NATURA INCONTAMINATA, ISOLE DA SOGNO ? PROVIDENCIA, LE CORN ISLANDS E…

Esiste ancora il paradiso terrestre?

Si, a Providencia e a Little Corn Island.

Anche Cuba, più turistica in alcune destinazioni, ha ancora delle belle mete, sia marine che culturali, quasi incontaminate dal turismo di massa.

Providencia non è collegata  con comodi voli charter, ma la fatica di raggiungerla è ben ripagata. Ci sono giunte notizie che, purtroppo, a Provindencia è agli albori anche un turismo d’élite che alza i prezzi velocemente.

maldive tramonto palme ok

HPIM0365.JPG

animali Copenaghen acquario IMG_4278

DCIM100GOPRO

DCIM100GOPRO

hospedaje frances DSC00884

touristoffice-187x250

COLOMBIA.

-La bella isola di Providencia si trova di fronte al Nicaragua, ma appartiene politicamente alla Colombia.

Vicino a Providencia si incontra la più conosciuta isola di Santa Catalina.

Fuori dalle rotte degli uragani stagionali, questa isola rappresenta ancora oggi quello che era il Caribe dei tempi andati.

Niente alberghi tutto compreso o super-lusso.

-Qui si dorme a partire da meno di 25 euro.

La temperatura media si aggira sui 25-30 gradi e la stagione delle piogge, da settembre a dicembre, è tipicamente tropicale; grandi acquazzoni seguiti subito da cielo sereno. Qualche pioggia sparsa anche in maggio, giugno; solitamente nelle ore serali.

All’interno dell’isola si incontrano anche belle cascate.

DCIM100GOPRO

grazia sub m

little-corn-island

L’alta stagione va da metà dicembre a metà gennaio, il periodo di Pasqua e da metà giugno al primi di agosto.

-Maggio è bassa stagione e cominciano  le piogge stagionali, ma piove la sera ed è pure gradevolmente più fresco.

Il carnevale è famosissimo e imperversa nelle strade con feste, sfilate e danze tradizionali.

Alla fine di aprile/primi di maggio potrete assistere ad uno spettacolo che richiama fotografi da tutto il mondo per la discesa a mare di un esercito di grossi e colorati granchi che depositano poi le uova in mare. Due settimane dopo un altro esodo li riporta in  montagna.

La “capitale” è Santa Isabel dove si trova tutto il necessario: ufficio del turismo, supermercati (che fungono anche da uffici di cambio), banche e sportelli per prelevare con le carte di credito. La parte antica della città è la più affascinante e la si incontra andando verso sud; il suo nome è  Old Town.

Alla baia denominata Agua Dulce si trovano: ristoranti, bar e  tipici alloggi in legno.

Proseguendo si incontrano le più belle spiagge dell’isola: Casa Baja e baia Manzanillo.

Fra i cayos più belli si deve nominare Tres Hermanos (i tre fratelli), ma il meglio è  Cayo Cangrejo, un’isoletta mozzafiato con la barriera corallina di km 32 che circonda Providencia, qui si vedono  mante giganti, barracuda e tanti pesci colorati

La  baia più affascinante forse è  Suroeste, dove l’acqua calda è calma e la sabbia bianca, qui le fregate rubano il pesce ai pescatori. Tra i sassi a riva  si nascondono: pesci, aragoste, piccole murene gialle e nere,  i cavalli da corsa fanno il bagno. I bambini ridono e giocano, qui  ci sono i ristorantini più veraci; con musica reggae.

Famoso è il chiosco Albert, di Richards; un rasta-filosofo.

FIORI FORESTA IMG_4422

Il Parco Naturale McBean Lagoon è il luogo migliore per lo snorkelling.

Per la spesa si può andare anche al supermercato di Morganper:  riso, spezie, olio, vino cileno, una bottiglia di rum….

DA NON DIMENTICARE: non trasportare più di cinque chili di bagagli sul piccolo aereo twin-prop da San Andrés a Providencia.

-Oltre che dalla Colombia, si può arrivare a Providencia, via San Andres, con Copa; da Panama City (Panama), San Jose (Costa Rica), Quito (Ecuador) e Lima (Perù). Tali voli costano da US $ 400 a US $ 500 per andata e  ritorno. San Andrès è piena di vita, di negozi, di ritmi, di avventure, mentre  Providencia è ricca di “tempo senza orari”.

-Dalla Colombia, ci sono compagnie aeree come:  Aerorepublica con voli senza scalo a San Andres, che partono  da Bogotà, Medellin, Cali, Cartagena e Barranquilla. Altre compagnie aeree volano da Bogotà a San Andres; compresa Avianca, Satena e Aires.

-Normalmente è più economico volare da Bogotá, tariffe promozionali  da 450.000 pesos colombiani, circa US $ 200, per i voli di ritorno, ma anche di più. Se si utilizza una carta di credito estera per pagare, di solito è più semplice con Avianca o Aerorepublica, che sono le più internazionali delle compagnie aeree della Colombia. In alternativa Expedia e Travelocity possono prenotare questi voli a San Andres per voi (provate Despegar.com,  se parlate spagnolo).

Un servizio di Catamarani opera da San Andrés a Providencia. Giorni di partenza: Lunedi, Mercoledì e Venerdì. Il catamarano lascia San Andres al mattino, e arriva a Providencia nel pomeriggio. Il viaggio dura poco più di 2 ore, le prenotazioni sono ok sino  a 3 giorni di anticipo. La barca, di 30 posti, si chiama  El Sensacion e il costo è di 160.000 pesos colombiani per un viaggio di a/ritorno (solo andata 90.000 pesos). Per più informazioni:  (0057) 3125672713 . CONTROLLARE BENE GLI ORARI.

La  più turistica isola caraibica di San Andrés, rispetto a Providencia,misura 12 km di lunghezza  e rappresenta un punto a 775 km a nord del continente, più vicino alla costa del Nicaragua che alla Colombia. E’ molto nota  come meta di subacquei e di famiglie benestanti. Providencia è tutto un altro stile, molto più vecchi-Caraibi.

-A Providencia on ci sono  resort all-inclusive. La carenza di un aeroporto comodo e con voli diretti, mantiene lo stile old-Caribe. Qui il creolo inglese è la lingua dominante (locali chiamano l’isola Old Providence) da Bogotà hanno cercato di imporre lo spagnolo, ma la popolazione e il governo locale, di origine africana, non lo hanno mai accettato.

-Qui non trovate ristoranti e resort come ad  Antigua e in Giamaica. Vi è solo  è una specie di fai-da-te-esperienza caraibica.

-Sulla spiaggia del Manzanillo, a Providencia, sotto un cielo stellato con la banda e Rolando: musicista, rasta e giocoliere, mangerete un mango dolcissimo anche fuori stagione. Rolando prepara una grande foglia di almendro con riso al cocco, fagioli e patacones (specie di banana fritta non dolce; il platano) oppure un’aragosta o un barracuda, pargo rojo, caracol, cibo comune a tutti sull’isola insieme allo squisito cangrejo (granchio) della montagna

-I manghi cadono nei giardini intorno a casa e basta raccoglierli e goderli, sulla spiaggia più vicina.

-Niente barche di lusso, nessun bar-chic.

-Si può leggere e nuotare tutto il giorno; consiglio “Uccidere Pablo”, biografia di Mark Bowden sul capo della droga colombiana, Pablo Escobar o un qualunque libro di Hemingway, Salgari, García Márquez ecc..

-Oppure fare una crociera in barca per vedere l’isola dal mare: 20 km di costa. Punti salienti: la spiaggia di  Manzanillo, la spiaggia più bella a sud-ovest, la “capitale”, Santa Isabel , la catena di vulcani spenti che corrono lungo la sua spina dorsale dell’isola ed altro. Verso la punta nord-orientale dell’isola si trova Cayo Cangrejo (Crab Cay):  un isolotto incontaminato con palme e  barriera corallina  sotto il mare poco profondo.

-Da visitare il Parque Nacional McBean e la barriera corallina e di mangrovie; la zona è terza barriera corallina più grande del mondo; si incontrano aragoste, lumache di mare, orate,  granchi,  anemoni,  pesci pappagallo, pesci angelo, enormi stelle marine e si può incontrare anche una tartaruga.

-A Cayo Cangrejo,  se si fa la crociera dell’isola, ci ci ferma per nuotare e mangiare pesce fresco. Qui a sabbia è granulosa; ottimo esfoliante

-Santa Catalina è una piccola isola collegata a Providencia da un “Malecón” rilievo conosciuto come Ponte degli Innamorati.  Il famoso corsaro capitano Henry Morgan,nipote del tenente-governatore della Giamaica, venne sull’arcipelago nel 1665, ed in suo omaggio le due formazioni rocciose furono chiamate   capo di Morgan e di Glutei di Morgan.

– All’interno di Providencia si vedono povere fattorie in stile coloniale britannico e architettura tradizionale.

-La visibilità è  di 30 metri.

-Ottima idea è  molleggiare uno scooter per scoprire l’isola.

-In giugno, durante il periodo della migrazione dei granchi, ogni sera intorno alle 19:00 si vedono centinaia di migliaia di granchi neri, enormi, andare verso la  spiaggia per deporre le uova.

-La guida Jennifer Archbold Ramirez spiega ai turisti come le persone cerchino  di comprare terreni per  costruire alberghi, ma i locali hanno deciso che diranno sempre di no…speriamo .

-A Santa Isabel, coloratissimo “capoluogo”, è bene ricordarsi di confermare il volo di ritorno, acquistare antizanzare, rum o  cambiare in pesos e ricordatevi di dare sempre  la precedenza a mucche e cavalli…

-Provate la deliziosa paleta (ghiacciolo artigianale) al tamarindo prima di andare verso il ponte galleggiante degli innamorati

-Oppure fate una passeggiata  all’isoletta di Santa Catalina,  con tante piccole baie smeraldine da scoprire!

-I pescatori locali possono  accompagnare per isole e isolotti, ma la guida eccezionale è Curramba a Agua Dulce (la spiaggia degli hotel), un rasta nato a Barranquilla, sul continente colombiano. Sempre affidabile, con la sua  barca coperta  verrà a prendervi  dove siete e ti porterà al famoso scoglio con la strana forma, chiamato Cabeza di Morgan (Carabi, terre di pirati), e la meno famosa collina da lui chiamata… il culo di Morgan!

Little-Corn-Island-nicaragua

big_corn_island_ph._arun_121_

ANIMALI CERNIA OK IMG_4380

NICARAGUA.

CORN ISLANDS: Big  Corn Island e Little Corn Island.

50 km. a nord est della Atlantic Coast, dalla città di Bluefields in Nicaragua.

-Solo bianche spiagge e una natura lussureggiante: palme da cocco e frutta esotica.

-Niente auto, niente hotel di charme, niente piscine; con questo mare non servono !

-Dormire fronte mare costa anche meno di 10 dollari a notte. www.bigcornisland.com ; un’ottima cena dai venditori ambulanti parte da 1,50 dollari.

-Snorkellers e sub qui sono nel loro sito ideale e ancora incontaminato e l’uscita costa 22 euro !

-Gli isolani vivono pescando aragoste e dai banchi di pesce in mare aperto.

I collegamenti via mare  dalla costa, i taxi d’acqua, costano 110 dollari a tratta.

DORMIRE a Big Corn Island:

-May Flowers: 5 stanza fronte mare, con bagno privato, ventilatore e TV via cavo. da 10 a 15 dollari per notte. Tel. 00505 (8) 821-8749 chiedere di Yvonne.

-Yellowtail House: 2 cabin da affittare con bagno privato e frigo da 15 dollari per notte. Di fronte ad una spiaggia bianca e alla barriera corallina. Docry renderà il vostro soggiorno memorabile per le visite alla barriera e la propria frutta esotica. Sul Sally Peachie beach. tel 00505 890-8050

-Casa Bianca: 6 camere da 10 dollari proprio di fronte alla spiaggia, MRs. Florence rappresenta il meglio della cultura isolana. La sua cucina è superba. Ventilatore e zanzariera sul letto.

-G&G: a Big Bay offre 8 camere con TV via cavo, bagno privato, hi-fi e aria condizionata da 25 dollari per la singola a 35 per la doppia. Tasse incluse. Camere con ventilatore 15 collari la singola e 25 la doppia. Due minuti a piedi dalla spiaggia, bar ristorante, e hi-fi gratuito. Accettano carte di credito. tel 00505 575-5262 hotel.gcornisland@hotmail.com

-Hotel Sweet Dream: sulla curva per lasciare Brig Bay, 18 stanze, da 15 dollari con ventilatore, 30-51 dollari con veranda sulla Birig Bay. Tel. 00505 (8) 353-4817

VOLI.

-Molte compagnie aeree volano in Nicaragua a Managua, la capitale; dopo la dogana e l’ufficio immigrazione, uscire dal terminal e camminare a sinistra. Con una breva passeggiata si raggiunge un terminal separato per le compagnie aeree regionali dove si trova un servizio per BLUEFIELDS, Big Corn island e Puerto Cabezas.

-la COSTEA AIRLINES vola verso queste isole sino alle 2, i biglietti a/r costano 165 dollari. Le prenotazioni si fanno on line anche da qui. Tempi di volo per Big Corn 1 1/2 ora con stop in Bluefields. Attenzione ai limiti di peso.

-Per arrivare a Little Corn Island si prende un  taxi per il molo comunale a Big Bay, dove si pagano 3 dollari per entrare.  Qui si trova una barca-taxi per Little Corn coordinata con i tempi di partenza dei voli.

Da Big-Corn a Little Corn partenza alle 10 di mattina e alla 1,30 di pomeriggio, in meno di un’ora.

RICORDARSI DI CONFERMARE IL VOLO DI RITORNO.

-Sull’isola, ovunque, il taxi costa 15 cordonas a persona, ovvero 0,7 dollari.

-Attenzione, i tassisti ricevono denaro per convincervi a cambiare albergo.

AL RITORNO PUO’ ESSERE CONSIGLIABILE UNA NOTTE A BIG CORN ISLAND PER GARANTIRE LE CONNESSIONI DI VOLO.

PESCA.

Il capitano Elvis, nel “Village” su Little Corn, con la sua barca accompagna alla pesca dei:  pesci vela, barracuda, tonni, ricciole, mani…fornendo di canne, mulinelli e esche. Costo: 45 dollari a persona per 2-4 pescatori per 3 ore.  tel 00505 (8) 836-6068.

Capitan Alfonso si trova al “Village” su Little Corn. Per 3 ore di pesca d’altura 45 dollari minimo 2 persone tel 00505 4342520

Little Corn Fishing Charters  50 dollari, minimo 2 persone, per 2 ore; capitano con licenza USCG licenze Capitain.  www.littlecornfishing.com

BIG CORN

Hotel paradiso, organizza uscite di pesca d’altura da 30 dollari a testa, compreso il pranzo e il pesce pescato lo cucinano in albergo.

-Capitan BABBO NATALE, leggenda di Corn Island, l’Heminguay del luogo, racconta tutte le storie dei pescatori locali; e sa tutto sui pesci. 50 dollari per 3-4 ore. Il suo nome è Eddie Downs e lo si trova al Silver Sand.

DORMIRE A LITTLE CORN ISLAND:

http://littlecornisland.net/accomodation/ da 5 dollari a notte in su.

CUBA e qualche spiaggia da paradiso terrestre.

La capitale La Habana ha un clima estivo caldissimo e soffocante, ma è molto interessante per la sua architettura e la vita vivace della gente che vi abita.

Se  volete spendere poco vi consigliamo una “casa particular”. Inoltre potete prenotare la successiva tramite quella che vi sta ospitando (magari scegliendo prima di partire le preferite, info anche sulla guida Lonely Planet).

Il nostro tour a Cuba prevede il primo spostamento a Remedios: città piccola, raccolta intorno alla piazza principale caratterizzata dalla bella cattedrale. La gente qui è molto amichevole come ai tempi degli albori del turismo.

A Remedios non si è lontani da Cayo Santa Maria.

La spiaggia Los Ensenachos, verso nord, è incontaminata, qui è facile essere assolutamente soli ! Purtroppo, se trovate il vento è forte  è difficile poter fare il bagno. Purtroppo si intravedono anche le avvisaglie di un grande progetto turistico che trasformeranno questo paradiso in un’altra Cayo Coco, ricca di alberghi internazionali.

Secondo giorno a Nuevitas, città industriale, ma buon punto di partenza per Cayo Sabinal e Playa Santa Lucia.

La Carretera del Nord è ben tenuta e il panorama dolcemente rurale. Il riso è steso sull’asfalto ad asciugare ! Tutti vogliono essere fotografati !

Durante i trasferimenti ci si può fermare nei mercatini locali e fare rifornimento di frutta a prezzi irrisori.

Quando cominciano i campi di canna da zucchero, il paesaggio diventa monotono e movimentato solo dai voli degli avvoltoi cubani: le tignose.

Playa Santa Lucia è molto rinomata e noi vi preferiamo la vicina  Playa de los Cocos.  Qui ci vengono solo i cubani e i ristoranti offrono aragoste, pesce freschissimo a buon prezzo e l’atmosfera è piena di gioia e simpatia.

Una strada sterrata di 30 km., con buche, ci ha portato a Cayo Sabinal, anche le indicazioni non sono sempre chiare.

CAYO SABINAL E’ IL PARADISO: la spiaggia è perfettamente bianca e, superate le alghe, il mare è FAVOLOSO !

Inoltre  non manca il ristorante e qualche cabanas per dormire. I fenicotteri rosa sono troppo lontani per una macchina fotografica normale, peccato.

Camanguey è raggiunta giusto il tempo per la cena; qui la gente è cordialissima e allegra. Facili i contatti umani e così si impara molto sulla vita a Cuba.

Consigliata la CASA DE OMARA con patio interno.

Il giorno dopo puntiamo a sud e vediamo la Sierra dell’ Escambray. Bel paesaggio con sosta alla Torre Iznaga per vedere il panorama sulla Valle de Los Ingenios.

Arrivati a Trinidad, lasciamo perdere ogni velleità di visitare città fuori dalle rotte turistiche; questa visita, anche se notissima, è imperdibile !

Perfettamente restaurata Trinidad è il miglior esempio di cittadina coloniale. La Plaza Mayor è indimenticabile, come le vie intorno e i loro palazzi.

Meta successiva è la Penisola di Ancòn. La spiaggia, in fondo, è bianchissima e da sogno.

Nella Sierra del Escambray si trova il Salto del Caburnì: dopo una passeggiata lungo un sentiero ben segnalato. Il bagno sotto la cascata è solo per chi ama l’acqua fredda, per noi è stato fantastico.

Puntiamo verso Playa Larga: qui si può dormire sulla spiaggia, e noi avevamo prenotato, qui niente turismo di massa, solo case cubane. La sera i pescatori ci vendono il pesce, ecco il paradiso che cercavamo…!

Continuiamo per tutta la costa di Playa Giron, a CALETA BUENA si incontra la barriera corallina, acque trasparenti e tanti pesci. Qui ci vogliono la maschera e il boccaglio.

Il giorno successivo eccoci a Ciènaga de Zapata, la più grande palude di Cuba.

Seguiamo la strada che porta alla Laguna de las Salinas per vedere i fenicotteri, ma si incontrano anche  tantissimi altri uccelli e animali: ibis neri e bianche, garze reali, il tocororo ecc..

Giorno seguente: Cayo Jutìas, a nord di Vinales, sul Golfo del Messico. Merita per la bella spiaggia e i colibrì che si i possono fotografare.

Al ritorno verso La Habana vorremmo fotografare, ci avevamo provato già 20 anni fa, le orchidee di Soroa: speciali coltivazioni famosissime, ma ancora una volta siamo nella stagione sbagliata dovremo tornare a febbraio-marzo. Bella la cascata.

DORMIRE A CUBA.

HOSTAL ELIDA, SANTA CLARA, CASA PARTICULAR, IN CENTRO CITTà 17 DOLLARI A NOTTE. Amichevoli e loquaci i gestori parlano volentieri anche inglese. Comodo punto di partenza per le spiagge a nord e sud. Caldo. hostalelida@gmail.com

ISLA DELLA JUVENTUD.

Mare da sogno e ospitalità presso le casas particulares della capitale dell’isola Nueva Gerona. Qui è facile andare fuori dai sentieri battuti dai turisti.

-Per 80 dollari da La Habana  all’isola compreso il ritorno.

Da Batabanò, il viaggio in catamarano, 2 ore, costa 50 dollari con ritorno compreso. 00537 834 4446; www.cubana.cu

Per dormire: casaparticular.com

COVER G spiaggia uccelli IMG_7453

Kenya Parco Marino di Malindi FIRMA

COVER OK Boa Vista Sta monica spiaggia mare1

2 commenti su “NATURA INCONTAMINATA, ISOLE DA SOGNO ? PROVIDENCIA, LE CORN ISLANDS E…”

  1. I was wondering if you ever considered changing the structure of your website?

    Its very well written; I love what youve got to say.
    But maybe you could a little more in the way of content
    so people could connect with it better. Youve got an awful lot
    of text for only having 1 or two images. Maybe you could space it out
    better?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*