COSA SI DICE DELLA BIENNALE DI VENEZIA 2013 ?

deserto DONNA E SABBIA IMPRONTE

COSA SI DICE DELLA BIENNALE DI VENEZIA 2013 ?

NELLE LETTERE A GIANFRANCO  POLITI, DIRETTORE DI FLASH ART, ABBIAMO TROVATO ALCUNI

COMMENTI RELATIVI ALL’ATTUALE BIENNALE DI VENEZIA CHE CI SONO PARSI DEGNI DI NOTA.

 

In attesa di visitare personalmente la Biennale riportiamo l’ opinione di un noto professionista; dopo di che promettiamo di scrivere, umilmente, i nostri pensieri.

“Padiglione Italia ? Senza anima

Politi al Castello di Rivoli? Giammai !

Anche Ballantini ha diritto di cittadinanza

Per un’arte regionale”   firmato: Giancarlo Politi

 

Brani della risposta del direttore G.Politi ad un lettore:

“…Ogni due anni a piangere lacrime di coccodrillo sulle occasioni perdute con la Biennale di Venezia.

E poi ci lamentiamo che all’estero siamo sbeffeggiati? Ma peggio, ci dovrebbero trattare !

Padiglione Italia: ma come si può pensare di rappresentare l’Italia con un group show dell’ultima stagione di alcune gallerie di Roma ?

Intendiamoci, tutti artisti dignitosissimi, alcuni anche bravi. Ma una scelta random, o meglio, secondo le ultime frequentazioni della settimana: che bella invenzione, quale originalità, invitare Gianfranco Baruchello e Fabio Mauri, riscoperte tardive  degli ultimi anni ! E dopo che sono stati presentati ovunque in tutte le salse: a Kassel, al Maxxi, al Macro, a Palazzo Reale, con libri, film, fotografie, tavole rotonde, tavole quadrate.

E Baruchello addirittura in questa Biennale è presente nel padiglione Italia e in quello internazionale.

Caro Massimiliano, quoque tu? Lo sai che il troppo stroppia?

Un po’ di immaginazione, magari un posticino per altri.

Io ho una fortissima stima di Gianfranco Baruchello (e anche di Flavio Mauri, ovviamente), ma pensavo che la Biennale di Venezia fosse destinata ad individuare artisti giovani o da riscoprire, a cercare di offrire un’identità della cultura e della ricerca di un paese.

Quali sorprese potrà offrire il lavoro di Fabio Mauri dopo essere stato portato in processione come una Madonna Pellegrina?

E Sisley Xhafa ? Italiano anche lui ? Badate bene, amo il lavoro di Sisley da sempre; sono anche un suo affezionato collezionista. Ma Sisley è un cittadino kossovaro che vive a New York. Cosa c’entra con l’Italia ? ….

…una scelta più impegnativa, non quella di scegliere gli amici del bar.

Volete il mio parere sincero ?

Preferivo il Padiglione Italia di Vittorio Sgarbi di due anni fa.

Molto più divertente, dissacrante, imprevedibile.

Un azzeramento dell’arte e della pittura è molto più sano e interessante di una omologazione…

…Comunque prima di un giudizio definitivo, aspettiamo di vederla questa Biennale !”

articolo di Giancarlo Politi, direttore di Flash Art.

 

-E anche noi diciamo: andremo a vedere. Dopo la folla e la calura estiva.

Comunque grazie a Giancarlo Politi per la sua pungente e stimolante analisi. Andremo a Venezia con qualche motivo in più di riflessione.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*