SLOVENIA PARADISO DEI BUONGUSTAI

SLOVENIA: PARADISO DEI BUONGUSTAI

SLOVENIA: PARADISO DEI BUONGUSTAI
Venite a provare la “nuova cucina slovena”!
Scoprirete veri e propri artisti che, partendo da ingredienti locali tradizionali, hanno saputo creare una cucina d’autore degna di prestigiosi riconoscimenti internazionali.

Se amate conoscere il mondo attraverso la buona cucina, vi fermerete in Slovenia più a lungo di quanto abbiate progettato. Nel cuore verde d’Europa, infatti, la buona cucina è di casa. Dai bistrot ai ristoranti, passando per gli agriturismi, potrete scoprire ben 170 piatti caratteristici, la cui peculiarità è quella di essere preparati con ingredienti locali: gli ortaggi e i cereali dei campi, i frutti selvatici dei boschi, la carne e i prodotti caseari dei pascoli, il miele delle api slovene, famose in tutto il mondo. Se poi a lavorare questi ingredienti freschi sono rinomati Chef di fama internazionale… non resta che dire Buon appetito!!!

Ana Roš, Best Female Chef del Mondo 2017

Membro del collettivo di chef Gelinaz, nominata dall’associazione Jeunes Restaurateus d’Europe “Miglior talento nel 2015”, l’unica donna tra i famosi chef di Cook it Raw ed uno dei 6 chef della serie Chef’s table di Netflix: la principale ambasciatrice della cucina slovena è niente di meno che la chef donna migliore del mondo. Ana Roš crea i propri capolavori nella sua casa di campagna a Kobarid (Caporetto), nella valle dell’Isonzo, a pochi chilometri dal confine con l’Italia. Il ristorante Hisa Franko, letteralmente “La Casa Franko”, è di proprietà del marito Valter Franko, che si occupa di rifornire le cantine con il favoloso vino del Collio sloveno. Funghi, erbe selvatiche, fiori, nocciole, noci, castagne e mele rigorosamente di stagione e poi messe subito in padella per preservarne succhi, sapori e olii essenziali. E poi le trote delle acque turchesi dell’Isonzo, dove il pesce d’acqua dolce supera di gusto e di qualità quello di mare. Ana è apprezzata per la sua grande capacità di raccontare, attraverso i suoi piatti, una zona di confine ricca di influenze etniche molto diverse, e di valorizzare la valle del fiume Isonzo in ogni sfumatura.

Janez Bratovž

Chef di fama mondiale, Bratovz è sempre stato motivato dal suo forte desiderio di trovare la perfezione. Le sue creazioni culinarie sono audaci e originali, per un’esperienza culinaria completamente nuova. I piatti di JB – questo è anche il nome del suo ristorante nel centro di Lubiana – sono il risultato di ingredienti freschi che provengono direttamente dal mercato degli agricoltori di Lubiana. Impossibile non rimanere incantato davanti alla loro presentazione e al particolare gusto primordiale che deriva dalla combinazione unica della cucina mediterranea, francese e tradizionale slovena. Questo chef, che scommette sulla fusione degli elementi di terra, acqua, aria e fuoco, e sui sapori dolci, salati, acidi e amari, è il cuore del JB Restaurant, tra i primi 10 ristoranti consigliati dalla guida San Pellegrino’s Top 100 World’s Best Restaurant.

Tomaž Kavčič, chef europeo più innovativo del 2017

Cuoco di quarta generazione, ha ereditato l’amore per la cucina dalle donne di casa, soprattutto dalla madre Katja, ultima matrona di una dinastia di cuoche dal 1897. Dai tempi della trattoria dei suoi avi le cose sono molto cambiate, ma Kavčič, spostandosi dalle colline di Gorizia al castello di Zemono, ha portato con sé tutta la passione per i sapori genuini della valle del Vipacco (Vipava) e per le ricette tradizionali. Finora l’unico sloveno a ottenere il prestigioso riconoscimento italiano Cuoco d’Oro, Kavčič è conosciuto per la sua tecnica rivoluzionaria della piastra di sale, che gli consente di utilizzare il sale integrale delle saline di Pirano per cucinare pesce e carne, una cucina pura e genuina che utilizza materie prime locali di grande qualità, dagli scampi dell’Adriatico al tartufo bianco istriano, dal guanciale d’orso alla Rosa di Gorizia. Kavčič, con il suo Ristorante Pri Lojzetu, è stato tra i pionieri del movimento Slow Food Slovenia ed è stato nominato Chef europeo più innovativo del 2017dall’Associazione giovani ristoratori JRE (Jeunes Restaurateurs).

E DOPO CENA… UN PO’ DI RELAX ALLE TERME SNOVIK

Prezzo: a partire da 48,00€ a persona in camera doppia con trattamento di mezza pensione (minimo 2 notti)

Il pacchetto include: Pernottamento con mezza pensione per persona o affitto di appartamento 2+2 – Acqua termale da bere – Bagno illimitato nelle piscine termali – Bagno notturno ogni mercoledi, venerdi e sabato – 2x al giorno ginnastica in acqua – Ricco programma d’animazione e sportivo (percorso attrezzato e fitness all’aperto) – Noleggio gratuito di bastoncini per la camminata nordica – 1x ingresso gratuito alle saune – Wi-fi – Buono wellness di 5 €

Info e prenotazioni:
info@terme-snovik.si

Migranti o clandestini ONLUS – Paghiamo 4.5 miliardi di euro all’anno

Migranti o clandestini per loro paghiamo 4,5 miliardi di euro all’anno

4,5 miliardi di euro è la cifra che il governo ha stabilito di mettere a disposizione, nell’annuale prossimo bilancio, per far fronte all’arrivo e al mantenimento dei “ migranti “, che pretendono asilo politico; anche se per la maggioranza non ne ha diritto (come affermano Francia, Ungheria e tutte le altre nazioni d’Europa).

Ricevere una grande massa di giovani intorno ai vent’anni che arrivano in Europa con lo scopo, prevalente, di trovare una migliore sistemazione economica può essere positivo per l’Italia ?

O serve per avere garantito il pagamento delle PENSIONI D’ORO ???  Che tolgono fondi alle pensioni modestissime ?

-l’Italia paga pensioni d’ORO che nessun ex dirigente o ministro o capo di governo percepisce in Europa e questo influisce sul bilancio della spesa totale e quindi, anche se indirettamente, sui soldi a disposizioni per scuole, cure mediche, ricostruzioni per terremoti o catastrofi varie, pensioni per il resto dei cittadini ecc…

-l’Italia ha anche una popolazione di pensionati che riceve e 450 euro al mese (ai pretendenti asilo paghiamo con le nostre tasche, oltre vitto e alloggio, anche 35 euro al giorno che moltiplicati per 30 giorni superano i 1.000 euro al mese)

-l’ITALIA STA AFFRONTANDO LA PIU’ GRAVE CRISI ECONOMICA DEL DOPOGUERRA

-molti pensionati non hanno soldi per curarsi adeguatamente

-i ” migranti ” che riceviamo in Italia sono quelli a più basso livello culturale; gli altri stati europei puntano solo su MIGRANTI LAUREATI O SPECIALIZZATI 

-l’Italia non ha spazio per ricevere i MILIONI DI AFRICANI CHE STANNO PER SPOSTARSI NEI PROSSIMI ANNI SULLE NOSTRE COSTE (visto che abbiamo firmato per ricevere solo nei nostri porti le navi delle “ ONLUS ” che, per legge, non sono tenute a rendere conto pubblicamente dei loro bilanci)

l’Italia ha una superficie abitabile molto più affollata di tutto il resto d’Europa (dobbiamo togliere molti territori impervi e non abitabili tra le Alpi e gli Appennini)

-giovani ventenni nullafacenti chiedono elemosina ad ogni angolo di strada (chiedere l’elemosina agli italiani poveri è sempre stato vietato dalla legge; ora è tutto cambiato ?)

-migranti “ che passeggiano dotati di telefonini e cuffie audio ,anche molto costosi, non sono un incentivo alla fratellanza nei confronti dei cittadini più poveri

-dove i “ migranti ” non sono ammassati come animali per gli immensi guadagni di ORGANIZZAZIONI CHE RICEVONO FINANZIAMENTI PUBBLICI, donne italiane sono pagate (a parte le volontarie) per cucinare per loro, per rifare loro i letti, pulire i loro gabinetti … senza che a loro venga chiesto nessun contributo attivo; anzi viene loro riconosciuta una paga di 35 euro al giorno

-il giorno che a questa massa di giovanissimi abituati a vivere decisamente meglio di ogni ragazzo italiano di periferia, verrà comunicato che la loro richiesta d’asilo non è stata accettata cosa faranno ???

-se è vero che solo moltissimi e onesti immigrati in questo momento stanno lavorando molto duramente in tutte le attività economiche italiane più faticose, è anche vero che una parte dei nuovi arrivati non sarà disposta a cambiare vita da nullafacente con tutto a disposizione, a lavorare duramente con ritmi pesantissimi come fa la minoranza che li ha preceduti.

DI TUTTA QUESTA SITUAZIONE se ne avvantaggiano solo i datori di lavoro, perché MAGGIORE E’ IL NUMERO DEI RICHIEDENTI LAVORO, MINORE E’ IL COSTO DEL LAVORO.

QUALE FUTURO SI PREPARA PER L’ITALIA ?

Possiamo accettare il fatto che questi bravi migranti, che dichiarano di avere diritto d’asilo (e sappiano che non è vero), DOMANI SARANNO DISPOSTI A LAVORARE DURO E ONESTAMENTE PER PAGARE, soprattutto,  LE PENSIONI D’ORO DI POCHI PRIVILEGIATI ???

 

Festival nazionale di cucina per bambini – 7 e 8 ottobre 2017

“Cuochi per un giorno”: torna a Modena il 00

Sabato 7 e domenica 8 ottobre Modena è ancora una volta la capitale della cucina 0-12 con la sesta edizione di Cuochi per un giorno, il Festival nazionale di cucina per bambini. Decine gli eventi, gli stand e i laboratori in programma: grandi chef come Ascanio Brozzetti, Franco Aliberti, Carlo Alberto Borsarini insegneranno ai piccoli cuochi a cucinare numerose ricette, dagli antipasti ai dolci. L’appuntamento è presso il club la Meridiana, alle porte della città. Parte del ricavato andrà a Dynamo Camp, un luogo di vacanza per bambini con gravi patologie

Cucinare coinvolge i cinque sensi, migliora concentrazione, manualità e precisione, arricchisce il vocabolario e allena al rispetto delle regole e alla pazienza, ecco perchè vale la pena cominciare da piccoli: torna a ottobre “Cuochi per un giorno” (www.cuochiperungiorno.it), il Festival nazionale di cucina per bambini. Cinque edizioni, un grande successo: per il 2017 l’appuntamento è sabato 7 e domenica 8 ottobre a Modena, presso il club la Meridiana (Via Sant’Ambrogio 66, a Casinalbo): una villa settecentesca e un parco secolare faranno da sfondo alle creazioni culinarie dei piccoli cuochi. L’evento è ideato da Laura Scapinelli e dallo staff de La Bottega di Merlino, libreria per ragazzi e laboratori creativi di Modena.

Due giornate, decine di appuntamenti e laboratori in cui gli chef in erba potranno annusare, toccare, dosare, impastare, miscelare, modellare, cuocere e mettersi alla prova, imparando tante cose nuove. Non mancheranno vere e proprie lezioni di cucina con chef stellati da tutta Italia, per incuriosire anche mamma e papà: tra gli altri hanno  già confermato la loro presenza Ascanio Brozzetti, pastry chef del ristorante Le Calandre di Padova, Franco Aliberti, chef del ristorante La Presèf a La Fiorida in Valtellina e Carlo Alberto Borsarini del ristorante La Lumira di Castelfranco Emilia (MO); a loro si aggiungeanno molti altri nomi importanti.

Ogni piccolo partecipante potrà cimentarsi in fantasiose ricette con la supervisione di uno chef e di un’animatrice, vivendo un’esperienza ludica ma allo stesso tempo formativa e con la possibilità di imparare le regole del mangiar sano. Non mancheranno attività interattive collaterali: al Festival saranno presenti numerosi stand per avvicinarsi alla cucina attraverso diversi linguaggi espressivi. Ci sarà una libreria golosa spettacoli e storie in cucina, angoli sensoriali e giochi.

“Cuochi per un giorno” è un’occasione per tutti gli uder 12: ” I bambini posseggono le doti giuste per cucinare: passione, creatività e curiosità – spiega Laura Scapinelli,ideatrice del festival – Stare ai fornelli coniuga il fare davvero con il desiderio di imitare l’adulto e realizza quelli che Maria Montessori definiva esercizi di vita pratica, cioè azioni concrete con scopi precisi, che aiutano il corpo e la mente a crescere. Nei due giorni del festival i bambini si divertono a mescolare con le mani, spianare, dar forma alla frolla o alla sfoglia, tramandare le ricette locali. Il nostro, poi, è un festival ecosostenibile: insegnamo ai piccoli chef anche a cucinare con gli avanzi, proponendo diverse attività legate al recupero e al riuso. Ma c’è molto di più, perché cucinando s’impara: tra pentole e ingredienti i bambini, infatti, imparano a mangiare e ad avere un rapporto sano con il cibo.

Inoltre, attraverso la loro partecipazione, i bambini aiutano altri bambini: parte del ricavato della manifestazione verrà infatti devoluto a Dynamo Camp, l’unica struttura italiana di Terapia Ricreativa pensata per ospitare bambini affetti da patologie gravi o croniche nel periodo di post ospedalizzazione e/o in fase di remissione dalla cura; qui minori che convivono con la malattia possono praticare attività ludiche e sportive: è un’esperienza di svago, divertimento, relazione e socialità in un ambiente naturale e protetto.

Dove e quando: sabato 7 e domenica 8 ottobre dalle 10.00 alle 20.00 alle porte di Modena, presso il club la Meridiana, Via Sant’Ambrogio 66, a Casinalbo.
Quanto: Il prezzo del biglietto varia a seconda delle attività a cui si sceglie di partecipare. Tutte le informazioni e il regolamento si trovano sul sito www.cuochiperungiorno.it.
Infoline e prenotazioni: La Bottega di Merlino, tel. 059.212221 www.cuochiperungiorno.it

 

Ospedale di Cremona – Nuovo punto accoglienza dedicato ONCOLOGIA

“I malati saranno indirizzati al reparto e presi in cura da un team multidisciplinare deputato a inquadrare e rispondere meglio ai loro bisogni assistenziali, in un’ottica centrata a facilitare i percorsi, ridurre il carico burocratico e i tempi di attesa …

ACCOGLIENZA E ACCETTAZIONE PER L’ONCOLOGIA

All’Ospedale di Cremona è attivo un nuovo punto accoglienza dedicato ai pazienti oncologici. Lo scopo? Facilitare la prenotazione di tutte le prestazioni utili alla diagnosi e alla terapia, sulla base di un percorso di cura (integrato e multidisciplinare) definito dallo specialista. L’ordine cronologico delle prestazioni verrà stabilito dalle priorità sanitarie (urgenze) di ogni singolo caso.

“L’attivazione del punto Accoglienza e Accettazione per l’oncologia – al quarto piano dell’ospedale di Cremona – risponde alla strategia aziendale di attenzione alla persona e replica il modello dell’AREA DONNA” spiega Camillo Rossi (Direttore Generale dell’ASST di Cremona). Il paziente può prenotare subito – dopo la prima visita o la visita di controllo e in post-dimissione – tutte le prestazioni necessarie al suo percorso di cura, in un luogo dedicato e vicino al reparto e agli ambulatori. E’ un ulteriore passo verso la realizzazione del Cancer Center e – in prospettiva – verso implementazione del Centro Servizi che, sulla base del medesimo principio, consentirà di programmare ed erogare tutte le prestazioni e i servizi necessari alla presa in carico dei pazienti cronici”

“L’attivazione del punto Accoglienza e Accettazione dell’Oncologia, decentrato rispetto al CUP aziendale – aggiunge Alessandra Bruschi (Direttore Amministrativo ASST di Cremona) – è la prova concreta del lavoro che stiamo facendo e di come l’attività amministrativa non sia più da intendere quale mero adempimento burocratico, bensì come una parte fondamentale e integrante del percorso di cura del paziente in applicazione della anche della legge regionale 23”.

 

COSA CAMBIA?

“Per i pazienti oncologici che si rivolgono all’Ospedale di Cremona cambia il modo con cui saranno accolti e il modo con cui sarà organizzato il loro percorso di cura – aggiunge Rodolfo Passalacqua (Direttore del Dipartimento Oncologico dell’ASST di Cremona). Il nuovo puntoAccoglienza e Accettazione sarà lo snodo principale per tutti i nuovi pazienti oncologici che arrivano per la prima volta in Ospedale.

COSA ACCADE?

I malati saranno indirizzati al reparto e presi in cura da un team multidisciplinare deputato a inquadrare e rispondere meglio ai loro bisogni assistenziali, in un’ottica centrata a facilitare i percorsi, ridurre il carico burocratico e i tempi di attesa a vantaggio del migliorar esito delle cure e, soprattutto, della loro qualità di vita – continua Passalacqua. Tutto questo accadrà in collaborazione con i medici di famiglia, i servizi territoriali e le altre unità operative ospedaliere (come ad esempio Pronto Soccorso, Chirurgia, Medicina, Radiologia, Radioterapia, ecc)”.

QUAL E’ L’ATTIVITA’ DEL NUOVO punto ACCOGLIENZA E ACCETTAZIONE?

Il nuovo sportello non va scambiato per Centro Unico di Prenotazione (CUP) in senso stretto, ossia per uno sportello che fissa gli appuntamenti in base ai posti disponibili. In questo luogo si cercherà di mettere la persona a proprio agio e trattare anche la parte burocratica con umanità. Il momento della prenotazione sarà interpretato e vissuto come il momento in cui si accoglie un bisogno specifico.  

LA NOVITA’ PRINCIPALE?

La principale novità è rappresentata dalla stretta collaborazione fra il punto Accoglienza e Accettazione e il medico specialista curante, che definisce cosa è urgente fare per quel singolo paziente. Lo specialista, infatti, richiede le prestazioni, in base alle necessità sanitarie (e non a liste di attesa). Nella pratica significa che la cronologia degli appuntamenti sarà definita dai percorsi diagnostici stabiliti e validati dagli specialisti, che seguono il paziente e tengono conto dei bisogni e delle urgenze di ogni singolo caso.

 

GRAZIE A MEDEA CHE HA DONATO GLI ARREDI

Come sempre l’associazione MEDeA è presente a sostenere tutto quello che è utile per i malati oncologici. Anche in questo caso ha finanziato l’acquisto di tutti gli arredi del punto Accoglienza e Accettazione con la progettazione e supervisione di Donatello Misani, presidente di MEDeA.

I volontari dell’Associazione saranno vicini ai malati anche all’interno di questo nuovo servizio, garantendo ascolto e supporto a chi ha bisogno, sia al mattino che al pomeriggio.

 

Orari di apertura al pubblico e recapiti

Il Punto Accoglienza e Accettazione è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 16.00.

Tel. 0372 405246; e-mail: accoglienzacancercenter@asst-cremona.it.

Villa Carlotta – 90 anni di fondazione “Intrecci di culture”,

Villa Carlotta (www.villacarlotta.it ), bene demaniale dello Stato gestito e valorizzato dall’Ente Villa Carlotta che quest’anno celebra i suoi 90 anni di fondazione, presenta la rassegna dal titolo “Intrecci di culture”, in programma dal 5 agosto al 24 settembre.

 

Villa Carlotta è ora, come in passato, un luogo di incontro e di scambio in cui si confrontano e si intrecciano culture diverse, persone, tradizioni, abitudini, storie e forme d’arte.

 

Con l’obiettivo di celebrare e valorizzare l’unione di culture diverse, la rassegna si compone di diversi appuntamenti aperti al pubblico:

 

–       Perle di vetro (5 agosto – 24 settembre)

In esposizione la collezione di perle di vetro di Augusto e Giuliana Panini, oggetti preziosi e magici utilizzati in passato come talismani e vere e proprie moneta di scambio.

Le perle di vetro, inoltre,  sono da sempre un elemento fondamentale della gioielleria e degli ornamenti del corpo per molte popolazioni nel mondo e la storia della loro lavorazione ed utilizzazione costituisce un’antichissima tradizione artistica e commerciale che affonda le sue origini nella notte dei tempi.

Villa Carlotta ospita nelle sue sale dai primi esempi di collane di produzione africana di epoca neolitica in quarzo, conchiglia fossile, cornalina e amazzonite alle collane di vetro “a occhio” e “a mosaico”, di produzione mediorientale e del Mediterraneo orientale.

Un’attenzione particolare viene dedicata alle perle di produzione veneziana, conosciute e apprezzate in tutto il mondo, prodotte ed esportate già nel XIV secolo lungo le rotte per il Mar Nero, le Fiandre, l’Inghilterra, la Tunisia, l’Algeria e il Marocco e dal XVI secolo verso le coste dell’Africa Occidentale ed il Nuovo Mondo.

 

–       Giovanna Lentini: Noi/Natura. Dalla Sicilia al Lago di Como (5-20 agosto)

Il viaggiatore porta con sé un bagaglio emozionale profondo e, se come nel caso di Giovanna Lentini, questo viaggiatore è anche un’artista, saranno le sue tele a parlarci dei mutamenti interiori che si originano in noi scoprendo luoghi inediti, incontrando abitudini e persone nuove. Dalla Sicilia al Lago di Como: dalla luce bianca del sole che si tuffa negli abissi del mare a quella più soffusa, raccolta dall’abbraccio verdeggiante delle sponde del lago dove anche il dinamismo delle pennellate di rosso, che fendono il bianco delle tele siciliane di Giovanna Lentini, trova una momentanea requie.

A cura di Tablinum Cultural Management

 

–       Nathalie Monac: il linguaggio universale dell’arte (5-20 agosto)

L’artista francese Nathalie Monac ha fatto dell’arte uno straordinario veicolo di valori interiori oltre che di armonia esteriore.

Quella creata dalla Pittura Intuitiva dell’artista è un’alchimia meravigliosa: attraverso forme e colori riesce a stimolare il vissuto sentimentale di ciascun individuo al di là di ogni differenza razziale, culturale e anagrafica.

A cura di Tablinum Cultural Management

 

–       Intrecci di fili: tessitura a mano a cura di Raffaella De Bortoli e Alessia Franchini. (2-17 settembre)

Il laboratorio di sperimentazione della tessitura a mano LILA si propone di esplorare le infinite possibilità del mondo tessile concentrandosi particolarmente sui giochi generati dall’accostamento dei colori. Utilizzando antichi telai in legno, LILA crea manufatti unici e irripetibili con filati pregiati quali lane, sete e cashmere.

 

Le famiglie, con bambini di minimo 5 anni, possono partecipare al laboratorio  “Fili ribelli”

In programma il 3,10 e 17 settembre dalle 15 alle 16

 

 

 

 

 

 

Villa Carlotta

Via Regina, 2

22016 Tremezzina – Loc. Tremezzo, Como

www.villacarlatta.it

tel. (+39) 0344 40405

segreteria@villacarlotta.it

 

 

ORARI 2017 

DAL 1 APRILE AL 1 OTTOBRE

APERTURA: 9.00-19.30 (chiusura biglietteria ore 18.30)  (chiusura museo ore 18.30)

 

TUTTI I MARTEDÌ DEI MESI DI GIUGNO E LUGLIO

APERTURA: 9.00-21.00(chiusura biglietteria ore 20.00)

 

DAL 2 OTTOBRE AL 5 NOVEMBRE

APERTURA: 09.30 – 17.00 (chiusura biglietteria ore 16.00)

 

TUTTI I WEEKEND DI NOVEMBRE

11-12-18-19-25-26 novembre

APERTURA: 10.00 – 16.30  (chiusura biglietteria ore 16.00)

 

APERTURA PONTE DELL’IMMACOLATA 2017

8-9-10 dicembre

APERTURA: 10.00-16.30  (chiusura biglietteria ore 16.00)

 

Nel periodo di chiusura possibilità di visita su prenotazione a segreteria@villacarlotta.it

 

CROCIERE RILASSANTI “MEET THE WINEMAKER CRUISES”

CROCIERE RILASSANTI CON LE STRAORDINARIE “MEET THE WINEMAKER CRUISES”

 – Norwegian Cruise Line propone un’esperienza di crociera flessibile e innovativa, con diversi ristoranti, intrattenimento premiato e un’ampia scelta di bevande premium. In questo contesto, la compagnia di navigazione ha scelto di collaborare con brand prestigiosi ed è ora pronta a rivelare i dettagli del programma Meet the Winemaker Cruises, una serie di itinerari selezionati a bordo di Norwegian Escape e Norwegian Dawn durante i quali gli ospiti avranno l’opportunità di cenare e degustare i vini delle aziende leader nel settore. La notevole selezione di bevande disponibile a bordo ha già ottenuto vari premi ed encomi nel corso della prima metà del 2017.
Le cene Winemaker Dinner di Norwegian si svolgono presso l’enoteca più famosa della compagnia, The Cellars, a Michael Mondavi Family Wine Bar, e vogliono celebrare il successo della partnership di Norwegian con la famiglia e con altri marchi che operano nel campo del beverage, tra cui Moët Hennessy.
“Considerata la straordinaria accoglienza ricevuta da Michael Mondavi durante le visite a bordo delle nostre navi, siamo entusiasti di sviluppare questo concept e dare l’opportunità ai nostri ospiti di entrare in contatto con celebri esperti del settore vinicolo”, ha dichiarato Mark Kansley, vicepresidente senior della gestione alberghiera di Norwegian Cruise Line. “Nell’ambito del nostro rinnovato impegno a migliorare continuamente il nostro programma bevande e le offerte a bordo, queste partnership perseguono il nostro chiaro obiettivo di innovazione nel settore delle crociere”.
Gli ospiti di selezionate crociere avranno l’opportunità di approfondire il tema attraverso una sessione gratuita di domande e risposte con gli esperti in visita, seguita dalla possibilità di acquistare i vini menzionati dai produttori. Per un’esperienza ancora più personalizzata, gli ospiti potranno partecipare a una degustazione di vini interattiva e a un seminario esplicativo condotto dal produttore. Il prezzo della degustazione sarà di $ 19,95 per persona. Gli ospiti appassionati di gourmet potranno prendere parte a un’esclusiva cena di cinque portate, presentata dal produttore di vino o da un esperto del settore. Il prezzo della cena con abbinamento di vini sarà di $ 59,95 per persona.
Ecco il calendario completo di Meet The Winemaker 2017/18:
• 22 settembre 2017 – Norwegian Dawn: Michael Mondavi, fondatore di Michael Mondavi Family Estate, cofondatore della Folio Fine Wine Partners e di The Cellars, il wine bar di Michael Mondavi Family. Mondavi rappresenta la terza generazione della prestigiosa famiglia proprietaria dell’azienda vinicola nella Napa Valley.
• 28 ottobre 2017 – Norwegian Escape: Salvatore Ferragamo, erede della famosa casa di moda italiana e proprietario della cantina Il Borro in Toscana, Italia. Salvatore, il cui padre Ferruccio, acquistò la bellissima proprietà Il Borro nel 1993, ha ripiantato la vigna di famiglia e dal 1999 produce straordinari vini toscani.

• 4 novembre 2017 – Norwegian Escape: Bill Whiting, direttore della formazione sul vino presso Banfi Vintners. Nipote di John F. Mariani Sr., fondatore della Banfi Vintners, Whiting porta avanti la tradizione della premiata proprietà Castello di Banfi, fondata nel 1919 nella regione del Brunello, in Toscana.
• 2 dicembre 2017 – Norwegian Escape: Aarón Sánchez. Famoso chef televisivo e vincitore del James Beard award, è l’ambasciatore ufficiale e il portavoce dei vini Terrazas de los Andes, ed è considerato uno degli chef latini di maggior rilievo al mondo.
• 17 febbraio 2018 – Norwegian Escape: Gerard Bertrand, noto produttore di vino della regione Languedoc-Roussillon. Bertrand, un esperto leggendario del settore enologico, vanta 20 anni di esperienza e un’infinità di premi e riconoscimenti.
La selezione di vini non è l’unica proposta di livello premium su Norwegian Cruise Line. Dopo la vittoria alle semifinali del Diageo World Class Bartender of the Year di Marc McArthur, capo della preparazione dei cocktail sulla Norwegian Escape, Norwegian Cruise Line è nuovamente sotto i riflettori per lo straordinario programma bevande a bordo e desidera celebrare i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti nella prima metà del 2017.
“Siamo incredibilmente orgogliosi del team bevande di Norwegian Cruise Line, sia a terra che a bordo della nostre navi, per le straordinarie prestazioni di quest’anno”, ha dichiarato Karl Muhlberger, vicepresidente della sezione Cibo e bevande di Norwegian Cruise Line. “Norwegian si impegna a offrire ai suoi ospiti una vacanza indimenticabile e il nostro programma bevande gioca un ruolo cruciale in questo. Siamo entusiasti di aver ricevuto riconoscimenti per la maestria, la creatività e l’innovazione del programma”.
Il 20 giugno, Marc McArthur ha portato a casa l’oro nella semifinale del concorso WORLD CLASS Bartender of the Year ed è stato premiato con il titolo Global Travel’s Best Bartender Diageo nel settore crocieristico. Ora proseguirà rappresentando Norwegian alle finali mondiali WORLD CLASS che si svolgeranno a Città del Messico il 20 agosto. Sfiderà i 56 migliori barman di tutto il mondo per l’ambito titolo di WORLD CLASS Bartender of the Year 2017.
In precedenza, sempre quest’anno, Wade Cleophas ha battuto la concorrenza di oltre 2500 iscritti proveniente da 13 diverse compagnie di navigazione vincendo il titolo di 2017 BACARDÍ® Legacy Cruise Competition Bartender of the Year. Le finali si sono svolte a Miami il 13 febbraio con una gara dal vivo valutata da una giuria di esperti del settore bevande, presso il premiato ristorante Alter a Wynwood, quartiere alla moda di Miami.
A completare le eccellenze della ricca offerta bevande di Norwegian Cruise Line nella prima metà del 2017, alla compagnia è stato riconosciuto il miglior programma birre e il miglior programma vino di tutti gli hotel, compagnie di navigazione e casinò ai Vista Awards del 2017, tenutisi martedì 28 febbraio durante la VIBE Conference, che presenta le bevande in anteprima ai dirigenti del settore. Norwegian è stata l’unica compagnia di navigazione a essere premiata.
Per ulteriori informazioni o per prenotare una crociera Norwegian Cruise Line, contattare un agente di viaggio, chiamare il numero 010 897 65 19 o visitare il sito www.it.ncl.eu.
A proposito di Michael Modavi Family
Nel 2015, Michael Mondavi Family ha collaborato con Norwegian per presentare la prima enoteca del marchio a bordo di Norwegian Escape, The Cellars, A Michael Mondavi Family Wine Bar, che vanta una carta dei vini particolarmente curata e un servizio fornito da un sommelier certificato dalla Court of Master Sommeliers. Il locale invita gli ospiti a partecipare a una serie di attività divertenti e istruttive che hanno come tema il vino, tra cui seminari, degustazioni, abbinamenti e workshop. La collaborazione è stata ulteriormente ampliata con l’apertura di The Cellars anche a bordo della Norwegian Dawn nel 2016, dopo un ampio rinnovamento della nave. Mondavi è riconosciuto come uno degli emissari mondiali del vini californiani ed è ampiamente accreditato per aver istituito e costruito l’industria enologica nella Napa Valley così come noi la conosciamo.
Norwegian Cruise Line
Da 50 anni Norwegian Cruise Line è un innovatore radicale del segmento crocieristico: la sua è una storia di superamento dei canoni e dei limiti connessi alla tradizionale vacanza in crociera particolarmente con l’introduzione di un nuovo e innovativo concept di crociera, garantendo agli ospiti più libertà e flessibilità. Oggi, Norwegian invita gli ospiti a Feel Free su una delle 15 navi; queste navi, tra le più nuove e moderne dell’intero comparto, offrono ai passeggeri la possibilità di godersi una rilassante crociera. Nel dicembre del 2016, Norwegian ha vinto per la quinta volta il premio di “Compagnia di crociere leader di grandi navi” e per la prima volta il premio di Compagnia di crociere leader mondiale”. A settembre 2016, la compagnia è stata eletta “Compagnia di crociere leader in Europa” ai World Travel Awards per il nono anno consecutivo; inoltre, la compagnia ha ricevuto per la prima volta il premio come “Compagnia di crociere leader in Nord America” nonchè il premio di “Compagnia di crociere leader nei

Caraibi” per il quarto anno consecutivo. La seconda nave più grande della flotta Norwegian Cruise Line, la Norwegian Epic, che attualmente è impegnata in Europa, ha fatto il suo debutto ufficiale nel giugno 2010 e negli Stati Uniti è stata proclamata “Migliore Nave da Crociera Globale” dai lettori di Travel Weekly per due anni consecutivi e “Migliore Nave per Giornate di Mare” da Cruise Critic. La compagnia ha recentemente completato la costruzione di due navi da 4.000 passegger: la Norwegian Breakaway, che ha debuttato alla fine di aprile 2013, e la Norwegian Getaway, consegnata nel primo trimestre del 2014. A ottobre 2015, la compagnia ha terminato la costruzione della Norwegian Escape, nave da 4.200 passeggeri, mentre la Norwegian Joy, la prima nave progettata per il mercato cinese, è stata consegnata ad aprile 2017. La compagnia è in attesa di altre due grandi navi: la Norwegian Bliss nella primavera del 2018 e una quarta nave della stessa classe nell’autunno del 2019. La compagnia ha recentemente stipulato un contratto per la costruzione di altre quattro navi entro il 2025, oltre all’opzione di realizzare due navi aggiuntive con consegna nel 2026 e 2027.
Per ulteriori informazioni e prenotazioni contattare la propria agenzia di viaggi di fiducia oppure:
NCL (Bahamas) Ltd., Wiesbaden Office Continental Europe Branch
Kreuzberger Ring 68, 65205 Wiesbaden, Germany Tel: 010 897 65 19
Numero verde fax: 00800 0310 21 22 E-mail: prenotazione@ncl.com
Sito internet: www.ncl.com
Norwegian Cruise Line su facebook e twitter:
seguici su www.facebook.com/NorwegianCruiseLineItalia o www.twitter.com/ncl_it e non ti perderai nessuna novità.

MADRID NOVITA’ DA NON PERDERE

MADRID RIO: nato dalla riqualificazione urbana che ha trasformato sei chilometri di autostrada lungo il fiume in un’area verde di svago con splendide piste ciclabili.

I bambini qui possono correre a piacere, senza mai incontrare il pericolo del traffico cittadino.

:::::::::::::::::

Fondazione Norman Foster Foundation: palazzina del 1912 ristrutturata utilizzando vetro e acciaio.

La Fondazione ospita circa 74.000 oggetti collezionati da Norman Foster a partire dagli anni ’50.

Punto di incontro per giovani architetti e design.

:::::::::::::::::

La Caixa Forum è una ex centrale elettrica che è stata trasformata in centro culturale.

Il giardino verticale è di grande impatto, come del resto anche il vicino ristorante Tandem, medesimo proprietario del famoso TrioCiclo, ma più rilassato.

::::::::::::::::::

DOVE DORMIRE NEL DESIGN

L’hotel Barcelona Torre de Madrid è localizzato in un grattacielo degli anni ’50 (a suo tempo il più alto d’Europa), in Plaza de Espana (più centrale di così non è possibile).

Estro ed equilibrio stilistico, sono le caratteristiche dello stile dell’albergo che ben equilibra il contemporaneo con la struttura esterna.

Sconti alla spa – Ferragosto alla Splash e Spa – Ticino

15 Agosto 2017
Ferragosto alla Splash e Spa

Trascorri Ferragosto alla Splash e Spa e preparati a vivere una giornata all’insegna del divertimento e della musica, in collaborazione con Radio Fiume Ticino che si esibirà in terrazza.

Dal 20 luglio al 12 agosto sarà possibile acquistare le prevendite online a un prezzo speciale:
entrata giornaliera Splash Adulti (16 anni in su): CHF 25.-
(invece di CHF 48.-)
-entrata giornaliera Ragazzi (6-15 anni): CHF 15.-
(invece di CHF 38.-)

Possibilità di gustare un’ottima grigliata mista di carne
con patatine fritte a CHF 16.-
Acquista il biglietto

Trattamento del mese
Menta e pietre calde / fredde

Una coccola speciale per regalarti una dolce e rinfrescante sensazione di leggerezza e affrontare al meglio le calde giornate estive!

Massaggio drenante alle gambe con olio essenziale di menta
e pietre calde/fredde.

Prezzo:
CHF 79.- (50 minuti)

Trattamento disponibile solo durante il mese di agosto 2017

24 luglio / 21 Agosto / 18 Settembre
Ladies Night Summer Edition

Con l’arrivo dell’estate è tornata anche la Ladies Night Summer Edition:
una serata di divertimento e al relax solo per te e le tue amiche!

La Ladies Night Summer Edition si terrà nelle seguenti date:
24 luglio / 21 agosto / 18 settembre

PROGRAMMA DELLA SERATA:
17:30 – Inizio Serata
18:00 e 18:15 – Visita guidata all’interno della SPA
19:00 – 20:00 – Aperitivo di benvenuto in giardino
19:15  – Rituale d’infusione Aufguss (sauna dell’argilla)
19:00 – 21:00 –  Quick Massage (15 minuti)
20:15 – Rituale d’infusione Aufguss (sauna esterna)
21:00 – Maschera viso nutriente in giardino

Prezzo: CHF 65.- (è richiesta la riservazione)
Riserva Ora!

Una Marea di Benessere
Trascorri un’estate all’insegna del benessere con l’abbonamento All-Inclusive Splash e Spa: 3 mesi
Fit +Splash +Spa a soli CHF 390.-!

Scopri di più!

Goditi l’estate
La Splash&Spa è il luogo ideale dove godersi le belle giornate di sole, grazie alle vasche esterne, il giardino e la terrazza dove sorseggiare un drink.

Scopri di più!

La Bellezza in Offerta
Fino al 31 Agosto 2017: 20% di sconto su manicure + pedicure con smalto o semipermanente // 15% di sconto su manicure o pedicure con smalto o semipermanente

TamaroPark
Scopri un mondo di emozioni con i pacchetti TamaroPark: Splash e Spa + Monte Tamaro! Acquista online e risparmia il 10%

Camminate facili in montagna e trekking – “hikeTicino”

“HIKE TICINO” CRESCE E DIVENTA SEMPRE PIU’ INTELLIGENTE

Un’applicazione permette di scoprire i punti di interesse in prossimità degli itinerari percorsi e di orientarsi grazie al GPS: camminate facili, trekking impegnativi, rifugi di montagna, natura, architettura, gastronomia locale ecc …

a porata di telefonino.

Image

Successo per il progetto di valorizzazione degli itinerari cantonali lanciato nel 2015 da Ticino Turismo. In due anni di vita il portale internet ha superato quota 500’000 visualizzazioni, mentre l’applicazione “hikeTicino” è stata scaricata da più di 30’000 persone. Oltre alla tematizzazione degli itinerari secondo gli interessi del singolo escursionista, di recente è stata siglata una nuova collaborazione con Google volta a una continua espansione e a un miglioramento qualitativo dei contenuti.

Architettura, cultura e arte, natura, itinerari con rifugi alpini e consigliati da Svizzera mobile.

Sono cinque le categorie tematiche nelle quali sono stati suddivisi gli oltre 150 sentieri che fanno parte di “hikeTicino”, il progetto di promozione e valorizzazione degli itinerari escursionistici lanciato nel 2015 da Ticino Turismo.

Si tratta di un vero e proprio ecosistema di canali di comunicazione, fisici e digitali, rivolto agli escursionisti.

Un’applicazione permette di scoprire i punti di interesse in prossimità degli itinerari percorsi e di orientarsi grazie al GPS, mentre un sito internet e totem con display interattivi distribuiti sul territorio supportano l’utenza nella scelta del sentiero più affine ai propri desideri. Il prodotto è impreziosito da una selezione di immagini ad alto impatto evocativo e filmati realizzati con la tecnica dei droni

Nel corso dell’ultimo anno “hikeTicino” è stato ulteriormente perfezionato: dall’ampliamento e aggiornamento delle mappe proposte all’utente fino all’introduzione di nuove videocamere sperimentali. “Nei mesi scorsi siamo riusciti a siglare un nuovo partenariato con Google grazie al quale oggi siamo in grado di offrire un nuovo punto di vista delle maggiori attrattive del nostro Cantone con fotografie a 360° degli interni delle strutture – spiega Elia Frapolli, direttore di Ticino Turismo –. Oltre a questa novità, la tematizzazione degli itinerari ci consente di aiutare ancora di più il turista nella scelta del percorso maggiormente adatto a lui. Le escursioni sono spesso concepite su più tappe: in questo modo riusciamo a favorire lo spostamento dei turisti e a generare indotto”.

In due anni dal suo lancio sono state più di 500’000 le visualizzazioni di pagina totali e 30’000 le applicazioni scaricate. Numerosi gli articoli apparsi su riviste specialistiche e testate giornalistiche. Da segnalare anche la candidatura del progetto a diversi concorsi internazionali di UX e Service Design. Per citare un esempio quello di New York dove “hikeTicino” è entrato nella shortlist 2015 classificandosi tra i primi dieci progetti al mondo ed è stato esposto alla Global Conference.

L’escursionismo rappresenta una delle attività più apprezzate sia dal turista che giunge in Ticino che dalla popolazione locale. Ed è anche ai residenti che si rivolge il progetto di valorizzazione degli itinerari turistici cantonali. Il nostro Cantone vanta infatti oltre 4’000 chilometri di sentieri regolarmente curati dalle squadre di manutenzione. Per maggiori informazioni: newexperience.ticino.ch/hike.

Per ulteriori informazioni:

TICINO TURISMO
Cecilia Brenni
Press Office
Tel: +41 (0)91 821 53 30
e-mail: cecilia.brenni@ticino.ch

Arte a Roma – Arman a Palazzo Cipolla

Slow Motion 1995 Documenta 2017 Arman particolare
Arman-Untitled-20105

Arman 1954-2005

Roma, Palazzo Cipolla

Sino al  al 23 luglio 2017

Mostra personale dedicata al lavoro di Arman.

Le opere di Arman tornano in Italia dopo più di quindici anni dall’ultima antologica; insieme a opere munumentali più recenti.

“Arman 1954-2005”, a cura di Germano Celant, è una vasta  retrospettiva del lavoro dell’artista francese naturalizzato americano.

Settanta opere;  dagli esordi degli anni cinquanta ai primi anni del duemila.

Obliterazioni con timbri a inchiostro misti a interventi pittorici, riflessioni  sul concetto di scarto o resto; pittura e scultura, assemblage, ready-made e disegno.

 

ARTE – A Documenta 14 a una replica del Partenone

Documenta-2017-Beau-Dick-672-selezione-di-sue-maschere-in-materiali-vari.
Documenta-2017-Marta-Minujin The-Parthenon-of-books-2017-acciaio-libri-cellophane – PARTICOLARE
Documenta-2017-Andreas-Angelidakis-Polemos-2017-particolare
Vija-Celmons-Documenta-14a 2017 particolare

ARTE – A Documenta 14 a una replica del Partenone con 100.000 libri censurati dai nazisti
Documenta 14 a edizione
KASSEL (Germania)
Sino al 17 settembre 2017

THE PARTHENON OF BOOKS è l’opera più emblematica della più importante rassegna, al mondo, di arte contemporanea che non abbia una diretta connessione con le vendite ( come invece è, nel suo immenso successo, ART BASEL ).

L’autrice di THE PARTHENON OF BOOKS, si chiama Marta Minujin ed è argentina.

L’opera si trova nella medesima piazza dove i nazisti bruciarono i testi considerati “degenerati”.

Una replica fu realizzata con 20.000 volumi, a Buones Aires nel 1983, con il nome di PANTENON DE LIBROS PROHIBIDOS.

Tra i libri dell’opera troviamo, ad esempio: 1984 di George Orwell, il Decameron di Boccaccio, La teoria della Relatività di Albert Einstein, Le metamorfosi di Franz Kafka e poi alcuni scritti Voltaire, Macchiavelli, Thomas Mann ecc…

Non dimentichiamo che negli anni ’70, la dittatura militare argentina aveva vietato la lettura di Karl Max e Fidel Castro e Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry.

Tra le tante opere segnaliamo il lavoro di Guillermo Galindo; con partiture musicali rappresentate a struttura di mosaico di pixel e i relitti di barche di migranti trasformati in strumenti musicali.

Nella sede storica della manifestazione, il Museum Fredericianum, viene proposta anche una riadattata versione della collezione dell’EMST Museo Nazionale di Arte Contemporanea in Grecia; che era stata presentata ad Atene in aprile.

All’ingresso della mostra, un gigantesco mosaico di Nikos Alexiou è proiettato sul pavimento.

Tra i pezzi in mostra anche opere dei famosi: Bill Viola e Jan Fabre e l’installazione dell’iracheno Hiwa K che propone il tema dell’accoglienza ricostruendo ambienti casalinghi in grandi tubi di argilla.

DonnE…Cultura