CINA – Allarme smog – Chiuse molte fabbriche e limiti al traffico

Torna, per l’ennesima volta, l’allarme smog in Cina.

E’ il duro prezzo che questo paese deve pagare per le sue scelte di industrializzazione selvaggia; senza regole ecologiche.

Ora la Cina è in prima linea negli investimenti nelle energie pulite, ma i risultati si vedranno solo tra molti anni e comunque, rimane il problema, gravissimo, di depurare migliaia di corsi d’acqua e infinite distese di terreni che hanno assorbito i più pericolosi veleni. Prima o poi questi veleni entreranno nel circolo delle acque sotterranee e allora la popolazione non avrà più acqua sana.

Ma questo è già un problema mondiale, non solo dellla Cina. Sappiamo bene che, forse in diversa misura, è un problema anche italiano. Abbiamo seppellito di tutto in tutto il nostro territorio dal sud al nord.

Pagheranno, in salute,  le future generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ cinque = 6


*