Vacanze per golosi e gourmet – botteghe in Italia per inteditori

Tour in Italia per la … dispensa

Vacanze in Italia … per la gola …

 

Tour per botteghe e souvenir alimentari :

i turisti del nord (Germania, Austria e Svizzera), ma non solo

ne sono sempre più appassionati

cesarine.com

Da un paio di anni a questa parte, invece, alle Cesarine – la più antica rete di cuoche casalinghe d’Italia – i clienti provenienti dal nord Europa e dall’Italia, chiedono di conoscere le migliori botteghe di cibo e spesso fanno scorte di materie prime introvabili, nei loro paesi da portare a casa ad amici e parenti, soprattutto se viaggiano in macchina.

Ecco dove le Cesarine portano i loro clienti (che ne escono con sacchetti colmi) e dove anche voi potete fare incetta di cibi genuini

Anna / Genova

GENOVA

Gioia per la vista e il palato: L’antica Polleria Aresu di Anna e Sergio: ampia scelta di carni fresche selezionate e introvabili e uno stupendo bancone in marmo super instagrammabile.

La bottega dello stoccafisso: dalla vetrina si vedono antiche vasche di marmo dove si trovano in ammollo stoccafisso e baccalà e, appesi al soffitto, stoccafissi secchi pronti per essere immersi. Dall’altro lato del locale, si trova un’ampia scelta di gastronomia con varie preparazioni a base di baccalà, ma anche torte di verdura e il mitico minestrone.

Maria Cristina / Parma

PARMA

Panetteria Rosetta, gestita dalla signora Giovanna e da suo figlio, un ottimo posto dove fare spesa di prodotti artigianali locali: gli anolini soprattutto per cui Parma è famosa in tutto il mondo, possono essere surgelati e preparati poi a casa, mesi dopo.

Qualcuno dopo aver gustato un mitico panino di Pepen sul posto (minuscolo locale in centro città) ne ha poi ordinati qualche decina, ha chiesto di metterli sottovuoto e li ha caricati in macchina fino a Colonia. Il segreto pare stia in tutti gli ingredienti dell’imbottitura fatti in casa.

Anna Clelia / Locorotondo

LOCOROTONDO (Bari)

Cummè una bottega old style che offre vini della zona, oli biologici e conserve artigianali. Nessun turista ne esce senza un souvenir alimentare, rigorosamente handmade.

L’Arco de Tipici. lo scorcio fiorito davanti alla bottega lo rende particolarmente instagrammabile. Vin si degustano (e portano a casa) il capocollo di Martina Franca, i prodotti caseari artigianali, i prodotti da forno locali, i sottoli, le creme di verdure, le confetture, l’olio di oliva di Convertini i vini delle Cantine Cardone di Locorotondo, i biscotti di Ceglie Messapica, i rosoli e gli amari di Gravina.

Antonella / Palermo

PALERMO

Dopo la visita alla chiesa dell’Ammiraglio (o Martorana), degna di menzione per i suoi scenografici affreschi, gli elaborati mosaici e soprattutto il suggestivo e maestoso Cristo Pantocratore, è d’obbligo fermarsi all’attiguo monastero di Santa Caterina. Li è possibile trovare dolci e deliziosi frutti realizzati con pasta di mandorle tipici del palermitano.

La Bottega Alimentare del Cassaro un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono immergersi nei colori, i sapori e gli odori della Sicilia autentica: una vera gioia per gli occhi e il palato. 50 aziende selezionatissime locali che propongono pasta, olio, vino, marmellate, salse, conserve tipici della zona e introvabili altrove.


1.500  Cesarine in tutta Italia – che un tempo era il nome comune dato alle massaie emiliane – organizzano nelle loro case, in più di 450 località italiane, eventi gastronomici come pranzi, cene e corsi di cucina

Cesarine è una community di cuoche e cuochi domestici dislocata su tutto il territorio nazionale e selezionate da Home Food, un’associazione fondata nel 2004 con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e con la collaborazione dell’Università di Bologna.

Vere e proprie custodi di un patrimonio enogastronomico sommerso, le Cesarine mettono la loro esperienza a disposizione degli ospiti per regalare un’esperienza autentica, all’insegna della qualità e del gusto.

cesarine.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*