Libri – La storia della matita – Regalatelo a Natale

“In ogni finestra della casa la pioggia appariva diversa, con altri suoni, altri colori … “ Ecco un punto di vista dell’autore di La storia della matita: Peter Handke ( considerato tra i più importanti autori contemporanei )

La storia della matita parla di natura – ma anche di Goethe – Omero – Flaubert e Kafka

Visioni – riflessioni – aforismi – fantasticherie – descrizioni della natura – severe autoanalisi e momenti di intensa felicità …

Libro che racchiude tutti gli altri libri …

Questo libro uscì nel 1985 e non è il solito romanzo; oggi è riproposto da Guanda.

Ne parliamo perché, secondo noi, questo libro ha qualcosa di speciale, ma solo per i lettori più attenti.

La storia della matita vi parlerà di natura, foglie, alberi, pioggia, bambini e gatti, ma anche di Goethe, Omero, Flaubert e Kafka.

Una sottile e resistente linea tematica corre ininterrotta per tutto il libro di Peter Handke, saldando tutte le sue parti: è il processo per cui la vita si trasforma in arte, per cui l’arte tutto succhia ed usa della vita.

Lo scrittore, gettando nella pagina i frammenti di un’autobiografia interiore, racconta in realtà la vita mentre si fa rappresentazione, descrive l’impresa «epica» dell’artista.

E il lettore, entrando nel laboratorio dello scrittore (di uno dei maggiori scrittori contemporanei), si trova a leggere il romanzo di come lo scrittore giunge a realizzarsi.

Libro che racchiude tutti gli altri libri, La storia della matita svela così anche una propria individualità, si afferma come libro diverso da tutti gli altri.

CHI E’ PETER HANDKE ?

Peter Handke ( nato a Griffen – Austria nel 1942) è;  scrittore, drammaturgo, saggista, poeta, reporter di viaggio e sceneggiatore.

E’ considerato tra i più importanti autori contemporanei e noto per i suoi provocatori successi teatrali (Publikums-beschimpfung, 1966; Kaspar, 1968) e per alcuni romanzi (Der kurze Brief zum langen Abschied, 1972; Wunschloses Unglück, 1972; Die linkshändige Frau, 1976), opere che hanno caratterizzato la neoavanguardia europea e la crisi dello sperimentalismo di fine Novecento.

Fra le numerose opere tradotte in Italia, citiamo Infelicità senza desideri (1976), Esseri irragionevoli in via d’estinzione (Einaudi 1976), La donna mancina (1979), L’ora del vero sentire (1980), Lento ritorno a casa (1986), Il cinese del dolore (1988), Saggio sulla stanchezza (1991), Saggio sul juke-box (1992), Saggio sulla giornata riuscita (1993), Canto alla durata (Einaudi 1995, ultima edizione «Collezione di poesia» 2016), Il mio anno nella baia di nessuno (1996), Un viaggio d’inverno (Einaudi 1996), Appendice estiva a un viaggio d’inverno (Einaudi 1997), In una notte buia uscii dalla mia casa silenziosa (1998), Lucia nel bosco con quelle cose lí (2001) e Un disinvolto mondo di criminali (Einaudi 2002). Handke ha inoltre firmato la sceneggiatura di alcuni film di Wim Wenders.

La storia della matita, Peter Handke, Guanda, 1pp. 256, 9 euro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*