VIAGGI DONNE IN VIAGGIO : elenco dei 10 Paesi peggiori al mondo per le donne viaggiatrici

Ovviamente in nazioni dove si parla di pericolo, esistono zone più o meno pericolose, ma queste che diamo sono  indicazioni a livello mondiale e rispondono a previsioni di rischio nel calcolo delle probabilità, rispetto a fatti effettivamente accaduti.

Dall’International Women Travel Center

Sono stati esclusi Paesi come l’Afghanistan, notoriamente pericolosi, e dove le donne viaggiano solo per incontrare parenti stretti o perché giornaliste di professione o per aiuti umanitari.

Si sono considerati solo i Paesi dove sia realistico pensare che una donna possa viaggiare per turismo o per viaggi d’affari.

E’ anche utile distinguere tra Paesi sconsigliabili a causa di molestie o leggi inaccettabili (per donne che vogliano sentirsi libere, di parlare, vestirsi ecc..) e Paesi dove la vita può essere in pericolo, anche senza contravvenire alle leggi.

1° in classifica per pericolosità per la vacanza di una donna sola:

INDIA –

Tassi di stupro sono 26,7%, secondo le ultime statistiche della NCRB (governo indiano).

Gli Stati Uniti affermano categoricamente che le donne non debbano viaggiare da sole in India a causa del rischio di violenza sessuale e molestie.

Altri pericoli in India:

malattie infettive,
violenza intrareligiosa,
terrorismo ecc

L’Australia (Aussie Travel Advisory) mette in guardia le donne in tutte le parti dell’India, anche se viaggiano in gruppi .

Canada (Canadian consulenza viaggi), suggerisce di evitare viaggi non essenziali in:
-Jammu,
-Kashmir,
-Manipur,
-Ghujarat,
-Rajasthan
-Punjab; solo per elencare alcuni.

Lo stupro è a livelli di epidemia per le donne turiste e donne indigene.

La National Crime Records Bureau segnala 93 stupri al giorno

– Il sistema giudiziario continua ad essere INEFFICIENTE, anche se ci sono gli sforzi per accelerarlo.

Se proprio si VUOLE andare:

il Rishikesh (a nord est di Nuova Delhi) è una buona destinazione con sistemazioni sicure per le donne che vogliono recarsi in India per corsi di Yoga e per le donne che viaggiano da sole

 ——————————————
2° classificato per pericolosità

MESSICO –

Anche se milioni di turisti vanno a Messico senza contrattempi e molte zone sono sicure,

Il MESSICO RIMANE UN PAESE, GENERALMENTE, PERICOLOSO:

-i rapimenti sono in CRESCITA

-traffico di droga e violenza delle gang continuano ad essere un problema, secondo il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

A livello regionale, SI SEGNALA PERICOLOSO VIAGGIARE A Tijuana; il Consolato degli Stati Uniti, facendo specifico riferimento a donne che viaggiano SEGNALA PERICOLOSA LA Baja Calfornia DOVE NON SI DOVREBBE VIAGGIATE DA SOLI, soprattutto di notte, a causa di una serie di incidenti in cui le donne sono state violentata e TUTTI I COMPONENTI DEL GRUPPO derubati o rapiti e TRATTENUTI mentre le loro carte di credito sono state utilizzate presso gli sportelli automatici.

Un esperto che analizza la violenza contro le donne in Messico ritiene che il tasso di stupro in MESSICO  SIA SIMILE A QUELLO IN INDIA.

Il Messico RISULTA IN TESTA PER
-incidenti stradali,
-omicidii
-compreso l’annegamento occasionale.

Furti d’auto e rapine sono minacce probabili per tutti i turisti in molte parti delle regioni di confine.

Scontri a fuoco tra i signori della droga sono ormai un pericolo in molte parti del Messico per i turisti e nativi.

I viaggi in stati come

-Coahuila,
-Durango,
-Sonora,
-Veracruz
-Zacatecas sono pericolosi (consultare il sito web Dipartimento di Stato Usa per un elenco).

In altri Stati, lo Stato nel suo complesso non è sicuro, ma una determinata città lo potrebbe essere, quindi è importante controllare il luogo specifico per qualsiasi destinazione.

Ad esempio:

-Nuevo Leon è altamente pericoloso a meno che non SI RIMANGA SOLO a Monterrey nell’area metropolitana.

La condizione ambientale di inquinamento dell’aria sale al livello di pericolosità in alcuni luoghi PRIMA FRA TUTTI Città del Messico.

ZONE SICURE:

riviera Maya (belle spiagge, tipicamente calde e umide, da marzo a maggio è quando è è più caldo e umido),
Palenque (Rovine, arti e mestieri , ma è da notare il clima più caldo è aprile – giugno e piove spesso da giugno a settembre. In generale, usare abiti leggeri di fibre naturali e portare un impermeabile se si viaggia nella stagione più piovosa),

città di Oaxaca (arte),

città di Puebla (forti, storia),

Valle de Bravo (interessante comunità lacustre),

Santiago de Querétaro (sito storico, patrimonio mondiale),

Tulum (rovine Maya, snorkeling, belle spiagge, studiare le informazioni meteo per la Riviera Maya).
———————

3.°CLASSIFICATO COME PAESE PERICOLOSO

HONDURAS –

Ha il tasso di omicidi più alto di qualsiasi paese del mondo, lo dice il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

Il governo canadese ha uno sconsiglio per la Valle, Choluteca e Olancho a causa di alti livelli di violenza e di criminalità. Se si vuole essere ucciso in un incidente d’auto, le probabilità sono ormai 50/50 (in base alle statistiche di morti americani.) Http://travel.state.gov/content/travel/english/statistics /deaths.html

Membri della polizia nazionale dell’Honduras sono stati catturati perché perpetravano crimini,

Le Nazioni Unite e l’Organizzazione degli Stati americani DEFINISCONO l’ Honduras il paese più pericoloso del mondo. Il suo tasso di omicidi è di 20 volte superiore a quello degli Stati Uniti.

Parte del problema è l’entità del traffico di cocaina lì, ma c’è anche la violenza delle bande, e un sacco di rapine a mano armata e gli stupri.

Secondo la Commissione nazionale per i diritti umani 3.000 donne sono morte negli ultimi dieci anni e il 90% di tali crimini non sono stati indagati.

La maggior parte delle fonti raccomandano vivamente che le donne non viaggino da sole.

L’Honduras è anche soggetto a uragani, forti piogge e inondazioni.

Se si deve andare: Copan e le zone balneari di Roatan, Tela e La Ceiba sono più sicurie di altri, in quanto sono aree fortemente tturisticizzate.

Copan è sede di una città Maya antica ed è un patrimonio mondiale dell’UNESCO e ha anche un parco ornitologico e riserva naturale.

Roatan è la più sviluppata delle isole, ma non è eccessivamente sviluppata ed ha molti punti per le  immersioni e belle spiagge; ma anche Roatan ha visto il crimine crescere in modo significativo dal 2014, anche se, il governo dell’Honduras ha stazionato un corpo di polizia speciale a Roatan e Copan per maggiore sicurezza dei turisti.

E’ OVVIO CHE TUTTO CAMBIA IN MEGLIO, SE SI VIAGGIA CON SERI E SICURI TOUR OPERATOR CHE ORGANIZZANO VIAGGI DI GRUPPO (questo non toglie le azioni locali di furto ecc. per turisti che si facciano trovare da soli in zone poco frequentate, ma questo vale anche in altre parti del mondo…)

—- Indossare gonne lunghe è una buona idea. E nessun gioiello!

La stagione delle piogge va da giugno a novembre.

————————

4° Paese pericoloso;

BRASILE

Ma con le debite eccezioni e con le debite attenzioni (ovviamente si è sicure se si va in alberghi di un certo livello con guardie private lungo la spiaggia ogni 600 metri e si usano solo taxi dell’albergo; lo abbiamo provato personalmente).

I tasso di omicidi continua a scendere, comunque il Brasile ha ancora uno dei tassi di omicidi più alti al mondo, secondo l’UNODC.

— Lo stupro è aumentato nel 2012 del 157% rispetto al 2009,.

Problemi di criminalità significativi includono stupro, rapina e sequestro di persona.

Il Brasile è la patria del ‘quicknapping’ , ovvero il turista viene brevemente rapito per una sosta al bancomat per prelevare contanti e poi rilasciato.

Un’altra innovativa tecnica di crimine è ‘motoboys’ che fanno rapine a mano armata in moto, per poi fuggire rapidamente.

PARTICOLARMENTE COLPITE SONO ALCUNE DELLE DESTINAZIONI PIÙ FREQUENTATE DAI TURISTI, COME GRANDI CENTRI TURISTICI, ALBERGHI, DISCOTECHE, ECC

I turisti sono obiettivi specifici in Brasile, soprattutto di notte.

Il viaggio è particolarmente pericoloso a San Paolo e Rio de Janeiro, anche in aree fortemente tturistiche come Copacabana e Leme.

-E ‘anche pericoloso vicino ad ognuna delle frontiere di paesi come la Colombia; il governo americano non permette che i suoi dipendenti viaggino a 150 km delle frontiere con i paesi come la Columbia.

Durante i mesi estivi da novembre a marzo, ci sono gravi frane e inondazioni (ad esempio, nel 2011 piogge torrenziali nelle montagne interne di Rio de Janeiro hanno ucciso diverse centinaia di persone).

Nelle zone umide vi è un problema significativo di malaria.

Guidare in Brasile è un sport pericoloso poiché i brasiliani guidano velocemente e le strade sono spesso in cattive condizioni.

IL POSTO PIU’ SICURO IN BRASILE:
-Natal, la capitale del Rio Grande do Norte, stato nord-orientale; sulla punta nord-est del Brasile, è il posto più sicuro DI TUTTO IL PAESE.

NATAL E’ conosciuta come la Città del Sole:

barriere coralline,
-spiagge bellissime,
-una fortezza medievale e
-Dunas State Park ecologico

———————————–

5° PESE CHE PUO’ ESSERE MOLTO PERICOLOSO

EGITTO

PER DOVERE DI CRONACA VOGLIAMO RICORDARE CHE, SINO A 25 ANNI FA, SIAMO STATE PERSONALMENTE E RIPETUTAMENTE IN EGITTO; ANCHE IN PIENO DESERTO, ACCOMPAGANTE DA UN TAXISTA LOCALE UOMO, ABBIAMO BEVUTO IL CAFFE’ OFFERTOCI DAI BEDUINI E, ALLORA, LA DONNA ERA RISPETTATA PROPRIO IN NOME DELLA RELIGIONE MUSSULMANA E NESSUNO AVREBBE MAI OSATO ALZARE UN DITO ANCHE SE VIAGGAIVAMO CON PANTALONI CORTI…

LA POPOLAZIONE ERA FELICE DI ESERE FOTOGRAFATA E MOLTE DONNE CAMMINAVANO PER STRADA IN MINIGONNA TRANQUILLAMENTE E NESSUNO OSAVA PENSARE MALE DI LORO; MA STIAMO PARLANDO DI UN SECOLO FA…

INCONTRARE UNA DONNA VESTITA DI NERO ERA ASSAI RARO E SI TRATTAVA COMUNQUE DI DONNE MOLTO ANZIANE,

NESSUNA GIOVANE PORTAVA IL FOULARD INTORNO AL CAPO…

E’ AVVENUTO TUTTO DOPO…

QUANDO LE DONNE SONO STATE CONDIZIONATE DA CAMPAGNE TELEVISIVE E GIORNALISTICHE, DOVE NON SI PARLAVA DI OBBLIGHI, MA VELATAMENTE SI SUGGERIVA CHE LA COPERTURA DEL CAPO ERA UN MODO PER DIMOSTARRE LA PROPRIA FEDE E LA PROPRIA ONESTA’ DI VITA…

DOBBIAMO ANCHE RICORDARE LA GENTILEZZA E LA CORTESIA, SINCERAMENTE SPONTANEA, DI TUTTA LA POPOLAZIONE, COMPRESI GLI ADDETTI AL TURISMO.

POI, DOPO LA GUERRA IN IRAQ, ABBIAMO PERCEPITO UN PROFONDO CAMBIAMENTO, ANCHE NEI VESTITI DELLE DONNE, CHE NON VOLEVANO PIU’ ESSERE FOTOGRAFATE…
E NON SOLO.

A partire dal 2015, anche se le le forze di sicurezza stanno prendendo misure supplementari per custodire le aree in cui molti turisti hanno più probabilità di andare; i recenti fatti NON sono a favore di una raccomandazione per il Paese.

Il Cairo e Alessandria sono strettamente sorvegliate, ma le dimostrazioni rendono il rischio elevato, soprattutto quello di essere aggredite sessualmente (il caos e la folla rende tutto più facile).

Vi è anche un pericolo accresciuto di terrorismo e sequestri; secondo le consulenze di viaggi del Regno Unito.

Dalla Primavera araba, c’è stato un drammatico aumento delle molestie sessuali e aggressioni sia per le donne indigene (Al Jazeera) che per i turisti .

ALTO ANCHE IL RISCHIO GENERICO DI FURTI O AVVICINAMENTI SGRADEVOLI PER OGNI TIPO DI TURISTA (questo non accade in alcune zone molto sorvegliate, come le spiagge del Mediterraneo e sul Mar Rosso, ma il rischio terrorismo NON SI PUO’ NEGARE).

E’ perenne il problema di essere seguito e braccato, perché si è donna.

Il turismo è così importante in molte zone che i locali e le forze dell’ordine continuano a cercare di migliorare la sicurezza, nonostante le turbolenze nel resto del paese.

E’ comunque SEMPRE consigliabile indossare abiti che coprano completamente e si consiglia di indossare un cappello o una sciarpa.
——————————


KENYA

La situazione è peggiorata in Kenya dal 2014, con un aumento delle attività terroristiche e la criminalità violenta

Stati Uniti e Australia sconsigliano di viaggiare nella maggior parte del Kenya a causa della varietà dei pericoli.

Alto livello di pericolosità per i viaggiatori a causa di aggressioni sessuali, rapimenti di turisti e rapine a mano armata.

Furti d’auto, sequestri, ecc

Il sistema di giustizia penale non funziona.

Nel frattempo l’attività terroristica di Al Shabab è aumentata. Gli Al Shabab sono specializzati nel rapire donne e le ragazze per venderle e uccidere i non musulmani in modo particolarmente cruento (decapitazioni…).

Il Kenya ha truppe in Somalia che si battono contro Al Shabab per fermare i loro attacchi transfrontalieri.

I militanti di al Shabab in Somalia, a loro volta, continuano a organizzare attacchi transfrontalieri in Kenya. Costoro hanno messo in guardia i turisti in Kenya e hanno dichiarato che stanno creando una zona di guerra nel Paese.

Hanno già attaccato Garissa (Università nel nord-est del Kenya), uccidendo 147 persone; il 2 aprile 2015. A Wajir, il 15 marzo 2015, nel nord-est del Kenya, un attacco ha ucciso 36 locali e il 2 dicembre 2014, un attacco ad un autobus ha ucciso 28 non -muslims cui 9 donne. Il 22 novembre 2014, a Mpeketoni (nei pressi di Lamu, zona turistica) si sono verificati attacchi in due villaggi. Nel 15 Giugno 2014 48 abitanti sono stati uccisi e le donne rapite, per non parlare degli attentati di maggio 2014 nei mercati popolari e dell’attacco terroristico nel Westgate Shopping mall nel 2013. Ci sono anche assalti ai mezzi di trasporto come aerei o navi che si traducono in problemi di trasporto e di pericoli per i viaggiatori. E’ molto pericoloso guidare lì a causa delle condizioni delle strade e dei problemi di traffico: strade molto scarsa manutenzione, generale disprezzo per le leggi del traffico, pochi segnali stradali, ecc…

PER CHI VOLESSE, COMUNQUE, VISITARE IL KENYA:
— Il Masai Mara e molte delle principali riserve sono ancora sicure per i maggiori controlli e sono ancora ottimi posti per vedere la fauna selvatica, paesaggi spettacolari e affascinante cultura; è consigliata grande attenzione nei trasferimenti per raggiungere questi luoghi.

———————–


COLOMBIA

PAESE pericoloso
E ‘così pericoloso che i difensori dei diritti delle donne, che sono le donne, sono state prese di mira e violentate.

Le forze dell’ordine non hanno perseguito gli aggressori.

Le donne che sono state attaccate sessualmente, hanno difficoltà a ottenere cure mediche adeguate a causa della mancanza di strutture e di interesse per le cure adeguate dopo un attacco del genere. (Dal rapporto di Human Rights Watch 2014).

Gli Stati Uniti sconsigliano la zona a causa del narcotraffico e della criminalità (soprattutto, rapimenti).

Gli australiani consigliano di ‘esercitare un elevato grado di cautela’ anche se riconoscono miglioramenti nella sicurezza, ma sono preoccupati per il terrorismo e le attività criminali.

Ci sono ancora un gran numero di aree che hanno il più alto livello di pericolosità.

C’è un problema particolare con i mezzi di trasferimento pubblici (questo vale per tutto il Centro e Sud America); gli autobus sono pericolosi a causa di attacchi e incidenti, oltre ad essere sporchi.

Nota per comprendere il Paese: un sindaco ha assunto spogliarelliste maschi per celebrare la Giornata internazionale della donna.

PER CHI VOLESSE PARTIRE:

Cartagena; città ricca di storia e città più visitata dai turisti per la sua bella architettura coloniale, feste e belle spiagge; come Boca Grande. Si consiglia di rimanere nei luoghi delle attrazioni turistiche, non si consigliano le gite in carrozza (i cavalli sono malnutriti, molto maltrattati e spesso collassano).

La zona di Cafetera; è una graziosa cittadina circondata da montagne, nel cuore del paese del caffè qui si può andare e visitare la Valle de Cocora.

—————————

TURCHIA –

Pochi sanno del brutale stupro e omicidio della studentessa di un college, donna turca, il cui autore è un autista di minibus. Incidente stranamente simile a quanto avvenne in India.

Stupri e altre violenze sessuali, SOLO NEGLI ULTIMI ANNI, fanno parte della vita in Turchia, SIA per i turisti che per le donne indigene.

Gli inglesi, che raccolgono dati statistici su stupro e violenza sessuale, sostengono che la Turchia è il peggiore Paese dove andare come donna; superata solo dall’Egitto.

Anche il governo del Canada ha emesso gravi avvertimenti in materia di viaggi in Turchia
Il dato sugli omicidi di donne turche è aumentato del 31% dal 2013 al 2014.

La violenza sessuale è alta per turiste e native.

La grave situazione ha portato alcune donne a dare la colpa ai dirigenti del partito AKP per le sue politiche riguardo alle donne.

Essere molestata, essere fissate a lungo senza tregua, essere pizzicate perché si è donne e si viaggia, è considerato normale !

Evitare problemi:

COPRIRSI completamente e ora questo suggerimento vale anche per Istambul, visto come si stanno mettendo le cose.

Gonne di lunghezza della caviglia, camicie a maniche lunghe e una sciarpa testa; NON CERTO PIACEVOLE; SOPRATTUTTO DURANTE I LUNGHI PERIODI CALDI E AFOSI DELLA ZONA !

Ovviamente l’area vicina al confine siriano è particolarmente pericolosa: terrorismo e criminalità di strada.

PER CHI VOLESSE COMUNQUE PARTIRE:

Istanbul (città sofisticata, famosa per la Moschea Blu, la Basilica di Santa Sofia, il Grand Bazaar che si può FREQUENTARE SOLO CON AMICI MASCHI e dove, comunque, è già avvenuto un attentato terroristico)

Efeso (importanti ritrovamenti archeologici, ma solo la mattina presto con abbondante acqua per il grande caldo estivo, non comprare reliquie perché è illegale).

Anche Troia è una meta interessante dal punto di vista archeologico e molto frequentata, almeno negli anni passati.

ENTRARE IN TURCHIA: a partire dal 1 gennaio 2015 l’ingresso di cittadini stranieri nel Paese, sarà rifiutato se il passaporto o altro documento di viaggio riconosciuto scade entro 60 giorni dalla data di scadenza del visto di ingresso, dell’esenzione dal visto o del permesso di residenza

Si ricorda inoltre che per motivi turistici il soggiorno è consentito per un periodo massimo di 90 giorni nell’arco di 180 giorni.

DOCUMENTI DI VIAGGIO IN PERFETTE CONDIZIONI. DOCUMENTI CON COPERTINE DISTACCATE O DANNEGGIATI NON VENGONO ACCETTATI DALLA POLIZIA DI FRONTIERA TURCA.

DOCUMENTI NECESSARI all’INGRESSO nel PAESE; ASSICURARSI CHE TUTTO SIA IN ORDINE, LE REGOLE DAÈISPETTARE SONO NUMEROSE E NON SI SGARRA !

PER GLI ITALIANI: passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ consentito l’ingresso anche con la sola carta di identità valida per l’espatrio ed in corso di validità per coloro che:

– entrano in Turchia attraverso tutte le frontiere, per via aerea e marittima;

– entrano in Turchia, dal confine greco e bulgaro, per via ferroviaria e per via terra.

E’ invece assolutamente necessario il passaporto per coloro che entrano nel Paese, per via terra e ferroviaria, dai confini del sud-est ed est della Turchia, ovvero dalle frontiere con la Georgia, l’Azerbaigian – exclave del Nakhicevan, l’Iran, l’Iraq e la Siria, (la frontiera con l’Armenia risulta, al momento, chiusa).

Per coloro che si recano nel Paese per motivi diversi dal turismo è necessario il passaporto, per l’apposizione del relativo visto da parte delle Rappresentanze Turche in Italia o nel Paese di residenza degli interessati.

Il passaporto e la carta di identità devono avere una validità residua di almeno 6 mesi dal momento dell’ingresso nel Paese. Il passaporto, inoltre, deve avere almeno una pagina libera, per l’apposizione dei timbri di entrata ed uscita.

———————————

ARABIA SAUDITA

Considerato pericoloso per le donne sole.

Le donne che viaggiano da sole non possono facilmente ottenere i visti per entrare nel Paese.

I sauditi non rilasciano visti turistici se non per viaggi organizzati con appoggi ai loro Tour Operator.

Se siete DONNE SOLE in viaggio, non in viaggio organizzato, avete bisogno di uno sponsor di sesso maschile o di un tutore, si deve anche dare conferma degli alloggi per tutta la durata del soggiorno.

Le donne non possono guidare in Arabia Saudita.

Molte leggi e pratiche  sono pericolose per le donne.

— Perché spendere i vostri soldi in un paese che non rispetta le donne?

Anche  il terrorismo è aumentato;.

———————-

10°

VENEZUELA –

Uno dei tassi di omicidi più alti del mondo.

Caracas, che è stata classificata terza città più violenta del mondo.

La prassi della tratta di esseri umani riguarda i turisti e le donne locali.

Le molestie e stupri sono un problema serio; gli autori sono anche i lavoratori del settore alberghiero, i tassisti e gli uomini appostati come agenti di polizia.

I casi di rapimento sono in aumento.

Nel dicembre 2014, poco prima che il ministro del Turismo annunciasse gli sforzi per migliorare la sicurezza e aumentare il turismo, ci fu una rapina a mano armata contro un gruppo di turisti in spiaggia.

PER CHI CI VUOLE ANDARE:

Margarita Island è CONSIDERATA una destinazione sicura; è comunque necessario fare attenzione durante la notte, in particolare sulla spiaggia.
————————-

I paesi piu’ pericolosi per le donne

DOVE NON E’ CONSIGLIABILE ANDARE:

Afghanistan
Iraq
Ho corso
Corea del nord
Pakistan
Sudan
Somalia
Siria
Yemen

———————–

REGOLE GENERALI VALIDE IN TUTTO IL MONDO:

-non viaggiano da soli di notte,

-tenere le porte chiuse durante la guida, infatti,

-bloccare la vostra porta dell’hotel in modo sicuro,

-non portare grandi quantità di denaro contante

-non indossare gioielli costosi

-NON METTERE IN MOSTRA MACCHINE FOTOGRAFICHE COSTOSE, TELECAMERE ECC…

-non accettare bevande

-non accettare passaggi o gite da sconosciuti

-NON ACCETTARE NULLA DA SCONOSCIUTI

-evitare di FARE COMMENTI SULLE PERSONE, credenze religiose ecc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

*