Archivi categoria: varie: scuole, manifestazioni…

varie d’arte scuole, manifestazioni ecc..

Il mondo in Italia a Ciuduno (BG) – Lo spirito del pianeta

“Lo spirito del pianeta”,  18° edizione

Da Venerdì 25 Maggio 2018 16:00
a Domenica 10 Giugno 2018 23:00

Da venerdì 25 maggio a Chiuduno (Bg)

Tanti ospiti provenienti da tutto il mondo.

Popoli maori, masai, tufi, inuit, zulu, maka, indios, indiani …

Mercatini etnici e numerosi punti di ristoro per provare la cucina di diversi Paesi. 

-27 maggio la Marcia delle donne per pace,

-30 l’accensione del Fuoco sacro dei Gruppi indigeni,

-4 giugno la notte dei tamburi

-10 giugno,

– chiudono la manifestazione, canti e danze tradizionali di tutti i gruppi ospiti.

https://www.lospiritodelpianeta.it/festival/2018/

EVENTO MILANO – full immersion Corea 28 maggio – 1° giugno 2018

A Milano full immersion sulla Corea

dal 28 maggio al 1° giugno

ENTRATA GRATUITA

Cultura – beauty – cucina – musica – danza – dibattito politico  ….

Dalla politica internazionale – agli chef –  dai musici ai ballerini – dagli atleti del Taekwondo al make up

Gratis cibo, corsi e spettacoli per cinque giorni
aperti a tutti coloro che vogliono conoscere
il Paese del Calmo Mattino

In apertura K-Union, un convegno sulle 2 Coree

Da Palazzo Clerici al Teatro Burri nel Parco Sempione, al Consolato Generale della Repubblica di Corea, allo Spazio Oberdan e al Teatro No’hma, tutti i luoghi per conoscere la Corea

 – Dagli studiosi di politica internazionale agli chef, dai musici ai ballerini, dagli atleti del Taekwondo alla make up artist, sono queste le personalità che per 5 giorni accompagneranno milanesi e non solo alla scoperta di uno dei più affascinanti Paesi dell’Estremo Oriente: la Repubblica di Corea.

Dal 28 maggio al 1° giugno si svolge, infatti, la Korea Week, organizzata dall’Ambasciata Coreana, dal Consolato Generale della Repubblica di Corea a Milano, in collaborazione con il Comune di Milano; una settimana di approfondimenti, workshop, degustazioni, musica e cinema.
La kermesse è diretta dall’Istituto Culturale Coreano che ha organizzato un fitto calendario di eventi, tutti gratuiti: la settimana si apre con un convegno politico sulle relazioni tra le due Coree, dove sarà presente l’Ambasciatore della Repubblica di Corea, e continuerà con una vera e propria festa al Teatro Burri al Parco Sempione, dove scenderanno in campo numerose maestranze dell’artigianato, artisti e atleti coreani. Al Teatro No’hma sarà, invece, organizzata una nuovissima forma di performance coreana, mentre al Consolato Generale della Repubblica di Corea, sarà celebrata con una mostra la calligrafia coreana. Chiude la settimana il cinema coreano allo Spazio Oberdan, accompagnato dal Mini Food Truck di street food coreano.

Ecco tutti i dettagli degli eventi.

Lunedì 28 maggio, ore 17.30

PALAZZO CLERICI
Via Clerici, 5

K – UNION
Forum politico sulle due Coree

Jong Hyun Choi, ambasciatore della Repubblica di Corea in Italia, terrà insieme all’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale ISPI di Milano, un forum internazionale sulle relazioni tra le due Coree e sulla situazione attuale di quest’ultime.
Si discuterà delle circostanze coreane, come il vertice del 27 aprile tra le due Coree, il vertice del 22 maggio tra gli Stati Uniti e la Corea del Sud e il vertice del 12 giugno tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti, e sulle prospettive future.
Parteciperanno, inoltre, esperti sul campo come Myung Hyun Ko, ricercatore sulla Corea del Nord, e altri numerosi ricercatori italiani sulle relazioni tra le due Coree.

Martedì 29 e mercoledì 30 maggio, dalle 15.00 alle 19.00

TEATRO BURRI
Parco Sempione

Padiglioni aperti al pubblico con attività gratuite per conoscere in prima persona la cultura coreana
K-BEAUTY per conoscere il make up Coreano
La make up artist anglo-coreana Maria Gomez insegnerà a tutte le ragazze (e non) i trucchi per realizzare un make up coreano di tendenza, di straordinaria lucentezza dove punto focale sono le labbra con famoso effetto pillow lips. La make up artist fornirà inoltre spiegazioni sullo skin care delle donne coreane
K-PAPER, giornate dedicate alla carta coreana Hanji con laboratori per creare ventagli tradizionali
K-FOOD, il cibo e la cultura culinaria della Corea attraverso mostre e degustazioni

L’arte gastronomica coreana si concentra sulle salse fermentate che partono dai fagioli di soia, come ad esempio ganjang (salsa di soia), dwenjang (pasta di fagioli di soia fermentati),gochujang (pasta di peperoncino) e via dicendo. Insieme al Kimchi, un piatto già molto conosciuto, esse rappresentano la cultura culinaria coreana.
Presente sarà l’esposizione e la presentazione dei cibi fermentati e dei vari alimenti provenienti dalla Corea.
Dalle 15.00 alle 17.00: assaggi dei prodotti agricoli come Yakgwa (il dolce coreano tradizionale) e lo snack di riso che si mangia spesso in Corea.

Martedì 29 maggio dalle 17.00 alle 19.00 e mercoledì 30 maggio dalle 18.00 alle 20.00: degustazione cibi tra i quali Kimchi, bulgogi, japchae , ssamjang al bap, insalate coreane e bevande.

Il kimchi è l’alimento fermentato più conosciuto della Corea e si contraddistingue per il suo sapore particolare. In un solo Kimchi possono esserci più di 10 erbe e verdure differenti che si armonizzano in modo impareggiabile. I fermenti lattici del Kimchi, dal sapore fresco e delizioso, rafforzano il sistema immunitario del nostro organismo.

Bulgogi (manzo marinato alla griglia)

Il bulgogi è un caratteristico piatto di carne coreano fatto con strisce sottili di manzo marinato in salsa di soia e poi grigliato. Nonostante il termine Bulgogi letteralmente significhi “Carne cotta al fuoco”, questa pietanza viene spesso anche saltata in padella.

Japchae

Questo piatto si ottiene con spaghetti di patate dolci e verdure, funghi e carne in salsa di soia.
La caratteristica principale è che tutti gli ingredienti vengono cotti a parte prima di essere messi insieme.
Grazie al suo aspetto molto vivace e colorato viene presentato spesso durante i pranzi o le cene familiari in occasione di festività. Il termine ‘Jap’ significa mischiare, mettere insieme; mentre ‘chae’ significa verdure.

Ssamjang al bap
Il Ssamjang al bap è un piatto che prende il nome dalla sua forma. Al significa “la forma palline”, mentre Bap e’ il riso.Esso e’ infatti una pallina di riso, verdura e ssamjang (una pasta con peperoncino e fagioli di soia fermentati).

Insalata di Yuja
La Yuja è un tipo di agrume ricco di qualità nutrizionali, si utilizza in cucina con la sua polpa. In Corea spesso d’inverno si beve il the di Yuja. La polpa di questo frutto è usata anche come condimento per l’insalata.

K- FASHION possibilità di provare magnifici abiti della tradizione coreana, chiamati “Hanbok”

K-CALLIGRAPHY stand di scrittura in calligrafia coreana del proprio nome su carta Hanji

Martedì 29 maggio, dalle ore 18.30
TEATRO BURRI
Parco Sempione

K-TAEKWONDO

La tradizionale arte marziale coreana.

La prima parte della performance (dalle 18.30 alle 19.00), organizzata in collaborazione con la Federazione Italiana Taekwondo (FITA), coinvolge le principali Associazioni Sportive della Regione Lombardia, che si esibiranno sul palco del Teatro Burri, subito prima della performance del WT Demo Team.

A partire dalle ore 19, invece, gli atleti del World Taekwondo si esibiranno in uno spettacolo intitolato ‘La Mattina dell’Oriente’. In questa esibizione la squadra del World Taekwondo darà dimostrazione della bellezza di questa disciplina con la partecipazione di atleti delle Associazioni Sportive della Regione Lombardia, mostrando un’altra volta che la forza dello sport può unire paesi diversi, come già successo ai Giochi Invernali di Pyeongchang con le due Coree.

Mercoledì 30 maggio, dalle ore 20.00
TEATRO BURRI
Parco Sempione

K-DANCE&FASHION
Danze tradizionali e moda si uniranno a partire dalle 20 per 30 minuti circa con i musicisti della compagnia ‘Doodulsori’ con la percussione di strumenti tradizionali coreani. Alle 20.30 andranno in scena le ballerine della compagnia ‘Do dance’, che mostreranno la dinamicità della danza tradizionale coreana.
Tutti gli spettacoli sono gratuiti.
Doodulsori

Gylnori

Gylnori, chiamato anche Gylgut o Geoligut, ha il ruolo di scaldare l’atmosfera prima dell’esecuzione vera e propria attraverso gli esecutori che, muovendosi, iniziano a suonare gli strumenti a percussione.

Pangut

Il Pangut è una tipologia di esecuzione con danza che fa parte dei Pungmulnori (genere di musica basata sugli strumenti a percussioni) ed è caratterizzato da movimenti spettacolari e acrobazie. È un’esecuzione in cui il pubblico e gli esecutori possono condividere l’euforia dello spettacolo.

Samulnori

È un’esecuzione in cui vengono suonati gli strumenti principali del Pungmulnori (come il Kkwaenggwari, il Jing, il Janggu e il Buk), ma, a differenza del Pungmulnori, non ci sono danze e ci si concentra solo sul ritmo degli strumenti.

Do Dance

Hwagwanmu

È una danza eseguita con una corona di fiori in cui si lascia ondeggiare in aria l’Hansam (pezzo di stoffa di vari colori usato durante la danza) e vengono usati come musica d’accompagnamento il Seyongsan e il Dodeuri che fanno parte del Yongsanhwesang.

Hanbyeokcheongyeon
Hanbyeokru è un luogo in cui, fin dall’antichità, si svolgevano ricerche sulla lingua coreana e, nello stesso tempo, venivano composte raffinate poesie. È quindi un’esecuzione in cui viene espressa la fermezza d’animo degli antichi studiosi.

Buchaechum

È una danza eseguita tenendo per ogni mano un ventaglio, su cui sono disegnati dei fiori, e indossando l’abito tradizionale Dangui.

Nelle coreografie si viene a formare la forma di un grande fiore e questo tipo di esecuzione venne elogiato molto durante le Olimpiadi in Messico del 1968 e, ancora oggi, è considerato come una delle opere più famose.
Shinnori

È un’esecuzione fatta con il Kyonggo (una piccola percussione tradizionale coreana) e attraverso il Madangnori (Buponori) si prega per avere un buon anno, fortuna e ricchezza. Vengono inoltre rappresentati i colori caratteristici della Corea.
Sfilata di Hanbok

È una rappresentazione degli abiti tradizionali coreani tra cui i Dangui (usati nell’era Chosun dalle donne), i Soryebok (abiti usati durante piccole cerimonie) e i più moderni Hanbok. Infine ci sarà una presentazione di come potrebbero evolversi nel futuro questi Hanbok.

Mercoledì 30 e giovedì 31 maggio, ore 21.00
TEATRO NO’HMA
Via Orcagna, 2

K-MODERN PERFORMANCE
Ingresso gratuito, con prenotazione al sito www.nohma.org, telefonando allo 02 4548 5085/ 02 2668 8369 o tramite e-mail a: nohma@nohma.it
Spettacolo The “Drawing Show”, il primo tentativo di portare l’arte sul palcoscenico, lanciando un nuovo mondo di performance artistiche. Il pubblico sarà “inghiottito” in straordinarie sessioni di disegno dal vivo.

Dal 1° – 11 giugno, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18
Inaugurazione 31 maggio, ore 18.00
CONSOLATO GENERALE DELLA REPUBBLICA DI COREA
4° piano, Piazza Cavour, 3

K-CALLIGRAPHY
Mostra di calligrafia coreana dal titolo “Arte calligrafica, Danza del pennello ed Eco dell’inchiostro che risuona”
Il visitatore avrà l’opportunità di conoscere l’antica arte della calligrafia sviluppatasi in Asia Orientale. Il 2018 segna inoltre il 600° anno dall’invenzione dell’alfabeto coreano “Hangeul”, ad opera del Re Sejong. Per commemorare tale evento, verranno presentate alla mostra delle opere di arte calligrafica in Hangeul del maestro Kim Byeong-gi e di altri artisti di calligrafia italiani.
Venerdì 1° giugno, ore 19.00
SPAZIO OBERDAN
Piazza Oberdan

K-MOVIE, proiezione del film coreano “A Taxi Driver” (2017), sottotitolato in italiano.
L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti.
Proiezione del film coreano con sottotitoli in italiano “A Taxi Driver”, un action drama diretto dal regista Jang Hun, con la partecipazione di Song Kang-Ho nel ruolo principale. Il film è incentrato sulla storia di un autista di taxi di Seoul che casualmente viene coinvolto negli eventi del Movimento di Democratizzazione di Gwangju del 1980.

Venerdì 1° giugno, dalle 15.30 alle 19.30
Mini Food Truck
Zona Piazza Oberdan / c.so Buenos Aires

STREET FOOD COREANO

Organizzato da Korea Agro-Trade Center Milano, in un simpatico food truck si potranno degustare gratuitamente alcuni cibi coreani come pollo fritto con salsa Ganjang e Ginseng (Ganjang è la salsa di soia coreana),

Teokpokki con funghi coreani (gnocchi di riso con salsa piccante e funghi coreani), Frittella Kimchi.

L’attività si svolgerà dalle 15.30 alle 19.30 in c.so Buenos Aires (verso P.ta Venezia) e si sposterà davanti allo Spazio Oberdan per accompagnare gli spettatori del K-MOVIE.

 

MARCHE – mostre Abbronzatissima. Glamour ed arte all’ombra delle palme e Cracking Art. Arte rigenerante

Per tutti i mesi estivi i comuni marchigiani di San Benedetto del Tronto, sul litorale adriatico, e Acquaviva Picena nell’entroterra, borgo medievale sede della più antica fortezza delle Marche, ospiteranno le mostre Abbronzatissima. Glamour ed arte all’ombra delle palme e Cracking Art. Arte rigenerante

ABBRONZATISSIMA.
GLAMOUR E ARTE ALL’OMBRA DELLE PALME

a cura di Stefano Papetti, Elisa Mori e Giorgia Berardinelli

17 giugno – 16 settembre 2018

Palazzina Azzurra

San Benedetto del Tronto (AP)

INAUGURAZIONE
Sabato 16 giugno 2018 ore 18.00

 

Il Comune di San Benedetto del Tronto, in collaborazione con l’Associazione Culturale Verticale D’Arte ed il Professor Stefano Papetti, presenta la mostra Abbronzatissima. Glamour e arte all’ombra delle palme presso la Palazzina Azzurra, a San Benedetto del Tronto. La mostra, che fa parte di un trittico inaugurato al grande pubblico lo scorso anno con Uomo in mare, è patrocinata dal Ministero dei Beni Culturali, dall’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, dalla Regione Marche e dalla Provincia di Ascoli Piceno.

Lo sguardo e l’approccio scelto nei confronti del percorso espositivo tematico di quest’anno – Abbronzatissima. Glamour ed arte all’ombra delle palme – ha l’intento di restituire allo spettatore uno sguardo incantato e divertito nei confronti di un immaginario estivo collettivo lontano nel tempoma che è capace di essere codificato in modo efficace ancora oggi e di mostrare il proprio fascino intatto senza appannamenti di sorta.

Il tema indagato negli spazi della Palazzina Azzurra, ovvero quello della pelle dorata al sole, diventa un grande stereoscopio view – master multicolorindispensabile per viaggiare indietro e avanti nel tempo con flashbackin bianco e nero o virati in seppia pronti a passare il testimone giocoso ai neoned ai colori fluodegli anni della trasgressione in un unico e vivace racconto a più voci traboccante di memorabiliain cui ognuno ha la possibilità di rileggere un po’ del proprio passato, riconoscere tratti del proprio presente e catturare qualche frammento del tempo che sarà.

CRACKING ART 

Arte Rigenerante

a cura di Stefano Papetti, Elisa Mori e Giorgia Berardinelli 

8 luglio – 30 settembre 2018

Fortezza di Acquaviva Picena (AP)
Giardino “Nuttate de Lune” di San Benedetto del Tronto (AP)

Inaugurazione sabato 7 luglio
ore 17.30 Giardino “Nuttate de Lune” di San Benedetto del Tronto (AP)
ore 18.30 Fortezza di Acquaviva Picena (AP)

Il collettivo artistico Cracking Art festeggia nel 2018 25 anni con un nuovo animale – l’elefante – che verrà presentato per la prima volta in Italia ad Acquaviva Picena.

 

L’Associazione culturale Verticale d’Arte, in collaborazione con il Comune di Acquaviva Picena e con il Comune di San Benedetto del Tronto, presenta Cracking Art. Arte rigeneranteun progetto di arte pubblica per la Fortezza di Acquaviva Picena e il Giardino “Nuttate de Lune” di San Benedetto del Tronto.

La mostra diffusa, del collettivo artistico Cracking Art, nata da un’idea dell’Associazione culturale Verticale d’Arte, promossa e organizzata da quest’ultima in collaborazione con i due comuni marchigiani, con la curatela di Stefano Papetti, Elisa Mori e Giorgia Berardinelli è patrocinata dal Ministero dei Beni Culturali, dall’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, dalla Regione Marche e dalla Provincia di Ascoli Piceno.

Un’invasione pacifica e colorata di animali fuori scala occuperà gli spazi della suggestiva Fortezza del Comune di Acquaviva Picena e uno stormo di rondini sosterà nel Giardino “Nuttate de Lune” a San Benedetto del Tronto, coinvolgendo lo spettatore, sia esso adulto o bambino, in una favola contemporanea dall’estetica pop che invita a riflettere su tematiche universali come la memoria, la natura e l’ambiente.

Il collettivo artistico Cracking Art si distingue per le sue grandi installazioni esclusivamente popolate da animali interamente prodotti con plastica rigenerata, da qui la loro poetica evocata nell’uso del termine crackinginteso come rottura, separazione tra il naturale e l’artificiale e passaggio, per certi versi drammatico, dall’organico al sintetico, che assume in questo caso una connotazione positiva nella scelta dei materiali riciclati e riciclabili a testimonianza dell’impegno sociale e ambientale di questo movimento artistico.

 

Musica a Milano – Fondazione Prada programma di eventi musicali

FONDAZIONE PRADA PRESENTA IL PROGRAMMA DI EVENTI MUSICALI

“I WANT TO LIKE YOU BUT I FIND IT DIFFICULT” NELLA SEDE DI MILANO

L’8 GIUGNO E IL 28 SETTEMBRE 2018

 – Fondazione Prada presenta, venerdì 8 giugno e venerdì 28 settembre dalle ore 19 a mezzanotte, il programma di eventi musicali “I WANT TO LIKE YOU BUT I FIND IT DIFFICULT”, a cura di Craig Richards, nella sede di Milano.

Concepito come una serie di tre appuntamenti, il progetto è stato anticipato il 19 aprile 2018 da un evento speciale a cui hanno partecipato Ricardo Villalobos e Richards.

Con questa nuova attività Fondazione Prada espande ulteriormente il proprio campo d’azione, includendo la ricerca e la sperimentazione musicale all’interno della propria offerta culturale e creando in questo modo risonanze inedite tra discipline.

“I WANT TO LIKE YOU BUT I FIND IT DIFFICULT” rappresenta un tentativo di esplorare una pluralità di generi e linguaggi, dalla musica elettronica all’Ethio-jazz, dalla minimal all’Afrobeat, ospitando artisti internazionali come Tony Allen, Mulatu Astatke, E/Tape, Burnt Friedman, Nicolas Lutz, Monolake Live Surround, Joy Orbison, Craig Richards e Midori Takada.

Partendo da una visione personale, sviluppata dall’artista inglese Craig Richards, la costellazione di performer selezionati per le due line-up intende avvicinare pubblici diversi alla vocazione della Fondazione Prada, dimostrando che la cultura è tanto coinvolgente e attrattiva quanto utile e necessaria.

Il programma, ideato come un’intensa esperienza culturale, è aperto alle contaminazioni e propone dialoghi inaspettati tra artisti affermati ed emergenti.

La musica è concepita come una manifestazione di libertà creativa sia per i musicisti stessi che per il pubblico presente.

Come afferma Craig Richards,

“l’idea sulla quale si basa il mio progetto curatoriale è che questo linguaggio possa essere stimolante, provocatorio e perfino scomodo.

Da collezionista e appassionato di musica, questo concetto mi ha sempre affascinato.

Il mio ruolo di curatore è di presentare le mie scoperte in questo campo, sia passate che attuali, in una sequenza che porti ispirazione, divertimento, mistero e un potenziale disturbo.

L’attrito tra le differenti proposte rende possibile questa visione.

Il mio obiettivo principale è riconoscere un filo conduttore che percorre la musica e in qualche modo la unifica.

Sostengo l’idea che ‘apprezzare’ la musica non sia sempre facile, ma che il tentativo di conoscerla in profondità possa generare un grande piacere”.

I DJ-set e le performance dal vivo si svolgono in diversi luoghi all’interno della sede di Milano della Fondazione Prada.

Il pubblico è invitato a muoversi liberamente negli ambienti esterni, sperimentando nuove modalità con cui interagire con l’architettura e ampliando in questo modo le potenzialità degli spazi.

Cinque artisti dagli stili musicali diversi e contrastanti sono presentati durante l’evento di venerdì 8 giugno.

Il jazzista etiope Mulatu Astatke, padre dell’Ethio jazz, suona accompagnato dalla sua orchestra di nove elementi, mentre la percussionista giapponese Midori Takada presenta un interessante repertorio solista minimal.

Queste due performance dal vivo sono completate dalla partecipazione di due DJ noti per la loro ricerca ai margini della dance floor culture: Nicolas Lutz e E/Tape. Il 28 settembre, la line-up include il leggendario batterista e compositore nigeriano Tony Allen, uno dei pionieri dell’Afrobeat, l’artista techno Monolake Live Surround di base berlinese, il polistrumentista tedesco Burnt Friedman e il musicista elettronico inglese Joy Orbison. Craig Richards partecipa come DJ a entrambi gli eventi.

INFORMAZIONI PRATICHE E BIGLIETTI

Gli eventi si svolgono negli spazi esterni della Fondazione Prada venerdì 8 giugno e venerdì 28 settembre, dalle ore 19 a mezzanotte. I cancelli aprono alle 18.30.

I biglietti per venerdì 8 giugno saranno disponibili a breve sul sito della Fondazione Prada, al costo di 18 euro, o all’entrata degli spazi (Largo Isarco 2) il giorno stesso dell’evento, a partire dalle ore 17, al costo di 25 euro.

LINE-UP

8 giugno 2018 Mulatu Astatke Midori Takada Nicolas Lutz E/Tape

Craig Richards

28 settembre 2018 Tony Allen
Monolake Live Surround Burnt Friedman

Joy Orbison Craig Richards

BIENNALE ARCHITETTURA A VENEZIA – Apre il 26 maggio 2018

BIENNALE ARCHITETTURA 2018

Da sabato 26 maggio a domenica 25 novembre

75 Paesi partecipanti

sette per la prima volta

curata da due donne architetto irlandesi come Yvonne Farrell e Shelley Mc Namara.

Freespace (Spazio libero)

è il titolo dell’esposizione 2018

PIU’ SOTTO SPECIALE CINA E PERU’

Quest’anno la novità è che la mostra non sarà solo ai Giardini ed all’Arsenale, ma l’intera città aprirà alla mostra:

-molte esposizioni collaterali

alcuni padiglioni stranieri con sede nei palazzi veneziani.

Più che  mostra, sarà una nuova idea di architettura “sociale”.

Saranno presenti anche molti architetti pressoché sconosciuti, che Farrell e McNamara hanno scoperto e selezionato in giro per il mondo. Scelta che fa onore alle curatrici.

Ovviamente non mancano i progettisti famosi:

David Chipperfield, Alvaro Siza, Kazuyo Sejima (già direttore di Architettura), Rafael Moneo, Souto Moura, Odile Decq, Toyo Ito, tra i tanti.

Italiani: Cino Zucchi, Marco Pogacnik, Francesca Torzo, Maria Giuseppina Grasso Canizzo.

Per la prima volta, saranno presenti: Antigua e Barbuda, Arabia Saudita, Guatemala, Libano, Mongolia, Pakistan e la Santa Sede.

Dopo la Brexit, il Padiglione inglese, intitolato “Island”, diventerà uno spazio pubblico per incontri popolari per un intero anno.

“Repair” è titolo del padiglione australiano, 30 mila piante esposte all’interno;  65 specie della prateria che rischiano di scomparire.

“In Statu Quo: Architecture of Negotiation” è il tema del  padiglione israeliano; sull’ attuale  tormentata relazione tra Israele e Palestina. Sarà uno dei padiglioni con maggiori misure di sicurezza insieme alla Russia.

Il Padiglione Italia all’Arsenale è curato da Mario Cucinella, con il nome di  “Arcipelago Italia”; per indagare le complessità dei territori interni al Paese Italia.

:::::::::::::::::::::::::::::::::

Padiglione della Cina

Il ritorno alla vita pastorale è stato a lungo un ideale della tradizione letteraria cinese

16a Mostra Internazionale di Architettura La Biennale di Venezia
COSTRUIRE UNA CAMPAGNA DEL FUTURO

26 maggio – 25 novembre 2018 Giorni di anteprima: 24-25 maggio 2018

Anteprima stampa: 25 maggio, 14.45 Cerimonia di apertura: 25 maggio, ore 15.30

“La motivazione per questa mostra è più che solo xiangchou, un termine cinese che si riferisce alla nostalgia per le terre rurali.

Ritorniamo nelle campagne dove la cultura cinese ha origine per recuperare valori dimenticati e possibilità trascurate; da lì, costruiremo una futura campagna. “- Li Xiangning (Curatore)

Una delle maggiori sfide per gli ambienti contemporanei costruiti è il futuro dello sviluppo rurale. In Cina, la campagna è diventata una nuova frontiera per gli esperimenti in questo settore, e il paese sta sviluppando le sue campagne a una velocità e una scala invisibili in Occidente.

Disegnati dalla promessa di opportunità illimitate, architetti, artisti, sviluppatori e il flusso di capitali stanno convergendo nelle aree rurali di tutta la nazione.

Il ritorno alla vita pastorale è stato a lungo un ideale della tradizione letteraria cinese.

Nei tempi moderni, vivere in aree rurali coinvolge in genere aspetti come politica, capitale, infrastrutture e tecnologia.

Mentre la modernizzazione e il progresso tecnologico ci promettono una vita migliore con le condizioni di vita moderne, anche loro, in una certa misura, separano il legame tra vita rurale e tradizione.

Di fronte alle abitazioni rurali prodotte in serie dall’urbanizzazione, gli architetti cercano di trovare una via di mezzo tra tradizione e modernizzazione, sfruttando la tecnologia moderna alla ricerca di una connessione vernacolare.

Dalla grande distesa gialla dell’altopiano di Loess alle città acquatiche a sud dello Yangtze, dalle vaste e abbondanti pianure della Cina nord-orientale alle verdi e bellissime fattorie del sud, centinaia e migliaia di villaggi sono diventati siti per lo sviluppo industriale, -building e creazione culturale.

Questi siti godono di enormi opportunità offerte dalle innovazioni tecnologiche, tra cui internet, sistemi logistici e economie di condivisione.

Lo sviluppo della campagna nella Cina contemporanea non ha precedenti sia nella sua scala che nei suoi approcci.

Ancora più importante, questo sviluppo anticipa una nuova soluzione fondata sulle condizioni uniche della Cina.

Costruire un futuro La campagna descrive la campagna della Cina contemporanea attraverso sei episodi: abitazioni poetiche, produzione locale, pratiche culturali, turismo agricolo, ricostruzione della comunità e esplorazione futura. Questa mostra delinea un freespace per opportunità e anticipa lo sviluppo futuro.

PROGETTI PRINCIPALI
Entrando nel padiglione, seguendo il percorso della mostra, i progetti principali sono:
Forno in legno Bing Ding di Zhang Lei, AZL Architects
Xinzhai Coffee Manor di Hua Li, Trace Architecture Office – TAO
Una vecchia-nuova casa di John Lin + Joshua Bolchover, Rural Urban Framework Cidi Memo, una città della memoria di Liu Yuyang, Atelier Liu Yuyang Architects Mountain Dwelling. Abitazione Waterside. Forest Dwelling di Dong Yugan In Bamboo di Philip F. Yuan, Archi-Union Architects, co. Ltd

Fuori dal padiglione della Cina, nel giardino:

Cloud Village di Philip F. Yuan, Shanghai Digital Fabrication Engineering Technology Centre
LI XIANGNING, CURATORE

Il Dr. Li Xiangning è vice preside e professore ordinario di storia, teoria e critica all’Università di architettura e pianificazione urbana dell’Università di Tongji. È membro della CICA (Comité International des Critiques d’Architecture), ha lavorato come curatore per numerose mostre e ha pubblicato numerose pubblicazioni sull’architettura e l’urbanistica cinese contemporanea. È capo redattore di Architecture China e President of Architecture China Foundation. Inoltre, ha lavorato con musei e istituti internazionali ed è stato membro della giuria di numerosi premi e concorsi internazionali.
PADIGLIONE DELLA CINA – 16 MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA LA BIENNALE DI VENEZIA
Commissario: China Arts and Entertainment Group (CAEG)
Organizzatore: Ministero della cultura e del turismo della Repubblica popolare cinese. Presentatore: China International Exhibition Agency
Vice commissario: Li Jinsheng, Wang Chen
Commissari aggiunti: Huang Xiaogang, Liu Zhenlin, Li Rui, Yang Xin, Xie Yanyi, Li Yunyun, Zhang Ziwei
Collaboratori: Zhu Di, Zheng Hao, Wang Mingxian, Zhu Wenyi, Shi jian, Li Hu
Curatore: Li Xiangning
Assistenti del curatore: Yao Weiwei, Mo Wanli, Gao Changjun Research Team: Zhang Xiaochun, Lin Lin, Deng Yuanye
Display Design: Liu Yuyang, Zhang Ziyue
Graphic Design: Ni Minqing, Li Jixin
Espositori: Dong Yugan, Hua Li, Liu Yuyang, Philip F. Yuan, Rural Urban Framework, Zhang Lei, Atelier Archmixing, Atelier Deshaus, Chen Haoru, Cina Nuova pianificazione rurale e design, Dong Gong, Drawing Architecture Studio, Hsieh Ying-Chun , Jin Jiangbo, Li Yikao, Li Xinggang, Seung H-sang, Nishizawa Ryue, Li Zhenyu, Lyu Pinjing, Naturalbuild, O-office Architects, temp architects, Xu Tiantian, Zhang Li, Zhao Yang, Zhu Jingxiang

Photo: CINA Biennale 2018 Philip F. Yuan, In Bamboo, © Bian Lin Courtesy Pavilion of China at the 16th International Architecture Exhibition of La Biennale di Venezia

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

PERU’ ALLA BIENNALE 2018

Biennale di Architettura di Venezia 2018 – Il Perù si prepara

Per ulteriori informazioni:

http://www.peru.travel

Facebook: www.facebook.com/visitperu

Twitter: https://twitter.com/visitperu

Youtube: www.youtube.com/VisitPeru

Instagram: https://instagram.com/peru/

 

Da vedere per i vostri bambini e per voi – Gratuiti e meravigliosi

DOCUMENTARI SULLA NATURA 

Dalla storia di Babilonia alla Papuasia alle steppe dell’Asia

APPROFITTIAMO DI QUELLO CHE IL WEB CI OFFRE DI MEGLIO … !

Documentari bellissimi – gratuiti – insegnano in poche efficaci immagini la curiosità verso storia e geografia; affascinando adulti – bambini e ragazzi.

Ben fatti, brevi e non noiosi suscitano l’interesse sull’argomento.

Anche le scuole dovrebbero proporli come spunto per spiegare storia e geografia; invece dei vecchi e arretrati testi scolatici italiani o degli elenchi di date e nomi a memoria; che non servono a suscitare l’interesse dei più giovani. Ma soprattutto, alla base, ci deve essere la passione e la conoscenza da parte dell’insegnate e il suo aggiornamento, non per corsetti noiosi e obbligatori, ma per cultura personale e doveroso impegno professionale.

Soria della vita sul nostro pianeta

Da http://global.ebs.co.kr

Per esempio guardate:

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

http://global.ebs.co.kr

DECISAMENTE MEGLIO CHE GUARDARE I PROGRAMMI CRETINI O SUPERFICIALI DELLA TELEVISIONE

IL WEB NON E’ SOLO STUPIDE CHAT E SELFINGinsegnamolo ai nostri figli e nipoti !!!

I COREANI DEL SUD HANNO MESSO A PUNTO DEI DOCUMENTARI CHE SONO ALL’ALTEZZA DELLA MIGLIORE PRODUZIONE MONDIALE

ALTRI ESEMPI DI BELLISSIMI BREVI FILMATI PER AMARE  – CONOSCERE –  CAPIRE IL MONDO DELL’UOMO E DELLA NATURA

Territori estremi:

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Dinosauri http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Il suono del vento: http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Popoli himalayani http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Civiltà http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Cambogia http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

Homo erectus evoluzione dell’uomo: http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

http://global.ebs.co.kr/eng/contents/documentaryInfo

USANDO TECNICHE FOTOGRAFICHE E CONOSCENZE SCIENTIFICHE RECENTISSIME, fanno sembrare i documentari, poveri noi !, presentati dalla TV Marco Polo sull’Italia PRODOTTI ANTIDILUVIANI (non è esterofilia, è realismo e seria conoscenza di come stanno le cose)

Ve lo dice chi ha girato il mondo fotografando le barriere coralline; quando erano vive in superficie, qualcuno che aveva nove in biologia, chi ama e conosce i documentari della BBC e chi ha letto centinaia dei migliori libri di viaggio dei più grandi scrittori-viaggiatori del mondo.

Ecco cosa scrive http://global.ebs.co.kr

There are a handful of places in the world where temperatures and altitudes can reach extremes not seen anywhere else.These environments are starkly different – ranging from scorching deserts where the temperature can soar up to 63 degrees Celsius, to icy fields where things freeze in the blink of an eye. Nevertheless, the people of these regions share a common bond of determination and courage. Let us we meet these people whose lives are a testament to the strength and tenacity of the human spirit.

 

Eventi – CITTA’ DI TREZZO SULL’ ADDA CENTRALE TACCANI

CONFERENCE

CITTA’ DI TREZZO SULL’ADDA CENTRALE TACCANI ENEL GREEN POWER

PROGRAMMA 18 MAGGIO 2018

Ore 10.00 Cerimonia di inaugurazione

Incontro: LO SPORT: I PARCHI E I TERRITORI NUOVE ESIGENZE, NUOVE FRUIBILITÀ – POTENZIARE E TUTELARE IL LEGAME PREZIOSO TRA SPORT E NATURA
In collaborazione con ANCI Lombardia

Saluti:

DANILO VILLA – Sindaco Città di Trezzo sull’Adda
DANIELE BARONIO – Coordinatore International Parks Festival
Intervengono:
MARTINA CAMBIAGHI – Assessore sport e politiche dei giovani di Regione Lombardia
PIER ATTILIO SUPERTI – Segretario Generale ANCI Lombardia
ELEONORA FRIGERIO – Coordinatrice regionale Federparchi – EUROPARC
FRANCESCO SORO – Capo Gabinetto Affari Legislativi CONI
VINCENZO MANCO – Presidente nazionale UISP
ROBERTO BARZAGHI – Assessore SPORT e TURISMO di Città di Trezzo sull’Adda
MICHELE MANNO – Presidente UISP Lombardia
ELISABETTA PARRAVICINI – Presidente ERSAF Lombardia
PAOLO TARTAGLIA – Responsabile Enel Green Power Lombardia
ENRICO BOERCI – Presidente BRIANZACQUE
Case history:
LIVIO BERNASCONI e ANGELO LOVA: VIVIFIUME VIGEVANO-VENEZIA in collaborazione con UISP e FCK
Coordina:
RUDI BRESSA – Giornalista

19 MAGGIO 2018

Ore 10.00 Incontro: IL BENESSERE SPORTIVO, ALIMENTAZIONE, NATURA: GLI SPORT NEI PARCHI UNA ABITUDINE DA COMUNICARE
A cura di UISP

Ore 16.00 Incontro: LA BIODIVERSITA’ A TAVOLA: LA PIRAMIDE ALIMENTARE LOMBARDA con CRISTINA GRANDE – Dietista – Struttura Complessa di Dietetica e Nutrizione Clinica dell’Ospedale Niguarda di Milano.

EVENTI

CITTA’ DI TREZZO SULL’ADDA CENTRALE TACCANI ENEL GREEN POWER

18 maggio alle ore 21

Parco della Villa Comunale di Trezzo
Il Corpo Musicale Cittadino Parrocchiale di Trezzo Sull’Adda presenta

“Rock Legends”

Dirige il M° Matteo Pozzi Michele Micheli alla voce

19 – 20 MAGGIO 2018 – 10.00 alle 18.00

WORKOUT FOR NATURE!

GLI SPORTIVI PER L’AMBIENTE

MASTERCLASS E DIMOSTRAZIONI – In collaborazione con UISP

GREEN CIAK

PROIEZIONI FILM E DOCUMENTARI DEI PARCHI *
ASSOCIAZIONE EFFETTO CINEMA PRESENTA : “COME VENTO” DI MAURO MONELLA

MOSTRE

FIORI E FARFALLE STAMPATE E DIPINTE A MANO SU DISEGNI DI TONINO GUERRA STAMPATI ARAZZI E DIPINTI A MANO CON GLI ALBERI DELL’ ORTO DEI PASCUCCI A CURA DELLA STAMPERIA PASCUCCI 1826
*

SGUARDI NEL BOSCO, ALLA SCOPERTA DELLA BIODIVERSITÀ

MOSTRA FOTOGRAFICA Autori: ERSAF – Elio Della Ferrera

*
CONTEST FOTOGRAFICO LO STAMBECCO SULLE OROBIE BERGAMASCHE: I VINCITORI

A cura del Cai Bergamo *

FOTOGRAFARE I GRANDI PARCHI ITALIANI a cura di PIXCUBE
*
ENEL POWER POP PROJECT
Di Jacopo Ghislanzoni

CONFERENCE

ANCI LOMBARDIA VIA ROVELLO 2 – MILANO

22 MAGGIO 2018

Ore 10.00 Incontro: CELEBRIAMO LA GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA’ In collaborazione con Regione Lombardia
Intervengono:
ANGELO CIOCCA – Deputato al Parlamento Europeo

RINALDO REDAELLI – Vice Segretario generale ANCI Lombardia
MASSIMO COLOMBO – Vice Sindaco Città di Trezzo sull’Adda
ELENORA FRIGERIO – Coordinatrice Regionale Federparchi – EUROPARC*
ELISABETTA PARRAVICINI – Presidente ERSAF Lombardia
CIRO ZENO – Direttore Scuola Agraria del Parco di Monza
LUIGI BONIZZI – Università degli Studi di Milano – DIMEVET
Specie aliene invasive e biodiversità – Uno degli ambiti di studio del Progetto Integrato Life Gestire2020.
Regione Lombardia e Partner istituzionali del progetto LIFE GESTIRE 2020
Coordina:
FABIO RIVA – comunicatore tecnico scientifico

23 MAGGIO 2018

Ore 10.00 Incontro: PARCHI E SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: COME I GIORNALI RACCONTANO IL TERRITORIO

A CURA DELL’ORDINE DEI GIORNALISTI DI LOMBARDIA
Intervengono:
MASSIMO DE PAOLI – Sindaco di Pavia, Coordinatore Nazionale Aree protette ANCI RINALDO REDAELLI – Vice Segretario Anci Lombardia, Coordinatore Dipartimento Ambiente

Anci Lombardia
ELEONORA FRIGERIO – Coordinatrice Regionale Federparchi – EUROPARC*

GIAN PIETRO BELTRAMI – Presidente Parco del Ticino, Membro direttivo Federparchi nazionale ELISABETTA PARRAVICINI – Presidente Ersaf

Casi di studio:

Il Progetto Nazionale sulla Biodiversità

A cura di Coldiretti

Specie aliene invasive e biodiversità – Come i media possono aiutare la consapevolezza del pubblico. Adriano Martinoli, Università degli Studi dell’Insubria (progetto LIFE GESTIRE 2020)

PROGRAMMA
25 MAGGIO 2018

Ore 10.00 Cerimonia di inaugurazione
Incontro: EDUCARE ALLA BIODIVERSITA’ – Nuovi scenari futuri per una crescita intergenerazionale

In collaborazione con ANCI Lombardia

Saluti :

PIERFRANCO MAFFE’ – Assessore Istruzione del Comune di Monza
RAFFAELE CATTANEO – Assessore Ambiente e Clima di Regione Lombardia
DANIELE BARONIO – Coordinatore International Parks Festival
Intervengono:
PIERATTILIO SUPERTI – Segretario Generale ANCI Lombardia
PAOLO ANGELINI – Ministero dell’Ambiente – Capo Delegazione italiana in Convenzione delle Alpi* AGOSTINO AGOSTINELLI – Vicepresidente nazionale Federparchi
ELEONORA FRIGERIO – Coordinatrice regionale Federparchi – EUROPARC*
DELIA CAMPANELLI – Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale*
CIRO ZENO – Direttore Scuola Agraria del Parco di Monza
ENRICO BOERCI – Presidente BRIANZACQUE
PAOLO TARTAGLIA – Responsabile Enel Green Power Lombardia
MARIA DARI – Presidente IRSEF – Istituto per la Ricerca e lo Studio sull’Educazione e la Famiglia

Saranno presentate alcune case history di educazione alla biodiversità
Nel corso della mattinata verranno premiate LE SCUOLE VINCITRICI del concorso «BIODIVERSITY»

CONFERENCE

MONZA ISTITUTO CONFALONIERI

CONFERENCE

MONZA ISTITUTO CONFALONIERI

PROGRAMMA

26 MAGGIO 2018

Ore 10.00 Incontro: FONDAZIONE CARIPLO E L’IMPEGNO PER LA TUTELA DELLA BIODIVERSITA’
In collaborazione con Fondazione CARIPLO

Saluti:

PIERFRANCO MAFFE’ – Assessore Istruzione del Comune di Monza DANIELE BARONIO – Coordinatore International Parks Festival Intervengono:
ELEONORA FRIGERIO – Coordinatrice regionale Federparchi – EUROPARC* PIER ATTILIO SUPERTI – Segretario Generale ANCI Lombardia

SONIA CANTONI – Fondazione CARIPLO – Consigliera delegata alle tematiche ambientali CIRO ZENO – Direttore Scuola Agraria del Parco di Monza
ENRICO BOERCI – Presidente BRIANZACQUE
MASSIMO ROSSATI – Docente Politecnico di Milano

VITO REDAELLI – Architetto e docente politecnico di Milano
Rappresentanti di Regione Lombardia
Case history e progetti:
MARCELLA MARCHESOTTI – Comune di Lurate Caccivio: S.O.U.R.C.E. 2.2. Strategia operativa Unificata per il Rafforzamento delle Connessioni Ecologiche

GIUSEPPE BARRA – Presidente Ente di Gestione del Parco Regionale Campo dei Fiori: CORRIDOI INSUBRICI. Il network a tutela del capitale naturale insubrico
CINZIA DE SIMONE – Parco Regionale del Mincio: ECOPAY CONNECT 2020 – il sistema ambientale garda-mincio-oglio verso i servizi ecosistemici

MICHELE CEREDA: Direttore Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone: Capitale Naturale nel Monte di Brianza
Coordina
FABIO RIVA – comunicatore tecnico scientifico

EVENTI

MONZA PARCO DELLA VILLA

27 MAGGIO 2018
Ore 10.00 Incontro: PERCORSI DI SALVAGUARDIA DEI PARCHI – LA LOTTA

CONTRO GLI INCENDI

Saluti:

FEDERICO ARENA – Assessore Sicurezza, guardie ecologiche, protezione civile del Comune di Monza* PIETRO FORONI – Assessore al territorio e protezione civile Regione Lombardia*
DANIELE BARONIO – Coordinatore International Parks Festival
Intervengono:

ELEONORA FRIGERIO – Coordinatrice regionale Federparchi – EUROPARC e Presidente Parco della Valle del Lambro
PIER ATTILIO SUPERTI – Segretario Generale ANCI Lombardia
ENRICO BOERCI – Presidente BRIANZACQUE

Tecnici del settore
Delegazioni delle GEV di Regione Lombardia

Al termine verranno consegnati ATTESTATI di MERITO alle Delegazioni GEV di Regione Lombardia

dalle 10.00 alle 18.00

BIODIVERSITY!

LA FESTA DELLA NATURA

INCONTRI
.
LABORATORI
.
VISITA GUIDATA AL FRUTTETO MATEMATICO
A CURA DELLA SCUOLA AGRARIA DEL PARCO DI MONZA

*
ESIBIZIONI DI ARTE EOLICA CON MAESTRI AQUILONISTI

Il programma puo’ subire variazioni o integrazioni. Le informazioni vengono aggiornate su:

www.internationalparksfestival.com

Fb International Parks Festival @parksfestival Segreteria organizzativa: segreteria@fedasrl.it

Milano piccoli musei – eventi a ingresso libero

PROGRAMMA DELL’INIZIATIVA, IN OCCASIONE DELLA SECONDA GIORNATA NAZIONALE DEI PICCOLI MUSEI

Se poi vorrete ricambiare potrete farlo lasciandoci le vostre emozioni, suggestioni e racconti … 

LOCALITA’: MAiO – via Trieste 3 a Cassina de’ Pecchi (Milano), ed è raggiungibile anche con la MM2 (linea verde), fermata Cassina de’ Pecchi.

Ore 16.00

Intitolazione della Corte del Casale a Pasquale Rotondi e Guglielmo Pacchioni  salvatori dell’arte durante l’ultima guerra, di cui daranno testimonianza rispettivamente la figlia Giovanna Rotondi e il Prof. Ferdinando Zanzottera, dell’Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda

 a seguire

Presentazione del progetto LA STAZIONE DELLE MUSE

 

Ore 17.00

PRIMA STAZIONE. MAIO 3.0. L’ARTE IN OSTAGGIO E L’ARTE RITROVATA

STREAMCOLORS presenta MAiO Play e MAiO Virtual Museum

dalle ore 17.30 alle ore 19.00

Tornei con MAiO Play e visita MAiO Virtual Museum

 

Ore 17.45

SECONDA STAZIONE.  LA PRESENZA DELL’ARTE. CRESCERE INSIEME CON L’ARTE

Inaugurazione della mostraIncisioni a scuola” a cura dell’Associazione La Forza del Segno

(le opere realizzate dai ragazzi rimarranno esposte fino al 9/06/2018)

e anticipazione della mostra “Cercando Alice…” a cura di Casa Filippide Cooperativa Sociale Onlus, entrambe partner del progetto

 

Ore 18.15

TERZA STAZIONE. LA PRESENZA DEL TEATRO

Presentazione delle azioni di drammaturgia di comunità e visite teatralizzate coordinate

dall’Associazione LAP Laboratorio Artistico Permanente, partner del progetto

 

Ore 18.45

QUARTA STAZIONE. LA PRESENZA DELLA MUSICA

Aperitivo musicale a cura di Associazione Musica in Mente, partner del progetto

 

Dalle ore 19.15 alle ore 21:00

Stuzzichini e chiacchiere

Buon vino e buonumore

 

Ore 21.00

MUSICA DELLE OPERE DIMENTICATE

Simone Zanchini ed Eloisa Manera in concerto (fisarmonica e violino)

per musicare le immagini di alcune delle più interessanti opere trafugate

 Per tutto il corso della giornata gli eventi saranno a ingresso libero

A tutti i partecipanti, in segno di ospitalità, verrà donato un segnalibro frutto della prima stagione di semina dell’arte con le scuole

Eppure lo schema archetipico del dono si fonda su tre azioni dare, ricevere e ricambiare.

Noi metteremo tutta la nostra cura e passione nel dare, voi, ne siamo certi, nel ricevere.

Se poi vorrete ricambiare potrete farlo lasciandoci le vostre emozioni, suggestioni e racconti.

Vi sarà uno spazio dedicato a questo.

Ad accogliere i visitatori e a narrare storie di arte in ostaggio per tutto l’evento l’ideatore del Museo, il giornalista e scrittore Salvatore Giannella, insieme allo staff del MAiO.

 Il MAiO si trova in via Trieste 3 a Cassina de’ Pecchi (Milano), ed è raggiungibile anche con la MM2 (linea verde), fermata Cassina de’ Pecchi

  

 FOTO Il duo di musicisti Simone Zanchini ed Eloisa Manera[1]