Archivi categoria: WEEKEND

dove vado per il weekend?

MONTAGNE VICINE A BERGAMO E MILANO

Lavinia-cascata
Valli-Bergamo-vicino-a-Lavina
Averara
Consiglio-Danza-della-morte
Monte-Avaro

Valtorta-chiesa-Dom-

Aria buona e vita tranquilla e sicura – MONTAGNE VICINE A BERGAMO E MILANO

Scaluggio, Sparavera un gioiellino ben conservato senza interventi di famosi architetti, Consiglio da visitare per la casa della danza della morte, Lago di Cassiglio e tanto altro …

Stiamo visitando le valli intorno a Pizzotorre; località turistica molto in voga negli anni del boom economico e non lontana dalla più famosa Foppolo.

La caratteristica che ci ha spinto sin qui è la possibilità di vivere sopra i 1.000 metri al fresco durante le calde giornate estive della pianura e della bassa montagna.

Da Piazzatorre è possibileparte una seggiovia che permette di arrivare in quota dove fa sempre fresco.

Nei giorni più caldi ci siamo spinti a visitare i dintorni; in particolare ci è piaciuto Sparavera, un paesino intatto e semplicemente ben ristrutturato e particolarmente fresco. Splendido per trascorrervi le giornate più calde.

Anche il Monte Avaro offre un clima fresco, grazie alla sua altitudine; numerose le passeggiate possibili.

Splendide foto, acqua fresca e possibilità di fare il bagno alle sorgenti del fiume Enna Da San Pellegrino salire verso: San Giovanni Bianco – Capatelli – Sottochiesa – Olda – Lavina (non entrare in paese, ma proseguire su strada provinciale 24 per 800 metri poi girare a destra prima di una grande curva, dopo pochi metri parcheggia poi camminare per oltre un’ ora; nessuna difficoltà).

 

Villa Carlotta – 90 anni di fondazione “Intrecci di culture”,

Villa Carlotta (www.villacarlotta.it ), bene demaniale dello Stato gestito e valorizzato dall’Ente Villa Carlotta che quest’anno celebra i suoi 90 anni di fondazione, presenta la rassegna dal titolo “Intrecci di culture”, in programma dal 5 agosto al 24 settembre.

 

Villa Carlotta è ora, come in passato, un luogo di incontro e di scambio in cui si confrontano e si intrecciano culture diverse, persone, tradizioni, abitudini, storie e forme d’arte.

 

Con l’obiettivo di celebrare e valorizzare l’unione di culture diverse, la rassegna si compone di diversi appuntamenti aperti al pubblico:

 

–       Perle di vetro (5 agosto – 24 settembre)

In esposizione la collezione di perle di vetro di Augusto e Giuliana Panini, oggetti preziosi e magici utilizzati in passato come talismani e vere e proprie moneta di scambio.

Le perle di vetro, inoltre,  sono da sempre un elemento fondamentale della gioielleria e degli ornamenti del corpo per molte popolazioni nel mondo e la storia della loro lavorazione ed utilizzazione costituisce un’antichissima tradizione artistica e commerciale che affonda le sue origini nella notte dei tempi.

Villa Carlotta ospita nelle sue sale dai primi esempi di collane di produzione africana di epoca neolitica in quarzo, conchiglia fossile, cornalina e amazzonite alle collane di vetro “a occhio” e “a mosaico”, di produzione mediorientale e del Mediterraneo orientale.

Un’attenzione particolare viene dedicata alle perle di produzione veneziana, conosciute e apprezzate in tutto il mondo, prodotte ed esportate già nel XIV secolo lungo le rotte per il Mar Nero, le Fiandre, l’Inghilterra, la Tunisia, l’Algeria e il Marocco e dal XVI secolo verso le coste dell’Africa Occidentale ed il Nuovo Mondo.

 

–       Giovanna Lentini: Noi/Natura. Dalla Sicilia al Lago di Como (5-20 agosto)

Il viaggiatore porta con sé un bagaglio emozionale profondo e, se come nel caso di Giovanna Lentini, questo viaggiatore è anche un’artista, saranno le sue tele a parlarci dei mutamenti interiori che si originano in noi scoprendo luoghi inediti, incontrando abitudini e persone nuove. Dalla Sicilia al Lago di Como: dalla luce bianca del sole che si tuffa negli abissi del mare a quella più soffusa, raccolta dall’abbraccio verdeggiante delle sponde del lago dove anche il dinamismo delle pennellate di rosso, che fendono il bianco delle tele siciliane di Giovanna Lentini, trova una momentanea requie.

A cura di Tablinum Cultural Management

 

–       Nathalie Monac: il linguaggio universale dell’arte (5-20 agosto)

L’artista francese Nathalie Monac ha fatto dell’arte uno straordinario veicolo di valori interiori oltre che di armonia esteriore.

Quella creata dalla Pittura Intuitiva dell’artista è un’alchimia meravigliosa: attraverso forme e colori riesce a stimolare il vissuto sentimentale di ciascun individuo al di là di ogni differenza razziale, culturale e anagrafica.

A cura di Tablinum Cultural Management

 

–       Intrecci di fili: tessitura a mano a cura di Raffaella De Bortoli e Alessia Franchini. (2-17 settembre)

Il laboratorio di sperimentazione della tessitura a mano LILA si propone di esplorare le infinite possibilità del mondo tessile concentrandosi particolarmente sui giochi generati dall’accostamento dei colori. Utilizzando antichi telai in legno, LILA crea manufatti unici e irripetibili con filati pregiati quali lane, sete e cashmere.

 

Le famiglie, con bambini di minimo 5 anni, possono partecipare al laboratorio  “Fili ribelli”

In programma il 3,10 e 17 settembre dalle 15 alle 16

 

 

 

 

 

 

Villa Carlotta

Via Regina, 2

22016 Tremezzina – Loc. Tremezzo, Como

www.villacarlatta.it

tel. (+39) 0344 40405

segreteria@villacarlotta.it

 

 

ORARI 2017 

DAL 1 APRILE AL 1 OTTOBRE

APERTURA: 9.00-19.30 (chiusura biglietteria ore 18.30)  (chiusura museo ore 18.30)

 

TUTTI I MARTEDÌ DEI MESI DI GIUGNO E LUGLIO

APERTURA: 9.00-21.00(chiusura biglietteria ore 20.00)

 

DAL 2 OTTOBRE AL 5 NOVEMBRE

APERTURA: 09.30 – 17.00 (chiusura biglietteria ore 16.00)

 

TUTTI I WEEKEND DI NOVEMBRE

11-12-18-19-25-26 novembre

APERTURA: 10.00 – 16.30  (chiusura biglietteria ore 16.00)

 

APERTURA PONTE DELL’IMMACOLATA 2017

8-9-10 dicembre

APERTURA: 10.00-16.30  (chiusura biglietteria ore 16.00)

 

Nel periodo di chiusura possibilità di visita su prenotazione a segreteria@villacarlotta.it

 

SICUREZZA VACANZE – Germania consiglia cautela per vacanze in Turchia

SICUREZZA VACANZE – Germania consiglia cautela per vacanze in Turchia
Sicuramente il consiglio di cautela verso la Turchia, ai cittadini tedeschi, è dovuto anche al fatto che nove cittadini tedeschi sono ancora detenuti dalla data del tentativo di colpo di stato dello scorso anno, ma è anche indubbio che le libertà personali sono, al momento, poco garantite in Turchia.

La Germania, oggi, rappresenta la maggior fonte di turismo e importanti scambi commerciali per la Turchia.

Per altre INFORMAZIONI SUI VIAGGI SICURI VEDI AL LINK:

VACANZE SICURE – ZONE A RISCHIO TERRORISMO – PAESI DA EVITARE

::::::::::::::::::

MADRID NOVITA’ DA NON PERDERE

MADRID RIO: nato dalla riqualificazione urbana che ha trasformato sei chilometri di autostrada lungo il fiume in un’area verde di svago con splendide piste ciclabili.

I bambini qui possono correre a piacere, senza mai incontrare il pericolo del traffico cittadino.

:::::::::::::::::

Fondazione Norman Foster Foundation: palazzina del 1912 ristrutturata utilizzando vetro e acciaio.

La Fondazione ospita circa 74.000 oggetti collezionati da Norman Foster a partire dagli anni ’50.

Punto di incontro per giovani architetti e design.

:::::::::::::::::

La Caixa Forum è una ex centrale elettrica che è stata trasformata in centro culturale.

Il giardino verticale è di grande impatto, come del resto anche il vicino ristorante Tandem, medesimo proprietario del famoso TrioCiclo, ma più rilassato.

::::::::::::::::::

DOVE DORMIRE NEL DESIGN

L’hotel Barcelona Torre de Madrid è localizzato in un grattacielo degli anni ’50 (a suo tempo il più alto d’Europa), in Plaza de Espana (più centrale di così non è possibile).

Estro ed equilibrio stilistico, sono le caratteristiche dello stile dell’albergo che ben equilibra il contemporaneo con la struttura esterna.

Camminate facili in montagna e trekking – “hikeTicino”

“HIKE TICINO” CRESCE E DIVENTA SEMPRE PIU’ INTELLIGENTE

Un’applicazione permette di scoprire i punti di interesse in prossimità degli itinerari percorsi e di orientarsi grazie al GPS: camminate facili, trekking impegnativi, rifugi di montagna, natura, architettura, gastronomia locale ecc …

a porata di telefonino.

Image

Successo per il progetto di valorizzazione degli itinerari cantonali lanciato nel 2015 da Ticino Turismo. In due anni di vita il portale internet ha superato quota 500’000 visualizzazioni, mentre l’applicazione “hikeTicino” è stata scaricata da più di 30’000 persone. Oltre alla tematizzazione degli itinerari secondo gli interessi del singolo escursionista, di recente è stata siglata una nuova collaborazione con Google volta a una continua espansione e a un miglioramento qualitativo dei contenuti.

Architettura, cultura e arte, natura, itinerari con rifugi alpini e consigliati da Svizzera mobile.

Sono cinque le categorie tematiche nelle quali sono stati suddivisi gli oltre 150 sentieri che fanno parte di “hikeTicino”, il progetto di promozione e valorizzazione degli itinerari escursionistici lanciato nel 2015 da Ticino Turismo.

Si tratta di un vero e proprio ecosistema di canali di comunicazione, fisici e digitali, rivolto agli escursionisti.

Un’applicazione permette di scoprire i punti di interesse in prossimità degli itinerari percorsi e di orientarsi grazie al GPS, mentre un sito internet e totem con display interattivi distribuiti sul territorio supportano l’utenza nella scelta del sentiero più affine ai propri desideri. Il prodotto è impreziosito da una selezione di immagini ad alto impatto evocativo e filmati realizzati con la tecnica dei droni

Nel corso dell’ultimo anno “hikeTicino” è stato ulteriormente perfezionato: dall’ampliamento e aggiornamento delle mappe proposte all’utente fino all’introduzione di nuove videocamere sperimentali. “Nei mesi scorsi siamo riusciti a siglare un nuovo partenariato con Google grazie al quale oggi siamo in grado di offrire un nuovo punto di vista delle maggiori attrattive del nostro Cantone con fotografie a 360° degli interni delle strutture – spiega Elia Frapolli, direttore di Ticino Turismo –. Oltre a questa novità, la tematizzazione degli itinerari ci consente di aiutare ancora di più il turista nella scelta del percorso maggiormente adatto a lui. Le escursioni sono spesso concepite su più tappe: in questo modo riusciamo a favorire lo spostamento dei turisti e a generare indotto”.

In due anni dal suo lancio sono state più di 500’000 le visualizzazioni di pagina totali e 30’000 le applicazioni scaricate. Numerosi gli articoli apparsi su riviste specialistiche e testate giornalistiche. Da segnalare anche la candidatura del progetto a diversi concorsi internazionali di UX e Service Design. Per citare un esempio quello di New York dove “hikeTicino” è entrato nella shortlist 2015 classificandosi tra i primi dieci progetti al mondo ed è stato esposto alla Global Conference.

L’escursionismo rappresenta una delle attività più apprezzate sia dal turista che giunge in Ticino che dalla popolazione locale. Ed è anche ai residenti che si rivolge il progetto di valorizzazione degli itinerari turistici cantonali. Il nostro Cantone vanta infatti oltre 4’000 chilometri di sentieri regolarmente curati dalle squadre di manutenzione. Per maggiori informazioni: newexperience.ticino.ch/hike.

Per ulteriori informazioni:

TICINO TURISMO
Cecilia Brenni
Press Office
Tel: +41 (0)91 821 53 30
e-mail: cecilia.brenni@ticino.ch

SLOVENIA PARADISO DEI BUONGUSTAI

SLOVENIA: PARADISO DEI BUONGUSTAI

SLOVENIA: PARADISO DEI BUONGUSTAI
Venite a provare la “nuova cucina slovena”!
Scoprirete veri e propri artisti che, partendo da ingredienti locali tradizionali, hanno saputo creare una cucina d’autore degna di prestigiosi riconoscimenti internazionali.

Se amate conoscere il mondo attraverso la buona cucina, vi fermerete in Slovenia più a lungo di quanto abbiate progettato. Nel cuore verde d’Europa, infatti, la buona cucina è di casa. Dai bistrot ai ristoranti, passando per gli agriturismi, potrete scoprire ben 170 piatti caratteristici, la cui peculiarità è quella di essere preparati con ingredienti locali: gli ortaggi e i cereali dei campi, i frutti selvatici dei boschi, la carne e i prodotti caseari dei pascoli, il miele delle api slovene, famose in tutto il mondo. Se poi a lavorare questi ingredienti freschi sono rinomati Chef di fama internazionale… non resta che dire Buon appetito!!!

Ana Roš, Best Female Chef del Mondo 2017

Membro del collettivo di chef Gelinaz, nominata dall’associazione Jeunes Restaurateus d’Europe “Miglior talento nel 2015”, l’unica donna tra i famosi chef di Cook it Raw ed uno dei 6 chef della serie Chef’s table di Netflix: la principale ambasciatrice della cucina slovena è niente di meno che la chef donna migliore del mondo. Ana Roš crea i propri capolavori nella sua casa di campagna a Kobarid (Caporetto), nella valle dell’Isonzo, a pochi chilometri dal confine con l’Italia. Il ristorante Hisa Franko, letteralmente “La Casa Franko”, è di proprietà del marito Valter Franko, che si occupa di rifornire le cantine con il favoloso vino del Collio sloveno. Funghi, erbe selvatiche, fiori, nocciole, noci, castagne e mele rigorosamente di stagione e poi messe subito in padella per preservarne succhi, sapori e olii essenziali. E poi le trote delle acque turchesi dell’Isonzo, dove il pesce d’acqua dolce supera di gusto e di qualità quello di mare. Ana è apprezzata per la sua grande capacità di raccontare, attraverso i suoi piatti, una zona di confine ricca di influenze etniche molto diverse, e di valorizzare la valle del fiume Isonzo in ogni sfumatura.

Janez Bratovž

Chef di fama mondiale, Bratovz è sempre stato motivato dal suo forte desiderio di trovare la perfezione. Le sue creazioni culinarie sono audaci e originali, per un’esperienza culinaria completamente nuova. I piatti di JB – questo è anche il nome del suo ristorante nel centro di Lubiana – sono il risultato di ingredienti freschi che provengono direttamente dal mercato degli agricoltori di Lubiana. Impossibile non rimanere incantato davanti alla loro presentazione e al particolare gusto primordiale che deriva dalla combinazione unica della cucina mediterranea, francese e tradizionale slovena. Questo chef, che scommette sulla fusione degli elementi di terra, acqua, aria e fuoco, e sui sapori dolci, salati, acidi e amari, è il cuore del JB Restaurant, tra i primi 10 ristoranti consigliati dalla guida San Pellegrino’s Top 100 World’s Best Restaurant.

Tomaž Kavčič, chef europeo più innovativo del 2017

Cuoco di quarta generazione, ha ereditato l’amore per la cucina dalle donne di casa, soprattutto dalla madre Katja, ultima matrona di una dinastia di cuoche dal 1897. Dai tempi della trattoria dei suoi avi le cose sono molto cambiate, ma Kavčič, spostandosi dalle colline di Gorizia al castello di Zemono, ha portato con sé tutta la passione per i sapori genuini della valle del Vipacco (Vipava) e per le ricette tradizionali. Finora l’unico sloveno a ottenere il prestigioso riconoscimento italiano Cuoco d’Oro, Kavčič è conosciuto per la sua tecnica rivoluzionaria della piastra di sale, che gli consente di utilizzare il sale integrale delle saline di Pirano per cucinare pesce e carne, una cucina pura e genuina che utilizza materie prime locali di grande qualità, dagli scampi dell’Adriatico al tartufo bianco istriano, dal guanciale d’orso alla Rosa di Gorizia. Kavčič, con il suo Ristorante Pri Lojzetu, è stato tra i pionieri del movimento Slow Food Slovenia ed è stato nominato Chef europeo più innovativo del 2017dall’Associazione giovani ristoratori JRE (Jeunes Restaurateurs).

E DOPO CENA… UN PO’ DI RELAX ALLE TERME SNOVIK

Prezzo: a partire da 48,00€ a persona in camera doppia con trattamento di mezza pensione (minimo 2 notti)

Il pacchetto include: Pernottamento con mezza pensione per persona o affitto di appartamento 2+2 – Acqua termale da bere – Bagno illimitato nelle piscine termali – Bagno notturno ogni mercoledi, venerdi e sabato – 2x al giorno ginnastica in acqua – Ricco programma d’animazione e sportivo (percorso attrezzato e fitness all’aperto) – Noleggio gratuito di bastoncini per la camminata nordica – 1x ingresso gratuito alle saune – Wi-fi – Buono wellness di 5 €

Info e prenotazioni:
info@terme-snovik.si

VACANZE NATURA E DELLA CREATIVITÀ – MONTAGNA A FALCADE

LA MONTAGNA PER GLI AMANTI DELLA NATURA E DELLA CREATIVITÀ: IL GIARDINO DELLE FORMICHE DI FALCADE SI ARRICHISCE DI UN’ESPOSIZIONE DI OPERE DI ARTISTI LOCALI
Nasce così il “Bosco degli Artisti

 

19 luglio 2017, Falcade (BL) – Una nuova interessante esperienza aspetta i turisti che quest’estate saliranno in quota con la cabinovia Falcade-Le Buse. Il Giardino delle Formiche di Le Buse, splendida terrazza panoramica sulle Dolomiti che si trova a quota 2000 metri sopra Falcade, è stato infatti impreziosito dall’abilità creativa di diversi artisti locali ispirati dalla bellezza e dalle tradizioni del territorio.

Le opere, posizionate lungo la splendida e facile passeggiata che porta alla scoperta della Formica Rufa mostrando da vicino i suoi grandi e complessi formicai e la flora che caratterizza l’ambiente alpino dolomitico, si rivelano una dopo l’altra agli occhi dei visitatori mentre arte e natura si fondono insieme.

Nasce così il “Bosco degli Artisti” galleria a cielo aperto che valorizza il lavoro degli scultori e dei pittori della Val Biois in un contesto fortemente suggestivo.

Un’esposizione permanente e in continua evoluzione visto che alle opere di Walter De Biasio, Lucio Groja, Mauro Michelotto, Franco Murer, Dunio Piccolin e Sante Piccolin se ne aggiungeranno presto molte altre.

Per chi ama i panorami dolomitici, a Le Buse sono presenti anche tre punti d’osservazione attrezzati con panchine e cannocchiali realizzati in ferro battuto con inciso il nome della montagna a cui puntano: perfetti se si desidera godere al meglio delle meravigliose vette che circondano la valle.

Info e apertura impianti su www.skiareasanpellegrino.it

Musica a Firenze 3 agosto 2017 – ANDREA BOCELLI TORNA AL TEATRO DEL SILENZIO

ANDREA BOCELLI TORNA AL TEATRO DEL SILENZIO
Il tre agosto si terrà l’atteso concerto di Andrea Bocelli a Lajatico, sua terra d’origine.
L’Hotel Brunelleschi di Firenze ha ideato un pacchetto per permettere ai suoi ospiti di recarsi e tornare dal concerto in sicurezza e relax.

Image

 

Un concerto evento che ogni anno richiama fans e curiosi dall’Italia e dal mondo, quello di Andrea Bocelli, che si esibirà il prossimo tre agosto nel meraviglioso spazio del Teatro del Silenzio, a Lajatico, in provincia di Pisa.

Questo teatro, fortemente voluto dallo stesso Bocelli per valorizzare la sua terra, è una struttura unica, quasi un’architettura filosofica immersa nel verde delle colline pisane e fino a quest’anno ha ospitato un solo concerto all’anno: quello di Bocelli, appunto.

Il Teatro del Silenzio
Nato nel 2006 dall’ambizione di Andrea Bocelli e dalla sua volontà di rendere onore alla sua città natale, il Teatro del Silenzio è una struttura unica nel suo genere. Il Teatro, infatti, nasce per ospitare un solo spettacolo l’anno, da qui il nome di Teatro del Silenzio. Nei periodi in cui il teatro non è in attività, la platea viene interamente smontata e il palco si trasforma in un lago artificiale.
Impressionante il palcoscenico: una struttura circolare al cui centro troneggia un’imponente scultura ritraente un volto umano, eseguita dallo scultore polacco Igor Mitoraj e donata successivamente dallo scultore in occasione dell’inaugurazione del teatro.

Sono partiti quest’anno i lavori per rendere il Teatro del Silenzio punto di riferimento culturale per la zona e aprire i suoi spazi non solo una volta l’anno. Per dare il via a questa iniziativa, lo scorso giugno il teatro ha ospitato il Concerto del Sole del musicista Goran Bregovič e ospiterà il concerto per i 50 anni di attività di Renato Zero.

L’Hotel Brunelleschi di Firenze propone ai suoi ospiti un pacchetto esclusivo, comprensivo di trasferimento fino a Lajatico e ritorno per godere al massimo dell’evento soggiornando in una delle più belle città d’arte al mondo, Firenze.

Il Pacchetto ideato dall’Hotel Brunelleschi per il concerto di Andrea Bocelli a Lajatico prevede: pernottamento nella tipologia di camera prescelta; colazione a buffet negli antichi saloni; transfer per il concerto per una o due persone oppure per gruppi da tre a otto persone.

La macchina rimarrà in attesa per tutta la durata del concerto e a fine evento riporterà gli ospiti in albergo.

A bordo dell’auto, per viaggiare in tutta comodità, Wifi, bottiglia d’acqua e salviettine rinfrescanti.

Prezzo del pacchetto a partire da euro 1.234 a camera a notte

L’Hotel Brunelleschi di Firenze
L’Hotel Brunelleschi di Firenze, situato in un’armoniosa piazzetta nel centro storico fiorentino, si trova a pochi passi dal Duomo, Palazzo della Signoria e Galleria degli Uffizi, ed è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. L’edificio che ospita l’Hotel Brunelleschi ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. L’Hotel Brunelleschi fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena. L’hotel dispone di due ristoranti: il ristorante gourmet Santa Elisabetta e la più informale Osteria della Pagliazza.

Hotel Brunelleschi
Via de’ Calzaiuoli – Piazza Santa Elisabetta 3 – 50122 Firenze
Tel. 055/27370 – Fax 055/219653
e-mailinfo@hotelbrunelleschi.it – Internet www.hotelbrunelleschi.it

Eventi a Parigi – Sulle spiagge della città …


Un tuffo a Parigi e nel’l’Ile de France

La Ville Lumière e l’’Ile de France tra le località balneari più famose di Francia?

Proprio così, l’estate a Parigi e dintorni si sviluppa lungo i canali, tra spiagge cittadine e programmi ricchi di eventi, concerti,spettacoli e attrazioni per tutti i gusti.

• Paris Plages trasforma le rive della Senna in spiagge ricche di attrazioni

• Nel Bassin de la Villette aprono tre nuove piscine gratuite di diverse profondità

• Il canal de l’’Ourcq si anima con la manifestazione L’Eté du canal

• Alla scoperta di Canal Saint Martin, Canal Saint Denis e Canal de l’Ourcq con le imbarcazioni elettriche

• Grande divertimento peri più piccoli con i giochi d’acqua del Jardin-Plage allo zoo

• Il Festival LaPlage veste d’estate Porte de la Villette con sabbia fine, cibi da tutto il mondo e concerti gratuiti

• Con Houilles Plage, negli Yvelines, l’estate è all’insegna dello sport e della creatività

Estate a Parigi è, innanzitutto, Paris Plages:

l’’iniziativa che da quindici anni trasforma le rive della Senna in un “lungomare” metropolitano con spiagge e attrazioni gratuite.

Fino al 3 settembre (tutti i giorni dalle 9 a mezzanotte), è la volta di sabbia, prato, palme, sdraio, ombrelloni, zone relax, piste ciclabili e pedonali, chioschi, bancarelle, attività culturali e sportive...

Gli appuntamenti con la spiaggia parigina sono sulla voie Georges-Pompidou, nel piazzale dell’Hôtel de Ville, al Port de Solférino et des Invalides e al Bassin de la Villette, il più grande specchio d’acqua artificiale della città, che collega il canale dell’Ourcq al canal Saint-Martin..

Proprio al Bassin de la Villette, nel 19° arrondissement, dal 17 luglio al 15 settembre apriranno tre attesissime piscine.

Il bacino, molto amato dai parigini, ospita durante tutto l’anno numerosi eventi e attività culturali (come spettacoli, concerti e rappresentazioni teatrali) e da questa estate sarà anche l’’occasione per ritrovare un po’ di frescura e divertirsi in perfetto stile balneare.

Le piscine che comporranno la Baignade Bassin de la Villette, infatti, sono ben tre e di diverse profondità: una da un metro e venti per rinfrescarsi in tutto relax, quella profonda due metri per gli amanti del nuoto e un’’altra da quaranta centimetri per il massimo divertimento in tutta sicurezza dei più piccini.

L’’area, aperta tutti i giorni dalle 11 alle 21, è completamente accessibile anche per i disabili e può ospitare fino a trecento persone per volta.

A disposizione di tutti, gratuitamente, spogliatoi, docce, servizi igienici e sdraio.

L’’iniziativa è parte del progetto Nager à Paris, che si propone di migliorare la pratica del nuoto nella capitale francese e mira, entro il 2020, a modernizzare le infrastrutture cittadine dedicate, creare nuove piscine e ottimizzare i bacini al fine di avvicinare i parigini a questo sport e promuovere il benessere dei cittadini e dei turisti, durante tutto l’anno.

Chi al nuoto preferisce la navigazione non rimarrà deluso: il servizio Marin D’Eau Douce offre escursioni sui canali accessibili a tutti in un’atmosfera rilassata e amichevole con piccole imbarcazioni elettriche, alimentate con energia da fonti rinnovabili, che non richiedono la licenza di guida: un mezzo inusuale, ecologico e assolutamente silenzioso per ammirare la città da un punto di vista diverso dal solito, che si tratti di una gita con gli amici, una fuga romantica o un viaggio in compagnia della famiglia.

Si parte dal Bassin de la Villette per andare alla scoperta del bacino e dei Canal Saint Martin, Canal Saint Denis e Canal de l’Ourcq.

Proprio l’Ourcq è forse il meno noto tra i canal parigini, ma è ricco di tesori tutti da scoprire: l’’occasione è quella della manifestazione L’Eté du Canal,che questa estate compie dieci anni e promette un’’interessante rassegna di appuntamenti per vivere il dipartimento Seine-Saint-Denis e conoscerne le bellezze a partire dalle rive del canale e del Bassin de la Villette fino al Parc Forestier de la Poudrerie.

Passeggiate urbane, visite gratuite, crociere – anche in versione musicale, culinaria o letteraria dedicata ai bambini – navette fluviali, concerti ed eventi musicali per tutti i generi, swing, tango passando per hip hop, rock ed electro).

Non mancano spettacoli, laboratori, mostre, cinema all’aperto, street-art, nuoto, spiagge, brunch o aperitivi e persino attività equestri: fino al 27 agosto, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Durante l’estate, anche lo Zoo a Parigi diventa luogo ideale per passare qualche ora spensierata in cerca di refrigerio. Il Jardin d’Acclimatation offre, tra le tante attrazioni, giochi d’acqua, una piscina per bambini,e il suo famoso Jardin-Plage davanti alle Grandes Ecuries, dove è possibile fare castelli di sabbia come in riva al mare.

Il divertimento continua anche nel percorso-avventura e nell’area dedicata ai tavoli da ping-pong.

Una chicca? Sul lato di Porte Gandhi, la rinnovata fontaine sèche promette di incantare i più piccoli che non vorranno più smettere di giocare, tra centinaia di dispettosi getti d’acqua.

C’è tempo fino al 30 settembre per scoprire l’edizione 2017 del FestivalLaPlage, diventato ormai un vero e proprio riferimento per la vita sociale dei parigini nella bella stagione: la zona di Porte de la Villette si veste d’estate con l’arrivo di cinquanta tonnellate di sabbia fine, sdraio, i food-truck con cucine di tutto il mondo, una discoteca all’aperto e una lista di concerti gratuiti tra rock, folk e cumbia (d’abitudine, ogni mercoledì).

Tra gli ospiti musicali di quest’anno il re del neo-folk King Dude, il duo losangelino Deap Vally, la psychedelic stoner rock-band Mars Red Sky, il gruppo di new cumbia Chico Trujillo e il cantante e compositore nigeriano Femi Kuti.

Per scoprire un lato insolito dell’Ile de France è da mettere in agenda, infine, la manifestazione Houilles Plage che, fino al 10 settembre, animerà il comune francese da cui prende il nome, situato nel dipartimento degli Yvelines. Il parco Charles de Gaulle verrà preso amabilmente d’assalto da un esercito di sdraio e ombrelloni su una distesa di sabbia finissima. L’estate di Houilles sarà contraddistinta da tanto sport, con tornei di pallacanestro, pallavolo, beach soccer, beach rugby, badminton, ping pong, calcio freestyle, boot-camp, lezioni di fitness, danza, tai chi, zumba, con tanto di festival della capoeira. Per i meno sportivi da segnalare i divertenti laboratori di teatro, di scrittura creativa e di magia e, per gli amanti del grande schermo, il cinema en plein air.

Per info:
•

Paris Plages: www.parisinfo.com/decouvrir-paris/les-grands-rendez-vous/paris-plages
• Baignade Bassin de la Villette: https://www.paris.fr/baignadevillette
• Marin D’Eau Douce: http://www.marindeaudouce.fr/
• Eté du canal: www.tourisme93.com/ete-du-canal/
• Jardin-Plage: http://jardindacclimatation.fr/activite/le-jardin-plage/
• LaPlage:www.laplage2017.com
• Houilles Plage: http://www.ville-houilles.fr/Actualites/Houilles-plage

Per tutte le informazioni sulle migliori tariffe in aereo, treno e pacchetti organizzati per Parigi su

http://it.france.fr/it/feelparisregion

SURF DOVE ? – In Norvegia per emozioni forti

VisitNorway

 

Surf tra ghiaccio e natura – Il meglio della Norvegia per chi ama il surf

VisitNorway – lug 13, 2017 14:28 CEST

Credits: Alex Conu/Visitnorway.com

La Norvegia probabilmente non è la prima destinazione che viene in mente quando si pensa al surf.

Immaginate di tuffarvi nell’oceano e cavalcare le onde circondati da un paesaggio costiero unico.

Molti surfisti la descrivono quasi come un’esperienza religiosa, altri come una sfida.

Per coloro che muovono i primi passi nel surf consigliamo il periodo tra l’estate e l’inizio dell’autunno quando le onde sono generalmente più docili e diversi alberghi e località hanno scuole di surf.

Ecco le migliori destinazioni per fare Surf in Norvegia:

Surf a Jæren

Nella regione di Stavanger, la spiaggia di Jæren si estende per ben 11 km ed è la più lunga di tutta la Norvegia. La costa alterna lunghe spiagge sabbiose a punti di costa rocciosi, un vero e proprio invito ad esplorare il Mare del Nord.

Presso la spiaggia di Orre si trova il centro ricreativo di Orre (Friluft Huset) – un centro informativo sulle attività all’aperto e sulla protezione dell’ambiente, attrezzato con chiosco, servizi igienici e parcheggio. Per arrivarci basta seguire la Rv. 507 (la rotta del Mare del Nord).

www.visitnorway.it/listings/surfing-j%C3%A6ren/1996/

www.regionstavanger-ryfylke.com/

www.klepp.kommune.no/english

Surf a Sandvesanden

Sandvesanden Beach è una delle attrazioni più belle di Karmøy, splendida località a nord di Skudeneshavn. Grazie ai forti venti questa è la destinazione ideale per surfisti, kit-surfer e windsurfer. A pochi passi a sud di Sandvesanden si trova anche la bellissima spiaggia di Mjølhussanden.

www.visitnorway.com/listings/surf-at-sandvesanden/174235/

http://visitkarmoy.no/en/

Surf a Hoddevik

Fare surf nelle fredde acque della Norvegia può essere un’esperienza senza eguali per chi non ha paura del freddo e ama mettersi alla prova. Hoddevik è l’ideale per praticare questo bellissimo sport e per i principianti è consigliato il Lapoint Surf Camp.

www.visitnorway.it/listings/hoddevik/45495/

http://en.nordfjord.no/things-to-do/water-sports/surfing

Surf alle isole Lofoten

In questo splendido arcipelago situato più a nord dell’Islanda e del circolo polare artico la temperatura media dell’acqua è di 5 gradi. Questo non basta a scoraggiare i surfisti, che hanno cominciato a scoprire le isole negli anni ‘60.

Da segnalare l’Unstad Surf Camp dove vengono organizzati corsi e stage per i surfisti di qualsiasi livello.

Vuoi andare a fare surf alle Lofoten? www.unstadarcticsurf.com/

Per maggiori informazioni: www.lofoten.info/home

Innovation Norway – Ufficio Norvegese per il Commercio e il Turismo.
Innovation Norway è il più importante ente governativo norvegese per la promozione, lo sviluppo e la crescità delle aziende e dell’industria norvegese.

Innovation Norway fa capo al Ministero Norvegese per l’Industria e il Commercio, e’ nata nel 2004 dalla fusione tra il Norwegian Trade Council e l’Ente Norvegese per il Turismo. E’ presente in più di 30 paesi del mondo e in tutte le regioni della Norvegia.

La missione di Innovation Norway e’ di promuovere lo sviluppo industriale e socio-economico presso i mercati esteri e di sviluppare le potenzialita’ imprenditoriali dei singoli distretti.

Innovation Norway supporta, attraverso servizi consulenziali e finanziari, le aziende, i centri di ricerca e le organizzazioni industriali nei processi di internazionalizzazione, innovazione e promozione.