Archivi categoria: Italia

Forte di Fenestrelle – la “Grande Muraglia” italiana

Forte di Fenestrelle: alla scoperta della “Grande Muraglia” italiana tra fascino architettonico e ombre storiche
PaesiOnLine accende i riflettori sulla fortezza militare alpina, al centro di frequenti e accesi dibattiti sul suo utilizzo storico




Che l’’Italia sia ricca di monumenti ed opere d’’arte è ben noto a tutti, basti pensare che è il paese che detiene il record di maggior numero di patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel mondo. Tra le bellezze nostrane, ce n’è una forse poco conosciuta ma che rappresenta un capolavoro dell’’architettura da record, secondo solo alla Grande Muraglia cinese per dimensioni, imponenza e maestosità. Si tratta del HYPERLINK “https://www.paesionline.it/italia/monumenti-ed-edifici-storici-fenestrelle/fortezza”
Forte di Fenestrelle, la più grande fortezza alpina d’Europa, che si trovain Piemonte, lungo la Val Chisone, a pochi chilometri da Torino.

Un’’opera fuori da ogni schema, se si prende come esempio il vecchio modello di costruzione di edifici fortificati, sia per le mastodontiche dimensioni che per l’’articolazione della sua struttura.

Un complesso fortificato unico in Europa, composto da tre forti e due batterie collegate tra loro da una scala di ben 4000 gradini, i cui lavori iniziarono nel 1728 e furono terminati nel 1850.

Il Forte è entrato a far parte delle attrazioni consigliate dalla community di HYPERLINK “https://www.paesionline.it/”PaesiOnLine solo nel luglio del 2015, e da quel giorno più di tre milioni di utenti hanno cercato informazioni, condiviso foto o postato commenti, rendendola protagonista di un dibattito sempre molto acceso e ponendola al centro di aspre polemiche. Se, infatti, è indiscusso il suo valore e la sua maestosità da un punto di vista architettonico, la fanbase sembra dividersi, spesso con toni accesi, sul suo passato, dando vita a veri e propri “salotti” virtuali e svelando pagine di storia che la maggior parte degli utenti definisce cruenta e spesso vergognosa.

Più del 90% degli utenti sposa la teoria del Movimento Neo borbonico e dei suoi sostenitori, ispirati dal libro Il lager dei Savoia, secondo la quale l’’edificio sia un esempio di “campo di concentramento” in cui furono brutalmente uccisi migliaia di soldati borbonici durante il Risorgimento.

Un restante 10%, al contrario, dichiara l’’esistenza di documenti d’’archivio che riportano una realtà diversa da quella comunemente diffusa, mostrando che i reparti del Regno delle Due Sicilie sconfitto inviati al Forte non vivevano, in realtà, le condizioni di lager descritte da altre fonti più vicine ai Borboni, con ufficiali che nulla hanno a che fare con le SS ai quali vengono spesso accostati.

Falso storico, leggenda “metropolitana o complotto?

Sicuramente un argomento molto interessante per gli utenti del web divisi in questa controversia senza fine, che ha avuto il merito di diffondere la conoscenza di un luogo da record d’Italia finora rimasto parzialmente nascosto ai più.

Polemiche a parte, dunque, è impossibile non riconoscere il primato architettonico del Forte di Fenestrelle e il suo valore storico, poiché questa immensa ‘muraglia nostrana’ ha vissuto sulle sue pietre lo snodarsi delle vicende più intense della storia d’Italia, dalla ricerca dell’Unità alla fine della Seconda Guerra Mondiale, comprese le gesta eroiche di chi ha combattuto per la libertà.

 

Capodanno attorno al mondo – Dove ?

Capodanno attorno al mondo

C’è forse modo migliore di cominciare l’anno se non con una valigia in mano?!

A ciascuno il suo viaggio.

Il periodo delle vacanze di Natale è un’occasione golosa per tutti gli amanti dei viaggi: dopo lunghi mesi trascorsi al lavoro, è finalmente ora di pianificare un nuovo periodo di vacanza.


ITALIA – Napoli
“Napule mille culure” cantava Pino Daniele, uno che di Napoli sapeva tutto. Perché i mille colori di questa inafferrabile città non sono solo le sfumature blu del mare, o i gialli, i rossi, gli ocra delle facciate delle case dei vicoli freschi, o il mosaico variopinto delle bancarelle dei mercati: i mille colori sono le tante sfaccettature e le innumerevoli personalità di Napoli, la sua gente, così variegata, i quartieri, ciascuno un mondo a sé. Un caos armonico, un guazzabuglio entusiasmante e in perenne movimento, un nucleo di energia incontenibile tutto da scoprire.
Prima di partire, ascoltare il primo disco di Pino Daniele, Terra Mia
Italia / NAPOLI É MILLE COLORI, LA CITTA’ ATTRAVERSO I SUOI QUARTIERI
Partenze: 30 dicembre – durata: 7 giorni
A partire da 1.250 €
Itinerario completo e dettagli: http://kel12.com/itinerario.aspx?i=12312

::::::

San Pietroburgo

EUROPA – San Pietroburgo

L’INCANTO DEL GRANDE INVERNO

San Pietroburgo: la “Venezia del Nord”, la camaleontica ex capitale della Russia che ha cambiato nome tante volte senza perdere un grammo della sua dirompente identità, la più settentrionale fra le metropoli del mondo, è un vero gioiello dal punto di vista architettonico e culturale.

Fondata dallo zar Pietro il Grande all’inizio del 1700, San Pietroburgo ha fatto proprio il meglio della cultura europea, distillandone l’essenza, che ha poi saputo coniugare con il meglio dell’identità e delle passioni tipicamente russe. In inverno poi, la città acquista una dolcezza indicibile, che ammanta ogni cosa di una bellezza struggente e fuori dal tempo.
Leggere – o rileggere – uno dei capolavori di Dostoevskij, che ha saputo raccontare San Pietroburgo come nessun altro
Russia / SAN PIETROBURGO, IL SOGNO DI PIETRO IL GRANDE
Partenze: 30 dicembre – durata: 5 giorni
A partire da 1.700 €
Itinerario completo e dettagli: http://kel12.com/itinerario.aspx?i=12117

::::::

 

INDIA

ASIA – India

UN’ESPERIENZA INDIMENTICABILE 

La parte meridionale del subcontinente è il luogo dove il viaggiatore può scoprire l’India più “indiana”, dove la cultura dravidica, con le sue tradizioni secolari, non ha ceduto il passo alla cultura occidentale e ha saputo mantenersi intatta: in particolare, il Paese di Dio è la culla della pratica ayurvedica, che favorisce, attraverso massaggi, meditazione e sedute di yoga, la conoscenza di sé e l’equilibrio fra gli elementi che compongono gli esseri umani.
La cultura tradizionale di Tamil Nadu e Kerala offre suggestioni ed esperienze che altre regioni indiane non sanno più offrire, grazie alle immense città-tempio affollate di pellegrini, ai santuari monolitici costruiti sulla spiaggia e alle rappresentazioni teatrali tradizionali, e la natura consente piacevoli momenti di autentica contemplazione: le palme scosse dal vento, il verde luccicante delle risaie incastonate tra i monti e il mare, i canali che scorrono lenti fra la fitta vegetazione tropicale, i giardini di spezie e i piccoli villaggi di pescatori offrono ristoro allo sguardo, che si ritempra osservando i dettagli minuti e i ritmi finalmente più umani.
Leggere “I figli della Mezzanotte” di Salman Rushdie, per capire l’India contemporanea, lontana dall’esotismo e dalle caricature.
India / CAPODANNO NELL’INDIA DEL SUD: TAMIL NADU E KERALA
Partenze: 26 dicembre – durata: 14 giorni
A partire da 3.900 €
Itinerario completo e dettagli: http://kel12.com/itinerario.aspx?i=11218

AFRICA – Gibuti

Gibuti, un angolo del Corno d’Africa grande come la Sardegna, è uno degli ultimi posti del pianeta a rimanere quasi del tutto fuori dagli itinerari turistici, nonostante la bellezza singolare del paesaggio, davvero fuori dal comune: laghi punteggiati da fenicotteri rosa, distese di lava nera che si alternano a coni fumanti, pianure deserte lambite dal mare dove vivono innocui -ma impressionanti- squali balena.

In questa terra di confine, posta fra il Tropico del Cancro e l’Equatore, si può sentire il respiro della terra, che esce a sbuffi dalle fumarole di origine lavica: qui, dove la crosta terrestre raggiunge uno spessore di appena 5 km, si è davvero vicini al cuore del pianeta.
Leggere “Gibuti” di Elmore Leonard, storia di pirati, spie e diplomatici che si muovono circospetti in uno dei luoghi più reconditi e sconosciuti della terra.
Gibuti / MERAVIGLIA DEL CORNO D’AFRICA
Partenze: 26 dicembre – durata: 10 giorni
A partire da 2.770 €
Itinerario completo e dettagli: http://kel12.com/itinerario.aspx?i=11185

::::


AMERICA – Colombia

Cartagena de Indias, sulla costa colombiana affacciata sul Mar dei Caraibi, è contornata da isole e lagune che, nei secoli delle grandi conquiste coloniali, erano teatro di scorribande di pirati e mercenari provenienti dal Vecchio Continente.

Pur essendo una città fortificata, pensata per resistere ai possibili attacchi, Cartagena da Indias è un luogo colorato e vivacissimo, dove si respira un’atmosfera gioiosa e vitale: il dedalo di viuzze del centro storico è una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto, dove murales di ogni genere fanno bella mostra di sé; i portici ospitano negozi e bancarelle di ogni genere, dove si possono fare ottimi affari, e i cocchieri che conducono le carrozze trainate da cavalli attraverso i vicoli e le piazze della città non vi faranno mai mancare una chiacchiera o un suggerimento riguardo al miglior mojito della città!

Ma il vero spirito di Cartagena si coglie durante i festeggiamenti per il Capodanno quando la sfrenata voglia di festa e l’allegria dirompente degli abitanti della città esplodono in musiche, balli, canti e colori: una gioia contagiosa a cui è impossibile resistere.
Leggere uno dei capolavori dell’imprescindibile Gabriel Garcia Marquez, fra cui “Cent’anni di solitudine”, “L’amore ai tempi del colera” o “Memoria delle mie puttane tristi”.
Colombia / CAPODANNO A CARTAGENA DE INDIAS
Partenze: 26 dicembre – durata: 13 giorni
A partire da 5.700 €
Itinerario completo e dettagli: http://kel12.com/itinerario.aspx?i=12813

Neve e sci a Cortina – Cortinainnevata

Cortinainnevata: i primi fiocchi di neve sono scesi questa notte, regalando al risveglio un paesaggio imbiancato a tutti gli ospiti della Regina delle Dolomiti.

Il 25 novembre è prevista l’apertura degli impianti in Faloria, ma in attesa di questo imperdibile e ormai tradizionale appuntamento a Cortina per la prima sciata della stagione invernale, la Regina delle Dolomiti riserva alcune sorprese.

Per la felicità dei più piccoli, sabato 11 novembre si festeggerà San Martino a Cortina: ritrovo alle ore 16.00 presso il Centro Montessori per attendere l’arrivo di San Martino sul suo possente cavallo; dopo aver condiviso castagne e succo di mela caldo, si accenderanno le lanterne realizzate pochi giorni prima presso il Museo d’arte moderna Mario Rimoldi e si partirà per un piccolo giro nel villaggio di Zuel, naturalmente guidati da San Martino (www.montessoricortina.it).

Sempre sabato 11 novembre la rassegna Dolomiti in coro – promossa dall’Associazione per lo sviluppo delle attività corali del Veneto Consulta provinciale di Belluno – farà tappa a Cortina presso la Basilica dei Santi Filippo e Giacomo: dalle ore 20.30 si esibiranno la corale d’Ampezzo Enrico Zardini diretta da Simone Nucciotti, il coro bellunese Crystal Tears e il coro polifonico CTG di Belluno sotto la direzione del maestro Sebastiano Sitta.

Ancora sabato 11 novembre, alle ore 19.00 presso l’Alexander Girardi Hall, Ra filodramatica d’Anpézo in collaborazione con il Comune di Cortina d’Ampezzo presenteranno la prima dello spettacolo teatrale in ampezzano Ci Sóne? con la regia di Roberto Zambelli Nichelo (repliche il 12 di novembre alle ore 16.00; il 15, 17, 18 novembre alle ore 21.00; prevendita presso il reparto cartoleria della Cooperativa di Cortina: costo del biglietto 12 euro; gratuito per bimbi sotto i 12 anni; posti numerati).

E per i piccoli attori in erba, dall’8 novembre e tutti i mercoledì di questo mese dalle ore 17.00 alle 19.00, i laboratori gratuiti di avvicinamento al teatro organizzati da Fairplay in collaborazione con l’Associazione culturale Repeat, grazie al contributo del Comune di Cortina d’Ampezzo (per bimbi dai 7 ai 12 anni; posti limitati; per info e prenotazioni: segreteriafairplay@gmail.com).

Vacanze di Natale di lusso … in ostello

Design, piscina, rooftop e camere superior: a Firenze, Berlino e Praga gli ostelli targati Human Company promettono un soggiorno di qualità a prezzi contenuti

Se per le prossime festività natalizie siete alla ricerca di una sistemazione in una delle più belle città d’Europa che a comfort e qualità dei servizi unisca elementi di design e posizione strategica il tutto a prezzi contenuti, gli ostelli del circuito Human Hostels a Firenze, Berlino e Praga fanno al caso vostro.

Grazie alla formula ostello + hotel, le strutture Human offrono sistemazioni condivise e private di alta qualità dotate di servizi straordinari, come piscine, sauna, terrazza panoramica, area gym, ristorante, bar e molto altro ancora. Per le prossime festività natalizie la doppia parte da 154 euro e i letti in camere comuni da 35 euro a persona (prezzi soggetti a disponibilità).

Mercatini di Natale (Berlino ne conta oltre 60, Praga vanta quelli più belli del mondo, Firenze ospita il suggestivo mercato in Piazza Santa Croce), shopping, mostre, eventi e bellezze artistiche sono di ispirazione per un indimenticabile soggiorno natalizio alla (ri)scoperta di alcune delle più belle città del Vecchio Continente.

Il PLUS Florence si trova nel centrale quartiere di San Lorenzo, dove i colorati commercianti gridano da dietro i loro banchi, raccontando una ricca varietà di prodotti in uno dei quartieri più tradizionali del capoluogo toscano. A PLUS Berlin è ospitato all’interno di un edificio storico in mattoni rossi nel quartiere di Friedrichshain, una delle zone più alla moda della capitale tedesca, tra atmosfera bohemienne e cultura emergente. Il PLUS Prague è immerso nel verde al centro del quartiere di Praga 7, zona tipicamente residenziale molto ben collegata al centro della città.

Per maggiori informazioni sulla tipologia di camere, i servizi delle singole strutture e per prenotazioni: www.plushostels.com/it

Vania Brogi

Senior Account

SEC Spa

via Panfilo Castaldi, 11

20124 Milano

tel. 02 62499954

cell. 338 1367220

www.secrp.it – www.secglobalnetwork.com

 

Weekend e salute – Trekking o passeggiate – Cammini d’Italia un portale per tutti

E’ on line il portale dedicato ai Cammini d’Italia

Oltre 40 percorsi ben segnalati

www.camminiditalia.it è il portale con la prima mappatura ufficiale dei cammini d’Italia

Per un totale di  6600 chilometri di cammini naturalistici, religiosi, culturali e spirituali.

Il Portale www.camminiditalia.it fornisce, per la prima volta, una visione di insieme dei percorsi che attraversano il nostro Paese, e permette di conoscere le connessioni tra i vari itinerari

I Cammini d’Italia, rispettano gli standard di livello nazionale ed hanno sempre un interesse storico -culturale.

Al momento ci sono 41 cammini nella mappa; alcuni dedicati ai santi, cammini francescani, laureatani e benedettini, altri dedicati ai briganti come il sentiero che attraversa l’Aspromonte, il cammino di Dante che attraversa i luoghi dove Dante visse in esilio e scrisse la Divina Commedia, il sentiero della Pace che ripercorre luoghi e memorie della Prima Guerra Mondiale, e ancora la Via Appia, la Via Francigena, la Via degli Dei, il cammino di San Vicinio, la Via degli Abati, il sentiero Liguria, la Via Romea Germanica, il Sentiero del Dürer e tanti altri.

 

 

Mostre d’autunno a Firenze e dormire nel lusso

MOSTRE AUTUNNALI A FIRENZE

Il 20 ottobre a Palazzo Strozzi negli spazi della Strozzina è stata inaugurata la mostra “Utopie radicali – Oltre l’architettura: Firenze 1966-1976”, sulle avanguardie italiane e in particolare sulla stagione creativa fiorentina del movimento radicale tra gli anni Sessanta e Settanta, riunendo per la prima volta le opere visionarie di gruppi e personalità come 999, Archizoom, Remo Buti, Gianni Pettena, Superstudio, Ufo, Zzigurat. Il risultato è un caledoscopico dialogo tra oggetti di design, video, installazioni, performance e narrazioni capaci di raccontare un altro mondo possibile, un’utopia critica che ha avuto il merito di rompere con lo status quo di quegli anni, rendendo Firenze il centro di una rivoluzione di pensiero che ha segnato lo sviluppo delle arti a livello internazionale. Aperta fino al 21 gennaio.

Sempre a Palazzo Strozzi è aperta da poco e fino a fine gennaio, una importantissima esposizione con opere imperdibili:Il Cinquecento a Firenze tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna”. Si completa così la trilogia dedicata all’arte del XVI secolo (Bronzino nel 2010; Pontormo e Rosso Fiorentino nel 2014). Saranno esposti sculture, dipinti e disegni di Vasari, Giambologna, Bartolomeo Ammanati, Pontormo, Bronzino, Andrea del Sarto, Santi di Tito. È stata l’occasione per restaurare alcune importanti opere e per instaurare una collaborazione con istituzioni e luoghi del territorio fiorentino e toscano in modo tale da poter celebrare in tutta la sua grandezza un’epoca culturale di eccezionale fervore artistico e intellettuale: da ricordare la figura di Francesco I de’ Medici, uno dei più grandi mecenati delle corti europee.

Per un soggiorno in pieno centro sentendosi come a casa:
Palazzo Ruspoli o Appartamenti della Signoria.

Image

 

Grandi eventi espositivi a Palazzo Strozzi, così attesi da meritare una full immersion. Fino alla fine di gennaio 2018, nella cornice di uno dei capolavori dell’architettura rinascimentale fiorentina, negli spazi del Piano Nobile e della Strozzina, hanno luogo due esposizioni molto diverse ma incentrate entrambe sul ruolo e la centralità di Firenze come polo culturale: negli anni Sessanta e Settanta del Novecento e nella seconda metà del Cinquecento.

Nulla di più comodo di un alloggio in pieno centro, per godere dell’atmosfera e avere il museo a due passi. La scelta ideale sono il b&b Palazzo Ruspoli situato a due passi dal Duomo, o i confortevoli appartamenti affacciati su Piazza della Signoria.

Tariffe
Palazzo Ruspoli: Camera Doppia Comfort a partire da Euro 89,00 a notte inclusa prima colazione a buffet.

Appartamenti in Piazza della Signoria:a partire da Euro 154,00 a notte incluse utenze, internet wi fi, biancheria da bagno, da camera e da cucina, linea di cortesia Maison Dr Vranjes, pulizie finali.

A Palazzo Strozzi importanti mostre in apertura o in corso nell’autunno fiorentino

Palazzo Ruspoli
Palazzo Ruspoli si trova nel cuore del centro storico di Firenze, a soli due passi da Piazza Duomo.
La sua posizione particolarmente favorevole permette di raggiungere in soli 5 minuti a piedi i principali musei, negozi e ristoranti di Firenze. È un delizioso relais in un palazzo antico, dagli ambienti caldi ed accoglienti, riconosciuto come una delle più esclusive dimore di charme del centro storico di Firenze. Dispone di 12 eleganti camere, ampie ed arredate in stile classico, fornite di tutti i comfort, molte delle quali con vista spettacolare sul Duomo.

Gli appartamenti in Piazza della Signoria
Si può scegliere tra un appartamento con vista su piazza della Signoria oppure sulla corte interna dell’antico edificio in cui sono situati. Ciascun appartamento può ospitare fino a 3 o 4 persone, è di circa 40-50 metri quadri, ha un angolo cottura ed a seconda dell’appartamento può avere 1 o 2 camere matrimoniali e fino a 2 bagni. Per gruppi numerosi è comodissima la possibilità di rendere gli appartamenti comunicanti in modo da creare un’unica unità abitativa con 4 stanze e tanto spazio per le vostre vacanze.

Sono arredati in stile classico ma dotati dei più moderni comfort: dall’aria condizionata regolabile autonomamente alla connessione ad internet wi-fi, finestre insonorizzate, materassi ortopedici e cuscini ipoallergenici, TV satellitare. Il cucinotto dispone di frigo, microonde, piastre elettriche o induzione, forno a microonde, caffettiera e bollitore.
L’appartamento che si affaccia sulla Piazza ha un delizioso balconcino di ferro battuto con tavolino e due sedie, per godersi un panorama unico al mondo direttamente da casa.

Palazzo Ruspoli
Via de` Martelli, 5 – 50129 – Firenze
Tel. 055/2670563 – Fax +055/2670525
info@palazzo-ruspoli.it
www.palazzo-ruspoli.it

Appartamenti in Piazza della Signoria
Piazza della Signoria 2 – 50122 Firenze
Tel. +39.338.4516597
info@appartamentilussofirenze.it
www.appartamentilussofirenze.it

Weekend d’autunno – Friuli Venezia Giulia visite guidate

Friuli Venezia Giulia, l’autunno è la stagione migliore per le visite guidate

Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli, uno dei gioielli più preziosi del Friuli Venezia Giulia

PromoTurismoFVG propone al turista un ricco ventaglio di percorsi autunnali accompagnati da guide esperte, dai luoghi della Grande Guerra alle città d’arte.

A cent’anni dai fatti della Prima Guerra Mondiale e della battaglia di Caporetto, ricordata a Cividale del Friuli con importanti celebrazioni, il Friuli Venezia Giulia conserva ancora le tracce di questa vicenda storica che ha cambiato il volto dell’intera Europa. Oggi si possono visitare i luoghi delle battaglie, ripercorrere i camminamenti, ammirare le imponenti costruzioni militari. Tutta la regione è disseminata di sacrari, ossari, cimiteri di guerra, monumenti e musei che costituiscono un prezioso itinerario della memoria. PromoTurismoFVG propone emozionanti percorsi nel passato attraverso visite guidate che in autunno, nella ricorrenza della battaglia di Caporetto, aggiungono il fascino di una natura colorata e mozzafiato.

Si parte con il “Carso Isontino, Gorizia, il Collio: un viaggio lungo il corso del Basso Isonzo, dove si trovava il settore più importante del fronte italiano tra il 1915 e il 1917. Centinaia di testimonianze ricordano le battaglie combattute in quegli anni e fanno comprendere quanto dura sia stata la vita dei soldati impegnati nel conflitto.

La visita alle “Valli del Natisone, il Friuli collinare e la pedemontana pordenonese ripercorre invece i luoghi della battaglia di Caporetto, avvenuta il 24 ottobre di esattamente cent’anni fa. Una lunga linea che collega la parte più orientale del Friuli Venezia Giulia con quella più occidentale e la Slovenia al Veneto, seguendo storie, testimonianze e luoghi di uno degli eventi cruciali della Grande Guerra.

Con la visita al “Carso triestino – Le retrovie austro-ungariche è possibile poi osservare quali furono le difese costruite dall’esercito austro-ungarico per bloccare i soldati italiani e difendere Trieste.

Da fondovalle si arriva alle Alpi Giulie e Carniche, grazie alla visita guidata “Tarvisiano e Carnia – La Grande Guerra in montagna che illustra il tratto di fronte caratterizzato da enormi difficoltà logistiche e le condizioni di vita che i militari dovevano affrontare.

Un percorso attraverso i luoghi della Grande Guerra non può che terminare con una visita al Sacrario di Redipuglia e al museo all’aperto della Dolina del XV Bersaglieri del Monte Sei Busi che quest’anno si è arricchita della possibilità di noleggiare le audioguide. Qui, dove si svolsero le prime durissime battaglie dell’Isonzo, si può scendere nelle trincee e osservare quel che resta dei baraccamentie si possono conoscere le vicende del primo dopoguerraquando nell’area che fu un campo di battaglia, sorse dapprima il primo cimitero militare sul Colle Sant’Elia e poi il grande Sacrario che custodisce ancora i resti di oltre centomila caduti della Grande Guerra.

Tutte le visite guidate hanno date e orari prefissati che si possono consultare all’indirizzo www.turismofvg.it con le indicazioni dei costi e delle modalità di prenotazione.

I percorsi di scoperta organizzati da PromoTurismoFVG proseguono fino a fine anno anche alla Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli, uno dei gioielli più preziosi del Friuli Venezia Giulia, ubicata proprio nel cuore del Friuli Collinare.

È la più antica biblioteca della regione e una delle prime biblioteche pubbliche in Italia. Fondata il 10 ottobre 1466, la Guarneriana custodisce un patrimonio preziosissimo e straordinario di cultura e arte frutto di tante donazioni: manoscritti, incunaboli, cinquecentine e oltre 12mila volumi antichi a stampa.

Altri percorsi accompagnati da guide esperte sono possibili a Spilimbergo, conosciuta come la Città del Mosaico per la presenza della Scuola Mosaicisti del Friuliche rappresenta un’eccellenza di fama internazionale, a Pordenone, definita “la città dipinta” per  i palazzidalle facciate splendidamente affrescate, ad Aquileia,Patrimonio dell’Umanità tutelato dall’UNESCO, dove la visita consente di scoprire i segreti di un’antica metropoli di epoca romana, allora punto strategico per gli scambi con i Paesi danubiani e con l’Oriente.

E naturalmente nelle suggestive e affascinanti Udine e Trieste: i luoghi più belli di entrambe le città possono essere scoperti anche con l’audioguida che consente di gestire il tempo di visita in piena libertà e autonomia.

Foto di copertina: claudio-beltrame

PromoTurismo Friuli Venezia Giulia 

sito www.turismofvg.it

Camminare lungo un sogno – in Sicilia

Palermo, 4 e 5 novembre 2017. LA RETE DEI CAMMINI INVITA ALL’INCONTRO D’AUTUNNO

Una nuova DUE GIORNI di crescita comune, dedicata ad un unico filo rosso: “Insieme. Per “camminare lungo un sogno”. In Sicilia, dove si intrecciano antiche Francigene e dove la riscoperta dei cammini storici non è più un sogno ma una realtà in costante crescita, grazie alle Associazioni siciliane consociate della RETE.
Sabato 4 novembre a Palermo, nel prestigioso contesto di Villa Niscemi (g.c. Comune di Palermo), si presenteranno i nuovi tavoli di lavoro nazionali dedicati alla mobilità lenta già operativi – a cui la RETE DEI CAMMINI ha contribuito –  e le nuove opportunità offerte ai cammini da progetti di legge in iter di approvazione e dedicati al tema nodale della “formazione al cammino”. Poi, nel momento assembleare, la parola passerà alle associazioni in Rete e alle nuove iniziative da esse realizzate per lo sviluppo dei cammini storici italiani.
Nel pomeriggio  verrà proposto un  tour gratuito in Palermo, nei luoghi degli antichi pellegrini, e domenica 5 novembre infine, la due giorni si concluderà con la bella e antica escursione al Santuario di Santa Rosalia, patrona di Palermo, sul Monte Pellegrino, dove il gruppo sarà accolto dal Rettore del Santuario.
La Rete dei Cammini ringrazia l’Associazione Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia  e l’Associazione Culturale Itinerari del Mediterraneo, le proprie consociate, il Comune di Palermo, patrocinatore, la Rettoria del Santuario di Santa Rosalia e tutti coloro che, collaborando o partecipando, danno e daranno valore a questo importante INCONTRO D’AUTUNNO.
VEDI QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

A tutti voi che amate la mobilità lenta  e attiva e la tutela del patrimonio ambientale e culturale ad essa collegato il più caloroso invito a partecipare e a continuare a seguirci.
Per offrire nuove opportunità allo sviluppo sostenibile della nostra Italia e alla tutela del suo  territorio. Per “crescere” in efficacia attraverso scambio di esperienze, competenze e valori. Per fare “massa critica” con azioni condivise. Perché “fare rete” è una efficacissima occasione per creare cose belle, tutti insieme, su tutti i cammini. Italiani e non solo.
Pernotto e cena in una bella struttura di ostello convenzionato.

Vedi qui la scheda di adesione con tutti i dettagli: mandacela al più presto e segui le istruzioni…

Newsletter N° 9 del 19/10/2017

Settembre 2017

Il Cammino minerario di Santa Barbara in video

Ecco, a cura del giornalista Andrea Mattei, l’articolo e il video realizzati per la Gazzetta dello Sport e dedicati al Cammino Minerario di Santa Barbara, che si consolida come grande attrattore per lo sviluppo sostenibile della Sardegna e non solo.

Pesaro, 13 settembre 2017

Presentata l’Alleanza per la Mobilità Dolce (A.Mo.Do.)

si tratta di una piattaforma di 22 Associazioni nazionali, fra cui la RETE DEI CAMMINI, unite per migliorare l’offerta e le politiche dedicate a chi cammina, pedala ed usa ferrovie turistiche nel paesaggio italiano, promuovendo la creazione di una rete dolce per ogni utenza di viaggiatori e viaggiatrici, integrata con il trasporto collettivo. Continua a leggere...

Roma, 2 agosto 2017

Approvata in Senato in via definitiva

Alla presenza del Ministro Delrio, è diventata legge la norma per la tutela ed il rilancio delle ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico o archeologico.
Un bel segno per lo sviluppo della mobilità dolce in Italia, della più lenta mobilità pedonale e per una futura (e vicina) piena sinergia fra treno, piedi e bici.Un bel lavoro delle associazioni e della nascente alleanza per la mobilità dolce!!

RETE DEI CAMMINI – Via Giuseppe Ferrari 2 – 22100 Como
Tel. +39031279684 – Fax 0312281470 C.F. 95101570133

Lago di Como – Parchi di Villa Sucota e di Villa del Grumello chiudono il 2 novemmbre

ULTIMI GIORNI DI APERTURA DEI PARCHI DI VILLA SUCOTA E VILLA DEL GRUMELLO

Ultima apertura: mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 18

Con il cambio dell’ora e la fine del mese, siamo arrivati alla chiusura della stagione 2017 dei parchi di Villa Sucota e di Villa del Grumello.
Per chi lo desiderasse, sarà ancora possibile passeggiare tra i sentieri e rimirare il lago mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 18.

A tutti gli altri diamo appuntamento alla prossima primavera!

Abruzzo l’autunno prende vita

Enogastronomia, cultura, outdoor: in Abruzzo l’autunno prende vita

  • Dai Monti della Laga alla Marsica, la castagna protagonista

  • Zafferano da gustare e “pedalare” con CicloZafferanea

  • Domenica 29 la Giornata Nazionale della Camminata tra gli Olivi

  • Cultura, per la Via Tecta alla scoperta della Chieti romana e i Concerti delle Abbazie tra le Valli Siciliana e del Vomano

  • Montagna, a Teramo la presentazione del Calendario dedicato allo scialpinismo sul Gran Sasso d’Italia

. Escursioni, visite guidate, concerti e il gusto dei prodotti del territorio. L’autunno abruzzese prende vita. E lo fa attraverso una serie di eventi dalla Marsica ai Monti della Laga, dalle valli Siciliana e del Vomano ai piedi del Gran Sasso fino al territorio teatino e alle colline pescaresi.

Si comincia il prossimo weekend con due eventi tutti dedicati al frutto simbolo della stagione dei boschi abruzzesi: la castagna. Sabato 28 e domenica 29 ottobre torna a Leofara di Valle Castellana la Festa della Castagna, manifestazione giunta alla 38edizione che da anni conduce appassionati e curiosi alla scoperta delle peculiarità naturalistiche, storiche e culturali dei Monti della Laga, a cominciare dal Marrone di Valle Castellana, inserito nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Oltre alle degustazioni, l’evento offre ai visitatori la possibilità di partecipare ad escursioni e visite guidate nei castagneti e una mostra tematica sul castagno.

Il frutto di stagione è protagonista anche nella Marsica, dove nello stesso weekend è di scena la 45Sagra della Castagna, la più antica e famosa del territorio marsicano: un percorso enogastronomico che si snoderà nel borgo di Sante Marie che, per l’occasione, sarà trasformato in un piccolo bosco con ricci di castagne e foglie che faranno delle stradine del centro storico un vero e proprio villaggio della castagna. Da segnalare, nell’ambito della manifestazione, la VII Cicloturistica della Castagna, con tre percorsi adatti a tutti.

A L’Aquila, invece, spazio al prodotto principe del luogo: lo zafferanoDomenica 29 ottobre a San Pio delle Camere, borgo ai piedi del versante aquilano del Gran Sasso, tra Campo Imperatore e la Piana di Navelli, si svolgerà la prima edizione di “CicloZafferanea”, originale pedalata ecologica ciclo-storica attraverso i luoghi dell’oro rosso d’Abruzzo. E sempre a San Pio delle Camere, lo zafferano sarà protagonista della 4edizione di Raccogli Conosci Degusta lo Zafferano, con due giorni– sabato 28 e domenica 29 – dedicati a degustazioni, laboratori e momenti di raccolta “sul campo” per visitatori e turisti.

Ma gastronomia, nell’autunno abruzzese, vuol dire anche olio. Domenica 29 l’associazione nazionale impegnata nella tutela del territorio olivicolo, “Le Città dell’Olio”, organizza la Giornata Nazionale della Camminata Tra gli Olivi. In Abruzzo quattordici località proporranno passeggiate all’aperto negli oliveti, visite a frantoi e olivi secolari, degustazioni di olio e corsi di assaggio per scoprire il gusto dell’olio “appena fatto” e la bellezza del paesaggio collinare d’Abruzzo.

Dalla tavola alla cultura, sono due gli appuntamenti da segnalare per il weekend e le prossime settimane: sabato 28 a Chieti l’evento da non perdere è la Visita Guidata alla Via Tecta, l’ipogeo conservato nei sotterranei di Palazzo de’ Mayo. Dalle 16 alle 20, con prenotazione obbligatoria, sarà possibile effettuare la visita accompagnati dagli esperti dello Speleo Club Chieti che illustreranno parte della storia romana di Chieti, gli elementi archeologici e speleologici. Fino al 12 novembre, invece, nello splendido scenario delle abbazie benedettine della Valle Siciliana e della Valle del Vomano si svolgono i “Concerti delle Abbazie”: otto appuntamenti organizzati dall’associazione Luzmek, per la direzione artistica del M° Carlo Michini.

Infine, uno sguardo all’anno che verrà: presso l’Ipogeo di Piazza Garibaldi a Teramo, venerdì 27 sarà presentato il Calendario SIGET Prati di Tivo 2018 (ed. Ricerche&Redazioni), quest’anno interamente dedicato allo scialpinismo, una delle pratiche sportive più amate e diffuse sul Gran Sasso d’Italia.