Archivi categoria: + BELLE E SANE

bellezza, preservare la bellezza, belle a ogni età, come mantenetesi belle? come mantenersi sempre giovani?

28 aprile – 1 maggio: il benessere a Tisana Lugano

BENESSERE  in tutte le sue forme

Novità della ventesima edizione di Tisana Lugano è anche il programma di attività gratuite Experience .. SPECIALE: ’Area Bimbi e  Street Food: vegetariano e vegano, crudista … 

In palio tra tutti i visitatori una bici elettrica di grande valore e contenuto tecnologico offerta da Z-Bike.ch

Disponibile per tutti, su www.tisana.com, il biglietto a metà prezzo

Dal 28 aprile al 1 maggio 2017, Tisana festeggia i 20 anni con la nuova edizione della manifestazione a Lugano.

La più importante fiera del benessere in Canton Ticino si appresta ad offrire una nuova emozionante esperienza di puro benessere.

Tisana compie il suo ventesimo compleanno con una nuova coinvolgente edizione della Fiera del benessere olistico, della medicina naturale e del vivere etico.

Lugano si trasforma nel tempio riservato a tutti coloro che cercano soluzioni per migliorare il proprio benessere e vogliono vivere un’esperienza ricchissima di stimoli.

In mostra le eccellenze del mercato in un percorso ispirato a 9 aree tematiche:

Armonia, Alimentazione sana, Bimbi sani, Casa e ambiente, Luoghi del benessere, Salute e medicina naturale, Scienze di confine, Sport in salute e Vivere Etico.

Un viaggio alla scoperta di novità e di discipline millenarie, degli ultimi ritrovati in fatto di medicina e cosmesi naturale, di prelibatezze per un’alimentazione sana.

E, ancora, filosofie alternative, tecniche e metodi per prendersi cura di corpo e spirito, destinazioni per viaggi e soggiorni pieni di benessere.

La ventesima edizione di Tisana riserva al pubblico un programma così ricco da invogliare i visitatori a trascorrere molte ore in fiera tra Conferenze, Experience, Corsi, Centro Olistico, Street Food, Cinema.

Il tradizionale palinsesto di Conferenze gratuite “Percorsi di consapevolezza”:

propone decine di approfondimenti sui più rilevanti temi attinenti il benessere psicofisico. Relatori d’eccezione, esperti professionisti, sono pronti a raccontare le loro esperienze e competenze e a rispondere alle domande del pubblico.

Tra i diversi temi affrontati, ad esempio:

-la salute della colonna vertebrale con Angelo Bigontina,

-la dieta macrobiotica con Chiara Pelossi Angelucci,

-l’agopuntura in ambito ostetrico con Milko Radicioni,

la salute e l’intestino a cura di Greta Rondini e Severino Iuliano,

-la numerologia Vedica con Antonio Pacetti,

vivere senza rabbia con Gen Kelsang Gyalchog,

-la purificazione energetica degli ambienti con Dunja La Tegola, i principi del Pranic Healing con Fabio Ciceri, Il mal di schiena con Daniele Raggi, la medicina energetica con Susanne Joy Rothmund e tantissimi altri.

Il programma completo delle Conferenze è disponibile su www.tisana.com.

Tisana Lugano offre l’emozione di provare trattamenti di benessere presso il suo Centro Olistico: un’area della manifestazione completamente dedicata alla sperimentazione delle più diverse tecniche olistiche praticate da esperti professionisti.

Una proposta che ha grande successo proprio perché è una preziosa occasione per dedicarsi una pausa estremamente benefica durante la visita della manifestazione. Tutti i trattamenti sono disponibili e prenotabili su www.tisana.com.

Grande novità della ventesima edizione di Tisana Lugano è anche il programma di attività gratuite Experience.

Durante l’arco di tutto il weekend, il visitatore di Tisana ha la possibilità di svolgere pratiche che fanno bene a corpo e spirito: yoga, campane tibetane, meditazione, om chanting, tango benessere, tecniche di respirazione, aikido x2, ipnosi regressiva.

Quindi, a Tisana, non solo teoria ma anche vera e propria pratica. Il programma completo delle Experience è disponibile su www.tisana.com.

A disposizione di appassionati e curiosi anche due Corsi per rafforzare o avviare la conoscenza di tematiche rilevanti per il nostro benessere: I primi rudimenti di Fitoterapia e Il potere delle emozioni nel linguaggio.

La prenotazione ai corsi è disponibile su www.tisana.com.

A grande richiesta torna a Tisana Lugano anche lo Street Food.

Una varietà di proposte piene di gusto per tutti gli appetiti: etnico, vegetariano e vegano, crudista accompagnati da birra artigianale e succhi di frutta. Un’area gastronomica che arricchirà ulteriormente l’esperienza del pubblico della manifestazione.

Come sempre, grande attenzione alle famiglie: a loro è dedicata l’Area Bimbi dove piccoli e grandi potranno condividere l’esperienza di giochi per sviluppare e stimolare creatività e fantasia.

Dopo il grande successo della passata edizione, anche il Cinema torna a Tisana Lugano.

Sia domenica 30 aprile sia lunedì 1 maggio, i visitatori potranno assistere alla proiezione del documentario “Alla ricerca di un senso”.

Opera di due giovani francesi che ha ricevuto numerosissimi premi internazionali e suscitato grande emozione per l’invito a riconsiderare il nostro rapporto con la natura, con la felicità e il senso della vita. È considerato da critica e pubblico “un’opera da non perdere”. Informazioni e trailer del documentario sono disponibili su www.tisana.com

Tisana compie 20 anni ma i regali sono per i nostri visitatori. Il compleanno di Tisana viene, infatti, festeggiato con un ricco Concorso a premi per il pubblico.

In palio tra tutti i visitatori una bici elettrica di grande valore e contenuto tecnologico offerta da Z-Bike.ch e un soggiorno presso LifeClass Hotels & SPA. Per partecipare al concorso non bisogna fare altro che visitare Tisana e compilare la scheda che verrà consegnata in cassa. I dettagli sui premi sono disponibili su www.tisana.com.

Tisana, da 20 anni, è il luogo dove si raccolgono energie positive che migliorano il benessere psicofisico. Il luogo dove conoscere ed acquistare, per se e i propri cari, i migliori prodotti e i servizi che fanno bene.

Tisana è una pura esperienza di benessere.

Data: dal 28 aprile al 1 maggio 2017
Dove: Centro Esposizioni di Lugano, Via Campo Marzio
Orari:
Venerdì 28 aprile 14.00 – 22.00
Sabato 29 aprile 10.30 – 22.00
Domenica 30 aprile 10.30 – 22.00
Lunedì 1 maggio 10.30 – 20.00
Biglietto: 10 CHF

Disponibile per tutti, su www.tisana.com, il biglietto a metà prezzo

Info: www.tisana.com

MANTENERSI IN FORMA CON IL TAI CHI WALKING; FACILE A OGNI ETA’. ANTISTRESS.

Tai Chi walking

Rounds_450 of_Tai_Chi

Segnaliamo questo articolo in quanto conosciamo personalmente i benefici dell’antica arte del Tai Chi e questo nuovo approccio, camminando, ci sembra adatto anche alle persone molto pigre o con diversi problemi motori; anche  per motivi di età.

-Chiunque dopo avere letto quanto segue, anche solo quanto segnalato in grassetto, può comprendere come è possibile aumentare la percezione del proprio movimento del camminare, semplicemente rallentando il movimento; meglio se in salita o terreno sconnesso; ascoltando ogni movimento al rallentatore.

-Inoltre potrete anche limitarvi a soli pochi minuti al giorno, nei giorni che vi farà più piacere. Non conta tanto il tempo, ma camminare a lungo fa sempre meglio, quanto la concentrazione sui movimenti e il contemporaneo rilassamento muscolare; pe quanto è possibile durante un movimento.

Provate e se non sarete troppo esigenti con voi scoprirete un nuovo modo di muovervi e di benessere generale.

Tai-chi1 600

tai chi 600 24form

COSA E’ IL TAI CHI WALKING.

È una nuova disciplina rilassante, caratterizzata da movimenti molto lenti che abbinano i benefici dell’antica ginnastica cinese a quelli della classica camminata.

Un sicuro effetto antistress è la caratteristica che accomuna due discipline molto diverse, prodotte da culture lontanissime l’una dal- l’altra e solo in apparenza prive di punti di contatto: il Tai Chi e il walking.

Il Tai Chi e il walking.

• La prima è un’arte antichissima di origine cinese, una forma di ginnastica dolce e fluida per il benessere del corpo e dello spirito, nata in origine con valenze marziali (vedi il box a pag. 33 “Che cosa è il Tai Chi”). La seconda è l’attività fisica più naturale e alla portata di tutti: il cammino, consigliato da medici e preparatori atletici come un vero e proprio metodo di allenamento per mantenersi tonici e in buona salute.

• Nella loro azione antistress il Tai Chi e il walking possono essere complementari e potenziare l’uno gli effetti dell’altro. Parecchie regole e principi della nobile disciplina cinese, infatti, se applicati a una semplice passeggiata in un bosco o al parco, la rendono ancora più proficua e rigenerante.

Regole pratiche
Il Tai Chi walking come attività rigenerante si può praticare a qualsiasi età e non richiede preparazione fisica particolare.

Si può camminare dovunque, in un parco cittadino o su un percorso pianeggiante o scosceso. Se si sceglie un terreno irregolare o impervio, è possibile allenare maggiormente il proprio equilibrio e affinare la proprioccettività: si impara cioè a “sentire” meglio le asperità del suolo per aumentare la stabilità.

• Durante la pratica è bene indossare abiti comodi, evitando tutto ciò che stringe: per la medicina cinese, infatti, è importante che il flusso energetico possa scorrere liberamente in ogni parte del corpo.

• Per evitare tensioni muscolari eccessive, asimmetrie e squilibri nell’assetto corporeo, è consigliabile evitare di appesantirsi con grossi zaini, ma soprattutto di sbilanciarsi con borse portate con una sola mano o su una spalla.

Passi eseguiti “al rallentatore”
La pratica del Tai Chi può essere preparatoria a una benefica camminata fitness, perchè insegna e abitua a muoversi con maggiore consapevolezza e quindi in modo più funzionale.

Quando si cammina nella vita quotidiana, per lo più a velocità sostenuta, si utilizzano in prevalenza le grandi fasce muscolari delle gambe, che danno la spinta necessaria e proiettano il corpo in avanti. La peculiarità del Tai Chi, invece, è l’estrema lentezza nell’esecuzione dei movimenti. Anche le varie tipologie di camminata previste dalle sequenze di esercizi vengono effettuate “al rallentatore”.
Avanzando molto lentamente, si mettono in gioco tutti i muscoli del corpo, anche i più piccoli, perchè in ogni singola frazione del movimento è necessario mantenere l’equilibrio e la stabilità e contrastare la forza di gravità.

In forma e felici

Camminare è già di per se un’attività perfetta per mantenersi in salute. I suoi benefici sono infatti numerosissimi.

Per aumentare la resistenza, il tono muscolare, lo smaltimento dei grassi

Dal punto di vista puramente estetico, tonifica i muscoli e aiuta a smaltire i grassi di deposito, quindi snellisce la figura.
-• Aumenta poi la resistenza del cuore e la capacità polmonare, contribuisce a mantenere la pressione del sangue entro valori normali, migliora la “pompa muscolare” nelle gambe, facilitando il ritorno venoso e contrastando l’insorgere di disturbi circolatori agli arti inferiori.
• Inoltre lubrifica le articolazioni e le conserva in efficienza più a lungo, senza traumatizzarle, e previene I’osteoporosi.

Per recuperare il sorriso.


Come tutte le attività fisiche, ha un effetto rasserenante perchè stimola la produzione di endorfine e serotonina, sostanze che migliorano l’umore e fanno sentire vitali ed euforici.

Per svuotare la mente
Oltre a tutti questi benefici, una camminata eseguita rispettando i principi del Tai Chi offre un ulteriore vantaggio: l’attenzione si concentra a tal punto sull’ascolto di se stessi e sulla corretta esecuzione dei movimenti, che ci si dimentica dei propri problemi.
Si “svuota la mente” da pensieri e preoccupazioni e si trova uno spazio di evasione per ricaricarsi.

Un esempio pratico
Per avere un’idea dei ritmi del Tai Chi, basta pensare ai gesti necessari durante l’attraversamento di un ruscello: si appoggia un piede su un ciottolo scivoloso, si cerca l’equilibrio, poi si appoggia delicatamente l’altro piede su un ciottolo vicino, se ne tasta la stabilità e, con grande lentezza, si sposta tutto il peso su questa seconda base d’appoggio. Analogamente si procede con il passo successivo.

Abituarsi a camminare (ma anche a compiere qualunque altro gesto ) “al rallentatore” è molto utile, perchè permette di prendere coscienza di come si sviluppa il movimento, di ciò che avviene in ogni sua più piccola fase e di come il fisico si attiva per portare a compimento l’azione desiderata.

Imparare a conoscersi e capire come ci si muove rende padroni del proprio movimento, consente cioè di controllarlo e di gestirlo meglio in qualsiasi situazione, anche nella vita di tutti i giorni.

Fluidità ed equilibrio
Una perfetta consapevolezza di come si cammina; acquisita grazie al Tai Chi, porta maggiore fluidità nell’azione e migliore equilibrio anche quando si passeggia all’aperto, soprattutto se il terreno è scosceso. Ad esempio in un bosco in salita, magari con il sentiero coperto di foglie bagnate, la padronanza del gesto porta a una maggiore stabilità.

Quando camminare
Non esiste una regola precisa sulla quantità di tempo da dedicare al Tai Chi walking. Lo si può praticare un’ora tutti i giorni ma anche solo due volte a settimana.

È importante ricordare che è meglio privilegiare la qualità dell’esercizio piuttosto che la sua

quantità: meglio camminare per un breve tratto applicando correttamente tutti i principi del

Tai Chi, anziché percorrere molti chilometri distrattamente.

L’antica “ginnastica di lunga vita”
Il Tai Chi nacque in Cina nel 1200. la leggenda narra che il suo ideatore, il monaco taoista Chan Sang Fen, assistendo un giorno a un combattimento fra una gazza e un serpente, notò che la sinuosità dei movimenti del rettile era proprio la “forza” che gli permetteva di difendersi attacchi diretti della gazza.

• Diede quindi vita a un’arte marziale basata non tanto sulla violenza dei colpi e sulla potenza, quanto sulla concentrazione, sull’energia interiore, sulla fluidità dei gesti e sulla capacità di intuire le mosse dell’avversario. Sotteso al Tai Chi, infatti, c’è il concetto che “la morbidezza vince la durezza”.

• Nel corso dei secoli si affermò tuttavia una seconda valenza dell’arte del Tai Chi: quella di “ginnastica di lunga vita”. Come strumento di benessere psicofisico, infatti, lo si pratica ancora oggi.

• Nel Tai Chi si eseguono sequenze di movimenti molto lenti, dette Forme, accompagnate da un’attenta respirazione diaframmatica (cioè si gonfia l’addome) e da un costante autoascolto: si percepiscono così tutti i cambiamenti che si verificano nel corpo e in questo modo si accresce la conoscenza di se stessi.

• Molti sono i benefici psicofisici derivanti dalla pratica: muscoli tonici ed elastici, grande mobilità, aumento dell’equilibrio, miglioramento della funzionalità degli organi interni, raggiungimento di uno stato di relax.

• Secondo i principi della medicina tradizionale cinese, infine, l’esecuzione delle Forme stimola i canali in cui scorre l’energia corporea (detti meridiani), riequilibrando il flusso energetico.

I principi del Tai Chi da applicare al walking
Chi si dedica con costanza al Tai Chi è senz’altro avvantaggiato anche nel compiere una normale camminata, grazie alla maggiore conoscenza di sé.
• Ci sono tuttavia alcuni semplici principi, presi a prestito dall’antica arte cinese, che chiunque può applicare alla pratica abituale del walking.

1-Corretta postura
Camminando è importante evitare qualsiasi tensione muscolare eccessiva.

• La schiena è eretta ma non forzatamente allungata, le spalle sono rilassate, le braccia oscillano avanti e indietro lungo i fianchi, il bacino accompagna i movimenti delle gambe ma non ruota eccessivamente a ogni passo che si compie.

• Anche l’equilibrio è importante: tutto deve avvenire in scioltezza, senza gesti superflui o troppo ampi, che richiederebbero un inutile dispendio di energia per ripristinare il giusto assetto corporeo.

2-Controllo costante dei movimenti
Secondo la filosofia taoista, che sta alla base del Tai Chi e che si fonda sul principio di equilibrio degli opposti, durante una camminata è necessario che spontaneità e controllo razionale siano bilanciati.

• È quindi importante la naturalezza del gesto, che non deve essere rigido e misurato come quello di un manichino o di un automa, ma nello stesso tempo l’ascolto continuo del corpo, per sentire come lavora, capire come si sposta il peso, “guidare” la camminata ed evitare inutili sforzi. A prima vista sembra complicato, ma dopo un po’ di pratica tutto diventa invece semplice e istintivo.

3-Radicamento con il terreno
Nel Tai Chi è molto importante sentirsi sempre “un tutt’uno” con il terreno su cui si cammina.

• Muoversi e camminare stando perfettamente aderenti al suolo, infatti, aumenta la stabilità e l’equilibrio e questo si rivela utilissimo se ci si trova, ad esempio, su un pendio ripido o su un sentiero in cresta a un monte, perchè non si corre il rischio di cadere o scivolare.

• Per radicarsi bene al terreno, gli insegnanti di Tai Chi insegnano a tenere il bari centro del corpo basso. Questa condizione non si raggiunge piegando le gambe e abbassando il sedere, come si potrebbe credere, ma rilassandosi il più possibile, fino a sentire il proprio corpo più pesante e quasi “incollato” al suolo.

4-Movimento dal centro
Secondo la medicina cinese il corpo ha un bari centro energetico, situato poco al di sotto dell’ombelico: si chiama Dantian ed è un “serbatoio” da cui l’energia si diffonde in tutto il corpo.

• Nel Tai Chi gli allievi imparano a eseguire tutti i movimenti facendoli partire da questo centro energetico: muovendo, infatti, nella direzione voluta il punto Dantian, prima del resto del corpo, si mantiene una postura corretta e lo sforzo si distribuisce in modo equilibrato e armonioso fra tutti i muscoli del corpo.

• In pratica, durante la camminata si deve immaginare che il punto Dantian si sposti progressivamente in avanti, come se fosse agganciato a una corda tesa che lo tira.

• Tutto il movimento diventa più armonioso e le potenzialità motorie del corpo sono sfruttate meglio. No quindi a testa e busto proiettati in avanti, ne a slanci scomposti delle gambe nella direzione di marcia.

5-Respirazione tranquilla
Come in tutta la pratica del Tai Chi, la respirazione deve, essere calma, profonda e di tipo diaframmatico: si inspira cioè abbassando al massimo ; il diaframma e gonfiando l’addome, si espira sgonfiandolo.

Questo tipo di respirazione, infatti, migliora la funzionalità polmonare nell’ossigenazione del sangue e di conseguenza nell’ossigenazione dei tessuti e degli organi con una diminuzione del senso di affaticamento.
Inoltre induce uno stato di rilassamento e di tranquillità, perchè i movimenti completi del diaframma rallentano il battito cardiaco e placano gli eventuali stati d’ansia.

Articolo pubblicato nel Dicembre 2004

Emanuela Bruno Consulenza di Francesco Curci, insegnante di Tai Chi presso l’Associazione Energia e Forma di Ternate (Varese).

Per approfondimenti: http://www.energiaeforma.it/p.php?PAG=silhouette-donna—tai-chi-walking-rassegna-stampa-associazione&pagina=321&ambito=scuola&s-argomento=83

ALLENATI AL MASSIMO PER UN FISICO DA SPIAGGIA

NIENTE DI MEGLIO PER DIMAGRIRE 

Ecco il modo migliore per bruciare calorie, senza sudare !!!

Prepararsi alle vacanze 

Il nuoto è il miglior modo per bruciare in fretta i grassi in eccesso; il nostro corpo deve mantenere una temperatura interna di 36 °, immerso nell’acqua della piscina  ( di circa 26 °) deve bruciare molte calorie non solo per nuotare, ma anche per mantenere il calore interno.

Per una remise en forme in vista delle vacanze estive, il nuoto è la disciplina ideale perché aiuta a bruciare i grassi e a rafforzare la muscolatura e l’apparato cardio-circolatorio.

L’estate si avvicina e per prepararsi alla prova costume, gli allenamenti in piscina possono fare la differenza.

Il nuoto è infatti uno sport completo e aiuta a tonificare i muscoli, migliorare la circolazione e bruciare i grassi. Per dare uno sprint in più alle sessioni in piscina, Speedo propone una linea di accessori e supporti studiati appositamente per il training.

Per potenziare gli allenamenti in piscina e migliorare così il tono muscolare, Speedo propone accessori e supporti di alta qualità che aiutano al raggiungimento dell’obiettivo: un fisico invidiabile da sfoggiare in spiaggia.

La gamma dei Fastskin training aids, realizzati da Speedo Aqualab e sviluppati in collaborazione con i migliori atleti del mondo, è costituita da supporti particolarmente innovativi pensati per le diverse esigenze dei nuotatori: ogni strumento è infatti destinato al coinvolgimento di precisi gruppi muscolari e serve per migliorare il livello di forza, resistenza e tecnica e aumentare il consumo calorico.

Gli occhialini Vue per lui e Futura Biofuse per lei sono gli alleati ideali per le sessioni di nuoto e assicurano una vestibilità ottimale, senza mai segnare il contorno occhi, per focalizzarsi solo sui propri obiettivi di training.

SUPPORTI PER IL POTENZIAMENTO DELLE GAMBE
Speedo Fastskin kickboard
La tavoletta Speedo aiuta a isolare la parte bassa del corpo per concentrarti esclusivamente sul potenziamento delle gambe ed è progettata per aiutarvi a ottenere il massimo dal vostro allenamento di nuoto. Realizzata in materiali di alta qualità grazie alla collaborazione tra Speedo Aqualab e gli atleti del Team Speedo, è disegnata appositamente per i bisogni dei nuotatori per puntare ad aumentare la forza, la resistenza o il tono muscolare.
Prezzo consigliato al pubblico: 39,90 Euro

Speedo Fastskin kick fin
Speciali pinne, dotate di particolari scanalature ai lati, per migliorare gli allenamenti in piscina e rinforzare i muscoli delle gambe. Realizzate in materiali di alta qualità da Speedo Aqualab in collaborazione con atleti del Team Speedo.
Prezzo consigliato al pubblico: 63,90 Euro

SUPPORTI PER IL POTENZIAMENTO DELLE BRACCIA E DELLA PARTE SUPERIORE DEL CORPO

Speedo Fastskin pullbuoy
Il Pullbuoy Speedo è un supporto di allenamento che aiuta a bilanciare la parte bassa del corpo, permettendoti di concentrarti sulla tecnica di bracciata. Realizzato in materiali di alta qualità da Speedo Aqualab in collaborazione con atleti del Team Speedo per le sessioni di training in piscina.
Prezzo consigliato al pubblico: 29,90 Euro

Speedo Fastskin hand paddle
Hand Paddle firmate Speedo per creare maggiore resistenza in acqua migliorando la tecnica e permettendo di allenare maggiormente i muscoli delle braccia, schiena e spalle. Realizzate in materiali di alta qualità da Speedo Aqualab in collaborazione con atleti del Team Speedo.
Prezzo consigliato al pubblico: 33,90 Euro

OCCHIALINI
Speedo Vue e Vue mirror
Occhialini progettati da Speedo per ogni sessione di allenamento in piscina. Dalla forma ergonomica e dalla vestibilità perfetta, gli occhialini Vue offrono massimo comfort e una tenuta ottimale all’acqua, senza mai segnare il contorno degli occhi. Garantiscono inoltre massima resistenza all’usura e sono dotati di lenti molto ampie, per un’ottima visione periferica, fattore che rende questo modello adatto anche al nuoto in acque libere. Le lenti sono trattate con sistema di anti-appannamento che garantisce un’eccellente trasparenza e con filtro anti UV. Inoltre, tutti i materiali usati per la produzione e l’imballo sono 100% riciclabili, 100% PVC ed eco-sostenibili. Il modello Vue è disponibile anche con lenti specchiate che permettono una visibilità perfetta contro i riflessi della luce sull’acqua.

Prezzo consigliato al pubblico: 57,00 Euro
Prezzo consigliato al pubblico – modello Mirror: 70,00 Euro
Speedo Futura biofuse 2 female
Disegnati sulla conformazione del viso femminile, i Futura Biofuse 2 Female firmati Speedo garantiscono un comfort elevato grazie all’ampia e soffice guarnizione. Adattamento perfetto e massima stabilità sul volto durante gli allenamenti in piscina.
Disponibili anche con lenti polarizzate, ideali per il nuoto outdoor o in acque libere.
Prezzo consigliato al pubblico: 23,90 Euro
Prezzo consigliato al pubblico – modello Polarised: 32,90 Euro

Informazioni: www.speedo.it

About Speedo
SPEEDO, la sua storia, la storia del costume da bagno, la storia del nuoto. Nel 1914 il giovane scozzese Alexander MacRae, emigrato in Australia nel 1910, apre una fabbrica di abbigliamento intimo dal nome Manifatture MacRae Hosiery. Ben presto l’azienda cresce anche grazie alla produzione di costumi da bagno, e il nome cambia in MacRae Knitting Mills. Negli anni 20 il mercato del costume da bagno cresce rapidamente, grazie al riconoscimento del nuoto come disciplina sportiva, ed è in questi anni che MacRae presenta il costume Racerback, che permette maggiore libertà di movimento e consente a chi lo indossa di nuotare più velocemente. Tutto ciò ispira un membro dello staff, il capitano Parsons, che conia lo slogan “Speed on in your Speedos” e nel 1928 vengono prodotti i primi costumi a marchio Speedo. Dopo la fine della Seconda Guerra mondiale si gettano le basi per l’espansione internazionale: la Speedo Knitting Mills (Holdings) Ltd nel 1951 diventa una società quotata alla borsa di Sydney. La crescita globale di Speedo continua per tutti gli anni ’60 e nel vecchio continente nasce Speedo Europe, con sede a Londra. Le Olimpiadi in Messico, nel 1968, registrano il dominio del brand: 27 delle 29 medaglie d’oro sono vinte da atleti vestiti Speedo. Negli anni 70 Speedo inizia a produrre costumi in Nylon Elastane, ancora oggi un tessuto tra i più utilizzati. Prima che il secondo millennio finisca, Speedo lancia tre tessuti innovativi: il S2000, il primo tessuto al mondo ad ottimizzare l’idrodinamicità in vasca, l’endurance, che al contrario del Nylon non si degrada a contatto con il cloro della piscina e l’Aquablade, un tessuto utilizzato per i costumi da competizione. Speedo inizia il nuovo secolo con i fuochi d’artificio, lanciando un costume rivoluzionario: il Fastskin. La caratteristica vincente del design, ispirato alla pelle dello squalo, viene accolta con entusiasmo da nuotatori come Michael Phelps che in tre edizioni dei Giochi Olimpici (Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012) conquista 22 medaglie di cui 18 d’oro. Attualmente Speedo è di proprietà di Pentland Group Plc, e opera dal quartiere generale di Nottingham, Inghilterra. Attualmente, il marchio SPEEDO® è registrato in 112 nazioni, di cui 7 distribuite da Oberalp SpA, con sede a Bolzano.

SALUTE in cucina – Eliminare gli eccessi di proteine animali – Brodo per purificarsi – disintossicarsi – migliorare lo stato di salute

Molte persone onnivore, oggi, decidono, se non di smettere, almeno di diminuire il consumo di proteine animali.

Questo brodo aiuta a purificare l’organismo dagli eccessi di pasti abbondanti e ricchi di grassi.

Abbiamo provato un brodo, dalla ricetta semplice, che cerca di riunire gli ingredienti sani della cucina giapponese.

La ricetta è facile e non ha certo la raffinatezza della cucina più ricercata, ma ci è parsa abbastanza buona e sana; da preparare senza troppe complicazioni.

Semplice e breve cura disintossicante; da copiare per tre sere la settimana; sino all’estate.

Questo brodo potrà sostituire, per almeno tre giorni, il primo piatto serale e potrà essere seguito da un secondo leggero con verdura e frutta per terminare (meglio se cotta).

Ovviamente chi mangia poco il mezzogiorno e poco a colazione non potrà rinunciare ad un secondo piatto più nutriente, almeno la sera.

INGREDIENTI PER IL BRODO

500 gr. di acqua

200 gr.  di alga Kombu (nei supermercati ben forniti)

1 cipolla tritata

1 cipollotto tritato

2 carote tritate

2 gambi di sedano tritati

se siete carnivori:

-1 osso con nervi e carne (senza grasso); oppure un pezzo di carne da bollito

se siete vegetariani o vegani:

-100/150 gr. di legumi vari ammollati la sera precedente, sia quelli di soia sia i comuni fagioli borlotti  mescolati con lenticchie  e/o ceci a piacimneto.

-un paio di chicchi di pepe

  • da aggiungere a fuoco spento: uno o due cucchiai di miso (oggi in tutti i supermercati ben forniti); secondo il votro gusto, assaggiate e decidete la quantità di sapore che preferite.

-Solo se ne sentite la mancanza aggiungete anche un poco di sale.

PREPARAZIONE

Solo il miso va aggiunto alla fine della cottura.

Cuocere tutto nell’acqua; almeno un’ ora e 1/2.

Con la pentola a pressione consigliati 60′.

Se non vi piacciono i pezzi di verdura e i fagioli interi, toglieteli con una schiumarola e frullateli con l’alga.

La carne, se c’è,  è meglio servirla a piccoli pezzi nel brodo.

Servire in una fondina; se avete molta fame aggiungete un uovo sodo, meglio se  BIO, a fette (le proteine dell’uovo e della carne vi aiuteranno a smorzare la fame).

FARE IL SAPONE COME ? – Sapone in casa il meglio per la vostra salute

La ricetta per fare in casa il sapone

Avrete così a disposizione, per almeno 2 anni, del sapone che deterge VERAMENTE e aiuta a togliere quotidianamente le cellule morte, senza spendere in scrub e altro.

Inoltre sarà occasione per graditissimi regali.

Senza dimenticare che questo sapone, usato puro sulle macchie  strofinando un poco, le toglie ZENZA DANNEGGIARE IL TESSUTO E SENZA ARRICCHIRE L’AMBIENTE E IL VOSTRO CORPO DI SOSTANZE CHIMICHE DANNOSE.

Servono:

utensili vecchi che non si riutilizzeranno per cucinare (la pentola di acciaio può essere recuperata dopo lungo lavaggio, accurato, anche con aceto)
guanti sicuri di gomma NO ai guanti in lattice; troppo sottili e non coprono gli avambracci !!!

occhialini da piscina

foulard per riparare bocca e naso

cucchiaio di legno

caraffa in pirex

pentola di acciaio

termometro da forno

plastica robusta per numerosi stampi
——–
1 kg.olio extra vergine o altro grasso

300 gr acqua distillata

128 gr di soda caustica

300 gr di infuso di fiori di lavanda o latro

10 ml di olio di lavanda o altro diluito con 1 cucchiaino di amido di riso o di mais

——-

Iniziare ben bardati con il necessario

Far sciogliere la soda nell’acqua.
La soda a contatto conl’acqua 8o qualunque liquido) provoca una reazione chimica che porta il liquido a scaldarsi molto velocemente, anche oltre 80°; sono possibili degli schizzi di acqua calda o pezzetti di soda.

E’ molto importante versare la SODA nell’ACQUA e NON VICEVERSA

In caso di contatto accidentale con la soda caustica sulla pelle mettere la parte colpita sotto abbondante acqua corrente.

Poi mettere in pentola di acciaio i grassi e la soda a 40 /50°

mescolare molto bene

quando si addensa, piano piano, si arriva allo stadio detto “nastro”.

Solo ora si possono aggiungere gli olii essenziali, i coloranti e altro, mescolare.

Versare negli stampi.

Coprire il tutto con vecchie coperte

Riposo per 4/5 settimane

8 settimane se si usa solo olio d’oliva.

In forma per l’estate – Facile e salutare mangiando bene secondo il metodo di Frank Laporte Adamski

” Per vivere più a lungo e in forma occorre avere il tubo digerente pulito “

Non è la solita dieta, ma segue i principi delle medicine tradizionali; con un’intestino in ordine anche i chili scendono e si guadagna in salute

Ridurre il gonfiore addominale, ma anche migliorare la circolazione sanguigna, contro la stanchezza e l’insonnia.

Un libro da leggere tutto d’un fiato che vi porterà dritti all’estate e ad un buono stato di salute

Per vivere più a lungo e in forma occorre avere il tubo digerente pulito” – ripete da più di trent’anni Frank Laporte –Adamski, naturopata, osteopata, Heilpraktiker, creatore di una regolazione alimentare che fa funzionare meglio l’organismo migliorando la salute e la forma fisica.

Il benessere fisico e psichico deriva da un apparato digerente pulito

Tutto ciò che mangiamo lascia dei residui nelle pareti del tubo digerente, che finisce per irritarsi o, nel peggiore dei casi, intasarsi.

Pertanto il corpo si ritrova appesantito, meno reattivo e più esposto a disturbi come mal di schiena, emicrania, insonnia e problemi circolatori.

Da oltre trent’anni il naturopata e osteopata Frank Laporte-Adamski promuove unmetodo alimentare finalizzato a trattare nel modo migliore il «secondo cervello» il nostro intestino, da cui dipendono non solo la digestione, ma anche il 70% delle funzioni del nostro sistema immunitario.

Qual è il principio alla base del Metodo Adamski?

Alimentarsi tenendo separati cibi a caduta veloce (30 minuti) e cibi a caduta lenta (4-5 ore).

L’educazione alimentare Adamski si rivela una soluzione efficace non solo nella riduzione del gonfiore addominale ma anche in dermatologia, per la circolazione sanguigna, contro la stanchezza e l’insonnia.

Il Metodo Adamski si sta diffondendo a macchia d’olio e sono già diversi i personaggi dello spettacolo, come Francesca Neri e Claudio Santamaria, che lo seguono con enormi benefici.

«C’è chi dice che per essere felici bisogna ascoltare il proprio cuore e agire di conseguenza, e probabilmente è vero. Ma fidatevi di me quando affermo che il vostro intestino ha cose altrettanto importanti da dirvi. La strada verso la felicità comincia dal luogo più familiare di tutti: il bagno di casa vostra!»
Frank Laporte-Adamski.

NUOVO LIBRO di Frank Laporte Adamski IN DISTRIBUZIONE NELLE MIGLIORI LIBRERIE ITALIANE

LA DIETA ADAMSKY

disponibile anche IN VERSIONE E-BOOK

14,90 euro

SALUTE COME ? CON CIBI ANTINFIAMMATORI

CARNE, SALSICCE, AFFETTATI IN GENERE, FORMAGGI GRASSI; sono cibi ALTAMENTE INFIAMMATORI.

Ovvero cibi che favoriscono l’infiammazione come pure :
panna, grassi saturi, e/o zucchero, contenuti in

-brioches (anche quelle integrali: di solito per superare la sensazione secchezza che è causata dall’abbondanza di crusca, l’industria aumenta di molto i grassi aggiunti… quasi sempre composti da grassi saturi; anche quando scrivono GRASSI VEGETALI !)

-dolci (anche quelli delle migliori pasticcerie, ma quelli che costano poco possono essere peggiori)

-gelati (anche quelli artigianali, che comunque contengono un quantitativo di zuccheri, come tutti gli yogurt alla frutta, che ci aiutano a superare facilmente il quantitativo di carboidrati quotidianamente necessari.

Se poi aggiungiamo pasta, pizza, pane o legumi ecc.. in eccessosiamo quasi sempre oltre il limite delle calorie necessarie; salvo  per chi faccia seriamente dell’attività fisica almeno 2 volte la settimana;

-camminare in montagna dove l’aria è pulita e fresca o  una bella e lunga nuotata ci  aiutano a bruciare molte calorie più di tanto tempo in palestra passato sudando in ambiente chiuso  (con filtri dell’aria condizionata quasi mai puliti).

-Per chi non può fare altro, anche una corsetta ( dai 5′ ai 30′ ; secondo il grado di allenamento ed età) quasi quotidiana in città; ma solo al mattino presto, quando l’aria è fresca e non ancora altamente inquinata !

TORNANDO AI CIBI CHE FAVORISCONO L’INFIAMMAZIONE:

-biscotti (anche quelli che dicono di contenere pochi grassi, se leggete le indicazioni ne contengono troppi e spesso si tratta di olio di palma, margarine, oli idrogenati, grassi vegetali senza specificare quali… tutte perfette PORCHERIE)

OGNI SORTA DI DOLCE, PANE, PASTA, PROVOCANO ALTI TASSI DI INSULINA;

-buoni solo per chi fa molto lavoro fisico e se vivete in un clima freddo, non altrettanto se la vostra vita è prevalentemente sedentaria o se le temperature solo mediamente alte (nelle nostre case e uffici anche in inverno; con il riscaldamento)

PROVOCANO INFIAMMAZIONE :

-I GRASSI TRANSGENICI (detti anche TRANS), MOLTO usati dall’industria che prepara i cibi pronti; sia salati che dolci :

-I GRASSI TRANS DANNO SAPORE E SERVONO A PROLUNGARE LA CONSERVAZIONE DLE PRODOTTO, MA FANNO MALE ALLA SALUTE.

NO ALL’ACETO : oggi non è vero aceto di vino (anche quando è scritto in etichetta) è soloACIDO ACETICO

NO AI SOTTACETI

NO AI PREPARATI PER INSALTA DI RISO E A TUTTI I CIBI PREPARATI

NO ALLO SCATOLAME IN GENERE, ma potete fare delle eccezioni, NON la regola ! (una volta al mese si può mangiare del BUON tonno; anche se il tonno sarebbe da evitare perché in via di estinzione e proveniente da allevamenti pieni di antibiotici e inquinanti !)

NO AI SUGHI PRONTI SENZA PRIMA LEGGERE BENE TUTTI GLI INGREDIENTI (attenzione la parola grassi vegetali NON deve tranquillizzarvi).

—-

NOTA SPECIALE SULLA CARNE ROSSA E I SALUMI IN GENERE:

CARNE ROSSA DANNI AL COLON ; la carne rossa e’ pericolosa? perché?
Perché la carne rossa è più pericolosa di quella bianca?
Premesso che è sempre questione di quantità e, soprattutto, di quanto cibo si ingurgita ogni giorno e di che tipo, quanto alcool si beve…; (altrimenti eschimesi e mongoli, per esempio, che sono sempre vissuti di carni rosse, sarebbero tutti stati flagellati dal cancro; cosa che nessuna ricerca scientifica moderna non è mai riuscita a dimostrare).

L’oncologa N. Ijsennagger, Università di Ultrect in Olanda, sostiene come il rosso della carne provenga dall’eme, una parte dell’emoglobina che ha il compito di trasportare ossigeno ai tessuti.

Sui topi è stato dimostrato come l’eme, mescolato ai batteri dell’intestino, produca idrogeno solforato; un gas dall’odore di uova marce.

QUESTO SOLFORATO ATTACCA E UCCUDE LE CELLULE DELLA PARETE INTESTINALE.

Gli scienziati sostengono che la numerosa e continua moltiplicazione di cellule; per riparare i danni dell’idrogeno solforato, nel tempo favorisca la nascita di tumori.

Nei topi si è provato a risolvere il problema con gli antibiotici, ma questi distruggono anche tutti i batteri intestinali importanti per la salute generale; quindi non è una buona soluzione.

Il consiglio è di non esagerare con la carne rossa, ricordando che è carne rossa anche il prosciutto e altri insaccati che contengono, da soli, grandi quantitativi di sale, ma la maggioranza anche sofiti e solfati che, nell’intestino formano le pericolose nitrosamine che favoriscono il cancro.

— Quindi carne rossa più salumi in eccesso non è un’alimentazione consigliabile per l’uomo moderno; forse anche per il suo stile di vita, per l’inquinamento cui è sottoposto e, diciamo noi, sopratutto per l’eccesso di cibo in genere (ed anche cibi pronti che contengono molti conservanti, grassi nocivi ecc..).

———————–

CONTRASTIAMO L’ INFIAMMAZIONE PER CONTRASTARE IL CANCRO, ma anche le malattie in genere..

L’ANTICA MEDICINA CINESE HA SEMPRE SOSTENUTO L’IMPORTANZA DELL’EQUILIBRIO TRA acido e basico; se prevale l’acido (l’infiammazione) abbiamo la malattia.

ANTINFIAMMATORI: OTTIME TUTTE LE SPEZIE

ALTAMENTE ANTINFIAMMATORIA E’ LA CAPSAICINA : CONTENUTA NEL PEPERONCINO.

Caffè e tè sono antiossidanti  (non solo il te verde, che è spinto dal mercato soprattutto per questioni commerciali;  contiene solo un poco più di antiossidanti del tè nero, ma il prezzo non vale le promesse della pubblicità).

BENE L’USO ABBONDANTE DI FRUTTA, OTTIMA LA MELA COTTA.

————

ESEMPI DI CIBI CONSIGLIATI NELLA LOTTA CONTRO L’INFIAMMAZIONE

Colazione

-frutta; anche a guscio (NO ai succhi pronti, contengono antiossidanti, per la conservazione, che sono altamente infiammatori !)
-cereali
-yogurt greco senza grassi o qualunque yogurt (meglio se magro: più proteine meno grassi, MA MAI ALLA FRUTTA !!! contengono antiossidanti e TANTISSIMO ZUCCHERO !!!)
-il caffè è l’ antiossidante numero uno; insieme al tè

Pranzo (solo un esempio)

-insalata con ogni tipo di verdura cotta o cruda, anche patate
-fagioli lenticchie e altri legumi; meglio ogni giorno
-NO bibite dietetiche, No a coca cola, aranciata, acqua tonica (ricchissime di zuccheri)
-le carni trattate contengono conservanti con molte sostanze che provocano infiammazione
-uova sode anche 3 volte la settimana; due se avete problemi di colesterolo
-sardine, acciughe… molto ricche di Omega 3
-frutta

Cena (un esempio)

-ECCELLENTE ogni tipo di passato di verdura, solo se PREPARATO IN CASA
-fagiolini e verdure in genere
-pesce ottimo il salmone, ma anche pesci azzurri che contengono omega 5 (ogni tanto anche sardine o acciughe in scatola)
-il formaggio greco “feta” contiene molto meno grassi dei normali formaggi; ma anche un bel pezzo di parmigiano ogni tanto non può far male.
-petto di pollo grigliato, tacchino… ma il pesce è meglio
-frutta

-evitare il mais, soprattutto se è in scatola

OGNI TANTO POTETE MAGIARE ANCHE CARNE, MA NON COSTANTEMENTE (idem per affettati, devono essere un’eccezione non la regola).

————

RICETTA DI HAMBURGHER ANTINFIAMMATORIO, POVERO DI GRASSI  (grazie alle verdure e al pane integrale; la carne bianca è comunque meno pericolosa di quella rossa):

-carne macinata di tacchino magro o pollo (sempre senza pelle); tagliatela anche con il coltello (ben affilato), formate polpette schiacciando bene la carne e cuocere alla griglia o sulla piastra (potete aggiungere erbe varie come aghi di rosmarino o salvia tritati (antinfiammatori aiutano a digerire i grassi della carne), pepe, sale.. se piace anche cipolla tritata

PREPARARE IL PANINO CON:

-maionese; solo quella con olio di oliva
-pomodoro a fette
-cavolo a fette sottili; se piace, è un potente anticancerogeno
-spinaci freschi o insalata
-pane integrale senza grassi
-SE PIACE, ANCHE qualche fettina di cipolla.

—-

Una ricetta modificata e golosa:

-anelli di cipolla impanati, cotti al forno e NON FRITTI;

-fare una pastella piuttosto consistente con acqua gasata fredda o birra, farina (meglio integrale o metà di farina  di mais, che  da più consistenza), 1 uovo; un pizzico di bicarbonato

-immergervi gli anelli di una grossa cipolla

-appoggiare su carta da forno o piastra antiaderente, oppure basta mettere poco olio sulla teglia, eventualmente un leggero giro di olio sopra; meglio se messo con l’oliera spray,

– fare dorare a 180°

SALUTE – DOVE CURARSI AL MEGLIO ? – Un motore di ricerca vi aiuta

UN MOTORE DI RICERCA PER LA SALUTE

www.doveecomemicuro.it

Questo motore di ricerca ci può aiutare a trovare dove e come curarsi.

Avrete accesso alle classifiche e le strutture sanitarie più adatte al vostro caso.

400.000 informazioni su: esami, visite, interventi, patologie, ospedali, poliambulatori …

CONFRONTA: valutazioni istituzionali e degli utenti, tempi di attesa e prezzi delle prestazioni.

Puoi FILTRARE LE SOLUZIONI A TE PIU’ ADATTE.

SALUTE e alimentazione – benessere fisico e psichico deriva da un apparato digerente pulito

Arrivare all’estate in forma perfetta …

Dall’intestino dipendono  il 70% delle funzioni del nostro sistema immunitario … quindi la nostra salute …

Un libro che spiega come mantenersi in salute, mantenendo efficiente il nostro intestino; come uan volta dobbiamo imparare a capire che la salute sta nelle cose semplici; basta conoscerle e metterle in pratica (meglio che continuare a prendere dannosi medicinali per intestini irritati e  stomaci che bruciano…).

Per vivere più a lungo e in forma occorre avere il tubo digerente pulito” – ripete da più di trent’anni Frank Laporte –Adamski, naturopata, osteopata, Heilpraktiker, creatore di una regolazione alimentare che fa funzionare meglio l’organismo migliorando la salute e la forma fisica.

Il benessere fisico e psichico deriva da un apparato digerente pulito

Tutto ciò che mangiamo lascia dei residui nelle pareti del tubo digerente, che finisce per irritarsi o, nel peggiore dei casi, intasarsi.

Pertanto il corpo si ritrova appesantito, meno reattivo e più esposto a disturbi come mal di schiena, emicrania, insonnia e problemi circolatori … bruciori di stomaco … intestino pigro … infiammazioni ….infezioni batteriche …

Da oltre trent’anni il naturopata e osteopata Frank Laporte-Adamski promuove un metodo alimentare finalizzato a trattare nel modo migliore il «secondo cervello» il nostro intestino, da cui dipendono non solo la digestione, ma anche il 70% delle funzioni del nostro sistema immunitario.

Qual è il principio alla base del Metodo Adamski? Alimentarsi tenendo separati cibi a caduta veloce (30 minuti) e cibi a caduta lenta (4-5 ore). È assolutamente da evitare l’abbinamento di alimenti lenti e veloci: se questi vengono mescolati, i tempi di digestione aumentano mostruosamente, l’apparato digerente non riesce a eliminare del tutto i residui, e le tossine in accumulo vanno a danneggiare gli altri organi.
Abbinata a manipolazioni dolci del ventre, e all’esercizio fisico che sollecita il diaframma, l’educazione alimentare Adamski si rivela una soluzione efficace non solo nella riduzione del gonfiore addominale ma anche in dermatologia, per la circolazione sanguigna, contro la stanchezza e l’insonnia

Il Metodo Adamski si sta diffondendo a macchia d’olio e sono già diversi i personaggi dello spettacolo, come Francesca Neri e Claudio Santamaria, che lo seguono con enormi benefici.

«C’è chi dice che per essere felici bisogna ascoltare il proprio cuore e agire di conseguenza, e probabilmente è vero. Ma fidatevi di me quando affermo che il vostro intestino ha cose altrettanto importanti da dirvi. La strada verso la felicità comincia dal luogo più familiare di tutti: il bagno di casa vostra!»
Frank Laporte-Adamski

NUOVO LIBRO di Frank Laporte Adamski IN DISTRIBUZIONE NELLE MIGLIORI LIBRERIE ITALIANE

disponibile anche IN VERSIONE E-BOOK

Un libro da leggere tutto d’un fiato che vi porterà dritti all’estate in forma perfetta …

Ultimo libro appena uscito: “La Dieta Adamski”, Frank Laporte-Adamski, Vallardi editore,

La rivoluzione alimentare. Metodo Adamski. La tua guida alla longevità “, Frank Laporte-Adamski,  Verdechiaro, 12 euro su internet.

COSMETICI LOW COST PER LA PRIMAVERA – SCRUB facciamoli in casa

E’ arrivata la primavera e la pelle ha bisogno di un “risveglio” dopo lo smog e le costrizioni invernali, come?

La base di una bella pelle è lo scrub; ovvero l’asportazione delle cellule morte che ingrigiscono la carnagione.

Questo vale per il viso e per il corpo.

Inoltre solo con una pelle perfettamente pulita, potremo ottenere il massimo da ogni tipo di crema.

Fare uno scrub è anche come fare un buon massaggio; un toccasana per la salute e bellezza del nostro corpo.

Se non potete rivolgervi a serissimi specialisti ed acquistare prodotti senza i famigerati parabeni e tutte le altre sostanze velenose derivate dal petrolio, usate cosmetici fatti in casa; almeno per quello che potete o scegliete marchi seri che garantiscono, leggete gli ingredienti, sostanze naturali, come Clarins e la più economica YVES ROCHER (la Francia ha una legge più seria della nostra che ha eliminato sostanze pericolose per la salute).

Paesi come la Francia hanno proibito per legge parabeni & C., ma non l’Italia … che evidentemente appoggia gli interessi che NON sono del consumatore (non è questione di essere esterofili, ma di sapere cosa fa MOLTO male alla salute).

Ecco alcune ricette facili (che potete mescolare a piacimento) per gli scrub e MASCHERE DOPO-SCRUB:

-zucchero e yogurt naturale

-argilla verde (in erboristeria e farmacia) e olio di ottima qualità

-sale fino mescolato con olio e caffè macinato

-polvere di nocciole e olio di Argan (leggere che sia PURO)

-zucchero a velo con olio di germe di grano e peperoncino

-succo di arancio o limone mescolati con argilla o puri sulla pelle imbevendovi il cotone idrofilo che andrà applicato alla pelle per 15 – 20’

-bicarbonato di sodio e olio di mandorle dolci (leggete bene l’etichetta che sia PURO)

INDISPENSABILE UN GUANTO DI CRINE O SPUGNA DI KONJAC PER MASSAGGIO FINALE

Altre maschere per distendere le rughe e ringiovanire la pelle del viso:

-albume d’uovo leggermente sbattuto e tenuto almeno 15’, tira la pelle e distende le rughe, nutre perché contiene molte proteine

-rosso d’uovo per capelli secchi; come impacco

Altre informazioni sui cosmentici sani al link http://www.donnecultura.eu/?p=19468http://www.donnecultura.eu/?p=19468

Per le sostanze pericolose per la salute, contenue in molti cosmetici vedi al link: http://www.donnecultura.eu/?p=8148http://www.donnecultura.eu/?p=8148