Archivi categoria: nel mondo

viaggiare nel mondo, traveling the world, viaggi nel mondo,

Rayanair – Vacanze rovinate da ritardi aerei – Farsi rimborsare anche due anni dopo ….

Avete tempo fino a 3 anni dall’accaduto per procedere al rimborso …

Rayanair voli cancellati per 400 mila passeggeri – settembre 2017

La compagnia aerea rimborserà i passeggeri che si vedranno cancellati il volo o offrirà un volo alternativo per evitare il più possibile i disagi ai propri clienti. I voli cancellati saranno circa il 2% del totale.

:::::::::::

Quali sono gli aeroporti che hanno registrato maggiori disagi (statistiche generiche del 2016) ?

Partenze estive:

-i migliori e peggiori aeroporti secondo AirHelp

-

Il 70% dei viaggiatori prenderà un aereo per raggiungere la propria meta delle vacanze

Lo scorso anno, i piani estivi di quasi 265.000 passeggeri sono stati rovinati da ritardi e cancellazioni:gli italiani avrebbero diritto a rimborsi per oltre 94 milioni di euro

 – Valigie pronte per quasi 33,5 milioni di italiani.

Si prevede che il 70% dei viaggiatori prenderà un aereo per raggiungere la meta desiderata: non sempre però questo passaggio è esente da problemi.

Sono stati quasi 265mila (per l’esattezza 264.255) i viaggiatori che nell’estate 2016 hanno visto i loro piani estivi rovinati da un forte ritardo, dalla perdita di una coincidenza o addirittura da un volo cancellato.

Gli italiani avrebbero diritto a rimborsi per oltre 94 milioni di euro dalle compagnie aeree per questi disagi e hanno tempo fino a 3 anni dall’accaduto per procedere.

Un diritto in molti casi sconosciuto ai passeggeri e omesso dalle compagnie aeree (meno del 2% degli aventi diritto ha richiesto ed ottenuto il risarcimento).

Tutte le compagnie aeree, comprese le low cost, devono infatti corrispondere da 250€ a fino 600€ di rimborso a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto acquistato.

Lorenzo Asuni, Country Manager di AirHelp, sottolinea:

È ora di muoversi per ottenere quanto in nostro diritto in caso di problemi, le leggi esistono e tutelano i passeggeri con disagi nei loro voli ed esistono strumenti che rendono queste richieste sempre più facili e veloci anche per voli di 3 anni fa”.

Quali sono gli aeroporti che hanno registrato maggiori disagi?

Nel periodo estivo dello scorso anno, due aeroporti in Italia si sono distinti per la grande quantità di disagi:

-Roma Fiumicino: 77.636 passeggeri aventi diritto ad un risarcimento per un totale di 32,4 milioni di euro di rimborsi potenziali;

Milano Malpensa: 61.088 passeggeri e rimborsi per 23,9 Milioni di euro nello scalo milanese.

Spiccano anche le destinazioni tipicamente estive come Olbia quasi 9 mila passeggeri con disagi sui loro voli ed una percentuale di voli afflitti da problemi tra le più alte in Italia.

A Napoli potenziali risarcimenti per 4,3 milioni di euro e non se la passano meglio le destinazioni siciliane con Palermo (1,4 milioni) e Catania (1,5 milioni).

 

AirHelp, società che ha aiutato oltre 3 Milioni di passeggeri ad ottenere il rimborso per i loro voli in ritardo o cancellati, ha voluto analizzare i dati della scorsa estate per determinare quali sono state le mete con maggiori problemi.

AirHelp

AirHelp. è stata fondata nel 2013 da Henrik Zillmer, Nicolas Michaelsen, Greg Roodt e Morten Lund ed ha aiutato negli utlimi 4 anni oltre 3 milioni di passeggeri ad ottenere oltre 200 milioni di € in risarcimenti.

L’azienda è parte di Y-Combinator, il più grande accelleratore di start up al Mondo, ed aiuta i passeggeri di tutto il mondo ad ottenere il risarcimento dovuto in caso di volo in ritardo, volo cancellato o in overbooking. Il lavoro di AirHelp è quello di far rispettare ai vettori aerei i loro obblighi, online e attraverso organismi di controllo nazionali, con l’obiettivo di rendere le domande di risarcimento il più semplice e fluide possibile.

VEDI COME AL LINK:

AirHelp – Ottieni fino a 600€ per il ritardo dei tuoi voli

Vacanze invernali al caldo – Ras Al Khaimah da scoprire e visitare !!!

Angolo di paradiso ancora poco conosciuto

Ras Al Khaimah

Uno dei sette emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti.

Un Paese ancora da scoprire dal turismo di massa, ottimi prezzi, qualità eccellente, grande disponibilità agli investimenti italiani per piccoli e medi investitori, le donne qui non devono coprirsi come nella vicina Arabia Saudita, avventura, pesca, golf, falconeria e tanto altro …

Andate su internet e digitate  Ras Al Khaimah, scoprirete che qui vorreste andare il prossimo inverno per dimenticare il freddo dell’Europa:

  • grandi spiagge incontaminate
  • ottima cucina ricca, genuina e capace di accontentare anche i più esigenti italiani
  • altissimo livello negli alberghi e relative strutture; ottime spa e piscine coperte per i giorni più “freschi”
  • eccellente rapporto qualità prezzo
  • golf con numerosi campi
  • falconeria
  • pesca abbondante
  • eventi internazionali

::::::::::::::::::::::::::::::::

THE FALCON CUP

Italia – Ras Al Khaimah

2017 – 2018

Sono state presentatea Milano a Palazzo Lombardia le iniziative di Falcon Cup, corse d’auto d’epoca e tornei di Golf che si svolgeranno nell’Emirato di Ras Al Khaimah e in Italia. Si tratta di un progetto italo-emiratino di cui hanno parlato Alberto Cavalli della Regione Lombardia, Paolo Simoni, Presidente di Falcon Events e Abdulrahman Abdulla Ahmed Bin Jumah Al Teneiji, Vice Presidente di Falcon Events LLC.

Come sottolineato dall’Emiro di Ras Al Khaimah, Saud bin Saqr al-Qasimi, “è attraverso la conoscenza e la collaborazione reciproche che si può costruire un mondo migliore. Manifestazioni come queste offrono l’occasione di scoprire angoli di mondo ancora poco noti ma dalle enormi potenzialità, così com’è il nostro Paese”.

Anche il consigliere Alberto Cavalli ha sottolineato nel suo intervento che “la buona riuscita degli eventi della Falcon Cup non può che rafforzare i rapporti fra l’Italia e Ras Al Khaimah”. Per questo durante la conferenza sono giunti gli auguri del Presidente Roberto Maroni per la “migliore riuscita e meritato successo” dell’iniziativa.

Il Vice Presidente di Falcon Events, Abdulrahman Abdulla Ahmed Bin Jumah Al Teneiji, ha voluto porre l’accento su come “l’Italia sia conosciuta nel mondo per l’arte, il cibo e la moda ma anche per la Ferrari e, grazie alla collaborazione con i migliori professionisti del settore auto d’epoca e golf, anche in Rass Al Khaimah saremo in grado di organizzare eventi di respiro internazionale a partire dal 2018. Certi che la comprensione tra i popoli è l’unico viatico per uno sviluppo sostenibile e una pace duratura. Per il nostro Paese il viaggio è sinonimo di ricerca, scoperta e crescita culturale e sociale e il turismo un’occasione di formazione personale e sviluppo economico del territorio. Con questo spirito ci approcciamo al mondo per presentare Ras Al Khaimah”.

La mission della Falcon Cup è di promuovere il turismo e la cultura attraverso l’organizzazione di eventi sostenibili che portino alla scoperta di un angolo di paradiso ancora poco conosciuto e dove instaurare anche solidi rapporti commerciali tra i due Paesi. Dunque la collaborazione, che parte dall’evento dedicato alle auto storiche, fra l’Italia e l’Emirato di Ras Al Khaimah porta con sé numerose valenze e opportunità.

Paolo Simoni, Presidente di Falcon Events LLC, al termine della presentazione ha voluto sottolineare come The Falcon Cup sia nata come proposta turistica, culturale e sportiva d’eccellenza, che verrà promossa in più ambiti nazionali e internazionali.

Il primo evento in programma sarà il torneo di golf organizzato in collaborazione con PGA Italia – THE FALCON CUP PRO AM – che si disputerà tra l’11 e il 17 Febbraio 2018 negli Emirati Arabi Uniti (Ras Al Khaimah – Ajman). La formula prevede un torneo per Professionisti su 36 buche, 3 gare per dilettanti da 18 buche ciascuna ed una combinata a squadre (1 professionista + 3 dilettanti).

Dal 13 al 15 Novembre 2018 si disputerà nell’Emirato di Ras Al Khaimah la prima edizione di THE FALCON CUP – Legendary Classic Cars Regularity Race & Future Legendary Classic Cars.

Sarà una gara di automobili storiche in totale serenità e sicurezza.

La gara verrà disputata sulle strade dell’Emirato e nel circuito cittadino, appositamente creato per l’evento, offrendo al pubblico uno spettacolo unico al mondo: un “museo dinamico di straordinarie vetture” condotte da concorrenti mentre affronteranno un percorso vario per tipologia e difficoltà tecnica.

Voli ” low cost ” di linea – Strepitose offerte Finnair per volare in Asia e Finlandia

Nuove strepitose offerte Finnair per volare in Asia e Finlandia

 

Milano, settembre 2017Fino al 25 settembre sono in vendita i bigliettiFinnairche permettono di volare verso l’Asia e la Finlandia con tariffe davvero sorprendenti sia in Economy Class sia in Business Class.

Per chi già pensa alle vacanze invernali o a un break primaverile, le offerte in alcuni casi sono valide fine al 31 maggio 2018, Finnair offre un ventaglio completo di tariffe speciali per viaggiare in molte delle destinazioni del network della compagnia.

La strategia di crescita di Finnair ha portato all’espansione del proprio network a lungo raggio. A partire dall’inverno 2017, infatti, sarà possibile volare verso: Puerto Vallarta in Messico, L’Avana a Cuba, Goa in India e Puerto Plata nella Repubblica Dominicana e nell’estate 2018 saranno aperte nuove rotte verso Nanjing, Lisbona e Stoccarda Finnair aumenterà anche la capacità di posti sui i voli verso le mete più popolari del suo network asiatico.  Due frequenze settimanali supplementari saranno aggiunte alla tratta Helsinki Bangkok e Singapore e tre sulla tratta fino a  Hong Kong. Anche gli orari dei voli per Krabi e Phuket sono stati rettificati per abilitare connessioni più efficienti.

Per volare verso le destinazioni asiatiche del proprio network Finnair proponetariffe scontate già acquistabili e valide fino al 25 settembre. Le tariffe sono fruibili per voli dal 7 settembre fino al 31 maggio 2018.

Come sempre, i voli in partenza da Helsinki, percorrono la rotta polare, garantendo così un tempo di volo ridotto e collegamenti agevoli per i passeggeri di tutta Europa.

BUSINESS CLASS ASIA

Voli di Business Class per l’Asia(via Helsinki da Milano e Roma) validi per viaggi fino a maggio 2018* su alcune destinazioni:

Delhi, a partire da 1.299 a/r** (Black out 14.12.2017 – 2.1.2018)

Chongqing a partire da 1.399 a/r**(Black out 14.12.2017 – 2.1.2018)

Canton, Xi’an  a partire da 1.499 a/r**

Bangkok a partire da 1.529 a/r**(Black out 14.12.2017 – 2.1.2018)

Phuket, Krabi e Saigon a partire da 1.599 a/r** (Black out Krabi e Saigon 14.12.2017 – 2.1.2018)

 

Singapore a partire da 1.629 a/r**(Black out 14.12.2017 – 2.1.2018)

Pechino e Shanghai a partire da 1.699 € a/r**

Hong Kong a partire da 1.799 € a/r** (Black out 14.12.2017 – 2.1.2018)

ECONOMY CLASS DESTINAZIONI ASIA – (Black out 20.12.2017 – 7.1.2018)

Voli per l’Asia(via Helsinki da Milano e Roma): validi per viaggi fino a marzo 2018* su alcune destinazioni:

Pechino a partire da 409 € a/r** (Black out 14.12.2017 – 2.1.2018)

Shanghai e Delhi a partire da 419 € a/r** (Black out 14.12.2017 – 2.1.2018)

Chongqing a partire da 449 € a/r**

 Xi’an, Canton e Hong Kong a partire da 459 € a/r** (Black out Hong Kong 14.12.2017 – 2.1.2018)

Singapore, Seoul e Bangkok a partire da 469 € a/r**(Black out Singapore e Seoul 14.12.2017 – 2.1.2018)

E per tutti gli amanti della Finlandia che quest’anno festeggia il suo centenario dell’indipendenza, Finnair permette di raggiungere Helsinki, Kittilä, Rovaniemi e Ivalo con tariffe davvero speciali per partenze da Milano e Roma. La Finlandia è stata eletta Best in Travel 2017 da Lonely Planet.

ECONOMY CLASS DESTINAZIONE FINLANDIA

Voli da Milano e Romaa Helsinki dal 1° ottobre fino al 30 novembre 2017 a partire da 199 a/r**

Voli da Milano e Romaa Kittilä dal 12 gennaio 2018 fino al 31 maggio 2018 a partire da 269 a/r**

Voli da Milano e Romaa Ivalo dal 10 gennaio 2018 fino al 31 maggio 2018 a partire da 279 a/r**

Voli da Milano e Romaa Rovaniemi dal 10 gennaio 2018 fino al 31 maggio 2018 a partire da 289 a/r**

*Per maggiori dettagli sulle condizioni, le destinazioni e sui periodi di viaggio visitare il sito www.finnair.it.

**Tariffe tasse incluse, soggette a restrizioni e disponibilità, posti limitati. La compagnia si riserva di modificare i termini dell’offerta senza preavviso.

Finnair nuove rotte verso Nanjing – Lisbona e Stoccarda

Finnair, la compagnia più ecologica … ma non solo …

Finnair annuncia l’apertura di nuove rotte verso Nanjing, Lisbona e Stoccarda aumenta la capacità di destinazioni popolari in Asia, Stati Uniti ed Europa

 – In linea con la sua strategia di crescita, Finnair ha annunciato l’apertura di nuove rotte per l’estate 2018:

Nanjing in Cina

Lisbona

Stoccarda.

Non solo nuove rotte ma anche un aumento delle frequenze sulle destinazioni più popolari come Tokyo, Bangkok, Delhi, Chicago e San Francisco.

Finnair aumenterà anche la capacità di alcune delle sue destinazioni a corto raggio durante la stagione estiva del 2018.

Il volo inaugurale verso Nanjing avrà luogo il 13 maggio 2018 e sarà operato con un Airbus A330, questa rotta porterà a sette le destinazioni in Cina del vettore Finlandese.

Situata lungo il fiume Yangtse, Nanjing è una dei quattro antichi capoluoghi della Cina e un centro vivace per la cultura e l’economia.

Con una popolazione di oltre 8 milioni di persone, Nanjing è un’importante destinazione sia commerciale sia turistica con una crescente domanda di passeggeri e di carico.

I voli, con ottime coincidenze per chi viaggia dall’Italia, saranno operati tre volte a settimana durante la stagione estive e due volte durante l’inverno.

In totale Finnair nel 2018, collegherà l’Europa con la Cina 38 volte a settimana, con voli verso Shanghai, Pechino, Chongqing, Guangzhou, Xian, Nanjing e Hong Kong.

Dal 1° giugno 2018 Finnair volerà quattro volte a settimana a Lisbona, Portogallo e dal 23 aprile 2018 sarà disponibile un volo quotidiano verso Stoccarda, che sarà la sesta destinazione di Finnair in Germania.

“Il traffico tra Europa e Asia continua a crescere e il network di Finnair offre sempre più scelta ai nostri clienti”, ha dichiarato Juha Järvinen, Chief Commercial Officer di Finnair. “Stiamo inoltre aggiungendo frequenze e funzionalità alle destinazioni popolari europee per soddisfare le esigenze del nostr crescente network di clienti sia in Asia sia in Europa. La capacità totale di Finnair per la prossima estate sarà aumentata del 14% rispetto alla precedente stagione estiva. “

  • Il collegamento per Tokyo Narita diventerà quotidiano insieme a Japan Airlines. Finnair offrirà tre voli giornalieri nell’ambito della joint venture con British Airways e Iberia
  • Tre nuove frequenze settimanali saranno aggiunte a Bangkok, portando a 10 frequenze settimanali durante la stagione estiva e 16 durante la stagione invernale
  • I collegamenti settimanali verso Delhi saranno quattro durante la stagione estiva e sei in inverno
  • Il volo di Finnair a Chicago diventerà quotidiano con l’aggiunta di due nuove frequenze settimanali da aprile a ottobre
  • I tre voli settimanali di Finnair a San Francisco avranno ora una stagione operativa più lunga, volando dal 3 maggio al 27 settembre. Tutti i voli Finnair verso gli Stati Uniti sono gestiti in collaborazione con American Airlines, British Airways e Iberia

Finnair sta inoltre aumentando le frequenze per diverse destinazioni europee: particolamente  popolari durante la stagione estiva 2018:

  • Un volo settimanale supplementare sarà aggiunto alla rotta stagionale di Venezia
  • Diciassette nuovi collegamenti settimanali a Tallinn, volando fino a dieci volte al giorno
  • Due ulteriori frequenze settimanali a Reykjavik, che servono la capitale islandese con più voli giornalieri in partnership con Icelandair
  • Un altro volo quotidiano a Mosca, che è servita con tre voli quotidiani e fino a sei in collaborazione con Aeroflot Russian Airlines.
  • Danzica sarà collegata a Helsinki con due voli giornalieri
  • Quattro ulteriori frequenze settimanali per Edimburgo
  • Quattro frequenze aggiuntive a Barcellona tra giugno e agosto
  • Tre ulteriori collegamenti settimanali a Madrid da giugno a ottobre
  • Un volo settimanale supplementare sarà aggiunto a Dublino, Dubrovnik, Malaga, Tel Aviv, Billund, Chania, Skiathos, Santorini, Rodi, Heraklion e Corfù.

ZANTE, ISOLE SCONOSCIUTE, BORA BORA…SEMZA SPENDERE UNA FORTUNA.

Si chiama Zante, ma in Grecia e nel resto del mondo la chiamano Zakhyntos.

Ma da noi è conosciuta anche di più col nome di Zacinto, grazie al sonetto che il poeta Ugo Foscolo, che qui vi è nato, le ha dedicato.

-L’isola delle Ionie ha dato i natali a uno dei più grandi letterati italiani: esempio emblematico dello stretto legame che c’è tra questo arcipelago e il nostro paese.

Di qui non sono passati i turchi, e la dominazione veneziana ha preso pieno possesso dell’arte e della cultura di un’isola che, di suo, è sempre stata molto vitale sotto questo punto di vista.

Tant’è che Foscolo non è l’unico grande poeta che ha visto qui le proprie origini: Dionysios Solomos, il padre dell’inno greco, è nato su quest’isola che oggi è un gustoso mix di cultura greca e italiana.

continua su: http://travel.fanpage.it/zante-consigli-per-le-vacanze-al-mare-in-grecia-in-agosto/#ixzz2zsJ9hA4P

http://travel.fanpage.itIl clima di Zante riflette bene questo dualismo: caldo e secco d’estate, con piogge intense nel corso dell’anno.

-Durante la bella stagione le temperature arrivano anche a 40°, ma non si soffre l’afa.

Di contro le precipitazioni rendono l’isola una terra fertile, e infatti la fonte di reddito principale oltre al turismo è l’agricoltura. I preziosi uliveti forniscono un olio extra vergine che viene importato anche all’estero.

Mentre le condizioni meteo ottimali erano conosciute fin dai tempi di Omero che la soprannominò “fiore di levante”.

Ancora oggi agli italiani piace chiamarla così.

-I nostri connazionali sono molto ben visti su un’isola dove da tempo come seconda lingua si studia la nostra, dove la maggior parte degli studenti che fa viaggi all’estero sceglie la nostra penisola come meta preferita, e dove la nostra letteratura e la musica si ascolta assieme alle originali composizioni locali.

 continua su: http://travel.fanpage.it/zante-consigli-per-le-vacanze-al-mare-in-grecia-in-agosto/#ixzz2zsJIRc1C

http://travel.fanpage.it Le spiagge di Zante, d’altro canto, sono invece uno dei motivi per cui gli italiani la scelgono come meta per le vacanze estive. Una tra tutte è famosissima nell’intero Mediterraneo, ed è la spiaggia del Naufragio, conosciuta anche come Navagio: qui tempo fa vi si incagliò un mercantile di contrabbandieri che cercava riparo notturno in una piccola caletta e sfuggire alla guardia costiera. Il mattino dopo fu colto da una secca, e in seguito vi si accumulò tanta di quella sabbia da formare questa spiaggia raggiungibile solo via mare: oggi una delle più fotografate, non solo per lo scenario del relitto, ma anche per lo spettacolo intenso dell’azzurro turchese delle acque che si bagnano contro la bianca arena accumulata tra i faraglioni. Le tartarughe sono invece protagoniste di un’altra spiaggia, quella di Kalamaki, nel golfo di Laganas: qui è stato istituito il Parco Nazionale Marino di Zante per proteggere la specie Caretta Caretta che viene a deporvi le uova. Si tratta del primo parco nazionale della Grecia, nato proprio perché il turismo dell’isola mette a rischio questi animali: ne fa parte l’isola di Marathonissi, uno dei luoghi di deposizione.

 Il divertimento e la vita notturna offrono locali, taverne, discoteche e club a un enorme numero di giovani che

-affollano l’isola in agosto attratti dalla Zante by night. La città di Laganas è stata paragonata a Las Vegas per l’enorme numero di locali che si possono incontrare su un’unica strada.

Anche Zante città (Chora) è molto frequentata, di giorno e di sera. Le famiglie che cercano più tranquillità si dirigono nella località di Arg Argassi, comunque non priva di gente. Se non siete animali notturni, e preferite girare di giorno ce ne sono di cose da vedere.

Per gli amanti della speleologia vale una pena un’escursione alla grotta azzurra sul promontorio Skinari, con le acque dai meravigliosi riflessi; e le innumerevoli grotte di Keri sul Capo Marathia.

Chi vuole godere di un meraviglioso panorama deve recarsi sulla collina di Strani, il luogo che ispirò il compositore dell’inno greco.

Ci sono persino delle isole circostanti, le Strofadi, dove oltre ad avere una vista spettacolare c’è la possibilità di visitare un monastero del XIII secolo. Se invece volete scoprire qualcosa di più sulla cultura e la storia di Zante potete visitare il Museo Bizantino, il Museo Dionisyos Solomos e la Biblioteca Pubblica, tutte nel capoluogo. Infine trovate numerosi luoghi di culto: ad Agios Dionysios, il santo patrono, sono dedicati un monastero e una chiesa.

Per arrivare a Zante ci sono

-voli charter stagionali diretti che partono dagli aeroporti di Forlì-Cesena e Brindisi, mentre generalmente il viaggio via aereo prevede un passaggio all’aeroporto di Atene, e poi un volo con la Olympic Air fino all’isola.

Altrimenti potete prendere il traghetto da Ancona fino a Patrasso, e da lì fino a destinazione.

Il servizio di bus è efficiente, ma la soluzione migliore è sempre quella di optare per il noleggio di uno scooter o di una bicicletta, per chi ha voglia di godere delle bellezze dell’isola in totale libertà. Per chi invece sceglie l’auto è consigliabile una jeep 4×4 per superare le strade più impervie.

In generale la rete stradale collega bene i vari villaggi e li mette tutti in comunicazione con Zante città.

 continua su: http://travel.fanpage.it/zante-consigli-per-le-vacanze-al-mare-in-grecia-in-agosto/#ixzz2zsJdmMeL

http://travel.fanpage.it

—-

Gli arcipelaghi greci sono composti da migliaia di piccole isole, ma un viaggio a

Gavdos è il raggiungimento di un confine estremo sotto molti punti di vista.

Si tratta infatti del punto più a sud di tutta l’Europa geografica.

Non solo: è una piccola isola, abitata permanentemente da meno di 100 abitanti. Questi vivono per lo più di agricoltura e pesca, e soffrono la scarsità di acqua potabile e di energia elettrica. In estate l’isola viene visitata da una media di 3500 persone.

E nonostante ciò, al di là di qualche taverna, il turismo non ha messo radici da queste parti. Poche le attrazioni.

La ricostruzione di un vecchio faro che ospita un museo dedicato alla storia di quello originale, e un caffè al suo interno.

Il Capo Tripiti, l’estremo punto meridionale d’Europa, segnato con un’enorme sedia su cui bisogna letteralmente arrampicarsi.

E una marea di spiagge incontaminate: Potamos, Agios Ioannis, Pyrgos, Sarakinikos… Alcune hanno dei “servizi” (le summenzionate taverne), altre sono del tutto vergini e raggiungibili solo via barca o tramite avventurosi sentieri. Indovinate che tipo di persone viene a trascorrere le vacanze in Grecia su quest’isola?

 continua su: http://travel.fanpage.it/isole-in-europa-estate-vacanze-al-mare/#ixzz2zsIk2vMo

http://travel.fanpage.it

—-

 Conosciuta localmente col nome di Gökçeada è la più grande delle isole turche, situata proprio all’imbocco dello stretto dei Dardanelli.

-Come gran parte della costa turca anche Imbro si divide tra gli appassionati delle spiagge, e quelli del trekking.

Non che le due cose non possano essere compatibili naturalmente: la spiaggia di Yıldızkoy, ad esempio, è raggiungibile attraverso un sentiero che si percorre in dieci minuti, e tutto attorno è circondata da rilievi montuosi.

A sud dell’isola si trova la spiaggia di Aydıncık: qui il mare è separato da una stretta striscia di dune sabbiose da un lago salato.

Dal fondo del lago sale uno strano odore, non sgradevole, causato da delle sostanze chimiche naturali che sembra abbiano ottime proprietà curative per la pelle.

L’attività migliore qui è farsi un bagno di fango per risciacquarsi poi a mare.

Su Imbro vive una piccola comunità greca, circa 250 persone sparse in vari villaggi: si tratta di luoghi tipici, nei quali si può respirare l’atmosfera del paese d’origine. Un consiglio per quando andate in giro in visita nei vari paesini: portatevi da bere, perché le fonti di acqua potabile sono molto scarse sull’isola

 continua su: http://travel.fanpage.it/isole-in-europa-estate-vacanze-al-mare/#ixzz2zsIQiB00

http://travel.fanpage.it

 Concludiamo il nostro excursus sul mar Baltico con l’isola più grande della Estonia.

Saarema è conosciuta storicamente per essere stata la patria di un popolo guerriero che ha resistito alla dominazione di svedesi, danesi, tedeschi e russi, tanto da essersi guadagnato l’appellativo di vichinghi orientali.

Gli osiliani conservano ancora oggi le proprie tradizioni uniche, osservabili nei costumi locali.

In effetti una vacanza a Saaremaa è più un viaggio culturale, e ce ne si rende conto visitando la città di Kuressaare: qui vi troviamo chiese, mulini ed edifici antichi, tra i quali un vecchio stabilimento termale per le cure ai fanghi. Dal punto di vista naturalistico l’isola è impressionante: l’80% di tutta la flora dell’Estonia è rappresentata qui, e quasi metà dell’isola è ricoperta da piante.

La fauna è altrettanto ricca, con numerose specie di uccelli, anche endemiche, e vari animali marini. Il perimetro dell’isola è ricco di scogliere, tra cui le più spettacolari sono quelle di Panga, con un’altezza di 20 metri e lunghe 2,5 km. Nel villaggio di Kaali si possono osservare nove crateri millenari causati dall’impatto con meteoriti. Ma non dimentichiamo le spiagge: la più bella è quella di Järverand, ad appena 14 km dal centro principale.

 continua su: http://travel.fanpage.it/isole-in-europa-estate-vacanze-al-mare/#ixzz2zsIBO2bn 

http://travel.fanpage.it

 Torniamo al nord, in un paese che nell’immaginario collettivo è perennemente ricoperto di neve.

Ma il mar Baltico chiama, e i turisti rispondono.

Troppi, anzi: ecco perché scegliamo l’isola di Fårö. Adiacente alla più grande Gotland, l’isola è meta dei bagnanti che si dirigono verso la lunga striscia di sabbia di Sudersand.

La meta è alquanto popolare, tanto che ogni anno, a settembre, si tiene la Fårönatta, una vera e propria notte bianca, durante la quale negozi e ristoranti restano aperti fino a tardi e si celebra una speciale messa di mezzanotte.

Da Fårö si può raggiungere in traghetto l’isola disabitata di Gotska Sandön, sede di un Parco Nazionale dominato da ampie foreste di pini e spiagge sabbiose popolate da foche grigie.

 continua su: http://travel.fanpage.it/isole-in-europa-estate-vacanze-al-mare/#ixzz2zsHrzIeh

http://travel.fanpage.it

 La Repubblica di Malta non è un’isola, ma un arcipelago, e questo in molti lo ignorano. Ecco perché sfuggono le due isole più piccole. Ma mentre Gozo vive di un turismo tutto suo, indipendente da Malta, Comino è la vera meta per eletti.

Che non vuol dire che non possiate provarle entrambe.

Sono infatti a un tiro di schioppo l’una dall’altra, ed elicottero e traghetti sono gli unici mezzi di trasporto. Gozo ha due città principali, Marsalforn e Xlendi, ma per il resto è stata ampiamente preservata dall’urbanificazione. La spiaggia vergine di Ramla il-Ħamra, con la sua sabbia rossiccia, è indubbiamente la più bella. Con Malta, Gozo condivide l’antichissima cultura megalitica, che ritroviamo nei tempi di Gġantija.

Comino ha solo quattro residenti stabili, ma il suo unico albergo richiama i visitatori che possono vantarsi di aver dormito dove pochi lo hanno fatto.

Neanche a dirlo entrambe le isole sono meta di trekker, ciclisti e sub. Si dice addirittura che Gozo fosse l’isola dove la ninfa Calipso trattenne Omero nell’Odissea. La sua caverna è oggi visitabile, e come ci si può immaginare il mare tutto intorno è fantastico.

continua su: http://travel.fanpage.it/isole-in-europa-estate-vacanze-al-mare/#ixzz2zsHhNOyR

http://travel.fanpage.it

 Tutti vanno in vacanza a Hvar, a Brac, a Krk.

Nomi impronunciabili, che assomigliano più a delle onomatopee, ma che nascondono un turismo ricco e pieno di movida.

Quindi inflazionato. Il vero gioiello delle isole croate è Sansego, o meglio Susak, in lingua locale.

Una lingua strana, a dire il vero, unica: un dialetto composto da croato antico e prestiti dell’inglese, il francese e l’italiano, comprensibile solo agli abitanti del luogo.

-Che poi sono concentrati tutti in un piccolo villaggio dalle strade strette, dove solo carretti e uomini possono passare. Non ci sono strade asfaltate a Sansego, figuriamoci discoteche.

-Ed è qui che volevamo arrivare:

-un luogo ancora non invaso dai turisti, le cui spiagge sabbiose e ricche di canneti ci fanno dimenticare che siamo a pochi passi dalla più animata Lussino. Fate presto, però, perché il segreto non verrà mantenuto ancora a lungo.

continua su: http://travel.fanpage.it/isole-in-europa-estate-vacanze-al-mare/#ixzz2zsHboHXQ

http://travel.fanpage.it

 Dimenticate le chiccherie e l’ostentata ricchezza di Saint Tropez e dintorni: la

Costa Azzurra ha molto meglio da offrirvi.-

-Proprio dalla blasonata località per vip si può prendere un traghetto per raggiungere questo paradiso naturale che può vantarsi di essere uno dei luoghi abitati meglio salvaguardati del pianeta.

Arricchita da una folta macchia mediterranea e bagnata da acque cristalline, l’isola di Porquerolles tiene alla larga ogni contaminazione di tipo turistico.

I veicoli a motore non possono circolarvi, e le spiagge sono prive di qualsiasi servizio.

L’unico centro abitato è un piccolo porto di duecento persone, che si godono il silenzio e la tranquillità di un panorama sul Mediterraneo.

L’isola è naturalmente ampiamente battuta dai trekkers, che si divertono soprattutto a raggiungere le spiagge della costa sud, isolate e selvagge.

Ma ce n’è per tutti: anche chi non ha voglia di spingersi molto lontano può percorrere dei rapidi sentieri che portano verso le spiagge settentrionali, come quella de la Courtade, che si trova a pochi minuti di bici dal villaggio.

 continua su: http://travel.fanpage.it/isole-in-europa-estate-vacanze-al-mare/#ixzz2zsHV1FwV

http://travel.fanpage.it

Non solo Azzorre e Madera: ben più vicino alle sue

-coste il Portogallo nasconde un altro piccolo gruppo di isole. Siamo nell’Algarve, a sud del paese: qui, sulla punta occidentale del golfo di Cadice, bagnato dalle acque dell’Atlantico, troviamo il Parco Nazionale Ria Formosa.

Un breve viaggio dall’aeroporto di Faro ci porta a

-Olhão, il più grande porto di pescatori della regione. Da qui sono quindici minuti di traghetto per raggiungere l’isola. Un piccolo paradiso silenzioso dove i portoghesi amano trascorrere le vacanze cercando di tenere lontano il turismo. Non ci sono bar, locali o negozi sull’isola. Solo tre ristoranti.

L’attrazione maggiore è naturalmente la fauna selvatica che popola il parco: piccoli tour sono offerti da ambientalisti e biologi del luogo, che aiutano a individuare pesci, uccelli e piante del circondario.

Una gita può essere organizzata sulla vicina isola di Culatra, ma non si respira la stessa atmosfera di relax, essendo un porto più affollato e dedito agli affari. Su Armona si dorme in una delle 400 case sulla spiaggia, si bevono i migliori vini portoghesi e ci si rilassa pigramente sulle spiagge. Questo è quanto.

 continua su: http://travel.fanpage.it/isole-in-europa-estate-vacanze-al-mare/#ixzz2zsHCsMXv

http://travel.fanpage.it

 Scovarli tutti è molto difficile senza una guida del posto. Ma potete comunque provarci. Come dicevamo, una volta sull’isola si può giocare al risparmio: il modo migliore è abbandonare le agenzie turistiche e fare tutto da soli. Nuotare nella laguna, dare da mangiare ai pesci, passeggiare lungo i sentieri: sono tutte attività che non hanno bisogno di intermediari e possono essere svolte in maniera completamente gratuita. Se scegliete la bici, provate a farvi prestare una mountain bike da qualche locale: quelle dei noleggi sono buone solo per la strada asfaltata che attraversa l’isola.

Scalare il vulcano, d’altro canto, vi verrà sconsigliato se non quasi proibito se non avete una guida con voi. Nessuno al Comune o alla Gendarmeria vi dirà come farlo se non avete qualcuno del posto che vi accompagni: anche i più esperti trekker si sono persi o addirittura rischiato la vita nel tentativo. In effetti si tratta di un percorso abbastanza isolato, che per un tratto passa anche attraverso una proprietà privata, per cui dovete chiedere il permesso al suo proprietario. Il passaggio finale è molto scosceso e accidentato, e c’è rischio di scivolare sul crinale. Ma una volta raggiunta la cima si viene ripagati da una vista fantastica su tutta l’isola. Cos’altro c’è di gratuito? Rilassarsi sulla spiaggia, naturalmente: le vacanze al mare restano comunque la nostra priorità.

Dove dormire

Veniamo ora ai resort e ai villaggi turistici.

Ragazzi, Bora Bora è per chi ha i soldi, e i prezzi degli hotel vanno dalle poche centinaia di euro a notte a qualche migliaia per quelli extralusso.

Un momento, ma non avevamo affrontato il discorso dicendo che Bora Bora poteva anche essere alla nostra portata? Sì, e lo confermiamo. Se riuscite ad arrivarci, il resto della vacanza può essere speso a godersi la natura senza gettare soldi in superflue comodità. Esiste una

-guesthouse, chiamata Sunset Hill Lodge, dove si può soggiornare con prezzi che vanno dai 50 ai 70 euro a notte

-E non parliamo di una catapecchia. Immersa in uno splendido giardino zen con cascata, le sue camere sono eleganti, curate e pulite e fornite di tutto: bagno, cucina accessoriata, aria condizionata, soggiorno e connessione wifi. E vi è comunque anche la possibilità di spendere un po’ di più e dormire in una palafitta, anche se non siete dei petrolieri. Chiunque sia stato lì vi parlerà del proprietario, Gerard: un francese sempre sorridente, che cucina, mette a disposizione le sue biciclette per esplorare l’isola, accompagna in giro con la sua auto, prenota escursioni a prezzo ridotto, e tutto questo in cambio della gratificazione dei suoi ospiti.

Foto di apparena

I resort costosi sono sette in tutto.

Ma anche qui fate attenzione, perché il fatto

-che siano costosi non significa che siano tutti perfetti e incredibili. C’è chi ha riportato di

staff scortese e inadeguato, e non tutti hanno una splendida vista dalle loro camere.

-Quelli classificati tra i migliori sono il Four Season Bora Bora, e il St. Regis Bora Bora.

In particolare il secondo è conosciuto per avere i prezzi più alti sull’isola: le sue camere più costose sono le palafitte che hanno al loro interno

-piscina e spa personali, più un fondale di vetro per ammirare la laguna, la quale la notte è illuminata dal basso dando l’impressione di risplendere nella stanza.

Questa è la struttura preferita per i viaggi di nozze.-

Nel resto dell’isola vi sono poi

-altri alloggi di media categoria: tenendo presente che il paragone è fatto con quelli dai prezzi improponibili, ma parliamo comunque di almeno 200€ a notte minimo.

Altri consigli per risparmiare. Oltre alle attività in solitaria, senza affidarsi a nessuna agenzia turistica, evitate anche di fare altre spese di ogni tipo.

Persino i piccoli supermarket lucrano sulla gente con prezzi fuori dall’ordinario.

Se alloggiate al Sunset Hill, portatevi tutto il cibo da casa, perché avete la possibilità di cucinarvelo da solo.

Anche se uno strappo alla regola si può fare qualche volta:

-vi sono alcuni ristoranti che, sebbene cari, vi delizieranno con la loro cucina di stampo francese e polinesiano.

Per bere la sera il posto migliore è il Bloody Mary’s di Pofai Bay, sul lato ovest dell’isola: il ristorante si distingue per i suoi sapori americani e per la velocità e qualità del servizio.

È meta di molte celebrità: ancora una volta, occhio ai prezzi. L’unica discoteca dell’isola è la Rècife Discothèque, 1 km a nord di Vaitape: apre solo il venerdì e il sabato dalle 23 alle 3.

-L’alternativa low cost è quella di cercare di unirvi a quei festini locali di cui vi abbiamo parlato sopra.

Come e quando andare

Per arrivare a Bora Bora bisogna per forza passare per Tahiti: Air Tahiti infatti è l’unica compagnia che collega, quattro volte al giorno, il Motu Mute di Bora Bora con l’aeroporto internazionale di Fa’a’ā.

-Quest’ultimo a sua volta è collegato con Parigi e altre grandi città come Auckland, Tokyo, Los Angeles, Santiago del Cile. Un volo dall’Italia terrà conto di almeno un paio di scali, per un viaggio complessivo di 40 ore. Una volta atterrati sull’isoletta di Motu Mute, dovete prendere un traghetto verso la vostra isola di destinazione. Questi sono solitamente servizi shuttle gratuiti inclusi nel prezzo del vostro albergo. Altrimenti prendete la vostra barca fino al molo di Vaitape, e da lì esplorate l’isola. C’è solo un servizio di trasporto pubblico, un bus che va avanti e indietro ogni ora. Sono disponibili dei taxi: questi tornano utili se andate a mangiare fuori, e sarà il ristorante stesso a chiamarvelo. Se non sapete dove riposare le vostre stanche membra, l’isolotto di Matira è quello con le spiagge più belle, nonché i resort più costosi.

Il periodo migliore per andare a Bora Bora per quanto riguarda le condizioni meteo è l’inverno polinesiano, che va da marzo a ottobre: si tratta della stagione secca, con piogge meno frequenti e temperature tra i 24 e i 28°.

Questo è il periodo di alta stagione, con prezzi alle stelle e turisti che popolano l’isola. Gli stessi polinesiani celebrano numerosi eventi durante tutto il mese di luglio per la festa conosciuta come Tiurai.

A giugno invece si tiene l’Heiva, una manifestazione multiculturale di canto, danza, sport e artigianato. L’estate polinesiana va da novembre ad aprile, con la maggior parte delle piogge che cade in questo periodo e i mesi più caldi di febbraio e marzo.

Questa è la bassa stagione, ma anche a dicembre si tengono due eventi importanti: il Bora Bora Liquid Festival, una quattro giorni dove atleti da tutto il mondo si incontrano per una serie di gare in vari sport acquatici; e i mercatini di Natale, dal 16 al 23 dicembre, dove potete acquistare un regalo originale comprando un artefatto locale. Vantaggi della bassa stagione? Molta meno gente e prezzi decisamente più bassi. E non piove tutti i giorni, il sole c’è comunque. Come vedete, anche un sogno che sembra impossibile può essere realizzabile.

 continua su: http://travel.fanpage.it/bora-bora-polinesia-viaggio-prezzi-ridotti/#ixzz2zsFKFeoi

http://travel.fanpage.it

Foto Gili Travangan; low cost per giovani e sub, Gili Meno low cost con tranquillità.

VACANZE: ISOLE GILI; PER DIVERTIRSI O  PER SOGNARE.

Per informazioni su Bali vedi ai link:

http://www.donnecultura.eu/?p=10389

http://www.donnecultura.eu/?p=9889

http://www.donnecultura.eu/?p=9746

http://www.donnecultura.eu/?p=9678

Per l’isola di Lombok vedi ai link:

http://www.donnecultura.eu/?p=10555

Gili Travangan sogno mare esotico vario

Lombok Gili Trawangan dolce vita bar

Lombok Gili Trawangan Scola di Cucina la maestra

La maestra della scuola di cucina.

Lombok Gili Trawangan scuola di cucina 1

Bali street food

Street food, ottimo a Gili Trawangan, sempre la sera nella piazza principale.

Gili Trawangan cibo ristorante Eco Villas b

Cucina eccellente al ristorante dell’Hotel Eco Villas.

Lombo Gili Trawangan spiaggia Eco Village esotico bv

Lombok-Gili-Trawangan-spiaggia-dell’hotel Eco-Village.

Lombok Gili Trawangan vario esotico cochiglie arte spiaggia

Lombok viat a Gili Trawangan bici

Lombok-vita-a-Gili-Trawangan- in bici.

Gili taxi carretto ok

Gili Trawangan esotico spiaggia ok s2z

ANCHE LA VICINA ISOLA DI LOMBOK SI STA APRENDO AL TURISMO, IL PROSSIMO ARTICOLO PARLERA’ DI LOMBOK.

LE ISOLE GILI, UN PARADISO CON QUALCHE PECCA;  MERITANO COMUNQUE IL VIAGGIO.

Le isole Gili sono 3, Trawangan, Gili Air, Gili Meno.

Trawangan è la più grande, la più turistica e la più divertente, ma anche con qualche angolo, quasi, incontaminato.

Gili Meno è per chi ama un rapporto solitario con il mare e la natura, niente divertimento chiassoso, tanta quiete e un mare bellissimo e pulito.

In alcuni punti è possibile nuotare con le tartarughe (poche).

Da Travangan con 100.000 rupie c.a. 7 euro, si organizzano gite in barca di 1 giorno verso le altre isole per nuotare tra le madrepore (coralli), che sono quasi completamente morti a causa delle alte temperature del maree e della sconsiderata pesca con le bombe di tantissimi anni fa; come  è ben evidente su Travangan.

Gili Air è solo per chi vuole una vita spartana o fuori dai luoghi comuni.in solitudine; piccolissima e meravigliosa per le bellissime spiagge assolutamente incontaminate. Solo per pochissimi, si gira in mezz’ora.

Queste isole sono molto belle, ma con qualche pecca di inizio di inquinamento a riva, mentre per chi fa immersioni o va nelle isole più piccole o verso Flores, con le numerose escursioni di 3 giorni con barca, questi problemi sono superabili e il mare è ancora vergine.

A differenza di quanto dicono i media più letti (Corriere della Sera compreso), Lonely Planet compresa, queste isole sono solo un pallido ricordo  delle meraviglie che si vedevano alle Maldive 35 anni fa. Lo scrive una persona che ci andava per fare foto in apnea e con le bombole.

COMUNQUE ECCEZIONALI PER CHI VEDE PER LA PRIMA VOLTA UNA BARRIERA CORALLINA E PER CHI FA SUB.

Da ricordare che la festa più importante dell’anno cambia ogni anno secondo le fasi lunari e corrisponde al loro capodanno (nel 2014 è stato il 31 marzo). Per un giorno a Bali, aeroporto compreso, tutto si ferma, nessuno deve uscire di casa. Gili è esente e quindi diviene meta di vacanza anche solo per 1 o 2 giorni.

La stagione migliore corrisponde alla nostra estate, non fa caldo e non fa  freddo. Molti clienti arrivano dall’Italia per sfuggire al caldo del Mediterraneo.

Il mese più caldo è aprile; e fa veramente caldo, a marzo può piovere anche a lungo.

Per i sub la stagione è ok da giugno a fine agosto/settembre.

Il miglior rapporto qualità prezzo si ha nella bassa stagione ed a partire (le previsioni del tempo non sono mai certe!) dalla seconda metà di marzo sino al periodo di Pasqua, escluso, poi aprile maggio giugno e da settembre a marzo-aprile esclusa la Pasqua.

La stagione delle piogge va da novembre a metà c.a.

 Non sempre il tempo è brutto, facilmente le nuvole e le pogge scroscianti si alternano a squarci di sole, ma a volte è puro diluvio.

Ricordatevi che in riva al mare è sempre più ventilato che all’interno.

NON on ci sono mezzi motorizzati su Gili Trawagan e altre isole, i taxi sono dei caratteristici carretti trainati da forti cavalli. Le strade non sono asfaltate, se vi disturba il fango sui piedi, solo per la stagione delle piogge, portatevi degli stivali, ma qui non li  usa nessuno.

Queste isole sono frequentatissime da giovani di tutto il mondo, dall’Australia agli USA. Vengono qui attratti dalle possibilità di fare immersioni a basso costo.

Come sempre, qui esiste anche una comunità di italiani che frequenta i numerosi ristoranti, bar e alberghi gestiti da italiani.

Una simpatico signora veneta si occupa, con efficienza, dell’hotel Marygio.

GILI TRAVANGAN INFORMAZIONI

SPA

Touring spa è quella dove ci siamo trovati meglio, grazie ai massaggi della bravissima SINAR. 150.000 rupie c.a.11 euro, per un massaggio di un’ora, pedicure 100.000 rupie c.a. 7 euro,manicure 100.000 rupie.

MANGIARE:

Numerosissimi sono i ristoranti di ogni livello e prezzo.

Nella piazza  principale, al centro dove approdano le grandi barche, ogni sera dalle 18,30 si mangia food street: ottimo il rapporto qualità/prezzo. Qui si trova pesce freschissimo, lo si sceglie e si aspetta che sia cucinato. Il primo banco appena entrati, offre spiedini di carne o pesce non piccanti, ma insaporiti con deliziosi aromi.

Uno spiedini di tonno, uno di seppie, uno di gamberi e un pesce intero alla griglia, più riso e verdura: 10 euro.

BAR ITALIANO

Lombok Gili Trawangan dolce vita bar

LA DOLCE VITA: ottime colazioni, brioches, pizze ecc..; vicino alla piazza principale in una via perpendicolare alla passeggiata luogo il mare. 081 317 720 228.

DORMIRE A GILI TRAWANGAN:

Marygiò; buon rapporto rapporto qualità prezzo; meglio se in bassa stagione.

Gili Travangan Marygiò piscina z

Pulitissimo, ordinatissimo; come uno chalet svizzero, il MaryGiò Hotel è gestito da una simpatica signora italiana che fa il possibile e l’impossibile per i suoi ospiti.

Silenzioso e tranquillo, non lontano dalle spiagge.

Dispone di un’ampia piscina e una bella veranda per la prima colazione.

Wi-fi, aria condizionata e colazione compresi nel prezzo della camera; purtroppo il wifi non sempre funziona con efficienza.

PER CHI GUARDA SOLO IL PREZZO E SA ADATTARSI MOLTO BENE:  la home stay: Jessica è in centro nel mezzo della vita notturna, quasi fronte mare. Da 250.000 rupie al giorno con colazione: c.a.17 euro. tel +62.87 864 523 694

PER CHI VUOLE IL VERO LUSSO.

Lontano dai pacchiani hotel che sfoggiano stelle, a volte non meritate, l’ECO LODGE di Gili Trawangan è il vero albergo signorile; nel migliore dei sensi.

Gili Trawangan Eco Villas ok entrata esotico n

Gili Trawangan Eco Villas piscina ok esotico piscina

Gili Trawangan Eco Lodge spiaggia h

Gili Trawangan esotico spiaggia attrezzt 2

Gili Travangan bar e ristorante eco lodge n

Il personale è, senza dubbio, il più qualificato che si trovi nell’isola.

Tranquillo, sorge su di un lato appartato dell’isola e dispone di ogni comodità, piscina raffrescata da tende di design che la difendono dai raggi del sole anche nelle ore e nei mesi più caldi come aprile.

Camera singola in bassa stagione da 125 dollari USA più il 25% di tasse, 198 c.a. per la doppia, sempre con colazione (in bassa stagione).

www.giliecovillas.cominfo@giliecovillas.com

Lo chef si chiama IVAN FRIMA ed è molto bravo sia nella cucina locale che in quella italiana e internazionale.

Ottimi:  il suo pesce impanato con il cocco e fritto (leggerissimo!), i suoi piatti di riso e carne o pesce e verdure, deliziosi i piatti di pesce.

Buone le “piadine” : QUARSADILAS con ripieno di pesce, funghi, pomodoro, spezie leggere, aromi e pochissimo formaggio.

Albergo a gestione internazionale di ottimo livello.

—–

ALTRI NUMEROSISSIMI ALLOGGI  si trovano anche nella strada parallela alla via principale: quando si arriva si chiede al tassista dove si vuole andare e loro conoscono tutti gli alloggi dell’isola.

In zona centrale, sulla parallela alla via sul mare dove ci sono alberghi, bar, ristoranti, negozi…, Emalia Home Stat 3 camere in Lombok tipica costruzione, che si mannite fresca, comunque fornite di solo ventilatore. 4 camere con aria condizionata e 3 con solo il ventilatore. Senza colazione, 200.000 rupie (c.a.13 euro) in bassa stagione per camera singola o doppia. 600.000 in lata stagione per 1 o 2 persone per camera. tel.+ (0)81 917 185 798. Stanno per mettere il wi fi.

Green Banana, dietro la moschea, direzione italiana. wwwgreenbanana.com 350.000 in bassa stat. no piscina, per 2 persone wi fi

Gili Ideaway è carino, con wifi, piccola piscina, tanto verde, solo ventilatore (in marzo aprile è sconsigliabile perché il caldo è veramente pesante)   guardare pirex su internet; trattabili 400.000 rupie al giorno per 1/ 2 pax.

www.gilhideaway.com

GILI MENO

A noi è piaciuta moltissimo la quiete di Gili Meno.

DORMIRE A GILI MENO

Il miglior rapporto qualità prezzo presso SATU TIGA COTTAGES

350.000 rupie a notte per 1 persona in bassa stagione in camera privata con colazione;

tutti i confort, anche piscina, direttamente sulla spiaggia, semplicità e tranquillità.

Pagamento anche con carta di credito.

www.satutigaresort.wordpress.com satutiga_resort@hotmail.com cell +62 370 622 179 //fisso  +62 81 237 007 22.

Costa Rica – Vi parliamo anche di una Costa Rica lontana dalle mete turistiche piu’ scontate


 COVER OK COSTA RIC B&N IMAG1025

COSTA RICA: DOVE LE TARTARUGHE DEPOSITANO LE UOVA, DOVE ESISTE

ANCORA IL BRADIPO, DOVE LE ORCHIDEE SONO DI CASA…

Cr animal colibrIMG_5019

CR ANIMALI TUCANO RIDOTTA 450IMG_4906

CR 13 FIORE IMAG1108

 COSTA RICA: cosa visitare fuori dai soliti schemi.

CR FIORI 87 IMG_4929

0000

CR FIORE ROSSO GRANDE COMPOSTO IMG_4773

CR fiori saprofita rossa IMG_4839

CR Rob Pastore RANADSC_0480

CR 13 FIORI IMG_4980

CR 3 OKOK IMG_4693

ICR PLAY CONCHAL B MG_4697

ICr animali cilibri MG_5019

CR FIORI FIORE IMG_5245

CR uccelli animali IMG_4840

CR 13 CANI AMACA IMAG1117

CR 13 CANI IMAG1042

CR OK POTRERO IMAG1055

CR 13 AUTO IMAG1058

COSTA RICA: un Pese sicuro e “RICCO” in molti aspetti, soprattutto naturalistici e antropologici.

COSTA RICA: una popolazione tranquilla e gentile.

COSTA RICA: un Paese demilitarizzato, che molti chiamano la Svizzera del Centro America.

IL CIBO IN COSTA  RICA E’ DI OTTIMA QUALITA’, MEGLIO SE NON SI CERCA LA CUCINA ITALIANA, ECCELLENTI E A BUON PREZZO LA FRUTTA, LA VERDURA, LE UOVA, IL RISO, IL CAFFE’, LA CARNE, I POLLI E IL PESCE. Ovviamente se si acquista nei supermercati dove vanno gli americani i prezzi sono molto più alti.

-Il volo, si sa, sarebbe meglio prenotarlo con molti mesi  di anticipo ( almeno 6 ) per potere ottenere i prezzi più bassi, ma altrettanto interessanti possono essere le offerte delle agenzie di viaggio dell’ultimo momento; purché non si tratti di alta stagione.

Dall’Italia i più economici e diretti sono i voli IBERIA, con scalo a Madrid, e arrivo all’aeroporto della capitale San José.

CR 13 IBERIA IMAG1019

Altri voli si trovano con scali a Francoforte o Miami, ma in questo ultimo caso si deve prevedere almeno una notte e gli interminabili controlli aeroportuali degli USA.

Ci sono voli economici da Londra e Parigi, ma si deve aggiungere il costo del volo dall’Italia e quasi mai è conveniente se si calcolano anche i possibili disguidi e la necessità di rifare il check-in con il bagaglio; problemi eliminati volando con IBERIA dall’Italia.

TELEFONINO: è consigliabile acquistare una sim card del Costa Rica; se sono gentili e hanno tempo,  fanno loro la chiamata che permette di abilitare la sim; altrimenti non funziona e si deve andare ad un centro che fa questo servizio.

Il Costa Rica è un paese che gode di un benessere superiore alla maggioranza dei Paesi sud e centro americani.

-In Costa Rica la scuola è di buon livello e, a differenza di quanto sta accadendo in alcuni Paesi europei, qui è ancora possibile la “promozione” sociale; ovvero il figlio di una famiglia  povera può ambire ad una occupazione totalmente differente da quella dei suoi genitori.

Il clima in Costa Rica è, mediamente, tropicale: caldo umido nel periodo delle piogge (giugno-metà novembre) e caldo soleggiato per il resto dell’anno con punte di calore fortissimo in aprile. Ovviamente dove c’è la foresta vergine piove tutti i giorni  con sprazzi di  sole.

Sulle montagne esistono luoghi con un clima particolarmente felice; vicino ai vulcani fa anche freddo..

CR 13 FOGLIE ROSSE OKOKM IMG_4745

CR FORESTA IMG_5121

CR 13 FOGLIE E ACQUA IMG_5380

CR 13 FIORI IMG_4965

CR 13 FIORI IMG_4975

CR 13 UCCELLO COLIBRI IMG_4987

CR FIORI 5 IMG_4959

CR FIORI 6 IMG_4939

CR FIORI IMG_4964

CR 13 FOGLIE FIORI IMG_5120

CR ANIMALI8IMG_5085

CR for PLUV OKOKIMG_4846

CR Rob Past fiore a cheleDSC_0361

CR 13 FORESTA IMG_4689

cr 13 pesaggio ok ok IMG_4635

CR 13 FRUTTA IMAG1092

CR 13 IMAG1120

CR ATENAS IMG_4786

CR ATENAS 2IMG_5288

ATENAS, a sud est di San José, 30′ dall’aeroporto (taxi: meglio concordare il prezzo

da 30 a 40 dollari).

CR ATENAS IMG_4780

TAXI consigliati:

-Rolando Argomedor tel taxi: 244 63 030 e chiedere del numero 25; cell. personale 87 51 41 41, persona sveglia, disposta ad accordo per tour, richiesta di 50 dollari al giorno + benzina, costa meno dell’auto a noleggio, l’auto non è un suv; va quasi ovunque, ma non ovunque. Sta cercando di imparare l’inglese e accetta volentieri semplici lezioni, è un bravo cuoco e può dire dove fare acquisti alimentari a basso prezzo, ma con l’ottima qualità del cibo locale.

– TAXI aeroporto: cell. 83588242 sig. Franklin, molto sveglio anche se anziano, non chiamarlo mai prima delle 10,30 del mattino.

Molto turistica, ma non di un turismo sfacciato,  Atenas è famosa grazie alla pubblicità che il National Geographic gli fece chiamandola “la città con il miglior clima del mondo”.

In realtà Atenas ha un clima un poco più caldo di quanto ci si aspetti, ma è costante per tutto l’anno e si alterna  a serate fresche.

Rimane comunque una piccola cittadina coloniale, rifugio internazionale di amanti della tranquillità; assolutamente sicura dal punto di vista dell’ordine pubblico anche per una donna sola. 

CR BAR ATENAS IMG_5283

Bar ad Atenas dove servono il cappuccino alla cannella: buonissimo!: EL BALCON DEL CAFE Y BISTRO, Atenas centro, via de la Iglesia Catolica 75.

CR FONTANIMG_5297

CR 13 FIORE ROSSO GRANDE IMG_4814

CR 13 FIORI FORESTA IMG_4831

Verso il Vulcano Poàs
Verso il Vulcano Poàs

CR FIOR BIANCH FILI IMG_4767

CR FOGLIE ROSSE FIORI IMG_4747

CR FORESTA EPIFITA IMG_4804

CR 13 IMAG1044

 Da Atenas è consigliabile la visita al LA PAZ WATERFALL GRADENS, www.waterfallgardens.com, chiedete a un tassista (in piazza ad Atenas o ai numeri citati sopra) di portarvi per 45 dollari + benzina: un giorno intero.

Potrete godervi tutte le risorse della foresta visitandole con calma e senza pericoli: vulcano POAS (entrata 10 dollari c.a.), giardini La Paz (entrata 37 dollari con pranzo abbondante e buono): splendide cascate (si deve camminare per 20′), tucani, farfalle, moltissimi fiori della foresta vergine visibili da vicino, serpentario di fianco al ristorante, felini selvatici, colibrì, uccelli della foresta, orchidee…)

CR 13 PISCINA POCOCIEL OK IMG_4730

Atenas: piscina del lodge POCOCIELO.

DORMIRE AD ATENAS:

-www.pococielo.com cell. 506 8860 99 72, dal centro di Atenas farsi spiegare la strada.

 Villette eleganti, ottimamente attrezzate e arredate : 75 dollari + tasse per la doppia con 2 letti king size, grande veranda, piscina a sfioro, circondati dalla foresta, a 30′ a piedi dal centro. (taxi: concordare per 3 dollari).

CR POCIELO ATEN IMG_4729

Da tenere presente che esistono altre cittadine che forse meritano più attenzione di Atenas, ma che sono fuori dai circuiti più conosciuti (parliamo più sotto di TILARAN).

CR 13 IMAG1024

cr 13 buggi non IMG_4660

DUNE BUGGY: INQUINAMENTO NON GRADITO.

Sconsigliato il servizio: tour-taxi di Walter Ramirez, dice un prezzo, poi porta in luoghi dove  il prezzo concordato viene triplicato; inoltre fa una sosta, non precisata prima del tour, per vendere il suo  caffè.

TOUR DA SAN JOSE’

– ALMENO 17 GG, ( se si vuole vedere tutto con calma con l’auto a noleggio e non con la frenesia dei viaggi organizzati);

-OVVIAMENTE SI POSSONO ELIMINARE ALCUNE METE O SOTTOPORSI A UN TOUR DE FORCE.

-RICORDARSI CHE MOLTI ALLOGGI ORGANIZZANO, DA SAN JOSE’,  DIRETTAMENTE UNO SHUTTLE PER I CLIENTI A BUON PREZZO, COMUNQUE I BUS PUBBLICI SONO EFFICIENTISSIMI CON ARIA CONDIZIONATA, IL TAXI SI PUO’ USARE PER I PERCORSI BREVI SE SI VUOLE COMODITA’ E RISPARMIO.

Ecco il percorso di viaggio da noi suggerito partendo da San José, la capitale.

Per chi ha poco tempo a disposizione, ma non vuole perdere uno dei luoghi più belli del Costa Rica:

Tour di 1 giorno a TORTUGUERO da San José www.jungletomsafaris.com

Con i numeri di taxi segnalati sopra si può far-da sé il tour, ma scegliendo i tempi a piacere e non con le visite anche ai bananeti e relative spiegazioni del tour organizzato.

San José non è una cittadina particolarmente attraente e può servire come base per trascorrere una notte dopo il lungo viaggio dall’Europa. Consigliamo di non mangiare in albergo, ma cercare quella che vi sembrerà una trattoria, di solito con grande spazio aperto: ottimo il pollo, ma anche il riso con  carne o pesce  e fagioli, che è il piatto tipico. La carne qui in Costa Rica è molto buona.

DORMIRE:

Per una notte, se siete solo in transito, fuori dal centro di San Josè a Santa Ana, : HOTEL QUALITY REAL, 3 stelle  sup., elegante, bella piscina,  ottima colazione indirizzo: Paseo Real, Santa Ana, tel. 00506. 22 046 700, di fronte appena usciti trovate un’ottima “trattoria” locale con eccellente pollo alla brace.

San José, come tutte le grandi città, di notte non è sicura.

Da San José si può prenotare, anche precedentemente via internet, il viaggio organizzato di 1 giorno per Tortuguero (92 dollari a persona), un’oasi naturale meravigliosa sulla costa atlantica del nord. Qui piove frequentemente, ma vi si possono ammirare le tartarughe e una foresta vergine intatta ricca di piante, fiori e animali.

Ovviamente il viaggio organizzato vi costerà di più del fai-da-te; sarà meno impegnativo e più banale.

roberta pastore farfalla DSC_0284 copy

CR Rob Pastore picchio DSC_0403

CR Rob Pastore scimmDSC_0419

CR Rob Pastore fiore rosso arancDSC_0470

TORTUGUERO: SCHIUSURA DELLE UOVA DI TARTARUGA DA LUGLIO A

SETTEMBRE.

CR13 PAESAGG MARE IMAG1065

CR 13pesca altura IMAG1067

Tours da San José, per chi ha poco tempo

-SERPENTARIO: www.refigioherpetologico.com dalle 9 alle 16; chiuso lunedì, sulla vecchia strada per Santa Ana, Alto de las Palomas. 22 serpenti di specie differenti. coccodrilli visti dall’acqua.

-Poas Vulcano e Waterfall gardens

-Irazu Vulacano e Lankester gardens (giardini botanici con orchidee)

-Crociera all’isola di Tortuga (115 dollari)

-Vulcano ARENAL (126 dollari)

-La Paz Waterfall-Poas Vulcano

COVER IMAG1093

CR Rob Pastore iguana DSC_0416

TORTUGUERO:

UNA META DA NON PERDERE: L’ESSENZA DEL COSTA RICA.

Se si va con i propri mezzi a Tortuguero sarebbe  bene fermarsi qualche giorno per smaltire il viaggio e visitarla con calma.

VIAGGI ORGANIZZATI IN TUTTO IL COSTA RICA  DA “SUERTE TOUR PURA VIDA” S.A: . roberta.suerte.cr@gmail.com  www.suertetour.com Sede in Guanacaste, Potrero.

Se volete il fai da te:

TORTUGUERO: DORMIRE

Una sistemazione comoda e di buon livello: TURTLE BEACH LODGE,

-situato a Cano Palma, www.turtlebeachlodge.com sul mare con bella piscina, ottimi servizi e ristorante nella foresta vergine.

QUI LA NATURA REGNA SOVRANA, ASPETTATEVI ANCHE LA PIOGGIA, MA  ANCHE  LE TARTARUGHE CHE DEPOSITANO LE UOVA.

UN INTRICATO INSIEME DI ACQUE DOLCI E SALATE, FORESTA VERGINE ANCORA ALLO STATO BRADO.

Si raccomanda abbigliamento adeguato: impermeabile, pantaloni lunghi, scarpe adatte, meglio scarponcini /stivali se si vuole camminare fuori dagli itinerari turistici.

Sul lato atlantico è bene evitare le città portuali, note per il narcotraffico e assai pericolose.

Altra meta interessante sul  lato atlantico la si trova all’estremo sud: è la zona di PUNTA CAHUITA.

Qui si può dormire senza preoccupazioni di sorta; una città tranquilla e il mare è buono per lo snorkeling, trasparente e ricco di pesce e madrepore.

Da Cahuita si può partire per un’escursione a Playa Gandoca e alla zona verde del Manzanillo.

DORMIRE COMODI:

CARIBE TOWN, www.caribetown.com Nella foresta sul mare, piscina di acqua salata: snorkeling, immersioni, tours nella jungla, giardini botanici, pesca… a 3 km a sud d Puerto Viajo de Talamanca.

Solo 5 bungalow sulla spiaggia.  Ottimi servizi, colazione e pasti, cocktail, organizzazione tour, splendido giardino.

Il Caribe Shuttle offre transfer da $45 recuperando il cliente a  San Jose (area) alle 7:30, 10 e 3pm port direttamente per il  Caribe Town. Da Caribe Town il ritorno per  San Jose è alle  6, 7, 2pm e 3:30pm. Basta dirlo all’albergo e loro si occupano della prenotazione.

CR animali colibri ok ok IMG_4996

ESOTICO CR 13 IMAG1082

VERSO SUD OVEST:

CR 13 FIORE IMAG1116

Tornando sui propri passi si raggiunge Limon e da qui la strada buona conduce a Cartago.

Nei dintorni è consigliabile visitare Orosi e Ujarras ( a sud ovest) per conoscere le realtà locali.

Da Cartago si può puntare a sud per visitare quello che è il luogo più incontaminato del Costa Rica a sud ovest del Paese.

Punto di base, per spendere meno rispetto alle mete note al turismo internazionale, può essere PLAYA BALLENA (dormire da MANEY’S PALCE o LA HOJA DE BALLENA)

Qui si vedono le balene in ottobre/novembre.

Da visitare: l’isola di Ballena.

In 2 ore di auto si raggiunge, a sud, DRAKE BAHIA.

SE VI INTERESSA UN’ESPERIENZA ECCEZIONALE DOVETE PRENDERE UNA BARCA-CROCIERA PER RAGGIUNGERE, AL LARGO DEL PACIFICO, L’ISOLA DE COCO. Si tratta di qualcosa di fuori dall’ordinario.

L’isola del Coco fu luogo di rifugio per i pirati che vi portarono anche gatti e topi, ma non animali pericolosi.

L’isola de Coco è protetta e nessuno vi può soggiornare, tanto che si dorme a bordo delle barche con personale che viaggia per  fini di ricerca scientifica ed è in grado di dare tutte le spiegazioni del caso.

Il mare incontaminato offre uno spettacolo irripetibile; flora e fauna sono endemici.

La crociera dura c.a. 5 giorni ed è costosa.

Le navi si chiamano: SEA HUNTER  e OHEANOZ  AGGRESSOR.

Sempre da Playa Ballena, in una ora di auto verso nord, si raggiunge MARCEL ANTONIO.

Belle le spiagge a sud (Punta Catedral ecc..)

CABO BLANCO

Con un giorno di viaggio verso nord parallelamente all’oceano, partendo da Playa Ballena, si raggiunge la strada 27 (RUTA 27) che gode di bei panorami.

Ritornando paralleli all’oceano si può arrivare a prendere il traghetto in zona Cocal, vicino a Playa Naraja e raggiungere la penisola di fronte.

Qui il punto più panoramico è certamente la punta di CABO BLANCO, dove si ammirano sia l’alba che il tramonto sul mare; la zona è interessante sino a SANTA TERESA.

Poco più a nord da vedere: DA PLAYA CALETA  sino a PLAYA SAN MIGUEL.

CR 13 IMAG1050

MONTEVERDE (imperdibile), TILARAN E DINTORNI.

Tornando sui propri passi, verso Cocal, ci si può addentrare all’interno per vedere un paese: TILARAN che, meglio della conosciuta Atenas (vedi il National Geographic) potrebbe incarnare il sogno di pace, tranquillità e splendidi panorami circostanti con il vulcano ARENAL e il suo bellissimo lago.

CITTADINA ASSOLUTAMENTE TRANQUILLA E SICURA.

TILARAN  gode di un clima perfetto, più fresco di  Atenas,  è fuori da ogni rotta turistica e non raccomandabile per chi volesse fare vita notturna.

Bellissima e varia, la natura circostante poiché da un lato della catena montuosa c’è un clima piuttosto secco, mentre dall’altro lato il clima è quello della foresta tropicale con le sue piante e la sua fauna: Tilaran si trova al centro.

Da Tilaran si gode di un panorama spettacolare: il lago e il vulcano Arenal.

Si tratta di un  paese che merita la visita solo se siete curiosi di vedere come si vive in Costa Rica al di fuori delle zone turistiche.

Ovviamente i prezzi sono enormemente più bassi.

 MONTEVERDE

MONTEVERDE: merita la visita per le bellezze naturalistiche circostanti. (abbigliamento adeguato alla foresta vergine: sempre l’impermeabile, scarpe adeguate, pantaloni meglio se lunghi, costume per un bagno sotto la cascata, una salvietta…)

DORMIRE:

ECORESORT HACIENDA GUACHIPELIN (turistico, ma merita) situata nel PARCO NAZIONALE: cascate, foresta e sport estremi. hacienda@guachipelin.com tel 00506 2665 3215

SE ANDATE IN COSTA RICA RICORDATE CHE:

Se si vuole vivere come un turista alberghi, auto a noleggio e ristoranti non sono economici.

Può essere importante sapere che la rete degli autobus, sui collegamenti principali funziona benissimo ed è di ottima qualità con aria condizionata.

Pertanto conviene farsi accompagnare da un taxi solamente per i piccoli spostamenti verso la fermata dei bus.

Noi abbiamo scoperto che il meglio è parlare con vari tassisti o proprietari di auto sino a che si trova chi è disposto ad accompagnarci per una cifra che va dai 25 ai 50 dollari al giorno; benzina esclusa.

Per chi si vuole accontentare di sistemazioni non lussuose, ma dignitose (meglio se per lunghi periodi, fuori dalle solite mete turistiche), ed è interessato a mangiare gli eccellenti: frutti, carni, pesci, uova, formaggi, verdure e riso del luogo, acquistare e cucinarsi i propri pasti, il Costa Rica può essere un paese molto economico.

Moltissimi sono gli americani e i canadesi che si sono trasferiti in questo Paese.

Anche gli italiani sono presenti in Costa Rica, pur in numero decisamente inferiore.

 Ne consegue che vivere all’europea, o all’americana, che dir si voglia, in questo Paese non è proprio economico.

Auto e tutti gli elettrodomestici ai quali siamo abituati sono di importazione e qui costano almeno un 40% in più.

Anche noleggiare un’auto, ovvero almeno una 4 x 4 per poter essere liberi di muoversi nelle strade dentro le foreste e guadare i fiumi meno turbolenti, costa più di 50 euro al giorno, benzina esclusa.

La benzina costa meno che in Italia, ma non è particolarmente economica.

PLAYA POTRERO a nord della famosa Playa Tamarindo:

CR 13 Potrero IMAG1034

Hotel Brasilito, da 35 euro le camere doppie con ventilatore, camere con aria condizionata fronte oceano  da 44 euro. Playa Brasilito, Guanacaste: sulla spiaggia, bar e ristorante. www.brasilito.com tel 2 654 4237 . Da qui si fa surf. o snorkeling nelle spiagge vicine.

BEACHFRONT HOTEL, POTRERO BAY, GUANACASTE:  se volete un alloggio sulla spiaggia, con 5 differenti categorie di servizi, http://www.bahiadelsolhotel.com

CR 13 HOTEL SUL MARE POTRERO IMG_4708

LAS VENTANAS DE PLAYA GRANDE: RESTAURANT E CABINAS A PLAYA GRANDE: una sistemazione economica, pulita e di fronte alla spiaggia. Ottima cucina. charliechv@costarricense.cr kikeplayagrande@costarricense.cr Playa Grande, Guanacaste, nord ovest del Costa Rica, vicino a Playa Tamarindo e Potrero. 30 dollari, senza la colazione, camera per 4 persone.

Nota: Affitta da persone reali in 34000 città e 192 paesi in tutto il mondo.Vedi al link: http://www.donnecultura.eu/?p=8390

CR 13 POTRERO IMAG1056

Potrero.

Nella zona, vicino a un supermercato, pure economico, ma non vicinissimo al mare, per chi vuole spendere poco: APPARTAMENTI GUAYMY tel 2653 6324.

CR 13 affitt IMAG1132

Sempre in zona supermercato: appartamenti arredati ECONOMICI, molto semplici con ventilatore, KARINA tel. 2653 8481/ 8873 0720.

CR 13 affittoIMAG1135

A POTRERO: un “club” all’italiana.

Si può anche affittare una casa, in bassa stagione per uno o più mesi i prezzi possono essere concordati fuori dalle tariffe settimanali.

www.fordelpacifico.com

Una comunità italiana vive nel paesino di POTRERO, a nord di PLAYA TAMARINDO.

CR 13 PISCINE IMG_4594

Qui alcuni imprenditori coraggiosi iniziarono 20 anni fa un’avventura che continua oggi con la costruzione di un nuovissimo villaggio di progettazione e fabbricazione tutte italiane:

-il “VILLAGGIO FIOR DEL PACIFICO” www.villaggiofiordelpacifico.it

CR 13 PISCINA IMG_4593

000 CASE FIOR DEL PACIFICOIMG_4711

-ogni pratica burocratica è ben organizzata e il cliente che acquista la casa non deve affrontare alcun rischio, ne problema di trasferimento, poiché la ventennale organizzazione è una sicura garanzia.

-acquistare altrove a titolo personale non conoscendo le regole del luogo può dar adito a gravi errori che vanno dalla perdita del diritto di proprietà a problemi con la legge locale.

CR 13 IMAG1048

IL CLIMA A POTRERO: come in tutte le zone tropicali si divide in stagione delle piogge (con un buon tasso di umidità) da Giugno a Novembre; per il resto sole e caldo sono garantiti.

-POTRERO E’ VICINO ALLA ZONA TURISTICA FREQUENTATA DA AMERICANI E CANADESI

-DI CONSEGUENZA I PREZZI NELLA ZONA SONO PIUTTOSTO ALTI, SOPRATTUTTO SE SI FREQUENTANO RISTORANTI E GRANDI MAGAZZINI.

-Ovviamente basta allontanarsi anche di poco, ma ci vuole l’auto o i bus (che funzionano bene) e i prezzi scendono di molto.

00 COVER 450 X 145Cavagrande radici aeree di carrubo

PER CHI DECIDE DI ACQUISTARE UNA CASA:

1-si tratta di case rifinite all’ “Italiana” con grande attenzione all’estetica finale

2-la spiaggia vicinissima la villaggio ( il villaggio Fior del Pacifico non è sulla spiaggai poiché in Costa Rica è proibito) è tranquilla e gode di un bel panorama.

Camminando si può raggiungere un’altra spiaggia vicina, praticamente sempre deserta.

3-se cercate tranquillità, ma anche vicinanza a villaggi e città molto frequentate dal turismo, anche internazionale, o volete ballare tutte le notti;  qui potrete trovare la realizzazione di un sogno con tutti i grandi vantaggi del sistema fiscale del Costa Rica.

4-per vivere all’europea dovete  calcolare l’acquisto di un’auto che  qui sono costosissime se nuove, ma con 10-13.000 euro si può acquistare un usato adeguato alle strade, che non sono sempre asfaltate, ma nella maggior parte agibilissime anche con una piccola auto. Fate attenzione a chi ve la vende, non sempre sono in buone condizioni

5-la comunità italiana di residenti, anche periodici, ha buone relazioni con la popolazione locale che è gentile e accetta abbastanza volentieri una collaborazione costruttiva

6-una giovane italiana sta creando un centro di produzione di prodotti ecologici locali al fine di promuovere il turismo

7-ci sono progetti per potenziare la marina esistente, nel villaggio accanto, con l’aiuto delle autorità del Paese per creare un centro velico anche per bambini handicappati; altri progetti parlano di sbarco di navi da crociera

8-l’ultimo villaggio, la cui costruzione inizierà a novembre, sarà venduto anche nei Paesi del nord Europa

9-al momento sono rimasti pochissimi appartamenti e ville dell’ultimo villaggio appena terminato

10- il Villaggio Fior del Pacifico, a oggi,  è frequentato prevalentemente da italiani, alcuni dei quali sono residenti fissi, altri per molti mesi l’anno, altri vi trascorrono le vacanze in attesa di un eventuale trasferimento definitivo

11-le case acquistate  posso essere lasciate da affittare a chi gestisce il condominio.

12-se non sopportate il caldo dovete calcolare che il costo dell’elettricità in Costa Rica non è economico.

COSTA RICA FAI DA TE, LA CASA.

Per chi ama il “fai da te”, Pueblo Verde, offre la possibilità di possedere il proprio bungalow nella foresta vergine circondati da orchidee.

A meno di  30.000 dollari, spaziosi e confortevoli. Costi da 8 dollari al mq. Lotti di foresta di 1.5 acri, non lontane da belle spiagge.

Infrastrutture comprese: acqua, luce, telefono. www.puebloverde.org tel. 2658-8018.

 

CR 13 CASA ROSA IMAG1038

CR FIORE FELCE IMG_4799

CR 13 BELLA SPIAGGIA IMG_4609

CR 13 PESCI OKIMG_4642

CR 13 SERP IMG_5211

Icr 13 serp MG_5210

COVER CR 13 IMAG1095

USA NYC Broadway Weeksm – imperdibili offerte per spettacoli a Broadway

NYC & COMPANY: IMPERDIBILI OFFERTE PER GLI SPETTACOLI DI BROADWAY DURANTE LA NYC BROADWAY WEEKSM

Offerta 2×1 per oltre 20 spettacoli di Broadway dal 4 al 17 settembre

Dal 2011 sono stati venduti oltre 1 milione di biglietti
per partecipare alla manifestazione

— NYC & Company, ente del turismo di New York City, ha messo in vendita i biglietti per la NYC Broadway WeekSM.

Il famoso evento biannuale, giunto al suo settimo anno, si svolgerà dal 4 al 17 settembre 2017 e i visitatori avranno l’opportunità di acquistare due biglietti al costo di uno per assistere a 23 show di Broadway. Tra gli spettacoli aderenti, 12 sono new entry della NYC Broadway Week, tra cui 1984, Groundhog Day e Paint War. I biglietti per la NYC Broadway Week possono essere acquistati sul sito nycgo.com/broadwayweek.

Assistere dal vivo ad una performance di Broadway è un’esperienza iconica di New York City e la NYC Broadway Week permette a tutti di partecipare ad uno spettacolo di grande valore”, ha commentato Fred Dixon, presidente e CEO di NYC & Company. “Con un milione di biglietti della NYC Broadway Week venduti dall’inizio del progetto oltre sei anni fa, NYC & Company è orgogliosa di sostenere la comunità di Broadway, oltre che di offrire ai newyorkesi e ai visitatori un’ulteriore possibilità di assistere alle performance artistiche”.

“La varietà di spettacoli attualmente in scena Broadway incontra i gusti di tutti e questo è il momento perfetto per sperimentarli”, ha affermato Charlotte St. Martin, presidente della Broadway League. “Quest’anno, la Broadway Week includerà anche una speciale Viva Broadway Night con una celebrazione presso i Red Steps in Duffy Square.

Anche all’evento del 15 settembre, alle ore 19:00, che segnerà l’inizio del Hispanic Heritage Month, saranno presenti dei performer di Broadway; l’ingresso è aperto al pubblico.”

Gli spettacoli che faranno parte della NYC Broadway Week sono:*
1984**
A Bronx Tale
A Doll’s House, Part 2**
Aladdin
Anastasia**
Bandstand**
Beautiful: The Carole King Musical
Cats
Charlie and the Chocolate Factory**
Chicago
Groundhog Day**
Hello, Dolly!**
Kinky Boots
Miss Saigon**
Prince of Broadway**
School of Rock
The Lion King
The Phantom of the Opera
The Play That Goes Wrong**
The Terms of My Surrender**
Waitress
War Paint**
Wicked
*Previa disponibilità. Soggetto a Blackout date.
**New entry nella NYC Broadway Week

La NYC Broadway Week è realizzata da NYC & Company in partnership con American Express, The Broadway League, AARP, Ticketmaster e Telecharge. La NYC Broadway Week è promossa attraverso contenuti esclusivi sul sito nycgo.com, pubblicità outdoor nei cinque distretti, stampa e pubblicità digitale, spot pubblicitari sui taxi di NYC e con post sui social media su @nycgo e con l’hashtag #NYCBroadwayWeek.

Fin dal suo esordio nel gennaio 2011, la NYC Broadway Week ha venduto in totale 1.033.144 biglietti, generando 69.9 milioni di dollari in termini di ricavi per Broadway

Vola in Giappone con JAL con 509 euro

Acquario con squalo balena a Kyoto

Vola in Giappone con JAL e
scopri il Sol Levante!
Tariffe speciali verso il Giappone da 509 euro* per la classe Economy e 1.069 euro* per la Premium Economy!
In collaborazione con l’Ente Nazionale del Turismo Giapponese (JNTO)

Japan Airlines (JAL), British Airways, Finnair e Iberia, in collaborazione con l’Ente Nazionale del Turismo Giapponese (JNTO), hanno lanciato una tariffa promozionale per volare in Giappone a partire da 509 euro*.

Questa tariffa promozionale a partire da 509 euro*, tasse e supplementi inclusi, è valida per prenotazioni fino al 14 ottobre 2017 con partenze dal 29 ottobre 2017 al 31 maggio 2018 (ad esclusione dei periodi compresi tra il 15 e il 25 dicembre 2017 e tra il 15 marzo e il 1° aprile 2018).

La tariffa è valida per partenze dai maggiori aeroporti italiani verso il Giappone via Helsinki, Londra, Madrid, Francoforte o Parigi su voli operati da British Airways, Finnair, Iberia o Japan Airlines (JAL).

La tariffa speciale include 2 scali gratuiti (stop-over) uno all’andata e uno al ritorno a Tokyo, Nagoya o Osaka (vicino a Kyoto), con la possibilità di soggiornare per qualche giorno e ripartire per altre destinazioni del Giappone, senza alcun supplemento tariffario (tasse aeroportuali aggiuntive verranno applicate per i voli interni). Potrai così scoprire in tutta comodità diverse destinazioni e spostarti all’interno del Giappone.

In Giappone ogni stagione è una nuova avventura:

In autunno, passeggia sotto le foglie rosse a Kyoto;

Osaka – per chi ama la vita notturna e vuole provare la prelibatezza dello “street food” giapponese.

In inverno, ammira il meraviglioso Festival della neve di Sapporo;

… e in primavera, immergiti nelle acque tropicali di Okinawa.

È possibile acquistare i biglietti sul sito internet di JAL www.it.jal.com/itl/it/, tramite il Call Center JAL al numero 8-488-74700 (stesso costo di una telefonata nazionale) o presso una qualsiasi agenzia di viaggi.

JNTO pubblicizza questa tariffa promozionale sul supplemento “Rclub” del quotidiano La Repubblica, sul supplemento “Tempi Liberi” del Corriere della Sera, sul quotidiano gratuito “METRO”, sui tram milanesi, nelle stazioni della metropolitana di Milano e Roma, e su internet.

* La tariffa si intende per un biglietto andata-ritorno su voli British Airways, Finnair, Iberia o Japan Airlines (JAL) dall’Italia al Giappone via Helsinki, Londra, Francoforte, Madrid o Parigi.

La tariffa è calcolata al 22 agosto, soggetta a disponibilità al momento della prenotazione, tasse e supplementi inclusi, e soggetta a cambiamenti in base al percorso scelto e alle date selezionate. Tasse aeroportuali aggiuntive verranno applicate per i voli interni in Giappone.
Fare riferimento ai Termini e Condizioni su www.it.jal.com/itl/it/

JNTO

JNTO (Japan National Tourism Organization – Ente Nazionale del Turismo Giapponese) è ideatore e coordinatore di una serie di attività finalizzate alla promozione dei viaggi in Giappone all’interno di paesi stranieri. Al contempo, si occupa della promozione del turismo all’interno del Giappone stesso.

L’ufficio di Roma del JNTO è stato aperto alla fine del marzo 2017 ed è responsabile del mercato italiano: uno dei suoi obiettivi principali è di aiutare l’industria ad incoraggiare i propri clienti a visitare il Giappone.

Nella prima metà del 2017, gli italiani che si sono recati nel Sol Levante sono stati 56.200, con un aumento del 10,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il numero totale di turisti italiani nel 2016 è stato di 119.251 con un incremento del 15,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

JAL

Fondata nel 1951, Japan Airlines (JAL) è stata la prima compagnia aerea giapponese ad operare a livello internazionale. Grazie all’alleanza oneworld®, JAL collega oltre 344 aeroporti in 56 paesi e regioni del mondo, insieme alle compagnie aeree partner con cui opera voli in code share, e vanta una flotta moderna di oltre 227 aeromobili. Il programma per i frequent flyer, JAL Mileage Bank (JMB), conta oltre 30 milioni di iscritti in tutto il mondo.

JAL è stata premiata “Compagnia aerea più puntuale al mondo” per cinque volte (2009, 2010, 2012, 2013 e 2015) e nel 2015 e 2017 i sedili in classe Economy hanno vinto il premio come “Migliori sedili in classe economy al mondo” agli Skytrax Awards.

Per maggiori informazioni: www.it.jal.com/itl/it/

Pagina Facebook JAL: www.facebook.com/JapanAirlinesWorldwide/

Pagina Instagram JAL: www.instagram.com/japanairlines_jal/

Per maggiori informazioni sul Giappone: JNTO

OPEN MIND CONSULTING – Rappresentante italiano JNTO

Corso Principe Oddone, 12  10122  Torino
T/F: +39 011 812 8633
italy-rep@tourism-japan.it

Solo per veri viaggiatrici / viaggiatori – “VIAGGI RESPONSABILI”

KENYA-Foto: Riccardo-Bettoni-

KENYA-Riccardo-Bettone

KENYA-Riccardo-Bettoni-

 

ONU – 2017 Anno internazionale del turismo responsabile

I “VIAGGI RESPONSABILI” con EVOLUTION TRAVEL

Chi viaggia dovrebbe farlo rispettando luoghi e persone … e non pretendere la pasta al dente in Nuova Guinea …  per esempio.

Sarebbe meglio se tutti si avvicinassero alle popolazioni e ai luoghi con rispetto e curiosità per le tradizioni del posto.

– L’Assemblea dell’Organizzazione delle Nazioni Unite ha stabilito che il 2017 fosse “l’Anno internazionale del turismo responsabile per lo sviluppo, per favorire l’ambiente e le economie in difficoltà.”
Il concetto di turismo sostenibile indica un modo di viaggiare “nel rispetto del pianeta” che non alteri l’ambiente e non ostacoli lo sviluppo di altre attività di tipo sociale ed economico.
Evolution Travel propone interessanti itinerari di viaggi responsabili: nel cuore dell’Africa, tra progetti di comunità, etnie leggendarie e natura selvaggia in Kenya, partendo dalla sua capitale, Nairobi; o in una delle maggiori metropoli africane del Senegal, a Dakar, tra parchi e progetti solidali, e infine in Madagascar, tra cultura e tradizioni di un’isola Continente, partendo da Antananarivo.

KENYA-NAIROBI
L’itinerario parte da Nairobi dove, guidati dagli ex-bambini di strada, si visiteranno i centri della Koinonia Community di Nairobi, fondata dal padre comboniano Renato Kizito Sesana. Sarà occasione per conoscere la realtà e i contrasti in cui vive la popolazione, attraverso le visite ai centri di accoglienza per bambini di strada. Si raggiungerà, poi, il quartiere periferico di Dagoretti, un centro polifunzionale dove hanno sede molte attività avviate negli ultimi dieci anni dalla Koinonia Community. A seguire, sarà possibile visitare il City Market e si avrà modo di osservare l’artigianato proveniente da tutto il Kenya.
Dalla capitale, si prosegue per visitare “Rift Valley” la culla dell’umanità: una immensa fenditura nella crosta terrestre che attraversa l’Africa dalla Tanzania fino al Sudan. A seguire si passerà da Narok per poi proseguire verso la riserva nazionale del Maasai Mara, la più famosa di tutto il paese. Dalla savana il viaggio continuerà verso Talek Gate, con proseguimento a Narok verso la cittadina di Naivasha e le sponde del lago. Si avrà la possibilità di provare l’emozione unica di pedalare fra gazzelle e giraffe all’interno del Hells Gate National Park, dove i più temerari potranno visitare l’impressionante canyon che dà il nome al parco. Il viaggio continuerà nella zona intorno al Monte Kenya, la seconda montagna d’Africa. Si raggiungerà Nyahururu, cittadina a 2400 mt di altitudine e situata proprio sull’Equatore, conosciuta per le cascate scoperte dall’esploratore Thomson nella seconda metà del XIX secolo. In direzione verso Naro Moru si potranno visitare le suggestive grotte Mau-Mau, dove si nascosero i combattenti per la libertà del paese durante la guerra per l’indipendenza dagli inglesi. A seguire, Nanyuki, piccola cittadina da cui si gode di un magnifico panorama sul Monte Kenya, dove si ha la possibilità di visitare una cooperativa femminile che produce lana, attraversando le zone collinari, in un paesaggio dominato dalla cima innevata della seconda montagna d’Africa. La cooperativa agricola Meru Herbs, i cui prodotti sono distribuiti nei circuiti del commercio equo, è situata nella lussureggiante campagna a sud di Meru.  In compagnia di Andrea Botta, fondatore della cooperativa, si avrà la possibilità di passeggiare sulla collina dei serpenti, da cui, nelle giornate serene, si può scorgere la cima del Monte Kenya e da cui si può contemplare un magnifico panorama su tutta l’area della cooperativa agricola. Il viaggio prosegue verso sud, per Karatina, per poi ripartire in direzione di Ndugu Mdogo, in swahili “piccolo fratello”, centro di prima accoglienza per bambini di strada della Koinonia Community, nella baraccopoli di Kibera, una delle più grandi e densamente popolate di Nairobi.

L’itinerario di 15 giorni/ 14 notti a persona parte da 1100 euro su base minima di 12 partecipanti
https://eticoesolidale.evolutiontravel.it/it_IT/C8/tab/24097_nel-cuore-dellafrica-tra-progetti-di-comunita-etnie-leggendarie-e-natura-selvaggia.html

SENEGAL-DAKAR
Un intenso viaggio di turismo responsabile parte da Dakar, nel cuore del Senegal, per proseguire verso il nord, dove si ha la possibilità di conoscere più da vicino la realtà senegalese, le tecniche tradizionali di tintura dei batik, i suoi ritmi travolgenti, l’economia tradizionale, i progetti di formazione e avviamento di micro-imprese e la quotidianità delle culture peul e wolof. L’itinerario parte col trasferimento a Beud Dieng, punto di riferimento dell’associazione “Sunugal”, per poi proseguire in direzione del desertodes Niayes con pernottamento in tende mauritane tra stelle e puro silenzio. Arrivando a Lompoul sur mer, presso Casa Meissa, con i responsabili del progetto di turismo di ACTU, Associazione Culturale Trait d’Union, che sostiene la comunità e lo sviluppo del territorio, è possibile visitare il parco della Langue de Barbarie, caratterizzato da una lunga e sottile striscia di sabbia che per 60 km separa il fiume Senegal dall’oceano Atlantico.
Il viaggio continua verso la valle del fiume Senegal, al confine con la Mauritania, dove si ha l’opportunità di visitare i progetti dell’Asescaw, associazione locale di contadini con cui la ONG CISV collabora in un progetto di formazione tecnica, per toccare con mano il cuore dell’economia tradizionale del paese, l’allevamento e la risicoltura, per avvicinarci alla quotidianità delle culture peul e wolof.
Da non perdere il Parco Djoudj e la visita al Parc National des Oiseaux du Djoudj, terza riserva ornitologica al mondo. A Saint Louis, la cui città vecchia è stata inserita nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, si ha l’occasione di passeggiare su un ponte progettato da Gustav Eiffel. Si prosegue verso Louga, nel cuore del Sahel, sede del CISV, dove si ha la possibilità di incontrare le donne dell’associazione ADKSL, per scoprire i segreti della cucina tradizionale senegalese oltre che partecipare a lezioni di tecniche della tintura batik. Il villaggio di Beud Dieng è da anni punto di riferimento dell’associazione Sunugal e, come la gran parte delle piccole realtà contadine senegalesi, patisce ogni anno i cambiamenti climatici, la riduzione delle piogge stagionali e l’accelerarsi della desertificazione. La speranza per questo villaggio è che possa esser guidato verso intelligenti tecniche agricole e di piccola produzione artigianale. L’itinerario prosegue col trasferimento a Touba, città sacra della confraternita sufi Mouride. Touba appartiene alla regione Djourbel ed è visitata da milioni di fedeli che provengono da tutto il Senegal per pregare nella maestosa moschea dove è stato sepolto Cheick Amadou Bamba, fondatore della confraternita Mouride. La caratteristica di questa moschea, oltre i cinque minareti che dominano l’intero edificio, è la biblioteca, che contiene le opere complete del santo sufi. Il viaggio continua verso N’Dem, dove è stata avviata l’Agricoltura Biologica, la realizzazione di Biocombustibile, Atelier di Tessitura e di Artigianato anche con beni di recupero. Le opere che nascono a N’Dem sono poi promosse e vendute dagli atelier Maam Samba in Senegal e dalla cooperativa Chico Mendes di Milano. A Dakar si ha la possibilità di visitare l’Isola di Gorée, nota come l’avamposto del mercato degli schiavi verso le Americhe e, per questo, fu nominata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità come Luogo della Memoria. L’associazione Sunugal, che è nata a Milano, ha aperto le porte del progetto alternativo di sartoria ed educazione: il Centre Socio Culturel de Formation en Coupe et Couture; un importante punto di riferimento culturale e professionale che offre a circa 130 allieve un percorso per imparare un mestiere, nozioni necessarie all’avvio di un percorso autonomo di professione e di vita, all’inserimento in una rete di micro-imprese.
L’itinerario di 10 giorni/ 8 notti a persona parte da 900 euro su base minima di 8 partecipanti
https://eticoesolidale.evolutiontravel.it/it_IT/C8/tab/23397_a-nord-di-dakar-tra-parchi-e-progetti-solidali.html

MADAGASCAR-ANTANANARIVO
“Ciò che l’occhio ha visto, il cuore non dimentica” è un antico proverbio malgascio. L’itinerario parte dalla sua capitale, Antananarivo e da lì si ha la possibilità di visitare villaggi e comunità dell’artigianato locale, effettuando anche escursioni tra risaie e villaggi di agricoltori, immergendosi a diretto contatto con la natura tra i parchi nazionali malgasci fino ad arrivare sull’oceano Indiano, per vivere e visitare questo paese nei suoi aspetti più caratteristici e singolari, condividendo con gli abitanti del luogo alcuni momenti della giornata. Il viaggio alla scoperta dell’isola parte con una visita alla comunità Akamasoa, fondata da Padre Pedro per le famiglie che vivevano nei pressi della discarica. Tale comunità fu, in seguito, aperta a coloro che non hanno una fissa dimora ed oggi è costituita da 5 centri divisi in 17 villaggi che ospitano adulti e bambini. Si prosegue verso Ambatolampy, una piccola cittadina conosciuta per le sue fonderie artigianali di pentole in alluminio, dove si ha la possibilità di visitare i laboratori e la zona del mercato. Arrivando a Antsirabe, situata a 1600 mt di altitudine, capitale malgascia al tempo della colonizzazione francese, poi costruita dai missionari protestanti norvegesi, è ubicato il soggiorno situato sulle rive del Lago Andraikiba. Questa cittadina è conosciuta, oltre che alla sua birra Three Horses, come uno dei migliori centri di commercio di pietre semi-preziose, che venivano tagliate e vendute nei vari negozietti sulle rise di un lago vulcanico. A circa 20 km da Antsirabe, è situata la cittadina di Betafo, famosa per la sua produzione di tegole per tetti e per le tombe dei re nei pressi del lago vulcanico Tatamarina, dove è possibile fare un’escursione passando tra i sentieri che costeggiano le risaie e i villaggi degli agricoltori. I villaggi dell’etnia Zafimaniry, riconosciuti come patrimoni dell’umanità dall’UNESCO, meritano una visita più approfondita grazie alla straordinaria abilità nel lavorare il legno. Attraverso colline maestose, è ubicato il villaggio di Ifasina, dove è possibile osservare le abitazioni in legno intarsiato ed incontrare gli anziani del luogo durante uno scambio di discorsi nella forma detta “Kabary”. A seguire, si ha l’opportunità di visitare la comunità Akanin’ny Marary, un’associazione che si occupa di persone affette da diverse disabilità. Con la compagnia di Suor Luigina, si potrà visitare il carcere locale, dove sono state realizzate alcune opere con il contributo dei viaggiatori; tale visita è uno strumento utile per migliorare la condizione dei detenuti. L’itinerario prosegue per Fianarantsoa, la città più importante dell’etnia “Betsileo”, che significa “invincibili”. Il suo nome, in breve “Fiana”, significa “posto di buona cultura” ed è nota per lo straordinario numero di chiese. Il viaggio continua verso Manakara, una delle tratte più suggestive al mondo; si tratta della vecchia strada ferrata, costruita dai francesi per consentire lo scambio di merci tra la costa e l’altopiano che si snoda tra foreste e montagne. Con il soave risveglio del fruscio dato dalle onde dell’oceano indiano, che lambiscono la spiaggia, è prevista un’escursione in piroga lungo il Canale Pangalanes. Si tratta di una via d’acqua che corre parallela al mare, lunga circa 600 km e costruita dai francesi per trasportare le merci sulle chiatte. Alla volta di Fianarantsoa, passando per Ranomafana, è possibile, per chi è interessato, fare un’escursione al parco nazionale, caratterizzato da una foresta tropicale di montagna dove si possono osservare alcune specie di lemuri e una vasta selezione di piante ed insetti. Prima di ripartire verso sud, è possibile visitare il nucleo della storica città fondata nel 1830 dalla regina Ranavalona. La parte alta della città di Fianarantsoa, caratterizzata dalle sue stradine strette e tortuose, è stata riconosciuta dall’UNESCO, mentre la Città Bassa, più tetra e buia, è un brulicare di persone e bancarelle che gravitano attorno allo splendido esempio di architettura coloniale. Ambalavao è una cittadina conosciuta per aver importato dalla costa est agli altipiani la tecnica di lavorazione della carta “Antaimoro”. Proseguendo lungo un tratto di strada panoramico, caratterizzato da montagne di granito e suggestivi villaggi, si arriva a Ihoshy, la capitale del popolo dei “Bara”, che ha mantenuto l’usanza di rubare il bestiame come rito di iniziazione all’età adulta. Passando per l’altopiano dell’Horombé si può ammirare e contemplare l’immensa prateria, tanto grande da non riuscire a vederne la fine. A circa una quarantina di chilometri da Ranohira, è ubicato un grande insediamento-baraccopoli di minatori in cerca di pietre semipreziose. Nei pressi di Tulear si intravede la città che si presenta da lontano con un centinaio di case bianche che contrastano con il territorio in parte boschivo ed in parte desertico. Il Tropico del Capricorno è abitato dalle etnie “Vezo” e “Masikoro” , caratterizzato da un impianto urbanistico francese con grandi boulevard e architetture coloniali. L’avventura continua con la spettacolare visita del Parco dei Setti Laghi, un sito ancora poco conosciuto. Ad Anakao si arriva via mare, con una piccola barca a motore, dove si potrà osservare il villaggio dei pescatori della sotto-etnia dei “Sara”, che hanno il dono naturale di poter immergersi a lungo in apnea. La spiaggia è suggestiva, caratterizzata da fondali trasparenti che permettono di fare splendide immersioni.
L’itinerario di 19 giorni/ 17 notti parte da 2450 euro a persona
https://eticoesolidale.evolutiontravel.it/it_IT/C8/tab/23475_cultura-e-tradizioni-di-unisola-continente.html

Per info e prenotazioni:
www.evolutiontravel.it
https://eticoesolidale.evolutiontravel.it