Archivi categoria: VIAGGI

Viaggi: in economia, style&luxury, terme…extra Europa, Europa, Italia,

Esperienze Gourmet a Maiorca 
Ristoranti stellati

Esperienze Gourmet a Maiorca 
Ristoranti stellati nella maggiore delle Isole Baleari

 All’indiscussa fama internazionale delle spiagge eccellenti delle isole Baleari, si unisce una ricca offerta gastronomica e un viaggio in questo arcipelago può diventare un’esperienza gourmet di alto livello.

La cucina locale è il risultato di un mix perfetto tra materie prime di grande qualità e antiche ricette.

Tutte le quattro isole si caratterizzano tra le destinazioni ambite tra coloro che amano e ricercano l’esclusività a tavola, ma in particolare a Maiorca è possibile trovare ristoranti riconosciuti dalla celebre Guida Michelin e premiati con ben dieci stelle.

La cucina a Maiorca è ricercata e prestigiosa:

-sull’isola le proposte gastronomiche sono variegate grazie al talento di professionisti che sono in grado di dare un tocco di creatività alle ricette di una volta.

L’esperienza gourmet sulla maggiore delle isole Baleari è un continuo fondersi sperimentale di tradizione e innovazione tipica dei nostri giorni, in una combinazione perfetta tra i molti prodotti locali, tra i quali abbondano quelli riconosciuti con marchi di denominazione di origine protetta.

Ben nove ristoranti sull’isola sono stati premiati con la stella Michelin e dal 2017 uno di questi, lo Zaranda ne vanta addirittura due. Situato a Calvía, all’interno dell’hotel 5 stelle Castel Son Claret, questo ristorante di alta cucina è gestito dallo chef Fernando Pérez che prima di approdare a Maiorca ha avuto la possibilità di collaborare con molti ristoranti stellati a livello internazionale, fino ad avviare il proprio locale nella Spagna continentale e lì guadagnare la prima stella della sua carriera professionale.

Lo Zaranda consta di un’unica sala, con vista sulle attività della cucina, e di un sobrio dehors. Il fine talento dello chef conquista il palato tramite un’offerta culinaria originale, basata su alcuni menù aperti che lasciano al commensale la possibilità di comporre la propria selezione di piatti.

Al Jardín, Macarena de Castro – riconosciuta tra le migliori 10 giovani chef di Spagna – propone ricette tradizionali maiorchine riviste in chiave moderna: il comune denominatore dei piatti del Jardin è la semplicità degli ingredienti, che devono essere pochi, locali e rigorosamente di stagione. Questo grazioso ristorante fondato nel 1996 da Dani de Castro, fratello sommelier della chef, si trova in una delle zone più turistiche di Maiorca, Port d’Alcudia, e da qualche anno ha incluso tra i propri servizi anche quello di catering per eventi in varie location isolane.

Presso il ristorante Fosh dell’hotel Convent de la Missió, lo chef Marc Fosh propone ai commensali un delizioso e suggestivo menù ispirato a ricette mediterranee ricche di originalità e creatività. La sala del Fosh è situata in un seminario del Seicento che dopo una attenta ristrutturazione presenta un’estetica avanguardista, con spazi spogli decorati in stile minimalista nei toni del bianco e del nero, e affaccia su un’ampia terrazza in cui un muro di acqua a cascata accoglie gli ospiti in un ambiente suggestivo.

Gli altri ristoranti stellati sull’isola di Maiorca sono l’Es Molí d’en Bou, presso l’hotel Protur Sa Coma Playa Hotel & Spa, il Es Fum a Costa d’en Blanes e il Es Racó des Teix a Deia, il Predi Son Jaumell dove è di casa lo chef Andreu Genestra, il Restaurante Argos e il Restaurante Adrián Quetglas.

Per informazioni sull’isola di Maiorca, visita www.infomallorca.net

WEEKEND PER TERME RELAX GASTSRONOMIA ED ARTE IN ROMAGNA

19” TERME DELLA FRATTA ” (Forlì)

La zona di Forlì è un’interessante meta per un fine settimana di terme – relax – cultura e gastronomia.

0 forli hotel

Qui i prezzi sono ancora accettabili, ragionevoli, come è rispettata la vera tradizionale ospitalità e genuinità gastronomica. Non finte trattorie, ma genuine paste fatte in casa, a volte ancora dalla medesima padrona del ristorante.

La cura termale è particolarmente conveniente e fisiologicamente più valida nella mezza stagione. Da ottobre e prima di giugno, le tariffe scendono e non è difficile trovare numerose offerte speciali anche per soggiorni lunghi necessari per le cure più o meno gratuite; a seconda delle convenzioni con il Sistema Sanitario Nazionale.

Noi abbiamo cenato al ristorante ” IL RUSTICHELLO ” e non lo dimenticheremo; ottimi salumi, tagliolini veramente fatti in casa e funghi porcini, verdure alla griglia con castrato e salsicce al forno, ottimi anche la panna cotta e il vino della casa. Chiuso lunedì e martedì, via Vittorio Veneto 7, tel. 0543. 49 52 11 Meldola (Forlì).

L’offerta alberghiera è varia e accontenta ogni esigenza.

LA ZONA E’ RAGGIUNGIBILE DALLE VARIE PARTI D’ITALIA ANCHE CON LA FERROVIA: FRECCIA ROSSA SINO A BOLOGNA E POI I VARI TRENI LOCALI SUFFCIENTEMENTE FREQUENTI. L’ALBERGO, A VOLTE, SI PRESTA CON UN SERVIZIO DI NAVETTA PER IL COLLEGAMENTO.

Il pregio più grande forse, oltre alla speciali qualità delle acque, è la sicurezza di trovare sempre una calda accoglienza.

Le acque termali locali offrono piscine, quasi sempre nel medesimo albergo, dove il corpo si rilassa e assorbe i principi curativi delle stesse. Rrelax e cibo buono fanno il resto.

Non mancano le ormai onnipresenti saune, di vario tipo, le docce per la cromoterapia, i percorsi in acqua per la riattivazione della circolazione sanguigna delle gambe in particolare, i bagni turchi e la gigantesca offerta di soluzioni personalizzate di massaggi, fanghi, cure medico estetiche e quant’altro offrono oggi le terme; a partire dai pacchetti speciali.

I dintorni di Forlì sono una meta che merita la nostra attenzione; grazie alla sua particolare concentrazione di luoghi termali, di eccellente gastronomia ( quella vera, dove ancora si serve la pasta fatta nel ristorante e non comprata da produzioni industriali ad hoc; come ormai accade sempre più frequentemente, soprattutto nei ristoranti “alla moda” ) e d’ arte.

WEEKEND ALLE ” TERME DELLA FRATTA ” IN Emilia Romagna

A 15 minuti da Forlì trovate un angolo speciale dove vi attende cordialità italiana, ottimi ristoranti, o dieta speciale e gradevole, ma anche un angolo dove rigenerarsi e dimenticare lo stress quotidiano.

La cornice è quella di un Grand Hotel, con tutti i confort.

Le terme di Fratta offrono numerosi trattamenti ed acque minerali bicarbonate, alcaline, sulfuree ipertermali; alla temperatura di 45°. Piscina termale con acqua fluente.

Qui trovate tutto il relax che volete, ogni tipo di cura o massaggio; secondo le vostre necessità.

Se non alloggiate al Grand Hotel Terme della Fratta, 4 stelle con prezzi interessanti per la qualità offerta, potete sempre pagare un abbonamento od un biglietto giornaliero o ad ore E USUFRUIRE DELE TERME.

Durante un fine settimana o un periodo più lungo, potrete sperimentare decine di varie soluzioni, studiate per il vostro benessere; tra le tante:

-bagni nelle piscine termali, percorso Kneipp, saune, docce colorate, idromassaggi ai piedi ecc…

-bagno di olio al corpo personalizzato (34′; 34 euro)
-idromassaggio in acqua termale con oli essenziali
-peeling corpo al ceffé, miele ecc…
-pulizia viso (49 euro)
-linfodrenaggio
e tanti altri trattamenti e massaggi speciali (i massaggi partono da € 37 per 30′).

INOLTRE:

-visita medica estetica
-chek up cutaneo
-chek up completo
-dieta personalizzata
-peeling
-mesoterapia estetica
-tattamenti rughe, filler, botulino
-peeling medici ecc…

NUMEROSI I PACCHETTI SPECIALI E LE OFFERTE.

Sono possibili anche cicli di cura, a carico delle S.S.N., con pagamento dell’eventuale ticket.

Si va dai cicli di cure inalatorie a quelle per la sordità rinogena, ai fanghi-bagni terapeutici, ma anche vasculopatie, irrigazioni, cicli di stufe o grotte. Non mancano nemmeno le cure per l’apparato digerente.

SE VOLETE SOGGIORNARE NEL GRAND HOTEL TERME DI FRATTA; DOVE E’ SITUATA LA PISCINA TERMALE:

mezza pensione

-da 54 euro, in bassa stagione (2.11-29.12) camera doppia, minimo 3 notti, tariffa giornaliera a persona
-da 69 euro come sopra, dal 2.1.al 6.1.2016
-GIORNI SPECIALI:
7 gennaio-2aprile-7-23 aprile; 1-17 dicembre dalla domenica al giovedì; sconto di 15 euro al giorno

SPECIALE SINGLE
NESSUN SUPPLEMENTO NELLA FASCIA A 7.1-2.4 // 2.11-29-12

La stessa qualità delle acque la trovate nella splendida località di Bagni di Romagna; in questo caso l’hotel gemello al Terme della Fratta, si chiama “Grand Hotel Terme Roseo”.

——————————

BAGNO DI ROMAGNA

Bagno di Romagna è la meta ideale per chi ricerca: autentico relax, ottima cucina, migliorare il proprio stato di salute e qualche giorno fuori dal quotidiano.

-Una sana attività fisica, bagni termali, saune, massaggi e molto altro, ci aiuteranno a smaltire non solo tossine e centimetri, ma ci permetteranno anche qualche strappo alla regola per godere dei deliziosi prodotti di questa terra.

-Bagno di Romagna era già noto ai romani per le sue acque che sgorgano a 45°ricche di preziose sostanze naturali.

-Tra Firenze e San Marino, Bagno di Romagna è al centro di altre mete culturali indimenticabili come: Siena, Perugia, Assisi, Gubbio, Urbino e non lontano dalla riviera adriatica dove si possono fare delle indimenticabili puntate gastronomiche a base di pesce.

-Quaranta minuti di auto per raggiungere il mare, un’ora per Assisi, Perugia, Arezzo ecc…
I fedeli frequentatori di questa località, apprezzano anche la cordialità dei locali e le numerose feste tradizionali.
-Tornare a Bagno di Romagna è come tornare in un luogo amico, dove ci si incontra volentieri per vivere momenti profondamente rilassanti, che la vita moderna vuole farci dimenticare.
-Le grandi arterie di traffico non passano da qui ed anche l’aria è salutare; proprio come i tagliolini fatti in casa.
-Alberghi, B&B e appartamenti, accontentano tutti per un buon rapporto qualità prezzo.

Grand Hotel Terme Roseo; Hotel a 4 stelle; un classico che accontenta sempre anche il cliente esigente.
Indirizzo: Piazza Ricasoli, 47021 Bagno di Romagna FC
Tel.:0543 911016.

-A noi è piaciuto anche l’Hotel Ròseo Euroterme Wellness;
http://www.euroterme.com
OFFERTA SPECIALI SINO AL 30.4.2015

——————
COSA OFFRE L’EMILIA -ROMAGNA OLTRE ALLA STORICA OSPITALITA’, TREME E BUONA CUCINA?

-100 chilometri di costa
-10 grandi città d’arte e moltissimi centri minori, dove troverete storia e cultura millenarie
-più di 25 grandi campi da golf
-13 porti attrezzati
-percorsi cicloturistici e  naturalistici per un vero contatto con la natura.

DI SEGUITO ALCUNE ALTRE POSSIBILI SCELTE IN EMILIA-ROMAGNA: vedi anche http://www.emiliaromagnaterme.it

19 località con 26 Centri Termali, distribuiti nelle 8 provincie della regione.

-Terme della Salvarola; antico stabilimento termale di 2300 m²
-Terme di Castel San Pietro, qui l’origine delle cure termali  risale al 1337
-Hotel delle Terme di Santa Agnese; l’uso termale della sorgente di S.Agnese è documentato sin dal 1° secolo d.C. in epoca romana
-ecc…
Una visita nei dintorni, durante le cure termali o per un solo weekend, vi permetterà di scoprire tanti luoghi dove tornare la volta successiva.

Rayanair – Vacanze rovinate da ritardi aerei – Farsi rimborsare anche due anni dopo ….

Avete tempo fino a 3 anni dall’accaduto per procedere al rimborso …

Rayanair voli cancellati per 400 mila passeggeri – settembre 2017

La compagnia aerea rimborserà i passeggeri che si vedranno cancellati il volo o offrirà un volo alternativo per evitare il più possibile i disagi ai propri clienti. I voli cancellati saranno circa il 2% del totale.

:::::::::::

Quali sono gli aeroporti che hanno registrato maggiori disagi (statistiche generiche del 2016) ?

Partenze estive:

-i migliori e peggiori aeroporti secondo AirHelp

-

Il 70% dei viaggiatori prenderà un aereo per raggiungere la propria meta delle vacanze

Lo scorso anno, i piani estivi di quasi 265.000 passeggeri sono stati rovinati da ritardi e cancellazioni:gli italiani avrebbero diritto a rimborsi per oltre 94 milioni di euro

 – Valigie pronte per quasi 33,5 milioni di italiani.

Si prevede che il 70% dei viaggiatori prenderà un aereo per raggiungere la meta desiderata: non sempre però questo passaggio è esente da problemi.

Sono stati quasi 265mila (per l’esattezza 264.255) i viaggiatori che nell’estate 2016 hanno visto i loro piani estivi rovinati da un forte ritardo, dalla perdita di una coincidenza o addirittura da un volo cancellato.

Gli italiani avrebbero diritto a rimborsi per oltre 94 milioni di euro dalle compagnie aeree per questi disagi e hanno tempo fino a 3 anni dall’accaduto per procedere.

Un diritto in molti casi sconosciuto ai passeggeri e omesso dalle compagnie aeree (meno del 2% degli aventi diritto ha richiesto ed ottenuto il risarcimento).

Tutte le compagnie aeree, comprese le low cost, devono infatti corrispondere da 250€ a fino 600€ di rimborso a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto acquistato.

Lorenzo Asuni, Country Manager di AirHelp, sottolinea:

È ora di muoversi per ottenere quanto in nostro diritto in caso di problemi, le leggi esistono e tutelano i passeggeri con disagi nei loro voli ed esistono strumenti che rendono queste richieste sempre più facili e veloci anche per voli di 3 anni fa”.

Quali sono gli aeroporti che hanno registrato maggiori disagi?

Nel periodo estivo dello scorso anno, due aeroporti in Italia si sono distinti per la grande quantità di disagi:

-Roma Fiumicino: 77.636 passeggeri aventi diritto ad un risarcimento per un totale di 32,4 milioni di euro di rimborsi potenziali;

Milano Malpensa: 61.088 passeggeri e rimborsi per 23,9 Milioni di euro nello scalo milanese.

Spiccano anche le destinazioni tipicamente estive come Olbia quasi 9 mila passeggeri con disagi sui loro voli ed una percentuale di voli afflitti da problemi tra le più alte in Italia.

A Napoli potenziali risarcimenti per 4,3 milioni di euro e non se la passano meglio le destinazioni siciliane con Palermo (1,4 milioni) e Catania (1,5 milioni).

 

AirHelp, società che ha aiutato oltre 3 Milioni di passeggeri ad ottenere il rimborso per i loro voli in ritardo o cancellati, ha voluto analizzare i dati della scorsa estate per determinare quali sono state le mete con maggiori problemi.

AirHelp

AirHelp. è stata fondata nel 2013 da Henrik Zillmer, Nicolas Michaelsen, Greg Roodt e Morten Lund ed ha aiutato negli utlimi 4 anni oltre 3 milioni di passeggeri ad ottenere oltre 200 milioni di € in risarcimenti.

L’azienda è parte di Y-Combinator, il più grande accelleratore di start up al Mondo, ed aiuta i passeggeri di tutto il mondo ad ottenere il risarcimento dovuto in caso di volo in ritardo, volo cancellato o in overbooking. Il lavoro di AirHelp è quello di far rispettare ai vettori aerei i loro obblighi, online e attraverso organismi di controllo nazionali, con l’obiettivo di rendere le domande di risarcimento il più semplice e fluide possibile.

VEDI COME AL LINK:

AirHelp – Ottieni fino a 600€ per il ritardo dei tuoi voli

WEEKEND con i Bambini a Milano – Il castello dei sogni … Sforzesco

VISITA GUIDATA AL CASTELLO SFORZESCO PER BAMBINI


Tutte le più belle fiabe narrano di grandi e meravigliosi castelli, alcuni incantati, altri protetti da animali feroci, alcuni magici e altri abitati da principi cattivi e crudeli… ma quali di queste storie sono vere e quali false? Chi abitava davvero i castelli? E com’era la vita all’interno di quei grandi palazzi dalle tante torri?

Quali intrighi e quali vicende vi si svolgevano? E cosa rimane oggi degli antichi castelli?

A queste e a tante altre domande risponde la visita guidata per bambini al Castello Sforzesco, che porterà i più piccoli alla scoperta di uno dei grandi simboli artistici e storici della città, in un gioco di continua scoperta di verità storiche e di curiosità, di strani misteri, di grandi leggende e di tante bizzarrie.

Il percorso propone una visita all’interno del Castello Sforzesco di Milano per conoscerlo in modo divertente e affascinante, attraverso personaggi realmente esistiti che ci racconteranno la loro storia e le vicende del Castello. Un viaggio giocoso tra passato e presente per imparare ad osservare i particolari di opere d’arte e decorazioni magnifiche, accompagnati da diverse voci narranti che ci lasceranno indizi da decifrare.

Attraverseremo le sale dove lo stesso Leonardo Da Vinci era passato lasciandoci un magnifico regalo. Si conclude la visita ammirando l’ultima opera realizzata dal grande scultore Michelangelo.

La visita guidata è consigliata a bambini di età compresa fra i 5 e i 10 anni.

ATTENZIONE: le visite guidate di Milanoguida per bambini prevedono sempre la presenza di un accompagnatore adulto.

Durata della visita guidata: 90 minuti circa

Ritrovo: 15 minuti prima

Dove: all’ingresso del Museo di Arte Antica del Castello Sforzesco (biglietteria centrale)

 22,00 euro

IL PREZZO SI RIFERISCE AD UN PACCHETTO PER 1 ADULTO + 1 BAMBINO.

La quota è comprensiva di biglietto di ingresso per adulto e bambino, pratiche di prenotazione, saltafila, visita guidata condotta da una guida laureata in storia dell’arte ed in possesso del patentino abilitativo alla professione di guida turistica rilasciato dalla Provincia, tessera e bollinoMilanoguida che permettono l’accumulo di bonus per ottenere una visita guidata gratuita a scelta.

N.B. Chi fosse interessato a quote aggiuntive per singoli adulti (costo 13,00 euro) o singoli bambini (costo 9,00 euro) è invitato a scriverci a info@milanoguida.com prima di procedere all’acquisto. 

 

Non conosci l’Irlanda se non hai visto anche Belfast

Cultura, natura e vita notturna: Belfast offre spunti di ogni tipo, per conoscere davvero ogni aspetto dell’isola d’Irlanda.

La capitale dell’Irlanda del Nord è una città tutta da scoprire, qualsiasi sia il motivo della vostra vacanza: storia, natura, divertimento, gastronomia e molto altro ancora. È una città ricca di spunti, dove ogni strada e ogni quartiere raccontano una storia.
Gallerie d’arte, locali notturni e ristoranti si susseguono nel Cathedral Quarter: qui si potrà apprezzare la vita notturna, scoprendo artisti emergenti o ascoltando musica in compagnia. È questa la parte della città che è nota per il suo appeal culturale, i suoi club e wine bar. Qui sarà anche possibile gustare i piatti della rinnovata scena gastronomica nordirlandese: carne, formaggi, frutti di mare, birra e distillati tutti prodotti localmente e preparati con passione.
La storia recente si potrà ripercorrere nel quartiere dei murales, immergendosi negli anni Settanta, quelli dei “Troubles”. La maggior parte dei murales, che ricordano personaggi e momenti di quel contrastato periodo storico, si potranno vedere girovagando a piedi o con un tour organizzato, a bordo di un black taxi. Il tour prevede anche la visita ai murales più recenti che ravvivano la città e celebrano icone sportive e culturali.
Un altro importante capitolo della storia cittadina è custodito nel Titanic Quarter, un’area di fronte al mare che custodisce la gloriosa tradizione cantieristica di Belfast. Qui si trova il Titanic Belfast, il centro nominato “World’s Leading Tourist Attraction” nel  2016, che ha accolto dalla sua apertura nel 2012 più di 3 milioni e mezzo di visitatori, provenienti da oltre 145 paesi. Più che di un museo tradizionale si tratta di un’attrazione esperienziale: 9 gallerie interattive, un trenino interno con audioguida (anche in italiano), per visitare i moli ed esperienze immersive rivivendo il mito del Titanic, dalla costruzione al varo e infine alla tragedia.
Nell’ex sede di Harland & Wolff, dove sono stati progettati il Titanic e oltre 1.000 altre navi, è stato inaugurato il 10 settembre il Titanic Belfast Hotel, un prestigioso boutique hotel.
Altri due monumenti di ingegneria navale si possono ammirare nei loro moli d’origine: la SS Nomadic e la HMS Caroline, quest’ultima sopravvissuta alla battaglia dello Jutland. Titanic Belfast è una meta in continua evoluzione, un vero e proprio punto di riferimento per tutti coloro si sono appassionati alla vicenda storica e al film di James Cameron. Di recente, grazie ad accurato lavoro di ricerca, sono stati acquisiti nuovi preziosi reperti: due biglietti d’ingresso per la cerimonia del varo e un orologio d’oro, appartenuto a Lord Pirrie che fu il presidente della Harland e Wolff, la società cantieristica che varò il Titanic il 31 maggio del 1911. Secondo i banditori d’asta, Henry Aldridge & Sons, i due biglietti sono tra i più desiderati nella loro categoria.
Per promuovere in Italia il Titanic Belfast, Turismo Irlandese e Titanic Belfast lanciano un concorso: basterà registrarsi sul sito www.irlanda.com/concorso-titanic, rispondere ad un semplice domanda e si parteciperà all’estrazione di un viaggio per due persone a Belfast. C’è tempo fino al 14 ottobre per tentare la fortuna e vincere una vacanza memorabile.
Anche gli immediati dintorni di Belfast offrono idee di viaggio di tutti i generi. Per i fan della mitica serie TV Trono di Spade, sono addirittura una tappa imprescindibile. Ora che la settima stagione si è conclusa e che si dovrà ingannare il tempo almeno fino al 2019, in città all’ Ulster Museum (ingresso gratuito) sarà possibile ripercorrere i principali eventi dei Sette Regni ammirando l’arazzo che ne celebra le gesta. Ogni settimana, di pari passo con la messa in onda degli episodi, è stato svelato un pezzo del prezioso lavoro di ricamo. A breve distanza dalla città si trovano le location della serie che si possono visitare anche utilizzando i numerosi tour tematici organizzati. Tra le principali segnaliamo: Cushendun,  Dark Hedges, Ballycastle, Ballintoy Harbour e il settecentesco Castle Ward che si trova in uno dei paesaggi più dolci e rilassanti dell’Irlanda del Nord: Strangford Lough.
Strangford Lough, è una profonda insenatura, simile quasi ad un lago, che si raggiunge con un’ora circa di automobile dalla città. Piccole baie e isolette punteggiano la costa: questa meravigliosa area naturale protetta è il luogo ideale per il birdwatching, per visitare giardini e dimore storiche, per ammirare il paesaggio o fare shopping. Per quanto riguarda la gastronomia, assolutamente da provare sono le specialità della zona come le celebri ostriche di Strangford o i gamberetti di Portavogie, le patate Comber, la qualità più pregiata e saporita delle patate irlandesi, il tipico burro di Abernethy.
Un servizio di traghetti, tra Strangford e Portaferry permetterà di visitare entrambe le coste, per un’esplorazione completa di questa meta ancora poco conosciuta.
I collegamenti tra l’Italia e Belfast sono resi ancor più facili dall’accresciuta disponibilità dei voli: Ryanair offre voli diretti con partenze da Orio al Serio due volte alla settimana e Jet2.com volerà da Verona a partire da gennaio 2018. Anche i collegamenti da Dublino a Belfast, via treno e bus, garantiscono un servizio veloce e frequente.
Belfast vi aspetta, con la sua effervescente vita notturna, le sue attrazioni e la sua storia.
www.irlanda.com/belfast

 

Weekend d’autunno – Ticino festa per tutti i golosi

L’AUTUNNO IN TICINO,UNA FESTA PER TUTTI I GUSTI
Castagne, polenta, formaggi, salumi, merlot: un ottimo motivo per recarsi in Ticino e assaggiare queste prelibatezze! Leccornie che si possono gustare anche in autunno durante le numerose feste popolari.

Image

Grottini, Gnocchi e Gourmet
Lugano, Festa d‘autunno | 29.09. – 01.10.2017
La Festa d’autunno che si svolge ai primi di ottobre a Lugano, rappresenta tradizionalmente la fine della lunga stagione dei festival Open Air. In molti luoghi del centro città si possono gustare le specialità che offre la cucina ticinese.

Nei tipici grottini è possibile assaporare piatti come: la büsecca (zuppa ticinese di trippa con verdure), i formaggi dell’alpe, la luganiga e molte altre prelibatezze, accompagnati da vini e liquori della regione. All’interno di una piccola distilleria si ha la possibilità di assistere alla produzione della grappa. Gli ospiti della festa d’autunno che desiderano esplorare la città, hanno anche la possibilità di effettuare escursioni in barca sul Lago Ceresio comunemente chiamato anche Lago di Lugano.
www.luganoturismo.ch

„Sagra del Borgo“ – La festa del vino a Mendrisio

Mendrisio, Sagra del Borgo | 22.09. – 24.09.2017
Quasi tre quarti dei grappoli di Merlot del Ticino si coltivano nel Mendrisiotto. Non c’è nulla da meravigliarsi dunque, se nella punta più a sud della Svizzera si festeggia la vendemmia così in grande stile. Le origini della “Sagra dell’uva” risalgono ai tempi della seconda guerra mondiale e tra il 22 e 24 settembre 2017 si festeggerà il suo 61° anniversario. Dalla festa contadina di una volta che dava la possibilità a quest’ultimi e ai viticoltori della regione di mettere in mostra i loro prodotti, la sagra si è trasformata in una festa popolare che attrae gente da tutto il circondario. L’ultimo fine settimana di settembre le strade del centro di Mendrisio si animano per l’occasione come vuole la tradizione. Nei numerosi padiglioni e cortili interni sono servite specialità locali ai molti visitatori, con sottofondo musicale. Va da sé che non può certo mancare un bel brindisi con un bicchiere di Merlot.
www.sagradelborgo.ch

Benvenuti a tavola!
Rassegna Gastronomica del Mendrisiotto | 01.10. – 05.11.2017
“Una tradizione che si rinnova ogni anno”, è il motto della Rassegna Gastronomica del Mendrisiotto e Basso Ceresio che si svolge dal 1 ottobre al 3 novembre 2017. In occasione di questa festa culinaria numerosi grotti e ristoranti offrono una variegata scelta di piatti tradizionali della regione, come pure specialità stagionali sempre accompagnate da un buon vino. Come da tradizione, ogni anno un produttore di vino viene premiato in occasione di un concorso organizzato nell’ambito della Rassegna. Ad ogni visitatore inoltre viene dato in omaggio un elegante calice.
www.rassegnagastronomica.ch

Sagra della castagna in Piazza
Ascona, festa della castagna e sagra autunnale | 7.10. & 14.10.2017
Ad inizio ottobre si svolgerà la Festa delle Castagne ad Ascona. Più di 2000 kg di castagne vengono arrostite sul fuoco dai “maronatt” e le bancarelle del mercatino propongono varie prelibatezze a base di castagne come marmellate, miele, torte e numerosi prodotti enogastronomici della regione. Viene organizzato un pranzo tipico con polenta e gorgonzola o mortadella e nel pomeriggio vari concerti rallegreranno il pubblico. La festa avrà luogo sul lungolago di Ascona sabato 7 ottobre 2017; sabato 14 ottobre vi sarà invece la Sagra d’autunno. Altri piccoli festival della castagna vengono organizzati anche nei villaggi circostanti: a Minusio, Muralto, Ronco sopra Ascona, Indemini, Arcegno, Intragna e Losone.
www.ascona-locarno.com

Vivere le tradizioni della valle
Valle di Muggio, Sagra della castagna | 15.10.2017
Ogni anno, a metà ottobre, e sempre in un comune diverso della Valle di Muggio, si tiene la Sagra della Castagna. Un unico prodotto, in tutte le sue variazioni, è il tema di questa festa: la castagna. Un frutto che, nei difficili anni di guerra, è stato una fonte importante di nutrimento per la popolazione civile e che in questi ultimi tempi viene riscoperto, non solo come caldarrosta, ma anche come castagnaccio, marmellata e ora anche birra. Quest’anno il tradizionale appuntamento si svolgerà il 15 ottobre dalle 10:00 a Vacallo. Chi vuole scoprire tutti i segreti che si celano dietro la presenza del castagno in Ticino, potrà visitare il Museo Etnografico della Valle di Muggio, nel vicino villaggio di Cabbio.
www.mendrisiottoturismo.ch

Maggiori informazioni:

TICINO TURISMO
Cecilia Brenni
Press Office
Tel: +41 (0)91 821 53 30
E-mail: cecilia.brenni@ticino.ch
Via C. Ghiringhelli 7
CH – 6500 Bellinzona

I MUSEI DI MILANO – GRATUITI TUTTO L’ANNO

Elenco di musei gratuiti tutto l’anno o in alcuni giorni speciali

Ingresso gratuito nei musei italiani e milanesi, la prima domenica di ogni mese

Casa-Museo Boschi di Stefano.


Una collezione privata di arte italiana del XX secolo in una abitazione di collezionisti: Antonio Boschi e Marieda Di Stefano.
Un appartamento diventato museo con preziose opere di Sironi, De Chirico, Guttuso e altri grandi del ‘900.
Entrata gratuita tutti i giorni.
www.fondazioneboschidistefano.it

Case-museo:

-Via Gesù, (laterale di Via Maontenapoleone): Il Museo Bagatti Valsecchi.

Hangar Bicocca: 
ingresso gratuito tutti i giorni.
www.hangarbicocca.org

Museo del Risorgimento. 
Ingresso è gratuito tutti i pomeriggi, eccetto il lunedì(chiuso): da martedì a domenica dalle ore 14.00 alle ore 17.00.
www.museodelrisorgimento.mi.it

Musei del Castello Sforzesco e Pietà Rondanini di Michelangelo


La Pinacoteca, il Museo Egizio, il Museo d’arte antica e la Pietà Rondanini di Michelangelo si visitano gratuitamente in alcuni giorni e orari da controllare.
Ingresso è gratuito tutti i martedì dalle ore 14.00; da mercoledì a domenica dalle ore 16.00 alle ore 17.00.
www.sforzesco.com

Galleria d’Arte Moderna di Milano. 
La più ricca e importante collezione della Lombardia di opere dell’Ottocento.
Presso la bellissima Villa Belgioioso, via Palestro. Tra l’altro: ritratto di Alessandro Manzoni di Francesco Hayez, due madri di Giovanni Segantini, Donne bretoni di Van Gogh, signor Arnaud a cavallo di Eduard Manet.
Ingresso gratuito ogni giorno un’ora prima della chiusura e tutti i martedì dalle ore 14.00.

www.gam-milano.com

L’Acquario Civico di Milano


In uno splendido edificio liberty. Ora appena ristrutturato.
Ingresso è gratuito tutti i martedì dalle ore 14.00; da mercoledì a domenica dalle ore 16.30 alle ore 17.00.
www.costumemodaimmaginemi.it

Raccolte storiche di Palazzo Morando


Museo di Milano dedicato a: Costume Moda Immagine.
Ingresso libero ogni giorno (da martedì a domenica) durante l’ultima ora di apertura e il martedì a partire dalle ore 14.
www.costumemodaimmagine

Dinosauri a Venezia – 15 al 22 ottobre ” Settimana del Pianeta Terra “

I dinosauri del Gargano arrivano al Lido di Venezia

Settimana del Pianeta Terra

Per una intera settimana di ottobre diverse località sparse su tutto il territorio nazionale sono animate da manifestazioni per diffondere la cultura scientifica

Venezia74, la “terra dei dinosauri” della Settimana del Pianeta Terra nella goccia del Green Drop Award

La “terra dei dinosauri”, che risale a circa 66 milioni di anni fa, arriva al Lido di Venezia con la Settimana del Pianeta Terra, il festival dedicato alle Geoscienze che quest’anno si svolgerà dal 15 al 22 ottobre, in occasione della sesta edizione del Green Drop Award, il premio collaterale che sarà assegnato alla 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia al film più attento alle tematiche della sostenibilità.

Una terra che risale a circa 66 milioni di anni fa, ovvero al limite fra Era mesozoica ed Era cenozoica, la fine dei dinosauri: è la polvere di roccia della Settimana del Pianeta Terra che quest’anno si trova all’interno del trofeo del Green Drop Award, il premio che sarà assegnato alla 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia al film tra quelli in concorso che meglio abbia interpretato i valori dell’ecologia e dello sviluppo sostenibile.

A raccogliere tutti i 12 campioni è stato Rodolfo Coccioni, professore ordinario di Paleontologia all’Università di Urbino e co-responsabile della Settimana del Pianeta Terra: “Il Green Drop Award è un’occasione importante per diffondere il rispetto per l’ambiente.

” … La Settimana del Pianeta Terra ha come scopo quello di trasmettere con eventi, escursioni, laboratori didattici e sperimentali, degustazioni conviviali, conferenze e tavole rotonde, l’entusiasmo per la ricerca e la scoperta scientifica e di promuovere un turismo culturale che diffonda il rispetto per l’ambiente”, aggiunge Silvio Seno, professore ordinario di Geologia strutturale presso l’Università degli Studi di Pavia e co-responsabile della Settimana del Pianeta Terra.

I dinosauri del Gargano arrivano al Lido di Venezia
Ad accompagnare la presentazione del trofeo alla Mostra del cinema di Venezia i modelli animati di alcune specie di dinosauri, provenienti dal Museo Paleontologico dei Dinosauri di Borgo Celano (BA) nel Parco Nazionale del Gargano. In Puglia, infatti, è stato ritrovato un alto numero di impronte di dinosauro nel sito di Altamura, appartenenti a quattro distinti livelli stratigrafici che coprono un arco di tempo che va dal Giurassico terminale al Cretaceo Superiore.

La Cerimonia di premiazione del Green Drop Award con il trofeo Green Drop contenente la “terra dei dinosauri” avverrà domani, venerdì 8 settembre 2017, dalle ore 10 alle 11.45  negli spazi della Fondazione Ente dello Spettacolo, nella Sala Tropicana, presso l’Hotel Excelsior al Lido di Venezia.


Cos’è la Settimana del Pianeta Terra
La “Settimana del Pianeta Terra – L’Italia alla scoperta delle Geoscienze – Una società più informata è una società più coinvolta” è un festival scientifico che coinvolge tutta l’Italia, vive dal 2012 ed è diventato il principale appuntamento delle nostre Geoscienze.

Per una intera settimana di ottobre diverse località sparse su tutto il territorio nazionale sono animate da manifestazioni per diffondere la cultura scientifica, i “Geoeventi”: escursioni, passeggiate nei centri urbani e storici, porte aperte nei musei e nei centri di ricerca, visite guidate, esposizioni, laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi, attività musicali e artistiche, degustazioni conviviali, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde. I Geoeventi sono organizzati da università e scuole, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali e scientifiche, parchi e musei, mondo professionale.

Maggiori informazioni:
Sito: www.settimanaterra.org
Facebook: Settimana del Pianeta Terra
Twitter: @SettimanaTerra
Hashtag ufficiale: #SettimanaTerra

Vacanze invernali al caldo – Ras Al Khaimah da scoprire e visitare !!!

Angolo di paradiso ancora poco conosciuto

Ras Al Khaimah

Uno dei sette emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti.

Un Paese ancora da scoprire dal turismo di massa, ottimi prezzi, qualità eccellente, grande disponibilità agli investimenti italiani per piccoli e medi investitori, le donne qui non devono coprirsi come nella vicina Arabia Saudita, avventura, pesca, golf, falconeria e tanto altro …

Andate su internet e digitate  Ras Al Khaimah, scoprirete che qui vorreste andare il prossimo inverno per dimenticare il freddo dell’Europa:

  • grandi spiagge incontaminate
  • ottima cucina ricca, genuina e capace di accontentare anche i più esigenti italiani
  • altissimo livello negli alberghi e relative strutture; ottime spa e piscine coperte per i giorni più “freschi”
  • eccellente rapporto qualità prezzo
  • golf con numerosi campi
  • falconeria
  • pesca abbondante
  • eventi internazionali

::::::::::::::::::::::::::::::::

THE FALCON CUP

Italia – Ras Al Khaimah

2017 – 2018

Sono state presentatea Milano a Palazzo Lombardia le iniziative di Falcon Cup, corse d’auto d’epoca e tornei di Golf che si svolgeranno nell’Emirato di Ras Al Khaimah e in Italia. Si tratta di un progetto italo-emiratino di cui hanno parlato Alberto Cavalli della Regione Lombardia, Paolo Simoni, Presidente di Falcon Events e Abdulrahman Abdulla Ahmed Bin Jumah Al Teneiji, Vice Presidente di Falcon Events LLC.

Come sottolineato dall’Emiro di Ras Al Khaimah, Saud bin Saqr al-Qasimi, “è attraverso la conoscenza e la collaborazione reciproche che si può costruire un mondo migliore. Manifestazioni come queste offrono l’occasione di scoprire angoli di mondo ancora poco noti ma dalle enormi potenzialità, così com’è il nostro Paese”.

Anche il consigliere Alberto Cavalli ha sottolineato nel suo intervento che “la buona riuscita degli eventi della Falcon Cup non può che rafforzare i rapporti fra l’Italia e Ras Al Khaimah”. Per questo durante la conferenza sono giunti gli auguri del Presidente Roberto Maroni per la “migliore riuscita e meritato successo” dell’iniziativa.

Il Vice Presidente di Falcon Events, Abdulrahman Abdulla Ahmed Bin Jumah Al Teneiji, ha voluto porre l’accento su come “l’Italia sia conosciuta nel mondo per l’arte, il cibo e la moda ma anche per la Ferrari e, grazie alla collaborazione con i migliori professionisti del settore auto d’epoca e golf, anche in Rass Al Khaimah saremo in grado di organizzare eventi di respiro internazionale a partire dal 2018. Certi che la comprensione tra i popoli è l’unico viatico per uno sviluppo sostenibile e una pace duratura. Per il nostro Paese il viaggio è sinonimo di ricerca, scoperta e crescita culturale e sociale e il turismo un’occasione di formazione personale e sviluppo economico del territorio. Con questo spirito ci approcciamo al mondo per presentare Ras Al Khaimah”.

La mission della Falcon Cup è di promuovere il turismo e la cultura attraverso l’organizzazione di eventi sostenibili che portino alla scoperta di un angolo di paradiso ancora poco conosciuto e dove instaurare anche solidi rapporti commerciali tra i due Paesi. Dunque la collaborazione, che parte dall’evento dedicato alle auto storiche, fra l’Italia e l’Emirato di Ras Al Khaimah porta con sé numerose valenze e opportunità.

Paolo Simoni, Presidente di Falcon Events LLC, al termine della presentazione ha voluto sottolineare come The Falcon Cup sia nata come proposta turistica, culturale e sportiva d’eccellenza, che verrà promossa in più ambiti nazionali e internazionali.

Il primo evento in programma sarà il torneo di golf organizzato in collaborazione con PGA Italia – THE FALCON CUP PRO AM – che si disputerà tra l’11 e il 17 Febbraio 2018 negli Emirati Arabi Uniti (Ras Al Khaimah – Ajman). La formula prevede un torneo per Professionisti su 36 buche, 3 gare per dilettanti da 18 buche ciascuna ed una combinata a squadre (1 professionista + 3 dilettanti).

Dal 13 al 15 Novembre 2018 si disputerà nell’Emirato di Ras Al Khaimah la prima edizione di THE FALCON CUP – Legendary Classic Cars Regularity Race & Future Legendary Classic Cars.

Sarà una gara di automobili storiche in totale serenità e sicurezza.

La gara verrà disputata sulle strade dell’Emirato e nel circuito cittadino, appositamente creato per l’evento, offrendo al pubblico uno spettacolo unico al mondo: un “museo dinamico di straordinarie vetture” condotte da concorrenti mentre affronteranno un percorso vario per tipologia e difficoltà tecnica.

PARIGI WEEKEND – Eventi dedicati ai sapori più squisitamente francesi

In autunno tre eventi dedicati ai sapori più squisitamente francesi

Parigi gourmande: tra ristoranti stellati, la vendemmia in città e (tanto) cioccolato.

“Tous au Restaurant”,per scoprire la vitalità e la creatività degli chef di Parigi e dal mondo;
la “Festa della Vendemmia di Montmartre”, occasione per celebrare il vino tra gastronomia locale, mostre, eventi, balli e concerti;
il “Salon du Chocolat”, che accompagnerà i visitatori lungo un vero e proprio percorso sensoriale alla scoperta del cibo degli dei.

Parigi è la capitale del buon gusto anche a tavola e in autunno ospita tre imperdibili occasioni per celebrare la sua gastronomia, non solo Patrimonio immateriale culturale dell’Umanità, ma anche ingrediente fondamentale dell’art de vivre alla francese. Questo elemento di identità nazionale sarà protagonista a Parigi nei prossimi mesi in tre diverse declinazioni: cucina stellata, buon vino e cioccolato… una città così golosa che piacerà proprio a tutti.

Tous au Restaurant, 18 settembre – 1 ottobre
Giunto all’ottava edizione, è ormai considerato dagli amanti della cucina francese l’evento più importante della stagione: l’anno scorso si sono contate 600mila prenotazioni nei 1200 ristoranti partecipanti e quest’anno ci si aspetta numeri ancora più sorprendenti, con l’adesione di ben 1400 ristoranti.
Al motto de Votre invité est notre invité – per ogni menù acquistato gli chef ne offrono uno identico gratuito – la manifestazione offre al grande pubblico l’occasione di scoprire le diversità gastronomiche francesi: quindici giorni per assaggiare la cucina dei più rinomati ristoranti stellati, dei bistrot dallo stile contemporaneo e delle vivaci brasserie, conoscere da vicino il talento dei giovani chef o riscoprire la tradizione delle cucine regionali.
Tous au Restaurant è un inno all’ospitalità, un’opportunità per i curiosi e per tutti i buongustai di godere dell’eccezionale maestria degli chef che hanno fatto di Parigi la capitale mondiale della gastronomia e che, in questa occasione, offrono al grande pubblico tutta la loro passione, esperienza e creatività.
Quest’anno, inoltre, gli ospiti di Tous au Restaurant saranno invitati a sostenere due coppie di chef che si sfideranno contemporaneamente nella “battaglia delle rive”, una gara trasmessa anche in diretta sulla pagina Facebook dell’evento: una squadra rappresenterà la Rive Gauche della Senna e l’altra la Rive Droite, entrambe avranno in comune il tema su cui gareggiare con i loro menu e dare prova della loro inventiva.
“Tous au Restaurant – ha dichiarato Alain Ducasse – oggi è l’evento gastronomico più atteso e più popolare della stagione. È l’opportunità di condividere la creatività e il talento dei nostri chef francesi e vivere esperienze esclusive. Questa festa promette di dare vita a incontri interessanti e dimostra che la nostra cucina ha un futuro luminoso davanti a sé. In questo senso, non è esagerato dire che Tous au Restaurant contribuisce significativamente alla vitalità della ristorazione francese”.
Info: www.tousaurestaurant.com

Fête des vendanges de Montmartre-La vendemmia di Montmartre, 11-15 ottobre
Uno degli eventi più classici e amati di sempre nell’autunno parigino, gunto all’ottantaquattresima edizione: la festa della vendemmia viene celebrata dal 1934 sulla collina del caratteristico quartiere nel 18ème arrondissement, dove ancora oggi sorge Clos Montmartre, una vigna di 1500 metri quadrati – tra Rue de Saules e Rue Saint-Vincent – da cui si produce un ottimo vino 100% locale.
L’occasione è ghiotta, anche per calarsi nei panni dei veri abitanti del quartiere: i residenti, infatti, in compagnia di turisti e concittadini, raccolgono l’uva e festeggiano con un ricco programma eventi, tra visite ai vigneti, balli e concerti, degustazioni con stand gastronomici, conferenze e mostre.
Info: www.fetedesvendangesdemontmartre.com

Salon du Chocolat, 28 ottobre – 1 novembre
Dulcis in fundo, Porte de Versailles ospiterà la ventitreesima edizione di quello che è un vero e proprio paradiso per i più golosi, occasione unica per scoprire e gustare diversi tipi di cioccolato provenienti dai cinque continenti: circa cinquecento partecipanti tra mâitre chocolatier, pasticceri e produttori di cacao francesi ed esteri si riuniranno in ventimila metri quadri di spazio espositivo e – insieme ai più grandi chef, designer ed esperti di cioccolato – offriranno ai partecipanti golose ricette, laboratori a tema, conferenze e tante attività rivolte a scoprire la storia e i segreti di questo alimento così sublime.
Nella zona di “Chocosphère”, i visitatori potranno scoprire l’universo del cioccolato in tutte le sue sfumature attraverso una serie di approfondimenti, presentazioni e degustazioni dedicate.
Nell’area “Pastry show”, invece, i più grandi chef, pasticceri e mâitre chocolatier del mondo, insieme ai giovani nomi più promettenti del settore, si avvicenderanno per offrire al pubblico le loro prelibate e originali ricette, mentre i Paesi produttori di cacao si presenteranno nello spazio “Cacao Show” attraverso danze, canzoni, musica e tradizioni locali che lasceranno incantati grandi e piccini.
Proprio per i più piccoli è pensato il Salon du Chocolat Junior: un’area di ottocento metri quadrati interamente dedicata agli chef in erba che qui potranno imparare a preparare deliziose ricette, conosceranno la storia del cibo degli dei e scopriranno tutte le fasi del percorso produttivo che, dal cacao, trasforma la materia prima nel tanto amato cioccolato.
Da mettere in programma anche una visita all’”Espace Japon”, dove a piccoli gruppi di visitatori verranno presentati i segreti dei prodotti iconici della gastronomia giapponese a cui si aggiungeranno insolite combinazioni al sapore di cioccolato.
E per concludere in bellezza, un grande classico verrà celebrato nell’area “Pain et Chocolat”, patrocinata dal Syndicat Patronal des Boulangers-Pâtissiers du Grand Paris: baguette, tartine, chouquette… qui i migliori panettieri della città rivisiteranno le loro creazioni più tradizionali con un tocco cioccolatoso a prova di acquolina in bocca.
Info: www.salon-du-chocolat.com

Tutte le informazioni per raggiungere la Ville Lumière con le migliori tariffe in aereo, in treno e con pacchetti organizzati su http://it.france.fr/it/feelparisregion