Archivi categoria: donne che pensano

cultura generale, riflessioni, dove va il mondo?, dove stiamo andando?, quale futuro?

Migranti o clandestini ONLUS – Paghiamo 4.5 miliardi di euro all’anno

Migranti o clandestini per loro paghiamo 4,5 miliardi di euro all’anno

4,5 miliardi di euro è la cifra che il governo ha stabilito di mettere a disposizione, nell’annuale prossimo bilancio, per far fronte all’arrivo e al mantenimento dei “ migranti “, che pretendono asilo politico; anche se per la maggioranza non ne ha diritto (come affermano Francia, Ungheria e tutte le altre nazioni d’Europa).

Ricevere una grande massa di giovani intorno ai vent’anni che arrivano in Europa con lo scopo, prevalente, di trovare una migliore sistemazione economica può essere positivo per l’Italia ?

O serve per avere garantito il pagamento delle PENSIONI D’ORO ???  Che tolgono fondi alle pensioni modestissime ?

-l’Italia paga pensioni d’ORO che nessun ex dirigente o ministro o capo di governo percepisce in Europa e questo influisce sul bilancio della spesa totale e quindi, anche se indirettamente, sui soldi a disposizioni per scuole, cure mediche, ricostruzioni per terremoti o catastrofi varie, pensioni per il resto dei cittadini ecc…

-l’Italia ha anche una popolazione di pensionati che riceve e 450 euro al mese (ai pretendenti asilo paghiamo con le nostre tasche, oltre vitto e alloggio, anche 35 euro al giorno che moltiplicati per 30 giorni superano i 1.000 euro al mese)

-l’ITALIA STA AFFRONTANDO LA PIU’ GRAVE CRISI ECONOMICA DEL DOPOGUERRA

-molti pensionati non hanno soldi per curarsi adeguatamente

-i ” migranti ” che riceviamo in Italia sono quelli a più basso livello culturale; gli altri stati europei puntano solo su MIGRANTI LAUREATI O SPECIALIZZATI 

-l’Italia non ha spazio per ricevere i MILIONI DI AFRICANI CHE STANNO PER SPOSTARSI NEI PROSSIMI ANNI SULLE NOSTRE COSTE (visto che abbiamo firmato per ricevere solo nei nostri porti le navi delle “ ONLUS ” che, per legge, non sono tenute a rendere conto pubblicamente dei loro bilanci)

l’Italia ha una superficie abitabile molto più affollata di tutto il resto d’Europa (dobbiamo togliere molti territori impervi e non abitabili tra le Alpi e gli Appennini)

-giovani ventenni nullafacenti chiedono elemosina ad ogni angolo di strada (chiedere l’elemosina agli italiani poveri è sempre stato vietato dalla legge; ora è tutto cambiato ?)

-migranti “ che passeggiano dotati di telefonini e cuffie audio ,anche molto costosi, non sono un incentivo alla fratellanza nei confronti dei cittadini più poveri

-dove i “ migranti ” non sono ammassati come animali per gli immensi guadagni di ORGANIZZAZIONI CHE RICEVONO FINANZIAMENTI PUBBLICI, donne italiane sono pagate (a parte le volontarie) per cucinare per loro, per rifare loro i letti, pulire i loro gabinetti … senza che a loro venga chiesto nessun contributo attivo; anzi viene loro riconosciuta una paga di 35 euro al giorno

-il giorno che a questa massa di giovanissimi abituati a vivere decisamente meglio di ogni ragazzo italiano di periferia, verrà comunicato che la loro richiesta d’asilo non è stata accettata cosa faranno ???

-se è vero che solo moltissimi e onesti immigrati in questo momento stanno lavorando molto duramente in tutte le attività economiche italiane più faticose, è anche vero che una parte dei nuovi arrivati non sarà disposta a cambiare vita da nullafacente con tutto a disposizione, a lavorare duramente con ritmi pesantissimi come fa la minoranza che li ha preceduti.

DI TUTTA QUESTA SITUAZIONE se ne avvantaggiano solo i datori di lavoro, perché MAGGIORE E’ IL NUMERO DEI RICHIEDENTI LAVORO, MINORE E’ IL COSTO DEL LAVORO.

QUALE FUTURO SI PREPARA PER L’ITALIA ?

Possiamo accettare il fatto che questi bravi migranti, che dichiarano di avere diritto d’asilo (e sappiano che non è vero), DOMANI SARANNO DISPOSTI A LAVORARE DURO E ONESTAMENTE PER PAGARE, soprattutto,  LE PENSIONI D’ORO DI POCHI PRIVILEGIATI ???

 

Abusi sessuali  su bambini dal 1945 sino agli anni ’90 – Coinvolto il fratello di papa Benedetto XVI : Georg Ratzinger

ABUSI SESSUALI  DAL 1945 SINO AGLI ANNI ’90 !!!

Nello scandalo è coinvoltao anche il fratello di papa Benedetto XVI, Georg Ratzinger, che fu direttore del coro dei “Passeri del Duomo”, tra il 1964 e il 1994.

Le parole di Ulrich Weber, avvocato che ha guidato l’inchiesta: «All’ex direttore del coro va rinfacciato di non aver fatto nulla nonostante sapesse»

Almeno 547 sono i bambini del coro maschile del Duomo di Ratisbona, vittime di abusi fisici e psicologici tra il 1945 e i primi anni ’90

Ma il numero effettivo delle vittime potrebbe salire fino a 700;  quarantanove sono invece gli accusati.

Le prime denunce a partire dal 2010.

“18 schiaffi i faccia di fronte a tutta la classe e poi in punizione contro il muro – ha affermato Franz Bittenbrink (una delle vittime) – Le violenze continuavano nella stanza del direttore, quando venivamo spogliati nudi e sottoposti a enormi umiliazioni”.

Ulrich Weber,  ha spiegato che le vittime subirono abusi da preti ed insegnanti della scuola definita come “una prigione, un inferno ed un campo di concentramento”.

L’avvocato precisa che le vittime, intervistate per il rapporto, descrivono gli anni trascorsi nel coro “come i peggiori della loro vita, caratterizzati da paura, violenza e mancanza di aiuto”.

Quanto sopra emerge dal rapporto finale di una inchiesta avviata nel 2015 presentato dall’avvocato Ulrich Weber.

Lo scandalo riguarda il Regensburg Domspatzen; famoso coro della cattedrale cattolica della città tedesca.

300 ex allievi  si sono fatti avanti per avere un risarcimento per le violenze subite; a loro sono riconosciuti solo 20 mila euro a testa.

La maggior parte dei casi, purtroppo,  è prescritta e I PRESUNTI AUTORI DELLE VIOLENZE IDENTIFICATI NEL RAPPORTO NON SONO PIÙ PERSEGUIBILI !!!

Ecco cosa precisa Euronews: “I principali responsabili delle violenze e degli abusi sono stati individuati nel direttore della scuola e nel suo vice, ma nel rapporto si punta il dito contro una “cultura del silenzio” che ha spinto molti della gerarchia ecclesiastica a tacere sulle aggressioni nei confronti dei minori per difendere il nome dell’istituzione.

Scienza cancelata – Si studia la ‘jihad’ – Turchia la nuova ” scuola “

Educare “generazioni che non facciano domande”

Il ministro dell’Educazione turco presenta i nuovi programmi scolastici:

cancellato il darwinismo (la scienza che spiega, anche, come l’uomo derivi dalla scimmia) e focalizzazione sul concetto di ‘jihad’.

Lo ha annunciato  il ministro dell’Educazione, Ismet Yilmaz.

La teoria dell’evoluzionismo, è definita “al di là del livello degli studenti e non direttamente rilevante“.

Ecco cosa ha detto il Ministro turco Yilmaz:

“Quello che dice il profeta (Maometto) è che quando si ritorna da una guerra, passiamo da una piccola jihad a una grande jihad. Ma cos’è questa grande jihad? È servire la società, migliorare il benessere, assicurare la pace”

Tra i compiti della scuola: “correggere le cose che sono percepite in modo sbagliato”.

COSA DICE L’OPPOSIZIONE ?

L’accusa di Mehmet Balik, leader del sindacato della scuola Egitim-Is

“Le nuove politiche che bandiscono l’insegnamento dell’evoluzionismo e impongono a tutte le scuole di avere una stanza per la preghiera distruggono i principi scientifici e di laicità dell’educazione

per educare :“generazioni che non facciano domande”.

 

” Gli anni del terrore ” – Un libro da leggere per capire

Wright Lawrence, non è uno scrittore qualsiasi, ha vinto il premio Pulitzer per la sua strepitosa analisi dell’11 settembre ed è giornalista del New Yorker.

Da Osama Bin Laden ai nostri giorni; una analisi accurata e completa di cosa sta succedendo nel mondo.

Per capire dove sta andando il mondo e cosa ci sta succedendo, è necessario conoscere tutte le sfaccettature della nuova violenza  del terrorismo.

Nessuno pare conosca bene i terroristi come Lawrence Wright; infatti sono poche le persone che li hanno incontrati e gli hanno parlato.

Wright ha messo insieme dieci ampi reportage che compongono questo libro.

Il libro ci parla anche di: piani a lungo termine di al- Qaeda, metodi degli agenti dell’FBI per ostacolarli, prime esecuzioni in diretta web dell’ISIS ed altro.

Una dimostrazione di come la mente di un abile reporter investigativo cerchi i sintomi di una malattia dove meno si penserebbe di trovarli e li trova.

Gli anni del terrore, Wright Lawrence, Adelphi, pp. 464, 28 euro.

Joseph Stiglitz premio Nobel da consigli preziosi – Ma il mondo non ascolta !

Riportiamo quanto segnalato  già all’inizio del  2014 e che ci sembra più che mai ATTUALE.

 Joseph Stiglitz è tra i creatori dell’ Economia dell’Informazione e tra gli autori del Rapporto Intergovernativo per i Cambiamenti Climatici delle Nazioni, documento che lo ha portato a guadagnarsi il premio Nobel per la pace.

Per Joseph Stiglitz, premio Nobel per l’economia nel 2001, tutta l’Europa è in recessione, Germania compresa. MA LA COSA INTERESSANTE E’ CHE LO DICEVA DUE ANNI FA !

Inoltre Stiglitz , sottolinea giustamente  il fatto che non se ne prenda atto e, ancora peggio, non si ricorra a rimedi immediatamente; senza alcuna esitazione (continuiamo a ricordare  che queste parole furono scritte due anni fa).

La Germania ha perso il treno; nel momento dei suoi successi economici non ha varato quelle misure espansionistiche e di aumento dei salari per stimolare la domanda; misure che l’attuale situazione non permette più.

Bloccando lo sviluppo delle nazioni critiche come la Grecia, la Germania ha innescato una tendenza negativa della quale ora paga le conseguenze.

Joseph Stiglitz accusa i politici di tutta Europa anche di avere messo in atto politiche sbagliate come quella dell’ austerity “a tutti i costi”.

Anche l’attuale situazione in Ucraina, con scambi di sanzioni che penalizzano le economie, non aiuta di certo.

Ovviamente i grandi capitali fuggono e puntano sulla rivalutazione del dollaro, sia perché l’economia USA sta dando segni di ripresa, sia perché il dollaro è da sempre una moneta di rifugio nelle turbolenze geo-politiche.

Per l’Europa una svalutazione può rappresentare una svolta positiva nelle esportazioni; vedremo se ne saprà approfittare al meglio.

Joseph Stiglitz sostiene che l’Europa stia rischiando una fuga di capitali di proporzioni mai viste (ma di solito queste cose avvengono negli anni nel silenzio generale e quando tutti se ne accorgono è perché un grosso guaio è già successo). 

A noi, a questo proposito, risulta che gli italiani siano i migliori acquirenti di appartamenti di lusso a Londra, nella zona di Chelsea; davanti agli arabi, ma loro i soldi li prendono dal petrolio e gli italiani da dove li hanno presi tutti quei soldi per superare gli arabi ?

Chiudiamo la parentesi casalinga e torniamo al nostro premio Nobel.

A proposito dell’Euro, Joseph Stiglitz sostiene che il suo smantellamento sarebbe tanto costoso che non dovrebbe nemmeno essere preso in considerazione.

L’Europa ha perso un decennio, ma ora rischia di perdere il prossimo quarto di secolo e di arrivare perdente, diciamo noi, agli anni critici del 2035-40, quando si prevede una punta allarmante di gravi problemi per carenze energetiche e acqua potabile, cambiamenti climatici e sovrappopolazione.

Joseph Stiglitz si domanda anche perché, con una disoccupazione ufficiale media del 12%, l’Europa non abbandoni l’ austerity e vari piani di investimenti pubblici e di sostegno ai privati.

Le prime riforme, suggerite da Joseph Stiglitz, sono la riforma fiscale europea e una tassa comune sulle rendite finanziarie.

Insomma, Stiglitz suggerisce un approccio socialdemocratico.

Abbiamo assecondato troppo la Germania e non si capisce perché NON abbiamo preso esempio dalla FED americana i cui interventi stanno dando dei risultati positivi.

Due dei suoi libri:

-L’euro. Come una moneta comune minaccia il futuro dell’Europa

-La globalizzazione e i suoi oppositori

 

Clima impazzito ed ecologia – Rimane solo il 30% delle foreste poi …

Oggi rimane solo il 30% delle foreste che un tempo ricoprivano la terra.

Secondo il rapporto del WWF  “Saving forests at risk“,

-se, entro il 2030 la deforestazione non si fermerà perderemo sino a 170 milioni di ettari di foreste,

-e ben 230 milioni entro il 2050.

LE CAUSE DELLA DEFORESTAZIONE SELVAGGIA:

-l’agricoltura, che ha sempre bisogno di più terreni

-moltissimi ettari di foresta tropicale vengono sacrificati per la coltivazione di palma da olio o della soia,

-anche l’allevamento commerciale partecipa in modo detreminante alla distruzione della foresta (per produrre gli hamburger, da decenni si sacrifica la foresta tropicale dell’Amazzonia; con il sistema degli incendi, seguiti dalla coltivazione a prato per l’allevamento); negli incendi si bracia tutto anche tutti gli animali che vivono in quel luogo !!!

-il taglio della legna pregiata; usata per parquet e mobili di lusso (palissandro, tek ecc…) distrugge le foreste vergini, ma anche le foreste del civilissimo Canada !!!

COSA PROVOCA IL TAGLIO DELLE FORESTE ?

-TOGLIE OSSIGENO,

-AUMENTA ENORMEMENTE IL QUANTITATIVO DI ANIDRIDE CARBONICA NELL’ARIA

-CAMBIA IL CLIMA .

UN ESEMPIO DI SCEMPIO …

Il Parco di Dzanga Sangha, è situato nel Bacino del Congo, qui negli ultimi anni sono in atto: deforestazione, bracconaggio e attività illegali di estrazione di materiali come il coltan.

INOLTRE IL TUTTO E’ CAUSA DI RECENTI CONFLITTI ARMATI:  causati dalle varie forze in gioco, per avere più potere nello sfruttamento delle risorse del Paese.

Questa situazione che mette a rischio l’esistenza dei 700 mila ettari di foresta.

WWF si occupa di una raccolta fondi, alla quale si può aderire dal sito http://criminidinatura.wwf.it/foreste.wwf.it/.

Un video che non potete perdere – Le Maldive non sono il paradiso che ci dicono

MALDIVE LE ISOLE PIU’ INQUINATE … ? Guardate il filmato per credere.

Le Maldive vengono vendute come il paradiso, ma la barriera corallina è morta in molti punti sino a 17 metri, e l’inquinamento ha raggiunto livelli altissimi, grazie ad un’isola, di fronte alla capitale, che è un ammasso di TV, frigoriferi, cellulari, vernici tossiche, sostanze pericolosissime … ed elettrodomestici che da più di 30 anni scaricano liquami velenosi nell’oceano … guardate per credere !!!

Film The war – Film che non esalta la violenza ma la ricerca della pace

THE WAR

Dal 14 luglio 2017

Il film, per risolvere una guerra tra scimmie e uomini, si ispira alle idee di Mandela e Gandhi; che hanno dimostrato al mondo come esistano anche soluzioni al di fuori della violenza.

Un film con una sana morale; meglio della mediocrità generale.

La trama in breve

Scontro fra scimmie e uomini.

Le scimmie hanno come  leader Cesare, Andy Serkis,  già protagonista della serie de Il Pianeta delle scimmie.

Woody Harrelson, è uno spietato colonnello senza scrupoli chesi rifiuta di cedere il pianeta ai primati.

Ma le scimmie cercano qualcuno che sarà determinanteper il futuro delle due specie e il destino di tutto il pianeta.

FUTURO…INCERTO; I ROBOT GUIDANO LE AUTO..CHI PAGA I DANNI?

Chi è il responsabile se il robot che guida l’auto uccide qualcuno?

LE LEGGI NON SONO PIU’ ALL’ALTEZZA DELLE NUOVE TECNOLOGIE CHE

AVANZANO PIU’ DI QUANTO CI RENDIAMO CONTO. 

E’ già realtà il drone che vola e filma quello che vede dall’alto.

Non è fantascienza, qualunque persona con 1.000 euro ne può acquistare uno e spedirlo nel cielo a fotografare dove parcheggia l’auto sua moglie, o cosa fa  e dice nel giardino dell’amica o nell’appartamento del 10° piano…

E se quel drone mentre vola per filmare colpisce un vetro e lo rompe, chi paga? Se cade in testa a qualcuno, chi paga?

-Chi darà la patente alle auto guidate da robot?

Auto, bus, treni, poi anche gli aerei? Già le funicolari sono guidate da robot, ma quando capita l’incidente chi risponde? Il programmatore del robot? Il proprietario? Chi lo ha costruito?

-Non sarà facile stabilire le responsabilità; eppure dovremmo averlo imparato, nulla è perfetto, non tutto è prevedibile…anche le centrali nucleari, diceva “la televisione” tanti anni fa, erano assolutamente sicure…

-Dobbiamo pretendere una legislazione che si adegui a queste nuove situazioni, ma quanto ne sanno i nostri politici di queste cose; anzi quanto se ne curano?

Per nostra fortuna, un gruppo di giuristi denominati Gikii (da Geek law), ne discutono quando si incontrano; una volta all’anno.

I Gikii hanno anche un sito (www.gikii,org)  dove, spiritosamente, toccano problemi assolutamente seri e che ci dovrebbero preoccupare.

I Gikii avevano denunciato il rischio per la privacy già prima di Facebook.

Se il robot spazzino spingerà la signora sul suo percorso e la farà cadere chi paga? Non sarà colpa della signora che si era messa sulla sua corsia di lavoro? Ma un sensore lo bloccherà, dirà qualcuno, ma quando il sensore non funziona? Sappiamo bene che tutto si può rompere!

Se il robot giardiniere del nostro vicino entrerà nel nostro giardino per errore e metterà a repentaglio la vita di nostro figlio piccolissimo, chi risponderà?

Vacanze utili e istruttive per bambini intelligenti – MUSEOESTATE 2017

DESTINAZIONE DIVERTIMENTO – MUSEOESTATE 2017

Da martedì 20 giugno a domenica 10 settembre ogni giorno attività nei laboratori interattivi, mostre temporanee e visite guidate in inglese comprese nel biglietto d’ingresso.

Arricchiscono la stagione i campus per i bambini e le Cult night

Orario Museo: da martedì a venerdì 10 – 18

sabato e festivi: 10 – 19

Lunedì 14 e martedì 15 agosto aperti 10-19

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”

Via San Vittore, 21 – Milano

Martedì 20 giugno inizia MuseoEstate, il programma estivo di attività del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia che durerà fino a domenica 10 settembre.

Novità di quest’anno, tutti i giorni alle ore 11 le visite guidate alla Galleria Leonardo in lingua inglese. Comprese nel biglietto d’ingresso, devono essere prenotate acquistando online il biglietto del Museo.

Con il biglietto d’ingresso, tutti i pomeriggi dalle 14 alle 17 si potrannosperimentare diverse attività in italiano per adulti e bambini nei laboratori interattivi. Ogni settimana sarà dedicata a un tema: Genetica, Biotecnologie, Alimentazione, Chimica, Materiali, Leonardo, Energia, per fare un viaggio dentro la scienza. Per i bambini dai 3 ai 6 anni, tante attività interattive dedicate nei laboratori bolle di sapone, ombre e luci colorate, matematica e ingranaggi che suonano.

Dall’8 al 20 agosto il Museo sarà sempre aperto e proporrà uno Speciale Ferragosto in Tinkering Zone: durante le due settimane sarà possibile partecipare alle attività Robot da disegno e Disegni di luce dove adulti e bambini, a partire da 8 anni, potranno divertirsi con una macchina fotografica per creare immagini luminose e, attraverso materiali di scarto e pennarelli, costruiranno piccole macchine in grado di muoversi e disegnare lungo il loro percorso.

Per tutta l’estate, al mattino, con il biglietto aggiuntivo si potrà visitare insieme a una guida l’interno del sottomarino Enrico Toti, per scoprire un oggetto affascinante e ricco di storia.

Resteranno sempre visitabili tutte le esposizioni del Museo, a partire dalla Galleria dedicata a Leonardo da Vinci, all’Area Spazio con il frammento di Luna, alle locomotive di altri tempi, dai grandi velieri agli aerei pionieri del volo.

Con il biglietto del Museo si potranno visitare anche le mostre temporanee.

Saranno visitabili 100 volte in Giro, l’esposizione che ripercorre la storia delle due ruote dai primi esemplari ottocenteschi fino alle moderne bici da corsa attraversando le 100 edizioni del Giro d’Italia, e Il mio Pianeta dallo spazio – Fragilità e bellezza, per vedere il nostro pianeta con gli occhi dei satelliti e capire quanto questi strumenti possono contribuire a monitorare i cambiamenti e attuare strategie per salvaguardare l’ambiente.

Esauriti i posti per i campus settimanali destinati ai bambini da 6 a 10 anni, il Museo propone da quest’anno anche durante l’estate i campus giornalieriUna giornata al Museo. In alcuni giorni della settimana fino al 7 settembre, i bambini potranno scoprire insieme agli animatori scientifici le storie nascoste tra gli oggetti storici del Museo e sperimentare nei laboratori interattivi in 5 diversi programmi a tema. Tutti i dettagli su: http://www.museoscienza.org/attivita/giornata-al-museo/

MUSEOESTATE

LABORATORI INTERATTIVI

Ogni giorno dalle ore 14 alle 17

20 – 26 GIUGNO

Microserra fai da te

Martedì-domenica, da 7 anni, i.lab Genetica

Tra materiali di recupero e terreni di laboratorio creiamo una piccola serra per sperimentare cosa può fare crescere meglio una pianta.

Un DNA alla frutta

Sabato e domenica, da 9 anni, i.lab Genetica

Usiamo limone e sapone, cilindri e provette, per estrarre il DNA dalla frutta.

27 GIUGNO – 2 LUGLIO

Occhio all’invisibile 

Martedì-domenica, da 8 anni, i.lab Biotecnologie

Coloriamo, osserviamo e confrontiamo gli organismi al microscopio per scoprire cosa li accomuna, come sono fatti e come variano le loro cellule.

Microrganismi in tavola

Sabato e domenica, da 8 anni, i.lab Biotecnologie

Scopriamo perché il pane lievita e l’aceto fermenta. Sperimentiamo come utilizzare gli organismi viventi per trasformare gli alimenti.

 

4 – 9 LUGLIO

Gelato per tutti i gusti

Martedì-domenica, da 6 anni, i.lab Alimentazione

Sperimentiamo come si prepara il gelato, cosa contiene e perché è così cremoso. Mescoliamo gli ingredienti e scopriamo a cosa servono aria e freddo nella sua preparazione.

Ingredienti sorprendenti

Sabato e domenica, da 7 anni, i.lab Alimentazione

Usando gli ingredienti della cucina molecolare creiamo cibi luminosi e plastiche da mangiare, trasformiamo l’amido e scopriamo nuove consistenze appiccicose.

 

11 – 16 LUGLIO

L’ora d’aria

Martedì-domenica, da 6 anni, i.lab Chimica

Esploriamo quanto ossigeno c’è nell’aria e quanto pesa l’anidride carbonica. Sperimentiamo come creare una birra schiumosa e come spegnere gli incendi.

RiVolta la pila!

Sabato e domenica, da 9 anni, i.lab Chimica

Scopriamo come si costruisce una pila e quali sono i suoi componenti. Ricostruiamo con gli “ingredienti” di oggi la pila che Alessandro Volta inventò oltre 200 anni fa.

 

18 – 23 LUGLIO

Tenere al caldo, tenere al freddo

Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Materiali

Guanti da sci, thermos e borse termiche: scopriamo cosa succede quando scaldiamo o raffreddiamo un materiale e osserviamolo con la termocamera. Vediamo come si comportano fili e molle realizzati con leghe a memoria di forma.

Proteggere dagli urti

Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Materiali

Gomme, schiume, membrane elastiche e materiali innovativi come il d3o: che cosa c’è nelle attrezzature sportive? Analizziamo le scarpe da trial running e i paracolpi da motociclisti, scopriamo come agiscono e di cosa sono fatti.

 

25 ­– 30 LUGLIO

Esplora e gioca: le idee di Leonardo

Martedì-domenica, da 7 anni, i.lab Leonardo

Una visita interattiva alla Galleria Leonardo per osservare i suoi modelli, sperimentare i suoi studi, disegnare dal vero, giocare con la fantasia e costruire nuove invenzioni.

Leonardo e la scrittura

Martedì-domenica, da 6 anni, i.lab Leonardo

Perché Leonardo scriveva al contrario? È stato facile leggere e interpretare i suoi appunti? Con penna d’oca e inchiostro proviamo a scrivere come cinquecento anni fa.

1-6 AGOSTO

Energia sostenibile

Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Energia&Ambiente

Esploriamo cosa si intende quando parliamo di fonti e consumi di energia. Costruiamo piccoli dispositivi per produrre energia utilizzando fonti rinnovabili. Scopriamo come trasferirla, accumularla e metterla in rete in modo efficiente.

Costruiamo un forno solare

Sabato e domenica, da 7 anni, i.lab Energia&Ambiente

Con scatole della pizza, alluminio, pellicola trasparente e colla fabbrichiamo un forno che funziona con il sole. Scopriamo quanto può scaldare e cosa può cuocere.

 

SPECIALE FERRAGOSTO

8-13 AGOSTO

Robot da disegno

Martedì-domenica, da 8 anni, Tinkering Zone

Con motorini elettrici, cavi e tanti oggetti colorati creiamo delle macchine robotiche. Usiamo queste stravaganti invenzioni per realizzare dei fantastici disegni robotici.

14-20 AGOSTO

Disegni di luce

Martedì-domenica, da 8 anni, Tinkering Zone

Vuoi fare un disegno usando al posto di matite e pastelli la luce? Bastano una macchina fotografica, una fonte di luce, un po’ di buio e di pratica.

22-27 AGOSTO

Occhio all’invisibile 

Martedì-domenica, da 8 anni, i.lab Biotecnologie

Coloriamo, osserviamo e confrontiamo gli organismi al microscopio per scoprire cosa li accomuna, come sono fatti e come variano le loro cellule.

Microrganismi in tavola

Sabato e domenica, da 8 anni, i.lab Biotecnologie

Scopriamo come utilizzare gli organismi viventi per trasformare gli alimenti, perché il pane lievita e l’aceto fermenta.

29 AGOSTO-3 SETTEMBRE

L’ora d’aria

Martedì-domenica, da 6 anni, i.lab Chimica

Esploriamo quanto ossigeno c’è nell’aria e quanto pesa l’anidride carbonica. Sperimentiamo come creare una birra schiumosa e come spegnere gli incendi.

RiVolta la pila!

Sabato e domenica, da 9 anni, i.lab Chimica

Scopriamo come si costruisce una pila e quali sono i suoi componenti. Ricostruiamo con gli “ingredienti” di oggi la pila che Alessandro Volta inventò oltre 200 anni fa.

5-10 SETTEMBRE

Tenere al caldo, tenere al freddo

Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Materiali

Guanti da sci, thermos e borse termiche: scopriamo cosa succede quando scaldiamo o raffreddiamo un materiale e osserviamolo con la termocamera. Vediamo come si comportano fili e molle realizzati con leghe a memoria di forma.

Proteggere dagli urti

Martedì-domenica, da 9 anni, i.lab Materiali

Gomme, schiume, membrane elastiche e materiali innovativi come il d3o: che cosa c’è nelle attrezzature sportive? Analizziamo le scarpe da trial running e i paracolpi da motociclisti, scopriamo come agiscono e di cosa sono fatti.

ATTIVITÀ PER I PIÙ PICCOLI (3-6 ANNI)

20 GIUGNO – 9 LUGLIO, 25-30 LUGLIO, 1-6 AGOSTO, 14-20 AGOSTO E 29 AGOSTO-3 SETTEMBRE

Matematica in equilibrio

Cubi, coni e cilindri. Giochiamo con la matematica e proviamo a riconoscere le forme per tenerle in equilibrio creando coloratissime costruzioni.

Ombre e pianeti

Viviamo insieme una fantastica avventura nello Spazio. Ascoltiamo una divertente storia spaziale e inventiamo nuovi personaggi per creare una missione verso pianeti lontani utilizzando luci e ombre.

 

11 – 23 LUGLIO, 8-13 AGOSTO, 22-27 AGOSTO E 5-10 SETTEMBRE

I segreti delle bolle di sapone

Partiamo per un viaggio alla scoperta del magico mondo delle bolle di sapone. Realizziamo bolle cubiche e di altre forme in svariati colori.

CULT NIGHT

Giovedì 22 giugno e 13 luglio ore 19-24

Ingresso da via Olona 6 – biglietto speciale a 6 euro

Due serate di apertura speciale con musica live tra i treni e le navi d’epoca, tour all’interno del sottomarino Toti, dj set e street food.

MOSTRE

100 volte in Giro

Fino al 3 settembre 2017

In esposizione alcuni esemplari storici di mezzi a due ruote tra i più importanti appartenenti alle collezioni del Museo e normalmente non visibili. Tra questi: la Draisina del 1818 e il Biciclo di Lallement del 1866 recentemente restaurati, il Biciclo da corsa Renard con la ruota anteriore di quasi 2 metri di diametro e la bicicletta Bianchi con cui Lucien Petit-Breton vinse nel 1907 la prima Milano-Sanremo. A questi si aggiungono dalle collezioni di altri musei alcune biciclette appartenute a campioni italiani che hanno segnato la storia del Giro d’Italia.

Il mio Pianeta dallo Spazio – Fragilità e Bellezza

La mostra, promossa e organizzata dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA), in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), la Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea e la Commissione Europea, è un viaggio che conduce, attraverso immagini satellitari e videoinstallazioni, nei luoghi più belli e remoti della Terra. Immagini di rara bellezza, che contrastano con la realtà, che testimoniano e invitano a riflettere sulla fragilità del nostro pianeta, minacciato dal cambiamento climatico a livello globale, e su come i satelliti possano contribuire a gestirne gli effetti.

Il programma dettagliato e aggiornato di tutte le attività del Museo (mostre temporanee, visite guidate, laboratori interattivi) è disponibile all’indirizzo: http://www.museoscienza.org/attivita

Alcune attività sono prenotabili online fino al giorno precedente, acquistando il biglietto del Museo. Le attività sono inoltre prenotabili all’ingresso il giorno stesso della visita, fino a esaurimento posti. Massimo 1 attività al giorno per persona.

Tutte le attività sono incluse nel biglietto d’ingresso salvo dove diversamente indicato.

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci
Dove siamo: Ingresso Via San Vittore 21 – 20123 Milano
Giorni di apertura: aperto da martedì a domenica. Apertura straordinaria lunedì 14 agosto
Orari: da martedì 20 giugno a domenica 10 settembre: da martedì a venerdì 10-18 | sabato e festivi 10-19. Lunedì 14 agosto ore 10-19
Biglietti d’ingresso
intero 10,00 € | ridotto 7,50 € per bambini e giovani da 3 a 26 anni; persone oltre i 65 anni; gruppi di almeno 10 persone; giornalisti in visita personale dietro presentazione del tesserino dell’Ordine dei Giornalisti in corso di validità e compilando il form di accredito; docenti delle scuole statali e non statali; convenzioni |
speciale 4,50 € per gruppi di studenti accompagnati dall’insegnante previa prenotazione.
Ingresso gratuito per: visitatori disabili e accompagnatore, bambini sotto i 3 anni; giornalisti che stanno realizzando un servizio sul Museo, accreditati in precedenza.
Programma membership card: alla biglietteria sono in vendita 3 tipologie di card per l’accesso gratuito e illimitato al Museo in compagnia di una persona a scelta o della famiglia.
Visite guidate al sottomarino Enrico Toti
Il biglietto per la visita guidata all’interno del sottomarino Enrico Toti può essere acquistato solo in aggiunta a quello del Museo.
Il costo è di 8 € + il biglietto del Museo (+2 € di prevendita). Prevendite online su www.museoscienza.org. Info e prevendite: tel.02.48555330, attivo il martedì e il venerdì dalle 13.30 alle 16.30. Info anche scrivendo a infototi@museoscienza.it
Biglietti online
Sul sito del Museo è possibile acquistare il biglietto d’ingresso al Museo – intero o ridotto, il biglietto per il sottomarino Enrico Toti. È possibile prenotare altresì alcune attività interattive e visite guidate (max. 1 attività per persona), al costo di prevendita di 1 euro.
MUST SHOP: da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 19.00; lunedì chiuso.

www.museoscienza.org | info@museoscienza.it | T 02 48 555 1