Weekend e vacanze MALTA Best in Travel Destination 2018

Valletta come Capitale Europea della Cultura 2018

Malta si aggiudica un posto nell’olimpo delle mete top per il prossimo anno

Malta è a soli 90 km dalla Sicilia

Cosa vedere a Malta ?

Grandissimo patrimonio culturale con oltre 7000 anni di storia.

L’inverno è mite e l’estate si prolunga anche sino a novembre; secondo le annate.

A MALTA PER CARAVAGGIO

La Cattedrale di San Giovanni, lascia  a bocca aperta per la maestosità, l’oro, il marmo, lecappelle e le tombe dedicate ai grandi Maestri, ma soprattutto per il grande capolavoro delle pittura del 600, la “Decollazione di San Giovanni Battista” realizzata da Caravaggio.

A la Valletta una visita ai Giardini Baracca per godere di un panorama suggestivo sul porto della città.

Mdina è chiamata “la città silente” per la TRANQUILLITA’, FUORI DAL MONDO,  che si può percepire passeggiandovi.

BLUE LAGOON

Blu Lagoon è una baia di mare cristallino che si incontra a Comino; piccolo isolotto facilmente raggiungibile in barca. In estate questa spiaggia è affollatissima, ma non in bassa stagione …

MNAJDRA E HAGAE QIM: si tratta di complesso di templi megalitici patrimonio dell’UNESCO, sono antichissimi

Rabat ha una storia culturale molto INTERESSANTE COME ex città romana di Melita, qui sono presenti la Roman House, una villa romana con mosaici e pitture, le Catacombe, St. Paul’s Grotto e la grotta di S. Paolo.

GOZO

Gozo, pare sia la leggendaria isola di Calypso citata nell’Odissea di Omero.

QUI TROVATE i templi antichissimi; strutture megalitiche situate sulle isole di Malta e di Gozo. Questi templi sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità.

Scoperto nel 1820 da John Otto Bayer, il Xaghra Stone Circle, chiamato anche  Brochtorff Circle, si trova  sull’isola di Gozo a 400 metri circa dai templi di Ggantjia. Si tratta di un complesso funerario sotterraneo, come dimostrano le oltre 200.000 ossa umane rinvenute duranti gli scavi. La ricchezza di resti umani, le sculture in argilla rinvenute all’interno del sito, i giganteschi massi e le raffigurazioni presenti sui muri costituiscono un’importante testimonianza del periodo preistorico.

Il complesso dei  Templi megalitici di Tarxien è il più antico e sorse nel 2200 a. C.. All’interno fu trovata una monumentale statua in pietra, raffigurante una Dea Madre: originariamente era alta 2,50 metri.

ST. JULIANS & SLIEMA: per passeggiare sul lungo mare, ma anche luoghi ideali per lo shopping, per una cena romantica o un cocktail .

Marsaxlokk: piccolo porticciolo nel sud dell’isola dove una volta a settimana prende vita il mercato del pesce; da provare è il Lampuki, un pesce locale cotto al forno.

POPEYE VILLAGE: se viaggiate con bambini è da non perdere; il vero villaggio di Braccio di Ferro.

Malta comprende anche le piccole isole di Gozo, Comino e altre piccole disabitate.

 

 

Per saperne di più

Con l’evento di lancio di Best in Travel 2018 tenutasi all’American Academy in Rome, Lonely Planet anche quest’anno ha indicato le mete ritenute da non perdere, le più discusse e desiderate dagli appassionati di viaggi.

Dopo la nomina di Valletta tra le Top 10 Cities nel 2015, Malta torna a distingursi e ad ottenere un nuovo successo nel panorama turistico internazionale ottenendo un posto nella classifica delle Best in Travel Destination 2018.

La scelta è ricaduta sull’Arcipelago certamente per la sua lunga storia millenaria, ma soprattutto per il momento di particolare fermento legato alla nomina di Valletta come Capitale Europea della Cultura 2018.

Lonely Planet nomina Malta nel prestigioso elenco invitando i visitatori a preparasi ‘a godere di festival di arte barocca, musica pop e cinema internazionale, spettacoli teatrali, ma anche uno stile di vita informale plasmato dalla vicinanza al mare e alle spiagge e da un clima che regala più di 300 giorni di sole all’anno’.

Siamo lieti che una voce così importante nel mondo del turismo come Lonely Planet abbia saputo cogliere la ricchezza del patrimonio culturale che Malta può offrire, soprattutto in un momento di grande vivacità come quello che sta accompagnando le isole in vista di Valletta 2018.

Non è solo la capitale ad essere stata capace di sfruttare questa importante fase di rinnovamento e rilancio, infatti è tutto l’Arcipelago a risplendere di luce nuova, godendo di un momento di estremo fervore, pronto come non mai ad accogliere i turisti con strutture rinnovate ed una sempre più ampia offerta turistica’ dichiara Claude Zammit Trevisan, Direttore Malta Tourism Authority Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*