Archivi categoria: varie: scuole, manifestazioni…

varie d’arte scuole, manifestazioni ecc..

Arte a Bologna – ARTEFIERA 2017

Dal 27 al 30 gennaio 2017 la 41esima Edizione di Arte Fiera a Bologna fiera

Diretta da Angela Vettese

Arte Fiera è arriva alla sua 41esima edizione in una versione rinnovata, confermando la propria identità di fiera d’arte italiana maggiormente consolidata e ricca di storia

Più informazioni sulla fiera al link

http://www.artefiera.it/home/776.html

z2o Sara Zanin Gallery

ARTEFIERA 2017

Hall 25
Booth B9

SOLO SHOW
EKATERINA PANIKANOVA

Ekaterina Panikanova,
In certi casi, 2017, books, wood, nails, ink and acrylic, cm 130×110

January 27-30, 2017
Preview by invitation: Thursday, January 26th | 12 -9 pm
Friday 27 – Sunday 29 | 11am – 7pm
Monday 30 | 11am – 5pm
More info at: www.artefiera.bolognafiere.it

Arte a Milano – Retrospettiva dedicata a Renato Mambor apre la stagione espositiva 2017 del Gruppo Credito Valtellinese

renato-mambor

Sarà un’ampia retrospettiva dedicata a Renato Mambor ad aprire la stagione espositiva del 2017 del Gruppo Credito Valtellinese.

9 febbraio 2017 – 27 marzo

Gruppo cui fanno riferimento, oltre alla Galleria di Corso Magenta a Milano, Refettorio delle Stelline, dove appunto sarà allestita la mostra su Mambor, gli spazi espostivi di Sondrio, storica sede del gruppo bancario, la Galleria Credito Siciliano ad Acireale, marchio territoriale del Gruppo Credito Valtellinese ed infine quelli di Fano, Galleria Carifano e Spazio XX Settembre.

Il programma definito per il 2017 viene sviluppato per il tramite della Fondazione che opera per il medesimo Gruppo bancario nel campo del sociale, della cultura e dell’orientamento ai giovani.
Comprende una decina di mostre, tutte connotate da due precisi obiettivi : alta qualità e assoluta originalità.

Il campo di indagine continua ad essere quello tradizionale per le Gallerie del Gruppo : il contemporaneo storico, nelle sue diverse espressioni, dall’arte alla grafica, alla fotografia alle arti applicate, arricchito da un nuovo filone di esplorazione: quello dei remake.

Il presidente del gruppo Miro Fiordi sottolinea l’importanza dell’attività della Fondazione sui territori in cui opera. Attività rivolta a tutti, gratuita e avente come unica finalità la diffusione della cultura e dell’orinetamento ai giovani.

La retrospettiva su Renato Mambor, affidata alla curatela di Dominique Stella, rientra pienamente nel Progetto Culturale delle Gallerie del Gruppo Credito Valtellinese, da alcuni anni dirette da Cristina Quadrio Curzio e Leo Guerra.
Indaga infatti una personalità tra le più originali e complesse del secondo Novecento Italiano e lo fa mettendo in luce, a tutto tondo,la poliedrica figura dell’uomo e dell’artista.

« Voglio fare di tutto, ballare, cantare, scrivere, recitare, fare il cinema, il teatro, la poesia, voglio esprimermi con tutti i mezzi, ma voglio farlo da pittore perchè dipingere non è un modo di fare ma un modo di essere». In una frase Mambor così offre una precisa immagime del suo essere artista.

Protagonista della ricerca nelle arti visive dagli ultimi anni ’50, é uno dei primi a sconfinare dalla pittura verso altri linguaggi: fotografia, cinema, performance, installazioni e il teatro, per tornare comunque sempre alla pittura.

Continuando a lavorare sul linguaggio e sugli elementi costitutivi dell’arte, ha avviato una sperimentazione sul rapporto tra organismo e ambiente, tra arte e vita, sul cambiamento dello sguardo e dei punti di vista, sulle relazioni interne ed esterne, su separazione e unità.

Mambor, negli oltre 55 anni di impegno artistico, ha rinnovato instancabilmente le forme e approfondito la conoscenza di sé, inventando dispositivi di comunicazione che coinvolgessero lo spettatore, lasciando opere, anche inedite, di grande valore per la contemporaneità.

Dominique Stella, con Cristina Quadrio Curzio e Leo Guerra, ha selezionato per questa retrospettiva circa 80 pezzi, datati dai primi anni sessanta e sino al 2014, con le ultimissime creazioni. Sono opere che documentano le diverse espressioni, i molteplici linguaggi di Mambor: pittura, fotografia, performances installazioni. testimonianze fotografiche del suo teatro sperimentale.

Il Progetto Mambor delle Gallerie del Credito Valtellinese è completato dalla proiezione di un documentario sull’artista e da una performance teatrale con Paola Pitagora e Igor Horvat.

Orari e ingressi
Galleria Gruppo Credito Valtellinese
da martedì a sabato 13.30-19.15
chiuso domenica e lunedì, 2 giugno e dal 2 agosto al 5 settembre
INGRESSO LIBERO
Aperture straordinarie per le scuole su prenotazione

Informazioni al pubblico
Galleria Gruppo Credito Valtellinese
galleriearte@creval.it – www.creval.it

DUBAI – NUOVO MUSEO – Etihad Museum

L’Etihad Museum gestito da Dubai Culture

Il nuovo Etihad Museum trova sede in una struttura collocata proprio sotto l’iconica asta portabandiera degli EAU (Emirati Arabi Uniti) alta 123 metri, posta su Jumeirah Beach Road nell’area di Dar Al Etihad, location storica in cui i leader degli emirati si riunirono per dichiarare la formazione della nuova nazione, 45 anni fa.

L’Etihad Museum ospiterà mostre e programmi educativi che esplorano la cronologia di un evento importante, a partire dalla firma di un accordo che ha portato alla formazione dell’Unione degli Satti Arabi; utilizzando foto, film e documenti, a partire dal 1968 fino al 1974, che mostrano i primi momenti cruciali della storia della nazione.

L’Etihad Museum è stato progettato a forma di manoscritto, con sette colonne che hanno le sembianze di una penna, la stessa che venne usata per firmare la dichiarazione di unione nel 1971.

L’apertura dell’Etihad Museum è stata rivelata alla stampa da Sua Altezza Shaikh Mohammad Bin Rashid Al Maktoum, Vice-Presidente e Primo Ministro degli EAU e sovrano di Dubai.

Abdul Rahman Mohammad Al Owais, Ministro della Salute e della Prevenzione e Chairman di Dubai Culture, ha affermato in una dichiarazione ufficiale che “L’Etihad Museum celebra la devozione e il patriottismo dei fondatori della nostra nazione e invita tutte le persone, di qualsiasi provenienza, a seguire il loro esempio nella creazione di una nazione. Il museo focalizza l’attenzione sulla storia politica e sui percorsi personali legati ad uno dei maggiori eventi della costituzione della nazione — quello dell’unione degli emirati nel 1971”.

Al Owais ha inoltre aggiunto: “Il nostro mandato a Dubai Culture ha lo scopo di arricchire la scena artistica e culturale di Dubai e di preservare l’eredità degli Emirati in modo unico ed innovativo, attraverso la creazione, le attività e la gestione dei musei, in partnership con i maggiori stakeholder degli EAU — in ultimo, anche di contribuire al raggiungimento degli obiettivi previsti nel Dubai Plan 2021, che mira a posizionare Dubai come la dimora di persone creative ed autorizzate, che celebrano con orgoglio le loro identità culturali”.

Arte fotografica a Torino – Pirelli exhibition fotografica a Settimo Torinese «Pirelli in 100 immagini»

Pirelli si racconta con una mostra  fotografica a Settimo Torinese.

«Pirelli in 100 immagini»

BIBLIOTECA ARCHIMEDE
da mercoledì 18 gennaio a lunedì 1 maggio 2017

6 diverse sezioni con fotografie di Bruce Weber, Helmut Newton, Herb Rritts, Annie Leibovitz, solo per citarne alcuni, e un incredibile inedito di Peter Lindbergh scattato a Settimo Torinese.

Marrakech e New York – Avvenimenti artistici del 2017

 

A Marrakech, aprirà una nuova struttura di 4mila metri quadrati; si tratta del nuovo museo dedicato a Yves Sanint Laurent.

5.000 abiti e 15.000 accessori di grande pregio; ormai parte della storia della moda.

Nel museo anche un ristorante, un auditorium e 5.000 volumi.

——————

NEW YORK – ARLEM

Un nuovo campus sarà inaugurato a primavera, ne fanno parte il Lenfest Center for the Arts e il Jeronime L. Greene Science Center; due delle  quattro strutture previste dal masterplan della Columbia University.

Il campus porta la firma di Renzo Piano.

Caratteristici saranno gli spazi a terra con accesso libero e gratuito, per rivitalizzare la vita culturale della zona.

——————

 

 

ARTE MOSTRE – NOVITA’ PER IL 2017 – Cosa non perdere nel 2017 tra le novità dell’arte ?

A CATANIA APRE LA SEZIONE STACCATA DEL MUSEO EGIZIO DI TORINO:

In aprile, i reperti del Museo Egizio di Torino e destinati ai depositi (solo per mancanza di spazio), saranno in mostra a Catania nel nuovo Museo Egizio in 1.000 mq. di esposizione.

—————————

BOLOGNA

NEL 2017, APRIRA’ IL NUOVO CENTRO ARTE E SCIENZE FINDAZIONE GOLINELLI:

-progettatto da Mario cucinalla studio.

————————

A FINE 2017 INIZIERANNO I LAVORI PER IL MUSEO ETRUSCO  DI MILANO:

-nel palazzo bocconi-rizzoli-carraro.

————————

DA NON PERDERE, SE AMATE L’ARTE CONTEMPORANEA:

-documenta 14 (2017): si festeggia la quattordicesima edizione: sessant’anni di storia e coinvolgerà per la prima volta anche Atene (8 aprile-16 luglio), oltre alla storica Kassel (10 giugno-17 settembre). L’artista turca Ayse Erkemen, costruirà un ponte appena sotto il pelo dell’acqua, i visitatori camminandoci sopra, evidenzieranno la struttura. La compagnia aerea Aegean Airlines, che ha annunciato l’intenzione di programmare due voli diretti settimanali tra le due città, a aprtire da aprile 2017, per favorire i viaggi dei visitatori di documenta 14. L’Ente Nazionale Greco per il Turismo, la Città di Atene, la Città di Kassel, l’Aeroporto di Kassel, e in particolare l’Athens Development and Destination Management Agency, insieme a the City of Athens Convention & Visitors Bureau, si stanno occupando di creare pacchetti turistici e informazioni personalizzate . https://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://www.documenta14.de/&prev=search

-BIENNALE DI VENEZIA “Viva arte viva” dall’interiorità all’infinito …: dal 13 maggio 2017. Un Partenone di 100mila libri  censurati, sarà costruito dall’artista Marta Minujin.

-SKULPTUR PROJECTE A MUENSTER10 giugno – 1 ottobre il 2017
Nell’estate 2017, Münster sarà, per la quinta volta, sede per lo “Skulptur Projekte”. Si tratta ormai di una grande mostra  in scena ad intervalli regolari di dieci anni. Il team di curatori comprende: Kasper König, Britta Peters e Marianne Wagne. https://www.skulptur-projekte.de/#/

——————————

LA MOSTRA PIU’ IMPORTANTE ALL’ESTERO:

Il MoMA di New York festeggia i 150 dalla nascita dell’architetto Frank Lloyd Wright.

Dal 12 giugno al primo ottobre 2017

Sarà evidenziata la sua passione per il paesaggio e il suo impatto sull’uomo; un messaggio attualissimo.

—————————-

TATE BRITAIN: Londra

David Hockney festeggia 80 anni.

Dal 9 febbraio 2017 al 29 maggio.

160 opere della sua produzione.

La mostra si sposterà poi al Centro Pompidou di Parigi e poi al Metropolitan di New York.

——————————-

OPERAZIONE DA 650 MILIONI DI DOLLARI

Chi poteva se non gli arabi ?

Ecco il nuovissimo LOUVRE

Sarà inaugurato ad Abu Dhabi nel 2017; in data da decidere.

Al nuovo LOUVRE, verrà affiancato anche un nuovo: GUGGENHEIM di Frank Frank Gehry.

——————————

Chi è la nuova Vanessa Beecroft ?

Si chiama Anne Imhof, 38enne di Francoforte, ed è la nuovissima supermusa dell’arte contemporanea internazionale.

Nel 2017 sarà protagonista del Padiglione tedesco alla Biennale di Venezia.

——————————–

 

Roma – Santa Maria Maggiore conserva la primitiva struttura paleocristiana – Una chiesa da non perdere

roma-350-santa-maria-maggiore

roma-672-santa-maria-maggiore-1a

Santa Maria Maggiore è recentemente salita alle cronache per il brutto episodio dello sfregio verso due preti, ma si tratta anche di una chiesa che merita molta attenzione da parte di chi è appassionato di arte e architettura.

Santa Maria Maggiore, si trova vicino alla stazione ferroviaria di Roma Termini; sull’Esquilino. E’ la sola chiesa ad aver conservato la primitiva struttura paleocristiana; sia pure arricchita in varie epoche successive.

La chiesa originaria, tre navate, senza transetto e con quello che ora è il porticato esterno, fu fondata tra il 432 ed il 440 da Sisto III a seguito del Concilio di Efeso, che aveva sancito il dogma della maternità divina della Madre di Gesù.

Tra il 1145 ed il 1153 papa Eugenio III  mise in opera il pavimento cosmatesco e trasformò il porticato; riducendolo.

Niccolò IV (1288-1292) fece erigere una nuova abside creandola zona decorata da pitture. La nuova decorazione a mosaico fu creata da Jacopo Torriti.

La costruzione del campanile è della seconda metà del XIV secolo, e terminato dal cardinale Eugenio d’Estouteville, che fu arciprete della basilica dal 1445 al 1484, per sua volontà furono create anche la copertura a volta delle navate laterali e la costruzione della famosa cappella di San Michele.

Lo splendido e scenografico soffitto dorato a cassettoni della navata centrale, risale alla fine del Quattrocento ed è da attribuirsi a papa Alessandro VI Borgia (1492-1503). Per la tradizione, l’oro di questo ricchissimo soffitto, proviene dal primo bottino arrivato dall’America e poi donato a da Isabella di Spagna.

La struttura attuale è stata costruita sui resti di un complesso fondato in età augustea.

Indubbiamnete le chiese che meritano una visita a Roma sono in numero quasi infinito, ma se arrivate con il treno alla Stazione Termini, non potete proprio lasciarvela sfuggire.

ORARI APERTURE DELLA CHIESA:

aperta tutti i giorni ore 7.00 – 18.45

Durante le funzioni è possibile visitare la chiesa

MUSEO

Ingresso al museo: € 3,00 (€ 2,00 per studenti e over 65)
Loggia delle Benedizioni + Sala dei Papi + Scala del Bernini
€ 5,00: visita guidata con guida interna – Durata 30/35 minuti
Scavi Archeologici
€ 5,00 (€ 4,00 per studenti e over 65) visita guidata con guida interna – Durata 30/35 minuti
Visita alla Basilica con guida
€ 5,00: ogni ultimo sabato del mese a partire dal 26 novembre 2016 con partenza alle alle ore 10.00 – 11.00 e 12.00

CHIESA DI SANTA MARIA MAGGIORE: Piazza di Santa Maria Maggiore. Zona: Rione Esquilino (Termini-Via Nazionale) (Roma centro).

 

BREVI CURIOSITA’ 

Si dice che la chiesa fosse finaziata da una ricca coppia che non aveva figli e il luogo indicato, in sogno, direttamente da Dio.

Anche il papa Liberio fece lo stesso sogno e il giorno seguente, recatosi sull’Esquilino, lo trovò coperto di neve

Ogni anno, il 5 agosto si ricorda il miracolo della neve con una folcloristica celebrazione durante la quale, dalla sommità della basilica, vengono gettati  in aria dei petali bianchi a simulare la neve del miracolo.

FONDAZIONE PRADA A MILANO – PRIMAVERA 2017 – IL PROGETTO DI REALTÀ VIRTUALE DEL REGISTA ALEJANDRO G. IÑÁRRITU

IL PROGETTO DI REALTÀ VIRTUALE DEL REGISTA ALEJANDRO G. IÑÁRRITU SARÀ PRESENTATO ALLA FONDAZIONE PRADA A MILANO NELLA PRIMAVERA 2017

Milano, 23 dicembre 2016 – Il regista due volte premio Oscar Alejandro G. Iñárritu ha intrapreso, dopo quattro anni di ricerca, la realizzazione di un nuovo cortometraggio sperimentale di realtà virtuale prodotto e finanziato da Legendary Entertainment e Fondazione Prada. ILMxLAB, il nuovo dipartimento di Immersive Entertainment della casa di produzione Lucasfilm, progetterà l’ambientazione e i personaggi virtuali.

Il coinvolgente progetto di realtà virtuale esplorerà l’intensa e difficile esperienza di un gruppo di persone che attraversano il confine tra Messico e Stati Uniti. Sarà
presentato in anteprima mondiale nella primavera del 2017 nella sede di Milano della Fondazione Prada.

Sfruttando tecnologie di ultima generazione, Iñárritu e il suo collaboratore di lunga data, il montatore tre volte premio Oscar Emmanuel Lubezki, lavoreranno per la prima volta a una narrazione sperimentale all’interno di un nuovo medium visivo.

Questo nuovo progetto artistico è sviluppato in totale autonomia rispetto ad altre iniziative sul tema dell’immigrazione proposte da Iñárritu per la città di Milano che non vedono il coinvolgimento della Fondazione Prada o Legendary Entertainment.

La Pinacoteca Züst (CH) ha ricevuto un’importante donazione – Una storia interessante di donne

zurst-mendrisio-pittrice-donna-800-la-lettera

UNA INTERESSANTE SORIA DI DONNA PITTRICE

La Pinacoteca Züst riceve un’importante donazione
Oltre 40 opere della pittrice di Mendrisio Valeria Pasta Morelli (Mendrisio 1858 – Milano 1909) rientrano in Svizzera

La Pinacoteca Züst ha ricevuto un’importante donazione di opere di una delle rare donne pittrici che il Ticino conti: Valeria Pasta Morelli (Mendrisio 1858 – Milano 1909).

-Rare e oltretutto spesso confinate nell’ambito domestico. Anche per questo motivo spesso dimenticate.

Valeria fu una delle poche ragazze a frequentare l’Accademia di Brera a Milano (vi è documentata dal 1880 al 1887) dove ha come maestri anche Sebastiano De Albertis e Bartolomeo Giuliano.

Nella capitale lombarda raccolse premi e riconoscimenti, mentre in patria la “Gazzetta ticinese” la celebrava nel 1886 come “esimia giovane artista” ricordando un suo dipinto allegorico realizzato per il carnevale di Mendrisio.

Il matrimonio con un alto funzionario dell’esercito chiuderà tuttavia le sue ambizioni, confinandola in un circuito familiare, l’unico ritenuto adatto a una donna della sua posizione: si dedicherà così principalmente alla ritrattistica e alla pittura di vasi in ceramica.

Valeria era figlia del noto Carlo Pasta, consigliere nazionale e promotore, tra le altre imprese, della ferrovia e dell’industria alberghiera sul Monte Generoso.
Lo zio era invece Bernardino Pasta, un pittore appartenente alla cerchia degli Induno che godette di buona fama.

Il lascito è particolarmente rilevante anche perché si conoscevano di lei pochissime opere.

Ora, grazie alla donazione di 34 dipinti, anfore, album di studi, medaglie e diplomi ottenuti all’Accademia di Brera alla Pinacoteca Züst di Rancate, oggi quartiere di Mendrisio, città natale di Valeria, si costituirà così un suo fondo di opere che daranno il via a una serie di studi e approfondimenti sulla sua figura, inserendola nel suo interessante ambito familiare e culturale.

Un ulteriore valore aggiunto è dato dal fatto che questo materiale si trovava in Italia, presso la nipote Valeria Morelli, della quale la pittrice era nonna paterna.

La signora Morelli, ammirando il lavoro di indagine sul territorio svolto con coerenza negli anni dalla Pinacoteca Züst, ha deciso di destinarlo al nostro istituto.

Londra – Da non perdere le luci dei Kew Gardens durante le festività natalizie

Guarda il bellissimo filmato qui sopra.

Le luci danzano su uno specchio d’acqua ghiacciata e tutta l’atmosfera intorno è quella di una grande favola !!!

kew-gardens-a-natale-2a

Se siete o sarete a Londra per le feste,  non perdete lo spettacolo di luci dei Kew Gardens
Indimenticabile !

I Kew Gardens sono uno dei più vasti e spettacolari giardini botanici di tutto il mondo, ma ora per Natale hanno anche qualcosa in più da offrire.

Uno spettacolo molto suggestivo di luci.