Salute – Antibiotici agli animali e nuovi pericoli per l’uomo

Molti paesi europei hanno già ridotto drasticamente l’uso di antibiotici negli allevamenti

Secondo gli esperti – i ministri italiani pensano che ai cittadini il problema degli antibiotici non interessi 

In sempre più allevamenti industriali, animali sani vengono imbottiti di antibiotici per sopravvivere in condizioni tremende e produrre di più.

Solo in Europa ogni anno muoiono 25.000 persone a causa della resistenza eccessiva agli antibiotici!

Questa pratica sta anche generando super-batteri resistenti alle medicine, che possono ucciderci.

E l’Italia è tra i primi posti in questa pratica orribile che oltretutto crea super-batteri spesso mortali.

Ma se agiamo subito, possiamo far approvare due leggi europee che proteggano sia gli animali che la nostra salute.

In Italia il 71% degli antibiotici viene usato sugli animali da allevamento, anche quando sono sani.

Una pratica crudele per farli sopravvivere in condizioni tremende e produrre di più a costi irrisori.

E che sta anche generando super-batteri resistenti alle medicine, che possono ucciderci.

Molti degli altri paesi europei hanno già ridotto drasticamente l’uso di antibiotici negli allevamenti, e ora l’Unione Europea potrebbe finalmente imporre queste leggi a noi e al resto del continente.

Si salverebbero vite umane riducendo al tempo stesso le crudeltà sugli animali: non dovremmo neppure stare a parlarne.

Persino McDonald’s ha deciso di non usare più polli cresciuti con determinati antibiotici. Ma le multinazionali farmaceutiche e della carne stanno facendo di tutto per bloccare queste decisioni.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità dice che questi super-batteri rendono gli antibiotici completamente inutili contro malattie infettive come tubercolosi e polmonite.

Gran parte della medicina moderna, inclusi i trattamenti contro il cancro e quelli chirurgici, dipende dagli antibiotici. Se non li salviamo, si stima che nel 2050 moriranno 10 milioni di persone in più ogni anno.

L’abuso di antibiotici, sia sull’uomo che sugli animali, li rende sempre meno efficaci.

Solo in Europa ogni anno muoiono 25.000 persone a causa della resistenza eccessiva agli antibiotici! Nonostante questo, non stiamo facendo abbastanza per limitarne l’enorme uso negli allevamenti e l’Italia è il terzo Paese europeo per uso di antibiotici sugli animali.

Danimarca, Svezia, Norvegia e Paesi Bassi hanno dimostrato che si può produrre carne usando molti meno antibiotici. Ma finché le regole non saranno le stesse per tutti servirà a poco.

Sono in tanti a voler chiudere questi allevamenti dell’orrore una volta per tutte. Queste nuove leggi europee possono migliorare enormemente il benessere degli animali e la salute dell’uomo.

Ma secondo gli esperti i ministri italiani pensano che ai cittadini non interessi.

Troppi antibiotici negli allevamenti (Wired)
http://www.wired.it/scienza/medicina/2015/03/23/antibiotici-allevamenti-animali/

“Farmageddon” racconta l’orrore degli allevamenti intensivi (La Repubblica)
http://www.repubblica.it/ambiente/2015/02/17/news/philip_lymbery_farmageddon-107532569/

Resistenza agli antibiotici e allevamenti intensivi: un pericolo “paragonabile al terrorismo” (Il Fatto Quotidiano)
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/18/resistenza-agli-antibiotici-e-allevamenti-intensivi-un-pericolo-paragonabile-al-terrorismo/956842/

Resistenza agli antibiotici, l’allarme dell’Oms: “Infezioni minori rischiano di tornare a uccidere” (Repubblica)
http://www.repubblica.it/salute/medicina/2014/04/30/news/resistenza_agli_antibiotici-84867869/

McDonald’s e i polli agli antibiotici (Stampa)
http://www.lastampa.it/2015/03/10/blogs/cibo-e-salute/mcdonalds-e-i-polli-agli-antibiotici-9dGFukMpLyP4qW37hrj5dL/pagina.html

Perché fermare la resistenza agli antibiotici già in allevamento (EurActiv – in inglese)
http://www.euractiv.com/sections/health-consumers/why-antibiotic-resistance-must-be-tackled-farm-too…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*