Archivi categoria: style & luxury

Brunei – Lusso e foreste tropicali

Fantastici colori della foresta vergine che stiamo velocemente distruggendo.

Il Brunei, grande come la nostra Liguria,  è uno Stato piccolo ma molto ricco, grazie al petrolio.

La religione di Stato è l’Islam sunnita, 70%; le altre religioni sono sottoposte a molte restrizioni: cristiani, buddisti e animisti.

Il sultano è uno degli uomini più ricchi del mondo; gli abitanti del Brunei non pagano le tasse ed hanno il più alto reddito pro capite del mondo.

Questo Paese è meta solo di un turismo d’élite: perché risulta essere un paradiso terrestre per il lusso e lo sfarzo.

Enormi centri commerciali offrono quanto di più costoso esiste al mondo.

In realtà, qui esiste anche una interessantissima zona di foreste tropicali incontaminate; un’ottima meta per gli amanti della natura con buone disponibilità economiche.

Il Brunei è un Paese islamico, ma gli abitanti hanno usi più simili a quelli della vicina Malesia che a quelli arabi. Comunque, tutte le donne portano un foulard intorno al viso e abiti che le coprono interamente.

La capitale, Bandar Seri Begawan, è famosa per lo sfarzoso Palazzo del sultano, sormontato da cupole d’oro e l’appariscente Moschea (progetto e marmi italiani; sormontata da un’enorme cupola d’oro).

Per coloro che possono e volesser visitare questo Paese, è bene sapere che il miglior punto di vista della capitale è  dall’acqua: a bordo di un water taxi. Dall’acqua si vedono mondo opposti: dalla vita dei pescatori sulle palafitte, tra plastiche galleggianti e acque inquinate e l’enorme, ricchissima cupola d’oro della moschea.

Dopo le 18 non ci sono più autobus e taxi in molte parti del Paese. Comunque la vita serale quasi non esiste; almeno apparentemente.

Fa eccezione il mercato notturno di Gadong che apre dalle 16 alle 23 ; un vero paradiso del cibo!

Nella capitale le telecamere sono ovunque; tutti sono sorvegliati. I cittadini non parlano di politica.

I cittadini ricevono  dallo stato:  la sanità gratuita, l’educazione, sia nel Brunei, che all’estero; dove sono coperte tutte le spese. Comunque, terminato gli studi, si deve tornare e lavorare.

 

Finnair inaugura il 2018 con strepitose offerte e grandi novità:

Finnair inaugura il 2018 con grandi novità: nuove rotte, incremento delle frequenze a lungo raggio e strepitose offerte

 – L’anno di Finnair si apre con l’annuncio di una nuova rotta verso Lione, l’aggiunta di frequenze a lungo raggio verso Osaka, Hong Kong, Delhi e Phuket e offerte davvero incredibili.

Conosciuta per la sua gastronomia, i monumenti storici e la sua vicinanza alle Alpi francesi, Lione è la seconda area metropolitana più grande della Francia. Dall’11 dicembre 2018, Finnair effettuerà due voli settimanali dal suo hub di Helsinki verso Lione con un aereo E90. Operando il martedì e il sabato, i voli offriranno collegamenti regolari alla rete asiatica di Finnair.

Continuando con la sua strategia di crescita, Finnair riceverà il dodicesimo velivolo A350 nel 2018 e aggiungerà diverse frequenze alle destinazioni più popolari del suo network a lungo raggio. La rotta di Finnair per Osaka diventerà giornaliera durante la stagione invernale con due frequenze aggiuntive il martedì e il giovedì. Due ulteriori frequenze verranno aggiunte alla tratta di Hong Kong il venerdì e la domenica, per un totale di 12 voli settimanali. Inoltre, la rotta verso Delhi diventerà giornaliera durante la stagione invernale con l’aggiunta di un volo il mercoledì. L’orario del volo per Miami verrà modificato in modo da coincidere meglio con le altre partenze nordamericane di Finnair e con i suoi voli di collegamento con l’Europa.

Ulteriori frequenze a corto raggio verranno aggiunte alle destinazioni di Finnair più popolari in Europa durante la stagione invernale. Una frequenza settimanale supplementare per i voli verso Malaga e Visby, due frequenze settimanali per Roma e un volo giornaliero nei giorni feriali verrà aggiunto a Rovaniemi nella Lapponia finlandese. Finnair proseguirà inoltre i voli non-stop in Lapponia da Londra Gatwick, Parigi e Zurigo
ed estenderà inoltre il periodo operativo su alcune delle rotte esistenti. Malta e Antalya continueranno a operare dalla stagione estiva 18 fino al 9 dicembre. Le rotte per Edimburgo e Gazipasa saranno inoltre prorogate fino al 30 marzo 2019, rendendole nuove destinazioni annuali per Finnair.

“Finnair è attualmente nella più grande fase di espansione della sua storia e stiamo anche aumentando la nostra capacità verso destinazioni popolari in Asia ed Europa”, afferma Juha Järvinen. “Queste frequenze aggiuntive offriranno ai nostri clienti più scelta e flessibilità per i loro piani invernali”.

 

OFFERTE FINNAIR:

ECONOMY CLASS DESTINAZIONI A LUNGO RAGGIO –

Voli a lungo raggio (via Helsinki da Milano e Roma): validi per viaggi dall’11 gennaio fino al 31 ottobre 2018* su alcune destinazioni:

Shanghai e Pechino a partire da 419 € a/r** (Black out 1 luglio-31 agosto 2018)

Chongqing e Delhi a partire da 429 € a/r** (Black out 1 luglio-31 agosto 2018)

Xi’an, Canton e Hong Kong a partire da 449 € a/r** (Black out 1 luglio-31 agosto 2018)

Singapore, Seoul, Bangkok e L’Havana a partire da 459 € a/r**(Black out Singapore Bangkok 1 luglio-31 agosto 2018)

ECONOMY CLASS DESTINAZIONE FINLANDIA

Voli da Milano e Romaa Helsinki dal 11 gennaio fino al 31 marzo 2018 a partire da 199 a/r**

Voli da Milano e Romaa Kittilä dal 1° aprile fino al 30 giugno 2018 a partire da 269 a/r**

Voli da Milano e Romaa Ivalo dal 1° aprile fino al 30 giugno 2018 a partire da 279 a/r**

Voli da Milano e Romaa Rovaniemi dal 1° aprile fino al 30 giugno 2018 a partire da 289 a/r**

*Per maggiori dettagli sulle condizioni, le destinazioni e sui periodi di viaggio visitare il sito www.finnair.it.

**Tariffe tasse incluse, soggette a restrizioni e disponibilità, posti limitati. La compagnia si riserva di modificare i termini dell’offerta senza preavviso.

BUSINESS CLASS LUNGO RAGGIO

Voli di Business Class lungo raggio (via Helsinki da Milano e Roma) validi per viaggi dall’11 gennaio fino al 31 ottobre 2018 * su alcune destinazioni:

              Delhi, a partire da 1.399 a/r**

Havana a partire da 1.458 € a/r**

Canton, Xi’an e Chongqing a partire da 1.499 a/r**

Pechino a partire da 1.559 a/r**

Bangkok a partire da 1.599 a/r**

Shanghai a partire da 1.649 € a/r**

Hong Kong a partire da 1.699 € a/r**

Singapore a partire da 1.749 a/r**

Seoul a partire da 1.749 a/r**

Evento a Como – Apre Hilton hotel con panorama su lago e città

La catena Hilton ha aperto a Como un hotel che mancava …

Mancava un hotel dove andare “…a rimirirar le stelle ….”

Da oggi l’hotel Hilton di Como ci offre i suoi servizi in uno dei panorami più famosi e belli del  mondo.

 

 

A Como città, mancava un hotel di alta classe;  con vista lago – piscina compresa, mancava una spa degna di questo nome, mancava un luogo dove godere di un brunch speciale, un aperitivo anche con succhi da centrifugato fatti al momento; di fianco alla piscina panoramica.

A Como mancava un intermezzo pomeridiano con vero “ High Tea” o tè delle cinque degno di questo nome con intrattenimento musicale …

Mancava un ristorante con uno chef che sapesse il fatto suo senza pretese stravolgenti (molte volte deludenti), che parlasse di pasta fatta al momento, di affumicatura in loco … che servisse (per esempio) un risotto con provola affumicata degno di questo nome … tanta seria esperienza senza presunzione.

Bravissimo all’ executive Chef MARCO PEDRETTI (più sotto le specifiche della sua carriera).

Executiva-Chef-Marco-Pedretti-Hilton-Como

Mancavano delle camere d’albergo con soppalco e tetto in vetro per ” …rimirar le stelle… e il panorama”.

Mancava un ragionevole rapporto Qualità- prezzo (intendendo per qualità quella con la Q maiuscola).

Mancavano anche tante suite, tutte degne di questo nome con panorama indimenticabile, jacuzzi privata sul grande terrazzo e una camera presidenziale che è un grande appartamento affacciato su uno dei più bei panorami del lago di Como.

Oggi abbiamo visitato e verificato di persona l’efficienza e la bellezza di questo nuovo Hotel Hilton e ne siamo rimasti entusiati.

 

:::::::::::::::::::::::::

LA SPA E LA PISCINA PANORAMICA SUL LAGO E SULLA CITTA’ DI COMO

Perfetta e funzionale, luminosa e genialmente progettata; ecco la spa del nuovo Hilton Como.

L’ambiente è rilassante e abbellito da lastre di raro marmo blu proveniente dal Canada.

La piscina interna, con vasca jacuzzi, permette anche delle brevi nuotate (15 metri), docce emozionali, sauna e bagno turco completano l’offerta.

I trattamenti sono altamente professionali e sapranno accontentare tutti.

Il signor Michele Proclamato è il responsabile della spa e con tutta l’equipe è in grado di consigliare il meglio per ogni cliente.

::::::::::::::::::::::::

Executive Chef MARCO PEDRETTI

Executive-Chef-Marco-Pedretti-Hilton-Como

MARCO PEDRETTI, classe 1970, nasce a Cremona dove sviluppa anche la sua passione per la cucina..

L’interesse per quest’arte gli viene, infatti, trasmessa direttamente dalla bisnonna che, con la sua trattoria in centro a Cremona, tramanda di generazione in generazione le migliori tradizioni della cucina locale e l’amore per le “mmani in pasta””..

Proclamato cresce a Torino, dove ha modo di formarsi sotto la guida di importanti professori come Massaglia e Sobia presso l’Istituto Alberghiero della città..

Completato il percorso formativo, approda in Jolly Hotels come commis di cucina ed in dieci anni arriva al ruolo di primo turnante prestando servizio in molte strutture di punta della catena.

Il Gran Maestro Anchisi lo segue nella progressione, che lo porterà, una volta fuori dalla Jolly alla sua prima esperienza in un hotel di altissimo livello, che innesca la voglia e la ricerca di scoprire grandi realtà e costruire una fitta rete di relazioni fondamentali per conoscere la gastronomia del nostro Paese e le figure più rappresentative di una classe di maestri che portano quest’arte e questo patrimonio culturale nel mondo..

Cresce ulteriormente in grandi alberghi a quattro e cinque stelle tra la Sardegna, l’arco Alpino e la Toscana dove ottiene grandi soddisfazioni..

Grazie ad un’ulteriore esperienza come chef per CostaCrociere, accresce le sue conoscenze nella gestione di grandi numeri ed un ampio team, ed ha modo di rinnovare il suo entusiasmo per la sperimentazione e l’innovazione, rimanendo fedele ai migliori insegnamenti della tradizione..

Creatività e talento sono le coordinate del concept culinario di Pedretti, mentre gli elementi che definiscono ciascun suo piatto sono qualità, stagionalità e territorialità. Il risultato finale è che ogni sua creazione diventa un’emozione, capace di rimanere impressa nella memoria di chi la degusta..

Marco Pedretti arriva in Hilton Worldwide all’inizio del 2017, spinto da una grande ambizione e motivato dal riconoscersi come la persona giusta nel posto giusto, nel momento ideale. Farne parte dall’inizio, contribuendo alla realizzazione di questo nuovo capitolo dell’ospitalità del Lago di Como, è un ulteriore motivo di orgoglio professionale e personale per Marco Pedretti.

Cosa significa fare lo chef di cucina oggi?? Secondo lo stesso Pedretti:

È uno stile di vita, non più solo un lavoro, è emozione e amore con cui si nutre, il mondo intero”..

Umiltà e professionalità, unite ad un’alta capacità organizzativa appresa dalla mamma ragioniera, fanno di questo Executive Chef un uomo capace di fare dei ragazzi che lo circondano in brigata la sua forza, della materia prima il suo punto fermo e dell’esperienza la capacità di modellarsi, adattarsi e creare la situazione lavorativa adeguata nella quale permettere a tutti di crescere e realizzarsi.

HILTON LAKE COMO

Via Borgo Vico 241,

22100 Como, Italy

TEL:: +339 31 – 3382611

www..hhiltonhotels..iit//iitalia//hhilton – lake – como//

New York gourmet sconti 22 gennaio al 9 febbraio 2018

NYC RESTAURANT WEEK:
IL MEGLIO DELLA CUCINA NEWYORKESE A PREZZI SCONTATI

Dal 22 gennaio al 9 febbraio 2018, torna la promozione dei ristoranti
di New York City, con oltre 375 partecipanti nei 5 distretti

– NYC & Company, ente del turismo di New York City, presenta l’edizione invernale della NYC Restaurant Week, che quest’anno si terrà dal 22 gennaio al 9 febbraio 2018 e che coinvolgerà più di 375 ristoranti situati in 42 quartieri dei cinque distretti della città.

Per 17 giorni sarà possibile scegliere menu speciali a tre portate a prezzo fisso, $29 a pranzo e $42 a cena (escluse bevande, mance e tasse; tutti i giorni esclusi i sabati e domeniche a discrezione del ristorante).

Un’opportunità unica per provare alcuni dei migliori indirizzi della ristorazione newyorkese che propongono nel complesso 31 cucine internazionali diverse.

Per l’elenco completo dei ristoranti partecipanti con relativi menu e per prenotare il proprio tavolo, visitare nycgo.com/restaurantweek.

Inoltre, verrà lanciato un concorso fotografico su Instagram che premierà un vincitore a settimana per tutte le 4 settimane del programma con una gift card da $250 da utilizzare nei ristoranti aderenti. Per partecipare è sufficiente caricare la propria foto della NYC Restaurant Week con l’hashtag  #NYCRestaurantWeek.

Quest’inverno, la settimana più vantaggiosa per visitare NYC è quella che va dal 29 gennaio al 4 febbraio,quando saranno attive tre grandi promozioni in contemporanea:

oltre alla NYC Restaurant Week, anche la NYC Broadway Week (16 gennaio-4 febbraio; nycgo.com/broadwayweek) e la NYC Must-See Week (29 gennaio – 11 febbraio 2018; nycgo.com/mustseeweek). Inoltre, le tariffe alberghiere in inverno solo le più basse di tutto l’anno, in particolare durante la serata Super Bowl Sunday (4 febbraio). Per altre idee su cosa fare a NYC questo inverno, visitare nycgo.com/winter.

Per prenotare e consultare la lista completa dei ristoranti con relativi menu, visitare nycgo.com/restaurantweek.

“New York City è una destinazione culinaria di prima classe e la NYC Restaurant Week, che ha festeggiato il suo 25° anniversario la scorsa estate, è un esempio perfetto dell’eccellenza della ristorazione newyorkese”, afferma Fred Dixon, presidente e CEO di NYC & Company.

In questa edizione pertecipano 32 nuovi ristoranti: Almond Flatiron, Antonucci Cafe, Astor Court, Augustine, Babu Ji, ‘Cesca, Fusco, Il Cortile Restaurant, La Pecora Bianca Midtown, Legasea, Loring Place, Massoni, Maxwell’s Chophouse, Momofuku Ma Peche, Momofuku Nishi, Nickel & Diner, One Dine, Ortzi, Osteria della Pace, Paowalla Restaurant, Quality Eats–Upper East Side, Rice & Gold, San Carlo Osteria Piemonte, STK Rooftop, Suzuki, Tarallucci e Vino Upper West Side, The House in Gramercy Park, Tiny’s & The Bar Upstairs, Tutto il Giorno, Vinateria, Yellow Magnolia Café e Yves.

Ritornano su grande richiesta le NYC Restaurant Week Tasting Series, che hanno esordito la scorsa estate.

Si tratta di eventi speciali a pagamento che si svolgono all’interno di istituzioni culturali cittadine con menu degustazione dei ristoranti partecipanti alla Restaurant Week.

I proventi saranno devoluti alle organizzazioni di beneficienza City Harvest, Citymeals on Wheels e Food Bank NYC. I dettagli dell’evento saranno annunciati a breve.

La NYC Restaurant Week è promossa attraverso i contenuti pubblicati sul sito NYCgo.com, con pubblicità digitale e su stampa, anche attraverso il media partner Time Out New York, affissioni sui pali della luce, banner alle pensiline degli autobus, sugli schermi digitali del sistema wifi LinkNYC, sui taxi, sul Toshiba Vision a Times Square e sui treni PATH e nelle stazioni. I partner dell’iniziativa sono OpenTable e l’organizzazione artistica culinaria James Beard Foundation. La campagna creativa di NYC & Company per la NYC Restaurant Week presenta nuovi slogan tra cui “Beat the Cold in Warm Company”, “Best Paired with Best Friends” e “Some things are worth hailing a cab for”.

American Express è lo sponsor fondatore della NYC Restaurant Week. La carta American Express® può essere utilizzata per le migliori esperienze foodie, dai ristoranti, ai mercati gastronomici, fino ai furgoncini dello street food alle lezioni di cucina. Durante la Restaurant Week si possono guadagnare 5X punti Membership Rewards® per ogni dollaro speso nei ristoranti aderenti, fino a 1.000 punti totali. Maggiori informazioni su americanexpress.com/nycrestaurantweek.

I contenuti della NYC Restaurant Week saranno disponibili anche sui social: sulle pagine Istagram @nycgo e @nycrestaurantweek, e su quelle Facebook e Twitter @nycgo.

NYC & Company è l’organizzazione ufficiale per la città di New York di destination marketing i cui obiettivi principali sono la massimizzazione delle opportunità turistiche nei cinque distretti, lo sviluppo economico e la diffusione dell’immagine della città di New York nel mondo. Per maggiori informazioni nycgo.com.

Eventi novità a Cortina d’Ampezzo

FUNIVIA MARMOLADA:

IL 5 GENNAIO ALBA IN QUOTA CON L’ACCOMPAGNAMENTO MUSICALE DEI CORNI ALPINI

Sul sito www.funiviemarmolada.com/eventi/ tutti gli appuntamenti da non perdere per un inverno che si muove sempre più al top con proposte sci, natura e cultura

3 gennaio 2018, Malga Ciapela (BL)

Salire sulla Marmolada per provare l’esperienza unica dell’alba sulle Dolomiti: per l’alba del 5 gennaio è previsto, inoltre, un intrattenimento musicale durante la colazione con il gruppo di corni alpini Deutschnofen Alphornbläser.

Un’esperienza suggestiva in cui apprezzare questo particolare strumento musicale noto anche con il nome di corno delle alpi, alphorn, alpenhorn o cor des alpes, tradizionale strumento a fiato costituito da un corno naturale di legno usato dagli abitanti delle Alpi. E’ questo uno degli eventi offerti dalle Funivie Marmolada che ogni venerdì del mese di gennaio (5-12-19-26 gennaio 2018) permette di salire sulla Regina delle Dolomiti quando ancora a valle tutto è immerso nell’oscurità, per godere dello spettacolo offerto dall’alba da un punto di vista privilegiato a 3.265 m.

Gli altri eventi in programma sulle funivie sono disponibili nella sezione eventi del sito delle Funivie Marmolada (www.funiviemarmolada.com/eventi/ ) dove è possibile scoprire i dettagli degli aperitivi in quota o di vari appuntamenti per discese mozzafiato o altro ancora.

A quota 3.000 metri, inoltre, è raggiungibile con la funivia il Museo Marmolada Grande Guerra, con visite guidate gratuite con una guida esperta del territorio previa prenotazione (al 3346794461; visitmuseo@museomarmoladagrandeguerra.com ) per tutta la stagione.

Di seguito il programma dettagliato di questo evento che offre agli sciatori anche la possibilità di sciare per primi sulle piste immacolate della rinomata bellunese.

ALBE DALLA REGINA
L’Alba dalla Regina a Punta Rocca e a Serauta ha il seguente programma:

MARMOLADA SRL Via Malga Ciapèla, 48 32023 Rocca Pietore (BL) Tel. +39 0473 522984 www.funiviemarmolada.com

06.30 Partenza da Malga Ciapèla
06.45 Breve pausa caffè a Serauta
07.00 Partenza per Punta Rocca per lo spettacolo
07.30 – Per gli sciatori: Rientro con gli sci a Malga Ciapèla e risalita a Serauta per il brunch prima dell’orario di apertura (08.40) purché muniti di biglietto idoneo (Superski, ecc.)
Per non sciatori: Discesa con l’impianto a Serauta per il brunch e poi rientro libero. COSTO PER PERSONA € 40 (comprensivo di biglietto per salita e discesa, pausa caffè a Serauta e ricca colazione a buffet al ristorante di Serauta).

Per prenotazioni e aggiornamenti sul calendario degli eventi telefonare al numero 0437-522984 oppure consultare www.funiviemarmolada.com

La magia della vigilia dell’Epifania continua poi nei Serrai di Sottoguda, quando alle 18.00 la befana si calerà dal ponte più alto delle Dolomiti per portare doni ai più piccini presenti nel fatato regno di Re Ombro, dove le cascate di ghiaccio scendono a picco sul torrente sottostante.

Vin Brulè e tanta musica accompagneranno l’evento allietando i più grandi.
Per maggiori informazioni sull’evento telefonare al 0437 722277 (evento organizzato dal Cnsas Val Pettorina Dolomites in collaborazione con Comune di Rocca Pietore, COT Marmolada, Ana sezione Rocca Pietore Marmolada, Comitato Manifestazioni Marmolada e la Compagnia del Ciaudrin).

Marmolada srl

Marmolada srl è una società che dal 1967 si occupa della gestione dell’omonimo impianto di risalita, costruito per raggiungere facilmente la Regina, la cima più alta delle Dolomiti, la Marmolada. Da 50 anni quindi, la funivia permette a valligiani e turisti di godere dell’incredibile spettacolo delle vette dolomitiche da Punta Rocca (3.265 m), di sciare sul ghiacciaio o semplicemente di fare una gita in quota. La società non si è occupata solo di turismo ma ha coniugato montagna, cultura e turismo, inaugurando già nel 1990 il primo Museo della Grande

MARMOLADA SRL Via Malga Ciapèla, 48 32023 Rocca Pietore (BL) Tel. +39 0473 522984 www.funiviemarmolada.com

Guerra in alta quota che nel 2015 è stato poi completamente rinnovato e ora completa la sua innovazione e attrazione turistica inaugurando due ascensori arditi a Punta Rocca, per sciatori, escursionisti e accessibili a tutti. Per maggiori informazioni: www.funiviemarmolada.com

Museo Marmolada Grande Guerra 3.000 m. il più alto d’Europa

E’ il primo museo in alta montagna dedicato ai cimeli della Grande Guerra rinvenuti sul massiccio della Marmolada. Nel 2015 l’associazione Museo della Grande Guerra in Marmolada Onlus lo ha rinnovato in occasione delle manifestazioni del Centenario, grazie al finanziamento di Marmolada Srl. Il nuovo Museo è stato ampliato in uno spazio all’interno della seconda stazione della funivia (Serauta). Il filo conduttore del nuovo Museo è il racconto della vita del soldato tra il tunnel della morte e la galleria della vita in cima ad una montagna, che sicuramente non era un luogo adatto per una guerra. E’ un museo interattivo e multisensoriale, adatto a tutti i tipi di visitatore: dal bambino, allo storico, allo sciatore che vuole fare una pausa culturale nella sua giornata sugli sci, immergendosi nella storia della guerra di allora. Il significato più grande di questo museo sta nella volontà di trasmettere i valori di pace e di solidarietà, e ogni anno lo fa presentando nuovi eventi utili a mantenere vivi i ricordi di un tragico periodo vissuto dalle popolazioni di questi territori. Per maggiori informazioni: www.museomarmoladagrandeguerra.com

 

TOFANA – FRECCIA NEL CIELO / INVERNO 2017-2018

Per gli sciatori più appassionati nel comprensorio Tofana – Freccia nel Cielo è aperta la pista più lunga di Cortina d’Ampezzo e il rientro fino in paese con gli sci

Après ski imperdibili al Bar Freccia mentre a Col Druscié skipassta da gustare per tutti nelle pause: ecco alcune delle proposte con cui Tofana – Freccia nel Cielo arricchisce il calendario per l’inverno 2017-2018

Cortina 3 gennaio 2018 – Aperta nel comprensorio Tofana – Freccia nel Cielo la pista più lunga di Cortina d’Ampezzo: oltre 7,8 km.

Più in dettaglio, sci ai piedi dalla pista Bus Tofana per Pian Ra Valles, Forcella Rossa, Muro de Ra Cioures e per finire con la pista Stries – per un dislivello di 1686 m e una lunghezza di 7820 m – si arriva alla partenza della funivia proprio a pochi minuti dal centro di Cortina passando tra piste dai panoramici unici sulla Conca ampezzana.

Après ski al Bar Freccia…

E dopo una giornata di sci nella natura spettacolare delle Dolomiti al Bar Freccia, presso la partenza delle funivie, dalle ore 15 alle 18 sarà possibile ballare all’ aprés ski aperto anche a chi non scia.

…Skipassta a Col Druscié

il chiosco di Col Druscié offre un nuovo progetto per questa stagione invernale: lo SKIPASSTA http://skipassta.it/ uno ski break sano e genuino che propone pasta fresca fatta a mano, con un’attenta selezione delle materie prime da

assaporare sulle piste.

Di seguito si riepilogano gli eventi i cui dettagli sono disponibili al link http://www.freccianelcielo.com/eventi/

Alba da Ra Valles

Si sale in funivia avvolti dalle prime luci dell’aurora fino a quota 2.475 dove, presso Capanna Ra Valles, si potranno ammirare i contorni delle cime attendendo l’alba e gustando una prelibata colazione preparate sapientemente dai cuochi della gastronomia di Tofana – Freccia nel Cielo, per poi indossare gli sci e divertirsi sulla neve prima di tutti.

Prenotazione obbligatoria al nr. 0436
5052 oppure scrivendo a info@freccianelcielo.com
Costo dell’evento: € 30.00 a persona che include funivia e colazione. Evento accessibile anche ai non sciatori

Baby Tofana Land

Per il secondo anno consecutivo apre il Baby Tofana Land che, per questa stagione, si sposta presso il Bar Freccia alla partenza della funivia. I bambini dai 3 ai 10 anni, accolti e seguiti da due operatrici dell’infanzia, possono divertirsi tra giochi di società, costruzioni, libri, colori e nell’area esterna attrezzata per giochi all’aria aperta, mentre i genitori sciano liberamente godendosi meritati momenti di relax.
Il servizio viene offerto contestualmente all’apertura della funivia da Dicembre 2017 a Pasqua 2018, da lunedì a domenica, festività incluse. Orario d’apertura, in concomitanza con l’apertura degli impianti sciistici: dalle ore 08.30 alle 17.00. Il costo è di € 12,00/ora.

Info e prenotazioni: babytofanaland@freccianelcielo.com tel. (+39) 333 9172058 | www.freccianelcielo.com

CIASPOLARE IN ALTA QUOTA
A chi ama passeggiare con le ciaspe il comprensorio di Tofana- Freccia nel Cielo offre due nuovi sentieri panoramici in alta quota, adatti a tutti e percorribili in un’ora circa.

Trail Pian Ra Valles

Piacevole passeggiata a quota 2400 metri il Trail Pian Ra Valles offre spettacolari paesaggi sulla Regina e sulle circostanti cime delle Dolomiti d’Ampezzo come Monte Cristallo,Pomagagnon, Croda Rossa, Monte Faloria, Monte Sorapìs e Tofana di Mezzo. Per chi è più allenato questo tracciato può essere completato anche con il Trail Cacciatori.

Trail Cacciatori

Escursione abbastanza impegnativa a quota 2600 metri nei pressi dei Canalini di Ra Valles, il Trail Cacciatori è un sentiero panoramico che consente di addentrarsi nei silenzi unici della Tofana di Mezzo. Con la neve fresca il tracciato consente di percorre il crinale sopra la pista Cacciatori per poi aprirsi sulla Conca Ampezzana, regalando viste mozzafiato anche sulle cime Dolomitiche circostanti.

CIASPE AL CHIARO DI LUNA IN ALTA QUOTA: SPORT E GUSTO INSIEME

Per chi ama la natura, la montagna e la neve, la proposta “ciaspe e gusto” della ski area Tofana- Freccia nel Cielo a Cortina d’Ampezzo è la soluzione ideale.
Novità per la stagione invernale 2017-2018, la Ciaspolata al chiaro di luna inizia con un breve aperitivo di riscaldamento e si sviluppa con un suggestivo percorso con le ciaspole tra gli spettacolari panorami innevati della Tofana di Mezzo, per concludersi con una gustosa cena al Ristorante Capanna Ra Valles, situato a quota 2.475 metri, con splendida vista sulla Conca ampezzana.

L’escursione con le ciaspole si svolgerà in compagnia di una Guida Alpina e avrà una durata di circa 1h e 30 minuti lungo un percorso molto semplice e adatto
a qualsiasi livello di preparazione fisica.
Prenotazione obbligatoria tel. (+39) 0436 5052 oppure info@freccianelcielo.com

ASTROCENE A COL DRUSCIÉ
Immancabile appuntamento del giovedì sono le Astrocene del Ristorante Col Druscié 1778. Tutti i giovedì fino a Pasqua si potranno assaporare i prelibati piatti della cucina di montagna per osservare poi, guidati dagli amici ed esperti dell’Associazione Astronomica Cortina Stelle, il cielo da molto vicino: pianeti, nebulose, la Via Lattea e le meraviglie del firmamento come non le avete mai viste, per un’esperienza unica e coinvolgente grazie al telescopio Newton di 50 cm di diametro e uno Schmidt Cassegrain Celestron 11 ospitati all’interno dell’Osservatorio Astronomico Helmut Ullrich.

Per informazioni e prenotazioni: gastronomia@freccianelcielo.com o (+39) 3407967039/ (+39) 0436 862372

Tofana- funivia Freccia nel Cielo

L’impianto sarà aperto sino al 2 aprile 2018 tutti i giorni dalle 8.30 alle 16.30.

La società Tofana srl gestisce il complesso funiviario che serve il comprensorio Tofana – Freccia nel Cielo. Questo si sviluppa sulla Tofana di Mezzo, l’imponente massiccio dolomitico che domina la conca ampezzana.

La funivia è stata realizzata in modo da mantenere la visibilità della montagna ed è suddivisa in tre tronconi:

in pochi minuti porta a Col Drusciè(1778 m), dove è situato anche un osservatorio astronomico, a Ra Valles (2470 m) e Cima Tofana (3244 m), la vetta più alta di Cortina d’Ampezzo. La funivia Freccia nel Cielo è situata vicino al centro di Cortina d’Ampezzo e dispone di un ampio parcheggio per auto e pullman. Molte le escursioni in quota per esperti e famiglie e le attrazioni per gli sportivi (dalle piste da sci invernali alle ferrate e al bike park estivi).

Maggiori informazioni su www.freccianelcielo.com

Weekend d’inverno al Gran Paradiso

DGT

Il magico inverno del Gran Paradiso

Anche i piccoli con le ciaspole

Come ogni inverno, il silenzio cala sul Parco Nazionale Gran Paradiso:

-è scesa la prima neve, qualche animale è già in letargo, l’aria si fa pungente, e le 5 vallate dell’area protetta sono avvolte da un’atmosfera quasi fiabesca.

Il Parco sembra addormentato, ma l’apparenza inganna, perchè la vita continua a brulicare: basta solo saper osservare!

In questo caso, affidarsi agli esperti è la soluzione migliore:

le guide del Parco conoscono infatti tutti i segreti della vita degli animali e della natura nel parco e sono pronti a condividerlo con tutti, grandi e piccini.

“Winter Wonderland” – Passi e sensazioni al crepuscolo

La magia del tramonto sulle cime, i colori prima del buio, lo scricchiolio della neve, lo sguardo timido di un animale nascosto, il riflesso della luna: uno spettacolo fatto di cose minute, ma emozionanti, da godere sulle ciaspole, nell’ora magica del passaggio fra il giorno e la notte.

E poi merende, visite, degustazioni, per conoscere tutti gli aspetti della natura e della cultura dell’area protetta più antica d’Italia!

Le ciaspolate si svolgeranno tutti i mercoledì dispari a Rhêmes Notre-Dame e tutti i mercoledì pari a Cogne, da dicembre 2017 fino a Pasqua 2018.
Tutte le info qui: www.pngp.it/winter-wonderland-passi-e-sensazioni-al-crepuscolo e www.winterwonderland.it/

La natura attraverso la lente

Tornano dopo il grande successo dello scorso anno i trekking fotonaturalistici.

L’appuntamento invernale si terrà in Valsavarenche e consentirà di scoprire le selvagge vallate del Parco Nazionale Gran Paradiso e di esplorare un ambiente di montagna unico nel suo genere.

Accompagnati dal fotografo naturalista Alberto Olivero e dagli esperti guardaparco del PNGP, i partecipanti potranno osservare e comprendere le tante sfaccettature dello scenario mozzafiato in cui ci si muove. Un’occasione imperdibile per approcciarsi alla natura e alla fotografia.
Tutte le info qui: www.pngp.it/trekking-fotonaturalistici-inverno-valsavarenche-2018

Ciaspole per golosi e nottambuli

Si chiamano “Ciaspolata dei golosi” e “Luna di neve” gli appuntamenti che si terranno dall’8 al 30 dicembre a Ceresole Reale: nel primo caso, inforcate le ciaspole, i partecipanti andranno alla scoperta della natura del parco, ma anche delle piccole produzioni tipiche -rigorosamente a Marchio di Qualità Gran Paradiso – di queste valli, come il genepy o i dolcetti canavesani; nel caso di “Luna di neve” invece il piacere e la meraviglia di vivere la montagna di notte, ammirando il cielo stellato e del freddo, si coniugano con il piacere di rintanarsi in un rifugio e gustare i sapori tipici di queste vallate.
Tutte le info: www.pngp.it/iniziative-del-parco/attivita-guide/dicembre-sulla-neve-con-naturalp-2017 e www.pngp.it/iniziative-del-parco/attivita-guide/gennaio-sulla-neve-con-naturalp-2018

I misteri del Parco

“Gli occhi del lupo” e “Neve e leggende al chiaro di luna” sono le attività pensate per chi, oltre al piacere di ciaspolare, vuole immergersi nella cultura e nella natura del Parco, sperimentando l’emozione di percorrere gli stessi sentieri dei più amati predatori del Parco Gran Paradiso, conoscendone segreti ed abitudini, o di conoscere i racconti e le leggende sui misteri delle montagne. Entrambe le escursioni si svolgono a Rhêmes Notre Dame, nel versante valdostano del PNGP.
Info: www.pngp.it/iniziative-del-parco/attivita-guide/gennaio-sulla-neve-con-naturalp-2018

Per i piccoli

Il 28 e 30 dicembre invece è in programma “Piccoli in ciaspola” (Rhêmes Notre Dame) per insegnare ai ragazzi (dai 6 agli 11 anni) a muoversi sulla neve e in natura sin da piccoli, a correre, a saltare sul manto soffice, a cadere e a rotolare spiando gli animali del Parco.
Info qui:www.pngp.it/iniziative-del-parco/attivita-guide/dicembre-sulla-neve-con-naturalp-2017 e qui www.pngp.it/iniziative-del-parco/attivita-guide/gennaio-sulla-neve-con-naturalp-2018

Un weekend al Parco

Il Paradiso nella neve è il titolo di un weekend in programma il 13 e 14 gennaio a Ceresole Reale: i partecipanti potranno per scoprire cosa accade alla natura del Gran Paradiso durante la stagione fredda.

Dietro al paesaggio candido infatti, ci sono animali che dormono, altri che affrontano le ingiurie della stagione più dura, piante che si preparano al nuovo ciclo, rocce e ghiacci in perenne rinnovamento e movimento. La Guida del Parco Patrizia Peinetti racconterà tutti i segreti di questo ecosistema ricchissimo e insegnerà anche le tecniche per il corretto utilizzo delle racchette da neve, oltre a qualche importante nozione di sicurezza per imparare come ci si muove in un ambiente di alta montagna in inverno.
Tutte le info: www.pngp.it/iniziative-del-parco/attivita-guide/il-paradiso-nella-neve-2018

CAPODANNO E FESTE NATALIZIE
Sono due le iniziative proposte quest’anno, entrambe a Ceresole Reale, per vivere un Capodanno rustico, celebrato al chiarore delle stelle e del fuoco: romantico, ma non mieloso!
“Racchette e champagne” è adatto a chi desidera salutare in modo originale -e sicuramente informale- l’arrivo del nuovo anno con una passeggiata sulle racchette da neve. Prima una gustosa merenda sinoira, poi un’escursione nella magia della notte ed infine un ricco brindisi intorno al falò in riva al lago di Ceresole!
Tutte le info: www.pngp.it/iniziative-del-parco/attivita-guide/racchette-champagne-2017-2018
Debutta quest’anno “Ciaspolando verso la mezzanotte”, sempre a Ceresole Reale: i partecipanti potranno fare gli ultimi passi del 2017 nella neve soffice dell’alta valle Orco, per attendere la mezzanotte, che si celebrerà con un brindisi attorno al fuoco, sotto la volta stellata.
Tutte le info: www.pngp.it/iniziative-del-parco/attivita-guide/ciaspolando-verso-la-mezzanotte-2017-2018

Festività natalizie perfette nel Vallese !

Si scrive Vallese ma si legge vacanza poliedrica:

sci e sport invernali, ma anche relax e passeggiate a contatto con la natura.

Oltre a proporre la più vasta offerta termale dell’arco alpino grazie alle sue 6 località in cui sgorgano acque calde, il Vallese offre più di 2’000 chilometri di piste da sci che si spingono fino a 3.800 metri di quota.

Una delle proposte uniche che il Cantone regala, per questa stagione invernale, è proprio quella che combina benessere e attività sulla neve. Ideale per chi ama lanciarsi in discese mozzafiato ma che, allo stesso tempo, non vuole rinunciare a bagni termali, massaggi o altri trattamenti rivitalizzanti. Nemmeno in alta quota. Basta scegliere, per fare alcuni esempi, Leukerbad che con le sue 22 vasche termali, assicura relax a cinque stelle. Oppure Ovronnaz, vera e propria oasi di benessere, con ben 149 strutture ricettive collegate direttamente con i bagni termali grazie a innovative gallerie di vetro riscaldate.

Se si è preoccupati che le condizioni meteo non siano favorevoli, inoltre, nessun problema.

A Blatten-Belalp è stato ideato lo skipass che tiene in considerazione le condizioni meteorologiche.

Il costo del pass è inversamente proporzionale alle condizioni del tempo: tanto più il meteo è sfavorevole, meno costerà l’abbonamento, con riduzioni che possono raggiungere anche il 50% rispetto alla tariffa piena. Per maggiori informazioni visitare i siti www.belalp.ch o www.tipo.ch/belalp.

Per chi è in cerca, anche, di cultura e tradizioni, un’ottima scelta può essere la Lötschental.

Definirla magica è riduttivo: il maestoso scenario alpino, le vette innevate, i piccoli villaggi davvero a misura d’uomo e la lontananza dai centri turistici iper-affollati rendono questa valle la meta perfetta per passeggiate nella neve con le racchette, camminate accompagnati dal silenzio della natura e un evento che racconta di tradizione e mitologia.

Le maschere più famose e inquietanti di questa zona infatti, le Tschäggättä, sfilano al calar del sole per i villaggi (nel periodo dopo Candelora, tra il 2 e il 14 febbraio), portando con sé un’atmosfera carnevalesca intrisa di tradizioni ataviche.

Altro appuntamento imperdibile è la Discesa delle Streghe di Belalp.

Secondo la leggenda una fattucchiera usava aggirarsi nei dintorni di Belalp e, per celebrarne il ricordo, ogni anno a gennaio viene organizzata una gara molto particolare tra sciatori vestiti da streghe, col volto coperto da maschere.

La gara di velocità parte dalla terrazza panoramica di Hohstock, passa per le piste “Häx oben”, “Häx unten”, Kühmatte, e si conclude a Blatten: 12 km di adrenalina pura, tra discese verticali ripide ed impegnative e tratti più rilassati. Ma il vero evento è rappresentato dalla gara non competitiva, durante la quale, tra libagioni e divertimento, le squadre di streghe ci possono impiegare ore per scendere fino a Blatten. La prossima edizione si terrà dal 6 al 13 gennaio 2018.

In alternativa, per gli appassionati di arte “tradizionale”, non può mancare una visita alla Fondazione Pierre Gianadda di Martigny, che fino al 10 giugno 2018 ospita una straordinaria rassegna di opere di Toulouse-Lautrec: più di 100 lavori prestati da uno dei più importanti collezionisti privati europei.

Se si amano gli ambienti estremi, invece, vale la pena di menzionare due gioielli naturalistici su tutti. Il Ghiacciaio di Aletsch, che con i suoi 23 chilometri di lunghezza è il più grande e maestoso dell’Europa continentale, regala un panorama unico e indimenticabile sia da Riederalp, Bettmeralp e Fiescheralp, villaggi che vanno a formare il comprensorio dell’Aletsch Arena, sia da Belalp. Non è quindi un caso che questo fiume di ghiaccio sia il cuore del primo Patrimonio naturale UNESCO delle Alpi (Alpi svizzere Jungfrau-Aletsch).

Qui, tra piste sempre innevate e percorsi immersi nella natura si arriva solo in funivia e le auto non posso circolare.

Gli appassionati delle racchette da neve, invece, potranno trovare ispirazione partecipando ai tour alla scoperta del Ghiacciaio di Zinal in Val d’Anniviers: vera e propria cattedrale di ghiaccio, nasce a quota 3450 metri per poi scendere fino ai 2000. Per arrivarci è necessaria una camminata di circa 2 ore e mezza accompagnati da una guida esperta.

La magia, tuttavia, non finisce semplicemente qui: è consentito addirittura entrare dentro il Ghiacciaio di Zinal, passando all’interno di passaggi scavati nel ghiaccio dalle acque di scioglimento che possono raggiungere anche i 200 metri di lunghezza e che garantiscono un’esperienza unica. Per informazioni e prenotazioni delle escursioni visitare il sito www.valdanniviers.ch

ALBERGHI SECONDO LE VOSTRE ESIGENZE

Infine, una vacanza è ancora più bella se si sceglie la soluzione alberghiera più in linea con le proprie esigenze.

Spazio, quindi, a hotel che hanno tutte le caratteristiche per essere considerati fuori dal comune.

Il White Pod, a Monthey, è un hotel ecologico a 1400 metri di altitudine, che consente di soggiornare nei caratteristici pod sferici adagiati su una piattaforma di legno e riscaldati da romantiche stufe a pellet. Tra piste da sci private, tour su slitte trainate da cani ed escursioni guidate, la vacanza qui è all’insegna dell’esclusività.

GIOVANI E I GRUPPI DI AMICI

Per i giovani e i gruppi di amici, invece, la soluzione perfetta è il Wellness Hostel 4000 a Saas-Fee.

Costruito nel pieno rispetto della natura, è un ostello poco convenzionale, a cinque stelle.

I suoi servizi comprendono, tra gli altri, una piscina interna, un centro benessere, una palestra e due soluzioni per pause golose (ristorante e bistro).

La vista che si gode dalle camere, infine, è impagabile. A Saas-Fee, inoltre, la stagione invernale è ancora più super: conosciuto come il “villaggio dei ghiacciai”, circondato da 13 vette che raggiungono e superano i 4000 metri, Saas-Fee è un’eccellenza anche in campo ecologico.

Qui le auto sono bandite (ci si sposta solo a piedi o con vetture elettriche messe a disposizione dalle strutture ricettive) e i suoi 100 km di piste vanno a disegnare un comprensorio sciistico di altissimo livello, uno dei pochi dove è ancora possibile sciare in estate: fino al 17 dicembre lo stagionale, la cosiddetta Winter Card, veniva proposto all’incredibile tariffa di 205 €.

Il più strano hotel del mondo è a Tokyo! 

Ha appena riaperto, dopo i lavori di restauro, il Tokyo Metropolitan Teien Art Museum, struttura architettonica Art Deco circondata da bellissimi giardini, che inizia la sua nuova era con la mostra “Decoration never dies, anyway” che vede l’esposizione di opere di sette artisti provenienti da diversi paesi e di diversa età e genere, la mostra dura fino al 25 di febbraio 2018.

Il più strano hotel del mondo è a Tokyo! 

E’ registrato nel Guinness dei primati come primo hotel con personale robotizzato, dal 15 dicembre si può sperimentare a Tokyo (dove, altrimenti?).

Si chiama Hen Na Hotel Tokyo Nishikasai e dopo aver fatto il check-in con i robot alla reception, i visitatori troveranno i gadget high-tech, come ad esempio gli smartphone ad uso gratuito, utili per godere al meglio del soggiorno nell’Hotel più strano del mondo.

Chiunque stia cercando qualcosa di veramente nuovo, ecco, è proprio qui!

 

Regala e regalati una spa in Oman

Oman sulle-vette-di-Jabal-Akhdar-sorge-la-Spa-Alila.-Situata-a-2.000-metri-sopra-il-livello-del-mare
OMAN-Alila-Jabal-Akhdar-Spa
Oman Anantara-Spa-un-autentico-capolavoro-architettonico-realizzato-in-perfetta-sintonia-con-il-paesaggio

Le prestigiose Spa del Sultanato offrono rituali miracolosi in grado di risvegliare i cinque sensi

IN OMAN IL BENESSERE È DI CASA

Idee regalo detox dopo feste

Per lasciarsi alle spalle la malinconia invernale o per una remise en forme perfetta dopo le vacanze di Natale, quello che ci vuole è una fuga in una Spa.

L’Oman offre tante possibilità per rigenerare mente e corpo, grazie alle numerose Spa di lusso dei resort, dove lascarsi coccolare dall’alba al tramonto.

L’ampia gamma di trattamenti a disposizione e le location esclusive – in città, sulle vette delle montagne omanite oppure vista mare –  rendono questi luoghi dei veri e propri santuari del benessere, dai quali non si vorrebbe mai uscire.

Situata nell’elegante quartiere di Al Khuwair, a pochi passi dalla spiaggia e non lontano centro di Mascate, The Spa at The Chedi Muscat è, con i suoi 800 m2, la Spa più grande della capitale (da 492 euro a notte).

Distribuita su due piani e composta da 13 suite, l’intera struttura è decorata con pannelli in legno scuro e arredata con mobili in vimini. Al suo interno, vistosi dettagli arabeggianti e minimalismo orientale convivono alla perfezione, mentre le luci calde e soffuse completano l’atmosfera.

Il centro presenta un menu tra i più completi: aromaterapia, ayurveda, trattamenti per il viso e il corpo, riflessologia plantare, scrub, impacchi, massaggi tailandesi, balinesi, tibetani e con le pietre calde dell’Himalaya che, posizionate sui punti chakra, combattono lo stress e riducono la tensione muscolare.

Da provare, da soli o in coppia, i bagni aromatizzati con essenze profumate, come petali di rosa e champagne per il Love Bath oppure uva bianca e olio essenziale di May Chang per l’Oriental Bathing Ceremony.

I prodotti utilizzati sono 100% organic e i brand prescelti sono Voya, Sundari e Sparitual. Al piano inferiore è presente anche una palestra con personal trainer, pesi e macchine per il pilates.

Il Golfo omanita fa da sfondo all’affascinante Shangri-La Al Husn Resort & Spa, riaperto lo scorso ottobre e situato vicino al “gemello” Shangri-La Barr Al Jissah Resort & Spa. “Al Husn” significa “castello” e, in effetti, la sensazione è proprio quella di trovarsi all’interno di un palazzo arabo, dotato di ogni comfort e servizio.

Nonostante si trovi a 35 km dal centro di Mascate (Mascate, la capitale portuale dell’Oman, in arabo: مسقط , Masqaṭ) e a 45 minuti dall’aeroporto, gli ospiti qui possono godere della massima privacy e tranquillità.

In attesa dell’apertura della Hareer Spa by L’occitane, prevista per gennaio 2018, gli ospiti possono rilassarsi presso la CHI, The Spa dello Shangri-La Al Jissah, composta da ben 12 ville, saune e stanze adibite al bagno turco.

Massaggi terapeutici e rivitalizzanti, stone therapy, stretching, idroterapia e meditazione qui si uniscono per aiutare il “Qi”, la forza vitale universale, a scorrere liberamente all’interno del corpo.

Da provare, il Traveler’s Retreat, un trattamento di tre ore che, grazie a bagni a base di olii essenziali e a massaggi rinvigorenti, riduce gli effetti del jet lag.

Infine, la CHI Water Oasis, consente ad ognuno di trovare il proprio equilibrio come preferisce, scegliendo tra l’idromassaggio, un bagno turco alle erbe, docce tropicali e una fontana di ghiaccio capace di risvegliare tutti i sensi.

Club privato ladies-only a Mascate – Six Senses Spa dell’Al Bustan Palace

Tra le novità a Mascate, la Six Senses Spa dell’Al Bustan Palace, che ha riaperto recentemente in seguito alla ristrutturazione.

La Spa, posizionata a pochi passi dal mare, è ospitata all’interno di un forte in stile arabo, per un totale di 3.000 m² di puro lusso.

La particolarità di questa oasi di benessere è quella di essere divisa in aree per maschi e per femmine, con tanto di club privato ladies-only.

Nelle 17 sale a disposizione vengono effettuati trattamenti personalizzati che variano a seconda della stagione.

Per immergersi nel mood relax, si consiglia di provare l’hammam, un’antico rituale di bellezza che libera il corpo da ogni impurità, lasciando la pelle liscia e morbida.

Meritano di essere provati anche i trattamenti viso, tra cui quelli antietà con estratti di papaya e vitamina C oppure i facial che sfruttano le proprietà benefiche dell’oro 24k. Completano questo tempio di benessere saune, padiglione yoga, palestra e aree relax con healthy bar e libri a disposizione.

È firmata Six Senses anche la Spa delloZighy Bay, nel Musandam. La penisola omanita si rivela il luogo ideale per sfuggire dallo stress quotidiano: qui anima e corpo troveranno calma assoluta.

I punti di forza della Spa sono i trattamenti ispirati alla filosofia olistica e la possibilità di consultare un guru del benessereche saprà svelare preziosi segreti per una forma psicofisica smagliante, grazie anche alla conoscenza della medicina alternativa.

I trattamenti sono molteplici e includono massaggi energizzanti e rilassanti, aromaterapia, ayurveda e trattamenti per il viso a cinque stelle, come quello a base di collagene, acido ialuronico e estratti marini. Sono inoltre disponibili due hammam marocchini (tradizionale e royal), due piscine, una di acqua dolce e una di acqua salata, un juice bar, diverse boutique e una palestra che soddisferà anche gli ospiti più esigenti.

2.000 metri sopra il livello del mare Spa Alila

Spostandosi verso le montagne, sulle vette di Jabal Akhdar sorge la Spa Alila.

Situata a 2.000 metri sopra il livello del mare, con vista su un canyon immenso, la Spa Alila è molto più di un centro benessere: oltre ad esser stata progettata nel completo rispetto dell’ambiente circostante – fattore che le ha consentito di ottenere la certificazione LEED – Alila offre un concetto unico di Spa, declinato in una serie di pacchetti wellness davvero speciali.

L’obiettivo è quello di coccolare gli ospiti dalla testa ai piedi; per questo motivo non mancano trattamenti a base di avocado e cocco per capelli luminosi e forti, bagni con olii essenziali e massaggi adatti a tutte le età, persino per bambini.

Ma i trattamenti più gettonati sono quelli che sfruttano le potenzialità della natura, come i massaggi sotto il cielo stellato oppure le “Alila Experiences”, una all’alba per risvegliare i cinque sensi attraverso il rituale tai chi con tanto di colazione detox a seguire, e una al tramonto, un momento prezioso per liberare i polmoni, distendere la muscolatura, riattivare la circolazione sanguigna e prepararsi per immagazzinare nuove energie per il giorno successivo. Il pacchetto “Sunset Dreams” comprende anche una cena preparata dall’executive chef e una tisana della buonanotte.

La “montagna verde” omanita ospita un altro gioiello: l’Anantara Spa, un autentico capolavoro architettonico, realizzato in perfetta sintonia con il paesaggio. Gli interni sono il risultato di un mix perfetto tra dettagli omaniti, arabeggianti e orientali.

Il lusso è di casa e si esprime attraverso dettagli minimal senza mai ricadere nell’opulenza: questo equilibrio tra semplicità e ricercatezza ha consentito all’Anantara Spa di aggiudicarsi la medaglia d’oro nella categoria Spa & Wellness dei prestigiosi AHEAD Awards.

L’architettura curata in ogni particolare costituisce il setting perfetto per ritrovare l’equilibrio tra mente, corpo e spirito, attraverso un mix di terapie tradizionali e innovative.

Da provare, i Signature Treatments che sfruttano le proprietà della rosa damascena, del melograno e dell’incenso, le tre principali ricchezze che la natura omanita offre. Non mancano hammam, massaggi a quattro mani, scrub e maschere per il viso miracolose, rituali su misura per lui e per lei. Se sognate un po’ di tempo per voi stessi, lontano dalla frenesia della vita quotidiana, questo è il posto che fa per voi.

Idee regalo detox

Per un’idea regalo last minute e diversa dal solito, è possibile consultare i siti online delle Spa. The Chedi, ad esempio, propone dei rimedi detox portentosi. In particolare l’Ila Himalayan Cristal Body Polish stimola la circolazione e rimuove le cellule morte grazie alle potenzialità del sale rosa dell’Himalaya combinate con essenze come ginepro, geranio e papavero. Chi ha la pelle delicata, può scegliere il Ren Guerande Salt Exfoliating Body Balm, un trattamento esfoliante a base di sale grigio di Guérande, basilico e olii essenziali di menta, combinati con olio di oliva e di mandorla per nutrire la pelle. Al termine del trattamento, il corpo viene avvolto da asciugamani caldi profumati con olii essenziali e viene applicato una crema lenitiva alla rosa. Ulteriori informazioni.
Alla Spa dello Zighy Bay ci si lascia trasportare da un viaggio sensoriale attraverso le meraviglie dell’Oman: Wonders of Oman è un rituale di 3 ore ispirato alla tradizione omanita e alle ricchezze del territorio. Si inizia con un bagno caldo con cristalli di sale marino e menta, proseguendo poi con uno scrub per il corpo a base di datteri, miele e polvere di mandorla. La seconda parte del trattamento comprende un bagno Rasul, un autentico cerimoniale di purificazione della tradizione araba, e un massaggio drenante. Scopri di più.
La Spa Alila ha una soluzione per ogni componente della famiglia, con un menu che include massaggi specifici per le future mamme, trattamenti per gli under 16 come il Yummi Skin-Scrub a base di aloe vera, avocado o cetriolo e coccole per i più piccini, tra cui il Little Diva Massage, un bagno con olio essenziale di lavanda e massaggio con olio di cocco. La brochure della spa è scaricabile qui.

Alila Jabal Akhdar Spa

Ufficio del Turismo Sultanato dell’Oman
Il Sultanato dell’Oman è situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica, ha un’estensione maggiore dell’Italia con i suoi 309.500 km²  e conta circa 2.400.000 abitanti. Punto di incontro tra l’Asia e l’Africa, l’Oman è un paese montuoso circondato da deserti che si affaccia sull’Oceano Indiano e sul Mar d’Arabia. Caratterizzato da 3 climi diversi, temperato, desertico e tropicale, l’Oman si raggiunge in meno di 8 ore di volo dall’Italia ed è a sole +3 ore di fuso (+2 quando in Italia vige l’ora legale). Il Sultanato ospita diversi siti annoverati fra i patrimoni UNESCO e interessanti percorsi culturali come la via dell’incenso, nella regione del Dhofar. La capitale Mascate, i wadi e le montagne, il deserto e i piccoli villaggi sono i guardiani di antiche tradizioni e dell’affascinante natura del Sultanato. Quasi fosse sospeso nel tempo, l’Oman si apre al moderno con un occhio di riguardo per le proprie tradizioni: sport estremi e animati suq, lussuosi resort con moderne SPA convivono con antiche fortezze e tradizioni dei popoli del deserto.

AL CALDO IN INVERNO – VACANZE SICURE – CUBA anche per il viaggiatore più esigente – Isole paradisiache fuori dai soliti itinerari

maldive tramonto palme ok

Gili Travangan 672 spiaggia esotico ok ok 2s

trinidad-cuba-classic-american-car-and-blue-colonial-building-in-streets-of-trinidad-253778359

CUBA … anche una crociera tra piccole isole per scoprire che non tutto è inquinato … il mare più  pulito è qui.

“ISLA JUANA”: CUBA

– Scoperta da Cristoforo Colombo nel 1492, nel suo primo viaggio verso le Indie, Cuba divenne parte del Regno di Spagna e fu chiamata “Isla Juana” in onore di Juan Principe delle Asturie. Nel 1555 l’isola fu conquistata dai francesi, nel 1762 dai britannici per poi ritornare agli spagnoli.

Terra natale di Italo Calvino, Cuba è un arcipelago che si compone di un’isola principale e di oltre un migliaio di isole e isolette (cayos), che fanno tutte parte della Repubblica di Cuba, a parte la baia di Guantanamo, che è stata data in “prestito” agli Usa nel 1903 come punto di rifornimento per le navi americane e ceduto definitivamente nel 1934.

Ecco qualche proposta  su Cuba:

CROCIERA NEI GIARDINI DELLA REGINA

Lungo la costa dell’isola di Cuba si trovano, protetti dalla terza barriera corallina del mondo per estensione, Los Jardines de la Reina è un arcipelago composto da centinaia di isolotti assolutamente vergini (cayos) che rimangono senza nome anche sulle migliori carte geografiche locali.

L’acqua è limpidissima e il paesaggio di una bellezza che toglie il respiro: tunnel, canyon profondi ricoperti di coralli, gorgonie e spugne di ogni colore, ci fanno sentire parte integrante di questo mondo meraviglioso.

Per il dormire si può scegliere tra l’albergo galleggiante Tortuga e le barche da crociera, La Reina, Halcon, Caballones e Avalon Fleet I.Tortuga è una barca in acciaio, ancorata in un canale ben protetto, di circa 1.000 metri quadrati divisi su 2 piani, con 7 cabine per gli ospiti; La Reina è uno yacht a motore di 65 piedi con 4 cabine doppie; l’Halcon è uno yacht a motore di lusso di 75 piedi, con 6 cabine doppie; Caballones è uno yacht a motore di 60 piedi 6cabine doppie con bagno; Avalon Fleet I è uno yacht di lusso, a motore, di 108 piedi, con 8 cabine doppie/triple. Il soggiorno di 7 giorni/6 notti parte da 2.292 euro per persona in cabina doppia, in pensione completa con trasferimenti nautici e 15 immersioni.

L’AVANA & CAYO COCO
L’Avana e Cayo Coco, per conoscere la capitale cubana e godere del mare in una delle più belle spiagge del paese.

Situata nella parte orientale di Cuba, Cayo Coco è un’isola che fa parte dell’arcipelago detto Jardines del Rey ed è collegata alla terra ferma da una strada costruita sull’acqua lunga 17 chilometri.

L’hotel Sol Cayo Coco (4 stelle) si trova su una spiaggia di fine sabbia bianca, circondata da palme da cocco. Le camere si affacciano sul giardino, sulla piscina o sul mare. Tre i ristoranti a disposizione degli ospiti e tre i bar. Completano l’offerta le due piscine (con sezione per bambini), ampia gamma di sport (vela, catamarano, canoa, pedalò, windsurf, tennis, ping-pong, beach-volley, aerobica, water polo, tiro con l’arco, snorkeling, ecc.), baby e mini club, palestra, sauna, idromassaggio e massaggi, un centro internazionale d’immersioni vicino all’hotel. Il soggiorno di 9 giorni/7 notti parte da 1.760 euro per persona, in camera doppia (2 notti all’Avana in b&b e 5 a Cayo Coco in all inclusive), voli e trasferimenti.

lavana-centro-storico-patrimonio-unesco-2

TOUR CON AUTO D’EPOCA IN CASE PARTICULAR
A spasso per Cuba, con l’autista, a bordo di una cabriolet degli anni ‘50 per conoscere il Paese e la sua popolazione e dormire nelle Case Particular, selezionati b&b. Si comincia da L’Avana (la cui parte “vecchia”, Habana Vieja” è Patrimonio UNESCO) con la visita del centro città (Vedado), il Capitolio, la Plaza de la Revolucion, il Malecon, Plaza de Armas, Plaza de San Francisco de Asis, Plaza Vieja e Plaza de la Catedral. Quindi Pinar del Rio, dove viene coltivato il famoso tabacco Cubano (con visita di una fabbrica di sigari), poi la valle di Viñales per ammirare la bellezza dei mogotes (montagne di pietra tipiche di questa zona), il Parco Montemar e la città di Cienfuegos per visitare il Parco Marti, il Teatro Terry, il boulervard e il lungomare. Si prosegue per Trinidad (Patrimonio UNESCO) per camminare lungo le stradine in ciottolato e ammirare le sontuose residenze dei ricchi coltivatori che erano padroni della città (lasciate quasi integre dopo la decadenza a causa dell’abolizione della schiavitù nel 1883 e il successivo abbandono), il museo Historico Municipal, la Piazza Maggiore, il Museo Romantico, la Chiesa della Santissima Trinidad, il Bar la Canchánchara. Si prosegue per la Valle de Los Ingenios (Valle dei Mulini), quindi per Santa Clara con visita del mausoleo dedicato a Ernesto Che Guevara. L’itinerario di 10 giorni/8 notti parte da 1.380 euro per persona, in camera doppia in b&b, con voli, in auto d’epoca con autista.

“LA CHIAVE DEL GOLFO”
“La Chiave del Golfo”: così fu definita Cuba dai colonizzatori spagnoli per la sua posizione strategica, posta all’imboccatura del golfo del Messico, in un punto dove convergono le tre Americhe. L’itinerario parte da L’Avana e arriva a Santiago de Cuba, per scoprire l’architettura coloniale, la natura, il folklore e la vita quotidiana di un popolo assolutamente unico. Si visita L’Avana: la parte coloniale passeggiando per il centro storico (Patrimonio UNESCO), il Castello della Reale Forza, il Campidoglio, il Palazzo dei Governatori, la Piazza della Cattedrale e il Mercatino d’artigiani, la Bodeguita del Medio e il Palazzo dell’Artigianato; la parte moderna: la Piazza della Rivoluzione, la Rampa e il lungomare. Si parte per Viñales, la valle caratterizzata dai “Mogotes”, massicci rocciosi con pareti verticali e cime arrotondate, considerati le più antiche formazioni rocciose di Cuba, visita al Murale delle Preistoria (una grande pittura rupestre moderna che rappresenta l’evoluzione geologica e biologica dell’uomo e della specie). Quindi Santa Clara, con visita della città e della piazza della Rivoluzione (dove si trova il Mausoleo del “Comandante Ernesto Che Guevara”). Si prosegue per Trinidad (Patrimonio UNESCO), conosciuta come città museo, avendo conservato intatte le sue case, le strade e le piazze come erano secoli fa. Si prosegue per Sancti Spiritus per arrivare a Camaguey, uno dei primi sette villaggi fondato a Cuba dagli spagnoli, il cui centro storico è Patrimonio UNESCO, un insieme di diversi stili architettonici: dal neoclassico all’art déco, dall’art nouveau al razionalismo. Si riparte per la cittadina di Bayamo con Parque Cespedes, la piazza principale su cui si affacciano la casa del Poder Popular, la Casa de la Trova, il Museo Historico e la Casa de la Cultura. Quindi il Santuario de la Virgen de la Caridad del Cobre (Madonna del Rame, patrona di Cuba), che si trova nel villaggio del Cobre, in cima a una collina panoramica, di fronte alle antiche miniere di rame. Si arriva a Santiago per visitare il centro storico, con la caratteristica piazza della cattedrale, la Piazza Centrale Carlos Manuel de Céspedes, con i palazzi più celebri e le strade più importanti, con visita alla Caserma Moncada e al Morro di Santiago. L’itinerario di 9 giorni/7 notti parte da 2.087 euro per persona in camera doppia, in pensione completa, voli, trasferimenti e tour in pullman.

I PREZZI SI RIFERISCONO AL T.O. EVOLUTION TRAVEL

http://cuba.evolutiontravel.it

www.evolutiontravel.it