Weekend – Lago di Como trekking e gioiello architettonico a …

Livo-san-Giacomo-Vecchia-
Livo-San-Giacomo-Vecchia

Lago di Como trekking e gioiello architettonico a Livo
Panorami mozzafiato sul lago e breve o faticosa camminata secondo la meta che si vuole raggiungere.

Livo-montagne

Stiamo parlando della sponda nord del Lago di Como. Si parte, in auto o con un bus, da Gravedona verso la montagna; direzione Livo.

Peglio-SS.-Eusebio-e-Vittore-Ossario

La strada sale e passa dal paese di Peglio. Proprio qui merita la sosta la chiesa dei SS. Eusebio e Vittore; ben visibile dalla strada.

Il panorama dalla balconata è mozzafiato e la chiesa confina con un antico ossario con decoro ed alcune lapidi molto antiche. All’interno pitture fiamminghe; dicono della scuola del Guercino.

Livo chiesetta prima del paese

Proseguendo in salita si raggiunge l’antico abitato di Livo.

Qui sembra che il tempo si sia fermato. Le case sono ancora di sasso, come da secoli, ed alcune deliziosamente ristrutturate. Il mercoledì si può visitare anche il mercato di prodotti locali.

Si sale dopo l’abitato e si trova parcheggio.

Da non perdere la visita alla chiesa di San Giacomo Vecchia che si incontra sul cammino dopo pochi metri. Per ora, aperta solo quando è presente la restauratrice Rossella Bernasconi. I lavori sono stati promossi da una anonima donatrice comasca.

Quasi un “unicum” del Lago di Como; una simile struttura del soffitto in legno, “a capanna”, la si trova solo nella vicina Santa Maria del Tiglio a Gravedona (famosa per l’alternanza di pietra bianca grigia della facciata).

Tornando a San Giacomo Vecchia, fondata a fine 1200, ma quanto oggi visibile è del 1400) vi si ammirano affreschi del 1500. Si tratta della maggiore raccolta di immagini mariane di tutto il lago. Opere di Sebastiano da Piuro,Giovanni de Magistris e Andrea Passeri. Sulla destra, un tabernacolo rinascimentale.

Livo-San-Giacomo-Vecchia-tabernacolo-rinascimentale

Da qui, a piedi per 2,5 chilometri, la strada è in pianura e ben tenuta. Una bella passeggiata tra i boschi e i panorami che offre la natura.

Alla fine si raggiunge un antico ponte che sovrasta il fiume Livo. Rocce e acque limpidissime formano belle pozze; fresche anche in estate. Ottimo luogo per un pic-nic.

Se avete un buon allenamento da qui potete partire, sentiero tutto in salita, per raggiungere il rifugio Como a 1790 metri, con il bel lago di Darengo che arricchisce il paesaggio.

Per chi può affrontare solo un breve tratto in salita, partendo sempre dal ponte, si può raggiungere una chiesetta o un abitato sovrastante; totalmente isolato dal mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*