Archivi categoria: VIAGGI

Viaggi: in economia, style&luxury, terme…extra Europa, Europa, Italia,

WEEKEND A SIENA PER TREKKING URBANI DA NON PERDERE ; DAL 1 GIUGNO

Ogni domenica, da giugno al 1 novembre, escursioni guidate alla scoperta dei luoghi più suggestivi di Siena


Da giugno al via #SienaFrancigena: 
trekking urbano sulle orme degli antichi pellegrini

00 SIENA 450 PiazzaDuomo

SIENA.

Un tuffo nel passato per calarsi nei ‘panni’ di antichi pellegrini e percorrere il tratto senese della Via Francigena, da Porta Camollia a Porta Romana, facendo tappa in uno degli ospedali più antichi d’Europa: il Santa Maria della Scala.

00 SIENA 300 Pellegrinaio

E’ questo in estrema sintesi, il cuore del progetto #SienaFrancigena, il trekking urbano che prenderà il via ogni domenica, da giugno al 1 novembre e si snoderà nel centro storico, toccando alcuni luoghi tra i più suggestivi e meno conosciuti della città, accompagnati da una guida abilitata.

#SienaFrancigena: le tappe del percorso. Siena è, da sempre, una tappa fondamentale della Via Francigena, tanto da essere stata ribattezzata dallo storico Ernesto Sestan ‘figlia della strada’.

Nel Medioevo, infatti, la città era tra le più ricche e popolose in Europa e offriva ai viandanti la possibilità di trovare ristoro e cura.

Oggi come allora, il tracciato di #SienaFrancigena all’interno delle mura inizierà da Porta Camollia sulla quale domina lo stemma mediceo con l’iscrizione ‘Cor magis tibi Sena pandit’ (Siena ti apre il cuore più della sua porta), simbolo dell’ospitalità senese. L’itinerario continua verso San Pietro alla Magione, la casa dei Templari e poi dei Cavalieri di Malta, a cui la Chiesa è ancora legata, dove sarà possibile riscoprire il contesto in cui venivano accolti i pellegrini e ascoltare la storia dell’Ordine dei Templari.

L’itinerario proseguirà attraversando Banchi di Sopra fino a Piazza Duomo per arrivare al Santa Maria della Scala: uno dei più antichi ospedali in Europa che nel Medioevo forniva cura, assistenza e servizi ai pellegrini, mentre oggi ospita musei e percorsi espositivi. Dopo la visita al Santa Maria della Scala e al Pellegrinaio, splendida sala affrescata che nel Medioevo accoglieva malati, infanzia abbandonati, poveri e viandanti.

I partecipanti continueranno fino a Porta Romana per concludere il percorso ai piedi della Torre del Mangia negli spazi verdi dell’Orto de’ Pecci, dove sarà consegnata la ‘Bisaccia del Pellegrino”: il pranzo a base di prodotti senesi di filiera corta.

Info su #SienaFrancigena. #SienaFrancigena è un progetto dell’assessorato alle politiche per il turismo del Comune di Siena che si svolgerà, ogni domenica, dal 7 giugno al 1 novembre con partenza alle ore 9 da Porta Camollia.

Il percorso ha una durata di circa 3 ore e si snoda per 4 km all’interno delle mura.

Il costo del biglietto, comprensivo di guida,

— ingresso al Santa Maria della Scala e della “Bisaccia del Pellegrino” è di 20 euro e di 10 euro per bambini fino a 11 anni di età.

E’ possibile prenotare, entro le ore 17 del sabato, rivolgendosi a TEXI, chiamando i numeri di telefono 0577- 530038 e 392.1212784 o inviando un’email a HYPERLINK “mailto:info@texi.travel” info@texi.travel. La partenza è garantita indipendentemente dal numero dei partecipanti.

SHAPE \* MERGEFORMAT

#SIENAFRANCIGENA, le tappe

QUANDO
Ogni domenica, dal 7 giugno al 1 novembre 2015, con partenza alle ore 9 da Porta Camollia

IL PERCORSO IN DIECI TAPPE
I partecipanti al Trekking urbano #SienaFrancigena percorreranno circa 4 Km da Nord a Sud all’interno della mura storiche della città di Siena, facendo tappa nei luoghi più importanti che raccontano la città nel Medioevo e la vita dei viandanti durante il loro viaggio da Canterbury a Roma, lungo la Via Francigena.

Tappa 1. Porta Camollia
Porta Camollia si apre su un muro di cinta molto antico. Già nell’XI secolo è documentata l’esistenza di una porta, che per la sua posizione, rivolta verso il territorio di Firenze, è sempre stata la più controllata e la più difesa tra tutti gli ingressi della città. Lungo l’arco esterno, su cui domina lo stemma mediceo, corre l’iscrizione Cor magis tibi Sena pandit (Siena ti apre il cuore più della sua porta), simbolo dell’ospitalità senese.

Tappa 2. Via Camollia
La Via Francigena in molti tratti aveva un percorso irregolare, mentre a Siena assumeva l’aspetto di un percorso urbano più comodo e agibile per i pellegrini, grazie all’opera di selciatura del tratto da parte del Comune di Siena nel 1264.

Tappa 3. Chiesa di San Pietro alla Magione
Per il continuo passare dei pellegrini in cammino verso Roma, poco prima del 1148 i Cavalieri del Tempio si insediarono in Via Camollia, nell’antica chiesa di San Pietro di cui si ha notizia fin dal 998. Attorno alla chiesa fu costruita la “Magione”, ovvero le case con portico circondate da mura di cinta in cui sostavano i membri dell’Ordine durante il cammino verso Gerusalemme. Dopo lo scioglimento dell’Ordine dei Templari, la chiesa e tutti i suoi beni passarono all’Ordine dei Cavalieri Gerosolimitani, successivamente chiamati Cavalieri di Malta.

Tappa 4. Casa di Baldassarre Peruzzi
Situata al numero civico 168 di Via Camollia, la costruzione presenta un primo impianto romanico con archi in pietra. Secondo la tradizione vi nacque Baldassare Peruzzi (Siena, 1481 – Roma, 1436) , architetto.

Tappa 5. Chiesa di Santa Maria in Portico a Fontegiusta
Sempre lungo Via Camollia si incontra la Chiesa costruita tra il 1479-1484 per ringraziare la Madonna della vittoria ottenuta dai senesi contro i fiorentini durante la battaglia di Poggio Imperiale. L’edificio sorse a ridosso delle mura, inglobando il portico del “gabellino” (stanza dove il gabellieri riscuotevano i dazi, le gabelle alle porte della città) della Porta di Pescaia (inserita nella cinta muraria della prima metà del XII sec. in cui si conservava un’immagine della Vergine con Bambino affrescata intorno al 1380.
SHAPE \* MERGEFORMAT

Tappa 6. Via dei Pellegrini
Continuando da Via Camollia verso Via Montanini e poi Banchi di Sopra Si arriva a Via dei Pellegrini, nome che ricorda il fitto passaggio di coloro che si dirigevano in pellegrinaggio a Roma. Percorsa questa via i viandanti si trovavano in Piazza Duomo e dopo aver pregato in Cattedrale, si recavano per assistenza presso il più importante spedale della città: il Santa Maria della Scala.

Tappa 7. Duomo
Ammireremo da fuori il grande capolavoro dedicato alla Madonna Assunta consacrato, secondo la tradizione nel 1179 da papa Alessandro III, tuttavia i lavori di costruzione proseguirono durante il XIII secolo. Nella facciata dominano i colori bianco, verde scuro, rosa, oro, nuovamente riportato alla luce grazie ad un recente intervento di restauro. Numerosi sono i capolavori presenti, a partire dal pavimento, un esempio unico nella storia della pavimentazione lapidea, con oltre 50 commessi marmorei istoriati ed eseguiti con la tecnica del graffito e della tarsia. Nel corso dei secoli grandi artisti hanno contribuito a rendere unica la cattedrale senese: Donatello, Michelangelo, Gian Lorenzo Bernini, solo per citare i più conosciuti. Degna di nota è anche la Libreria Piccolomini in cui l’artista umbro Pinturicchio narra, con il gusto per la descrizione e l’accuratezza dei dettagli, scene della vita di Pio II (papa senese).

Tappa 8. Lo Spedale di Santa Maria della Scala
Documentato dal 1090 deve il nome alla sua posizione davanti alle scale che conducono al sagrato della Cattedrale. Inizialmente era un edificio di dimensioni modeste destinato ad accogliere i pellegrini ed aiutare i poveri, voluto dai canonici della cattedrale. Nel primo nucleo dello Spedale cominciarono ben presto ad operare uomini e donne laici che, mossi da spirito di carità, donavano tutti i loro beni allo spedale di cui entravano a far parte, vivevano in comune, vestivano allo stesso modo e si chiamavano frati e suore nonostante che non appartenessero ad alcun ordine religioso.
Sin dagli inizi del Trecento uno Statuto ne regolava la vita e l’autonomia, dimostrandosi talmente efficace da essere preso a modello da Gian Galeazzo Visconti e dal duca di Milano, Francesco Sforza i quali inviarono a Siena i propri emissari per studiarne la gestione e l’organizzazione. I pellegrini erano ospitati assieme ai malati nell’omonima Sala del Pellegrinaio. Essi ricevevano pane, vino, cibi cotti e potevano lasciare nello Spedale il denaro in custodia o scambiarlo: in appositi registri infatti i frati indicavano il nome del depositante ed eventuali caratteristiche fisiche peculiari come statura, corporatura, cicatrici per identificarlo al ritorno da Roma. Oggi il Santa Maria della Scala ha esaurito le proprie funzioni sanitarie e si presenta come una realtà culturale polivalente europea, in grado di rispondere efficacemente alle necessità delle grandi collezioni senesi e alle crescenti necessità di studio, di ricerca e turistiche.

Tappa 9. Porta Romana
Anticamente detta Porta Nuova, fu costruita tra il 1327 e il 1329, ed è la più grande delle porte di Siena. Sorse sull’antico terreno del distrutto Convento di San Barnaba e sostituì la vecchia porta di San Martino posta più a monte. Attraverso Porta Romana i pellegrini (“romei”) entravano a Siena per dirigersi verso nord attraverso la Via Francigena. Usciti da Porta Romana, il percorso francigeno si snodava verso sud, attraverso le Crete senesi, un territorio aspro e difficoltoso sia in estate che in inverno. Qui i pellegrini bisognosi potevano trovare riparo nella Grancia di Serre di Rapolano di proprietà dell’Ospedale di Santa Maria della Scala. Dalle Crete si proseguiva fino alle vallate del territorio della Berardenga (dove oggi si trova Castelnuovo Berardenga) dominato da fitta boscaglia e coltivazioni.

Tappa 10. Orto dé Pecci
L’Orto de’ Pecci è un “tesoro” verde dalla radici antiche nel cuore del centro storico a due passi da Piazza del Campo. Nel Medioevo i condannati a morte passavano sotto Porta Giustizia per andare ad essere giustiziati. Fino alla chiusura dei manicomi era inglobato nelle pertinenze dell’Ospedale Psichiatrico: i ricoverati coltivavano i campi e gli orti per il fabbisogno di verdura e frutta. Oggi spazi e attività sono gestiti dalla Cooperativa La Proposta per inserire soggetti svantaggiati che provengono dal disagio psichiatrico e da altre situazioni di marginalità. L’Orto de’ Pecci è uno spazio ideale per chi vuole trovare un po’ di relax e per chi vuole fare una sosta culinaria ‘alla vecchia maniera’ nel Ristorante. In Primavera l’Orto diventa anche Fattoria didattica: i più piccoli imparano a conoscere la campagna ed entrano in contatto con “il villaggio degli animali”.

SHAPE \* MERGEFORMAT

Ufficio stampa Agenzia Robespierre
Via dei Termini, 6 – 53100
Tel. 0577 42984
Per contatti:
Marilena Zinna cell. 329 8044929
Lisa Cresti cell. 3346103560

BRASILE : BALENE, TARTARUGHE … E MOLTO ALTRO.

COVER  87

LE BALENE ATTRAGGONO I TURISTI  LUNGO IL LITORALE BRASILIANO

www.visitbrasil.com

Ogni anno, da giugno e novembre, le calde acque dell’Atlantico al largo della costa del Brasile sono frequentate da animali molto speciali: le grandi balene che arrivano dall’Antartide per riprodursi e allattare i loro cuccioli.

La presenza della balena franca australe (Eubalaena Australis) e della megattera (Megaptera Novaeangliae) attira un numero crescente di turisti lungo il litorale brasiliano.

Praia do Rosa, nello stato di Santa Catarina, Morro do Sao PauloCaravelas e Prado, nello stato di Bahia, sono le basi di partenza per un incontro ravvicinato con le balene, ma anche località turistiche dove trascorrere una vacanza indimenticabile tra natura, divertimento e il calore dell’ospitalità brasiliana.

Praia do Rosa: balene, natura e divertimento

Praia do Rosa, con le sue spiagge di sabbia fine, si trova nella regione di Garopaba, 90 km a sud di Florianópolis, capitale dello stato brasiliano di Santa Caterina.

Negli ultimi anni, la destinazione è diventata una meta turistica di fama internazionale con alberghi, resort turistici, ristoranti e numerosi locali per la vita notturna.

La spiaggia è divisa in tre aree. La parte meridionale ospita alberghi, pousadas e chioschi. Al  centro si trova un laghetto, luogo ideale per le famiglie per le sue acque tranquille. La parte settentrionale, esposta ai venti e alle correnti oceaniche più forti, è il paradiso dei surfisti, tanto da essere tappa del campionato mondiale di surf WTC.

Praia do Rosa è situata all’interno di un’area protetta, istituita nel 2000 per contribuire alla salvaguardia della balena franca australe. Il momento migliore per il whale watching è dalla seconda metà di agosto ai primi di ottobre, quando si raggiunge il picco di avvistamenti. Tuttavia, è possibile vedere questi giganteshi animali da giugno a novembre.

Morro de Sao Paulo: 100% natura

Morro de Sao Paulo è situata sull’isolotto di Tinharé (Stato Bahia) e circondata da una barriera corallina. La natura è la protagonista indiscussa, con alcune spiagge accessibili solo a piedi, il mare cristallino e la lussureggiante foresta tropicale. Il tutto con eccellenti strutture per i turisti.

Dal Morro de Sao Paulo è possibile arrivare in barca al santuario delle balene che si trova tra la costa di Bahia e l’arcipelago delle Abrolhos.

Si può raggiungere Tinharé da Salvador tramite un servizio aerotaxi o a bordo di catamarani, barche tipiche della regione, alimentati a vela o a motore.

Prado, Caravelas e le isole Abrolhos: angoli di paradiso

Le città di Prado e Caravelas, sulla costa meridionale dello Stato di Bahia, nota anche come la Costa della Balena, sono la porta di accesso al santuario dei cetacei e della biodiversità, il Parco Nazionale Marino delle isole Abrolhos.

Da giugno a novembre è possibile usufruire dei tour di osservazione in barca per ammirare il gruppo di megattere che ha scelto l’Atlantico meridionale, di fronte al nordest brasiliano, per riprodursi e come nursery per i loro piccoli. L’incontro emozionante con questi giganti marini non è, tuttavia, l’unica attrazione turistica della zona.

La barriera corallina intorno alle isolette disabitate, formando il minuscolo arcipelago delle Abrolhos, è un paradiso per il diving e lo snorkeling, grazie alla favorevole combinazione tra acque limpidissime e vita sottomarina, favorita dalle rigide regole di conservazione del Parco Marino.

Oltre al centro storico e alla cucina a base di frutti di mare, la città di Prado può contare sulla bellezza della costa che dal centro della città si estende per oltre 40 km, alternando lunghe spiagge semideserte protette dalla barriera corallina, lagune ombreggiate dalla Mata Atlantica e calette.

Caravelas ha meritato il titolo di “Principessa delle Abrolhos” per il suo charme discreto, la tranquillità delle sue strade e la cordialità dei suoi abitanti. A differenza di PratoCaravelas non dispone di spiagge urbane, ma nelle vicinanze si trovano le spiagge di Kitongo, Grauçá e Iemanjá.

Per maggiori informazioni sul Brasile si prega di visitare il sito www.visitbrasil.com

Alla scoperta di atmosfere dal sapore coloniale portoghese, ritmi africani, dune, ecoturismo, acque cristalline e  sapori tropicali.

Brasile, tramonto a Guarajuba.
Brasile, tramonto a Guarajuba.

BASILE COME UN SOGNO

Brasile, Porto Seguro, spiaggia
Brasile, Porto Seguro, spiaggia

www.visitbrasil.com

B tramonti brasiliani 2

Nel Brasile del Nordest verso Fernando de Norohna (ottobre/nov/ metà dicembre è bassa stagione, c’è anche meno caldo, comunque è ventilato tutto l’anno): natura selvaggia, delfini, città coloniali,  spiagge infinite, ma il Brasile ha anche molte altre mete che ci sorprenderanno !

Brasile, Praya do Forte.
Brasile, Praya do Forte.

POCHI LO SANNO:

Il Brasile è noto per il suo vino. Negli ultimi anni la produzione di vino brasiliano ha registrato un’enorme crescita. Con 3,3 milioni di ettolitri l’anno, il Paese è il quinto produttore di vino nell’emisfero sud del mondo. Sono più di 1.162 le cantine in tutto il Brasile in un’area complessiva di oltre 82.000 ettari. Grazie alla raccolta manuale e all’introduzione di tecniche moderne, il Paese produce ottimi vini, freschi, fruttati ed equilibrati. L’Enotursimo è sempre più popolare. Le regioni vinicole del Brasile, belle e varie, sono un invito per i turisti ad intraprendere un vero e proprio viaggio alla scoperta del Paese.

Valle Sao Francisco.
Valle Sao Francisco.

La maggior parte delle cantine si trova nello stato di Rio Grande do Sul. Lo Stato nel sud del Brasile è montuoso ed è caratterizzato da valli verdi, giardini dai variegati colori, cascate e un clima subtropicale. La regione vinicola più importante del Rio Grande do Sul è la Serra Gaucha, chiamata anche “Strada del Vino e dell’Uva’. La regione rappresenta l’85% della produzione di vino del Paese. I turisti possono visitare di una delle tante cantine locali e vivere in prima persona l’esperienza della produzione di vino.

 

Brasile, spiaggia.
Brasile, spiaggia.

BRASILE    BRASILE    BRASILE    BRASILE  BRASILE BRASILE  !!!!

Brasile, spiaggia di Guarajuba.
Brasile, spiaggia di Guarajuba.

Da non perdere la BR 101, la strada che si snoda nella foresta affacciata sull’oceano.

-ricordare: nei mesi caldi (da dicembre a marzo) a volte è molto più caldo al sud che al nord, che è sempre ventilato.

-i mesi intorno a dicembre corrispondono alle piogge nella parte vicino all’Amazzonia, dove le piogge sono una costante della foresta tropicale.

-In Brasile si BEVE: la cachaça di limone o di maracuja (buonissmi).

Brasile, vegetazione spontanea sulla spiaggia di Giuarajuba.
Brasile, vegetazione spontanea sulla spiaggia di Giuarajuba.

 

In Brasile sono previste sia le Olimpiadi sia i campionati mondiali di calcio e le infrastrutture si stanno adeguando;

-per l’occasione sarà inaugurato il nuovo grandissimo aeroporto di NATAL (nord-est): SI PREVEDE UN GRANDE SVILUPPO TURISTICO-INTERNAZIONALE DELLE ZONE CIRCOSTANTI.

Brasile, surf a Porto Seguro.
Brasile, surf a Porto Seguro.

 

CLIMA: nel nord-est i mesi più caldi sono: fine dicembre, gennaio, febbraio, marzo; piove, ma sempre alternativamente al sole, in giugno-luglio-agosto; più fresco in settembre-ottobre-novembre.

-Fuori dalle rotte del turismo internazionale:

TUTTO IL BRASILE IN UNA SOLA ZONA! PARATY DI FRONTE A UN MERAVIGLIOSO ARCIPELAGO; vicino e raggiungibile velocemente con barche locali: OCEANO, ARCHITETTURA, FORESTA E CIBO; ideale per avere un’idea del grande BRASILE in un solo luogo !!!

-PARATY è una piccola cittadina, tra San Paolo e Rio, raggiungibile in auto dall’aeroporto di arrivo; fu una colonia portoghese (1776).

-Pousada da Tierra; a soli 1,5 km dall’oceano da € 55 in bassa stagione, wi-fi gratis; raccomandata dai viaggiatori.

-Pousada Agua Viva; a 150 mt.dal centro della città, non lontana dall’oceano; da € 56 in bassa stagione (sett/ott/nov/dic prima di Natale/ dopo Pasqua)wi-fi gratis.

 

Brasile, il frutto di una palma
Brasile, il frutto di una palma

Il luogo di mare vergine più noto in Brasile:  isola Fernando De Norohna Patrimonio Mondiale dell’Unesco (prenotare con anticipo).

Fernando De Noronha  conta alcune deliziose e genuine Pousadas, nonché una popolazione di circa 2000 contadini e pescatori d’incredibile umanità ed orgogliosi di questo pezzo di paradiso ancora esistente al mondo. Tre giorni e due notti sono il minimo per esplorare l’isola e godere delle sue baie incontaminate; qui le tartarughe, in stagione, depongono le uova (come in numerose spiagge della costa, per esempio Guarajuba)

indextartaruga

Fernando De Noronha: cielo, mare e formazioni rocciose uniche, punteggiate da falesie nere vulcaniche.

-la temperatura non è mai sotto i 24° fino ad un massimo di 35°, con il mare sui 24°;

-per 3 notti da 403€ a persona (min. 2 pax) con colazione e guida privata in inglese inclusa.

– quest’arcipelago è costituito da ben 21 isole a soli 4° di distanza dall’Equatore.

-Per POUSADAS ECONOMICHE,VEDI INTERNET.

Fernando De Noronha: è l’unico arcipelago dell’Oceano Atlantico  ad avere una baia riservata ai delfini (Stenella Longirostris) che possono raggiungere i due metri di lunghezza: – qui si può immergersi e nuotare con loroche non mostrano paura dell’uomo e si lasciano avvicinare facilmente.

Fernando De Noronha

-in nessun modo è concesso interferire con la vita degli animali offrendo loro cibo

-Si paga una tassa ambientale giornaliera di 15 US$ al giorno.

L’alta stagione in Brasile va da fine dicembre a fine febbraio, più la Pasqua, è anche il periodo più caldo.

-i mesi da giugno a metà dicembre sono i più freschi e parzialmente piovosi, ma le ore di sole non mancano mai.

Brasile, fiori di Flamboyant.
Brasile, fiori di Flamboyant.

—————–

Brasile, la lunga passeggiata, sicurissima perché sorvegliata da guardie giurate, a Guarajuba vinco alla posada Costa Smeralda.
Brasile; la lunga passeggiata, sicurissima perché sorvegliata da guardie giurate, a Guarajuba vinco alla posada Costa Smeralda.

Natal (nord-est):

-si raggiunge in 9 ore di volo diretto da Milano, 400km di spiagge, dune di sabbia, palmeti, acque tiepide ed adatte alla balneazione.

-si raggiunge in 9 ore di volo diretto da Milano, 400km di spiagge, dune di sabbia, palmeti, acque tiepide ed adatte alla balneazione

– tratti adatti al surf, foresta latifoglia tropicale (a sud)

-simbolo di Natal è il forte Do Reis Magos antico baluardo del XVI secolo con la sua originale forma a stella

-merita una visita la cittadina di PIPA, a nord di Natal

a sud della Praia de Areia Preta si sviluppa il Parque Das Dunas,  la Via Costiera è affascinante per chi ama divertirsi sulle dune :

-nove chilometri di dune di sabbia

-l’ampia spiaggia di Pitangui

-la laguna pescosissima de Jacumà

-le piscine naturali di Muriùe l’area di palme di Cocco di Prainha.

fiori orchidea brasil

 

B-tramonto-FIRMA

 

Brasile, medusa Caravella spiaggiata. Il ritrovamento di queste bellissime meduse non è frequente.
Brasile, medusa Caravella spiaggiata. Il ritrovamento di queste bellissime meduse non è frequente.

 

Heliconia Othotricha.
Heliconia Othotricha.

IL PANTANAL è la zona più a nord, riconosciuta dall’Unesco come Riserva  della Biosfera

-prima di camminare lungo le spiagge informarsi, sempre, sugli orari della marea

-Belem è famosa in tutto il Brasile per la sua gastronomia, qui si trovano anche i ristoranti più prestigiosi del Nord. La varietà di sapori che qui si possono incontrare è stata esaltata dagli chef di tutto il mondo. La quantità di frutta amazzonica è quasi infinita!

Delonix Regia, famiglia delle leguminose, detto Flamboyant.
Delonix Regia, famiglia delle leguminose, detto Flamboyant.

 

brasil guarajuba

SE NON DISPREZZATE IL TURISMO DI MASSA IN  INVERNO GODETEVI IL SOLE
DELLA “VENEZIA DEL BRASILE”
Recife è una delle 12 città che ospiteranno la Coppa del Mondo nel 2014, ma questa città piena di luce offre molto più del calcio!
Recife gode di sole e di un clima praticamente perfetto durante quasi tutto l’anno, con una temperatura media di 25 gradi centigradi, che rende questa città costiera la scelta giusta per trascorrere una vacanza e scappare dal nostro inverno.
-Recife è una grande città con grattacieli e, come in tutte le grandi città, si deve  avere l’attenzione di evitare alcuni quartieri poco raccomandabili.

Cultura

-La splendida città coloniale di Olinda (dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO), 30 km da Recife, è ormai considerata un quartiere di Recife ed offre una valida alternativa più rilassante rispetto al trambusto del centro di Recife. Con il suo labirinto di stradine acciottolate, chiese bianche, palazzi color pastello e piazze piene di verde, Olinda è perfetta per trascorrere piacevoli momenti ricordando che i mesi più caldi sono gennaio e febbraio.

RECIFE:

Conosciuta come la ‘Venezia del Brasile’ Recife’ è una città di mare con ampie spiagge sabbiose e corsi d’acqua che percorrono la città. Uno dei migliori modi per visitarla è attraverso una gita in barca lungo il fiume Capibaribe, per scoprire la bellezza della sua architettura e ascoltare il ritmo della musica tradizionale immersi in un’atmosfera vivace.
Location
Recife è la quinta città più grande del Brasile ed è la capitale dello Stato di Pernambuco.
-nel cuore del Nord-Est del Paese, può essere una sosta prima di  trascorrere vacanze all’insegna del solo sole e mare.

-In questo periodo è particolarmente in fermento poiché sarà una delle città ospitanti della prossima Coppa del Mondo nel 2014, è comunque una città prevalentemente di grattacieli.

Da non perdere da Recife:

Porto de Galinhas (molto “turistico”):

-centinaia di piscine naturali, che si riempiono di pesci coloratissimi durante la bassa marea

-a sud il Delta de Maracaipe ospita i campionati mondiali di surf

-Maracaipe è una pescosa e bella baia tropicale,

-Calhetas è famosa per le splendide insenature rocciose

Brasile-ibiscus-giallo-rosa

————-

Fortaleza:

la città più popolata del nord-est,

-porto di Cumbuco a 30 Km a nord con la sua spiaggia ricca di laghetti, zona ideale per balneazione e surf, skateboard da sabbia per i più originali..,

-Jericoacoara qui vivono solo 6.000 persone dedite alla pesca, all’agricoltura e turismo,

-a 80 km a sud di Fortaleza si trova il Morro Branco: rocce e spiaggia deserta,

-più a sud è famosa la Canoa Quebrada: bellissima  grazie all’immensa  spiaggia

SAN SALVADOR :

-Salvador de Bahia, merita una visita, è la città più africana del continente e rappresenta uno straordinario mix di culture, fedi  differenti.

Salvador fu per ben 300 anni la città più importante dell’impero portoghese dopo Lisbona.

– Le sue chiese barocche ed il quartiere coloniale “nero” del Pelourinho testimoniano un glorioso passato e meritano una visita.

Salvador  è frequentata per sue feste sanguigne e selvagge che riecheggiano i libri di Jorge Amado.

–  Il Pestana Convento do Carmo (del gruppo alberghiero Pestana Hotels & Resorts) è una sistemazione prestigiosa; magnifico convento del XVII secolo con piscina nel patio e maestosi azulejos nelle sale del ristorante.

Da Salvador di Bahia con un pass di 4 coupon della linea aerea Varig o TAM a 399€  (+30€ di tasse aeroportuali)  si può prendere un volo interno per il Nord-Est, meno conosciuto dal turismo di massa

-Morro De Sao Paulo nell’isola  di Tinhare’ merita una visita se volete vedere qualcosa di speciale, fuori dai soliti ittinerari turistici. Qui non ci sono auto, le prime spiagge che si incontrano non sono le migliori, ma la più lontana è indimenticabile.

-L’Isola di Tinhare’ si raggiunge via mare con il catamarano (80 Reales, solo andata, in 2 ore e mezza di viaggio, si parte da San Salvador; voli aerei privati 445 Reales solo andata.

-Ottima sistemazione:  FAROL DO MORRO

——

Brasile, Guarajuba, passeggiata lungo il mare e fiori spontanei.
Brasile, Guarajuba, passeggiata lungo il mare e fiori spontanei.

UNA META FUORI DAL TURISMO DI MASSA.

Fiore di una palma.
Fiore di una palma.

GUARAJUBA  a nord di Salvador di Baja, qui il mare è splendido, acque tranquille protette dalla barriera corallina (in gran parte semi-morta). Il pregio di questo luogo sta anche nella possibilità di camminare per chilometri lungo le spiagge quasi deserte (in bassa stagione) con la sicurezza offerta dalle guardie private che controllano tutta la zona privata. Un discreto riferimento:

-Pousada Costa Smeralda, lontano 200 mt. dall’oceano e con un servizio gratuito alla spiaggia attrezzata più vicina (1.500 metri dalla pousada)

–Hotel CANTO DO MAR: fu il miglior albergo della zona, ora è un modesto albergo in uno splendido contesto naturale fronte mare, con poco personale gentilissimo (sig Alvaro). In bassa stagione, pagando in contanti, si può trattare sul prezzo, per lo meno fanno uno sconto del 5% su 180 Relais al giorno (65€ c.a.secondo cambio )per 2 persone in una camera, vista mare, con colazione; 160 realis per 1 persona; tel 0055. 71. 36741155/ 36740313; www.hotelcantodomar.com

-Se si vuole affittare una casa ci si può rivolgere a Gido (leggi GHIDO) presso l’omonimo ristorante vicino alla  spiaggia di Gurajuba o al sig  Alvaro dell’hotel  Canto do Mar

-A Guarajuba ci si può rivolgere al TAXI: tel 71 9962-8639 / 71 8206-8835 idi.jose@gmail.com è sempre consigliato trattare sul prezzo; per un breve transfert (10′) in zona chiede 40 reales per tratta

– In 2 persone è assolutamente più economico affittare una macchina che va ritirata in aeroporto (1 ora da Gurajuba), anche per 1 persona conviene fare calcolare se è preferibile disporre di un’auto almeno per qualche giorno per conoscere i dintorni.

-Hotel Vila Galé Mares 5 stelle, Guarajuba, www.vilagale.com.br la soluzione più costosa, ma anche la migliore, è previsto un servizio all inclusive, buon rapporto qualità prezzo in bassa stagione: settembre-metà dicembre e marzo-luglio.

Brasile, Itacimin dove ancora si nuota con le tartarughe ! Vista dalla Posada de Espera.
Brasile, Itacimin dove ancora si nuota con le tartarughe ! Vista dalla Posada de Espera.

 

TARTARUGHE

FUORI DALLE ROTTE DEL TURISMO INTERNAZIONALE: Itacimin (a nord di San Salvador de Bahia, vicino a Guarajuba) zona di nidificazione delle tartarughe marine, qui è possibile nuotare con loro tutto l’anno !!!

PUSADA DE ESPERA Itacimin (Camaçari), Estrda de Coco (BA 099)Km 48 (a nord di San Salvador de Bahia, vicinissima a Guarajuba), www.puosadadaespera.com.br

-il miglior rapporto qualità prezzo, in bassa stagione 180 Reales (65/70 euro c.a.) per 2 persone con colazione, anche camere direttamente sulla meravigliosa spiaggia

-ottima cucina, molte persone vengono da fuori per mangiare qui

-il personale è gentile e professionalmente preparato

-direttore sig. Gustavo Savastano, gsavastano@pousadadadaespera.com.br

Brasile, la bella superstrada costiera a nord di San Paolo.
Brasile, la bella superstrada costiera a nord di San Paolo.

 

Brasile, Praya do Forte, l'insegna del Centro per la salvaguardia delle tartarughe.
Brasile, Praya do Forte, l’insegna del Centro per la salvaguardia delle tartarughe.

Praia Do Forte, si  trova a 10′ di auto da GUARAJUBA; ambiente internazionale e una serie infinita di negozi e ristoranti; può essere interessante visitare la sede dell’associazione che  si occupa della salvaguardia delle tartarughe, che nidificano su queste spiagge,  e dei loro nidi (le uova si schiudono in dicembre).

A Praia Do Forte non si può perdere la bellissima spiaggia famosa per le sue “piscine”: con la bassa marea il mare lascia scoperte  vecchie formazioni coralline, ormai morte, con una maschera (affittabile sul posto) è possibile vedere ancora qualche pesce colorato; comunque lo spettacolo paesaggistico è di sicuro interesse anche per i surfisti che, al largo, trovano delle onde ideali.

Praia Do Forte fu un tempo famosa per le comunità di hippies che vi si installarono, ora è solo un centro turistico internazionale ricco di ristoranti e negozi (la qualità qui è forse più cara che in Europa)

-Sulla spiaggia delle “piscine” ogni giorno arriva un rappresentante di quella che, forse, è l’unica comunità hippies rimasta; vivono nella foresta, accettano ospiti e producono pregiati gioielli artigianali, che vendono anche sulla spiaggia.

IMG_0392

Porto Seguro, a sud di SAN SALVADOR

-Si tratta di una destinazione molto famosa e costosa, ma interessante.

-Una buona strada collega Ilhéus a Porto Seguro, in direzione sud; ci si arriva in autobus in 5 ore (costo 24 R$ – 7 €).

Porto Seguro, come detto sopra, è  luogo molto turistico, ma con il traghetto per  il Rio Buranhem, ci si collega alla strada che corre parallela a spiagge da sogno (sempre verso sud) e si raggiunge il villaggio di Trancoso, posto su un promontorio a 26 Km dall’imbarco del ferry.
Trancoso, come tutto il litorale  al tramonto è pieno di magia,

-oggi è una destinazione del jet-set; costosa

– da ammirare i colorati edifici coloniali,

– pousadas e i ristoranti tra gli alberi ( ma nelle ore centrali del giorno è molto caldo)

– a Trancoso si può trovare anche  un alloggio economico: alla fermata dell’autobus che proviene dal villaggio di Arraial d’Ajuda (situato a soli 4.5 Km dall’imbarco del ferry,  posto di villeggiatura turistico!), si incontrano giovani procacciatori, che vi accompagnano presso le pousada del villaggio. I ragazzi generalmente sono seri e affidabili.

Trancoso

-Tempo fa il New York Times definì Trancoso il più chic  del pianeta. Qui hanno casa Calvin Klein, Valentino, Lapo Elkan, Steven Spielberg…banchieri svizzeri e architetti americani

-Trancoso è considerata una città eco-schic.

-In passato altre città sono state altrettanto famose, vedi: Canoa Quebrada, Florianopolis…

-Trancoso è il luogo dell’antichissimo insediamento indios di PATAXOS (alcuni rappresentanti di quella popolazione vivono ancora qui); questo fu anche il primo tratto di costa colonizzato dai portoghesi alla fine del XVI secolo. Qui si incontra anche una delle più antiche chiese del sud-America.

– Le spiagge vicino a Trancoso sono considerate tra le più belle del paese; i loro nomi sono: Espelho, Coqueiros, Pedra Grande e Ponta de Corubao. Qui si incontrano torrenti d’acqua dolce che si fondono con la barriera corallina. Queste spiagge furono tra le mete agognate dagli hippies degli anni ’70

-Trancoso è  famosa anche perché l’architetto Oscar Niemeyer che inventò Brasilia qui sogna di costruire un importante centro culturale.

-Oggi Trancoso è il luogo di “fuga” di  creativi di tutto il mondo; si parla di una “Saint Tropez” brasiliana.

-164 euro per la pousada eco-chic ETNIA www.etniabrasil.com.br  o al reasort ESTRELA D’AGUA www.estreladagua.com.br  doppia 224, ma su internet troverete anche prezzi più bassi, in bassa stagione, trattando e pagando in contanti.

-I Vip mangiano da Cantiho Doce.

-Non si deve perdere la gita in kayak sul rio Trancoso.

– Il mese di febbraio è affollatissimo e caldo, ma  le rumorose feste in spiaggia sono molto chic.

-da non dimenticare una visita alle dune di Genipabù

———

Praia de Espelho la terza spiaggia più bella , e cara di tutto il Brasile  Raggiungerla è un’avventura (a sud di San Salvador de Bahia e di PORTO SEGURO):

-totalmente deserta senza infrastrutture turistiche

– le pousade della zona non sono in grado di dare buone informazioni su come raggiungere questa spiaggia

-piste di sabbia dissestate insidiose, con la moto c’è il rischio di farsi male

-Meglio aggregarsi ai tour organizzati in Combi  noleggiando un buggy, il cui costo giornaliero si aggira sui 100 (ma i prezzi aumentano vertiginosamente) R$ -40 e più € (il prezzo diminuisce se è buona la capacità di contrattare in bassa stagione), altri 30 R$ di benzina

-Per arrivare alla Praia de Espelho si incontrano bei panorami:  aironi guardabuoi, civette e falchi, il villaggio degli indios Pataxò:

-solitamente chi ha un’auto offre passaggi gratuiti: ai bambini , alle signore e agli operai.

Luoghi pieni di poesia e fuori dal turismo di massa.

-La spiaggia di Espelho/Curuipe è  impressionante, lunga e deserta, con ruscelli che sfociano nel mare (attenzione a correnti e maree), sede di riproduzione delle tartarughe marine;  proseguendo in direzione sud, per un tratto di pista, impraticabile quando piove, da qui si arriva al semplice villaggio di Caraiva e al parco di Monte Pascoal

La Pousada Campestre,a pochi metri dal Quadrado, offre appartamenti con a/c, ventilatore e terrazzino con amaca a soli 45/50 (prezzi da verificare, crescono vetiginosamente) R$ per il casado (12/14 € in bassa stagione, i prezzi sono in rapida salita), incluso il caffé, che viene servito al risveglio sul tavolo in terrazza! Buona anche la pousada Zen Mandir sul mare. Al Restaurante Maritaca la pizza è ottima: (85 R$ per 2 pizze e 2 dolci – 24€).

Calcio
Recife ha già ospitato la Coppa del Mondo nel 1950. Nel 2014 le partite si terranno presso la nuovissima Pernambuco Arena, costruita a seguito di un investimento di oltre 188 milioni di
Euro e che rappresenta un punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile del Brasile.

———————————

Il Brasile non è solo bellissime spiagge, ma anche

ECOTURISMO:

SERRA DO CIPO‘: a 90 km da Belo Horizonte

-grande varietà di fauna locale:volpi,scimmie, capivara,cervi delle pampas, formichieri, giaguari…

-avventure a piedi sulla catena montuosa, scalate…

-cascate meravigliose (la Farofa è la più bella, ma si deve camminare, ma quando ci si fa il bagno è come essere in paradiso…)

-grotte e caverne con scritte rupestri

-kayak, canottaggio

Santa Catarina:

-in questo stato si trova tutto quello che si desidera

-premiato come il miglior stato del Brasile per il turismo

-dai 36° estivi ai -10 invernali

-cultura, svago, ecoturismo, sport, gastronomia, terme…

-500 spiagge

-montagne anche innevate

-acque termali

-gastronomia ricchissima e variegata 

JERICOACOARA: è la destinazione del vento e delle onde per la gioia di wind-srf, surf e kitesurf

Pousada Mosquito Blu sofisticata semplicità, direttamente sul mare, bellissimo giardino.

Pousada Vila Kalango: ambiente informale, ma curato per una clientela giovane e sportiva

MATO GROSSO DO SUL:

-NEL MEZZO DEL BRASILE

-CATENE MONTUOSE, GROTTE, CASCATE E FIUMI LIMPIDISSIMI DOVE NUOTARE

SANTAREM:

-la bio diversità è di casa

-perla del Tapajos

-ALTER DO CHĀO spiaggia esotica primitiva, sembra di essere al mare

-il fiume Tapajos è conosciuto come i Caraibi Amazzonici!

-A 27 KM A NORD DI SANTAREM l’isola di Agua Puerta è l’ideale per vedere aironi, pappagalli…

-spiaggia Ponta de Pedras: formazioni rocciose e splendida vegetazione

-SPLENDIDA CASCATA: Cachoeira do Aruā, nella parte alta del fiume Arapiuns, si raggiunge, via fiume, in 10 ore

– Isola: ILHA GRANDE

ILHA GRANDE a sud di Rio ricoperta da una fitta foresta solcata da fiumi e cascate

-un mare splendido, con una delle più belle spiagge del Brasile.  Per dormire: Posada Riacho dos Cambuca ruspante con giardino fiorito tutto l’anno www. riachodoscambucas-ilhagrande.com

——————-

ACQUISTARE CASA IN BRASILE:

-LA MONETA BRASILIANA ha risento, sino a 5 anni fa,  di un momento molto propizio grazie alla grande crescita economica del paese e configurava tra i paesi più interessanti dove investire con una veloce crescita garantita.

-I prezzi degli immobili rimangono  inferiori all’Europa, ma il costo del mantenimento non li rende più altrettanto appetibili.

– L’unico mercato che funziona bene è quello interno brasiliano.

Ora gli appartamenti in vendita sono moltissimi e moltissimi stanno per essere costruiti, il costo  di gestione condominiale è molto alto. Si dice di un’ulteriore crescita di valore grazie ai prossimi campionati mondiali di calcio e alle Olimpiadi. Comunque ora il Brasile non è così economico come in passato, solo i ristoranti in riva al mare, fuori dalle grandi città, hanno prezzi interessanti. I taxi costano quasi come in Europa. I grandi arrivi di charter dalla Spagna, Portogallo e Italia sono terminati a causa della crisi dell’euro e della conseguente perdita di valore rispetto all’ormai rivalutatissimo Real.

-la benzina costa 1,60 euro al litro e l’elettricità è economica, ma si deve prevedere una buona spesa per l’aria condizionata, quasi indispensabile per un europeo; comunque il litorale, sul mare del nord-est, è sempre ventilato, ma nelle case fa caldo.

-Per chi vuole cercare casa in Brasile

-Anche nelle zone più sicure anche per una donna sola, come Guarajuba, tutte le strutture prevedono un servizio di polizia privata e la manutenzione di una serie di strutture, più o meno condominiali, come piscine, giardini… che portano il costo mensile del condominio ad c.a. 200 euro al mese, più 700 euro di tasse da pagare annualmente al governo brasiliano;più quanto previsto in Italia per l’acquisto di una casa all’estero 5 x 1.000

-Nella zona di Guarajuba le soluzioni sono moltissime; stanno costruendo molto secondo un’estetica moderna e funzionale e si parte da 90.000 euro, 1 km e mezzo dal mare, per salotto/cucina, bagno e camera da letto. Ma il costo  delle spese condominiali supera i 2.000/2.500 euro l’anno.

Per le soluzioni nuove sul mare prevedere almeno  176.000 euro.

ICIA costruisce a Alphaville (vicino a Guarajuba) www.alphaville.com.br/litoralnothe2

 

IL PARADISO DEGLI ANIMALI E’ MINACCIATO, LO DICE IL NATIONAL GEOGRAPHIC.

animali giraffe IMG_1006

L’OKAWANGO, IN BOTSWANA, E’ L’EDEN RIMASTO DI QUELLO CHE FU L’AFRICA PRIMA DELL’UOMO

BIANCO.

IL LIBRO “OKAVANGO AFRICAN’S LAST EDEN” ILLUSTRA E SPIEGA QUESTO PARADISO SULLA TERRA ATTRAVERSO

CR ANIMALI8IMG_5085

CR ANIMALI TUCANO RIDOTTA 450IMG_4906

zoo uccello animali

Il delta dell’ Okawango non ha le scenografie di Ngoro Ngoro in Tanzania, ma è molto più selvaggio e riproduce perfettamente quell’Africa selvaggia amata da tanti uomini e donne,  come la famosa Karen Blixen che scrisse “La mia Africa” poi divenuto notissimo film.

L’autore-fotografo vi ha trascorso un intero anno “inseguendo leoni e altri animali selvaggi, attraversando paludi” e cercando di spiegare l’importanza che l’acqua ha in un delta (ma anche in tutto il resto del mondo).

-Le variazioni dei livelli delle acque sono alla base di habitat differenti che morirebbero se modificate anche di poco.

Keta Monsepele, biologo dell’Okavango Research Institute, lancia l’allarme a proposito delle dighe che Namibia e Angola hanno intenzione di realizzare a monte del delta e che ridurranno drasticamente la portata delle acque.

Anson Mackay, dello University College di Londra, sostiene che un pericolo viene anche dal numero di elefanti, in Botstwana sono 100.000, che abbattono alberi utili a mantenere dolce l’acqua del delta.

Inoltre il governo locale sta cercando di equilibrare gli interessi e la sicurezza degli abitanti del posto; permettendo loro di aprire attività legate al turismo. Locali e pescatori ovviamente vedono nei coccodrilli e leoni come pericolosi  antagonisti.

ISOLE DI CAPO VERDE: BOA VISTA SPIAGGE DESERTE, SURF, PAESAGGI INCONTAMINATI, RICCA PESCA.

COVER OK Boa Vista Sta monica spiaggia mare1

BOA VISTA una delle ISOLE DI CAPO VERDE.

TUTTE MOLTO DIVERSE TRA LORO.

SAL  E’ LA PIU’ TURISTICA,  BOA VISTA E’ DESERTICA CON PANORAMI MOZZAFIATO.

SAO VICENTE E’ L’ISOLA DEGLI ARTISTI E DELLE SPIAGGE INCONTAMINATE.

SANT’ANTÃO E’ FAMOSA PER LE SPIGGE VULCANICHE E LA RICCA VEGETAZIONE.

COVER ANIMALI TARTARUGA OKOK

  A BOA VISTA LE TARTARUGHE  “CARETTA CARETTA” DEPONGONO LE UOVA LUNGO I 60

CHILOMETRI DI LITORALE.

Sulla spiaggia di Ervatao, i volontari proteggono la deposizione delle uova di tartaruga  e la loro schiusa.

Boa Vista spiaggia Verandiha tartaruga piccola

Boa Vista;  spiaggia Verandiha, guscio di tartaruga. Nonostante le attenzioni costanti, qualche tartaruga viene, comunque, catturata e mangiata.

Boa Vista Sta ok monica spiaggia mare1

Boa Vista; spiaggia di santa Monica. Oggi vi è stato costruito  un grande e lussuoso centro turistico.

Boa Vista Santa Monica al tramonto 3 144 (58)

Boa Vista. Spiaggia di Santa Monica con la luce del tramonto.

Boa Vista spiaggia ok083

Boa Vista. Playa de Chavez, nonostante le strutture turistiche, ha ancora angoli incontaminati e deserti.

Il viaggiatore che cercasse un’isola con un clima dolce, anche in inverno,  e non troppo lontano dall’Europa potrà trovare a Boa Vista la sua meta ideale.

A differenza delle isole Canarie, qui si fa il bagno anche in inverno, ma non quando tira il vento forte e non c’è il sole. Prima di fare il bagno ci si deve informare sulle correnti che possono essere pericolosissime, ma nelle baie ben riparate non c’è alcun pericolo.

Il mare, quando è mosso, è molto gradito da chi pratica windsurf e surf. Comunque è bene essere molto prudenti e informarsi accuratamente, a volte il mare travolge anche gli stessi isolani imprudenti.

Boa  Vista è il regno dei pescatori: con la canna da riva, in barca o come pesca d’altura; qui il mare è pescosissimo.

Molti gli appartamenti in affitto anche per tutto il periodo invernale.

Le strutture alberghiere offrono pacchetti comprensivi di pensione completa  e volo; l’ideale per il soggiorno di 7/ 15 giorni.

A Boa Vista il pesce è molto economico, ma frutta e verdura non costano meno che in Italia.

Se volete organizzarvi da soli un tour delle isole potete farlo, ma dotatevi anche di buona pazienza; potreste avere qualche problema di coincidenza.

Se non mate i your organizzati cercatevi un buon autista con una jeep, le strade non sono ben segnalate e il deserto è abbastanza grande per potersi perdere.

In un solo giorno potete fare il giro dell’isola. Ma se volete visitare con calma e fermarvi a fare il bagno nelle diverse spiagge potete dividere il tour  in due giorni.

Boa Vista spiaggia di Verandinha
Boa Vista spiaggia di Verandinha

Le spiagge sono lunghe e deserte, ovunque  si cerca di proteggere le tartarughe. L’interno è ricco di oasi che raccontano la loro storia, il nord è caratterizzato da spiagge assolutamente deserte e il mare è ovunque pescosissimo; sia per la pesca con lenza che per quella d’altura.

COVER  boa vista dal faro2

Le spiagge del nord, vicino al faro. Cabo Gata.

boa vista il faro

Cabo Gata; il faro.

Boa Vista  casa3 144 (46)

Boa Vista: casa.

Boa Vista mare San Rey

boa vista cielo e palme

Boa Vista pescatore 2 008

Boa Vista FIORI ibisco bianco  3 144 (95)

FIORI Boa Vista 3 144 (33)

3Boa Vista 3 144 (60) copy

“Spinguera”, hotel di charme, isolato dal mondo,ma di fronte all’oceano,  offre la tranquillità assoluta e prezzi alti.

3Boa Vista 3 144 (63) copy

Ingresso dell’Hotel Spinguera.

3Boa Vista 3 144 (84) copy

Cabo Santa Maria. Il  relitto nasconde il nido dell’aquila di mare.

Il rapporto qualità prezzo è molto buono e gli alberghi offrono una cucina molto gradita, da non perdere un’ uscita ad un buon ristorante per provare la cucina locale.

3Boa Vista 3 144 (48) copy

 Boa Vista, paesaggio quasi australiano.

Boa Vista grande spiaggia bianca dunaok copy

Il deserto, in alcuni punti, è bianco come la neve.

PANORAMI Boa Vista Boa Vista 2 066

Playa Chavez; vicino alle grandi infrastrutture turistiche.

3Boa Vista 3 144 (71) copy

 Cabo Santa Maria al tramonto.

boa vista ok deserto copy

Panorama tipico di Boa Vista, simile ad alcuni paesaggi australiani, all’orizzonte gli antichi vulcani; ora spenti.

Boa Vista Pico de Estancia verticaleok copy

 Boa Vista;monte Estậncia;  paesaggio all’interno dell’isola con vulcano spento.

3Boa Vista 3 144 (79) copy

 Anche a Boa Vista il deserto avanza a causa della scarsità di piogge, sempre più grave; le antiche oasi sono inondate dalla sabbia. 

Boa Vista Povocao Velha casa azzurra montagna copy

 Rabil; scuole.

 BV Cappella di S.Antonio

Cappella di San Roque.

Boa Vista Sta Monica Grazia ok copy

I 36 chilometri di spiaggia di Santa Monica sono già occupati, solo in parte, da modernissime strutture turistiche.

case da recuperare 2 copy

Curral Velho, un antico villaggio di pescatori.

Boa Vista playa Verandinha copy

Grotta di Farandina.

animali uccelli mare Boa Vista 3 144 (99)

Boa Vista deserto bianc  3 144 (53)

Boa vista: deserto bianco.

Boa Vista porto San Rey
Boa Vista porto San Rey

Splash&Spa Tamaro (dopo Lugano, CH): la meta ideale per fare il pieno di energia.

COVER Splash&SPA Tamaro_VascaSalinaIodata

Il grande parco acquatico di Rivera presenta l’innovativa vasca salina iodata, ideale 

Splash & Spa, terrazza, piscine esterne, cupole bianche illuminate.
Splash & Spa, terrazza, piscine esterne, cupole bianche illuminate.

PER SAPERNE DI PIU’ VEDI ANCHE QUESTO LINK: http://www.donnecultura.eu/?p=1751

ZONE SEPARATE PER DIVERTIMENTO E RELAX

IMMENSI SCIVOLI PER IL PURO DIVERTIMENTO

TANTI TIPI DI SAUNA, GRANDI PISCINE ANCHE CON ONDE, PISCINE CALDE ALL’APERTO ANCHE CON ACQUE CURATIVE E …ZONE RELAX …MOLTO ALTRO TUTTO DA SCOPRIRE !

SPA
SPA
Sauna dell'argilla.
Sauna dell’argilla.
Sala del sale.
Sala del sale.

Splash&Spa Tamaro, l’innovativo parco acquatico con centro SPA  a Rivera (Svizzera sulla strada per Locarno in zona Monte Ceneri, dopo Lugano), presenta tra i suoi tanti trattamenti wellness la rilassante vasca salina iodata, capace di rinvigorire spirito e corpo anche con una sola, breve seduta.

É infatti scientificamente provato che lo iodio è ricco di straordinarie proprietà terapeutiche: riattiva la circolazione, riduce lo stress, abbassa la pressione, rinforza le cellule, previene l’artrosi e combatte la formazione di radicali liberi, con effetto antiossidante. I benefici di un bagno nell’acqua salina iodata si notano già dopo soli quindici minuti.

-Splash&Spa Tamaro pensa però anche ai più piccoli, o più semplicemente a chi decide di passare una giornata all’insegna del divertimento. Ampia la gamma di scivoli tra cui poter scegliere, dai più avventurosi a quelli pensati per tutta la famiglia, e altrettanto ricca l’offerta di piscine: indoor con onde artificiali, esterna e riscaldata, con poolbar e per i più piccoli, con fontanelle e spruzzi.

-Splash&SPA Tamaro è aperto 365 giorni all’anno.

Da Splash&SPA Tamaro una ricca offerta di servizi e trattamenti per affrontare la nuova stagione al top!

DALL’ITALIA LA LOCALITA’ TAMARO SI RAGGIUNGE VIA AUTOSTRADA SUL PROSEGUIMENTO MILANO-COMO-CHIASSO-DOPO LUGANO USCITA TAMARO MONTECENERI

-OPPURE DALLA STRADA STATALE DA COMO PER LUGANO PROSEGUENDO (DOPO LUGANO) IN DIREZIONE BELLINZONA-TAMARO-MONTECENERI.

 Per maggiori informazioni

Splash e Spa Tamaro SA‎ Ufficio Stampa Italia – First Class PR

Diana Ivanisevic Stefania Fiondini

Responsabile Marketing e PR HYPERLINK “mailto:stefania.fiondini@firstclasspr.it”stefania.fiondini@firstclasspr.it

 HYPERLINK “mailto:diana.ivanisevic@splashespa.ch”diana.ivanisevic@splashespa.ch HYPERLINK “mailto:splashespa@firstclasspr.it”splashespa@firstclasspr.it

Tel. +41 91 936 22 22 Tel. +39 02 92871588

INDIA:INCREDIBILE INDIA ! NATURA, ARCHITETTURA, AYURVEDA E SPA ECC…

L’India è natura incontaminata, caccia fotografica alla tigre, folclore, benessere-ayurveda-spa, treni storici con i confort più moderni…città antiche dall’architettura unica al mondo… , massaggi sublimi e rigeneranti, antichi palazzi galleggianti trasformati in lussuosi hotel, mare, cultura,  è shopping tra tessuti lussuosi, templi  buddisti.

NATURA: tigri, scimmie, leoni, elefanti, rinoceronti, ma anche orsi, antilopi, leopardi delle nevi, yak, cervi…coccodrilli, tartarughe e foreste in numerosi e grandiosi Parchi Nazionali

2.000 specie di pesci – 1.200 di uccelli – 340 mammiferi – 238 serpenti – 50 mila specie vegetali.INDIA b6b9646a72

INDIA53db11ab70

” L’India è una terra meravigliosa, un paese immenso, un subcontinente con una storia millenaria, che ci riporta indietro di 7.000 anni. 

L’India ha molto da offrire, e le alternative sono semplicemente infinite.

Dalle cime innevate dell’Himalaya allo smeraldo delle isole Laccadive, 

-dalle verdi piantagioni di the del Darjeeling ai maestosi templi dell’Orissa e Tamil Nadu,

-dal simbolo più puro dell’amore, il Taj Mahal di Agra, ai percorsi spirituali sulle tracce del Buddha negli stati del Bihar e Uttar Pradesh,

-dai sontuosi palazzi e forti del Rajasthan, alla natura incontaminata di Corbett o Kanha National Park,

-dalle tranquille lagune del Kerala alla pulsante vita delle metropoli di Delhi e Mumbai,

-dal mondo cibernetico di Bangalore e Hyderabad allo stile di vita etnico e autentico del Nord-Est:

-in India c’è sempre qualcosa per tutti i gusti.

-Per i viaggiatori più avventurosi, e le lune di miele più romantiche,

-per il  segmento di lusso, o per i backpackers low cost,

-per chi è alla circa di benessere e Ayurveda o

-per gli affezionati di Sole, Sabbia e Surf, 

-per gli amanti del classico, della musica e della danza, e

-per gli intenditori di cucina: tutti gli interessi e i desideri trovano completa soddisfazione in questo paese”.

Così parla dell’India Mr. Gobind C. Bhuyan, Direttore Ente del Turismo Indiano di Milano.

INDIA DONNA1093x50d302e328c    INDIA 1066x50d302bd430   INDIA 964x50d3020c3ad4  INDIA TIGRE ANIMALI 1121x50d303270f8   INDIA DONNE COLRI1120x50d30325b1b

TESTATA  alba sui toni del blu a Tangalle

INDIA INSOLITA

INDIAzf6r_VintageRides

 

Touring con una Royal Enfield ..

Questo è il  nuovo modo di visitare l’Indi; proprio in sella a una bella moto.

Il leggendario Royal Enfield 500 cc è un antico retaggio  motociclistico dell’esercito britannico. Vintage Rides vi porta fuori dai sentieri battuti per offrirvi un viaggio nella campagna più che sorprendente e senza tempo.

INDIA zf6r_VintageRides_1

2.000 chilometri attraverso la terra dei Maharaja …

L’Occidente potrebbe immaginare il Rajasthan come l’India delle Mille e una notte. L’esperienza di un giro in moto con un 500cc perfettamente restaurato. Un proiettile, con 2000kms di tour su autentiche piccole strade battute, combinando relax e  eventi culturali

Potrete viaggiare in piccoli gruppi, di villaggio in villaggio attraverso il deserto del Thar e scoprire paesaggi diversi, incontri con le comunità locali, e lodge nel Palazzo del Maharaja. La zona è perfetta per le avventure in coppia o anche per l’avventuriero solista …

INDIA zf6r_VintageRides_2

Heritage Tour of India …

Ricco tour del patrimonio culturale indiano, un tuffo nella  gloria del passato e lo stile di vita maestoso dell’India dei Maharaja. Da nord a sud dell’ India e da est a ovest, i monumenti storici, le rovine, le  fortezze e i palazzi. Questa vibrante arte e architettura raffigurata nei monumenti indiani che sono motivo  di attrazione per i turisti.

I monumenti più famosi dell’India sono:  Taj Mahal, Agra Fort e Fatehpur Sikri in Agra, Qutab Minar e la tomba di Humayun a Delhi …

INDIA zf6r_VintageRides_3

Flirtare con l’Himalaya …

Il Nepal è una terra di contrasti estremi. Ha una topografia unica, dalla pianura con la sub-giungle tropicale, alle condizioni artiche degli altopiani dell’Himalaya. Come risultato, il Nepal è stato dotato di una grande varietà di tipi di vita. Qui si possono vedere animali selvatici come il cervo di palude, cervo muschiato nero buck blu toro, la tigre reale del Bengala, gharial e coccodrilli  e l’ultimo di una razza di Asiatic-bufalo-selvaggio.

KERALA zf6r_Kayaking

Kerala

UFFICIO DEL TURISMO INDIANO:

Il bel sito invita, illustra  e spiega:   http://www.IndiaTourismMilan.com  Milano, via Albricci 9, tel. 02.804.952

Da Milano al Kerala con la linea aerea 5 stelle: QATAR AIRWAYS www.qatarairways.com , Milano, Piazza della repubblica 32.

Un sito per avere altre idee sui viaggi in India:

www.voyagesdesigners.com

INDIA 5e119d7994

REGIONE DEL KERALA:

  INDIA a166492726

Il Kerala è una regione tranquilla che ben si addice, sia a chi cerca spiagge, mare e relax con cure ajurvediche, sia a chi vuole vivere il suo relax nel fitto della foresta a contatto con paesaggi e laghi da favola. Sulle montagne il clima può essere anche fresco e piacevole.

-dove: India sud ovest (comprende la punta finale dell’India)

-cosa offre: un ottimo rapporto qualità/prezzo dal 5 stelle alla sistemazione più economica, un altissimo standard di sevizi per il benessere della persona: cure ayurvediche, spa, massaggi per il benessere e la salute dell’individuo, cure personalizzate e finalizzate (dimagranti, ringiovanenti, anti-stress, relax, yoga…)

-un mare pulito, grandi spiagge di sabbia fine circondate da palme…

-una regione montuosa, nella parte più orientale, dove il clima è fresco con la vegetazione  della foresta vergine: orchidee…uccelli rari…pavoni

CARMELIA il PARADISO: a 2.000 mt 

-COME IN UNA FAVOLA VIVRETE UNA STRAORDINARIA IMMERSIONE NELLA NATURA

– come nel paradiso terrestre!

clima fresco, ma non freddo

-2 laghi tutti per voi

-lo stress e l’inquinamento qui sono sconociuti

-in montagna, circondati da piante di cardamomo, godrete dell’aroma delle spezie

-camminando nella tenuta potrete raccogliere ananas, manghi, guava, banane, arance, il frutto del burro, litchi, papaye e frutti della rosa

– 4 stelle, lusso e privacy nelle dimore nel verde, anche camere all’altezza delle fronde degli alberi con gradi verande

-a 80km a sud, guida a sinistra, si trova la punta dell’India dove ammirare alba e tramonto sul mare

-un lago per pescare ciò che lo chef cucinerà per voi

trekking anche notturno a dorso di elefanti

-piscina e gite in barca circondati da colline, montagne e verdi vallate

-avvenimenti culturali e danze locali

cucina multietinica di alto livello: indiana, cinese, internazionale

-conferenze, assistenza medica, ayurveda e programmi anti-stress, cura di artrite/artrosi, cure per obesi, spa per la vostra bellezza…

INDIA 1153x50d3035f753

  INDIA 467x50d2ead7ee78

 INDIA 954x50d2fb8ab429

INDIA C952x50d2fb890f1f

INDIA SPEZIE  CIBO 955x50d2fb8adc33

Nel centro ovest del Kerala

www.carmeliahaven.com reservation@carmeliahaven.com località: Vandanmedu, Thekkady, Kerala, India

-7 notti da dollari USA: 925 la singola, e 1375 la doppia compresi: valutazione stile di vita, DLX cottage, pensione completa, 2 trattamenti ayurvetici per persona al giorno, idem yoga, meditazione, bagno di vapore e tutti i servizi dell’hotel

-camere in settembre da € 70 con colazione prezzo per 2 persone/ ottobre-marzo da 85 euro con colazione per 2 persone

– i mesi migliori: ottobre/gennaio; il periodo migliore: novembre 19/20°

“ISOLA DI COCCO”: The complete resort         un paesaggio da sogno!                                              

-un’isola a vostra disposizione

-una spiaggia infinita

-nella proprietà: due laghi a vostra disposizione, un lago riservato alle crociere, un lago per pescare o ammirare un kingfisher da vicino! Lenze a disposizione gratuita per tutti i clienti, lo chef lo cucinerà per voi

-avete sempre sognato di vivere in una casa ad altezza degli alberi? l’ “Isola di Cocco” dispone anche di case tra le fronde degli alberi con verande a 360° immerse nella natura

-ristorante di cucina internazionale, indiana e cinese, con vista sulla spiaggia ed i colori del tramonto

-ascolterete, nel silenzio, il frinire delle cicale, il canto degli uccelli, mentre sorseggiate la vostra bibita preferita al coffee shop

-una grande piscina è a disposizione dei clienti

-l’Aurveda, scienza medica nata 5.000 anni fa, aiuta a mantenersi in salute ed a prevenire e curare le malattie

-qui trovate uno dei centri di Ayurveda più grandi di questa area geografica

-lo yoga è nato qui e qui lo potete comprendere e apprendere al meglio

-come passano il tempo “libero” i clienti:

leggendo libri davanti alle onde del mare/guardando i colori del tramonto/ascoltando i suoni della natura/ammirando i giochi di luce tra le nuvole e la luna…pescando

-qui vi attendono un giardino privato con servizi protetti in caso di pioggia, ma aperti nella natura e dove la privacy è assoluta

-i tetti tradizionale delle vostre abitazioni, mantengono sempre un clima gradevole nelle camere

-il direttore parla italiano

-sull’ ” Isola di Cocco”: mare, fiume, laghi, ayurveda, relax, cure, bellezza, deliziosa cucina.

KAIRALI AYURVEDIC GROUP                  

AYURVEDA in sanscrito significa “SCIENZA DELLA VITA“: UN’ANTICA RICETTA PER IL VOSTRO TOTALE BENESSERE E RELAX

-14-28 giorni per dimenticare lo stress

-UNA CURA LE MALATTIE DEL CORPO E DELLA MENTE

-un aiuto ad eliminare le TOSSINE  le vere cause dell’invecchiamento

PERDITA DI PESO: alimentazione e cure estetiche anche anticellulite

-stop al fumo e molto altro…il tutto in un accogliente ambiente con i colori ed i rumori della natura incontaminata

-trattamenti completi presso il Kairali-The Ayurvedic Healing Village da 664 euro (7 notti in singola) al VILLAGE a 3.837 per 2 persone per 14 notti al RESORT: pensione completa vegetariana, 2 trattamenti ayurvedici al giorno con bagno di vapore, sezioni di yoga…per la sistemazione in “villa privata” al giorno: singola da 155 euro in doppia da 275 euro compresa visita medica, pensione completa vegetariana,  una terapia a persona di Ayurveda con olio, yoga   e meditazione.

THE AYURVEDIC HEALING VILLAGE: 

-VICINO AL PALAKKAD: IL PIU’ AMPIO PASSO DI MONTAGNA DEL MONDO (30-40 KM)offre natura selvaggia, foreste di montagna e fertili vallate

-al TOP delle 50 destinazioni di wellness, al mondo,   segnalate dal NATIONAL GEOGRAFIC TRAVELLER www.kairali.com :

                 – in 50 acri di lussureggiante vegetazione, differente offerta dalla villa alla suite; circondato da numerose destinazioni culturali; a 2 ore di auto dal mare.

—–

Om Beach Ayurveda Resort a Gokarna: www.ombeachresorts.com  www.kairali.com (segnalato da Lonely Planet)

-a 453 km da Bangalore a 240 da Mangalore a 57km da Karwar si trova tra i fiumi Gangavali e Agnashini lungo la costa del Mar Arabico.

-circondata da spiagge e palmeti, Gokarna (detta la città dei templi) una località di pellegrinaggio Hindù, noto riferimento letterario e mitologico, ma anche una popolare destinazione marina

-pensione completa vegetariana e un massaggio auyvedico al giorno: in bassa stagione da € 78 in singola a 122 per 2 persone in doppia, da ottobre a marzo B&B € 78 la singola e la doppia 122, in bassa stagione aprile/sett. da € 67 la singola, 92 la doppia.

-Estuary View Resort: categoria standard, da € 23 per la singola, pasti e trattamenti esclusi

-UN’OFFERTA VARIA per accontentare proprio tutti

-nei dintorni non mancano mai le possibilità di visite a templi, monumenti e città storiche.

 www.kairali.com info@kairali.com

PANOAMA salto orizzontale Puglia

CROCIERE DI LUSSO:

SPICE ROUTES luxury cruises

-house-boats 5 stelle lusso

-spaziose camere con ampia vista sul lago e una cucina da sogno molto varia

– aria condizionata, canoe a disposizione, pesca, visite guidate ai villaggi, libreria…

-4 persone pensione completa, totale € 300 per 1 notte; 2 persone, totale € 230 per 1 notte in camera doppia.

www.spiceroutes.in info@spiceroutes.in per prenotazioni: Carmelia Haven  Hotel, Tha Plantation Resort, Vandanmedu 685551, Thekkady, Kerala, India.

AKKARAKALAN MEMOIRS

una fattoria con una storia di 150 anni  e 4 generazioni, sul fiume PAMBA

-ARREDO CURATO E MODERNO

-bici a disposizione, canoe, kayac,trekking…jungle safari

-circondati da: tranquillità, mare, laghi e fiumi

-pescate il vs. pesce e sarà cucinato subito

-artigianato e splendidi tessuti

-il 20 agosto la più famosa manifestazione folcloristica e gara di barche adornate

-camere con colazione € 77 la doppia in alta stagione attività comprese (metà ottobre-marzo), giugno luglio piove

-circondati da 10 acri di natura e acqua intatta da esplorare: Chennamkary P.O., Allepey-688501, Kerala

www.akkarakalammemoirs.com info@akkarakalammemoirs.com

Kadappuram RESORTS & HOTELS              

-1 ora dall’aeroporto eco-hotel

-sul mare

-solo materiali locali e cibo naturale

-al centro della zona di Kerala

-circondati solo dalla natura

-yoga, ayurveda e terapie mirate con la supervisione di medici specializzati

-gite a dorso di elefanti, in barca, trekking e folclore

www.kadappurambeachresorts.com  info@kadappurambeachresorts.com  P.O. Nattika Beach, Thrissur, Kerala, India.

KUMARAKOM LAKE RESORT

kumarakom è un’isola a 16 km ad ovest di Kottayam

– uccelli esotici, tramonti incantati, acque purissime

-crociere romantiche, cibo squisito, trekking, house boats, visite culturali

-ogni tipo di cura per il vs. benessere: ayurveda, yoga, disintossicante…

-ville lussuose con piscine private, ville sulla grande piscina, una presidential suite

www.thepaul.in zona: Kumarakom North, P.O. Kottayam 686 566, Kerala, India.

LAKESONG Music of the lake

-Kumarakom al centro ovest del Kerala, vicino al lago

-qui la natura è sovrana, potete visitare con la canoa numerosi canali d’acqua per scoprire meglio la natura

-l’architettura corrisponde a quella aristocratico-tradizionale: elegante e preziosa nella sua semplicità

-qui troverete ogni tipo di cura abbiate necessità: dall’aiurveda allo yoga alle cure dimagranti alle cure che migliorano il vs. aspetto: relax e disintossicazione

-www.eastend.in  crs@eastend.in

BANASURA ISLAND RETREAT la vostra vacanza su un’isola, come in paradiso! www.banasuraisland.com

-15 acri di verde privato tutto per voi

-dalla vostra veranda vi troverete immersi nella natura intatta circondati da altre piccole isole

-trekking, bici, jeep safari, bird watching…sempre immersi nel verde

-ristorante con diverse cucine a scelta

-Ayurveda su richiesta

-da 110 euro a persona al giorno

BANASURA ISLAND RETREAT Kuttiyamvayal, Varambetta P.O. Padinharathara, Wayand, Kerala, India.

EASTEND  3 stelle, località : Munnar

a 1542  mt. sul livello del mare, clima fresco tutto l’anno

-Munnar è una delle piantagioni di tè più alte del mondo

-la flora e la fauna più rare della foresta tropicale

-trekking, bici, riserve naturali protette…

-voi pescate e lo chef cucinerà per voi

-cucina vegetariana e non vegetariana

-nel sud est del Kerala, tra colline e montagne

-qui gli inglesi trascorrevano le loro vacanze

-ayurveda, palestra, centro per il ringiovanimento dell’organismo…

www.eastend.in  crs@eastend.in

AYURKSHETHRA  Temple of life

centro di ayurveda e yoga con il marchio “GreenLeaf” rilasciato dal Governo del Kerala

-massaggi Kalari, bagni di vapore alle erbe, massaggio Podikizhi a 4 mani, Pizhichil speciali massaggi per curare spondiliti, artriti, problemi nervosi e sessuali…insonnia, psioriasi e molto altro per il vostro benessere e la vostra salute

-sul lago Vembanad

www.eastend.in  crs@eastend.in

—-

INDIA 4fa8e61270

-Il Rajastan l’India delle Mille e Una Notte.

-Il Rajastan è la regione indiana più colorata e di marhraja infinitamente ricchi.

-Se vi deserte potete anche viaggiare in moto e visitare la Venezia indiana la città blu di Jadhpur..ù

Il miglior modo per visitare il Rajastan è di utilizzare il famoso treno www.royalsrajasthanonwheels.com/it/ , il prezzo è super come il lusso del servizio a bordo e degli antichi arredi con ogni moderna comodità.

PER CHI PREFERISCE IL FAI DA TE, più economico, CONSIGLI VALIDI PER

TUTTA L’INDIA.

-I BIGLIETTI DEI TRENI E’ BENE ACQUSTARLI  3 MESI PRIMA, quando si aprono le prenotazioni, dal sito Cleartrip.com (prevedere una spesa di 100-200 euro a testa per 3 settimane). Anche i voli interni vanno acquistati prima sui  siti: kingfisher e spicejet,  circa 50€ per volo, se non sono particolarmente lunghi. Gli alberghi è bene prenotati   via mail, non richiedono acconti o pagamenti, di solito non si hanno  problemi, sceglierli con aria condizionata e controllare bene i servizi offerti, chiedere se c’è l’ascensore o ci sono scale da fare e quanti piani. Per le grandi città affidarsi ai siti web come booking.com e controllare il tipo di camera, se ha le finestre ecc… Se non scegliete gli alberghi più economici, vi troverete bene, anche se non potete pretendere la perfezione occidentale, è importante solo che le lenzuola siano lavate ! Se siete schifiltosi portatevi un sacco-lenzuolo.

Con i risciò si va ovunque anche se l’albergo non è in centro, non è un grosso problema, costano poco.

INDIA 468x50d2ead91b89

 INDIA DONNE COLRI1120x50d30325b1b

 INDIA R1075x50d302cb980

 —-

-The west would imagine Rajasthan as India of a Thousand and One Nights.

-Experience a motorcycle ride with perfectly built Bullet 500cc, with 2000kms of touring authentic small beaten roads and by combining relaxation and cultural events, we offer a great safe and exciting bike tour.

You will travel in small groups, from village to village through the Thar Desert and witness varied landscapes, and meet with local communities, and lodge in the Palace of Maharajas. This area is perfect for new couples’ adventures or even for the solo adventurer.

Rajasthan is the heart of colourful India. Our motorbike tour in this majestic land of the kings unveils infinite riches. The countryside encountered on this thrilling motorcycle tour across the desert acts as an exquisite prelude to the splendour of the cities ahead. From Udaipur, “Venice of the East”, we come to the blue city of Jodhpur via Jaisalmer, the Pearl of Rajasthan, built at the doors of the desert.
As the sun sets in the background,  we often retire to the former residences of the nobles and at times, to Palaces where Maharajas once lived for a luxurious night’s rest.

Enjoy your Ride;

Download the tour here.

—- FOTO DA  VOJAGES DEDIGNERS, UFFICIO DEL TURISMO INDIANO E GRAZIA SEREGNI.

TAX FREE MA SI RISPARMIA DAVVERO IN AEROPORTO E SUGLI AEREI ? …

Mai dare per scontato che in volo, o tra un volo e l’altro, l’affare sia garantito acquistando prodotti “esentasse”.

PIU’ SOTTO TROVATE I DATI DI TUTTO LO STUDIO DI MERCATO

 Profumi, cosmetici, gadgets

– molti amano approfittare delle offerte duty-free nei negozi in aeroporto o sulle riviste di bordo in aereo.

Ma si risparmia davvero acquistando “tax-free”? Gli acquisti duty-free battono quelli online in termini di risparmio?

L’ultima indagine comparativa della piattaforma internazionale idealo rivela che non sempre, quando si tratta di acquistare sottocosto, le offerte migliori le si trova nella zona dei duty free al terminal delle partenze o in volo.

Se molti sono invogliati all’acquisto spontaneo per ammazzare il tempo in aeroporto e a bordo, il rischio è quello di trovare online prezzi uguali o inferiori una volta tornati a casa.

I passeggeri più accorti approfitteranno della connessione Wi-Fi in aeroporto per confrontare i prezzi on-line con i prezzi duty-free utilizzando le applicazioni comparative per verificare la bontà dell’affare.

Breve panoramica dei risultati della ricerca :

• Cosmetici e profumi possono essere acquistati a prezzi convenienti in aeroporto o a bordo, ma non sempre.

Nel caso della Eau de Toilette per donna Boss Orange, il prezzo online è di €38,45, a fronte dei €71,00 proposti dalla boutique Heinemann nell’aeroporto di Bologna.

• Passeggeri diretti verso assolate destinazioni balneari farebbero decisamente bene ad acquistare I propri occhiali da sole prima di arrivare in aeroporto. Tutti I modelli presi in esame nella comparazione sono risultati infatti più cari in aeroporto.

• I dopobarba acquistabili dal catalogo Boutique & Bistro a bordo dei voli Easyjet sono risultati quasi identici in termini di prezzo a quelli proposti dalle profumerie online.

Anche se, nel caso dei profumi, la differenza di prezzo tra on-line e on-board è risultata minima, è importante che i consumatori siano correttamente informati sui reali margini di risparmio relativi alle offerte commerciali tax-free.

Se è vero che lo shopping è parte integrante dell’esperienza di viaggio, i consumatori non dovrebbero tuttavia mai dare per scontato che in volo, o tra un volo e l’altro, l’affare sia garantito acquistando prodotti “esentasse”.

Informazioni su idealo:

— idealo è il portale di comparazione prezzi leader in Germania e vanta una presenza consolidata in Europa con portali in Italia, Austria, Francia, Gran Bretagna, Spagna e Polonia.

Su www.idealo.it è possibile confrontare prezzi di oltre 40 milioni di offerte provenienti da circa 1000 negozi e-commerce.

La piattaforma idealo mette a disposizione dei propri utenti un’amplissima scelta di criteri di ricerca, schede tecniche dettagliate, informazioni su negozi, modalità di pagamento e disponibilità dei prodotti desiderati, e un esclusivo servizio di allerta personalizzata sull’andamento dei prezzi.

Ulteriori servizi offerti da idealo comprendono in Italia il sito di ricerca e confronto tariffe aeree (voli.idealo.it), applicazioni m-commerce per Android e iOS.

Presso la sede della società, fondata nel 2000 a Berlino, lavorano attualmente oltre 600 dipendenti.

I DATI COMPLETI:

Duty-free e Shopping Online: conviene di più comprare online o in aeroporto?

22. maggio 2015 / Categorie: News e comunicati stampa, Tutte le news
Profumi, cosmetici, accessori – molti amano approfittare delle vantaggiose offerte proposte dai duty-free mentre si trovano in aeroporto, in attesa di imbarcarsi, o sbirciare la selezione di prodotti proposti nel catalogo di bordo durante i voli. Ma quanto si risparmia davvero quando si acquistano prodotti esenti da dazio all’aeroporto o tra le nuvole?

Quando si vola all’interno dell’Unione europea, i passeggeri hanno la possibilità di acquistare fragranze, prodotti specifici per la cura della pelle, cosmetici, articoli da regalo, gioielli e souvenir a bordo o negli shop a terra esentasse – ma si risparmia davvero di più che effettuando i propri acquisti online?

L’ultimo studio condotto dal comparatore di prezzi idealo ha messo a confronto i prezzi dei duty-free in aeroporto e quelli di alcune compagnie aeree europee* con le attuali offerte online degli stessi prodotti, quali profumi, cosmetici e occhiali da sole. Il risultato: non sempre bisogna aspettare di prendere un aereo per accaparrarsi le offerte migliori,

Lo shopping duty free può davvero battere quello online?

Offerte dei duty free vs. idealo.it
In primo luogo, si prenderanno in analisi i negozi duty free degli aeroporti, di cui si prevede un aumento del fatturati pari al 51% entro il 2019. Nella maggior parte dei casi, questi sono situati in punti strategici, in modo tale da non poter essere evitati dai passeggeri che, avendo appena superato i controlli di sicurezza, si dirigono verso i gate. Molti sono attratti dai fittizi sconti sui prezzi di mercato dei prodotti di lusso, ma questi prezzi costituiscono davvero un affare?

Per questa sezione dello studio, gli esperti di idealo hanno preso in considerazione gli articoli più ricercati dai passeggeri in viaggio: cosmetici, occhiali da sole e profumi. Lo shopping in aeroporto è rappresentato dai negozi appartenenti alla catena Heinemann, uno dei tre maggiori operatori internazionali nel segmento retail aeroportuale. Per quanto riguarda lo shopping online, sono state prese in esame le oggerte presenti sulla piattaforma di comparazione prezzi online idealo.it.

Cosmetici

Prodotti di bellezza Lancôme Hypnose Doll Eyes Mascara Dior Diorskin Nude Air Serum Foundation Lancôme Teint Idole N° 1 Beige Albâtre Yves Saint Laurent Volupte Sheer Candy N° 2 Dewy Papaya Lancôme Hypnose Drama Eyes Palette Drama N° 1 Bain de Minuit YSL Couture Eye Pallette Eye Shadow N° 1 Tuxedo
Heinemann € 26,50 € 45,00 € 44,00 € 30,00 € 44,00 € 50,00
idealo.it € 24,90 € 43,45 € 36,50 € 22,50 € 35,90 € 51,00
Risparmio € 1,60 € 1,55 € 7,50 € 7,50 € 8,10 € 1,00
Come dimostrano i risultati esposti sopra, non sempre è chiaro dove sia possibile reperire i prodotti di bellezza a prezzi più convenienti, in quanto ciò dipende molto dall’articolo in sé e dalla marca in questione. Tuttavia, emerge che, nonostante i duty free shop aeroportuali sponsorizzino i propri prezzi come più economici rispetto a quelli di mercato, questi non fanno i conti con la concorrenza online che, come in uno degli esempi sopra riportati, permetterebbe di risparmiare ben € 8,10.

Profumi

Profumi Giorgio Armani Emporio Elle Eau de Parfum 50 ml Jean Paul Gaultier “Le Mâle” Eau de Toilette 125 ml Hermès Un Jardin sur le Nil Eau de Toilette 100 ml Emporio Armani Diamonds for Men Eau de Toilette (50 ml) Dolce & Gabbana Light Blue Eau de Toilette 100 ml Boss Orange Women Eau de Toilette 75 ml
Heinemann € 49,50 € 75,00 € 87,00 € 54,00 € 82,00 € 71,00
idealo.it € 38,00 € 46,00 € 72,00 € 42,41 € 52,76 € 38,45
Risparmio € 11,50 € 29,00 € 15,00 € 11,59 € 29,24 € 32,55
I sei prodotti presi in analisi per la comparazione dei prezzi relativi ai profumi mostrano dei risultati nettamente a favore degli acquisti in rete. In tutti i casi presi ad esempio, infatti, lo shopping online permette interessanti margini di risparmio sui prezzi di listino. Il risparmio maggiore, pari a ben €32,00, lo si è riscontrato in particolare nel caso della Eau de Toilette per donna Boss Orange, disponibile sul portale idealo.it a €38,45, a fronte del prezzo pari a €71,00 proposto da Heinemann.

Occhiali da sole

Occhiali da sole Prada Minimal Baroque PR27NS Gucci GG 3584/S Dior Ladies Frisson 1 Emporio Armani EA4027 Dolce & Gabbana DG 4162P 255013 Oakley Holbrook OO 9102-06
Heinemann € 195,00 € 299,00 € 229,00 € 115,00 € 145,00 € 125,00
idealo.it € 153,00 € 225,00 € 191,00 € 96,80 € 128,00 € 88,00
Risparmio € 42,00 € 74,00 € 38,00 € 11,59 € 29,24 € 37,00
Dall’analisi dei prezzi degli occhiali da sole emergono le differenze più sorprendenti: un’enorme risparmio, pari a oltre €70,00 può essere riscontrato per quanto riguarda i Gucci GG 3584/S, mentre nei restati articoli selezionati casualmente, esso si attesta fra €11,59 e €42,00.
Dunque, chi è diretto verso località soleggiate, farebbe bene ad acquistare gli occhiali da sole prima di recarsi in aeroporto.

Profumi: conviene comprare online o a bordo?
La seconda parte dell’analisi condotta da idealo si concentra su quei passeggeri che non hanno abbastanza tempo per esplorare le opzioni proposte dai duty free, o su coloro i quali preferiscono trascorrere le ore di volo dedicandosi allo shopping a bordo.
Per il confronto dei prezzi a bordo sono stati presi nuovamente in considerazione i grandi pilastri delle vendite duty free: i profumi. Per tracciare un confronto trasparente sono stati osservati i prezzi di sei profumi maschili e di sei fragranze femminili riportati nella rivista on-line Bistro & Boutique di Easyjet, e comparati con i migliori prezzi disponibili presso i negozi online partner di idealo*.

Profumi & eau de toilette per donne

Profumi femminili Dolce & Gabbana Dolce Floral Drops Eau de Toilette (50 ml) Yves Saint Laurent Black Opium Eau de Parfum (30 ml) Lancôme La Vie est Belle Eau de Parfum (30 ml) Jimmy Choo Eau de Toilette (60 ml) Viktor & Rolf Flowerbomb Eau de Parfum (50 ml) Paco Rabanne Lady Million Eau de Parfum (50 ml)
EasyJet €58,00 €46,50 €45,00 €51,00 €57,00 €52,00
idealo.it €55,15 45,92 €39,90 €35,65 €59,00 €47,00
Risparmio €2,85 €0,58 €5,10 €15,35 €2,00 €5,00
Dato che le compagnie aeree predispongono la loro selezione di profumi in maniera diversa, si è scelto di confrontare i prezzi della più grande compagnia aerea low-cost del Regno Unito, Easyjet, con quelli disponibili su idealo.it. La gamma e i prezzi dei profumi offerti da altre compagnie, quali Alitalia, British Airways e Ryanair possono essere confrontati allo stesso modo, comparando i prezzi su idealo o altri comparatori online.

Profumi maschili Paco Rabanne Invictus Eau de Toilette (50 ml) Jean Paul Gaultier Le Male Eau de Toilette (75 ml) Jimmy Choo Man Eau de Toilette (50 ml) Issey Miyake L’eau D’issey pour Homme Intense Eau de Toilette (75 ml) Calvin Klein CK One Summer 2015 Eau de Toilette (100 ml) Paco Rabanne 1 Million Eau de Toilette (50 ml)
EasyJet €42,50 €41,50 €44,00 €31,00 €35,00 €42,50
idealo.it €36,97 34,00 €39,45 €32,75 €33,62 €36,86
Risparmio €5,53 €7,50 €4,55 €1,75 €1,38 €5,64
In quasi tutti i casi è possibile reperire i profumi online a prezzi più convenienti. Sebbene idealo.it offra generalmente prezzi inferiori rispetto a quelli disponibili in volo, a volte si tratta di una differenza minima, come ad esempio di 0,58 centesimi. Ciononostante, i passeggeri che hanno acquistato Paco Rabanne 1 Million a bordo, non saranno felici di sapere che avrebbero potuto ricevere lo stesso prodotto direttamente a casa propria per €36,86.

Anche in questo caso, è emerso con chiarezza che i profumi presi in analisi sono disponibili online a prezzi inferiori rispetto che a bordo, tranne che per quanto riguarda il Viktor & Rolf Flowerbomb, più economico presso EasyJet rispetto a qualsiasi altro rivenditore.

Ciò dimostra che bisogna prestare maggiore attenzione nell’effettuare tali acquisti, in quanto l’etichetta ‘duty free’ non sempre è una garanzia in fatto di risparmio.

Shopping online: prezzi competitivi e spesso migliori di quelli proposti dai duty free e dalle compagnie aree
In passato, prima dell’avvento dello shopping online, i consumatori vedevano le proprie vacanze come la migliore e spesso l’unica possibilità dell’anno per entrare in possesso di prodotti ambiti a prezzi irrisori, in quanto non tassati. Oggi, invece, è possibile reperire online i prodotti desiderati a prezzi vantaggiosi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ciononostante, le compagnie aeree e gli aeroporti non smettono di alimentare il mito secondo cui il duty free è sempre sinonimo di risparmio.

Molti si lasciano convincere facilmente ad effettuare i propri acquisti in aeroporto o a bordo, anche per ammazzare il tempo in attesa della partenza. Tuttavia, sarebbe più conveniente mantenere lo spirito vacanziero fino al ritorno a casa o comprare online prima della partenza, in quanto è molto probabile che si trovino prezzi uguali o inferiori per una vasta gamma di articoli.

I passeggeri più astuti faranno un ulteriore passo in avanti: sfrutteranno il WiFi gratuito dell’aeroporto per confrontare i prezzi in rete e quelli dei duty-free attraverso la app di idealo, per comprare poi online e ricevere i prodotti desiderati comodamente a casa propria al ritorno dalle vacanze.

*Prezzi aggiornati al 21/05/2015. La comparazione è stata eseguita fra prodotti identici per tipologia e quantià.

Image courtesy of Salvatore Vuono at FreeDigitalPhotos.net

DANIMARCA LUSSO : KOKS IL MIGLIOR RISTORANTE D’EUROPA ALLE ISOLE FAROE

Isole Faroe: il KOKS miglior ristorante del Nord Europa

La nuova cucina nordica è molto forte e ricchissima in creatività.

www.koks.fo

ristorante 1 in Europa 672 +KOKS oIl ristorante KOKS alle isole Faroe, ospite lo scorso inverno ad Identità Golose, vince il premio “Nordic” come miglior ristorante dei paesi del Nord nel 2014.

L’annuncio è stato dato  durante il Nordic Prize Galla Award al NOMA di Copenaghen.

Il KOKS ha battuto alcuni tra i migliori ristoranti della regione, tra cui l’Esperanto di Stoccolma, il Marchal di Copenaghen, l’ASK di Helsinki e l’Ylajali di Oslo.

Dichiarazione di Bent Christensen, Den Danske Spiseguide:
“Il ristorante delle Faroe continua la sua straordinaria avventura tra i ristoranti nordici, in una cornice che attira l’attenzione dei migliori esperti di gastronomia d’Europa.

 — Il vincitore di quest’anno è un ristorante dall’esperienza olistica, dove il cibo, le bevande e il servizio hanno tutti contribuito alla vittoria.”

Johannes Jensen, proprietario del KOKS, è onorato e orgoglioso di aver ricevuto il premio:

— “È assolutamente straordinario essere tra i pochi selezionati – principalmente ristoranti con due stelle Michelin – che hanno già ricevuto questo importante riconoscimento.

Dalla sua apertura nel 2011, il KOKS ha ottenuto molteplici candidature e raggiunto i posti più alti nelle classifiche, ma questo è il riconoscimento più grande che abbiamo ottenuto.

È meraviglioso essere riconosciuti, ma ancora di più, questo conferma che il cibo e l’industria gastronomica delle Faroe sono ampiamente apprezzati a livello internazionale – una vera ragione per andarci.”

SAN PIETROBURGO: DOVE ARTE E STORIA SONO NELL’ARIA.

San Pietroburgo, vista dall'isola della Fortezza dei S.S. Pietro e Paolo, durante l'apertura dei ponti.
San Pietroburgo, vista dall’isola della Fortezza dei S.S. Pietro e Paolo, durante l’apertura dei ponti.

SAN PIETROBURGO non è solo i quadri dell’ Ermitage , ma anche:

San Pietroburgo, chiesa del salvatore sul Sangue Versato.
San Pietroburgo, chiesa del salvatore sul Sangue Versato.

 

a s pietroburgo cuopola monastero

 

San Pietroburgo, cattedrale di San Nicola.
San Pietroburgo, cattedrale di San Nicola.

San Pietroburgo, Ermitage; salone delle feste.

San Pietroburgo, Ermitage; salone delle feste.

 

-il Tesoro dell’Ermitage,  rigorosamente con guida e ad orari fissati dalla biglietteria; la più straordinaria collezione di oreficerie e gioiellerie DEL MONDO: ricche suppellettili dalle necropoli greche del Mar Nero,  dalle tombe principesche scitiche e sarmatiche e ritrovamenti siberiani !!

San Pietroburgo, notti bianche.
San Pietroburgo, notti bianche.

-il suo panorama nelle notti bianche (dopo la mezzanotte ) dalla  cupola della cattedrale di S. Isacco; un incanto ! o durante il gelo invernale con le luci della notte,

IMG_6393

-il Dvordovyj most è un ponte che, all’1 e 30′ di notte, si apre sino alle 4 del mattino. Splendido da fotografare con le luci che si rispecchiano nel fiume ! il Dvordovyj most (ponte del palazzo), il più famoso della città, o Ponte della Trinità, il ponte si apre  per far passare le numerose navi. ATTENZIONE: se volete fotografarlo, l’isola della fortezza di Pietro e Paolo è il miglior punto, vi troverete di fronte tutta la città illuminata.Ricordatevi che farà molto freddo, anche in piena estate, rimarrete isolati dalla città sino alle 4 del mattino senza alcun bar a disposizione.

San Pietroburgo, casa  di Puskin, oggi museo.
San Pietroburgo, casa di Puskin, oggi museo.

-il museo  A. S. Puškin,  il quale visse a San Pietroburgo alla fine della sua vita; vi morì nel 1837,  a causa delle ferite riportate in un duello; la sua bella casa nei pressi del fiume Moyka è oggi  museo.

San Pietroburgo, Museo di Antropologia.
San Pietroburgo, Museo di Antropologia.

 

San Pietroburgo, Museo di Antropologia.
San Pietroburgo, Museo di Antropologia.

-uno splendido e interessantissimo museo antropologico,

San Pietroburgo, Museo di Antropologia.
San Pietroburgo, Museo di Antropologia.

 

San Pietroburgo, Museo di Antropologia; copricapo.
San Pietroburgo, Museo di Antropologia; copricapo.

-il giardino botanico anche e per la sua storia,

San Pietroburgo, Monumento agli "Eroici difensori di Leningrado", statue all'interno del monumento.
San Pietroburgo, Monumento agli “Eroici difensori di Leningrado”, statue all’interno del monumento.

-un pellegrinaggio nei cimiteri dell’assedio dei 90 giorni durante la Seconda Guerra Mondiale (anche per vedere dietro la facciata lussuosa della nuova San Pietroburgo e riviverne la storia)

San Pietroburgo, Piskarevskoe, cimiterio della memoria; qui riposano migliaia di vittime dell'assedio durato 900 giorni.
San Pietroburgo, Piskarevskoe, cimiterio della memoria; qui riposano migliaia di vittime dell’assedio durato 900 giorni.

-una visita al mercato, dove assaggiare, ed acquistare,  i mieli delle foreste russe,

-Petrodvoretz: palazzo e del parco delle fontane a Petrodvoretz, la “Versailles di Pietro il Grande”. Ssul Golfo di Finlandia, il parco è famoso per i suoi giochi d’acqua, con cascate e fontane (attive solo da maggio a ottobre)

-i suoi ristoranti etnici, una visita a Helsinki; oppure visitare San Pietroburgo partendo da Helsinki senza visto (vedi più sotto) e molto altro….

NOTA:  notti bianche (in estate, giugno-luglio), quando il sole tramonta tardissimo e solo per poche ore).

IMG_6398

 

San Pietroburgo, Nevskij  prospect, la via più importante della città.
San Pietroburgo, Nevskij prospect, la via più importante della città.

DA LEGGERE PRIMA DI PARTIRE:

San Pietroburgo.
San Pietroburgo.

Dostoevskij : Le notti bianche / Nikolaj Vasil’evic Gogol : Racconti di San Pietroburgo e, in particolare,  Il cappotto / 

San Pietroburgo, notti bianche.
San Pietroburgo, notti bianche.

SUGGERIMENTI:

San Pietroburgo, nelle notti bianche dalla cattedrale di Sant'Isacco.
San Pietroburgo, nelle notti bianche dalla cattedrale di Sant’Isacco.

-si tratta di una città difficile e faticosa da visitare; se si vuole andare fuori dalle mete più note o uscire fuori dalla città.

-è possibile, comunque, utilizzare i mezzi pubblici (buona la metro, ma lascia a volte lontano dalla destinazione) se si è abbastanza abituati a fare da soli e si parla inglese; comunque è bene calcolare lunghi tempi di spostamento.

-dall’aeroporto, con il bus e il metro in centro città per 4 euro: ovvero l’autobus fino alla metro, cambio e in pochissimo tempo si arriva in centro.

San Pietroburgo, nelle notti bianche dalla cattedrale di Sant'Isacco.
San Pietroburgo, nelle notti bianche dalla cattedrale di Sant’Isacco.

Ufficio di informazioni turistiche:

non molto efficiente, ma i dipendenti sono disponibili a dare una mano, parlano inglese. Se arrivate durante una festività lo troverete chiuso.
Sadovaya ul 14/52, tel.: 812 310 8262 (info), Orario: 10:00 – 19:00 da lunedì a sabato, tourism@gov.spb.ru / Un’altra sede, in un chiosco, si trova di fronte all’Ermitage.

—-

San Pietroburgo, chiesa dei SS. Pietro e Paolo.
San Pietroburgo, chiesa dei SS. Pietro e Paolo.

Primo giorno:

Visita della città:

San Pietroburgo, la Fortezza dell'isola corrispondente al primo nucleo della città.
San Pietroburgo, la Fortezza dell’isola corrispondente al primo nucleo della città.

-fortezza dei SS Pietro e Paolo (carcere politico, dove fu rinchiuso tra gli altri lo scrittore Dostoevskij),

– piazzale delle Colonne Rostrate, prospettiva Nevskij,  Campo di Marte,

San Pietroburgo, Ermitage o Palazzo d'Inverno.
San Pietroburgo, Ermitage o Palazzo d’Inverno.

-un occhio dall’esterno al Palazzo d’Inverno (Hermitage),

San Pietroburgo, cattedrale di Sant' Isacco.
San Pietroburgo, cattedrale di Sant’ Isacco.

-la Piazza dei Decabristi e la imponente cattedrale di S. Isacco ,

San Pietroburgo, chiesa del salvatore sul Sangue Versato.
San Pietroburgo, chiesa del salvatore sul Sangue Versato.

-la Chiesa del Sangue Versato, bellissima chiesa in Stile russo, facciata tutta decorata e colorata, lambita da un tipico canale. All’interno è completamente ricoperta da preziosi mosaici blu, raffiguranti i principali episodi del Vangelo.

San Pietroburgo, cattedrale di San Nicola.
San Pietroburgo, cattedrale di San Nicola.

-il Monastero Nevskij.

Pomeriggio dedicato al Museo di antropologia  o altri musei, shopping…relax,  secondo i gusti personali.

 

San Pietroburgo, Ermitage
San Pietroburgo, Ermitage

Secondo giorno:

Bus pubblico e privato, secondo le capacità organizzative individuali (dovete essere abbastanza “scafati” se volete organizzarvi da soli), escursione al palazzo di Pushkin. ATTENZIONE CHIUSO IL MARTEDI’, comunque informarsi bene. A 27 km a sud della città

Non tralasciate di visitare la “STANZA DELL’AMBRA”, ricostruzione perfetta del capolavoro derubato durante la Seconda Guerra Mondiale, e mai ritrovato, che fu valutato come il più costoso dei capolavori d’arte al mondo.

-Nota: in questo giornale trovate anche la prima puntata del libro giallo-rosa  “Chi ha trafugato la stanza dell’Ambra?”, scritto ispirandosi anche a questo capolavoro.

Il Parco e il Palazzo di Caterina II.

-Il Parco,: 600 ettari, due laghi artificiali,  ricco di padiglioni, grotte, chioschi alla maniera dei giardini di fine ‘700; è bellissimo da fotografare, se non piove!

SPLENDIDO ! il palazzo, con una  lunghissima facciata, in stile barocco russo / rococò, dipinto in turchese con colonne bianche, tetti, stucchi, capitelli e fregi dorati.

San Pietroburgo, Ermitage.
San Pietroburgo, Ermitage.
San Pietroburgo, cancello-pizzo dell'Ermitage.
San Pietroburgo, cancello-pizzo dell’Ermitage.

Terzo giorno.

San Pietroburgo,Ermitage.
San Pietroburgo,Ermitage.
San Pietroburgo, Ermitage illuminato.
San Pietroburgo, Ermitage illuminato.

 

San Pietroburgo, Ermitage.
San Pietroburgo, Ermitage.

Per la visita dell’Ermitage dovete considerare la lunga attesa per i biglietti all’aperto.

-Anche se è piena estate e fa caldo, il tempo può cambiare rapidamente e potreste trovarvi sotto una pioggia gelida, organizzatevi adeguatamente.

L’Ermitage risale alla fine del XVII secolo, l’edificio fu eretto da Caterina II  a due piani, con la facciata sul Lungo Neva,  e chiamato piccolo Ermitage.

-Culture primitive (sale 11-33). Da non perdere, tra l’altro,  gli oggetti rinvenuti nei celebri kurgan, tombe dei capi,  sciiti di Pazyryk (il tappeto più antico del mondo), Soloha e di Certomlik, splendidi: carro e tappeti con fregi di cavalieri (V-IV secolo a.C.).

San Pietroburgo, Ermitage; antico Iran.
San Pietroburgo, Ermitage; antico Iran.

 

San Pietroburgo, Ermitage, antica scrittura, con rullo utilizzato per realizzarla.
San Pietroburgo, Ermitage, antica scrittura, con rullo utilizzato per realizzarla.

Cultura e arte dell’Oriente (sale 34-100). Famosissimo il fregio di Airtam, trovato nel 1932 sul fiume Amu-Daria, presso la città di Termes, (Uzbekistan): un rilievo in pietra del I secolo d.C., rappresentante alcuni musicanti a mezzo busto. La sala 36, detta anche Sala degli elefanti per i bellissimi affreschi di cacciatori su elefanti che lottano contro tigri, pantere e grifoni (VII-VIII secolo d.C.), merita anch’essa una visita.

San Pietroburgo, Ermitage; antico Iran, coccio.
San Pietroburgo, Ermitage; antico Iran, coccio.

 

San Pietroburgo, Ermitage; loggia di Raffaello, realizzata da Quarenghi dove il simbolo dei Romanov sostituisce l'emblema del Vaticano.
San Pietroburgo, Ermitage; loggia di Raffaello, realizzata da Quarenghi dove il simbolo dei Romanov sostituisce l’emblema del Vaticano.

Pinacoteca (sale 200-350). La parte più famosa e visitata del museo: arte europea occidentale. Sala del Padiglione o delle feste (dalle finestre si ammira il Giardino pensile) qui è custodito il famosissimo orologio del pavone. Riveste grande interesse architettonico: la Sala di Alessandro. La Sala Dorata: offre una  preziosa collezione di pietre intagliate. Le sale 207-224 e 229-238, dedicate alla pittura italiana dal XIII al XVIII secolo, i più importanti capolavori  sono:  Madonna Benois e la Madonna Litta, entrambe di Leonardo. Meritano uno sguardo anche le pitture spagnole del XVI e XVII secolo sono esposte nelle sale 239 e 240. La pittura fiamminga del secolo XVII è da vedere almeno  le cinque grandiose scene di mercato di Frans Snyders.

-”La Galleria del Tesoro” dell’Ermitage si divide in due parti, entrambe molto interessanti: le Stanze dell’Oro  ( opere d’arte dall’Eurasia“Litorale del Mar Nero” e dall’Estremo Oriente; 1500 manufatti d’oro di artigianato dell’antica Grecia e dei popoli nomadi (in un  periodo che va dal VII secolo A.C. al XIX secolo D.C) e le Stanze dei Diamanti ( gioielli del periodo dal III millennio A.C.  all’inizio del XX secolo.  Antichi capolavori dell’arte gioielliera  europea,  dell’est-europa e della Russia; da chiese, collezioni private e collezione della famiglia Reale dei Romanov, regali per gli  zar, ed  opere d’arte di Faberge !!!

Tesoro dell’Ermitage,  detto anche Gallerie, (sale 115 e 117):  il Tesoro degli sciiti/sarmati  (celebre la pantera e il cervo in oro, il pettine di Soloha ecc.).Da prenotare assolutamente, con prezzo extra, la visita (attenzione agli orari che impongono loro)  sia ai gioielli sia agli ori con guida obbligatoria.Da prenotare assolutamente, con prezzo extra, la visita (attenzione agli orari che impongono loro)  sia ai gioielli sia agli ori con guida obbligatoria.

Tra l’altro vi trovate: il tesoro di Priamo è un insieme di oggetti in metalli preziosi che H.Schiemann scoprì nel sito dell’antica Troiae che egli attribuì al re  Priamo. Gli oggetti, ritrovati nel livello denominato Troia II, appartengono in realtà alla seconda metà del 3° millennio a.C., dunque molto più antichi degli avvenimenti narrati nell’Iliade (questi ultimi,  secondo la tradizione, risalgono all’inizio del XII a.C.).

Schliemann esportò gli oggetti rinvenuti senza permesso, l’ufficiale ottomano incaricato di sorvegliare gli scavi fu imprigionato e costretto a una lauta multa. Schliemann spedì alcuni degli oggetti al governo ottomano, in cambio del permesso di riscavare a Troia: scavi conservati a Istambul, Museo Archeologico. La parte rimasta  fu invece acquistata nel 1880 dai “Musei Imperiali di Berlino” e fu esposta al Pergamon Museuml. 

Nel 1945 il tesoro scomparve dal bunker nel quale era stato  custodito: a causa della guerra fu poi sottratto dalll’Armata Rossa. Oggi sono conservati nel Museo Puskin di Mosca e all’Ermitage. Sono stati tenuti in Russia  come compenso dei danni di guerra da parte della Germania invasore.

 

La collezione degli ori comprende 1.500 opere in oro, dal 7 ° secolo a.C. al 19 ° secolo d.C . La galleria d’oro comprende opere sciite dal settimo al quarto secolo a.C., gioielli greci del 4 ° secolo a.C. , rarissime antichità del tempo della grande migrazione, e inoltre, preziosi  da Bisanzio, antica Russia ed Europa medievale. DA NON PERDERE !

Se non siete stacanovisti avrete bisogno di un poco di riposo.

 

San Pietroburgo, Ermitage
San Pietroburgo, Ermitage

Quarto giorno.

Escursione a Petrodvoretz. Il palazzo e il parco delle fontane sono considerati la “Versailles di Pietro il Grande”. Affacciato sul Golfo di Finlandia, il parco è famosissimo per i suoi suggestivi giochi d’acqua, con cascate e fontane (funzionanti solo da maggio a ottobre).

 Peterhof

Offre uno spettacolo davvero incantevole; da non perdere !

Raggiungere Peterhof e’ piuttosto facile perche’ si puo’ andare in aliscafo e si ariva proprio all’ingresso del parco del palazzo.

 

San Pietroburgo, monumento a Pietro il Grande..
San Pietroburgo, monumento a Pietro il Grande..

UNA PUNTATA ALLA/DALLA  (senza visto) VICINISSIMA HELSINKI.

San Pietroburgo, particolare del doppio arco di trionfo in commemorazione della vittoria su Napoleone.
San Pietroburgo, particolare del doppio arco di trionfo in commemorazione della vittoria su Napoleone.

Il collegamento alta velocita’ fra San Pietroburgo (Finlandskij Voksal) ed Helsinki (stazione centrale, l’unica abbastanza grande).
3 ore e mezza , controlli passaporti a bordo, frequenza abbastanza elevata.

COSTOSO: in alta stagione, solo andata II classe 90 euro. L’aereo e’ concorrenziale come prezzi, ma non per i  tempi, a causa del  percorso da/per aeroporti, arrivo preimbarco di 2 ore, ecc.

Ottimo il traghetto con 50 euro in cabina da 4, romantica ed economica, così si risparmia una notte in albergo, inoltre :

-permette di entrare a San Pietroburgo (e non Russia) senza visto per un massimo di 72 ore con biglietto a/r.

 

San Pietroburgo, cattedrale della Madonna di Kazan sulla Nevskij prospect.
San Pietroburgo, cattedrale della Madonna di Kazan sulla Nevskij prospect.

AGENZIA DI VIAGGIO, PER QUALUNQUE NECESSITA’ ANCHE VISTI ECC…, SUGGERITA DA LONELY PLANET E VERAMENTE EFFICIENTE.

La sede di San Pietroburgo di questa efficiente agenzia di viaggi può darvi aiutarvi per:  visti, lettere di invito e registrazione del visto. Il personale parla inglese, può anche prenotarvi i biglietti ferroviari e aerei (e persino consegnarveli a domicilio se non avete tempo di andare a ritirarli).  www.infinity.ru
Angleterre Hotel, Bolshaya Morskaya ul 39, tel.: 812 313 5085 (info).

a S Pietroburgo canale

INTERNET; qui è presente quasi ovunque.

Per accedere a internet è comodo il Café Max, Nevsky pr 90/9

San Pietroburgo,edifico  Art Decò
San Pietroburgo,edifico Art Decò

ARCHITETTURA

San Pietroburgo, colonna di Alessandro nella piazza dell'Ermitage.
San Pietroburgo, colonna di Alessandro nella piazza dell’Ermitage.
San Pietroburgo, cattedrale di San Nicola, parte posteriore.
San Pietroburgo, cattedrale di San Nicola, parte posteriore.

Barocco sobrio per  il primo terzo del sec. XVIII, semplici facciate lisce o scompartite da pilastri.

-Maggiori architetti di Pietro il Grande furono:  lo svizzero D.Trezzini (Palazzo d’Estate, 1710-14; cattedrale dei Santissimi Pietro e Paolo nella fortezza, 1712-33; collegio dei Dodici, ora Università: isola Vasilevskij, 1722-32), gli italianiG.M.Fontana, N.Micheletti, G.Chiaveri, il francese A:J:B:Leblond, i tedeschi A.Shluter e G.Schädel  (Kunstkamera di Chiaveri e altri, 1718-34; palazzo Menšikov di Fontana e Schädel, 1710). In questo primo periodo sorsero vicino alla  città parchi ed edifici residenziali: Strelna di A.-J.-B. Le Blond e altri, 1711-26; Peterhof ; Carskow Selo ; Oranienbaum(Lomonosov, di Fontana e Schädel, 1711-20).

-Verso lla metà del secolo (ca. 1740-60) dominò l’architetto italianoB:F:Rastelli, che diffuse uno stile rococò (colorito /fastoso),simile al tedesco meridionale (palazzo d’Inverno, 1754-64). Intanto venne anche in auge la basilica a pianta centrale con cinque cupole (cattedrale del monastero di Smolny, di Rastrelli, 1748-54; cattedrale di San Nicola, diS:I:Čevakinskij , 1753-62). I giardini e i parchi della città e dei dintorni si ornarono di padiglioni cinesi, statue, fontane (giardini d’Estate, parco di Peterhof).

-Dal 1760  le forme si fecero più semplici, pur con una grande eleganza (Accademia di Belle Arti di A. F. Kokorinov e J. B. M. Vallin de la Mothe, 1765-72; Palazzo di Marmo diA.Rinaldi, 1768-85).

-Successivamente al 1780 si parla di neoclassico. Questa è  l’epoca,  tra i due secoli, del grande italiano Quarenghi, attivo per Caterina II (Accademia delle Scienze, 1783-89; Teatro dell’Ermitage, 1783-87) e dei russi  I.E.Strarov(cattedrale della Trinità nella Lavra Aleksandr Nevskij, 1776-90) eV.I:Bazenov  (castello Michajlovskij, iniz. 1792).

-Nel primo Ottocento l’architettura diviene molto monumentale e severa e caratterizzata da una importante attenzione urbanistica: gli edifici sono concepiti in relazione tra loro ed anche con le vie e le piazze circostanti (questo concetto è stato ripreso dall’arch. Mario Botta al tempo della presentazione dell’allora nuova Università di Architettura di Mendrisio, CH; ma, nostro parere, rimasto, purtroppo,  solo come ideale) la strelka dell’isola Vasilevskij, con la Borsa valori , il complesso della piazza dei Decabristi con il Senato, il sinodo, il palazzo del granduca Michele, il teatro Aleksandrinskij, di C.Rossi, 1827-32).

Maggiori architetti russi dei primi del 1800 furono: A.D.Zacharov  (rifacimento dell’Ammiragliato, 1806-23) eA.N.Voronichin (cattedrale della Vergine di Kazan, 1801-11).

-Dal 1830 si affermano: irevival ed clettismo (Ermitage, diLeo von Kleze  1839-49).

-Dalla fine del secolo, accanto al classicismo dominante, apparvero alcuni esempi diArt Noveau (edifici di F. I. Lidval e N. V. Vasilev).

-La ricostruzione del dopoguerra e successiva ha rispettato le caratteristiche storiche degli edifici (si parla di indirizzo storicistico detto “stile San Pietroburgo”, max artefice l’arch.  Oleg Kharchenko.

a S Pietroburgo aquila

SALUTE

FARMACIA; la nota è estrapolata dalla Lonely Planet perché ci è sembrata molto utile.

Apteka Petrofarm è un’ottima farmacia che resta aperta tutta la notte. Dopo l’orario di chiusura si utilizza l’ingresso secondario in Bolshaya Konyushennaya ulitsa (sotto il portico della casa al n. 14 e a destra). Leapteka (farmacie) sono sparse per tutta la città e in genere sono ben fornite di farmaci e articoli da toletta occidentali. San Pietroburgo centro; Nevsky pr 22. 

 

San Pietroburgo, dietro ai grandi palazzi ristrutturati..
San Pietroburgo, dietro ai grandi palazzi ristrutturati..

OTTIME CURE DA: American Medical Center, i prezzi sono elevatissimi.

Assistenza medica a livello occidentale: American Medical Center, gestione statunitense, offre una gamma completa di servizi come cure: ginecologiche, pediatriche e odontoiatriche, pronto soccorso 24/ 24, ambulanze, visite a domicilio e trasferimenti di pazienti gravi.   San Pietroburgo centro,  Serpuhovskaya ul 10.

tel.: 812 3261730 (info)

San Pietroburgo,arredo di un B&B.
San Pietroburgo,arredo di un B&B.

DORMIRE A SAN PIETROBURGO

-Se volete risparmiare trovate molte soluzioni di affitto sulle pagine apposite della Lonely Planet

-Sulla Prosp. Nevskij ci sono diversi B&B in stabili antichi dove respirerete vera aria locale e sarete a contatto con il padrone/a che vi servirà una vera colazione russa o ve la preparerete voi secondo i vs. gusti.

-Per chi vuole l’albergo a ogni costo:  il W ST. PETERSBURG, accoglie in camera con un cuore di petali rossi sul letto, un soffitto tempestato di palloncini rossi, torta al cioccolato e spumante rigorosamente italiano!  Vicino ai  i giardini Alexander.

 

San Pietroburgo, Casa dei Soviet, monumento a Lenin visto dalla fontana.
San Pietroburgo, Casa dei Soviet, monumento a Lenin visto dalla fontana.

 

San Pietroburgo, Casa dei Soviet.
San Pietroburgo, Casa dei Soviet.

 

San Pietroburgo, Casa dei Soviet, monumento a Lenin
San Pietroburgo, Casa dei Soviet, monumento a Lenin

 

 

San Pietroburgo, Casa dei Soviet, monumento a Lenin
San Pietroburgo, Casa dei Soviet, monumento a Lenin

 

San Pietroburgo, palazzo con i segni della Seconda Guerra Mondiale.
San Pietroburgo, palazzo con i segni della Seconda Guerra Mondiale.

 

San Pietroburgo, case popolari del regime sovietico, oggi fatiscenti, ma ancora utilizzate dagli strati più poveri della popolazione.
San Pietroburgo, case popolari del regime sovietico, oggi fatiscenti, ma ancora utilizzate dagli strati più poveri della popolazione.

 

San Pietroburgo, Nevskij  prospect, la via più importante della città.
San Pietroburgo, Nevskij prospect, la via più importante della città.

 

San Pietroburgo, monumento agli "Eroici difensori di Leningrado", statue all'interno del monumento.
San Pietroburgo, monumento agli “Eroici difensori di Leningrado”, statue all’interno del monumento.
San Pietroburgo, Monumento agli "Eroici difensori di Leningrado", ingresso.
San Pietroburgo, Monumento agli “Eroici difensori di Leningrado”, ingresso.

 

San Pietroburgo, Museo di Antropologia.
San Pietroburgo, Museo di Antropologia.

 

San Pietroburgo, Museo di Antropologia.
San Pietroburgo, Museo di Antropologia.

 

CUBA ; TORNA IL LUSSO APRE L’AMBASCIATA AMERICANA E IL TURISMO AVANZA

Prima dell’annunciata apertura dell’Ambasciata Americana, Cuba registra già  l’arrivo di 50 mila americani; solo negli ultimi 4 mesi.

Bali Bulgari 450 varie ok tramonto fiori ok ok

Anche gli investitori guardano a Cuba, ma tutto sta avvenendo al rallentatore; anche a causa della pesante burocrazia; un muro di gomma. La casta ha paura delle novità.

Intanto i turisti si godono la vita, insieme a ricchi mercanti d’arte, specie in occasione della famosa Biennale, deputati del Congresso USA, rappresentanti di multinazionali, organizzazioni caritatevoli. Sono arrivati, per una gara di pesca d’altura, anche due nipoti dell’amante di Cuba per antonomasia Hemingway.

Nei pochissimi alberghi 5 stelle della capitale, come il Melià Cohibra, si fumano i famosi sigari, si bevono Mojito e Cuba Libre. Fuori, si percorre il lungomare Malecón, attorniato dalle bellissime case Liberty, con le lunghissime auto decappottate anni ’50 alla ricerca dell’atmosfera dei tempi di Hemingway.

Poi tutti a mangiare da “Santi”; sempre pieno e con il miglior pesce della città, o da “Starbien” o “Idillio” per gazpacho e aragoste.

Poi si va in un locale ad ascoltare la musica di sempre, come il magico Chan Chan dell’indimenticato gruppo Buena Vista Social Club.

Gli appartamenti dei palazzi Liberty del lungomare e non, solo in piccola parte ristrutturati, sono ancora in vendita a partire da 100.000 euro, ma per gli stranieri la procedura è scoraggiante, almeno per ora.

Una società inglese ha già concluso un accordo per la costruzione di ville e campi da golf.

Ma le occasioni in futuro saranno numerosissime, dai porti per gli yact, che ora possono arrivare dalla Florida, all’apertura di aziende alimentari e agenzie turistiche.

Raùl Castro lascerà il potere nel 2018, ma nessuno può garantire cosa accadrà dopo; forse Cuba diventerà uguale ad una delle tante isole dei Caraibi.

Forse è il momento di visitare Cuba, prima che cambi tutto.

In estate il clima è rovente, soprattutto in città, ma al mare i bagni e la brezza fanno dimenticare il caldo.

Piogge da maggio a ottobre,  acquazzoni intensi ma brevi, che hanno una maggiore incidenza a settembre ed ottobre e nei distretti dell’Avana e Pinar del Rio.

I mesi più freschi sono  gennaio a febbraio, max sui 27°.

Non dimentichiamo che Cuba non è solo spiagge con grandi villaggi per il turismo di massa, ma anche piccole strutture, sparse nell’isola, con un mare incontaminato e, soprattutto, tanta cultura nelle città coloniali e nella fascinosa capitale.

Ma Cuba è soprattutto la sua gente, la loro allegria e simpatia e la cucina locale.