Archivi categoria: VIAGGI

Viaggi: in economia, style&luxury, terme…extra Europa, Europa, Italia,

BELIZE seconda barriera corallina al mondo

Stagione secca: dicembre-maggio; piogge: giugno-novembre;

Belize Tourist Board New Horizon Investiment Building, 31/2 Miles, Northen Highway, Belize city; info@travelbelize.org; www.travelbelize.org

Ambasciata: Roma 06.691 90 776

http://www.travelbelize.org

l Belize offre uno dei più spettacolari reef del mondo.

BELIZE Vbest-beach-placencia-01-big

ANIMALI pesce reef viola

CayoMarket-san-ignacio-02-big

I primi ad arrivare furono i Maya.

Le maya Mountains sono attraversate dal suggestivo rumore

delle grandi cascate tra foreste di pini.

Le rovine di Caracól sono impressionanti: tra tappeti di fiori selvatici e liane che giungono a terra dalla sommità degli alberi. Qui si incontra il più alto edificio del Belize: il Canaa, ovvero il Palazzo del Cielo.

Sul fiume New River si è circondati da tunnel di mangrovie e bellissime orchidee.

-Le Caves Branch sono il più esteso sistema di grotte del Belize.

-I cayes sono bellissimi microsistemi ecologici ricchi di fauna e flora sottomarine. Ambergris è il più turistico, altri sono hotel o privati; un paradiso per i sub.

I voli aerei dall’Italia passano attraverso gli USA. Continental Airlines: 0666 05 3030, www.continental.com, via New York.

Purtroppo in una zona tanto ricca di

vegetazione vergine non possono mancare gli insetti;

-è molto consigliato l’uso di repellenti e un abbigliamento adeguato.

Una rilassante vacanza invernale nelle calde acque tropicali che circondano l’isola di Ambergris in Belize è davvero indimenticabile

Qui si incontrano

– la barriera corallina più lunga dell’Emisfero Occidentale,

– una popolazione multietnica dal carattere caloroso ed ospitale,

-una storia plurimillenaria che affonda le proprie radici nelle primissime forme di civilizzazione Maya.

BELIZE con i Maya in casa loropartner_42_page_304_gallery_aquacate_02-big

Il Belize, è un’ex-colonia britannica in centro-america.

Il clima è dolce e gradevole tutto l’anno, ma particolarmente favorevole durante la stagione secca da novembre a febbraio, è la destinazione ideale per una fuga invernale tra tiepide acque turchesi, paesaggi tropicali e antiche rovine Maya.

Belize può anche essere un rilassante soggiorno sull’isola di Ambergris, la maggiore di un vasto arcipelago situato a poca distanza dalla costa settentrionale del paese centroamericano. Proprio in quest’area si distende la lunghissima barriera corallina, che arriva quasi a lambire Ambergris presso Mexico Rocks, a Nord dell’isola.

-Sulla costa occidentale si trova l’unico villaggio, San Pedro, noto per le sue “cantinas” che sembrano uscite da un fumetto e per l’omonima laguna collegata al Mar dei Caraibi da un piccolo fiume salato ed accessibile in barca o kayak.

-Sull’isola non mancano neppure le vestigia dei Maya, che qui giunsero circa 1500 anni fa. Si ritiene che in quel tempo Ambergris fosse collegata direttamente alla penisola dello Yucatan e che i Maya abbiano scavato un canale per separare l’isola dalla terraferma.

-Non molto lontano da Ambergris si trova, infine, il

Blue Hole”: una fossa quasi perfettamente circolare di acque cristalline situata al centro dell’atollo corallino di Lighthouse. Per il suo diametro di 300 metri e  profondità oltre i 125 metri il Blue Hole , acquistò notorietà grazie ad un celebre documentario di Jacques Costeau ed è uno dei siti più amati dai subacquei di tutto il mondo per le sue pareti verticali ricoperte di stalattiti lunghe anche 12 metri. La spettacolarità dell’isola è completata da verdeggianti foreste di mangrovie, savane tropicali e candide spiagge bianche.

Ad Ambergris: sistemazioni di charme in boutique hotel e piccoli resort dalle atmosfere uniche e caratteristiche.

-Il Mata Rocks Resort è un tre stelle di qualità, dall’ambiente conviviale. Offre la possibilità di escursioni in canoa, in kayak ed in barca. Il Sunbreeze Beach è, invece, un tre stelle superiore dall’architettura coloniale, arredato con uno stile semplice ma elegante. Qui è possibile visitare una galleria d’arte, partecipare a gite ed escursioni o dedicarsi un massaggio rilassante.

– Il Portofino, infine, è un 4 stelle davvero particolare: accessibile unicamente in traghetto, accoglie i suoi ospiti in caratteristiche capanne che ricordano le tradizionali dimore Maya. Un servizio di navetta è previsto da e per San Pedro. Anche qui gli ospiti possono godersi massaggi ritempranti. I tre hotel sono tutti dotati di spiaggia privata ed offrono la possibilità di effettuare immersioni e snorkeling. I primi due hanno anche una piscina ed organizzano battute di pesca d’altura. Questi hotel sono disponibili a partire da 69,- € per notte a persona in camera doppia con trasferimenti da e per l’aeroporto inclusi.

Il soggiorno si abbina splendidamente, magari in chiusura di viaggio, con il tour “Il meglio del Belize”, un  itinerario alla scoperta delle radici Maya del paese, quando il Belize contava fino a 2 milioni di abitanti – oggi ne ha ca. 270.000 -.

-Il viaggio permette anche di conoscere la società multietnica del paese centroamericano, che annovera popolazioni Creole, Meticcie, Garifuna – un mix di etnie indios, caraibiche e africane -, Maya, Indiane Orientali, Cinesi, e Mennoniti – una singolare rappresentanza di una chiesa protestante/anabattista -.

 -Dormire:

Radisson Fort George amindredge@radisson.com

Maruba resort & Jungle spa maruba@btl.net oasi di pace nella giungla, molto “in”

Creek Cottage reservations@chaacreek.com, 79€ per 2 pax , 45€ per eleganti tende per 2 pax; oltre s. Ignacio.

Dirigetevi verso la costa centrale per maya , scimmie e cultura .

 -Home per le scimmie urlatrici e molte specie rare di uccelli, Centrale Belize è perfetto per coloro che vogliono entrare nel selvaggio .

 -I templi Maya a Altun Ha sono l’ideale per gli amanti degli uccelli che vogliono vedere amici pennuti e check-out cultura antica .

-Belize City è conosciuta per l’architettura dei nostri giorni coloniali , la sua cultura ” Kriol ” prospera ancora oggi. Già che ci sei , chiedere ad un locale per insegnare un po ‘di Kriol . Anche se Belize è un paese di lingua inglese , parliamo ancora che a modo nostro .

T-shirt , scarpe e le preoccupazioni sono opzionali .

 ” Perfetto Barefoot “: Penisola Placencia

 Conosciuto localmente come “A piedi nudi perfetta” la Penisola Placencia ospita

le uniche spiagge di sabbia dorata sulla terraferma Belize.

-Dopo la spiaggia,

-lo snorkeling e le immersioni subacquee, una  visita per avere un’idea di quello che un tradizionale villaggio di pescatori Kriol. Ci sono anche ristoranti del villaggio , bar e gallerie d’arte. L’unica cosa che Placencia non offre è lo stress .

Barefoot perfetto “

Un gruppo eterogeneo di persone buone e buoni tempi .

Punta Gorda è il gateway per tutto, dalla pesca off -shore , per escursioni sul fiume , così come la speleologia , birdwatching e Maya siti archeologici . Per non parlare, alcune delle persone più belle che si possano incontrare.

-Qui  Maya, Garifuna e gli indiani Belizeans vivono in armonia pur mantenendo le loro singole culture.

Vai a ovest; per il giovane viaggiatore .

Il Belize occidentale è sede di

numerosi siti archeologici , come Cahal Pech .

-Quando hai finito di conoscere il passato,

-visita la Butterfly Farm e

-i sentieri della foresta pluviale con piante medicinali.

Quindi, puoi andare al Nachuch Che’em Park.

 Qui, c’è molto da fare. Basta fare in modo di trovare il tempo per relax.

 San Ignacio ( Cayo ) è vicino  un poco a tutto .

 -Sia che stiate visitando gli antichi templi Maya, o percorsi di speleologia, trekking, kayak, canoa o andando a cavallo, San Ignacio è un ottimo posto per rilassarsi, prendere un cibo e bevande  e preparavi per un altro giorno.

– E se volete trascorrere la giornata qui, ci sono un sacco di negozi e persone amichevoli per passare il tempo.

suggerimenti / salienti

• Scoprire Carocal e vedere la splendida vista dalla cima .

• Fai speleologia nelle grotte .

• Per alcuni dei migliori BBQ del web è imprendibile provare il Rodriguez barbecue a Santa Elena .

• Vai a Sweet Ting per i migliori dolci della città .

• Burns Avenue. per le bevande e la conversazione con i locali .

• canoa lungo il fiume Mopan .

Beach o Jungle ? Cinque stelle o sotto le stelle ?

Allo stesso modo ci sono molte cose da fare qui troverete un sacco di opzioni diverse per luoghi di soggiorno .

Con tutto dai resort di lusso agli hotel per famiglie, case vacanze, condomini, alberghi, campeggi e vita a bordo di navi.

Con le spiagge della costa caraibica , o vicino mistici templi Maya , ogni località in Belize offre numerosi e unici posti in cui stare .

Ci sono alloggi adatti a tutti , comprese le persone in cerca di avventura , subacquei , vacanzieri da spiaggia, eco -turisti , famiglie, viaggi di nozze e altro ancora.

Per maggiori informazioni , si prega di chiamare 1-800-624-0686 .

Dova vado in vacanza ? La Croazia sfida i viaggiatori a creare una vacanza perfetta

Avventure o di relax, di nautica o di escursioni in montagna, musei o feste …

Dal 19 al 30 aprile le persone di tutto il mondo sono invitate a creare la loro vacanza dei sogni scegliendo sette delle 101 cose da fare in Croazia.

Epic week – una settimana straordinaria in Croazia” la nuova campagna dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo, invita i viaggiatori di tutto il mondo a creare la loro vacanza perfetta e di trascorrerla in Croazia.

Che siano alla ricerca di avventure o di relax, di nautica o di escursioni in montagna, musei o feste… la Croazia ha molto da offrire.

– Che vi piaccia navigare in un parco nazionale, volare come un drago mentre andate in deltaplano, andare a tartufi, abbracciare la più alta quercia in Europa o visitare la più piccola città del mondo... ora potete crearvi una vacanza perfetta , la vostra straordinaria settimana in Croazia.

La Croazia ha molto da offrire per tutte le tipologie di viaggiatori.

Dal 19 al 30 aprile le persone di tutto il mondo sono invitate a creare la loro vacanza dei sogni scegliendo sette delle 101 cose da fare in Croazia.

Possono partecipare sul sito Epic Week http://feeds.croatia.hr/epic-week/it/ ideato appositamente.

I viaggiatori possono scegliere le località, i luoghi storici e le città che desiderano visitare e scegliere le esperienze e i sapori nei quali vogliono immergersi per creare dei ricordi straordinari di questo bellissimo Paese.

Dopo aver selezionato le loro sette esperienze, i viaggiatori entrano in competizione condividendo la loro lista dei desideri sui loro profili Facebook o Twitter.

I concorrenti con il maggior numero di “mi piace” entreranno in finale.

Un ultimo passo per i finalisti sarà quello di scrivere perché dovrebbero vincere una vacanza in Croazia, mentre una giuria sceglierà la persona che ha presentato gli argomenti più convincenti.

Il premio principale vale lo sforzo perché il vincitore/la vincitrice conquisterà una settimana straordinaria in Croazia: un viaggio all-inclusive per due persone, vivendo le destinazioni, le attività e i sapori che hanno elencato nella loro lista dei desideri.

I viaggiatori devono essere certi di aver scelto con il cuore le sette esperienze prescelte tra le 101 cose da fare in Croazia perché ricorderanno questo viaggio per il resto della loro vita.

Per tutti coloro che non riescono a decidere quale sarebbe la cosa più interessante, più divertente, più emozionante da fare in Croazia, possono trovare più informazioni sul sito Croatia Feeds .

Ad esempio, nel caso in cui siate appassionati di musica e amanti del mare la Croazia offre entrambe le cose contemporaneamente.

Mentre state creando la vostra straordinaria settimana in Croazia, potete scegliere di godere della musica “eseguita” vicino al mare dall’organo marino con le sue 35 canne sistemate sotto un frangiflutti di marmo, visitando Zara.

Se preferite esplorare la storia, forse gradireste una visita al più antico teatro pubblico in Europa.

Oppure desiderate visitare la casa del primo vampiro del mondo soggiornando a Kringa, che è il luogo di nascita di Jure Grando , la prima persona realmente esistita e descritta come un vampiro già nel XVI secolo…

O potete soltanto rilassarvi e prendere un caffè sulla Riva di Spalato o in qualsiasi città costiera della Croazia.

Insomma, la Croazia vanta un’incredibile diversità naturale e architettonica, da spiagge soleggiate a siti archeologici dell’antica Roma sulla costa dell’Adriatico agli splendidi parchi naturali nell’entroterra.

A prescindere da ciò che preferite, che sia saltare da un’isola incontaminata all’altra, esplorare luoghi antichi, assaporare il migliore cibo locale, le bevande o praticare lo sport – la Croazia ha molto da offrire durante tutto l’anno.

Il concorso “Epic week -una settimana straordinaria in Croazia” è legato alla campagna pubblicitaria Croatia Feeds su piattaforme digitali in quasi 20 mercati e in 12 mercati con attività di p.r.

Per ulteriori informazioni consultare la pagina Facebook dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo e il sito http://feeds.croatia.hr/epic-week/it/

Sulla Croazia
Distesa lungo il Mare Adriatico, vicina all’Europa Centrale, la Croazia è un Paese che vanta un ricco patrimonio culturale. Oggi, la storia si combina alla perfezione con uno spirito giovane e un’energia vibrante, che la rendono irresistibile a coloro che cercano un’esperienza di soggiorno diverso. Per tutto l’anno, si può godere di una bellezza naturale mozzafiato, di coste sconfinate, di una gastronomia variegata, di avventura, sport e wellness. Che si esplori il centro storico di Dubrovnik, Sito del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, si passi da un’isola all’altra nell’arcipelago di Spalato, si vada a caccia di tartufi in Istria, si voli con il parapendio intorno ai Laghi di Plitvice, ci si addentri per le stradine e i passaggi nascosti di Zagabria, si faccia birdwatching a Kopacki rit, si faccia festa per tutta la notte sulla spiaggia Zrce di Novalja o si passi del tempo in famiglia sulla spiaggia di Zlatni Rat a Bol , la Croazia soddisfa davvero ogni esigenza di vacanza.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito: http://croatia.hr

Ticino Turismo – Trasmessi su smartphone o stampati dei veri e propri programmi personalizzati

È un vero e proprio viaggio…nel viaggio quello che Ticino Turismo proporrà ai turisti d’Oltralpe dal 21 aprile fino al 28 ottobre 2017.

Il progetto “On Board Concierge Service”, presentato lo scorso 12 aprile a Biasca, prevede di offrire ai visitatori sui treni una consulenza itinerante al termine della quale verranno trasmessi su smartphone o stampati dei veri e propri programmi personalizzati.

Con questa iniziativa si conclude la campagna triennale “Entdecke die andere Seite” dedicata all’apertura della Galleria di base del San Gottardo.

Trasformare il viaggio in treno in un momento privilegiato durante il quale assistere i turisti, facendo in modo che inizino a pregustare l’atmosfera che li attenderà una volta giunti a destinazione.

È con questo obiettivo che Ticino Turismo, in collaborazione con le Ferrovie federali svizzere (FFS), ha ideato il progetto innovativo denominato “On Board Concierge Service”.

Dal 21 aprile fino al 28 ottobre 2017, ogni venerdì e sabato su due treni che da Lucerna e Zurigo arriveranno in Ticino, nove promotrici turistiche saranno a disposizione dei turisti per aiutarli a pianificare al meglio le proprie vacanze.

Al termine della consulenza itinerante, grazie all’ausilio di supporti tecnologici (iPad e piccole stampanti portatili), ai visitatori verrà trasmesso su smartphone o stampato un vero e proprio programma personalizzato.

Con il progetto “On Board Concierge Service” si conclude la campagna triennale dedicata all’apertura della Galleria di base del San Gottardo promossa da Ticino Turismo grazie a un credito straordinario di due milioni di franchi votato dal Gran Consiglio.

Lo slogan “Entdecke die andere Seite” ha voluto fare leva, più che sulla rapidità del nuovo collegamento ferroviario, sulla curiosità del turista.

I visitatori sono stati invitati a scoprire un Ticino nuovo, all’avanguardia, con un’offerta turistica che si è molto ampliata rispetto ai tradizionali clichés. “L’obiettivo del progetto “On Board Concierge Service” è di fare in modo che il viaggio verso la destinazione diventi esso stesso un’esperienza turistica coinvolgente e unica – afferma Elia Frapolli, direttore di Ticino Turismo -.

L’esigenza è emersa già nel corso del 2015 quando abbiamo organizzato due workshop aperti al pubblico alle stazioni FFS di Zurigo e Locarno. I circa 600 interpellati hanno espresso in modo chiaro il desiderio di poter beneficiare di una comunicazione su misura che fornisca loro un ventaglio di offerte mirate rispetto alle proprie esigenze”.
In totale saranno più di un centinaio i treni sui quali sarà attivo il nuovo servizio. Le nove promotrici turistiche, che nei mesi scorsi hanno partecipato a una formazione specifica, garantiranno assistenza a circa 7.000 visitatori. Tra i loro compiti, oltre a quello di aiutare i turisti a pianificare meglio le loro vacanze, vi è anche quello di raccogliere informazioni sul visitatore stesso con il quale in futuro sarà possibile stabilire un contatto duraturo. Per maggiori informazioni su questa iniziativa e su tutte le attività legate alla campagna promozionale, è consultabile il sito internet www.alptransit.ticino.ch.

Le FFS: “Un viaggio ancora più attrattivo”

L’apertura della Galleria di base del San Gottardo rappresenta una grande opportunità per il Ticino turistico.

Grazie al nuovo tunnel ferroviario i tempi di percorrenza tra Zurigo e il Sud delle Alpi sono diminuiti di circa mezz’ora, mentre dal 2020 la riduzione sarà di circa 50 minuti. Le FFS si complimentano con Ticino Turismo per aver reso il viaggio verso il Sud delle Alpi ancora più attrattivo dando la possibilità ai passeggeri di ottenere consigli personalizzati in vista del loro soggiorno.

Da tempo le FFS si impegnano per la promozione del turismo in Ticino e nella regione del San Gottardo. Il 1° gennaio 2017, unitamente al Governo ticinese e a Ticino Turismo, hanno lanciato Ticino Ticket, il biglietto che permette al turista che pernotta in un albergo, in un ostello o in un campeggio di muoversi liberamente con i mezzi pubblici per tutta la durata del suo soggiorno. Dal 14 aprile è entrato in servizio il Gotthard Panorama Express, un treno panoramico che percorrerà la tratta storica del massiccio.

Ostuni, arrivano giornalisti da India, Germania e Italia In un educational tour

Dopo il successo del Comune di Ostuni alla Itb di Berlino, arrivano in città giornalisti italiani e internazionali per vedere dal vivo la bellezza della nostra terra. India, Germania, Italia. E’ questa la provenienza dei quindici giornalisti e opinion leader che saranno ospitati dal 21 aprile sino al 23 grazie al Bando ospitalità della Regione Puglia, assessorato al turismo.

In mostra i gioielli di famiglia:

-il parco delle Dune Costiere, il centro storico, il museo delle civiltà preclassiche della Murgia meridionale dove si conservano i resti della mamma più antica del mondo.

-Ma non mancano Oria, dove i giornalisti saranno accolti in occasione dell’inaugurazione del rinnovato museo archeologico comunale, presente il sindaco e l’assessore regionale al turismo, Loredana Capone, e Gallipoli con il suo castello sul mare e il centro storico isola.

Dicono il sindaco Coppola e l’assessore al turismo, Nichi Maffei: “Siamo felici di accogliere i giornalisti internazionali, grazie al progetto della Regione Puglia. “Li faremo innamorare della nostra terra, così ricca di risorse naturali e culturali”.

Ad interessare particolarmente i giornalisti tedeschi è stato anche il Museo delle civiltà preclassiche della Murgia meridionale rappresentata a Berlino dal presidente Michele Conte. E’ noto infatto l’amore che i tedeschi nutrono per l’archeologia.

L’educational è stato realizzato dal Comune di Ostuni in partenariato con Carmen Mancarella, direttrice della rivista di turismo e cultura del Mediteraneo Spiagge (www.mediterraneantourism.it) grazie al Programma operativo regionale FESR-FSE 2014-2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo” Asse VI – Tutela dell’Ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche – Programma di promozione turistica nei mercati intermediati.

I giornalisti parteciperanno domenica mattina anche alla decima edizione della Maratonina tra gli ulivi secolari. Sarà l’occasione buona per far apprezzare la bellezza degli ulivi monumentali che abbracciano la città di Ostuni.

Sabato mattina alle 9.30 conferenza stampa nella sala consiliare del Comune per presentare ai giornalisti locali e agli ospiti il viaggio.

Il Festival delle Luci torna ad illuminare Gerusalemme – 28 giugno – 6 luglio 2017

Dal 28 giugno al 6 luglio la manifestazione trasforma strade ed edifici storici in un’enorme, luminosa opera d’arte.

– Cinque percorsi caratterizzati da una tonalità di colore diverso: verde, bianco, blu, rosso e viola.

Vedi: http://www.lightinjerusalem.org.il

Migliaia di visitatori che camminano lungo le caratteristiche stradine della Città Vecchia di Gerusalemme e, all’esterno, costeggiandone le mura.

Un’atmosfera magica resa ancora più indimenticabile grazie alle superbe installazioni luminose, prodotte ed elaborate da artisti locali ed internazionali.

Il Festival delle Luci di Gerusalemme è un’occasione irripetibile per vivere l’accostamento unico tra storia millenaria e opere d’arte contemporanea.

Oltre alle installazioni, di dimensioni imponenti e spesso caratterizzate da proiezioni tridimensionali, video, suoni e luci, il Festival propone anche spettacoli e presentazioni curati dagli stessi artisti, oltre ad una fiera d’arte che consente di ammirare e comprare oggetti particolarissimi.

Il Festival permette, inoltre, di visitare in via eccezionale, al calar del sole, alcune attrazioni della Città Vecchia normalmente chiuse dopo il tramonto.

Giunto alla sua nona edizione, l’evento è perfetto per turisti, famiglie con bambini e amanti dell’arte e l’ingresso è completamente gratuito.

Tra le soste cult di quest’anno da non perdere si ricordano: la Porta di Damasco (sul percorso verde), sulla quale sarà proiettato l’Albero della Vita, simbolo di longevità, salute, pace, le Fontane d’Acqua (percorso bianco) appena fuori la Porta di Giaffa, che propongono uno spettacolo di musica e luci sincronizzate che si ripete ogni 10 minuti.

E poi ancora il Circo del CardoRomano (percorso blu), con l’antica strada arricchita da 5 scenografiche sculture realizzate in cartone ondulato che prenderanno vita in una moltitudine di colori e forme grazie alla proiezione di video animati.

Le Luci del Nord (percorso rosso) che ricreano sulle mura esterne della Città Vecchia, nei pressi della Torre di Davide, l’effetto magico e sorprendente dell’aurora boreale che, per l’occasione, diventa simbolo di amicizia.

Infine, le Palle di Luce (percorso viola), che illumineranno l’area pedonale di Yoel Moshe Solomon Street, appena fuori Zion Square, con centinaia di palle multicolore a LED disposte in maniera esteticamente asimmetrica tra due edifici, a circa 7 metri di altezza.

Tra gli spettacoli imperdibili, invece, si segnala Pyromania, una surreale e luminosa sfilata di musicisti che si terrà tutte le sere, a ripetizione, presso il Quartiere Armeno: il passaggio degli artisti sarà arricchito da luci, suoni e ritmi coinvolgenti, che invoglieranno i visitatori a ballare.

Il Tour Operator Go Asia propone il pacchetto Go Gerusalemme, Città Mozzafiato, 5 giorni / 4 notti, comprensivo di trattamento b/b presso il Dan Boutique Jerusalem 4*, visita della Città Vecchia con guida e assicurazione di viaggio, costo a persona a partire da 750 €.

Per maggiori informazioni sulla città e le sue proposte, visitare il sito www.itraveljerusalem.com/itmedia.itraveljerusalem.com

Per assaporare quotidianamente l’effervescenza di Gerusalemme:
www.facebook.com/itraveljerusalem.it

Weekend gastronomico nelle Marche – 22 aprile – 1° di maggio 2017 – Fritto misto

Le Marche sono molto di più che una festa per il fritto misto, ma la festa potrebbe essere l’occasione per conoscere meglio la regione.

ASCOLI PICENO

FRITTO MISTO 2017, CASINI: “RICCA E ARTICOLATA LA PARTECIPAZIONE DELLA REGIONE CON IL PSR MARCHE 2014/2020”

Dal 22 aprile al 1° di maggio, la Regione Marche sarà tra i protagonisti dell’edizione 2017 di Fritto Misto:

la kermesse dedicata alle più importanti fritture delle tradizioni regionali italiane e internazionali, che si svolgerà nella splendida cornice del centro storico di Ascoli Piceno.

La rassegna, giunta ormai alla sua tredicesima edizione, è stata caratterizzata, negli anni, da un significativo successo di pubblico (le presenze dell’edizione 2016 hanno superato i 90.000 partecipanti, registrando la vendita di circa 150.000 assaggi), che ha premiato una formula semplice ed efficace, il cui obiettivo principale è quello di presentare la più ampia carrellata possibile sulle specialità fritte partendo da materie prime di qualità, sempre provenienti dalle regioni di origine. “Il legame con il territorio è una peculiarità dell’agricoltura italiana da valorizzare.

A Fritto Misto questo connubio viene esaltato con la dovuta attenzione e con l’originalità di una manifestazione che ha saputo ritagliarsi una propria identità nel panorama nazionale”, commenta la vice presidente Anna Casini, assessore regionale all’Agricoltura.

La Regione Marche, oltre a patrocinare l’evento, parteciperà con uno stand istituzionale dedicato al Programma di Sviluppo Rurale Marche 2014/2020, “che sarà allestito – anticipa Casini – con le immagini della nuova campagna istituzionale e animato da un calendario di appuntamenti all’insegna della convivialità, dell’approfondimento e della degustazione, realizzati grazie alla collaborazione con i produttori delle eccellenze agroalimentari regionali”.

Inoltre saranno organizzati due seminari di approfondimento, sempre “a firma” PSR Marche: il giorno di apertura, sabato 22 aprile alle ore 15.30, presso l’Area Eventi si terrà “L’IGP MARCHE: un nuovo inizio per l’olivicoltura regionale – Una risorsa per il PSR Marche 2014/2020” dedicato a illustrare questo importante traguardo raggiunto dall’olivicoltura regionale marchigiana, comparto d’eccellenza.

Una nota dolente: nonostante la gentilezza e competenza della persona che rappresentava la stampa alla BIT 2017 (fiera del turismo a Milano), i comunicati e il materiale stampa ricevuto NON hanno MAI una foto allegata !!!

Noi abbiamo sopperito con nostre foto fatte al loro catalogo; peccato, con tutti i soldi che le Regioni spendono per il turismo …  (e non solo) fa benissimo il suo mestiere e invia e mette a disposizione foto di grandi fotografi, spesso riceviamo foto, da regioni e istituzioni italiane, che è evidente come siano maldestramente aggiornate con un poco di Photoshop … impresentabili, nemmeno foto fatte da bambini  (almeno oggi con i telefonini ..)

EVENTO sul lago di COMO a Lecco – Bici elettrica protagonista per tutti – Da non perdere dal 12 al 14 maggio 2017

Corsi di e-mtb

Test ride e prove

Anche speciali eventi riservati ai più piccoli; dai 18 mesi in su !!!

Dal 12 al 14 maggio 2017

E-BIKE ANCORA PROTAGONISTE
A LECCO
UN FINE SETTIMANA RICCO DI EVENTI

Novità del 2017:
TrailUP e-powered by Bosch: escursioni di mezza giornata
in compagnia di una guida alla scoperta del territorio

WOW: escursione in bicicletta solo per ragazze con pausa relax nel boutique hotel Casa sull’albero

Mamma Sprint, divertente iniziativa tra birilli.

RideUp, lessons di e-mountain bike con la Gravity School

La bicicletta elettrica sarà ancora protagonista dal 12 al 14 maggio di Bike-Up il primo festival europeo interamente dedicato alla bicicletta a pedalata assistita.

Molte le novità di questa 3 giorni.

Il calendario infatti degli appuntamenti si presenta molto ricco e la manifestazione sarà un’occasione unica per appassionati, sportivi e famiglie per “toccare con mano” e sperimentare, attraverso test ride e prove, cosa significhi utilizzare una bicicletta a pedalata assistita.

Ci saranno attività per tutte le età… a partire dai 18 mesi!

Unico requisito richiesto: la curiosità di provare.

CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI:

TrailUP e-powered by Bosch
È l’iniziativa che ha l’obiettivo di dare a tutti la possibilità di esplorare il territorio, visitare aree d’interesse culturale e paesaggistico senza eccessivo sforzo o allenamento grazie all’utilizzo delle biciclette elettriche.

Escursioni di mezza giornata guidati da una guida esperta alla scoperta del territorio sia dal punto di vista culturale e paesaggistico che enogastronomico. L’obiettivo è quello di estendere l’esperienza dell’escursione in bicicletta anche a chi non è ciclista grazie all’ausilio dell’assistenza alla pedalata.
Quando: sabato e domenica con una partenza la mattina (ore 10.30) e una il pomeriggio (ore 14.30)
Costo: guida, noleggio e-bike, degustazione, 25€

Up-E cicloraduno elettrico
Sarà organizzato UP-E il cicloraduno elettrico che invita tutti i proprietari di biciclette a pedalata assistita a partecipare. Un’escursione in compagnia sulle rive del Lago di Como.
Quando: domenica mattina alle ore 10

RideUP lesson by Gravity School
Durante BikeUP saranno realizzati anche dei corsi di e-mtb (per imparare a sfruttare le potenzialità delle mtb elettriche) aperti sia a principianti sia a biker di livello avanzato in possesso già di una e bike. Si svolgerà su percorsi con salite scorrevoli e tecniche e discese non impegnative ma complete. Si potrà apprendere o migliorare la postura in sella e l’assetto di guida, l’uso dei freni, come affrontare le curve. Inoltre si apprenderà come gestire il motore, le modalità e l’uso dell’assistenza. Ogni corso ha la durata di 3 ore con un massimo di 15 persone e 2 Coach.
Quando: sabato e domenica, ore 10 e 15
Costo: 35€

Mamma Sprint
Uno slalom pensato ad hoc per tutte le mamme che vorranno cimentarsi in sella a una e-bike, munita di un cestino pieno di generi alimentari. L’obiettivo di ogni mamma è terminare l’insidioso percorso senza perdere la propria spesa. Mamma Sprint è un modo per testare l’abilità delle donne cicliste e mamme allenatissime nei mille impegni quotidiani. Al termine della gara la mamma che avrà fatto il tempo migliore riceverà un premio… sorprendente!
Quando: domenica mattina dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17

WOW
“Woman on Wheels” è nuovo format di eventi pensato appositamente per le biker e per tutte le donne che vogliono avvicinarsi al mondo della bicicletta. L’appuntamento pensato durante Bike Up prevede un tour in bicicletta che porterà il gruppo, sino a Malgrate, dove nella suggestiva location del boutique design hotel “Casa sull’albero”, ci si rilasserà nella spa dell’hotel, gustando un (meritato!) aperitivo.
Quando: sabato mattina alle ore 10

Bike UP www.bikeup.eu
QUANDO 12 – 14 MAGGIO 2017
DOVE LECCO
Festival Piazza Cermenati, XX Settembre e Piazza Garibaldi
Workshop e conferenze Sala Conferenze presso Palazzo delle Paure – Piazza XX Settembre, 22

COMO – Passeggiata creativa del ciclo “Sulle orme di Volta”

– Sono aperte le iscrizioni alla terza passeggiata creativa del ciclo “Sulle orme di Volta”, presentata questa mattina a Villa del Grumello assieme a tutto il ricchissimo programma del Festival della Luce – Lake Como.

Il 14 maggio cammineremo con Gianni Biondillo e Pietro Berra da Villa Olmo di Como al Giardino della Valle di Cernobbio. Info e iscrizioni qui: www.festivaldellaluce.it/il-programma/29-passeggiata-sulle-orme-di-volta.html?date=2017-05-14-14-30
In collaborazione con Fondazione Alessandro Volta e Le Primavere de La Provincia di Como.

Sempre per il ciclo “Sulle orme di Volta” vi ricordiamo che il 22 aprile verrà recuperata la passeggiata all’Oasi del Bassone, rinviata lo scorso 2 aprile causa maltempo. Le prenotazioni che erano state fatte per la data originaria restano valide. Chi dovesse rinunciarvi è pregato di segnalarlo alla mail sulleormedivolta@fondazionealessandrovolta.it , in modo che il suo posto possa essere liberato a favore di chi era rimasto in lista d’attesa. Informazioni qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-passeggiate-sulle-orme-di-volta-22-aprile-2017-32718800814

Con la speranza di rivedervi presto in una delle prossime passeggiate,

auguri di buona Pasqua da tutto il nostro staff

GIAPPONE – TOKYO – Da non perdere 10 must

Crociera nella città di Tokyo

panorama
Exif_JPEG_PICTURE

10 cose da non perdere a Tokyo

I turisti italiani che decidono di visitare il Giappone sono sempre di più ogni anno, registrando nel 2016 una ulteriore crescita del +15%. In occasione di un viaggio in Giappone la capitale Tokyo è sicuramente un must da visitare che offre innumerevoli luoghi di interesse e, per non perdersi nulla, ecco alcuni suggerimenti su cosa vedere e su cosa sperimentare durante il soggiorno.

1. Palazzo Imperiale

Il Palazzo Imperiale è la dimora dell’Imperatore del Giappone. L’attuale edificio del Palazzo Imperiale fu costruito nel 1888 sulle ceneri del precedente palazzo, distrutto da un incendio nel 1873.

Di fronte all’ingresso principale si trova il famoso ponte Nijubashi (lett. “doppio ponte”) e intorno al Palazzo si trovano gli splendidi giardini imperiali.

2. Meiji Jingu

Il luogo migliore dove trovare l’unione tra natura, tradizione e religione è il santuario shintoista Meiji. Situato nelle vicinanze della stazione di Harajuku, è il santuario dove si onorano l’Imperatore Meiji e consorte, la costruzione risale al 1920.

Le aree del giardino esterno del santuario sono coperte da fusti sempreverdi di oltre 100.000 alberi donati dal popolo giapponese in occasione della tumulazione dell’Imperatore Meiji e piantanti singolarmente a mano e la foresta che si è venuta a creare in quasi un secolo copre ora oltre 700.000 metri quadrati.

All’ingresso del tempio si trova una caratteristica la collezione di botti di sake, bevanda spesso usata nelle cerimonie religiose, frutto delle donazioni da parte delle varie prefetture giapponesi al santuario.

3. I giardini Kiyosumi

Il popolo giapponese ha un forte rapporto con la natura e i suoi cambiamenti dovuti al passare delle stagioni. Per cogliere questo spirito è sicuramente d’obbligo una tappa in almeno uno degli innumerevoli giardini e parchi, in stile giapponese e non, che Tokyo offre, come i giardini Kiyosumi, in stile “circolare” che comprendono anche un bellissimo laghetto. Il giardino ospita un’ampia varietà di piante che garantiscono una fioritura lungo tutto l’anno, da gennaio a dicembre.

4. Sumida Hokusai Museum

Il quartiere di Sumida, a Tokyo, ha dedicato recentemente un intero museo all’artista di fama mondiale Katsushika Hokusai, nel quartiere di Sumida dove nacque. Oltre a conservare le sue opere pittoriche e xilografiche in stile ukiyo-e, come “La grande onda presso la costa di Kanagawa” e “Fuji Rosso (Giornata limpida col vento del sud)” tratte dalla serie Trentasei vedute del Monte Fuji, il museo racconta la storia personale dell’artista, della sua vita nel quartiere di Sumida e di come si mostrasse la città, allora chiamata Edo, tra il 1760 e il 1849.

5. Tecnologia

La tecnologia è l’incarnazione dello spirito di innovazione che il popolo giapponese ha abbracciato senza timore a partire dalla fine della seconda guerra mondiale. I simboli della tecnologia giapponese sono ovunque nella città di Tokyo, soprattutto nella rete ferroviaria con i treni superveloci shinkansen oppure la futuristica monorotaia Yurikamome che collega la città con l’isola artificiale di Odaiba, nella baia di Tokyo. Sull’isola di Odaiba è consigliatissimo il Miraikan – il Museo Nazionale delle Scienze Emergenti e dell’Innovazione – dove vengono approfondite le tendenze più recenti della scienza e anche della robotica.

6. Quartiere di Shibuya

Shibuya, dinamico quartiere cuore della cultura pop giovanile e casa di molti luoghi di intrattenimento e locali, accoglie i visitatori che escono dalla stazione con la statua di Hachiko, il noto cane di razza Akita. La storia di Hachiko è una storia di fedeltà: ogni giorno partiva da casa ed andava ad attendere il suo padrone di ritorno dal lavoro alla stazione di Shibuya. Anche dopo la morte del padrone Hachiko continuò a recarsi alla stazione, comportamento che rese famosa la sua storia, da cui sono stati tratti anche romanzi e film di successo internazionale. La statua di Hachiko è oggi il punto di ritrovo per antonomasia ed è possibile vedere molte persone in attesa di amici o colleghi in quell’area.

Sembra strano, ma un’altra delle attrazioni principali del quartiere di Shibuya è un incrocio. Non si tratta di un comune incrocio ma del celeberrimo scramble crossing, uno degli attraversamenti pedonali incrociato più famosi al mondo, che può essere attraversato contemporaneamente da migliaia di pedoni ad ogni semaforo verde.

7. Quartiere di Shinjuku

In occasione di un viaggio in Giappone sicuramente da non perdere è il quartiere di Shinjuku, sede del Palazzo del Governo Metropolitano di Tokyo, che offre al 45° piano una terrazza panoramica gratuita. Da non perdere, inoltre, i vivaci quartieri dei divertimenti, il Kabuki-cho, detto il “quartiere che non dorme mai”, e il Golden-Gai, nato nel secondo dopoguerra e costellato di piccoli bar.

Sempre a Shinjuku, da non farsi sfuggire la scultura LOVE dell’artista americano Robert Indiana!

8. Bagni pubblici – Atami-yu

È usanza in Giappone concludere la giornata con un rilassante bagno caldo per eliminare lo stress, tra le mura di casa propria oppure in uno dei numerosi bagni pubblici (sento) della città.

A Tokyo esiste un bagno pubblico particolare, molto famoso tra i giapponesi, dove oltre ad un buon bagno è anche possibile ammirare il monte Fuji… senza lasciare il centro di Tokyo! Si tratta del sento Atami-yu nel quartiere di Iidabashi, al cui interno si cela un murales con vista del monte Fuji.

9. Crociera sui corsi d’acqua

Per vedere la capitale del Giappone da un altro punto di vista è possibile usufruire dei numerosi servizi di crociera sulle vie d’acqua. I più famosi prendono luogo nella baia di Tokyo, per ammirare il Rainbow Bridge, e sul fiume Sumida. Percorre quest’ultimo l’interessantissima la crociera che collega passato e futuro, con partenza dallo storico quartiere di Asakusa e arrivo alla futuristica isola di Odaiba.

10. Imparare a fare il sushi

La cucina giapponese è sempre più amata dagli italiani e quale occasione migliore può esserci per imparare direttamente a cucinare i propri piatti preferiti se non un viaggio a Tokyo?

Consigliatissimi a questo scopo i corsi di sushi making della Tsukiji Sushi Academy Tokyo oppure i corsi di cucina giapponese tradizionale organizzati da Chagohan Tokyo ad Asakusa per un’esperienza davvero indimenticabile.

Cocoontower.

Qualche altro suggerimento:

-ottimi cibi da asporto al Grande Magazziono Isetan di Shinjuku

 -nel distretto finanziario di Shinjuku (Shinjuku è uno dei 23 quartieri più emblematici della città; anche sede di uno dei maggiori nodi dei trasporti pubblici di Tokyo, l’area verde del Shinjuku include i giardini alla francese, all’inglese e naturalmente alla giapponese, tutto il quartiere è immerso nel verde ), la  Cocoon Tower di Tokyo ha ricevuto l’Emporis Skyscraper Award come miglior grattacielo del 2008; dall’alto nei giorni tersi è possibile ammirare il monte Fuji e la città circostante, compresa la zona del mercato dle pesce più famoso del mondo

-ottima l’idea di prenotare un albergo nel quartiere di Shinjuku (noi siamo stati al Gracery spendendo in doppia 75 euro a notte; ma normalmente è più caro).

CROCIERA DI LUSSO CON OCEANIA CRUISES – 684 ospiti serviti da un personale qualificato di 400 persone

Oceania Cruises introduce dieci nuovi itinerari su Cuba

I viaggiatori potranno vivere un’esperienza cubana genuina ed autentiche esplorazioni culturali

– Oceania Cruises, la compagnia di crociere leader per i suoi itinerari incentrati sulle esperienze gastronomiche e sulla scoperta delle destinazioni, ha annunciato dieci nuove rotte su Cuba per il 2018.

Con partenza e arrivo da PortMiami, questi nuovi tour con una durata variabile dai 7 ai 10 giorni includeranno scali a L’Avana e nelle leggendarie destinazioni di Cienfuegos e Santiago de Cuba. Intrisa di un profondo senso di cultura e storia, Cuba trabocca di occasioni per vivere incontri autentici ed esperienze indimenticabili.

“Ho avuto il piacere di prendere parte alla prima crociera a Cuba a bordo di Marina e il modo migliore per vivere Cuba dall’interno è immergersi nella sua cultura e nella vita quotidiana dei suoi abitanti – con approfondimenti culturali che invitano a sperimentare la Cuba autentica. È proprio questo ciò che offrono i nostri nuovi itinerari, che includono scali a L’Avana, Santiago de Cuba e Cienfuegos,” ha dichiarato Bob Binder, Presidente e CEO di Oceania Cruises.

Una scelta tra 20 viaggi

Oltre alle crociere elencate qui di seguito, Oceania Cruises ha recentemente aggiunto sei nuove proposte di itinerari a Cuba a bordo di Insignia per l’autunno 2017 e degli scali a L’Avana su quattro crociere a bordo di Regatta previste per la primavera e l’autunno 2018.

In totale, Oceania Cruises offre una scelta di ben 20 viaggi a Cuba tra l’autunno del 2017 e del 2018.

Highlight destinazioni

L’Avana, Cuba

La porta verso il cuore di Cuba, L’Avana, attrae con la sua cultura iperbolica, i suoi ritmi sensuali e la sua bellezza segnata dalle intemperie.

Una passeggiata rilassante lungo il suggestivo Malecòn, la strada principale di Cuba, perdendosi tra le facciate in stile barocco e i ciottoli coloniali nei vicoli della Vecchia Avana.

Visitare il grandioso Capitolio Nacional e scoprire la collezione artistica di fama mondiale al Museo Nacional de Bellas Artes dove è esposto di tutto, dalla pittura coloniale agli innumerevoli capolavori del noto periodo d’avanguardia Cubano.

Vivere memorabili esperienze come per esempio la visita a una delle iconiche aziende di sigari storiche a L’Avana, per poter scoprire il luogo di nascita di questi sigari famosi in tutto il mondiale e l’antica tecnica con cui vengono prodotti.

Un’escursione a L’Avana include un breve viaggio nella lussureggiante Viñales Valley, famosa per la coltivazione di tabacco e per le colline calcaree note come mogotes, un curioso dietro le quinte per scoprire i metodi artigianali di lavorazione dei sigari o un’irresistibile serata di musica cubana in un club leggendario. Interagire con la gente del posto, approfondendo la conoscenza del fiorente scenario artistico in una galleria e scoprire l’affascinante storia del paese attraverso musei, monumenti imponenti e altri luoghi di rilievo.

Cienfuegos, Cuba

Situata in una bellissima baia nel cuore della fertile regione agricola cubana sulla costa meridionale, Cienfuegos ha un fascino silenzioso con il suo spirito francese, il suo quieto paesaggio marittimo e la sua architettura neoclassica.

Conosciuta come La Perla del Sur (la Perla del Sud), Cienfuegos fu originariamente fondata dai colonizzatori francesi e il suo centro è stato dichiarato Patrimonio dell’UNESCO.

Ricca di appuntamenti formativi e coinvolgenti, il suo centro storico custodisce con cura le strutture del diciannovesimo secolo e splendide piazze, con disposizione ispirata all’Illuminismo Spagnolo.

Affascinante sarà scoprire l’eclettico ed elaborato Palacio de Valle, ammirare la favolosa vista da Punta Gorda, il punto perfetto per godere del tramonto; fare un passo indietro nel tempo al Teatro Terry con una performance di artisti locali o scoprire la vicina Trinidad, una città coloniale che si è preservata in maniera sorpendente, riconosciuta come patrimonio dell’UNESCO e ancorata alla sua imponente Plaza Mayor, un museo all’aria aperta dell’architettura coloniale spagnola.

Santiago de Cuba, Cuba

Un energico centro culturale, Santiago de Cuba è la seconda città più grande del Paese e ha rivestito un ruolo fondamentale nell’evoluzione della musica cubana, della letteratura e dell’architettura.

Incastonata tra l’imponente catena montuosa della Sierra Nevada e le acque cristalline del Mare dei Caraibi, la città offre un’ampia e ricca proposta culturale e diverse opportunità di intrattenimento in uno straordinario scenario.

Scoprire l’affascinante storia della città al Castillo de San Pedro de la Roca e al Cementerio Santa Ifigenia, dove furono sepolti l’eroe cubano José Martì ed Emilio Bacardi Moreau della nota dinastia del rum. Innumerevoli musicisti sono nati a Santiago de Cuba, incluso Miguel Matamoros di Trìo Matamoros e Sindo Garay; molti dicono che il cuore di questa fiorente città vive nel suo patrimonio musicale.

Highlights di bordo

Navigare verso Cuba con Oceania Cruises è un viaggio straordinario.

A bordo della strepitosa Sirena, i 684 ospiti privilegiati sono serviti da un personale qualificato composto da 400 persone.

I viaggiatori potranno beneficiare della rinomata esperienza gastronomica di bordo, the Finest Cuisine at Sea, nei quattro ristoranti gourmet che offrono specialità continentali abbinate ai vivaci sapori di Cuba.

Ciascuno di questi itinerari proporrà una vasta gamma di autentici piatti cubani nati da ricette di vecchie generazioni.

Questo stimolante viaggio sarà arricchito da prestigiosi esperti daranno lezioni coinvolgenti sulla storia cubana, sull’arte e sulla musica; avranno la possibilità di unirsi ai propri compagni di viaggio in una pietra miliare della cultura cubana, il gioco del Domino. Durante tutto il viaggio, Sirena è il simbolo di modernità con le sue 342 cabine e suites elegantemente arredate; il 70% di queste offre una veranda privata, la perfetta postazione dalla quale ammirare lo splendido paesaggio marino Caraibico.

Per ulteriori informazioni su Oceania Cruises visitare www.oceaniacruises.com o contattare un’agenzia di viaggio.

Dichiarazione OFAC

Tutte le crociere e le escursioni di terra avverranno nel pieno rispetto della normative federale vigente negli Stati Uniti e delle recenti dichiarazioni dell’Ofac (Office of Foreign Assets Control) del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d’America. Questi viaggi offriranno ai passeggeri un’opportunità unica non solo di scoprire la ricca cultura, storia e bellezze naturali di Cuba, ma anche di sperimentare il calore e l’ospitalità della sua gente.

###

A proposito di Oceania Cruises

Caratterizzata da una flotta di navi di lusso, Oceania Cruises offre un’esperienza di vacanza impareggiabile, rinomata per la cucina raffinata e i suoi itinerari in tutto il mondo. I viaggiatori più esperti sono attratti dalle proposte di viaggio ideate con estrema cura da Oceania Cruises; esse coprono più di 365 porti in Europa, Asia, Africa, Australia, Nuova Zelanda, Sud Pacifico e Americhe.

Le ampie ed eleganti sistemazioni a bordo di Regatta, Insignia, Nautica e Sirena – da 684 ospiti – e Marina e Riviera – da 1.250 passeggeri – invitano a esplorare il mondo con soluzioni di comfort e uno stile senza eguali.