Solo uomini e molestie nel lusso del Dorchester Hotel

Un incontro per soli uomini a scopo di beneficenza, invitati  politici, uomini di affari e finanzieri, ma le hotess dovevano indossare abiti succinti con biancheria nera

Lo riporta Finanacial Times  del 24.1.18, che aveva mandato due sue inviate, sotto copertura; per scoprire come sono andate effettivamente le cose.

In sei ore le hostess sono state sottoposte a: COMMENTI SPIACEVOLI, LASCIVE E RIPETUTE RICHIESTE DI UNIRSI AI COMMENSALI NELLE CAMERE DA LETTO … mentre vini e liquori venivano serviti anche alle hotess che erano state invitate a bere dalla stessa organizzazione…

Le hostess hanno riferito  che gli invitati hanno messo ripetutamente le mani sulle gonne delle hotess, una partecipante parla anche di avere dovuto vedere, senza volerlo,  una parte intima di un invitato.

CONCLUSIONE DELLE RIUNIONI:

Hostess palpeggiate e proposte esplicite, inviti nelle camere degli invitati …

L’ incontro, ad alto livello e per soli uomini, è avvenuto nel prestigioso hotel The Dorchester; scopo apparente la beneficienza per un ospedale per bambini di Londra.

Invitati: 360 personaggi notisssimi del mondo della finanza, della politica e degli affari.

Presenti anche: Boris Jhonson, segretario agli esteri britannico, il governatore della Bank of England Mark Carney, sino al comico David Walliams.

Donne presenti: solo bellisssime giovanissime hostess, per contratto in abiti succinti, tacchi alti e biancheria nera.

Molte di queste hostess sono studentesse universitarie che si guadagnano da vivere accettando questi lavori occasionali di hotess per eventi e fiere.

Moltissime donne, dopo la prima esperienza si dichiarano scioccate e che non parteciperanno mai più ad un evento simile, ma molte provengono da esperienze serie ed altre dichiarano di sapere tenere a bada la situazione. Tutte hanno bisogno di lavorare, ma non per questo accettano di sottopoprsi a tante “violenze”; che siano psicologiche o concrete, poco conta sono solo e sempre da condannare.

Finalmente se ne parla … quando un giornale italiano farà un lavoro simile a questo del Financial Time ? Non crediamo che in Italia non esista niente di simile, è più probabile che da noi ci sia solo molta più OMERTA’.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*