Archivi categoria: storia dell’incisione

incisioni, stampa a mano, art prints,

Arte e tecnologia – Venaria Reale lancia un CHATBOT per Messenger di Facebook

La Venaria Reale lancia un CHATBOT per Messenger di Facebook

Da oggi gli utenti di Facebook che contattano la Reggia di Venaria su Messenger, il servizio di messaggistica istantanea del più diffuso social network del mondo, avranno modo di interagire con un ChatBot, un interlocutore automatico – ma programmato con contenuti reali e aggiornati – che risponde alle loro domande e li guida alla ricerca delle informazioni che stanno cercando.

Si tratta di un’innovazione importante per la comunicazione della Reggia, un nuovo modo di interagire con la community social che, proseguendo nel solco di aprirsi all’utilizzo delle nuove tecnologie, permette allo staff digital di far fronte all’alto numero di richieste e al pubblico di avere sempre accesso alle informazioni di maggiore interesse.

Il chatbot della Reggia di Venaria è stato realizzato da Luca Melchionna e Dimension Srl, Trento.

La tecnologia e l’esperienza di Dimension sono alla base di progetti di comunicazione svolti in questi anni per il Muse di Trento, il Mart di Rovereto e la Triennale di Milano.

“I ChatBot – secondo Luca Melchionna – aumentano in modo misurabile l’accessibilità dei contenuti di qualità, a patto però di venire programmati in modo da far sparire la tecnologia e mettere in primo piano le relazioni tra i luoghi della cultura e i suoi pubblici.”

“Per chi cura collezioni, mostre o edifici storici – spiega il fondatore di Dimension, Daniele Dalledonne – proporre contenuti via ChatBot permette di non dover chiedere ai visitatori di passare 30 minuti a scaricare e scoprire come usare una nuova app. Quel tempo serve per vivere i luoghi e il patrimonio. Il mobile è una leva straordinaria, che rispetta la centralità delle scelte istituzionali.”

Con questa proposta la Reggia di Venaria si apre alla sperimentazione, in ambito museale e culturale, di una nuova tecnologia, quella dell’intelligenza artificiale applicata alla messaggistica istantanea per mobile, che presenta interessanti margini di sviluppo.

Weekend a Milano – Liberty e Manet visite guidate

VISITE GUIDATE o no dipende da voi :

IL LIBERTY DI CORSO MAGENTA

VILLA LITTA

e

MOSTRA DI MANET A MILANO

con Milanoguida; la piattaforma digitale N°1 per le mostre e le visite guidate di Milano!

Milano, Palazzo Reale, 8 marzo – 2 luglio 2017


MOSTRA MANET MILANO ORARI:

Lunedì: 14.30–19.30

Martedì, mercoledì, venerdì e domenica: 9.30-19.30

Giovedì e sabato: 9.30-22.30

 

La mostra espone oltre cinquanta importanti capolavori provenienti dal Museé d’Orsay, già prendente a Milano nella preziosa collaborazione per la Mostra di Wildt del 2015, che illustrano il fermento creativo e culturale della Parigi di fine Ottocento, in quell’importante momento dell’arte in cui si registra il passaggio alla modernità.

 

Paladino della libertà d’espressione e autore di opere fortemente provocatorie come l’Olympia e la Colazione sull’erba, Manet fin dagli esordi realisti, dipinge spesso scene dei bistrot di Parigi, immortalando la vita quotidiana della capitale francese in uno dei suoi momenti di massimo splendore.

Donnaiolo impenitente, acuto osservatore del vero e grande rivale di Cezanne, Manet è esposto in mostra accanto ad altri capolavori di Renoir, Degas, degli Impressionisti ed altri artisti che, insieme a lui e come lui, hanno fatto un’epoca.

La mostra di Manet a Palazzo Reale è un’ottima occasione per ammirare i capolavori sagaci e provocatori del grande maestro parigino e per conoscere la vita turbolenta e l’importanza artistica di uno dei padri dell’arte moderna.

SE VOLETE UNA VISITA GUIDATA E ORGANIZZATA DA Milanoguida :

Info e prenotazioni

02 3598 1535 

Durata della visita guidata: 90 minuti circa

Ritrovo: 15 minuti prima dell’orario di visita

Dove: nel cortile interno di Palazzo Reale

 

Prezzo per visita guidata alla mostra di Manet a Milano:

Visita guidata: € 8,00, saltafila, visita alla mostra di Manet condotta da uno storico dell’arte con patentino abilitativo alla professione, sistema di microfonaggio, tessera e bollino Milanoguida che consentono l’accumulo di bonus per ottenere una visita guidata gratuita

Biglietto ridotto con diritto di prenotazione € 12,00

 Totale: € 20,00

:::::::::::::::::::::::::::::

 

VISITA GUIDATA: IL LIBERTY DI CORSO MAGENTA


 

Lo stile Liberty di Milano è noto in tutta Europa per essere una delle declinazioni più raffinate, eleganti e poliedriche dello stile floreale e se certamente sono note le architetture Liberty di Corso Venezia, non meno importanti sono le evidenze Liberty della zona di Corso Magenta.

 

L’antico sestiere di Porta Magenta ha una storia architettonica molto vivace, che si snoda dalla costruzione delle mura spagnole alla nobilitazione della zona avvenuta in periodo napoleonico con gli importanti interventi di Luigi Canonica, dalla costruzione del Carcere di San Vittore (1872-1979) alla costruzione di sfarzose dimore borghesi durante la Belle Epoque.

Partendo dal celebre Bar Magenta, uno dei più antichi della città che ancora conserva gli arredi Liberty, passeggeremo tra viali alberati e palazzi Liberty che rendono piacevole camminare per queste vie, dove si possono scorgere facciate a mosaico, decorazioni in ceramica e ferri battuti d’ogni foggia.

L’atmosfera tranquilla e poco trafficata è stata infatti scelta negli anni dalla borghesia milanese che ha  ingaggiato gli architetti più in vista del tempoper creare dimore meravigliose e confortevoli, come la splendida Casa Valli e Casa Binda, o il villino Maria Luisa completamente ricoperto da mosaico blu e oro, fino ad arrivare a case la cui decorazione è ispirata all’antico Egitto o a Torquato Tasso.

Non mancheranno palazzi neo medioevali e qualche illustre esempio di architettura dei decenni successivi, per sottolineare come, nel corso di un ventennio, il gusto architettonico si sia modificato, dando vita ad uno dei quartieri più curiosi e architettonicamente vari, tutto da scoprire… per chi ha voglia di passeggiare un po’ col naso all’insù!

Durata della visita guidata: 90 minuti circa

Ritrovo: 15 minuti prima

Dove: davanti al Bar Magenta

Il prezzo comprende:visita guidata condotta da una guida laureata in storia dell’arte con regolare patentino di abilitazione alla professione, sistema di microfonaggio per una migliore fruizione della visita, tessera e bollino Milanoguida che permettono l’accumulo di bonus per ottenere una visita guidata gratuita a scelta.

Giorni infrasettimanali: 10,00 euro

Visite serali e weekend: 12,00 euro

::::::::::::::::::::::

VISITA GUIDATA ALLA VILLA LITTA BORROMEO A LAINATE

 

La Villa Litta Borromeo a Lainate, a pochi chilometri da Milano, è sicuramente una delle più belle ville di delizie in Italia, ancora capace, a quasi cinque secoli dalla sua costruzione, di stupire ed emozionare il visitatore per lo splendore dei suoi interni e la grandiosità del suo Giardino.

 

Costruita nel 1585 per volontà del conte Pirro I Visconti Borromeo, Villa Borromeo vanta una splendida architettura e un meraviglioso giardino, in cui si trova il Palazzo Delle Acque, meglio noto come Ninfeo, dove i giochi d’acqua, tutt’oggi funzionanti, creano un effetto scenografico di estrema avanguardia e di immortale suggestione, venendo considerati uno dei più alti esempi di idraulica di questo genere in Europa.

 

La Villa Litta Borromeo di Lainate, sede nei secoli scorsi di grandi feste e ricevimenti mondani, era anche un importante luogo di incontro di artisti e intellettuali, che hanno lasciato il segno nelle decorazioni degli ambienti e del Ninfeo, dove si riconosce la mano di Martino Bassi, di Camillo Procaccini e del Morazzone.

 

Splendido infine è l’impianto del giardino, riassettato nelle forme del giardino paesaggistico all’inglese da Luigi Canonica nel XIX secolo, che presenta una varietà straordinaria di piante e alberi, fra i quali si nascondono esedre ricche di statue, fontane serre in stile Liberty.

 

La visita guidata alla Vill Litta Borromeo di Lainate ripercorrerà tutte le bellezze e le trasformazioni della Villa, che nel corso dei secoli, ha ricevuto gli elogi di importanti ospiti, da Stendhal a Carlo Porta, da Ugo Foscolo a Cesare Cantù, che ne cantano una straordinarietà che ancora oggi si coglie in ogni angolo.

 

Durata della visita guidata: 2 ore 15 minuti circa

Ritrovo: 15 minuti prima

Dove: davanti all’ingresso della Villa, Largo Vittorio Veneto, Lainate

Prezzo per visita guidata alla Villa Litta Borromeo di Lainate

Biglietto di ingresso al Ninfeo e ai Palazzi storici: 14,00 €

Visita guidata comprensiva di prenotazione, visita di 2 ore a Villa Litta condotta da uno storico dell’arte in possesso dell’abilitazione di guida turistica e da una guida interna di Villa Litta, tessera e bollino Milanoguida che consentono l’accumulo di bonus per ottenere una visita guidata gratuita: 8,00 €

 

Totale: € 22.00

Concerto a Milano – Lainate – 9 ottobre ingresso libero – Villa Litta

Villa Litta, Lainate (Mi); la più bella villa di tutta la Lombardia e non solo.
Villa Litta, Lainate (Mi); la più bella villa di tutta la Lombardia e non solo.

UNA DELLE PIU’ BELLE VILLE LOMBARDE

VILLA LITTA

APRE IL SUO MAGNIFICO GIARDINO AL PUBBLICO

Lainate (Mi), Villa Litta.
Lainate (Mi), Villa Litta.

IL CONCERTO DELLA CANTANTE FOLK AMERICANA ALLYSE CALLERY

allysen-villa-litta-ok-jpg-a4

APRE LA STRADA AL MUSEO DELLE ARTI ‘EN PLEIN AIR’

9 ottobre, ore 15.30
Concerto nel Parco di Villa Litta a Lainate (MI)
Ingresso libero

Una musica intima, sognante e rigeneratrice che intende fondersi e diffondersi nella magnifica atmosfera della nostra storica dimora e del suo antico spazio verde che la circonda.

Domenica 9 ottobre, alle 15.30, il parco di Villa Visconti Borromeo Litta a Lainate (MI) ospiterà un appuntamento unico: una delle prime tappe italiane del tour internazionale della cantautrice folk americana Allysen Callery.

Sempre alla ricerca di luoghi speciali, mai scontati e in grado di suscitare emozioni, l’artista ha scelto di esibirsi gratuitamente davanti al pubblico lainatese e non.

Allysen Callery con il suo tour ‘The Song The Songbird Sings’ incarna come pochissimi altri il miglior spirito della folk-music. Essenzialità, quotidianità, ambiente intimo e domestico sono la solida base su cui poggia il mondo della cantautrice americana che trova la propria ispirazione nel verde della natura e suono dei suoi abitanti.

In una recentissima recensione di ‘Ondarock’ Allysen Callery, è stata definita “voce tra le più peculiari e affascinanti dell’attuale panorama folk statunitense. Il calore delle piccole cose, di quei rituali che si ripetono immutabili giorno dopo giorno, quell’ambiente di intima familiarità che ha fatto la forza di tanti, più o meno grandi, della storia della canzone tradizionale, e che continua a offrire le sue malie a chi desidera trovarvi conforto e sostegno: non è necessario molto altro all’autrice del Rhode Island per delineare la sua ricca visione artistica, che alla limitatezza del comparto strumentale ribadisce nuovamente con il suo quarto album ‘The Song The Songbird Sings’ la straordinaria varietà armonica e di scrittura di cui è dotata”.

“Possiamo leggere questa proposta all’interno di un percorso alla scoperta delle varie arti che hanno caratterizzato la storia della villa e del suo parco e che vogliamo attualizzare e ripresentare in chiave moderna – commenta Paola Ferrario curatore del museo il Ninfeo promotore dell’iniziativa – Con questa sorta di ‘happening’ che ci concede cantautrice americana intendiamo aprire la strada al museo delle arti en plein air, l’arte fruibile al di fuori di luoghi canonici e prestabiliti. Un’occasione per dichiarare in modo sempre più forte che il parco che è un luogo di cultura non perché è storico, ma perché qui dentro si fa cultura”.

Info anche qui: http://allysencallerymusic.com/

www.villalittalainate.it