mangiamo meno carne – Per scelta per moda ma anche per problemi economici gli italiani comprano meno carne

Molti italiani si sono messi a dieta, ad alcuni di loro lo ha suggerito un prestigioso nutrizionista, ma alla maggioranza lo ha suggerito il borsellino sempre più vuoto.

A dirlo è una ricerca del CENSIS, presentata in Senato e intitolata: Gli italiani a tavola. Tornano le differenze di ceto.

I consumi degli italiani sono in calo del 12,2% e, nelle famiglie più povere, raggiungono il -28%.

Quella che è stato sacrificata maggiormente è la carne, con una riduzione del 19% (una buona notizia per l’ecologia e la salute, ma non per le tasche di molti italiani).

 Chi guadagna bene mangia meno e meglio, ma la maggioranza che ha un reddito basso, mangia peggio (come qualità) rispetto agli anni scorsi.

Infatti: SONO DIMINUITI ANCHE I CONSUMI DI FRUTTA E VERDURA, PESCE E PASTA.

I ricercatori ora parlano di un evidente Food social gap; ovvero forbice sociale.

FINITA L’EPOCA DELLA FETTINA, MITO DELLA SOCIETA’ DEL BOOM ECONOMICO, ora si può parlare di due estremi dell’attuale società:

-posso ma non voglio

-vorrei ma non posso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*