Archivi categoria: viaggiare con i figli

Halloween low cost – Città da 200 euro aereo e albergo con Volagratis.com

Lione

Halloween: in viaggio alla scoperta delle città esoteriche con Volagratis.com

Quartieri teatro di efferati omicidi, monumenti che rappresentano la porta dell’Inferno.

Ma anche luoghi ricchi di energia positiva.

Mettete da parte la paura e preparate la valigia: in occasione di Halloween, Volagratis.com propone cinque città da brividi, per un viaggio alla scoperta dell’esoterismo e dei suoi lati, oscuro e luminoso.

Torino è il punto di partenza e di arrivo: il capoluogo piemontese è infatti uno dei vertici del triangolo della magia bianca, insieme a Lione e Praga, e allo stesso tempo della magia nera, con Londra e San Francisco.

Con Volagratis.com si parte alla scoperta dei due triangoli magici: niente paura, solo divertimento e tanta voglia di viaggiare.

Torino: tra magia bianca e magia nera

Si narra che l’incontro sotterraneo del Po, dalle caratteristiche energetiche maschili, e della Dora, che incarna quelle femminili, abbia dato vita ad una carica di energie tali da trasformare Torino nel vertice di un triangolo di magia nera e allo stesso tempo di magia bianca. Qui palazzi e monumenti sono orientati secondo particolari collocazioni per raccogliere tali energie ed il centro cittadino è disseminato di simboli massonici ed esoterici che sempre più attirano visitatori.

Il punto più oscuro è rappresentato da Piazza Statuto, dove pare che si spalanchino le porte dell’Inferno. La posizione occidentale della Piazza era di per sé infausta già per gli antichi romani: ad occidente il sole tramonta, termina la luce e iniziano le tenebre. Qui, in epoca romana, venivano crocifissi i condannati e sepolti i defunti. A concentrare la negatività in questa piazza sarebbe inoltre, secondo gli esoteristi, il Monumento al Traforo del Frejus eretto nel 1879. Si tratta di una piramide di pietre nere sopra cui si arrampicano gigantesche figure bianche e sulla cui sommità è posta la statua di un angelo della scienza che ha sul capo una stella a cinque punte. Quest’ultimo, oltre a rappresentare microcosmo e macrocosmo, è anche il simbolo dell’anticristo: in molti hanno dunque voluto vedere nell’angelo la rappresentazione di Lucifero, l’angelo che sfidò Dio.
Ma Volagratis.com raccomanda di attraversare il cancello di Palazzo Reale per ritrovarsi nella parte “bianca” della città, abbandonare la zona ovest, regno delle tenebre, ed entrare nella zona est, legata alla luce. Tra i luoghi “positivi” della città, da segnalare la Fontana dei Tritoni del Palazzo Reale che raffigura una ninfa marina circondata dai tritoni, figli mitologici del dio Poseidone.

Londra: il quartiere di Whitechapel e gli omicidi di Jack lo Squartatore

Per proseguire il tour tra le città “nere”, Volagratis.com suggerisce di volare a Londra: impossibile non sentire i brividi lungo la schiena mentre si passeggia per il quartiere di Whitechapel.

Alla fine dell’Ottocento la zona fu infatti teatro degli efferati omicidi del killer Jack The Ripper, anche detto Jack lo Squartatore, la cui identità è tuttora segreta.

Per i più coraggiosi, non mancano i tour a tema che permettono di scoprire più da vicino questa storia sanguinosa e ricca di mistero.

Ma la nomea di Londra come città dell’occultismo viene da molto lontano: sono tanti i luoghi riconducibili ai grandi ordini cavallereschi dei Templari e degli Ospitalieri, nonché alla moderna Massoneria. Numerosi simboli sono sparsi per tutta la città, in particolar modo nella City, cuore finanziario e legale della capitale: ricalca l’antico assetto urbano medievale e fu in gran parte ricostruita dopo il Grande Incendio del 1666.

Una data molto significativa: 666 infatti è il Numero della Bestia citato nell’Apocalisse e secondo alcuni sarebbe anche l’avverarsi di una profezia di Nostradamus. E se non fosse abbastanza, a rendere Londra una città spettrale ci sono i fantasmi, che si dice affollino la metropolitana, e numerose librerie esoteriche, tra cui l’Atlantis Bookshop che custodisce la poltrona preferita di Aleister Croley, uno dei più famosi maghi d’epoca moderna.

Il mistero di Zodiac nella baia di San Francisco

Continuando il tour delle città della magia nera con Volagratis.com e seguendo la terribile pista di sangue, si oltrepassa l’Oceano e si sbarca a San Francisco: qui, dal 1968 al 1974 si verificarono degli omicidi ad opera dell’assassino che usava firmarsi Zodiac.

Come per Jack lo Squartatore, sono cinque gli omicidi accertati di cui si è reso colpevole e, come il killer londinese, si prendeva gioco della polizia con una serie di missive.

Zodiac però non uccideva solo prostitute: sceglieva le vittime senza un criterio riconoscibile e le uccideva con modalità diverse. Anche in questo caso non si conosce la reale identità del serial killer: molte persone sono state sospettate di essere Zodiac, ma soltanto su una, Arthur Leigh Allen la polizia indagò seriamente.

Lione, la magia bianca della Vergine Nera de la Fuorvière

Occhi aperti a Lione: la città francese nasconde antichi misteri e richiami a divinità celtiche come Lug e Cibele.

Anche qui, come a Torino, le energie positive provengono soprattutto dall’incontro dei fiumi Rodano, rappresentante l’energia maschile, e la Saona, femminile.

Lione è dominata dalla collina detta “Fourvière”, dove sorse il primo nucleo cittadino nonché il massimo centro spirituale in onore della dea Cibele, la Grande Madre della Frigia, adorata sotto forma di pietra nera.

Proprio su questo sito è stata costruita successivamente la Basilica di Notre Dame de la Fuorvière: un luogo affascinante e assolutamente da non perdere, reso ancora più unico e speciale dalla presenza della statua della Madonna Nera che qui viene venerata e che sembra perpetrare l’antico culto della dea pagana. A rendere magica questa città, ricorda Volagratis.com, c’è anche il fatto che sia stata fulcro della storia dei Cavalieri Templari e luogo fondazione, nel 1786, della prima Loggia del Rito Egizio della Massoneria chiamata “La Saggezza Trionfante”.

Praga, a spasso sul Ponte Carlo e nel Vicolo d’Oro

Per concludere il viaggio magico, Volagratis.com propone una sosta a Praga. Per assaporarne l’aura, basterà passeggiare lungo il Ponte Carlo, particolarmente dotato di simboli mistici: la prima pietra sarebbe stata posata nel 1357, il giorno 9 del 7° mese dell’anno, alle ore 5 e 31. Se si uniscono tutte le cifre si ottiene il numero palindromo 135797531. Anche le statue del ponte sembrano creare un percorso di illuminazione che conduce al Crocifisso posizionato alla fine della struttura. La città ceca venne riconosciuta come terzo vertice del triangolo di magia bianca già dal 1500 sotto il regno di Rodolfo II, appassionato di esoterismo e scienze occulte. L’imperatore era solito frequentare celebri cultori della magia come Tycho Brahe, Johannes Kepler, John Dee, Michael Sendivogius ed Edward Kelly: si dice che con loro frequentasse il Vicolo d’Oro del castello, dove insieme agli alchimisti cercavano di tramutare il ferro in oro e di produrre la pietra filosofale e altri elisir di lunga vita. Il sovrano su allontanato perché ritenuto pazzo, ma attenzione: si dice che la sua anima vaghi inquieta nella città, tra Ponte Carlo e il quartiere ebraico di Mala Strana.

Le offerte Volagratis.com per trascorrere Halloween nei luoghi più suggestivi e misteriosi d’Europa e del mondo sono disponibili sulla landing page dedicata.

Ad esempio:

Londra – volo + 2 notti in hotel dal 30 ottobre al 1 novembre a partire da 200 euro/pp
Praga – volo + notti in hotel dal 30 ottobre al 1 novembre a partire da 203 euro/pp
San Francisco – volo + 4 notti in hotel dal 28 ottobre al 1 novembre a partire da 893 euro/pp

Chi è Volagratis.com
Lanciato in Italia nel 2004, Volagratis è stato il pioniere dei motori di ricerca per voli. Oggi il sito propone un’ampia offerta integrata che comprende voli di compagnie aeree tradizionali e low cost, soggiorni in hotel, pacchetti vacanze, crociere, servizi di auto a noleggio e altri prodotti e servizi legati ai viaggi e al tempo libero. I clienti possono ricercare, comparare e prenotare rapidamente le offerte più convenienti sfruttando al meglio il proprio budget e usufruendo di un servizio di ottimo livello. Volagratis è parte di lastminute.com group, una travel company con l’obiettivo di ispirare e arricchire la vita dei propri clienti, leader nel settore dei viaggi online e del tempo libero a livello mondiale. Il Gruppo opera attraverso un portafoglio di brand noti come lastminute.com, Bravofly, Rumbo, Volagratis e Jetcost.

Maggiori informazioni: www.volagratis.com

Sci – Una tra le più lunghe piste d’Europa – Ponte di Legno e spa

Ponte di Legno sci in notturna

Una tra le più lunghe piste d’Europa … e spa

100 KM DI PISTE, 4 SKI AREE RIUNITE IN 1, 28 IMPIANTI DI RISALITA,

INNEVAMENTO GARANTITO DA UN CAPILLARE ED EFFICACE SISTEMA DI CANNONI SPARANEVE:

IL COMPRENSORIO PONTEDILEGNO-TONALE E’ PRONTO PER LA STAGIONE INVERNALE 2017/2018.

E NEL 2020 SI AVVERERA’ UN NUOVO SOGNO, PROPRIO COME NELLE FAVOLE: UN CENTRO TERMALE WELLNESS NEL CUORE DI PONTE DI LEGNO

La stagione sciistica è ormai prossima (prenderà ufficialmente il via il 28 ottobre) e il comprensorio Pontedilegno-Tonale con il suo grande carosello di 100 km di piste che si snodano attraverso 4 ski aree (ghiacciaio Presena, Passo Tonale, Ponte di Legno, Temù) attende gli appassionati delle neve con tante attività non solo legate allo sci, ma anche connesse a sleddog, ciaspole, motoslitte, snowkite, slittini. E sta preparando l’evento d’inizio stagione, che porterà musica e tanto divertimento nel centro storico di Ponte di Legno dove siete tutti invitati a fare festa insieme a noi: la data da segnare in agenda è quella di sabato 9 dicembre.

SCIARE – LA PISTA LUNGA 11 KM CHE COLLEGA IL GHIACCIAIO PRESENA CON PONTE DI LEGNO

Nella natura incontaminata del Parco nazionale dello Stelvio e del Parco regionale dell’Adamello, le piste da sci si snodano dai 1.121 metri di quota di Temù ai 3.000 metri del Presena, attraverso Ponte di Legno e il Tonale.

Un dislivello di 2.000 metri che garantisce una varietà di panorami che assicurano allo sciatore il giusto divertimento.

La velocissima cabinovia Presena, inaugurata due anni fa, impiega solo 7 minuti per collegare i 2.585 metri del Passo Paradiso ai 3.000 metri del Passo Presena, dove il panorama spazia su Adamello, Lobbie, Presanella e Pian di Neve, il più vasto ghiacciaio delle Alpi italiane.

Se si parte da Ponte di Legno, il “viaggio” sospeso sulle cabinovie tra paesaggi innevati dura 27 minuti: in meno di mezz’ora si possono raggiungere le nevi perenni del Presena da dove parte una tra le più lunghe piste d’Europa, l’entusiasmante “non stop” di 11 km fino a Ponte di Legno.

Quattro sere alla settimana è possibile anche sciare in notturna: il cielo stellato e il riverbero della neve sono i compagni di avventura.

Se le piste del ghiacciaio Presena permettono di divertirsi sugli sci da autunno a primavera inoltrata, le facili e ampie piste del Tonale sono adatte per i principianti; per gli altri ci sono le piste di Ponte di Legno e di Temù, più tecniche delle piste del Tonale e disegnate all’interno del bosco.

Pontedilegno-Tonale è un paradiso anche per gli snowboarder che possono provare l’Adamello Snowpark Tonale con i suoi tracks per rider esperti, un park per principianti e una pista da skicross.

Grande attenzione è riservata alle famiglie: gli sciatori più piccoli possono affidarsi ai pazienti maestri delle Scuole di sci Pontedilegno-Tonale e Tonale-Presena, nel coloratissimo Fantaski al Passo Tonale, un parco giochi sulla neve dedicato ai bambini di tutte le età, per avvicinarsi allo sci in modo divertente; comprende anche i servizi di miniclub e di baby-sitting. Ai bambini sono dedicate anche le serate Fun Kids organizzate settimanalmente per trascorrere dei momenti in allegria sulla neve a base di musica ed animazione, Contest Disney XD, simpatiche gare di sci, truccabimbi, Cioccolata calda e frittelle, Baby fiaccolata.

SKIPASS ONLINE
Anche quest’anno ci sarà la possibilità di acquistare online lo skipass giornaliero, sul sito www.pontedilegnotonale.com.

Lo skipass acquistato in questo modo avrà un costo più vantaggioso rispetto al prezzo di listino e racchiuderà al suo interno anche l’assicurazione.

Fino al 24 dicembre sarà possibile sciare a € 27 (escluso il periodo 7-10 dicembre 2017), acquistando lo skipass 24 ore prima.

Dall’8 gennaio 2018 e fino alla fine della stagione sciistica sarà possibile sciare a € 32 dal lunedì al sabato e a € 34 la domenica; per potersi assicurare questo prezzo speciale bisognerà acquistare online lo skipass 7 giorni prima.

COME NELLE FAVOLE: IL SOGNO DELLE TERME DIVENTERA’ PRESTO REALTA’

Qualcuno ricorderà il Grande Sogno che, una decina di anni fa, ha fatto fare al comprensorio Pontedilegno-Tonale quel salto di qualità che gli ha permesso di competere con le più importanti località sciistiche dell’arco alpino.

Qui non si è smesso di sognare e, proprio come nelle favole, succede che i sogni si avverano. Nell’estate del 2020 un Centro termale wellness sorgerà in piazzale Europa, nel cuore di Ponte di Legno, tra il centro storico e le piste da sci. Il progetto porta la firma dell’architetto Marco Casamonti che ha voluto rispettare l’identità del comprensorio Pontedilegno-Tonale puntando sui suoi tratti più caratteristici: il ghiaccio e le montagne.

Il centro termale si presenterà infatti con un volume articolato, come le montagne, e con ambienti basati sulla trasparenza grazie ad elementi vetrati che proietteranno nel mondo dei ghiacci. Non una semplice spa bensì un luogo dove sarà possibile vivere una vera e propria esperienza sensoriale. Il progetto prevede una struttura a più livelli, con uno sviluppo verticale di 30 metri ed una piscina d’acqua calda sulla sommità, dalla quale ammirare il meraviglioso paesaggio circostante. Un edificio molto elegante che completerà l’offerta turistica del comprensorio Pontedilegno-Tonale attraverso una esperienza di svago e al tempo libero, come alternativa e completamento dell’attività sciistica.

Info www.pontedilegnotonale.com.

GLI SPORT BIANCHI – NON SOLO SCI
Il comprensorio Pontedilegno-Tonale è anche il regno fiabesco dove avventurarsi con le ciaspole negli incantevoli scenari dell’Alta Val Camonica e Alta Val di Sole. Alle racchette da neve è dedicata la “Caspolada al chiaro di luna”, vero e proprio fiore all’occhiello di Vezza d’Oglio, che coinvolge più di 4.000 partecipanti, in una passeggiata non competitiva in notturna che si svolgerà sabato 27 gennaio 2018, in una serata di luna piena.

Altre emozioni si possono provare con le escursioni in slitta trainata dai cani husky della Scuola di Sleddog del Tonale, dove Armen Khatchikian introduce al mondo dei “musher” e vi insegnerà a guidare la slitta facendola scivolare sulla neve in modo silenzioso.

Oltre ai cani, ci si può anche far trainare dal vento: con lo snow kite, trainati dalla forza del vento che gonfia la vela: il Passo Tonale è il luogo ideale per imparare a praticare questo sport in piena sicurezza.

Non mancano infine anche piste per lo sci di fondo: a Ponte di Legno in Val Sozzine e a Vermiglio al Centro fondo, immersi in uno scenario naturale, si scia su piste battute di lunghezza variabile, con possibilità di sciare in notturna.

Chi vuole abbinare la passione dei motori alla neve può salire in motoslitta su apposito circuito oppure partecipare ad escursioni notturne con cena in rifugio. Infine, per vedere il comprensorio innevato dal punto di vista delle aquile, si può effettuare un esilarante tour in elicottero.

FOTOGALLERY SCARICABILE
LINK DI WETRANSFER https://we.tl/T7cdlkFyho
OPPURE
LINK DI DROPBOX https://www.dropbox.com/sh/b4nur87vo8khoih/AAD1-y3zsHwIBoY7F0tFucj6a?dl=0

Offerte promozionali imperdibili lungo tutto l’inverno 2017-2018
SKI OPENING – 28.10-06.12.2017 / 11-21.12.2017
A partire da € 177,00 a persona in hotel***
Il prezzo include 2 notti in mezza pensione + 2 giorni di skipass Adamello ski

S. AMBROGIO SUGLI SCI – 07-10.12.2017
A partire da 296,00 a persona in hotel***
Il prezzo include 3 notti in mezza pensione + 3 giorni di skipass Adamello ski

SPECIALE NATALE – 22-26.12.2017
A partire da € 413,00 a persona in hotel***
Il prezzo include 4 notti in mezza pensione + 4 giorni di skipass Adamello Ski

GENNAIO, THAT’S INVERNO – 7-14.01.2018
A partire da € 559,00 a persona in hotel***
Il prezzo include 7 notti in mezza pensione + 6 giorni di skipass Adamello Ski

GENNAIO, THAT’S INVERNO – 13-28.01.2018
A partire da € 580,00 a persona in hotel***
Il prezzo include 7 notti in mezza pensione + 6 giorni skipass Adamello Ski

FAMILY FUN – 10-17.03.2018
Una vacanza per tutta la famiglia, con un ricco programma di animazione e giochi
A partire da € 661,00 a persona in hotel***
Il prezzo include 7 notti in mezza pensione + 6 giorni di skipass Adamello Ski

Come arrivare a Ponte di Legno
In auto, Ponte di Legno (Brescia) può essere raggiunta in auto dalla Lombardia – autostrada A4 (Milano/Venezia), uscita Brescia Ovest oppure Ospitaletto per chi proviene da sud-est (proseguire sulla SS510 Sebina orientale e sulla SS42 in direzione Valle Camonica – Passo Tonale) oppure Seriate per chi proviene da nord-ovest (proseguire per Lovere – Valle Camonica). Dal Trentino – autostrada A22 (Brennero/Modena), uscita Trento Nord per chi proviene da sud oppure uscita San Michele all’Adige per chi proviene da nord; proseguire lungo la SS43 della Val di Non e poi lungo la SS42 della Val di Sole sino al Passo Tonale e Ponte di Legno.

In treno, Ponte di Legno può essere raggiunta da Brescia con le ferrovie Trenord, linea Brescia – Iseo – Edolo e tratta in autobus dalla stazione di Edolo fino a Ponte di Legno (orari e info su www.trenord.it). Da Trento (arrivo con la linea Verona-Brennero) proseguire con le ferrovie di montagna a scartamento ridotto Trento-Malè fino alla stazione di Malè e di lì, con autobus, al Passo del Tonale e a Ponte di Legno (info su www.ttesercizio.it).

In aereo, i principali scali per raggiungere Ponte di Legno sono Bergamo-Orio al Serio (2 ore), Verona (2.30 ore), Milano-Linate (2.30 ore) e Milano-Malpensa (3.30 ore). Durante l’inverno da questi aeroporti è in funzione il collegamento con Pontedilegno – Tonale tramite pullman Fly Ski Shuttle, prenotabile su www.flyskishuttle.com. In alternativa, a Bergamo-Orio al Serio anche Sab Autoservizi prevede una fermata nella linea che collega Milano a Ponte di Legno e viceversa (www.arriva.it).

Halloween – Roma: a caccia di fantasmi

Halloween a Roma: a caccia di fantasmi nella Capitale

Un soggiorno da brividi con il pacchetto di ibis Styles Roma Art Noba completo di visita guidata a cura dell’associazione Genti e Paesi

– Cagliostro a Piazza Farnese, Beatrice Cenci a Ponte Sant’Angelo, Pimpaccia a Piazza di Pasquino, Papa Alessandro VI, ossia Rodrigo Borgia, a Campo Dei Fiori: il prossimo Halloween è a Roma, a caccia di fantasmi capitolini grazie al pacchetto soggiorno proposto dall’ibis Styles Roma Art Noba in collaborazione con l’Associazione culturale Genti e Paesi.

Oltre a due notti per due persone in camera doppia comfort e colazione a buffet, l’offerta comprende la sera del 31 ottobre una visita guidata a piedi di circa due ore nel centro storico di Roma e la comparsa di quattro attori che, lungo un tour da brividi, reciteranno brani e storie attinenti ai quattro fantasmi capitolini.

Il costo del pacchetto è di 196 euro, tassa di soggiorno esclusa (4 euro a persona e notte).

Il prezzo si intende a camera per 2 notti per 2 persone, validità: 31 ottobre – 1. Novembre 2017. Minimum stay di 2 notti.

Costo di un’eventuale notte aggiuntiva: 80 euro in camera doppia, colazione inclusa, tassa di soggiorno esclusa.
Per maggiori informazioni e prenotazioni: ibis Styles Roma Art Noba, tel. 06 8622531, HA6H7@accor.com, www.ibis.com.

ibis Styles, marchio economico di AccorHotels, offre esperienze di soggiorno in hotel dallo stile inconfondibile a un prezzo tutto incluso

Creatività e buon umore sono i tratti distintivi di questi confortevoli alberghi di design, ognuno caratterizzato dal proprio stile inconfondibile. Situati nel cuore delle grandi città e nei principali centri di attività, ogni hotel offre un’atmosfera allegra, conviviale, con una personalità unica. Il pacchetto all-inclusive di ibis Styles comprende camera, colazione a buffet e connessione Internet a banda larga, oltre ad una serie di piccoli extra. Alla fine di giugno 2017, la rete comprende 389 hotel in 37 paesi.
Il gruppo AccorHotels è leader mondiale nei settori travel & lifestyle e un pioniere dell’innovazione digitale. Offre esperienze di soggiorno uniche in oltre 4.200 tra hotel, resort e residence, così come in più di 10.000 residenze private di prestigio in tutto il mondo.
ibis.com | accorhotels.com

SCI – Sölden Tirolo – Novità sciatori 007 ELEMENTS

A 3050 m di quota è stato realizzato un fabbricato a due piani di 1300 m² … natura mozzafiato !!!

007 ELEMENTS: A SÖLDEN APRE LA NUOVA INSTALLAZIONE CINEMATOGRAFICA DI JAMES BOND 007.

LA COSTRUZIONE DI DESIGN INCANSTONATA NELLA ROCCIA A 3.050 M DI QUOTA E’ VISITABILE A PARTIRE DA DICEMBRE 2017

SÖLDEN, TIROLO.Si chiamerà 007 ELEMENTS la nuova installazione cinematografica dedicata a James Bond, costruita nella pancia della montagna del Gaislachkogl a Sölden, località rinomata per la Coppa del Mondo di Sci.

Il nome  “007 ELEMENTS” rappresenta le 7 gallerie dove verrà inscenato il fantastico mondo di James Bond 007.

L’installazione si concentrerà in special modo sull’ultima produzione „Spectre“ e sulle scene che sono state girate propria a Sölden, ma vedremo anche dei capitoli dedicati alle rispettive 24 produzioni.

Il progetto è nato da una collaborazione tra il direttore creativo Neal Callow (anche art director di Casino Royale, Quantum of Solace, Skyfall e Spectre) e Tino Schaedler, il direttore creativo di Optimist Inc. e dal suo team. Insieme hanno creato un percorso sensoriale che porterà il visitatore ad esplorare l’affascinante mondo di Bond. 

A 3050 m di quota è stato realizzato un fabbricato a due piani di 1300 m², incastonato nella montagna, con un bassissimo impatto ambientale. L’edificio sarà infatti visibile solamente dopo aver attraversato un tunnel. Le  due sale principali offrono una vista spettacolare sulle montagne e sulle vallate attorno.

Grazie alla geniale combinazione tra tecnica avanzata e architettura sobria e contemporanea, la nuova attrazione 007 ELEMENTS promette un’esperienza forte in alta montagna.

L’installazione, costruita in mezzo ad una natura mozzafiato, verrà corredata da una colonna sonora particolare, che renderà il tutto drammatico e emozionante. L’edificio, che accoglierà il fantastico mondo di James Bond è attualmente in costruzione ed è stato progettato dallo studio di architettura Obermoser. Il pluripremiato architetto tirolese Johann Obermoser ha realizzato a partire dal 1983 moltissime costruzioni nel pubblico e privato. Sono suoi anche i progetti di Ice Q – il ristorante futuristico che si trova in cima al Giaslachkogl – e delle cabinovie Gaislachkoglbahn e Giggijochbahn.

007 ELEMENTS è un progetto realizzato da EON Productions,  Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) (che detiene tutti i diritti dei film di James Bond) e gli impianti di Sölden.

Informazioni sulle Produzioni  EON
EON Productions Limited e Danjaq LLC sono imprenditori che appartengono e vengono controllati dalla famiglia Broccoli/Wilson. Danjaq è residente negli Stati Uniti e detiene insieme alla Metro-Goldwyn-Mayer Studios tutti i diritti di copyright dei film di James Bond. EON Productions, una costola di Danjaq, è la società di produzione con sede in Gran Bretagna. Il franchise 007 ha prodotto dal 1962 24 film di James Bond.
www.007.com

Informazioni su  Metro-Goldwyn-Mayer
Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) è una delle aziende leader nel mondo dell’intrattenimento con focus sulla produzione e distribuzione internazionale di film e di programmi tv. L’azienda è tra l’altro proprietaria delle Pay TV EPIX ed ha partecipazioni in vari canali televisivi, piattaforme digitali, ecc.
www.mgm.com

Informazioni sulla società Impianti di Risalita di Sölden
La società Impianti di Risalita di Sölden sta investendo da sempre in innovazione e tecnologia avanzata. L’azienda tirolese si è posizionata tra gli impiantisti più all’avanguardia dell’arco alpino ed è orgogliosa di aver creato alcuni gioielli architettonici unici nel loro genere. Tra questi le piattaforme panoramiche BIG 3, che si trovano su tre montagne oltre i 3.000 m di quota, le due cabinovie con la portata più veloce d’Europa (Gaislachkoglbahn e Giggijochbahn) e il ristorante Ice Q sulla cima del Giaslachkogl. Il comune di Sölden è al secondo posto in Austria per il numero pernottamenti, prima c’è solo la città di Vienna
www.soelden.com

Informazioni sullo studio d’architettura Obermoser
Obermoser arch-omo ZT GmbH è uno degli studi d’architettura leader in Austria. Dal 1983 ha realizzato svariati progetti pubblici e privati. L’architetto tirolese Johann Obermoser ha firmato i progetti delle cabinovie Giggijochbahn e Gaislachkoglbahn e del ristorante Ice Q.
www.arch-omo.at

Informazioni su  Optimist Inc.
Optimist Inc. è un’agenzia creativa, che vive di vera innovazione e di novità. Il credo dell’agenzia è basato sull’autenticità e la passione, valori sempre vincenti.
www.optimistinc.com

Arte a Milano da non perdere – Fontana all’Hangar Bicocca – Entrata gratuita

Lucio Fontana Ambiente-spaziale-a-luce-nera-1948-49 – particolare

LUCIO FONTANA

AMBIENTI

Hangar Bicocca – Milano Via Chiese 2

sino al 25 febbraio 2018

Mostra curata da: curata da Marina Pugliese, Barbara Ferriani e Vicente Todolí.

Nelle navate dell’Hangar Bicocca, ricostruiti dieci “ambienti “; opere che invadono e riempiono uno spazio espositivo. Ideate tra il 1949 e il ’68.

Lavori d’arte per superare lo spazio della tela e delle dimensioni scultore convenzionali, formulate nel Manifiesto Blanco del 1946 e una successivamente nell’Ambiente spaziale a luce nera alla Galleria del Naviglio nel 1949.

Nel medesimo periodo,  presero forma le tele bucate, i tagli, attraversati da luci, per creare: i Concetti spaziali.

Vera passione di Lucio Fontana, fu la realizzazione, in una stanza buia,  una scultura in cartapesta illuminata e dipinta con colori fluorescenti.

Weekend – Lago di Como trekking e gioiello architettonico a …

Livo-san-Giacomo-Vecchia-
Livo-San-Giacomo-Vecchia

Lago di Como trekking e gioiello architettonico a Livo
Panorami mozzafiato sul lago e breve o faticosa camminata secondo la meta che si vuole raggiungere.

Livo-montagne

Stiamo parlando della sponda nord del Lago di Como. Si parte, in auto o con un bus, da Gravedona verso la montagna; direzione Livo.

Peglio-SS.-Eusebio-e-Vittore-Ossario

La strada sale e passa dal paese di Peglio. Proprio qui merita la sosta la chiesa dei SS. Eusebio e Vittore; ben visibile dalla strada.

Il panorama dalla balconata è mozzafiato e la chiesa confina con un antico ossario con decoro ed alcune lapidi molto antiche. All’interno pitture fiamminghe; dicono della scuola del Guercino.

Livo chiesetta prima del paese

Proseguendo in salita si raggiunge l’antico abitato di Livo.

Qui sembra che il tempo si sia fermato. Le case sono ancora di sasso, come da secoli, ed alcune deliziosamente ristrutturate. Il mercoledì si può visitare anche il mercato di prodotti locali.

Si sale dopo l’abitato e si trova parcheggio.

Da non perdere la visita alla chiesa di San Giacomo Vecchia che si incontra sul cammino dopo pochi metri. Per ora, aperta solo quando è presente la restauratrice Rossella Bernasconi. I lavori sono stati promossi da una anonima donatrice comasca.

Quasi un “unicum” del Lago di Como; una simile struttura del soffitto in legno, “a capanna”, la si trova solo nella vicina Santa Maria del Tiglio a Gravedona (famosa per l’alternanza di pietra bianca grigia della facciata).

Tornando a San Giacomo Vecchia, fondata a fine 1200, ma quanto oggi visibile è del 1400) vi si ammirano affreschi del 1500. Si tratta della maggiore raccolta di immagini mariane di tutto il lago. Opere di Sebastiano da Piuro,Giovanni de Magistris e Andrea Passeri. Sulla destra, un tabernacolo rinascimentale.

Livo-San-Giacomo-Vecchia-tabernacolo-rinascimentale

Da qui, a piedi per 2,5 chilometri, la strada è in pianura e ben tenuta. Una bella passeggiata tra i boschi e i panorami che offre la natura.

Alla fine si raggiunge un antico ponte che sovrasta il fiume Livo. Rocce e acque limpidissime formano belle pozze; fresche anche in estate. Ottimo luogo per un pic-nic.

Se avete un buon allenamento da qui potete partire, sentiero tutto in salita, per raggiungere il rifugio Como a 1790 metri, con il bel lago di Darengo che arricchisce il paesaggio.

Per chi può affrontare solo un breve tratto in salita, partendo sempre dal ponte, si può raggiungere una chiesetta o un abitato sovrastante; totalmente isolato dal mondo.

PUGLIA – Ostuni – Oria – Gallipoli – Archeologia e un parco indimenticabile: Dune Costiere

Nuove informazioni e foto sul nostro viaggio in Puglia:

Puglia; spiaggia della Masseria Santa Lucia; vicino ad Ostuni.

Panorama dalla spa con piscina riscaldata della Masseria Santa Lucia.

Puglia. Ostuni al tramonto

Il buon  pane e i tipici tarallucci fatti con olio extra vergine di ottima qualità. Niente a che vedere con i tarallucci e il pane venduto nei supermercati. Masseria Santa Lucia.

Nuovo Museo-Archeologico-di-Oria-e-dei-messapi. Prezioso cratere.

Puglia Oria Nuovo Museo Archeologico Messapico

Oria, ha restituito importanti vestigia archeologiche del suo passato trimillenario.

Da visitare il Nuovo Museo Archeologico; nei locali dell’elegante Palazzo Martini, in piazza Domenico Albanese.

Non perdetevi i numerosi preziosi pezzi originali dal valore inestimabile:

-il pettine raffigurante una scena della guerra di Troia (Achille che trascina il cadavere di Ettore fuori dalle mura)

-il cratere ritrovato durante gli scavi in via Erodoto

-l’idria con una magnifica rappresentazione di Ulisse e della maga Circe.

Puglia Oria Nuovo Museo Archeologico Messapico

Puglia Oria Nuovo Museo Archeologico Messapico

Inoltre: testimonianze della cultura messapica, sino all’Alto Medioevo.

I Messapi furono un’antica popolazione illirica stanziatasi nella Messapia (Lecce, Brindisi e parte di Taranto).

L’origine dei Messapi è incerta; oggi la più accreditata è l’ipotesi illirica, ma si parla anche di origine egeo-anatolica.

Arrivarono in Puglia verso l’età del ferro; intono al IX secolo a.C.

Dopo il 272 a.C. qui arrivarono i romani, pur tuttavia i Messapi mantennero, in parte, le proprie caratteristiche.

Quasi tutte le città messapiche erano costruite su un luogo elevato ed possedevano una o più cerchie di mura.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Ostuni – Br: la Città Bianca

La chiesa di San Vito Martire è l’accesso al Museo Ancheologico di Ostuni.

Chiesa di San Vito Martire; le “finestre” sono delle grate che permettevano alle suore di clusura di assistere alla messa senza essere viste.

Il convento adiacente alla chiesa, permetteva di aprire una “RUOTA” all’interno della chiesa che confinava con la clausura. La ruota era un’antica istituzione per assistere quelli che sarebbero stati i neonati abbandonati. Usanza molto legata alla povertà assoluta o al timore di dover confessare una maternità non gradita alle tradizioni.

Chiesa di San Vito Martire.

Ostuni e la mamma delle mamme

Museo Civico di “Civiltà preclassiche della Murgia meridionale”, entrata nella chiesa di San Vito Martire.

Ostuni, un gioiello, con anche un museo dedicato alla “mamma di tutte le mamme”. Nel museo archeologico, nella ex chiesa di San Vito Martire, che da sola merita la visita, la mummia di una donna vissuta 28.000 anni fa. La donna incinta più antica conosciuta; ritrovata nella Grotta di Santa Maria di Agnano.

Museo Civico di “Civiltà preclassiche della Murgia meridionale”

Ostuni cattedrale  e suo interno.

Visitabile anche il sito archeologico di Santa Maria d’Agnano per la ormai famosa “Grotta della Maternità”, dove fu trovata la donna incinta, ma anche per altri ritrovamenti, in loco,  e una ricostruzione dell’ambiente naturale primitivo e una capanna del neolitico.

Puglia Nuovo Museo Archeologico Messapico

I reperti di questo museo, sono di tale importanza che anche  la trasmissione “Ulisse” di Alberto Angela  si è interessata ad Ostuni ed ai suoi luoghi archeologici.

Nel museo sono presenti anche reperti ossei degli antichissimi abitanti della zona: elefanti, rinoceronti, orsi ecc…

Il museo civico di “Civiltà preclassiche della Murgia meridionale”, in via Cattedrale, al centro di Ostuni è aperto al pubblico dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13. Sabato e domenica:  mattina dalle ore 10 alle 13 e pomeriggio dalle ore 16 alle 19.

Puglia Ostuni Chiesa di San Francesco
Puglia Ostuni – Municipio
Ostuni piazza-del-Municipio

::::::::::::::::::::

PARCO NATURALE REGIONALE 

DUNE COSTIERE

In bici, a piedi, corsi di erboristeria, visite guidate per le orchidee, formaggi irripetibili, ristoranti e alloggi di eccellenza.

Festa delle anguille da dicembre a gennaio; vendita delle anguille e ristoranti che le cucinano per l’occasione. Tutte le precisazionia l link più sotto.

Puglia – Ostuni – Parco delle Dune e spiagge

Albergabici© TUTTO PER I CICLISTI DI OGNI LIVELLO
Alla Masseria Fontenuova si trova un interessante allevamento di pecore locali che producono un formaggio eccellente; che si spera di poter salvare (gli allevatori preferirebbero un altro tipo di pecora che produce più latte).
Nelle acque, pulitissime, del parco vi è anche un allevamento di anguille e cefali dorati.
Un esemplare recupero di un vecchio impianto dell’Ottocento.

Vedi altre informazioni al link: http://www.parcodunecostiere.org/newsite/ita/index.php

MASSERIA IL FRANTOIO

Soggiornare nel sogno – alla Masseria Il Frantoio (Parco delle Dune)

Masseria il Frantoio; dove nasce il suo olio

:::::::::::::::::::::::

VICINO AD OSTUNI

In un ambiente naturale incontaminato, è possibile visitare questo Parco Archeologico che presenta alcuni spunti di grande interesse.

Reperti vari, vicino alla grotta.

Qui è stata trovata la mummia ora al Museo Archeologico di Ostuni.

:::::::::::::::::::::::::

Un albergo elegante dove mangiare è un’arte tutta pugliese

MASSERIA SANTA LUCIA

Piacevole ed efficiente spa, con piscine esterna calda e fredda , spiaggia e roccia, enorme, splendido e scenografico giardino.

Puglia-Otranto-Masseria-Santa-Lucia

La spiaggia della Masseria Santa Lucia.

 

Il mare di fronte alla Massseria Santa Lucia comprende spiaggia e rocce.

Il vaialone che porta alle spiagge.

Una camera della Masseria Santa Lucia; tutte le camere hanno un giardino privato.

Camere per famiglie alla Masseria Santa Lucia.

Prima colazione con torte fatte in casa, salumi, ottimo pane, frutta ecc…

La cucina merita l’eccellenza, qui abbiamo mangiato anche il miglior tonno alla griglia delle nostre esperienze; grazie alla più alta qualità della materia prima ed alla cottura perfetta.

Tutti i primi qui sono irresistibili, anche per chi non amasse in modo particolare la pasta.

Pesci (freschi), carni verdure e dolci non sono da meno.

Irresistibili: il pane, le friselline all’olio extra vergine di rara qualità e l’olio in tavola in tavola, meriterebbero, da soli, la visita.

Anche se non alloggerete in questo albergo, fermatevi almeno per un pasto.

La spa, dal design modernissimo e funzionale,  dispone di tutto quanto necessario per un completo confort.

Anche durante l’inverno, si può godere della panoramica piscina esterna (con ingresso diretto dall’interno per non sentire sbalzi di temperatura) di acqua calda, jaccuzzi e getti d’acqua.

Comode poltrone massaggianti completano il relax; mentre si ammira il panorama.

Sempre molto graditi gli assaggi di frutta fresca e bevande; sempre a disposizione.

spa

:::::::::::::::::::::

Oria:  non merita solo il nuovissimo museo, ma Oria fu anche residenza di Federico II e nuovo museo archeologico

Oria-Palazzo-dove-vissse-per-bereve-tempo-prima-del-matrimonio-Federico-II-di-Svevia.
Oria-Parte-del-castello-di-Federico-Secondo

Federico II di Svevia (Iesi 1194 – Castelfiorentino 1250), figlio di Enrico IV di Svevia e di Costanza d’Altavilla, fu una personalità eccezionale dalla ricchissima cultura, tanto che, ancora oggi, è oggetto di approfonditi studi.

Colto, abile, valoroso e tenace sostenitore della supremazia dell’Impero contro i  Baroni e i Comuni.

Federico II è ricordato anche come difensore dell’autonomia imperiale di fronte alla politica dei Papi.

In Puglia fece edificare alcuni tra i suoi imponenti manieri-castelli, Castel Del Monte è il più famoso. Anche Oria può vantare una residenza di Federico II, che qui soggiornò per breve tempo; in attesa della nozze con Isabella di Brienne (novembre del 1225).

Oria – San Giovanni Battista

Puglia Oria

———

GALLIPOLI IL SOGNO

Splendidi scenari, grande gastronomia; meglio in bassa stagione.

Galliponi – Hotel e residence Vittoria

Hotel-Vittoria se volete il lusso

Hotel Vittoria – piscina

Hotel Vittoria – spuntini



WEEKEND: VILLA MONASTERO SUL LAGO DI COMO – GIARDINO BOTANICO…

UN GIARDINO BOTANICO E UNA CASA MUSEO VISITATI DA TURISTI PROVENIENTI DA TUTTO IL MONDO.

UN WEEKEND A VARENNA, PERLA DEL LAGO DI COMO, PER UNA FACILE PASSEGGIATA PEDONALE LUNGO IL LAGO.

Lago di como Varenna sx Villa Monastero

A VARENNA CON IL BATTELLO PER GODERE DELLE BELLEZZE DEL LAGO DI COMO; UN LAGO CHE TUTTO IL MONDO CI INVIDIA.

VERENNA: una bella passegiata pedonale, lungo il lago, circondati da antiche case ben ristrutturate ed il giardino della superba Villa Monastero che merita la visita anche nei suoi interni. Da non perdere anche il  Castello di Vezio che sovrasta Varenna.

Como 450 panorama IMAG3410

Como

Como 450 Mausoleo Volta IMAG3408

Como, partenza del battello vicino alla stazione ferroviaria Trenord Como-lago: Piazza Cavour.

COMO 450 LAGO VILLA ESTE IMAG3357

Grand Hotel Villa d’Este a Cernobbio, dal battello.

Lago di Como 672 panorama IMAG3401

Lago di Como

Como 450 lago Villa Carlotta ok IMAG3376

Villa Carlotta, sul percorso del battello da Como a Varenna.

Lago di Como villa IMAG3371

Dal battello,

Lago di Como URIO IMAG3368

Lago di Como 450 Varenna panorama IMAG3394

Villa Monastero giardini e interni.

Como lago 450 Villa Monastero IMAG3395

Como lago Varenna Villa Monastero IMAG3379

Lago di Como Villa Monastero tappezzeria IMAG3389

Como lago Varenna Villa Monastero IMAG3381

Lago di Como Villa Monastero Varenna bagno IMAG3390

Da notare il bagno padronale, quasi una spa moderna, già con due lavelli gemelli.

Nella pinatina segnalato il Castello di Vezio che merita la visita.

Varenna-antica-chiesa-di-San-Giovanni
Varenna-la-piazza-principale

 

Andar per mostre. La sala De Marchi, sede di diverse mostre d’arte, si trova di fronte a Villa Monastero, a 50 mt., uscendo a sinistra,  rispetto al parcheggio sotterraneo.

 Se volete e potete spende, il ristorante dell’Hotel du Lac ha una magnifica terrazza sul lago e garantisce una serietà di gestione e cucina.

VIAGGIO DA NON PERDERE: PANAMA FOTO E INFORMAZIONI.

Il rarissimo uccello Quetzal

Un Paese che ci ha affascinato più del Costa Rica.

Meravigliose spiagge e impressionate natura; balene, tartarughe, rari uccelli dalle piume dorate…

UN RAPPORTO QUALITA’ PREZZO MOLTO VANTAGGIOSO.

Panama 672 Contadora mareIMAG4426_BURST001

Panama 672 aereo viaggi ok Contadora MAG4528

Isola di Contadora.

PANAMA 300 IMG_0441

Cascata di Boquete.

PANAMA orchidee fiori IMG_0739

 Orchidea della FINCA DRACULA; il miglior luogo dove vedere orchidee rare al mondo. In questa zona ne crescono 2.000 specie.

PANAMA 300 guida IMG_0515

Boquete.

PANAMA 450 IMG_0402

PANAMA foresta passerella IMG_0318

PANAMA 300 IMG_0513

 Boquete.

Panama canale IMAG4321

Il Canale di Panama dal treno.

Panama IMAG4280

Panama città.

Panama IMAG4319

Antico treno che porta i viaggiatori lungo il canale.

Panama IMAG4322

 

Panama IMAG4317_BURST001

Panama IMAG4576

Panama, chiesa.

PANAMA IMG_9716

Panama la città vecchia; parzialmente ristrutturata.

Panama MAG4245_BURST001

Panama città vecchia.

Panama IMAG4249

 Panama Colon IMAG4387

Storico albergo a Colon, alla fine del Canale sul lato dell’Oceano Atlantico.

Panama cibo IMAG4209

Panama Contadora aereo IMAG4570

PANAMA IMG_9815

PANAMA IMG_9930

Panama IMAG4250

Città di Panama

Panama IMAG4277

PANAMA balena megattera IMG_0071

Balena a Contadora.

PANAMA 672 quezal uccello IMG_0469

Il rarissimo Queztal.

Informazioni generiche su Panama:
tutte le informazioni che possono interessare il turista: www.atp.gob.pa
-telefono dall’Italia 00507
-due stagioni ( 26-30° e oltre, umido durante la stagione delle piogge):
secca da gennaio ad aprile (Boquete a gennaio gode del clima migliore, comunque qui sempre eccellente, con splendidi arcobaleni, in città e lungo la costa del Pacifico fa molto caldo)
umida negli altri mesi, con una diminuzione consistente delle piogge a settembre; comunque il clima è tropicale ed alle piogge si alternano, nella medesima giornata, ore di sole e fa meno caldo che durante il periodo secco.
lingua: spagnolo, ma molti parlano anche inglese
moneta: il dollaro americano è accettato ovunque ed ha un valore identico alla moneta locale
mance: se non sono comprese nel prezzo (servizio) è bene lasciare un 10%
tasse: come negli USA, al prezzo dichiarato si devono sempre aggiungere le tasse
patente: per 90 giorni si può guidare con la patente italiana
assicurazione: ogni turista gode di una assicurazione GRATUITA
ospedali: gli ospedali di eccellente livello sono numerosi, Clinca Paitilla, Clinica San Fernando, Hospital Nacional e Hospital Punta Pacifica
ambulanze: 236-6060
elettricità: PORTARE GLI ADATTATORI PER GLI USA, 110 volts, nessun problema con i dispositivi elettronici se si porta l’adattatore.
-PANAMA CITTA’: trasporto gratuito dal vostro hotel al centro commerciale Multiplaza e Metromall di Panama: telefono 222-8210, 6613-4694
-I pensionati a Panama godono di molti privilegi: sconti sull’elettricità, poche tasse, speciali trattamenti nelle banche, l’Italia gode di vie preferenziali per la richiesta di residenza.
Vedi altre informazioni per i pensionati al link:

Partenza 19 settembre, ritorno il 5 ottobre 2014, (per Panama è bassa stagione, settembre è il mese della stagione delle piogge nel quale le precipitazioni sono abbastanza ridotte; noi ci siamo trovati bene).
Volo Malpensa Panama: 650 euro.
Siamo partiti da Milano Malpensa alle 10 a.m., con un volo American Airlines diretto a New York.
Arrivati a N.Y. all’aeroporto J.F.K. nel pomeriggio, abbiamo raggiunto l’albergo con i mezzi pubblici: Air Train e poi metropolitana.
Albergo: World Center Hotel (144 Woshington Street, www.wordcenterhotel.com; con vista spettacolare su Ground Zero (L’hotel è esattamente di fronte alle fontane) e grattacieli intorno, prenotato con Booking.com. Due persone con cucina e salottino per eventuale terza persona: 200 euro (camera più piccola 150 euro).
L’abbiamo scelto perché centralissimo e vicinissimo ad un ottimo ristorante e ad un ottimo posto per la prima colazione all’americana: tutto entro 30 metri.
Inoltre, l’albergo dista 200 metri (2 strade) dal Century 21; dove si acquista tutto a prezzi eccellenti. Per esempio un set completo per trucco Elizabeth Arden a 20 dollari (matite, fard, rossetti, pennelli in bella scatola con cassettino), principali marche di vestiario scontate del 70 % anche 80.
La cena era programmata al MORTON’S THE STEAK HOUSE, appena usciti dall’ingresso dell’albergo a sinistra la porta vicina. Ristorante elegante. Attenzione perché il ristorante chiude alle 21,30.
Il mattino successivo colazione da BILL?S BAR & BURGER, DI FIANCO ALL’HOTEL: VERA, NOSTRANA CUCINA USA: PAN CAKES E HABURGHER MEGA UOVA E PANCETTA CROCCANTE
Poi siamo partiti per l’aeroporto di Newark con un auto a noleggio prenotata in anticipo via internet con Carmel www.CarmelLimo.com per 70 dollari mancia, tasse, pedaggi compresi.
Volo per Atlanta, sosta in aeroporto in attesa del volo con pranzo a base di prime ribe, tipicamente americano: costolette di maiale in una salsa deliziosa.
Arrivati a Panama abbiamo preso un taxi bianco, quelli segnalati dalle guide, spendendo più del doppio rispetto ai taxi gialli; che negli ultimi anni sono controllati e sicurissimi.
Per muoverci in città poi useremo sempre il taxi giallo del conduttore più simpatico della città, scoprendo così ch eu taxi gialli sono molto meno cari, ma altrettanto sicuri a differenza di quanto dicono tutte le guide che abbiamo letto (Lonely e National Geographic; ultimamente la politica turistica ha permesso l’eliminazione dei tassisti abusivi e poco sicuri.
AVIER e tel 00507 6870 9036: con lui spendevamo circa 6 dollari per ogni spostamento, 25 per andare all’aeroporto internazionale.

Per dormire, abbiamo scelto il Novotel, prenotato con Booking com, 5 stelle, a 55 euro la doppia, per notte, con prima colazione (non eccellente), ma avevamo una bellissima grande camera comoda con due grandi letti.
Da questo hotel si può camminare a piedi, anche in piena notte, per raggiungere il vicino ristorante El Prado, ottimo rapporto qualità prezzo, frequentato dai locali; ottimo pesce, ma non solo.
La mattina ci siamo diretti, a piedi, verso il Mercado del Mariscos: mercato del pesce.
Dal mercato, con una breve passeggiata lungo l’oceano, abbiamo raggiunto il centro antico.
Visita del centro, ben ristrutturato, foto e caffè italiano.
Al ritorno, affamati, ci siamo fermati in due dei ristorantini intorno al mercato del pesce (Mercado de Mariscos, via Cinta Costera,) per gustare i piatti locali: “cevice” (pesce crudo nel lime e cipolla) poi due pesci alla piastra: ottimi.
All’albergo ci aspettava il nostro autista per portarci a visitare la foresta vergine Metropolitana: niente di speciale, se avete già visto le foreste tropicali; ma è speciale la vista dei grattacieli della città incorniciata dalle piante della foresta.
il giorno successivo lo abbiamo interamente dedicato al viaggio con l’antica ferrovia che costeggia il canale. Ci siamo fatti portare per le 7,30 alla stazione dal nostro taxi e abbiamo acquistato i biglietti, circa 36 dollari per tratta e per persona.
Il viaggio sulle antiche carrozze permette di vedere tutto il canale e la sua lussureggiante vegetazione. Si deve precisare che non è consigliabile camminare, anche in pieno giorno, nelle strade di Colon, se non si è panamensi.
All’arrivo avevamo chiesto all’autista del vicino hotel Melià di venirci a prendere con l’auto e così abbiamo conosciuto una persona che ci ha raccontato tutto quello che volevamo sapere della zona e della struttura che oggi, in piccola parte è hotel, ma che fu scuola militare americana.
La Scuola delle Americhe (SOA). Nei suoi 56 anni di vita ha insegnato a più di 60.000 soldati latinoamericani: tecniche di repressione, di guerra d’assalto e psicologica, di spionaggio militare e tattiche per gli interrogatori. La storia, purtroppo, ci racconta che centinaia di migliaia di latinoamericani sono stati torturati, stuprati, assassinati, “fatti sparire”, massacrati e obbligati a fuggire ad opera dei “diplomati” presso la SOA. 
La Scuola fu istituita inizialmente a Panama nel 1946 e cacciata dal paese nel 1984 seguendo le condizioni del Trattato del Canale di Panama. Questi “diplomati” hanno spesso utilizzato le loro abilità per intraprendere una guerra contro la loro stessa gente. Qui hanno studiato: Manuel Noriega, Juan Francisco Velasco Alvarado, Roberto Eduardo Viola Prevedini e molti altri.
Dell’antica struttura rimangono ancora edifici abbandonati o ben ristrutturati, come l’hotel Melià che, seppur un poco datato, mantiene il fascino dei vecchi alberghi dei veri viaggiatori.
Un giorno in hotel con uso delle piscine e degli spogliatoi immersi in un giardino spettacolare, pranzo a buffet compreso, ci è costato 36 dollari a testa; una pausa che abbiamo molto apprezzato anche per il magnifico giardino dell’albergo con affaccio sul lago dove si possono fare escursioni, praticare la canoa ecc..
Al ritorno, senza pagare alcun supplemento, l’autista ci ha portato a visitare rapidamente la città di Colon, non raccomandabile ai turisti solitari, meglio in auto .
Abbiamo visitato il vecchio e glorioso hotel Washington, un poco decaduto, ma sempre bello.
Il taxi ci ha mostrato anche la zona tax free, qui si trova di tutto, senza tasse.
Una signora locale conosciuta in aereo ci ha poi raccomandato di farvi gli acquisti, tutto molto scontato.
Qui i prezzi sono ancora più economici che negli outlet statunitensi: si trova tutto, dall’abbigliamento alle macchine fotografiche agli orologi delle marche più prestigiose, tutto esente dalle tasse.
Al ritorno; cena, riposo e partenza per l’isola di Contadora in aereo. Prenotato precedentemente via internet, costo: 120 euro, tasse comprese.
Volo con piccolissimo aereo, dopo una lunga attesa, atterraggio su altra isola (non previsto), panorama mozzafiato sulle isole.
A Contadora abbiamo sbagliato completamente il luogo dove dormire. Seguendo i suggerimenti della Lonely Planet e di Trip Advisor abbiamo prenotato Casa del Solo: non fatelo ! Il secondo letto era più simile ad una cuccia per cani che a un letto per una persona. L’aria condizionata non era regolabile: o freddo gelido o caldo soffocante.
Le pale al soffitto, bassissimo, hanno causato una forte faringite con forzata sosta a letto per 2 giorni!.
Per soli 15 dollari in più, il bellissimo ed elegante Hotel Romantica, direttamente sulla spiaggia, ci offriva una bella ampia camera con aria condizionata ben funzionante !!
Omar 00507 694 08 771 è stato il nostro punto forte a Contadora: bravissimo nocchiere ci ha portato a visitare tutte le isole più vicine con la sua barca.
Grazie a lui abbiamo sempre visto le balene, pescato ottimi pesci, anche il, qui raro, wahoo (buonissimo a tavola); che poi abbiamo mangiato ottimamente cucinato da un ristorante locale raccomandato da Omar (sull’angolo di fianco alla sede della compagnia area, sopra Isla del Pacifico supermercato)
Uscite in barca a 40 dollari l’ora per 2 persone. Omar tel
Il miglior ristorante dell’isola è il Ricon, in centro vicino alla stazione della polizia.
Ottimo anche il ristorante dell’hotel La Romantica.
Nota su Contadora, se siete allergici alla puntura degli insetti, microscopici, che abbondano sull’isola, potreste soffrire parecchio. Pungono anche con il repellente; portate medicine adeguate per combattere l’allergia e per togliere il dolore.
CONTADORA
www.visitcontadoraisland.com
info@contadoraisland.com
Dormire:
Villa Romantica: sulla spiaggia, brezza costante nella stagione umida (maggio-dicembre), ottimo servizio, belle camere. Prezzi speciali in bassa stagione, buono il ristorante; contadora@villa-romantica,com www.contadora-villa-romantica.com
Più economica, al centro dell’isola: Hotel Hibiscus per 32 persone 95 dollari più 10% tasse con colazione ricca di frutta tel +507-6781-1638 (che vanno sempre aggiunte a qualunque prezzo), qui abbiamo trovato un’auto elettrica per 50 dollari al giorno.
Partiti da Contadora, dall’aereo abbiamo fatto delle splendide foto alle isole sottostanti.
All’aeroporto dei voli nazionali di Panama, ci siamo recati all’ufficio della compagnia Thrifty, con la quale avevamo prenotato un’auto dall’Italia.
La compagnia si è rivelata efficientissima; personale educato e sollecito.
Non disponendo dell’auto che avevamo prenotato, l’hanno subito sostituita con una di categoria superiore al medesimo prezzo: fantastico.
Spesa totale: 310 dollari.
La benzina costa 1 dollaro al litro.
In due ore di auto abbiamo raggiunto la località montana di El Valle: famoso centro di soggiorno per panamensi benestanti con villa privata.
E’ subito evidente l’immensa distanza tra i grandi suv e jeep e le povere bici dei locali.
Il paese non offre molto, la cascata è famosa, soprattutto per la possibilità di sorvolarla appesi a una fune. All’entrata abbiamo pagato anche per fare il bagno, ma non era sotto la cascata, solo un bacino artificiale vicino: non ci è piaciuto e abbiamo rinunciato.
Anche la cascata, se siete abituati alle cascate delle foreste tropicali con bagno nella pozza sottostante, non vi sembrerà meritevole della sosta.
Abbiamo invece apprezzato la possibilità di alloggiare nel luogo dove sorgeva un antico albergo, ancora oggi gestito da una famiglia locale.
Situato in un gradevole contesto naturale, ai piedi della montagna, dalle finestre è possibile vedere e fotografare uccelli e un’uscita notturna, con torcia e attenzione, vi farà scoprire la famosa rana dorata, tipica di questa zona e salvata dall’estinzione proprio dalla famiglia proprietaria dell’albergo.
Anni fa queste rane furono vittime di un’aggressione di funghi chiodini che le stava sterminando. I proprietari dell’albergo misero a disposizione delle stanze per salvare le rane.
L’albergo antico è stato distrutto e ora si alloggia in grandi, semplici, camere dotate dei confort necessari.
Se volete il lusso, lo troverete altrove.
Dopo El Valle, con un viaggio sulla Panamericana di 4 ore, abbiamo raggiunto la torrida città di David.
Da qui abbiamo proseguito per Boquete, famosa località di montagna.
Boquete si è rivelata essere una delle più ambite mete dove trascorrere la pensione per gli americani.
Molto meno cara degli USA, dotata di un clima abbastanza fresco tutto l’anno; solo nelle ore centrali del giorno, in centro città si può soffrire un poco il caldo nei mesi delle piogge. mentre in estate, dal nostro gennaio, il cielo è terso e soffia sempre una gradevole brezza.
Gennaio è il mese migliore per visitare Boquete, il cielo terso permette di vedere la cima del vulcano BARÚ e numerosissimi arcobaleni.
Le sistemazioni sono alla portata di tutte le tasche dall’economico a 10 euro a notte, in bassa stagione, ma in centro dove fa caldo e senza aria condizionata, sino agli alberghi con spa.
Per fermarsi a lungo è consigliabile parlare con la gente che vi abita; se vi accontentate potrete trovare alloggio con cucina anche a 100 euro al mese, in località Vulcancito, dove non fa mai caldo, ma nemmeno mai freddo. Ben collegata con la città con i bus e gli economici taxi.
Ottima la frutta tropicale che si acquista nei negozi o al mercato.
Non manca un supermercato fornitissimo che offre tutti i prodotti di marca degli USA, ma anche pasta italiana e sugo Mutti a prezzi alti.
Numerosi e vari i luoghi dove mangiare. A noi è piaciuto il ristorante peruviano Machu Pichu; ottimi pesce, carne e zuppe.
Economico e senza pretese il self service locale denominato Duran. Lo trovate in centro, non lontano dalla piazza principale dove si affaccia il miglior bar; qui l’aria condizionata permette una gradevole sosta nelle ore più calde, il caffè Moccacito è delizioso come i pochi, ma gustosi dolci. Qui trovate anche il famoso caffè qualità DURAN, assai raro e considerato il migliore al mondo.
Passato il ponte sul fiume, girando a sinistra trovate il negozio che vende piante e orchidee accanto ad un giardino eclettico. Qui ha sede la famosa fiera delle orchidee che si tiene a Boquete ogni anno durante il mese di aprile.
Noi abbiamo alloggiato al B&B Palo Alto (85 dollari la camera doppia con colazione in bassa stagione), sulla strada per palo Alto a circa due chilometri dal centro della città di Boquete.
Lo consigliamo perché non è facile trovare un servizio tanto efficiente e delle camere tanto funzionali e gradevoli in un giardino che, da solo meriterebbe la sosta.
La colazione del mattino viene servita di fronte ad un magnifico scenario naturale. uova, salsicce, frutta tropicale, yogurt, pane tostato e corn flakes, succo di frutta esotica e caffè. Qui l’ultima mattina abbiamo mangiato i migliori pan
cakes della nostra vita, cucinati dalla padrona della struttura; fantastici !
I dintorni di Boquete offrono la possibilità di camminate di ogni tipo; dalla più impegnativa, sino alla bocca del vulcano, alle altre non meno faticose alla ricerca del mitico uccello Quetzal; che noi abbiamo avuto la fortuna di fotografare, grazie alla nostra bravissima guida Edoardo tel 00507 6601 6479.
Le passeggiate nella foresta richiedono un’adeguata attrezzatura, ma soprattutto sconsigliamo di avventurarsi da soli in quanto i pericoli sono più numerosi di quanto un profano si aspetti. Ma chiunque può fare delle belle passeggiate all’aria buona intorno alla città.
Le guide hanno sempre con loro i vari sieri contro i morsi dei serpenti, che sono abbastanza rari.
Solo per chi va a cavallo le possibilità di morsi di serpenti aumentano. Il movimento delle braccia che sfiorano i rami degli alberi li spaventa e un serpente, che salta, attacca alle gambe; non servono scarponi, attacca alla coscia.
In ogni caso nella zona ci sono molto meno serpenti che in altre località con foresta tropicale, poiché nelle circostanti piantagioni di caffè viene sparsa una sostanza che li tiene lontani.
Comunque esistono anche possibilità di fare anche n passeggiate non impegnative, fuori dalla città per respirare aria buona di montagna.
I ragazzi giovani arrivano a Boquete per praticare i soliti sport “estremi”; rafting, bike, arrampicate, uscite con mezzi motorizzati per spingersi nelle foreste; quest’ultimo un passatempo che a noi non piace perché inquina, anche per il rumore e non fa bene alla salute.
Molte sono ile zone intorno a Boquete dove gli americani, e non solo, hanno costruito grandi ville, giardini, campi da tennis e da golf.
Uno sport club esclusivo è a loro disposizione.
Nelle vicinanze di Boquete si trovano anche delle acque termali.
La destinazione più interessante, per noi, è stato l’orto botanico di Guadalupe, dopo Cerro Punta. Per raggiungerlo abbiamo dovuto rifare, parzialmente, la strada per David e poi, solo con l’auto del satellitare, siamo riusciti a trovare la strada perché non ci sono indicazioni di alcun genere.
Comunque partendo da David si spendono 36 dollari di taxi per raggiungere la Finca Dracula.
Il parco botanico FINCA DRACULA (il paradiso delle orchidee) , aperto dalle 8 alle 17 tutti i gironi, con visite guidate ben presentate da una ragazza molto competente in materia. 1 adulto e uno studente: 11 dollari, ma dopo avere sentito il profumo di vaniglia di alcune orchidee, avrei pagato qualunque cifra.
Il luogo è definito da molti, anche da noi, una delle più ricche serre di orchidee mai viste.
Qui si incontra il miglior clima al mondo per la crescita delle orchidee. Il nome Dracula proviene dal fatto che i fiori di molte di queste orchidee si aprano solo di notte.
Qui potete acquistare orchidee per pochi dollari, anche se vi sono specie rare che possono costare anche oltre 200 dollari.
Finca Dracula è uno dei più interessanti luoghi al mondo per vedere orchidee rare.
I mesi migliori vanno da aprile a maggio, con quest’ultimo come migliore in assoluto.
Alla Finca Dracula è possibile vedere molto altre piante che non siano orchidee, un bel laghetto e una cascatella.
Comunque siamo riusciti a fotografare diverse orchidee Diablo; scure con sfumature nere, sicuramente emozionanti per qualunque appassionato del genere.
Ma la cosa che ci ha più colpito è stato il persistente e delicatissimo profumo di vaniglia che aleggiava nell’aria; un profumo che mai avevamo sentito tanto intensamente.
Dopo un soggiorno di 3 giorni e le foto del rarissimo Queztal, abbiamo lasciato Boquete ci siamo diretti verso l’oceano Pacifico. Dopo David abbiamo deviato per
Las Lajas Beach; dove si trova Las Lajas Beach Resort www.laslajasbeachresort.com
La località deve ancora svilupparsi dal punto di vista turistico.
La spiaggia è immensa e circondata dalle palme.
Qui si vendono lotti di terreno a 20.000 dollari per 500 mq., ma in seconda linea rispetto alla spiaggia; considerato che la zona è molto calda e dove si deve edificare sono stati tagliati tutti gli alberi grandi, forse non è un affare, anche se la spiaggia è veramente affascinante: immensa e totalmente libera.
Una famosa scrittrice americana (Anna Markland) viene su questa spiaggia per rilassarsi e ispirarsi e non è difficile crederle.
Tornati sulla Panamericana, il viaggio prosegue con una certa lentezza a causa del traffico dei giorni feriali e dei grandiosi lavori in corso per raddoppiare la carreggiata.
L’idea di fermarci per una notte lungo l’oceano si rivela vincente.
Arriviamo all’hotel con tante ore di auto alle spalle, ma ci sentiamo subito meglio anche per la meravigliosa vista sull’oceano dalla nostra camera e la lunghissima e deserta spiaggia dove passeggiare.
L’hotel scelto è lo Sheraton, del quale abbiamo letto anche diverse relazioni negative.
Noi l’abbiamo scelto anche per il prezzo che abbiamo trovato su Booking.com; 130 dollari una camera con due grandi letti vista mare, pensione e bevande comprese per 2 persone.
Il buffet non è di quelli che si ricordano, ma comunque c’era tanta buona frutta e dell’ottima coda di toro veramente ben cucinata, i dolci non erano male, il resto non ci interessava.
Il numero delle piscine è notevole come la loro scenografia, ma a noi interessa il mare e così ci precipitiamo in spiaggia: lunghissima, sino all’orizzonte, completamente vuota, salvo le sdraio dell’albergo. Entrando nella parte dedicata agli sport d’acqua scopriamo che la canoa è gratis e ne approfittiamo subito; la corrente non è pericolosa.
Il mare è molto caldo e invita anche ad un bel bagno.
Le onde non sono eccessive, ma non è per nuotatori insicuri.
La sera abbiamo prenotato il ristorante giapponese, compreso nella pensione completa.
La scenografia all’entrata è molto elegante. Tutto il gruppo che ha prenotato viene fatto sedere attorno ad una piastra dove un cuoco locale si esibisce in alcuni giochi d’effetto, giusto per un villaggio turistico.
Non si è trattato di una cena in vero stile giapponese, né il cibo lo era, comunque era tutto commestibile e la gente che ci circondava è sembrata molto soddisfatta. Per noi si è trattato di fare qualcosa di diverso; comunque non eravamo interessati al buffet ,che per questa sera, era a base di piatti italiani.
La colazione del mattino l’abbiamo limitata a tanta frutta, caffè latte e corn flackes.
Poi ci siamo goduti ancora una bella nuotata in mare, anche se il rientro ha richiesto un minimo di attenzione, l’oceano va sempre rispettato ed è solo per chi sa veramente nuotare.
Partiti verso le 10 di mattina, ci siamo rifermati sull’oceano a un’ora da Panama città per ammirare un nuovo gruppo di condomini di lusso in prima fila sull’oceano. Posizione magnifica, grande eleganza e linearità di stile, splendide viste sulla spiaggia e sull’oceano.
Un vero ottimo investimento; a partire da 380,000 dollari per un’ampio bilocale all’ultimo piano con vista mozzafiato,
A Panama abbiamo riconsegnato l’auto a noleggio e con 2,50 dollari ci siamo fatti portare in taxi al ristorante vicino al nostro albergo, sempre il Novotel. Il ristorante, senza pretese, ma quasi sempre buono El Prado è raggiungibile, in piena sicurezza anche di notte camminando 5′ dal Novotel.
Quest’ultimo raccomandabilissimo; per la sua comoda ubicazione anche per raggiungere il nuovissimo ed efficiente metro; un ristorante per mangiare pollo si trova proprio di fronte all’albergo e qui i polli hanno ancora un sapore !
Un poco più avanti dall’hotel, in giornata si può anche raggiungere un altro luogo frequentato solo da locali, dove si può avere un pasto tipico panamense a pochi dollari.
La nostra vacanza è terminata con una partenza la mattina prestissimo con volo per Atlanta, poi volo per New York e quindi per Milano.
Abbiamo prenotato poco prima della partenza e quindi non avevamo molta scelta, non volendo spendere una grossa cifra per il solo volo, ma chi può prenotare con largo anticipo sicuramente troverà dei voli, se non più economici più comodi.
La prossima volta che torneremo a Panama, durante il soggiorno in città prenoteremo presso un’agenzia locale una giornata o due alle isole San Blas e trascorreremo qualche giorno in un albergo a palafitte sul mare sull’arcpelago Bocas del Toro ( tiotomsguesthouse.com Isla Bastimentos; careeningeay.com, www.farodelcolibri.com, , se avremo tempo anche altri giorni nel selvaggio Darien, ma solo con una buona guida (tour organizzati da 4 gg a 6gg. tel. 00507 3958 165 39 Eco Adventure tel locale: 6655-0984; per la pesca d’altura: tel.00507 3467 162 7 Deep Sea Fishing; per bird watching tel 00507 3571 163 16).
Al prossimo viaggio.
Foto e info di altri nostri viaggi su www.donnecultura.eu

PANAMA:
Autonoleggio: Triffy; Sizuky ritirata in aeroporto e lasciata nella sede in centro città; aperta sino alle ore 10 di sera. Ottimo servizio, personale gentile: 337 dollari per 7 giorni. La benzina costa circa 1 euro al litro.

HOTEL A PANAMA: Novotel, in centro, possibile raggiungere, a piedi, ristorante per la cena; zona assolutamente sicura. 5 stelle, a 55 euro la doppia, per notte, bassa stagione, su Booking.com; per 3 notti. Eccellente rapporto qualità prezzo. Piccole pecche: profumazione non gradita nella hall e colazione a buffet con caffè-latte veramente inbevibile (ma si può chiedere caffè italiano a 2,5 dollari), pancakes senza sciroppo…
MANGIARE:
Dal Novotel, proprio di fronte un locale che serve dell’ottimo ed economico pollo arrosto; a piedi si raggiunge El Prado: cucina locale discreta. Sempre a piedi (indicativamente verso la metro) anche RIKO POLLO; semplicissima cucina locale rustica, molto economico.
Sushi Itto: cucina giapponese e latina; pesce fresco, anche servizio a domicilio; Multipalza Mall e Plaza Obarrio (vicino a El Santuario).

BOQUETE
All’Ufficio di Informazioni per il Turista: sulla strada principale, prima di arrivare a Boquete centro, all’altezza della deviazione per Vulcancito, ma sul lato opposto della carreggiata. Personale molto gentile; la miglior fonte di informazione; ci ha ricevuto la signora: Cefati.
Dormire:
Hotel Palo Alto; per noi il miglior rapporto qualità prezzo, eccellente servizio, eccellente colazione all’americana con panorama mozzafiato; tutto ok, un poco in alto rispetto al centro (2,5 Km) per godere del fresco della montagna; in città in giornata può fare abbastanza caldo. WiFi gratis nelle camere.
http://hotelpaloaltoboquete.com ; info@hotelpaloaltoboquete
Boquete Tree Trek, per chi non bada a spese e vuole stare immerso nella natura, casette in legno. Non vicino alla città. www.boquetetreetrek.com
Per chi non ha pretese: Casa Pedro, camere da 35 a 100 dollari. La sistemazione è spartana, ma avete tutto il necessario, anche la possibilità di cucinare. Chiedete la camera con il balcone. 5 camere. A 5′ dal centro. WiFi e caffè gratis www.casapedroboquete.com casapedroboquete@hotmail.com
Pe visite accompagnate:
Noi abbiamo fatto riferimento ad una guida espertissima, come segnalato nelle foto
Per chi ama il tutto organizzato, anche direttamente dall’albergo: Boquete Tour, telefono: 730-9353 WWW.BOQUETESAFARI.COM INFO@BOQUETESAFARI.COM

OCEANO PACIFICO:
Sheraton Bijao Beach Resort: località Santa Clara, a circa 2 ore di auto a nord della città di Panama, con Booking.com; 130 dollari una camera con due grandi letti e vista oceano, pensione completa, bibite e canoa.  

Fiori 450 Panama varie IMG_9851

Varie aereo 672 Contadora aereo IMAG4522_BURST001

Panama IMAG4612

Mangiare street food sulla Panamericana lungo l’oceano Pacifico.

Panama cucina IMAG4608

Panama IMAG4504

Contadora ristorante casalingo.

panama Contadora IMAG4506

 

 

 

Panama Contadora IMAG4503

Contadora aeroporto.

Panama cibo IMAG4258

Pesce fritto e contorno al Mercado dei Mariscos a Panama città.

Panama IMAG4192

Panama IMAG4251

Panama hotel Boquete Palo Alto IMAG4624

Albergo Palo Alto a Boquete.

Panama Boquete IMAG4633

Boquete la piazza centrale.

Panama Boquete antico treno IMAG4628

L’antico treno che univa Boquete all’oceano Pacifico.

Panama Boquete IMAG4634

Annunci di vendita a Boquete

Panama Boquete ristorante Machu Pichu IMAG4625

Ristorante Machu Pichu a Boquete.

Panama IMAG4274

Camera Novotel a Panama.

Panama Colon interno h Washington IMG_9942

Interno dell’ormai decaduto albergo Washington a Colon

Panama COLON IMG_9968

Panama Colon IMG_9958

 Colon, la chiesa più antica.

Panama Colon Hotel Washington IMG_9945L’ormai decaduto, ex albergo di lusso, Washington a Colon; comunque ancora ricco di fascino.

Panama Colon IMG_9935

 

 

Colon, la città sul canale di Panama dal lato dell’Oceano Atlantico. Una città dove non manca il lavoro, ma gli abitanti preferiscono o non lavorare o spendere i soldi in auto e feste, ma non per pagare l’affitto e la luce.

A Colon si trova anche un grandissimo centro fee tax, dove si acquista tutto senza pagare tasse: dagli orologi di marca ai telefonini agli elettrodomenstici.

Qui i ricchi affari del canale sono anche in mano ad una minoranza araba ed ebrea.

COLON IMG_9976

ORCHIDEE e altri fiori DALLA FINCA DRACULA:

PANAMA orchidee fiori IMG_0716

Abbiamo visitato una delle collezioni più ricche al mondo di orchidee.

Profumi inebrianti, colori e trappole semoventi (come quella fotografata qui sotto)per insetti: ecco cosa sono le orchidee.

PANAMA orchidee fiori IMG_0715

L’orchidea qui sopra fotografata, quando viene toccata da un insetto si muove per far scivolare l’insetto verso  il suo polline !

Si chiama FINCA DRACULA il posto migliore al mondo per chi ama le orchidee. 2.000 specie crescono in questa zona.

PANAMA orchidee fiori IMG_0558

PANAMA orchidee fiori IMG_0711

PANAMA orchidee fiori IMG_0709

PANAMA orchidee fiori IMG_0708

PANAMA orchidee fiori IMG_0707

PANAMA orchidee fiori IMG_0705

PANAMA orchidee fiori IMG_0703

PANAMA orchidee fiori IMG_0691

PANAMA orchidee fiori IMG_0708

PANAMA orchidee fiori IMG_0704

PANAMA orchidee fiori IMG_0703

PANAMA orchidee fiori IMG_0691

PANAMA orchidee fiori IMG_0688

PANAMA orchidee fiori IMG_0654

Alcuni fiori non sono di orchidee, ma li abbiamo fotorafati per laloro rarità e bellezza.

(PIU’ SOTTO TROVERETE LE ORCHIDEE DIABLO)

PANAMA orchidee fiori IMG_0651

PANAMA orchidee fiori IMG_0637

PANAMA orchidee fiori IMG_0618

PANAMA orchidee fiori IMG_0563

QUI SOTTO LE ORCHIDEE DIABLO CHE CRESCONO SOLO QUI

 PANAMA orchidee fiori Dracula vampira IMG_0693

PANAMA orchidee fiori Dracula Vampira IMG_0686

PANAMA orchidee fiori Dracula Vampira IMG_0685

Altre orchidee e fiori che ci hanno affascinato:PANAMA 672 orchidee fioriIMG_0729

PANAMA 672 orchidee fiori ok IMG_0566

PANAMA 672 acqua cascata ok IMG_0677

PANAMA 450 fiori IMG_0458

PANAMA IMG_0243

I grattacieli di Panama city visti dall’aereo.

PANAMA Varano animali IMG_0130

PANAMA animali cerbiatti IMG_0175

PANAMA IMG_0164

Albego Romantica a Contadora

PANAMA 450 fiori IMG_0458

L’uccello idolatrato dagli indigeni; il Quetzal.

PANAMA caimano coccodrillo animali IMG_0266

Caimano.

PANAMA 450 Edoardo +507 66016479 IMG_0460

La nostra guida a Boquete: Edoardo.

PANAMA 450 IMG_0402

Cartelli lungo la strada per Boquete.

PANAMA foresta passerella IMG_0318

PANAMA montagna foresta IMG_0365

Pareti dell’enorme, antichissimo ed enorme vulcano che circonda la zona dove è situata la località montana di El Valle: qui troverete una bella cascata che potrete superare appesi ad una corda in assoluta sicurezza.

A Panama assaggerete il più dolce ananas del mondo.

Sciare slow – Altopiano Renon 8 – 10 / 16- 23 dicembre – Dolomiti in città

In 12 minuti con la moderna funivia che parte da Bolzano, si scia !!!

Scenario incantevole con vista spettacolare sulle vette dolomitiche

Vette dolomitiche a due passi dalla città, approccio slow, tanto sole, offerte alla portata di tutti, eventi gourmet e un comprensorio family-friendly: in poche parole, l’inverno sull’altipiano del Renon

 – Una vera e propria oasi “bianca” a ridosso della città, raggiungibile in soli 12 minuti con la moderna funivia che parte da Bolzano: l’altipiano del Renon si propone come un’opzione ideale per un inverno tutto da vivere per famiglie, appassionati dello sci, amanti della natura e delle tradizioni locali.

Merito della sua posizione, dei tanti giorni di sole, dei magnifici paesaggi e delle tariffe competitive, senza contare l’interessante côté culinario: tutte cose che fanno del Renon una valida alternativa rispetto ai grandi domaine skiable. Ma, oltre allo sci, le possibilità di svago non mancano: pattinaggio, escursioni invernali per tutta la famiglia a piedi o con le ciaspole, randonnée a cavallo sulla neve in paesaggi da fiaba, slittate al chiaro di luna.

E poi tante manifestazioni pensate per animare le giornate invernali, tra le quali il tradizionale Trenatale del Renon, originale mercatino natalizio, servito dalla storica ferrovia a scartamento ridotto che nel 2017 ha festeggiato i suoi 110 anni, i Campionati europei di Pond hockey e tanto altro ancora.

Corno del Renon: anteprima di stagione dall’8 al 10 dicembre, impianti aperti dal 16 dicembre, e tante offerte per un inverno “sulle piste” alla portata di tutti

Uno scenario incantevole con vista spettacolare sulle vette dolomitiche – dal Gruppo del Sella allo Sciliar – la possibilità di trascorrere una vacanza in tutta tranquillità, l’approccio “dolce” allo sci garantito da ampie e panoramiche piste, tante opportunità di divertirsi in una full immersion nella natura: sono questi alcuni dei punti di forza della stagione bianca sull’altipiano del Renon, al via il prossimo 16 dicembre, con un’anteprima per il ponte dell’Immacolata dall’8 al 10 dicembre 2017.

A disposizione degli sportivi ci sono i 15 chilometri di piste del comprensorio sciistico del Corno del Renon (che si sviluppano dai 1.530 ai 2.260 metri slm), facilmente raggiungibili anche per chi parte da Bolzano: con la Funivia del Renon si può raggiungere Soprabolzano in pochi minuti, poi con il trenino fino a Collalbo, infine l’autobus di linea conduce alla stazione a valle di Pemmern (dove si trova anche un ampio parcheggio, per chi preferisce usare l’auto), da dove parte la cabinovia a 8 posti fino alla Punta Lago Nero (e con la RittenCard si usufruisce di tutti questi mezzi di trasporto gratuitamente: per info www.renon.com/it/scoprire-renon/rittencard).

Le tariffe competitive rendono questo comprensorio ideale per i nuclei familiari.

Per l’inverno 2017/18 il giornaliero per adulti costa 27,50 €, per bambini nati tra il 2003 e il 2009,18,50 € (sotto gli otto anni gratis) e sono previsti inoltre pacchetti famiglie e tessere a punti (info www.ritten.com/it/altipiano/corno-del-renon/prezzi.html.).

Per gli sciatori più piccini, poi, la scuola di sci Corno del Renon è perfetta: l’atmosfera è amichevole e i maestri di sci hanno un approccio giocoso e divertente, grazie anche alla notevole esperienza nell’insegnamento. La scuola è dotata di un campo prova presso la stazione intermedia della cabinovia, con due varianti di tracciato e un “tappeto magico” per il trasporto dei bambini.

Ma le piste ampie, i comodi accessi agli impianti di risalita e lo snowpark presso la stazione intermedia del Pemmern, aspettano anche le evoluzioni dei freestyler, mentre non manca una snow-kite zone, poco sotto la cima del Corno del Renon, per volteggiare sopra i pendii innevati.

Tra le offerte, particolarmente conveniente è il “Pacchetto invernale del benessere” valido dal 6 gennaio al 10 febbraio 2018 e dal 17 febbraio al 18 marzo 2018, nelle strutture convenzionate, con 7 pernottamenti a partire da € 231 a persona, oltre a tutta una serie di benefit, rivolti soprattutto alle famiglie.

In particolare i bambini sotto i 6 anni possono dormire gratuitamente nella stanza dei genitori, mentre, sotto gli 8 anni, anche lo skipass è gratuito.

Inoltre, nel pacchetto sono compresi sconti sugli skipass (adulti 4 giorni a 75 €, 6 giorni a 107 €; bambini (nati tra il 2003 e il 2009, entro il 2010 gratis) 4 giorni a 51 €, 6 giorni a 74,50 €; seniores (1958 e precedenti) 4 giorni a 70 €, 6 giorni a 101 €). Ulteriori riduzioni sono previste per noleggio e corsi di sci, mentre si potrà approfittare, tra le altre attività free, anche di escursioni guidate, con o senza racchette da neve, di un breve corso introduttivo allo sci di fondo, di un workshop per imparare a fare il pane in un maso e di un corso per imparare tutti i segreti dello slittino (per ulteriori dettagli: www.ritten.com/it/alloggi-e-offerte/offerte/7-settimana-bianca-altoadige.html).

Inoltre, nel weekend dall’8 al 10 dicembre e dal 16 al 23 dicembre 2017, è attiva la promozione Avvento skipass Special con skipass per adulti, rispettivamente a 46,50e 60 € per 3 o 4 giorni, 32,50 € e 42 € per bambini e 44,50 € e 56 € per seniores.

Per gli appassionati di sci di fondo, sono a disposizione piste perfettamente preparate in un contesto spettacolare, dal facile anello per principianti di 5 chilometri, alla più impegnativa pista di 35 chilometri.

Tra le altre opportunità di praticare sport invernali, c’è anche l’offerta Skate@week (dal 20 novembre al 31 dicembre 2017 e dall’8 gennaio al 18 febbraio 2018), con 7 pernottamenti e 10 allenamenti alla settimana sull’anello di Collalbo, a partire da 260 € a persona e, dal 4 al 7 gennaio 2018, il fine settimana Pondhockey & Inverno Puro (2 pernottamenti) in occasione dei campionati europei di Pond hockey, ovvero il disco su ghiaccio nella sua formula più originale e spettacolare.

Trenatale, passeggiate, pattinaggio sul ghiaccio: il Renon per chi non scia

Sull’altipiano del Renon anche chi non scia si diverte parecchio:

tante le escursioni da fare a piedi o con le ciaspole, grazie ai sentieri panoramici invernali ben segnalati, alcuni dei quali percorribili pure con i passeggini. Imperdibile poi il Premium Panorama Tour: dalla cabinovia Cima Lago Nero, è un percorso di circa tre ore con una vista indimenticabile sulle Dolomiti.

E poi ancora slittino e pattinaggio, quest’ultimo da provare sull’anello di ghiaccio di Collalbo (l’Arena Ritten, pista all’aperto di 400 metri, particolarmente veloce) o sul più romantico laghetto di Costalovara, ghiacciato da inizio dicembre a inizio marzo, immersi in uno scenario da favola. Senza dimenticare il magico appuntamento con la particolare atmosfera di Trenatale del Renon, giunto quest’anno alla sua decima edizione.

Dal 24 novembre al 30 dicembre 2017 (i sabati e le domeniche dalle 10 alle 18,30, oltre a venerdì 8 dicembre con lo stesso orario) il mercatino natalizio sarà allestito a Soprabolzano, nei pressi della stazione dello storico Trenino del Renon, con originali stand di legno dove rivolgersi per comprare ottimi dolci – tra cui il tradizionale zelten, a base di frutta secca – e poi ancora miele, confetture ma anche manufatti di artigianato tradizionale e di qualità. Da Soprabolzano sarà poi possibile raggiungere Collalbo a bordo del trenino, per gironzolare tra le bancarelle, o approfittare del ricco programma di concerti, presepe vivente e molto altro ancora (per info www.trenatale.it).Top eventi

Trenatale Renon: l’originale mercatino natalizio, in programma dal 24 novembre al 31 dicembre. Nello specifico: dal 24 novembre al 17 dicembre, ogni fine settimana, inoltre anche venerdì 8 dicembre, sabato 23 dicembre, venerdì 29 dicembre e sabato 30 dicembre. Orari: dalle 10 alle 18.30. www.trenatale.it
Avvento contadino a Collalbo: 8 dicembre, con artigianato tipico del Renon, specialità culinarie e musica tradizionale
Gourmet im Schnee (Buongustaio nella neve): 16 dicembre, show cooking dalle ore 11 presso il ristorante Feltunerhütte con il top chef Wolfgang Fink – info: 0471352 777
Ski show con fuochi d’artificio: 30 dicembre dalle 17,30 il ballo dei gatti delle nevi e l’esibizione della scuola di sci del Renon. Replica il 12 febbraio 2018
Campionati europei di Pond Hockey: 05-06.01.2018, presso l’Arena Ritten

Giornata gastronomica sulla neve al Corno del Renon: 27 gennaio 2018, gastronomia d’alta quota e di alto livello, con sei chef d’eccezione

Family day: 3 marzo 2018 al Corno del Renon

L’alba al Corno del Renon: 4 marzo 2018, con viaggio in cabinovia e colazione alla Cima Lago Nero ed escursione guidata
Horn Attacke: 10 marzo 2018, gara di podismo + scialpinismo su 20 km e 2000 metri di dislivello sino al Corno di Sopra

Via libera con la RittenCard!
La RittenCard viene consegnata gratuitamente soggiornando nelle strutture partner dell’Associazione Turistica Renon e include una serie di vantaggi, tra cui: libero utilizzo di tutti i mezzi di trasporto pubblici in Alto Adige, compreso il trenino a scartamento ridotto e la Funivia del Renon, una corsa giornaliera di andata e ritorno con la cabinovia del Corno del Renon e l’ingresso in circa 90 musei, castelli ed esposizioni in Alto Adige, quali il museo di Ötzi, il Messner Mountain Museum, il Museo d’apicoltura Plattnerhof, Castel Roncolo e molti altri ancora. In più offerte stagionali, riduzioni e vantaggi su attività per il tempo libero e sconti presso il Festival Bolzano Danza.

Per ulteriori informazioni: www.renon.com/rittencard