Archivi categoria: CULTURA

Cultura: mostre d’arte, libri, art from women…la donna nella storia, donne che pensano.

LETTERATURA – L’omero di Santa Lucia Derek Walcott e il suo ultimo canto

Premio Nobel per la letteratura nel 1992, Derek Walcott ci ha lasciati a 87 anni, dopo avere vissuto sempre nella splendida isola di Santa Lucia, nei Caraibi.

Guadava il mondo “ con occhi di polipo”, un invertebrato che ha dimostrato grande intelligenza.

Derek Walcott, aveva sangue inglese, tedesco e nero; un cocktail travolgente, tanto che nessuna traduzione può rendere la bellezza dell’originale.

Dai critici americani è stato definito “ black writer of the Caribbean ”, ma lui si definisce non abbastanza nero per l’orgoglio degli africani; tanto che i neri non lo hanno mai riconosciuto come uno dei loro.

Di se diceva Sono un nero, rosso (di capelli), che ama il mare e che ha avuto una buona istruzione coloniale ”. I suoi nonni erano schiavi e la mamma che gli leggeva Shakespeare quando ancora era bambino.
Derek Walcott Era già noto nel 1962 per la collezione di poesie
“ The green night ”. Monumentale opera che comprende una rielaborazione dell’Odissea in 8.000 versi, dal titolo “Omeros ”.
Tradotto in italiano da Adelphi.

80 sono i titoli delle sue opere teatrali, non conosciute in Europa.

Accusato di soffrire di complesso di “ negritudine ”, rispose (in polemica con un collega): “ Sono stato morso, devo evitare l’infezione /altrimenti potrei essere morto …”.

Arte e floricultura a Milano – Brera una rosa per la nuova Brera ad Orticola 2017

5 – 7 maggio sono le date di Orticola che, ai Giardini Montanelli, presenterà un’idea di Philippe Daverio per James Brandburne, quest’ultimo direttore della Pinacoteca di Brera: una nuova rosa creata espressamente per promuovere la NUOVA GRANDE BRERA.

Dalla tonalità bicolore, rossa e gialla, la Rosa di Brera quando si apre vira verso i colori viola e crema. Resistente e dalla lunga fioritura si presenta come un soggetto interessante per tutti gli amanti dei giardini.

La rosa sarà coltivata nell’Orto botanico di Brera a partire dal mese di maggio e sarà messa in vendita dall’autunno 2018; dal vivaio Barni di Pistoia.

Non solo la rosa è la novità di Brera,  con 6.500 mq. dedicati all’arte moderna di inizio ‘900; con l’esposizione di due gradi collezioni quali la Jesi e la Vitali.

Vi saranno esposti per due anni, anche 26 pezzi del collezionista Mattioli.

————-

Weekend a Milano – Evento danza – Poesia e funambulismo con Luciana Savignano

Evento danza a Milano – Poesia e funambulismo con Luciana Savignano nel restaurato Teatro Gerolamo – 24 – 26 marzo 2017
“Funambolia” e “Luminare Minus”:

sulle tracce di una donna dalla pelle bianchissima; da un frammento di luna si fondono poesia, movimento, ricerca scientifica e nuove tecnologie. Da non perdere.

Teatro Gerolamo, Pzza Beccaria 8; orari diversi – entrata da 8 a 60 euro.

Home Slider Full Width

Dopo più di trent’anni riapre il Gerolamo, gioiello dei teatri milanesi, l’unica ribalta europea appositamente costruita sulla misura degli spettacoli di marionette, per decenni attrazione e appuntamento privilegiato per un pubblico colto e appassionato e per generazioni di piccoli spettatori.

Musica classica jazz e musical a Venezia – TEATRINO DI PALAZZO GRASSI – Entrata libera a Le Salon Idéal

Domenica 26 marzo 2017 alle ore 18.00 – Al  Teatrino di Palazzo Grassi  una serata aperta gratuitamente al pubblico

TEATRINO DI PALAZZO GRASSI

Le Salon Idéal

Il Teatrino di Palazzo Grassi presenta un progetto musicale inedito che unisce musica classica, jazz, musical annullando la distanza tra musicisti e pubblico.

Le Salon Idéal, 2017. Marion Rampal – cantante, Irina Gurevich de Baghy – soprano, Ismaël Margain – pianoforte e saxofono,
Leslie Boulin Raulet – violino, Pierre-François Blanchard – pianoforte, Matteo Pastorino – clarinetto basso, Juliette Salmona – violoncello, Noëmi Waysfeld – cantante

Per il secondo anno consecutivo, Palazzo Grassi – Punta della Dogana invita Le Salon Idéal per due esclusivi appuntamenti: uno aperto liberamente al pubblico e uno dedicato ai titolari della Membership Card di Palazzo Grassi.

Sabato 25 marzo 2017 alle ore 17.00 i possessori della Membership card di Palazzo Grassi potranno assistere a un concerto privato all’ora del tè, condotto da Le Salon Idéal presso un appartamento affittato appositamente per loro e per questa incredibile occasione.

Domenica 26 marzo 2017 alle ore 18.00 la formazione si esibirà presso il Teatrino di Palazzo Grassi per una serata aperta gratuitamente al pubblico all’insegna della musica e della condivisione, che spazierà tra generi ed epoche differenti toccando le corde della sensibilità di ciascun spettatore.

Il programma, immaginato appositamente per il pubblico veneziano, si intitola Venise au fil de l’eau e omaggia la città dei dogi proprio in occasione del suo compleanno il 25 marzo, giorno in cui, secondo la tradizione, ricorre la consacrazione della Chiesa di San Giacometo a Rialto nel 421. La prestigiosa selezione musicale proposta da Le Salon Idèal include alcuni brani di compositori come Luigi Rossi (1597 – 1653), Antonio Vivaldi (1678 – 1741), Felix Mendelssohn (1809 – 1847), Jules Massenet (1842 – 1912) e Franz Liszt (1811 – 1886), le cui opere intramontabili si alterneranno a pezzi jazz originali e a testi tratti dalla cultura sonora contemporanea.

Nato a Parigi nel gennaio 2015, Le Salon Idéal è un happening musicale concepito e organizzato dalla giornalista francese Arièle Butaux che coinvolge artisti di primo piano, provenienti da differenti ambiti sonori.
I concerti de LeSalon Idéal sono momenti intimi, in cui i musicisti e il pubblico si incontrano in un’atmosfera rilassata, lontani dall’ambiente formale delle sale da concerto. In questo “salotto ideale” gli artisti possono sperimentare liberamente, senza frontiere, lasciando spazio al confronto e alla contaminazione tra generi. Concerto dopo concerto, i protagonisti cercano di instaurare una relazione sempre più vicina e diretta con gli spettatori, in un contesto che ricorda quello di una famiglia riunita a suonare e ascoltare.

Classica, jazz e musical si incontrano quindi con nuovi arrangiamenti sorprendenti e personali all’interno di un programma inedito, concepito per essere inclusivo e non elitario in grado di spaziare tra diverse proposte storiche e contemporanee.

VENISE AU FIL DE L’EAU

Sabato 25 marzo, ore 17.00 – Tea Time Musicale
Riservato ai possessori della Membership Card di Palazzo Grassi – Punta della Dogana.
Per info e prenotazioni: membership@palazzograssi.it | +39 041 2401347 (Lun – Ven dalle 9.00 alle 15.00)

Domenica 26 marzo, ore 18.00 – Le Salon Idéal
Teatrino di Palazzo Grassi
Ingresso libero sino a esaurimento posti.

Formazione
Pierre-François Blanchard – pianoforte
Leslie Boulin Raulet – violino
Irina Gurevich de Baghy – soprano
Ismaël Margain – pianoforte e saxofono
Matteo Pastorino – clarinetto basso
Marion Rampal – cantante
Juliette Salmona – violoncello
Noëmi Waysfeld – cantante

Tutti gli appuntamenti del Teatrino sono comunicati e costantemente aggiornati sul sito di Palazzo Grassi alla voce “calendario”.

www.palazzograssi.it

Cultura a Milano – Progetto Di Casa in Casa – QUATTRO CASE MUSEO PER UNA CITTÀ

DI CASA IN CASA

QUATTRO CASE MUSEO PER UNA CITTÀ

Le quattro case museo di Milano

– Museo Bagatti Valsecchi, Casa Boschi di Stefano, Villa Necchi Campiglio e Museo Poldi Pezzoli, in partenariato con la Fondazione Adolfo Pini e il suo progetto Storie Milanesi

presentano la nuova iniziativa Di Casa in Casa, realizzata grazie al contributo di Fondazione Cariplo per il bando “Cultura e aree urbane”, in collaborazione con il Comune di Milano.

“Dopo il grande successo di Museocity che ha spalancato le porte di tante case museo, atelier d’artista e musei d’impresa, svelando a cittadini e turisti luoghi e collezioni ‘nascoste’ e ignote ai più, questo nuovo progetto ci porta alla scoperta di quattro case museo milanesi che hanno trovato modi nuovi per proporsi al pubblico, anche a quello più giovane, con un ventaglio di opportunità: dalle più tradizionali e sempre apprezzate visite guidate al digitale e interattivo chatbot game.

Una vera e propria caccia al tesoro che ci accompagna in giro per la città mostrandoci percorsi inediti e nuovi itinerari nel segno della bellezza”, dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

Il progetto Di Casa in Casa, una passeggiata tra gli affascinanti quartieri di Milano, che ci permette di conoscere la città in modo diverso, propone itinerari integrati che uniscono temi artistici e architettonici alle esigenze del nuovo turismo milanese e internazionale, promuovendo una più aggiornata diffusione delle tradizioni culturali e produttive ambrosiane.

A disposizione del pubblico vi sono diverse modalità di fruizione: consultando in autonomia il sito internet o partecipando a visite guidate organizzate o, per gli utenti più giovani, utilizzando l’avventura digitale del chatbot game.

Il visitatore, collegandosi al nuovo sito casemuseo.it – realizzato dalla web agency Beecreative, totalmente rinnovato nei contenuti e con una nuova veste grafica accattivante e ricca di immagini – e consultando la mappa geolocalizzata Di Casa in Casa, può scegliere uno dei percorsi tematici proposti, ideati da Stefano Zuffi, individuando la zona di Milano, la durata della visita e la tipologia, tra architettura, arte, artigianato, bambini, design, gusto e musei.

Le quattro istituzioni museali propongono quindi una prima selezione di eccellenze cittadine, negozi, botteghe storiche, gallerie d’arte e ristoranti...inseriti in tredici percorsi, quali ad esempio: tra Manzoni e Verdi, alla scoperta della letteratura e della musica milanese; dimore e giardini, il cuore verde di Milano; design nella Milano del Novecento; percorsi dedicati alle famiglie con bambini, come Passeggiare con i bimbi.

Si tratta di una serie di percorsi inediti, che uniscono la cultura alla tradizione, la creatività artistica a quella artigianale, la grande architettura urbana all’area verde, permettendo ai visitatori di diverse fasce di età di orientarsi con consapevolezza tra le offerte culturali della città in tema di arte e musica, ma anche in ambiti commerciali legati ad esempio al design, al cibo, all’educazione.

Inoltre, il visitatore può scegliere di essere accompagnato grazie ad un programma di visite guidate realizzato da Art in the City: con cadenza mensile, questi itinerari narrati hanno l’obiettivo di valorizzare i nessi e i rimandi che legano le quattro case museo tra di loro e alle diverse realtà storiche e di quartiere, con la possibilità di offrire i percorsi anche in lingua inglese per i turisti.

Gli itinerari alla scoperta della città di Milano si arricchiscono con i percorsi proposti da Storie milanesi, un progetto della Fondazione Adolfo Pini, complementare a Di Casa in Casa.

La piattaforma digitale storiemilanesi.org, lanciata nel 2014, è consultabile sia in italiano sia in inglese, con diverse chiavi di lettura e filtri tematici che consentono di scoprire 15 case museo, atelier d’artista, studi di architetti e designer e i loro quartieri.

I personaggi di Storie Milanesi trovano voce nei racconti scritti da Gianni Biondillo, fruibili anche attraverso l’ascolto. Numerosi gli approfondimenti storici, culturali e architettonici che accompagnano il viaggiatore in un percorso urbano inedito per guardare alla città, ai suoi quartieri, con lo sguardo di quei cittadini che hanno lasciato un patrimonio di cultura, di saperi e di bellezza.

Una grande novità del progetto Di Casa in Casa, che conferisce alla rete delle case museo un vero e proprio primato in ambito di didattica museale, è il chatbot game messo a punto da InvisibleStudio: un gioco articolato su quattro itinerari, uno per ciascuna casa museo, in cui un personaggio virtuale dialoga con i visitatori tramite l’app Facebook Messenger. Chiamati a risolvere enigmi relativi alle dimore e alla porzione di città in cui si trovano, gli utenti sono coinvolti attraverso un meccanismo serrato di domanda e risposta che li attira in un territorio di connessioni e rimandi. Il gioco è rivolto al pubblico dei più giovani, invitandolo all’osservazione attenta delle case museo e dei luoghi della città.

Il progetto è inoltre arricchito da un breve documentario, a cura di TVN Mediagroup, con la voce narrante di Lella Costa, e da un trailer che verrà diffuso nei cinema del circuito Spazio Cinema e negli spazi del Comune.

Anche la grafica del circuito case museo di Milano è stata rinnovata a cura di MStudio ed è coordinata con il sito, i materiali promozionali e il video.

Il circuito delle quattro case museo di Milano è ora anche presente sui canali social Facebook e Instagram, che vedono la collaborazione di Esterni per la promozione del progetto.

Importante: ora è possibile acquistare on line la Casa museo card al costo di 20 euro intero e di 10 euro ridotto, che consente l’ingresso nella quattro dimore, con la validità di un anno.


Fondazione Artistica Poldi Pezzoli «Onlus»

Museo: Via A. Manzoni, 12 – 20121 Milano
Centralino: 02 45473800
Fax: 02 45473811 www.museopoldipezzoli.it
P.IVA 04265690158 CF 80068270158
Orari apertura museo:
da mercoledì a lunedì ore 10.00 – 18.00 orario continuato. MARTEDI’ CHIUSO.

Seguici su
Follow us on
Facebook: Museo Poldi Pezzoli
Twitter: @PoldiPezzoli

Libri a Milano – 16 al 19 novembre 2017 si terrà BOOKCITY MILANO

Dal 16 al 19 novembre 2017 si terrà BOOKCITY MILANO, manifestazione dedicata al libro e alla lettura e dislocata in diversi spazi della città metropolitana, che fin dalla prima edizione registra una straordinaria partecipazionedi pubblico.

E’ promossa dall’Assessorato alla Cultura delComunediMilano edall’Associazione BOOKCITY MILANO, fondata da FondazioneCorrieredellaSera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, FondazioneArnoldo eAlberto Mondadori e Fondazione Umbertoe Elisabetta Mauri.

La ricchezza di BOOKCITY MILANO è la sua spontanea ed eterogenea presenza in città.

Librerie, associazioni, negozi, spazi pubblici e privati, mettono in scena la loro passione per il libro e la lettura promuovendo incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, seminari sulle nuovepratichedi lettura, a partire da libri antichi, nuovi enuovissimi, dalle raccolte e dalle biblioteche storiche pubbliche e private, non solo come evento individuale, ma anche collettivo.

BOOKCITYMILANO 2017 si articolerà dal 16 al 19 novembre 2017 in quattro giornate, di cui la prima dedicata alle scuole, e avrà un centro, che resta il Castello Sforzesco, al quale si affiancheranno alcuni Punti Cardinali.

Ciascun Punto Cardinale ospiterà in più spazi un ricco palinsesto, aggregato intorno a un nucleo tematico.

BOOKCITY MILANO, grazie a decine di soggetti,culturali ed economici, coinvolge l’intera filiera del libro: dagli edito grandi e piccoli, ai librai, bibliotecari,autori,agentiletterari,traduttori,grafici, illustratori, blogger,lettori,scuolediscrittura,associazionie gruppi di lettura, mondo delle scuolee dell’università.

Una promozione capillare della lettura e della scrittura attraverso diverse e originali modalità di avvicinamento e coinvolgimento studiate per lettori di ogni età.

L’associazioneBOOKCITY MILANO è presieduta da Piergaetano Marchetti e diretta da un Consigliodi indirizzo di cui fanno parte Carlo Feltrinelli, Luca Formenton, Piergaetano Marchetti e

Evento a Milano per nasi raffinati – Esxence The Scent of Excellence – Ingresso gratuito sabato 25 – domenica 26 marzo 2017

Ingresso GRATUITO al pubblico: sabato e domenica, previa registrazione

www.esxence.com

E’ così giunto il momento tanto atteso da tutto il panorama internazionale della Profumeria Artistica:

il Giardino dell’Eden della nona edizione di Esxence – The Scent of Excellence accoglie le 212 case madri provenienti da diversi Paesi

(192 fragrance e 20 skincare) e le migliaia di visitatori che ogni anno si danno appuntamento a Milano, nel segno della più raffinata cultura olfattiva

(più di 7.000 presenze lo scorso anno, di cui il 77% estere).

Da giovedì 23 a domenica 26 marzo, nuovi business e profumate scoperte, negli oltre 6.000 metri quadri del The Mall,

cuore del nuovo skyline milanese, attirano un numeroso pubblico di operatori e appassionati di questo magico settore

capace di affascinare, con racconti, emozioni, novità e personaggi, ma anche di rappresentare una significativa voce in termini economici.

www.esxence.com

Ingresso libero previa registrazione

Ingresso pubblico: sabato e domenica

La manifestazione inizia giovedì per gli addetti al settore.

Orari: da giovedì a sabato dalle 10.30 alle 18.30, domenica dalle 10.30 alle 16.30

The Mall, Piazza Lina Bo Bardi, Milano (vicino a Piazza Repubblica).

GRIMALDI LINES – TORNA LA NAVE CARICA DI LIBRI E CULTURA – Da Porto Torres a Barcellona

Dal 21 al 26 aprile a bordo dell’ammiraglia Cruise Barcelona

per l’ottava edizione del grande evento culturale “Una Nave di Libri” per Barcellona

Torna anche nel 2017 “Una Nave di Libri” per Barcellona, il grande evento culturale organizzato dalla testata “Leggere: tutti” a bordo della nave Cruise Barcelona, ammiraglia della flotta Grimaldi Lines, in programma dal 21 al 26 aprile prossimi.

Come ogni anno, l’iniziativa celebrerà la Giornata Mondiale del Libro e la ricorrenza di San Giorgio, festeggiata a Barcellona con una grande festa popolare e con l’allestimento di centinaia di pittoresche bancarelle dove acquistare libri e rose rosse per il tradizionale scambio di doni tra uomini e donne.

Il tempo da trascorrere a bordo, durante la navigazione tra Civitavecchia e la capitale catalana, sarà tutto un susseguirsi di reading e dibattiti, proiezioni di film e spettacoli teatrali, con la partecipazione di scrittori, giornalisti e registi di fama internazionale: tra gli altri saranno presenti le scrittrici Nadia Terranova e Catena Fiorello e gli scrittori Roberto Riccardi e Vittorio Russo.

Ospite d’eccezione di questa ottava edizione è la nostra Sardegna, una sorta di ponte tra l’Italia e la Spagna e per questo ricca di tradizioni antichissime legate alla cultura catalana. Numerosi saranno infatti gli eventi dedicati a questa regione a cura dell’Associazione Samedì.

Sarà inoltre particolarmente folta la presenza a bordo di scrittori sardi, quali Giuseppe Corongiu, Vindice Lecis, Giovanni Follesa e Livy Former, oltre alla produttrice e sceneggiatrice Laura Marcellino, al cantante e scrittore Davide Casu, al critico d’arte Giorgio Pellegrini e allo chef Giovanni Fancello.

L’arrivo a Barcellona è previsto per la sera di sabato 22 aprile.

Qui, in terra catalana, i partecipanti potranno prendere parte alla festa popolare di San Giorgio e vivere l’esperienza unica di passeggiare in una vera e propria libreria a cielo aperto ornata di fiori colorati, curiosando tra centinaia di bancarelle con le ultime novità editoriali, oppure potranno partecipare alle tante iniziative promosse dall’Istituto Italiano di Cultura, dalla Casa degli Italiani di Barcellona e dall’Associazione Samedì. Per due interi giorni Barcellona si lascerà scoprire in tutto il suo fascino, con le Ramblas, il Barrio Gotico e i capolavori di Gaudì.

Le quote partono da 475 euro a persona e comprendono: viaggio a/r da Civitavecchia o da Porto Torres a Barcellona (tasse incluse) a bordo dell’ammiraglia di Grimaldi Lines con pernottamento in cabina interna doppia, 2 prime colazioni, 2 pranzi e 2 cene presso il self-service di bordo, 3 notti in camera doppia presso hotel a Barcellona di categoria tre stelle con trattamento di pernottamento e prima colazione, programma di eventi e animazioni a bordo.

E’ possibile imbarcarsi da Porto Torres la mattina di sabato 22 aprile, con rientro sempre a Porto Torres previsto per la mattina di mercoledì 26 aprile.

Il programma dell’evento è disponibile sui siti internet www.grimaldi-lines.com e www.leggeretutti.it

Il Gruppo Grimaldi ha sede a Napoli, controlla una flotta di 120 navi e ha circa 13 mila dipendenti. Facente capo alla famiglia Grimaldi, il Gruppo è uno dei più grandi operatori di navi Ro/Ro nel mondo. Nel settore Passeggeri, oltre a Grimaldi Lines, il Gruppo controlla Finnlines, leader nel Mar Baltico, e la greca Minoan Lines, operante tra il Pireo (il porto di Atene) e l’Isola di Creta.

Arte fotografica a Torino – Brescia – Cremona – 70 anni fa nacque l’’agenzia fotografica Magnum

Foto di copertina: Thomas Dworzak Magnum Photos in mostra a Torino.

A Torino, Camera – Centro Italiano per la Fotografia, festeggia la ricorrenza con la mostra L’’Italia di Magnum:

Da Cartier-Bresson a Pellegrin (2 marzo – 21 maggio 2017)


Brescia. Dove, dal 7 marzo,  la prima edizione di “Brescia Photo Festival 2017”

Con 3 mostre.

——————

Al Museo del Violino di Cremona, “Life – Magnum. Il fotogiornalismo che ha fatto la storia” (4 Marzo – 10 Giugno 2017)

——————–

… Da quel giorno del 1947, le immagini di Magnum hanno connotato e cambiato la percezione della cronaca e della storia del mondo …

i fotografi diventavano così proprietari del loro lavoro, prendevano decisioni collettivamente,

Proprio 70 anni fa – si era nel 1947 – sulla terrazza del Museo d’Arte Moderna di New York, nacque l’’agenzia fotografia Magnum.

Si andava così concretizzando il progetto messo a punto da Robert Capa durante la guerra civile spagnola e discusso con altri fotografi come Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David Seymour e William Vandivert.

L’’esigenza era quella di salvaguardare il lavoro del fotografo, rispettandone dignità professionale, sia dal punto di vista etico che da quello economico.

Attraverso la formula della cooperativa, i fotografi diventavano così proprietari del loro lavoro, prendevano decisioni collettivamente, proponevano autonomamente alle testate i propri servizi e mantenevano i diritti sui negativi, garantendo così una corretta diffusione delle loro immagini.

Alcuni dei protagonisti individuarono specifiche aree geopolitiche e culturali di interesse: Cartier-Bresson sceglierà l’Asia (una scelta che lo porterà a compiere diversi viaggi in Cina, India, Birmania e Indonesia), Seymour si concentrerà sull’Europa, Rodger sull’Africa, mentre Capa, dall’America, sarà pronto a partire per ogni dove.

L’’impegno in prima linea ha portato alla tragica scomparsa di due dei soci fondatori, Robert Capa e David Seymour, oltre che di un altro dei soci della prima ora, lo svizzero Werner Bischof, tutti vittime dei teatri di guerra degli anni Cinquanta.

Da quel giorno del 1947, le immagini di Magnum hanno connotato e cambiato la percezione della cronaca e della storia del mondo, narrando i grandi e i piccoli eventi dell’umanità per un settantennio. E ancora oggi Magnum, con sedi a New York, Parigi, Londra e Tokyo resta, nonostante le innovazioni del mondo dell’informazione, la fonte più autorevole di immagini del mondo.

Numerose le iniziative nel mondo in occasione del settantesimo anniversario di Magnum Photos, e anche in Italia, ben tre città – Torino, Cremona e Brescia – renderanno omaggio alla più storica e autorevole agenzia fotografica internazionale.

A Torino, Camera – Centro Italiano per la Fotografia, festeggia la ricorrenza con la mostra L’’Italia di Magnum.

Da Cartier-Bresson a Pellegrin (2 marzo – 21 maggio 2017), a cura di Walter Guadagnini con la collaborazione di Arianna Visani. Venti sono gli autori (tra cui Robert Capa, David Seymour, Elliott Erwitt, Herbert List, Ferdinando Scianna, Martin Parr) chiamati a raccontare eventi grandi e piccoli, personaggi e luoghi dell’Italia dal dopoguerra a oggi, in un affascinante intreccio di fotografie iconiche e di altre meno note.

Al Museo del Violino di Cremona, a cura di Marco Minuz, i 70 anni di Magnum danno vita a “Life – Magnum. Il fotogiornalismo che ha fatto la storia” (4 Marzo – 10 Giugno 2017). In mostra fotografie di Eve Arnold, Werner Bischof, Bruno Barbey, Cornell Capa, Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Bruce Davidson, Elliott Erwitt, Ernst Haas, Philippe Halsman, Inge Morath, Dennis Stock. La mostra, per la prima volta, analizza il racconto fra celebri reportage realizzati dai membri di Magnum Photos e il settimanale illustrato americano dove essi vennero pubblicati .

Terzo appuntamento a Brescia. Dove, dal 7 marzo, prenderà vita la prima edizione di “Brescia Photo Festival 2017” dove Magnum sarà raccontata da ben tre mostre: “

Magnum First”, al Santa Giulia e sino al 3 settembre, ripropone, per la prima in Italia, le 83 stampe vintage in bianco e nero di Henri Cartier-Bresson, Marc Riboud, Inge Morath, Jean Marquis, Werner Bischof, Ernst Haas, Robert Capa e Erich Lessing.

Sempre a Santa Giulia ci sarà anche “Magnum – La première fois” con i servizi che hanno reso celebri 20 grandissimi fotografi Magnum, tramite proiezioni e stampe originali.

-Inoltre, nella sede della Camera di Commercio di Brescia, sarà possibile ammirare per la prima volte le proiezioni di Brescia Photos, tre reportage su Brescia ed il suo territorio realizzati nel 2003 da tre celeberrimi reporter Magnum: Harry Gruyaert, Alex Majoli e Chris Steele-Perkins.

Per informazioni
www.camera.to
www.bresciamusei.it
www.museodelviolino.org

Vacanze di Pasqua – A Milano campus giornalieri per i bambini da 6 a 10 anni – Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia

CAMPUS DI PASQUA
Aperte le iscrizioni ai campus giornalieri del 13, 14 e 18 aprile per i bambini dai 6 ai 10 anni.
Una giornata al Museo quando la scuola è chiusa, alla scoperta delle collezioni e della scienza nella vita di tutti i giorni.
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia
Via San Vittore 21, Milano

All’indirizzo http://www.museoscienza.org/areastampa/materiali.asp sono disponibili
alcune immagini e il comunicato stampa
Tornano anche quest’anno, durante le vacanze di Pasqua, i campus giornalieri per i bambini da 6 a 10 anni che potranno trascorre Una giornata al Museo senza i genitori, tra visite animate e attività nei laboratori interattivi. Potranno scegliere di sperimentare tutti i segreti del volo, dagli aerei ai razzi spaziali, scoprire gli antichi mestieri attraverso le collezioni del Museo, realizzare il proprio kit per un teatrino delle ombre, conoscere gli oggetti storici più significativi del Museo e molte curiosità sulle bolle di sapone.
Sono aperte le iscrizioni.

CAMPUS GIORNALIERI
Durante le vacanze di Pasqua il Museo propone campus giornalieri per i bambini da 6 a 10 anni. I piccoli partecipanti potranno trascorrere una giornata speciale tra visite animate e attività nei laboratori interattivi per scoprire quanta scienza e tecnologia si nasconde nella vita di tutti i giorni.
È possibile scegliere tra tre differenti programmi.
1. In volo al museo (novità)
Giovedì 13 aprile
Ali, eliche, aerei e razzi: visitiamo il museo senza mettere i piedi per terra e con la testa tra le nuvole. Costruiamo modellini di vecchi aerei e lanciamo il nostro razzo spaziale. Scopriamo tute, caschi e l’unico frammento lunare esistente in Italia.
3. Esplorazione al museo
Venerdì 14 aprile
Officine meccaniche, vecchie fucine, forni e trafile. Un viaggio tra le collezioni del Museo alla scoperta di antichi mestieri. In laboratorio scopriamo i segreti di luci e ombre e realizziamo il nostro personale kit per creare un teatrino delle ombre.
2. Viaggio al museo
Martedì 18 aprile
Il Museo come una macchina del tempo, alla scoperta dei mezzi di trasporto per conoscere com’è cambiato il nostro modo di viaggiare.
Con attività, giochi ed esperimenti sveliamo tutti i segreti delle bolle di sapone e realizziamo il nostro personale kit del bollologo.

Quando
Il 13, 14, 18 aprile 2017. Dalle 8.30 alle 17.30.

Quanto costa
45 € al giorno per ciascun partecipante. Ogni partecipante dovrà portare con sé due merende e il pranzo al sacco.
Come
Prenotazioni e informazioni: prenotazioni@museoscienza.it
T. 02.48.555.558 | www.museoscienza.org/attivita/giornata-al-museo

Le attività si svolgono in gruppi composti da minimo 5 e massimo 30 ragazzi.
L’effettivo svolgimento viene confermato dalla Fondazione entro i 7 giorni precedenti la data prenotata.
In caso di annullamento della giornata di attività, la Fondazione darà tempestiva comunicazione alle famiglie e restituirà le somme pagate.

Il programma dettagliato di tutte le attività del Museo (mostre temporanee, visite guidate, laboratori interattivi) è disponibile all’indirizzo http://www.museoscienza.org/attivita

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

Dove siamo: Ingresso Via San Vittore 21 – 20123 Milano

Orario Invernale: da martedì a venerdì 9.30-17 | sabato e festivi 9.30-18.30.

Biglietti d’ingresso

intero 10,00 € | ridotto 7,50 € per giovani sotto i 25 anni; adulti accompagnatori (max 2 persone) dei minori di 14 anni; persone oltre i 65 anni; gruppi di almeno 10 persone; giornalisti in visita personale dietropresentazione del tesserino dell’Ordine dei Giornalisti in corso di validità e compilando il form di accredito; docenti delle scuole statali e non statali; convenzioni |

speciale 4,50 € per gruppi di studenti accompagnati dall’insegnante previa prenotazione.

Ingresso gratuito per: visitatori disabili e accompagnatore; bambini sotto i 3 anni; giornalisti che stanno realizzando un servizio sul Museo, accreditati in precedenza.
Programma membership card: alla biglietteria sono in vendita 3 tipologie di card per l’accesso gratuito e illimitato al Museo in compagnia di una persona a scelta o della famiglia.
Biglietti online
Sul sito del Museo è possibile acquistare il biglietto d’ingresso al Museo – intero o ridotto, il biglietto per il sottomarino Enrico Toti e per il simulatore di volo in elicottero.

www.museoscienza.org | info@museoscienza.it | T 02 48 555 1