Archivi categoria: LA MIA CASA

Consigli di arredamento, beauty farm fai da te, il condominio e le sue leggi, té e tisane, secondo natura, vedi anche “casa ecologica” alla categoria ECOLOGIA.

Risparmiare e vivere più ecologico – ” VIVERE SENZA SUPERMERCATO ” – Un libro che non è solo una provocazione

VIVERE SENZA SUPERMERCATO

Megio rivolgersi ai GAS; gli ormai celebri gruppi di acquisto solidale che portano la spesa a domicilio.

Tanti consigli per capire: COME LIBERARSI DAL CARRELLO ...

L’80% dei costi di quanto acquistiamo al supermercato è per:

-trasporto

-imballaggio

-logistica

-intermediazione.

I GUANTI DI PLASTICA PER SCEGLIERE FRUTTA E VERDURA SONO UNA INUTILE E PENOSA IPOCRISIA; chi raccoglie gli ortaggi NON ha certo le mani pulite … e così si spreca anche un sacco di plastica che sta inquinando tutto il mondo, oceani compresi.

Il libro Vivere senza supermercato, parla anche delle 115 mila tonnellate di posate di plastica, NON RICICLABILE, utilizzata ogni anno in Italia (la Francia le ha vietate da anni). Idem per tovaglioli e piatti di plastica e carta. La plastica molte volte è ancora bruciata producendo diossina.

Meglio anche evitare di acquistare tutti quei prodotti per la toilette che contengono veleni come: petrolati (derivati dal petrolio), tensioattivi, emulsionanti, parabeni e siliconi.

Un ottimo ed economico deodorante si può produrre mecolando bicarbonato di sodio e amido di mais.

Dentifricio: argilla verde (ottima per il  peeling corpo e viso, come il sale con olii essenziali) più chiodi di garofano tritati.

Tanti altri semplici consigli sul libro:

VIVERE SENZA SUPERMERCATO, di Elena Tioli, Terra Nuova edizioni, pp. 136, euro 11,5.

CASE ecologiche – antisismiche – ignifughe – altamente isolanti – ” Wikkelhouse ” IN ITALIA DAL 2018 MODELLO BASE 25 MILA EURO

I dodici esemplari di Wikkelhouse, case di cartone costruite ogni anno, vanno a ruba.
Fiction Factory è lo studio, di designer e architetti olandesi, che ha ideato la Wikkelhouse.

ANTISISMOCA E RICICLABILE AL 100%

Un robusto supporto in legno isola la casa dal terreno e dall’umidità.
Secondo gli inventori questo tipo di casa è ignifugo, a prova di uragani e altamente isolante. La durata è garantita per almeno 50 anni di vita.

A dispetto del nome; letteralmente casa di cartone, la Wikkelhouse è una elegante abitazione modulare, con facciata a vetri e diverse sezioni, secondo le esigenze del committente.

Ogni sezione è composta da 24 strati di cartone fortemente compresso e molto più resistente di quanto ci si possa immaginare.

Gli strati sono impermeabilizzati e coperti con eleganti listelli di legno.

Ci sono anche altre sezioni, oltre a quella di base, per contenere stufe, armadi, muri interni, cucina e bagno.

Da tre sezioni in poi, le varianti sono quasi infinite e ognuno si modula la casa come vuole.

Si può mettere questa casa ovunque.

Ogni mese l’attesa, per farsele fabbricare, cresce un poco di più.

La vendita, per ora, è limitata a Olanda, Belgio, Lussemburgo Francia, Inghilterra e Danimarca, ma dal 2018 sarà possibile acquistarle anche in Italia.

VEDI ALTRO AL LINK: http://www.wikkelhouse.com

CASE ECOLOGICHE PREFABBRICATE: TANTE IDEE, OTTIMI RISULTATI.

VEDI ANCHE: 

Una casa in legno:

http://www.donnecultura.eu/?p=6702

Trasportabile,  di Enzo Piano:

http://www.donnecultura.eu/?p=5602

Villaggio ecologico:

http://www.donnecultura.eu/?cat=63

—————–

 

Il progetto è del team di EcoDesignFinca.

Una Casa Passiva, di lusso, prefabbricata in Germania e spedita

a Mallorca.

architettura 450 Casa-passiva-prefabbricata

architettura 450 LUSSO piscina Casa-passiva-prefabbricata

-L’ arch. Stephen Nickel, di EcoDesignFinca ha realizzato una “Casa Passiva di lusso” prefabbricata in Germania, costruita a Mallorca, unendo massima efficienza e resistenza

Le spese ambientali consumate per trasportare dalla Germania fino a Mallorca la casa passiva, non sono state conteggiate nell’imbatto ambientale complessivo, ma il sistema costruttivo e l’architettura della villa godono di  tutti gli accorgimenti necessari per eliminare quasi completamente la dipendenza energetica dell’edificio.

-L’architetto ha realizzato il suo desiderio di costruire una Casa Passiva prefabbricata unendo il risparmio energetico con l’innovazione uniti alla migliore qualità estetica.

-Risultato:

 una villa di 400 mq con  una moderna cucina, 4 camere da letto, 3 bagni, una camera matrimoniale con cabina armadio, un centro benessere con sauna, doccia e vasca idromassaggio, una sala ufficio ed un meraviglioso panorama sempre godibile.

-Parquet e riscaldamento a pavimento,  massima coibentazione,  finestre a doppi vetri, sistema di ventilazione meccanico  per chi soffre di allergie,  pompa di calore geotermica per assicurare la climatizzazione invernale ed estiva,  pozzo privato per la raccolta dell’acqua piovana ecc…

—–

Smart Student Unit: la micro-casa in legno da 10mq.

architettura 450 mart-Student-Unit3

architettura Smart-Student-Unit

architettura casa CHIP HOUSE Immagine-11

“Smart Student Unit” è un eco-efficiente esempio di micro-appartamento per studenti, dove in meno di 10 mq trovano posto un letto-soppalco, cucina, bagno e addirittura un mini giardino.

Un “viaggio” in internet alla ricerca dei  i micro-appartamenti ecosostenibili più efficienti del mondo ha rivelato questo progetto svedese, dove un team di progettisti della Tengbom architects ha fabbricato il primo prototipo della

-“Smart Student Unit”: alloggio per studenti economico ed ecologico di soli 10 mq.

cucina, bagno, letto-soppalco, micro-soggiorno ed anche un piccolo giardino, compreso nei 10 mq

– “Smart Student Unit” è interamente costruito con Cross-Laminated Timber (CLT), pannelli di legno lamellare incrociato di provenienza  locale.

——

Casa Passiva di South Limburg, vicino ad Amsterdam.

-Rivestimento in legno bruciato per la casa passiva anti-inondazione.

architettura 450 Palafitta3

architettura 450 Casa-passiva-2

Una speciale tecnica giapponese con pannelli in legno di cedro bruciato per limitare la manutenzione ed assicurare un ridotto impatto ambientale.

il legno “bruciato” è il protagonista della piccola Casa Passiva ecosostenibilie progettata dagli architetti di Upfrnt e collocata nelpaesaggio del fiume Geul.

-Una particolare tecnica giapponese, la Shou-Sugi-Ban, prevede di bruciare superficialmente i pannelli di rivestimento in legno di cedro, trasformandoli in superficie completamente sigillata che evita, quasi completamente, la manutenzione o riparazione.

-Al fine di proteggersi dalle frequenti esondazioni del vicino fiume Geul, la piccola Casa Passiva è stata progettata come una palafitta, sollevando la struttura su pali in quercia rinforzata alti più di un metro.

-Il rivestimento esterno delle pareti, la coibentazione naturale, i tripli vetri ad alte prestazioni e le numerose tecnologie sostenibili applicate all’abitazione, la trasformano in un buon esempio di  riduzione al minimo delle emissioni nocive della costruzione.

 -I vari componenti della casa Passiva di South Limburg, sono prefabbricati nella vicina Amsterdam, in loco si è eseguito  il solo assemblaggio

-la costruzione è terminata in soli tre mesi.

-L’edificio è autonomo nei consumi energetici grazie all’impianto solare posto sulla copertura ed un sistema di trattamento e filtraggio  purifica le acque reflue fino a renderle potabili, prima di riportarle nel fiume.

——-

Chip House ( casa economica): la Net-zero energy degli studenti californiani.

 Si tratta di uno dei progetti vincitori del concorso Solar Decathlon 2011.

architettura 450 CHIP-House-

 -Questo progetto non solo produce più energia di quella che consuma, ma con il surplus elettrico fornisce un pieno di ricarica a due veicoli elettrici.

-La Chip House è dovuta alla collaborazione tra la Southern California Institute of Architecture (SCI-Arc), il Caltech Institute of Technology (Caltech), il produttore internazionale di pannelli solare Hanwha SolarOne Co. e la California Science Center.

-La casa è concepita per: spazi minimi, funzionalità, bassi costi ed elevate prestazioni,

-L’elemento che colpisce è l’involucro esterno, una membrana-materasso-isolante  riveste la struttura come una seconda pelle.

-Il nucleo centrale  è costruito in legno, a cui è stata applicata una membrana in vinile, completamente riciclato,  riempito con del tessuto denim, per creare uno strato isolante effetto -“trapuntato”, per garantire un isolamento termico ed acustico ottimali.

  • -Ventilazione naturale e ventilazione forzata garantiscono un ricambio d’aria interno adeguato
  • -Un serbatoio raccoglie l’acqua piovana che unitamente alle acque grigie viene filtrata e resea disponibile per l’ irrigazione;
  • -45 pannelli fotovoltaic rivestono la copertura della Chip House e producono 7,8 kW, consentendo l’indipendenza energetica
  • -Il sistema innovativo dei pannelli fotovoltaici, permette loro di captare energia anche in condizioni di parziale ombreggiamento, trasmettendo al computer centrale il valore eneregtico prodotto da ciascun pannello in ogni istante, per una precisa manutenzione;
  • -Recupero di calore, pompa di calore e solare termico, forniscono la tecnologia necessaria al riscaldamento ed al raffrescamento;
  • -La domotica è determinante: tutti i sistemi sono inseriti nella smart grid della casa, regolando automaticamente produzione e consumi a seconda delle necessità
  • -Grazie ad una serie di sensori, la casa provvede ad azionare autonomamente gli elementi schermanti in caso di eccessivo calore, accende o spegne le luci al LED seconda delle ore del giorno e della programmazione, mantiene costante la temperatura  azionando il riscaldamento/raffrescamento solo quando serve.

Ogni dettaglio è stato considerato per garantire la produzione energetica necessaria a coprire i consumi totali delle quotidiane utenze domestiche, il fabbisogno degli elettrodomestici e l’energia elettrica per ricaricare due auto elettriche.

——-

Eco-House in legno firmata Philippe Starck.

architettura 8Starck-Riko

Una collaborazione tra il celebre designer francese Philippe Starck e l’ingegnere sloveno specialista del legno Riko ha realizzato un esclusivo esempio di casa prefabbricata ecologica in legno.

-In costruzione a Versailles, sarà il primo prototipo del progetto DEARS – Democratic Ecological Architecture with Riko by Starck :

-permetterà di realizzare case prefabbricate industrialmente utilizzando legno e derivati  personalizzabili dai clienti e adattabili  e progettate secondo i principi cardine della tecnologia costruttiva carbon neutral.

-Il legno è utilizzato per rivestire l’involucro esterno e per la coibentazione, utilizzando esclusivamente fibre di legno di alta qualità e pannelli in fibra di carta.

-Le superfici vetrate sono realizzate con tripli vetri e brise soleil  con legname di qualità.

-L’energia  proviene principalmente dal sole, grazie ai pannelli fotovoltaici nascosti sul tetto; (l’energia prodotta in eccesso inoltre è venduta al gestore energetico)

-L’efficienza energetica è poi migliorata dalla pompa di calore e dal sistema di recupero di calore, con incorporate micro turbine eoliche.

-La vera innovazione  sarà la velocità di realizzazione:

-dopo i lavori infrastrutturali per le fondazioni

-la costruzione effettiva dell’intera casa richiede 4-7 giorni

tre settimane per le finiture ed i sanitari

-in soli due mesi la casa è completa.

——-

WaterShed House è tra i vincitori del Solar Decathlon 2011.

architettura 450 Solar-deca

Il concorso internazionale Solar Decathlon 2011 proponeva la progettazione e la realizzazione, di un’architettura funzionale, di risparmio idrico ed energeticamente autosufficiente.

-“La WaterShed House ha rappresentato un’elegante fusione di funzionalità, semplicità ed efficienza”.

-Nonostante l’apparente semplicità, questo progetto, raggiunge alte performance

tecnologiche nel rispetto della sostenibilità.

Un innovativo sistema split, sul tetto, cattura l’acqua piovana e la immette direttamente nel filtro di fitodepurazione, depurandola e ponendola disponibile per nuovi impieghi.

La copertura a verde favorisce il raffrescamento dell’edificio, rendendo più efficiente il sistema fotovoltaico di copertura.

-E’ garantita una perfetta autonomia energetica per tutto l’anno.

-L’acqua calda sanitaria è garantita da una serie di pannelli solari termici.

Un ingegnoso sistema brevettato permette il controllo igrotermico interno con una serie di micro cascate collocate in punti strategici della struttura.

-La WaterShed house è libera dalle dipendenze dai combustibili fossili e dalla rete idrica comune, abbassando così i costi di mantenimento dell’abitazione.

-La struttura ricorda le case della Baia di Chesapeak, nel Maryland: un’immagine confortevole ed innovativa. 

DOVE VADO A VIVERE con la pensione ? Perche’ trasferirsi in Portogallo ?

Portogallo lisbona we

Lisbona

Portogallo lisbona q

Lisbona

portogallo Alentejo_spiagge

Spiagge di Alentejo; consigliabili dalla primavera all’autunno; spiagge frequentate anche da numerose personalità della cultura. Un’ora a sud di Lisbona.

Gastronomy_450  CIBO Portogallo

Portogallo dintorni regina sepolcro m

Portogallo colonna

Portogallo chiesa gb

Lisbona Parque das Nacoes

Lisbona Parque des Naciones.

Con € 1000 al mese si riesce a vivere tranquillamente.

I portoghesi
Popolo con mentalità europea, colti, gentili, ospitali e sorridenti.
E’ possibile parlare inglese, ma faranno di tutto per capirti anche in italiano.

Gli aeroporti di  Lisbona, Faro e Porto sono a livello degli standard delle più grandi città europee e hanno collegamenti con le principali città del mondo.

Clima
Il Portogallo può vantare un clima temperato e inverni miti (raramente scende al di sotto dei 10°) e il calore estivo, anche se con picchi di 45°, è secco e sempre ventilato.

Al sud, l’Algarve, pur presentando una grande massa di turisti e pensionati trasferiti, rimane une destinazione molto tiepida per tutto l’inverno. Nell’entroterra si evitano le folle della costa, ma i paesini sono tanti e si può troivare una buona soluzione.

Delinquenza
Nelle cittadine dell’Algarve, la zona più turistica, la percezione è quella di essere al sicuro, anche di notte, e la Polizia è estremamente presente e vigile.

Qualità della vita
L’economia del Portogallo è al numero 40 al mondo per PIL.
Secondo una statistica dell’ Economist Intelligence Unit o EIU il Portogallo è al 19° posto per qualità della vita.

Milano e Roma sono intorno al 40-50° posto !!!

—————–

 

Prodotti tipici
Il vino è ottimo.
Uno dei vini da provare è il Porto.
Il liquore tipico è il Beirao.
In Portogallo si producono anche diverse varietà di formaggio, ottimi ed a prezzi molto convenienti.

Costo della vita
Gli stipendi medi sono di € 300/ 400 per un massimo di € 900.
l costo della vita in Portogallo, pur in aumento, rimane ancora inferiore rispetto ad altri paesi europei.

Con € 1000 al mese si riesce a vivere tranquillamente.

Lisbona è più cara, ma nel nord del paese si può vivere a basso costo.
Con € 300 si può fare la spesa per due adulti per un mese.
Il caffè espresso costa € 0,60, al tradizionale bancone di un bar.

Un “galão”, bicchiere di caffè e latte, può costare da € 0,70 a € 1,20, mentre il prezzo di un tè varia da € 1,00 a € 1,50.

Un succo d’arancia naturale costa intorno ai € 2 e una birra o una coca cola tra € 1 e 1,50.

Un pasto completo varia dai € 14 ai € 22 se si sceglie un ristorante di cucina casalinga, dai € 25 ai € 50 per un ristorante di buona categoria o una “casa de fado”.

Costo degli alloggi
Nelle città principali gli alloggi sono cari.
Con € 300 – € 500 al mese è possibile già affittare un bell’appartamentino e con altri € 100 al mese pagare le bollette di  acqua, energia elettrica e gas.

Tassazione
Hanno aliquote fiscali molto favorevoli, per attirare investitori e pensionati stranieri.

Vantaggi fiscali:

La tassazione IRS (IRPEF) ha una aliquota fissa del 20% sul reddito prodotto in Portogallo per un periodo di 10 anni
Assenza di doppia imposizione per le pensioni
Assenza di doppia imposizione per il lavoro dipendente e indipendente realizzato all’estero

Come si può ottenere lo status di Residente non Abituale?
Non bisogna aver vissuto in Portogallo negli ultimi 5 anni
Bisogna essere registrati come residenti fiscali in Portogallo
Bisogna risiedere in Portogallo almeno 183 giorni anche non consecutivi, o nel caso di un numero inferiore di giorni si deve, entro il 31 dicembre dell’anno in corso,  dimostrare di avere un’abitazione per risiederci come residente abituale.

-Richiedere l’attribuzione dello status di Residente non abituale insieme al momento in cui ci si iscrive come residenti in Portogallo, o entro il 31 marzo successivo.

Permesso di soggiorno per investimenti (Golden Visa)
Il Governo ha recentemente creato un nuovo regime per la concessione e rinnovazione delle Golden Visa ai cittadini di Paesi terzi disposti ad investire in territorio portoghese.
AI fini dell’attribuzione della Golden Visa si esige che sia sviluppata un’attività di investimento, direttamente da un individuo o attraverso una società, per un periodo minimo di 5 anni.
– Trasferimento di capitali per un valore uguale o superiore ad € 1.000.000, compresi gli investimenti nel capitale sociale delle società.
– Creazione di almeno 10 posti di lavoro
– Acquisto di immobili per un valore minimo di € 500.000 che include le seguenti situazioni:
b) ipoteca di ammontare superiore a €500.000
c) affitto di immobili per fini commerciali, turistici o agricoli.

L’Algarve è presa d’assalto dai turisti durante l’estate e questo ha portato a una cementificazione sconsiderata di molti tratti di costa; selvaggia e rocciosa a ovest, con villaggi di pescatori e scogliere, ma sabbiosa e dolce a est, avvicinandosi all’Andalusia.

Principali città:
Albufeira  Centro storico ancora ricco di fascino grazie alle sue stradine tortuose.
Principale stazione balneare dell’Algarve; meravigliose spiagge e calette incorniciate con scogliere e faraglioni. Alcoutim
Aljezur
Castro Marim
Faro Distrutta dal terremoto del 1755.
Il turismo e le costruzioni moderne, non cancellano le facciate antiche del centro storico, nei vicoli acciottolati, sulla piazza della cattedrale e nei nidi delle cicogne.
Lagoa
Lagos
Casette gialle, verdi, rosse e bianche; cittadina cosmopolita.Troppo turismo, ma incanta i visitatori per le meravigliose spiagge, baie nascoste fra le rocce, rannicchiate ai piedi delle scogliere.
Loulé
Loulé, cittadina nell’interno, grazioso centro città con vie affollate per lo shopping, piazze con molti alberi e strette vie acciottolate. Il mercato coperto è di ispirazione moresca.
Monchique
Olhão
Portimão
Quarteira
Quarteira; grande lo sviluppo negli ultimi anni.

Palazzine di pregio sul lungo mare, bar, ristoranti, alberghi… ma mantiene il suo carattere portoghese. Tanti i turisti portoghesi. Bella e famosa la passeggiata costeggiata da palme. São Brás de Alportel
Silves
Tavira
Questa tranquilla cittadina vanta 37 chiesette, un bel castello, le case bianche, un corso d’acqua con ponte medievale. Meritevole.

Forse la migliore:

Vilamoura
Una delle più importanti località di villeggiatura d’Europa.
Campi da golf, tennis, equitazione, attrezzature per il tiro e la pesca, un casinò, un aerodromo e un porto, bar e ristoranti.
E’ stata eletta capitale della qualità di vita del Portogallo.
Vila do Bispo
Vila Real de Santo António

Requisiti per la Residenza

I cittadini di un paese dell’Unione Europea, Islanda, Liechtenstein, Norvegia o Svizzera dopo 3 mesi in Portogallo devono obbligatoriamente richiedere al Comune di residenza un documento per Formalizzare il diritto di soggiorno in Portogallo.
Dopo cinque anni consecutivi di residenza si può chiedere al Servizio Stranieri e Frontiere il certificato di residenza permanente.

Fatte salve disposizioni di legge speciali, il permesso di soggiorno temporaneo è valido per un periodo di un anno ed è rinnovabile per periodi successivi di due anni.
Dopo cinque anni di residenza temporanea, i titolari possono presentare domanda di residenza permanente.

————

Fiera Creatività – Show Cooking – Green creative – Manualmente Dal 21 al 23 ottobre a Cesena Fiera

Creatività – Show Cooking – Green creative … ma anche: patchwork, eventi, laboratori e dimostrazioni per i piccoli creativi, presepi e tanto altro.

Prima edizione del Salone della creatività

Cesena

Cucito creativo, crochet, home decor, bijoux, scrapbooking arriva direttamente dalla Torino più creativa Manualmente, la fiera dedicata alle arti manuali in programma a Cesena Fiera dal 21 al 23 ottobre.

Dal Lingotto a Pievesestina per esportare creatività, è questo l’imperativo vigente della kermesse dedicate alle tecniche del “fai da te” che sostituisce il format Passatempi e Passioni e mira a diventare punto di riferimento per tutti gli appassionati della Romagna e del Centro Italia.

Una nuova location in un contesto rinnovato, un nuovo nome, una veste grafica rinnovata, ma soprattutto un modo inedito di intendere e comunicare il “fai da te”, pronto ad aprirsi a un pubblico sempre più trasversale per età ed interessi.

Cardine della manifestazione resta il talento, quello manuale e al femminile, ma a questo si unisce un mondo che strizza l’occhio alle nuove generazioni aprendosi all’innovazione e alle ultime tendenze in tema di mode, tecniche e utilizzo di materiali.

Il Salone

Manualmente è la mostra-mercato che “accompagna” gli appassionati degli hobby creativi dall’idea al prodotto finito.

Il Salone accoglie tutte le tecniche del ‘fai da te’: cucito creativo, crochet, knitt, quilt, home decor, ricamo, bijoux, scrapbooking, stamping, cake and food design, cartonaggio e in generale tutto quanto concerne l’hobbistica e il bricolage al femminile, presentato dai più importanti produttori e distributori nazionali del settore.

Non solo una fiera, a Manualmente la creatività prende vita senza porsi limiti e i talenti in libertà possono mettersi alla prova, confrontarsi e interagire nei numerosi laboratori per grandi e bambini che arricchiscono la manifestazione.

LE INIZIATIVE SPECIALI

Il format di Manualmente comprende praticamente tutti i settori della creatività, e non solo al femminile, dedicando ad ognuno di essi, specialmente nell’edizione cesenate, momenti speciali e innovativi

Food, cooking show e workshop per grandi e piccini

Manualmente destina uno spazio importante al mondo del food, declinato in maniera divertente e soprattutto accessibile sia agli adulti che ai bambini ed inteso come momento creativo.

Attualmente ci si sente quasi in imbarazzo ad utilizzare il termine italiano ‘cibo’, rispetto al più glamour ‘food’, in quanto sembra più riduttivo, considerato che ‘mangiare’ è ormai sinonimo non solo di ‘nutrirsi’, ma di ‘conoscere e scegliere le materie prime’, ‘cucinare’ nella maniera più salutare e alla moda possibile, in molte occasioni significa anche ‘abbellire’ le tavole con creazioni edibili ma troppo belle per essere considerate semplici pietanze e soprattutto è divenuto equivalente di ‘divertirsi in compagnia’ non solo gustando ma anche creando i nostri ‘cibi preferiti’.

Al Salone della creatività, si potrà sperimentare tutto questo e molto altro, grazie alla preziosa guida di Paola Di Giambattista, Nutritional Cooking Consultant (www.paoladigiambattista.com) che metterà in scena per i visitatori della manifestazione, un nutrito programma di laboratori e dimostrazioni destinate a tutte le fasce di età.

Nell’arco della tre giorni creativa, saranno numerosi gli show cooking proposti al pubblico (programma dettagliato su www.manualmente.it)

Tra gli ospiti più attesi, Rita Loccisano, ideatrice del VisualFood®(www.visualfood.org) e conduttrice di alcuni programmi TV, presenta a Manualmente un nuovo modo di concepire l’allestimento dei piatti che coniuga estetica e funzionalità: grazie ad un insieme di tecniche, infatti il VisualFood fa sì che gli alimenti subiscano una metamorfosi e si trasformino in piccole opere d’arte in grado di procurare un piacere estetico, pur lasciando inalterata la sostanza della materia e quindi la funzione e il valore dei cibi. Numerose le dimostrazioni e i workshop tenuti da Rita Loccisano e dai suoi collaboratori, dedicati sia ai semplici curiosi che agli appassionati di questa nuova arte in una vera e propria food immersion.

Green creative

Con l’espressione ‘verde creativo’ si coinvolgono la creatività soggettiva, gli elementi naturali in una vastissima gamma di opzioni e diverse metodologie che ci permettono di usare il verde per creare i nostri luoghi.

Gli spazi che viviamo quotidianamente possono essere totalmente cambiati grazie ad una composizione floreale realizzata in base al nostro gusto ma anche alle regole che disciplinano l’arte della disposizione floreale, scegliere con cura e competenza le piante ornamentali e officinali per i nostri balconi e terrazzi, per non parlare dei giardini, può dar vita a vere e proprie oasi cittadine e domestiche.

A Manualmente, grazie ai preziosi consigli, dimostrazioni e laboratori di numerosi esperti, si potrà imparare a creare il proprio angolo verde, che sia un semplice vaso di fiori piuttosto che un vero e proprio giardino, all’insegna della parola d’ordine ‘talenti in libertà’.

Inoltre in fiera sarà possibile ammirare Vasi di mini giardini, un’esposizione a cura di Magic Dolls’ House di Monica Gianelli realizzata dal pubblico stesso invitato a mettere in mostra la creatività realizzando in un vaso di terracotta, l’ambientazione in miniatura preferita. Per realizzare la piccola oasi verde si possono riciclare giochi, bomboniere, presepi o altro aggiungendo e disponendo il verde.

La composizione può essere invernale, estiva, natalizia, rustica, primaverile, fantasy, fiabesca, con animali e personaggi: insomma, spazio alla fantasia!

L’arte in fiera

Il Salone della creatività si trasforma anche in una temporary gallery, grazie alla collaborazione con Accademia Romagna (www.accademiaromagna.it), associazione culturale cesenate che da quasi trent’anni propone corsi per adulti e bambini di disegno, pittura, mosaico, ceramica, scultura e fotografia, allo scopo di divulgare l’amore per l’arte in ogni sua forma.

Manualmente sarà l’occasione per ammirare le opere degli artisti che gravitano nell’orbita dell’Associazione che esporranno durante la manifestazione.

Micaela Brugnati Art Counselor (www.micaelabrugnatti.it)

‘A volte le parole non bastano. E allora servono i colori. E le forme. E le note. E le emozioni’, (Alessandro Baricco). Questo è il motto che ispira l’art counselor Micaela Brugnatti che al Salone della creatività terrà corsi di mosaico per realizzare accessori e complementi di arredo, spinta dalla convinzione che l’Arte dà alla persona la possibilità di esprimersi liberamente favorendo l’espressività individuale in un nuovo contatto con se stessi e con gli altri.

Il presepe

A due mesi da Natale, i veri cultori della rappresentazione più tradizionale della natività, ossia il presepe, sono già desiderosi di immergersi nell’atmosfera che solo questa decorazione può creare.

A Manualmente grazie alla collaborazione con Longiano dei Presepi, sarà possibile ammirare le creazioni originali di numerosi artigiani locali, alcuni dei quali veri professionisti del settore altri semplici appassionati ma non meno creativi nel realizzare vere e proprie opere d’arte in miniatura.

In programma, anche, dimostrazioni su come personalizzare il proprio presepe casalingo.

Tra gli stand commerciali presenti, sarà inoltre possibile acquistare tutta quanto necessario per iniziare o incrementare la tradizione familiare natalizia più antica del nostro paese.

‘Il colore che mi rappresenta’, mostra patchwork.

Mostra a cura dell’Associazione Quilt Italia dei manufatti che parteciperanno all’iniziativa a premi ‘Il colore che mi rappresenta’, indetta in occasione di Manualmente Torino (dal 22 al 25 settembre).

Tutti i quilt che saranno selezionati potranno essere ammirati dal pubblico del Salone cesenate,

Il contest e l’esposizione hanno lo scopo di aumentare la diffusione di questa arte, creando un’occasione di incontro e di scambio tra gli appassionati.

A scuola di moda

Manualmente vanta la preziosa collaborazione con Scuola Centro Moda Cesena (www.scuolamodacesena.it) che regalerà occasioni imperdibili alle visitatrici della manifestazione, per apprendere ed ammirare varie tecniche di cucito creativo e sartoriale.

Le allieve e le collaboratrici della Scuola offriranno corsi gratuiti per realizzare diversi accessori, tra cui zainetti, borse shopper e molto altro.

Particolare attenzione sarà rivolta ad uno dei temi del Salone, ossia il ‘wedding’, grazie a workshop dedicati al bouquet e alla pochette della sposa ed una vera e propria sfilata di abiti per le nozze.

Per i più piccoli.

ManualMente ha una particolare attenzione verso le famiglie.

Venerdì 21 ottobre, dalle ore 14 in poi, saranno organizzati tanti nuovi eventi, laboratori e dimostrazioni per i piccoli creativi, con attività da fare da soli o insieme alla mamma o al papà.

In questa occasione l’ingresso per la mamma (o per un altro adulto), che accompagna i creativi ‘in erba’ (di età compresa tra 3 e 9 anni), sarà gratuito! Un gesto concreto per dare a tutti l’occasione di visitare la rassegna e trascorrere un pomeriggio all’insegna della manualità creativa.

L’appuntamento a Cesena Fiera vede confermata la fondamentale collaborazione di Blu Nautilus con l’Associazione Calabaza ‘per una didattica senza barriere’, che da anni propone laboratori per realizzare supporti creativi , per aiutare i bambini ad apprendere la didattica attraverso uno stimolo più facile e coinvolgente per tutti.

Partecipare ad un corso dell’associazione significa, senza dubbio, imparare divertendosi!

Il programma dell’associazione prevede anche numerosi corsi rivolti alle insegnanti di scuola materna, primaria e secondaria.

I fil rouge di Manualmente

Una delle caratteristiche del format di Manualmente sono i progetti speciali, in esclusiva per il Salone, realizzati da espositori e creative sulla base dei temi prescelti per ogni edizione.

A Cesena Fiera, i temi che si vedranno declinati in tanti manufatti non solo da ammirare ma soprattutto da imparare sono: ‘Il Wedding Day’, ‘Natale a casa di…’, ‘Halloween, un giorno dolcissimo’, ‘Un pomeriggio autunnale’, ‘Un accessorio per il giorno di Natale’.

Il programma dettagliato di tutti i progetti e dei corsi correlati sarà consultabile sul sito www.manualmente.it.

In principio era il filo

Manualmente in principio…era il filo è il ‘salone nel salone’ dedicato ai ricami, merletti e tessitura, con una nuova location ed un nuovo nome, volendosi confermare l’apprezzato appuntamento romagnolo dedicato alle arti di ago e filo, dopo il successo 2015 come Passatempi e Passioni RicAma (nell’ambito di Passatempi e Passioni Forlì)

Sempre più numerosi sono i partecipanti a questo che sta diventando un punto di riferimento per tutti gli appassionati del settore ricamo: aziende, associazioni e maestre, daranno luogo ad una tre giorni di incontri, confronti e approfondimenti, di quelle che sono le antichissime tecniche italiane apprezzate da tutto il mondo.

Nelle full immersion 2016 si potranno approfondire: il Punto Antico, il Punto Margarete, il Merletto di Cesena e lo Stump Work.

Il fulcro di Manualmente in principio…era il filo sarà dato dalla mostra delle nostre maestre, dove manufatti di pregevole manifattura e qualità verranno esposti, a cura di Officina Tessile Talea.

Il programma prevede un’iniziativa a premi ‘Saluti da Cesena’, cartolina tessile eseguita ispirandosi a dettagli estrapolati dai Codici Miniati, custoditi nella Biblioteca Malatestiana di Cesena.

I lavori pervenuti verranno esposti durante il Salone e saranno premiati i quattro migliori.

I materiali per i premi sono offerti da: F.lli Graziano, DMC, Bergamasco Merceria, E.D. Elettronica e Didattica, Il Castello srl, Editoria Nuova S1, Giuliana Ricama.

Un nuovo aspetto di approfondimento culturale e storico è previsto sabato 22 ottobre, con Bianca Rosa Bellomo che parlerà del “Libro di Lavorieri di A. Passarotti” e dell’Aemilia Ars.

Iniziativa a premi: ‘Il Giorno di Natale’

A Manualmente il Natale arriva in grazie all’iniziativa a premi organizzata dalla Casa Editrice Maryline srl, in collaborazione con Blu Nautilus.

Partecipare è semplicissimo, basta realizzare un accessorio da indossare oppure oggettistica per la casa a tema Natale, usando la propria tecnica, in palio bellissimi premi (informazioni e bando di partecipazione sul sito www.manualmente.it)

“Calze, calzine, calzette… a Natale son perfette”.

Sferruzzare in compagnia, imparare nuove tecniche e mettersi avanti con i regali di Natale, a Manualmente si può grazie al prezioso contributo delle amiche dell’Atelier Mani Creative. Cristina Roncarolo e Maria Teresa Fabbri insegneranno a realizzare calzini decorativi oppure calze da indossare e regalare per Natale. Appuntamento al knit caffè dal 21 al 23 ottobre.

StampiAmo con la Calcografia

Ospite del Salone della Creatività anche un’esposizione di opere calcografiche e pittoriche dei Maestri Giampiero Maldini e Claudio Irmi dello studio Graffio3 che illustreranno come nasce una stampa calcografica eseguita tramite la tecnica della puntasecca.

Affascinante osservare le opere, imperdibile vedere gli artisti realizzarle.

Detto Fatto: Emanuela Tonioni

Cucito creativo con la celebre tutor della trasmissione Rai Detto Fatto. Ospite dello Stand Righi–Necchi Emanuela Tonioni incontra le visitatrici del Salone con tanti workshop e dimostrazioni. Appliquè con la tecnica del free motion, ricami a mano libera e uso della tagliacuci non avranno più segreti.

Info:

“Manualmente – Salone della Creatività” a Cesena Fiera dal 21 al 23 ottobre 2016 – h 9,30/19 | ingresso € 8 (ridotto € 6)

www.manualmente.it

FAcebook: www.facebook.com/manualmentefiera

Organizzazione

Blu Nautilus srl

www.blunautilus.it

info@blunautilus.it

Tel. +39 0541.53294

Fori anche per chi non ha proprio il pollice verde – Hemerocallis

Hemerocallis

Ecco il fiore ideale per tutti.

Resistente: la pianta non richiede cure speciali, fiorisce tutta l’estate.

Va benissimo sul balcone, ma è perfetto anche in giardino, per avere fiori anche da recidere; simili ai giglio.

Gli Hemerocallis sono perenni erbacee.

Famiglia delle Liliacee.

Originariamente provenivano dall’Oriente, ma oggi la maggior parte delle nuove varietà, proviene dagli Stati Uniti; Florida.

Periodo di fioritura: Maggio-Ottobre, nelle nuove varietà può avere anche 50 boccioli.

La parte sotterranea è costituita da un rizoma e le radici  hanno il potere di assorbire molta acqua, quindi resistono anche a lunghi periodi di siccità (ottimo se siete frequentemente fuori casa).

In California sono usati negli spartitraffico per bloccare eventuali incendi.

Radici tanto carnose e ricche di acqua, permettono alla pianta di restare fuori dal terreno, una volta estratte, anche per un mese, con temperature esterne  intorno ai 20 °C.

Gli Hemerocallis sono piante molto rustiche, infatti resistono a temperature dai +60°C ai -20°C quasi esenti da malattie; sono piante anche per chi non ha proprio il pollice verde.

Cucinare è sempre più semplice – ANTIADERENTE CHE RENDE LA VITA IN CUCINA PIÙ FACILE

LAGOSTINA PRESENTA INGENIO
L’ANTIADERENTE CHE RENDE LA VITA IN CUCINA PIÙ FACILE
CON UN SEMPLICE CLICK

Dal piano cottura, al forno, alla tavola, al frigo:
una linea di strumenti di cottura assolutamente versatile, facilissima da usare … semplicemente geniale!

ingenio-300-lagostina-antiaderente-set-6-pezzi_b

Versatile, facile da usare e salvaspazio.

– L’innovazioneLagostinapresenta Ingenio: una rivoluzionaria linea antiaderente che renderà la vita in cucina molto più semplice e che, grazie alla sua totale versatilità, darà modo di sperimentare ricette sempre diverse.

Una linea completa di strumenti di cottura – casseruole, tegami, padelle e wok – davvero geniale, pensata per chi ama cucinare ed esige sempre risultati ottimali per le proprie creazioni, da raggiungere in poco tempo e con estrema facilità!

Per il lancio di Ingenio, Lagostina ha scelto di continuare il sodalizio con lo Chef stellato Antonino Cannavacciuolo, già partner per la nuova linea in acciaio inox 18/10 Accademia Lagofusion®.

La vera rivoluzione di Ingenio è il manico completamente amovibile che si adatta a tutti i corpi pentola rendendo l’utilizzo davvero immediato grazie a un sistema di aggancio/sgancio progettato per essere talmente facile ed intuitivo che basterà un semplice “click” ed una sola mano. Il manico amovibile di Ingenio, infatti, vanta ben 3 brevetti che ne garantiscono un’estrema resistenza – può sopportare fino a 10kg – assoluta sicurezza, grazie ai 3 punti di fissaggio, e una garanzia di ben 10 anni.

I corpi pentola di Ingenio, poi, sono adatti a tutte le fonti di calore (gas, vetroceramica, piastra elettrica, induzione) sono adatti anche per cotture in forno e sono realizzati per essere perfettamente impilabili e “salvaspazio”,grazie anche ai coperchi in vetro con bordo in silicone e pomolo pieghevole e al coperchio in silicone adattabile che ne permette lo stoccaggio in frigo; la praticità del manico amovibile, unita alla versatilità dei corpi pentola renderà, quindi, semplicissimo passare dai fornelli, al forno, al frigo, in tavola per servire e, infine, riporre l’intera linea in pochissimo spazio!

Oltre ad essere versatile, facile da usare e salvaspazio,Ingenio si distingue per tutti i vantaggi dell’antiaderente di qualità Lagostina. Il rivestimento interno antiaderente Meteorite® Rivestimento Mineral, infatti, è extra resistente e rinforzato con particelle minerali, per una maggiore tenuta ai graffi e alle abrasioni e garantisce una lunga durata e altissime performance per una perfetta antiaderenza dei cibi, anche senza condimenti, permettendo unacottura sana e senza grassi.

Il rivestimento di Ingenio, oltre ad essere estremamente facile da pulire, come tutti gli antiaderenti Lagostina è assolutamente sicuro, grazie alla garanzia per l’assenza di PFOA, cadmio e piombo.

Sarà davvero semplice, quindi, utilizzare Ingenio per dar vita ogni giorno a ricette sempre nuove che prevedono anche differenti tipi di cottura, utilizzando sempre gli stessi strumenti in cucina. Ingenio, semplicemente geniale!

CASA DI LEGNO PER RISPARMIARE E RISPETTARE LA NATURA.

VEDI ANCHE: 

Case Low cost in Veneto già una realtà:

http://www.donnecultura.eu/?p=7447

Una casa in legno:

http://www.donnecultura.eu/?p=6702

Trasportabile,  di Enzo Piano:

http://www.donnecultura.eu/?p=5602

Villaggio ecologico:

http://www.donnecultura.eu/?cat=63

Da 1.800 euro una casa eco-green di design:

http://www.donnecultura.eu/?p=9170

10 MOTIVI PER SCEGLIERE UNA CASA DI LEGNO:

 Progetti personalizzati, basso consumo energetico, sicurezza contro gli eventi sismici, tempi costruttivi definiti, materiali di qualità ed ecosostenibili…

Le case in legno sono un diretto legame con la natura e il territorio. 

L’utilizzo del legno nella costruzione di case è cosa antica, ma la tecnologia di oggi permette un utilizzo sempre più presente e soprattutto è possibile edificare in svariate forme creando atmosfere calde con effetti straordinari e multiformi.

La realizzazione di case in legno si rafforza anche in virtù di non pochi ma semplici vantaggi: progetti personalizzati, basso consumo energetico, sicurezza contro gli eventi sismici, tempi costruttivi definiti, materiali di qualità ed ecosostenibili.

CASA CLIMA

L’obiettivo di CasaClima è coniugare risparmio, benessere abitativo e sostenibilità. Le categorie CasaClima permettono di identificare il grado di consumo energetico di un edificio. Esistono CasaClima Oro, CasaClima A e CasaClima B.

casa-legno-sx

Casa in legno impianti

Foto:  Copyright 2010 – SILVESTRI FRANCO S.R.L.

IL PROBLEMA DELLA CO2 E L’EFFETTO SERRA.

Il legno è un accumulatore attivo di CO2 e quindi agisce contro l’effetto serra. Di conseguenza, un maggior uso del legno nell’edilizia comporta un aumento della CO2 che viene “catturata” in modo duraturo. Ad esempio, un solo m3 di pannelli BBS (elemento costruttivo adottato per la costruzione dalla ditta Silvestri Franco & C.) è in grado di immagazzinare all’incirca 750 kg di CO2, mentre la quantità di CO2 emessa per la produzione di 1 m3 di BBS è irrisoria.

Fabbisogno energetico in kW/m³ per la produzione di diversi materiali da costruzione (energia grigia) a temperatura = 20° C
Legno 350 kW/m³
Calcestruzzo 700 kW/m³
Acciaio 46.000 kW/m³
Alluminio 141.500 kW/m³

Copyright 2010 – SILVESTRI FRANCO S.R.L. – Strutture in Legno – Via Stella 45 / 38123 Ravina di Trento – dati legali – Privacy
Telefono 0461.912969 / Fax 0461.935541 / info@silvestrifranco.it – P.IVA 01200220224

Oltre ad una accurata scelta dei materiali al fine di ridurre al massimo il consumo di energia grigia (energia necessaria per la trasformazione, trasporto e smaltimento dei materiali impiegati) la Silvestri franco & C è specializzata nella costruzione di case a basso consumo energetico; questo è possibile in virtù del fatto che la maggioranza dei propri tecnici hanno frequentato i corsi di Casa Clima di Bolzano e progettano secondo i severi parametri dell’agenzia Casa Clima.

—————————–

L’articolo è pubblicato dalla giornalista G. Seregni, iscritta all’ORDINE  dei Giornalisti   ed all’associazione di categoria UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici.

ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO A BERGAMO – 23-24 Settembre 2016

Bergamo Alta, Italia
International Meeting
of the Landscape and Garden

23-24 Settembre

A settembre Bergamo diventa la capitale mondiale dell’architettura del paesaggio, con l’International Meeting of the Landscape and Garden.

Due giorni da vivere in modo intensivo, al fianco di 7 prestigiosi relatori di fama internazionale, che condivideranno con la platea di professionisti e appassionati gli ultimi trend del settore, esperienze, progetti e idee.

PRENOTA IL TUO BIGLIETTO!

James ed Helen Basson (FR), pluripremiati garden designer
Andrea Cochran (USA), la paesaggista moderna e minimalista
Lisa Delplace (USA), precursore dello stile wild per gli spazi verdi
Laura Gatti (IT), co-progettista di Boeri nella realizzazione del Bosco Verticale
Jenny B. Osuldsen (NO), dello studio Snohetta
Andy Sturgeon (UK), Best in Show al Chelsea Flower Show 2016

www.imaestridelpaesaggio.it
Seguici su
Facebook
Twitter
LinkedIn
YouTube
Instagram
imaestridelpaesaggio.it | info@arketipos.org | +39 035 401175

 

LA CASA ECOLOGICA E TRASPORTABILE DI RENZO PIANO COSTA solo 20.000 EURO !

COVER CASA Diogene+Interior

VEDI ANCHE:  Case Low cost in Veneto già una realtà: http://www.donnecultura.eu/?p=7447

Una casa in legno http://www.donnecultura.eu/?p=5602

Villaggio ecologico: http://www.donnecultura.eu/?cat=63

Da 1.800 euro una casa eco-green di design: http://www.donnecultura.eu/?p=9170

IL MASSIMO DEL CONFORT PER IL MINIMO DELLA

SUPERFICIE.

Si chiama Diogene, ed è la micro-casa nata in collaborazione con VITRA (azienda fondata in Germania nel 1950 e produttrice di capolavori del design). La micro-casa ha tutto: cucina, bagno, doccia, soggiorno con divano a letto, tavolo da pranzo pieghevole e uno sgabuzzino.

GRANDE Diogene+Interior

AssonomEsploso_00017725

25243867_diogene-di-renzo-piano-per-vitra-0

30_jpg_485x0_crop_upscale_q85

mrenzo-piano-diogene-designboom12

Realizzata interamente in legno, ha un efficace sistema di raccolta dell’acqua piovana  e un pannello solare che produce sufficiente energia per chi ci abita. Non avendo fondamenta è assolutamente trasportabile ovunque. La misura totale del progetto è di 6 metri quadri. 2,5 metri per 3 m. Il tetto è spiovente, la porta di entrata occupa quasi tutto un lato. Entrando si vedono: -una finestra sul lato sinistro lunga tutta la parete e che termina all’altezza del punto di attacco del tavolo pieghevole. -sulla destra l’intero lato del tetto è a vetro, sotto un divano-letto rosso. -sullo sfondo la porta di accesso per i servizi. Tutto il resto è nel colore del legno chiaro, salvo il tavolo e la sedia da design che sono bianchi nella parte più alta. VISITARLA A BASILEA Nel Vitra Campus a Weil am Rhein nei pressi di Basilea, Diogene è presente con altri prototipi di abitazioni autosufficienti  progettate da alcuni tra i maggiori studi di architettura del mondo (Herzog & de Meuron, Álvaro Siza, Zaha Hadid, Tadao Ando).

renzo-piano-diogene-vitra-designboom00

19d5d8ff-b607-4632-bef8-ef5236a4f5d4