INTEGRATORI ALIMENTARI : il più grande business delle industrie alimentari

Immagine di copertina: lavoro artistico di Alessandra Angelini.

Le promesse delle case produttrici, più o meno serie, sono invitanti.

Gli Integratori alimentari e i cosiddetti “supercibi” sono diventati un grande business per molte industrie alimentari, farmaceutiche, ma non solo.  Gli integratori alimentari vengono associati a connotazioni di salute, benessere, miglioramento muscolare e generale della persona; sia fisicamente che mentalmente.

Ma la parola INTEGRATORE O SUPERFOOD, non è riconosciuta clinicamente né prontamente riconosciuto tra gli esperti di nutrizione ed ora si parla sempre più a favore di diete equilibrate, piuttosto che di super pillole o superamenti.

Gli esperti sostengono che una dieta corretta, non solo serve a controllare il peso, ma aiuta a limitare le malattie.

LA RICERCA SCIENTIFICA PIU’ AVANZATA SOSTIENE CHE, PER ESSERE IN  FORMA, SI DEVONO COMBATTERE SOPRATTUTTO I FATTORI DI STRESS COME:

-LA MANCANZA DI SONNO,

-LA CATTIVA ALIMENTAZIONE,

-LA CARENZA DI ESERCIZIO FISICO E

-LO STRESS DA LAVORO E

-QUELLO CHE LA VITA QUOTIDIANA CI IMPONE.

Questi fattori di stress possono ridurre enormemente le nostre prestazioni fisiche e mentali e anche causare malattie croniche come l’insufficienza cardiaca o il diabete.

L’IMPORTANZA DELLE BACCHE; che costituiscono ancora oggi un importante sostegno per le popolazioni primitive.

Alle nostre latitudini abbiamo a disposizione:  mirtilli, fragole, e altri,

Le bacche sono il gruppo alimentare più RICCO  in termini di benefici per la salute per la  mente ed il corpo.

IL MIRTILLO ROSSO AMERICANO E’ RICONOSCIUTO come valido presidio contro le infezioni del tratto urinario.

Pare anche che i mirtilli  proteggano il cervello dallo stress e ne migliorino i fattori cognitivi; quale la memoria.

i mirtilli si sono rivelati utili per abbassare la pressione sanguigna, lo sostiene Joy Dubost, portavoce per l’Accademia americana di nutrizione e dietetica.

Alcuni sicenziati scienziati della Tufts University, stanno ricercando i benefici cognitivi del consumo regolare di frutti di bosco.

I mirtilli migliorano la comunicazione  tra le cellule nervose e quindi anche la memoria.

LA DOSE IDEALE E’ DI UNA TAZZA AL GIORNO; un rimedio un poco costoso, ma efficace.

Prove sugli animali, e più recentemente gli esseri umani, hanno dimostrato che le bacche, piene di antiossidanti e composti anti-infiammatori, proteggono contro stress e l’invecchiamento, il fumo, o le  diete ad alto contenuto di grassi.

Eric Rimm, professore di epidemiologia e nutrizione presso la Harvard School of Public Health, ha fatto una ricerca  sui benefici delle bacche nella lotta contro le malattie cardiovascolari . I risultati sono stati:  diminuzione della pressione arteriosa e delle malattie cardiache e ictus

I COMPOSTI ANTINFIAMMATORI DELLE BACCHE ONO IDEALI PER COMBATTERE LO STRESS QUOTIDIANO.

Una ricerca pe rla NASA, ha dimostrato che le bacche proteggono i  ratti contro danni da radiazioni nello spazio, secondo secondo una recente ricerca scientifica.

NOCI
Il team dei ricercatori del prof. Tufts hanno identificato la noce come la soluzione perfetta.

MIGLIORA:

– la memoria,

-la circolazione e il controllo del corpo.

La noce contiene, tra l’altro:  polifenoli, melatonina, acido folico, e omega-3. Questi composti, consumati in dosi elevate potrebbero essere tossici, ma non accade, perché esiste qualcosa nella noce, di non ancora identificato, che non lo permette.

FRUTTA SECCA IN GENERE:

– oli più sani nel corpo per aiutarlo  a proteggersi dalle  malattie cardiache, anche se va calcolato anche l’apporto calorico delle noci nella dieta giornaliera; altrimenti si rischia di ingrassare:

-quindi si alle noci, ma togliere qualche cibo alla dieta, per non aumentare le calorie totali.

Gli acidi grassi omega-3 possono compensare le carenze per chi non mangia  pesce.

Una dieta che comprende cibi grassi non è negativa; DIPENDE DAL GENERE DI GRASSO, QUELLO DELLE NOCI E’ POSITIVO E NON HA CONTROINDICAZIONI.

FUNGHI

Nessuno pensa alla ricchezza alimentare dei funghi:

-proteine ​​e vitamine,

-antiossidanti,

-composti anti-infiammatori

I FUNGHI SONO RICCHI DI POTASSIO, VITAMINE DEL GRUPPO B E ANTIOSSIDANTI.

INOLTRE I FUNGHI FORNISCONO POCHE CALORIE.

CIBI INTEGRALI

Da tempo si sostiene che il cibo integrale sia una importante componente di una dieta sana.

La lignina è il componente duro che si trova nei cereali:

nell’intestino aiuta i batteri intestinali a produrre polifenoli con notevoli proprietà anti-infiammatorie.

La conseguenza è anche un abbassamento della  pressione sanguigna.

CAFFE’

Per anni si è condannato il caffè, ora si è scoperto che serve anche  ad abbassare i tassi di diabete.

L’acido clorogenico, ovvero, il polifenolo, contenuto nel caffè è un potente antiossidante.

PARE CHE INFLENZI L’INSULINA con conseguenti effetti protettivi contro il diabete, favorendo l’assorbimento del glucosio e creando meno stress sul pancreas.

MA NON VA DIMENTICATO CHE NESSUN ALIMENTO può’ compensare una dieta costantemente squilibrata ed un tenore di vita altamente stressante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*