Archivi categoria: VIAGGI

Viaggi: in economia, style&luxury, terme…extra Europa, Europa, Italia,

Weekend e vacanze per arte – design – musica e danza – Dove ? In Svizzera il meglio designed for you

Swiss cities – Designed for you

Cosa sarebbe il mondo senza la cultura in tutte le sue declinazioni?

Arte, design, musica e danza vanno a braccetto con l’offerta turistica delle città svizzere che vantano musei e manifestazioni di richiamo internazionale in contesti “a misura d’uomo”. Protagoniste di riqualificazioni urbane innovative ed ecosostenibili, alcune città sono diventate un punto di riferimento nel panorama dell’architettura contemporanea

Basilea: la città d’arte svizzera per eccellenza

A Basilea l’arte si respira: è, infatti, in questa città che si trova la più alta densità di musei. Per non parlare di Art Basel! Molti però non sanno che nella città sul Reno l’arte ha una lunga tradizione.

Già nel 1967, al fine di mantenere due quadri di Picasso al Kunstmuseum Basel, gli abitanti manifestarono scandendo lo slogan «All You Need Is Pablo». Da allora l’amore per l’arte non ha fatto che crescere e, ora, è culminato nella monumentale nuova costruzione del Kunstmuseum.

Lugano, una città in fermento artistico.

Sole, relax, clima e cibo mediterranei: questa è solo una piccola parte dell’eccezionale offerta turistica luganese.

Negli ultimi anni a Lugano si è infatti formata una comunità di giovani artisti del territorio che, arricchiti di esperienze fatte all’estero, sono ritornati in città con l’intento di espanderne il panorama artistico. Dal 7 aprile la cittadina ticinese organizza il suo fuori salone.

Zurigo: da quartiere industriale ad avamposto del design.

Negli ultimi anni è nato un nuovo quartiere illuminato a Zurigo, chiamato Zürich-West.

Là dove un tempo si costruivano navi e si avvitavano motori, oggi i riflettori sono puntati su arte, gastronomia, shopping e architettura. Esemplare la trasformazione dell’ex birrificio Löwenbräu in centro per l’arte contemporanea con gallerie, il Museo Migros e la Kunsthalle.

Losanna: la danza dietro ogni angolo.

Dai Ballets Russes durante la prima guerra mondiale al prestigioso Prix de Lausanne, fondato nel 1973, dal Béjart Ballet Lausanne alla danza contemporanea di Philippe Saire, la città sul Lago di Ginevra accoglie tutti i generi di danza.

Al tema è dedicato un nuovo tour guidato per il pubblico che “debutterà” in occasione della Fête de la Danse (5-7  maggio 2017) e verrà replicato per il Festival de la Cité (4-9 luglio 2017).

Berna

Sulle tracce di Paul Klee.
ll Centro Paul Klee ospita la più grande collezione di opere dell’artista che trascorse metà della sua vita a Berna. E qui non ci si limita ad ammirare i quadri ma ci si può anche dedicare alla pittura.

Ginevra

Quartier des Bains.
Ginevra vi aspetta con uno dei quartieri artistici più innovativi d’Europa: il Quartier des Bains. Qui ha sede il MAMCO, museo per l’arte contemporanea, numerose gallerie, bar alla moda e caffé trendy.

Lucerna

Lucerne Festival.

Le migliori orchestre e i migliori direttori del mondo, il centro di cultura e congressi KKL dell’architetto di fama mondiale Jean Nouvel, la vista sulla città vecchia, il lago e i battelli a vapore: sono molti i motivi per cui innamorarsi del Lucerne Festival.

Con la realizzazione del Centro cultura e congressi KKL Lucerna alla fine degli anni 90, questa storia d’amore musicale si è arricchita di un ulteriore capitolo: i lucernesi sono orgogliosi dell’opera progettata dalla star dell’architettura Jean Nouvel e situata direttamente sul Lago dei Quattro cantoni. Il KKL Lucerna riunisce sotto lo stesso tetto una sala da concerti, un centro congressuale e un museo d’arte – e ogni anno corona la propria splendida offerta con il Lucerne Festival. L’acustica della sala da concerto, concepita dall’architetto ed esperto di acustica di New York Russell Johnson, è fra le migliori del mondo.

Lucerne Festival 2017

1 – 9 aprile 2017
Festival Pasquale

11 agosto – 10 settembre 2017
Festival estivo

18 – 26 novembre 2017
Festival pianistico
www.lucernefestival.ch

Weekend aprile e maggio low cost – LA VAL DI NON SALUTA LA PRIMAVERA CON TANTI APPUNTAMENTI DEDICATI AI FIORI…

Weekend da 120 Euro a persona per due notti con colazione; il prezzo include due pernottamenti in primavera e due pernottamenti in autunno e l’adozione di un melo.

www.apriledolcefiorire.com

7 aprile – 2 maggio 2017

APRILE DOLCE FIORIRE:
 LA VAL DI NON SALUTA LA PRIMAVERA
CON TANTI APPUNTAMENTI DEDICATI AI FIORI…
NON SOLO DI MELO!

NOVITÀ 2017: A castello con gusto!

Parco Fluviale Novella: passeggiata lungo i sentieri delle orchidee selvagge
—————————–

Gustosi menu che mettono insieme fiori di melo e altri fiori autoctoni.

Fiorinda, un’intensa due giorni dedicata ai fiori, alla cultura
e all’agricoltura della Val di Non.

ADOTTA UN MELO:


Weekend in Val di Non presso un’azienda agricola Melinda a partire da 120 Euro a persona: adozione della pianta inclusa!

– Prima dei frutti ci sono i fiori e, proprio per questo, una terra di frutti per eccellenza come la Val di Non, chiamata anche non a caso, la valle delle mele, dedica l’intero mese di aprile ai fiori.

Momento hype del periodo sarà naturalmente la fioritura dei meli che letteralmente imbianca tutta la valle, inondandola di un intenso profumo. Per aspettarlo e accompagnarlo nel migliore di modi ci saranno tantissimi eventi. E non solo dedicati ai fiori di melo!

Tra le novità più belle del 2017, “A castello… con gusto”, visita guidata allo spettacolare Castel Valer – che nel 2017 apre per la prima volta le sue porte al pubblico – , abbinata a una passeggiata tra i meleti in fiore circostanti e a una squisita merenda curata da La Strada della Mela e dei Sapori.

“Aprile dolce fiorire” è una scatola magica en plein air che racchiude appuntamenti legati alla floricoltura e alle piante selvatiche, passeggiate tra i filari di melo, menù a tema, weekend in agriturismo in cui è possibile adottare un melo, running (o slow walking) in campagna…

Un consiglio perfetto per apprezzare la fioritura in modalità aromaterapia? L’essenza dei boccioli di melo è particolarissima e un’esperienza da provare appena fa buio e l’aria della sera si fa frizzante, è uscire all’aria aperta, chiudere gli occhi e concentrarsi solo sull’olfatto: il naso si inebrierà immediatamente, trasmettendo una sensazione straordinaria a tutto il corpo. Provare per credere!

FIORINDA: FIORI DA AMMIRARE, ASSAGGIARE, IMPARARE E… PEDALARE

Per “Aprile dolce fiorire”, a Mollaro va in scena la quinta edizione di Fiorinda, il dolce spettacolo della fioritura dei meleti! Dall’8 al 9 aprile il borgo della Val di Non, che è interamente circondato da campi pieni di alberi di melo, si mette in festa e diventa un’allegra vetrina incentrata su agricoltura, prodotti locali, enogastronomia, cultura, artigianato, sport e innovazione. Tra le novità di quest’anno, un Castello animato da streghe e mangiafuoco e Fiorinda Social Walk, una biciclettata e camminata tra i meli. Da non perdere inoltre gli spettacoli di show cooking, i laboratori didattici e le tante animazioni per i più piccoli. www.fiorinda.org

PARCO FLUVIALE NOVELLA: SUI SENTIERI DELLE ORCHIDEE SELVAGGE
Aprile è anche il mese in cui il Parco Fluviale Novella dedica, ogni weekend, le sue escursioni ai fiori e ai loro segreti. Lungo il percorso tra i suoi spettacolari canyon, oltre ad ammirare i meleti in bianco, protagoniste dell’escursione saranno le prime orchidee selvatiche, avvistate e raccontate dalle guide, e le incredibili strategie che alcune piante mettono in atto per assicurarsi la propagazione.

AL MELETO: UNA VERA MELAVVENTURA – VISITA GUIDATA!

Pensando ai più piccoli, ma anche ai loro accompagnatori adulti, nell’evento dedicato alla fioritura, non poteva mancare una visita guidata divertente e istruttiva focalizzata sui campi di melo, da vivere all’aria aperta in compagnia di una guida bravissima. Ingredienti speciali: gli scorci di paesaggio, i particolari punti di osservazione giocosamente interattivi e una squisita merenda con prodotti del territorio.

MENÙ A TEMA FLOREALE E SHOW COOKING A BASE DI PIANTE E FIORI LOCALI

Le mele antiche, gli ortaggi e altre produzioni agricole locali saranno invece protagonisti di alcuni interessanti itinerari tematici. Alcuni ristoranti soci della Strada della Mela proporranno per tutto il periodo primaverile menu ad hoc con abbinamenti floreali tra fior di melo e altri fiori autoctoni. Tra le ricette, maltagliati all’ortica fatti in casa con mortandela, tarassaco e fiorellini, fortaie alle erbe di campo con salumi e formaggi, petto di faraona ripieno al tarassaco spontaneo dei prati della Predaia, semifreddo al sambuco con marmellata di mele cotogne.

E tra quelle per lo show cooking con il senior Family chef Mattia Sicher dell’Hotel Pineta: ravioloni alla carbonara liquida e cime di luppolo selvatico, spatzle tricolori della cucina aromatizzati con le verdure di stagione.

ADOTTA UN MELO – VACANZA GREEN BELLA, BUONA E DIVERTENTE!

Uno dei momenti più belli del mese di aprile in Val di Non è sicuramente il ritorno dei weekend di “Adotta un melo” – www.adottaunmelo.com. Prenderanno il via dal 7 aprile, per un’idea di vacanza “green 100%” – promossa dall’ APT della Val di Non, dalla Strada della Mela e dei Sapori della Val di Non e da Melinda – che vede coinvolte le aziende agrituristiche che si fregiano del riconoscimento “Ambasciatori di Melinda”, grazie all’anima eco del loro modo di intendere l’ospitalità.

Questo weekend country style dà la possibilità di trascorrere qualche giorno in un’azienda agricola impegnata nella coltivazione delle mele e di vivere in diretta i suoi ritmi e i suoi rituali. Per adottare un melo della Val di Non – che sarà corredato di una targhetta con il nome della nuova mamma o del nuovo papà – è sufficiente prenotare un weekend dal 7 aprile al 4 giugno 2017, facendo ritorno in autunno per raccogliere le propria frutta insieme ai contadini co-genitori della pianta e portarsi a casa 15 kg di croccanti mele di cui, nel corso dei mesi, si è seguita l’evoluzione, grazie agli aggiornamenti ricevuti via web.

Durante i fine settimana di “Adotta un melo”, gli ospiti degli agriturismi vivranno i frutteti in compagnia degli agricoltori affiliati al progetto e scopriranno con loro alcuni “segreti” delle tecniche di coltivazione nello spirito di provare un’esperienza “living as locals”.

Pacchetti a partire da 120 euro a persona, con trattamento B&B, adozione inclusa. Il prezzo include due pernottamenti in primavera e due pernottamenti in autunno.

Sconti del 50% per bambini da 3 a 12 anni.

4 VILLE IN FIORE, EDIZIONE NUMERO 42: PASSEGGIATA TRA I MELETI IN FIORI, PER RUNNER E SLOW WALKER
Nel mese fiorito, un grande classico è La “Quattro Ville in Fiore”, evento amato da runner super allenati, ma anche di chi vuole godersi una tranquilla passeggiata primaverile! In programma, nel 2017, il 23 aprile, nasce ben 42 anni fa come evento creato per sposare idealmente sport e bellezza, mettendo insieme atleti provetti e persone di tutte le età che hanno voglia di vivere la fioritura dei meli, ammirandone i profumi e i colori lungo un percorso che si sviluppa nell’area definita delle “Quattro Ville”, cuore della Val di Non e luogo storico per la coltivazione delle mele in tutto il Trentino.
Il percorso – 11 o 5 km – tocca alcuni dei più bei castelli della Val di Non, come Castel Nanno e l’imponente Castel Valer, congiungendo ad anello i suggestivi borghi contadini che formano le Quattro Ville d’Anaunia. Speciali corner gastronomici per fare un break di bontà dopo il percorso. Tra le novità del 2017, visite guidate ad alcuni monumenti artistici della zona.

MOSTRA MERCATO DELL’AGRICOLTURA: la più grande fiera dedicata all’agricoltura della Val di Non.
In un calendario così fitto di eventi, non poteva mancare una grande esposizione dedicata agli appassionati di agricoltura e giardinaggio, ma anche alle famiglie e ai bambini. L’1 e 2 maggio, la fiera di Cles ospita le più importanti novità del settore, le macchine agricole, il mercato delle piante da frutto, animali da cortile e focus dedicati alle tecniche della coltivazione dell’orto fatto in casa. Anche le attività didattiche per i più piccoli la rendono un interessante laboratorio a cielo aperto per grandi e bambini.

INCONTRI CON GLI AGRICOLTORI “A PORTE APERTE”

Oltre ai tre eventi principali, “Aprile dolce fiorire” proporrà numerose iniziative legate alla Strada della Mela. Le aziende agricole e produttrici di derivati della mela daranno vita a incontri a “porte aperte” per i visitatori, accompagnandoli nei luoghi di produzione e illustrando loro le tecniche di coltivazione e di lavorazione della frutta.

Per ulteriori informazioni:
APT Val di Non – www.visitvaldinon.it
tel. 0463 830133
www.apriledolcefiorire.com

Alla BIT il 3 Aprile la “BIO SPA”

Green Travel Award per la “BIO SPA”

Appuntamento alla BIT il 3 Aprile

Ancora un prestigioso riconoscimento per il TeviniDolomites CharmingHotel. Il 3 aprile infatti nell’ambito della fiera BIT di Milano, il Gruppo Italiano Stampa Turistica consegnerà il premio per la categoria “Bio-Spa” a Lorenzo Tevini. Il Green Travel Award è il premio che il Gist riconosce alle eccellenze del turismo sostenibile e responsabile. Ancora una volta quindiil rispetto per l’ambiente e l’ecosostenibilità volute dalla famiglia Tevini si dimostrano scelte vincenti insieme alla cura per il dettaglio e alla calorosa accoglienza tramandata da padre in figlio. l Premio consiste in una targa in cristallo con il logo del Premio disegnato da Miriam Mirri. La giuria 2017, che ha deliberato sulla base delle segnalazioni e delle candidature sollecitate dai soci Gist, era così composta: Luca Pollini (presidente), Raffaele D’Argenzio, Diana De Marsanich, Bruno Gambacorta, Graziella Leporati, Edoardo Stucchi. Tutti I vincitori del premio che vede coinvolte diverse categorie, saranno proclamati il 3 aprile a Milano in occasione della Bit (Borsa internazionale del turismo) a Fieramilano City.
Il Green Travel Award come migliore Bio Spa va ad assommarsi agli altri prestigiosi riconoscimenti che l’hotel ha ottenuto per la sua anima green: l’ultimo in termini di tempo aggiudicato a dicembre 2016 dal portale Più Turismo in collaborazione con WWF alla sua Spa “Km zero” e l’ECO LABEL per i consumi a impatto zero sul territorio come l’acqua, che si trova in abbondanza in tutta la valle, o il legno usato al posto del gasolio per il riscaldamento naturale.

Traghetti e vacanze – Navi di Corsica Sardinia Ferries con chef a bordo

 – Dalla primavera 2017, le navi di Corsica Sardinia Ferries sorprenderanno i passeggeri grazie al moderno e attento restyling dei locali dedicati alla ristorazione, che avranno un nome rappresentativo, un logo dedicato e una precisa personalità.

Anche il personale vestirà nuove divise, confortevoli e alla moda, che avranno uno stile più contemporaneo ma con un richiamo al passato: accessori classici si accosteranno a capi moderni e pratici.

Maître, camerieri, barman, hostess e responsabili di sala si presenteranno con un look accattivante, che avrà come colori dominanti il giallo e il blu, da sempre elementi identificativi del brand Corsica Sardinia Ferries.

Il raffinato ristorante “à la carte”Dolce Vita, dove i piatti della tradizione sono rivisitati in chiave moderna, sotto la supervisione di uno chef stellato; l’ampio buffet La Verandacon la formula“All you can eat”; l’elegante e classico Riviera Lounge; il dinamico self service gourmand Yellow’s; il mediterraneo “pasta e pizza” Gusto; il Lido Beach Bar, posto sul ponte solarium, e l’allegro Sweet Café si distingueranno per gli arredi, lo stile e la tipologia di offerta.

I nuovi locali avranno una precisa personalità ed esprimeranno i moderni concetti di ristorazione, rispettando le mode, le filosofie di vita, le esigenze salutistiche e le voglie della clientela più attenta.

Le navi gialle accoglieranno la serena unione tra Slow Food, per i passeggeri più tradizionalisti e amanti della buona cucina, e Fast Food, per i passeggeri più giovani o dinamici, che desiderano solo una pausa snack.

Sebastien Romani – Direttore del Catering – commenta “Sono stati creati nuovi concetti di accoglienza e ristorazione. Ogni locale avrà il suo stile, servirà cibo e bevande di qualità e presenterà una grande varietà di prodotti” e prosegue “Il nostro catering è motivo di vanto e orgoglio: da sempre curiamo l’immagine e le proposte di ristoranti e bar, garantendo la scelta delle migliori materie prime, la massima cura nella preparazione dei piatti – che sono tutti cucinati a bordo – con uno sguardo curioso alle novità e il desiderio di rispondere alle attese di tutti i tipi di clientela”.

§§§

Dal 1968 Corsica Sardinia Ferries è la prima Compagnia di navigazione privata per il numero di passeggeri trasportati, che serve tutto l’anno Corsica e Sardegna.
La Corsica è collegata da Tolone, Nizza, Savona e Livorno; la Sardegna è collegata da Livorno, Nizza e Tolone e, in estate, da Piombino. L’isola d’Elba è collegata da Piombino e da Bastia (Corsica) nella stagione estiva.
Corsica e Sardegna sono unite da collegamenti annuali.
Corsica Sardinia Ferries gestisce una flotta di 13 navi e si occupa direttamente di tutti i servizi all’utenza: dalla prenotazione, all’imbarco, all’accoglienza, al servizio di catering a bordo.
Tutte le attività di Corsica Sardinia Ferries sono certificate ISO 9001:2008.
A Savona Vado, in un’area di 50.000 mq in concessione alla Compagnia, sono concentrate le attività organizzative, amministrative e logistiche della società che nel 2016 ha trasportato oltre 3.700.000 passeggeri.

ZONE A RISCHIO TERRORISMO O SALUTE – DOVE ANDARE E COSA EVITARE – Informazioni per turisti

Gli ultimi sviluppi, marzo 2017, ci suggeriscono di sconsigliare viaggi anche a Londra, Parigi o Bruxelles.  Anche se ogni luogo è potenzialmente a rischio, ma per questo non dobbiamo cadere nella trappola di vivere nel terrore e modificare esageratamente la nostra vita normale.

Tra i luoghi da evitare, sicuramente la bellissima città di Istambul; soprattutto se siete donne sole, non è il momento.

Dicembre 2016: purtroppo l’Europa è ancora stata minacciata. Più a rischio sono i Paesi della Coalizione Internazionale che combattono l’Isis: Francia, Gran Bretagna, Danimarca, Belgio, Paesi Bassi, Canada, Australia e Giordania. Alle unità militari curde e irachene giungono anche gli aiuti militari inviati da Albania, Bulgaria, Repubblica Ceca, Germania e Italia.

——–

Dato per scontato che vivere è un continuo rischio; nel senso che non esiste un luogo sicuro; ci si può fare molto male anche stando in casa …

Chi non fosse andato all’estero per l’estate 2016 (per timore di atti terroristici), ma poi fosse finito in vacanza nella zona italiana di Matriciana e dintorni, ha rischiato la vita.

NESSUNO POTEVA PREVEDERLO.

D’ALTRA PARTE I VARI MINISTERI DEGLI ESTERI FANNO IL LORO DOVERE SEGNALANDO QUALI SIANO LE ZONE PIU’ A RISCHIO, MA OVVIAMENTE SI TRATTA SOLO DI INFORMAZIONI. OGNUNO POI NE DEVE TRARRE LE PROPRIE CONCLUSIONI; secondo il proprio punto di vista.

———-

PREMESSO CHE NEL CALCOLO MATEMATICO DELLE PROBABILITA’ E’ MAGGIORE IL RISCHIO DI UN INCIDENTE SU DI UN’ AUTOSTRADA ITALIANA, CHE INCAPPARE IN UN ATTENTATO TERRORISTICO DURANTE LE NOSTRE VACANZE; ecco quanto possiamo dedurre dai dati in nostro possesso.

Farnesina: 

” Negli ultimi anni lo scenario internazionale ha fatto registrare un progressivo mutamento. Nuovi fattori di rischio hanno fatto la loro comparsa su scala globale dando origine a minacce molteplici e difficilmente prevedibili … “.

Vedi http://www.viaggiaresicuri.it/home.html

NON VOLGIAMO TERRORIZZARE NESSUNO, NE DANNEGGIARE IL TURISMO; RIPORTIAMO SOLO DATI UFFICIALI E CONOSCIUTI.

Vedi anche al link http://www.donnecultura.eu/?p=25860 per conoscere i Paesi più pericolosi per le donne.

—–

PREMESSA:

Gli ultimi sviluppi dei fatti e il conseguente incremento di rischio terrorismo nel mondo, ci suggeriscono di imparare dagli israeliani come convivere con gli attentati.

Noi Europei non siamo abituati a convivere con la violenza sin da bambini, come succede da sempre agli israeliani.

Dobbiamo imparare a vivere senza avere terrore addosso, altrimenti, la nostra vita e di quelli che ci stanno vicino diventerebbe un inferno.

Per fare un esempio, i bambini israeliani, sono abituati a leggere, nelle loro scuole, i manifesti che danno le regole da seguire quotidianamente. Piccole attenzioni da mettere in atto, per essere vigili, ma non ossessionati.

Speriamo che il nostro governo si attivi in questo senso; basta poco per dimostrare, vera e concreta, buona volontà.

Quindi dobbiamo imparare a vivere stando più attenti a quello che ci succede intorno; questa è la prima regola per difendersi meglio.

—–

E’ anche evidente che alcuni Paesi siano, almeno nel calcolo delle probabilità, più sicuri di altri. Certamente i paesini di montagna, sperduti sulle Alpi, sull’Appennino o sui Pirenei, a meno che non siano un luogo di assembramento di rifugiati, danno più tranquillità di una grande città. Più sotto altre precisazioni.

———-

NON ANDATE IN EUROPA E STATE LONTANI DA GRANDI CITTA’ E ASSEMBRAMENTI SPORTIVI ; questo è quanto consigliano le autorità degli USA ai loro cittadini, DA MESI !!!

DATA LA SITUAZIONE ATTUALE: è impossibile prevedere dove, anche un solo individuo, possa colpire per fanatismo; propagandato dai terroristi internazionali. Ovviamente i grandi assembramenti di persone, fanno più gola al terrorismo che cerca un grande impatto mediatico.

Ecco cosa dice, DA MESI,  un comunicato USA: “Gruppi terroristici continuano a pianificare attacchi a breve termine attraverso l’Europa, avendo come obiettivo eventi sportivi, siti turistici, ristoranti, e trasporti”.

E’ SCONSIGLIABILE, ovviamente, PROGRAMMARE VIAGGI E VACANZE IN TURCHIA, EGITTO, TUNISIA,  E PAESI CIRCOSTANTI.

——

VIRUS ZIKA

L’ULTIMO PROBLEMA SANITARIO  RIGUARDA IL VIRUS ZIKA

IL MINISTERO DEGLI ESTERI ITALIANO SCONSIGLIA I VIAGGI NON INDISPENSABILI NELLE ZONE DI CONTAGIO: il pericolo è che, una volta tornati in Europa coloro che hanno il virus senza i sintomi, potranno trasmetterlo agli altri tramite la zanzara tigre o contatti sessuali.

PAESI DA EVITARE PER un  turista che non vuole, quasi, nessun rischio, ma …. (lo stesso fatto che stiamo vivendo vuole dire che rischiamo di morire in mille modi diversi; ovunque noi siamo):

-Messico

-Guatemala

-El Salvador

-Panama

-Colombia-

Equador

-Repubblica Dominicana

-Haiti

-Venezuela

-Guyana

-Suriname

-Bolivia

-Paraguay

Trovate tutte le info  riguardo il virus ZIKA al link http://www.donnecultura.eu/?p=28505

——-

DATA LA SITUAZIONE ATTUALE DI RISCHIO TERRORISMO, MA NON SOLO … per chi cerca i luoghi più tranquilli e sicuri

Premettiamo che, data la situazione attuale, ci sono alcune destinazioni e metodi di viaggio più  sicuri.

Un semplice esempio: raggiungere, dall’Italia, in auto, una destinazione di montagna in Svizzera è, nel calcolo delle probabilità, estremamente sicuro.

Tutta L’Italia di piccoli paesi molto lontani dalle città, è più sicura di altre destinazioni: pensiamo alla campagna toscana, alle colline e montagne del Veneto o Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Val d’Aosta.. per scendere sugli Appennini, piccole località liguri o umbre e poi via verso tutto il sud, sino alla punta estrema della Sicilia, Sardegna e piccole isole [Ovviamente nessuno potrà MAI prevedere gli atti di squilibrati e/o individui isolati o cellule dormienti che si attivano].

Eliminiamo le città più grandi (perché è più facile, nel calcolo delle probabilità, che nel grande numero si annidi qualcuno con cattive intenzioni).

Ognuno di voi, dopo avere letto quanto riportiamo più sotto, saprà comprendere quale può essere la destinazione che più lo rassicura; partendo dalla propria località di residenza.

I PAESI PIU’ SICURI DAL PUNTO DI VISTA DEL TERRORISMO SONO:

-LA SVIZZERA,

-VIETNAM,

-LE ISOLE DEI CARAIBI,

-CUBA,

-POTO RICO,

-COSTA RICA,

-SANTO DOMINGO…

-SINGAPORE,

-PANAMA.

-TAIWAN (Taiwan: attenzione ai monsoni; estati calde e umide, da maggio a settembre temperature medie di 28 °C, e “miti” stagioni invernali, da dicembre a febbraio, con temperature medie di 18 °C; nel periodo estivo l’isola è a volte colpita da violenti tifoni);

ovviamente rimangono i rischi, sempre presenti nel calcolo delle probabilità, di attentati negli aeroporti di scalo o sugli aerei; che, tuttavia,  sono inferiori ai rischi che corriamo tutti i giorni sulle nostre strade guidando un’auto o una moto (come già precisato più sopra).

————-

PARTICOLARMENTE A RISCHIO, IN QUESTO MOMENTO, sono:  PARIGI E ROMA, MA ANCHE LONDRA BRUXELLES, ISTAMBUL …MILANO soprattutto le metropolitane affollate, le stazioni ferroviarie; sempre gli aeroporti.

NON DIMENTICATE DI inserire i vostri dati e spostamenti al link del Ministero degli esteri: Dove siamo nel Mondo : https://www.dovesiamonelmondo.it/dovemondo/index.php?id=2&tipol=1

Il parere più autorevole riguardo alle situazioni pericolose nel mondo  lo trovate sul FOREIGN OFFICE INGLESE: https://www.gov.uk/foreign-travel-advice/greece/safety-and-security

VIAGGIARE

PERICOLI NEL MONDO

-Ora anche le Maldive sono sconsigliate, considerate pericolose le soste a Male.
Le agenzie di viaggio rassicurano, ma le Maldive non sono più quel paradiso che noi personalmente avevamo fotografato 35 anni fa, anche sott’acqua, quando la barriera corallina era viva anche in superficie. Quando nelle grandi e piccole isole non galleggiavano pezzi di plastica.

OGGI ALLE MALDIVE:  un’intera isola di rifiuti fronteggia la capitale e versa nelle acque tonnellate di pericolosissimi liquami rilasciati da computer, frigoriferi, televisori, telefonini ecc.. ammassati ormai da decenni. (Ma i turisti più distratti nemmeno se ne accorgono; anche se sono costretti a passarci vicino per raggiungere le varie destinazioni).

L’EGITTO, purtroppo, NON E’ TRA I  PAESI SICURI, ANCHE SE  IL GOVERNO EGIZIANO SI IMPEGNA MOLTISSIMO PER GARANTIRE I TURISTI .

ALTRO PAESE DA EVITARE IN QUESTO MOMENTO IL VENEZUELA.

RICORDARE SEMPRE CHE IL MESSICO,  sicuro se con gruppi turistici organizzati, RICHIEDE PER I TURISTI SINGOLI UNA GRANDE ATTENZIONE; COME PURE PARTE DEL CENTRO E SUD AMERICA ( vedi altre info più sotto ).

Crimine

Il furto di portafogli e borse è comune in tutte le metropolitane  e bus  o strade affollate del mondo; escludendo Singapore.

Lasciare gli oggetti di valore in un luogo sicuro; al vostro hotel o appartamento, ma state attenti fotografate tutto in modo che si veda dove sono localizzati in albergo, per eventuali denunce.

CI RISULTA CHE IN MOLTI PAESI NEMMENO LA CASSETTA DI SICUREZZA SIA SICURA; LASCIARE SEMPRE UN BIGLIETTO CON LA  CIFRA E L’ELENCO O FOTO DI QUANTO INSERITO (e tenetene una copia con voi); pare sia comune, in alcuni Paesi, sottrarre piccole cifre o solo un oggetto, in modo che il proprietario possa avere dei dubbi sul furto o non accorgersene…

-REGOLA GENERALE. Alcune zone di confine sono militarmente sensibili. Anche se è possibile visitare queste aree, si dovrebbe evitare di scattare fotografie o video. Si dovrebbe anche evitare di avvicinarsi o fare fotografie o riprese video di installazioni militari e aeroporti.

STRADE

Prestare particolare attenzione quando si viaggia su strada. All’estero in alcuni Paesi la guida è veramente pericolosa come in Centro America, Messico, Bali, Indonesia in genere, India ecc.. come minimo, se avete un incidente, avrete dei problemi anche molto gravi da risolvere.

IN CASO DI INCIDENTE E EVENTUALE TRASFUSIONE SANGUIGNA; IN MOLTI PAESI NON E’ AFFATTO CONSIGLIABILE (Paesi con grande diffusione di AIDS), IDEM SE ANDATE DAL DENTISTA; per non parlare dei contatti sessuali.

Assicurarsi che ogni veicolo che si noleggia sia in buone condizioni e verificare che ci sia un’assicurazione casco, fotografare eventuali segni prima di firmare il contratto

QUESTA NOTA DERIVA DALLA NOSTRA ESPERIENZA PERSONALE :

-noleggiare solo con compagnie di fama internazionale, costano di più ma danno migliori garanzie, oppure state bene attenti al contratto e ai particolari.

leggere ACCURATAMENTE IL CONTRATTO di noleggio !. ATTENZIONE PRETENDETE UNA FIRMA CHE ATTESTI CHE AVETE CONSEGNATO L’AUTO CON IL PIENO DI BENZINA, ALTRIMENTI POTRESTE TROVARVI DEI SOLDI SCALATI DALLA VOSTRA CARTA DI CREDITO COME SPESE DI BENZINA; questo vale in tutto il mondo.

A volte chiedono il passaporto come forma di sicurezza. Non consegnare il passaporto in nessun caso. Controllare i termini e le condizioni riguardanti i danni al veicolo.

Se avete intenzione di noleggiare un motorino avrete bisogno di una patente di guida valida  almeno per la categoria A1 – ‘motociclo leggero’. Categoria P,   valido per la Gran Bretagna per i ciclomotori  fino a 50cc, non è valida per la Grecia…INFORMATEVI BENE.

Per legge è necessario indossare un casco su uno scooter, ciclomotore o motociclo. I ciclisti devono indossare un casco integrale (o casco non integrale, più gli occhiali). Il mancato uso del casco potrebbe invalidare la vostra assicurazione di viaggio.

Nuoto

Seguire i consigli locali ; possono essere  presenti meduse o sqauli o correnti pericolose.

In Australia i pericoli sono moltissimi: dalle correnti improvvise anche vicino a riva, alle onde anomale; anche quando il mare è calmo, alle punture, anche mortali, di alcune meduse …

La conchiglia del Conus Textile contiene un mollusco con un pungiglione in grado di provocare anche la morte; non toccate grandi conchiglie, se possono contenere il mollusco vivo…

Sulle Barrire Coralline il pesce Pietra (sembra un pezzo della Barriera Corallina, fermo e immobile) può essere mortale, non accarezzate lo Pterois Volitans, detto anche  Pesce Leone o Scorpione; bellissimo per le sue pinne come piume.

———

Ecco il link più serio e aggiornato su quanto succede nel mondo per chi viaggia: https://www.gov.uk/foreign-travel-advice

Sulla base della nostra esperienza e di quella, ben più autorevole, di grandi viaggiatori per professione, questo è l’unico sito sul quale si può fare affidamento, gli altri sono generici e  scandalosamente imprecisi, per ignoranza dei fatti e incapacità professionale e perché un eccesso di prudenza  protegge chi conosce male quello di cui sta parlando.

—–

RIPORTIAMO QUI SOTTO DIVERSI PARERI AUTOREVOLISSIMI, COSI’ CHE POSSIATE FARVI UN’IDEA IL PIU’ PRECISA POSSIBILE DELLA SITUAZIONE ATTUALE

 

quasi tutto il nord/centro Africa e il Medio Oriente a partire da Istanbul  e TUTTA LA TURCHIA.

LA  FRANCIA, in questo momento, è sicuramente un obbiettivo possibile; visti gli ultimi avvenimenti. IDEM per il Belgio e Londra, ma anche le più vicine Roma o Milano.

Anche gli STATI UNITI, rientrano tra i possibili obbiettivi del terrorismo; lo ha detto recentemente un’autorità locale.

——-

La società  britannica che studia i rischi naturali ed umani, la Maplecrocroft, ha recentemente stilato una classifica dei paesi più a rischio di attentati, ponendo al primo posto la Somalia.

Ecco i risultati che interessano il turista

Per quanto riguarda gli Stati Uniti d’America, si deve affermare che il rischio attentati è medio. Dopo l’attentato alle Twin Towers, infatti, è aumentata notevolmente la soglia di attenzione, e di conseguenza anche il livello di sicurezza generale. Comunque sia, il rischio di attentati, negli Usa, è sempre possibile.

PURTROPPO DOPO GLI ULTIMISSIMI AVVENIMENTI LA TURCHIA E’ IL PAESE PIU’ A RISCHIO DI ATTENTATI, MA  NESSUN PAESE E’ SICURO AL 100%.

E’ chiaro, quindi, che chi vuole fare un viaggio dovrà sapere che una volta arrivato a destinazione, i controlli saranno sempre più minuziosi .

———

L’autorevole giornale “The Guardian” ha redatto una lista dei 20 posti  dove non è assolutamente consigliato recarsi.

Elenco dei più pericolosi…

RECENTEMENTE SI E’ AGGIUNTA LA TUNISIA

1) Iraq: particolarmente alta la percentuale di sequestri di stranieri

2) Afghanistan: nessuna zona può essere considerata tranquilla ma è  fortemente sconsigliato qualsiasi viaggio a Kabul

3) Cecenia, Ingushetia e Dagestan nel Caucaso settentrionale: pericolosità ai massimi vertici nella zona di Kabardino-Balkaria

4) Sudafrica: i percorsi turistici sono abbastanza al sicuro mentre al di fuori dei circuiti convenzionali c’è un alto rischio di furto d’auto, rapina ed omicidio

5) Giamaica:  i luoghi più pericolosi sono quelli che raramente i turisti frequentano, nelle periferie e nelle zone isolate; anche le spiagge deserte e le aree rurali sono da evitare anche nelle ore diurne

6) Sudan: sconsigliatissimi i viaggi in qualunque zona

7) Thailandia:  la zona lungo il confine con la Cambogia e nelle province del sud, Pattani, Yala, Narathiwat e Songkhla

8) Colombia rapimenti di bambini e sequestri in molte zone nelle aeree rurali e pericoli a causa dei campi minati. La Colombia sta ora andando verso una pacificazione e punta al turismo, ma si devono sempre seguire regole di buona prudenza.

9) Haiti: problemi di violenza e rapimenti di bambini in generale in tutto il Paese

10) Eritrea: pericoloso oltermodo i viaggi lungo i confini (sempre volatili a causa della guerra) con l’Etiopia e Gibuti

11) Repubblica democratica del Congo: basso rischio di terrorismo ma situazione instabile, sconsigliato recarsi nelle regioni orientali e nord-orientali

12) Liberia:  qualsiasi viaggio fuori dalla capitale è sconsigliato. Anche a Monrovia la situazione non è tranquilla per l’alto tasso di crimini armati e  dimostrazioni

13) Pakistan: pericolo in tutto il Paese specialmente nelle zone in cui sono in atto la guerra e le attività militari. Sotto attacco tutte le strutture frequentate da stranieri.

14) Burundi: alto rischio, anche nella capitale Bujumbura dove sono frequenti i crimini per strada, furti e assalti armati.

15) Nigeria: alto rischio di sequestri sul delta del Niger. Terrorismo generalizzato e crimini violenti soprattutto nel sud, incluso a Lagos

16) Zimbabwe: la situazione instabile sconsiglia qualsiasi viaggio

17) India: resta alta la pericolosità a Mumbai ,ma il resto del Paese è considerato sicuro ad eccezione delle aree rurali di Jammu, del Kashmir e del confine con il Pakistan. Rimane alto in tutto il Paese il rischio terrorismo e il rischio per le donne di subire violenze ( a meno che non conosciate bene quali sono le zone sicure ).

18) Messico: mentre il rischio terrorismo rimane basso, risulta alta e in crescita la violenza per le strade e nei mezzi pubblici. Segnalati anche recenti attacchi di squali ai surfers lungo le coste (problema che riguarda molti Paesi nel mondo)

19) Israele e i territori occupati palestinesi: alto il rischio di terrorismo e di sequestro. 5000 persone uccise dall’Intifada dal 2000 ad oggi… ma i servizi segreti sono tra i migliori del mondo ed è molto difficile che possa accadere un attentato contro i turisti.

20) Libano: continua la violenza a Beirut e in generale in tutto il Paese per cui è altamente scondigliato ogni viaggio

—-

Ecco cosa riporta la Farnesina:

per aggiornamenti in tempo reale vedi al link: http://www.viaggiaresicuri.it/home.html

Tra le zone più a rischio ci sono:

-TURCHIA

-BIELORUSSIA

-GUINEA

-UCRAINA

– Libia

 Israele  il ministero sconsiglia di recarsi soprattutto nelle aree situate entro 40 km dalla Striscia di Gaza

Egitto meglio evitare i viaggi, se non indispensabili, in località diverse dai resort; molti italiani continuano a tornare in Egitto con voli charter e rimanendo nelle strutture degli hotel che garantiscono una buona sicurezza. Il paese è economico, il clima eccellente e il Mar Rosso rimane un mare balneabile quasi tutti i mesi dell’anno escludendo, ma non sempre, dicembre gennaio e metà o fine febbraio (secondo le annate climatiche).

Marocco, qui il ministero dell’Interno locale ha recentemente segnalato un crescente rischio della minaccia terroristica. La polizia è molto attenta che nulla accada ai turisti.

Sono pericolosi i viaggi via terra dal Marocco verso la Mauritania e il Mali

-Ucraina

-Nigeria, in particolare nel nord-est per il rischio terroristico legato a Boko Haram.

Kenya; gli attacchi terroristici a Nairobi, Mombasa e zona costiera di Lamu, dimostrano che il Kenya non è un Paese sicuro a causa del progressivo e crescente attivismo di al Shebaab e gruppi locali; particolarmente  nella contea di Lamu

Indonesia  resta attuale il rischio di attacchi terroristici in tutto il territorio, in particolare nella capitale Giacarta e nelle altre maggiori aree urbane, si raccomanda la massima prudenza e cautela negli spostamenti; rimane possibile la ripetizione di un attentato a Bali nelle aree più affollate, come i ritrovi per giovani. Tranquille le spiagge.

Malaysia : la costa orientale del Sabah, da Kudat a Tawau, è teatro di gravi episodi di violenza a danno di turisti

Taiwan  rischio di tifoni anche di notevole intensità nel periodo estivo/autunnale sull’isola,

-idem sulle coste della Cina sud-orientale.

NORWEGIAN CRUISE LINE – LE NUOVE NAVI

NORWEGIAN CRUISE LINE SVELA LE PRIME IMMAGINI DELLE NUOVE NAVI DI CLASSE PROJECT LEONARDO

Le quattro nuove navi saranno consegnate rispettivamente nel 2022, 2023, 2024 e 2025

16 marzo 2017 – Ieri Norwegian Cruise Line ha mostrato i primi rendering delle nuove navi di classe Project Leonardo in occasione del Seatrade Cruise Global, il salone dedicato all’industria crocieristica che quest’anno ha luogo a Miami. Le quattro navi saranno consegnate da Fincantieri S.p.A. a partire dal 2022. La compagnia ha un’opzione per la costruzione di due ulteriori navi con consegna nel 2026 e 2027.

“Non vediamo l’ora di dare vita a questa nuova generazione di navi.

Il loro design mozzafiato offrirà ai nostri ospiti un’esperienza flessibile a bordo grazie a una varietà incredibile di proposte e ulteriori spazi interni ed esterni integrati che permetteranno loro di entrare maggiormente in contatto e sintonia con il mare”, afferma Christian Böll, Managing Director per l’Europa, Medio Oriente e Africa di Norwegian Cruise Line.

Le quattro navi avranno un peso di 140.000 tonnellate lorde e potranno accogliere circa 3.300 ospiti ciascuna.

Questa nuova categoria di navi consoliderà l’idea di libertà e flessibilità che caratterizza le ultime navi di classe Breakaway Plus della compagnia, e vanterà numerose caratteristiche innovative per offrire agli ospiti un’esperienza premium di qualità ancora superiore.

Una delle priorità del design del prototipo sarà l’efficienza energetica, allo scopo di ottimizzare il consumo di carburante e ridurre l’impatto ambientale. Maggiori dettagli sull’innovativa gamma di servizi e funzionalità per gli ospiti, disponibili per la prima volta in mare, saranno annunciati prossimamente.

__________________________________________________________________

Norwegian Cruise Line

Da 50 anni Norwegian Cruise Line è un innovatore radicale del segmento crocieristico: la sua è una storia di superamento dei canoni e dei limiti connessi alla tradizionale vacanza in crociera particolarmente con l’introduzione di un nuovo e innovativo concept di crociera, garantendo agli ospiti più libertà e flessibilità. Oggi, Norwegian invita gli ospiti a Feel Free su una delle 14 navi; queste navi, tra le più nuove e moderne dell’intero comparto, offrono ai passeggeri la possibilità di godersi una rilassante crociera. Nel dicembre del 2016, Norwegian ha vinto per la quinta volta il premio di “Compagnia di crociere leader di grandi navi” e per la prima volta il premio di Compagnia di crociere leader mondiale”. A settembre 2016, la compagnia è stata eletta “Compagnia di crociere leader in Europa” ai World Travel Awards per il nono anno consecutivo; inoltre, la compagnia ha ricevuto per la prima volta il premio come “Compagnia di crociere leader in Nord America” nonchè il premio di “Compagnia di crociere leader nei Caraibi” per il quarto anno consecutivo. La seconda nave più grande della flotta Norwegian Cruise Line, la Norwegian Epic, che attualmente è impegnata in Europa, ha fatto il suo debutto

ufficiale nel giugno 2010 e negli Stati Uniti è stata proclamata “Migliore Nave da Crociera Globale” dai lettori di Travel Weekly per due anni consecutivi e “Migliore Nave per Giornate di Mare” da Cruise Critic. La compagnia ha recentemente completato la costruzione di due navi da 4.000 passeggeri, la Norwegian Breakaway, che ha debuttato alla fine di aprile 2013, e la Norwegian Getaway, consegnata nel primo trimestre del 2014 così come la Norwegian Escape da 4.200 passeggeri alla fine di ottobre 2015. La compagnia è in attesa di altre tre grandi navi: la Norwegian Joy progettata per il mercato cinese nella primavera del 2017, la Norwegian Bliss nella primavera del 2018 e una quarta nave della stessa classe nell’autunno del 2019. La compagnia ha recentemente stipulato un contratto con Fincantieri S.p.A. per la consegna di altre quattro navi di nuova generazione nel 2022, 2023, 2024 e 2025, oltre all’opzione per due ulteriori navi.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni contattare la propria agenzia di viaggi di fiducia oppure:

NCL (Bahamas) Ltd., Wiesbaden Office Continental Europe Branch
Kreuzberger Ring 68, 65205 Wiesbaden, Germany Tel: 010 897 65 19

Numero verde fax: 00800 0310 21 22 E-mail: prenotazione@ncl.com
Sito internet: www.ncl.com

Norwegian Cruise Line su facebook e twitter:
seguici su www.facebook.com/NorwegianCruiseLineItalia o www.twitter.com/ncl_it e non ti perderai nessuna novità.

Contatti stampa Norwegian Cruise Line:

Valentina Gazzola

PR Account Executive

Tel.: +39 02 43 45 8395

Fax: +39 02 43 45 8340

E-mail: Ncl.italy@aviareps.com

PASQUA SCI E CASTELLI – In Val Venosta

La Magia dei Castelli In Val Venosta

La vita di corte e le sue dame, i maestosi ricevimenti ravvivati dai giullari, le pantagrueliche cene dalle portate infinite, le estenuanti battaglie dei suoi cavalieri con le loro imponenti armature non sono un percorso virtuale ma un viaggio reale nelle glorie di un tempo che si snoda tra i castelli della Val Venosta.

Qui il profumo di Medioevo è nell’aria e avvolge il visitatore. E allora diventa facile rivivere la vita di un tempo attraverso le feritoie nelle mura dalle quali i castellani scoccavano le frecce infuocate, le merlature guelfe delle mura pensate per proteggere i soldati a difesa del castello dall’assalto nemico, le affascinanti torri di guardia e di vedetta per avvistare il nemico e prepararsi alla battaglia.

Puntando lo sguardo a nord di Castelbello si scorge, in tutta la sua magnificenza, il Castello di Castelbello.

Passeggiare nella bellissima corte, percorrere le sue scalinate, perdersi tra le arcate dalle diverse altezze è un’esperienza suggestiva e pittoresca. Eretto nel XIII secolo, il castello ospita una mostra permanente dedicata all’antica Via Claudia Augusta, oggi percorribile attraverso la sua pista ciclabile lunga 80 km.

Dirigendoci nel comune di Laces incontriamo il Castello di Coldrano, una residenza nobiliare immersa nei frutteti e vigneti della zona. Un tempo residenza stabile dei Conti Hendl, oggi il castello ospita mostre e convegni e rappresenta il centro culturale dell’Alto Adige occidentale. Una pregiata stufa in maiolica risalente agli inizi del XVI secolo e situata nella “sala degli spiriti” è il fiore all’occhiello di questo meraviglioso castello.

IL PIU’ FAMOSO E FREQUENTATO DAI TURISTI: Castel Juval, una fortezza medievale arroccata a circa 1000 m s.l.m. nel comune di Castelbello, oggi residenza di Reinhold Messner e sede museale del circuito MMM (Messner Mountain Museum), il castello-museo è dedicato al mito della montagna: in compagnia di guide professionali farete un viaggio tra reperti tibetani, vedute delle grandi montagne sacre del mondo e maschere provenienti dai cinque continenti. In prossimità del castello c’è un piccolo parco di animali di montagna. Castel Juval è raggiungibile con una navetta o a piedi percorrendo l’antica roggia di Stava o di Ciardes. Apre il 20 di marzo, chiuso nei mesi di luglio e agosto.

Vinschgau Marketing – Konsortial G.m.b.H. Via Portici, 11 – 39020 Glorenza
Tel. +39 0473 620480
www.venosta.net – info@vinschgau.net

Il nostro viaggio nel tempo prosegue in
direzione di Sluderno dove ci attende il
Castel Coira, uno dei castelli meglio
conservati dell’Alto Adige. Le rivisitazioni
strutturali ed estetiche che ha subito nei
secoli lo hanno reso un’armoniosa
combinazione di elementi architettonici
romanici, gotici e rinascimentali. Portoni
massicci, un grigio dominante contrastato a
tratti da tocchi di rosso e bianco.

Ma a colpire
è anche il coloratissimo e suggestivo colonnato con i suoi affreschi. Una lunga storia di famiglia, un l’albero genealogico dipinto sul soffitto della loggia al piano nobile, ambienti suggestivi illuminati da affreschi e dalle incantevoli stufe di maiolica.

La struttura, eretta a metà del XIII secolo, accoglie la più grande armeria privata d’Europa e fra le più grandi al mondo nel suo genere. Ai piedi di Castel Coira ogni anno (quest’anno dal 18 al 20 agosto) si svolgono i Giochi Medievali dell’Alto Adige che richiamano chi desidera immergersi in una atmosfera di altri tempi. Apre il 20 marzo.

Per scovare le rovine dei Castelli Rotund e Reichenberg, ci vuole una buona dose di curiosità e avventura: Castel Rotund è situato a ben 1.500 metri di altitudine e per questa ragione è uno dei castelli più ad alta quota del Tirolo.

Castel Reichenberg non è da meno: è situato su un ripido pendio, poco più in basso rispetto a Castel Rotund. Oggi è possibile visitare i Castelli dall’esterno, gran parte della fortezza è infatti caduta in rovina, tranne il mastio che è ancora ben conservato.

Raggiungere la Rovina del Castello di Montechiaro risalente al 13esimo secolo richiede una piacevole e romantica passeggiata, uno sforzo ripagato da una vista a 360 ̊sulla splendida Val Venosta e sul quasi dirimpettaio Castel Coira. Oggi le sue rovine sono caratterizzate dal palazzo rialzato e dal bastione circolare ancora ben conservato.

Vivere la magia della Val Venosta vuol dire avventurarsi tra i suoi castelli, ripercorrere le antiche vie, rivivere i fasti medievali in un’immersione senza tempo che non ha eguali…

Vinschgau Marketing – Konsortial G.m.b.H. Via Portici, 11 – 39020 Glorenza
Tel. +39 0473 620480
www.venosta.net – info@vinschgau.net

Vacanze al caldo e lusso delle Isole Vergini – app “Isole Vergini Britanniche” – la prima interamente in italiano

The British Virgin Islands Tourist Board & Film Commission è orgogoglioso di annunciare il lancio dell’app “Isole Vergini Britanniche”, la prima interamente in italiano dedicata alle BVI, realizzata dalla rivista online Latitudes Travel Magazine in forma di e-book interattivo.

Scaricabile gratuitamente su smartphone e tablet da Google Play e Apple Store, questa smart guide si propone come strumento innovativo, intuitivo e user-friendly per aumentare la conoscenza di questo straordinario arcipelago caraibico tra i viaggiatori italiani e gli operatori di settore.

L’app “Isole Vergini Britanniche” è stata sviluppata come guida pratica e versatile per andare alla scoperta dei “Piccoli Segreti della Natura” di quest’angolo di paradiso, un arcipelago di oltre 60 isole incastonate nel blu del mar dei Caraibi. Questo e-book di oltre 250 pagine, dotato di informazioni e approfondimenti utili che svelano il fascino delle Isole Vergini Britanniche, presenta le isole in modo accattivante, grazie ai suoi numerosi contenuti video e fotografici di grande impatto visivo ed emotivo, che riescono a rendere al meglio la vivace esplosione cromatica della destinazione.

Le quattro sezioni in cui è diviso l’e-book (Le Isole, Attività Acquatiche e Outdoor, Food e Romance) descrivono in modo allo stesso tempo puntuale e coinvolgente le Isole Vergini Britanniche. Dal mix di natura incontaminata e cultura British agli usi e costumi locali, lo straordinario appeal che questo arcipelago sa esercitare sui viaggiatori emerge pagina dopo pagina.

In particolare, nella sezione “Le Isole” gli utenti potranno scoprire le quattro principali (Tortola, Virgin Gorda, Jost Van Dyke e Anegada) e la costellazione di isole minori dell’arcipelago, con suggerimenti su dove alloggiare, sulle spiagge più belle e sulle esperienze assolutamente da provare.

La seconda sezione, “Attività Acquatiche e Outdoor”, presenta le BVI come la meta perfetta non solo per oziare su strepitose spiagge assolate, in pieno stile caraibico, ma anche per cimentarsi in emozionanti attività e sport: dalla vela, trasportati dai dolci alisei, allo snorkelling in acque cristalline e al diving a caccia di relitti, passando per il biking e il trekking nei 21 rigogliosi Parchi Nazionali delle isole.

A tutti i buongustai verrà l’acquolina in bocca anche solo sfogliando le pagine dedicate al “Food” e scoprendo la cucina dagli influssi creoli: nel menù locale spiccano Sua Maestà l’Aragosta Spinosa di Anegada, gustosissima nella versione grigliata, le conch fritters (polpette di mollusco) e il pescato del giorno, elemento principe del piatto nazionale fish and fungi. Il tutto da accompagnarsi con i famosi coktail locali a base di rum, come il celebre Pusser’s Painkiller®.

Infine, nella sezione “Romance” tutti gli innamorati scopriranno perchè le British Virgin Islands sono la destinazione romantica per eccellenza, che desiderino visitarle per suggellare il proprio amore, per festeggiare un importante anniversario o anche semplicemente per concedersi una fuga romantica in paradiso.

L’applicazione offre sia una panoramica delle isole per i viaggiatori sia un comodo strumento formativo per i professionisti del settore, che avranno sempre a portata di mano un’esaustiva guida alle isole dotata di informazioni utili, indirizzi e contatti delle strutture locali, con collegamenti diretti ai loro siti web.

L’app “Isole Vergini Britanniche” è scaricabile gratuitamente da Google Play e da Apple Store.

Per ulteriori informazioni sulle BVI, visitate il nuovo sito www.bvitourism.it.

A proposito delle British Virgin Islands

Arcipelago composto da 60 isole e caratteristici isolotti, le Isole Vergini Britanniche (BVI) si trovano a circa 50 miglia a est di Puerto Rico, nell’area nord-occidentale del Mar dei Caraibi.

Le isole principali sono Tortola – sulla quale sorge la capitale, Road Town – Virgin Gorda, Anegada e Jost Van Dyke. Destinazione celebre a livello mondiale, acclamata dagli appassionati di barca a vela e yachting, le BVI presentano una topografia così varia e dinamica da offrire l’opportunità unica di “saltellare” con facilità tra le varie isole che compongono l’arcipelago.

Infatti, ogni isola si contraddistingue per l’etereogeneità delle sue bellezze culturali e naturali.

Tra queste, troviamo l’unicità di The Baths, a Virgin Gorda; il caratteristico Anegada Flamingo Pond, che sorge sull’omonima isola; la spettacolare spiaggia di White Bay, a Jost Van Dyke; la sommità del Sage Mountain, a Tortola.

Oltre agli appassionati di yachting, le BVI richiamano sulle loro coste gli amanti di snorkeling, escursionismo e turismo sostenibile nonchè coloro che desiderano vivere esperienze subacquee di rara intensità, grazie ai fondali dell’arcipelago che custodiscono alcuni dei più affascinanti relitti sommersi dei Caraibi, come il celebre RMS Rhone.

Questo paradiso incontaminato, che evoca storie di pirati e gloriose epoche passate, è attualmente raggiungibile con comodi e frequenti collegamenti dalle vicine isole di St. Thomas (USVI), Porto Rico, Antigua o St. Maarten verso il Terrence B.

Lettsome International Airport (EIS), l’aeroporto principale delle BVI.

A partire dall’autunno 2017, le BVI saranno comodamente raggiungibili con volo diretto da Miami.

I visitatori possono raggiungere l’arcipelago anche in traghetto dall’isola di St. Thomas (USVI).

SEGUICI ATTRAVERSO LE NOSTRE PAGINE SOCIAL IN ITALIANO
@BVITurismo #BVI_Turismo

The British Virgin Islands Tourist Board & Film Commission
Tel: +39 (02) 43458332 | Fax: +39 (02) 43458340
Email: bvi.italy@aviareps.com | www.bvitourism.it

NASCE LA FOUR SEASONS HOTELS AND RESORTS GLOBAL SPA AND WELLNESS TASK FORCE

Costituita da professionisti visionari provenienti da tutto il mondo, la Spa and Wellness Task Force guida la strategia globale delle Spa firmate Four Seasons, che nomina Michael Newcombe, Presidente della Global Spa and Wellnes Task Force.

Dal design delle spa, alla ricerca degli ingredienti locali, privi di sostanze chimiche, al menu dei trattamenti, ogni spa Four Seasons è progettata per essere in armonia con la destinazione, incorporandone le tecniche locali e le più recenti scoperte scientifiche, in modo tale da rendere l’esperienza il più autentica possibile.

“Il servizio e l’autenticità sono sempre stati principi fondamentali e la chiave del nostro successo gl obale per l’esperienza legata alla ricerca del benessere. Con l’espansione del nostro portfolio globale, abbiamo approfondito la conoscenza del wellness, sviluppando nel contempo le terapie più avanzate e adattando l’offerta alle tradizioni locali, in ognuna delle nostre destinazioni. Aiutare gli ospiti ad essere informati e sempre più a conoscenza di questo mondo dedicato al benessere è una parte vitale delle nostre esperienze”, afferma Michel Newcombe.

In prima linea nella gestione e nel posizionamento dell’approccio olistico al benessere, eterno sostenitore del wellness, Newcombe racconta: “Il Wellness non è solo apparenza o sentirsi bene, ma piuttosto mirare a raggiungere e mantenere un equilibrio fisico e mentale.

Questo stato parte dall’alimentazione sana e dall’attività fisica, sia durante un viaggio di lavoro o una vacanza.

Il nostro obiettivo è di creare delle esperienze spa olistiche personalizzate in base alle neces sità di ognuno dei nostri ospiti, per aiutarli a mantenere il proprio equilibrio, ritrovando la tranquillità, anche durante un viaggio.”

Offrendo una varietà di opzioni per rispondere alle necessità di ogni cliente, i menu delle spa dei Four Seasons Hotels and Resorts sono sempre più orientati alla ricerca del giusto equilibro tra mente e corpo, tra salute e bellezza.

• MASSAGGIO A OTTO MANI al Four Seasons Resort Mauritius at Anahita:
uno degli unici massaggi a 8 mani nel mondo, il trattamento “Let it Go” al Four Seasons Resort Mauritius at Anahita comprende un’esperienza sensoriale da quattro terapisti sincronizzati, portando le antiche tecniche ayurvediche a un livello superiore di ringiovanimento e rilassamento.

• TERAPIA D I BIO MEDITAZIONE al Four Seasons Hotel Los Angeles at Beverly Hills:
una pratica di guarigione innovativa, perfezionata dalla terapista Jeannette von Johnsbach, la meditazione bioenergetica è disegnata per rimuovere i blocchi energetici e correggerne gli input sbagliati, aiutando il corpo a riconoscere gli squilibri e a rigenerare il proprio “core”. La terapia è anche conosciuta per attivare naturalmente la propria auto-guarigione e a fortificare il sistema immunitario, il sistema nervoso e il metabolismo, per concedere agli ospiti di ritrovare l’armonia interiore durante il loro viaggio.

• IL SUONO DELLE CAMPANE DI CRISTALLO al Four Seasons Resort The Nam Hai, Hoi An, Vietnam: prende ispirazione dagli insegnamenti del maestro Vietnamita zen Thich Nhat Hanh; nella Spa The Heart of the Earth la mission è di aiutare gli ospiti ad allinearsi con i ritmi della natura, per migliorare l’armonia interna e quella con il resto dell’umanità. Tutti i trattamenti vengono effettuati con le campane di cristallo, in tono con l’intonazione armonica della natura, per conciliare il corpo e la mente con il battito cardiaco della terra.

• I TRATTAMENTI PER LA TUA ENERGIA al Four Seasons Resort Maui at Wailea: sapendo che non esiste un solo metodo per raggiungere il benessere, la Spa del Four Seasons Resort Maui, offre diversi programmi personalizzabili, come i trattamenti spa energetici, una vasta gamma di corsi fitness, meditazione guidata e consulenze di nutrizionisti in loco.

www.fourseasons.com

Four Seasons Hotels and Resorts

Fondato nel 1960, il gruppo Four Seasons continua a definire il futuro dell’ospitalità di alto livello, con un’immaginazione straordinaria e un costante impegno verso l’offerta dei più alti standard in termini di qualità e di servizio, altamente personalizzato. Four Seasons attualmente gestisce 104 hotel, resort e residenze private in 43 paesi, comprendendo più di 50 progetti attualmente in corso di realizzazione. Dagli ultimi sondaggi, Four Seasons risulta essere tra i migliori gruppi alberghieri al mondo. Per ulteriori informazioni e prenotazioni, visitare fourseasons.com. Per le ultime notizie, press.fourseasons.com e per seguire le pagine dedicate sui social media @FourSeasonsPR.

Vacanze esotiche e nella natura in Africa – Il Botswana è per tutti – Bambini e safari

Il segreto meglio conservato d’Africa

Anche famiglie e disabili:
con African Explorer il Botswana è per tutti

L’estate è il periodo ideale per visitare il Botswana, perché durante la stagione secca il clima è caldo e gradevole e gli animali selvatici non si allontanano mai molto dalle pozze d’acqua.

Ecco allora che nascono due partenze estive di African Explorer dedicate agli amanti dell’Africa autentica, quella della savana, degli enormi parchi e dei safari alla ricerca dei Big 5.

Il tour è adatto anche alle famiglie con bambini: la tenda family può, infatti, ospitare 2 adulti e 2 bimbi e le guide sono esperte nell’intrattenere i più piccoli.

Informatevi sempre, molto bene, sulle vaccinazioni da fare anche 3 settimane prima e le eventuali controindicazioni per i bambini piccoli.

A loro è dedicato un pacchetto regalo con activity book, matite per colorare e libretto.

African Explorer è, infine, l’unico ad aver adattato le tende e i veicoli per rendere i safari accessibili anche ai disabili. Tutti, ma proprio tutti, potranno innamorarsi di questo Paese ancora lontano dalle rotte turistiche di massa che, grazie ad una politica per il turismo rivolta alla tutela e alla conservazione ambientale, può ancora vantare aree completamente selvagge ed intatte.

Per scoprire luoghi ancora incontaminati, il modo migliore è sicuramente il safari in tenda nel cuore della natura. L’itinerario, ricco ed articolato, propone lodge eco-friendly di grande fascino, dotati di tutti i confort e immersi in contesti straordinari.

Il viaggio si apre alla vista delle spettacolari Cascate Vittoria, in Zimbabwe, un fronte di acque roboanti lungo quasi 1700 metri, il “fumo che tuona” – questo il nome che le popolazioni locali hanno dato alle cascate – è uno spettacolo maestoso ed affascinante. Altra meraviglia naturale è il Chobe National Park, un vero miraggio di 11.000 kmq, dove la coesistenza di elefanti, leoni, ghepardi, ippopotami e centinaia di altri animali rende lo scenario vario ed emozionante.

Anche la Moremi Game Reserve regala bellissime sorprese: un santuario di foreste di mopane, praterie, pianure alluvionali e habitat fluviali, uno degli ambienti più accoglienti per gli animali in tutto il continente africano.

Uccelli, elefanti, zebre, bufali, gnu, giraffe, ippopotami e kudu: questi sono solo alcuni degli esemplari che potrete ammirare durante il safari sul più ampio delta interno del mondo, quello dell’Okavango, che vi aspetta con il suo labirinto di lagune, canali e isole brulicanti di animali.

L’ambiente umido e fertile, completamente diverso dal resto del territorio arido del Paese, si mostra in tutta la sua bellezza, con i suoi colori intensi, le sue forme lunari, i mille piccoli corsi d’acqua che lo alimentano e rendono così vario il paesaggio.

Risulterà davvero inaspettato il contrasto con il deserto del Kalahari, un’enorme distesa di sedimenti sabbiosi con una grande presenza di animali e non solo… Venite a scoprire quell’angolo di Africa in cui la potenza della natura si è espressa al suo meglio!

NON TUTTI SANNO CHE…
nel deserto del Kalahari vivono i Boscimani, gruppo etnico dell’Africa australe che vive ancora secondo antichissime tradizioni. Durante il tour si avrà modo di entrare in contatto con questo popolo nomade per conoscerne la cultura, la capacità di sopravvivenza e le tecniche di caccia. Scoprirete che usano ancora arco e frecce, le cui punte vengono rese velenose con un composto di succo di euforbia, veleno di serpenti e ragni pestati.

CHECK-IN: BOTSWANA – partenze speciali con guida parlante italiano
Durata: 12 giorni – 9 notti
Itinerario 27 luglio 2017: Italia – Maun – Central Kalahari Game Reserve – Maun – Delta dell’Okavango – Maun – Moremi Game Reserve – Chobe National Park – Cascate Vittoria – Italia
Quota: a partire da € 6.290 a persona

Itinerario 17 agosto 2017: Italia – Cascate Vittoria – Chobe National Park – Moremi Game Reserve – Delta dell’Okavango – Central Kalahari Game Reserve – Maun – Italia
Quota: a partire da € 5.990 ( + 70 euro + 630 + 35 + assicurazione + mance e bibite e extra) a persona, da conteggiare in più anche quanto segue:

Quota d’iscrizione Euro 70.00Tasse aeroportuali indicative630,00Visto d’ingresso in Zimbabwe US$ 35.00 (il visto si ottiene e paga direttamente in loco) – Assicurazione annullamento, medico, bagaglio e ritardo volo – Bevande, mance ed extra in genere – Tutto ciò non espressamente indicato nella proposta di viaggio.

La quota include: Trasporto aereo con voli di linea in classe economica da Milano, Roma, Venezia, Bologna – Trasporto interno con voli di linea in classe economica: Johannesburg/Victoria Falls – Maun/Johannesburg – Trasferimento a bordo di piccoli voli interni: Kasane/Khwai – Tutti i trasferimenti via terra – Sistemazione nelle strutture (Camp/Lodge) specificate nel programma in camera doppia con servizi privati – Pensione completa in Botswana. Pernottamento e  colazione a Victoria Falls – Tasse d’entrata ai Parchi/Riserve in Botswana – Safari fotografici in veicolo 4X4, a piedi, in barca a motore (sempre accompagnati da guide professioniste di lingua inglese) – Traduttore di lingua italiana durante tutto il viaggio

La quota non include:

Quota d’iscrizione Euro 70.00 – Tasse aeroportuali indicative € 630,00 – Visto d’ingresso in Zimbabwe US$ 35.00 (il visto si ottiene e paga direttamente in loco) – Assicurazione annullamento, medico, bagaglio e ritardo volo – Bevande, mance ed extra in genere – Tutto ciò non espressamente indicato nella proposta di viaggio.

African Explorer: Tel: + 39 02 43319474
info@africanexplorer.com – www.africanexplorer.com