Archivi categoria: MODA

moda, faschion,

BASE Milano alla Design Week 2018

Un’indagine critica sul city making, le smart cities e le nuove forme di progettazione e rigenerazione urbana protagoniste del Fuorisalone all’ex-Ansaldo:

Spazi in corso di rigenerazione verso il raddoppio di BASE a 12.000 mq

Fino a domenica 22 aprile 2018

Milano, Via Bergognone 34

www.base.milano.it

Image

Mostra “Trouble Making. Who’s Making the city”_ph Delfino Sisto Legnani

 

In occasione della Design Week 2018, fino a domenica 22 aprileBASE Milano – tra i più importanti progetti di rigenerazione urbana in Europa – propone una riflessione critica sul city making e le nuove forme della trasformazione urbana.

 

Apre il racconto “Trouble Making. Who’s making the city?”, una mostra commissionata da BASE Milano e a cura di Raumplan sui fenomeni di massa e le reti virtuali che stanno cambiando il volto delle nostre città. Attraverso il lavoro di artisti, fotografi, designer e videomaker, la mostra offre una lettura di alcuni fenomeni collettivi che coinvolgono la realtà urbana: dall’esplosione dell’attività dei corrieri ai nuovi circuiti del turismo di massa, fino ai processi innescati dalla sharing economy, dall’home sharing e dall’informazione online fai-da-te. Chi sono gli attori e quali sono i processi che, realmente, «fanno città», in un’epoca in cui la disciplina urbanistica appare sempre più in crisi? I contributi in mostra indagano le conseguenze e l’impatto dei grandi flussi globali di capitali, informazioni, merci e turisti, sulle realtà a scala locale e sulla vita delle persone.

Image
Image

Mostra “Trouble Making. Who’s Making the city”_ph Delfino Sisto Legnani

Tra i progetti esposti: l’analisi delle fotografie degli alloggi di Airbnb a cura di Calibro, Donato Ricci e Òbelo che individuano i capisaldi di un’estetica omologante caratteristica degli interni delle case e delle camere in affitto sulla piattaforma; le fotografie di Delfino Sisto Legnani che ritraggono alcuni dispositivi come i bottoni di Amazon e le serrature smart controllabili in remoto per la consegna dei pacchi; il filmato realizzato da Louis De Belle e Giacomo Traldi che racconta gli itinerari cittadini del turismo su gomma; un’indagine fotografica sui corrieri del food delivery realizzata da Louis De Belle insieme a Nicolò Ornaghi; un contributo sulle conseguenze urbane dei flussi di informazione online presentato da Giga Design Studio e Superinternet. Il percorso espositivo chiude con una scultura di Ayr che si appropria di uno dei più famosi prodotti di Achille Castiglioni.

Image

Opera “Freed from design”, Ayr_mostra “Trouble Making. Who’s Making the city”_ph Delfino Sisto Legnani

Tra i casi studio di progettazione urbana, la stessa BASE Milano che presenterà al pubblico una nuova porzione di spazi in corso di rigenerazione – da 6.000 a 12.000 metri quadri –, con nuovi prototipi di servizi e funzioni: una portineria di quartiere di nuova concezione, una rinnovata officina interna in condivisione e un cortile che da area di carico-scarico industriale viene restituito alla città e trasformato in spazio per l’intrattenimento culturale.

Image

La nuova portineria di BASE Milano_ph Serena Eller

Al suo terzo Fuorisalone, BASE si riconferma quindi un punto di riferimento fondamentale per l’innovazione, la creatività e la cultura, proponendosi come caso studio per nuovi modelli di rigenerazione urbana: uno spazio pubblico, gestito da un’impresa sociale privata, non-profit, frutto di un consorzio misto di associazioni e imprese private, auto-finanziato, che vive sul mercato, con una programmazione partecipativa e miscellanea, costruita insieme a molteplici attori culturali della città. Un ecosistema in continua trasformazione, caso unico nel suo genere e allo stesso tempo parte di un processo di trasformazione più ampio che interessa larga parte delle aree metropolitane occidentali, in cui l’arretramento del manifatturiero lascia spazio a nuove industrie e nuove funzioni urbane. Una scelta – quella di indagare i processi urbani e di rigenerazione – che scaturisce proprio a partire dall’attuale fase evolutiva che vede BASE come una grande Learning Machine: una macchina per l’apprendimento, laboratorio di formazione permanente al servizio della città, del quartiere e dei professionisti delle industrie creative. E, allo stesso tempo, una macchina che apprende, un grande organismo capace di mettere in dialogo comunità creative diverse per assorbire, condividere e ritrasformare reciproci contenuti e contaminazioni.

Image
Image

L’officina condivisa di BASE Milano_ph Giuseppe Martella

SERATE MUSICALI | Suoni di rigenerazione

In linea con le tematiche scelte per questa edizione del Fuorisalone, la programmazione musicale della Design Week 2018 sarà dedicata a celebrare le scene musicali e le sottoculture urbane che storicamente hanno avuto un impatto sulle trasformazioni urbane.

Il programma delle serate musicali negli spazi reinventati di BASE, prevede tutte le sere all’ora dell’aperitivo musica nel cortile (tempo permettendo) dell’ex-Ansaldo, trasformato da piazzale di carico scarico industriale e luogo sociale e culturale, dancefloor e bar. Le serate proseguono poi fino a tarda notte all’interno dell’ex-edificio industriale.

Inoltre, per tutta la durata della Design Week, Radio Raheem – la web radio indipendente di Milano – si trasferisce ne La Portineria dell’Ex Ansaldo con la propria programmazione, fatta di musica e interviste ai protagonisti del design, e non solo.

 

Martedì 17 aprile, orari 21.00 – 01.00
TROUBLE MAKERS       
Threes presenta Gabber Eleganza, “The Hakke Show”.  

Mercoledì 18 aprile, orari 18.00 – 01.00

Automat Radio Block Party powered by Emporio Armani

Giovedì 19 aprile, orari 19.00 – 03.00

POP IS LOVE – festa in cortile a cura de I Distratti

Venerdì 20 aprile, orari 20.00 – 03.00

RRRIOT DESIGN WEEK 2K18

Sabato 21 aprile, orari 21.00 – 03.00

RADAR FESTIVAL e SPOTIFY ITALIA presentano RADAR FESTIVAL SPECIAL LAUNCH PARTY/w SOHN

Domenica 22 aprile, orari 12.00 – 01.00

Party di chiusura con Automat Radio Block Party powered by Emporio Armani    

Image

BASE Milano

Con il patrocinio del Comune di Milano

Un progetto di: ARCI Milano, Avanzi, esterni, h+, Make a Cube3

Con il supporto di: Fondazione Cariplo

Partner: iGuzzini Illuminazione

Partner Tecnici: Azienda Grafica Italiana, COEX Naturally Fireproof, Duravit, Dyson, PRESTO, Redaelli Velluti, RIVO interior, Sikkens – AkzoNobel, Venber – Geo Hydrica, Zumtobel Group

Partner della Design Week 2018

Media partner: Domus, Zero

Con il supporto di: Tortona Design Week

Partner: Ageas UmbertoPiedi, AmicoBlu, Desamanera, 90×100 FERRO

INFORMAZIONI BASE Milano

Via Bergognone 34

base.milano.it

fb: https://www.facebook.com/BaseMilano.aplaceforculturalprogress/

twitter: @basemilano | instagram: base_milano | hashtag: #basemilano

Crema – colore e lifting – qualcosa di speciale

Comodo e veloce – tutto in uno !

Fondotinta effetto lifting cremoso, senza depositarsi nelle micro-rugosità, distendendo i segni d’espressione e regalando un colorito uniforme.

Formula arricchita con Acido Ialuronico e Vitamina E.

• Coprenza media, modulabile;
• Distende rughe e segni di espressione;
• Nasconde i segni della stanchezza;
• Idrata a lungo ed in profondità.

Pelle  idratata, con  effetto velluto, imperfezioni  attenuate !

Prodotto eccellente, diponibile in vari colori, il prezzo non è basso, ma dobbiamo anche calcorale costa costerebbero una buona crema liftante + fondotinta di buona qualità.

Costo 39, 00  euro

Testato per Nickel, Cobalto, Cromo, Palladio e Mercurio*

*ognuno inferiore a cinque parti per milione.

 

CELLULITE, BUCCIA D’ARANCIA, CICCIA E CUSCINETTI…!!

PARE CHE IL 65% DELLE ITALIANE PARLINO TRA LORO SOLO DI CICCIA E CUSCINETTI.

QUESTIONE DI STILE DI VITA

——

L’articolo è scritto dalla giornalista G. Seregni, iscritta all’ORDINE dei Giornalisti e all’associazione di categoria UGIS (Unione Giornalisti Italiani Scientifici); inoltre, l’autrice, ha presentato una tesi presso L’università Statale di Milano sul tema “Alimentazione dello sportivo”, la tesi era firmata dall’allora rettore prof. Rodolfo Margaria.

——

L’argomento “BUCCIA D’ARANCIA” è uno dei più gettonati tra le giovani italiane, in ogni stagione.

Come abbiamo già scritto in numerosi articoli sull’argomento, attenzione a non farne un’ossessione.

Le donne sono capaci anche di ridursi ad un ammasso di ossa pur di evitare cuscinetti e buccia d’arancia” che, molte volte, persistono anche nella donna ormai troppo magra per essere bella.

Non dimentichiamo che le diete drastiche fanno dimagrire, ma mettono a rischio la tonicità della pelle in genere e di quella del viso, dell’addome e del seno, in particolare.

Essere magre, ma con seno  e guance con i segni anticipati della vecchiaia, non è certo il massimo !

Le operazioni di chirurgia plastica creano dipendenza e hanno bisogno di continui ritocchi, senza parlare dei costi e dei rischi;  anche di risultati non felici…

Purtroppo le riviste femminili ormai hanno convinto tutte le donne che la pelle a buccia d’arancia è una vera e propria patologia.

Di fatto basterebbero poche regole igieniche, che tutte le mamme dovrebbero insegnare alle figlie,  per evitare il formarsi della buccia d’arancia e di ingrassare : 

 -1a regola: fare sempre le scale, se abitare al 12° piano fate almeno i primi 3/5 piani e poi  prendete l’ascensore.

FARE LE SCALE E’ UN’ATTIVITA’ QUOTIDIANA CHE NON COSTA NULLA E FA MEGLIO, SE FATTO PER TUTTA LA VITA TUTTI I GIORNI, DELLE COSTOSE, IMPEGNATIVE  E NOIOSE SEDUTE IN PALESTRA (che richiedono molto più stress: rispetto degli orari, trasferimento sino alla palestra, magari ricerca forsennata del parcheggio, cambio di abito, doccia ecc.. respirare aria proveniente da condizionatori e magari la palestra si trova vicino ad una via a  grande circolazione….altro stress, anche per la salute die polmoni,  da aggiungere a una giornata già atressante).

 -2a regola: camminare almeno 30′ al giorno. Lasciare la macchina a casa e usare i mezzi pubblici, comporta comunque un bel movimento fisico, idem lasciando l’auto un poco lontano dalla meta finale.

 -3a regola andare in piscina anche solo una volta la settimana, ma SEMPRE ! O quasi.

 -4a regola sfruttare il fine settimana per fare vita all’aria aperta, sportiva se si è sportive o semplicemente grandi camminate nel verde o percorsi in città, sempre camminando.

 Solo con queste semplici regole è difficile che i cuscinetti e la buccia d’arancia si instaurino nel vostro corpo.

 Quindi essere belle e solo QUESTIONE DI STILE DI VITA.

 NON SIAMO CONTRO LA PALESTRA, ma vi siete mai chieste se mai avranno cambiato i filtri dell’aria condizionata e che tipo di aria entra  in quella palestra, magari da una strada trafficatissima !

 E così i benefici della palestra si riducono drasticamente  in danno, a lungo tempo e quindi non visibile, per la vostra salute.

 NON DIMENTICATE CHE  vivere in una città inquinata come Milano comporta l’assunzione di veleni che possono essere paragonati al fummo di 90 sigarette al giorno !

 Considerato che pasti a base di frutta e verdura, alternati a pasti anche altamente proteici (latte magro, yogurt magro;  NON QUELLI ALLA FRUTTA RICCHISSIMI DI ZUCCHERI !!!.

PASTA E RISO MAI PIU’ DI 75 GR.; SE NON SIAMO DELLE DONNE SPORTIVE O ABBIAMO UN ALTO CONSUMO ENERGETICO PER IL NOSTRO STILE DI VITA.

Gli agrumi, solo spremute fresche e non succhi di frutta … aiutano a dimagrire e a bruciare i grassi. (ovviamente se avete patologie particolari allo stomaco frequenti spremute potrebbero peggiorarNe l’acidità  (meglio curare BENE prima i problemi di stomaco)

Per non avere l’effetto caduta della pelle, capelli deboli, unghie deboli ecc… carne in quantitativi ragionevoli e di ottima qualità, pesce, grana, uova almeno 3 alla settimana se non si hanno problemi di colesterolo, altrimenti 2), una volta la settimana anche una scatola di sardine fornisce (come le acciughe) sane proteine e sali minerali che possono fare miracoli, perché non provare?

QUELLO CHE CONTA E’ LA COSTANZA, ANCHE IL CIBO DEVE RIFLETTERE UNO STILE DI VITA SANO, TUTTI I GIORNI (o quasi)

 Solo così potremo vincere la guerra contro i cuscinetti che vanno prevenuti più che curati…

 Non dimentichiamo che una brava massaggiatrice può fare molto, se l’aiutiamo con un sano stile di vita che duri tutta la vita !!!

Una festa delle donne che duri tutto l’anno …

Care lettrici,

grazie per la pazienza con la quale ci seguite.

Non riceviamo e non vogliamo un centesimo di pubblicità, scegliamo solo in base ai nostri gusti.

Non abbiamo alcuna ONLUS o EU o partito che ci finanzia… ma qualche collega giornalista che ci ritiene stupide perché lavoriamo GRATIS !

E ci scusiamo per gli errori; alle volte scriviamo alla sera prima di cena, stanche e con gli occhi che vedono male (purtroppo anche con gli occhiali).; il resto lo fa il corrrettore automatico del Mac dal quale scriviamo; che cambia ripetutamente le parole, che gli sembrano sbagliate, non si capisce per quale motivo…

Comunque grazie a tutte e a tutti coloro che ci seguono

Admin

 

Cosmesi sicura – Avene prodotti di qualità

Avene è una linea di cosmetici in vendita in farmacia.

In origine fu creata per aiutare coloro che avevano gravi problemi di sensibilità cutanea; arrossamenti, allergie ecc…

La qualità e l’efficacia dei prodotti ha poi attirato anche una clientela che voleva solo un prodotto di sicura qualità; esente da sostanze irritanti e dannose.

Ed ecco così il grande successo di Avene.

Ora la linea comprende prodotti per ogni necessità.

I nostri preferiti rimangono i prodotti per il corpo:

detergenti,anche a base di olio,  che non seccano la pelle sotto la doccia o in bagno

-shampoo che non seccano i capelli

-oli e creme per il corpo e il sole.

Ora abbiamo scopeto anche buoni prodotti per la pelle.

Ottimo, in particolare, la crema per il contorno occhi, che non irrita assolutamente anche gli occhi più sensibili.

San Valentino regala oro ETICO – Non oro che arriva dalla sofferenza

ORO E DIAMANTI  provenivano solo  dal sacrificio di uomini e ambiente

anche la vostra fede nunziale puo’ rispettare l’ambiente e le persone

Cos’è un gioiello etico?

Un gioiello  prodotto ed estratto in modo che per queste  pietre o metallo non abbiano sofferto delle persone o l’ambiente.

Intere parti di oceano e fiumi sono pieni di mercurio , che avvelena e uccide anche l’uomo che ne mangia i pesci …

Il mercurio è sempre servito per estrarre l’oro .. ma oggi qualcuni fa le cose per bene nel rispetto di tutti …

L’oro Ethical Gold arriva da realtà minerarie in cui i minatori sono cooperanti o co-proprietari stessi dei bacini

-lavorano in condizioni di sicurezza e di completo rispetto per la persona

-estraendo l’oro con mezzi sostenibili per l’ambiente.

http://www.gioielleriabelloni.com/ethical-gold/

Bastano pochi click sui principali motori di ricerca per entrare nel complesso mondo dei diamanti etici, ma come riconoscere una gemma davvero etica da una pietra che di etico ha solo il titolo?

Ecco alcuni consigli per voi: httpv://www. youtube.com/watch?v=IBI2EbBMtc4.

Regali per se stesse o San Valentino ? scarpe – borse – accessori su misura anche su disegno

 

Scarpe belle eleganti e in morbidissima pelle

Una giovane artista rumena crea scarpe come splendidi oggetti da amare

Scarpe FANTASIOSE, sportive o scarpe eleganti dai tacchi vertiginosi, scarpe comode come pantofole o sandali in pelle ricamati come pizzo  … perché non dare un occhio a questo incantevole sito internet  http://biancageorgescu.ro

Costo: sui 120 / 130 euro

Potete vedere il suo lavoro e spedire richieste anche di scarpe su disegno a : http://biancageorgescu.ro

Il trucco c’è e si vede – Cosa mettiamo sulla nostra pelle ! ?

Beatrice Mautino

Il trucco c’è e si vede

Questo libro è scritto da una donna scienziata: Beatrice Mautino.

Il libro inizia con un anedotto; l’autrice si trova in un supermercato e le “sapone non sapone” !!!????

Cosa vorrà dire ? C’è un trucco?

Beatrice Mautino, prende per mano la lettrice e spiega con competenza quanti sogni ci vende l’industria dei cosmetici e quanti soldi sprechiamo credendo di acquistare il meglio.

Inoltre il libro ci informa anche su allarmi ingiustificati.

Tante pagine che aiutano la consumatrice, o il consumatore, compulsivo e vittima della pubblicità, sempre più invadente e convincente anche con parole e statistiche ambigue; studiate ad hoc per ingannare il consumatore impreparato.

Il trucco c’è e si vede, Beatrice Mautino, Chiarelettere, 15 euro.

Super regalo di Natale ? Profumi di nicchia Nobile 1942 – “Perdizione”

L’azienda di profumi di nicchia Nobile 1942 crea la Fragranza Suprema “Perdizione” in collaborazione con Daniele Giovani.

L’intrigante Eau de Parfum rosso è una bella idea per l’e-shopping di Natale.

Daniele Giovani, Nobile 1942. Dalla collaborazione tra Daniele Giovani, anima dell’innovativa boutique salotto di Corso Genova 13 a Milano capace di selezionare ricercati accessori e la storica Azienda genovese Nobile 1942, brand italiano che profuma di arte e tradizione, nasce la fragranza suprema “Perdizione”, l’irresistibile “perfume code”.

L’eau de Parfum dalla elegante confezione rosso fuoco, rilascia in sequenza intriganti note olfattive, che dal bergamotto e pompelmo passano al nèroli e fior d’arancio scaldati dall’ylang-ylang e dalla rosa.

Per finire al legno di cedro insieme alla vaniglia e al muschio.

Un pout-pourri di sensazioni e suggestioni che accompagnano una donna speciale e il suo desiderio di raccontarsi in dettagli dalle mille emozioni.

Saper “indossare” una fragranza non è da tutte…

Perdizione è in vendita nella Boutique di accessori multimarca Daniele Giovani Milano in Corso Genova 13 e nell’e-shop www.danielegiovanimilano.com dove si ha la possibilità di acquistare, anche online, calzature, borse, bijoux e profumi esclusivamente Made in Italy. Ma anche in selezionati punti vendita di profumi di nicchia in tutto il mondo dove il marchio Nobile 1942 è presente.

In vendita su internet da 99 euro, vedi al link: https://www.google.it/search?source=hp&ei=bngIWqmAJIztaoGdiuAL&q=Fragranza+Suprema+%E2%80%9CPerdizione%E2%80%9D&oq=Fragranza+Suprema+%E2%80%9CPerdizione%E2%80%9D&gs_l=psy-ab.3..35i39k1l6.2757.2757.0.2761.3.2.0.0.0.0.0.0..1.0….0…1.2.64.psy-ab..2.1.96.6…96.aX9Y8dUzV78

DANIELE GIOVANI MILANO , DETTAGLI D’AUTORE…

Un a boutique donna dal concept creativo e innovativo, per una proposta accessorio raffinata, ricercata, made in Italy… Daniele Giovani esprime così il suo lusso delicato, il suo spiccato senso estetico, ideando un nuovo fashion appeal che promuove una femminilità dai contorni esclusivi, disegnati ad arte selezionando con estrema cura eccellenze artigianali, espressioni cult della nostra moda, in uno spazio couture ricco di “perle” delle firme più sfiziose.
In Corso Genova 13 a Milano, l’elegante vetrina del suo brand illumina scarpe, borse, cinture, guanti, bijoux e profumi, preziosi pezzi di collezioni d’autore, chicche scelte singolarmente per suggerire un total accessory look dalle intense note di fascino.
Suggestioni che si mischiano a emozioni nell’osservare quei piccoli capolavori che rispondono a griffe che il mondo guarda con stupore da Padovan Milano a Orciani, da Caterina Lucchi a Bianchi e Nardi 1946, a Giorgio Fabiani, Greymer, Vic Matié, Ines de la Fressange, Antonio Marras, Alberto Guardiani, Pollini, no.nu, Siberian Soup FullART fino alle passioni profumo Antonio Alessandria e Nobile 1942.
Oltre a tanti altri incantevoli “capricci” tutti da scoprire, tutti da indossare che possono anche essere comprati online nel e-shop www.danielegiovanimilano.com
Daniele Giovani Milano , se la grande bellezza è nella cura del dettaglio…

DANIELE GIOVANI
Biografia, Filosofia, Mission

Sono nato in una sera di maggio nella Milano degli anni ’80: un periodo magico, in cui la moda italiana riusciva a esprimere l’estro e l’innovazione dei suoi maggiori talenti e affermare la notorietà del Made in Italy in tutti i principali mercati mondiali.
Di questo periodo di magica “effervescenza” qualche scintilla deve aver raggiunto la mia essenza più profonda ed è forse per questo che i miei interessi si sono rivolti all’ambito della moda. Mi sono dunque laureato in “Design della moda” al Politecnico di Milano e, successivamente, ho seguito un corso di stilismo a Parigi affinando il mio gusto estetico in una visione internazionale.
Sono sempre stato colpito dalla progettualità e dall’architettura che possiedono i migliori accessori di moda: scarpe, borse, profumi e tutti gli elementi di stile che considero dei prolungamenti di sé, punti centrali nella creazione e nello sviluppo della propria immagine, valori aggiunti per poter arricchire anche l’abito più semplice, rinnovandolo e rendendolo adatto ad ogni occasione.
Gli accessori consentono, inoltre, di esprimere al meglio le innovazioni del design e l’abilità e la perizia della tradizione artigianale. Mi stupisce la creatività e la bellezza che si possono ritrovare in una borsa, in una scarpa, in una cintura o in un foulard e noto che spesso l’innovazione poggia su tracce antiche.
Ho sempre vissuto con grande interesse i diversi momenti della ricerca e della selezione degli accessori, cercando di creare soluzioni di moda inedite e raffinate. Per questo motivo ho deciso di dedicarmi al lavoro del Fashion Buyer aggiungendo al mio bagaglio culturale nozioni di marketing e branding. E così mi sono specializzato in marketing e comunicazione per la moda all’Università IULM di Milano. Ho concluso i miei studi con un corso a livello master in “Design Management” presso lo IED.
Nel 2014 ho aperto la mia Boutique multimarca in corso Genova 13 a Milano.
Credo nel Made in Italy, inimitabile mix di ricercatezza nel design, tradizione artigianale, produzioni innovative, passione per la sperimentazione, unione tra passato e presente.
Ed è proprio per questo motivo che, nella scelta degli accessori per la Boutique, intendo rivolgermi esclusivamente a realtà produttive italiane privilegiando l’attenzione verso l’artigianalità e la sperimentazione.
Ritengo che queste caratteristiche possano essere presenti sia all’interno della produzione di marche storiche e famose, sia nelle attività di designer emergenti: due mondi apparentemente lontani ma legati da un forte filo conduttore che credo sia opportuno valorizzare.
Reputo che il Made in Italy abbia bisogno di forze giovani, vitalità e spirito d’iniziativa.
Il mio scopo è quello di contribuire a sostenere il vero Made in Italy e cercare di conservare l’eccellenza produttiva dei distretti italiani.
Con la mia Boutique intendo “oppormi” sia alla delocalizzazione sia al trasferimento verso l’estero di investimenti volti all’innovazione produttiva. Questo sforzo appassionato e costante ha lo scopo di rendere il giusto merito al primato del Made in Italy nel mondo.

Daniele Giovani Milano
www.danielegiovanimilano.com
Corso Genova 13, 20123 Milano
Tel. 02 89415079
aperto il lunedì dalle 15.30 alle 19.30
dal martedì al sabato dalle ore 10.00 alle 14.00 e dalle 15.30 alle 19.30
PayPal
carte di credito: Visa, Mastercard, Maestro
social: Instagram, Facebook
Tram 2 – 14
MM 2 Porta Genova, Sant’Agostino