Una bella mostra in una bella città – Weekend di cultura – Biella Selvatica 17

Quest’aquila sembra che stia volando verso di voi.

Non è l’uccello australiano Kiwi, ma una stranissima protuberanza di una mangrovia !

 

Una rana al centro di un colletto di “camicia” con “papillon” …

SE AMATE L’ARTE,  LA FOTOGRAFIA E LA NATURA

NON POTETE PERDERE

la sesta edizione di Selvatica. Arte e Natura in festival

Ogni anno sempre più interessante

da sabato 6 maggio a domenica 2 luglio 2017
IMERDIBILE anche per gli interessanti esempi di architettura in città e i magnifici dintorni ricchi di spunti come la collina di rododendri e molto altro …

:::::::::::

Per leggere e vedere le foto su Biella e dintorni vedi al link: http://www.donnecultura.eu/?p=6319

 
La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella presenta,
da sabato 6 maggio a domenica 2 luglio 2017,
la sesta edizione di Selvatica. Arte e Natura in festival, la manifestazione che unisce Natura e Cultura per raccontare la bellezza del pianeta tramite le arti visive.
Il festival, giunto alla sua sesta edizione, torna ad affrontare il tema, più che mai attuale, della responsabilità umana verso la salvaguardia del patrimonio naturalistico e ambientale e lo fa creando un dialogo con le arti visive contemporanee che diventano un filtro con cui osservare il mondo.
Attraverso un insieme di proposte che coniugano mostre di pittura, fotografia, scultura e laboratori didattici rivolti ai più giovani, la manifestazione riunisce secondo un’unica coerente progettualità artisti, intellettuali, creativi e ricercatori provenienti da differenti ambiti del sapere, tutti accomunati dall’aver fatto del mondo naturale il centro della loro poetica o del loro lavoro.
Stefano Bombardieri – Gaia e la balena ferro e bronzo mt.20 totali  balena 13 mt
Selvatica. Arte e Natura in Festival
– a cura di Alessandra Redaelli per la parte artistica e di Fabrizio Lavaper la parte fotografica – animerà la città di Biella e il territorio biellese. Il cuore pulsante dell’iniziativa si focalizzerà intorno alle sedi di Palazzo Gromo Losa, Palazzo Ferrero e il Museo del Territorio Biellese e coinvolgerà anche l’ Oasi Zegna dove sarà possibile vivere un’esperienza naturalistica outdoor.
 
Palazzo Gromo Losa, con i suoi giardini all’italiana, sarà uno dei luoghi cardine del festival e farà da scenario a tre delle mostre più significative della manifestazione.
Le sale del Palazzo ospiteranno le opere di Marzio Tamer (nato a Schio nel 1964), pittore molto amato in Italia e all’estero che con i suoi ritratti di animali, a figura intera o in primissimi piani fotografici, riesce a trascendere il concetto di verosimiglianza andando verso un mondo ulteriore che ha il sapore della metafisica.
Nella sezione fotografica di quest’anno saranno esposte 90 immagini delle più di 20.000 arrivate per il Glanzlichter, uno dei concorsi di fotografia naturalistica più importanti d’Europa, patrocinato dal Ministero Federale dell’Ambiente tedesco, che torna a Biella per la terza volta.

© Gabi Marklein | Relazione
——
I sontuosi roseti nel giardino all’italiana di Palazzo Gromo Losa faranno invece da cornice alla possente scultura di Stefano Bombardieri,Gaia e la Balena , un’installazione imponente di 20 metri di lunghezza. Opera ambivalente che regala al pubblico diverse letture: la bambina che trascina la balena rappresenta infatti la forza dei sogni e della fantasia che appartengono al bambino, ma in una chiave diversa la balena diventa simbolo dell’enorme peso delle difficoltà che i bambini devono sopportare nel corso della loro giovane vita.
Passaggio Elefanti è un’altra opera che Bombardieri porta a Selvatica, meno imponente ma dal messaggio altrettanto forte; i due elefanti qui riprodotti compaiono da una quinta invisibile per scomparire subito dopo, sul corpo dei due pachidermi appare un display che riporta il numero di elefanti rimasti in vita sul pianeta.
Palazzo Ferrero ospiterà le ampie e sciolte pennellate dell’artista Mark Adlington (nato in Inghilterra nel 1965), che con le sue tele porterà a Selvatica il particolarissimo cavallo di Przewalski, sottospecie selvaggia quasi estinta negli anni Sessanta, poi salvata con una intelligente strategia di ripopolamento.
Sempre all’interno di Palazzo Ferrero una seconda esposizione presenta la mostra I colori del Bianco a cura di Marcello Libra, un viaggio fotografico verso i gelidi e remoti luoghi del nord, dove il protagonista assoluto è il bianco, “non colore” per eccellenza, che allo stesso tempo racchiude ed esprime tutti i colori dello spettro.
©Yuan Minghui | Colletto e Papillon
Al Museo del Territorio Biellese sarà esposta una selezione dei lavori realizzati per la prima edizione del Concorso Nazionale di Pittura Be Natural/Be Wild, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, indirizzato ad artisti tra i 18 e i 35 anni invitati a raccontare la loro idea di natura, oltre agli scatti del concorso fotografico “NORD OVEST NATURAE Photo Contest”, un progetto che permette di gettare uno sguardo sulla natura e sui variegati ambienti del nord-ovest d’Italia.  
Le sette mostre principali dislocate tra Palazzo Gromo Losa, Palazzo Ferrero e Museo del Territorio Biellese, saranno accompagnate da diverse esposizioni collaterali che coinvolgeranno alcuni tra i più suggestivi luoghi del Biellese oltre a diversi spazi istituzionali e gallerie d’arte.
Tra queste spicca sempre al Piazzo la mostra di Palazzo La Marmora, dove trova spazio, nella splendida sala del Galliari, una personale di Giuseppe Bartolozzi e Clara Tesi, scultori pistoiesi che usano il marmo bianco di Carrara come loro cifra artistica. Uova a tuttotondo e chiocciole, dalle evocazioni primordiali, popolano le loro opere. ” …come nella musica, i due scultori, hanno trovato l’armonia nella realizzazione dell’opera a quattro mani… (Vittorio Sgarbi).
Altrettanto suggestiva è la personale di Stefano Zagaglia nello Spazio Cultura della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. Viaggiatore appassionato e grande amante della natura, nei suoi dipinti Zagaglia riesce a restituire tutta la suggestiva bellezza e la dignità degli animali che ritrae.

INFORMAZIONI

Selvatica. Arte e Natura in Festival è realizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella in collaborazione con E20 Progetti, che cura l’allestimento e il catalogo.
Selvatica. Arte e  Natura in Festival – 6° Edizione
6 maggio – 2 luglio 2017  
Biella e Provincia
 
Biglietto principale presso la biglietteria di Palazzo Groma Losa, da euro 5,00 (ridotto 4.00).
Il biglietto dà diritto alla riduzione sulle mostre collaterali laddove a pagamento.
 
PALAZZO GROMO LOSA E PALAZZO FERRERO
Biglietto ridotto:
Soci Touring Club, Soci FAI, Soci WWF, Soci Legambiente, Soci Plein Air, Tessera Abbonamento Musei Torino e Piemonte, gruppi di almeno 12 persone, Amici di Castelli Aperti, Associazione Nazionali Alpini, possessori biglietto Giardino Botanico di Oropa (esibendo il biglietto di Selvatica presso il Giardino Botanico di Oropa verrà applicato uno sconto sull’ingresso).
Biglietto gratuito:
Under 25, studenti universitari con tesserino, disabili + 1 accompagnatore, insegnanti se accompagnano una classe, giornalisti con patentino, guide turistiche con patentino.
Possibilità di visite guidate su prenotazione.
 
Scuole: visite didattiche gratuite (info e prenotazioni: 015 0991868)
 
Catalogo
Costo: 20 €
Sconto 50% se acquistato insieme al biglietto di Palazzo Gromo Losa
Fondazione Cassa di Risparmio di Biella 
©Stefano Zagaglia | Big arms of Ruaha – oil on canvas – 60×60
Fondazione CR Biella
 
@Fondazione CR Biella
 
IN COLLABORAZIONE CON
WWF Oasi e Aree Protette Piemontesi – Legambiente Circolo Biellese “Tavo Burat” – Palazzo La Marmora – Fotoclub Biella – Fotogruppo Riflessi – Città di Candelo – Casa Zegna – Oasi Zegna – Rivista Oasis – ACLI Biella – Centro Educazione Ambientale “Andirivieni” di Legambiente – Associazione della Trappa onlus – Biblioteca Civica di Biella – Salamon & C. Arte contemporanea – Galleria Zaion – Galleria Punto sull’Arte – Galleria Moitre – BiBox Art Space – Centro Documentazione Aree Protette del Comune di Sondrio – Progetto Biellese in Transizione – Fondazione Clelio Angelino – Bi Young – Biella Jazz Club – Città Studi – ATL Biella – Eco Museo Valle Elvo e Serra – UPBEduca Università Popolare Biellese – Ente di gestione delle aree protette del Ticino e del lago Maggiore – Fondazione Funivie Oropa.
 
 
Le mostre principali
 
PALAZZO GROMO LOSA
 
Marzio Tamer
Natura Metafisica
Dal 6 maggio al 2 luglio 2017.
Padrone di una tecnica pittorica straordinaria per precisione ed esattezza fotografica, Tamer si rivela un artista unico e prezioso per la capacità di andare oltre il dato reale. I suoi animali si fanno icone agli occhi dello spettatore, non solo per la forte carica emotiva, ma anche per l’ambientazione nella quale l’artista li colloca, sottraendoli dal dato reale e lasciandoli sospesi in una dimensione indecifrabile.
Glanzlichter
90 fotografie da tutto il mondo che ritraggono la natura.
Dal 6 maggio al 2 luglio 2017.
Il più grande concorso di fotografia naturalistica della Germania e uno dei più importanti d’Europa, a cui ogni anno partecipano migliaia di fotografi, è un viaggio in tutto il mondo, con una selezione unica di magnifiche immagini, dal paesaggio agli animali in natura. Il vincitore dell’edizione 2016 è il fotografo naturalista Thomas Kolenbrander con uno scatto straordinario del cielo dell’Islanda occidentale. Saranno esposte un centinaio di immagini delle 20.000 inviate per il concorso fotografico che è sotto il patrocinio del Ministero Federale Tedesco dell’Ambiente.
 
Stefano Bombardieri
Gaia e la Balena.
Dal 6 maggio al 2 luglio 2017. 
I favolosi giardini all’italiana di Palazzo Gromo Losa faranno da cornice alle possenti sculture di Stefano Bombardieri che porta a Biella Gaia e la Balena, la celebre scultura in cui un’esile bambina trascina un immenso cetaceo di 13 metri, metafora dell’enorme peso delle difficoltà che i bambini devono sopportare durante la loro giovane età, ma altresì allusione alla forza dei sogni e della fantasia che appartengono all’infanzia. In Passaggio Elefanti su due pachidermi che appaiono solo a metà campeggia invece un display con il numero di elefanti rimasti in vita, tragico messaggio legato al rischio di estinzione di molte specie sul pianeta.
 
Palazzo Gromo Losa
Corso del Piazzo, 24 Biella
www.fondazionecrbiella.it
 
Orari
Venerdì: 15.00-19.00
Sabato: 15.00-19.00
Domenica 10.00-13.00 e 15.00-19.00 | Venerdì 2 giugno 10.00-13.00 e 15.00-19.00
 
PALAZZO FERRERO
Mark Adlington
Incontri selvaggi. Il cavallo Przewalski.
Dal 6 maggio al 2 luglio 2017.
Con il suo approccio leggero e il suo sguardo amorevole, l’artista britannico porta a Selvatica un progetto profondamente legato allo spirito del festival. Protagonista della serie di tele e carte in mostra è infatti il particolarissimo cavallo di Przewalski. Caratterizzato da un corpo massiccio e muscoloso, era quasi estinto cinquant’anni fa ed è stato salvato grazie a una precisa strategia di ripopolamento. Riconosciuto come l’effettivo protagonista delle pitture rupestri, questa sottospecie di cavallo è portata a Selvatica dalla pennellata ampia e sciolta di Adlington.
I colori del Bianco
Marcello Libra
Dal 6 maggio al 2 luglio 2017.
Un modo del tutto unico di immortalare luoghi incredibilmente remoti, spazi vastissimi e gelidi, uno sguardo inedito alla selvaggia Antartide. Le fotografie di Marcello Libra suscitano meraviglia perché rivelano i colori che nel bianco si celano e che dal bianco emergono più nitidi e intensi che mai. Le fotografie de I colori del bianco sono qualcosa di più di semplici immagini: sono, a tutti gli effetti, veri e propri sguardi che ci regalano gli squarci di realtà che solo un occhio pieno di passione poteva cogliere e solo la mano di un fotografo esperto poteva restituire.
 
Palazzo Ferrero – Miscele culturali
Corso Piazzo, 25 Biella
www.palazzoferrero.it
335 5945235 | info@palazzoferrero.it
 
Orari
Venerdì: 15.00-19.00
Sabato: 15.00-19.00
Domenica 10.00-13.00 e 15.00-19.00 | Venerdì 2 giugno 10.00-13.00 e 15.00-19.00
MUSEO DEL TERRITORIO BIELLESE
Be Natural/Be Wild.
Concorso Nazionale di Pittura dedicato alla natura – Prima edizione. 
Dal 6 maggio al 2 luglio 2017.
La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella ha lanciato un concorso artistico per dare spazio all’arte che racconta la Natura, nell’ambito dell’edizione 2017 di Selvatica. Con il concorso Be Natural/Be Wild, la Fondazione si è rivolta a giovani pittori e disegnatori, italiani e stranieri, residenti in Italia, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, desiderosi di dar voce al mondo naturale che li circonda.
Dei quasi 200 progetti arrivati a Biella ne è stata selezionata una ventina da una giuria di critici, giornalisti e galleristi, i progetti spaziano dalla più classica declinazione del paesaggio montano alla resa del cielo in monocromie appena mosse dal gioco delle sfumature.
Nord Ovest Naturae Photo Contest
Dal 6 maggio al 2 luglio 2017.
Al Museo del Territorio saranno esposte le fotografie del concorso fotografico nazionale “NORD OVEST NATURAE Photo Contest”, un’opportunità per conoscere e valorizzare la natura e i variegati ambienti che caratterizzano il Nord-Ovest d’Italia.
 
Museo del Territorio Biellese
Via Quintino Sella 54b, Biella
www.museodelterritorio.biella.it
Tel. 015 2529345 | museo@comune.biella.it
 
Orari:
Da mercoledì a venerdì: 10.00-12.30 e 15.00-18.30
Sabato e domenica: 15.00-18.30 | Venerdì 2 giugno 15.00-18.30
Spazio Cultura
The call of the wild.
Stefano Zagaglia
Lo Spazio Cultura di via Garibaldi si trasformerà in un colorato bestiario grazie ai ritratti di Stefano Zagaglia. Viaggiatore appassionato e grande amante della natura, nei suoi dipinti Zagaglia riesce a restituire tutta la suggestiva bellezza e la dignità degli animali che ritrae. La sua pittura è ricerca tecnica portata ad altissimi livelli e allo stesso tempo un’analisi introspettiva, curiosa di scoprire il profondo rapporto che unisce l’uomo alla natura.
Spazio Cultura – Fondazione Cassa di Risparmio di Biella
Via Giuseppe Garibaldi 14, Biella
www.fondazionecrbiella.it
Tel. 015 0991868 | spazio.cultura@fondazionecrbiella.it
 
Orari:
Da lunedì a venerdì: 10.30-12.30 e 16.00-17.30
Sabato e domenica: 16.00-19.00 | Venerdì 2 giugno 16.00-19.00
Fondazione Cassa di Risparmio di Biella
La Fondazione Cassa di Risparmio di Biella rappresenta la continuazione ideale della Cassa di Risparmio di Biella, nata nel 1856 su iniziativa del Vescovo Mons. Giovanni Losana. Nel 1992 è stata scorporata l’attività creditizia, conferita alla società bancaria Cassa di Risparmio di Biella S.p.A. – successivamente confluita in Biverbanca S.p.A. – mentre la Fondazione ha iniziato a svolgere appieno la propria attività secondo gli scopi statutari.
Il patrimonio della Fondazione è frutto di decenni di relazioni economiche con la comunità locale – tramite la Cassa di Risparmio di Biella – e da qui deriva la sua vocazione pubblica dell’Ente. La Fondazione svolge un ruolo di supporto attivo di tutte quelle iniziative volte a favorire la crescita culturale, economica e sociale della Provincia di Biella e a salvaguardarne il patrimonio artistico, storico e ambientale.
Mission della Fondazione è quella di promuovere e sostenere le iniziative artistiche con lo scopo di valorizzare il territorio biellese e le sue eccellenze facendo rete e catalizzando interessi e risorse atte a salvaguardare l’immenso patrimonio artistico e ambientale del territorio.
E20Progetti
Dal 1992 E20PROGETTI è specializzata nelle strategie di promozione, nella realizzazione di materiali e nell’ideazione di eventi, mostre e libri per enti pubblici e aziende private. Un’attività che da sempre svolge dedicando grande attenzione al territorio piemontese nel suo insieme produttivo e culturale.
Esperta nel fornire una consulenza personalizzata e completa grazie ad uno staff di professionisti costantemente aggiornati sulle nuove tecnologie e sulle strategie di lavoro, E20PROGETTI garantisce un’assistenza a 360° nella promozione del territorio o dell’immagine aziendale attraverso project management, organizzazione di eventi, grafica, ufficio stampa, allestimenti, web e fundraising.

Non solo agenzia di comunicazione ma anche casa editrice qualificata nella pubblicazione di libri, riviste e altri materiali editoriali legati al territorio ed agli aspetti storico-culturali, oltre che naturalistici, che lo contraddistinguono. L’agenzia fa della progettazione il suo punto di forza fondendo creatività e metodo insieme all’esperienza e all’entusiasmo di chi ama il proprio mes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette + = 14


*