AUTISMO – IPERTENSIONE – ALZHEIMER – OBESITA’ – PATOLOGIE OCULARI curare con il cibo secondo la Nutraceutica

Scoperta una cura per l’autismo

di Valeria Feramonte

Il tentativo di combattere le malattie attraverso la nutrizione è, si può dire, vecchio come il mondo: sembra infatti la strada più semplice e logica da seguire anche se talora è difficile da tradurre in evidenza scientifica.

La Società Italiana di Nutrizione (SINUT) promuove per l’appunto l’uso di integratori alimentari per la cura di patologie anche gravi come l’ipertensione, l’Alzheimer e l’autismo.

E’ stata fondata, in memoria del padre Giorgio, nel 2009 dal professor Cesare Sirtori (famoso tra le altre cose per aver scoperto in un gruppo di abitanti di Limone del Garda il segreto del ‘colesterolo buono’).

“Il numero di molecole che si rivelano efficaci in diverse patologie è in continua crescita”, dice il professor Sirtori. Per verificare l’efficacia di questi prodotti, proprio come si fa per i farmaci di sintesi sono state condotte ricerche i cui risultati sono stati presentati a Milano in un importante workshop che si è tenuto al Padiglione Italia dell’EXPO.

Ecco i risultati più sorprendenti:

AUTISMO: è un problema sanitario silente ma molto grave. Oggi nasce un bambino autistico ogni 68 nascite, e nei bambini nati con parto cesareo l’incidenza è addirittura doppia.

Come mai?

L’osservazione della maggior frequenza di autismo dopo i parti cesarei ha suggerito che una delle cause possa essere un alterato microbioma del neonato dovuto anche all’uso di antibiotici durante il parto, che impediscono alla madre di trasferire al neonato dei batteri intestinali sani come avviene più di frequente nel parto naturale.

All’università di Harvard (USA, Boston) un gruppo di ricercatori si è messo a tritare broccoli per estrarne una sostanza, – il sulforafano – che ha poi somministrato ad adulti autistici. Quasi tutti sono migliorati moltissimo e il 10% è quasi guarito.

Un risultato quasi trionfale, commenta il professore, e anche un po’ inatteso.

Forse per questo nell’ultimo congresso mondiale sull’autismo che si è tenuto a Salt Lake City non ne è stato ancora preso atto.

Se questo è finora il risultato più eclatante, data la gravità della malattia, ci sono altri settori in cui l’azione degli integratori alimentari si è dimostrata molto efficace.

Nell’IPERTENSIONE.

Da oltre 10 anni il cioccolato amaro è noto come un potente prodotto per la pressione alta. Il motivo è che dentro il cioccolato ci sono delle molecole note come flavanoli che dilatano le arterie e riducono la pressione.

Sempre ad Harvard per 4 anni è stato fatto uno studio, detto Cosmos trial – su 18mila persone ad alto rischio vascolare e si è visto che nei consumatori di flavanoli il rischio di complicanze si riduce del 12% e migliora anche il tono muscolare, la salute delle ossa e le capacità cognitive.

In Svizzera vendono specifiche tavolette di cioccolato (10 grammi con 200 milligrammi di flavanoli) che sono utilissime per abbassare il colesterolo senza gli effetti collaterali di altri farmaci.

Purtroppo in Italia il prodotto non c’è ed occorre andare a Lugano per procurarselo.

Il nome commerciale è Acticoa.

Nell’ALZHEIMER. Si è visto che il ‘caprilidene’ stimola il consumo di zucchero nel cervello e migliora le funzioni cerebrali.

Ma più sorprendente è il caso della Melatonina, di solito impiegata per il jet-lag nei viaggiatori.

E’ efficace infatti in un sintomo assai fastidioso dell’Alzheimer, l’alterato sonno veglia per cui il paziente dorme di giorno e cammina per casa la notte. Con la melatonina questo fenomeno si normalizza e migliora anche la funzione cerebrale.

Anche la curcumina, componente del curry, è efficace come è dimostrato dal fatto che dove si consuma curry l’Alzheimer è raro.

Ma ancora non si hanno dati certi.

Nell’OBESITA’
Ci sono due nuove molecole molto promettenti, la betulina, estratta dalla betulla e la berberina , che interferisce nella formazione del grasso.

Infine nelle PATOLOGIE OCULARI.

Nel caso di malattie come la degenerazione maculare e il meno grave glaucoma, sostanze come l’astaxantina, la luteina e altri prodotti pigmentati sono efficacissime nel prevenire le complicanze della degenerazione maculare.

In USA si è concluso di recente lo studio AREDS, che ha fornito conferme convincenti sull’utilità di questi prodotti.

Nutraceutica è un neologismo coniato nel 1990 dal farmacologo americano Stephen De Felice unendo i termini ‘nutrizione’ e ‘farmaceutica’. Sta ad indicare i componenti alimentari o i principi attivi negli alimenti che determinano effetti positivi per la salute.

Ricadono quindi nella nutraceutica i principi attivi di orgine naturale, gli alimenti funzionali, gli integratori alimentari e di erboristeria.
In pratica tutto ciò che viene comunemente definito ‘supplemento alimentare’.

L’agenzia Europea per la sicurezza alimentare che ha sede a Parma, (EFSA) ha ora anche il delicato compito di verificare la validità dei nutraceutici.

L’Italia guida anche un importante progetto chiamato PLANTLIBRA per migliorare le conoscenze sull’uso della piante medicinali.

Il settore è comunque in continua espansione ( in Italia è aumentato del 7% in pochi anni nonostante la crisi). Occupa diecimila addetti per un totale di 540 aziende e un fatturato annuo di circa due miliardi e mezzo di euro. In pratica, più della FIAT…

Fotografia – WORLD PRESS PHOTO AL FORTE DI BARD – Inaugurazione 6 dicembre

IL WORLD PRESS PHOTO AL FORTE DI BARD

Forte di Bard. Valle d’Aosta.

Oltre 140 immagini sensazionali e 12 video raccontano la storia del nostro tempo con gli occhi e gli scatti dei 41 fotografi premiati

E una sezione speciale presenta le 56 foto vincitrici delle passate edizioni

7 dicembre 2016 – 8 gennaio 2017
Inaugurazione 6 dicembre

Con oltre 140 foto e una consolle con i 12 video vincitori del multimedia contest, nuova categoria del concorso, il Forte di Bard presenta la 59esima edizione del World Press Photo, immagini straordinarie del più importante riconoscimento internazionale di fotogiornalismo che, per un anno, hanno documentato e illustrato gli avvenimenti del nostro tempo sui giornali di tutto il mondo. Dal 7 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017, l’esposizione offre un’occasione unica per scorrere, attraverso gli occhi dei più grandi fotoreporter di oggi, gli scatti più sensazionali che raccontano, denunciano, enfatizzano e racchiudono in una cornice la nostra storia. Il pubblico del Forte di Bard, inoltre, potrà ammirare una sezione speciale della mostra, un’installazione video con le 56 foto vincitrici delle precedenti edizioni del premio.

Per questa edizione la giuria del prestigioso concorso ha esaminato 82.851 immagini pubblicate sui giornali e proposte da 5.775 fotografi di 128 diversi Paesi. Premiati 41 fotografi provenienti da 21 nazionalità: Australia, Austria, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, Iran, Italia, Giappone, Messico, Portogallo, Russia, Slovenia, Sud Africa, Spagna, Svezia, Svizzera, Siria, Turchia e Stati Uniti. Tra i 41 fotografi premiati nelle otto categorie del concorso (spot news, notizie generali, attualità, vita quotidiana, ritratti, natura, sport e progetti a lungo termine), due gli italiani: Francesco Zizola (categoria: attualità, secondo premio) e Dario Mitidieri (categoria: ritratti, terzo premio).

In mostra al Forte di Bard anche la Foto dell’anno 2015 “Hope for a new life” (Speranza di una nuova vita), dell’australiano Warren Richardson, scattata nella notte del 28 agosto che ritrae un uomo mentre aiuta a far passare un bambino attraverso il filo spinato sul confine serbo-ungherese a Röszke. L’immagine ha vinto anche il primo premio per la categoria spot news. «Ero accampato con i rifugiati da cinque giorni – racconta Warren Richardson -, quando una sera arriva un gruppo di circa 200 persone, si posizionano sotto gli alberi lungo la linea di recinzione, e in silenzio, cominciano a scavalcare il filo spinato, prima le donne e i bambini, poi i padri e gli uomini anziani. Il tutto sarà durato cinque ore, cinque ore passate a giocare al gatto e al topo con la polizia. Non ho utilizzato il flash perché altrimenti ci avrebbero visti. Ho scattato la foto usando il chiaro di luna».
A tal proposito Francis Kohn, presidente della giuria e direttore dell’agenzia France-Presse, ha dichiarato: «Fin dall’inizio abbiamo capito che questa foto era importante. Abbiamo pensato che avesse un tale potere per la sua semplicità, in particolare per il simbolo del filo spinato. Aveva la forza per trasmettere visivamente ciò che sta accadendo con i rifugiati. Ritengo che sia una foto molto classica, senza tempo. Ritrae una situazione, ma il modo in cui è stata fatta è classico nel senso più ampio della parola».

«L’immagine è oggi un linguaggio più che mai universale, che valica i confini, che comunica più di ogni altro mezzo espressivo e raggiunge in pochissimi attimi milioni e milioni di persone in ogni angolo del nostro pianeta – dichiara Gabriele Accornero, Consigliere Delegato del Forte di Bard -. Le sensazionali immagini del World Press Photo, ogni anno, documentano in modo straordinario la storia recente attraverso scatti che ci fanno rivivere gli eventi cruciali del nostro tempo. Il modo più autorevole con cui il Forte di Bard rinnova l’appuntamento con la fotografia mondiale d’autore, confermando la collaborazione con la World Press Photo Foundation».
Nata nel 1955, la World Press Photo Foundation è un’istituzione internazionale indipendente per il fotogiornalismo senza fini di lucro con sede ad Amsterdam. Il sito ufficiale di World Press Photo www.worldpressphoto.org presenta i dettagli e una galleria di immagini di tutti i lavori premiati.
World Press Photo gode del sostegno della Lotteria Olandese dei Codici Postali ed è sponsorizzato da Canon.
World Press Photo
Forte di Bard. Valle d’Aosta
7 dicembre 2016 – 8 gennaio 2017

Info
Associazione Forte di Bard
Tel. + 39 0125833811 | info@fortedibard.it – www.fortedibard.it

Orari
feriali
dal 7 all’11 dicembre 10.00-18.00
dal 13 al 23 dicembre 11.00 – 18.00
dal 26 dicembre all’8 gennaio 10.00-18.00
sabato, domenica e festivi
dal 7 all’11 dicembre 10.00-19.00
dal 13 al 23 dicembre 11.00 – 19.00
dal 26 dicembre all’8 gennaio 10.00-19.00
Chiuso il 12, 19 e 25 dicembre
24 dicembre 11.00-17.00
31 dicembre 10.00 – 17.00
1° gennaio 13.00 – 19.00
Aperta tutti i giorni dal 26 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017

Tariffe
Intero 7,00 euro | Ridotto 5,00 euro

PONTE e NATALE A NAPOLI – TRADIZIONE PIU’ AUTENTICA E MAGIA DELLE FESTE – Dormire nel LUSSO

NATALE A NAPOLI

PER RISCOPRIRE LA TRADIZIONE PIU’ AUTENTICA E LA MAGIA DELLE FESTE

Napoli Christmas Village: un villaggio di Natale a piazza Municipio
Babbo Natale e i suoi elfi, con mercatini e attrazioni per bambini, in arrivo a piazza Municipio dal 2 all’11 dicembre. L’ingresso sarà gratuito.

Dove vivere il Natale pienamente, con i suoi sapori, la sua magia e gioia, ritrovando le rassicuranti tradizioni che lo contraddistinguono ma all’insegna del relax e del benessere?

Non a New York, al Polo Nord o in Trentino, ma nella città famosa in tutto il mondo per il calore e la capacità di divertirsi e festeggiare dei suoi abitanti: Napoli!

La città dei mille colori, in questo felice periodo regala appuntamenti per tutti i gusti.

Per gli appassionati di o’ presep’ o per semplici curiosi è d’obbligo una passeggiata in via San Gregorio Armeno, in cui si concentrano le coloratissime botteghe di artigiani specializzati, e una visita al Museo Nazionale di San Martino, che custodisce la natività più famosa di Napoli, il presepe Cuciniello.

Novità del 2016, per ammirare il suggestivo paesaggio partenopeo, è N’Albero, una struttura alta trenta metri, illuminata da migliaia di led, realizzata in occasione delle festività natalizie sul lungomare di Napoli.

Irrinunciabili i mercatini, dal Mercato Meraviglia, curiosa fiera del design indipendente che trova spazio nel poco turistico quartiere Montesanto, al Napoli Christmas Village d’ispirazione nordeuropea, con stand ricchi di prodotti enogastronomici e oggettistica, l’Ufficio Postale di Santa Claus e tanti giochi pensati per i più piccoli.

Il Natale promosso dal Comune di Napoli è dedicato a Luca De Filippo, scomparso nel novembre dello scorso anno. Titolo del fitto programma di iniziative è ‘E pazzielle’ e simbolo del programma natalizio è lo strummolo, antico gioco di strada.

Il Natale prenderà il via l’8 dicembre per concludersi l’8 gennaio, ma a dare il via sarà l’inaugurazione dell’installazione luminosa del colonnato di San Francesco di Paola in piazza Plebiscito la sera del 7 dicembre.
Il Natale 2016 di Napoli è dedicato ai bambini che nell’antico complesso di San Domenico Maggiore potranno assistere alla mostra ‘Storie di giocattoli – dal Settecento a Barbie‘.

E ancora:

-Ice Village a Torre del Greco con pista di pattinaggio su ghiaccio per Natale 2016

-Sant Claus Village Mostra d’Oltremare: sconti per Zoo, Città della Scienza e The Space Cinema

——–

Dormire, vivera la spa e mangiare nel lusso

hotel-napoli-sala-sale-spa

napoli-hotel-2a

Il Romeo hotel consiglia un affascinante soggiorno tra presepi, tradizione e sapori senza rinunciare all’emozione del comfort che solo il cinque stelle lusso affacciato sul Golfo di Napoli sa offrire.

Stanchi ma felici, dopo una giornata passata a conoscere le bellezze della città, il Romeo hotel è il rifugio ideale in cui trovare relax e comfort. Undici piani dal design avveniristico che ecletticamente sposano antiquariato e arte contemporanea specchiandosi nel mare del Golfo di Napoli.

Un’unica struttura per molte sfaccettature: dall’eccellenza della cucina – con il ristorante 1 stella Michelin Il Comandante guidato dallo Chef Salvatore Bianco, il Romeo Bar e il Romeo Pool Bar – al fitness di una sala gym di ultima generazione fino al benessere della Dogana del Sale che, con i suoi 1.000 metri quadri, offre non solo un percorso SPA all’avanguardia ma anche massaggi, trattamenti e servizi di bellezza.

Numerose le Christmas experience all’insegna di wellness e alta cucina offerte dal Romeo hotel, per rendere unico e indimenticabile il proprio soggiorno.

Si parte dalla Dogana del Sale, dove gli innamorati potranno concedersi Mon amour, il percorso benessere di coppia dall’inconfondibile profumo natalizio, che include un massaggio rilassante all’aroma di cannella arricchito da un olio dall’intesa e dolce profumazione aranciata. Per dire addio allo stress e fare il pieno di energia ci si potrà affidare a Scents of Hawaii, l’esclusivo trattamento di bellezza che associa l’efficacia esfoliante e drenante del sale rosso delle Hawaii all’inebriante profumazione delle essenze, oppure a Warm up this Christmas, proposta che, grazie agli olii caldi alla lavanda e a particolari sacchettini caldi con sale rosa dell’Himalaya detti pindas, scioglie le tensioni muscolari donando un profondo stato di benessere.

Le beauty therapist hanno invece ideato Essence of elegance, un particolare pacchetto che include una nutriente e rifrescante maschera all’Argan, luxury manicure con impeccabile applicazione smalto per mani e pedicure curativo.

I veri gourmet ed estimatori dell’autentica cucina partenopea potranno raggiungere la terrazza al nono piano dell’hotel per gustare una Cena della Vigilia stellata con suggestiva vista sul Golfo. Il menù, realizzato ad hoc da Salvatore Bianco – Executive Chef del ristorante Il Comandante – si apre con calamaro scottato con brodetto piccante e battuto di gamberi con puntarelle e lime, a seguire mescafrancesca con distillato di gamberi e polvere di cedrina e baccalà stufato ai pomodorini con olive e capperi e si conclude con una deliziosa bavarese al torroncino e salsa di cioccolato e nocillo.

Al Romeo hotel gli esclusivi festeggiamenti proseguono anche il 25 dicembre e in occasione del Pranzo di Natale lo chef propone uno speciale menu a quattro portate che racchiude i sapori mediterranei rivisitati in chiave contemporanea.

Si inizia alle 13.00 con manzo marinato con insalatina di scarola all’aceto, pecorino e frutta secca, seguono cannelloni di ricotta bufalina e pomodori secchi con stracotto di guancia e filetto di maialino con terrina di patate al burro e salsa tartufata. A conclusione del pranzo una gustosa cupola di pralinato al cioccolato e marmellata di agrumi.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
Romeo hotel
Via Cristoforo Colombo, 45 – Napoli
Tel +39 081 6041580 – reservations@romeohotel.it

Regali di Natale – Solo le specialità dei paesi terremotati a Milano nel convento di piazza Cimitero Maggiore

MILANO – ASPETTANDO IL NATALE

In dicembre fai la spesa gourmet

al convento dei Frati Missionari Cappuccini

e aiuti le vittime del terremoto !

Nelle domeniche e giorni festivi tutti i cittadini sono invitati nel convento di piazza Cimitero Maggiore per scoprire le specialità dei Comuni di Norcia, Spoleto e Castelluccio colpite dal sisma: salumi, formaggi, miele, biscotti e legumi di prima qualità a prezzi competitivi.
Le offerte andranno alle aziende familiari in crisi, alla costruzione di un centro di aggregazione sociale per le popolazioni sfollate e di una Chiesa in legno nei centri dove l’edificio sacro è crollato nella Diocesi di Ascoli Piceno.

(Per arrivare: tram 14 oppure Metro Rossa fermata Uruguay e poi pullman 40).

www.missioni.org

VI PARLIAMO ANCHE DI UNA COSTA RICA LONTANA DALLE METE TURISTICHE PIU’ SCONTATE.


 COVER OK COSTA RIC B&N IMAG1025

COSTA RICA: DOVE LE TARTARUGHE DEPOSITANO LE UOVA, DOVE ESISTE

ANCORA IL BRADIPO, DOVE LE ORCHIDEE SONO DI CASA…

Cr animal colibrIMG_5019

CR ANIMALI TUCANO RIDOTTA 450IMG_4906

CR 13 FIORE IMAG1108

 COSTA RICA: cosa visitare fuori dai soliti schemi.

CR FIORI 87 IMG_4929

0000

CR FIORE ROSSO  GRANDE COMPOSTO IMG_4773

CR fiori saprofita rossa IMG_4839

CR Rob Pastore RANADSC_0480

CR 13 FIORI IMG_4980

CR 3 OKOK IMG_4693

ICR PLAY CONCHAL B MG_4697

ICr animali cilibri MG_5019

CR FIORI FIORE IMG_5245

CR uccelli animali IMG_4840

CR 13 CANI AMACA IMAG1117

CR 13 CANI IMAG1042

CR OK POTRERO IMAG1055

CR 13 AUTO IMAG1058

COSTA RICA: un Pese sicuro e “RICCO” in molti aspetti, soprattutto naturalistici e antropologici.

COSTA RICA: una popolazione tranquilla e gentile.

COSTA RICA: un Paese demilitarizzato, che molti chiamano la Svizzera del Centro America.

IL CIBO IN COSTA  RICA E’ DI OTTIMA QUALITA’, MEGLIO SE NON SI CERCA LA CUCINA ITALIANA, ECCELLENTI E A BUON PREZZO LA FRUTTA, LA VERDURA, LE UOVA, IL RISO, IL CAFFE’, LA CARNE, I POLLI E IL PESCE. Ovviamente se si acquista nei supermercati dove vanno gli americani i prezzi sono molto più alti.

-Il volo, si sa, sarebbe meglio prenotarlo con molti mesi  di anticipo ( almeno 6 ) per potere ottenere i prezzi più bassi, ma altrettanto interessanti possono essere le offerte delle agenzie di viaggio dell’ultimo momento; purché non si tratti di alta stagione.

Dall’Italia i più economici e diretti sono i voli IBERIA, con scalo a Madrid, e arrivo all’aeroporto della capitale San José.

CR 13 IBERIA IMAG1019

Altri voli si trovano con scali a Francoforte o Miami, ma in questo ultimo caso si deve prevedere almeno una notte e gli interminabili controlli aeroportuali degli USA.

Ci sono voli economici da Londra e Parigi, ma si deve aggiungere il costo del volo dall’Italia e quasi mai è conveniente se si calcolano anche i possibili disguidi e la necessità di rifare il check-in con il bagaglio; problemi eliminati volando con IBERIA dall’Italia.

TELEFONINO: è consigliabile acquistare una sim card del Costa Rica; se sono gentili e hanno tempo,  fanno loro la chiamata che permette di abilitare la sim; altrimenti non funziona e si deve andare ad un centro che fa questo servizio.

Il Costa Rica è un paese che gode di un benessere superiore alla maggioranza dei Paesi sud e centro americani.

-In Costa Rica la scuola è di buon livello e, a differenza di quanto sta accadendo in alcuni Paesi europei, qui è ancora possibile la “promozione” sociale; ovvero il figlio di una famiglia  povera può ambire ad una occupazione totalmente differente da quella dei suoi genitori.

Il clima in Costa Rica è, mediamente, tropicale: caldo umido nel periodo delle piogge (giugno-metà novembre) e caldo soleggiato per il resto dell’anno con punte di calore fortissimo in aprile. Ovviamente dove c’è la foresta vergine piove tutti i giorni  con sprazzi di  sole.

Sulle montagne esistono luoghi con un clima particolarmente felice; vicino ai vulcani fa anche freddo..

CR 13 FOGLIE ROSSE OKOKM IMG_4745

CR FORESTA IMG_5121

CR 13 FOGLIE E ACQUA IMG_5380

CR 13 FIORI IMG_4965

CR 13 FIORI  IMG_4975

CR 13  UCCELLO COLIBRI IMG_4987

CR FIORI 5 IMG_4959

CR FIORI 6 IMG_4939

CR FIORI IMG_4964

CR 13 FOGLIE FIORI IMG_5120

CR ANIMALI8IMG_5085

CR for PLUV OKOKIMG_4846

CR Rob Past fiore a cheleDSC_0361

CR 13 FORESTA IMG_4689

cr 13 pesaggio ok ok IMG_4635

CR 13 FRUTTA IMAG1092

CR 13 IMAG1120

CR  ATENAS IMG_4786

CR ATENAS 2IMG_5288

ATENAS, a sud est di San José, 30′ dall’aeroporto (taxi: meglio concordare il prezzo

da 30 a 40 dollari).

CR ATENAS IMG_4780

TAXI consigliati:

-Rolando Argomedor tel taxi: 244 63 030 e chiedere del numero 25; cell. personale 87 51 41 41, persona sveglia, disposta ad accordo per tour, richiesta di 50 dollari al giorno + benzina, costa meno dell’auto a noleggio, l’auto non è un suv; va quasi ovunque, ma non ovunque. Sta cercando di imparare l’inglese e accetta volentieri semplici lezioni, è un bravo cuoco e può dire dove fare acquisti alimentari a basso prezzo, ma con l’ottima qualità del cibo locale.

– TAXI aeroporto: cell. 83588242 sig. Franklin, molto sveglio anche se anziano, non chiamarlo mai prima delle 10,30 del mattino.

Molto turistica, ma non di un turismo sfacciato,  Atenas è famosa grazie alla pubblicità che il National Geographic gli fece chiamandola “la città con il miglior clima del mondo”.

In realtà Atenas ha un clima un poco più caldo di quanto ci si aspetti, ma è costante per tutto l’anno e si alterna  a serate fresche.

Rimane comunque una piccola cittadina coloniale, rifugio internazionale di amanti della tranquillità; assolutamente sicura dal punto di vista dell’ordine pubblico anche per una donna sola. 

CR BAR ATENAS IMG_5283

Bar ad Atenas dove servono il cappuccino alla cannella: buonissimo!: EL BALCON DEL CAFE Y BISTRO, Atenas centro, via de la Iglesia Catolica 75.

CR FONTANIMG_5297

CR 13 FIORE ROSSO GRANDE IMG_4814

CR 13 FIORI FORESTA IMG_4831

Verso il Vulcano Poàs
Verso il Vulcano Poàs

CR FIOR BIANCH FILI IMG_4767

CR FOGLIE ROSSE FIORI IMG_4747

CR FORESTA EPIFITA IMG_4804

CR 13 IMAG1044

 Da Atenas è consigliabile la visita al LA PAZ WATERFALL GRADENS, www.waterfallgardens.com, chiedete a un tassista (in piazza ad Atenas o ai numeri citati sopra) di portarvi per 45 dollari + benzina: un giorno intero.

Potrete godervi tutte le risorse della foresta visitandole con calma e senza pericoli: vulcano POAS (entrata 10 dollari c.a.), giardini La Paz (entrata 37 dollari con pranzo abbondante e buono): splendide cascate (si deve camminare per 20′), tucani, farfalle, moltissimi fiori della foresta vergine visibili da vicino, serpentario di fianco al ristorante, felini selvatici, colibrì, uccelli della foresta, orchidee…)

CR 13 PISCINA POCOCIEL OK IMG_4730

Atenas: piscina del lodge POCOCIELO.

DORMIRE AD ATENAS:

-www.pococielo.com cell. 506 8860 99 72, dal centro di Atenas farsi spiegare la strada.

 Villette eleganti, ottimamente attrezzate e arredate : 75 dollari + tasse per la doppia con 2 letti king size, grande veranda, piscina a sfioro, circondati dalla foresta, a 30′ a piedi dal centro. (taxi: concordare per 3 dollari).

CR POCIELO ATEN IMG_4729

Da tenere presente che esistono altre cittadine che forse meritano più attenzione di Atenas, ma che sono fuori dai circuiti più conosciuti (parliamo più sotto di TILARAN).

CR 13 IMAG1024

cr 13 buggi non IMG_4660

DUNE BUGGY: INQUINAMENTO NON GRADITO.

Sconsigliato il servizio: tour-taxi di Walter Ramirez, dice un prezzo, poi porta in luoghi dove  il prezzo concordato viene triplicato; inoltre fa una sosta, non precisata prima del tour, per vendere il suo  caffè.

TOUR DA SAN JOSE’

– ALMENO 17 GG, ( se si vuole vedere tutto con calma con l’auto a noleggio e non con la frenesia dei viaggi organizzati);

-OVVIAMENTE SI POSSONO ELIMINARE ALCUNE METE O SOTTOPORSI A UN TOUR DE FORCE.

-RICORDARSI CHE MOLTI ALLOGGI ORGANIZZANO, DA SAN JOSE’,  DIRETTAMENTE UNO SHUTTLE PER I CLIENTI A BUON PREZZO, COMUNQUE I BUS PUBBLICI SONO EFFICIENTISSIMI CON ARIA CONDIZIONATA, IL TAXI SI PUO’ USARE PER I PERCORSI BREVI SE SI VUOLE COMODITA’ E RISPARMIO.

Ecco il percorso di viaggio da noi suggerito partendo da San José, la capitale.

Per chi ha poco tempo a disposizione, ma non vuole perdere uno dei luoghi più belli del Costa Rica:

Tour di 1 giorno a TORTUGUERO da San José www.jungletomsafaris.com

Con i numeri di taxi segnalati sopra si può far-da sé il tour, ma scegliendo i tempi a piacere e non con le visite anche ai bananeti e relative spiegazioni del tour organizzato.

San José non è una cittadina particolarmente attraente e può servire come base per trascorrere una notte dopo il lungo viaggio dall’Europa. Consigliamo di non mangiare in albergo, ma cercare quella che vi sembrerà una trattoria, di solito con grande spazio aperto: ottimo il pollo, ma anche il riso con  carne o pesce  e fagioli, che è il piatto tipico. La carne qui in Costa Rica è molto buona.

DORMIRE:

Per una notte, se siete solo in transito, fuori dal centro di San Josè a Santa Ana, : HOTEL QUALITY REAL, 3 stelle  sup., elegante, bella piscina,  ottima colazione indirizzo: Paseo Real, Santa Ana, tel. 00506. 22 046 700, di fronte appena usciti trovate un’ottima “trattoria” locale con eccellente pollo alla brace.

San José, come tutte le grandi città, di notte non è sicura.

Da San José si può prenotare, anche precedentemente via internet, il viaggio organizzato di 1 giorno per Tortuguero (92 dollari a persona), un’oasi naturale meravigliosa sulla costa atlantica del nord. Qui piove frequentemente, ma vi si possono ammirare le tartarughe e una foresta vergine intatta ricca di piante, fiori e animali.

Ovviamente il viaggio organizzato vi costerà di più del fai-da-te; sarà meno impegnativo e più banale.

roberta pastore farfalla DSC_0284 copy

CR Rob Pastore picchio DSC_0403

CR Rob Pastore scimmDSC_0419

CR Rob Pastore fiore rosso arancDSC_0470

TORTUGUERO: SCHIUSURA DELLE UOVA DI TARTARUGA DA LUGLIO A

SETTEMBRE.

CR13 PAESAGG MARE IMAG1065

CR  13pesca altura IMAG1067

Tours da San José, per chi ha poco tempo

-SERPENTARIO: www.refigioherpetologico.com dalle 9 alle 16; chiuso lunedì, sulla vecchia strada per Santa Ana, Alto de las Palomas. 22 serpenti di specie differenti. coccodrilli visti dall’acqua.

-Poas Vulcano e Waterfall gardens

-Irazu Vulacano e Lankester gardens (giardini botanici con orchidee)

-Crociera all’isola di Tortuga (115 dollari)

-Vulcano ARENAL (126 dollari)

-La Paz Waterfall-Poas Vulcano

COVER IMAG1093

CR Rob Pastore iguana DSC_0416

TORTUGUERO:

UNA META DA NON PERDERE: L’ESSENZA DEL COSTA RICA.

Se si va con i propri mezzi a Tortuguero sarebbe  bene fermarsi qualche giorno per smaltire il viaggio e visitarla con calma.

VIAGGI ORGANIZZATI IN TUTTO IL COSTA RICA  DA “SUERTE TOUR PURA VIDA” S.A: . roberta.suerte.cr@gmail.com  www.suertetour.com Sede in Guanacaste, Potrero.

Se volete il fai da te:

TORTUGUERO: DORMIRE

Una sistemazione comoda e di buon livello: TURTLE BEACH LODGE,

-situato a Cano Palma, www.turtlebeachlodge.com sul mare con bella piscina, ottimi servizi e ristorante nella foresta vergine.

QUI LA NATURA REGNA SOVRANA, ASPETTATEVI ANCHE LA PIOGGIA, MA  ANCHE  LE TARTARUGHE CHE DEPOSITANO LE UOVA.

UN INTRICATO INSIEME DI ACQUE DOLCI E SALATE, FORESTA VERGINE ANCORA ALLO STATO BRADO.

Si raccomanda abbigliamento adeguato: impermeabile, pantaloni lunghi, scarpe adatte, meglio scarponcini /stivali se si vuole camminare fuori dagli itinerari turistici.

Sul lato atlantico è bene evitare le città portuali, note per il narcotraffico e assai pericolose.

Altra meta interessante sul  lato atlantico la si trova all’estremo sud: è la zona di PUNTA CAHUITA.

Qui si può dormire senza preoccupazioni di sorta; una città tranquilla e il mare è buono per lo snorkeling, trasparente e ricco di pesce e madrepore.

Da Cahuita si può partire per un’escursione a Playa Gandoca e alla zona verde del Manzanillo.

DORMIRE COMODI:

CARIBE TOWN, www.caribetown.com Nella foresta sul mare, piscina di acqua salata: snorkeling, immersioni, tours nella jungla, giardini botanici, pesca… a 3 km a sud d Puerto Viajo de Talamanca.

Solo 5 bungalow sulla spiaggia.  Ottimi servizi, colazione e pasti, cocktail, organizzazione tour, splendido giardino.

Il Caribe Shuttle offre transfer da $45 recuperando il cliente a  San Jose (area) alle 7:30, 10 e 3pm port direttamente per il  Caribe Town. Da Caribe Town il ritorno per  San Jose è alle  6, 7, 2pm e 3:30pm. Basta dirlo all’albergo e loro si occupano della prenotazione.

CR animali colibri ok ok IMG_4996

ESOTICO CR 13 IMAG1082

VERSO SUD OVEST:

CR 13 FIORE IMAG1116

Tornando sui propri passi si raggiunge Limon e da qui la strada buona conduce a Cartago.

Nei dintorni è consigliabile visitare Orosi e Ujarras ( a sud ovest) per conoscere le realtà locali.

Da Cartago si può puntare a sud per visitare quello che è il luogo più incontaminato del Costa Rica a sud ovest del Paese.

Punto di base, per spendere meno rispetto alle mete note al turismo internazionale, può essere PLAYA BALLENA (dormire da MANEY’S PALCE o LA HOJA DE BALLENA)

Qui si vedono le balene in ottobre/novembre.

Da visitare: l’isola di Ballena.

In 2 ore di auto si raggiunge, a sud, DRAKE BAHIA.

SE VI INTERESSA UN’ESPERIENZA ECCEZIONALE DOVETE PRENDERE UNA BARCA-CROCIERA PER RAGGIUNGERE, AL LARGO DEL PACIFICO, L’ISOLA DE COCO. Si tratta di qualcosa di fuori dall’ordinario.

L’isola del Coco fu luogo di rifugio per i pirati che vi portarono anche gatti e topi, ma non animali pericolosi.

L’isola de Coco è protetta e nessuno vi può soggiornare, tanto che si dorme a bordo delle barche con personale che viaggia per  fini di ricerca scientifica ed è in grado di dare tutte le spiegazioni del caso.

Il mare incontaminato offre uno spettacolo irripetibile; flora e fauna sono endemici.

La crociera dura c.a. 5 giorni ed è costosa.

Le navi si chiamano: SEA HUNTER  e OHEANOZ  AGGRESSOR.

Sempre da Playa Ballena, in una ora di auto verso nord, si raggiunge MARCEL ANTONIO.

Belle le spiagge a sud (Punta Catedral ecc..)

CABO BLANCO

Con un giorno di viaggio verso nord parallelamente all’oceano, partendo da Playa Ballena, si raggiunge la strada 27 (RUTA 27) che gode di bei panorami.

Ritornando paralleli all’oceano si può arrivare a prendere il traghetto in zona Cocal, vicino a Playa Naraja e raggiungere la penisola di fronte.

Qui il punto più panoramico è certamente la punta di CABO BLANCO, dove si ammirano sia l’alba che il tramonto sul mare; la zona è interessante sino a SANTA TERESA.

Poco più a nord da vedere: DA PLAYA CALETA  sino a PLAYA SAN MIGUEL.

CR 13 IMAG1050

MONTEVERDE (imperdibile), TILARAN E DINTORNI.

Tornando sui propri passi, verso Cocal, ci si può addentrare all’interno per vedere un paese: TILARAN che, meglio della conosciuta Atenas (vedi il National Geographic) potrebbe incarnare il sogno di pace, tranquillità e splendidi panorami circostanti con il vulcano ARENAL e il suo bellissimo lago.

CITTADINA ASSOLUTAMENTE TRANQUILLA E SICURA.

TILARAN  gode di un clima perfetto, più fresco di  Atenas,  è fuori da ogni rotta turistica e non raccomandabile per chi volesse fare vita notturna.

Bellissima e varia, la natura circostante poiché da un lato della catena montuosa c’è un clima piuttosto secco, mentre dall’altro lato il clima è quello della foresta tropicale con le sue piante e la sua fauna: Tilaran si trova al centro.

Da Tilaran si gode di un panorama spettacolare: il lago e il vulcano Arenal.

Si tratta di un  paese che merita la visita solo se siete curiosi di vedere come si vive in Costa Rica al di fuori delle zone turistiche.

Ovviamente i prezzi sono enormemente più bassi.

 MONTEVERDE

MONTEVERDE: merita la visita per le bellezze naturalistiche circostanti. (abbigliamento adeguato alla foresta vergine: sempre l’impermeabile, scarpe adeguate, pantaloni meglio se lunghi, costume per un bagno sotto la cascata, una salvietta…)

DORMIRE:

ECORESORT HACIENDA GUACHIPELIN (turistico, ma merita) situata nel PARCO NAZIONALE: cascate, foresta e sport estremi. hacienda@guachipelin.com tel 00506 2665 3215

SE ANDATE IN COSTA RICA RICORDATE CHE:

Se si vuole vivere come un turista alberghi, auto a noleggio e ristoranti non sono economici.

Può essere importante sapere che la rete degli autobus, sui collegamenti principali funziona benissimo ed è di ottima qualità con aria condizionata.

Pertanto conviene farsi accompagnare da un taxi solamente per i piccoli spostamenti verso la fermata dei bus.

Noi abbiamo scoperto che il meglio è parlare con vari tassisti o proprietari di auto sino a che si trova chi è disposto ad accompagnarci per una cifra che va dai 25 ai 50 dollari al giorno; benzina esclusa.

Per chi si vuole accontentare di sistemazioni non lussuose, ma dignitose (meglio se per lunghi periodi, fuori dalle solite mete turistiche), ed è interessato a mangiare gli eccellenti: frutti, carni, pesci, uova, formaggi, verdure e riso del luogo, acquistare e cucinarsi i propri pasti, il Costa Rica può essere un paese molto economico.

Moltissimi sono gli americani e i canadesi che si sono trasferiti in questo Paese.

Anche gli italiani sono presenti in Costa Rica, pur in numero decisamente inferiore.

 Ne consegue che vivere all’europea, o all’americana, che dir si voglia, in questo Paese non è proprio economico.

Auto e tutti gli elettrodomestici ai quali siamo abituati sono di importazione e qui costano almeno un 40% in più.

Anche noleggiare un’auto, ovvero almeno una 4 x 4 per poter essere liberi di muoversi nelle strade dentro le foreste e guadare i fiumi meno turbolenti, costa più di 50 euro al giorno, benzina esclusa.

La benzina costa meno che in Italia, ma non è particolarmente economica.

PLAYA POTRERO a nord della famosa Playa Tamarindo:

CR 13 Potrero IMAG1034

Hotel Brasilito, da 35 euro le camere doppie con ventilatore, camere con aria condizionata fronte oceano  da 44 euro. Playa Brasilito, Guanacaste: sulla spiaggia, bar e ristorante. www.brasilito.com tel 2 654 4237 . Da qui si fa surf. o snorkeling nelle spiagge vicine.

BEACHFRONT HOTEL, POTRERO BAY, GUANACASTE:  se volete un alloggio sulla spiaggia, con 5 differenti categorie di servizi, http://www.bahiadelsolhotel.com

CR 13 HOTEL SUL MARE POTRERO IMG_4708

LAS VENTANAS DE PLAYA GRANDE: RESTAURANT E CABINAS A PLAYA GRANDE: una sistemazione economica, pulita e di fronte alla spiaggia. Ottima cucina. charliechv@costarricense.cr kikeplayagrande@costarricense.cr Playa Grande, Guanacaste, nord ovest del Costa Rica, vicino a Playa Tamarindo e Potrero. 30 dollari, senza la colazione, camera per 4 persone.

Nota: Affitta da persone reali in 34000 città e 192 paesi in tutto il mondo.Vedi al link: http://www.donnecultura.eu/?p=8390

CR 13 POTRERO IMAG1056

Potrero.

Nella zona, vicino a un supermercato, pure economico, ma non vicinissimo al mare, per chi vuole spendere poco: APPARTAMENTI GUAYMY tel 2653 6324.

CR 13 affitt IMAG1132

Sempre in zona supermercato: appartamenti arredati ECONOMICI, molto semplici con ventilatore, KARINA tel. 2653 8481/ 8873 0720.

CR 13 affittoIMAG1135

A POTRERO: un “club” all’italiana.

Si può anche affittare una casa, in bassa stagione per uno o più mesi i prezzi possono essere concordati fuori dalle tariffe settimanali.

www.fordelpacifico.com

Una comunità italiana vive nel paesino di POTRERO, a nord di PLAYA TAMARINDO.

CR 13 PISCINE IMG_4594

Qui alcuni imprenditori coraggiosi iniziarono 20 anni fa un’avventura che continua oggi con la costruzione di un nuovissimo villaggio di progettazione e fabbricazione tutte italiane:

-il “VILLAGGIO FIOR DEL PACIFICO” www.villaggiofiordelpacifico.it

CR 13 PISCINA IMG_4593

000 CASE FIOR DEL PACIFICOIMG_4711

-ogni pratica burocratica è ben organizzata e il cliente che acquista la casa non deve affrontare alcun rischio, ne problema di trasferimento, poiché la ventennale organizzazione è una sicura garanzia.

-acquistare altrove a titolo personale non conoscendo le regole del luogo può dar adito a gravi errori che vanno dalla perdita del diritto di proprietà a problemi con la legge locale.

CR 13 IMAG1048

IL CLIMA A POTRERO: come in tutte le zone tropicali si divide in stagione delle piogge (con un buon tasso di umidità) da Giugno a Novembre; per il resto sole e caldo sono garantiti.

-POTRERO E’ VICINO ALLA ZONA TURISTICA FREQUENTATA DA AMERICANI E CANADESI

-DI CONSEGUENZA I PREZZI NELLA ZONA SONO PIUTTOSTO ALTI, SOPRATTUTTO SE SI FREQUENTANO RISTORANTI E GRANDI MAGAZZINI.

-Ovviamente basta allontanarsi anche di poco, ma ci vuole l’auto o i bus (che funzionano bene) e i prezzi scendono di molto.

00 COVER 450 X 145Cavagrande radici aeree di carrubo

PER CHI DECIDE DI ACQUISTARE UNA CASA:

1-si tratta di case rifinite all’ “Italiana” con grande attenzione all’estetica finale

2-la spiaggia vicinissima la villaggio ( il villaggio Fior del Pacifico non è sulla spiaggai poiché in Costa Rica è proibito) è tranquilla e gode di un bel panorama.

Camminando si può raggiungere un’altra spiaggia vicina, praticamente sempre deserta.

3-se cercate tranquillità, ma anche vicinanza a villaggi e città molto frequentate dal turismo, anche internazionale, o volete ballare tutte le notti;  qui potrete trovare la realizzazione di un sogno con tutti i grandi vantaggi del sistema fiscale del Costa Rica.

4-per vivere all’europea dovete  calcolare l’acquisto di un’auto che  qui sono costosissime se nuove, ma con 10-13.000 euro si può acquistare un usato adeguato alle strade, che non sono sempre asfaltate, ma nella maggior parte agibilissime anche con una piccola auto. Fate attenzione a chi ve la vende, non sempre sono in buone condizioni

5-la comunità italiana di residenti, anche periodici, ha buone relazioni con la popolazione locale che è gentile e accetta abbastanza volentieri una collaborazione costruttiva

6-una giovane italiana sta creando un centro di produzione di prodotti ecologici locali al fine di promuovere il turismo

7-ci sono progetti per potenziare la marina esistente, nel villaggio accanto, con l’aiuto delle autorità del Paese per creare un centro velico anche per bambini handicappati; altri progetti parlano di sbarco di navi da crociera

8-l’ultimo villaggio, la cui costruzione inizierà a novembre, sarà venduto anche nei Paesi del nord Europa

9-al momento sono rimasti pochissimi appartamenti e ville dell’ultimo villaggio appena terminato

10- il Villaggio Fior del Pacifico, a oggi,  è frequentato prevalentemente da italiani, alcuni dei quali sono residenti fissi, altri per molti mesi l’anno, altri vi trascorrono le vacanze in attesa di un eventuale trasferimento definitivo

11-le case acquistate  posso essere lasciate da affittare a chi gestisce il condominio.

12-se non sopportate il caldo dovete calcolare che il costo dell’elettricità in Costa Rica non è economico.

COSTA RICA FAI DA TE, LA CASA.

Per chi ama il “fai da te”, Pueblo Verde, offre la possibilità di possedere il proprio bungalow nella foresta vergine circondati da orchidee.

A meno di  30.000 dollari, spaziosi e confortevoli. Costi da 8 dollari al mq. Lotti di foresta di 1.5 acri, non lontane da belle spiagge.

Infrastrutture comprese: acqua, luce, telefono. www.puebloverde.org tel. 2658-8018.

 

CR 13 CASA ROSA IMAG1038

CR FIORE FELCE IMG_4799

CR 13 BELLA SPIAGGIA IMG_4609

CR 13 PESCI OKIMG_4642

CR 13 SERP IMG_5211

Icr 13 serp MG_5210

COVER CR 13 IMAG1095

Libri a Roma – Piccoli editori a PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI – dal 7 all’11 dicembre 2016

Sarà Hanif Kureishi ad inaugurare la 15a edizione di ‘Più libri più liberi’, la fiera nazionale della Piccola e Media Editoria, al Palazzo dei Congressi dell’Eur a Roma dal 7 all’11 dicembre, parteciperà anche Roberto Saviano.

Direttore della manifestazione Fabio Del Giudice.

Saranno presenti anche:

-Nicola Lagioia, neo direttore editoriale del Salone del Libro di Torino e Chiara Valerio, responsabile del programma generale della nuova fiera milanese ‘Tempo di libri’.

Sempre più internazionale, questa edizione vedrà la presenza di autori provenienti da venti Paesi e quattro continenti fra i quali il tedesco Friedeich Ani, le scandinave Lena Andersson e Laura Lindstedt, il francese Marc Augé e il romeno Mircea Cartarescu.ù

In primo piano un omaggio a Umberto Eco e Dario Fo, entrambi scomparsi nel 2016.

PER SENTIRSI IN VACANZA BASTA UN LIBRO ? – Possiamo provare con Stephen King ” FINE TURNO “

Il finale è degno di un artista ad alta tensione.

Un triller, nulla di più, ma utile per allontanarsi dalla realtà e dalla noia di tutti i giorni.

Tutta la sapienza di un esperto di suspance e un navigato sguardo sull’animo umano; ecco come è stato definito l’ultimo libro di Stephen King.

Fine Turno è il libro di King che chiude una trilogia, ma si può anche leggere da solo.

Stephen King, vive e lavora nel Maine, le sue storie sono bestseller che hanno venduto 500 milioni di copie in tutto il mondo e hanno ispirato registi come Stanley Kubrick, Brian De Palma, Rob Reiner, Frank Darabont.

Fine Turno, di Stephen King, Sperling & Kupfer, 496 pagine, 19.90 euro.

Milano – PRESEPE DEGLI ARTISTI – Albergo Diurno Venezia – dal 3 dicembre 2016

Gioiello Art Déco custodito nel cuore di Milano; questo è l’ Albergo Diurno Venezia a Milano,  piazza Oberdan.

Da lunedì a venerdì dalle 12.30 alle 19.30. Sabato, domenica e festività di Sant’Ambrogio e Immacolata dalle ore 10 alle 20. Sabato 24 e 31 dicembre dalle ore 10 alle 16. Lunedì 26 dicembre dalle ore 16 alle ore 19.30. Chiuso il 25 dicembre e l’1 gennaio.

L’ingresso al solo presepe costa 4 euro, ridotto dai 4 ai 14 anni a 2 euro.  Visita guidata all’Albergo Diurno Venezia con il presepe allestito, a cura della delegazione Fai di Milano, per informazioni: 334/5236025 (costo intero 7 euro, ridotto 2 euro).

Da sabato 3 dicembre a domenica 8 gennaio 2017 con un Presepe degli artisti:

-moderna rappresentazione della Natività, opera collettiva di artisti italiani contemporanei.

NEW YORK NEW YORK; VIAGGIO DOVE TUTTO E’ POSSIBILE!

NY AUTO

L’ultima volta che ci siamo stati abbiamo mangiato da Marcus Samuelsson, chef cosmopolita, ad Harlem. NIENTE LUSSO !!! Ma tanto sapore di spezie SQUISTE !!! In Lenox Avenue, Red Rooster; qui vengono anche grandi nomi e artisti da tutto il mondo. Salotto e ristorante. Ottimo il brunch della domenica con gospel e la musica jazz. IL NEW YORK MAGAZINE lo ha eletto uno dei locali più amati della città. Pane al mais, patate dolci speciali, sformati di carne deliziosi e passione per il bio e l’alimentazione sana. https://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&u=http://www.redroosterharlem.com/&prev=search

—–

Limousine al posto del taxi? O metropolitana per risparmiare?

COSA C’E’ DI NUOVO A NEW YORK ???

COMINCIAMO DAL BRONX

ARTHUR AVENUE E BELMONT,
LA “VERA” LITTLE ITALY SI TROVA NEL BRONX

Quartieri italo-americani del Bronx

UN SECOLO FA  E’ FINITA L’EPOCA CHE VEDEVA IL BRONX COME UNA ZONA PERICOLOSA DA NON FREQUENTARE, ORA E’ DI GRAN MODA !

 NYC & Company, ente del turismo di New York City, dedica il mese di ottobre di NYCGO Insider Guides (nycgo.com/insiderguides) al distretto del Bronx, presentando ai viaggiatori il quartiere di Belmont e Arthur Avenue, considerata la più autentica Little Italy della città. Attraverso il video-documentario (https://youtu.be/DF0Hc04wiVY) realizzato in collaborazione con i residenti, i visitatori potranno fare un tour del quartiere e scoprirne le attrazioni culturali, i parchi e l’eccezionale offerta gastronomica.

“. I visitatori potranno trascorrere una giornata visitando lo zoo o i giardini botanici, per poi immergersi nello spirito italo-americano più autentico nei negozi e ristoranti di Arthur Avenue”, afferma Marty Markowith, vice president of Borough Promotion and Engagement di NYC & Company.

Tutti sanno che la vera Little Italy di New York City si trova nel Bronx”, aggiunge Ruben Diaz, Bronx Borough President. “Abbiamo i migliori cannoli, una pizza di livello mondiale e il più autentico cibo italiano…”

Belmont e Arthur Avenue “like a local”:

Il famoso Bronx Zoo,

15che con i suoi 107 ettari è il più grande zoo urbano degli Stati Uniti, ospita più di 6.000 animali che vivono in ambienti che riproducono il loro habitat naturale, dalla vasca dei leoni marini alla savana africana con leoni, zebre e gazzelle.

In aggiunta, lo zoo organizza speciali eventi, come “Boo at the Zoo” per Halloween.

A poca distanza si accede al New York Botanical Garden,

un grande spazio di oltre 100 ettari dove si possono ammirare milioni di piante da tutto il mondo. Fino al 1° novembre 2015, la mostra “Frida Kahlo: Art, Garden, Life” presenta il lavoro della Kahlo e uno sguardo nel giardino nel quale è cresciuta da bambina.

Panetterie e caffè. Il luogo migliore dove gustare prodotti di panetteria della tradizione italiana è DeLillo Cafe & Pastry Shop dove scegliere tra un’ampia selezione di dolci fatti in casa, come cannoli, sfogliatelle e biscotti. La panetteria siciliana Madonia Brothers vende dolci tradizionali italiani e pane aromatizzato con peperoncino, provolone e olive nere.

Ristoranti. Ristorante a conduzione familiare conosciuto per le grosse porzioni, Roberto’s Restaurant serve piatti italiani ispirati alla tradizione contadina.

Gli stessi proprietari gestiscono anche Zero Otto Nove, con piatti rustici e genuini.

Pasquale’s Rigoletto accoglie i commensali in un ambiente allegro e colorato e propone piatti italo-americani come fettuccine Alfredo e gnocchi alla bolognese.

Negozi.

Mercato e food hall, Arthur Avenue Retail Market ospita negozi di recente apertura e altri vecchi di tre generazioni che offrono un’ampia selezione di prodotti a base di carne, formaggi, frutta fresca e articoli di boutique.

Per chi desidera acquistare pasta fresca e ravioli, l’indirizzo giusto è Borgatti’s Ravioli & Egg Noodles;i migliori formaggi caserecci si trovano alla Casa Della Mozzarella, fornitore ufficiale di mozzarella dei New York Yankees;

pesce e molluschi si acquistano da Cosenza’s Fish Market, mentre Biancardi è la macelleria più in voga.

I visitatori che desiderano soggiornare nel Bronx per più di un giorno possono alloggiare all’Opera House Hotel, situato all’interno dell’edificio che un tempo ospitava la storica Opera House, leggendario luogo di intrattenimento aperto nel 1913. L’hotel dispone di camere spaziose e di comfort tv a schermo piatto, WiFi e colazione continentale.

Per informazioni su New York City: www.nycgo.com

NYC & Company Twitter @nycgo_it; website nycgo.com

TESTATA NEW YORK

TESTATA  OK NEW YORK

NY GRATTACIELI 900

NY NOTTE1

NY NOTTE4

NY APPLE SCALA

Il negozio della  Apple..

INSOLITO A NEW YORK:

UNA CHICCA PER UN PANORAMA FANTASTICO E FOTO INDIMENTICABILI DALLA CABINOVIA:

Si chiama Roosevelt Island Tramway. Partendo dall’angolo tra la 60th Street e 2nd Avenue sull’East Side di Manhattan, potete salire sulla funivia che regala uno spettacolare panorama tra i grattacieli di Midtown.

Non è mai affollata, perché sconosciuta ai turisti, ci vogliono circa sette minuti per arrivare, ma il tempo necessario per scattare bellissime foto. Non è  l’ideale per chi soffre di vertigini, ma la vista è mozzafiato.

La Roosevelt Tramway,  non fa parte del trasporto pubblico di New York City, ma accetta il normale biglietto metro che potrete comprare anche sul posto.

Una volta arrivati sull’isola, la miglior cosa da fare è costeggiare il fiume percorrendo la passeggiata in direzione sud.

La sera con le luci è ancora più suggestivo.

PIU’ SOTTO TUTTE LE INFORMAZIONI PER VIVERE UNA NEW YORK, ANCHE FUORI DAI SOLITI SCHEMI.

L’ULTIMA NOVITA’ E’ VISITARE IL QUARTIERE EMERGENTE DI TURNO: BUSHWICK.

Bushwick era da sempre considerata terra di nessuno, zona pericolosa.

Oggi, qui a sud est di Manhattan, oltre il fiume, i quartieri di Williamsburg e Bushwick sono diventati “trendy”.

Artisti, galleristi e società tecnologiche come la Livestream (streaming), stanchi dei costi di Chelsea si sono trasferiti qui.

Qui i migliori artisti di strada lavorano pagati dai proprietari delle case che vogliono vantare una loro opera.

Numerose aziende digitali stanno per trasferirsi e i prezzi salgono e stanno vietando agli artisti di disporre di grandi atelier.

Da visitare: King Noodle un ristorante cinese moderno e geniale o, il poco lontano, Tomo Japanese Fusion è un ristorante giapponese al 1045 di Flushing Avenue.

In Moore Street si trova il ritrovo di tutti: Roberta’s pizzeria e bar.

—-

NEW YORK:  Da dove cominciare? Dal piiiiuù bel panorama!

-Il più bel panorama su Manhattan e il Central Park: al bar del Park Hyatt Hotel. Siete sul grattacielo residenziale più alto della città, il camere 57, sprannominato One 57, poiché si trova sulla 57a. Architetto il vincitore di un Pritzker: Christian de Portzamparo. Il bar è caro, ma il panorama vale la spesa, comunque vi costerà, in proporzione a quello che ordinate, e  non più della salita sull’Empire State (dove magari dovete fare anche la coda…). Se avete ottime disponibilità economiche prenotate anche la camera vista Central Park.

REDHOOK la veduta, dal 480 Van Brunt Street è un panorama “acquatico” sulla Statua della Libertà.

Più sotto anche le dritte per lo shopping, non i soliti indirizzi, ma solo dove acquistare bene a basso prezzo.

NUOVO VISITOR CENTER PER IL BROOKLYN BOTANIC GARDEN DI NEW YORK
Architettura ecosostenibile e design innovativo accolgono i visitatori dei giardini botanici

Il nuovo Visitor Center del Brooklyn Botanic Garden (BBG) è la porta di accesso per i celebri giardini del distretto di Brooklyn,  un modello di architettura ecosostenibile dal design innovativo. Il progetto, opera dello studio di architetti Weiss/Manfredi

Concepito come una vera e propria estensione del giardino botanico, il sinuoso edificio di vetro del Visitor Center lungo 146 metri si compone di due strutture collegate a forma di serpentina, ben integrate nel paesaggio circostante e che ricordano nelle forme i sentieri che attraversano il giardino botanico. Il centro occupa una superficie di 1.850 metri quadrati e si raggiunge dalla piazza pedonale affacciata su Washington Avenue a Brooklyn dove sono stati creati due giardini pluviali che permettono la raccolta delle acque piovane.

All’esterno dell’edificio, una passerella di legno conduce ad un punto panoramico da cui ammirare il giardino pensile di 1.000 metri quadrati: questo “tetto vivente”, capolavoro di ingegneria e tecnologia ecosostenibile è completamente ricoperto da 40,000 piante grasse, bulbi e fiori perenni, che contribuiscono all’isolamento dell’edificio, a rinfrescare l’ambiente durante i mesi estivi e a migliorare la gestione delle risorse idriche. Il tetto muta durante l’anno, trasformando il Visitor Center ad ogni stagione.

Il BBG raccoglie oltre 12.000 specie di piante e ospita circa 725.000 visitatori l’anno.
Per maggiori informazioni: http://www.nycgo.com/venues/brooklyn-botanic-garden

Segui NYC & Company su facebook e twitter!

da non perdere: NEW MUSEUM for Contemprary Art,  un insieme di curiosi cubi sovrapposti, tutti bianchi, è il primo museo che apre in downtown dove vivono e lavorano gli artisti, un quartiere in evoluzione (zona Chinatown)

Se è la prima volta che andate a NY ricordatevi che ha tutto dovete aggiungere  il costo delle tasse e delle mance, che sono obbligatorie: dal 15 al 20%

-Suggerito dall’ufficio del turismo in aeroporto, come albergo economico: Hotel Lotus NYC

-Per chiedere informazioni per gli alberghi, dare indicazione della zona dove si vuole alloggiare e dire cosa si vuole spendere a info@travelersaid.org   , tel.973 623 5052  ufficio informazioni TRAVELERS AID, (organizzazione no profit) presenti solo negli aeroporti JFK e Newark. Un THANK YOU di cuore al gentile  Mr. TED, che mi ha aiutato personalmente a cercare un albergo.

-Dall’aeroporto lo shuttle, per raggiungere l’hotel in centro NY,  costa molto meno del taxi:  13 da LaGuardia,  17 da JFK e Newark : dall’albergo all’aeroporto avvisare 24 ore prima, prenotazione gratuita alla reception:

-Airlink Shuttle: www.airlinknyc.com tel. gratuita 1.877.599.8200 o comporre il n° 18 dai punti Courtesy Phone o dai Graund Transportation Counter, negli aeroporti. Aeroporto JFK-albergo centro città: $ 23 (sempre: più tasse); Newark-albergo centro: $ 23, La Guardia-hotel centro: $ 20!!! ottimi prezzi e più comodi dei bus:

-Super Shouttle tel. 212 258 3826 o fare il numero 26 dai telefono dei Courtesy Phone, sempre vicini ai Welcome Center, in aeroporto o in albergo, vedi prex sopra c.a.

-TAXI: www.CarmelLimo.com aeroporto JFK-hotel: $ 50 c.a., (prezzi eguali al taxi fuori dall’aeroporto, ma lì si deve fare la coda)vedi altri prex su internet, tel 1-800-9-CARAMEL , prenotare anche on  line, Telefoni gratuiti (in aeroporto  Airport Ground Transportation Phones: telefonate gratis) comporre il numero “66”

RICORDARE:

-corrente elettrica 110-120 volt., portare l’adattatore

-Il 15-20% mancia è obbligatorio nei ristoranti, locali vari e taxi

-prenotate lo shuttle da e per l’aeroporto,  esistono in quasi tutti i grandi aeroporti, costa meno del taxi e vi porta davanti all’albergo

-un un ufficio per aiutare i turisti in gravi difficoltà: 1.718.656.4870

-usare lo Shuttle al posto del taxi per risparmiare nel trasporto da e per l’aeroporto (vedi info più sopra)

-vicino alle migliori gallerie di arte contemporanea

MANHATTAN: da non perdere, fuori dai soliti schemi:

il nuovo HIGH LINE, 529 West 20th. Street, è il parco sopraelevato di CELSEA, i binari in disuso sono divenuti un passeggio chic.

-La HIGH LINE Gansevoort Street (nel Meat District: vecchio quartiere delle macellerie) si arriva alla 20th Street www.thehighline.org, 2 chilometri  e mezzo di passeggiata urbana creata dallo studio Sconfidio+Rentro, lungo la vecchia ferrovia a ovest della città, un luogo molto amato dai newyorchesi.

-Il secondo tratto della HIGH LINE  www.thehighline.org è più sorprendente del primo, per passeggiare, amoreggiare, stupirsi tra il verde, si tratta di un percorso aereo che doppia l’antica sopraelevata della ferrovia divenuta oggi  un: ORTO URBANO!!

FUORI DAI SOLITI ITINERARI:

In stagione trovate aperte le spiagge di NY:

-Brookling: Coney Island Beach & Boardwalk

-Manhattan Beach Park

-Long Island: Fire Island National Sea Shore

-Con il metrò raggiungete ROCKAWAY vedrete in ogni stagione i surfisti “al lavoro”, anche quando nevica!

DA NON PERDERE: LOWER EAST SIDE ora è la nuova New York ricca e sofisticata

-BB&C (Bell Book and Candle) ristorante di cucina americana contemporanea,  dalle ostriche croccanti  al Tacos di aragosta..,e torta di mele, lo chef Jhon Mooney cucina con prodotti creati nella sua serra a N.Y. 30-35 euro, vino escluso, brunch e cena tutti i giorni. il tavolo migliore quello dello “chef”, in cucina, condiviso con 12 persone. 141 West 10th St., N.Y. tel +1.212.414 23 55, www.bbandcnyc.com

VANGUARD: la CAPPELLA SISTINA DEL JAZZ

BROOKLYN

Purtroppo i famosissimi musical costano da 90 $ in su!

-è diventato uno dei quartieri più interessanti della metropoli, la middle-class (o quello che ne rimane) ha abbandonato l’East Village per Brooklyn.

Manhattan non è più il posto “giusto” dive andare a NewYork, dimenticate il Central park e la 5th avenue, ormai già visti da tutti. Vi basta attraversare un ponte sull’East River e sarete nell’adrenalinica Brooklyn.

-Alla fine dell’Ottocento Brookyn perse il suo status di comune rurale indipendente per divenire uno dei 5 distretti di N.Y. Se Manhattan ha il Central Park, Brookin ha il Prospect Park, realizzato nel medesimo periodo e dagli stessi architetti; altrettanto bello, ma meno affollato.

Il Brooklyn Museum non ha nulla da invidiare al più famoso Metropolitan ed i veri artisti, gli underground, non vivono più a Sho o nell’East Village, ma Williamsburg, meno cara. Le case, brownstone, dal colore scuro dei mattoni sono oggi molto richieste a Park Slope o Fort Greene. Di Brooklyn si apprezzano, finalmente, anche i bei viali alberati

-se avete tempo attraversate a piedi il famoso ponte al tramonto e godetevi lo Skylight di Manhattan

BROOKLIN:

CAFE’ REGULAR DU NORD 158 Berkeley Place, enormi croissants e pani al cioccolato in atnosfera parigina

Brookling Botanic Garden Washington avenue 1000?, 12 mila specie e 25 giardini diversi

Coney Island è la spiaggia di Brooklyn e l’omonimo parco è stupendo.

Sulla promenade di Brooklyn Height si passeggia per guardare il migliore skyline di N.Y.

Canal Street, se volete l’ultima moda a basso prezzo, scarpe e jeans di marca da 35/45 $, t-shirt a meno di 10 $

NY PANORAMA M

NY EMPIRE STATE BUILDING 89

NY LIMUSINE 43

NY EX TORRI GEMELLE

NY CENTRAL P LORY

Central Park, una grande oasi verde; piena di scoiattoli.

NY SCOIATTOLO9

NY NOTTE567

NY MUSEO 900

Il famosissimo Museo Guggenheim.

NY GUGGENHAIM INTERNO

Interno del Guggenheim.

NY GRATTACIELO ANTICO

N.Y. è anche questo.

NY COME LA TORRE DI MILANO

NY PONTE 67

NY LAVORI 78

NY STATUA LIBERTA'

NY CENTRAL PARK VEDUTA 1

Il Bronx è diventata l’altra nuova meta per eccellenza per chi va a NY.

Per saperne di più: www.ilovethebronx.com ; www.hushtours.com

-Oggi questo quartiere è  il salotto buono della città, tanto che si parla di una “Bronx Resurrection

-I locali più famosi: Bruckner Bar and Grill (insalata di pere e rucola), Opera House Cafè (per il brunch), tante gallerie d’arte come la Haven Arts (fotografia e digital art), Bronx Museum of Art (www.bronxview.com/museums)

-Dal Bronx si raggiunge il Metropolitan Museum più rapidamente che da So.Ho

-Negozi di antiquariato e modernariato a Port Morris, boutique vintage, piccole botteghe e bancarelle vendono spezie e frutta tropicale

Una “chicca”: prevedere e prenotare, prima di partire, una domenica ad Harlem per partecipare ad una messa GOSPEL, chiedere un invito all’ Abyssinian  Baptist Church. Solo per turisti curiosi.

DORMIRE A NY:

Nota: Affitta da persone reali in 34000 città e 192 paesi in tutto il mondo.Vedi al link: http://www.donnecultura.eu/?p=8390

Hotel St.James, se volete risparmiare, vicino a Times Square, centralissimo: Wi-Fi gratis, asciugacapelli su richiesta, 10 minuti dal Rockefeller Center, prenotando con Booking.com da 130 euro a notte (e-Dreams chiedeva € 220) doppia senza colazione: spartano, 2 stelle, ma ben frequentato, prenotare per tempo.

– Colazione al vicino Star Bucks, oppure all’ Europa Cafe, molto turistico, ma piace a tutti: Times Square 3,  oppure 1177 Av.of the Americas, europecafe.com.

Cena vicino a Times Square e all’albergo St.James:

-Bubba Gump Srimp è il posto ideale per qualunque tipo di pesce fritto, buona qualità a poco prezzo, ambiente informale, cordiale e giovane: Broadway 1501, a sud del Centra Park, MM (Times Sq.-42 St.) 14 dollari per vongole e cozze

-camminando un poco si raggiunge a piedi il MOMA

-comodo anche perché vicino a diverse linee del metro

Per un pasto economico con pesce fresco, gamberi ecc.. la catena BUBBA GUMP, Broadway 1501, a sud del Centra Park, MM (Times Sq.-42 St.) 14 dollari per vongole e cozze al vapore, 13 dollari per un piatto di gamberi freschi, vedi www.bubbagump.com

-GREENWICH VILLAGE: al Corner Bistro si mangiano i migliori hamburger di NY, comunque si spendono  35 $ ,in due, per un pasto molto abbondante. 331 W 4th Street.

-Au Bon Pain in tanti luoghi e al  73 Fifth Av. www.aubonpain.com ok per colazioni, insalatone, ottimi panini..

NOVITA’ : cena in casa di…si va a cena in casa di sconociuti

-SocialEats ; Sunday Night Dinner ; Brooklyn Edible Social Club

SE AMATE TRATTARVI BENE:

BROOKLIN INDUSTRIES, 801 Broadway, www,brooklynindustries.com abiti e accessori molto newyorchesi. lo store più grande a Union Square.

–J’aime New York (ed Ippocampo) riporta 150 indirizzi gourmand, il libro segue le altre versioni: J’aime Paris, J’aime Monaco

ZOGAT è la guida per chi vuole il meglio della gastronomia di NY, aggiornato 7 volte l’anno, è una garanzia

-Standard Hotel www.standardhotels.com : vista sul fiume Hudson e su Manhattan; nel Meatpacking District dove si consiglia di visitare  Bleeker Street

-vicino a Manhattan è piacevole pranzare da Balthazar: ostriche e insalate www.balthazar.com

-in caso di nostalgia della cucina italiana: Da Silvano; tutto arriva fresco dalla toscana, prezzi adeguati al servizio. www.dasilvano.com

Se desiderate un pasto di alto livello gastronomico, con vista sul giardino del MOMA, di fianco (a destra) al Museo di Arte Moderna (entrata poco visibile), vi suggeriamo il “THE MODERN”, www.themodernny.com  tel. 212 333 1220. Prenotare per un tavolo o accontentarsi di mangiare seduti al bar: indimenticabile, ma se mangiate molto il prezzo può essere anche oltre i 50 dollari.

Regacy Hotel (540 Park Av.) Bill Clinton vi gusta le migliori egg benedicte della città, costoso.

Speciale Gurmet: Club21 (costoso), baretto special: Luke’s Lobster (aragoste), Green Market il super-hip, dolci di Bouchon Backery, sono le mete preferite di Alan Ducasse a N.Y. che suggerisce ristoranti di lusso, salumerie, location esotiche, chioschi e mercati dove assaggiare il meglio; non solo gastronomico.

Whole Food Market per ogni tipo di cucina: sushi, vegano, vegetariano…tibetano, si può mangiare anche in loco, OTTIMO!

Se dovete passare la notte al Newark International Airport la soluzione più economica è l’ECONOLODGE, non è certo lusso, ma per una notte risparmiosa può andare bene, da $ 59 con colazione per due persone, si prenota gratis dal telefono dell’aeroporto (quello per gli alberghi), si prende il treno in aeroporto, 1 fermata, si digita di nuovo sul telefono speciale per gli alberghi e vengono a prendere con un comodo bus. www.econolodge709@gmail.com servizio pasti in camera.

SUPERMARKET PER GOURMET

-Whole Foods Market, all’interno del Time Warner building di Columbus Circle, è l’indirizzo per mangiare etnico: sushi, pollo tandoori, pasta al pomodoro…

-Da Agata & Valentina, First Av. at 79th Street, si trova uno dei migliori gourmet store di Manhattan, la cucina  a vista funziona tutto il giorno.

-Delicatessen: KATZ’S 205 East hudson Str. fst food ebraico lanciato da Meg Rayan.

SHOPPING:

per i fine settimana aspettatevi delle code ai negozi

Dopo una visita a GRAUND ZERO, che per ora è solo un cantiere e lo sarà per molti anni:

SHOPPING SERIO !

siete vicini al magazzino più ricco di prodotti di qualità, ma molto scontati, di tutta NY: Century 21, altro magazzino dove trovate sconti sbalorditivi, abiti, scarpe…: 22 Portlandt street N.Y.

Solo per chi può spendere molto: MARCY’S Herald Square, 151 West 34th Street, New York, NY; il magazzino più grande al mondo e poi bar e ristoranti…tutto qui: Broadway 34a, www.macys.com, non credete a chi dice che è scontatissimo!

NON E’ UN ALBERGO E’ UN MITO!! L’albergo più adatto ai “veri viaggiatori” è il Jane,www.thejanenyc.com da 125 euro, bagno in comune, 250 € per camera con bagno singolo, nato nel 1908 per i marinai di passaggio, offre stanze arredate come  una nave. Le suite hanno vista sull’Hudson, le camere più economiche sono condivise. Nel cuore del Meat Market, ora molto: up to date.

LUSSO:questo è l’indirizzo www.andrebalazsproperties.com per rendere indimenticabile il vs. soggiorno a N.Y.!! Diverse location, lusso; anche appartamenti, convenienti solo se si è in gruppo.

Se siete almeno in 4 e volete un appartamento confortevole: “Off Soho SUITES” si trova vicino al NEW MUSEUM for Contemprary Art e alla circostante zona in via di sviluppo con alcuni negozi molto snob e chic vicino ai soliti vecchi negozi del quartiere, site a Soho: pieno di ristorantini orientali. www.offsoho.com 2 blocchi a sud di Houston/2 Ave. 250 $ a notte (€ 200 c.a.).

NOI NON CI SIAMO ANDATI, MA A QUALCUNO PUO’ INTERESSARE: APERTO, MA NON ANCORA TERMINATO.

DestiNY, Stato di New York: il più grande centro commerciale del mondo.

Nella città di Syracuse, a nord di NY ex città industriale, sorgerà la più grande città dello shopping “che vuole cambiare il mondo”.

DestiNY

niente petrolio, no all’energia fossile, solo energie pulite

-1.000 negozi e ristoranti, 80.000 stanze d’albergo, 40.000 posti per lo stadio-arena e lavoro per 200.000 persone

-sarà la Disneyland della vendita con fiumi, laghi e scoiattolini, tutto a temperatura controllata ed uniforme tutto l’anno e produrrà 32 mw di elettricità di origine solare ed altra energia  da differenti fonti: eolica e da fuel-cell.

Referendum – Sia che vinca il si sia che vinca il no – Di sicuro ci aspetta il medesimo risultato ?

Questo messaggio NON è un invito a NON votare; votare è l’unica espressione di libertà che rimane ancora a tutti gli italiani.

VOTARE E’ UN DOVERE VERSO SE STESSI E VERSO LE FUTURE GENERAZIONI.

Cercare di capire cosa si nasconde dietro il si e il no, per alcuni sarà difficile, ma informarsi e decidere è DOVEROSO.

Lasciare decidere agli altri è solo STUPIDO.

Ecco i numero dell’Italia; che il referendum NON riuscirà a cambiare:

COLOSSALE EVASIONE FISCALE , quasi la metà dell’evasione in tutta l’intera Europa; ne consegue una terribile pressione fiscale verso i pochi che pagano: poche piccole imprese, lavoratori e pensionati !!!

CORRUZIONE DA 60 MILIARDI L’ANNO

INVESTIMENTO PUBBLICO INSUFFICIENTE E COLPEVOLMENTE MALE INDIRIZZATO

investimenti pubblici male indirizzati e insuffcienti; siamo il Paese europeoo che spende meno e spende peggio i suoi soldi pubblici (primi nelle opere pubbliche inconpiute eultima negli investimenti per il futuro dei nostri figli e nipoti)!!!

DISINVESTIMENTI IN FORMAZIONE E CULTURA (siamo ultimi nella classifica UE)

SPENDIAMO MOLTO PER LE PENSIONID’ORO (cifre che nessuno degli altri Paesi europei spende)

NON FACCIAMO NULLA PER FERMARE L’EMIGRAZIONE DI TUTTI I GIOVANI CERVELLI

Quello che risulta da questo quadro:

-strada del declino

-deindustrializzazione

progressivo viaggio verso la marginalizzazione in Europa e nel mondo … !

SPERIAMO SOLO DI AVERE TORTO !

Ma chi è ben informato sa che questi fatti non sono barzellette.

DonnE…Cultura