Archivi categoria: Europa

europa viaggi, viaggi in Europa, travels in Europe,

Viaggi organizzati estate 2018 – Il nostro modesto parere su di un rapporto qualità prezzo

ABBIAMO TROVATO QUESTI PREZZI COMPETITIVI:

8 GIORNI TOUR USA/CANADA giugno – agosto  – settembre : 1.435 EURO (mezza pensione + 295 euro)

http://www.brevivet.it/viaggio.php/id_114/canada-usa-da-toronto-a-new-york-min-2-persone-8-giorni-aereo.html

Giro Portogallo 1.420 euro / 8 gg. / luglio agosto e settembre

http://www.brevivet.it/viaggio.php/id_59/gran-tour-del-portogallo-8-giorni-aereo.html

Spagna del Nord: 1.610  euro /8 giorni / estate 2018

http://www.brevivet.it/viaggio.php/id_58/spagna-d-oro-8-giorni-aereo.html

San Pietroburgo e Mosca:8gg. 1.480 / agosto / settembre

http://www.brevivet.it/viaggio.php/id_69/san-pietroburgo-e-mosca-8-giorni-aereo.html

 

E molte altre proposte al link http://www.brevivet.it

 

Usano il nostro nome per farsi pubblicità ?

donnecultura.eu NON è stato creato da nessun altro che l’autore di  donnecultura.eu

Ecco come il nostro giornale può sembrare creato da un ufficio di pubbliche relazioni che NON ha nulla a che fare con noi !

Cosa si trova in internet digitando donnecultura.eu

Donnecultura.eu – OMNIA Relations

www.omniarelations.com/donnecultura-eu/

Follow Us. Facebook · Twitter · Linkedin · Instagram · YouTube · Follow Us on Facebook.com. ABOUT US. OMNIA Relations · OMNIA International · OMNIA .

 

Vacanze in Grecia isola di Kos dall’Aeroporto di Milano Bergamo

Kos –  mitica isola dei beati, patria di Ippocrate
Qui il padre della medicina pronunciava ai suoi studenti il famoso “Giuramento di Ippocrate”
Isoletta di Kastri  ...
Tesori archeologici di Kos …
Colori e profumi della cucina greca …
Kos si raggiunge dall’Aeroporto di Milano Bergamo con voli bisettimanali il lunedìed il venerdì gestiti dalla compagnia aerea Blu-express.
Durata del volo: 2:50 circa.
Nell’angolo sud-orientale dell’Egeo, emerge la verdeggiante Kos, patria di Ippocrate.
La natura lussureggiante con i tradizionali villaggi della Grecia, le sconfinatespiagge dorate dalle acque di un intenso azzurro, i notevoli tesori archeologici di un’illustre passato affiorano numerosi nell’isola e fanno si che la terra natale di Ippocrate sia una meta turistica ambita, perché mantiene un fascino particolare derivato dal miscuglio dell’oriente ed dell’occidente.
Scopri l’isola, le principali attrazioni, i più importanti musei da visitare e i tour da non perdere, selezionati per te dalla redazione della nostra rivista Avion Tourisme scarica il pdf dell’articolo con le principali informazioni turistiche.
Nell’angolo sud-orientale dell’Egeo, emerge la verdeggiante Kos, patria di Ippocrate.
Qui, secondo la leggenda, sotto un platano situato nella parte centrale dell’isola, il padre della medicina pronunciava ai suoi studenti il famoso “Giuramento di Ippocrate”.
La natura lussureggiante con i tradizionali villaggi, le sconfinate spiagge dorate dalle acque azzurrissime, i notevoli tesori archeologicifanno si che la terra natale di Ippocrate sia una meta turistica ambita perché mantiene un fascino particolare derivato dal miscuglio dell’oriente ed dell’occidente.
Nell’antichità, per le sue bellezze, la chiamavano “Isola dei Beati“, perché credevano che li abitassero dei ed eroi. Galeno sosteneva che il suo clima era il più temperato della terra. In effetti Kos è particolarmente dotata dal punto di vista climatico: gli inverni sono miti e le estati, grazie ai venti di nord-ovest, sono lunghe e non eccessivamente calde. Il costante soleggiamento ed i caldi autunni consentono di fare il bagno da maggio a ottobre.
La città di Kos si sviluppa attorno al porto in un dedalo di viuzze vivacemente animate che si ricongiungono alle caratteristiche Moschee di Deftedar e di Hadji Hassan, dietro ai resti dell’antica Agora.
L’isoletta di Kastri 
Spiagge di sabbia fine e mare limpidissimo dalle mille sfumature di blu
La parte migliore dell’isola è nella zona di Kefalos dove ci sono le spiagge più rinomate. La più bella, di sabbia fine, viene chiamata Paradise Beach e si trova all’interno di una deliziosa baia con un mare limpidissimo di colori che variano dal blu chiaro al blu scuro.
Poco oltre, ad Agios Stefanos, la spiaggia che si stende ai piedi delle rovine della Basilica Paleocristiana di Aghios Nikolaos permette di raggiungere a nuoto l’Isoletta di Agios Stefanos, chiamata più comunemente Kastri, e di arrampicarsi fino all’omonima chiesetta, tutta bianca e azzurra.
Il panorama è meraviglioso e alcuni alberi consentono di ripararsi all’ombra nei momenti piuù caldi della giornata. L’isola offre altre bellissime spiagge, sia intorno alla città che fuori.
 Da visitare la vivissima Kardamena dove a 26 km dalla città sorge il pittoresco villaggio di Kardamena, mentre da Mastichari partono i traghetti per Kalymnos, altra bella isola famosa per le sue spugne. L’isola è situata a 4 km dalla costa turca; ciò consente di effettuare mini crociere giornaliere a Bodrum.
La città di Kos è cosparsa di innumerevoli testimonianze archeologiche di epoca classica, ellenistica e romana. Oltre al Museo Archeologico, sono da visitare l’antica agorà, le rovine del Tempio di Afrodite, il Tempio di Ercole e una basilica cristiana del V secolo.
Tesori archeologici di Kos
Testimoninianze archeologiche di un illustre passato affiorano numerose nell’isola
I monumenti più significativi di Kos sono il Castello dei Cavalieri, che domina la città dall’alto e le rovine di Asklepion, il più antico ospedale del mondo, un tempio dedicato ad Asclepio (che i romani chiamarono Esculapio), il dio greco della medicina.
Le rovine dell’Aklepeion, inserite in un ambiente suggestivo, sono distribuite su tre livelli. Dalla sommità si gode di un bellissimo panorama su Kos e sulle coste turche.
Altri importanti scavi archeologici si trovano nella zona del porto e comprendono templi, case, strade e terme greco-romane.
Altre presenze monumentali sono le moschee turche, i minareti, la cattedrale ortodossa, l’ormai abbandonata sinagoga, i palazzi in stile italiano, i quattrocenteschi bastioni veneziani.
Colori e profumi della cucina greca
L’isola di Kos offre una ricca tradizione gastronomica con piatti greci e mediterranei.
Tra i prodotti tipici assolutamente da gustare, ci sono:
  • il formaggio-vino, un formaggio di capra locale immerso nel vino rosso;
  • la pitaridia, una lasagna bollita nel succo di brodo;
  • il dolce locale “Barbara”, composto da grano bollito con tahini, zucchero, mandorle, noci, uvetta, melograno, cannella, acqua di rose, buccia d’arancia e spezie;
  • i lampropites, un formaggio con uova e lievito;
  • la katimeria, una torta di formaggio fritta servita con sciroppo e marmariti (frittelle tradizionali cotte sul marmo) servite con zucchero o miele.
Da provare anche l’afrena o eftazima, un pane fermentato con lievito di spuma di ceci bolliti e foglie di alloro, e il lazari o lazarakia, un pane bianco di grano. Invece, le bevande tradizionali sono la Kanelada, fatta di cannella, e l’Alefaskia un tè simile a un’erba che si trova sull’isola. Inoltre, i vini locali e il miele di timo. Molti ristoranti e taverne si possono trovare in tutta l’isola di Kos, dove esplorare i tipici sapori locali.
Ospitalità
Kos offre hotel in tutte le più belle zone dell’isola, dove soggiornare durante la vacanza in strutture dotate di diversi servizi.
Per trovare l’hotel ideale e le migliori offerte si può fare una ricerca per stelle ma anche per quartieri o luoghi d’interesse.
Uffici Turistici
Testo di: Luca Lembi 
Foto: Sisterscom.com, Shutterstock
Copyright © Sisterscom.com
Video: www.kos.gr 
Pubblicato su Avion Tourism N51,N66

5 buoni motivi per volare FINNAIR andare anche in Finlandia

Finnair ti porta in Finlandia!

5 buoni motivi per volare in questa splendida terra

   la terra del sole di mezzanotte

Finnair è da sempre orgogliosamente compagnia di bandiera della Finlandia, oggi ancora di più perché è stata nominata come uno dei vincitori del premio Travellers ‘Choice ™ 2018 di TripAdvisor per le compagnie aeree nella categoria Travellers Choice Major Airline-Europe.

Grandissimi risultati per la linea aere e per la Finlandia che nel 2017 ha ricevuto il riconoscimento Best in Travel  di Lonely Planet.

Insomma, un paese tutto da visitare grazie anche a Finnair e alle sue tariffe davvero vantaggiose

1)      UN SOLE INTRAMONTABILE

Nella Lapponia finlandese un singolo giorno d’estate dura oltre due mesi.

E anche nel sud della nazione non fa mai completamente buio, giusto qualche ora di crepuscolo e si riparte!

Non è un caso che la Finlandia sia chiamata la terra del sole di mezzanotte

2)      MIDSUMMER

Il midsummer, ovvero l’equinozio d’estate chiamato dai finlandesi juhannus, è una tradizionale festa nazionale a celebrazione del giorno più lungo dell’anno.

La fine di giugno è un periodo pieno di eventi, soprattutto nelle regioni più settentrionali della Finlandia.

3)      FESTIVAL

La Finlandia è una delle migliori nazioni europee in termini di festival.

Rock, jazz, opera lirica, folk, musica da camera ed eventi teatrali: c’è sempre un festival a portata di mano. E ovviamente sapete già che qui il sole non tramonta mai.

4)      VITA IN COTTAGE

Spesso situati in prossimità di specchi d’acqua, bungalow e cottage costituiscono un elemento fondamentale dello stile di vita finlandese;

una fuga fisica e mentale dalla vita cittadina, per dimenticare le preoccupazioni di tutti i giorni rifugiandosi nella più grande risorsa della nazione: la bellezza della natura incontaminata.

5)      BIRD WATCHING

Durante la primavera, l’inverno si contrae come i ghiacci che ricoprono il mare, mentre il cielo si riempie rapidamente di uccelli migratori che ritornano al nord.

La Finlandia è il paradiso del birdwatching.

Le torri di osservazione degli uccelli – presenti in tutta la Finlandia – sono perfette per scoprire rare specie e godersi gli stupendi panorami.

Come ogni anno con l’entrata in vigore dell’orario estivo si moltiplicano i collegamenti per la Finlandia.

Rimangono due i voli giornalieri da Milano, mentre aumentano le frequenze da Roma con l’introduzione di un volo aggiuntivo inizialmente operato il sabato, a cui se ne aggiungono altri tre il mercoledi, il venerdi e la domenica nel periodo che va dal 15.6 al 31.8.2018.

Tornano anche, con diversi periodi di operatività, i voli stagionali da Venezia, Pisa, Verona, Napoli e Catania.

Una volta giunti a Helsinki,  grazie alla rete di collegamenti interni sarà facilissimo raggiungere la regione preferita che sia la Lapponia (Rovaniemi, Ivalo, Kuusamo, Kittilä), la regione dei Laghi (Kuopio, Kokkola, Kajaani, Jyväskylä, Joensuu) la regione costiera (Turku e Vaasa), o le interessanti cittadine di Tampere, Oulu e Kemi.

Finnair collega l’Italia a tutta la Finlandia con ben 16 destinazioni.

 ECONOMY CLASS – Tariffe valide in bassa stagione

Voli da Milano, Roma in economy class con solo bagaglio a mano:

Helsinki a partire da 196 €

Oulu, Kuopio, Kemi a partire da 257 €

Turku, Jyväskyläa partire da 227 €

Rovaniemi a partire da 287 €

*Tariffe tasse incluse, soggette a restrizioni e disponibilità, posti limitati. La compagnia si riserva di modificare i termini dell’offerta senza preavviso.

LA VITA COMINCIA A 60 ANNI. La vacanza studio per gli Over

Un’idea per una vacanza diversa.

Per qualcuno l’inglese è un vago ricordo scolastico, per altri una curiosità ancora da regalarsi un soggiorno studio nei paesi anglosassoni frequentando un corso speciale per studenti senior.

Si entra in confidenza con la lingua di Shakespeare e si visitano luoghi nuovi, senza correre il rischio di ritrovarsi insieme ad una frotta di ragazzini ma insieme a persone della stessa età e con gli stessi interessi.

Si tratta di soggiorni in località di sicuro interesse artistico, di alto livello qualitativo sia sotto il profilo della didattica che dell’accoglienza per consentire a studenti maturi di vivere un’esperienza  sociale e formativa in un ambiente autenticamente “British”.

 Tutti i programmi proposti prevedono un ricco programma sociale con attività organizzate dalla scuola da svolgere con gli altri partecipanti.

I programmi sono realizzati a Londra, Bournemouth, Torquay, Cheltenham in Inghilterra.

Ma anche nella bellissima Isola di Jersey, a Galway in Irlanda, a Siviglia in Spagna e Rouen in Francia.

Euroeduca propone inoltre: vacanze studio nei college più esclusivi, soggiorni studio per tutte le età ed esigenze, corsi per esami riconosciuti, corsi di inglese per professionisti, programmi di inserimento scolastico all’estero, programmi alla pari e di studio&lavoro..

 

ERC EUROEDUCA SRL – Piazza S. Alessandro, 220123Milano

Tel. 0289013014 – erc@euroeduca.it  – www.euroeduca.it

Street food – ristoranti – mercati a Francoforte – La città che non ti aspetti

FRANCOFORTE Lafleur-im-Gesellschaftshaus-Palmengarten-piatto

Street food, ristoranti, mercati all’aria aperta, la scena gastronomica a Francoforte è una festa per i sensi

Visitare il quartiere della stazione, un melting pot culturale e culinario senza paragoni euna grande varietà di prelibatezze internazionali

Chi pensa che l’offerta gastronomica tedesca sia legata ad una cucina fatta di carne, crauti e patate dovrà ricredersi. Francoforte è la città dai mille sapori: ristoranti stellati, bistrot, mercati all’aria aperta, street food;  Francoforte è un crogiuolo di infiniti sapori.

I ristoranti di Francoforte:
I ristoranti nella città affacciata sul Meno sono diversi e multiculturali come la città che li ospita.

L’offerta culinaria è diversificata come ci si può aspettare da una metropoli in continua evoluzione: dai sapori più tradizionali come l’Apfelwein e la Grüne Sauce, ai piatti gourmet provenienti da tutto il mondo.

La metropoli affacciata sul Meno conta ben 8 Ristornati Stellati: “Carmelo Grecco”, “Lafleur”, “Gustav”, “Weinsinn”, “Erno’s Bistro”, “Atelier Wilma”, “Restaurant Villa Merton” e “Français” tutti offrono delizie culinarie di altissima qualità.

Chi invece è alla ricerca di qualcosa di innovativo e gustoso non può non visitare il quartiere della stazione, un melting pot culturale e culinario senza paragoni.

Qui, i visitatori troveranno una grande varietà di prelibatezze internazionali, così come i classici preparati in modo creativo in bar e ristoranti alla moda.

Ecco solo alcuni indirizzi da non perdere: Walon & Rosetti, è un luogo in cui la tradizione incontra la modernità. Il bar-ristorante attira una clientela che ama mangiare e cenare in un’atmosfera accogliente e rilassata. Maxie Eisen, invece, prepara ottimi piatti ebraici à la Kosher Nostra.

I panini pastrami sono davvero da provare.

A Mittagsgold, l’atmosfera ricorda gli anni ’50, gli ospiti si godono i cocktail comodamente seduti sulle sedie a sdraio oppure ai tavoli a forma di fagiolo, così in voga in quel periodo.

La vicina Münchener Straße è ugualmente colorata, eccitante e multiculturale.

I ristoranti e i negozi di alimentari che si trovano qui sembrano provenire dai quattro angoli della terra: supermercati turchi accanto a bistrot libanesi, parrucchieri marocchini adiacenti a ristoranti coreani, calzolai tedeschi di fronte a negozi di dolci indiani. In questa via si può dire che la varietà sia davvero il sale della vita.

La cucina tradizionale:
Anche la cucina tradizionale di Francoforte ha molto da offrire. Che si tratti delle famose salsicce di Francoforte, “Handkäs ‘mit Musik” (piccoli formaggi rotondi marinati in una vinaigrette di cipolle), o la “Grüne Soße” (una salsa verde fredda a base di sette erbe regionali), oppure la dolce Frankfurt Crown Cake (“Frankfurter Kranz”) Fatto con noci, crema al burro e ciliegie rosse, il tutto annaffiato dal famoso vino di mele di Francoforte, sono tutti pilastri della cucina locale.

La cultura del vino di mele o Apfelwein di Francoforte è parte integrante della vita della città da centinaia di anni.

Versato da una cosiddetta “Bembel” (una brocca di terracotta blu-grigia), che ne assicura la temperatura perfetta, viene bevuta dentro uno speciale vetro a coste, noto come “Gerippte”.

Gli amanti di questa bevanda non possono non visitare le birrerie e i pub della zona di Old Sachsenhausen, durante l’estate, il quartiere emana un’atmosfera molto mediterranea e le persone si ritrovano all’aria aperta per bere e scambiare due chiacchiere fino a tarda notte.

I mercati settimanali, coperti e all’aria aperta:

I mercati settimanali di Francoforte sono molto più di una collezione di bancarelle di frutta e verdura all’aperto o al chiuso.

Sono anche popolari luoghi di incontro dove amici e vicini si incontrano per una chiacchierata mentre si gustano cibi freschi e bevande.

L’Erzeugermarkt (mercato dei coltivatori) a Konstablerwache è uno dei più popolari e grandi della città e offre solo prodotti regionali e biologici.

Le bancarelle di cibo e bevande vendono bratwurst, salsa verde, patate arrosto, vino alla mela, vino locale e birra fatta in casa.

Il Markt im Hof (Mercato del cortile) si tiene ogni sabato nel Brückenviertel e attrae la sua clientela con un’offerta gastronomica proveniente da tutto il mondo: empanadas, quiches, chutney e molto altro ancora.

Le specialità di questo mercato sono la limonata fatta in casa e le cialde salate. A Friedberger Markt, gli abitanti di Francoforte si incontrano per gustare un drink dopo il lavoro accompagnato da stuzzichini.

Nella pittoresca Paradiesplatz si svolge il mercato di Freitags-Treff, qui non troverete solo frutta e verdura, ma prodotti più ricercati come salmone affumicato, vini della famosa regione del Rheingau, salumi biologici, specialità turche e sorbetti.

Dopo la conclusione del mercato, i visitatori si fermano spesso per festeggiare l’inizio del weekend in uno dei pub e birrerie che fiancheggiano la piazza.

Direttamente di fronte alla principale stazione ferroviaria di Francoforte, si trova il Kaisermarkt.

Ogni martedì e giovedì questo mercato attrae chi lavora nel quartiere e che spesso ci trascorrono la pausa, al suo interno si trovano bancarelle di street food sia tradizionali che internazionali.

Per chi ama i fiori, ogni venerdì da non perdersi il Blumenmarkt (Mercato dei fiori) a Liebfrauenberg abbellisce i suoi dintorni del centro con un colorato e profumato spettacolo di magnificenza floreale.

Il venerdì è anche il giorno in cui Schillerstraße si trasforma in un delizioso ritrovo culinario: si tiene infatti lo Schillermarkt, con oltre 50 bancarelle che propongono prelibatezze culinarie di altissima qualità.

I visitatori troveranno anche oggettistica artigianale come giocattoli di legno fatti a mano e articoli per la casa in vendita. Chi ha bisogno di una pausa dopo una lunga giornata di shopping può scegliere di riposarsi in uno dei tanti caffè circostanti e godersi la città da un punto di vista più rilassato.

Anche il mercato di Friedberger Platz nella zona nord di Francoforte si svolge ogni venerdì. Qui i clienti sono viziati con una selezione di frutta fresca, formaggi pregiati e vini. Nell’orario serale il mercato (che chiude alle ore 20) si trasforma in una zona ricca di vita, dove le persone amano darsi appuntamento.

Da non perdere il Kleinmarkthalle (il piccolo mercato coperto), che è uno dei monumenti più famosi di Francoforte. Il mercato coperto di generi alimentari è aperto dal lunedì al sabato e le sue 60 bancarelle accolgono i visitatori con una meravigliosa atmosfera, anche quando fuori il tempo è inclemente.

Per maggiori informazioni

Francoforte è la città delle mille possibilità. È una città metropolitana, dallo skyline moderno, dove la notte si festeggia, ma di giorno ci si rilassa nei parchi, dove fare shopping, ma anche scoprire una storia emozionante.Nel centro della città si trova il vecchio quartiere, il DomRömer che era stato completamente distrutto dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, ma è oggi in fase di ricostruzione grazie alle planimetrie storiche e i vecchi modelli. Altro cuore culturale della città, il quartiere dei musei che si estende intorno al nuovo Historischen Museum Frankfurt e crea una grande connessione tra la città e la sua storia.I più importanti musei della città si trovano infatti sulla riva del fiume Meno e danno un carattere unico e originale a questa zona della città. Francoforte è una città innovativa, in continua evoluzione e aperta a nuove idee e cambiamenti, ma allo stesso tempo, ha a cuore le sue tradizioni e la sua storia. La capitale del “Applwein” o vino di mele, ha mantenute intatte le proprie tradizioni gastronomiche come la famosa Grüne Sauce o Salsa Verde e l’Handkäs, un formaggio locale dal sapore pungente. Ma senza dimenticare però la cucina gourmet (Francoforte vanta 8 ristoranti stellati) e la cucina creativa di strada, che mescola prodotti locali e internazionali. Sempre grazie alla sua posizione strategica vicino alla zona di Rhein-Main, Frankfurt offre una base ideale per esplorare la regione. Intorno alla metropoli si trovano pittoresche cittadine medievali con le tradizionali case a graticcio, castelli e siti Patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO.

SCOPERTE LE GROTTE PIU’ ANTICHE DELLA STORIA ARTE IMPERDIBILE : GROTTA DI CHAUVET; DOVE IL TEMPO SEMBRA ESSERSI FERMATO A 36 MILA ANNI FA.

PIU’ IMPORTANTI DELLE GROTTE DI LASCAUX

La grotta di CHAUVET è una riserva unica di dati fossili sugli atteggiamenti, credenze e pensiero creativo dei primi uomini. La grotta è  iscritta nella Lista del Patrimonio dell’Umanità.

Nella Réserve Naturelle des Gorges de l’Ardèche; a nord di Nimes e Avignon; nord-ovest da Marsiglia.

VEDI ANCHE AI LINK: https://www.youtube.com/watch?v=y1QBldC8u3U

I video sono in francese, ma contengono anche foto bellissime della caverna.

Più di 1000 figure tracciate magistralmente in rilievo, tra le più antiche conosciute fino ad oggi, tra cui 442 figure di animali: bisonti, grandi felini, rinoceronti, cavalli, grandi gatti,  orsi  ecc…il tutto evidenziato da una pregevole  illuminazione minimalista.

NELL’ORIGINALE  GROTTA DI CHAUVET, IL TEMPO SEMBRA ESSERSI FERMATO A 36 MILA ANNI FA.

VISITA VIRTUALE AL LINK: http://archeologie.culture.fr/chauvet/fr/visiter-grotte

SOLO IL CROLLO DI UNA PARETE (grazie alla quale la protezione del sito è durata millenni), HA PERMESSO DI SCOPRIRE  lo straordinario stato di conservazione, 21 000 anni di isolamento hanno permesso di non  danneggiare  pavimenti e  pareti.

OGGI GLI ESPERTI HANNO CREATO UNA PERFETTA COPIA DI  Pont-d’Arc Cave che riproduce fedelmente la bellezza dell’arte originale dei dipinti dei nostri antenati di 36.000 anni fa, ma anche la speciale atmosfera della grotta originale.

Scoperta nel mese di dicembre 1994 dagli speleologi Jean-Marie Chauvet, Eliette Brunel e Christian Hillaire, la grotta Chauvet-Pont-d’Arc non è mai stato aperto al pubblico.

UN ACCESSO ALLE PERFETTE COPIE DELLA  GROTTA DI CHAUVET SARA’ APERTO DAL 25 APRILE 2016, ; per non danneggiare le opere originali.

SULLE PARETI DELLA GROTTA DI CHAUVET, LUNGO L’ARDÈCHE, UN CAPOLAVORO FAVOLOSO.

A scoprire la grotta furono tre speleologi:  Eliette Brunel, Jean-Marie Chauvet e Christian Hillaire, nell’ambito delle loro attività speleologia private, nell’anno 1994.

Il sito  aperto a tutti,  consente di accedere alla conoscenza accumulata dai ricercatori. Una documentazione molto ricca, più di 600 immagini (fotografie, documenti interattivi, dischi, illustrazioni, disegni, mappe …) permette di visitare virtualmente questo luogo ora irraggiungibile  www.culture.fr/chauvet santuario

VEDI ANCHE : www.culture.fr/chauvet santuario

MERITA PARTICOLARE ATTENZIONE: la stanza del pannello Skull and Horses. In questo importante sotterraneo : banchi di argilla grigia formano un anfiteatro naturale per la stanza e il cranio in posizione centrale.

Hygge il segreto della felicità danese

 

Hygge Patrimonio Unesco: i danesi si mobilitano per la candidatura alla lista del patrimonio culturale intangibile.

Hygge – il segreto della felicità danese, tema di grande tendenza dal 2016, è una parola difficile da tradurre letteralmente, e racchiude in sé un mondo di sfumature: condividere i piaceri semplici della vita, creare un’atmosfera intima, accogliente e rilassata, stare bene con se stessi e con gli altri.

Introdotto nel 2016 dall’Oxford Dictionary tra i neologismi insieme a “Brexit” e “post-truth”, è molto di più di un semplice termine alla moda.

Ora che il mondo intero si è accorto della sua esistenza, la Danimarca intende far riconoscere ufficialmente il suo valore quale vero e proprio “antidoto” alle ansie della nostra epoca, richiedendone l’iscrizione al patrimonio Unesco.

Meik Wiking, Fondatore e Amministratore Delegato dell’“Happiness Research Institute” (Instituto della Felicità) sta supportando la candidatura alla lista del patrimonio culturale intangibile.

Con le crescenti pressioni della società – dichiara Meik – e la sempre maggiore rilevanza attribuita al benessere, l’enfasi posta da hygge su quanto importante sia stare bene insieme e sull’uguaglianza, può portare benefici reali e tangibili, non solo al popolo danese ma anche a chiunque pratichi questa ritualità sociale così radicata nel paese di Andersen”.

“L’importanza del patrimonio culturale intangibile sta nel fatto che bisogna viverlo”, aggiunge Meik Wiking. “Sebbene sia nel DNA danese, hygge è di assoluta importanza oggi e avrà un grande valore anche per molto tempo in futuro”. Conclude Meik Wiking.

Aggiungendo hygge alla lista dei patrimoni culturali dell’UNESCO, il gruppo danese che sta portando avanti il progetto di candidatura, si augura che i benefici dell’approccio hygge possano diffondersi ancora di più e che si possa vivere hygge in maniera più autentica, regalando un pizzico di felicità danese al mondo intero.

Nei prossimi mesi, VisitDenmark insieme ad un gruppo di esperti del fenomeno hygge collaborerà con comunità, famiglie e singoli danesi per cogliere la sua vera essenza e tutti i meravigliosi modi in cui essa prende vita. T

utti i danesi sono chiamati a sostenere il progetto di candidatura tramite il sito (in danese) www.visitdenmark.dk/hyggeraad

Tra gli esperti coinvolti, anche il Professor Jeppe Trolle Linnet, antropologo, che ha studiato a fondo il fenomeno.

Esperti di hygge

Jeppe Trolle Linnet, antropologo, tesi per il Dottorato di Ricerca proprio sul fenomeno hygge nel 2011. Definizione di Hygge: www.linkedin.com/pulse/definition-hygge-jeppe-linnet-phd. Per scaricare le pubblicazioni accademiche del Dottor Linnet a proposito di hygge, e altre sue pubblicazioni, accedere a: https://independent.academia.edu/JeppeTrolleLinnet

Meik Wiking Happiness Research Institute https://www.happinessresearchinstitute.com/

UNESCO: United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (UNESCO) punta ad incoraggiare l’identificazione, la protezione e la salvaguardia del patrimonio naturale e culturale in tutto il mondo, considerato di valore straordinario per l’umanità.

Il patrimonio culturale non risiede solamente nei monumenti o nelle collezioni di oggetti. Esso include anche tradizioni o espressioni di vita ereditate dagli antenati ed arrivate fino a noi, come le tradizioni orali, le arti performative, le pratiche sociali, i rituali, gli eventi per le festività, le conoscenze e pratiche riguardanti la natura e l’universo o le competenze e le capacità di produrre oggetti artigianali secondo le tradizioni. Per saperne di più visitate
https://ich.unesco.org/en/what-is-intangible-heritage-00003

Esperienze hygge

Godetevi una cena intorno ad una grande tavolata all’Absalon Kirken a Vesterbro, noleggiate una barca alimentata a pannelli solari per un picnic sull’acqua, fate un giro in biciletta o ancora fate un’autentica merenda danese. Copenhagen offre tante esperienze hygge
https://www.visitdenmark.it/it/copenaghen/attrazioni/10-cose-hygge-da-fare-copenaghen

Weekend – vacanza originale e gourmet in Olanda

PESCARE GAMBERETTI SULL’ISOLA …

Un’isola per rilassarsi, mangiare sano  e respirare aria buona.

i più piccini libereranno in mare gli altri crostacei e pesci impigliati nelle reti …

Essendo le barche riscaldate, l’escursione si effettua anche d’inverno, il mercoledì e il sabato. Da metà marzo al primo di novembre.

Da metà marzo fino ai primi di novembre sulla bellissima isola di Texel si tengono tutti i giorni escursioni in mare aperto per assistere alla pesca dei gamberetti.

Si parte dal porticciolo della pittoresca cittadina di Oudeschild a sud est dell’isola a bordo di una delle 2 barche, la Tx10 Emmie e la Tx20 Walrusper, in compagnia dei capitani Herman e Frido per questa tradizionale escursione di pesca alla scoperta del mare di Wadden

Durante l’escursione non si pescano solo

gamberetti, ma spesso si trovano nella reti anche

granchi,

pesci cappone,

tracine,

palombi

e stelle marine.

L’escursione dura circa 2 ore, durante le quali il capitano assiste i partecipanti nella preparazione delle reti da pesca e spiega tutte le caratteristiche dei pesci, molluschi e crostacei del mare di Wadden.

I gamberetti vengono estratti dalle reti e successivamente cotti.

Il capitano mostra poi la tecnica di come sgusciare e pulire i gamberetti che poi vengono fatti assaggiare ai partecipanti che lo desiderano.

Ma prima di ritornare in porto, i più piccini libereranno in mare gli altri crostacei e pesci impigliati nelle reti: questa esperienza educa infatti adulti e bambini al rispetto della fauna marina, senza rinunciare al piacere della pesca.

Durante l’escursione potrebbero anche vedersi le foche. I banchi di sabbia dove solitamente si riposano sono infatti lontani dalla costa, ma ogni tanto qualcuna si avventura tra le terre della bassa marea, facendo capolino all’orizzonte.

In caso di maltempo si salpa comunque!

Più è ventoso, più l’avventura si fa entusiasmante e con la nebbia il mare di Wadden assume un aspetto ancora più suggestivo e particolarmente pacifico.

Essendo le barche riscaldate, l’escursione si effettua anche d’inverno, il mercoledì e il sabato.

Visitare Texel significa andare all’avventura: spiagge incontaminate immerse nella natura e affacciate su due mari, il Mare del Nord ed il mare di Wadden. Proprio quest’ultimo è entrato a far parte del patrimonio UNESCO anche grazie alla sua flora e fauna.

Quando si parte?

Da metà marzo al primo di novembre:  
dal lunedì al sabato, prima partenza ore 10:30 e seconda partenza ore 14:00.
Dal primo di novembre a metà marzo:  Il mercoledì e il sabato (giornaliero durante le vacanze)

Prezzi:

Adulti: € 12,50
Bambini (3-10 anni): € 10

Per maggiori informazioni:
www.garnalenvissenoptexel.nl
www.hetwadop.nl

Weekend e vacanze – Regione Lombardia offre soluzioni interessanti

Per chi vive in Regione Lombardia

Viaggaire a prezzi ragionevoli vedi su:

www.cral regione lombardia.com

info–cral@regione.lombardia.it

Bastano 10 euro e ci si può iscrivere  al Cral Regione Lombardia aperto anche ai cittadini.