Archivi categoria: alluce valgo

Salute dopo i 60 anni – Alluce Valgo nuove tecniche chirurgiche

Alluce Valgo, prima un fastidio, soprattutto per le donne che amano mettere scarpe particolarmente eleganti, poi con il passare degli anni, se le dimensioni dell’alluce valgo diventano sempre più importanti, anche dolori che possono diventare insopportabili.

Primo consiglio elementare è quello di acquistare scarpe comode, sin dai primi problemi, magari una misua o due in più e/o farsi fare un buon plantare su misura.

Non è consigliabile continuare a mettere le medesime scarpe; che causano dolori e compressioni che non fanno bene al piede.

L’operazione è chiaramente l’ultima soluzione, quando e se il problema progredisce al punto da non riuscire a gestirlo con soluzioni più semplici.

Correzione Alluce Valgo/ Metatarsalgia sono  “Mini Invasivo” in quanto le correzioni  sono effettuate con piccole incisioni cutanee

L’interventi chirurgico dell’Alluce Valgo serve a ristabilire una articolazione adeguata, correggere tutte le alterazioni dell’avampiede (lussazioni delle MF centrali, dita a martello ecc.). Oggi si tende a  modificare anche le alterazioni retro-avampodaliche.

Sino a poco tempo fa si trattava di operazione complessa che richiedeva lunghi tempi di guarigone con conseguenti problemi.

Oggi, se il chirurgo è all’altezza e lo ritiene il cas, la guarigione avviene in tempi abbastanza brevi.

L’operazione avviene attraverso tre soli forellini nel piede; ecco perché il chirurgo deve avere un’ottimale conoscenza anatomica ed esperienza.

Durante l’operazione si lavora a cielo chiuso (non si vede dove lavorano gli attrezzi del chirurgo) e si deve evitare che le frese danneggino le strutture anatomiche, isoprattutto tendini o nervi sensitivi.

Al momento in Italia sono pochissimi i chirurgi che hanno alle spalle una serie di operazioni di questo ultimo genere ben riuscite.

Vantaggi

  • Assenza di dolore post-operatorio.
  • Procedura ambulatoriale senza bisogni di ricovero post-operatorio.
  • Anestesia locale direttamente sul piede.
  • Assenza di compressioni emostatiche.
  • Recupero precoce della deambulazione.
  • Nessuna cicatrice chirurgica.
  • Minori possibilità di complicanze rispetto alla chirurgia aperta.

DOLORE DOPO OPERAZIONE ???

Premesso che l’anestesia generalmente basta a non dare sensazioni di dolore forte anche subito dopo l’intervento, in caso  di dolore  è sufficiente assumere paracetamolo come analgesico  al dosaggio di 1000 mg (1 gr) ogni 6 ore, 4 volte al giorno. In alcuni casi si consiglia anche un anti-infiammatorio (Mesulid, Aulin, Oki, ecc).

A volte per ridurre il fastidio è sufficiente applicare del ghiaccio o stare distesi con la gamba sollevata.

Piccole fratture chirurgiche generate dall’intervento potrebbero provocare scricchiolii, è del tutto normale e non deve preoccupare.

La durata della convalescenza varia da persona a persona ed è strettamente collegata alla tipologia di intervento e al numero di fratture.

La normale deambulazione potrebbe essere possibile anche una ventina di giorni dall’intervento, la guida della autovettura dal 30esimo giorno; i tempi previsti saranno spiegati dal chirurgo caso per caso.

Possono anche essere necessari alcuni mesi prima che il piede recuperi la sua morfologia naturale.

Non rispettare i comportamenti post operatori suggerito,  il tentativo di anticipare o ritardare la tempistica post operatoria o anche solo appoggiare in modo sbagliato il piede, possono causare il parziale o completo fallimento dell’intervento.

Nel periodo post-operatorio si consiglia di utilizzare una calzatura ortopedica e di camminare facendo attenzione a non affaticare troppo il piede operato.

E’ IMPORTANTE RISPETTARE I TEMPI CHE PRESCRIVE IL CHIRURGO

Dopo venti, trenta giorni, se l’osso non non è stato troppo sollecitato, inizia la formazione del callo osseo fibroso. Ma solo dopo circa tre mesi il callo osseo fibroso si calcifica e infine si trasforma in osso.

Il paziente dovrà recarsi in clinica per l’intervento munito di:

  • Impegnativa del medico di base con richiesta di intervento chirurgico
  • Documento di identità,
  • Documenti sanitari ( terapie in corso)
  • Radiografie.

UNO SPECIALISTA CON GRANDE ESPERIENZA:

Il Dott. Bianchi e la sua équipe hanno portato avanti negli anni una continua ricerca di soluzioni sempre meno invasive e sempre più performanti per trattare le patologie dell’avampiede e in special modo l’alluce valgo.

Dal 1995 a oggi è stato sviluppato e condiviso un approccio chirurgico che prende spunto dalla tecnica percutanea adattandola alle specificità dell’avampiede e dell’alluce valgo. Grazie alla continua ricerca di miglioramento, nell’ottica di mantenere un approccio il più naturale possibile, il Dott. Bianchi e la sua équipe risolvono chirurgicamente le problematiche dell’alluce valgo con interventi poco invasivi, rapidi, senza fare uso di mezzi di sintesi (viti, placche o fili), stabilizzando le fratture in modo naturale grazie al bendaggio post-operatorio e altri accorgimenti

La tecnica proposta da Dott. Nicola Del Bianco prevede la correzione della deformità in valgo dell’alluce mediante tre minuscoli accessi cutanei e quattro tempi chirurgici.

Il primo consiste nella sezione del tendine dell’adduttore e della capsula laterale, la cui retrazione è responsabile della deviazione esterna del dito, mediante l’introduzione all’interno dell’articolazione di una piccolissima lama da bisturi, che con un movimento di leva dall’interno all’esterno permette di liberare l’inserzione tendinea dalla base della falange (lateral release).

Il secondo tempo, il più importante, viene effettuato introducendo nel piede, attraverso un accesso alla base della caratteristica prominenza, dopo aver scollato dall’osso i tessuti molli e la capsula, una particolare fresa, che montata su una turbina a motore caratterizzato da pochi giri ma elevata potenza, permette di regolarizzare il profilo metatarsale eccedente.

Tale resezione non deve essere però eccessiva, così come viene di solito fatto da chirurghi con scarsa esperienza di chirurgia del piede, che fanno della resezione antiestetica lo scopo della loro procedura percutanea.

Elenco ambulatori in Italia: https://www.allucevalgopbs.it/ambulatori-italia/

Per saperne di più: http://dottnicoladelbianco.com/service/alluce-valgo/