Archivi categoria: LIBRI

libri, libro, il mio libro, i libri più belli, libri di viaggio, libri di donne,

Libri che parlano di grandi donne – La donna di Einstein di Marie Benedict

Un affresco storico ed una grande storia d’ amore.

La storia del primo amore del più grande Genio del nostro tempo.

Ci sono amori
che fanno la Storia.

Il grande amore di Albert Einstein,  Mitza Maric, fu la donna che lo ispirò, lo incoraggiò e lo aiutò a concepire quella formula che avrebbe cambiato il mondo.

Mitza Maric era diversa dalle altre giovani, appassionata di numeri e di fisica all’università di Zurigo.

Quando incontrò il giovane studente Albert Einstein, la vita cambiò per entrambi.

La loro sarà un’ unione di anime e menti.

Marie Benedict firma un romanzo intenso e romantico, che parla di una donna straordinaria; un affresco storico ed una grande storia d’ amore.

La donna di Einstein , Marie Benedic, Piemme, pp. 348, 18,50 euro.

FOTO DI COPERTINA: Egitto tomba della donna faraone, Ashepsut

Un libro per le vacanze – Giallo per palati raffinati – Martin Walker

“Una celebrazione del Périgord e del Sud della Francia, della sua atmosfera luminosa, del buon cibo e del buon vino. Un piacere per francofili, enofili e per il palato.” Booklist

“Martin Walker sa raccontare intrighi, segreti e vecchie liti di paese con intelligenza ed empatia.” The Guardian

“Un giallo davvero appassionante, che piacerà ai lettori che amano le indagini a sfondo sociale e di forte charme.” The Wall Street Journal

Périgord, Sud della Francia, il villaggio di Saint-Denis è in festa; sta per cominciare il Concours d’Elégance, un raduno di auto d’epoca, ma una è speciale, prodotta solo in quattro esemplari: la Bugatti Type 57 Atlantic; la macchina più bella e costosa al mondo … Un commissario che ama il ben vivere, ma non trascura di risolvere anche i casi più  intricati che spesso hanno antiche radici …

Chi è Martin Walker ?

Martin Walker (Scozia, 1947), scrittore, storico e giornalista politico; vive tra Washington DC e il Périgord, in Francia

Ha lavorato come corrispondente estero per “The Guardian”, collaborato con “The New York Times”, “The Washington Post”, “New Yorker”, “Die Zeit” e “El Mundo”.

I suoi romanzi, solo in Germania hanno venduto oltre 1.8000.000 copie,  sono stati  tradotti in 15 lingue.

Grand prix. Delitto Doc per il commissario Courrèges, Martin Walker, Feltrinelli, 16 euro.

Altro libro delll’autore; che ha vinto un prestigiosissimo premio per l’arte culinaria francese:

http://www.foiegras-perigord.com/magazine/la-cuisine-litteraire-de-martin-walker

Babilonia – Yasmina Reza – Un libro di una donna che parla di donne

Babilonia Yasmina Reza

Alla periferia di Parigi, una donna, con una vita normalissima, per respirarfuori dalla soffocante banalità quotidiana, accetta di autare un uomo solo.

Yasmina Reza ci parla delle angosce più segrete e crudeltà che si annidano nella vita di coppia.

Come gli ebrei a Babilonia, ciascuno vive un proprio esilio: da ciò che avrebbe voluto essere e non solo.

La vicenda assume toni tra  il comico e il tragico; in un gioco di sapiente maestria della scrittrice.

Babilonia,  Yasmina Reza, Adelphi, 17 euro.

Il libro contro la morte – Elias Canetti

Elias Canetti contro la morte

Elias Canetti fu insignito del Nobel per la letteratura nel 1981

Il libro contro la morte

Elias Canetti per la sua opposizione al potere, scelse la scrittura come arma, quasi lancia di Don Chisciotte, per combattere: ingiustizie, sopraffazioni, violenze e tutti i mali e gli orrori della nostra epoca.

L’autore conosce la morte a soli sette anni, quando la mamma gli comunica la tragica morte del padre per infarto.

Ora lui, Elias, è sepolto a Zurigo accanto a Joyce.

Il libro contro la morte; un libro al quale il grande scrittore  lavorò per mezzo secolo.

Canetti non accetta la morte e i soprusi, non vuole elaborare il lutto. Canetti si ribella verso qualsiasi tipo di lutto, ma non solo.

E’ contro la morte, non solo quella delle persone care, ma la morte di chiunque e i soprusi verso chiunque; è questa scelta che lo spingerà a diventare uno scrittore; ovvero, secondo la sua definizione, Der Todfeind ( il nemico della morte ).

Il libro contro la morte, Elias Canetti, Adelphi, pp.400, euro 18.

Elias Canetti (Ruse, 25 luglio 1905 – Zurigo, 14 agosto 1994) fu: scrittore, saggista e aforista bulgaro naturalizzato britannico.

Dieta vegana – La vita è come andare in bicicletta … – Antonella Bellutti

Autobiografia alimentare di una vega – atleta

Scritta da Antonella Bellutti, due volte campionessa olimpionica: due medaglie d’oro olimpiche come ciclista e poi con il bob a due; settima nel 2002 a Salt Lake City

Nel mondo sportivo, l’alimentazione può diventare una vera ossessione

Antonella Bellutti, sin da giovanissima, forzatamente onnivora e concentrata sulle calorie, si trasforma in una matura donna vegana, rispettosa del proprio corpo e di tutte le forme di vita e ne va orgogliosa.

Si può essere vegani e in ottima forma fisica; da leggere per capire e poi … ovviamente liberi di scegliere, ma con cogniziona di causa.

Un’atleta che ha trovato il coraggio di sfidare l’ovvio, il collaudato, in un ambiente esageratamente rigido per seguire la propria inclinazioan naturale, decidendo di condividere la sua scelta  con tutti i lettori.

Antonella Bellutti, Sonda edizioni, pp.116, 14 euro.

UN LIBRO PER CAPIRE LA MALATTIA.

Un libro che tutti dovrebbero leggere.

CANCRO, INFARTO, MA ANCHE UNA SEMPLICE INFLUENZA; SONO UN MESSAGGIO DEL NOSTRO CORPO PER DIRCI CHE QUALCOSA NON VA NELLA NOSTRA VITA.

UN INSIGNE SPECIALISTA CI SPIEGA IL PERCHE’ DELLA MALATTIA; ALLA LUCE DELLE PIU’ NUOVE RICERCHE SCIENTIFICHE.

Il cervello anachico,  di Enzo Soresi.

-LEGGIAMO QUESTO LIBRO PER CAPIRE L’ORIGINE DELLE MALATTIE,  MIGLIORARE LA NOSTRA SALUTE E LA NOSTRA VITA.

“In tutti gli uomini è la mente che dirige il corpo verso la saliute o verso la malattia, come verso tutto il resto”: Antifonte.

“C’è più ragione nel tuo corpo che nella tua migliore sapienza”: Friedrich Nietzsche.

Fare a meno della psicologia, psichiatria e psicanalisi, recuperando il concetto originario di corpo, così come ce lo insegna il mondo della vita. Umberto Galimberti spiega in questo modo il libro del prof. Soresi.

— Enzo Soresi è un medico specialista in anatomia patologica, ex direttore dell’Ospedale Niguarda.

Mai un libro fu più utile a chi lo legge; capire l’origine della malattia è il primo grande passo per capire come mantenerci in salute.

Un libro che tutti, anche i medici, dovrebbero leggere; meglio studiare.

Non lasciatevi ingannare da eventuali parole scientifiche e specialistiche, il libro è scritto con un linguaggio comunque comprensibile; l’importante è comprenderne il concetto principale: come favorire la nostra salute evitando gli eccessi di stress, da qualunque parte provengano.

Ovvero: la malattia parte da uno stato di disagio, di sofferenza; di eccessivo stress.

” Gli anni del terrore ” – Un libro da leggere per capire

Wright Lawrence, non è uno scrittore qualsiasi, ha vinto il premio Pulitzer per la sua strepitosa analisi dell’11 settembre ed è giornalista del New Yorker.

Da Osama Bin Laden ai nostri giorni; una analisi accurata e completa di cosa sta succedendo nel mondo.

Per capire dove sta andando il mondo e cosa ci sta succedendo, è necessario conoscere tutte le sfaccettature della nuova violenza  del terrorismo.

Nessuno pare conosca bene i terroristi come Lawrence Wright; infatti sono poche le persone che li hanno incontrati e gli hanno parlato.

Wright ha messo insieme dieci ampi reportage che compongono questo libro.

Il libro ci parla anche di: piani a lungo termine di al- Qaeda, metodi degli agenti dell’FBI per ostacolarli, prime esecuzioni in diretta web dell’ISIS ed altro.

Una dimostrazione di come la mente di un abile reporter investigativo cerchi i sintomi di una malattia dove meno si penserebbe di trovarli e li trova.

Gli anni del terrore, Wright Lawrence, Adelphi, pp. 464, 28 euro.

Vacanze o weekend a Londra ? – Una guida speciale con Virginia Woolf

Londra, edifici in Regency Style.
Londra moderna, panorama dal ristorante della Tate Modern Gallery.

Scopriamo Londra guidati da Virginia Woolf

Lo scrittore Mario Fortunato ha  tradotto (corredato di mappe) molti testi della scrittrice sulla capitale britannica  e ne ha fatto una guida specialissima

Virginia Woolf ( Londra, 25 gennaio 1882 – Rodmell, 28 marzo 1941) ), è sicuramente una tra le grandi scrittrici a livello mondiale, ma poco conosociuta in Italia. Probabilmente per il suo stile di vita assai non proprio ortodosso; soprattutto per l’epoca in cui è vissuta.

Ecco cosa scrive la Woolf di Londra:

«Londra è un incanto. Esco e poso il piede su un magico tappeto bronzeo, e mi trovo rapita, nella bellezza, senza neppure alzare un dito».

«Gli occhi della gente, il loro andamento lento, faticoso, il chiasso e il frastuono, le carrozze, le automobili, i tram, i furgoni, gli uomini-sandwich che vanno avanti e indietro col loro passo strascicato e ondeggiante, le bande e gli organetti; il trionfo e il tripudio e il canto stranamente acuto di un aereo, ecco ciò che amava: la vita, Londra, quell’attimo di giugno».

La Woolf ha scritto molti pezzi su Londra, la maggioranza mai tradotti in italiano; questo libro è l’occasione per scoprire entrambe.

Il punto di partenza della visita  è  la casa bianca al 22 di Hyde Park Gate, a Kensington; dove la scrittrice parlò dei suoi primi ricordi:

«La casa era buia perché la strada era così stretta che si poteva vedere Mrs. Redgrave lavarsi il collo in camera sua, proprio di fronte a noi; e poi perché mia madre, allevata nella tradizione vittoriana di Little Holland House in stile Watts veneziano, aveva foderato i mobili di velluto rosso e laccato le boiserie di nero con venature dorate». 

«Undici persone fra gli otto e sessant’anni vivevano in quella casa, accudite da sette servitori, mentre vecchie e invalidi svolgevano vari lavoretti alla giornata con secchio e rastrello».

Nel 1904, Virginia si sposta  nella casa al 46 di Gordon Square, a Bloomsbury. Qui insegue la modernità anche nell’arredo:

«Avevamo decorato le pareti a tempere dai colori chiari. Eravamo pieni di idee innovative da sperimentare. Avremmo fatto a meno delle tovaglie a tavola, in favore dei sottopiatti; ci saremmo messi a dipingere, a scrivere; avremmo bevuto caffè dopo cena, invece del tè.  Tutto sarebbe stato nuovo; tutto sarebbe stato diverso. Avremmo provato ogni cosa».

Virginia Woolf partecipò attivamente alla vita di un gruppo di giovani antesignani degli hippie, con tanta irrefrenabile voglia di vivere e conoscere la vita. La rivoluzioen di questi giovani può essere definita la più importante rivoluzione del Novecento inglese, con al centro la cultura; orgogliosamente rappresentanti di uno dei punti più alti della civilizzazione europea.

Da costoro partono: il femminismo, la liberazione sessuale, i movimenti per i diritti civili e il Sessantotto. Non leggete queste righe come una posizione politica, Virginia Woolf è una grande scrittrice  e la si deve giudicare unicamente come tale.

Virginia Woolf Londra, Mario Fortunato, Bompiani, 188 pp., 12 euro.

Chi era Virginia Woolf ?

Virginia Woolf, figlia di sir Stephen, scrittore e di Mary Pattle Jackson, modella di celebri pittori.

Tra l’altro scrisse: La signora Dalloway (1925), Gita al faro (1927) e Orlando (1928).

Fu molto impegnata nella battaglia per la parità dei sessi  e  membro del famoso gruppo culturale di Bloomsbury.

Per tutta la vita fu inseguita dalle sue profonde crisi depressive. Sino a che nel marzo del 1941, riempiendosi le tasche di sassi si annegò in un fiume vicino a casa.

La vita non finisce a sessant’anni ! Casalinghe o pensionate annoiate ? Leggete il libro BRITT-MARIE E’ STATA QUI

Marie ha sessantatré anni, un marito e una vita da casalinga.

Ossessionata da ordine e pulizia.

Il marito la tradisce da molti  anni.

Va a vivere da sola, ma scopre tante paure.

Britt-Marie è in ansia per il suo futuro e si registra all’ufficio di collocamento.

Trova lavoro e, sorprendentemente, i suoi modi conquistano subito i vicini e viene nominata allenatrice della squadra di calcio, ma poi arrivano dei problemi seri e lei saprà  combattere …

 Britt-Marie è stata qui ci parla della trasformazione, di una donna e di un’intera comunità.

Il libro ci aiuta a vedere un futuro anche dopo i sessant’anni e ci insegna che anche la più burbera delle persone può farsi ricordare da una intera comunità.

Britt-Marie è stata qui, Fredrik Backman, Mondadori, € 19,00.

Libro scritto da Marinella Gagliardi Santi -Le allegre messe funebri

Se il titolo vi lascia perplessi, è perché genera una contraddizione nella vostra mente. I due concetti si scontrano, apparentemente incompatibili. Ci vuole poco, però, per trasformare la dicotomia in ossimoro.

È per capire cosa significhi che servono un bel po’ di pagine.

“Allegre messe funebri”? Possibile? Altroché se è possibile.

Ma non potete rendervene conto fino a quando non conoscerete Emanuele “Lele” Salini, un tornado di grinta, di simpatia e di vitalità imprevedibile. A cosa serve una messa funebre, se non a rivolgere un saluto? E come può essere salutato un uomo così? Con lacrime e disperazio- ne? Meglio con sorrisi e ricordi avventurosi, sono molto più adeguati. Se poi è la penna di Marinella Gagliardi Santi a raccontare quegli stravaganti episodi, allora forse si può rendere giustizia a quell’essenza vitale che palpitava forte nel cuore di Lele. Ed ecco che lo straziante addio che ci si aspetta (a volte quasi si pretende) in una circostanza come questa lascia il posto ad uno stato d’animo decisamente sorprendente nel suo essere in qualche modo sereno… perfino allegro. Ecco, ora che avete capito il titolo, potete smettere di perdere tempo, aprire il libro e iniziare il viaggio. Perché questo libro è un viaggio indimenticabile. Non si parte senza di voi.

Marinella Gagliardi Santi è al suo quarto libro: Milanese di nascita ma ligure d’adozione, dalla passione per il mare e per la navigazione è nato il suo primo libro, autobiografico, Non comprate quella barca, presentato al Salone Nautico di Genova, nonché una collaborazione con il Notiziario della Guardia Costiera tramite i racconti delle sue avventure per mare.

Laureata in lettere classiche e insegnante di liceo, dalla tesi di laurea in epigrafia greca sulla magia, ha tratto ispirazione per il romanzo Defixiones il mistero delle tavolette magiche ed Armando Curcio, ambientato nell’antica Pompei (risultato finalista al Nabokov e secondo al Concorso Priamar di Savona).

È uscito poi il seguito, Defixiones Dimenticare Pompei (ancora edito da Curcio) con i medesimi personaggi coinvolti nel suspense di continui intrighi e colpi di scena sullo sfondo di Ostia, di Roma, della regione colpita dal Vesuvio…

Il romanzo ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale Città di Recco, il secondo premio al concorso Priamar dei Lions di Savona, e il quarto (scelto tra 600 autori) con premiazione in Campidoglio da parte dell’Associazione Albero Andronico.

Il suo quarto lavoro, Le allegre messe funebri, è un’opera varia e multiforme, che si differenzia dalle precedenti: è un romanzo, una storia d’avventure e di viaggi, ma anche di momenti di vita familiare, che ha più protagonisti. Uno, in assoluto il più importante, è una personalità ricca di ingegno, forte e fuori dalle righe, presente direttamente o indirettamente per tutta l’opera, ed è l’elemento di fondo, il trait d’union di tutto il libro.

Euro 15,90

Marinella Gagliardi Santi

Le allegre messe funebri