Archivi categoria: qualità/prezzo

Egitto – Fiavet Nazionale lancia il progetto “Piramide”

 

Egitto, Fiavet Nazionale lancia il progetto “Piramide”

 La volontà di sostenere e supportare il rilancio della destinazione Egitto da parte di Fiavet Nazionale – condivisa a inizio agosto al Cairo in occasione dell’incontro con il Ministro del Turismo Mohamed Yehia Rashed, promosso dall’Ente del Turismo Egiziano in Italia, – diventa realtà con il progetto di incentivazione “Piramide”.

Una selezione di 1000 Agenzie di Viaggi dell’Associazione riceverà entro Natale un kit con un totem vetrina che richiama una delle icone egiziane:

— una piramide girevole con tre immagini rappresentative che gli agenti, aggiungendo un pizzico di creatività, dovranno utilizzare per realizzare una vetrina dedicata a questo straordinario Paese.

All’iniziativa seguirà un contest fotografico che premierà con un educational le 10 Agenzie di Viaggi che avranno realizzato le vetrine che in assoluto avranno saputo raccontare le meraviglie di un patrimonio storico, artistico e naturalistico di ineguagliabile bellezza, che racchiude l’esperienza di un viaggio in Egitto.

“La destinazione Egitto manca non solo alle Agenzie ma agli stessi viaggiatori – ha dichiarato Jacopo De Ria, Presidente Fiavet Nazionale – e siamo estremamente orgogliosi di poter collaborare con l’Ente del Turismo Egiziano contribuendo a riportare l’attenzione su una destinazione molto amata dal mercato italiano.”

“Il desiderio di tornare in Egitto da parte dei nostri clienti è stata senza dubbio la leva che ci ha portato a voler rendere concreta la sua presenza in primis nelle agenzie, da dove parte il viaggio, attraverso un oggetto fortemente evocativo”, continua Ivana Jelinic, Vice Presidente Fiavet Nazionale.  “A cui abbiamo voluto abbinare un’operazione di incentivazione che mira a rendere le nostre Agenzie protagoniste dalla proposta al vissuto di quel desiderio.”

“Iniziative creative come questa promossa da Fiavet Nazionale possono incentivare in modo concreto ed efficace la promozione e il rilancio dell’Egitto quale meta ideale per le vacanze degli appassionati di storia, mare e natura”, dichiara il Direttore dell’Ente del Turismo Egiziano in Italia, Emad Fathy Abdalla.

“Ritengo che rendere l’Egitto protagonista delle vetrine delle Agenzie di Viaggi potrà contribuire a mostrare ai viaggiatori aspetti e bellezze del Paese che vale realmente la pena esplorare”.

 

Fiavet Nazionale

FIAVET (Federazione Italiana Associazioni Imprese di Viaggi e Turismo) è l’Associazione di categoria delle Agenzie di Viaggio e più in generale delle imprese del turismo per antonomasia.Fondata nel febbraio 1961, è in prima fila a fianco delle Agenzie da oltre 56 anni; raggruppa e rappresenta in logica federativa 16 Associazioni regionali o sovra-regionali, a loro volta articolate per rappresentanze provinciali, con una copertura totale del territorio nazionale, con circa 1500 Associate. FIAVET opera sul piano della filiera turistica essendo socio fondatore di Confturismo (Confcommercio), confederazione che, con più di 500.000 imprese aderenti, rappresenta circa i tre quarti del sistema turistico nazionale. FIAVET è inoltre socio fondatore di EBNT (Ente Bilaterale Nazionale Turismo).

 

L’Ente del Turismo Egiziano

L’Ente del Turismo egiziano è stato fondato nel marzo del 1981, per ordine del decreto presidenziale No. 134 che approvava una raccomandazione del Ministro del Turismo. L’Ente si dedica alla promozione dell’Egitto come destinazione turistica di prima classe, in linea con la crescita del marketing turistico come disciplina autonoma e l’emergere di nuovi strumenti di promozione turistica. L’Ente ha risposto alla crescente concorrenza nel settore dei viaggi e del turismo attraverso l’adozione di una configurazione avanzata, in grado di agire in modo dinamico. L’assunzione di questa struttura è dovuta al crescente numero di nuove attraenti destinazioni e di compagnie aeree a basso costo e agli enormi progressi compiuti dall’industria delle compagnie aeree.

 

Sole e caldo a Cipro per il ponte dell’Immacolata

Cipro. Tramonto a Kourion
Cipro.Sito archeologico di Amathous

CIPRO, META PERFETTA PER IL PONTE DELL’IMMACOLATA!

 Sport, natura, cultura, eccellente enogastronomia per un long weekend

in una meta di grande suggestione

cantine aperte al pubblico

e uno dei mari più puliti dell’area mediterranea

 360 giorni di sole all’anno rendono il clima di Cipro perfetto per un viaggio in ogni stagione.

La combinazione di date di quest’anno regala per il ponte dell’Immacolata un weekend lungo che può essere l’occasione perfetta per scoprire la terza isola del Mediterraneo, lembo d’Europa esoticamente situato nell’estremità orientale del Mare Nostrum.

E per godersi anche gli ultimi appuntamenti di Pafos2017, capitale europea della cultura, come la bellissima mostra Salone d’Automne in Pafos, spin-off dell’evento parigino dedicato all’arte, creato da artisti come Henri Matisse e Pierre Bonnard e giunto alla sua 114esima edizione.

Il fascino di Cipro è legato anche al suo essere un territorio di confine, conteso nei millenni da tutte le civiltà che hanno fatto la storia della cultura europea e scrigno di tesori storico-artistici di inestimabile valore.

La preziosa eredità legata a tutti i passaggi che hanno attraversato l’isola è custodita da una natura spettacolare che oltre a uno dei mari più puliti dell’area mediterranea, mette a disposizione dei visitatori pittoresche zone montuose, morbide colline e un entroterra vario e caratterizzato da differenti tipologie di vegetazione.

Questo mix rende Cipro una meta suggestiva e tra i fattori che la rendono estremamente piacevole figura l’amabilità dei ciprioti sia nei centri urbani di maggiori dimensioni sia nei piccoli borghi che punteggiano il territorio, schiudendo scorci di commovente bellezza.

Oltre agli amanti dell’arte, gratificati dagli ultimi appuntamenti di Pafos2017, per il ponte dell’Immacolata, lo saranno anche gli sportivi che potranno approfittare del clima mite per fare immersioni, trekking, running sui circuiti delle numerose maratone che ospita l’isola e seguire tracciati in bicicletta adatti a tutti, lungo differenti tipologie di percorso. Le bici possono essere comodamente noleggiate in loco e se la neve si manifesta, potrà essere possibile, magari, anche fare una sciata vista mare, lungo le piste dei monti Troodos.

Una grande soddisfazione attende anche degli amanti dell’enogastronomia che potranno varcare la soglia delle numerose cantine aperte al pubblico per assaggiare le produzioni appena imbottigliate. Senza dimenticare altre leccornie tipiche dei mesi freddi come i dolci Soujouko, a base di mosto.

 Qualsiasi sia l’attività preferita, Cipro regala un’opportunità per viverla al meglio. Naturalmente, è perfetta anche per una vacanza slow, magari, all’insegna del benessere approfittando degli ottimi hotel presenti sull’isola che, secondo la leggenda, diede i natali ad Afrodite.

A volte, per diventare un po’ più belli basta semplicemente staccare la spina.

Farlo nell’isola che ha visto nascere la dea della bellezza è una garanzia! Kaló taxídi, buon viaggio!

 Alcune proposte di viaggio:

Ayii Anargyri Natural Healing Spa Resort, situato in prossimità delle sorgenti curative di Miliou, a pochi chilometri da Pafos, offre uno splendido vigneto, corsi di yoga e vari trattamenti salute e bellezza.

Per il ponte del 7 dicembre la quota parte da euro 380 per 3 giorni, con trattamento di B&B per due persone. Incluso l’utilizzo di tutta la splendida area termale e spa.

Londa, situato nella zona turistica di Limassol, è membro della catena Small Luxury Hotels e offre un centro benessere, una piscina all’aperto affacciata sul Mar Mediterraneo,

Per il ponte del 7 dicembre la quota parte da euro 490 per 3 giorni, con trattamento di B&B per due persone.

Incluso l’utilizzo di tutta la splendida area termale e spa.

 Per informazioni: www.turismocipro.it

FOTO da Ufficio Turismo

Vacanze di Natale di lusso … in ostello

Design, piscina, rooftop e camere superior: a Firenze, Berlino e Praga gli ostelli targati Human Company promettono un soggiorno di qualità a prezzi contenuti

Se per le prossime festività natalizie siete alla ricerca di una sistemazione in una delle più belle città d’Europa che a comfort e qualità dei servizi unisca elementi di design e posizione strategica il tutto a prezzi contenuti, gli ostelli del circuito Human Hostels a Firenze, Berlino e Praga fanno al caso vostro.

Grazie alla formula ostello + hotel, le strutture Human offrono sistemazioni condivise e private di alta qualità dotate di servizi straordinari, come piscine, sauna, terrazza panoramica, area gym, ristorante, bar e molto altro ancora. Per le prossime festività natalizie la doppia parte da 154 euro e i letti in camere comuni da 35 euro a persona (prezzi soggetti a disponibilità).

Mercatini di Natale (Berlino ne conta oltre 60, Praga vanta quelli più belli del mondo, Firenze ospita il suggestivo mercato in Piazza Santa Croce), shopping, mostre, eventi e bellezze artistiche sono di ispirazione per un indimenticabile soggiorno natalizio alla (ri)scoperta di alcune delle più belle città del Vecchio Continente.

Il PLUS Florence si trova nel centrale quartiere di San Lorenzo, dove i colorati commercianti gridano da dietro i loro banchi, raccontando una ricca varietà di prodotti in uno dei quartieri più tradizionali del capoluogo toscano. A PLUS Berlin è ospitato all’interno di un edificio storico in mattoni rossi nel quartiere di Friedrichshain, una delle zone più alla moda della capitale tedesca, tra atmosfera bohemienne e cultura emergente. Il PLUS Prague è immerso nel verde al centro del quartiere di Praga 7, zona tipicamente residenziale molto ben collegata al centro della città.

Per maggiori informazioni sulla tipologia di camere, i servizi delle singole strutture e per prenotazioni: www.plushostels.com/it

Vania Brogi

Senior Account

SEC Spa

via Panfilo Castaldi, 11

20124 Milano

tel. 02 62499954

cell. 338 1367220

www.secrp.it – www.secglobalnetwork.com

 

Weekend e vacanze MALTA Best in Travel Destination 2018

Valletta come Capitale Europea della Cultura 2018

Malta si aggiudica un posto nell’olimpo delle mete top per il prossimo anno

Malta è a soli 90 km dalla Sicilia

Cosa vedere a Malta ?

Grandissimo patrimonio culturale con oltre 7000 anni di storia.

L’inverno è mite e l’estate si prolunga anche sino a novembre; secondo le annate.

A MALTA PER CARAVAGGIO

La Cattedrale di San Giovanni, lascia  a bocca aperta per la maestosità, l’oro, il marmo, lecappelle e le tombe dedicate ai grandi Maestri, ma soprattutto per il grande capolavoro delle pittura del 600, la “Decollazione di San Giovanni Battista” realizzata da Caravaggio.

A la Valletta una visita ai Giardini Baracca per godere di un panorama suggestivo sul porto della città.

Mdina è chiamata “la città silente” per la TRANQUILLITA’, FUORI DAL MONDO,  che si può percepire passeggiandovi.

BLUE LAGOON

Blu Lagoon è una baia di mare cristallino che si incontra a Comino; piccolo isolotto facilmente raggiungibile in barca. In estate questa spiaggia è affollatissima, ma non in bassa stagione …

MNAJDRA E HAGAE QIM: si tratta di complesso di templi megalitici patrimonio dell’UNESCO, sono antichissimi

Rabat ha una storia culturale molto INTERESSANTE COME ex città romana di Melita, qui sono presenti la Roman House, una villa romana con mosaici e pitture, le Catacombe, St. Paul’s Grotto e la grotta di S. Paolo.

GOZO

Gozo, pare sia la leggendaria isola di Calypso citata nell’Odissea di Omero.

QUI TROVATE i templi antichissimi; strutture megalitiche situate sulle isole di Malta e di Gozo. Questi templi sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità.

Scoperto nel 1820 da John Otto Bayer, il Xaghra Stone Circle, chiamato anche  Brochtorff Circle, si trova  sull’isola di Gozo a 400 metri circa dai templi di Ggantjia. Si tratta di un complesso funerario sotterraneo, come dimostrano le oltre 200.000 ossa umane rinvenute duranti gli scavi. La ricchezza di resti umani, le sculture in argilla rinvenute all’interno del sito, i giganteschi massi e le raffigurazioni presenti sui muri costituiscono un’importante testimonianza del periodo preistorico.

Il complesso dei  Templi megalitici di Tarxien è il più antico e sorse nel 2200 a. C.. All’interno fu trovata una monumentale statua in pietra, raffigurante una Dea Madre: originariamente era alta 2,50 metri.

ST. JULIANS & SLIEMA: per passeggiare sul lungo mare, ma anche luoghi ideali per lo shopping, per una cena romantica o un cocktail .

Marsaxlokk: piccolo porticciolo nel sud dell’isola dove una volta a settimana prende vita il mercato del pesce; da provare è il Lampuki, un pesce locale cotto al forno.

POPEYE VILLAGE: se viaggiate con bambini è da non perdere; il vero villaggio di Braccio di Ferro.

Malta comprende anche le piccole isole di Gozo, Comino e altre piccole disabitate.

 

 

Per saperne di più

Con l’evento di lancio di Best in Travel 2018 tenutasi all’American Academy in Rome, Lonely Planet anche quest’anno ha indicato le mete ritenute da non perdere, le più discusse e desiderate dagli appassionati di viaggi.

Dopo la nomina di Valletta tra le Top 10 Cities nel 2015, Malta torna a distingursi e ad ottenere un nuovo successo nel panorama turistico internazionale ottenendo un posto nella classifica delle Best in Travel Destination 2018.

La scelta è ricaduta sull’Arcipelago certamente per la sua lunga storia millenaria, ma soprattutto per il momento di particolare fermento legato alla nomina di Valletta come Capitale Europea della Cultura 2018.

Lonely Planet nomina Malta nel prestigioso elenco invitando i visitatori a preparasi ‘a godere di festival di arte barocca, musica pop e cinema internazionale, spettacoli teatrali, ma anche uno stile di vita informale plasmato dalla vicinanza al mare e alle spiagge e da un clima che regala più di 300 giorni di sole all’anno’.

Siamo lieti che una voce così importante nel mondo del turismo come Lonely Planet abbia saputo cogliere la ricchezza del patrimonio culturale che Malta può offrire, soprattutto in un momento di grande vivacità come quello che sta accompagnando le isole in vista di Valletta 2018.

Non è solo la capitale ad essere stata capace di sfruttare questa importante fase di rinnovamento e rilancio, infatti è tutto l’Arcipelago a risplendere di luce nuova, godendo di un momento di estremo fervore, pronto come non mai ad accogliere i turisti con strutture rinnovate ed una sempre più ampia offerta turistica’ dichiara Claude Zammit Trevisan, Direttore Malta Tourism Authority Italia.

Weekend low cost a WRATISLAVIA o BRESLAVIA


Le facciate dei palazzi, decorate e colorate, sono state perfettamente ristrutturate e ricostruite dopo la Seconda Guerra Mondiale; rispettando lo stile antico.

Una guida sarà più precisa dei nostri brevissimi appunti; che dovrebbero servire solo a spiegare il perché la meta meriti il viaggio.

Da non perdere come prima tappa: Rynek, la piazza principale e il suo ristorante, le guide dicono un ristorante veramente elegante. Ottimo tutto: pierogi, zurek, carne, patate, stinco… prezzi bassissimi.

Il mercato di fiori a piazza Plac Solnoy è aperto sino a tarda notte.

Sempre nel centrostorico si trova la piazza della chiesa di santa Elisabetta; pagato il biglietto ci si arrampica sulla torre per 302 scalini, ma la vista  è mozzafiato.

Altre cose da vedere (tutto vicino): sala concerti lungo il fiume e l’opera,
Le sculture del Passaggio Pedonale (2005, Jerzy Kalino), 14 statue di bronzo (tra PiŁsudskiego e Swidnicka), la stazione di Breslavia bella, pulita, con un bel prato davanti (qui si può prendere un tram che ci porta al mercato coperto).

Da non perdere: giro in battello sui canali dell’Odra.

Breslavia è la città degli gnomi.

Ce ne sono a centinaia, sparsi per la città; hanno una loro storia dell’epoca comunista. Un modo originale di protestare senza farsi riconoscere: un esercito di gnomi che se ne va in giro per la città … a protestare!

Oasi di verde vicino all’università con orto botanico e gnomi nascosti.

Shopping di stile e a prezzi interessanti.

Naturali: Natura Rzecy saponi a base di burro .. aloe ecc

LOW COST

Low cost: biglietti (Ryan Air) e appartamento Airbnb (www.airbnb.it/rooms/10218644)

Hostel Wratislavia da 27 euro in doppia.

Hotel Tumsky, sulle rive del fiume Oder, sull’Isola di Młyńska incantevole hotel storico, da 54 euro la camera doppia.

Mangiare: Restauracia Konspira.

PORTOGALLO VACANZE E WEEKEND – Nuovi voli già prenotabili per 2018

 PORTOGALLO

Portogallo sempre più vicino: dal 6 giugno nuovi voli per Faro

Una nuova possibilità per gli italiani per scoprire l’Algarve e per i portoghesi di vivere la magia di Verona

Verona sarà l’unico aeroporto italiano collegato con voli diretti in Algarve.

Volotea, la compagnia aerea che collega le città medie e piccole in Europa, annuncia il lancio di una nuova rotta: da Faro a Verona a partire dall’estate 2018.

Il percorso, già in vendita sul sito Web della compagnia aerea (www.volotea.com) e presso le agenzie di viaggio, sarà operativo dal 6 giugno, una volta alla settimana.

Questi voli permetteranno a molti italiani di raggiungere la regione dell’Algarve con un volo diretto e ai portoghesi di visitare la città di Romeo & Giulietta e il suo bellissimo hinterland.

YEMEN E L’ISOLA DI SOCOTRA al momento impossibile

Yemen Wadi Dhar 4

Yemen 450 agenzia viaggi IMAG1594

L’articolo è stato scritto prima della guerra nello Yemen.

YEMEN E ISOLA DI SOCOTRA; UN SOGNO OGGI IRREALIZZABILE

IN TEMPI DI PACE, PER LA ZONA, AVEVAMO PARLATO CON UN CORRISPONDENTE LOCALE CHE CI ASSICURAVA UN VIAGGIO SICURO  A SANAA E ALL’INCREDIBILE ISOLA DI SOCOTRA, DOVE LA NATURA E’ ASSOLUTAMENTE INCONTAMINATA, BARRIERA CORALLINA COMPRESA.

La Fanesina sconsigliava, già allora, il viaggio nello Yemen. Ministero degli Affari Esteriwww.viaggiaresicuri.it , tel 06.49 11 15 dall’Italia; dall’estero 0039.06.49 11 15.

Prezzi di qualche anno fa:

 1.500 euro per 8 giorni di immersione nella natura !

bazara@y.net.ye

Qui sarebbe approdato Darwin, se l’avesse conosciuta.

Piante autoctone introvabili; una barriera corallina incontaminata, un mondo separato da millenni di evoluzione.

Fantastica la Firmhin Dragon: una foresta delle gigantesche piante che trasudano linfa rosso-sangue.

Qui dormirete sotto le stelle, come sogna ogni vero viaggiatore.

(Purtroppo dobbiamo segnalare che un turismo-invadente aveva già fatto in tempo a degradare molte parti dell’isola).

ANIMALI CERNIA OK IMG_4380

ANIMALI IMG_4387

Socotra,  piante rare, uniche e stelle senza inquinamenti luminosi.

ANIMALI PTEROIS VOL Copenaghen acquario IMG_4310

ANIMALI IMG_4298

ANIMALI pesce reef viola

ANIMALI FIRMA 450

VALENCIA ANIMALI RAZZA

Yemen - pugnale

Wadi Dhar

Yemen Marib 3

Marib.

7a - donne

7f

Yemen Sanaa 16

Sanaa.

Yemen 15m

3a

IL VIAGGIO CHE AVEVAMO PROGRAMMATO QUANDO QUESTO BELLISSIMO PASE NON ERA ANCORA STATO DEVASTATO DA QUESTA SPORCA GUERRA LE CUI VITTIME PRIME SONO I BAMBINI E I PIU’ POVERI

Milano/Roma-Sootra-Milano/Roma tutto incluso: 1.500 euro per 8 giorni di immersione nella natura ! Anche per sole 2 persone.

bazara@y.net.ye

www.bazaratravel.com 

Mesi migliori: febbraio è il mese migliore in assoluto per vedere la fioritura delle piante con ottime temperature di aria e  acqua.

1° g.-Partenza da Roma con la compagnia aerea yemenita o da Milano,  Egyptair con sosta  al Cairo (controllare partenze e soste che posano variare).

2° g.-Tranfer in hotel all’arrivo nello Yemen, colazione e visita dell’antica città di Sanaa e del palazzo Wadi Dhar sulla roccia e pranzo in ristorante locale o all’Hotel Sheba.

3°g.-Transfer all’aeroporto e partenza per l’isola di Socotra;

3°-All’arrivo trasferimento a Dixam,  e visita panoramica da  Shebahon, escursione a Firmhin Dragon: la foresta delle gigantesche piante che trasudano linfa rosso-sangue. Trasferimento a Toher, in campeggio e ristorante.

4°g.-Tekking a Scand: UCCELLI  RARI E VEGETAZIONE UNICA.

5°g.-Dewah Lagoon e visita al villaggio di pescatori Qalansia, poi all’hotel Summerland, l’unico vero hotel dell’isola.

6°g.-visita al mercato del pesce, trekking verso Hoq Cave, tempo permettendo; visita a Arther, altissime dune sulla spiaggia e al Capo Ras Erissel. Campeggio.

7°g.-Wadi Shifa Start Trekking e salita al Homhill; soste a Kariya Lagoon, Delisha Beach e Adeeb Nursey. Ritorno al Summerland hotel.

8°g.-Transfer a Sanaa, pranzo all’Arabia Felix Yemeni Food o al Sheba Hotel; in tarda serata l’aereo del ritorno.

RIASSUNTO:

Hotel Sanaa Sheba 2 notti

2 notti al Socotra Summer land hotel

3 notti in campeggio

Pensione completa; sempre.

Tutti i transfer

Toyota 4 x 4

Guida parlante inglese

Acqua minerale 2 bottiglie al giorno

Voli inclusi.

—-

NOTE:

SICUREZZA:
Sanaa è una città dove il turista è molto protetto; quasi impossibile avere problemi. Prevalentemente disabitata  Socotra, non ha problemi.

INFORTUNI: in caso di problemi sull’isola di Socotra c’è un ospedale che funziona meglio di quanto ci si aspetti.
Vaccini: non esiste profilassi obbligatoria, meglio vaccinarsi contro l’epatite B, serve anche in Italia !

– Il monsone soffia sull’isola durante tutta l’estate., la stagione dei viaggi va da ottobre (ancora molto caldo al sole) a maggio.

-Socotra  è raccomandabile  a febbraio; per le fioriture: spiagge bianche, deserte, lunghissime, mare cristallino e montagne da scalare anche con fuoristrada.

-Quando ripartirete da Socotra ricordate che seduti a destra entrando nell’aereo,  si può ammirare l ‘ isola dall’ alto.

-se amate pescare portate la vostra attrezzatura, vi aspettano grandissime soddisfazioni !

DA NON PERDERE:

Laguna Ditwah, uno dei posti più belli dell’isola: il mare  forma un bacino lagunare e le barche, vi poteranno nelle calette raggiungibili solo via mare: INDIMENTICABILE !

-Altopiano di Momi; per vedere le piante d’incenso, Adenium obesum (Albero Bottiglia), Dendrosicyos socotranus (Albero cocomero), Dracaena cinnabari (Albero Sangue di Drago).

Tornando verso la costa, a Dehemri ( o DiHamri)  si vedono  i pinnacoli di granito l’incredibile  vegetazione.

A Dehemeri la spiaggia è di ciottoli, ma nel  mare rocce e madrepore (coralli) sono coloratissimi e tanti !!i Tantissimi anche i pesci di barriera, aquile di mare, polpi, tartarughe ecc… MERITA !!!

Tutta la costa da qui fino a Rush  è fatta di madrepore e ricca di pesci coloratissimi, ideale per lo snorkelling.

-Spiaggia di Irsel ( o Erissel) sulla punta orientale dell’ isola. Qui il Mar Arabico e l’ Oceano Indiano si incontrano. Il piccolo porto naturale è carino da fotografare.

-Verso Hadibu: sosta alla spiaggia di Ahrar con altissime dune;  la sabbia  sembra borotalco.Il fiume di acqua dolce  completa lo scenario incantato !

Spiaggia di Yos : pesci e madrepore (coralli).

-WADI AYHAFT valle lungo  un Wadi,  grandi e bellissime pietre, da fotografare, detta  anche “ foresta di Soqotra”.

-a Qalansiya  si gode di un paradiso: la spiaggia ha anche una grande laguna (Detwah) con campeggio assai spartano.

-la spiaggia delle tartarughe, perché, in stagione, vi depongono  le uova (durante l’estate, ma si muore dal caldo) bella e deserta.

-In direzione Ovest, per il paese di Qalansiya, in barca e costeggiando una colorata scogliera, si incontrano i delfini, in un’ora si raggiunge la spiaggia di Shuab con sabbia bianchissima.

Qui potete vedere pesci colorati e poche madrepore (coralli); grandi aragoste sono  catturate dai pescatori locali. Compratele !

Spiaggia di Qalansiya, si vede dal Jebel Milh (Monte del Sale): una spiaggia bianca quasi senza fine !!!! Dune altissime e acqua  turchese, mai vista tanta bellezza.

-Regione di NAWGED, sud dell’isola: zona costiera ricca di spiagge., monti e wadi bellissimi, alberi endemici di Incenso, Aloe, Mirra, piante grasse. La  grotta di AL KAF (Doghu Cave) è stata scavata e modellata dall’acqua piovana,  qui vivono ancora gli abitanti del luogo.

Aomak è una spiaggia attrezzata per “turisti”: le condizioni igieniche sono al limite, ma nessun  disturbo intestinale.

-La spiaggia è bella ma il mare può essere agitato.

-Sulla spiaggia di Deham. può soffiare il vento.

—-

-Se partite da Fiumicino potete soggiornare presso l’ottimo Hotel Club Isola Sacra a Fiumicino, vicino all’aeroporto.

A socotra NON esistono hotel o resort come noi siamo abituati; qui solo piccoli  hotel (local funduq).
Unico hotel , 3 stelle max !, è il costosissimo (per gli standard locali) hotel SummerLand, nella città di Hadibo.

Il meglio  è il pernottamento in tenda sulle incredibili spiagge dell’Isola.

La preparazione del campeggio richiede, a volte, una buona dose di pazienza.

Sana’a (o Sanaa): una sosta in città è  indimenticabile e le guide evitano le zone, di eventuali manifestazioni e che sono sempre ben circoscritte.

Alle donne si consiglia di partire con jeans lunghi, maglie non aderenti, 1 foulard, se si presentasse il caso di entrare in qualche luogo speciale, un grande pareo.  Noi copriamo anche le braccia, per non rovinarci la pelle e scottarci, ma non è obbligatorio. Sotto tutto : bikini o costumi a piacere.

—–

Altro tipo di visita a Socotra più prolungata e faticosa, sicuramente non adatta a tutti,  proposta da socotraguide.com. Qui il trattamento è di gruppo.

Socotra Adventure Tour 11 Giorni (tradotto con Google translator)

1 ° giorno : Arrivo all’aeroporto di Socotra – Trasferimento in hotel nella capitale dell’isola Hadibo – Partenza per Wadi Dingehen – Ritorno alla Hadibo per  pranzo dopo mezzogiorno alla spiaggia di Delisha . Cena e pernottamento in hotel sono Hadibo e ristorante.

Giorno 2 : Hadibo – Guidi a Dicksam plateau ( approx.900m.above la sede ) – start trekking tra Higeher Ranges Monti per 5-6 ore fino a raggiungere l’area protetta di Scand ( approx.1450m.above la sede ) . Cena e pernottamento in campeggio sono a Scand PA . ( in totale 6 ore di trekking , in realtà sembra essere lavoro molto duro ma , anzi non è che molto e potrete godere di un sacco e sentire che vale la pena lo sforzo ) .

3 ° giorno : Al mattino partiamo escursioni per 2 ore tra Higeher Ranges Monti finché non ci incontriamo cammelli – continuiamo Rocab Fermhen per 4 ore il trekking e le escursioni in lieve calo al villaggio di Deresmoten Cena e pernottamento in campeggio nel villaggio di Deresmoten . .

4 ° giorno: Da Deresmoten abbiamo welk attraverso la foresta di alberi sangue di drago e continuiamo a delle vetture stradali auto incontriamo – trasferimento a De erhur canyon – nuoto nella nuova piscina – Guidare a spiaggia Omak nel sud dell’isola , godere di nuoto in Oceano Indiano e camminare lungo la linea di costo . Cena e pernottamento sono accampati in spiaggia Omak . ( Un nuovo campeggio sta istituendo così , probabilmente nel prossimo anno sarà organizzato altrimenti si potrebbe configurare nostre tende ) .

Giorno 5 : beach Omak – visitando Degub Cave – driving tra le sabbie incontaminate Hayf e Zahig desrt – Wadi Difarhu – area protetta unità Homhil ( approx.850m.above la sede ) . Cena e pernottamento sono accampati al campeggio Homhil PA .

Giorno 6: Homhil PA – Wadi alshifa (escursione per 2 ore) – le auto si incontrano – Guidare verso est alla spiaggia di Arar . Cena e pernottamento sono accampati in spiaggia Arar .

Giorno 7 : beach Ar Ar – Ras Irssl spiaggia di sabbia – torna alla spiaggia Ar Ar . . Cena e pernottamento sono accampati in spiaggia Arar .

8 ° giorno : Da Ar Ar auto spiaggia Hog grotta – iniziare escursioni per due ore fino arriviamo al cancello della grotta , un’ora e mezza alla scoperta all’interno della grotta , e più un’ora per escursione verso il basso per soddisfare le vetture . Facoltativo. Ci dirigeremo verso l’area marina protetta di Dihamri . Cena e pernottamento sono a campeggio Dihamri MPA .

Giorno 9 : Dihamri – Hadibo – Qalansyia – Detwah laguna PA . Cena e pernottamento in campeggio in Laguna di Detwah PA .

Giorno 10 : Laguna di Detwah PA – Spiaggia Shuab ( escursione in barca locale) – delfini beach spot – Shuab – torna al lancio laguna Detwah – Guidi a spiaggia delle tartarughe – Hadibo . Cena e pernottamento sono a Hadibo hoteland Restaurant dentro

Giorno 11 : Trasferimento a Socotra Airport – togliere alla terraferma .

—–

NOTE per viaggiatori non esperti.

Abbiamo aggiunto queste note per avvisare i turisti e prepararli ad  eventuali problemi, con lo scopo di affrontarli meglio.

-Facciamo notare che trekking di un giorno, non vuole dire passeggiata; è ovviamente impegnativo, non adatto a tutti, tantomeno a chi ha mal di schiena cronico !

-Non è sempre ragionevole fidarsi delle affermazioni di guide che , magari non capiscono nemmeno bene la lingua, noi italiani in particolare abbiamo, quasi sempre,  un accento terribile quando parliamo inglese e figuratevi come può essere difficile nei Paesi del Terzo Mondo ! (nota non dedicata ai   viaggiatori esperti).

-Quindi un malinteso è dietro l’angolo, dobbiamo far tesoro delle nostre esperienze di viaggio, se ne abbiamo; comunque le guide devono fermarsi, anche se non in continuazione, per lasciare scattare un minimo di foto, ma non possono farlo in continuazione.

Nota da http://www.tripadvisor.it/Attraction_Review-g1420957-d4510294-Reviews-Skand_Peak-Socotra_Island.html:

Windowsd Peak è, senza mezzi termini uno dei momenti salienti di Socotra. …Le nostre guide di Socotra Eco Tours hanno gravemente sottovalutato il livello di difficoltà di questa attività, avendo erroneamente suggerito che poteva essere facilmente fattibile per il mio compagno di viaggio con problemi di schiena a lungo termine (di cui avevamo avvertito in anticipo). Si è rivelata non.

…stimate il vostro livello di fitness realisticamente. Coloro che ben si adattano e hanno sperimentato il trekking non lo troveranno troppo duro. Ma se avete problemi di mobilità, meglio rinunciarvi.

…Ma la cosa peggiore di tutte, non rallentava, nonostante mie ripetute richieste per rallentare e darmi la possibilità di scattare alcune foto.

… non rispondere alla fine di un fotografo entusiasta e non era troppo facile fare a quella velocità con carico completo foto di attrezzi.

…le più pittoresche valli, canyon e montagne, riccamente ricoperti di vegetazione endemica incredibile (prima di tutto, l’eccentrico Dragon Sangue) e offre vedute veramente mozzafiato, specialmente dalla cima della vetta…

Halloween low cost – Città da 200 euro aereo e albergo con Volagratis.com

Lione

Halloween: in viaggio alla scoperta delle città esoteriche con Volagratis.com

Quartieri teatro di efferati omicidi, monumenti che rappresentano la porta dell’Inferno.

Ma anche luoghi ricchi di energia positiva.

Mettete da parte la paura e preparate la valigia: in occasione di Halloween, Volagratis.com propone cinque città da brividi, per un viaggio alla scoperta dell’esoterismo e dei suoi lati, oscuro e luminoso.

Torino è il punto di partenza e di arrivo: il capoluogo piemontese è infatti uno dei vertici del triangolo della magia bianca, insieme a Lione e Praga, e allo stesso tempo della magia nera, con Londra e San Francisco.

Con Volagratis.com si parte alla scoperta dei due triangoli magici: niente paura, solo divertimento e tanta voglia di viaggiare.

Torino: tra magia bianca e magia nera

Si narra che l’incontro sotterraneo del Po, dalle caratteristiche energetiche maschili, e della Dora, che incarna quelle femminili, abbia dato vita ad una carica di energie tali da trasformare Torino nel vertice di un triangolo di magia nera e allo stesso tempo di magia bianca. Qui palazzi e monumenti sono orientati secondo particolari collocazioni per raccogliere tali energie ed il centro cittadino è disseminato di simboli massonici ed esoterici che sempre più attirano visitatori.

Il punto più oscuro è rappresentato da Piazza Statuto, dove pare che si spalanchino le porte dell’Inferno. La posizione occidentale della Piazza era di per sé infausta già per gli antichi romani: ad occidente il sole tramonta, termina la luce e iniziano le tenebre. Qui, in epoca romana, venivano crocifissi i condannati e sepolti i defunti. A concentrare la negatività in questa piazza sarebbe inoltre, secondo gli esoteristi, il Monumento al Traforo del Frejus eretto nel 1879. Si tratta di una piramide di pietre nere sopra cui si arrampicano gigantesche figure bianche e sulla cui sommità è posta la statua di un angelo della scienza che ha sul capo una stella a cinque punte. Quest’ultimo, oltre a rappresentare microcosmo e macrocosmo, è anche il simbolo dell’anticristo: in molti hanno dunque voluto vedere nell’angelo la rappresentazione di Lucifero, l’angelo che sfidò Dio.
Ma Volagratis.com raccomanda di attraversare il cancello di Palazzo Reale per ritrovarsi nella parte “bianca” della città, abbandonare la zona ovest, regno delle tenebre, ed entrare nella zona est, legata alla luce. Tra i luoghi “positivi” della città, da segnalare la Fontana dei Tritoni del Palazzo Reale che raffigura una ninfa marina circondata dai tritoni, figli mitologici del dio Poseidone.

Londra: il quartiere di Whitechapel e gli omicidi di Jack lo Squartatore

Per proseguire il tour tra le città “nere”, Volagratis.com suggerisce di volare a Londra: impossibile non sentire i brividi lungo la schiena mentre si passeggia per il quartiere di Whitechapel.

Alla fine dell’Ottocento la zona fu infatti teatro degli efferati omicidi del killer Jack The Ripper, anche detto Jack lo Squartatore, la cui identità è tuttora segreta.

Per i più coraggiosi, non mancano i tour a tema che permettono di scoprire più da vicino questa storia sanguinosa e ricca di mistero.

Ma la nomea di Londra come città dell’occultismo viene da molto lontano: sono tanti i luoghi riconducibili ai grandi ordini cavallereschi dei Templari e degli Ospitalieri, nonché alla moderna Massoneria. Numerosi simboli sono sparsi per tutta la città, in particolar modo nella City, cuore finanziario e legale della capitale: ricalca l’antico assetto urbano medievale e fu in gran parte ricostruita dopo il Grande Incendio del 1666.

Una data molto significativa: 666 infatti è il Numero della Bestia citato nell’Apocalisse e secondo alcuni sarebbe anche l’avverarsi di una profezia di Nostradamus. E se non fosse abbastanza, a rendere Londra una città spettrale ci sono i fantasmi, che si dice affollino la metropolitana, e numerose librerie esoteriche, tra cui l’Atlantis Bookshop che custodisce la poltrona preferita di Aleister Croley, uno dei più famosi maghi d’epoca moderna.

Il mistero di Zodiac nella baia di San Francisco

Continuando il tour delle città della magia nera con Volagratis.com e seguendo la terribile pista di sangue, si oltrepassa l’Oceano e si sbarca a San Francisco: qui, dal 1968 al 1974 si verificarono degli omicidi ad opera dell’assassino che usava firmarsi Zodiac.

Come per Jack lo Squartatore, sono cinque gli omicidi accertati di cui si è reso colpevole e, come il killer londinese, si prendeva gioco della polizia con una serie di missive.

Zodiac però non uccideva solo prostitute: sceglieva le vittime senza un criterio riconoscibile e le uccideva con modalità diverse. Anche in questo caso non si conosce la reale identità del serial killer: molte persone sono state sospettate di essere Zodiac, ma soltanto su una, Arthur Leigh Allen la polizia indagò seriamente.

Lione, la magia bianca della Vergine Nera de la Fuorvière

Occhi aperti a Lione: la città francese nasconde antichi misteri e richiami a divinità celtiche come Lug e Cibele.

Anche qui, come a Torino, le energie positive provengono soprattutto dall’incontro dei fiumi Rodano, rappresentante l’energia maschile, e la Saona, femminile.

Lione è dominata dalla collina detta “Fourvière”, dove sorse il primo nucleo cittadino nonché il massimo centro spirituale in onore della dea Cibele, la Grande Madre della Frigia, adorata sotto forma di pietra nera.

Proprio su questo sito è stata costruita successivamente la Basilica di Notre Dame de la Fuorvière: un luogo affascinante e assolutamente da non perdere, reso ancora più unico e speciale dalla presenza della statua della Madonna Nera che qui viene venerata e che sembra perpetrare l’antico culto della dea pagana. A rendere magica questa città, ricorda Volagratis.com, c’è anche il fatto che sia stata fulcro della storia dei Cavalieri Templari e luogo fondazione, nel 1786, della prima Loggia del Rito Egizio della Massoneria chiamata “La Saggezza Trionfante”.

Praga, a spasso sul Ponte Carlo e nel Vicolo d’Oro

Per concludere il viaggio magico, Volagratis.com propone una sosta a Praga. Per assaporarne l’aura, basterà passeggiare lungo il Ponte Carlo, particolarmente dotato di simboli mistici: la prima pietra sarebbe stata posata nel 1357, il giorno 9 del 7° mese dell’anno, alle ore 5 e 31. Se si uniscono tutte le cifre si ottiene il numero palindromo 135797531. Anche le statue del ponte sembrano creare un percorso di illuminazione che conduce al Crocifisso posizionato alla fine della struttura. La città ceca venne riconosciuta come terzo vertice del triangolo di magia bianca già dal 1500 sotto il regno di Rodolfo II, appassionato di esoterismo e scienze occulte. L’imperatore era solito frequentare celebri cultori della magia come Tycho Brahe, Johannes Kepler, John Dee, Michael Sendivogius ed Edward Kelly: si dice che con loro frequentasse il Vicolo d’Oro del castello, dove insieme agli alchimisti cercavano di tramutare il ferro in oro e di produrre la pietra filosofale e altri elisir di lunga vita. Il sovrano su allontanato perché ritenuto pazzo, ma attenzione: si dice che la sua anima vaghi inquieta nella città, tra Ponte Carlo e il quartiere ebraico di Mala Strana.

Le offerte Volagratis.com per trascorrere Halloween nei luoghi più suggestivi e misteriosi d’Europa e del mondo sono disponibili sulla landing page dedicata.

Ad esempio:

Londra – volo + 2 notti in hotel dal 30 ottobre al 1 novembre a partire da 200 euro/pp
Praga – volo + notti in hotel dal 30 ottobre al 1 novembre a partire da 203 euro/pp
San Francisco – volo + 4 notti in hotel dal 28 ottobre al 1 novembre a partire da 893 euro/pp

Chi è Volagratis.com
Lanciato in Italia nel 2004, Volagratis è stato il pioniere dei motori di ricerca per voli. Oggi il sito propone un’ampia offerta integrata che comprende voli di compagnie aeree tradizionali e low cost, soggiorni in hotel, pacchetti vacanze, crociere, servizi di auto a noleggio e altri prodotti e servizi legati ai viaggi e al tempo libero. I clienti possono ricercare, comparare e prenotare rapidamente le offerte più convenienti sfruttando al meglio il proprio budget e usufruendo di un servizio di ottimo livello. Volagratis è parte di lastminute.com group, una travel company con l’obiettivo di ispirare e arricchire la vita dei propri clienti, leader nel settore dei viaggi online e del tempo libero a livello mondiale. Il Gruppo opera attraverso un portafoglio di brand noti come lastminute.com, Bravofly, Rumbo, Volagratis e Jetcost.

Maggiori informazioni: www.volagratis.com

Weekend – Lago di Como trekking e gioiello architettonico a …

Livo-san-Giacomo-Vecchia-
Livo-San-Giacomo-Vecchia

Lago di Como trekking e gioiello architettonico a Livo
Panorami mozzafiato sul lago e breve o faticosa camminata secondo la meta che si vuole raggiungere.

Livo-montagne

Stiamo parlando della sponda nord del Lago di Como. Si parte, in auto o con un bus, da Gravedona verso la montagna; direzione Livo.

Peglio-SS.-Eusebio-e-Vittore-Ossario

La strada sale e passa dal paese di Peglio. Proprio qui merita la sosta la chiesa dei SS. Eusebio e Vittore; ben visibile dalla strada.

Il panorama dalla balconata è mozzafiato e la chiesa confina con un antico ossario con decoro ed alcune lapidi molto antiche. All’interno pitture fiamminghe; dicono della scuola del Guercino.

Livo chiesetta prima del paese

Proseguendo in salita si raggiunge l’antico abitato di Livo.

Qui sembra che il tempo si sia fermato. Le case sono ancora di sasso, come da secoli, ed alcune deliziosamente ristrutturate. Il mercoledì si può visitare anche il mercato di prodotti locali.

Si sale dopo l’abitato e si trova parcheggio.

Da non perdere la visita alla chiesa di San Giacomo Vecchia che si incontra sul cammino dopo pochi metri. Per ora, aperta solo quando è presente la restauratrice Rossella Bernasconi. I lavori sono stati promossi da una anonima donatrice comasca.

Quasi un “unicum” del Lago di Como; una simile struttura del soffitto in legno, “a capanna”, la si trova solo nella vicina Santa Maria del Tiglio a Gravedona (famosa per l’alternanza di pietra bianca grigia della facciata).

Tornando a San Giacomo Vecchia, fondata a fine 1200, ma quanto oggi visibile è del 1400) vi si ammirano affreschi del 1500. Si tratta della maggiore raccolta di immagini mariane di tutto il lago. Opere di Sebastiano da Piuro,Giovanni de Magistris e Andrea Passeri. Sulla destra, un tabernacolo rinascimentale.

Livo-San-Giacomo-Vecchia-tabernacolo-rinascimentale

Da qui, a piedi per 2,5 chilometri, la strada è in pianura e ben tenuta. Una bella passeggiata tra i boschi e i panorami che offre la natura.

Alla fine si raggiunge un antico ponte che sovrasta il fiume Livo. Rocce e acque limpidissime formano belle pozze; fresche anche in estate. Ottimo luogo per un pic-nic.

Se avete un buon allenamento da qui potete partire, sentiero tutto in salita, per raggiungere il rifugio Como a 1790 metri, con il bel lago di Darengo che arricchisce il paesaggio.

Per chi può affrontare solo un breve tratto in salita, partendo sempre dal ponte, si può raggiungere una chiesetta o un abitato sovrastante; totalmente isolato dal mondo.

VIAGGIO DA NON PERDERE: PANAMA FOTO E INFORMAZIONI.

Il rarissimo uccello Quetzal

Un Paese che ci ha affascinato più del Costa Rica.

Meravigliose spiagge e impressionate natura; balene, tartarughe, rari uccelli dalle piume dorate…

UN RAPPORTO QUALITA’ PREZZO MOLTO VANTAGGIOSO.

Panama 672 Contadora mareIMAG4426_BURST001

Panama 672 aereo viaggi ok Contadora MAG4528

Isola di Contadora.

PANAMA 300 IMG_0441

Cascata di Boquete.

PANAMA orchidee fiori IMG_0739

 Orchidea della FINCA DRACULA; il miglior luogo dove vedere orchidee rare al mondo. In questa zona ne crescono 2.000 specie.

PANAMA 300 guida IMG_0515

Boquete.

PANAMA 450 IMG_0402

PANAMA foresta passerella IMG_0318

PANAMA 300 IMG_0513

 Boquete.

Panama canale IMAG4321

Il Canale di Panama dal treno.

Panama IMAG4280

Panama città.

Panama IMAG4319

Antico treno che porta i viaggiatori lungo il canale.

Panama IMAG4322

 

Panama IMAG4317_BURST001

Panama IMAG4576

Panama, chiesa.

PANAMA IMG_9716

Panama la città vecchia; parzialmente ristrutturata.

Panama MAG4245_BURST001

Panama città vecchia.

Panama IMAG4249

 Panama Colon IMAG4387

Storico albergo a Colon, alla fine del Canale sul lato dell’Oceano Atlantico.

Panama cibo IMAG4209

Panama Contadora aereo IMAG4570

PANAMA IMG_9815

PANAMA IMG_9930

Panama IMAG4250

Città di Panama

Panama IMAG4277

PANAMA balena megattera IMG_0071

Balena a Contadora.

PANAMA 672 quezal uccello IMG_0469

Il rarissimo Queztal.

Informazioni generiche su Panama:
tutte le informazioni che possono interessare il turista: www.atp.gob.pa
-telefono dall’Italia 00507
-due stagioni ( 26-30° e oltre, umido durante la stagione delle piogge):
secca da gennaio ad aprile (Boquete a gennaio gode del clima migliore, comunque qui sempre eccellente, con splendidi arcobaleni, in città e lungo la costa del Pacifico fa molto caldo)
umida negli altri mesi, con una diminuzione consistente delle piogge a settembre; comunque il clima è tropicale ed alle piogge si alternano, nella medesima giornata, ore di sole e fa meno caldo che durante il periodo secco.
lingua: spagnolo, ma molti parlano anche inglese
moneta: il dollaro americano è accettato ovunque ed ha un valore identico alla moneta locale
mance: se non sono comprese nel prezzo (servizio) è bene lasciare un 10%
tasse: come negli USA, al prezzo dichiarato si devono sempre aggiungere le tasse
patente: per 90 giorni si può guidare con la patente italiana
assicurazione: ogni turista gode di una assicurazione GRATUITA
ospedali: gli ospedali di eccellente livello sono numerosi, Clinca Paitilla, Clinica San Fernando, Hospital Nacional e Hospital Punta Pacifica
ambulanze: 236-6060
elettricità: PORTARE GLI ADATTATORI PER GLI USA, 110 volts, nessun problema con i dispositivi elettronici se si porta l’adattatore.
-PANAMA CITTA’: trasporto gratuito dal vostro hotel al centro commerciale Multiplaza e Metromall di Panama: telefono 222-8210, 6613-4694
-I pensionati a Panama godono di molti privilegi: sconti sull’elettricità, poche tasse, speciali trattamenti nelle banche, l’Italia gode di vie preferenziali per la richiesta di residenza.
Vedi altre informazioni per i pensionati al link:

Partenza 19 settembre, ritorno il 5 ottobre 2014, (per Panama è bassa stagione, settembre è il mese della stagione delle piogge nel quale le precipitazioni sono abbastanza ridotte; noi ci siamo trovati bene).
Volo Malpensa Panama: 650 euro.
Siamo partiti da Milano Malpensa alle 10 a.m., con un volo American Airlines diretto a New York.
Arrivati a N.Y. all’aeroporto J.F.K. nel pomeriggio, abbiamo raggiunto l’albergo con i mezzi pubblici: Air Train e poi metropolitana.
Albergo: World Center Hotel (144 Woshington Street, www.wordcenterhotel.com; con vista spettacolare su Ground Zero (L’hotel è esattamente di fronte alle fontane) e grattacieli intorno, prenotato con Booking.com. Due persone con cucina e salottino per eventuale terza persona: 200 euro (camera più piccola 150 euro).
L’abbiamo scelto perché centralissimo e vicinissimo ad un ottimo ristorante e ad un ottimo posto per la prima colazione all’americana: tutto entro 30 metri.
Inoltre, l’albergo dista 200 metri (2 strade) dal Century 21; dove si acquista tutto a prezzi eccellenti. Per esempio un set completo per trucco Elizabeth Arden a 20 dollari (matite, fard, rossetti, pennelli in bella scatola con cassettino), principali marche di vestiario scontate del 70 % anche 80.
La cena era programmata al MORTON’S THE STEAK HOUSE, appena usciti dall’ingresso dell’albergo a sinistra la porta vicina. Ristorante elegante. Attenzione perché il ristorante chiude alle 21,30.
Il mattino successivo colazione da BILL?S BAR & BURGER, DI FIANCO ALL’HOTEL: VERA, NOSTRANA CUCINA USA: PAN CAKES E HABURGHER MEGA UOVA E PANCETTA CROCCANTE
Poi siamo partiti per l’aeroporto di Newark con un auto a noleggio prenotata in anticipo via internet con Carmel www.CarmelLimo.com per 70 dollari mancia, tasse, pedaggi compresi.
Volo per Atlanta, sosta in aeroporto in attesa del volo con pranzo a base di prime ribe, tipicamente americano: costolette di maiale in una salsa deliziosa.
Arrivati a Panama abbiamo preso un taxi bianco, quelli segnalati dalle guide, spendendo più del doppio rispetto ai taxi gialli; che negli ultimi anni sono controllati e sicurissimi.
Per muoverci in città poi useremo sempre il taxi giallo del conduttore più simpatico della città, scoprendo così ch eu taxi gialli sono molto meno cari, ma altrettanto sicuri a differenza di quanto dicono tutte le guide che abbiamo letto (Lonely e National Geographic; ultimamente la politica turistica ha permesso l’eliminazione dei tassisti abusivi e poco sicuri.
AVIER e tel 00507 6870 9036: con lui spendevamo circa 6 dollari per ogni spostamento, 25 per andare all’aeroporto internazionale.

Per dormire, abbiamo scelto il Novotel, prenotato con Booking com, 5 stelle, a 55 euro la doppia, per notte, con prima colazione (non eccellente), ma avevamo una bellissima grande camera comoda con due grandi letti.
Da questo hotel si può camminare a piedi, anche in piena notte, per raggiungere il vicino ristorante El Prado, ottimo rapporto qualità prezzo, frequentato dai locali; ottimo pesce, ma non solo.
La mattina ci siamo diretti, a piedi, verso il Mercado del Mariscos: mercato del pesce.
Dal mercato, con una breve passeggiata lungo l’oceano, abbiamo raggiunto il centro antico.
Visita del centro, ben ristrutturato, foto e caffè italiano.
Al ritorno, affamati, ci siamo fermati in due dei ristorantini intorno al mercato del pesce (Mercado de Mariscos, via Cinta Costera,) per gustare i piatti locali: “cevice” (pesce crudo nel lime e cipolla) poi due pesci alla piastra: ottimi.
All’albergo ci aspettava il nostro autista per portarci a visitare la foresta vergine Metropolitana: niente di speciale, se avete già visto le foreste tropicali; ma è speciale la vista dei grattacieli della città incorniciata dalle piante della foresta.
il giorno successivo lo abbiamo interamente dedicato al viaggio con l’antica ferrovia che costeggia il canale. Ci siamo fatti portare per le 7,30 alla stazione dal nostro taxi e abbiamo acquistato i biglietti, circa 36 dollari per tratta e per persona.
Il viaggio sulle antiche carrozze permette di vedere tutto il canale e la sua lussureggiante vegetazione. Si deve precisare che non è consigliabile camminare, anche in pieno giorno, nelle strade di Colon, se non si è panamensi.
All’arrivo avevamo chiesto all’autista del vicino hotel Melià di venirci a prendere con l’auto e così abbiamo conosciuto una persona che ci ha raccontato tutto quello che volevamo sapere della zona e della struttura che oggi, in piccola parte è hotel, ma che fu scuola militare americana.
La Scuola delle Americhe (SOA). Nei suoi 56 anni di vita ha insegnato a più di 60.000 soldati latinoamericani: tecniche di repressione, di guerra d’assalto e psicologica, di spionaggio militare e tattiche per gli interrogatori. La storia, purtroppo, ci racconta che centinaia di migliaia di latinoamericani sono stati torturati, stuprati, assassinati, “fatti sparire”, massacrati e obbligati a fuggire ad opera dei “diplomati” presso la SOA. 
La Scuola fu istituita inizialmente a Panama nel 1946 e cacciata dal paese nel 1984 seguendo le condizioni del Trattato del Canale di Panama. Questi “diplomati” hanno spesso utilizzato le loro abilità per intraprendere una guerra contro la loro stessa gente. Qui hanno studiato: Manuel Noriega, Juan Francisco Velasco Alvarado, Roberto Eduardo Viola Prevedini e molti altri.
Dell’antica struttura rimangono ancora edifici abbandonati o ben ristrutturati, come l’hotel Melià che, seppur un poco datato, mantiene il fascino dei vecchi alberghi dei veri viaggiatori.
Un giorno in hotel con uso delle piscine e degli spogliatoi immersi in un giardino spettacolare, pranzo a buffet compreso, ci è costato 36 dollari a testa; una pausa che abbiamo molto apprezzato anche per il magnifico giardino dell’albergo con affaccio sul lago dove si possono fare escursioni, praticare la canoa ecc..
Al ritorno, senza pagare alcun supplemento, l’autista ci ha portato a visitare rapidamente la città di Colon, non raccomandabile ai turisti solitari, meglio in auto .
Abbiamo visitato il vecchio e glorioso hotel Washington, un poco decaduto, ma sempre bello.
Il taxi ci ha mostrato anche la zona tax free, qui si trova di tutto, senza tasse.
Una signora locale conosciuta in aereo ci ha poi raccomandato di farvi gli acquisti, tutto molto scontato.
Qui i prezzi sono ancora più economici che negli outlet statunitensi: si trova tutto, dall’abbigliamento alle macchine fotografiche agli orologi delle marche più prestigiose, tutto esente dalle tasse.
Al ritorno; cena, riposo e partenza per l’isola di Contadora in aereo. Prenotato precedentemente via internet, costo: 120 euro, tasse comprese.
Volo con piccolissimo aereo, dopo una lunga attesa, atterraggio su altra isola (non previsto), panorama mozzafiato sulle isole.
A Contadora abbiamo sbagliato completamente il luogo dove dormire. Seguendo i suggerimenti della Lonely Planet e di Trip Advisor abbiamo prenotato Casa del Solo: non fatelo ! Il secondo letto era più simile ad una cuccia per cani che a un letto per una persona. L’aria condizionata non era regolabile: o freddo gelido o caldo soffocante.
Le pale al soffitto, bassissimo, hanno causato una forte faringite con forzata sosta a letto per 2 giorni!.
Per soli 15 dollari in più, il bellissimo ed elegante Hotel Romantica, direttamente sulla spiaggia, ci offriva una bella ampia camera con aria condizionata ben funzionante !!
Omar 00507 694 08 771 è stato il nostro punto forte a Contadora: bravissimo nocchiere ci ha portato a visitare tutte le isole più vicine con la sua barca.
Grazie a lui abbiamo sempre visto le balene, pescato ottimi pesci, anche il, qui raro, wahoo (buonissimo a tavola); che poi abbiamo mangiato ottimamente cucinato da un ristorante locale raccomandato da Omar (sull’angolo di fianco alla sede della compagnia area, sopra Isla del Pacifico supermercato)
Uscite in barca a 40 dollari l’ora per 2 persone. Omar tel
Il miglior ristorante dell’isola è il Ricon, in centro vicino alla stazione della polizia.
Ottimo anche il ristorante dell’hotel La Romantica.
Nota su Contadora, se siete allergici alla puntura degli insetti, microscopici, che abbondano sull’isola, potreste soffrire parecchio. Pungono anche con il repellente; portate medicine adeguate per combattere l’allergia e per togliere il dolore.
CONTADORA
www.visitcontadoraisland.com
info@contadoraisland.com
Dormire:
Villa Romantica: sulla spiaggia, brezza costante nella stagione umida (maggio-dicembre), ottimo servizio, belle camere. Prezzi speciali in bassa stagione, buono il ristorante; contadora@villa-romantica,com www.contadora-villa-romantica.com
Più economica, al centro dell’isola: Hotel Hibiscus per 32 persone 95 dollari più 10% tasse con colazione ricca di frutta tel +507-6781-1638 (che vanno sempre aggiunte a qualunque prezzo), qui abbiamo trovato un’auto elettrica per 50 dollari al giorno.
Partiti da Contadora, dall’aereo abbiamo fatto delle splendide foto alle isole sottostanti.
All’aeroporto dei voli nazionali di Panama, ci siamo recati all’ufficio della compagnia Thrifty, con la quale avevamo prenotato un’auto dall’Italia.
La compagnia si è rivelata efficientissima; personale educato e sollecito.
Non disponendo dell’auto che avevamo prenotato, l’hanno subito sostituita con una di categoria superiore al medesimo prezzo: fantastico.
Spesa totale: 310 dollari.
La benzina costa 1 dollaro al litro.
In due ore di auto abbiamo raggiunto la località montana di El Valle: famoso centro di soggiorno per panamensi benestanti con villa privata.
E’ subito evidente l’immensa distanza tra i grandi suv e jeep e le povere bici dei locali.
Il paese non offre molto, la cascata è famosa, soprattutto per la possibilità di sorvolarla appesi a una fune. All’entrata abbiamo pagato anche per fare il bagno, ma non era sotto la cascata, solo un bacino artificiale vicino: non ci è piaciuto e abbiamo rinunciato.
Anche la cascata, se siete abituati alle cascate delle foreste tropicali con bagno nella pozza sottostante, non vi sembrerà meritevole della sosta.
Abbiamo invece apprezzato la possibilità di alloggiare nel luogo dove sorgeva un antico albergo, ancora oggi gestito da una famiglia locale.
Situato in un gradevole contesto naturale, ai piedi della montagna, dalle finestre è possibile vedere e fotografare uccelli e un’uscita notturna, con torcia e attenzione, vi farà scoprire la famosa rana dorata, tipica di questa zona e salvata dall’estinzione proprio dalla famiglia proprietaria dell’albergo.
Anni fa queste rane furono vittime di un’aggressione di funghi chiodini che le stava sterminando. I proprietari dell’albergo misero a disposizione delle stanze per salvare le rane.
L’albergo antico è stato distrutto e ora si alloggia in grandi, semplici, camere dotate dei confort necessari.
Se volete il lusso, lo troverete altrove.
Dopo El Valle, con un viaggio sulla Panamericana di 4 ore, abbiamo raggiunto la torrida città di David.
Da qui abbiamo proseguito per Boquete, famosa località di montagna.
Boquete si è rivelata essere una delle più ambite mete dove trascorrere la pensione per gli americani.
Molto meno cara degli USA, dotata di un clima abbastanza fresco tutto l’anno; solo nelle ore centrali del giorno, in centro città si può soffrire un poco il caldo nei mesi delle piogge. mentre in estate, dal nostro gennaio, il cielo è terso e soffia sempre una gradevole brezza.
Gennaio è il mese migliore per visitare Boquete, il cielo terso permette di vedere la cima del vulcano BARÚ e numerosissimi arcobaleni.
Le sistemazioni sono alla portata di tutte le tasche dall’economico a 10 euro a notte, in bassa stagione, ma in centro dove fa caldo e senza aria condizionata, sino agli alberghi con spa.
Per fermarsi a lungo è consigliabile parlare con la gente che vi abita; se vi accontentate potrete trovare alloggio con cucina anche a 100 euro al mese, in località Vulcancito, dove non fa mai caldo, ma nemmeno mai freddo. Ben collegata con la città con i bus e gli economici taxi.
Ottima la frutta tropicale che si acquista nei negozi o al mercato.
Non manca un supermercato fornitissimo che offre tutti i prodotti di marca degli USA, ma anche pasta italiana e sugo Mutti a prezzi alti.
Numerosi e vari i luoghi dove mangiare. A noi è piaciuto il ristorante peruviano Machu Pichu; ottimi pesce, carne e zuppe.
Economico e senza pretese il self service locale denominato Duran. Lo trovate in centro, non lontano dalla piazza principale dove si affaccia il miglior bar; qui l’aria condizionata permette una gradevole sosta nelle ore più calde, il caffè Moccacito è delizioso come i pochi, ma gustosi dolci. Qui trovate anche il famoso caffè qualità DURAN, assai raro e considerato il migliore al mondo.
Passato il ponte sul fiume, girando a sinistra trovate il negozio che vende piante e orchidee accanto ad un giardino eclettico. Qui ha sede la famosa fiera delle orchidee che si tiene a Boquete ogni anno durante il mese di aprile.
Noi abbiamo alloggiato al B&B Palo Alto (85 dollari la camera doppia con colazione in bassa stagione), sulla strada per palo Alto a circa due chilometri dal centro della città di Boquete.
Lo consigliamo perché non è facile trovare un servizio tanto efficiente e delle camere tanto funzionali e gradevoli in un giardino che, da solo meriterebbe la sosta.
La colazione del mattino viene servita di fronte ad un magnifico scenario naturale. uova, salsicce, frutta tropicale, yogurt, pane tostato e corn flakes, succo di frutta esotica e caffè. Qui l’ultima mattina abbiamo mangiato i migliori pan
cakes della nostra vita, cucinati dalla padrona della struttura; fantastici !
I dintorni di Boquete offrono la possibilità di camminate di ogni tipo; dalla più impegnativa, sino alla bocca del vulcano, alle altre non meno faticose alla ricerca del mitico uccello Quetzal; che noi abbiamo avuto la fortuna di fotografare, grazie alla nostra bravissima guida Edoardo tel 00507 6601 6479.
Le passeggiate nella foresta richiedono un’adeguata attrezzatura, ma soprattutto sconsigliamo di avventurarsi da soli in quanto i pericoli sono più numerosi di quanto un profano si aspetti. Ma chiunque può fare delle belle passeggiate all’aria buona intorno alla città.
Le guide hanno sempre con loro i vari sieri contro i morsi dei serpenti, che sono abbastanza rari.
Solo per chi va a cavallo le possibilità di morsi di serpenti aumentano. Il movimento delle braccia che sfiorano i rami degli alberi li spaventa e un serpente, che salta, attacca alle gambe; non servono scarponi, attacca alla coscia.
In ogni caso nella zona ci sono molto meno serpenti che in altre località con foresta tropicale, poiché nelle circostanti piantagioni di caffè viene sparsa una sostanza che li tiene lontani.
Comunque esistono anche possibilità di fare anche n passeggiate non impegnative, fuori dalla città per respirare aria buona di montagna.
I ragazzi giovani arrivano a Boquete per praticare i soliti sport “estremi”; rafting, bike, arrampicate, uscite con mezzi motorizzati per spingersi nelle foreste; quest’ultimo un passatempo che a noi non piace perché inquina, anche per il rumore e non fa bene alla salute.
Molte sono ile zone intorno a Boquete dove gli americani, e non solo, hanno costruito grandi ville, giardini, campi da tennis e da golf.
Uno sport club esclusivo è a loro disposizione.
Nelle vicinanze di Boquete si trovano anche delle acque termali.
La destinazione più interessante, per noi, è stato l’orto botanico di Guadalupe, dopo Cerro Punta. Per raggiungerlo abbiamo dovuto rifare, parzialmente, la strada per David e poi, solo con l’auto del satellitare, siamo riusciti a trovare la strada perché non ci sono indicazioni di alcun genere.
Comunque partendo da David si spendono 36 dollari di taxi per raggiungere la Finca Dracula.
Il parco botanico FINCA DRACULA (il paradiso delle orchidee) , aperto dalle 8 alle 17 tutti i gironi, con visite guidate ben presentate da una ragazza molto competente in materia. 1 adulto e uno studente: 11 dollari, ma dopo avere sentito il profumo di vaniglia di alcune orchidee, avrei pagato qualunque cifra.
Il luogo è definito da molti, anche da noi, una delle più ricche serre di orchidee mai viste.
Qui si incontra il miglior clima al mondo per la crescita delle orchidee. Il nome Dracula proviene dal fatto che i fiori di molte di queste orchidee si aprano solo di notte.
Qui potete acquistare orchidee per pochi dollari, anche se vi sono specie rare che possono costare anche oltre 200 dollari.
Finca Dracula è uno dei più interessanti luoghi al mondo per vedere orchidee rare.
I mesi migliori vanno da aprile a maggio, con quest’ultimo come migliore in assoluto.
Alla Finca Dracula è possibile vedere molto altre piante che non siano orchidee, un bel laghetto e una cascatella.
Comunque siamo riusciti a fotografare diverse orchidee Diablo; scure con sfumature nere, sicuramente emozionanti per qualunque appassionato del genere.
Ma la cosa che ci ha più colpito è stato il persistente e delicatissimo profumo di vaniglia che aleggiava nell’aria; un profumo che mai avevamo sentito tanto intensamente.
Dopo un soggiorno di 3 giorni e le foto del rarissimo Queztal, abbiamo lasciato Boquete ci siamo diretti verso l’oceano Pacifico. Dopo David abbiamo deviato per
Las Lajas Beach; dove si trova Las Lajas Beach Resort www.laslajasbeachresort.com
La località deve ancora svilupparsi dal punto di vista turistico.
La spiaggia è immensa e circondata dalle palme.
Qui si vendono lotti di terreno a 20.000 dollari per 500 mq., ma in seconda linea rispetto alla spiaggia; considerato che la zona è molto calda e dove si deve edificare sono stati tagliati tutti gli alberi grandi, forse non è un affare, anche se la spiaggia è veramente affascinante: immensa e totalmente libera.
Una famosa scrittrice americana (Anna Markland) viene su questa spiaggia per rilassarsi e ispirarsi e non è difficile crederle.
Tornati sulla Panamericana, il viaggio prosegue con una certa lentezza a causa del traffico dei giorni feriali e dei grandiosi lavori in corso per raddoppiare la carreggiata.
L’idea di fermarci per una notte lungo l’oceano si rivela vincente.
Arriviamo all’hotel con tante ore di auto alle spalle, ma ci sentiamo subito meglio anche per la meravigliosa vista sull’oceano dalla nostra camera e la lunghissima e deserta spiaggia dove passeggiare.
L’hotel scelto è lo Sheraton, del quale abbiamo letto anche diverse relazioni negative.
Noi l’abbiamo scelto anche per il prezzo che abbiamo trovato su Booking.com; 130 dollari una camera con due grandi letti vista mare, pensione e bevande comprese per 2 persone.
Il buffet non è di quelli che si ricordano, ma comunque c’era tanta buona frutta e dell’ottima coda di toro veramente ben cucinata, i dolci non erano male, il resto non ci interessava.
Il numero delle piscine è notevole come la loro scenografia, ma a noi interessa il mare e così ci precipitiamo in spiaggia: lunghissima, sino all’orizzonte, completamente vuota, salvo le sdraio dell’albergo. Entrando nella parte dedicata agli sport d’acqua scopriamo che la canoa è gratis e ne approfittiamo subito; la corrente non è pericolosa.
Il mare è molto caldo e invita anche ad un bel bagno.
Le onde non sono eccessive, ma non è per nuotatori insicuri.
La sera abbiamo prenotato il ristorante giapponese, compreso nella pensione completa.
La scenografia all’entrata è molto elegante. Tutto il gruppo che ha prenotato viene fatto sedere attorno ad una piastra dove un cuoco locale si esibisce in alcuni giochi d’effetto, giusto per un villaggio turistico.
Non si è trattato di una cena in vero stile giapponese, né il cibo lo era, comunque era tutto commestibile e la gente che ci circondava è sembrata molto soddisfatta. Per noi si è trattato di fare qualcosa di diverso; comunque non eravamo interessati al buffet ,che per questa sera, era a base di piatti italiani.
La colazione del mattino l’abbiamo limitata a tanta frutta, caffè latte e corn flackes.
Poi ci siamo goduti ancora una bella nuotata in mare, anche se il rientro ha richiesto un minimo di attenzione, l’oceano va sempre rispettato ed è solo per chi sa veramente nuotare.
Partiti verso le 10 di mattina, ci siamo rifermati sull’oceano a un’ora da Panama città per ammirare un nuovo gruppo di condomini di lusso in prima fila sull’oceano. Posizione magnifica, grande eleganza e linearità di stile, splendide viste sulla spiaggia e sull’oceano.
Un vero ottimo investimento; a partire da 380,000 dollari per un’ampio bilocale all’ultimo piano con vista mozzafiato,
A Panama abbiamo riconsegnato l’auto a noleggio e con 2,50 dollari ci siamo fatti portare in taxi al ristorante vicino al nostro albergo, sempre il Novotel. Il ristorante, senza pretese, ma quasi sempre buono El Prado è raggiungibile, in piena sicurezza anche di notte camminando 5′ dal Novotel.
Quest’ultimo raccomandabilissimo; per la sua comoda ubicazione anche per raggiungere il nuovissimo ed efficiente metro; un ristorante per mangiare pollo si trova proprio di fronte all’albergo e qui i polli hanno ancora un sapore !
Un poco più avanti dall’hotel, in giornata si può anche raggiungere un altro luogo frequentato solo da locali, dove si può avere un pasto tipico panamense a pochi dollari.
La nostra vacanza è terminata con una partenza la mattina prestissimo con volo per Atlanta, poi volo per New York e quindi per Milano.
Abbiamo prenotato poco prima della partenza e quindi non avevamo molta scelta, non volendo spendere una grossa cifra per il solo volo, ma chi può prenotare con largo anticipo sicuramente troverà dei voli, se non più economici più comodi.
La prossima volta che torneremo a Panama, durante il soggiorno in città prenoteremo presso un’agenzia locale una giornata o due alle isole San Blas e trascorreremo qualche giorno in un albergo a palafitte sul mare sull’arcpelago Bocas del Toro ( tiotomsguesthouse.com Isla Bastimentos; careeningeay.com, www.farodelcolibri.com, , se avremo tempo anche altri giorni nel selvaggio Darien, ma solo con una buona guida (tour organizzati da 4 gg a 6gg. tel. 00507 3958 165 39 Eco Adventure tel locale: 6655-0984; per la pesca d’altura: tel.00507 3467 162 7 Deep Sea Fishing; per bird watching tel 00507 3571 163 16).
Al prossimo viaggio.
Foto e info di altri nostri viaggi su www.donnecultura.eu

PANAMA:
Autonoleggio: Triffy; Sizuky ritirata in aeroporto e lasciata nella sede in centro città; aperta sino alle ore 10 di sera. Ottimo servizio, personale gentile: 337 dollari per 7 giorni. La benzina costa circa 1 euro al litro.

HOTEL A PANAMA: Novotel, in centro, possibile raggiungere, a piedi, ristorante per la cena; zona assolutamente sicura. 5 stelle, a 55 euro la doppia, per notte, bassa stagione, su Booking.com; per 3 notti. Eccellente rapporto qualità prezzo. Piccole pecche: profumazione non gradita nella hall e colazione a buffet con caffè-latte veramente inbevibile (ma si può chiedere caffè italiano a 2,5 dollari), pancakes senza sciroppo…
MANGIARE:
Dal Novotel, proprio di fronte un locale che serve dell’ottimo ed economico pollo arrosto; a piedi si raggiunge El Prado: cucina locale discreta. Sempre a piedi (indicativamente verso la metro) anche RIKO POLLO; semplicissima cucina locale rustica, molto economico.
Sushi Itto: cucina giapponese e latina; pesce fresco, anche servizio a domicilio; Multipalza Mall e Plaza Obarrio (vicino a El Santuario).

BOQUETE
All’Ufficio di Informazioni per il Turista: sulla strada principale, prima di arrivare a Boquete centro, all’altezza della deviazione per Vulcancito, ma sul lato opposto della carreggiata. Personale molto gentile; la miglior fonte di informazione; ci ha ricevuto la signora: Cefati.
Dormire:
Hotel Palo Alto; per noi il miglior rapporto qualità prezzo, eccellente servizio, eccellente colazione all’americana con panorama mozzafiato; tutto ok, un poco in alto rispetto al centro (2,5 Km) per godere del fresco della montagna; in città in giornata può fare abbastanza caldo. WiFi gratis nelle camere.
http://hotelpaloaltoboquete.com ; info@hotelpaloaltoboquete
Boquete Tree Trek, per chi non bada a spese e vuole stare immerso nella natura, casette in legno. Non vicino alla città. www.boquetetreetrek.com
Per chi non ha pretese: Casa Pedro, camere da 35 a 100 dollari. La sistemazione è spartana, ma avete tutto il necessario, anche la possibilità di cucinare. Chiedete la camera con il balcone. 5 camere. A 5′ dal centro. WiFi e caffè gratis www.casapedroboquete.com casapedroboquete@hotmail.com
Pe visite accompagnate:
Noi abbiamo fatto riferimento ad una guida espertissima, come segnalato nelle foto
Per chi ama il tutto organizzato, anche direttamente dall’albergo: Boquete Tour, telefono: 730-9353 WWW.BOQUETESAFARI.COM INFO@BOQUETESAFARI.COM

OCEANO PACIFICO:
Sheraton Bijao Beach Resort: località Santa Clara, a circa 2 ore di auto a nord della città di Panama, con Booking.com; 130 dollari una camera con due grandi letti e vista oceano, pensione completa, bibite e canoa.  

Fiori 450 Panama varie IMG_9851

Varie aereo 672 Contadora aereo IMAG4522_BURST001

Panama IMAG4612

Mangiare street food sulla Panamericana lungo l’oceano Pacifico.

Panama cucina IMAG4608

Panama IMAG4504

Contadora ristorante casalingo.

panama Contadora IMAG4506

 

 

 

Panama Contadora IMAG4503

Contadora aeroporto.

Panama cibo IMAG4258

Pesce fritto e contorno al Mercado dei Mariscos a Panama città.

Panama IMAG4192

Panama IMAG4251

Panama hotel Boquete Palo Alto IMAG4624

Albergo Palo Alto a Boquete.

Panama Boquete IMAG4633

Boquete la piazza centrale.

Panama Boquete antico treno IMAG4628

L’antico treno che univa Boquete all’oceano Pacifico.

Panama Boquete IMAG4634

Annunci di vendita a Boquete

Panama Boquete ristorante Machu Pichu IMAG4625

Ristorante Machu Pichu a Boquete.

Panama IMAG4274

Camera Novotel a Panama.

Panama Colon interno h Washington IMG_9942

Interno dell’ormai decaduto albergo Washington a Colon

Panama COLON IMG_9968

Panama Colon IMG_9958

 Colon, la chiesa più antica.

Panama Colon Hotel Washington IMG_9945L’ormai decaduto, ex albergo di lusso, Washington a Colon; comunque ancora ricco di fascino.

Panama Colon IMG_9935

 

 

Colon, la città sul canale di Panama dal lato dell’Oceano Atlantico. Una città dove non manca il lavoro, ma gli abitanti preferiscono o non lavorare o spendere i soldi in auto e feste, ma non per pagare l’affitto e la luce.

A Colon si trova anche un grandissimo centro fee tax, dove si acquista tutto senza pagare tasse: dagli orologi di marca ai telefonini agli elettrodomenstici.

Qui i ricchi affari del canale sono anche in mano ad una minoranza araba ed ebrea.

COLON IMG_9976

ORCHIDEE e altri fiori DALLA FINCA DRACULA:

PANAMA orchidee fiori IMG_0716

Abbiamo visitato una delle collezioni più ricche al mondo di orchidee.

Profumi inebrianti, colori e trappole semoventi (come quella fotografata qui sotto)per insetti: ecco cosa sono le orchidee.

PANAMA orchidee fiori IMG_0715

L’orchidea qui sopra fotografata, quando viene toccata da un insetto si muove per far scivolare l’insetto verso  il suo polline !

Si chiama FINCA DRACULA il posto migliore al mondo per chi ama le orchidee. 2.000 specie crescono in questa zona.

PANAMA orchidee fiori IMG_0558

PANAMA orchidee fiori IMG_0711

PANAMA orchidee fiori IMG_0709

PANAMA orchidee fiori IMG_0708

PANAMA orchidee fiori IMG_0707

PANAMA orchidee fiori IMG_0705

PANAMA orchidee fiori IMG_0703

PANAMA orchidee fiori IMG_0691

PANAMA orchidee fiori IMG_0708

PANAMA orchidee fiori IMG_0704

PANAMA orchidee fiori IMG_0703

PANAMA orchidee fiori IMG_0691

PANAMA orchidee fiori IMG_0688

PANAMA orchidee fiori IMG_0654

Alcuni fiori non sono di orchidee, ma li abbiamo fotorafati per laloro rarità e bellezza.

(PIU’ SOTTO TROVERETE LE ORCHIDEE DIABLO)

PANAMA orchidee fiori IMG_0651

PANAMA orchidee fiori IMG_0637

PANAMA orchidee fiori IMG_0618

PANAMA orchidee fiori IMG_0563

QUI SOTTO LE ORCHIDEE DIABLO CHE CRESCONO SOLO QUI

 PANAMA orchidee fiori Dracula vampira IMG_0693

PANAMA orchidee fiori Dracula Vampira IMG_0686

PANAMA orchidee fiori Dracula Vampira IMG_0685

Altre orchidee e fiori che ci hanno affascinato:PANAMA 672 orchidee fioriIMG_0729

PANAMA 672 orchidee fiori ok IMG_0566

PANAMA 672 acqua cascata ok IMG_0677

PANAMA 450 fiori IMG_0458

PANAMA IMG_0243

I grattacieli di Panama city visti dall’aereo.

PANAMA Varano animali IMG_0130

PANAMA animali cerbiatti IMG_0175

PANAMA IMG_0164

Albego Romantica a Contadora

PANAMA 450 fiori IMG_0458

L’uccello idolatrato dagli indigeni; il Quetzal.

PANAMA caimano coccodrillo animali IMG_0266

Caimano.

PANAMA 450 Edoardo +507 66016479 IMG_0460

La nostra guida a Boquete: Edoardo.

PANAMA 450 IMG_0402

Cartelli lungo la strada per Boquete.

PANAMA foresta passerella IMG_0318

PANAMA montagna foresta IMG_0365

Pareti dell’enorme, antichissimo ed enorme vulcano che circonda la zona dove è situata la località montana di El Valle: qui troverete una bella cascata che potrete superare appesi ad una corda in assoluta sicurezza.

A Panama assaggerete il più dolce ananas del mondo.