PARIGI. NELLY WENGER E’ LA RESPONSABILE DEL NUOVO POLO CULTURALE SULLA SENNA R4.

SI CHIAMA  R4  L’AVANGUARDISTICO PROGETTO CHE FARA’ COLLABORARE ARTISTI,

COLLEZIONISTI, GALLERISTI E AMANTI DELLA CULTURA.

Un futuribile progetto di pareti trasparenti dell’archistar Jean Nouvel si ergerà sull’isola di Seguin, sulla Senna a Parigi.

Ile-Seguin-Seguin-Island-Urban-Redevelopment-—-Render-Jean-Nouvel-Atelier-Boulogne-Billancourt-©-Jean-Nouvel-Atelier-480x319

Una donna a capo di un progetto che fa ben sperare per il futuro dell’arte.

Si chiama Nelly Werger ed è stata a capo dell’EXPO02 e alla direzione Nestlè Europa, ora è la responsabile del progetto R4; futuro polo d’arte a Parigi.

Un progetto altamente innovativo, sia per l’architettura, ma soprattutto per la sua funzione che assomiglierà ad una micro-cittadina, con autosufficienza economica, il cui compito sarà mettere  in connessione creazione e logistica.

-Una “piccola città-museo-galleria’” della creatività ricca di spazi espositivi, gallerie, studi d’arte. Sarà luogo d’elezione per un grande incontro tra istituzioni culturali, artisti, galleristi, collezionisti e appassionati d’arte.

“L’obbiettivo non è produrre profitto. ma generare bellezza, senza mecenatismi fini a se stessi” Questo è quanto dichiara Nelly Werger a proposito del suo lavoro per R4.

Solo nel 2010 l’isola di Seguin è stata aperta al pubblico dopo anni di chiusura della locale fabbrica automobilistica Renault.

I-primi-rendering-del-progetto-R4-sull’Île-Seguin-foto-Atelier-Jean-Nouvel-1-480x240

Ora si prepara a presentarsi come uno spazio trasparente da dove osservare lo scorrere del fiume, ma anche creare un nuovo modo di vive l’arte: ospitalità per artisti e tutti quelli che girano intorno al mondo dell’arte e della cultura con aspirazioni, ovviamente, cosmopolite, multiculturali e dotato di un team internazionale.

I due grandi edifici della R4 porteranno a un viaggio fluido nell’arte come la Senna che sarà ben visibile da ogni prospettiva. Due enormi volumi in acciaio e calcestruzzo quasi solo di vetro,  si estenderanno da nord a sud lungo la riva del fiume Senna.

Saranno collegati da un ponte in acciaio: connessione e  snodo per gli spostamenti interni.

Il progetto ha rischiato di fallire anche per  l’abbandono del “patrocinio” di Pinault che decise per Venezia-Dogana-Palazzo Grassi.

Finalmente il famoso centro d’arte R4 – nome che richiama l’antico utilizzo degli spazi come fabbrica della Renault – si sta avviando alla realizzazione e sarà  pronto per il 2016.

– Jean Nouvel è l’archistar incaricata  di ridisegnare gli enormi spazi ex industriali dell’Île Seguin.

I-primi-rendering-del-progetto-R4-sull’Île-Seguin-foto-Atelier-Jean-Nouvel-5-150x150

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*