Libri – Donne nella storia – Una regina al potere – Caterina de’ Medici

Caterina de Medici fu veramente esperta di arti magiche, protettrice di astrologhi e stregoni e temibile seguace di Macchiavelli ?

Quello che è certo è che Caterina de Medici visse nel periodo più fosco della storia di Francia; tra i massacri delle guerre di religione. Tre figli sul trono; tutti morti prematuramente.

Matteo Strukul è il coraggioso autore di uno dei tanti libri su di questa nobildonna così controversa.

Nel testo, Srukul si occupa soprattutto della Caterina dei primi anni trascorsi in Francia. Umiliata dal marito, che non fece nulla per nascondere la sua relazione con Diana di Poiters; mentre lei, Caterina, fu considerata dai cortigiani una semplice figlia di mercanti fiorentini; non all’altezza di una famiglia reale.

Ma Caterina sa il fatto suo, ed alla morte del marito Enrico II, nel 1559, si prende una luminosa rivincita.

Cosa c’è di vero nella notte di San Bartolomeo (23-24agosto 1572) ?

Il grande scrittore Dumas incolpa Caterina dell’eccidio di 30.000 ugonotti dopo averli invitati a Parigi per il matrimonio della figlia Margherita con Enrico di Navarra (futuro Enrico IV). Su questa colpa furono scritti drammi teatrali, romanzi, dipinte tele d’artista ed, ai giorni nostri, prodotti diversi film. E’ pur vero che, da Bazac in poi, una corrente revisionista tenta di approvare l’operato di Caterina per la salvezza della Francia unita. Scaricando tutta la colpa del massacro dell’eccidio di San Bartolomeo a re Carlo IX.

Il nostro autore, Matteo Strukul, sta nel mezzo. Il matrimonio di Margherita non sarebbe stata la trappola studiata per uccidere i protestanti e la colpa la si da ai Guisa; che avrebbero voluto uccidere il capo degli ugonotti Coligny. Caterina sarebbe solo stata costretta a reagire così duramente per paura di una ritorsione armata dei protestanti. Anzi, dopo avere fatto pressioni sul figlio Carlo IX, avrebbe trascorso la vita con il terribile rimorso per l’eccidio.

Matteo Strukul, ci regala l’immagine di una Caterina sola, circondata da nemici, madre di figli non all’altezza del compito reale. Unico sprazzo di luce, in questa vita tenebrosa, è la figura di Raymond de Polignac, la sua guardia del corpo; pura finzione o realtà simile al Mr. Brown della regina Vittoria, anche lei vedova ?

Ai lettori il piacere di farsi un’idea di chi fu Caterina de Medici; probabilmente un po’ tutto quello che si dice di lei: crudele come donna di potere, sofferente come ogni essere umano, amante dell’arte, del ben vivere e protettrice dei grandi artisti dell’epoca.

Cosa dice la critica della collana di cui questo libro fa parte ?

«Una trilogia storica a ritmo di colpi di scena.»
Il Corriere della Sera

«La storia di una dinastia importantissima, una storia fatta di cospirazioni e tradimenti. Ma anche il racconto della grande rivoluzione culturale del Rinascimento, quando l’Italia era il centro del mondo e modello di bellezza e magnificenza per l’intera Europa.»
la Repubblica

Una regina al potere, di Matteo Strukul, Newton Compton, 9,90 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*