Lago di Como paradiso con gravi pecche – Sporcizia e degrado nel parcheggio a pagamento

Isola Comacina vista da Ossuccio

Ossuccio degrado nel archeggio a pagamento della vergogna

Lago-Como-Ossuccio-vergonoso-degrado-e-sporco-anche-nella-zona-chiamata-W.C.
Como Lago, Lenno.

Il famosissimo campanile di Ossuccio

Ossuccio – pavimentazione sporca e pareti sporche nel parcheggio  apagamento

Como arte scagliola Lago di Como, Isola Comacina, chiesa di San Giovanni; altare in scagliola, particolare lavorazione, ad imitazione del marmo, tipica dei Magistri Cumacini.
Ossuccio Parcheggio a pagamento della vergogna
pulsante della luce che si deve raggiungere dopo aver attraversato metà della zona al buio, spoco e appicicaticcio
Lago di Como, Isola Comacina; scavi archeologici.
Como-lago-Ossuccio-vergognosos-degrado-nel-parcheggio-a-pagamento
Como, Isola Comacina vista dal lago.
Como-Lago-Ossuccio–vergognoso-degrado-nel-parcheggio-a-pagamento – ascensore che non funziona
Lago di Como, Isola Comacina scavi archeologici.

OSSUCCIO – LAGO DI COMO

Siamo in uno degli angoli più belli al mondo

Si chiama “Zoca de l’oli”

intorno a noi l’isola Comacina e due chiese dai campanili famosi nel mondo

UNA VERA VERGOGNA  E UN PERICOLO NEL PARCHEGGIO A PAGAMENTO ( caro !!! ) 

BEL BIGLIETTO DA VISITA PER I TURISTI !

Il Comune di Ossuccio, offre un parcheggio a pagamento, 1 euro all’ora, con telecamera che controlla solo entrate e uscita e pagamento delle varie auto.

Per scendere dal parcheggio a livello strada, 2 piani di scale,  esiste uno sporco ascensore che non funziona e delle scale assolutamente buie e sporche, dove chiunque potrebbe violentare una donna senza che nessuno senta le sue urla da fuori,  con prese della luce che si devono raggiungere al buio ad ogni piano.

Anche la toilette è degna del degrado circostante.

Personalmente ho paura ogni volta che devo scendere le scale del parcheggio da sola.

Ossuccio Parcheggio

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*