PETRA: VIAGGIATORI E FOTOGRAFI ANCHE DILETTANTI; INDIMENTICABILE !

Una delle meraviglie più stupefacenti create dalla natura e dall’uomo.

PER APPREZZARE A FONDO IL FASCINO DI PETRA E’ NECESSARIO VISITARLA !

Può bastare anche un solo weekend.

Digital Camera

Khazneh (il Tesoro)

Digital Camera

Petra IMG_0070

Digital Camera

Foto  d’epoca.

Petra IMG_0060

Digital Camera

Digital Camera

Digital Camera

Digital Camera

Digital Camera

Digital Camera

Digital Camera

Foto: sfumature della pietra di Petra.

Descritta come una delle otto meraviglie del mondo antico, Petra è un prezioso tesoro della Giordania.

Fu fondata dai Nabatei, popolazione araba insediatasi oltre 2000 anni fa, una tribù nomade la quale, con il commercio, fondò le basi di un impero che si estenderà sino alla  Siria.

Petra è tutta scavata nella nuda roccia e fu snodo cruciale delle rotte commerciali della seta e delle spezie.

Qui transitavano merci dalla Cina, India e Arabia del Sud, che venivano scambiate  con altre merci provenienti da: Egitto, Siria, Grecia e Roma.

Il Siq è una gola lunga più di un chilometro, circondata da alte pareti rosse e rocciose alte anche ottanta metri.

Digital Camera

Alla fine del Siq si vede, come in un miraggio tra le rocce e il buio,  una costruzione scolpita nella roccia chiamata il Khazneh (il Tesoro).

Il Khazneh ha una facciata larga 30 metri e alta 43 color rosso-arancio pallido  e fu scavato nel I° secolo per divenire la tomba di un importante re nabateo.

Il Tesoro è la prima delle numerosissime sorprese  che Petra riserva al viaggiatore che giunga sin qui.

Vi attendono centinaia di tombe scavate nella roccia con eleganti incisioni.

Le tombe furono scavate per durare in eterno; mentre le case degli abitanti sono state distrutti dal passare del tempo.

Incontrerete: un teatro in stile romano, costruito per 3000 spettatori, inoltre:  obelischi, templi, altari, strade colonnate.

La vallata è dominata dall’imponente Monastero di Ad-Deir; indimenticabile la salita lungo la  scalinata di 800 gradini, ricavati nella roccia.

Da visitare anche i due musei:

– il Museo archeologico di Petra e

-il Museo nabateo di Petra.

Se avete tempo a sufficienza, non potete  perdervi il Santuario del XIII Secolo, commemorativo della morte di Aronne (fratello di Mosè) e costruito dal sultano mamelucco Al-Nasir Muhammed; sul Monte Aronne (Jabal Haroun).

Non mancano gli alberghi di buon livello come : Moevenpick Resort Petra, e il Petra Marriott Hotel.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*