Archivi categoria: omeopatia

SALUTE CHE FUNZIONA – Non più attese per visite mediche e … costa meno del tiket – Santagostino Poliambulatorio Specialistico

Basta code e attese di mesi per avere un esame o una visita medica ... funziona benissimo e … costa meno di un tiket E’ POSSIBILE ?

— SI

Il Centro Medico Santagostino è una realtà sanitaria innovativa, che offre salute accessibile e di qualità in oltre 40 specialità.

SENZA FONDI PUBBLICI: si tratta solo di una gestione dove tutti guadagnano e accettano delle regole economiche moralmente ragionevoli (anche per il cliente).

Un’offerta di qualità in cui il prezzo è un ulteriore elemento di valore. Qualche esempio? Visite specialistiche a 60 euro!

NIENTE ATTESE COSTA MENO DEL TIKET; qui è possibile accorpare diversi esami e/o visite specialistiche, per risolvere tutto  in una sola volta.

NE HA PARLATO ANCHE IL PROGRAMMA REPORT della brava giornalista Milena Gabbianelli.

Merita più di un’occhiata il sito  dei Centri Polispecialistici Santagostino a Milano, Sesto San Giovanni, Bologna …  http://www.cmsantagostino.it

NUMEROSI SEDI A MILANO (anche Sesto san Giovanni) E BOLOGNA.

Esempio di una sede di  Milano:

Piazza Sant’Agostino, 1,
Telefono:02 8970 1702
Orari: Oggi aperto · 08–21

CENTRO PRENOTAZIONI

Telefoni:

02 89 701 701

02 89 701 702

Dal lunedì al venerdì
dalle 8.00 alle 20.00.
Sabato dalle 8.30 alle 15.30.

PRENOTA VIA SMS

366 5860316

PRENOTA VIA WHATSAPP

344 1003172

PRENOTA VIA EMAIL

prenotazioni@cmsantagostino.it

INFORMATI VIA EMAIL

informazioni@cmsantagostino.it

PLACEBO COS’E’ IL PLACEBO ? UNA VERA MEDICINA ?

Sino ai recenti studi, qui sotto riportati, i medici hanno sempre somministrato il “placebo” dicendo al paziente che si trattava di una vera medicina.

Oggi si studia il “placebo open label” : ovvero il paziente è informato che si tratta di “placebo”; ma gli si spiega anche altro.

RIMANE SEMPRE LA REGOLA CHE PER ALCUNE MALATTIE E’ INDISPENSABILE IL FARMACO GIUSTO (esempio: una bronco polmonite la si DEVE CURARE CON GLI ANTIBIOTICI E NON con acqua fresca !).

Nel 2010 un ricercatore di Haward si accorse che le pillole di placebo, ovvero una medicina che corrisponde all’ “acqua fresca”, somministrate al paziente, anche se avvertito che si trattava di una NON medicina, avevano un effetto positivo per la guarigione.

Da allora è stata avviata una sperimentazione dell’ “effetto placebo – consapevole” per quanto riguarda:
-depressione
-emicrania
-mal di schiena
-sindrome da deficit di attenzione
-iperattività
-colon irritabile

Secondo lo specialista di Haward, Ted Kaptcuk, il segreto consiste nello spiegare bene al paziente che il “placebo” è una pratica studiata e provata da moltissimo tempo: “Tutto dipende dalla fiducia che il paziente ripone nel medico”.
Se il rapporto è assolutamente positivo, i risultati potrebbero arrivare ad un miglioramento di un paziente su due.

Il vantaggio del “placebo” è che non può fare male, NON HA EFFETTI COLLATERALI; come invece accade per tutte le medicine.

Oggi la scienza ha dimostrato con assoluta certezza lo stretto rapporto tra mente e corpo; e quindi quanto la mente possa influenzare benignamente una guarigione.

L’ “effetto placebo – consapevole” lo si studia anche a Baltimora; relativamente alla spossatezza che segue il trattamento contro il cancro.

RIMANE SEMPRE LA REGOLA CHE PER ALCUNE MALATTIE E’ INDISPENSABILE IL FARMACO GIUSTO.

AUSTRALIA: OMEOPATIA E’ SOLO UN PLACEBO !

Comunque, anche la medicina ufficiale, oggi, ritiene che l’effetto placebo possa avere una qualche efficacia influenzando alcuni neurotrasmettitori e ormoni avendo quindi un impatto positivo sulla salute psicofisica dell’individuo.

Il National Health and Medical Research Council, il massimo organismo australiano per la salute, ha pubblicato in 300 pagine il suo verdetto contro l’omeopatia.

Lo studio si basa sull’analisi di ben 57 studi differenti sul medesimo argomento: l’efficacia della cura omeopatica rispetto alle cure con placebo (ovvero un non medicinale, somministrato proponendolo come cura efficace).

Non è stata trovata nessuna malattia per la quale ci fossero credibili evidenze di efficacia di un farmaco omeopatico rispetto ad un placebo.

Il confronto con il placebo è stato effettuato su  55 malattie;

-per 13  malattie (raffreddore, e infezioni del tratto respiratorio superiore, tonsillite giovanile, asma, ansia, diarrea, mal di testa ed emicrania, dolori muscolari, sindrome premestruale, verruche…) e la maggioranza degli studi dimostra, senza dubbio, che l’omeopatia non è migliore del placebo.

Anche con

-altre 14 patologie: rimuti allergiche, deficit d’attenzione, sindrome da affaticamento cronico, fibromialgia, influenza, a trite reumatoide, sinusite, disturbi del sonno, stomatite e ulcera, comunque non si sono trovate prove sicure che l’omeopatia sia più efficace del placebo; anche se il verdetto sarebbe meno netto.

Per altre 28 malattie si è verificato

una qualche tipo di possibile efficacia, ma gli esperti del comitato scientifico hanno considerato questi studi mal progettati e mal condotti; in quanto realizzati su numeri di pazienti troppo piccoli.

Va segnalato che l’americana  Terra Medica di Washington ha dovuto ritirare i suoi prodotti omeopatici in quanto vi sono state trovate tracce di antibiotici ! La notizia è del Popular Science.

Comunque bisogna tenere presente che,

-anche la medicina ufficiale, oggi, ritiene che l’effetto placebo possa avere una qualche efficacia influenzando alcuni neurotrasmettitori e ormoni avendo quindi un impatto positivo sulla salute psicofisica dell’individuo. Senza alcun effetto collaterale !

-Quindi non siamo ad una totale bocciatura, ma

-quando la malattia è seria e grave è meglio rivolgersi subito alla medicina tradizionale.