Storia di Amatriciana – Amatrice – Gricia

Quali le origini ?

Amatriciana – Amatrice – Gricia

L’ Amatriciana è romana ?

Falso

Perché ?

Amatrice, che ha dato il nome alla famosa pasta amatricana, era parte del Regno di Napoli.

Lo spiega bene il libro Il re di Napoli, editore Magenes, 14 euro, di Angelo Forgione che ricostruisce storicamente le origini dell’amatriciana.

Il piatto è nato come companatico dei pastori che, durante la transumanza del bestiame, portavano con loro del pane da condire con guanciale, strutto e pecorino. I medesimi ingredienti di quella deliziosa pasta che oggi chiamiamo gricia.

Le contaminazioni sono state tante sino a giungere all’aggiunta del pomodoro e della pasta; provenienti dalle regioni più meridionali del Regno di Napoli.

Ed eccoci all’amatriciana; che non era cucinata con i bucatini, ma con gli spaghetti. Lo conferma il disciplinare di produzione del Comune di Amatrice; togliendo ogni origine romana al piatto.

Anche nei cartelli stadali, Amatrice scrive: ” Città degli spaghetti all’amatriciana “.

MA ROMA C’ENTRA E COME …

Dobbiamo invece a Roma, la variante finale con il pecorino romano, che ha sostituito quello locale, così come i bucatini romani hanno sostituito gli spaghetti napoletani nella ricetta oggi riconosciuta da tutti uffcialmente come pasta all’amatriciana.

Una storia su come la verità abbia sempre tante sfaccettature.

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*