Viaggiare con la fantasia è gratis – Sant’Elpidio a Mare

Lontano e vicino quanto basta

Un borgo ancora ben conservato

Un paesino non lontano dal mare dove vivere è, per qualcuno,  vicino all’ideale umano

Come in ogni piccolo borgo la gastronomia locale è una eccellente sorpresa.

Possibili anche acquisti gastronomici da portare  a casa.

SANT’ELPIDIO A MARE

I suoi gioielli:

  • Torre Gerosolimitana;
  • Chiesa di Sant’ Agostino;
  • Chiesa di Maria Santissima della Misericordia.

Distanza dal mare: 8,6 Km

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

La città è adatta a famiglie con bambini e persone disabili perché è pedonabile

Sant’Elpidio al Mare; provincia di Fermo.

Sant’ Elpidio a Mare, forse, fu fondata dagli abitanti di un’ antica città  che  oggi potrebbe coincide con Civitanova Marche.

FOLCLORE LOCALE –

Ogni 2a settiman adi agosto – LContesa del secchio; si tratta di una festa di impronta medievale con rievocazioni storiche e abiti d’epoca che appassiona i locali : E’ il più antico festeggiamento autentico delle Marche.

I SUOI MONUMENTI

  • Abbazia imperiale di Santa Croce al Chienti, abbazia benedettina fondata su di un edificio religioso.
  • Parrocchia di Sant’Elpidio Abate del XIII sec.
  • Santuario Madonna degli Angeli con il convento attiguo costruito nel XIII sec.
  • Basilica Lateranense di Maria Santissima della Misericordia iniziata nel 1575, all’esterno un importante portale ligneo.
  • Chiesa del Santissimo Sacramento costruita nel XIII secolo dai Cavalieri dell’Ordine dell’Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme, poi quasi completamente ricostruita. Originale solo  il portale di entrata
  • Torre gerosolimitana; nel punto più alto della città è alta circa 28 metri con forma quadrata e spesse mura perimetrali
  • Cinta muraria medievale si conserva per tre chilometri
  • Via dei Torrioni offre una bella vista dei comuni limitrofi e dei monti Sibillini
  • Porta CanalePorta Marina e Porta Romana; sono le porte rimaste dell’antica cinta muraria
  • Palazzo comunale eretto nel XIV secolo; ospita l’archivio storico
  • Teatro Luigi Cicconi della costruzione originaria del 1870 conserva solo la facciata in stile neoclassico
  • Fontana della Pupa; realizzata per festeggiare l’installazione della rete idrica della città
  • Marchesato di Santa Caterina
  •  Villa Maggiori Colonna
  • Villa San Lorenzo 
  • Villa Brancadoro.

:::::::::::::

PER CHI AMA LO SHOPPING

MARCHE TERRA DI OULET:

 

Tod’s Outlet
Via Filippo della Valle, 63811 Sant’Elpidio a Mare FM
NeroGiardini Outlet
Via dell’Artigianato, 6, 63815 Monte San Pietrangeli FM

Il Castagno Brand Village

Unionmoda
Via delle Industrie, sn, 61040 Sant’Ippolito PU
Cesare Paciotti
Via Giovanni Battista Pirelli, 17a, 62012 Zona Industriale MC
Moltissimi sono i brand li trovate a Casette d’Ete, in provincia di Fermo.
Amaranti, Antica calzoleria Tomassini, Bagalier, Campanile, Champion, Cromia, Cruciani, Fessura, Hugo Boss, Il Gergo, Jeckerson, Lanciotti De Verzi, Marco Massetti, Officine creative, Palace Cafè, Passi D’Autore, Prada, Premiata, Redingò, Vella Group e Via del Corso.

:::::::::::::

STORIA:

  • Sant’Elpidio a Mare nasce dalle ceneri di Cluana, città adriatica che conbatté contro i Romani e fu annessa a Roma nel 268 a.C.
  • durante le invasioni barbariche fu saccheggiata e distrutta dall’esercito di Alarico
  • i superstiti scapaprono sulle colline vicine,dove fondarono una città col nome di Cluanella o Cluello in ricordo della città natale
  • da questi territori passarono anche i Longobardi
  • secondo la leggenda durante una furiosa battaglia contro i Longobardi  apparve in cielo il Santo Elpidio a cavallo di un  destriero, per incitare gli abitanti alla vittoria
  • una volta sconfitti i Longobardi, i locali decisero di cambiare il nome di Cluello in quello di Sant’Elpidio.

BOLLA PAPALE

La Bolla tramite la quale Papa Leone XII, il 30 Settembre 1828, eleva Sant’Elpidio al rango di città.

Sino al 1860, nello stemma comunale era raffigurata una rocca a merlatura guelfa e, sopra,  Sant’Elpidio a cavallo, che reggeva un vessillo dai colori bianco e rosso, a destra vi erano  le chiavi pontificie, a sinistra una stella a sei punte in campo azzurro, e tutto intorno il motto « Elpidii dextera, nos protegat intus et extra ».

In età medievale, vi fu una lotta bicentenaria tra Sant’Elpidio e Fermo per avere la possibilità di controllare il porto e di costruire una torre per difenderlo.

Dal 1952, Sant’Elpidio a Mare non ha più il mare, a causa del distaccamento territoriale dovuto alla nascita del Comune di Porto Sant’Elpidio.

Chi volesse conoscere a fondo i particolari della storia: 

Granatelli A. e Zampaloni S. (a cura di), Porto Sant’Elpidio. Cronistoria dell’Autonomia, ovvero “La Guerra dei Trent’anni”, Fermo, Centro Stampa Comunale, 2002. 

Nepi G., Porto Sant’Elpidio, Fermo, Stabilimento Tipografico Sociale, 1969. 

Tombolini G. e Traini A. R. (a cura di), Il Banchiere Piceno Publio Oppio Liberto di Caio, Fermo, Crispino Editore, 2000.

::::::::::::::::::::::::::

Come arrivare

In auto

  • dall’autostrada A14, uscita a Civitanova Marche, poi superstrada SS 77  direzione  Tolentino/Macerata, uscire a Montecosaro, continuare sulla strada provinciale: SP 78  seguendo la direzione per Sant’Elpidio a Mare.

In treno:

Stazione ferroviaria più vicina:  Civitanova Marche (a 10 km circa)

In bus

Autolinee Trasfer.

In aereo:

  • aeroporto di Ancona-Falconara  a 56 Km da Sant’Elpidio a Mare. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*