Archivi categoria: fiere gastronomiche

fiere

Como WINE SYMPOSIUM – Vini eccelsi a novembre 2018 – Villa D’Este

VILLA D’ESTE – WINE SYMPOSIUM

10° anniversario

8 – 11 NOVEMBRE 2018

Il Simposio del vino Villa d'Este, creato dal presidente e fondatore del Grand Jury Europeen Francois Mauss, nasce dalla semplice idea di riunire una volta all'anno per 4 giorni, i principali attori dell'industria del vino: produttori, venditori, distrubutori, fornitori, media, politici e amanti del vino o collezionisti.

Street Food Festival a Fabrica di Roma (VT) – 1 – 2 – 3 giugno 2018

Percorsi eno-gastronomici all’insegna del cibo da strada

Nel cuore della Tuscia viterbese, torna l’evento dedicato al cibo da strada con i camion a tema specializzati nel sapore!

Venerdì 1 – Sabato 2 – Domenica 3 giugno 2018

P.le Madre Teresa di Calcutta
Fabrica di Roma (VT)

Orari:
Venerdi e Sabato dalle ore 17
Domenica tutto il giorno

Ingresso libero

(prezzi a consumazione)

A Fabrica di Roma, nel cuore della Tuscia viterbese, torna l’evento dedicato al cibo da strada con i camion a tema specializzati nel sapore!

Dal primo al tre giugno l’Associazione Festeggiamenti SS. Matteo e Giustino, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Fabrica di Roma e la collaborazione di Tipico Eventi e Street Fud Festival, ospiterà una manifestazione incentrata sulle tipicità regionali nel cibo di strada: il secondo Food Truck Festival. Oltre una ventina di camion provenienti da tutta Italia proporranno, sul piazzale antistante al centro storico dell’antico borgo, sapori caratteristici del proprio territorio: da Gragnano arrivano i panozzi, dal Piceno i fritti, dal Salento la puccia, dalla Calabria il pesce fritto, dalla Sicilia i cannoli e dalla stessa Fabrica le caratteristiche pizzette, ma il menu è vario e ricco e spazierà dalla carne di Fassona ai carciofi alla giudia, dal polpo alla piastra al tipico Food family incentrato sul regno dell’hamburgheria. L’ingresso al percorso, diviso per specialità gastronomiche, è libero a tutti e su consumazione a prezzi davvero contenuti. Un’atmosfera conviviale, arricchita anche da performance musicali durante le serate, che è anche occasione di visita ad un antico Paese che celebra le proprie tradizioni tutto l’anno e che si appresta, gastronomicamente, a preparare per il prossimo luglio la settima edizione della rinomata sagra della pecora.

Maggiori informazioni su
https://www.facebook.com/comitatosanmatteo.fabricadiroma/

“ Il Pomodoro è la Dieta Mediterranea ”

Anicav e Ricrea insieme a Cibus 2018

Conserve di pomodoro e barattoli in acciaio protagonisti a Cibus, per portare a tavola tutto il sapore e il profumo di uno dei simboli più forti e autentici della produzione agroalimentare italiana e della cucina mediterranea.

UNO CHEF STELLATO INSEGNA A DEGUSTARE E SCEGLIERE I MIGLIORI PELATI 

Lo Chef ha coinvolto i presenti in un blind tasting con diversi tipi di derivati del pomodoro, evidenziando come per una buona cucina sia assolutamente necessario un buon pomodoro.

3 bicchieri da degustazione per vino

  • Versate il pomodoro concentrato in un bicchiere
  • Idem con una passata qualunque
  • Infine, in un altro  bicchiere, versate dei pomodri in scatola di alta qualità, passati senza frullarli !!!

Girate molto bene il pomodoro nel bicchieri.

Assaporate i profumi, assaggiate e capirete la grande DIFFERENZA !!!

:::::::

A coadiuvare lo Chef Gennaro Esposito, la Tecnologa Alimentare, Angela Pisani, che ha illustrato i processi di trasformazione che permettono al pomodoro di avere le caratteristiche richieste dagli chef per le loro preparazioni, e l’agronomo, Francesco Velardo, che ha raccontato come per un buon pomodoro conservato è necessario un buon pomodoro fresco da destinare all’industria.

chef Gennaro-Esposito

“Il barattolo di acciaio, che garantisce la salubrità del prodotto e la sicurezza alimentare per i consumatori, è da 150 anni il contenitore più utilizzato dalle nostre aziende per i derivati del pomodoro. – spiega il Direttore Generale di ANICAV Giovanni De Angelis – Oltre a conservare le caratteristiche nutrizionali ed organolettiche del prodotto, è anche assolutamente sostenibile, garantendo una totale riciclabilità”.

Dai barattoli ai grandi fusti, fino alle chiusure, gli imballaggi in acciaio che custodiscono il pomodoro, sono facili da differenziare e possono essere riciclati un numero infinito di volte mantenendo intatte le proprie qualità, dando vita a nuovi prodotti.

Per trasmettere al consumatore finale queste qualità e l’importanza di differenziare i contenitori utilizzati per avviarli al riciclo, ANICAV si è impegnata al fianco di RICREA, il Consorzio Nazionale senza scopo di lucro per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, per promuovere e far adottare alle aziende associate il nuovo logo Metal Recycles Forever, il metallo si ricicla all’infinito.

Il logo, creato da Metal Packaging Europe come marchio univoco e definitivo, garantisce ai consumatori la totale riciclabilità degli imballaggi in metallo.

“Grazie alle aziende associate ad ANICAV i barattoli di pomodoro sono uno dei simboli dell’industria conserviera in Italia e nel mondo – commenta Domenico Rinaldini, presidente di RICREA -. Attraverso il protocollo d’intesa tra ANICAV, RICREA ed Anfima, l’Associazione Nazionale fra i Fabbricanti di Imballaggi Metallici e Affini, il logo Metal Recycles Forever apposto sui contenitori trasferirà in modo immediato ai consumatori il messaggio dei benefici per l’ambiente e aiuterà a promuovere la cultura del valore della raccolta differenziata, veicolo fondamentale per il successivo avvio a riciclo”.

::::::::

Nella seconda giornata del Salone internazionale dell’Alimentazione di Parma lo Chef stellato Gennaro Esposito è stato protagonista dell’evento organizzato da ANICAV, l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali,

“Il pomodoro: dalla tavola alla terra”.

 

“Il pomodoro è la dieta mediterranea” CIBUS 2018 – Parma

“Il pomodoro è la dieta mediterranea”

CIBUS 2018 – Parma

al Padiglione 4.1, stand C053, una serie di eventi dedicati al pomodoro in tutte le sue forme.

Dal 7 al 10 maggio 2018

Fiere di Parma

solo per professsionisti

Cibus –  il Salone Internazionale dell’Alimentazione

 

.http://www.parmacityofgastronomy.it/cibus-o

  • Lunedì 7 maggio

ore 12:30 – “Pane, olio e pomodoro: i magnifici tre”

ANICAV e ASSITOL per la prima volta insieme raccontano il connubio perfetto tra i prodotti cardine della dieta mediterranea, in un evento-degustazione che esalta benefici e versatilità dei tre prodotti simbolo dell’agroalimentare italiano.

 

  • Martedì 8 maggio

ore 12:30 – “Il pomodoro: dalla tavola alla terra”

Edutainment e showcooking con lo Chef GENNARO ESPOSITO.

A seguire una degustazione di pasta al pomodoro preparata dallo chef stellato.

 

  • Mercoledì 9 maggio

ore 12:30 – “‘A pizza ca pummarola ‘ngopp”

Pizzashow con il Maestro Pizzaiolo ANTONIO STARITA.

Una degustazione dedicata al pomodoro, ingrediente principe di una delle ricette più famose al mondo: la pizza!

 

ore 14:30 – “Salerno e le sue eccellenze”

Showcooking con il Maestro Pasticciere SAL DE RISO che preparerà e farà degustare il famoso “Dolce d’Amalfi con limone IGP Costa d’Amalfi e confettura di pomodoro S. Marzano dell’Agro Nocerino Sarnese DOP”.

 

Milano – Seeds&Chips – Summit internazionale Food Innovation

Continua Seeds&Chips il Summit internazionale sulla Food Innovation:

tra ospiti internazionali, conferenze e il meglio dell’innovazione applicata al settore, con particolare focus sull’acqua

Un palinsesto di conferenze per presentare, raccontare e discutere sui temi, sui modelli e sulle innovazioni che stanno cambiando il modo in cui il cibo è prodotto, trasformato, distribuito, consumato e raccontato ….

Acqua significa sicurezza alimentare, la chiave di questo secolo, il nuovo petrolio...

Oggi la premiazione della call WaterFirst!:
vince il premio la startup israeliana Utilis Corp

– Dopo le prime due giornate che hanno visto la partecipazione di importanti speaker internazionali continua il programma di Seeds&Chips con numerosi appuntamenti.

Lo studio Coldiretti “La New Canapa Economy”,

presentato ieri a Seeds&Chips, ha evidenziato l’aumento di 10 volte i terreni coltivati a canapa in Italia, con 4.000 ettari stimati nel 2018.

Secondo le stime dell’Organizzazione, è emerso che sono centinaia le nuove aziende agricole che hanno avviato nell’anno in corso la coltivazione di canapa: non a caso i giovani imprenditori della Coldiretti hanno messo in mostra le tante varianti alimentari, dai biscotti e dai taralli al pane di canapa, dalla farina di canapa all’olio, le cui proprietà benefiche sono state riconosciute dal Ministero della Salute, dall’Oms e da numerose ricerche.

Nella giornata odierna è stato presentato l’Altagamma Top Wines Study, il primo studio approfondito sul consumo mondiale e sulle dinamiche di crescita dei vini di fascia alta, realizzato da Altagamma in collaborazione con EY.

Dal canale dei ristoranti stellati in evidenza la crescita del consumo di top wines, la rilevanza del vino italiano e l’importanza dello storytelling.

Si è continuato con la premiazione dell’attesissima call WaterFirst! che ha visto partecipare alle selezioni 65 progetti di 23 Paesi per mostrare le migliori soluzioni sul tema dell’acqua.

Dei 30 progetti più meritevoli, i 5 finalisti sono Utilis Corp dell’israeliana Dora Gondor; Folia Water di Jonathan Levine; Desolenator di Madeleine Bell; FinappTech di Cristiano Lino Fontana e Nano Sensor Systems di Veronica Sberveglieri.

La giuria di valutazione, composta dagli advisor scientifici del Summit come IIT, CNR, e UNIDO ITPO Italy, ha assegnato il premio speciale di 10.000 Euro a Dora Gondor per Utilis Corp per il suo sistema innovativo, efficiente ed economico che rileva le perdite di acqua potabile dalle tubature utilizzando la tecnologia satellitare. Il premio è stato intitolato a nome dell’Ambasciatore Giorgio Giacomelli.

Il diplomatico milanese, scomparso lo scorso anno, nel corso della sua lunga carriera internazionale ha dedicato particolare attenzione alla conservazione e gestione delle risorse idriche, fino ad essere nominato nel 2006 membro onorario dello UN Advisory Board on Water and Sanitation dall’allora Segretario Generale nelle Nazioni Unite Kofi Annan.

“Ci apprestiamo a vivere a pieno anche i prossimi appuntamenti qui a Seeds&Chips” ha affermato Marco Gualtieri, Presidente e fondatore del Summit. “Abbiamo già affrontato tanti temi e incontrato ospiti di fama internazionale, concludendo l’agenda di ieri con la significativa visita di Romano Prodi, presidente della Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli, con cui abbiamo discusso dell’importanza di portare a Milano un’Autorità internazionale dell’Acqua.

Acqua significa sicurezza alimentare, la chiave di questo secolo, il nuovo petrolio.

Serve un’organizzazione internazionale che ne disciplini le regole, anche con l’innovazione sul sistema internazionale delle acque. Noi abbiamo le carte in regola per ospitarla”.

I primi due giorni di Summit hanno visto la partecipazione di due leader dell’imprenditoria e politica mondiale come Howard Schultz, Executive Chairman di Starbucks, e John Kerry, 68° Segretario di Stato americano.

Il keynote di Howards Schultz si è svolto nel giorno di opening: “Sono qui per parlare di business, ma la verità è che voglio parlare di amore e umanità. La domanda che voglio porre e alla quale voglio rispondere è: cosa significa amare qualcosa in relazione alla responsabilità che ne deriva. Cosa comporta essere una compagnia di successo, rispetto all’aspetto umano?”.

L’esortazione di Schultz agli innovatori è stata di condividere realmente i veri valori e di contestualizzarli nell’ambiente “open source” in cui viviamo.“

Dall’Italia abbiamo imparato tanto.

Sono venuto qui nel 1983 da giovane e la mia immaginazione è stata catturata dal senso di comunità degli italiani.

E questa è stata l’idea che ho portato con me negli Stati Uniti.

Ai primi di settembre apriremo a Milano il nostro grocery Starbucks, non vogliamo certo insegnarvi a fare il caffè anzi vogliamo farvi vedere cosa abbiamo imparato”.

Molto applaudito ieri anche l’intervento dell’ex Segretario John Kerry incentrato sugli impatti del sistema alimentare sul clima globale e delle politiche sostenibili in una sala da tutto esaurito con oltre 1500 partecipanti che hanno ascoltato con attenzione il suo discorso:

“Bisogna credere nella scienza” ha dichiarato John Kerry. “Milioni di persone potrebbero mangiare di più e meglio se fossimo più intelligenti nella raccolta, nella conversazione e nella distribuzione del cibo.

Siamo la causa di molti problemi che ora non stiamo affrontando nel modo giusto.

Ci sono persone che si svegliano e vanno al lavoro a stomaco vuoto.

Circa ottomila bambini muoiono ogni giorno – ha continuato Kerry – perché non vengono nutriti nel modo corretto. Dobbiamo compiere scelte migliori in tema alimentare, scegliere meglio ciò che mangiamo e fare attenzione a ciò che sprechiamo”.

 

***
Seeds&Chips, the Global Food Innovation Summit, è l’evento di riferimento a livello mondiale nel campo della Food Innovation.

Una vetrina d’eccezione interamente dedicata alla promozione di soluzioni e talenti, tecnologicamente all’avanguardia, provenienti da tutto il mondo.

Un’area espositiva e un palinsesto di conferenze per presentare, raccontare e discutere sui temi, sui modelli e sulle innovazioni che stanno cambiando il modo in cui il cibo è prodotto, trasformato, distribuito, consumato e raccontato.

Alla III edizione di Seeds&Chips, The Global Food Innovation Summit, ha preso parte il Presidente Barack H. Obama in qualità di keynote speaker. L’evento ha registrato oltre 300 speaker provenienti da tutto il mondo; oltre 240 espositori; 15800 visitatori e registrato 131 milioni di social impression in 4 giorni.

La IV edizione di Seeds&Chips, The Global Food Innovation Summit, si svolgerà a MiCo, Milano Congressi, dal 7 al 10 Maggio 2018 e vi prenderà parte tra gli altri John Kerry, ex Segretario degli Stati Uniti d’America, e Howard Schultz, Executive Chairman di Starbucks.

 

 

Milano evento imperdibile Food City 7 – 13 maggio

Per chi ama il buon cibo

Anche: Sky & Jazz – Aperitivi in terrazza

Dal 7 al 13 maggio TUTTOFOOD organizza, insieme al Comune di Milano, la Milano Food City.

L’evento cittadino dedicato alla buona tavola che si prepara ad accogliere turisti e cittadini da tutto il mondo con eventi organizzati sul territorio milanese, all’insegna del cibo di qualita’.

Tanti eventi e collaborazioni per rendere l’evento unico e imperdibile: show-cooking, degustazioni, talk e incontri animeranno i luoghi della citta’  per un momento dedicato al cibo in tutte le sue forme e colori. Una serie di eventi per godere al meglio il risveglio della citta’  sul tema del cibo.

Sky & Jazz – Aperitivi in terrazza
Sette aperitivi per sette location differenti dove, giorno dopo giorno, sara’  possibile assaporare e gustare al meglio il momento milanese per eccellenza: l’aperitivo.

7 maggio
TERRAZZA DUOMO 21
Via Silvio Pellico, 2 – MI

8 maggio
THE YARD HOTEL
Piazza 24 Maggio, 8 – MI

9 maggio
55 MILANO
Via P. della Francesca, 55 – MI

10 maggio
11 ROOFTOP
Via A. di Tocqueville, 7 – MI

11 maggio
SHERATON DIANA MAJESTIC
Viale Piave, 42 – MI

12 maggio
LA GARE
Via G. Battista Pirelli, 20 – MI

13 maggio
MELIÁ MILANO,
Via Masaccio, 19 – MI
Food & Joy

Una piazza diventata il fulcro dell’area moderna dello Skyline di Milano, al cui interno sara’  possibile assaporare una varieta’  di cibi e pietanze alla riscoperta del gusto autentico dello street food.

Grazie ai food truck posizionati all’interno di piazza XXV Aprile ogni passante potra’  ricercare una pausa pranzo alternativa o una serata giovane dedicata alla convivialita’ .

7-13 maggio
P.zza XXV Aprile – Milano

Per gli altri eventi in programma… STAY TUNED!!!

Milano Festival Internazionale di cultura e cucina vegetariana

Un’idea di Pietro Leemann e Gabriele Eschenazi

Milano, 12/13 maggio 2018 Fabbrica del Vapore

Quinta edizione

Mangia la foglia, salva il pianetasarà quest’anno il tema della quinta edizione del nostro festival.

Ad esso è dedicato un logo specifico.

Al tema si riferiranno molte delle attività della nostra manifestazione, che da sempre considera inscindibile il rapporto tra cambiamenti climatici e produzione di alimenti.

Più quest’ultima avviene senza seguire alcun criterio di sostenibilità e più l’ambiente e con esso il clima subiranno danni irreparabili.

Un’iperproduzione chimica ed estensiva di cibo oggi significa ipoproduzione in futuro quando le risorse naturali saranno state prosciugate e difficilmente recuperabili.

Ma cosa possiamo mangiare per essere in pace con noi stessi, stare bene e salvare il pianeta?

Ce lo illustrerà un professore di medicina della George Washington University, Neal Barnard.

È il fondatore delPhysicians Committee for Responsible Medicine:

un’organizzazione americana non profit la cui mission è quella di promuovere l’importanza della medicina preventiva e di condurre ricerche cliniche a sostegno dell’efficacia della corretta alimentazione nella prevenzione e nel trattamento delle più gravi e diffuse patologie.

I risultati delle sue ricerche sono stati pubblicati sulle principali riviste medico-scientifiche internazionali e sono stati citati dall’American Diabetes Association e dall’American Dietetic Association nelle loro linee guida ufficiali.

I suoi libri diventano puntualmente best seller del New York Times. Barnard è in prima linea nella battaglia contro i test sugli animali. In Italia il suo editore è Sonda, che collabora nell’organizzazione della sua visita.

Due i suoi libri pubblicati in italiano da Sonda: Curare il diabete senza farmaci eSuper cibi per la mente(schede disponibili su richiesta).

Barnard interverrà al Festival sabato 12 in due momenti. Il primo alle 13.00 quando il pubblico sarà invitato a consumare con lui un picnic davvero speciale.

Il Barnard picnic basket, messo in vendita, conterrà del cibo cucinato seguendo ricette dello stesso Barnard, che poi le illustrerà in diretta al pubblico.

Il secondo momento sarà intorno alle 14.30, quando il professor Barnard insieme a Pietro Leemann e Jenny Sugarspiegherà al pubblico le sue teorie e le sue attività in favore di una “medicina responsabile”.

​In calendario : dibattiti, showcooking, laboratori, mostre d’arte, gli spazi dei partner di TVC2018, l’area ristoro e il Mercato della Terra.​

Evento a Milano – Showcooking e corsi di cucina per tutti THE MALL DI PORTA NUOVA

SOLO AL THE MALL DI PORTA NUOVA, DAL 10 AL 13 MAGGIO 2018

Il Risotto alla Pescatora è più buono della Paella ! ? …

TROVERAI FRA I MIGLIORI FUORICLASSE DELLA CUCINA ITALIANA

>> INGRESSO PIAZZA ALVAR AALTO>>

“…con tanti showcooking e corsi di cucina per tutti!”.

Quante volte lo abbiamo letto leggendo di questo o di quell’evento? 

Noi dei Taste Festivals per esempio lo abbiamo scritto tante volte, in passato, ma crediamo sia ora di cambiare! Se sei un’aficionado dei nostri festival sai bene che la Scuola di Cucina è stata uno dei luoghi che hai apprezzato di più, ma abbiamo deciso che aveva bisogno di una rifrescata, di uno spirito nuovo e…di un paio di scarpe da corsa!

Cosa vogliamo dire?

Che da quest’anno la Scuola di Cucina diventa Taste Arena!

E ti propone un ricco calendario di sfide culinarie dove sarai chiamato a dire la tua, a dimostrare che il Risotto alla Pescatora è più buono della Paella, che il Pesto Siciliano batte quello Ligure, che non esiste cotoletta alla milanese a meno che non sia la classica Orecchia di Elefante e a batterti per tenere alta la bandiera della tua filosofia in cucina, quella in cui più ti riconosci, in moltissimi entusiasmanti momenti in cui potrai essere protagonista.

Quindi cosa aspetti?

SCOPRI SUBITO tutte le sfide di gusto che ti stanno aspettando e scendi nella Taste Arena!

BOLOGNA WEEKEND GASTRONOMICO – UNA CITTA’ DA RISCOPRIRE

BOLOGNA LA GRASSA

Bologna 672 Torre degli Asinelli Italia ok

 

Bo9a

BOLOGNA LA DOTTA, MA ANCHE LA GRASSA;  E NOI ABBIAMO COMINCIATO CON UNA SCUOLA DI CUCINA E ABBIAMO FINITO CON DIVERSE PUNTATE IN OTTIMI RISTORANTI.

Siamo andati  a scuola di cucina da CIBO – Culinary Institute Of Bologna For Foodies. Qui abbiamo imparato in 45′ tutti i segreti della pasta bolognese fatta in casa;

-1 etto di farina 0 o farina 1, mai la farina 00 che serve per i dolci (volendo usare un 20% di farina di segale per renderla più grezza, così assorbe meglio il sugo ; oppure un 20% di farina di castagne, se piace il suo sapore un poco dolce, oppure aggiungere alla farina degli spinaci bolliti, MOLTO strizzati  e ben sminuzzati per dare il colore verde, o le barbabietole per il rosso, il nero di seppia per il nero (ne basta pochissimo) ecc….

-1 uovo per ogni etto di farina.

Almeno tre cucchiai di farina si mettono da parte e si useranno, se necessario dopo, quando si vedrà se la pasta è troppo secca, altrimenti si lasciano da parte.

Si forma un nido con la farina abbastanza grande da contenere l’uovo o le uova;  mescolare con una forchetta le uova al centro, piano piano, senza rompere il nido, altrimenti fuoriesce l’uovo,  immettendo poco alla volta la farina;

-quindi si impasta  con le dita (mai fare forte pressione); tutto in ambiente fresco NON ventilato, le mani non dovrebbero essere troppo calde;

-quando tutto è un buon impasto si inizia a lavorare con le mani (dolcemente), quando la palla non attacca più, allora si passa al mattarello;

-quando la pasta è ben stesa si arrotola sul mattarello dopo averla cosparsa di poca farina, si ri-stende la pasta con il mattarello facendolo rotolare e così allargando sempre più la superficie della pasta .. continuare sino a ottenere una sfoglia sottilissima

-la sfoglia si cosparge di pochissima farina e si arrotola in un rotolo  largo circa 5/7 cm. (senza schiacciare) per potere tagliare le tagliatelle con il coltello della larghezza che vogliamo (pochi millimetri per i tagliolini, anche 2 cm per le pappardelle, media misura per le tagliatelle)

-la pasta si conserva formando dei nidi e cospargendola abbondantemente di semola, che impedirà alla pasta di attaccarsi.

Il meglio è cuocerla subito, pochi minuti (1- 2-3  minuti secondo la larghezza), altrimenti si lascia seccare e si tiene in frigorifero ben coperta.

CIBO – Culinary Institute Of Bologna For Foodies, Via Righi Augusto, 308, 40126 Bologna. Tel.:051 056 6087.  LAST MINUTE BOOKING requests are possible emailing us at:
lastminute@cookingclassesinbologna.com

Bo 10 bc

Bologna medioevale.

Bo 10a

La Torre degli Asinelli.

Natale 672 az

Bo 11a

Il Duomo

Bo 13 a

Bo 11 cd

A BOLOGNA PER UN EVENTO GASTRONOMICO ABBIAMO ANCHE RI-VISITATO  UNA CITTA’ CHE MERITA LA NOSTRA ATTENZIONE: GRASSA E DOTTA PIU’ CHE MAI.

Bo 13 ab

Bo 12 a

TASTE OF CHRISTMAS dal 27 al 29 novembre a Palazzo Re Enzo, Bologna.

Bo 7a

Bo 5

Antica Trattoria del Reno.

Passeggiare per le vie di Bologna a naso in su,  ci ha fatto riscoprire le sue bellezze architettoniche e, naturalmente abbiamo mangiato benissimo; compreso un caffè indimenticabile.

Bo 3

bo 2

Bo 9b

Un antico palazzo, ben ristrutturato, ci ha accolto a due passi dal centro con tutta la simpatia e ospitalità della gente del posto.

Ecco i nostri indirizzi a Bologna:

BUONHOTEL,  via degli Usberti, 4, Quartiere porto, centralissimo. tel. 051.231807 www.buonhotelbologna.it info@buonhotelbologna.it (essendo in un antichissimo palazzo, non ha ascensore; ma tutto è ok).

Bo 4

CANTINA BENTIVOGLIO – RISTORANTE; imperdibile, abbiamo mangiato la vera cucina locale come la pasta reale nel brodo “come Dio comanda”, tigelle e tagliolini tirati a mano, ottimi tutti i primi, fantastico il roast beef con senape e zucca; buonissima la carne cruda servita su una base di patate… non siamo riusciti a mangiare altro, ma torneremo…  Jazz dal vivo (prezzi medi).
Indirizzo: Via Mascarella, 4/b, 40126 Bologna
Telefono:051 265416.

BOLOGNA CITTA’. Se volete il massimo anche come servizio: La buca Manzoni,  ottimo, ma non economico, vera cucina locale. Sicuramente uno dei migliori. Tagliatelle al ragù a lume di candela e tanto altro tutto eccellente…  si scendono i gradini e si raggiunge un seminterrato del 1300 con pavimenti in pietra e camino in rame.
Indirizzo: Via Manzoni, 6G, 40121 Bologna
Telefono:051 271307.

—-

UNA CHICCA DA VISITARE:

OSTERIA SOLE; la vera osteria come era ai tempi: si portano le cose da mangiare e si ordina solo da bere. Vini bianchi e rossi in una cantina del ‘400, con tavoli in legno e pareti tappezzate di foto.
Indirizzo: Vicolo Ranocchi, 1/d, 40124 Bologna
Tel.:347 968 0171.

 

CAFFE’  CON GRANDISSIMA SCELTA DI GUSTI (eccellenti !), ma anche ottimi tè e buoni dolcetti: MONTECARLO, via Ugo Bassi31/a Bologna tel. 051 04 77 062.

—-

MERCATO DELLE ERBE il mercato coperto di Bologna centro: vicino al  Caffè Montecarlo. Fu inaugurato nel 1949, via Ugo Bassi. Qui potete trovare una enorme scelta di prodotti di alta qualità, dalla frutta alla verdura .. carni, formaggi e altro.

FUORI BOLOGNA, ma meritano il viaggio (20′ circa dal centro).

Cibo 672 tortelli Italia s cucina italiana trattoria

BO 8a

Bo9a

TRATTORIA MORARA; NON E’ UN POSTO ALLA MODA, MA E’ MOLTO MEGLIO… cucina la nonna di 75 anni, cultura della carne (erano macellai), pasta fatta dalla nonna, eccellente qualità, ottima cucina, posto molto semplice;  NON LO DIMENTICHERETE MAI PIU’; pasta solo fatta in casa FRESCA DI GIORNATA, tutto solo secondo la più antica tradizione, eccellenti tutti i primi, fantastico il castrato, ma anche il coniglio alla cacciatora … il cream caramel cuoce dolcemente 8 ore in forno come dovrebbe essere, il risultato è indimenticabile…vino della casa da vigneti del posto con uva Fragola…il digestivo da solo merita il viaggio; Via Idice, 84,40068 San Lazzaro di Savena, BO; tel. 0516288537.

DORMIRE A SAN LAZZARO, qui in estate NON ci sono le zanzare e la sera l’aria è fresca;  a differenza delle zone circostanti.:

B&B Castel de Britti; 

(7 km da San Lazzaro Di Savena ed a 14 km. da Bologna ed a 500 metri dalla fermata del bus per Bologna, 20′ di auto dalle terme di Castel San Pietro),  giardino con piccolo angolo benessere con vasca idromassaggio; connessione Wi-Fi gratuita in tutta la struttura. Cucina in comune e attrezzature per  barbecue.

Alcune camere dispongono di vasca jacuzzi. Colazione a buffet; servita in camera o nella sala in comune. (i prezzi su Booking.com variano enormemente secondo il periodo, da 45 euro in bassa stagione a 145  euro !). Telefonate per avere ulteriori precisazioni.

Via Castel de Britti 2a; tel. 0516288660, cell.3357500995. 

Dotato di Wi-Fi gratuito in tutta la proprietà, il Villino Margherita offre sistemazioni che accettano animali a San Lazzaro di Savena e propone un parcheggio privato in loco senza costi aggiuntivi.

Villino Margherita ; Bed & Breakfast; Via Russo, 7, 40068 San Lazzaro di Savena BO; cell.:392 531 4545; camere dotate di TV satellitare a schermo piatto. Per noi è il più economico, ma si deve sempre controllare. Semplice, ma con tutto il necessario e un bel giardino. Da 40 euro la singola.

Il Ristorone, Via Ristorone, 40100 San Lazzaro di Savena BO, 4/5 tipi di castrato, tortellini, passatelli ; eccezionale grigliata di carne. Prezzi medi (25 euro). Telefono: 051.6052166.

Non lontano dal centro di Bologna “Antica Trattoria del Reno”, non economico, ottima la qualità con un tocco di modernità; un bel ristorante alla moda; via del Traghetto 5/3, Bologna tel. 051 41 29 341.