Archivi categoria: varie: scuole, manifestazioni…

varie d’arte scuole, manifestazioni ecc..

Arte a Como – Domenica 7 maggio – Non solo ceramica: workshop di incisione e stampa di lastre di nylon – 2 appuntamenti alternativi

Workshop di incisione e stampa di lastre di nylon – 2 appuntamenti alternativi

Domenica 07.05.17:  dalle 10 –  18 circa

oppure

Domenica 15.05.17: dalle 10 – 18 circa

Affascinata anche dalla tecnica di incisione ad ago freddo, nel mio laboratorio di ceramica, fra i soliti attrezzi del mestiere, è disponibile  pure un torchio a rullo per la stampa manuale! Tutto ciò che dovrete portare voi – oltre ad abiti comodi e un grembiule per non macchiarvi di colore  – è una bella foto o un vostro disegno (se non ne avete a disposizione potrete scegliere un’immagine in atelier).

Nella prima parte del workshop inciderete ciò che desiderate (una foto, un vostro disegno preparato prima o “al momento”) nella matrice in nylon, con un ago da incisione a freddo.

 Dopo una breve pausa pranzo – con spuntino in atelier – proseguiamo:

Prepariamo i fogli di carta per la stampa – colorati o bianchi, saranno messi comunque a mollo! Una volta pronte carte e matrici stampiamo una prima copia per verificare la qualità dell’incisione: se non siete soddisfatti di alcuni dettagli, potrete rimediare e correggerli.

Successivamente procediamo alla stampa vera e propria. Potete portare con voi le varie copie la sera stessa in una busta, assieme alla matrice. Se le stampe dovessero risultare ancora troppo umide per il trasporto potete ritirarle nei giorni successivi o riceverle per posta.

Partecipanti: minimo 3 e massimo 5

Costo per persona: 3 partecipanti: 130 Euro;

                                 da 4 – 5 partecipanti: 95 Euro

Compreso (oltre allo spuntino di pausa pranzo):lastra di nylon DIN A 5, diversi colori di stampa, supporti di stampa in pregiata carta fatta a mano + la carta necessaria per le stampe di prova. Utilizzo dell’attrezzo di incisione (se desiderate averne uno tutto vostro posso procurarvelo successivamente).

Agnes Duerrschnabel – atelier di ceramica e design
via Borsieri, 16 – Como – ITALY
info@agnesduerrschnabel.it -www.agnesduerrschnabel.it –

Il Festival delle Luci torna ad illuminare Gerusalemme – 28 giugno – 6 luglio 2017

Dal 28 giugno al 6 luglio la manifestazione trasforma strade ed edifici storici in un’enorme, luminosa opera d’arte.

– Cinque percorsi caratterizzati da una tonalità di colore diverso: verde, bianco, blu, rosso e viola.

Vedi: http://www.lightinjerusalem.org.il

Migliaia di visitatori che camminano lungo le caratteristiche stradine della Città Vecchia di Gerusalemme e, all’esterno, costeggiandone le mura.

Un’atmosfera magica resa ancora più indimenticabile grazie alle superbe installazioni luminose, prodotte ed elaborate da artisti locali ed internazionali.

Il Festival delle Luci di Gerusalemme è un’occasione irripetibile per vivere l’accostamento unico tra storia millenaria e opere d’arte contemporanea.

Oltre alle installazioni, di dimensioni imponenti e spesso caratterizzate da proiezioni tridimensionali, video, suoni e luci, il Festival propone anche spettacoli e presentazioni curati dagli stessi artisti, oltre ad una fiera d’arte che consente di ammirare e comprare oggetti particolarissimi.

Il Festival permette, inoltre, di visitare in via eccezionale, al calar del sole, alcune attrazioni della Città Vecchia normalmente chiuse dopo il tramonto.

Giunto alla sua nona edizione, l’evento è perfetto per turisti, famiglie con bambini e amanti dell’arte e l’ingresso è completamente gratuito.

Tra le soste cult di quest’anno da non perdere si ricordano: la Porta di Damasco (sul percorso verde), sulla quale sarà proiettato l’Albero della Vita, simbolo di longevità, salute, pace, le Fontane d’Acqua (percorso bianco) appena fuori la Porta di Giaffa, che propongono uno spettacolo di musica e luci sincronizzate che si ripete ogni 10 minuti.

E poi ancora il Circo del CardoRomano (percorso blu), con l’antica strada arricchita da 5 scenografiche sculture realizzate in cartone ondulato che prenderanno vita in una moltitudine di colori e forme grazie alla proiezione di video animati.

Le Luci del Nord (percorso rosso) che ricreano sulle mura esterne della Città Vecchia, nei pressi della Torre di Davide, l’effetto magico e sorprendente dell’aurora boreale che, per l’occasione, diventa simbolo di amicizia.

Infine, le Palle di Luce (percorso viola), che illumineranno l’area pedonale di Yoel Moshe Solomon Street, appena fuori Zion Square, con centinaia di palle multicolore a LED disposte in maniera esteticamente asimmetrica tra due edifici, a circa 7 metri di altezza.

Tra gli spettacoli imperdibili, invece, si segnala Pyromania, una surreale e luminosa sfilata di musicisti che si terrà tutte le sere, a ripetizione, presso il Quartiere Armeno: il passaggio degli artisti sarà arricchito da luci, suoni e ritmi coinvolgenti, che invoglieranno i visitatori a ballare.

Il Tour Operator Go Asia propone il pacchetto Go Gerusalemme, Città Mozzafiato, 5 giorni / 4 notti, comprensivo di trattamento b/b presso il Dan Boutique Jerusalem 4*, visita della Città Vecchia con guida e assicurazione di viaggio, costo a persona a partire da 750 €.

Per maggiori informazioni sulla città e le sue proposte, visitare il sito www.itraveljerusalem.com/itmedia.itraveljerusalem.com

Per assaporare quotidianamente l’effervescenza di Gerusalemme:
www.facebook.com/itraveljerusalem.it

Artisti alla Design Week a Varese e dintorni – Doposalone 2017

Finiti il salone del Mobile, il Doposalone con anche  il Weekend Design a Varese e dintoni,  ecco alcune foto del lavoro organizzato daL

 PONTE DEGLI ARTISTI DI MILANO

Bellissimo !!! Design Week-Varese-Gallo costruito con parti di piatti di plastica colorati -Fuorisalone-2017.

Design-Week-Varese-Arte-Roberto-Robyz-sedia-contenitore.

 

Cultura ad Arona – L’ARCO DI PALMIRA TRIONFA AD ARONA – Inaugurazione – evento il 29 aprile 2017

L’eroe di Palmira: Khaled Asaad.

Khaled Asaad; archeologo, 82 anni, decapitato dal cosiddetto Stato islamico mentre proteggeva le splendide rovine romane dell’antichissima città non lontana da Damasco.

DAL 29 APRILE AL 30 LUGLIO L’ARCO DI PALMIRA TRIONFA AD ARONA (Lago Maggiore)

Dopo essere stata esposta a Londra, New York, Dubai e Firenze la riproduzione in 3D dell’Arco di Palmira trionferà in piazza San Graziano ad Arona dal 29 aprile al 30 luglio.

L’Arco, distrutto dall’ISIS nel 2015, è diventato un simbolo globale del trionfo della cooperazione in materia di conflitti e dell’ingegno dell’uomo sulla distruzione insensata.

Il 29 aprile la cerimonia d’inaugurazione sarà molto suggestiva e prevede:
– ore 20.30 unveil dell’arco, sottolineato da una performance del tenore Giorgio Casciarri e del soprano Sara Cervasio diretti dal Maestro Paolo Beretta
– ore 21.00 un emozionante spettacolo di luci e musica, che sarà poi ripetuto ogni sera fino al 30 luglio

Arte fotografica a Modena – Fondazione Fotografia – Mostra ’10 years old’

Pasqua:

aperta al Foro Boario di Modena la mostra ’10 years old’

Sabato 15 e domenica 16 aprile dalle 11 alle 19, lunedì 17 dalle 15 alle 19

 – 10 years old, la mostra dedicata al decennale di Fondazione Fotografia e in corso al Foro Boario di Modena, sarà sempre aperta durante le prossime festività pasquali, compreso il Lunedì di Pasquetta, normalmente giornata di chiusura.

Per quanto riguarda gli orari, venerdì 14 aprile è confermata l’apertura pomeridiana dalle 15 alle 19; sabato 15 e domenica 16 le mostre sono aperte ad orario continuato dalle 11 alle 19; infine, lunedì 17 aprile, apertura straordinaria, dalle 15 alle 19. La mostra sarà invece chiusa martedì 18 aprile, per riaprire regolarmente mercoledì 19, dalle 15 alle 19 (giornata ad ingresso libero).

A cura del direttore di Fondazione Fotografia Filippo Maggia e di Chiara Dall’Olio, la mostra 10 years old ripercorre le tappe principali nella storia dell’istituzione, a partire dalla creazione di una grande collezione d’arte contemporanea a Modena, dal 2007 ad oggi, rappresentata attraverso un’ampia selezione di opere fotografiche, video e installazioni.

Sono esposti alcuni gioielli tratti dalle due raccolte, quella italiana e quella internazionale, a distanza di anni dal loro primo ingresso in collezione: 250 opere di 95 autori, tra i quali Ansel Adams, Nobuyoshi Araki, Diane Arbus, Richard Avedon, Yto Barrada, Walter Chappell, Samuel Fosso, Robert Frank, David Goldblatt, Pieter Hugo, Daido Moriyama, Adrian Paci, Hrair Sarkissian, Dayanita Singh, Wael Shawky, Stephen Shore, Hiroshi Sugimoto, Wolfgang Tillmans, Ai Weiwei, Edward Weston, Garry Winogrand, accanto agli italiani Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Franco Fontana, Luigi Ghirri, Mimmo Jodice, Walter Niedermayr.

Per rispecchiare inoltre l’attività di sostegno e formazione dei giovani artisti, che ha sempre contraddistinto Fondazione Fotografia, una parte del percorso è dedicata ad opere inedite di autori italiani under 40 appositamente selezionati per quest’occasione: Leonardo Cannistrà, Irene Fenara, Gianni Ferrero Merlino, Guido Nosari, Marco Tagliafico.

La mostra 10 years old è promossa da Fondazione Fotografia, Fondazione Cassa di risparmio e Comune di Modena. Rimarrà allestita al Foro Boario di Modena fino al 30 aprile 2017.
Per informazioni: mostre@fondazionefotografia.org , t. 059 6139623.

10 years old
2007-2017: il racconto del mondo nelle collezioni di fotografia della Fondazione Cassa di risparmio di Modena

a cura di
Filippo Maggia
Chiara Dall’Olio

promossa da
Fondazione Fotografia Modena
Fondazione Cassa di Risparmio di Modena
Comune di Modena

sede
Foro Boario
Modena, Via Bono da Nonantola, 2

periodo
11 marzo – 30 aprile 2017

orari di apertura
mercoledì-giovedì-venerdì 15-19
sabato-domenica 11-19
chiuso lunedì e martedì

biglietto d’ingresso
€ 10,00
ingresso libero tutti i mercoledì
e la prima domenica del mese
in adesione all’iniziativa del Mibact #domenicalmuseo

www.fondazionefotografia.org
facebook.com/fondazionefotografiamodena
twitter.com/fondfoto
vimeo.com/fondazionefotografia
instagram.com/fondazionefotografiamodena

Foto di copertina:

Pieter-Hugo-Abdullahi-Mohammed-with-Gumu-Ogere-Remo-Nigeria-2007.-Dalla-serie-Gadawan-Kura-The-Hyena-Men-Series-II-©-lartista

Arte a Milano e Cannes – Fondazione Prada – “CARNE y ARENA” anteprima mondiale al Festival de Cannes 2017

ALEJANDRO G. IÑÁRRITU PRESENTA
“CARNE Y ARENA (VIRTUALLY PRESENT, PHYSICALLY INVISIBLE)”

ALL’INTERNO DELLA SELEZIONE UFFICIALE
DEL FESTIVAL DE CANNES 2017,

UN’INSTALLAZIONE CONCETTUALE DI REALTÁ VIRTUALE
SULLA CONDIZIONE DI MIGRANTI E RIFUGIATI

Prima dell’apertura ufficiale alla Fondazione Prada a Milano e in altri musei internazionali, “CARNE y ARENA” sarà presentato in anteprima al Festival de Cannes, primo progetto di realtà virtuale inserito nella Selezione Ufficiale.

– Il progetto di Alejandro G. Iñárritu “CARNE y ARENA (Virtually Present, Physically Invisible)”, un’installazione di realtà virtuale prodotta e sostenuta da Legendary Entertainment e Fondazione Prada, sarà presentato in anteprima mondiale durante il 70° Festival de Cannes (17-28 maggio 2017) – il primo progetto di realtà virtuale mai incluso in una selezione ufficiale di un festival cinematografico – e successivamente nella sua versione completa alla Fondazione Prada a Milano da giugno a dicembre 2017.

Basato sul racconto di fatti realmente accaduti, il progetto confonde e rafforza le sottili linee di confine tra soggetto e spettatore, permettendo ai visitatori di camminare in un vasto spazio e rivivere intensamente un frammento del viaggio di un gruppo di rifugiati. “CARNE y ARENA” utilizza le più recenti e innovative tecnologie di realtà virtuale, mai usate prima, per creare un grande spazio multi-narrativo che include personaggi reali.

L’installazione visiva sperimentale “CARNE y ARENA” è un’esperienza individuale della durata di sei minuti e mezzo che ripropone la collaborazione tra Alejandro G. Iñárritu e il tre volte premio Oscar Emmanuel Lubezki con la produttrice Mary Parent e ILMxLAB.

“Nel corso degli ultimi quattro anni, mentre l’idea di questo progetto si formava nella mia mente, ho avuto il privilegio di incontrare e intervistare molti rifugiati messicani e dell’America centrale. Le loro storie sono rimaste con me e per questo motivo ho invitato alcuni di loro a collaborare al progetto” afferma il quattro volte premio Oscar Iñárritu. “La mia intenzione era di sperimentare con la tecnologia VR per esplorare la condizione umana e superare la dittatura dell’inquadratura, attraverso la quale le cose possono essere solo osservate, e reclamare lo spazio necessario al visitatore per vivere un’esperienza diretta nei panni degli immigrati, sotto la loro pelle e dentro i loro cuori”.

Come afferma Germano Celant, Soprintendente Artistico e Scientifico della Fondazione Prada, “Con ‘CARNE y ARENA’, Iñárritu rende osmotico lo scambio tra visione ed esperienza, nel quale si dissolve la dualità tra corpo organico e corpo artificiale. Nasce una fusione d’identità: un’unità psicofisica dove, varcando la soglia del virtuale, l’umano sconfina nell’immaginario e viceversa.

È una rivoluzione comunicativa in cui il vedere si trasforma in sentire e in condividere fisicamente il cinema: una transizione dallo schermo allo sguardo dell’essere umano, con un’immersione totale dei sensi.

L’inclusione del progetto di Iñárritu nella Selezione Ufficiale del Festival de Cannes 2017 incarna alla perfezione la vocazione sperimentale di Fondazione Prada e la sua continua ricerca di possibili scambi tra cinema, tecnologia e arte”.

Con “CARNE y ARENA”, Iñárritu continua la sua presenza al Festival de Cannes, iniziata con il suo primo lungometraggio “Amores Perros”, vincitore del Gran Premio della Settimana della Critica nel 2000 e proseguita con la presentazione di “Babel”, per il quale ha ottenuto il premio come Miglior Regista nel 2006 e di “Biutiful” nel 2010, incluso nella Selezione Ufficiale. Il lavoro di Lubezki è stato presentato a Cannes nel 2000 con “Things You Can Tell Just by Looking at Her”, vincitore del premio Un Certain Regard, e con il film di Terrence Malik “The Tree of Life”, vincitore della Palma d’Oro nel 2011.

LEGENDARY ENTERTAINMENT
Legendary Entertainment è una delle principali media company che opera nel mondo del cinema (Legendary Pictures), della televisione e del digitale (Legendary Television e Digital Media) e del fumetto (Legendary Comics), creando, producendo e distribuendo contenuti a livello internazionale. Legendary ha costruito nel tempo un vasto archivio di prodotti mediatici di spicco, affermandosi come un realtà capace di realizzare contenuti commerciali di alta qualità destinati all’intrattenimento, che comprendono alcuni delle più note proprietà intellettuali. Per maggiori informazioni: www.legendary.com.

FONDAZIONE PRADA
Fondazione Prada è un’istituzione dedicata all’arte e alla cultura, creata da Miuccia Prada e Patrizio Bertelli.

Alla ricerca costante di nuove forme di confronto e sperimentazione tra linguaggi visivi, la Fondazione presenta esposizioni di artisti internazionali, conferenze di filosofia, mostre di ricerca e progetti di arti performative. Dal 2003 l’interesse della Fondazione per i linguaggi mediatici e tecnologici si è tradotta in collaborazioni con istituzioni internazionali come il Tribeca Film Festival e la Mostra del Cinema di Venezia, nei progetti artistici di Steve McQueen, Tobias Rehberger e Francesco Vezzoli che con le loro opere hanno sovvertito il processo filmico o reiventato i generi televisivi e cinematografici, nelle rassegne ideate dai registi Roman Polanski e Alejandro González Iñárritu o ancora in una piattaforma sperimentale e un diverso modello di scuola di cinema come “Belligerent Eyes”. Per maggiori informazioni: www.fondazioneprada.org

Evento d’ arte e musica a Venezia – Ingresso libero – TEATRINO DI PALAZZO GRASSI

https://youtu.be/E5u_bm_WtiI

21 – 22 -23 aprile 2017
TEATRINO DI PALAZZO GRASSI

Carte Blanche a Teho Teardo.
L’intervento sonoro site specific “Sea Change” e l’ultimo onirico progetto “Phantasmagorica”, con MP5 e l’eccezionale partecipazione di Abel Ferrara.

Carte Blanche è un progetto di Palazzo Grassi in collaborazione con Enrico Bettinello.

Da venerdì 21 a domenica 23 aprile 2017, 10.00 – 19.00.
“Sea Change” di Teho Teardo.
Installazione sonora site specific allestita presso il foyer del Teatrino di Palazzo Grassi.
Voce di Hugh O’Conor
Ingresso libero.

Venerdì 21 aprile, ore 17.00.
Incontro con Teho Teardo e Enrico Bettinellopresso il Teatrino di Palazzo Grassi.
Ingresso libero sino a esaurimento posti.

Sabato 22 aprile, ore 20.00
“Phantasmagorica” di Teho Teardo e MP5 con la partecipazione straordinaria di Abel Ferrara.
presso il Teatrino di Palazzo Grassi.
MP5 – disegni e animazione
Teho Teardo – Musica dal vivo
Jacopo Gonzales – assistente alla regia
Simone Palma – video staging
Una produzione Short Theatre
Ore 21.30: replica
Ingresso libero con prenotazione scrivendo a teatrino@palazzograssi.it

TehoTeardo – ph Elia Falaschi

Dopo lo straordinario successo di pubblico degli appuntamenti dedicati a musicisti di fama internazionale come Michel Portal nel 2014 e Arto Lindsay nel 2015, torna Carte Blanche il format di Palazzo Grassi, in collaborazione con Enrico Bettinello, che invita i protagonisti della scena musicale e teatrale attuale a presentare interventi appositamente concepiti per gli spazi della Pinault Collection a Venezia.

Il Teatrino di Palazzo Grassi, da venerdì 21 a domenica 23 aprile, offre “carta bianca” al musicista e compositore italiano Teho Teardo – artista tra i più apprezzati nel panorama europeo – per la terza edizione della rassegna inaugurata nel 2014.

Teho Teardo darà prova della grande poliedricità che lo caratterizza, presentando due interventi molto diversi tra loro: l’installazione site specificSea Change (con un incontro pubblico di presentazione a cura di Enrico Bettinello) e la performance Phantasmagorica (con due repliche).

L’installazione sonora Sea Change, nel foyer del Teatrino di Palazzo Grassi, rende omaggio al tema affrontato dalla grande mostra di Damien Hirst, Treasures from the Wreck of the Unbelievable a cura di Elena Geuna e alla città che la ospita. Si tratta infatti di un grande fondale sonoro in continua evoluzione, composto dalle registrazioni dei suoni che animano gli oscuri abissi del mare che cinge Venezia e dai rumori che risuonano nell’atrio dell’auditorium del Teatrino progettato da Tadao Ando.

Accenni di vite marine, anime sommerse e incrostazioni coralline saranno evocate con scenari vocali ogni volta differenti, conducendo il pubblico lungo l’esplorazione delle manifestazioni misteriose che da millenni caratterizzano la Laguna veneziana. L’installazione sarà visitabile gratuitamente nel foyer del Teatrino da venerdì 21 a domenica 23 aprile, dalle 10.00 alle 19.00.

Venerdì 21 alle ore 17.00 al Teatrino di Palazzo Grassi, Teho Teardo incontrerà il pubblico veneziano, in dialogo con Enrico Bettinello, per presentare l’installazione e il percorso proposto con questi tre giorni di iniziative.

Si prosegue sabato 22 aprile alle ore 20.00, in replica alle ore 21.30, con il concerto Phantasmagorica di Teho Tealdo e MP5 che vede la partecipazione straordinaria di Abel Ferrara. La fantasmagoria è un’antica forma di intrattenimento teatrale, nata nel XVIII secolo, che impiegava un sistema funzionante secondo la logica della lanterna magica, per proiettare immagini e generare effetti illusionistici.

Questo “cinema prima del cinema” rivive nell’incontro fra le animazioni dell’artista italiana MP5 e la musica di Teho Teardo.

I due artisti tracciano una messa in scena corale, fatta di apparizioni improvvise ed elementi ipnotici: mentre MP5 irradia figure nel nero assoluto, Teardo manipola dal vivo il suono, disegnando per ogni rappresentazione una partitura sempre nuova dai contorni magici e inquietanti. Maestro di cerimonie, unico corpo e voce nello spettacolo, il regista statunitense Abel Ferrara accompagnerà lo spettatore nella dimensione enigmatica della performance.

Tutti gli appuntamenti del Teatrino sono comunicati sul sito di Palazzo Grassi alla voce “calendario”.
www.palazzograssi.it

Partner istituzionale

Contatti per la stampa Palazzo Grassi – Punta della Dogana.
PCM Studio via Goldoni, 38 | 20129 Milano
Paola C. Manfredi | paola.manfredi@paolamanfredi.com | M. +39 335 54 55 539
Per richieste immagini: press@paolamanfredi.com | T. +39 02 87286582

BIOGRAFIE

Teho Teardo
Compositore, musicista e sound designer, Teho Teardo si dedica all’attività concertistica e discografica pubblicando diversi album che indagano il rapporto tra musica elettronica e strumenti tradizionali. Ha realizzato colonne sonore per importanti registi come Salvatores, Sorrentino, Molaioli, Chiesa, Vicari, Incerti, Cupellini, Faenza divenendo nel giro di pochi anni un riferimento per la musica al cinema. Ha vinto il Ciak d’Oro per la migliore colonna sonora ed ha ottenuto diverse nomination al Nastro d’Argento e David di Donatello.
Nel 2009 vince il premio Ennio Morricone all’Italia Film Fest ed il David di Donatello per il film “Il Divo” di Paolo Sorrentino. Con la compagnia teatrale Socìetas Raffaello Sanzio realizza lo spettacolo “Ingiuria” in cui partecipano anche il violinista Alexander Balanescu e Blixa Bargeld degli Einsturzende Neubauten.
Ha realizzato due album di canzoni con Blixa Bargeld intitolati “Still Smiling” e “Nerissimo”, e due Ep “Spring” e “Fall” accolti nel migliore dei modi dalla stampa italiana ed internazionale.
Con l’attore Elio Germano realizza lo spettacolo “Viaggio al temine della notte”, tratto dal capolavoro di Céline che ha ottenuto un grosso successo a teatro.
Crea le musiche per due pièce teatrali di Enda Walsh, “Ballyturk” e “Arlington”. Per la musica di “Ballyturk”, pubblicata anche il cd e vinile, riceve il premio Irish Times Theatre Award. Con la regista Joan Sheey realizza le musiche per la pièce “Matchbox”.
Compone le musiche per le mostre di Man Ray e Joan Mirò a Villa Manin, entrambe pubblicate su CD e LP.

MP5

Artista italiana nota per il suo incisivo stile in bianco e nero che utilizza in numerosi e differenti media.

Nata a Napoli, studia scenografia per il teatro a Bologna e animazione presso la Wimbledon School of Art di Londra.

Attiva fortemente nella scena underground e nella controcultura in tutta Europa, MP5 negli ultimi dieci anni ha strettamente legato il suo lavoro soprattutto alla scena queer e femminista.

Dagli studi di scenografia deriva un legame stretto e duraturo con il teatro di ricerca, rintracciabile soprattutto nelle sue installazioni audio/video, ma che continua a influenzare anche i suoi interventi murali.

Le sue immagini in bianco e nero danno forma a miti contemporanei che sottendono una visione critica e politicamente impegnata della realtà. Lavora con poster, illustrazioni, disegni, animazioni video e realizzando interventi nello spazio pubblico. Le sue opere e installazioni sono state esposte in importanti festival e musei nazionali e internazionali, come la XII Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, la Triennale di Milano e il MACRO. Ha collaborato nel Regno Unito con la galleria Lazarides e in Francia con la designer e gallerista Agnes B; è stata inoltre tra gli artisti italiani invitati al progetto La Tour 13 a Parigi. I suoi lavori sono stati pubblicati su numerose testate internazionali tra cui Le Monde Diplomatique, Vogue, Wooster Collective, Juxtapoz.

Arte a Lisbona – A maggio torna ARCO

E’ stato organizzato un programma con 150 attività ed eventi imperdibili

Dal 18 al 21 la capitale portoghese ospita la fiera internazionale dell’arte contemporanea

Per l’Italia presente la Galleria Umberto Di Marino

Lisbona si conferma sempre più città di grande impatto culturale e hub dell’arte contemporanea, anche grazie alla recente inaugurazione del MAAT.

La Capitale Iberoamericana della cultura per il 2017 ospiterà, per la seconda volta, la ARCO, fiera internazionale dell’arte contemporanea in programma dal 18 al 21 maggio nei locali dell’ex Cordoaria Nacional.

Rivolta a un pubblico internazionale, con la presenza di circa cinquanta gallerie, l’evento è da ritenersi di grande rilievo anche in considerazione del successo della prima edizione.

Nel 2016 infatti, sono stati circa 13 mila i visitatori e ben quarantacinque le gallerie provenienti da 8 paesi.

L’edizione di quest’anno manterrà lo stesso format ma l’atmosfera sarà certamente diversa e ancora più coinvolgente.

Per il 2017 infatti, Lisbona è Capitale iberoamericanadella cultura di un mondo che aggrega oltre 120 milioni di persone dalla Penisola Iberica, dal Messico al Sud e Centro America.

Per celebrare questo avvenimento è stato organizzato un programma con 150 attività ed eventi imperdibili lungo tutto il corso dell’anno. Prosegue dunque il momento di splendore per la capitale lusitana.

ARCO si prepara ad accogliere anche una prestigiosa galleria italiana.

Nei quattro giorni a Lisbona sarà infatti presente Sergio Vega e la Galleria Umberto Di Marino di Napoli. In Portogallo ci saranno un quarto delle gallerie di Madrid, città madre della mostra.

Marcelo Rebanda, rappresentante del Turismo del Portogallo in Italia, racconta le sue sensazioni su ARCO e sulle aspettative di Lisbona: “È un anno importantissimo per il Portogallo e la sua capitale. ARCO rappresenta certamente uno degli eventi di maggior rilievo culturale per la città e i numeri della prima edizione ci lasciano sperare che Lisbona possa consolidarsi come prestigioso hub culturale di livello internazionale”.

TURISMO DE PORTUGAL

Visitportugal è il sito ufficiale di promozione turistica del Portogallo creato da Turismo de Portugal, I.P., l’ente turistico nazionale.

Integrato nel Ministero dell’Economia, Turismo de Portugal, I.P., è l’ente preposto alla promozione, valorizzazione e sostenibilità dell’attività turistica, e riunisce in un’entità unica tutte le competenze istituzionali relative alla promozione del turismo, dall’offerta alla domanda.

Turismo de Portugal si avvale di una rete di uffici che coprono 21 paesi di prioritaria importanza per la promozione turistica internazionale.

Per informazioni: https://www.visitportugal.com/it

Museo Poldi Pezzoli Milano – Orari e chiusure per le festivita’ di Pasqua e ponti primavera

Durante le prossime festività

il Museo Poldi Pezzoli è aperto lunedì 17 aprile e lunedì 1° maggio.

Un’occasione per visitare la mostra Natural Talent, realizzata dai giovani designer della Creative Academy, e vedere finalmente conclusa la nuova illuminazione del Museo, progettata dallo studio Ferrara Palladino Lightscape.

Si ricorda che nei giorni di domenica 16 aprile e martedì 25 aprile il Museo è chiuso.

____________________________________
Fondazione Artistica Poldi Pezzoli «Onlus»
Museo: Via A. Manzoni, 12 – 20121 Milano
Centralino: 02 45473800
Fax: 02 45473811 www.museopoldipezzoli.it
P.IVA 04265690158 CF 80068270158
Orari apertura museo:
da mercoledì a lunedì ore 10.00 – 18.00 orario continuato. MARTEDI’ CHIUSO.

Seguici su
Follow us on
Facebook: Museo Poldi Pezzoli
Twitter: @PoldiPezzoli

Evento a Venezia – Maggio 2017 aperitivo da Peggy – HAPPYSPRITZ@GUGGENHEIM

L’evento più “social” della laguna di Venezia

PRONTI?
A MAGGIO TORNA HAPPYSPRITZ@GUGGENHEIM

#HappySpritz17

C’è l’arte, c’è la musica, ci sono tanti giovani, e c’è la magica cornice di Venezia al tramonto.

Questi sono gli ingredienti per una ricetta di successo.

Non manca altro. Il risultato?

Ovvio, Happyspritz@guggenheim!

A maggio e giugno, i cancelli della Collezione Peggy Guggenheim tornano ad aprirsi per dare il via alla nona edizione dell’evento più “social” della laguna, realizzato grazie alla ormai consolidata collaborazione con Aperol Spritz, storica azienda parte del gruppo Guggenheim Intrapresae. L’aperitivo “ad arte” che da ormai 9 anni anima il museo veneziano è un evento che conferma il legame di Aperol Spritz con il suo territorio di origine e con la Collezione stessa.

Segnate in agenda queste date e non prendete altri impegni:

— lunedì 15 e 29 maggio,

— 12 giugno, dalle 19 alle 21

vi aspettiamo a casa di Peggy, tra i suoi tanti capolavori, per una serata alternativa, in compagnia degli amici, e poi di Picasso, Magritte, Kandinsky, Pollock, Warhol, e dei lirici segni grafici delle opere di Mark Tobey, espressionista astratto americano a cui il museo dedica un’attesa retrospettiva, la prima mai realizzata in Italia, in apertura il 6 maggio.

Il tutto sarà accompagnato dai trascinanti ritmi di producers e dj che si alterneranno alla consolle, nel corso delle tre serate, per animare il giardino delle Sculture Nasher.

Il programma musicale, anche quest’anno a cura di Alessandro Picunio e dell’Associazione Culturale Do Not Friday Venezia, prevede la partecipazione di alcuni degli artisti più apprezzati della scena indipendente italiana che, di volta in volta, creeranno con i loro live e dj-set la colonna sonora della serata, spaziando dalle sonorità elettroniche avant-garde al tropical sound, fino ai ritmi di una nuova e rivisitata tendenza “afro cosmic”.

#happyspritz17 sarà l’hashtag da utilizzare su Facebook, Twitter e Instagram per comunicare e condividere con tutti l’evento Happyspritz@guggenheim.

Il biglietto d’accesso al museo è di 13 euro, ridotto a 5 euro con corsia d’accesso preferenziale per i possessori di Young Pass, la membership Guggenheim per gli under 26.

I biglietti saranno acquistabili anche online direttamente sul sito guggenheim-venice.it, il mercoledì precedente ciascun appuntamento. Ingresso al museo fino a esaurimento posti.

********************************
PROGRAMMA MUSICALE

15.05 >> SERATA LIVE SESSION
LORENZO SENNI (live)
LIM (live)

29.05 >> SERATA CLUB TROPICANA
LORENZO BITW
PALM WINE

12.06 >> SERATA AFRO COSMIC SOUND
DANIELE BALDELLI
NAN KOLE’

Peggy Guggenheim Collection | Dorsoduro 701, 30123 Venezia | Tel. 041.2405.404/415