Archivi categoria: le mie ricette

Ricette facili, veloci, tradizionali, cucina esotica, ricette per la dieta

Cucina leggera – Insalata buonissima dal sapore delicato

E’ buona,è leggera e ha un gusto insolitamente delicato !

Ingredienti

Meglio se gli ingredienti provengono dal frigorifero; così in tavola l’insalata arriva ben fresca. Ottima idea, se avete tempo e spazio, mettere anche piatti e ciotola di servizio in frigo almeno un’ora prima.

insalata belga

carote

1  arancio ogni 2 persone; pelato a vivo (senza pellicola bianca) e fatto a piccoli pezzi

2 – 3  noci a testa ridotte a piccoli pezzetti

10 gr. di gorgonazola piccante naturale o se non vi piace usate quello dolce

1 cucchiaio di olio di nocciola o olio di oliva dal sapore leggero

yougurt naturale

sale pepe

Ovviamente la quantità di verdure è proporzionale alle persone .

ESECUZIONE

2 o 3 cucchiai di yogurt naturale e testa

mescolare lo yogurt con il gorgonzola

aggiungere le noci a pezzi

tagliare le carote a piccoli pezzi o gratuggiatele

tagliare l’insalata belga a piccoli pezzi

Mescolate bene aggiungere l’olio, il sale e il pepe, se gradito.

E’ rinfrescante !

Buon appetito !!

 

 

 

Ricetta sana e disintossicante – PESTO DI AGLIO ORSINO

Andare nel weekend nei boschi e nei prati, a raccogliere le erbe che ci dona la primavera, è un modo per passare il tempo in modo sano e procurarci un cibo salutare e gratuito.

La pianta dell’aglio orsino, cresce nel mese di aprile-maggio nel sottobosco umido, soprattutto vicino a corsi d’acqua. Le foglie assomigliano a quelle dei mughetti, ma le si riconosce sicuramente per il forte odore di aglio.

Le cipolle (bulbi) dell’aglio orsino si usano come l’aglio, ma si raccolgono ad agosto – settembre.

Chi ha lo stomaco delicato, può versare del latte caldo sulle foglie o sulle cipolle di aglio orsino ben tritate, lasciare riposare almeno 2-3 ore. Bere il liquido a piccoli sorsi.

Le proprietà dell’aglio orsino:

-disintossicante e purificante
-coadiuvante nelle malattie croniche della pelle.

Le foglie di aglio orsino vanno usate fresche o surgelate, non seccate; perché perdono le proprietà.

L’aglio orsino viene usato anche tritato finemente sul pane imburrato come aperitivo o per accompagnare un’insalata.

Le foglie tritate si possono aggiungere, senza cuocerle, al brodo, alle patate, alle insalate, agli gnocchi e altre preparazioni di pasta (normalmente si aggiunge anche un poco di prezzemolo per correggere il forte sapore dell’aglio orsino). Nella preparazione di gnocchi e pasta si aggiunge anche dell’ortica (solo le cimette).

INGREDIENTI PER IL PESTO

Le nostre dosi sono per un pesto per 8 persone, o per 4 e l’altra metà la surgeliamo:

le mandorle hanno il pregio di attutire il sapore pungente dell’aglio

180 gr. di foglie lavate con un cucchiaio di bicarbonato e sciacquate
80 gr. di mandorle
30 gr. di pinoli
100 gr. di Parmigiano Reggino e/o Pecorino
100 gr di Olio Extra Vergine
pepe e sale quanto basta

Frullare tutto

Condire vari tipi di pasta a piacere (fusilli, maccheroni, trofie fresche, mezze penne o gnocchi di patate):

-bavette (volendo anche cotte nell’acqua dove precedentemente sono stati cucinati dei fagiolini e una grossa patata a piccoli pezzi); condire tutto con pesto di aglio orsino.

Buon appetito !!!

FARE IL SAPONE COME ? – Sapone in casa il meglio per la vostra salute

La ricetta per fare in casa il sapone

Avrete così a disposizione, per almeno 2 anni, del sapone che deterge VERAMENTE e aiuta a togliere quotidianamente le cellule morte, senza spendere in scrub e altro.

Inoltre sarà occasione per graditissimi regali.

Senza dimenticare che questo sapone, usato puro sulle macchie  strofinando un poco, le toglie ZENZA DANNEGGIARE IL TESSUTO E SENZA ARRICCHIRE L’AMBIENTE E IL VOSTRO CORPO DI SOSTANZE CHIMICHE DANNOSE.

Servono:

utensili vecchi che non si riutilizzeranno per cucinare (la pentola di acciaio può essere recuperata dopo lungo lavaggio, accurato, anche con aceto)
guanti sicuri di gomma NO ai guanti in lattice; troppo sottili e non coprono gli avambracci !!!

occhialini da piscina

foulard per riparare bocca e naso

cucchiaio di legno

caraffa in pirex

pentola di acciaio

termometro da forno

plastica robusta per numerosi stampi
——–
1 kg.olio extra vergine o altro grasso

300 gr acqua distillata

128 gr di soda caustica

300 gr di infuso di fiori di lavanda o latro

10 ml di olio di lavanda o altro diluito con 1 cucchiaino di amido di riso o di mais

——-

Iniziare ben bardati con il necessario

Far sciogliere la soda nell’acqua.
La soda a contatto conl’acqua 8o qualunque liquido) provoca una reazione chimica che porta il liquido a scaldarsi molto velocemente, anche oltre 80°; sono possibili degli schizzi di acqua calda o pezzetti di soda.

E’ molto importante versare la SODA nell’ACQUA e NON VICEVERSA

In caso di contatto accidentale con la soda caustica sulla pelle mettere la parte colpita sotto abbondante acqua corrente.

Poi mettere in pentola di acciaio i grassi e la soda a 40 /50°

mescolare molto bene

quando si addensa, piano piano, si arriva allo stadio detto “nastro”.

Solo ora si possono aggiungere gli olii essenziali, i coloranti e altro, mescolare.

Versare negli stampi.

Coprire il tutto con vecchie coperte

Riposo per 4/5 settimane

8 settimane se si usa solo olio d’oliva.

Ricetta gourmet vegana con seitan

Ingredienti

fette di seitan al naturale; noi abbiamo acquistato una confezione di preparato per setain (330gr), lo abbiamo ben mescolato e messo in strofinaccio ben chiuso, messo in acqua bollente abbonante e ben salata e bollito per 50 minuti.

Lo abbiamo fatto a fette, ma si può acqustare già pronto

salsa di soia

2 foglie di alloro

scorze di limone

semi di sesamo

Abbiamo immerso le fette di seitan alte circa 1/2 cm, nella slasa di soia, scorza limone gratuggiata (meglio il limone BIO), 2 foglie di alloro spezzettate; le abbiamo lasciate per un pomeriggio, ma può bastare anche mezz’ora.

Quindi abbiamo cotto VELOCEMENTE le fette sulla piastra per una cottura croccante (attenzione a non seccarle).

Abbiamo passato di nuovo le fette nella soia e nei semi di sesamo.

Appena il sesamo si è dorato, abbiamo tolto tutto dalla piastra.

Decorare con un po’ di maionese, se vi piace; la maionese può essere al latte di soia, se siete vegani.

Maionese al latte di soia e olio extravergine(vegana)

Ingredienti

200 g latte di soia

240 g olio a piacere, purché senza un sapore forte; riso, arachidi ecc…

60 g olio extravergine di oliva

15 g succo di limone

sale

una presa di peperoncino in polvere

Unire:  latte e succo limone, sale e peperoncino.

Frullare con il minipimer per pochi secondi.

Iniziare a versare gli oli insieme,  poco alla volta alla massima velocità.

Riposare in frigorifero almeno 50 minuti.

TORTA FACILISSIMA – La torta che si misura con il barattolo dello yogurt

E’ facilissima, è velocissima e non si può sbagliare !

La torta ideale anche per chi non ha mai cucinato.

INGREDIENTI:

-teglia tonda con 20 cm di diametro o forma da Plumcake; imburrata e infarinata

-1 vasetto di yogurt

-1 vasetto di olio di semi di arachide o mais o girasole

-2 vasetti di zucchero

-3 vasetti di farna 00

-1 busta di levito per dolci

un pizzico di sale.

PREPARAZIONE:

Mescolare bene yogurt, zucchero, uova intere; anche con robot da cucina usando la lama per gli impasti.

Aggiungere: olio, sale, farina e lievito.

Versare nella teglia imburrata e infarinata.

Cuocere a 180° per 30′ circa; guardare quando la superficie è ben dorata, ma non bruciata.

Servire a fette; volendo aggiungere un  contorno di frutti di bosco e miele o panna o crema pasticcera.

Antipasto appetitoso dalla cucina iraniana con le melanzane

INGREDIENTI:

per 4 persone

-olio di semi per friggere (meglio arachidi o mais)

3 o 4 melanzane di quelle lunghe (dipende da quanto sono grandi)

1 cipolla e 1 o 2 spicchi d’aglio TRITATI

mezzo cucchiaio di menta tritata

mezzo cucchiaino di curcuma

70 gr. di gherigli di noci

250 gr. di yogurt intero e compatto

-carta assorbente da cucina per appoggiarvi le melanzane fritte.

PROCEDIMENTO:

-tagliare le melanzane alte 1 cm. e lasciarle a scolare dopo averle salate (ma non è indispensabile)

— per chi è a dieta o vuole mangiare un piatto leggero: 

Cuocendo le melanzane sul gas direttamente o in forno; sino a che sono morbide, pelarle e così si evita di friggerle; procedere come da ricetta.

PROCEDIMENTO CON FRITTURA:

-friggerle in olio sino alla doratura

-scolare in carta cucina

PROCEDIEMNTO ANCHE PER MELANZANE COTTE AL FORNO O SUL FUOCO E PELATE:

-nel medesimo olio friggere la cipolla e l’aglio tritati

-aggungere la menta tritata e la curcuma e il sale

-aggiungere poi anche le melanzane e mescolare bene

-bagnare con poca acqua per cuocere ancora per 10′

-aggiungere i gherigli di noci

-FRULLARE IL TUTTO

-SERVIRE IN UNA CIOTOLA MESCOLANDO, POCO, CON LO YOGURT

Il frullato e lo yogurt NON devono amalgamarsi, ma si devono vedere i due ingredienti sono legegrmente uniti.

 

RISO NERO E GAMBERI UNA RICETTA SPECIALE E MOLTO SALUTARE

LA MIA RICETTA DI RISO VENERE E GAMBERI : UN ALIMENTO TRA I MIGLIORI, CERTIFICATO DA STUDI SCIENTIFICI.

MANGIAMO CON LA TESTA : BENE E SANO.

Più sotto la ricetta.

Giampaolo Perna, medico psichiatra, professore all’Università di Miami e Maastricht, SOSTIENE CHE STUDI SCIENTIFICI DIMOSTRINO COME GLI OMEGA3, PRESENTI NEL PESCE E NELLE NOCI, E IL CYRRY, ABBIANO PROPRIETA’ ANTIDEPRESSIVE ED INSIEME AI FERMENTI LATTCI, presenti nello yogurt, POSSANO SVOLGERE UNA IMPORTANTISSIMA FUNZIONE DI “MODULATORI DELL’UMORE”.

All’Italian Beautiful Mind”, (www.bmaind.it) che chiuse il programma di CibusLand, gli esperti hanno eletto come ricetta della mente il “riso venere agli agrumi con gamberi”.

Il riso venere con agrumi e gamberi è:
– ricco di polifenoli
-di vitamina C; anti-aging per eccellenza

Il riso nero è ricco di:
-antocianine,
-flavoni
-flavonoli ( proprietà antiossidanti e antiradicalica )

quindi perfetto antidoto naturale contro l’invecchiamento

– i carboidrati danno energia e capacità di concentrazione per la loro costante fornitura di glucosio al cervello
-silicio; oligoelemento utile nella formazione e nella riparazione del tessuto osseo e per la lucentezza dei capelli
-ferro quattro volte superiore al riso comune
-doppio del selenio, rispetto al riso comune ( antiossidante per ritardare l’invecchiamento).

I gamberi che sono ricchi di acidi grassi essenziali della serie omega-3

-pepe rosa, che contiene fosforo (utile nei processi di produzione di energia e nella trasmissione degli impulsi nervosi)

-vitamina C degli agrumi, (antiossidante naturale, preserva recettori e cellule dal decadimento!!! ); in caso di carenza di vit.C, il cervello è l’ultimo organo a rimanerne privo; perché nostro organismo lo considera il più importante e quindi non vuole fargli mancare la vitamina C

-olio extra vergine di oliva: antiossidante ricco di polifenoli, assicura anche un apporto di vitamina E.

RICETTA IN DUE VERSIONI: FACILE  E PIU’ COMPLESSA

Riso Venere agli agrumi: per 4 persone
Ingredienti:
-350 grammi di riso venere;
-400 grammi di code di gambero sgusciate o 4 gamberi interi a testa;
-2-3 cucchiai di succo di arancia filtrato
-1 cucchiaio di succo di limone filtrato
-4-5 cucchiai di olio extravergine di oliva
-1 cucchiaio di miele mille fiori, arancio o rododendro
-prezzemolo fresco
-pepe rosa
-1 spicchio d’aglio, se piace

-per chi vuole il meglio, e ha tempo: anche 1 cipolla tagliata fine e vino bianco per il risotto

Se avete scelto i gamberi interi (servono per fare il brodo ed è il metodo molto più lungo) PULITE I GAMBERI, TOGLIENDO IL FILO NERO ( DOVETE TAGLIARE IL DORSO E IL FILO ESCE TRATTANDOLO DELICATAMENTE)

CIBO GAMBERO PULIZIA IMG_20150711_141044Con gli avanzi dei gamberi fate un brodo, aggiungendo carota, sedano, cipolla (cuocere dai 15 – max 30′).

CIBO BRODO GAMBERI PESCE IMG_20150711_141615

Lessate il riso nell’acqua 40′ (tutti dicono 20′ ma il riso rimane veramente durissimo), e sale se volete fare la ricetta più veloce.

-Se volete il meglio; cuocete il riso, dopo avere fatto rosolare il battuto di cipolla in olio e aggiunto il riso, poi vino bianco, quindi evaporare e aggiungere poco alla volta il brodo; meglio se lo avrete frullato tutto e passato schiacciandolo per far uscire tutto il sugo. Il riso, secondo noi, deve cuocere 40′.

MENTRE IL RISO CUOCE:

-In una padella antiaderente mettete 2 cucchiai di olio un aglio (se piace) schiacciato e toglierlo appena scaldato l’olio (NON deve imbrunire) e aggiungere le code dei gamberi:

CIBO GAMBERI 300 IMG_20150711_143725

-fate cuocere per 4 minuti e poi aggiungete il succo di arancia e fatelo evaporare velocemente con fiamma molto alta ! (altrimenti i gamberi cuociono troppo !; potete anche stringere il succo a parte e poi versarlo sopra)
-aggiungere il restante olio con il succo di limone già mescolato con il cucchiaio di miele.

CIBO RISO NERO GAMBERI IMG_20150711_144732

Foto: COTTURA DEL RISO CON IL BRODO.

Scolate il riso (se lo avete bollito nell’acqua) e conditelo con la vinaigrette precedentemente preparata con olio e succo di limone, aggiungete i gamberi, il prezzemolo tritato e un pizzico di pepe rosa, saltate nella padella velocemente.

Per i vegetariani ; si possono sostituire i gamberi con cubetti di seitan o tofu(meglio se affumicato)

BUON APPETITO !
—–

ZENZERO PER UN APERITIVO SPECIALE.

150 gr. di zenzero fresco

30 ml. di succo di limone

5 cucchiai di zucchero

1 litro d’acqua

1 litro di succo di ananas

facoltativo: 3 fette di ananas a  pezzi.

Per contorno: parmigiano grattuggiato, una padella piccola antiaderente, ricotta e prosciutto e/o alici; oppure olive denocciolate, secondo il gusto personale, pepe rosa o nero.

Sbucciare lo zenzero, farlo a cubetti e mettere tutto, senza il succo d’ananas, nel frullatore con solo 1/2 litro d’acqua.

Filtrare il succo e strizzare bene il rimasuglio al quale dovrete aggiungere l’altro 1/2 litro d’acqua e il succo d’ananas.

Raffreddare e servire come aperitivo con stuzzichini fatti con del parmigiano grattugiato messo a fondere in padella antiaderente e posato su di una tazza da tè rovesciata lasciare raffreddare e indurire.

Riempire con spuma di prosciutto (crudo o cotto frullato con ricotta o ricotta frullata con alici).

PASTA SEMPLICE E BUONISSIMA AGLIO OLIO E PEPERONCINO PER INTENDITORI

Per 3 persone che mangiano mediamente:

la ricetta prevede delle precisazioni inutili per chi sa cucinare la pasta, ma utili per uno straniero che, di solito,  non conosce questi trucchi.

INGREDIENTI

500 gr spaghetti

6 spicchi aglio, o meno secondo gusto personale

peperoncino; secondo gusto personale, se togliete i semini avrete tutto l’aroma e risulterà molto meno piccante; meglio se avete il peperoncino fresco, ma è perfetto anche  il peperoncino secco.

10 cucchiai di ottimo olio extra vergine di oliva

sale per l’acqua della pasta.

PREPARAZIONE

-Mette a cuocere una pentola di acqua con almeno 6 litri d’acqua a fuoco vivo per scaldarla velocemente (ci serviranno 3 mestoli di acqua calda), poi abbasserete la fiamma, che rialzerete prima di buttarvi la pasta

Pasta 350 spaghetti cibo

-preparate l’aglio a fettine e il peperoncino

-mettete l’olio in una padella bassa e larga che contenga comodamente tutta la pasta  (la pasta la metterete dopo, quando sarà semi cotta),

-scaldate l’olio

-mettete nell’olio, ben caldo, ma non fumante, l’aglio a fettine e il peperoncino

pasta 350 spaghetti df

-fate cuocere, MA NON DORARE ! Spegnete e lasciate la pentola pronta per finirvi la cottura della pasta.

Pasta 350 spaghetti cibo

-BUTTATE SUBITO NELLA MEDESIMA PENTOLA DOVE AVETE SOFFRITTO L’AGLIO E IL PEPERONCINO 3 MESTOLI D’ACQUA PRELEVATI DALLA PENTOLA DELLA PASTA (così fermate anche la cottura dell’olio che NON deve mai bruciare).

Cuocete la pasta; cuocetela SOLO PER I 3/4 DEL TEMPO NECESSARIO !!, LA PASTA VA COTTA  in abbondante acqua salata e buttata NELL’ACQUA solo quando l’acqua è ben bollente.

Pasta 350 k

Scolate la pasta con l’apposito attrezzo che la priva dell’acqua.

Buttare subito la pasta scolata,  SENZA ACQUA, nella padella dove avete messo i 3 mestoli di acqua che deve avere un fuoco MOLTO VIVACE  e finite la cottura degli spaghetti; NON SUPERATE I TEMPI MASSIMI DI COTTURA INDICATI SULLA CONFEZIONE.

Spaghetti 350 aglio olio peperoncino 3e

Continuate a girare la pasta nella padella sino a che l’acqua non  si prosciuga del tutto.

SERVITE SUBITO LA PASTA CHE DEVE RISULTARE SENZA ACQUA.

Buon appetito

Provate e riprovate, le dosi e i tempi di cottura si regolano in base al gusto e l’esperienza.

Cheesecake ricetta – Anche in versione light

Cheesecake light o normale se aggiungete 100 gr di zucchero al posto del dolcificante.

INGREDIENTI

200 g di biscotti secchi, tipo Oro Saiwa (prendete quelli a più basso contenuto di grassi; leggete le etichette, non ascoltate la pubblicità)

90 g di burro; se volete potete acquistare quello con meno grassi (si trova anche nei supermercati)

500 gr. di formaggio fresco light (per esempio il Philadelphia light)

200 gr. di yogurt magro

90 gr. di fruttosio

10 gr di colla di pesce ammollata in acqua fredda

1 teglia per dolci (meglio con cerchio esterno apribile)

A discrezione personale aggiungere alla fine anche 100/150 gr di:

mirtilli

o fragoline di bosco

o lamponi

o buona marmellata del tipo che preferite

PREPARAZIONE:

1- Sminuzzare i biscotti nel mixer

2- Sciogliere il burro in un pentolino

3- Aggiungere poco alla volta il burro sciolto ai biscotti messi in una teglia, mescolando bene

4- Imburrare una tortiera, meglio quelle con il cerchio esterno apribile

5- Foderare la tortiera con i biscotti ben pressati

6- Raffreddare in frigorifero per almeno 30′

7- Mettere il formaggio magro in una ciotola e aggiungere il fruttosio o altro dolcificante artificiale (calcolate che secondo il tipo di dolcificante dovete dosare la quantità; per gli edulcoranti artificiali basta 1 cucchiaino scarso; provate sempre mentre preparate dopo avere aggiunto lo yogurt)

8- Unire lo yogurt

8- Sciogliere la colla di pesce ammollata nell’acqua fredda e poi sciolta in 2 cucchiai di acqua calda e versarli subito, mescolando bene, nel formaggio e yogurt

9- Aggiungere quello che volete di frutta o marmellata (esistono anche marmellate senza zucchero o con poco zucchero).24

10- Almeno 4 ore in frigorifero prima di servire.

Dolcissima…e light…a meno che non ve la mangiate tutta intera ! !