Archivi categoria: ECOLOGIA

ecologia, ecology,

Nanoparticelle sono sicure ? Dove si trovano ?

Se volete avere informazioni sulle nanoparicelle e loro pericolosità , non è facile trovarne di serie.

Le nanoparticelle sono compresi nella scala dei miliardesimi di metro (o milionesimi di un millimetro).

Le nanoparticelle usate in medicina o in campo alimentare sono controllate e il loro livello di sicurezza è coniderato elevato.

Altri tipi di nanoparticelle sono meno controllati e rimangono sospetti sulla loro innocuità e rimangono dubbi e incertezze al rigurado.

Le nanoparticelle hanno dimostrato in laboratorio di avere effetti mutageni ( nacita di esseri deformi ).

La situaione è in evoluzione, oggi si sta cercando di creare nanoparticelle non pericolose.

Tuttavia, mentre si stanno facendo i controlli uffciali, che per legge durano 10 anni, le nano particelle sono contenute in numerosi prodotti che usiamo quotidianamente come; lucidanti dei capelli, shampoo, dentifrici, creme; soprattutto con i filtri solari, fondotinta  ecc… come nell’industria alimentare  (per proteggere e conservare meglio e più a lungo gli alimenti), nell’industria dell’energia e della protezione dell’ambiente, nell’industria tessile e altro.

La nano particella permette al produttore, che la usa, di ottenere ottimi risultati; basta uno strato infinitesimale di prodotto per avere risultati sorprendenti. Quindi grandi guadagni e risultati , con poca materia utilizzata.

Ma si sa anche che le primitive forme di nano particelle hanno dimostrato di poter essere anche mutagene; nacita di esseri deformi.

Tutte le nano particelle contenute nei nostri shampoo, detergenti per la pelle, creme solari, deteregenti che tolgono le macchie … dentifrici ecc… finiscono nelle acque che nel tempo finiscono nel sottosuolo o nel mare e ritornano a noi come pesce o come acqua da bere …

Evitiamo almeno di farn eun uso dissennato, usiamone il minimo necessario.

L’Europa ha obbligato, per legge, di porre un simbolo che identifichi il contenuto di nanoparticelle, ma è difficilmente identificabile pe ril non esperto in materia.

USI MOLTO POSITIVI

Le nano particelle sono utilizzate anche per  veicolare medicinali che arrivano direttamente dove devono agire; una soluzione ottimale per curare cancro ecc…, m ala strada da seguire è ancora lunga. Siamo solo ai primi approcci; con ottimi risultati per la salute dei malati gravissimi.

Se volete informazioni scientifiche aggiornate dovete sapere l’inglese o usare Google traduttore:

https://www.researchgate.net/publication/235941056_Nanosafety_by_design_Risks_from_nanocompositenanowaste_combustion

BIENNALE ARCHITETTURA A VENEZIA – Apre il 26 maggio 2018

BIENNALE ARCHITETTURA 2018

Da sabato 26 maggio a domenica 25 novembre

75 Paesi partecipanti

sette per la prima volta

curata da due donne architetto irlandesi come Yvonne Farrell e Shelley Mc Namara.

Freespace (Spazio libero)

è il titolo dell’esposizione 2018

PIU’ SOTTO SPECIALE CINA E PERU’

Quest’anno la novità è che la mostra non sarà solo ai Giardini ed all’Arsenale, ma l’intera città aprirà alla mostra:

-molte esposizioni collaterali

alcuni padiglioni stranieri con sede nei palazzi veneziani.

Più che  mostra, sarà una nuova idea di architettura “sociale”.

Saranno presenti anche molti architetti pressoché sconosciuti, che Farrell e McNamara hanno scoperto e selezionato in giro per il mondo. Scelta che fa onore alle curatrici.

Ovviamente non mancano i progettisti famosi:

David Chipperfield, Alvaro Siza, Kazuyo Sejima (già direttore di Architettura), Rafael Moneo, Souto Moura, Odile Decq, Toyo Ito, tra i tanti.

Italiani: Cino Zucchi, Marco Pogacnik, Francesca Torzo, Maria Giuseppina Grasso Canizzo.

Per la prima volta, saranno presenti: Antigua e Barbuda, Arabia Saudita, Guatemala, Libano, Mongolia, Pakistan e la Santa Sede.

Dopo la Brexit, il Padiglione inglese, intitolato “Island”, diventerà uno spazio pubblico per incontri popolari per un intero anno.

“Repair” è titolo del padiglione australiano, 30 mila piante esposte all’interno;  65 specie della prateria che rischiano di scomparire.

“In Statu Quo: Architecture of Negotiation” è il tema del  padiglione israeliano; sull’ attuale  tormentata relazione tra Israele e Palestina. Sarà uno dei padiglioni con maggiori misure di sicurezza insieme alla Russia.

Il Padiglione Italia all’Arsenale è curato da Mario Cucinella, con il nome di  “Arcipelago Italia”; per indagare le complessità dei territori interni al Paese Italia.

:::::::::::::::::::::::::::::::::

Padiglione della Cina

Il ritorno alla vita pastorale è stato a lungo un ideale della tradizione letteraria cinese

16a Mostra Internazionale di Architettura La Biennale di Venezia
COSTRUIRE UNA CAMPAGNA DEL FUTURO

26 maggio – 25 novembre 2018 Giorni di anteprima: 24-25 maggio 2018

Anteprima stampa: 25 maggio, 14.45 Cerimonia di apertura: 25 maggio, ore 15.30

“La motivazione per questa mostra è più che solo xiangchou, un termine cinese che si riferisce alla nostalgia per le terre rurali.

Ritorniamo nelle campagne dove la cultura cinese ha origine per recuperare valori dimenticati e possibilità trascurate; da lì, costruiremo una futura campagna. “- Li Xiangning (Curatore)

Una delle maggiori sfide per gli ambienti contemporanei costruiti è il futuro dello sviluppo rurale. In Cina, la campagna è diventata una nuova frontiera per gli esperimenti in questo settore, e il paese sta sviluppando le sue campagne a una velocità e una scala invisibili in Occidente.

Disegnati dalla promessa di opportunità illimitate, architetti, artisti, sviluppatori e il flusso di capitali stanno convergendo nelle aree rurali di tutta la nazione.

Il ritorno alla vita pastorale è stato a lungo un ideale della tradizione letteraria cinese.

Nei tempi moderni, vivere in aree rurali coinvolge in genere aspetti come politica, capitale, infrastrutture e tecnologia.

Mentre la modernizzazione e il progresso tecnologico ci promettono una vita migliore con le condizioni di vita moderne, anche loro, in una certa misura, separano il legame tra vita rurale e tradizione.

Di fronte alle abitazioni rurali prodotte in serie dall’urbanizzazione, gli architetti cercano di trovare una via di mezzo tra tradizione e modernizzazione, sfruttando la tecnologia moderna alla ricerca di una connessione vernacolare.

Dalla grande distesa gialla dell’altopiano di Loess alle città acquatiche a sud dello Yangtze, dalle vaste e abbondanti pianure della Cina nord-orientale alle verdi e bellissime fattorie del sud, centinaia e migliaia di villaggi sono diventati siti per lo sviluppo industriale, -building e creazione culturale.

Questi siti godono di enormi opportunità offerte dalle innovazioni tecnologiche, tra cui internet, sistemi logistici e economie di condivisione.

Lo sviluppo della campagna nella Cina contemporanea non ha precedenti sia nella sua scala che nei suoi approcci.

Ancora più importante, questo sviluppo anticipa una nuova soluzione fondata sulle condizioni uniche della Cina.

Costruire un futuro La campagna descrive la campagna della Cina contemporanea attraverso sei episodi: abitazioni poetiche, produzione locale, pratiche culturali, turismo agricolo, ricostruzione della comunità e esplorazione futura. Questa mostra delinea un freespace per opportunità e anticipa lo sviluppo futuro.

PROGETTI PRINCIPALI
Entrando nel padiglione, seguendo il percorso della mostra, i progetti principali sono:
Forno in legno Bing Ding di Zhang Lei, AZL Architects
Xinzhai Coffee Manor di Hua Li, Trace Architecture Office – TAO
Una vecchia-nuova casa di John Lin + Joshua Bolchover, Rural Urban Framework Cidi Memo, una città della memoria di Liu Yuyang, Atelier Liu Yuyang Architects Mountain Dwelling. Abitazione Waterside. Forest Dwelling di Dong Yugan In Bamboo di Philip F. Yuan, Archi-Union Architects, co. Ltd

Fuori dal padiglione della Cina, nel giardino:

Cloud Village di Philip F. Yuan, Shanghai Digital Fabrication Engineering Technology Centre
LI XIANGNING, CURATORE

Il Dr. Li Xiangning è vice preside e professore ordinario di storia, teoria e critica all’Università di architettura e pianificazione urbana dell’Università di Tongji. È membro della CICA (Comité International des Critiques d’Architecture), ha lavorato come curatore per numerose mostre e ha pubblicato numerose pubblicazioni sull’architettura e l’urbanistica cinese contemporanea. È capo redattore di Architecture China e President of Architecture China Foundation. Inoltre, ha lavorato con musei e istituti internazionali ed è stato membro della giuria di numerosi premi e concorsi internazionali.
PADIGLIONE DELLA CINA – 16 MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA LA BIENNALE DI VENEZIA
Commissario: China Arts and Entertainment Group (CAEG)
Organizzatore: Ministero della cultura e del turismo della Repubblica popolare cinese. Presentatore: China International Exhibition Agency
Vice commissario: Li Jinsheng, Wang Chen
Commissari aggiunti: Huang Xiaogang, Liu Zhenlin, Li Rui, Yang Xin, Xie Yanyi, Li Yunyun, Zhang Ziwei
Collaboratori: Zhu Di, Zheng Hao, Wang Mingxian, Zhu Wenyi, Shi jian, Li Hu
Curatore: Li Xiangning
Assistenti del curatore: Yao Weiwei, Mo Wanli, Gao Changjun Research Team: Zhang Xiaochun, Lin Lin, Deng Yuanye
Display Design: Liu Yuyang, Zhang Ziyue
Graphic Design: Ni Minqing, Li Jixin
Espositori: Dong Yugan, Hua Li, Liu Yuyang, Philip F. Yuan, Rural Urban Framework, Zhang Lei, Atelier Archmixing, Atelier Deshaus, Chen Haoru, Cina Nuova pianificazione rurale e design, Dong Gong, Drawing Architecture Studio, Hsieh Ying-Chun , Jin Jiangbo, Li Yikao, Li Xinggang, Seung H-sang, Nishizawa Ryue, Li Zhenyu, Lyu Pinjing, Naturalbuild, O-office Architects, temp architects, Xu Tiantian, Zhang Li, Zhao Yang, Zhu Jingxiang

Photo: CINA Biennale 2018 Philip F. Yuan, In Bamboo, © Bian Lin Courtesy Pavilion of China at the 16th International Architecture Exhibition of La Biennale di Venezia

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

PERU’ ALLA BIENNALE 2018

Biennale di Architettura di Venezia 2018 – Il Perù si prepara

Per ulteriori informazioni:

http://www.peru.travel

Facebook: www.facebook.com/visitperu

Twitter: https://twitter.com/visitperu

Youtube: www.youtube.com/VisitPeru

Instagram: https://instagram.com/peru/

 

Da vedere per i vostri bambini e per voi – Gratuiti e meravigliosi

DOCUMENTARI SULLA NATURA 

Dalla storia di Babilonia alla Papuasia alle steppe dell’Asia

APPROFITTIAMO DI QUELLO CHE IL WEB CI OFFRE DI MEGLIO … !

Documentari bellissimi – gratuiti – insegnano in poche efficaci immagini la curiosità verso storia e geografia; affascinando adulti – bambini e ragazzi.

Ben fatti, brevi e non noiosi suscitano l’interesse sull’argomento.

Anche le scuole dovrebbero proporli come spunto per spiegare storia e geografia; invece dei vecchi e arretrati testi scolatici italiani o degli elenchi di date e nomi a memoria; che non servono a suscitare l’interesse dei più giovani. Ma soprattutto, alla base, ci deve essere la passione e la conoscenza da parte dell’insegnate e il suo aggiornamento, non per corsetti noiosi e obbligatori, ma per cultura personale e doveroso impegno professionale.

Soria della vita sul nostro pianeta

Da http://global.ebs.co.kr

Per esempio guardate:

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

http://global.ebs.co.kr

DECISAMENTE MEGLIO CHE GUARDARE I PROGRAMMI CRETINI O SUPERFICIALI DELLA TELEVISIONE

IL WEB NON E’ SOLO STUPIDE CHAT E SELFINGinsegnamolo ai nostri figli e nipoti !!!

I COREANI DEL SUD HANNO MESSO A PUNTO DEI DOCUMENTARI CHE SONO ALL’ALTEZZA DELLA MIGLIORE PRODUZIONE MONDIALE

ALTRI ESEMPI DI BELLISSIMI BREVI FILMATI PER AMARE  – CONOSCERE –  CAPIRE IL MONDO DELL’UOMO E DELLA NATURA

Territori estremi:

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Dinosauri http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Il suono del vento: http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Popoli himalayani http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Civiltà http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Cambogia http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Homo erectus evoluzione dell’uomo: http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

USANDO TECNICHE FOTOGRAFICHE E CONOSCENZE SCIENTIFICHE RECENTISSIME, fanno sembrare i documentari, poveri noi !, presentati dalla TV Marco Polo sull’Italia PRODOTTI ANTIDILUVIANI (non è esterofilia, è realismo e seria conoscenza di come stanno le cose)

Ve lo dice chi ha girato il mondo fotografando le barriere coralline; quando erano vive in superficie, qualcuno che aveva nove in biologia, chi ama e conosce i documentari della BBC e chi ha letto centinaia dei migliori libri di viaggio dei più grandi scrittori-viaggiatori del mondo.

Ecco cosa scrive http://global.ebs.co.kr

There are a handful of places in the world where temperatures and altitudes can reach extremes not seen anywhere else.These environments are starkly different – ranging from scorching deserts where the temperature can soar up to 63 degrees Celsius, to icy fields where things freeze in the blink of an eye. Nevertheless, the people of these regions share a common bond of determination and courage. Let us we meet these people whose lives are a testament to the strength and tenacity of the human spirit.

 

STRAGE DI ANIMALI SELVAGGI – Sempre più selvaggia !

Ecologia …
Siamo uomini; ovvero peggio degli animali ?

In 40 anni abbiamo distrutto il 50% degli animali selvatici sul nostro pianeta

Tigri, elefanti, rinoceronti, lupi, aquile … e specie rare di ogni genere

STIAMO DISTRUGGENDO LA FAUNA SELVATICA PER POCHI UOMINI RICCHI – ROZZI E SUPERSTIZIOSI – CHE VOGLIONO:

AVORIO – CORNI DI RINOCERONTE – MANI DI GORILLA COME POSACENERI – PELLI DI TIGRE COME TAPPETI …

Cinesi, tailandesi, viet e ex poveri cambogiani e birmani, stanno dietro al boom di trofei e farmaci esotici; attraverso antiche tradizioni e mafie.

A Bangkok o in altre parti del mondo, ogni giorno molti uomini bevono con il latte: squame di pangolino, corno di rinoceronte, pelle d’elefante, estratto di pene essiccato di tigre, acquistati via internet.

La bile di un giovane orso, chiuso in gabbia nell’altopiano vietnamita, viene usata da una signora che vuole curasi il fegato ad Hanoi…

Medesime stragi, furono causate da maniache mode orientaleggianti ai tempi del nostro colonialismo. Allora, era di moda la caccia ai grandi mammiferi africani, come arredare con trofei esotici. I locali erano considerati alla stessa stregua di animali da soma, ma anche oggi questo accade nel mondo (e molto vicino a noi; in varie forme); ma molti preferiscono ignorarlo.

LA SCIENZA CI PUO’ AIUTARE MOLTISSIMO

DRONI SULLE ZONE FREQUENTATE DA BRACCONIERI POSSONO LOCALIZZARLI – OBBLIGARLI A DESISTERE E AIUTARNE L’ARRESTO

I droni, sensibili alle variazioni termiche dei corpi, possono: seguire, individuare e difendere gli animali in pericolo; facendo intervenire i guardiacaccia o agendo direttamente.

Esiste già un tipo di drone sensibile alle radiazioni infrarosse emesse dagli animali; in grado id riconoscere un animale malato o ferito, anche nella più fitta boscaglia.

Il WWF sta già utilizzando questi droni, ma i luoghi dove agiscono devono restare segreti.

::::::::::::::::::::::

Un torinese ha dichiarato guerra al bracconaggio

DAVIDE BOMBEN PENSA ALL’AFRICA COME UN SANTUARIO PER LA NATURA E IL TURISMO

Se volete saperne di più;

Sulla pista degli Elefanti, Davide Bomben, Longanesi, 16,90.

Uscito il 17 maggio 2018

Evento secondo la certificazione ISO 20121

Osservatorio annuale per le piccole e medie imprese

organizzato da Triumph Group a Palazzo Turati di Milano il 16 maggio

FOCUS PMI 2018: un evento secondo la certificazione ISO 20121

tipografia certificata FSC che userà carta 100% ecologica …  i fornitori sono stati inoltre selezionati con sede in un raggio inferiore ai 50km dal luogo dell’event …

per allestire il tutto verranno utilizzate stoviglie di ceramica e vetro, quindi lavabili e riutilizzabili …

per aumentare la consapevolezza e la sensibilità sull’importanza di adottare uno stile di vita sostenibile !

L’ottava edizione del FOCUS PMI 2018 sarà un evento pianificato e organizzato con attenzione verso gli aspetti di sostenibilità ambientale e sociale !

L’Osservatorio annuale per le piccole e medie imprese ideato dallo Studio LS Lexjus Sinacta e organizzato da Triumph Group a Palazzo Turati di Milano il 16 maggio p.v, punta infatti su alcuni dei principali concetti dettati nell’ambito dell’organizzazione di eventi a basso impatto e regolamentati dalla norma ISO 20121.

Tra questi, la scelta di una tipografia certificata FSC che userà carta 100% ecologica per stampare tutto il materiale di comunicazione (programmi, cartelline, comunicato stampa, schede iscrizione, badge, cartelli direzionali etc).

Tutti i fornitori sono stati inoltre selezionati con sede in un raggio inferiore ai 50km dal luogo dell’evento, riducendo le distanze da percorrere in auto a vantaggio dell’ambiente.

Secondo i principi di un catering a basso impatto, anche il lunch – che avrà luogo alla fine dell’incontro – sarà organizzato preferendo prodotti eco-compatibili e che rispettano diritti etico-sociali

Il buffet infatti darà preferenza a prodotti tipici del territorio, biologici  e a marchi rispettosi di uno scambio equo e solidale tra produttori e consumatori. prevedendo anche l’offerta di piatti e prodotti per celiaci, vegetariani e vegani.

Per allestire il tutto verranno utilizzate stoviglie di ceramica e vetro, quindi lavabili e riutilizzabili, abbattendo così  la produzione di rifiuti e predisponendo una differenziazione degli stessi in quattro  frazioni: organico, plastica, vetro, indifferenziata. E’ stato infine scelto di non sprecare il cibo consegnando gli alimenti avanzati in fase pre consumo alla cooperativa Associazione  Mato Grosso di Brivio.

Sui tavoli saranno presenti depliant che informeranno gli ospiti sugli aspetti ecosostenibili dell’evento, per aumentare la consapevolezza e la sensibilità sull’importanza di adottare uno stile di vita sostenibile.

Informazioni complete sullo svolgimento dell’evento secondo i principi della certificazione ISO 20121 si trovano sulla sezione dedicata alla CORPORATE SOCIAL RESPONSABILITY del sito web di Triumph Group
http://www.triumphgroupinternational.com/about/corporate-social-responsibility/
Per approfondimenti: https://www.iso.org/files/live/sites/isoorg/files/archive/pdf/en/sustainable_events_iso_2012.pdf

Mercoledì 16 maggio 2018
FOCUS PMI – VIII edizione
PIR: Capitali alternativi alla ricerca delle PMI

Sala Conferenze – Palazzo Turati
Via Meravigli 9/b, Milano
Ore 9-13

Programma:
ore 09.00 Accreditamento e Welcome Coffee
ore 09.30 Inizio dei lavori
Franco Casarano, Presidente LS Lexjus Sinacta
Gianluigi Serafini, Managing Partner LS Lexjus Sinacta
ore 10.00 Presentazione della ricerca a cura di Prometeia
Davide Squarzoni, Direttore Generale di Prometeia Advisor SIM
Lea Zicchino, Partner Prometeia SpA
ore 11.00 Tavola Rotonda
Moderatore: Eugenio Occorsio, “Affari & Finanza” La Repubblica
Invited Panelist
Carlo Robiglio, Presidente Piccola Industria Confindustria
Angelo Tantazzi, Presidente di Prometeia SpA
Fabio Pigorini, Amministratore Delegato Intermonte Sim
Barbara Lunghi, Primary Market Manager – Borsa Italiana
Presentazione due case history
Duccio Vitali, Amministratore Delegato di Alkemy
Alessandro Cozzi, Presidente e Amministratore Delegato di Wiit
ore 12.30 Chiusura dei lavori
Marcello Zacché (“Il Giornale”) intervista Ennio Doris, Presidente Banca Mediolanum
ore 13.00 Lunch Buffet

Maggiori info al sito:
http://www.lslex.com/it/focus-pmi/,131

Twitter:
https://twitter.com/LSLexjusSinacta

Linkedin:
https://www.linkedin.com/company/ls-lexjus-sinacta

Infoline e prenotazioni:
+39 06 35530309
focuspmi2018@thetriumph.com

Iniziativa benefica ed ecologica

REGALATO DAGLI ALBERGHI DI LUSSO, SI RICICLA SAPONE USATO ANCHE SOLO UNA VOLTA 

Abbiamo raccolto il sapone usato dal nostro partner di 18 hotel il 26 aprile 2018 fino al 4 maggio 2018 e abbiamo ricevuto 50,6 kg di saponi usati.

www.baliwise.org

Tutto questo a Bali; con il supporto gratuito delle maggiori compagnie mondiali.

Ad aprile abbiamo prodotto 862 pezzi di sapone in cui sono stati distribuiti 513 pezzi di sapone riciclato a organizzazioni senza scopo di lucro, gruppi speciali ed eventi.

We collected used soap from our 18 hotels partner on 26th April 2018 until 4th May 2018 and we received 50,6 kg of used soaps. We have produced 862 pcs of soap in April where 513 pcs of recycled soap were distributed to non- profit organization, special group, and event.

Bali WISE

www.baliwise.org

-=-=-ROLE Foundation · Jalan Siligita No 22, Nusa Dua, Bali 80361, Indonesia

Milano Festival Internazionale di cultura e cucina vegetariana

Un’idea di Pietro Leemann e Gabriele Eschenazi

Milano, 12/13 maggio 2018 Fabbrica del Vapore

Quinta edizione

Mangia la foglia, salva il pianetasarà quest’anno il tema della quinta edizione del nostro festival.

Ad esso è dedicato un logo specifico.

Al tema si riferiranno molte delle attività della nostra manifestazione, che da sempre considera inscindibile il rapporto tra cambiamenti climatici e produzione di alimenti.

Più quest’ultima avviene senza seguire alcun criterio di sostenibilità e più l’ambiente e con esso il clima subiranno danni irreparabili.

Un’iperproduzione chimica ed estensiva di cibo oggi significa ipoproduzione in futuro quando le risorse naturali saranno state prosciugate e difficilmente recuperabili.

Ma cosa possiamo mangiare per essere in pace con noi stessi, stare bene e salvare il pianeta?

Ce lo illustrerà un professore di medicina della George Washington University, Neal Barnard.

È il fondatore delPhysicians Committee for Responsible Medicine:

un’organizzazione americana non profit la cui mission è quella di promuovere l’importanza della medicina preventiva e di condurre ricerche cliniche a sostegno dell’efficacia della corretta alimentazione nella prevenzione e nel trattamento delle più gravi e diffuse patologie.

I risultati delle sue ricerche sono stati pubblicati sulle principali riviste medico-scientifiche internazionali e sono stati citati dall’American Diabetes Association e dall’American Dietetic Association nelle loro linee guida ufficiali.

I suoi libri diventano puntualmente best seller del New York Times. Barnard è in prima linea nella battaglia contro i test sugli animali. In Italia il suo editore è Sonda, che collabora nell’organizzazione della sua visita.

Due i suoi libri pubblicati in italiano da Sonda: Curare il diabete senza farmaci eSuper cibi per la mente(schede disponibili su richiesta).

Barnard interverrà al Festival sabato 12 in due momenti. Il primo alle 13.00 quando il pubblico sarà invitato a consumare con lui un picnic davvero speciale.

Il Barnard picnic basket, messo in vendita, conterrà del cibo cucinato seguendo ricette dello stesso Barnard, che poi le illustrerà in diretta al pubblico.

Il secondo momento sarà intorno alle 14.30, quando il professor Barnard insieme a Pietro Leemann e Jenny Sugarspiegherà al pubblico le sue teorie e le sue attività in favore di una “medicina responsabile”.

​In calendario : dibattiti, showcooking, laboratori, mostre d’arte, gli spazi dei partner di TVC2018, l’area ristoro e il Mercato della Terra.​

ECOLOGIA VELENI E SOSTANZE PREZIOSE DA CELLULARI, TABLET, COMPUTER. RICICLIAMO!

Da ogni milione di telefonini si potrebbero ricavare 24 chili d’oro, 250 chili d’argento, 9 di palladio e 9 mila chili di rame !

400 mila cellulari e tablet e 140 mila computer, ogni giorno vengono buttati.

Contengono veleni sufficienti per inquinare, per sempre, le discariche e avvelenare le acque potabili e uccidono coloro i quali li ricercano nelle discariche per guadagnarsi qualche soldo per mangiare, ma i veleni stanno arrivando anche da noi attraverso al catena dei pesci…e non solo.

-Secondo un reportage della BBC il luogo più inquinato al mondo, da questo tipo di discariche, è in Ghana, nei pressi di Accra; si chiama Agbogbloshie.  Al secondo posto di questa non invidiabile classifica si piazza Cernobil.

Quindi i telefonini hanno fatto più danni di una centrale nucleare esplosa!

Terra Blight (terra infetta) è un film girato ad Agbogbloshie dal giovane film maker Isaac Brown, che ha vinto ripetutamente nei festival di cinema  indipendente; si può scaricare da Amazon.

-Telefonini, tablet e computer contengono anche metalli preziosi. Da ogni milione di telefonini si potrebbero ricavare 24 chili d’oro,  250 chili d’argento, 9 di palladio e 9 mila chili di rame !

L’EUROPA STA EMETTENDO NUOVE REGOLE PER EVITARE IL DISASTRO ECOLOGICO.

A Guyiu, in Cina, migliaia di persone guadagnano 17 centesimi all’ora per recuperare i metalli preziosi contenuti nel materiale tecnologico che noi buttiamo.

-I numerosi decessi hanno costretto le autorità a chiudere 800 forni a carbone che avevano già decimato la popolazione! Qualcosa si sta muovendo.

-Piombo, cadmio, mercurio contenuti in cellulari, tablet e computer vengono bruciati rilasciando diossina;

-quando non bruciano si dissolvono nel terreno inquinando le falde acquifere, i mari, i pesci e quindi anche noi dall’altra parte del mondo che mangiano pesci di allevamento; i quali mangiano farina di pesce prodotta dalla pesca nei paesi chiamati del Terzo Mondo, dove vengono “smaltiti” i nostri pericolosissimi rifiuti.

LA BUONA NOTIZIA.

La buona notizia è che nel mondo ci sono anche numerose iniziative per riciclare nel migliore dei modi, pure guadagnandoci.

-Lo fanno in Perù con le start up: Attero e Ricicla.

-Josh Lepawsky, canadese, ha documentato con dati e mappe il periodo che va dal 1996 al 2012, dimostrando che non siamo più tanto noi che inquiniamo il terzo mondo; oggi molta elettronica viene consumata proprio nei paesi in via di sviluppo  e, dal canto nostro, alcuni paesi occidentali hanno iniziando a riciclare questo materiale nel migliore die modi.

-DAL 2016 OGNI STATO DELL’UNIONE EUROPEA DOVREBBE ARRIVARE A RICICLARE BEN 45 TONNELLATE DI RIFIUTI TECNOLOGICI.

-Dal 2019 l’obbiettivo è di 65 tonnellate l’anno di riciclo.

-I NEGOZI DI ELETTRONICA SARANNO OBBLIGATI A RITIRARE GLI OGGETTI TECNOLOGICI DA ROTTAMARE, ANCHE SE NON SE NE ACQUISTA UNO NUOVO !

-LE AZIENDE PRODUTTRICI DI ELETTRODOMESTICI DOVRANNO RITIRARE  QUELLI NON PIU’ IN USO.

QUESTE SONO BUONE NOTIZIE PER IL NOSTRO FUTURO E LA SALUTE DEI  NOSTRI FIGLI E NIPOTI !

Tornerà il MIELE – Vietati 3 pesticidi che uccidono le api

FINALMENTE

TORNERA’ COPIOSO IL MIELE – Vietati 3 pesticidi che le uccidono

NEODICONTINOIDI PROIBITI ALL’APERTO MA NON NELLE SERRE

Le api impollinano fiori e piante; per almeno un terzo dei nostri alimenti

da stidi recenti, risulta che il miele prodotto in sud-America è il meno contaminato da ageni esterni chimici; poiché prodotto in foreste lontane dal’indistria

Dopo anni di battaglia, il 29 aprile 2018, la Commissione europea ha deciso di limitare l’utilizzo di alcuni pesticidi neurotossici.

Si cerca di mettere fine alla strage di api registrata dalla metà degli Anni 90

L’apicoltura vale in Italia 1,5 miliardi di euro l’anno

Negli ultimi 20 anni il tasso di mortalità degli insetti è passato dal 5 al 30%

Dagli studi dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) con sede a Parma:

-secondo le ricerche i pesticidi hanno un effetto mortale sulle api.

::::::::::::::

Bruxelles, a partire dal 1 dicembre 2013, aveva già deciso di vietare per due anni l’utilizzo delle sostanze neurotossiche sulle colture preferite dalle api:

– mais, colza, girasole e cotone e sulle foglie degli alberi da frutto.

:::::::::::::

PESTICIDI E CONSEGUENZE:

NELLE DONNE INCINTE:

La pericolosità dei pesticidi, aumenta nelle donne in stato di gravidanza; i fitofarmaci potrebbero causare la nascita di bambini con problemi di autismo o con problemi di sviluppo degli organi genitali …

i pesticidi prediligono colpire gli organi molli:

fegato,
-pancreas,
-stomaco,
intestino
milza

possono colpire anche la pelle o creare problemi respiratori.

Un SOLO antiparassitario può scatenare diverse malattie; di fatto frutta e verdura ne contengono spesso diversi tipi che, insieme, possono sviluppare una pericolose interazioni … !

ITALIA:

in Italia, l’ASL è l’ente preposto alla verifica della quantità e della tipologia dei pesticidi presenti nella frutta e nella verdura dei mercati ;

-le indagini effettuate dai suoi laboratori riguardano l’identificazione di SOLO 70 tipi di pesticidi su 500 esistenti.

OVVERO: le autorità sanitarie NON sono in grado di verificare la presenza della maggior parte dei pesticidi tossici quando effettuano i controlli … !!!

Pesticidi in frutta e verdura d’importazione:

-molti paesi extra UE hanno legislazioni molto arretrate per la sicurezza alimentare

-in Africa e in Sud America, per esempio, è ancora consentito l’uso del DDT nell’agricoltura

-idem per centinaia di altri antiparassitari pericolosi

-avocado, banane, kiwi, pompelmi, ananas, fagiolini e uva rossa sono stati analizzati dal dottor Alessandro Borgonovo (UL-CONAL): metà ddi frutta e verdura testati presentava pesticidi

-banane: pesticida cancerogeno vietato dalla legislazione UE

-pompelmo: erbicida vietato dal 2002 ed altri 4 pesticidi in concentrazioni superiori di 4/10 volte i limiti di legge

-fagiolini: pesticida legale, ma in quantità 5 volte superiore al consentito

-uva: 5 diversi pesticidi in quantità legali ma dal pericolosi per il loro effetto combinato con altre sostanze contenute in diversi prodotti alimentari

negli USA, è permesso l’utilizzo in alte concentrazioni (5 mg/kg) del Fenpropatrin e del Carbaril; pure ammesso in alte concentrazioni in Australia, Albania e Hong Kong

-Acefate; pesticida proibito in Italia e molto tossico, è invece permesso nelle concentrazioni di ben 2 mg/kg in USA, Algeria, Giappone e Corea

RIFERIMENTI SUIGLI EFFETTI DEI PESTICDIDI DA:

1. Dott. Carmine Ventre, centro analisi biochimiche SAS, intervista nel programma televisivo “Le Iene” di Italia Uno, puntata del 12 marzo 2015.
2. Intervista al dirigente dell’ASL di Milano, “Le Iene”, Italia Uno, puntata del 12 marzo 2015.
3. Giuseppe Messina, agronomo intervistato dal programma televisivo “Le Iene” di Italia Uno, puntata del 12 marzo. 2015.
4. Renata Alleva, nutrizionista, intervista dal programma televisivo “Le Iene” di Italia Uno, puntata del 12 marzo 2015.
5. Pesticidi nel piatto, Relazione Legambiente (dati ARPA) Roma, 23 ottobre 2012.

GLI SCIENZIATI CONFERMANO: IL FUTURO E’ ROBOT ! !

Lo si diceva già nel 2014 e oggi è realtà quotidiana che avanza senza sosta … contro il lavoro dell’uomo ???

Richard Watson è futurologo ed esperto di trend, consulente per la Cambridge University e l’IBM e sostiene che …vedi più sotto.

Aggiungiamo una notizia dell’ultima ora che è strettamente legata all’invasione dei computer nella nostra vita:

-il ricercatore Catalin Voss, considerato il genio tedesco della Silicon Valley, ha portato sul mercato un programma per leggere e analizzare le espressioni del viso e quindi degli stati d’animo.

-La società che produce questo “lettore della nostra anima” si chiama Sension e vi fanno parte i più prestigiosi informatici e matematici del mondo.

Tra i tanti che finanziano la Sension anche Alex Taussing, amico d’infanzia di Zuckerberg e Reid Hoffmann, inventore di Linkedin; e scusate se è poco !

-CONCLUSIONE: saremo tutti giudicati da un computer che potrebbe anche mal interpretare una nostra espressione, magari un tic nervoso, un momento di depressione o di rabbia e farci passare per bugiardi davanti a una giuria, o perdere una possibilità di lavoro, solo perché  un computer ci decreta bugiardi  ?? !!!

Ma il futuro, pare riservarci anche molte altre sorprese.

-NEL FUTURO BERE UN BICCHIERE D’ACQUA POTREBBE DIVENTARE ASSAI COSTOSO  !!!!!!

-A CAUSA DELL’INQUINAMENTO, DELL’INNALZAMENTO DELLE TEMPERATURE E DELLA CRESCITA DEMOGRAFICA    !!!!!!!!

NEL XXI SECOLO LA POPOLAZIONE MONDIALE AUMENTERA’ DI UN TERZO E IL CONSUMO DELL’ACQUA SARA’ DI 6 VOLTE SUPERIORE ALL’ATTUALE !

UNA MACCHINA PIU’ INTELLIGENTE E VELOCE DEI CERVELLI UMANI PROGGETTERA’ MACCHINE ANCORA PIU’ INTELLIGENTI.

-ENTRO IL 2020 I VEICOLI MILITARI AMERICANI SARANNO SENZA GUIDATORE UMANO !

La nostra speranza sta nel fatto che le previsioni siano veramente difficili.

 Richard Watson è futurologo ed esperto di trend, consulente per la Cambridge University e l’IBM,una tra  le maggiori aziende informatiche al mondo.

Dal suo pulpito precisa che oggi abbiamo

 – più promesse e più minacce di un tempo.

 -Quando la nostra intelligenza non sarà più l’autrice del progresso, ma il suo posto verrà preso dall’intelligenza artificiale, allora – preconizza Richard Watson – tutto è ancora di più difficile previsione.

 -Tra 15 anni un computer di 1.000 euro sarà potente quanto il nostro cervello.

 -Nel 2050 un computer da 1.000 euro, sarà potente come tutti i cervelli dell’intero pianeta ! (questi calcoli si riferiscono alla famosa legge di Moore)

 CI POTREMO TROVARE NELLA SITUAZIONE PER CUI:

 -UNA MACCHINA PIU’ INTELLIGENTE E VELOCE DEI CERVELLI UMANI PROGETTERA’ MACCHINE ANCORA PIU’ INTELLIGENTI…

 -…UN FUTURO AL DI FUORI DELLE CAPACITA’ COMPRENSIVE DELL’UOMO !

 -Non prima del 2050 potremo avere reattori a fusione nucleare

 -L’efficienza del fotovoltaico sarà di molto superiore all’attuale, grazie alle nano tecnologie.

 -Alghe produrranno idrocarburi come l’ottano;  una scienza ancora da sviluppare.

-Entro il 2050 le auto saranno elettriche, almeno all’80%.

-nel 2020 sono già previste le prime auto senza guidatore; con tutte le conseguenze legali del caso, che noi abbiamo presentato al link: https://www.donnecultura.eu/?p=7209

 -AVREMO SEMPRE PIU’ ROBOT CHE SOSTITUIRANNO IL LAVORO DELL’UOMO:

-I DRONI HANNO GIA’ INCOMINCIATO A SOSTITUIRE I FOTOGRAFI, I GIORNALISTI, GLI UOMINI SUGLI AEREI MILITARI, LE SPIE… VEDI AL LINK: https://www.donnecultura.eu/?p=7661

-GUIDERANNO LE AUTO, I MEZZI PUBBLICI…

-CURERANNO GLI ANZIANI

-LAVORERANNO I CAMPI

–ENTRO IL 2020 I VEICOLI MILITARI AMERICANI SARANNO SENZA GUIDATORE UMANO ! ecc…

hanno già sostituito il lavoro di migliaia di operai e impiegati in tutto il mondo

gia’ sostituiscono i fisioterapisti in alcuni ospedali italiani

-da tempo molte funicolari e funivie sono guidate da robot…i sistemi automatici aiutano gli aerei ad atterrare nella nebbia totale…

Noi ci domandiamo:

 Sarà un bel futuro? La nostra speranza sta nel fatto che le previsioni siano veramente difficili e quindi

possiamo ancora avere speranza che l’intelligenza dell’uomo riesca a gestire al meglio questo imprevedibile futuro.

-Forse l’istinto della sopravvivenza ci aiuterà ancora una volta !