Dormire a Venezia in una dimora signorile del XVI secolo

Un’oasi di tranquillità a due passi da Piazza San Marco

Palazzo Pianca: a Venezia un nuovo hotel pensato come un progetto di ricerca applicata, per indagare il significato dell’ospitalità

Pianca firma una struttura ricettiva che sorge nel centro storico della Serenissima, all’interno di una dimora signorile del XVI secolo. Un progetto che interpreta i bisogni e le tendenze del viaggiare e del vivere di oggi, tra preesistenze e contemporaneità.

Venezia | Accoglienza ma anche continua ricerca, esplorazione di segni estetici e funzioni per l’abitare temporaneo. Nella Venezia storica, a due passi da Piazza San Marco, prende forma una struttura ricettiva che è anche un laboratorio di stili di vita: un progetto firmato Pianca per indagare e interpretare i bisogni e le tendenze del vivere e del viaggiare di oggi.

Palazzo Pianca sorge nel centro storico della Serenissima, tra la Chiesa di Santa Maria del Giglio e il Canal Grande, all’interno di una dimora signorile del XVI secolo.

Si tratta di un progetto contract di ricerca applicata, un Research Hub che Pianca ha voluto per indagare il significato dell’ospitalità: un centro di sperimentazione di linguaggi e tendenze per l’accoglienza destinato a modificarsi nel tempo, per testare e introdurre continuamente nuove soluzioni estetiche e funzionali.

Situato nelle vicinanze di luoghi di importanza storica e culturale come Piazza San Marco, il Teatro La Fenice e le Gallerie dell’Accademia, Palazzo Pianca è basato sulla forte relazione con la città, espressa attraverso viste panoramiche e scorci urbani, proponendosi al contempo come un laboratorio: per aggiornare costantemente la percezione del ruolo del design, per studiare le relazioni tra forme e funzioni.

Le atmosfere confortevoli e calde delle stanze sono pensate in primo luogo per il benessere e il comfort del cliente.

Le linee pulite, gli incontri materici e l’eleganza naturale di cui l’azienda veneta si fa portavoce, definiscono gli ambienti: con le loro luminosità e cromie, vivide o neutre, ispirate ai tipici colori delle facciate veneziane, rappresentano un continuo rimando alla tradizione del luogo.

Connubio di emozioni e storia, Palazzo Pianca mette a disposizione camere e suites che propongono stili eclettici arricchiti con i pezzi dell’azienda. Le Suites – Peacock Suite, Giglio Suite, Mezzanine Suite – si caratterizzano per l’ampiezza e l’apertura degli ambienti, mettendo a disposizione salotto e camera da letto.

Comfort e accoglienza emergono anche nelle camere Deluxe – Botanic Deluxe, Penthouse Deluxe Blue & Brown e Artist Deluxe – con i loro tessuti e colori brillanti, e nelle camere Classic, raccolte e rassicuranti, che racchiudono scrittoio e guardaroba a vista abbinati a tonalità calde e luci soffuse. Un rooftop conclude il progetto, offrendo una vista panoramica della città di Venezia.


Palazzo Pianca. Ph Andrea Martiradonna

Insieme a prodotti custom-made, negli ambienti si trovano pezzi classici delle collezioni Pianca, firmati da nomi importanti del design come Calvi Brambilla, Cristina Celestino, Emilio Nanni e Philippe Tabet, oltre a prodotti disegnati da Tim Kerp, Stefano Gaggero e Metrica Studio.

“Palazzo Pianca è qualcosa di più di una semplice struttura ricettiva” spiega Aldo Pianca, presidente dell’azienda, “Per noi è una sfida che abbiamo colto fin dall’inizio con immenso orgoglio e desiderio di metterci alla prova. L’edificio è un’oasi di tranquillità nel cuore della città: al suo interno sono racchiusi spazi che superano il concetto puro di ospitalità, proponendosi di indagare tutte le forme in costante mutamento del vivere e del viaggiare di oggi”.

https://www.palazzopianca.com/

Prezzi trovati sul sito dell’albergo oggi: 8 – 10 nov. 306 euro in doppia – idem per 9 – 11 nov.

___

_PhCreditsAndreaMartiradonna_

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*