quest’anno manterrà lo stesso format ma l’atmosfera sarà certamente diversa e ancora più coinvolgente.

Per il 2017 infatti, Lisbona è Capitale iberoamericanadella cultura di un mondo che aggrega oltre 120 milioni di persone dalla Penisola Iberica, dal Messico al Sud e Centro America.

Per celebrare questo avvenimento è stato organizzato un programma con 150 attività ed eventi imperdibili lungo tutto il corso dell’anno. Prosegue dunque il momento di splendore per la capitale lusitana.

ARCO si prepara ad accogliere anche una prestigiosa galleria italiana.

Nei quattro giorni a Lisbona sarà infatti presente Sergio Vega e la Galleria Umberto Di Marino di Napoli. In Portogallo ci saranno un quarto delle gallerie di Madrid, città madre della mostra.

Marcelo Rebanda, rappresentante del Turismo del Portogallo in Italia, racconta le sue sensazioni su ARCO e sulle aspettative di Lisbona: “È un anno importantissimo per il Portogallo e la sua capitale. ARCO rappresenta certamente uno degli eventi di maggior rilievo culturale per la città e i numeri della prima edizione ci lasciano sperare che Lisbona possa consolidarsi come prestigioso hub culturale di livello internazionale”.

TURISMO DE PORTUGAL

Visitportugal è il sito ufficiale di promozione turistica del Portogallo creato da Turismo de Portugal, I.P., l’ente turistico nazionale.

Integrato nel Ministero dell’Economia, Turismo de Portugal, I.P., è l’ente preposto alla promozione, valorizzazione e sostenibilità dell’attività turistica, e riunisce in un’entità unica tutte le competenze istituzionali relative alla promozione del turismo, dall’offerta alla domanda.

Turismo de Portugal si avvale di una rete di uffici che coprono 21 paesi di prioritaria importanza per la promozione turistica internazionale.

Per informazioni: https://www.visitportugal.com/it