Archivi categoria: style & luxury

BELIZE seconda barriera corallina al mondo

Stagione secca: dicembre-maggio; piogge: giugno-novembre;

Belize Tourist Board New Horizon Investiment Building, 31/2 Miles, Northen Highway, Belize city; info@travelbelize.org; www.travelbelize.org

Ambasciata: Roma 06.691 90 776

http://www.travelbelize.org

l Belize offre uno dei più spettacolari reef del mondo.

BELIZE Vbest-beach-placencia-01-big

ANIMALI pesce reef viola

CayoMarket-san-ignacio-02-big

I primi ad arrivare furono i Maya.

Le maya Mountains sono attraversate dal suggestivo rumore

delle grandi cascate tra foreste di pini.

Le rovine di Caracól sono impressionanti: tra tappeti di fiori selvatici e liane che giungono a terra dalla sommità degli alberi. Qui si incontra il più alto edificio del Belize: il Canaa, ovvero il Palazzo del Cielo.

Sul fiume New River si è circondati da tunnel di mangrovie e bellissime orchidee.

-Le Caves Branch sono il più esteso sistema di grotte del Belize.

-I cayes sono bellissimi microsistemi ecologici ricchi di fauna e flora sottomarine. Ambergris è il più turistico, altri sono hotel o privati; un paradiso per i sub.

I voli aerei dall’Italia passano attraverso gli USA. Continental Airlines: 0666 05 3030, www.continental.com, via New York.

Purtroppo in una zona tanto ricca di

vegetazione vergine non possono mancare gli insetti;

-è molto consigliato l’uso di repellenti e un abbigliamento adeguato.

Una rilassante vacanza invernale nelle calde acque tropicali che circondano l’isola di Ambergris in Belize è davvero indimenticabile

Qui si incontrano

– la barriera corallina più lunga dell’Emisfero Occidentale,

– una popolazione multietnica dal carattere caloroso ed ospitale,

-una storia plurimillenaria che affonda le proprie radici nelle primissime forme di civilizzazione Maya.

BELIZE con i Maya in casa loropartner_42_page_304_gallery_aquacate_02-big

Il Belize, è un’ex-colonia britannica in centro-america.

Il clima è dolce e gradevole tutto l’anno, ma particolarmente favorevole durante la stagione secca da novembre a febbraio, è la destinazione ideale per una fuga invernale tra tiepide acque turchesi, paesaggi tropicali e antiche rovine Maya.

Belize può anche essere un rilassante soggiorno sull’isola di Ambergris, la maggiore di un vasto arcipelago situato a poca distanza dalla costa settentrionale del paese centroamericano. Proprio in quest’area si distende la lunghissima barriera corallina, che arriva quasi a lambire Ambergris presso Mexico Rocks, a Nord dell’isola.

-Sulla costa occidentale si trova l’unico villaggio, San Pedro, noto per le sue “cantinas” che sembrano uscite da un fumetto e per l’omonima laguna collegata al Mar dei Caraibi da un piccolo fiume salato ed accessibile in barca o kayak.

-Sull’isola non mancano neppure le vestigia dei Maya, che qui giunsero circa 1500 anni fa. Si ritiene che in quel tempo Ambergris fosse collegata direttamente alla penisola dello Yucatan e che i Maya abbiano scavato un canale per separare l’isola dalla terraferma.

-Non molto lontano da Ambergris si trova, infine, il

Blue Hole”: una fossa quasi perfettamente circolare di acque cristalline situata al centro dell’atollo corallino di Lighthouse. Per il suo diametro di 300 metri e  profondità oltre i 125 metri il Blue Hole , acquistò notorietà grazie ad un celebre documentario di Jacques Costeau ed è uno dei siti più amati dai subacquei di tutto il mondo per le sue pareti verticali ricoperte di stalattiti lunghe anche 12 metri. La spettacolarità dell’isola è completata da verdeggianti foreste di mangrovie, savane tropicali e candide spiagge bianche.

Ad Ambergris: sistemazioni di charme in boutique hotel e piccoli resort dalle atmosfere uniche e caratteristiche.

-Il Mata Rocks Resort è un tre stelle di qualità, dall’ambiente conviviale. Offre la possibilità di escursioni in canoa, in kayak ed in barca. Il Sunbreeze Beach è, invece, un tre stelle superiore dall’architettura coloniale, arredato con uno stile semplice ma elegante. Qui è possibile visitare una galleria d’arte, partecipare a gite ed escursioni o dedicarsi un massaggio rilassante.

– Il Portofino, infine, è un 4 stelle davvero particolare: accessibile unicamente in traghetto, accoglie i suoi ospiti in caratteristiche capanne che ricordano le tradizionali dimore Maya. Un servizio di navetta è previsto da e per San Pedro. Anche qui gli ospiti possono godersi massaggi ritempranti. I tre hotel sono tutti dotati di spiaggia privata ed offrono la possibilità di effettuare immersioni e snorkeling. I primi due hanno anche una piscina ed organizzano battute di pesca d’altura. Questi hotel sono disponibili a partire da 69,- € per notte a persona in camera doppia con trasferimenti da e per l’aeroporto inclusi.

Il soggiorno si abbina splendidamente, magari in chiusura di viaggio, con il tour “Il meglio del Belize”, un  itinerario alla scoperta delle radici Maya del paese, quando il Belize contava fino a 2 milioni di abitanti – oggi ne ha ca. 270.000 -.

-Il viaggio permette anche di conoscere la società multietnica del paese centroamericano, che annovera popolazioni Creole, Meticcie, Garifuna – un mix di etnie indios, caraibiche e africane -, Maya, Indiane Orientali, Cinesi, e Mennoniti – una singolare rappresentanza di una chiesa protestante/anabattista -.

 -Dormire:

Radisson Fort George amindredge@radisson.com

Maruba resort & Jungle spa maruba@btl.net oasi di pace nella giungla, molto “in”

Creek Cottage reservations@chaacreek.com, 79€ per 2 pax , 45€ per eleganti tende per 2 pax; oltre s. Ignacio.

Dirigetevi verso la costa centrale per maya , scimmie e cultura .

 -Home per le scimmie urlatrici e molte specie rare di uccelli, Centrale Belize è perfetto per coloro che vogliono entrare nel selvaggio .

 -I templi Maya a Altun Ha sono l’ideale per gli amanti degli uccelli che vogliono vedere amici pennuti e check-out cultura antica .

-Belize City è conosciuta per l’architettura dei nostri giorni coloniali , la sua cultura ” Kriol ” prospera ancora oggi. Già che ci sei , chiedere ad un locale per insegnare un po ‘di Kriol . Anche se Belize è un paese di lingua inglese , parliamo ancora che a modo nostro .

T-shirt , scarpe e le preoccupazioni sono opzionali .

 ” Perfetto Barefoot “: Penisola Placencia

 Conosciuto localmente come “A piedi nudi perfetta” la Penisola Placencia ospita

le uniche spiagge di sabbia dorata sulla terraferma Belize.

-Dopo la spiaggia,

-lo snorkeling e le immersioni subacquee, una  visita per avere un’idea di quello che un tradizionale villaggio di pescatori Kriol. Ci sono anche ristoranti del villaggio , bar e gallerie d’arte. L’unica cosa che Placencia non offre è lo stress .

Barefoot perfetto “

Un gruppo eterogeneo di persone buone e buoni tempi .

Punta Gorda è il gateway per tutto, dalla pesca off -shore , per escursioni sul fiume , così come la speleologia , birdwatching e Maya siti archeologici . Per non parlare, alcune delle persone più belle che si possano incontrare.

-Qui  Maya, Garifuna e gli indiani Belizeans vivono in armonia pur mantenendo le loro singole culture.

Vai a ovest; per il giovane viaggiatore .

Il Belize occidentale è sede di

numerosi siti archeologici , come Cahal Pech .

-Quando hai finito di conoscere il passato,

-visita la Butterfly Farm e

-i sentieri della foresta pluviale con piante medicinali.

Quindi, puoi andare al Nachuch Che’em Park.

 Qui, c’è molto da fare. Basta fare in modo di trovare il tempo per relax.

 San Ignacio ( Cayo ) è vicino  un poco a tutto .

 -Sia che stiate visitando gli antichi templi Maya, o percorsi di speleologia, trekking, kayak, canoa o andando a cavallo, San Ignacio è un ottimo posto per rilassarsi, prendere un cibo e bevande  e preparavi per un altro giorno.

– E se volete trascorrere la giornata qui, ci sono un sacco di negozi e persone amichevoli per passare il tempo.

suggerimenti / salienti

• Scoprire Carocal e vedere la splendida vista dalla cima .

• Fai speleologia nelle grotte .

• Per alcuni dei migliori BBQ del web è imprendibile provare il Rodriguez barbecue a Santa Elena .

• Vai a Sweet Ting per i migliori dolci della città .

• Burns Avenue. per le bevande e la conversazione con i locali .

• canoa lungo il fiume Mopan .

Beach o Jungle ? Cinque stelle o sotto le stelle ?

Allo stesso modo ci sono molte cose da fare qui troverete un sacco di opzioni diverse per luoghi di soggiorno .

Con tutto dai resort di lusso agli hotel per famiglie, case vacanze, condomini, alberghi, campeggi e vita a bordo di navi.

Con le spiagge della costa caraibica , o vicino mistici templi Maya , ogni località in Belize offre numerosi e unici posti in cui stare .

Ci sono alloggi adatti a tutti , comprese le persone in cerca di avventura , subacquei , vacanzieri da spiaggia, eco -turisti , famiglie, viaggi di nozze e altro ancora.

Per maggiori informazioni , si prega di chiamare 1-800-624-0686 .

Ticino Turismo – Trasmessi su smartphone o stampati dei veri e propri programmi personalizzati

È un vero e proprio viaggio…nel viaggio quello che Ticino Turismo proporrà ai turisti d’Oltralpe dal 21 aprile fino al 28 ottobre 2017.

Il progetto “On Board Concierge Service”, presentato lo scorso 12 aprile a Biasca, prevede di offrire ai visitatori sui treni una consulenza itinerante al termine della quale verranno trasmessi su smartphone o stampati dei veri e propri programmi personalizzati.

Con questa iniziativa si conclude la campagna triennale “Entdecke die andere Seite” dedicata all’apertura della Galleria di base del San Gottardo.

Trasformare il viaggio in treno in un momento privilegiato durante il quale assistere i turisti, facendo in modo che inizino a pregustare l’atmosfera che li attenderà una volta giunti a destinazione.

È con questo obiettivo che Ticino Turismo, in collaborazione con le Ferrovie federali svizzere (FFS), ha ideato il progetto innovativo denominato “On Board Concierge Service”.

Dal 21 aprile fino al 28 ottobre 2017, ogni venerdì e sabato su due treni che da Lucerna e Zurigo arriveranno in Ticino, nove promotrici turistiche saranno a disposizione dei turisti per aiutarli a pianificare al meglio le proprie vacanze.

Al termine della consulenza itinerante, grazie all’ausilio di supporti tecnologici (iPad e piccole stampanti portatili), ai visitatori verrà trasmesso su smartphone o stampato un vero e proprio programma personalizzato.

Con il progetto “On Board Concierge Service” si conclude la campagna triennale dedicata all’apertura della Galleria di base del San Gottardo promossa da Ticino Turismo grazie a un credito straordinario di due milioni di franchi votato dal Gran Consiglio.

Lo slogan “Entdecke die andere Seite” ha voluto fare leva, più che sulla rapidità del nuovo collegamento ferroviario, sulla curiosità del turista.

I visitatori sono stati invitati a scoprire un Ticino nuovo, all’avanguardia, con un’offerta turistica che si è molto ampliata rispetto ai tradizionali clichés. “L’obiettivo del progetto “On Board Concierge Service” è di fare in modo che il viaggio verso la destinazione diventi esso stesso un’esperienza turistica coinvolgente e unica – afferma Elia Frapolli, direttore di Ticino Turismo -.

L’esigenza è emersa già nel corso del 2015 quando abbiamo organizzato due workshop aperti al pubblico alle stazioni FFS di Zurigo e Locarno. I circa 600 interpellati hanno espresso in modo chiaro il desiderio di poter beneficiare di una comunicazione su misura che fornisca loro un ventaglio di offerte mirate rispetto alle proprie esigenze”.
In totale saranno più di un centinaio i treni sui quali sarà attivo il nuovo servizio. Le nove promotrici turistiche, che nei mesi scorsi hanno partecipato a una formazione specifica, garantiranno assistenza a circa 7.000 visitatori. Tra i loro compiti, oltre a quello di aiutare i turisti a pianificare meglio le loro vacanze, vi è anche quello di raccogliere informazioni sul visitatore stesso con il quale in futuro sarà possibile stabilire un contatto duraturo. Per maggiori informazioni su questa iniziativa e su tutte le attività legate alla campagna promozionale, è consultabile il sito internet www.alptransit.ticino.ch.

Le FFS: “Un viaggio ancora più attrattivo”

L’apertura della Galleria di base del San Gottardo rappresenta una grande opportunità per il Ticino turistico.

Grazie al nuovo tunnel ferroviario i tempi di percorrenza tra Zurigo e il Sud delle Alpi sono diminuiti di circa mezz’ora, mentre dal 2020 la riduzione sarà di circa 50 minuti. Le FFS si complimentano con Ticino Turismo per aver reso il viaggio verso il Sud delle Alpi ancora più attrattivo dando la possibilità ai passeggeri di ottenere consigli personalizzati in vista del loro soggiorno.

Da tempo le FFS si impegnano per la promozione del turismo in Ticino e nella regione del San Gottardo. Il 1° gennaio 2017, unitamente al Governo ticinese e a Ticino Turismo, hanno lanciato Ticino Ticket, il biglietto che permette al turista che pernotta in un albergo, in un ostello o in un campeggio di muoversi liberamente con i mezzi pubblici per tutta la durata del suo soggiorno. Dal 14 aprile è entrato in servizio il Gotthard Panorama Express, un treno panoramico che percorrerà la tratta storica del massiccio.

GIAPPONE – TOKYO – Da non perdere 10 must

Crociera nella città di Tokyo

panorama
Exif_JPEG_PICTURE

10 cose da non perdere a Tokyo

I turisti italiani che decidono di visitare il Giappone sono sempre di più ogni anno, registrando nel 2016 una ulteriore crescita del +15%. In occasione di un viaggio in Giappone la capitale Tokyo è sicuramente un must da visitare che offre innumerevoli luoghi di interesse e, per non perdersi nulla, ecco alcuni suggerimenti su cosa vedere e su cosa sperimentare durante il soggiorno.

1. Palazzo Imperiale

Il Palazzo Imperiale è la dimora dell’Imperatore del Giappone. L’attuale edificio del Palazzo Imperiale fu costruito nel 1888 sulle ceneri del precedente palazzo, distrutto da un incendio nel 1873.

Di fronte all’ingresso principale si trova il famoso ponte Nijubashi (lett. “doppio ponte”) e intorno al Palazzo si trovano gli splendidi giardini imperiali.

2. Meiji Jingu

Il luogo migliore dove trovare l’unione tra natura, tradizione e religione è il santuario shintoista Meiji. Situato nelle vicinanze della stazione di Harajuku, è il santuario dove si onorano l’Imperatore Meiji e consorte, la costruzione risale al 1920.

Le aree del giardino esterno del santuario sono coperte da fusti sempreverdi di oltre 100.000 alberi donati dal popolo giapponese in occasione della tumulazione dell’Imperatore Meiji e piantanti singolarmente a mano e la foresta che si è venuta a creare in quasi un secolo copre ora oltre 700.000 metri quadrati.

All’ingresso del tempio si trova una caratteristica la collezione di botti di sake, bevanda spesso usata nelle cerimonie religiose, frutto delle donazioni da parte delle varie prefetture giapponesi al santuario.

3. I giardini Kiyosumi

Il popolo giapponese ha un forte rapporto con la natura e i suoi cambiamenti dovuti al passare delle stagioni. Per cogliere questo spirito è sicuramente d’obbligo una tappa in almeno uno degli innumerevoli giardini e parchi, in stile giapponese e non, che Tokyo offre, come i giardini Kiyosumi, in stile “circolare” che comprendono anche un bellissimo laghetto. Il giardino ospita un’ampia varietà di piante che garantiscono una fioritura lungo tutto l’anno, da gennaio a dicembre.

4. Sumida Hokusai Museum

Il quartiere di Sumida, a Tokyo, ha dedicato recentemente un intero museo all’artista di fama mondiale Katsushika Hokusai, nel quartiere di Sumida dove nacque. Oltre a conservare le sue opere pittoriche e xilografiche in stile ukiyo-e, come “La grande onda presso la costa di Kanagawa” e “Fuji Rosso (Giornata limpida col vento del sud)” tratte dalla serie Trentasei vedute del Monte Fuji, il museo racconta la storia personale dell’artista, della sua vita nel quartiere di Sumida e di come si mostrasse la città, allora chiamata Edo, tra il 1760 e il 1849.

5. Tecnologia

La tecnologia è l’incarnazione dello spirito di innovazione che il popolo giapponese ha abbracciato senza timore a partire dalla fine della seconda guerra mondiale. I simboli della tecnologia giapponese sono ovunque nella città di Tokyo, soprattutto nella rete ferroviaria con i treni superveloci shinkansen oppure la futuristica monorotaia Yurikamome che collega la città con l’isola artificiale di Odaiba, nella baia di Tokyo. Sull’isola di Odaiba è consigliatissimo il Miraikan – il Museo Nazionale delle Scienze Emergenti e dell’Innovazione – dove vengono approfondite le tendenze più recenti della scienza e anche della robotica.

6. Quartiere di Shibuya

Shibuya, dinamico quartiere cuore della cultura pop giovanile e casa di molti luoghi di intrattenimento e locali, accoglie i visitatori che escono dalla stazione con la statua di Hachiko, il noto cane di razza Akita. La storia di Hachiko è una storia di fedeltà: ogni giorno partiva da casa ed andava ad attendere il suo padrone di ritorno dal lavoro alla stazione di Shibuya. Anche dopo la morte del padrone Hachiko continuò a recarsi alla stazione, comportamento che rese famosa la sua storia, da cui sono stati tratti anche romanzi e film di successo internazionale. La statua di Hachiko è oggi il punto di ritrovo per antonomasia ed è possibile vedere molte persone in attesa di amici o colleghi in quell’area.

Sembra strano, ma un’altra delle attrazioni principali del quartiere di Shibuya è un incrocio. Non si tratta di un comune incrocio ma del celeberrimo scramble crossing, uno degli attraversamenti pedonali incrociato più famosi al mondo, che può essere attraversato contemporaneamente da migliaia di pedoni ad ogni semaforo verde.

7. Quartiere di Shinjuku

In occasione di un viaggio in Giappone sicuramente da non perdere è il quartiere di Shinjuku, sede del Palazzo del Governo Metropolitano di Tokyo, che offre al 45° piano una terrazza panoramica gratuita. Da non perdere, inoltre, i vivaci quartieri dei divertimenti, il Kabuki-cho, detto il “quartiere che non dorme mai”, e il Golden-Gai, nato nel secondo dopoguerra e costellato di piccoli bar.

Sempre a Shinjuku, da non farsi sfuggire la scultura LOVE dell’artista americano Robert Indiana!

8. Bagni pubblici – Atami-yu

È usanza in Giappone concludere la giornata con un rilassante bagno caldo per eliminare lo stress, tra le mura di casa propria oppure in uno dei numerosi bagni pubblici (sento) della città.

A Tokyo esiste un bagno pubblico particolare, molto famoso tra i giapponesi, dove oltre ad un buon bagno è anche possibile ammirare il monte Fuji… senza lasciare il centro di Tokyo! Si tratta del sento Atami-yu nel quartiere di Iidabashi, al cui interno si cela un murales con vista del monte Fuji.

9. Crociera sui corsi d’acqua

Per vedere la capitale del Giappone da un altro punto di vista è possibile usufruire dei numerosi servizi di crociera sulle vie d’acqua. I più famosi prendono luogo nella baia di Tokyo, per ammirare il Rainbow Bridge, e sul fiume Sumida. Percorre quest’ultimo l’interessantissima la crociera che collega passato e futuro, con partenza dallo storico quartiere di Asakusa e arrivo alla futuristica isola di Odaiba.

10. Imparare a fare il sushi

La cucina giapponese è sempre più amata dagli italiani e quale occasione migliore può esserci per imparare direttamente a cucinare i propri piatti preferiti se non un viaggio a Tokyo?

Consigliatissimi a questo scopo i corsi di sushi making della Tsukiji Sushi Academy Tokyo oppure i corsi di cucina giapponese tradizionale organizzati da Chagohan Tokyo ad Asakusa per un’esperienza davvero indimenticabile.

Cocoontower.

Qualche altro suggerimento:

-ottimi cibi da asporto al Grande Magazziono Isetan di Shinjuku

 -nel distretto finanziario di Shinjuku (Shinjuku è uno dei 23 quartieri più emblematici della città; anche sede di uno dei maggiori nodi dei trasporti pubblici di Tokyo, l’area verde del Shinjuku include i giardini alla francese, all’inglese e naturalmente alla giapponese, tutto il quartiere è immerso nel verde ), la  Cocoon Tower di Tokyo ha ricevuto l’Emporis Skyscraper Award come miglior grattacielo del 2008; dall’alto nei giorni tersi è possibile ammirare il monte Fuji e la città circostante, compresa la zona del mercato dle pesce più famoso del mondo

-ottima l’idea di prenotare un albergo nel quartiere di Shinjuku (noi siamo stati al Gracery spendendo in doppia 75 euro a notte; ma normalmente è più caro).

CROCIERA DI LUSSO CON OCEANIA CRUISES – 684 ospiti serviti da un personale qualificato di 400 persone

Oceania Cruises introduce dieci nuovi itinerari su Cuba

I viaggiatori potranno vivere un’esperienza cubana genuina ed autentiche esplorazioni culturali

– Oceania Cruises, la compagnia di crociere leader per i suoi itinerari incentrati sulle esperienze gastronomiche e sulla scoperta delle destinazioni, ha annunciato dieci nuove rotte su Cuba per il 2018.

Con partenza e arrivo da PortMiami, questi nuovi tour con una durata variabile dai 7 ai 10 giorni includeranno scali a L’Avana e nelle leggendarie destinazioni di Cienfuegos e Santiago de Cuba. Intrisa di un profondo senso di cultura e storia, Cuba trabocca di occasioni per vivere incontri autentici ed esperienze indimenticabili.

“Ho avuto il piacere di prendere parte alla prima crociera a Cuba a bordo di Marina e il modo migliore per vivere Cuba dall’interno è immergersi nella sua cultura e nella vita quotidiana dei suoi abitanti – con approfondimenti culturali che invitano a sperimentare la Cuba autentica. È proprio questo ciò che offrono i nostri nuovi itinerari, che includono scali a L’Avana, Santiago de Cuba e Cienfuegos,” ha dichiarato Bob Binder, Presidente e CEO di Oceania Cruises.

Una scelta tra 20 viaggi

Oltre alle crociere elencate qui di seguito, Oceania Cruises ha recentemente aggiunto sei nuove proposte di itinerari a Cuba a bordo di Insignia per l’autunno 2017 e degli scali a L’Avana su quattro crociere a bordo di Regatta previste per la primavera e l’autunno 2018.

In totale, Oceania Cruises offre una scelta di ben 20 viaggi a Cuba tra l’autunno del 2017 e del 2018.

Highlight destinazioni

L’Avana, Cuba

La porta verso il cuore di Cuba, L’Avana, attrae con la sua cultura iperbolica, i suoi ritmi sensuali e la sua bellezza segnata dalle intemperie.

Una passeggiata rilassante lungo il suggestivo Malecòn, la strada principale di Cuba, perdendosi tra le facciate in stile barocco e i ciottoli coloniali nei vicoli della Vecchia Avana.

Visitare il grandioso Capitolio Nacional e scoprire la collezione artistica di fama mondiale al Museo Nacional de Bellas Artes dove è esposto di tutto, dalla pittura coloniale agli innumerevoli capolavori del noto periodo d’avanguardia Cubano.

Vivere memorabili esperienze come per esempio la visita a una delle iconiche aziende di sigari storiche a L’Avana, per poter scoprire il luogo di nascita di questi sigari famosi in tutto il mondiale e l’antica tecnica con cui vengono prodotti.

Un’escursione a L’Avana include un breve viaggio nella lussureggiante Viñales Valley, famosa per la coltivazione di tabacco e per le colline calcaree note come mogotes, un curioso dietro le quinte per scoprire i metodi artigianali di lavorazione dei sigari o un’irresistibile serata di musica cubana in un club leggendario. Interagire con la gente del posto, approfondendo la conoscenza del fiorente scenario artistico in una galleria e scoprire l’affascinante storia del paese attraverso musei, monumenti imponenti e altri luoghi di rilievo.

Cienfuegos, Cuba

Situata in una bellissima baia nel cuore della fertile regione agricola cubana sulla costa meridionale, Cienfuegos ha un fascino silenzioso con il suo spirito francese, il suo quieto paesaggio marittimo e la sua architettura neoclassica.

Conosciuta come La Perla del Sur (la Perla del Sud), Cienfuegos fu originariamente fondata dai colonizzatori francesi e il suo centro è stato dichiarato Patrimonio dell’UNESCO.

Ricca di appuntamenti formativi e coinvolgenti, il suo centro storico custodisce con cura le strutture del diciannovesimo secolo e splendide piazze, con disposizione ispirata all’Illuminismo Spagnolo.

Affascinante sarà scoprire l’eclettico ed elaborato Palacio de Valle, ammirare la favolosa vista da Punta Gorda, il punto perfetto per godere del tramonto; fare un passo indietro nel tempo al Teatro Terry con una performance di artisti locali o scoprire la vicina Trinidad, una città coloniale che si è preservata in maniera sorpendente, riconosciuta come patrimonio dell’UNESCO e ancorata alla sua imponente Plaza Mayor, un museo all’aria aperta dell’architettura coloniale spagnola.

Santiago de Cuba, Cuba

Un energico centro culturale, Santiago de Cuba è la seconda città più grande del Paese e ha rivestito un ruolo fondamentale nell’evoluzione della musica cubana, della letteratura e dell’architettura.

Incastonata tra l’imponente catena montuosa della Sierra Nevada e le acque cristalline del Mare dei Caraibi, la città offre un’ampia e ricca proposta culturale e diverse opportunità di intrattenimento in uno straordinario scenario.

Scoprire l’affascinante storia della città al Castillo de San Pedro de la Roca e al Cementerio Santa Ifigenia, dove furono sepolti l’eroe cubano José Martì ed Emilio Bacardi Moreau della nota dinastia del rum. Innumerevoli musicisti sono nati a Santiago de Cuba, incluso Miguel Matamoros di Trìo Matamoros e Sindo Garay; molti dicono che il cuore di questa fiorente città vive nel suo patrimonio musicale.

Highlights di bordo

Navigare verso Cuba con Oceania Cruises è un viaggio straordinario.

A bordo della strepitosa Sirena, i 684 ospiti privilegiati sono serviti da un personale qualificato composto da 400 persone.

I viaggiatori potranno beneficiare della rinomata esperienza gastronomica di bordo, the Finest Cuisine at Sea, nei quattro ristoranti gourmet che offrono specialità continentali abbinate ai vivaci sapori di Cuba.

Ciascuno di questi itinerari proporrà una vasta gamma di autentici piatti cubani nati da ricette di vecchie generazioni.

Questo stimolante viaggio sarà arricchito da prestigiosi esperti daranno lezioni coinvolgenti sulla storia cubana, sull’arte e sulla musica; avranno la possibilità di unirsi ai propri compagni di viaggio in una pietra miliare della cultura cubana, il gioco del Domino. Durante tutto il viaggio, Sirena è il simbolo di modernità con le sue 342 cabine e suites elegantemente arredate; il 70% di queste offre una veranda privata, la perfetta postazione dalla quale ammirare lo splendido paesaggio marino Caraibico.

Per ulteriori informazioni su Oceania Cruises visitare www.oceaniacruises.com o contattare un’agenzia di viaggio.

Dichiarazione OFAC

Tutte le crociere e le escursioni di terra avverranno nel pieno rispetto della normative federale vigente negli Stati Uniti e delle recenti dichiarazioni dell’Ofac (Office of Foreign Assets Control) del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d’America. Questi viaggi offriranno ai passeggeri un’opportunità unica non solo di scoprire la ricca cultura, storia e bellezze naturali di Cuba, ma anche di sperimentare il calore e l’ospitalità della sua gente.

###

A proposito di Oceania Cruises

Caratterizzata da una flotta di navi di lusso, Oceania Cruises offre un’esperienza di vacanza impareggiabile, rinomata per la cucina raffinata e i suoi itinerari in tutto il mondo. I viaggiatori più esperti sono attratti dalle proposte di viaggio ideate con estrema cura da Oceania Cruises; esse coprono più di 365 porti in Europa, Asia, Africa, Australia, Nuova Zelanda, Sud Pacifico e Americhe.

Le ampie ed eleganti sistemazioni a bordo di Regatta, Insignia, Nautica e Sirena – da 684 ospiti – e Marina e Riviera – da 1.250 passeggeri – invitano a esplorare il mondo con soluzioni di comfort e uno stile senza eguali.

Arte a Lisbona – A maggio torna ARCO

E’ stato organizzato un programma con 150 attività ed eventi imperdibili

Dal 18 al 21 la capitale portoghese ospita la fiera internazionale dell’arte contemporanea

Per l’Italia presente la Galleria Umberto Di Marino

Lisbona si conferma sempre più città di grande impatto culturale e hub dell’arte contemporanea, anche grazie alla recente inaugurazione del MAAT.

La Capitale Iberoamericana della cultura per il 2017 ospiterà, per la seconda volta, la ARCO, fiera internazionale dell’arte contemporanea in programma dal 18 al 21 maggio nei locali dell’ex Cordoaria Nacional.

Rivolta a un pubblico internazionale, con la presenza di circa cinquanta gallerie, l’evento è da ritenersi di grande rilievo anche in considerazione del successo della prima edizione.

Nel 2016 infatti, sono stati circa 13 mila i visitatori e ben quarantacinque le gallerie provenienti da 8 paesi.

L’edizione di quest’anno manterrà lo stesso format ma l’atmosfera sarà certamente diversa e ancora più coinvolgente.

Per il 2017 infatti, Lisbona è Capitale iberoamericanadella cultura di un mondo che aggrega oltre 120 milioni di persone dalla Penisola Iberica, dal Messico al Sud e Centro America.

Per celebrare questo avvenimento è stato organizzato un programma con 150 attività ed eventi imperdibili lungo tutto il corso dell’anno. Prosegue dunque il momento di splendore per la capitale lusitana.

ARCO si prepara ad accogliere anche una prestigiosa galleria italiana.

Nei quattro giorni a Lisbona sarà infatti presente Sergio Vega e la Galleria Umberto Di Marino di Napoli. In Portogallo ci saranno un quarto delle gallerie di Madrid, città madre della mostra.

Marcelo Rebanda, rappresentante del Turismo del Portogallo in Italia, racconta le sue sensazioni su ARCO e sulle aspettative di Lisbona: “È un anno importantissimo per il Portogallo e la sua capitale. ARCO rappresenta certamente uno degli eventi di maggior rilievo culturale per la città e i numeri della prima edizione ci lasciano sperare che Lisbona possa consolidarsi come prestigioso hub culturale di livello internazionale”.

TURISMO DE PORTUGAL

Visitportugal è il sito ufficiale di promozione turistica del Portogallo creato da Turismo de Portugal, I.P., l’ente turistico nazionale.

Integrato nel Ministero dell’Economia, Turismo de Portugal, I.P., è l’ente preposto alla promozione, valorizzazione e sostenibilità dell’attività turistica, e riunisce in un’entità unica tutte le competenze istituzionali relative alla promozione del turismo, dall’offerta alla domanda.

Turismo de Portugal si avvale di una rete di uffici che coprono 21 paesi di prioritaria importanza per la promozione turistica internazionale.

Per informazioni: https://www.visitportugal.com/it

Weekend e vacanze gourmet – Il vero lusso nella cucina in Portogallo ha 26 le stelle Michelin

Sintra

Lisbona

Atlantico

 

Il Portogallo brilla anche in cucina: oggi sono 26 le stelle Michelin

Nella guida 2017 +7 nuovi stellati e 5 due stelle

Tanta natura incontaminata nei parchi e nelle spiagge dell’Atlantico, meta Vip dell’estate, ma anche cultura nelle spettacolari opere d’arte architettonica in stile stile manuelino o tardo gotico portoghese. E poi musica, come nella sofisticata Sintra (vicino a Lisbona).

Ma torniamo al buon cibo ed alle sue sorprese

– Il Portogallo continua a ottenere riconoscimenti: dallo sport a eventi tecnologici come il Web Summit, passando per ambìti premi che lo inseriscono tra le destinazioni predilette dei viaggiatori.

Un paese che brilla anche in cucina: sono infatti 26 le stelle Michelin dei 21 ristoranti selezionati contro le 12 stelle dei dieci ristoranti del 2015, aggiungendo 7 nuovi stellati e arrivando a 5 due stelle.

Nel 2016 al Portogallo era stata assegnata solo una nuova stella, mentre nella guida 2017 i nuovi ristoranti stellati lusitani sono:

-Alma, di Henrique Sá Pessoa (Lisbona); Antiqvvm, di Vítor Matos (Porto); Casa di Tè Boa Nova, di Rui Paula (Leça da Palmeira); Loco, di Alexandre Silva (Lisbona); Lab da Sergi Arola (Sintra); L’And, di Miguel Laffan (Montemor-o-Novo) e infine William, di Luis Pestana (Funchal). Hanno guadagnato la seconda stella: The Yeatman, di Ricardo Costa (Porto), che diventa il secondo cuoco portoghese a raccogliere due stelle, e il Gallo d’Oro, di Benoit Sinthon (Funchal).

Festival estivi

Le città di Lisbona e Porto sono state premiate, ogni anno, come destinazioni ideali per brevi vacanze, e le loro notti, sempre molto vivaci, sono la naturale continuazione dell’atmosfera di festa. In queste due città si segnalano i festival NOS Alive e Super Bock, Super Rock a Lisbona, et NOS Primavera Sound e MEO Marés Vivas, a Porto.

Nella regione Porto e Norte, il Vodafone Paredes de Coura nalla Praia Fluvial do Toboão è un buono esempio di scenario paradisiaco immerso nella natura.

–Escursioni in bicicletta, trekking, andare in canoa e fare il bagno nei fiumi sono alcune delle varie attività all’aperto per arricchire le giornate.

I famosi festival MEO Sudoeste a Zambujeira do Mar e Músicas do Mundo a Sines entrambi sul litorale dell’Alentejo hanno luogo vicino al mare e alle spiagge con tutti i vantaggi che ne derivano. Un’eccellente opportunità per delle lezioni di surf… nei migliori spot della costa portoghese.

Nell’ Algarve, a Loulé, il Festival Med trasforma il centro storico della città in un palco per diverse manifestazioni artistiche ispirate alla cultura dei paesi mediterranei.

La cosa migliore è consultare www.portuguesesummerfestivals.com o il programma per vedere chi si esibisce, e poi partire lasciandosi guidare dal ritmo!

TURISMO DE PORTUGAL

Visitportugal è il sito ufficiale di promozione turistica del Portogallo creato da Turismo de Portugal, I.P., l’ente turistico nazionale.

Integrato nel Ministero dell’Economia, Turismo de Portugal, I.P., è l’ente preposto alla promozione, valorizzazione e sostenibilità dell’attività turistica, e riunisce in un’entità unica tutte le competenze istituzionali relative alla promozione del turismo, dall’offerta alla domanda.

Turismo de Portugal si avvale di una rete di uffici che coprono 21 paesi di prioritaria importanza per la promozione turistica internazionale.

Per informazioni: https://www.visitportugal.com/it

PONTI DI PRIMAVERA NEL LUSSO – Amsterdam tulipani e cibo giapponese gourmet – Hotel Okura

Hotel-Okura-Amsterdam-Ciel-Bleu-Restaurant-Langoustine

Hotel-Okura-Amsterdam-Yamazato-Restaurant-Shokado-Bento-Box-

AMSTERDAM IN SALSA WASABI

– Hotel Okura

Per i ponti primaverili la città dei tulipani è una meta imperdibile.

Un indirizzo originale e raffinato è il giapponese Hotel Okura, 5 stelle lusso, l’unico hotel in Europa ad avere un totale di 4 stelle Michelin ed un Bib Gourmand per i suoi 4 ristoranti.

Farsi trasportare in battello per i canali ammirando le case dalla suggestiva architettura; visitare musei magnifici come quello dedicato a Van Gogh; vedere la casa di Rembrandt o di Anna Frank; girovagare per il Red Light District o per le boutique di design delle 9 Straatjes: Amsterdam è tutto questo e ancora di più.

E per il soggiorno perché non scegliere un albergo che sicuramente detiene un record mondiale?

L’Hotel Okura, i cui quattro ristoranti sono stati tutti premiati dalla Guida Michelin, offre un’esperienza davvero speciale.

Il famoso Ristorante Ciel Bleu ha due stelle Michelin, il Sazanka e lo Yamazato una stella rispettivamente, e il Serre è segnalato come Bib Gourmand, cioè quelle tavole che vantano un ottimo rapporto qualità prezzo.

Il magnifico Ristorante Ciel Bleu, situato al 23° piano dell’hotel, ha due stelle Michelin dal 2007 ed è condotto dai Master Chef Onno Kokmeijer e Arjan Speelman.

Il soffitto color blu ghiaccio, decorato da un fantastico lampadario moderno in vetro di Murano, è uno degli elementi più attraenti del design d’interni.

Ma ciò che lascia senza fiato è la vista spettacolare sulla città dalle ampie vetrate.

I due chef offrono un percorso gastronomico innovativo che dona un’esperienza indimenticabile e sono costantemente alla ricerca di piatti per stuzzicare la curiosità visiva dei commensali. Il “tavolo dello chef” accanto alla cucina è disponibile per un massimo di 10 ospiti.

Oltre al Ciel Bleu, l’hotel dispone di altri tre ristoranti.

Al piano terra, circondato da un tipico giardino di roccia, si trova il Ristorante Yamazato, che ha ricevuto la sua stella nel 2002, diventando così il primo ristorante giapponese di alta cucina classica in stile “kaiseki” ad essere premiato con una stella Michelin in Europa.

La prestigiosa guida ha elogiato il Ristorante Sazanka per gli anni di qualità costante: “Sazanka vi conduce ad un’avventura in Giappone. I sobri interni impostano il tono; poi entra lo chef, che prende con orgoglio il suo posto dietro il tavolo e dà spettacolo cucinando direttamente sulla piastra “teppanyaki” davanti agli ospiti.

Egli dimostra con sicurezza le sue abilità ed utilizza ottimi ingredienti per creare sapori che forniscono contrasto, ma sono sempre ben equilibrati”.

Il Ristorante Serre offre un menù internazionale e la guida Michelin gli ha conferito il Bib Gourmand, riconoscimento che premia i ristoranti che offrono cibo di qualità ad un prezzo conveniente.

L’Hotel Okura dispone inoltre di due bar, di cui il Twenty Third è noto per essere il miglior cocktail bar d’Olanda.

Nel centro gastronomico ‘Taste of Okura’ gli chef danno lezioni di cucina, mentre i sommelier spiegano come abbinare il vino e il sake con le creazioni culinarie preparate sul posto.

L’Hotel Okura di Amsterdam offre 300 camere e servizi di alta qualità oltre ad un Centro Fitness e alla Nagomi Spa & Health con piscina interna.

È situato vicino al quartiere dei musei ed a poca distanza dalle attrazioni turistiche della città.

Pezzo della camera doppia in primavera a partire da euro 260 inclusa prima colazione.

È l‘unico hotel in Europa di una catena giapponese che vanta più di 80 alberghi di lusso in tutto il mondo.

Il gruppo include gli Okura Hotels & Resorts, JAL Hotels e Nikko Hotels International. I Paesi Bassi hanno una lunga tradizione di stretti rapporti con il Giappone: la Compagnia Olandese delle Indie Orientali, fondata nel 1602, grazie al commercio con l’Asia diventò la più grande impresa commerciale del XVII secolo. A partiredal 1640 detenne il monopolio del commercio con il Giappone. Fino al 1854 gli olandesi furono l’unica finestra del Giappone sul mondo occidentale.

Hotel Okura Amsterdam
Ferdinand Bolstraat 333
1072 LH Amsterdam
Tel. +31.20.6787111 – e-mail info@okura.nl

Vacanza di charme e confort di lusso in Toscana nel Chianti – degustazioni – corsi di cucina – arte – sport e gite in mongolfiera

Villa Fillinelle è una casa medioevale, fondata nel 1200, elegantemente trasformata in un piccolo e delizioso Relais di prestigio nascosto nel cuore verdeggiante delle colline fiorentine.

Fu ideale rifugio nobiliare, dalla calura estiva della città di Firenze, per trascorrere ore bucoliche in compagnia delle arti e della natura.

Per entrare dovrete superare un cancello storico in ferro battuto, attorniato da alberi secolari, attraverserete un lungo viale sterrato protetto da alte siepi; ben arrivati in 7000 mq di parco !

L’ingresso alla villa si presenta con un patio circondato da piante di agrumi e lavanda.

Ad accogliervi troverete un concierge sempre disponibile ad assecondare ogni vostra esigenza.

Villa Fillinelle, B&B di charme nel cuore del CHIANTI. http://www.villafillinelle.com

La Villa risale al 1200 ed è stata recentemente restaurata per offrire a coloro che desiderano trascorrere una vacanza di charme tra degustazioni, corsi di cucina, arte, sport e gite in mongolfiera una location esclusiva dotata di tutti i comfort luxury.

La Villa si presta anche come location per meeting, eventi e matrimoni.

La Famiglia Masoero vi aspetta per conoscere questo meraviglioso angolo di pace e tranquillità, con tutti i confort del caso.

Il Perù a bordo dei treni delle Ande: lusso e panorami incredibili

treno-IncaRailCarousel3

belmond-andrean-explorer

Il Perù vale la pena visitarlo anche seguendo ritmi “d’altri tempi”, ammirandone i paesaggi che si susseguono lungo le linee ferroviarie più alte del mondo, a bordo di lussuose carrozze, alla scoperta di località imperdibili come Cusco, Machu Picchu, il Lago Titicaca e Arequipa, ma anche zone remote e ferme nel tempo. Vi aspetta una fantastica esperienza a bordo di un treno: qualsiasi sia la tratta che deciderete di percorrere, scoprirete un territorio pieno di sorprese, valli, foreste, paesaggi da cartolina da ammirare dal finestrino della vostra carrozza.

Il treno per Machu Picchu

Una delle tratte ferroviarie sicuramente più famosa del Perù è quella che conduce alla cittadella Inca di Machu Picchu. Potrete scegliere di salire a bordo di uno dei treni della compagnia ferroviaria PeruRail, dal lussuoso Hiram Bingham, al Vistadome o l’Expedition, ognuno in grado di soddisfare le diverse esigenze dei passeggeri.

L’Hiram Bingham – Belmond, che deve il suo nome all’esploratore che scoprì la cittadella di Machu Picchu nel 1911, viaggia attraverso la suggestiva e panoramica Valle dell’Urubamba.

Dispone di vagoni decorati nello stile delle carrozze Pullman degli anni ‘20, arredati in legno lucido e ottone, con grandi e comode poltrone, oltre a due carrozze ristorante, una carrozza di osservazione/bar per rilassarsi e osservare il paesaggio peruviano che scorre davanti ai vostri occhi o per gustare un cocktail accompagnati da musica peruviana suonata dal vivo.

Itinerario e frequenza: Poroy (Cusco) – Aguas Calientes; opera tutti i giorni esclusa la domenica

Disegnato appositamente per passeggeri dallo spirito avventuroso, il treno Expedition offre comodità e sicurezza a prezzi più ridotti. Le carrozze dispongono di servizi igienici e i sedili dei vagoni sono stati rimodellati con moquette inca, per un tocco più locale. Durante il viaggio, a pagamento, vengono serviti snack e bibite calde e fredde.
Itinerario e frequenza: Poroy (Cusco) – Aguas Calientes; opera tutti i giorni
Quota: a partire da 130 Euro a persona, A/R. Snack e bevande non sono comprese.

Quota: a partire da 655 Euro a persona, A/R, comprensiva di brunch, musica dal vivo, tè pomeridiano al Belmond Sanctuary Lodge e cena gourmet

Il Vistadome rappresenta probabilmente una delle migliori soluzioni se siete amanti della natura e della fotografia, grazie alle ampie finestre panoramiche poste anche sul tetto di ciascun vagone, da cui poter godere di una vista a 180°!

I vagoni dispongono di sedili reclinabili, servizi igienici e dvd a circuito chiuso.

Nel viaggio di ritorno potrete assistere ad una sfilata di moda che vi mostrerà una collezione esclusiva di capi realizzati con la baby alpaca – che possono anche essere acquistati – e uno spettacolo di danza dal vivo.

Itinerario e frequenza: Poroy (Cusco) – Aguas Calientes; opera tutti i giorni
Quota: a partire da 192 Euro a persona, A/R, comprensiva di snack e soft drink a bordo

www.peru.travel/it

Weekend di giugno 2017 – Dal 2 al 5 giugno Ascona diverrà il palco a cielo aperto

GLI ARTISTI DI STRADA INVADONO ASCONA
Dal 2 al 5 giugno Ascona diverrà il palco a cielo aperto
del 14° Festival degli Artisti di Strada

Figure colorate e ricche di fascino antico, gli artisti di strada sono sempre più rari al giorno d’oggi.

Con i loro strani attrezzi, i costumi, il trucco e i giochi, questi artisti riportano ad un mondo precedente alla televisione, in cui il divertimento andava cercato fuori, nelle strade e nelle piazze. Per fortuna, una volta l’anno, Ascona diventa il palco di una manifestazione che raccoglie artisti di strada da tutto il mondo, che si riuniscono per rendere più colorate le giornate di cittadini e turisti.
Il Festival degli Artisti di strada torna per il 14° anno consecutivo con la sua allegra carovana di spettacoli e magia.

Il Festival degli Artisti di strada
Ascona, 2 – 5 Giugno 2017
Quattro giorni full immersion nell’arte di strada: artisti da tutto il mondo si esibiranno nelle strade e nelle piazze di Ascona. Dal Borgo sino al lungolago, davanti alla biblioteca municipale ed in piazza Elvezia, oltre 100 acrobati, clown, mangiafuoco e giocolieri si esibiranno senza alcun compenso al di fuori del classico cappello che passerà fra il pubblico a fine spettacolo.
Anche quest’anno, nell’ambito del Festival si terrà un concorso per decretare l’artista migliore presente in città ed anche quest’anno non sarà una giuria specifica ma il pubblico a scegliere fra tutti il suo preferito. Le schede di votazione saranno presenti vicino ad ogni palco e presso l’info point e fra i votanti verrà anche estratto qualcuno per vincere un weekend per due ad Ascona.

Ascona, lifestyle sul Lago Maggiore

Famosa per il suo centro storico e per il lungolago dal sapore mediterraneo Ascona è la città più bassa della Svizzera e gode di un dolce clima mite.

Città rinomata per il “bel vivere”, Ascona coltiva la passione per il bello e per i piaceri della vita.

I numerosi locali vista lago, l’offerta culturale e alberghiera, infatti, sono votati sempre alla qualità del servizio. Boutique di moda, negozi con prodotti di lusso internazionali, botteghe artigiane, gallerie d’arte, negozi di souvenir, distillati e vini pregiati si annidano fra il lungolago e i vicoli della città, rendendola meta felice per gli amanti dello shopping e delle tentazioni.
La zona di Borgo, l’antico centro storico, ruota attorno alla mirabile Chiesa di San Pietro e Paolo, una basilica con colonnato del XVI secolo, il cui alto campanile è l’emblema di Ascona. Rappresenta la località di villeggiatura per eccellenza.
Il Monte Verità sovrasta Ascona. All’inizio del XX secolo alcuni originali pensatori vi si stabilirono fondando una colonia che attirò celebrità da tutto il mondo. Attualmente il monte ospita il centro seminariale delle Università di Lucerna e Zurigo ed un museo illustra la storia dell’alternativa colonia e dei suoi fondatori.
Oggi, la stazione di villeggiatura di Ascona, nelle immediate vicinanze di Locarno, propone un bel percorso di golf a 18 buche, campi da tennis, eleganti boutique, una grandissima piazza, hotel di alta gamma e numerosi eccellenti ristoranti, belle passeggiate in un ambiente verdeggiante, sport acquatici come il windsurf e la vela, come pure le crociere sul Lago Maggiore. La bellezza selvaggia delle vicine valli trasversali del Ticino, come la Valle Maggia e Centovalli, è un territorio da sogno per gli appassionati di camminate, escursioni e mountain bike.