Archivi categoria: varie: scuole, manifestazioni…

varie d’arte scuole, manifestazioni ecc..

Musica a Lugano – ROAM FESTIVAL 25 – 31 LUGLIO Lugano

ROAM FESTIVAL

25 – 31 LUGLIO

Lugano, Parco Ciani

LONGLAKE FESTIVAL 2017

https://longlake.ch/roam/

Image

ROAM Festival è il Festival interamente dedicato al meglio della musica alternativa internazionale. Concentrato quest’anno in sette serate consecutive, porterà nella splendida cornice del Parco Ciani le principali stelle della scena electro pop, alternative e world del momento.

 

Un nome nuovo, un festival nuovo. ROAM raccoglie l’eredità di Rock’n’More, facendosi carico di presentare a LongLake un cartellone musicale che scandaglia le realtà più interessanti della scena alternativa contemporanea. Evoluzione che parte dall’acronimo di Rock’n’More, per assurgere a realtà nuova. Roam, ovvero “vagabondare”, viaggiare apparentemente senza meta ma per ritrovarsi in una realtà nuova. Un tassello supplementare del percorso iniziato la scorsa edizione, che rappresenta il naturale sviluppo di quanto da tempo viene proposto durante l’anno allo Studio Foce con la rassegna Raclette. Un vero e proprio festival ora, articolato in sette serate consecutive, 12 concerti in tutto. Ambienti profondi, grandi spazialità musicali e sonore, che trovano la loro collocazione perfetta nell’atmosfera avvolgente del Boschetto Ciani, contesto magico e intimo in cui ritrovarsi anche prima e dopo i concerti. Un “vagabondaggio“ ideale, ma con una meta e un’identità sempre più precise.

Il via alle danze lo darà l’attesa performance di Aurora (25.07). Norvegese, poco più che ventenne, si sta facendo strada nel mondo della musica a ritmo di premi internazionali e tour da tutto esaurito. La sua musica si ispira dalle atmosfere dark creando un sound interessante, fresco, a tratti misterioso e guidato dalla sua voce angelica.

 

Il giorno successivo (26.07) ROAM ospiterà i Tinariwen, il più celebre e intrigante collettivo musicale del deserto africano. La loro inimitabile musica, il Tishoumaren, è una seducente fusione di blues, rock, musica tradizionale Tuareg e sonorità provenienti dall’Africa e dall’Oriente.

Giovedì 27 luglio si alterneranno sul palco tre diverse band: si parte con i grigionesi From Kid e il loro electro-pop, seguiti da Ider, duo al femminile da Londra, per chiudere in bellezza con i Cigarettes After Sex, band texana che con il suo indie pop sognante ha conquistato il pubblico internazionale.

 

Il 28 luglio apriranno la serata i Rocky Wood, band avant-pop svizzero-americana basata a Lugano. Dopo di loro i Vök, giovane band dream pop che arriva da Reykjavík, dal sound estremamente d’atmosfera; un pop elettronico capace di improvvise e continue variazioni melodiche.

Protagonisti della serata di sabato 29 luglio i Wild Beasts, quartetto inglese considerato uno dei gruppi più interessanti dell’ultimo decennio.

 

Il 30 luglio la serata vedrà alternarsi sul palco la polistrumentista e cantautrice Laura Gibson, una delle artiste di spicco nel panorama del nuovo folk americano, seguita dai Peter Kernel & Their Wicked Orchestra, duo post-pop ticinese che sarà accompagnato sul palco da un’orchestra cameristica fuori dal comune.

 

Chiudono il Festival gli zurighesi The Legendary Lightness (31.07), una delle band indie svizzere che maggiormente è riuscita a uscire dai confini nazionali, e Warhaus, il progetto solista di Maarten Devoldere, ovvero il cantante dei Balthazar, con uno dei suoi celebri live coinvolgenti, ricchi di groove e suggestioni elettroniche.

LINEUP COMPLETA

Martedì 25 luglio

Aurora

Mercoledì 26 luglio

Tinariwen

Giovedì 27 luglio

Cigarettes After Sex

Ider
From Kid

Venerdì 28 luglio

Vök
Rocky Wood

Sabato 29 luglio

Wild Beasts

Domenica 30 luglio
Peter Kernel & Their Wicked Orchestra

Laura Gibson

Lunedì 31 luglio

Warhaus
The Legendary Lightness

Image

Image

Image

Image

Image

Image

Image

Image

SPONSOR E PARTNER

Il Festival è organizzato dalla Divisione Eventi e Congressi della Città di Lugano grazie anche al contributo di Sotell e Mojito.
Si ringraziano tutti gli sponsor che hanno sostenuto la manifestazione, in modo particolare i main sponsor Taddei SA e AIL, e lo sponsor Coca Cola. Per il Family Festival, il main sponsor Coop. Per il Buskers Festival, gli sponsor Chicco d’Oro e In Vino Sitis.

Official car provider della manifestazione è Renault – Autors SA Lugano-Bioggio.
Non ultimo, un ringraziamento va anche ai media partner RSI Radiotelevisione Svizzera e Ticinonline – 20 minuti.

Jazz a Venezia -Venezia Jazz Festival – X edizione Helga Plankensteiner REVENSCH

Sabato 22 luglio 2017, ore 20.00
Piattaforma sull’acqua di Punta della Dogana
(Lato Canale della Giudecca)  
 
Venezia Jazz Festival – X edizione
Helga Plankensteiner
REVENSCH
Formazione:
Paolo Trettel, tromba
Helga Plankensteiner, sassofono, clarinetto e voce.
Hannes Mock, trombone
Wolfi Rabensteiner, tuba  
Michael Lösch, pianoforte  
Enrico Tommasini, batteria.  
 
 
Biglietto 12 € intero, 8 € ridotto per i members di Palazzo Grassi – Punta della Dogana.
 
Prevendita sul sito: www.geticket.it
 
 
 
Palazzo Grassi – Punta della Dogana rinnova la propria collaborazione con Venezia Jazz Festival, la rassegna musicale organizzata da Veneto Jazz in collaborazione con Regione Veneto e città di Venezia, giunta quest’anno alla sua X edizione.
La manifestazione coinvolge i luoghi più affascinanti della Serenissima e del territorio circostante per tutto il mese di luglio.
Sabato 22 luglio, dalle ore 20.00, la piattaforma sull’acqua di Punta della Doganaaccoglierà Revensch, la nuova formazione con tre fiati, batteria e piano, guidata dalla sassofonista Helga Plankensteiner. Revensch comprende: Paolo Trettel (tromba), Hannes Mock (trombone), Wolfi Rabensteiner (tuba), Michael Lösch (pianoforte) e Enrico Tommasini (batteria).  
Un programma prezioso, orchestrato da artisti di livello internazionale che spazia tra dixieland, klezmer e chanson degli anni Venti e si sposa con la bellezza del paesaggio lagunare. La selezione accoglie brani come Moritat (1928) di Bertolt BrechtKurt Weill, Smile(1936) di Charlie Chaplin, opere tratte dal repertorio di Marlene Dietrich e composizioni inedite.
Come sempre, i Revensch hanno giocato e mescolato con disinvoltura i diversi generi musicali, coniugando divertimento e rigore espressivo… dietro un’apparente scherzosa leggerezza si cela una musica di grande intensità, estremamente curata nelle orchestrazioni. “ (Paolo Peviani, Allaboutjazz).
Tutti gli appuntamenti del Teatrino sono comunicati e costantemente aggiornati sul sito di Palazzo Grassi alla voce “calendario”.
 
Contatti per la stampa
 
PCM Studio via Goldoni, 38 | 20129 Milano
Paola C. Manfredi | paola.manfredi@paolamanfredi.com | M. +39 335 54 55 539
Per richieste immagini: press@paolamanfredi.com | T. +39 02 87286582
Contatti Veneto Jazz
Veneto Jazzwww.venetojazz.com
jazz@venetojazz.com | M. +39 366 2700299

Venezia Jazz Festival – X edizione

Helga Plankensteiner
REVENSCH
Formazione:
Paolo Trettel, tromba
Helga Plankensteiner, sassofono, clarinetto e voce.
Hannes Mock, trombone
Wolfi Rabensteiner, tuba  
Michael Lösch, pianoforte  
Enrico Tommasini, batteria.  
 
 
Biglietto 12 € intero, 8 € ridotto per i members di Palazzo Grassi – Punta della Dogana.
 
Prevendita sul sito: www.geticket.it
 
 
 
Palazzo Grassi – Punta della Dogana rinnova la propria collaborazione con Venezia Jazz Festival, la rassegna musicale organizzata da Veneto Jazz in collaborazione con Regione Veneto e città di Venezia, giunta quest’anno alla sua X edizione.
La manifestazione coinvolge i luoghi più affascinanti della Serenissima e del territorio circostante per tutto il mese di luglio.
Sabato 22 luglio, dalle ore 20.00, la piattaforma sull’acqua di Punta della Doganaaccoglierà Revensch, la nuova formazione con tre fiati, batteria e piano, guidata dalla sassofonista Helga Plankensteiner. Revensch comprende: Paolo Trettel (tromba), Hannes Mock (trombone), Wolfi Rabensteiner (tuba), Michael Lösch (pianoforte) e Enrico Tommasini (batteria).  
Un programma prezioso, orchestrato da artisti di livello internazionale che spazia tra dixieland, klezmer e chanson degli anni Venti e si sposa con la bellezza del paesaggio lagunare. La selezione accoglie brani come Moritat (1928) di Bertolt BrechtKurt Weill, Smile(1936) di Charlie Chaplin, opere tratte dal repertorio di Marlene Dietrich e composizioni inedite.
Come sempre, i Revensch hanno giocato e mescolato con disinvoltura i diversi generi musicali, coniugando divertimento e rigore espressivo… dietro un’apparente scherzosa leggerezza si cela una musica di grande intensità, estremamente curata nelle orchestrazioni. “ (Paolo Peviani, Allaboutjazz).
Tutti gli appuntamenti del Teatrino sono comunicati e costantemente aggiornati sul sito di Palazzo Grassi alla voce “calendario”.
Contatti Veneto Jazz
Veneto Jazzwww.venetojazz.com
jazz@venetojazz.com | M. +39 366 2700299

Evento alla Venaria – Corsa da Re – Domenica 15 ottobre 2017

Eco-corsa podistica

La Venaria Reale 2017

Una Corsa da Re VI edizione

Domenica 15 ottobre 2017 Reggia di Venaria Parco della Mandria Città di Venaria Reale

VI edizione

Domenica 15 ottobre 2017

Una Corsa da Re è ormai un appuntamento consolidato nel programma della Reggia di Venaria, così come nel calendario italiano del running, giunto quest’anno alla sua sesta edizione.

Dopo i grandi successi delle passate edizioni, oltre 7.000 partecipanti nel 2016, torna domenica 15 ottobre, a partire dalle ore 9.30 Una Corsa da Re, la manifestazione podistica di 4, 10, 21 (mezza Maratona) e 30 km nel magnifico scenario dei Giardini della Reggia di Venaria, del Parco La Mandria e della Città di Venaria Reale.

L’eco-corsa podistica dedicata a tutti gli appassionati di sport, bellezza e natura, in occasione del quinto anno di collaborazione fra il Parco La Mandria e il Consorzio La Venaria Reale, prevede per il 10° Anniversario della Reggia di Venaria, alcune novità, prima fra tutte l’introduzione di una nuova distanza: la 30 chilometri.

La manifestazione è organizzata dal Consorzio La Venaria Reale, dal Parco La Mandria, dalla Città di Venaria Reale, in collaborazione con Base Running ASD.

Sabato 14 ottobre, La Corsa del Principino apre la due giorni dedicata allo sport.

La Corsa del Principino, che ha una distanza totale di 500 metri, partirà da Piazza Vittorio Veneto a Venaria Reale e percorrendo tutta la lunghezza della via principale del borgo storico, via Andrea Mensa, vedrà l’arrivo dei piccoli corridori nella Corte d’onore della Reggia, passando dall’imponente ingresso della Torre dell’Orologio.

Domenica 15 ottobre, in occasione dell’importante compleanno della Reggia di Venaria, sarà inoltre possibile visitare le mostre Giovanni Boldini, con oltre 100 capolavori tra olii e pastelli della produzione di Boldini e di altri artisti a lui contemporanei, Peter Lindbergh.

A different vision on fashion photography, un’esposizione di 220 dei migliori scatti, dedicata ad uno dei più importanti fotografi di moda viventi e Lady Diana. Uno spirito libero, con fotografie che rendono omaggio alle diverse anime di Lady Diana, allestita in uno speciale spazio architettonico: le Sale dei Paggi.

Sarà anche possibile godere dei Giardini della Reggia con un giro in carrozza e sul trenino ed ammirare lo spettacolo del Teatro d’Acqua della Fontana del Cervo nella Corte d’onore, oltre che passeggiare nell’incontaminata natura del Parco La Mandria.

Presso il Borgo Castello del Parco La Mandria saranno visitabili gli Appartamenti Reali di Vittorio Emanuele II, 20 ambienti preservati nei loro splendidi arredi originali.

Domenica 15 ottobre – Una Corsa da Re

Una Corsa da Re prevede quest’anno, per la prima volta, quattro differenti percorsi.

• 4 km: si sviluppa interamente all’interno dei Giardini della Reggia. Una passeggiata che si snoda tra Parco basso e Parco alto, costeggiando il Canale dell’Ercole, per arrivare fino ai resti del Tempio di Diana; la partenza, alle ore 10.00 sarà dall’Allea Centrale dei Giardini, mentre l’arrivo è previsto nel Gran Parterre.

Domenica 15 ottobre – Una Corsa da Re

• 10 km: “sia competitiva che non”, con partenza dai Giardini della Reggia, per proseguire nel Parco la Mandria costeggiando il Borgo Castello, residenza settecentesca sabauda, dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, per proseguire poi nel Borgo Antico della Città di Venaria Reale ed arrivare nuovamente alla Reggia, per la prima volta, nel Gran Parterre.

Domenica 15 ottobre – Una Corsa da Re

• 21 km: la mezza Maratona per tutti i runner più allenati e pronti a percorrere gli incantevoli viali del Parco della Mandria, tra cervi ed alberi secolari, partirà dall’Allea centrale del Parco basso della Reggia di Venaria alle ore 9.30, per concludersi, dopo aver percorso le vie cittadine, nel Gran Parterre del Parco alto della Reggia. Come per le altre distanze, anche questa sarà sia “competitiva che non”.

Domenica 15 ottobre – Una Corsa da Re

La Corsa da Re quest’anno si arricchisce di una nuova competizione:

• 30 km: questa nuova distanza darà la possibilità ai partecipanti, non professionisti, di mettersi alla prova con un nuovo percorso ed è perfetta per gli atleti che stanno preparando la propria partecipazione alle maratone autunnali, tradizionalmente programmate a novembre, rappresentandone l’allenamento ideale. Anche in questo caso, la gara sarà sia “competitiva che non”.

Sabato 14 ottobre – La Corsa del Principino

La Corsa del Principino – 500 metri

Per la prima volta quest’anno La Corsa del Principino partendo dal borgo di Venaria Reale, vedrà l’arrivo sotto la Torre dell’Orologio, nella spettacolare Corte d’onore della Reggia di Venaria. I bambini potranno percorrere i 500 metri in tutta sicurezza, lungo la pedonale via Andrea Mensa.

PACCHETTI TURISTICI

In occasione della Corsa da Re 2017, sono previsti speciali pacchetti pensati appositamente per i runner.
Proposte complete di soggiorno ed iscrizione alla corsa, per vivere un weekend da top runner ed assecondare le esigenze di chi vuole unire sport e visite culturali, alla scoperta di un gioiello unico come la Reggia di Venaria, i suoi Giardini e la meraviglia della natura del Parco La Mandria.

Per maggiori informazioni: sport@torinoemotion.it

Sponsor

Un ringraziamento speciale agli sponsor dell’edizione 2017: Diadora, sponsor tecnico della manifestazione; Battaglio, importatore e distributore di frutta; Valmora, acqua minerale, per il ristoro; Named Sport, produttore di integratori per sportivi; Sport Town, palestra i cui istruttori contribuiranno al riscaldamento dei partecipanti; Eclectik per la comunicazione.

Orari e prezzi

Alla sezione competitiva, per tutte le distanze, possono partecipare tutti i tesserati FIDAL/ RUNCARD in regola con il tesseramento 2017, per la 21 e la 30 km non competitiva è necessario il certificato medico di attività agonistica per l’atletica leggera.

Orari

Sabato 14 ottobre – Race Village – piazza dell’Annunziata e Piazza Vittorio Veneto a Venaria Reale – Reggia di Venaria
Dalle ore 10.00 alle ore 19.00
consegna pettorali e pacchi gara presso il Race Village

Ore 11.00
Ritrovo per La Corsa del Principino presso il Race Village
Ore 12.00
partenza Corsa del Principino da piazza Vittorio Veneto a Venaria Reale

Domenica 15 ottobre – Reggia di Venaria – Parco La Mandria – Città di Venaria Reale

Ore 7.30
Ritrovo presso il Race Village in piazza dell’Annunziata a Venaria Reale
Ore 9.30
partenza delle corse 21 e 30 km dall’Allea Centrale dei Giardini della Reggia di Venaria Ore 10.00
partenza delle corse 4 e 10 km dall’Allea Centrale dei Giardini della Reggia di Venaria Ore 12.30
Premiazioni nel Gran Parterre dei Giardini della Reggia di Venaria

Costi di iscrizione

Corsa del Principino: 3 euro;
Corsa da Re – 4 km: euro 5 fino al 24 settembre, euro 8 dal 24 settembre al 11 ottobre, euro 10 dal 12 al 14 ottobre;
Corsa da Re – 10 km: euro 15 fino al 24 settembre, euro 20 dal 24 settembre al 11 ottobre, euro 25 dal 12 al 14 ottobre;
Corsa da Re – 21 km: euro 25 fino al 24 settembre, euro 30 dal 24 settembre al 11 ottobre, euro 35 dal 12 al 14 ottobre;
Corsa da Re – 30 km: euro 30 fino al 24 settembre, euro 35 dal 24 settembre al 11 ottobre, euro 40 dal 12 al 14 ottobre.

La quota di iscrizione comprende:

T-shirt tecnica Diadora per i primi 5.000 iscritti alle 3 distanze di 10/21/30 km complessivi; t-shirt in cotone per i primi 2.000 iscritti alla 4 km.

Modalità di iscrizione

– entro mercoledì 11 ottobre: presso la palestra Sport Town Lingotto (via Nizza 262, Torino), la biglietteria della Reggia di Venaria (piazza della Repubblica 4, Venaria Reale), Base Running (corso Cairoli 28/C, Torino), Base Running (Corso Trapani 233, Torino) e online sul sito web www.baserunningteam.it/unacorsadare;

– giovedì 12 e venerdì 13 ottobre: solo presso Base Running (corso Cairoli 28/C, Torino);
– sabato 14 e domenica 15 ottobre (solo per la 4 km): solo presso il Race Village (piazza dell’Annunziata a Venaria Reale).

Musica a Firenze 3 agosto 2017 – ANDREA BOCELLI TORNA AL TEATRO DEL SILENZIO

ANDREA BOCELLI TORNA AL TEATRO DEL SILENZIO
Il tre agosto si terrà l’atteso concerto di Andrea Bocelli a Lajatico, sua terra d’origine.
L’Hotel Brunelleschi di Firenze ha ideato un pacchetto per permettere ai suoi ospiti di recarsi e tornare dal concerto in sicurezza e relax.

Image

 

Un concerto evento che ogni anno richiama fans e curiosi dall’Italia e dal mondo, quello di Andrea Bocelli, che si esibirà il prossimo tre agosto nel meraviglioso spazio del Teatro del Silenzio, a Lajatico, in provincia di Pisa.

Questo teatro, fortemente voluto dallo stesso Bocelli per valorizzare la sua terra, è una struttura unica, quasi un’architettura filosofica immersa nel verde delle colline pisane e fino a quest’anno ha ospitato un solo concerto all’anno: quello di Bocelli, appunto.

Il Teatro del Silenzio
Nato nel 2006 dall’ambizione di Andrea Bocelli e dalla sua volontà di rendere onore alla sua città natale, il Teatro del Silenzio è una struttura unica nel suo genere. Il Teatro, infatti, nasce per ospitare un solo spettacolo l’anno, da qui il nome di Teatro del Silenzio. Nei periodi in cui il teatro non è in attività, la platea viene interamente smontata e il palco si trasforma in un lago artificiale.
Impressionante il palcoscenico: una struttura circolare al cui centro troneggia un’imponente scultura ritraente un volto umano, eseguita dallo scultore polacco Igor Mitoraj e donata successivamente dallo scultore in occasione dell’inaugurazione del teatro.

Sono partiti quest’anno i lavori per rendere il Teatro del Silenzio punto di riferimento culturale per la zona e aprire i suoi spazi non solo una volta l’anno. Per dare il via a questa iniziativa, lo scorso giugno il teatro ha ospitato il Concerto del Sole del musicista Goran Bregovič e ospiterà il concerto per i 50 anni di attività di Renato Zero.

L’Hotel Brunelleschi di Firenze propone ai suoi ospiti un pacchetto esclusivo, comprensivo di trasferimento fino a Lajatico e ritorno per godere al massimo dell’evento soggiornando in una delle più belle città d’arte al mondo, Firenze.

Il Pacchetto ideato dall’Hotel Brunelleschi per il concerto di Andrea Bocelli a Lajatico prevede: pernottamento nella tipologia di camera prescelta; colazione a buffet negli antichi saloni; transfer per il concerto per una o due persone oppure per gruppi da tre a otto persone.

La macchina rimarrà in attesa per tutta la durata del concerto e a fine evento riporterà gli ospiti in albergo.

A bordo dell’auto, per viaggiare in tutta comodità, Wifi, bottiglia d’acqua e salviettine rinfrescanti.

Prezzo del pacchetto a partire da euro 1.234 a camera a notte

L’Hotel Brunelleschi di Firenze
L’Hotel Brunelleschi di Firenze, situato in un’armoniosa piazzetta nel centro storico fiorentino, si trova a pochi passi dal Duomo, Palazzo della Signoria e Galleria degli Uffizi, ed è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. L’edificio che ospita l’Hotel Brunelleschi ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. L’Hotel Brunelleschi fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena. L’hotel dispone di due ristoranti: il ristorante gourmet Santa Elisabetta e la più informale Osteria della Pagliazza.

Hotel Brunelleschi
Via de’ Calzaiuoli – Piazza Santa Elisabetta 3 – 50122 Firenze
Tel. 055/27370 – Fax 055/219653
e-mailinfo@hotelbrunelleschi.it – Internet www.hotelbrunelleschi.it

Mostra a Genova – Sequestrati presunti falsi Modigliani – SECONDO SCANDALO !!!

SECONDO SCANDALO PER OPERE DI MODIGLIANI FALSE

Ventuno opere, esposte fino ad oggi alla mostra di Amedeo Modigliani a Palazzo Ducale di Genova, sono state sequestrate per controllarne l’autenticità.

Diversi esperti, tra cui un collezionista d’arte toscano, hanno infatti messo in dubbio la veridicità di alcune opere presenti alla mostra.

Coinvolte tre persone, tra le quali il curatore della mostra a Palazzo Ducale Rudy Chiappini, anche responsabile dei servizi culturali della città di Locarno.

NON ABBIAMO DIMENTICATO IL PRECEDENTE SCANDALO 

Estate 1984: false teste attribuite a Modigliani furono rinvenute dai fossi livornesi.

Lo scandalo avviene in occasione della mostra celebrativa del centenario della nascita di Amedeo Modigliani.

Quell’allestimento fu affidato alla conservatrice dei musei civici livornesi e direttrice del museo d’arte moderna di Villa Maria, Vera Durbé, che si avvalse della collaborazione del fratello, Dario (sovraintendente della Galleria nazionale d’arte moderna di Roma).

La Durbé negò la partecipazione, alla mostra, alla figlia del pittore: Jeanne Modigliani, che morirà tragicamente proprio in quei giorni.

La mostra aprì  in maggio, ma non raggiunnse mai  il  successo perché le opere in mostra, non erano all’altezza del prestigio dell’iniziativa.

 

Cinema a Milano – Fondazione Prada dall’ 8 al 23 settembre 2017 – Entrata gratuita

L’ingresso a “Maratone TV 70” è gratuito

FONDAZIONE PRADA PRESENTA “MARATONE TV 70” DAL 8 AL  23 SETTEMBRE 2017 A MILANO, NELL’AMBITO DI “TV 70: FRANCESCO VEZZOLI GUARDA LA RAI

 Mina e Raffaella Carrà in Milleluci (1974). Courtesy AGI

 – Fondazione Prada presenta “Maratone TV 70”, sei incontri serali che si svolgeranno al Cinema della sede di Milano ogni venerdì e sabato dal 8 al 23 settembre 2017, in occasione della mostra “TV 70: Francesco Vezzoli guarda la Rai”.

In corso fino al 24 settembre 2017, l’esposizione è stata sviluppata in collaborazione con la Rai e traduce lo sguardo di Vezzoli in una forma visiva che esplora la produzione televisiva degli anni Settanta.

Le maratone propongono programmi che hanno sperimentato nuove modalità di racconto televisivo – dal documentario d’autore al varietà femminile, dallo sceneggiato di genere al teatro d’avanguardia –  e che, a quarant’anni di distanza, mantengono intatte la carica innovativa e la capacità di intrattenimento e approfondimento.

Venerdì 8 settembre “Maratone TV 70”si apre con una selezione di interviste e documentari realizzati dalla Rai e dedicati ad artisti italiani come Vincenzo Agnetti, Alberto Burri, Eugenio Carmi, Giorgio De Chirico, Renato Guttuso e Mario Merz. Gli estratti televisivi, selezionati e introdotti dalla curatrice associata della mostra Cristiana Perrella, appartengono a programmi emblematici come Artisti d’oggi (1974) e Come nasce un’opera d’arte (1975) di Franco Simongini, Vidikon (1979) di Anna Zanoli e Biennale Rosa (1975-’76) di Alfredo di Laura. In queste trasmissioni gli artisti si confrontano con le potenzialità e le insidie del mezzo televisivo che li rende per la prima volta visibili al grande pubblico e trasforma il processo creativo all’origine delle loro opere in una narrazione rivolta all’insieme eterogeno dei telespettatori.

Sabato 9 settembre Marco Senaldi, consulente per la sezione dedicata all’arte di “TV 70”, introduce le cinque puntate integrali dell’Orlando Furioso (1975), uno sceneggiato televisivo diretto da Luca Ronconi e tratto dalla celebre opera di Ludovico Ariosto. La versione Rai, adattamento del rivoluzionario spettacolo teatrale del 1969, scritto da Ronconi con Edoardo Sanguineti, traduce l’immaginario fantastico e lo sguardo ironico di Ariosto in un originale prodotto mediatico che unisce il linguaggio televisivo con le sperimentazioni teatrali più radicali.

Venerdì 15 settembre Massimo Bernardini, consulente per la sezione della mostra dedicata alla politica, presenta Chung Kuo, China, un documentario realizzato da Michelangelo Antonioni nel 1972 e trasmesso dalla Rai nello stesso anno. Antonioni racconta la Cina delle fabbriche, dei palazzi del potere, delle campagne e delle metropoli secondo un punto di vista domestico e intimista. Il film, che procura al regista l’accusa di nemico del popolo da parte degli organi di stampa cinesi, racconta un paese lontano dalla mitologia maoista, diviso tra tradizioni millenarie e corsa verso il futuro.

La maratona di sabato 16 settembre riunisce le sei puntate integrali di Sandokan (1976), uno degli sceneggiati più noti della Rai degli anni Settanta, introdotte da Mario Mainetti, curatore associato di “TV 70”. Diretto da Sergio Sollima e interpretato dall’attore protagonista Kabir Bedi, il programma è tratto dai racconti malesi di Emilio Salgari. Considerato dalla critica dell’epoca come una lettura naïf o deformante dell’universo di Salgari, Sandokan riscontrò un notevole successo di pubblico diventando un programma di culto per due generazioni e il primo sceneggiato italiano a essere realizzato con i mezzi di una produzione cinematografica.

Venerdì 22 e sabato 23 settembre “Maratone TV 70” si conclude con “Fenomenologia di Raffaella Carrà”, un palinsesto ideato da Francesco Vezzoli. Proponendo integralmente due varietà come Milleluci (1974) di Antonello Falqui e Ma che sera! (1978) di Gino Landi, l’artista analizza l’evoluzione nel corso degli anni Settanta di una delle icone più popolari della televisione italiana. Milleluci è un varietà in bianco e nero con ritmi e modalità di presentazione tradizionali, ma caratterizzato da una doppia conduzione al femminile, affidata a Raffaella Carrà e Mina, rivoluzionaria per l’epoca. Al contrario Ma che sera! è uno spettacolo musicale a coloriche rivela una carica dissacrante e liberatoria, in grado di trasformare Raffaella Carrà in un personaggio ironico e trasgressivo, considerato anche il clima socio-politico italiano degli anni di piombo.

L’ingresso a “Maratone TV 70” è gratuito. I titoli di accesso possono essere ritirati alla biglietteria nel giorno della proiezione a partire da un’ora prima dell’inizio dell’evento, fino a esaurimento dei posti disponibili.

 

ART BASEL 48 HA CHIUSO 95MILA I VISITATORI

Art-Basel-2017-Galleria-Gogosian-scultura-di-Urs-Fischer-Yoyo-paraffina-a-grandezza-naturale-omaggio-al-gallerista-svizzero-Bruno-Bischofberger-e-moglie-detta-Yoyo
Art | 41 | Basel | 2010 | Art Unlimited | Ugo Rondinone | Gladstone Gallery | New York

Blue-star-Linz-di-Otto-Piene-1980-gonfiabile-esposto-ad-Art-Unlimited
Art-Basel-2017-Urs-Fischer-The-kiss-2017

 

IN VENDITA OPERE DI OLTRE 4 MILA ARTISTI

Solo il primo giorno le vendite hanno raggiunto i 55 milioni di euro.

13 milioni solo per un’opera di Philip Guston.

90 jet privati di collezionisti e top player, sono atterrati a Basilea.

Art Basel ha offerto il più grande museo contemporaneo che sia possibile visitare.

Annamaria-Maggi-Galleria-Fumagalli-Milano

 

Eventi a Venezia – Palazzo Grassi – LEE “SCRATCH” PERRY

Palazzo Grassi – Punta della Dogana
presenta
 
LEE “SCRATCH” PERRY
al Teatrino di Palazzo Grassi
 
in collaborazione con il Padiglione della Francia alla 57. Biennale di Venezia.
 
Giovedì 20 luglio 2017
Ore 15.30
Sessione live presso il Padiglione della Francia della 57. Biennale di Venezia
con Lee Scratch Perry e Starkee.
 
Ingresso libero per i visitatori della Biennale.
 
Ore 21.00
 Concerto presso il Teatrino di Palazzo Grassi
con Lee Scratch Perry e Starkee.
 
Ingresso libero sino a esaurimento posti.
 
 
 
 
 
In occasione della 57. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, Palazzo Grassi – Punta della Dogana presenta una speciale collaborazione con il Padiglione francese. Giovedì 20 luglio Palazzo Grassi – Punta della Dogana partecipa alla programmazione ideata per Studio Venezia di Xavier Veilhan: una “staffetta” musicale che parte con la sessione live presso il Padiglione della Francia alle ore 15.30, per continuare al Teatrino di Palazzo Grassi alle ore 21.00.
Protagonista la leggenda del reggae Lee “Scratch” Perry (Kendal, 1936) in una performance d’eccezione affiancato da Starkee (1972).
L’ingresso è libero, sino a esaurimento posti.
Il Padiglione nazionale francese 2017 è stato affidato all’artista Xavier Veilhan (Lione, 1963) che ha dato vita al progetto espositivo di natura musicale Studio Venezia. Un vero e proprio studio di registrazione scultoreo, ispirato al Merzbau (1920 – 1936) di Kurt Schwitters (Hannover, 1887 – Kendal, 1948), a cura di Christian Marclay (San Rafael, 1965) e Lionel Bovier (Ginevra, 1970).
Il dispositivo creato da Veilhan prevede una successione di appuntamenti con musicisti di portata internazionale afferenti ai più svariati generi musicali. I concerti sono organizzati in sinergia con importanti istituzioni italiane ed estere e costituiscono delle esperienze creative collettive a cui il pubblico è chiamato ad assistere.
Lee “Scratch” Perry, musicista giamaicano con all’attivo anche una brillante carriera come produttore discografico con l’etichetta Upsetter Record – che vanta tra i suoi artisti anche il celebre Bob Marley (Nine Mile, 1948 – Miami, 1981) – è uno dei personaggi più importanti per la storia della musica elettronica, in particolare per il considerevole apporto dato alla definizione del nuovo genere Dub.
Xavier Veilhan così commenta l’invito rivolto a Lee “Scratch” Perry in occasione di Studio Venezia:
Lee Scratch Perry è una figura importante nella storia della musica del XX Secolo: il suo uso innovativo della tecnologia ha portato la musica giamaicana dall’essere solo folklore locale a fenomeno mondiale. L’uso spregiudicato che egli fa dello studio di registrazione, lontano dalle convenzioni, ha addirittura portato all’invenzione di un nuovo genere musicale: la Dub.
Ho avuto la fortuna di incontrare Lee alla fine del 2014 a Londra, quando ha accettato di partecipare al mio progetto dedicato ai produttori musicali (Esposizione “Music”, galleria Perrotin). È stato un momento straordinario e oggi sono molto contento di poterlo ritrovare a Venezia. Spero che questa esperienza lo conquisti, al punto di diventare una sorta di padre putativo del progetto, accanto a Nigel Godrich.
Tutti gli appuntamenti del Teatrino sono comunicati e costantemente aggiornati sul sito di Palazzo Grassi alla voce “calendario”.
Contatti per la stampa
PCM Studio via Goldoni, 38 | 20129 Milano
Paola C. Manfredi | paola.manfredi@paolamanfredi.com | M. +39 335 54 55 539
Per richieste immagini:press@paolamanfredi.com  | T. +39 02 87286582
Studio Venezia
#studiovenezia
Mercoledì 7 giugno presso il Teatrino di Palazzo Grassi è in programma I Boreali , il più grande festival italiano interamente dedicato alla cultura nordeuropea, ideato e organizzato dalla c

POMPEI SUONI E LUCI – Da non perdere – Sino al 24 agosto

Pompei, percorsi notturni di suoni e luci

‘Una notte a Pompei’

–  fino al 24 agosto gli scavi campani, grazie al nuovo impianto di illuminazione, offrono uno specialissimo spettacolo notturno di luci molto suggestive.

Templi ed edifici illuminati, per rivivere attraverso voci, rumori e suoni la vita quotidiana di un tempo lontano.

 Le visite sono possibili il martedì e il giovedì, dalle ore 21 in sei turni per gruppi di 50/60 persone.

Il costo della visita, che dura un’ ora e un quarto, è di 11 euro.

Architettura in Cina – La prima città foresta – Progetto Made in Italy

A Liuzhou Forest City, il Master Plan di Stefano Boeri Architetti per combattere l’inquinamento atmosferico anche con il verde su tutte le case

Per la prima volta in Cina e nel mondo

Il progetto è Made in Italy

La città-foresta, sarà terminata nel 2020 e prevede: uffici, case, alberghi, ospedali, scuole e ogni tipo di struttura tutti ricoperti di alberi e piante.

Questa rivoluzionaria città avrà 30.000 abitanti  e assorbirà circa 10.000 tonnellate di CO2 e 57 tonnellate di polveri sottili, mentre produrrà circa 900 tonnellate di ossigeno.

Liuzhou Forest City si sta costruendo a nord di Liuzhou, nella provincia meridionale dello Guangxi.

Vi circoleranno solo auto elettriche.

Inoltre la città,  sarà pienamente autosufficiente dal punto di vista energetico; geotermia per il condizionamento degli interni e uso dei pannelli solari sui tetti per le energie rinnovabili.

Liuzhou Forest City ospiterà 40.000 alberi e circa 1 milione di piante di più di 100 specie differenti.   Luoghi adatti alla vita di: uccelli, insetti e  piccoli animali che abitano il territorio.