Archivi categoria: LAVORO

lavoro

Libri – ” AL POSTO TUO ” di Riccardo Staglianò – Web e robot ci rubano il lavoro..

Camion senza autista, news senza reporter, lezioni senza insegnati… IL FUTURO POTRA’ FARE  A MENO DI MOLTISSIMI DI NOI.

LA RIVOLUZIONE CHE CI ASPETTA NON HA NULLA A CHE VEDERE CON LA PASSATA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE O QUELLA DEI COLLETTI BAINCHI

E NOI ?

COSA FAREMO ?

COSA STIAMO FACENDO PER EVITARE UNA CATASTROFICA DISOCCUPAZIONE QUASI GENERALE ?

13 persone lavorano per Instagram, mentre prima erano in 140.000 i dipendenti della vecchia KodaK ; che faceva quello che ora fa Instagram: stampare-inviare- mostrare  foto per tutti.

E’ da struzzi far finta di nulla, è da sciocchi accusare di essere dei gufi quelli che cercano di spiegare il futuro imminente; entro i prossimi 20 anni o credere a quelli che parlano di molti nuovi posti di lavoro. I posti di lavoro nuovi ci saranno, ma la scienza sa bene che non saranno affatto sufficienti a coprire la richiesta di lavoro (sufficiantemente pagato).

Riccardo Staglianò prova ad avvisarci con il libro: “AL POSTO TUO. Così web e robot ci stanno rubando il lavoro”.

Si salveranno pochi super-specializzati, dall’idraulico al grande chirurgo di fama … forse sarebbe meglio farsi venire qualche idea.

Prendiamo atto della situazione e prepariamoci; aggiornamenti continui, conoscenza delle lingue …

CAMPAGNA 
DI RECLUTAMENTO PILOTI – AER LINGUS

AER LINGUS LANCIA LA SUA PIÙ GRANDE CAMPAGNA 
DI RECLUTAMENTO PILOTI

Oltre 100 posti di lavoro disponibili in una delle compagnie aeree europee 
a più forte crescita .

Nei prossimi tre anni la compagnia prevede di assumere oltre 200 piloti

– Aer Lingus ha annunciato oggi la sua più grande campagna di reclutamento piloti che offre oltre 100 posti di lavoro con base di servizio all’aeroporto di Dublino.

L’unica compagnia aerea irlandese a 4 Stelle promette una carriera entusiasmante e gratificante alla guida di moderni Airbus A320/1 e Airbus A330 verso oltre 100 destinazioni nel Regno Unito, in Europa e in Nord America – dove la compagnia offre 14 rotte dirette dall’Irlanda.

Aer Lingus è significativamente cresciuta negli ultimi anni con l’aggiunta al suo network a lungo raggio di cinque nuove rotte transatlantiche, tra cui Hartford, Los Angeles, Newark, Miami e, dalla scorsa settimana, Philadelphia.

Quest’inverno infatti la compagnia opererà la sua più ampia programmazione invernale in assoluto, con 300.000 posti aggiuntivi verso l’Europa e il Nord America.

Anche la flotta della compagnia si sta notevolmente espandendo, con l’arrivo di 8 nuovi Airbus A321 nei prossimi anni e di un nuovo Airbus A330 entro la fine del 2017.

Mike Rutter, Aer Lingus Chief Operating Officer, ha commentato così l’annuncio:

“Questo è un momento particolarmente emozionante per entrare a far parte della squadra di Aer Lingus. Essendo l’unica compagnia aerea irlandese a 4 Stelle siamo orgogliosi di essere riconosciuti a livello internazionale anche per l’esperienza di qualità che offriamo ai nostri clienti. Siamo alla ricerca di individui altamente motivati capaci di dare il meglio di sè per offrire il nostro servizio a 4 Stelle in maniera eccellente, in sintonia con le impegnative priorità del mercato che un vettore aereo a valore aggiunto si trova ad affrontare in un settore altamente competitivo. Sono disponibili oltre 100 posizioni per piloti e nei prossimi tre anni prevediamo di assumerne fino a 200.”

I candidati sono invitati a compilare la domanda online attraverso il sito Aer Lingus dedicato alla carriera: http://careers.aerlingus.com. La data di chiusura del bando è il 29 ottobre 2017.

Criteri per l’eleggibilità:
A valid EASA issued ATPL (or frozen ATPL)
A current ME/IR
MCC qualification
EASA Class 1 Medical certificate
Provide 3 verifiable references
English Language Proficiency level 5 or higher
Permanently eligible to live and work in the EU with an unrestricted worldwide passport.
Able to pass a strict airport security vetting procedure
Possession and demonstration of the key competencies outlined below

###

Aer Lingus
Aer Lingus è la compagnia irlandese che unisce convenienza, attenzione al passeggero e affidabilità mantenendo un elevato standard di qualità e comfort.

LIBRI – AVETE UN LIBRO NEL CASSETTO ? Come promuovere il tuo libro ? – Suggerimenti da ilmiolibro.it

Se hai scritto un libro (o pensi di farlo in futuro) saprai già che è fondamentale trovare il modo migliore per promuoverlo. Pubblicare un libro è solo l’inizio!

La guida a questo link:  http://ilmiolibro.kataweb.it/faq/11094/promuovere-un-libro/

In questa piccola guida troverai alcuni utili strumenti per tirare fuori il meglio dalla tua opera.

Dalla distribuzione su Amazon, Apple e Ibs, alla pubblicità su Facebook, Google e la Repubblica, fino all’utilizzo dei social, ecco tutti i consigli, le regole e i trucchi che possono aiutarti a fare del tuo libro un vero bestseller.

Sei pronto? Leggi la guida che abbiamo preparato per te, e mettila subito in pratica!

Ecco i primi consigli:

1) La pagina pubblica
La pagina pubblica dell’autore è il tuo biglietto da visita sul sito e il punto di riferimento di tutte le tue attività di autore e lettore. Il valore della tua pagina pubblicato su ilmiolibro è straordinario, cresce nel tempo e moltiplica le possibilità per le persone di trovarti quando cercano su un motore di ricerca, in genere su Google, il tuo nome o il titolo del tuo libro.
Dopo aver pubblicato il tuo libro, ricordati quindi di controllare che nella tua pagina pubblica di autore ci siano tutte le informazioni necessarie.

b) Per modificarla e arricchirla clicca su “Modifica profilo”.
In questa sezione puoi impostare e modificare i tuoi dati e arricchire la tua pagina pubblica con le informazioni su di te che vuoi rendere pubbliche.

Quando hai inserito tutte le informazioni che ritieni utili dai la notizia agli amici e invitali a visitare la tua pagina e a loro volta a condividerla con altri. Scrivi loro una e-mail e dai la notizia su Facebook, Twitter e sui tuoi social network preferiti. Puoi usare la pulsantiera a tua disposizione sulla destra della tua pagina personale.

In media gli autori che utilizzano ilmiolibro.it pubblicano due o tre libri, alcuni molti di più. Pubblicare più libri su ilmiolibro aumenta le possibilità di vendita, perché i lettori interessati al tuo lavoro possono acquistare tutti i libri che hai scritto; direttamente dalla tua pagina. I titoli che pubblichi su ilmiolibro, avranno infatti visibilità nella tua pagina di autore.
Se hai fatto tutte queste cose, e se la tua pagina pubblica è aperta da un po’ di tempo, quando vai su Google e digiti il tuo nome la tua pagina pubblica di autore risulterà tra i primissimi risultati.

2) La scheda libro

Sembra scontato, ma non lo è. E’ la cosa più importante da fare se si decide di usare il self publishing: curare al meglio la presentazione del libro inserendo tutti i dati e le informazioni necessarie. La presentazione del libro (o abstract), le parole chiave che aiutano a identificare il tuo libro (Tag), il genere cui appartiene, sono fondamentali per portare le persone a leggere la tua opera. Se fai tutte queste cose, la scheda del tuo libro sarà facilmente rintracciabile dalle persone che cercano su internet utilizzando un motore di ricerca (in genere Google). Un’altra cosa da fare, è evitare di togliere e poi reinserire il proprio libro dalla vendita, o addirittura cancellare il proprio profilo dal sito: si rischia di perdere un grande valore, in termini di indicizzazione sui motori di ricerca e di link al tuo libro sparsi nel web, che si crea nel corso del tempo.
Vai all’area privata e arricchisci le informazioni relative al tuo libro, cliccando su “Modifica prezzo di vendita, tag e presentazione” nella colonna “Vendi” sotto il libro che hai pubblicato.

3) Invia una mail
Pubblicare un libro è un evento, ed è fondamentale che i tuoi amici, i tuoi contatti professionali e tutti i conoscenti vengano a saperlo. Quindi quando avrai inserito tutte le informazioni che ritieni utili scrivi un testo breve, ma con tutte le informazioni principali: cinque/dieci righe di presentazione del libro, il link alla propria pagina pubblica di autore sul sito ilmiolibro (la trovi qui cliccando su “Come ti vedono gli altri”) e il link alla scheda del libro (lo trovi qui, cliccando sul tasto Scheda libro presente in ogni libro che hai pubblicato), e invia una email ai tuoi contatti. Per maggiori informazioni leggi qui
E’ buona cosa ricordare ai tuoi lettori, amici e conoscenti che sul sito è possibile leggere gratis le prime pagine del libro (Tasto “Inizia a leggere” presente in ogni scheda libro). Inoltre, tutti i libri appena pubblicati entrano nel programma Talent scout. Questo vuol dire che saranno disponibili in lettura gratuita (solo online, non è possibile scaricare l’opera) per i primi 30 lettori e per un periodo limitato di 30 giorni. Qui l’elenco delle opere disponibili in lettura gratuita, continuamente aggiornato. Dopo aver letto il libro i lettori scrivono una recensione che viene pubblicata sul sito e viene mostrata sotto la scheda del tuo libro, arricchendo il corredo e il valore della tua opera.
Quello che bisogna evitare è di inviare più volte la stessa email (si chiama spam!). E’ fondamentale invece ricordare a tutti il tuo libro quando ne hai occasione: per esempio quando si parla di letteratura o dell’argomento affrontato nel tuo libro; oppure quando crei una nuova edizione, o se il tuo libro entra in classifica, oppure se il tuo libro ha ricevuto un ragguardevole numero di contatti o di commenti; oppure, infine, se decidi di cambiare il prezzo e fare uno sconto. Puoi vedere le statistiche relative al numero di visite, di commenti e altre informazioni di ogni libro che hai pubblicato nella tua pagina personale riservata.
E infine, la cosa più semplice e più importante. Chiedi agli amici di aiutarti a far conoscere il tuo libro. Loro saranno felici di scrivere una e-mail a tutti i loro contatti o segnalare su Facebook il tuo libro, inserendo una breve descrizione e il link per sfogliarlo ed acquistarlo.

4) Distribuzione del tuo libro: vendi su IBS.it e in libreria, e in ebook su Amazon, Apple e tanti altri store

Il servizio di distribuzione premium di ilmiolibro, acquistabile dalla tua pagina personale, area Scrivere, cliccando il pulsante Distribuzione premium versione cartacea che si trova sotto il tuo libro, ti permette di registrare il tuo libro nel catalogo delle opere pubblicate in Italia, di metterlo in vendita anche sul sito IBS.it, il più grande sito italiano di e-commerce di libri, e in libreria.
Il servizio prevede l’assegnazione del codice ISBN, che è prima di tutto sinonimo di qualità e di rispetto degli standard del mondo del libro.
Se temi che l’assegnazione del codice possa crearti dei vincoli, non è così: è sempre possibile pubblicare un libro con un nuovo codice ISBN. Quindi se decidi che non vuoi più fare self publishing ma intendi affidarlo ad un editore puoi farlo senza nessun vincolo.

La possibilità di ordinare il libro su IBS è un servizio da non trascurare per raggiungere più lettori possibili. Inoltre, è ancora molto elevato il numero di persone che non hanno carta di credito: in questo modo risolveresti i loro timori. Il sito IBS.it, poi, è una vetrina molto visitata dagli appassionati di libri che ti permetterà di avere ancora più visibilità.
Se poi deciderai di realizzare l’ebook potrai allargare la distribuzione a tutti i più importanti ebook stores italiani e internazionali: Amazon, iTunes di Apple, Ibs, Mondadori e tanti altri.
Quindi se non hai ancora creato la versione ebook del tuo libro fallo subito perché le possibilità di vendere e far conoscere il tuo libro si moltiplicano.

5) Promuovi il tuo libro sui social
I social network sono uno strumento potentissimo e flessibile nelle mani degli autori. Per promuovere il tuo libro puoi utilizzare tutti i social più frequentati o scegliere quelli che ti sembrano più adatti. Ecco alcuni consigli per utilizzarli al meglio:

Linkedin
Fondato nel 2003 per aiutare gli utenti della rete a trovare lavoro e valorizzare le proprie professionalità, LinkedIn può considerarsi un mezzo estremamente potente per fare personal branding e networking professionale in generale, con i suoi quasi 330 milioni di utenti registrati e 2 milioni di gruppi. Come usare LinkedIn per promuovere un libro

Slide Share

Perché usare LinkedIn SlideShare?

Oggi più che mai la condivisione di contenuti può essere usata per farsi conoscere e per ampliare il proprio network professionale. SlideShare è un servizio online che ospita “presentazioni” (slide) e che conta più di 70 milioni di utenti. Sulla piattaforma potrai caricare presentazioni, infografiche e documenti relativi alla tua opera seguendo tre semplici step: iscriviti al sito, clicca sul pulsante Upload e ottimizza il design della tua presentazione. Le slide caricate, a questo punto, saranno pronte per essere viste sul sito stesso, su dispositivi mobili o incapsulate in altri siti internet. Ecco alcune idee per utilizzarlo al meglio

Medium
Un posto dove pensatori, esperti e scrittori di ogni tipo possono esprimersi liberamente. Non richieda manutenzione tecnica e offre una diffusione immediata. Ecco alcune idee per utilizzarlo

Pinterest
Perché utilizzare Pinterest? Se sei uno scrittore raccontare la tua storia facendoti aiutare dalle immagini può essere un’attività davvero molto suggestiva ed efficace e rappresenta la naturale estensione del libro. Come usare Pinterest per promuovere un libro

Twitter
Utilizzare Twitter è di fondamentale importanza per chi ha contenuti e idee da proporre: è democratico, informale, popolato da persone con interessi specifici e ben riconoscibili, ed è un posto in cui “prendere la parola” (ma anche perderla, intendiamoci) può avvenire con velocità e efficacia sorprendenti. In più è anche molto divertente. Ecco come utilizzarlo per promuovere il proprio libro.

Instagram
Per la sua facilità di utilizzo Instagram rappresenta un valido e potente strumento perfettamente integrabile in ogni tipo di campagna di comunicazione. Ecco come utilizzarlo per promuovere un libro

Facebook
Prima di lanciarsi nella sterile condivisione di contenuti presumibilmente accattivanti è necessario fermarsi a riflettere su ciò che deve essere fatto, magari compilando un piccolo elenco per punti: cosa, come, quando, dove promuovere su Facebook. Iniziate da qui

Tumblr
Caratterizzato da una naturale propensione all’utilizzo delle immagini, e quindi perfettamente in linea con le attuali tendenze dei social network, Tumblr è stato più volte definito “la perfetta via di mezzo”: un ibrido che ha il pregio di raccogliere in un unico strumento tutto il meglio dei social network più amati dagli utenti fusi con la capacità di diffondere contenuti complessi tipica dei blog. Ecco perché usare Tumblr per raccontare un libro

Spotify
Il rapporto tra musica, scrittura e lettura è stato sempre strettissimo, e fa parte del corredo di emozioni legate all’arte di raccontare storie. Giocando con le parole e la musica possiamo fare molte cose perché si tratta di mondi in stretta connessione, e perché da sempre i libri sono una fonte inesauribile di ispirazione musicale. Ecco come raccontare un libro con una playlist su Spotify

Ci sono cose che invece devi assolutamente evitare di fare quando decidi di promuovere il tuo libro su internet.

Qui trovi i dieci errori più comuni

6) Associazioni, enti, club, circoli, scuole, biblioteche o librerie
biblioteche

Se fai parte di un’associazione, di un club, di un circolo, di un ente laico o religioso oppure di un’università proponigli di inviare una e-mail a tutti gli associati per presentare il tuo libro. Scrivi tu il testo e ricordati di aggiungere il link per acquistare il libro.

Valuta anche l’idea di organizzare un piccolo evento di presentazione presso la sede portando con te alcune copie da vendere.
Nell’ambito della presentazione non dimenticare di spiegare alle persone che possono acquistare il libro anche su internet, andando sulla tua pagina all’interno del sito ilmiolibro.it. E invitale, dopo averlo letto, a tornare sul sito e lasciarti un commento.
Allo stesso modo, potresti coinvolgere una libreria o una biblioteca proponendo una presentazione e cogliendo l’occasione per lasciare un paio di copie alla biblioteca a fini di consultazione. E proprio dal mondo delle biblioteche iniziano a concretizzarsi interessanti opportunità per diffondere il proprio libro anche in formato digitale: il prestito digitale è sempre più diffuso (sono oltre 5 mila le biblioteche in Italia dove puoi già prendere in prestito un ebook gratuitamente). Un motivo in più per creare da subito la versione digitale del proprio libro.
Un altro aspetto da tenere in considerazione, se fai parte di un’associazione, è proporre di pubblicare un libro relativo all’argomento d’interesse per la stessa associazione.

Potresti occuparti tu di pubblicare un libro o un opuscolo di un’associazione o di un ente attraverso ilmiolibro.it, e magari ottenere dall’associazione un piccolo finanziamento, oppure l’impegno a promuovere, distribuire e vendere alcune copie del tuo libro. E tu potresti inserire all’interno del libro un ringraziamento all’associazione. Sarà facile a quel punto trovare acquirenti interessati ad acquistare il libro.

7) Ufficio stampa
Individua siti internet, riviste o testate che trattano argomenti rilevanti per il tuo libro, oppure che operano a livello locale, nella città in cui vivi.

Scrivi alla redazione informandoli dell’uscita del tuo libro, ricordandoti di inserire i tuoi contatti e tutte le informazioni necessarie: la copertina, la descrizione, le indicazioni per acquistarlo.
Su internet esistono servizi gratuiti, chiamati newswire, che raccolgono notizie di ogni tipo e ne danno diffusione in Rete. Non danno garanzia di diffusione, ma sono uno strumento in più, in genere gratuito, per far sapere dell’uscita del libro.
Per scrivere il comunicato ecco alcune regole essenziali: controllare che non vi siano errori ortografici; non utilizzare uno stile marcatamente pubblicitario, ma informativo; scrivere un titolo e ad un sommario attraenti, che facciamo venire voglia di leggere quello che segue. Il testo si deve aprire con un’introduzione che, per quanto possibile, risponda alle classiche 5 domande: chi, cosa, perché, dove e come e si deve concludere rimandando il lettore ad approfondire. Quindi è necessario inserire il link del vostro libro in calce al testo.

8) Attività di marketing
Il self-publishing consente all’autore di guadagnare una percentuale molto più elevata sul prezzo di vendita rispetto a quanto accada normalmente in editoria. Per questo si consiglia agli autori di fare delle attività di promozione, giocando un po’ anche con il prezzo di vendita del libro. Se hai fissato il prezzo di copertina, ora puoi decidere il prezzo di vendita sul sito ilmiolibro.it In generale può essere utile partire con un prezzo non troppo basso, tale da garantire un guadagno di qualche euro per ogni copia venduta. Successivamente, magari dopo un mese dal lancio del libro, ti consigliamo di fare una campagna promozionale: abbassa il prezzo del tuo libro e comunicalo a tutti i tuoi contatti, come hai già fatto in occasione dell’uscita del libro. Nell’occasione potresti anche decidere di acquistare pubblicità in modo da far conoscere a molte persone il prezzo del tuo libro in occasione dello sconto. Lo sconto viene visualizzato nella scheda del tuo libro, in modo da incoraggiare l’acquirente. Nel caso delle vendite su altri store (IBS.it ad esempio), è il negozio a fare gli sconti che molto spesso sono del 15% sul prezzo di copertina del tuo libro. Se non sei interessato ai guadagni, potresti decidere di devolverli in beneficenza e dirlo a tutti. Noi ti accreditiamo i compensi ogni mese, tu potresti una volta all’anno fare un bonifico di importo equivalente ad una associazione o onlus.

9) Il libro come strumento di presentazione
Se sei un professionista esperto di un argomento, oppure un giovane laureato che si affaccia nel mondo del lavoro, la pubblicazione di un libro è uno strumento di arricchimento del proprio profilo professionale e del proprio curriculum.

Curare l’editing e i contenuti del libro, inserirlo nel curriculum, regalare alcune copie alle persone che ritieni possano apprezzarlo sono le mosse giuste da compiere.
Pubblicare un libro non è un atto di vanità, ma un modo serio per mostrare le proprie competenze. Se ritieni di voler aggiornare le persone con sempre nuovi contenuti e informazioni sugli argomenti di cui ti occupi potresti anche aprire un blog, da aggiornare con frequenza e utilizzare come vetrina per il tuo libro, destinato a coloro che intendono approfondire in modo sistematico l’argomento di cui ti occupi.
Se invece ti sei laureato da poco, la tesi di laurea può essere un ottimo punto di partenza per farne un libro da pubblicare. E’ un modo per dare visibilità ad un lavoro di ricerca e di approfondimento che altrimenti rischia di giacere dimenticato
Ecco come trasformare la tesi in un libro e pubblicarla.

10) Farsi conoscere, farsi scoprire: Talent Scout e il concorso editoriale ilmioesordio
Se sei un giovane scrittore o un appassionato di letteratura o di narrativa forse il tuo vero obiettivo non è vendere tantissimo, o ricevere centinaia di commenti.

Forse il tuo obiettivo principale è quello di prendere parte al mondo della scrittura, entrare in contatto con altri appassionati, saperne di più sull’editing e sui segreti della scrittura, farsi pubblicare da un grande editore o presentare il proprio libro di fronte a una platea di esperti competenti. Da questo punto di vista ilmiolibro.it è una palestra, e per alcuni un trampolino di lancio. E’ il luogo dove pubblicare tutti i propri lavori per presentarsi al mondo della scrittura. Non sono poche infatti le case editrici che facendo attività di scouting sulla piattaforma si sono imbattute in opere interessanti e hanno deciso di pubblicarle.

Talent Scout
Sul sito è inoltre presente una community di talent scout attivissima: molte delle opere migliori vengono segnalate dagli stessi lettori, che ne scrivono una recensione.

Se ricevi una recensione da parte di uno dei nostri talent scout vuol dire che probabilmente hai scritto qualcosa di buono.

Se non ricevi recensioni non disperare, qualche buon libro può sfuggire anche ai talent scout della nostra community! I nostri editor sono sempre presenti sul sito e quando troviamo qualche buon libro siamo sempre felici di scriverlo e di dare la notizia. Se invece hai voglia di fare il talent scout, e provare a individuare qualche buon libro uscito sul sito da leggere gratis, puoi partire da qui

ilmioesordio, la più grande operazione di scouting letterario sul web

Un altro modo per farsi conoscere è sicuramente quello di partecipare a ilmioesordio, il concorso letterario più popolare d’Italia. Promosso nel 2011 dalla piattaforma di ilmiolibro è diventato in breve tempo la più vasta iniziativa italiana di raccolta e selezione di nuove opere, dalla narrativa alla saggistica, dalla poesia al fumetto. Un viaggio nella letteratura d’esordio guidato dalle competenze di Scuola Holden, la scuola di scrittura e storytelling fondata da Alessandro Baricco, di Newton Compton Editori, di Scuola Internazionale di Comics, del Festival Internazionale di Poesia di Genova, de L’Espresso e nei primi anni della casa editrice Feltrinelli, e aperto al contributo di lettori curiosi e competenti, che ogni anno possono leggere e valutare gratuitamente le opere in concorso. Il progetto abbraccia diverse attività relative allo scouting che si svolgono sul sito ilmiolibro.it e si basa su due elementi fondamentali: da una parte la presenza di partner editoriali di sicura competenza; dall’altra la partecipazione della community al processo di selezione delle opere in gara. Dalla sua nascita ad oggi sono state valutate quasi 20.000 opere e Gruppo Espresso e i suoi partner editoriali hanno pubblicato e promosso i migliori. Tutti possono prendere parte all’iniziativa, leggere gratis le migliaia di opere in gara, segnalare con una recensione le migliori, supportare scrittori e nuovi talenti, mettere in mostra competenze e passione in materia di libri. Per saperne di più su ilmioesordio vai a questa pagina

11) Pubblicità

Ilmiolibro offre un servizio unico e riservato agli autori del sito per pubblicizzare il libro a prezzi contenuti su alcuni dei più grandi siti del web italiano, visitati da milioni di utenti. Il ritorno dell’investimento va misurato in termini di click ricevuti, ma non solo. La presenza del link al libro su Repubblica.it e su tutti gli altri siti del network offre benefici in termini di posizionamento sui motori di ricerca e in generale di credibilità. In pratica, dopo aver fatto pubblicità è facile che aumenti il numero di persone che arrivano al tuo libro proveniendo da google e da altri motori di ricerca. E’ inoltre possibile acquistare uno spazio pubblicitario sul sito di riferimento della tua regione, molto utile per farsi conoscere in ambito locale. L’acquisto della pubblicità prevede in questo caso una presenza fissa di almeno una settimana sulla home page. Ultima novità: abbiamo ampliato ulteriormente la nostra offerta aggiungendo l’acquisto di parole chiave su Google, e introdotto un sistema di pacchetti che ti offre la più ampia copertura pubblicitaria possibile a prezzi convenienti. Per saperne di più vai nella tua pagina personale, area Scrivere, e clicca sul pulsante Fai pubblicità su Repubblica.it e su Google. Per la versione digitale del tuo libro abbiamo invece creato un nuovo Servizio di pubblicità su Facebook, il social network più utilizzato nel mondo, e su Repubblica.it versione tablet. Acquistando il Servizio di pubblicità per dieci giorni il tuo eBook, grazie ad un post sponsorizzato, sarà visibile su Facebook ma solo dagli utenti interessati all’argomento del tuo libro, e per una settimana in un box dedicato sulla versione per tablet android e per ipad di Repubblica.it, facendoti raggiungere così chi usa regolarmente i dispositivi di lettura digitale ed è quindi abituato ad acquistare gli eBook. Cliccando sull’apposito box gli utenti saranno reindirizzati direttamente nella pagina di acquisto del tuo ebook su Amazon e su iTunes, in base al dispositivo utilizzato, permettendoti così di scalare le classifiche dei due più importanti store digitali.

12) Fai marketing con l’ebook, dai visibilità alla tua opera e scala le classifiche
Hai finalmente pubblicato il tuo ebook (se non sai come fare, vai a questa pagina), adesso però devi occuparti di farlo conoscere ai tuoi lettori, amici, conoscenti. Ilmiolibro ti aiuta ad organizzare le tue promozioni e ti mette a disposizione utili strumenti e servizi per dare visibilità al tuo ebook e compiere un ottimo lavoro di marketing. Dopo averlo pubblicato quindi la prima cosa da fare è dare la notizia via mail scrivendo un testo breve con qualche riga di presentazione e il link alla scheda del libro. Ricorda ai tuoi amici che sul sito è possibile leggere gratis le prime pagine e invitali a condividere la notizia con altri. Ilmiolibro ti consente poi la massima flessibilità nella definizione del prezzo, permettendoti così di poter organizzare delle campagne promozionali ogni volta che lo desideri. Quello che ti consigliamo di fare è di definire un prezzo per il tuo ebook e successivamente lanciare delle promo speciali per un periodo limitato vendendo il tuo libro ad un prezzo molto più basso, per poi rialzarlo non appena conclusa la promozione. Ad esempio, potresti partire con un prezzo compreso tra € 4,99 e 9,99 e dopo un paio di settimane abbassarlo per una promozione a € 2,99 solo per una settimana. Naturalmente, ricordati sempre di darne la notizia a tutti i tuoi lettori via mail, su Facebook, su Twitter e sui tuoi canali social preferiti: “Solo per una settimana, il mio ebook sarà in vendita a € 2,99. Il libro parla di…”. Oppure potresti organizzare una “offerta lampo” e vendere solo per qualche giorno il tuo ebook a € 0,99. Anche in questo caso è necessario che tutti lo sappiamo: manda una mail, parla del tuo libro, fai sapere della promozione. Infine, se vuoi scalare le classifiche di Amazon o di iBooks, mettere in atto un’operazione di grande visibilità e allargare il tuo network di contatti, potresti approfittare dello strumento Portalo a zero, andando sulla tua pagina personale e cliccando sul pulsante Fai marketing con l’ebook, cambia il prezzo. Il tuo ebook sarà disponibile per 30 giorni al prezzo di zero euro su tutti gli store in cui è in vendita, compresi Amazon e iTunes di Apple se hai attivato la distribuzione premium. Una volta attivata la promozione non dimenticarti di comunicarlo a tutti i tuoi amici e conoscenti. Ogni acquisto a zero sarà comunque riportato nel tuo dettaglio vendite e contribuirà ad aumentare la tua posizione in classifica, pur rinunciando temporaneamente ai tuoi guadagni. Puoi revocare la promozione quando vuoi ripristinando il prezzo originario dell’ebook o variandolo a tuo piacimento. Per farlo basta cliccare sul pulsante Modifica prezzo di vendita, tag e presentazione. La nostra piattaforma ti permette di effettuare queste variazioni ogni volta che vuoi.

13) Commenti
E’ poi un’ ottima abitudine invitare le persone che hanno letto il tuo libro a scrivere un commento appropriato.
Invitali ad andare su ilmiolibro e a cercare la tua pagina (o invia loro la url della scheda libro), e a cliccare “Inserisci commento” nella scheda del tuo libro. Non servono commenti celebrativi o scritti da chi non conosce il libro. Servono commenti sinceri e veri. Sfrutta il passaparola e fatti aiutare dai tuoi amici e lettori! Se un lettore ha un blog o un sito invitalo a pubblicare la recensione anche sul suo sito, inserendo il link del tuo libro. Se un lettore, come ormai tutti, ha una pagina Facebook o Twitter, invitalo a segnalare il libro ai propri amici e contatti, inserendo il link al tuo libro.

14) Il tuo libro su siti e blog
Se hai un blog la prima cosa da fare è inserire una breve presentazione del tuo libro, con un link all’acquisto. Se invece non ce l’hai, conoscerai sicuramente persone che hanno un blog, un’associazione, un club o un ente che hanno un sito internet. Chiedi loro di pubblicare una breve presentazione del tuo libro, con un link all’acquisto. Avere dei siti con un link al tuo libro moltiplica la visibilità del tuo libro sui motori di ricerca.
Ancora meglio, ed è semplicissimo, è possibile fare una vetrina di presentazione del tuo libro, con tanto di anteprima e prime pagine da sfogliare. Come fare?
Vai all’area privata, sezione Scrivere, e clicca su “Promuovi il libro sul tuo blog o nel blog di un amico”: troverai il link della tua scheda libro da condividere e il link al codice da inserire nel tuo blog e da inviare a siti e blog amici. Se invece non hai ancora un blog, ti consigliamo di aprirlo. Puoi usare siti come blogger.com: è facile e gratuito.

15) Facebook e Google: la pagina del tuo libro
Oggi più che mai i social network sono delle realtà di marketing consolidate per chi, come te, ha bisogno di comunicare in modo virale l’esistenza del tuo nuovo libro.

Ti consigliamo quindi di creare una pagina del tuo libro all’interno dei social network. Ecco come fare! Prima di tutto devi essere iscritto sia a Facebook che a Google.

Iniziamo da Google.
Vai su gooole.it e clicca su “accedi” in alto a destra (oppure clicca su “Tu” in alto a sinistra). Clicca su “crea un account gratuitamente” e registrati. Adesso hai creato un account Google con una pagina personale con cui potrai aggiungere gli amici e le persone più interessanti.
Clicca in alto sul tuo nome ed entra nella tua pagina personale, dalla quale potrai creare la pagina del tuo libro. Ecco come si fa: nel menù in verticale nella colonna a sinistra della pagina clicca su “Pagine” (trovi il pulsante cliccando su “altro”).
Clicca su “Crea una nuova pagina” e segui tutte le istruzioni del sito. Adesso che hai creato la pagina del tuo libro su Google Plus tutte le ricerche effettuate sul motore di ricerca che riguardano il titolo del tuo libro verranno indicizzate meglio da Google.

Ed ecco Facebook.
Iscriviti su Facebook seguendo la loro procedura standard (vai su facebook.com e clicca su registrati). Una volta che avrai registrato il tuo profilo potrai creare la pagina del tuo libro: clicca su “Crea una pagina” e segui le indicazioni. Per semplicità inseriamo qui il link che ti farà arrivare direttamente alla pagina di gestione/creazione di una nuova pagina su Facebook. Una volta creata la tua pagina invita tutti gli amici a mettere “mi piace” e crea sempre tanti post di qualità invitando le persone a leggere e commentare il tuo libro su ilmiolibro.it.

DEPRESSI ? DELUSI ? SFIDUCIATI ? – Normale per questi tempi

PER QUANTO CI RIGUARDA, PREFERIREMMO SAPERE CHE SAREMO SMENTITI; FOSSE SOLO PER IL BENE DEI NOSTRI FIGLI.

Stiamo vivendo un periodo di grandi cambiamenti; probabilmente i più stravolgenti e veloci che mai l’uomo abbia visto sulla faccia della terra.

E’ anche vero che l’uomo ha sempre dimostrato di avere un’ enorme capacità di adattamento, ma non per questo possiamo affermare con certezza che supereremo al meglio anche questo momento. Mai avevamo tanto popolato e distrutto questo mondo.

Mai si sono verificati cambiamenti climatici tanto veloci, ce ne sono stati di catastrofici, ma quasi tutti gli esseri viventi sono morti (vedi i dinosauri; a causa del cambiamento climatico morirono quasi tutti gli esseri viventi; si salvarono anche piccoli mammiferi perché vivevano sotto terra, come i topi).

L’inquinamento non è certo un problema che si possa negare, come pure la sempre maggiore carenza di acqua  bevibile in molte parti della terra; a causa di pericolosi inquinanti per produrre materiale che serve al mondo industrializzato (lago Titicaca in Perù e Bolivia, molti Paesi africani, Mongolia, India, Bangladesh…).

Sempre maggiore carenza di pesci nei mari di tutto il mondo.

I poveri, sempre più poveri, per carestie, guerre, mancanza di piogge o  territori alluvionati …

Non si tratta di essere ottimisti o pessimisti, di un partito o di un’altro. Si tratta di essere realisti e di guardare in faccia alla realtà delle cose.

Che la qualità della vita della maggioranza della popolazione occidentale sia peggiorata e ci siano gli elementi matematici per pensare che possa solo andare verso il peggio, è un fatto evidente per quasi tutti coloro che facevano parte della classe media.

Se le grandi imprese e quell’1% che detiene la ricchezza mondiale, del presente e del futuro, NON pagano le tasse o le pagano in maniera infinitesimale (grazie ai paradisi fiscali ed alla stessa concorrenza tra gli Stati per averli paganti anche accettando uno 0,0 2.. %), i Paesi si impoveriranno sempre di più. NON ci saranno più soldi per le scuole, gli ospedali, le strade …

Non per niente già si dice che il well-fare (ovvero pensioni sicure, ospedali e cure mediche gratuite, scuole e università a prezzi accessibili …) siano ormai un ricordo del passato.

Non fanno parte delle categorie di lavoratori colpiti dalla crisi, molti liberi professionisti (che aumentano le tariffe in proporzione o più, rispetto al costo della vita), idem per chi è andato all’estero (una buona parte anche grazie a suggerimenti dei familiari; come consigli perché avevano ben intuito l’andazzo e/o con aiuti economici per gli studi o per aprire attività), chi è nel commercio e ha scelto bene il segmento di settore in sintonia con questo nuovo mondo tecnologico, i bravissimi e pochi artigiani, i soliti raccomandati figli di … che hanno i pochi posti di lavoro sicuri ancora disponibili ecc… ma si tratta di una minoranza.

Ma anche per chi oggi occupa un posto di lavoro ben pagato, il futuro NON è affatto sicuro, quando avranno 40 / 50 anni o occuperanno un posto dirigenziale molto alto, tanto da “non poter” essere licenziato, o saranno soppiantati dalle nuove generazioni giovani e rampanti che saranno più efficienti, appetibili e aggiornate di loro; ed al quel punto della vita la pensione è lontana! Cosa faranno ?

Ultima, ma prima per importanza: l’introduzione dei robot in quasi tutti i campi lavorativi:
già oggi esistono robot che lavorano negli ospedali al posto dei fisioterapisti, da anni hanno iniziato a sostituire gli operai nelle fabbriche. I numerosissimi impiegati, segretarie ecc…  sono stati sostituiti da piccoli numeri di assunti che accettano straordinari, orari pesanti, paghe basse, per poter mantenere il posto di lavoro davanti ad un computer dove devono inserire continuamente dati più come robot che come esseri pensanti.

Ma i robot soppianteranno quasi tutti i lavoratori attuali, perché costano meno: niente pensione da pagare, niente ferie, niente riposo settimanale … per fare moltissimi lavori, più di quelli che oggi riusciamo ad immaginare.

Un robot badante è già pronto per soli 10.000 euro (tra poco sarà sul mercato); qualunque famiglia lo preferirà ai 2.700 euro da pagare, mediamente e mensilmente, per il ricovero di un anziano.

Ecco cosa sanno già fare i robot (qualche attività ha solo bisogno di poco tempo per raggiungere soddisfacenti capacità che lo faranno preferire al molto più costoso essere umano):
-produzione industriale
-badante
-colf
-fisioterapista
-autisti vari (già molte funivie funzionano senza il guidatore)
-giornalista – fotografo
-attività finanziarie; investimenti
-progettazioni varie
-acquisto di biglietti per ogni genere di attività
-attività bancarie
-attività infermieristiche; vedi i robot che già distribuiscono i farmaci necessari in interi grandissimi ospedali
-operazioni chirurgiche a distanza
-diagnosi dei pazienti al posto del medico … (già testati, ma molto discutibili)
-vendite (vedi Amazon) ecc…

A chi, ancora sostiene che comunque la vita media è aumentata è facile spiegare che:
-i dati più recenti mostrano un’inversione di rotta
-le generazioni che ora hanno superato gli 80 anni, sono figli di una selezione sopravvissuta a due guerre mondiali e che ha goduto di tutti i vantaggi e l’ottimismo della grande crescita economica che è seguita alla Seconda Guerra Mondiale.

Completamente diverso il quadro per le nuove generazioni:
-stipendi da fame per la maggioranza: call center, piccoli lavoretti mal pagati e magari non più sopportabili con l’avanzamento degli anni (come le consegne a domicilio in bicicletta), comunque lavori a termine e cosa faranno quando arriveranno le nuove generazioni che accetteranno di essere pagare ancora meno e saranno più appetibili di loro come giovane forza lavoro ?

-impossibilità o gravi rischi nell’ acquistare una casa; se non si ha un lavoro sicuro, inconciliabilità tra costi degli affitti e guadagni, peggio ancora quando i figli saranno grandi e costeranno molto di più di quanto costa un bambino piccolo… Per ora, in Italia moltissime giovani famiglie, si avvalgono della pensione dei genitori e quando questi non ci saranno più ?

Oggi si compra a rate, ma quando succedono gli imprevisti ? Come far fronte a pagamenti che, comunque, non si possono annullare ? Gli Stati Uniti ci hanno ben dimostrato cosa succede: famiglie che si rompono, interi quartieri di case abbandonate, aumento degli homeless (persone senza una casa) … a noi europei questi fatti sono arrivati solo in piccola parte, ma la realtà è sconvolgente.

Insomma non è questione di pessimismo se già oggi solo l’1% della popolazione è ricca e tutti gli altri sono infinitamente lontani dal godere anche solo delle briciole di quella ricchezza.

Buttarsi a capofitto in un falso ottimismo nel tentativo di esorcizzare i problemi giganteschi che ci stanno di fronte è come assumere l’atteggiamento dello struzzo. Ma sicuramente è la soluzione più semplice.

Al cervello umano, purtroppo piacciono le soluzioni più immediate e più semplici e chi lo sa ne approfitta a piene mani.

Anche noi siamo stati accusati di pessimismo, ma i più onesti hanno già riconosciuto che vent’anni fa avevamo ragione.

PER QUANTO CI RIGUARDA, PREFERIREMMO SAPERE CHE SAREMO SMENTITI; FOSSE SOLO PER IL BENE DEI NOSTRI FIGLI.

Comunque, se non volete precipitare nel più nero pessimismo o ci siete già, vi suggeriamo la lettura di un libro che, con tutti i suoi limiti, può aiutarvi ad affrontare meglio il vostro futuro. Una serie di esercizi che aiutano a trovare la strada migliore … o la meno peggio ? Per non macerarsi nel pessimismo distruttivo.

Leggere e pensare non fa mai male; anche se non può risolvere i problemi più gravi.

“Fenomeno in 21 giorni”, Speling & Kupfer, euro 12,90.

 

 

LAVORO PER CHI VALE – Ricerca e Selezione di Personale Qualificato

Cercare lavoro ?

Solo se avete capacità e volontà fuori dal comune e una conoscenza di lavori al momento ricercati, vale la pena provare.

I permessi di lavoro in Svizzera sono sospesi da lungo tempo, ma se avete delle qualità e conoscenze specifiche, potete provare a questo indirizzo.

Sulla serietà di questo centro non ci sono dubbi, ne ha parlato anche  il Sole 24 Ore.

Vi segnaliamo questo indirizzo, ma anche vi sconsigliamo di contattarlo se non avete una capacità lavorativa da offrire che potrebbe essere ricercata in questo momento eocnomico, siete disposti a spostamenti per trovare lavoro e avete le adeguate competenze e specializzazioni per quello che potrebbe essere il vostro futuro lavorativo.

http://www.swistudium.ch

LAVORI NUOVI IN CUCINA

Vince chi si inventa un lavoro

– menunextdoor.com si cucina a casa si ordina on line

Arriva dal Belgio il nuovo sito www.menunextdoor.com.
I cuochi che vi aderiscono, preparano il cibo in casa e il cliente passa a ritirare.

I prezzi sono abbordabili:
-6-9 euro per una portata
-9-10 euro per due portate
-10-14 euro per tre portate

a persona.

Per ora solo in Belgio; www.smartmat.be per vendere le proprie ricette, chi le compra riceverà in casa un pacco con tutti gli ingredienti necessari e la ricetta. Non costa poco: un menù per 2 persone circa 65 euro.

Anche in Italia crescono queste idee on line di social cooking e social eating.

https://gnammo.com o https://www.peoplecooks.it per contattare che offre da mangiare e chi cerca una tavola apparecchiata con buon cibo.

Altri indirizzi nel campo della cucina e ricette:
-My Cooking box
-Alimenta2 Talent
-Diet To Go ( diete ) con costi settimanali, 5 pasti al giorno, spesa inclusa. 180-300 euro
-Outdoors Safe Food per chi ha problemi di allergia e intolleranze.
——

LAVORO UNA SPECIALIZZAZIONE CHE AVRA’ SUCCESSO – MASTER IN BENESSERE ALLO IULM

Diete, marketing, make-up, terme …

La “bellezza” oggi è un grande business ed ecco il primo master in Management e comunicazione del beauty e del wellness.

Ci sarà lavoro per tutti, vista la grande richiesta in questo settore.

Lavoro in tutto il mondo, ovviamente con un buon bagaglio linguistico, a bordo delle navi da crociera come nei migliori hotel del mondo. E poi centri benessere, centri termali ecc…

Uno dei lavori più belli che si possano desiderare e ben pagati.

IULM  – Il Master fornisce approfondite competenze sulla gestione e la promozione di prodotti e servizi nei settori del Beauty e del Wellness. L’ inserimento lavorativo offerto riguarda i campi della comunicazione, del marketing, del retailing, del branding e del licensing.

Master di I livello in Management e comunicazione del Beauty e del Wellness

Direttore scientifico: Mauro Ferraresi
Coordinatore didattico
: Errico Cecchetti

 

www.iulm.it

mail a masterbeandwell@gmail.com

LAVORO – Un sito raccoglie fondi e 100.000 progetti diventano realtà – CROWDFUNDING ecco cosa vuol dire

Si chiama Kickstarter; a questo sito si sono rivolti grandi nomi dell’arte e della musica, ma anche sconosciuti con progetti molto seri e credibili … e hanno trovato i fondi per realizzare i loro sogni.

https://www.kickstarter.com

Il Crowdfunding è il futuro per chi ha idee valide e un progetto serio:

-milioni di utenti visitano regolarmente questo sito e sono disposti a finanziare; ovviamente solo seri e validi progetti.

Yancey Striker, 37 anni, ha fondato questo impero insieme a Perry Chen e Charles Adler.

Presente in 18 Paesi, vanta 100.000 PROGETTI FINANZIATI CON SUCCESSO.

E SE IL PROSSIMO PROGETTO FOSSE IL VOSTRO ?

—–

COS’ E’ IL CROWDFUNDING ?

Finanziatori da tutto il mondo leggono i progetti presentati nei vari siti di crowdfunding e decidono dove mettere il loro denaro.

Ovviamente si devono presentare progetti credibili, e ben chiaramente documentati.

Per viaggiatori – Tourism Australia e BuzzFeed cercano candidati per il Road Trip

Tourism Australia e BuzzFeed cercano candidati per il Road Trip di

A Lifetime

La prima partnership globale che offre ai giovani viaggiatori di tutto il mondo la possibilità
di condividere il meglio dell’Australia

Tourism Australia e BuzzFeed sono a caccia della nuova generazione di visual storytellers, provenienti da tutto il mondo, che partecipino alla prima assoluta del programma Mateship di BuzzFeed, un programma inedito di viaggio che vedrà i “Mates” lavorare, viaggiare e catturare contenuti in Australia.

Otto giovani viaggiatori e aspiranti content creators provenienti da Gran Bretagna, Germania, Italia e Francia voleranno in Australia per un viaggio di tre mesi per scoprire e postare sui canali social di Tourism Australia e Buzzfeed.com alcune delle esperienze più uniche, sorprendenti e mozzafiato che vivranno in giro per l’Australia.

Conosciuti come BuzzFeed Mates, si dirigeranno alla scoperta di angoli inediti per scoprire il meglio della cultura locale australiana, i festival, i surf breaks e le offerte enogastroniche.

Verrà realizzato un itinerario su misura, con attività per i giovani viaggiatori, come provare il più veloce Minjin Jungle Swing a Cairns, apprezzando atti di musica classica mondiale in uno dei numerosi festival estivi australiani o scoprendo antiche forature d’irrigazione nel Parco Nazionale di Kakadu.

Durante tutto il programma, i “Mates” impareranno a creare contenuti digitali e racconteranno la loro esperienza sui social mentre saranno supervisionati dal team editoriale di BuzzFeed e Tourism Australia. Ciascun “Mate” sarà incaricato di documentare le proprie storie e condividerle con il mondo sui dedicati feed sociali di BuzzFeed.

Il working holiday program è un’esperienza unica che tutti i ragazzi dovrebbero vivere. Il roadtrip in Australia è un’esperienza di vita straordinaria e impareggiabile” ha dichiarato John O’Sullivan, Managing Director di Tourism Australia.

“Siamo entusiasta di collaborare con Tourism Australia per dare al nostro pubblico in tutto il mondo l’opportunità di incontrare il team di BuzzFeed, apprendere nuove competenze creative e scoprire l’offerta di questa nazione. E’ veramente l’occasione che capita una volta sola nella vita e non vediamo l’ora di vedere cosa creeranno i BuzzFeed Mate!” ha dichiarato Simon Crear, Editor-In-Chief e General Manager di BuzzFeed Australia.

Le iscrizioni per il programma Buzzfeed Mateship sono aperte ai candidati del Regno Unito, della Germania, dell’Italia e della Francia. Le iscrizioni sono aperte dal 2 al 18 agosto ai professionisti creativi e agli appassionati. I dettagli dell’applicazione sono dichiarati online, nella sezione buzzfeed.com/jobs.

La partnership di Tourism Australia con BuzzFeed fa parte di una nuova campagna lanciata in ottobre, volta a posizionare l’Australia come una destinazione giovanile indimenticabile e desiderabile.

BuzzFeed:
BuzzFeed è la società leader a livello mondiale nel settore della tecnologia, con una rete di notizie e intrattenimento cross-platform che raggiunge centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. La società include BuzzFeed Entertainment Group, che produce articoli, liste, quiz, video, serie originali e franchising, tra cui Tasty, la più grande rete di prodotti alimentari al mondo; BuzzFeed News, che si concentra sul reporting originale e sul giornalismo investigativo; E BuzzFeed Product Labs, che sviluppa prodotti e esperienze di commercio sociale.

Tourism Australia:
Tourism Australia è l’agenzia del governo australiano responsabile della promozione dell’Australia come destinazione per viaggi di piacere e d’affari. L’organizzazione ha l’obiettivo di aumentare la domanda per le esperienze del turismo della destinazione promuovendo gli attributi unici che inviteranno le persone a visitare la destinazione.

 

Arte – Cercasi mediatori culturali: giovani amanti e studenti dell’arte contemporanea

L’associazione Arte&Arte è alle prese con l’organizzazione delle XXVII edizione di MINIARTEXTIL COMO 2017 ed è alla ricerca di mediatori culturali: giovani amanti e studenti dell’arte contemporanea per accogliere e guidare i visitatore nel mondo BORDERLINE di questa edizione.

C’è tempo sino al prossimo 31 agosto per inviare la candidatura a artearte@miniartextil.it. La mostra si svolgerà a Como dal 7 ottobre 26 novembre prossimi.

Ultimo mese a Caudry
Vi ricordiamo che avete ancora un mese per visitare TISSER LES REVES– MINIARTEXTIL a Caudry al Musée de la Dentelle. L’esposizione, infatti, chiuderà il 30 agosto 2017. Non perdete questa occasione!
Cecile Dachary, La ville
Dal 7 agosto al 28 agosto l’associazio ne culturale Arte&Arte va in vacanza. Buona estate!