MARE A BALI: LUSSO O LOW COST, QUI TROVATE QUELLO CHE CERCATE.

Qui trovate informazioni low cost e gran lusso su Sanur, dove noi ci troviamo, ma anche di altre località famose e non.

SIAMO A BALI DA 4 MESI.

Più sotto informazioni sulla storia e la cultura di Bali.

Bali 350 arte scn soffitto esotico

Bali alba cx ok varie mare panorama

Bali 672 arte jn oro esotico

Bali 00 danze okok 2x

Bali Danze 1

Bali Bedugul Lago Bratan sx

Bali 672 street food dolci cibo

Bali Ubud Museo P.Lukisan maschera ok n

bali 450 ok proc volti bimbi

Bali lago Batur paesaggio magico Bali Bulgari tramonto viola 38s

Siamo tornati a Bali e ci siamo rimasti per tutto l’inverno italiano.

MOLTE FOTO E INFORMAZIONI SU BALI A QUESTI LINK:

https://www.donnecultura.eu/?p=9889

https://www.donnecultura.eu/?p=10389

https://www.donnecultura.eu/?p=9746

PIU’ SOTTO  INDIRIZZI PER L’ESTREMO NORD OVEST, SANUR E UBUD

SANUR MIGLIOR RAPPORTO QUALITA’ PREZZO TRA GLI ALBERGHI DIRETTAMENTE SULLA SPIAGGIA:

Hotel GAZEBO a Sanur: niente lusso, ma molto balinese-style, accogliente, piace ai viaggiatori per il suo buon rapporto qualità prezzo; si fa colazione praticamente con i piedi nella sabbia e, se vi alzate per tempo, ammirerete una delle più fantastiche albe della vostra vita.

18.000.000 di rupie per 1 mese in bassa stagione ( 1.300 euro circa), per tre notti 1.950.000 , circa 45 euro a notte, con colazione.

Piscina, spiaggia attrezzata, wifi, camere nel caratteristico stile balinese.

BUMI AYU BUNGALOW, sulla spiaggia, 5.500.000 rupie per 1 mese (350 euro circa) per una persona con colazione, per la superdelux 1.100.000 al mese, grande piscina, info@bumoayubungalows

PER CHI GUARDA AL BUDGET; oltre il By-pass (la grande strada che collega tra loro le grandi città), quindi lontani dal mare più di  1 chilometro . Qui i prezzi sono più bassi, alcuni amano vivere qui perché dicono che solo qui si vive da balinesi; dipende dai vostri gusti e abitudini. THE BEATLES, Jalan Sekuta n°12, Sanur, www.balipvbgroup.com  frank@balipvbgroup.com chiedono 1.000.000 di rupie (meno di 700 euro), certamente trattando si può arrivare almeno a 6/7.000.000, per 1 mese: piscina, camera con balcone, salottino con cucina, TV senza aria condizionata, camera con aria condizionata, bagno.

Ultimissime scoperte

SOLO PER GOLOSI E CURIOSI E PERSONE CHE SANNO ADATTARSI.
Dove mangiare il piatto balinese per eccellenza? Da veri balinesi?
Si tratta di un modo speciale di cucinare il maialino, piccante, ma non troppo; a meno che non aggiungiate la salsa. Il locale è molto spartano, ma il cibo buono e servito dalle 5 del mattino sino a sera; da provare se siete curiosi-golosi. Non è un piatto leggero. Scomodo da raggiungere lo trovate sulla strada che porta al lago Bratan
Baby Guling WARUNG MAKAN MEN JANJI, Br. Luwus, Ds. Luwus, Baturiti cellulare . locale 081.337 366 725

LA MIGLIORE MASSAGGIATRICE CHE ABBIAMO TROVATO A BALI, SANUR
NEGIE, ottimi massaggi 100.000 rupie, 7 euro per 60′; brava a tagliare i capelli e trucco, discreta manicure e pedicure: Jegeg Salon JL. Danau Buyan N° 73 tel cell 085 231 192 735 negiampaliro@gmail.com

BUONA CUCINA, BUONI PREZZI DI FRONTE ALL’ENTRATA DELL’HOTEL MERCURE a Sanur.
Flames, breakfast tutto il giorno, bevande calde e fredde cucina locale e altro.

SE CERCATE QUALCOSA DI SPECIALE, FUORI DAL MONDO E DALLE SPIAGGE INQUINATE E MOLTO FREQUENTATE: http://amerthabalivillas.com, al nord ovest di Bali; bella spiaggia per fare snorkeling da riva; qui c’è un piano internazionale per la ricreazione dell’ambiente della barriera corallina.

Dormire a Sanur: ULTIMI INDIRIZZI

BUMIAYU BUNGALOWS grande bella piscina, a 10 minuti dal mare e in centro Sanur, ma non sulla strada trafficata (vicino alla Home stay Rita) JalanBumi Ayu, Sanur tel 0062 361 289101- 286051; bumi_ayu@hotmail.com, info@bumiayyubungalows.com www.bumiayubungalows.com
Sempre compresa colazione, superior 700.000 rupie al giorno (circa 45 euro), superdelux 1.100.000 al giorno circa 70 euro; per una persona al mese meno di 5.500.000 rupie; 450 euro circa (anche per le stanze superdelux, che sono singole e vicino piscina).

SE AVETE PROBLEMI CON VOSTRO COMPUTER A BALI: PC DOCTORS David Moss: specialist@pcdoctorbali.com www.pcdoctorbali.com ; cellulare 081 337 060 203Jl. Danau Tamblinghan N° 134/156 Sanur www.honoka.us

TAXI Sanur, dipendente di una società immobiliare: Mr. Ida cell. 087 86 11 75 921, molto affidabile.

UBUD 

UBUD GALLERIA D’ARTE IMPORTA DALLE ISOLE VICINE: Jalan Dewi Sita
EWA www.ewaoceanicgallery.com, info@ewaoceanicgallery.com+62 812 36 / 835261

UBUD DORMIRE:

DINTORNI, serve un mezzo di trasporto, o 40 minuti bici.
Ambienti rilassanti belle piscine, in mezzo al verde.
GITA MAHA: molto elegante l’arredo, modernissimo, con balcone, bagno e doccia, tutto nuovo, bella piscina: buon prezzo per un mese intorno ai 5/6.000,000 di rupie, trattabile, aria cond., wifi, TV satellite lavandino per cucina e frigo; no fornello. wi_mangata@yahoo.com tel 081 2380 5466 ; 085 739 208 47 cellulari

ECCO COSA ABBIAMO RECENTEMENTE SCOPERTO A SANUR, DOPO UN SOGGIORNO CHE DURA ORMAI DA  4 MESI:

Bali Kopi Kiosk 2a

Bali bar Kopi Kiosk

PARTE INTERNA  (con aria condizionata e wifi) E GIARDINO SEGRETO DEL BAR KOPI KIOSK AL CENTRO DI SANUR

RITROVO CLASSICO PER IL CAFFE’ DI TUTTI I VERI

VIAGGIATORI E RESIDENTI

Sanur. Il miglior caffè con il miglior rapporto qualità/prezzo/simpatia:

KOPI KIOSK;  uscendo dal supermercato Hardys di Sanur; a destra a meno di 30 metri. Esterno per le chiacchiere tra viaggiatori e residenti, interno, con aria condizionata per il relax e saletta con piccolo giardino privato. Deliziosa, bella bigiotteria e abiti di design nella boutique confinante RED CAMELIA; di proprietà dell’artista giapponese, moglie del proprietario del bar; un’artista di livello internazionale www.honoka.us

MOBILI PER ARREDARE LA VOSTRA CASA, MOBILI ANNI ’50 o  SU DISEGNO:

ANIEK FURNITURE, bali_lamp@yahoo.com  Jl. Tangkuban, Perahu Padang Sumbu KUTA, Bali; TUTTA LA ZONA INTORNO OFFRE MILLE POSSIBILITA’ DI TROVARE L’ARREDO CHE CERCATE.

DOVE DORMIRE SE SI CERCA ATMOSFERA BALINESE, SENZA CHIEDERE UN ALBERGO.

DENNI’S Guest House, Jl. Pungutan N° 11, Sanur; tel 081 797 71862, 081 337 986 341, guesthoused@yahoo.com ; piscina, piccolo giardino, atmosfera familiare, ottima collocazione vicino mare ristoranti bar e mercato frutta e verdura. Camere 2 piani spaziose con salotto cucina, aria cond, ben funzionante,  prezzi ragionevoli da concordare secondo periodo. Wifi in camera.  1 mese: da 9.000.000 a 8.000.000 di rupie circa 550 euro. Camera per 1 persona con cucina, AC, per 1 anno 70.000.000 di rupie, c.a. 4.900 euro.

YULIA HOMESTAY, Jl.Danau Tamblingan 38, vicino Glass House, Sanur; comodo per tutti i servizi e spiaggia, autentica atmosfera balinese, bel giardino, piscina, il proprietario ha una serie di uccelli in gabbia che cantano sempre. Bellissima la camera al piano rialzato con vista sui tetti e colori del tramonto con balcone: tel (0361)  288089; mail: ki-billy@indo.net.id ; 350.000 rupie al giorno, c.a. 24 euro, con colazione; molte le camere anche senza aria condizionata solo ventilatore, senza TV e acqua calda a prezzi più bassi: da 170.000 rupie al giorno, c.a. 13 euro. Per contratto annuale contattare.

SE VOLETE AFFITTARE O ACQUISTARE CASA A BALI:

Per un affitto a lungo termine. Ricordate che quando dovrete rinnovare il contratto, in una casa che vorreste abitare per lungo tempo, il prezzo potrebbe raddoppiare.

Il terreno non può essere acquistato se non da un balinese.

Voi potrete essere padroni della casa, ma non del terreno; con tutte le conseguenze del caso.

Il terreno può essere acquistato da un balinese di vostra fiducia, o affittato per 25-30 anni,  poi gli immobiliaristi dicono che il rinnovo è garantito a prezzo di mercato. Molti sostengono che questa formula potrebbe non funzionare e vi potreste trovare con una richiesta di affitto, per il terreno, spropositata.

La soluzione che alcuni propongono è di acquistare il terreno a nome di più di un balinese di assoluta vostra fiducia. In questo caso, avendo coinvolto più persone,  avreste una sicurezza maggiore. A Bali la buona reputazione è un elemento molto  importante, tra le persone per bene. Sarebbe molto difficile per i vari firmatari, o anche per uno solo,  perdere la faccia davanti ad altri balinesi.

MANGIARE CARNE A SANUR:

THE FIRE STATION: ottimo anche per un aperitivo con vino australiano o locale; buona scelta di deliziose carni importate dall’Australia, ottime le prime ribes (costine di maiale all’americana con speciale lunga preparazione); bravo chef.

Jl.Danau Poso 108, Sanur vicino alla piazza con al centro la statua, quando la strada principale forma una forte curva.
+62 361 285675.

PER VEGETARIANI O CHI VUOLE MANGIARE TANTA VERDURA E POCA CARNE:

Alto posto per mangiare sano la sera: ANNAPURNA Jln. Tandakan n 7 ; Sanur; vicino al mercato mattutino della frutta e verdura.

DORMIRE A SANUR.

A due passi dal mare, in una semplice, ma modernissima  struttura-design  con tutti i confort:

SEMARANDANA, Jl. Danau Tamblingan n.60; www.semarandana.com ; se soggiornate un mese in bassa stagione potete spendere intorno ai 600 euro, 75 MILIONI DI RUPIE (5.350 euro c.a.) senza colazione, PER 1 anno: aria condizionata ben funzionante (di solito negli alloggi a basso costo   l’aria condizionata è fissata ad una temperatura molto alta e i termostati vengono bloccati; nostra esperienza); wifi  funzionante (abbiamo avuto esperienze disastrose in altri alloggi); arredo perfetto di design modernissimo, grande Tv schermo piatto. DECISAMENTE IL MEGLIO CHE ABBIAMO TROVATO COME RAPPORTO QUALITA’ PREZZO.

—–

NON CI SIAMO TROVATI BENE DA:  PANDOK GAYA; studio Apartaments, Sanur: dicono una cifra, poi il costo finale con l’elettricità è sorprendentemente alto, qui abbiamo avuto una brutta esperienza.

UN ALBERGO IN VERO STILE BALINESE, GESTITO DALLA FAMIGLIA PROPRIETARIA:

atmosfera e qualità e di viaggiatori internazionali; senza pagare un 5 stelle, ARI PUTRI HOTEL, Cemara Street, non lontano dall’Hotel Mercure, Banjar Semawang, Sanur. www.ariputrihotel.com mashap@dps.centrin.net.com. Bel giardino 2 piscine.  Camere da 40 dollari americani a 34, in bassa stagione, incluse tasse e colazione. Scrivere per prezzi per lunga permanenza.

—–

MEDICO A SANUR:

Dr.ARI SUDHEWA, consultazioni 24 ore, visite anche in hotel o in casa, incluso negli elenchi assicurativi internazionali, parlante inglese e tedesco. CLINICA: 24 ore, Jl. Tukad Yeh Aya N.173 C RENON , Denpasar; tel. (0361) 225230 , Cell. 0812 395 4567

—–

SANUR IN SPIAGGIA :

 

RAKA 672 chef La Taverna sanur BaliChef RAKA

Per circa 13 euro, entriamo nell’albergo La Taverna per 1 giorno, compresi: ottimo squisito pranzo per una persona, ombrellone, sdraio, piscina, spugna e doccia…mica male, lo chef è gentile e sa fare anche un’ eccellente carbonara, ma anche veri piatti tipici locali, parlategli e avrete il meglio.

LA TAVERNA è uno dei pochissimi alberghi, di tutta Bali, che ha mantenuto le grandi piante originali nel giardino e che che quindi gode di una frescura ineguagliabile, anche negli afosi pomeriggi di aprile.

Solo al ristorante de La Taverna abbiamo trovato sempre ingredienti freschissimi e di ottima qualità.

Purtroppo in altri ristoranti anche di superiore categoria, non abbiamo riscontrato la medesima qualità e, soprattutto il miglior rapporto qualità/prezzo.

Ottimi il GRILL SNAPPER WTH SAMBAL MATAH (pesce alla griglia con una salsa indimenticabile, riso e verdure) e il dolce di riso locale con frutta.

Lo chef si chiama: RAKA, ed è un giovane con già una buona esperienza.

——

MANGIARE A SANUR : ALTA QUALITA’ E GUSTI SORPRENDENTI; IN UN AMBIENTE MOLTO ACCOGLIENTE.
Manik Organic
Jl. Danau Tamblingan No.85 | Sanur, Sanur, Denpasar, Bali 80228, Indonesia tel. +62 361 8553380; burritos in foglia di banano e pollo tandoori con patatine molto buoni, ottimo il curry marocchino e il pesce cotti in foglie di Bananasplit.; le porzioni sono contenute. Il costo è superiore rispetto ai warung locali, ma ben ricompensato dalla qualità del cibo e gentilezza del personale.
Non solo per i fanatici del bio; ambiente simpatico e rilassato.
Piccolo shop di prodotti eco friendly e biologici.
Qui anche scuola di cucina, poi si mangia quanto preparato; ambiente simpatico e divertente.
Si organizzano anche intrattenimenti serali, yoga o tai chi e la massaggiatrice è eccellente.
Speciali i martedì sera, prenotare.

——

SANUR ECONOMICISSIMA, MA CON TANTO SPIRITO DI ADATTAMENTO:

 Se volte spendere pochissimo a Sanur, MA DOVETE ACCONTENTARVI ..MOLTO, 220.000-250.000 rupie (circa 130 euro) al mese, se vi accontentate di un semplice ed  datato alloggio, non lontano dalla spiaggia CON ARIA CONDIZIONATA e hi-fi : BALI SENIA HOTEL, forse la parola hotel è un poco azzardata, sarebbe meglio pensioncina economica. Jl. Danau Poso 23, Blanjoung, Sanur. bsenia@indosat.net.id  Ci vive anche una simpatica signora australiana che ha eletto Bali come sua partirà.

—————————-

SANUR

Con un mínimo di pensione a Sanur, se non si hanno pretese,  si può vivere tranquillamente.

Se invece la pensione è correlata da qualche risparmio, qui si può vivere piuttosto bene; meglio che in Italia sicuramente.

Ovviamente per una coppia molti costi sono dimezzati, rispetto ad una persona singola. Noi quando parliamo di costi ci riferiamo al costo della vita per una persona singola, quindi per le coppie, è ancora più economico.

Dimenticavo: dovete avere un discreto spirito di adattamento; come dovrebbe essere richiesto a tutti i viaggiatori.

Se siete solo di passaggio per una breve vacanza,  il visto lo fate all’arrivo in aeroporto con pochi dollari.

Il visto non è un problema, Bali è zeppa di agenzie che si occupano della cosa; affidatevi ad una seria di quelle che fanno pubblicità sui giornali locali, ci si può fidare.

Per avere il visto di residenza per 5 anni, come pensionato, è necessario rivolgersi ad una agenzia e pagare il dovuto, che si aggira sui 1.000 /  1500  euro circa. Poi rinnovabile.

Per avere un visto, prolungabile oltre sei mesi;  basta andare a Singapore una notte e tutto si sistema con servizio documenti a domicilio.

Per prolungare il visto a Bali esistono tante agenzie, se avete una persona amica potete evitare il tutto e lo farà personalmente, ma è impegnativo.

Se volete rimanere a Bali per 6 mesi e conoscete una persona balinese, che garantisca per voi,   con questo nominativo  dovete fare il visto all’ambasciata di Roma; si riesce solo con conoscenza personale o parlando con balinesi e pagando 100 euro circa, più le spese di spedizione ricevimento documenti da Roma.

E facile ottenere  il visto speciale per pensionati; se si ha una pensione di circa 800 euro.

Molte foto e le informazioni di alberghi, costi ecc…le trovare in fondo ai miei precedenti articoli, vedi ai link:

https://www.donnecultura.eu/?p=10389

https://www.donnecultura.eu/?p=9889

—-

Colazione al BRED BASKET:

La colazione a Sanur, si può fare al BRED BASKET: una originale panetteria/bar con un buon espresso, deliziosi dolci, pani, wifi gratuito e aria condizionata. Jl. Danau Tamblingan 51 (la strada principale); vicino al supermercato aperto 24 ore.

—–

LUSSO, ARTE E CULTURA A BALI:

Se volete il vero lusso vi inforno che, sempre in bassa stagione per 250 dollari circa, potete stare in quello che noi consideriamo il miglior albergo di Bali per essere il maggior concentrato di antica arte balinese e perché solo qui troverete e vivrete in vero stile balinese, come gli antichi principi, anche al ristorante: HOTEL TUGU località Canngu, vicino a Seminyak.

Se amate l’arte e la cucina, quelle con la A e la C maiuscole, non potete perdervi almeno il tè delle cinque con i deliziosi pasticcini, assolutamente tradizionali, o una cera o pranzo, in perfetto stile balinese.

AL TUGU HOTEL potete anche pranzare e cenare in un originale antico tempio cinese, trasformato in ristorante; tutto con pezzi autentici, come i corsi di cucina o di composizione di fiori.

Ho parlato di due estremi: economico al massimo e lusso al massimo, nel mezzo ci sono migliaia di possibilità, cercate su booking.com o su qualche buona guida (ma attenzione anche le più note sono da prendere con le pinze, secondo la nostra esperienza); meglio dare un occhiata a internet e leggere le relazioni di altri viaggiatori, o guardare ai link di cui sopra.

—-

SANUR VILLE PRIVATE VICINE ALLA SPIAGGIA.

Grande eleganza e stile; tutto perfetto al: AGUNG &SUE WATERING HOLE.

Il proprietario sa come gestire al meglio un albergo composto da singole strutture private, circondati da un meraviglioso giardino e con  belle piscine.

Qui tutto trasuda eleganza e raffinatezza.  Prezzi molto ragionevoli con ottimo rapporto qualità prezzo.

Per lunghi soggiorni, prezzi speciali, da concordare.

La spiaggia non è lontana e, volendo, si possono usare le infrastrutture a mare del vicinissimo Inn Bali Beach, che ha una bella spiaggia e belle piscina. Costo al giorno 75.000 rupie, circa 5 euro.

—–

Se cercate una villa privata con piscina privata e arredo tradizionale balinese, con il mare  raggiungibile senza attraversare strade, potreste scegliere Ellora Bali, a Sanur, Jl. Danau Trambligan n. 21. In bassa stagione potete ottenere un buon prezzo intorno ai 180/200 dollari a notte. Case più grandi, anche a due piani possono ospitare anche due famiglie; avrete una villa tutta per voi con piscina privata e accesso al mare a 2 minuti a piedi senza attraversare nessuna strada. www.ellorabali.com La brillante manager si chiama Trisna Arisusanti, detta Koming.

—-

SANUR

Sanur, dove noi siamo alloggiati, ha il pregio di non essere cara e avere splendide albe, ma il mare non è sempre smeraldo trasparentissimo, ma è caldo e tranquillo per farci il bagno e senza le alte onde di alcune  zone come Seminyak; quest’ultima comunque permette di assistere a tramonti spettacolari.

A Sanur trovate anche un mercato coperto, ordinato e pulito, pieno di ottimi prodotti di ogni genere e circondato da street-food, non mancano anche supermercati forniti che accontentano tutti.

Tutto deve essere trattato, chiedete di farvi i prezzi non da turisti, meglio se vi informate dei prezzi, prima, da un locale che parla inglese, di solito le signore che frequentano il mercato sono molto disponibili.

—–

LE MIGLIORI SPIAGGE A BALI

LE MIGLIORI SPIAGGE DI BALI COMUNQUE LE TROVATE A NUSA DUA,  ZONA DI SOLI ALBERGHI DI ALTA CATEGORIA, SPESSO ASSAI BANALI.  A 15 MINUTI DALL’AEROPORTO.

BELLISSIMA LA SPIAGGIA DI SEMINIAK, ma le onde impediscono quasi sempre il nuoto. In compenso Seminiak è la zona più inn di tutta Bali; nuovissimi alberghi e ristoranti di prestigio. QUI I TRAMONTI SONO INDIMENTICABILI !

BELLA SPIAGGIA ANCHE A JIMBARAN, CON TANTI RISTORANTINI DI PESCE SULLA SABBIA.

NUOVA SPIAGGIA DA SCOPRIRE, A SUD DI JIMBARAN PENDAWA BEACH (BUKUT POCHATU).

La più’ bella spiaggia della zona nord est: Bias Putih Beach, detta anche Vergin Beach (dopo Bug Bug  si legge un piccolo cartello:  Virgin Beach. L’ultimo tratto (non brevissimo)  è meglio a piedi o con suv, ma agli autisti di solito scendono egualmente, su richiesta.

Qui abbiamo mangiato presso il WARUNG “BUDI AYU” di Pasir Puth, cel 081 337 112 547, 081 337 653 478.

Ottimo pesce fresco, meglio prenotare se volete qualcosa di speciale.

Offre anche camere spartane ma con a/c  a  più di 1 km dalla spiaggia; poi lui si offre di accompagnare in moto in spiaggia tutti i giorni. Costo in bassa stagione 36 dollari a notte. Ma qui dovete scordarvi i collegamenti wifi.

IL MEGLIO PER LO SNORKELING DI BALI, NEL LONTANO NORD OVEST, soprattutto in una escursione all’isola Meninangan:

TAMAN SARI’ BALI’ E AMERTHA BALI VILLAS www.balitamansari.com ; qui diverse soluzioni dal lusso all’economico, anche direttamente sulla spiaggia.

Di proprietà di un membro della famiglia reale di Mengwi, uno dei principali regni di Bali di un tempo. La struttura è situata in un villaggio tradizionale balinese, immerso in piantagioni di cocco ombrosi, circondata da risaie, con tre fiumi che la attraversano.
Questa è la tua occasione di vedere Bali come era nel 1920 …
Alloggi eco-frindly.

Potrete godere di privacy, pur avendo l’esclusiva e  unica esperienza di vedere una famiglia balinese  nella vita quotidiana.
Esperienze come il pregare balinese, vivere, cucinare e mangiare.

Da 87 euro a notte, ma anche a meno (in bassa stagione) scrivete e concordate.

A noi questo luogo è stato suggerito direttamente da un membro della famiglia dei proprietari incontrato nella sua Galleria d’Arte a Sanur “OMS art gallery”; Mr. Agung Bagus Mantra.

—–

BRUNCH A SEMINYAK

Un imprendibile BRUNCH, lo potete degustare da MOSAIC, a Seminyak.

Il brunch domenicale è vario e tutto è cotto alla perfezione dalle costolette di agnello al pesce; anche il dolce è una serie di sorprese per le vostre papille gustative.

Il prezzo è circa 28 euro, escluse bevande, compreso uso della spiaggia e bellissima piscina affacciata sull’oceano da dove si ammirano indimenticabili tramonti: qui lo stile è una parola con un senso ben preciso, non è moda, ma classe. www.mozaic-beachclub.com

Lo chef è James Karl Ephraim e non vi deluderà.

La manager è una simpaticissima e molto professionale giovane donna spagnola: Carmen Marquez Arias; per gli amici Karma.

www.mozaic-beachclub.com

—–

BRUNCH GIAPPONESE

Nikka Hotel, lusso, per il brunch al ristorante giapponese, prezzo fisso 46 dollari a persona, ma si mangia a volontà e il servizio è eccellente come il cibo.

Il tutto da diritto a trascorrere una intera giornata sulla spiaggia dell’albergo, bellissima. Dovete aggiungere il costo del taxi, trattabile, ma andata e ritorno, da Sanur, non vi costeranno meno di altri 30 dollari; insomma il lusso è caro, ma non è necessario.

—-

SANUR GLASS HOUSE;  ALMENO PER UNA TORTA O UN APERITIVO

Se siete dei golosi, come noi, non perdetevi almeno una torta con il tè da: GLASS HOUSE, Jl. Danau Tamblingan 25, Sanur, theglasshousebali@gmail.com

Qui trovate le migliori torte di Bali: la vera apple pie inglese servita con relativa crema, una grandiosa torta di carote PER NOI LA MIGLIORE, una golosissima torta al cioccolato e una al limone sormontata da un’enorme meringa e molto altro; ottimi gli aperitivi, le colazioni e le specialità salate per un’indimenticabile cena con le luci romantiche della Glass House. Padrona e regina di contante golosità è Lady Elisabeth, una simpatica signora australiana.

—-

SISTEMAZIONE MOLTO ECONOMICA:

Se non volete l’aria condizionata ben funzionante, ma vi accontentate di una temperatura abbastanza alta, se  potete vivere senza wifi in camera, con 320 euro al mese potete avere una  casa singola in pietra locale lavorata, con giardino privato, cucina nella veranda esterna coperta , bagno con vasca e grande vetrata sul giardino da Rita Home Stay (che avrà, entro 3 masi c.a., anche sistemazioni più care e modernissime con piscina, ed un modesto, ma accettabile per il prezzo, alberghetto, un po’ fuori dal centro, ma raggiungibile a piedi).

—–

VERA CUCINA GIAPPONESE A SANUR E UBUD.

A noi piace molto anche la cucina giapponese; lungo la passeggiata pedonale, a mare, di Sanur il meglio è MINAMI hai! (cucina organica); una bella miniatura in bianco dell’altro ristorante di Ubud, che appartiene alla medesima famiglia giapponese.

Qui trovate dal sashimi al sushi, ma anche piatti più sofisticati, come uno di carne raccomandato dal New York Times, ed altri tipicamente giapponesi. A noi è piaciuto anche il piatto di serpente; ottimo se vi piacciono le anguille potete pensare di ordinarlo. www.minami-bali.com

Il MINAMI ristorante di UBUD, è situato nel cuore della Valle di Ubud a Bali, di fronte al Museo NEKA. Qui anche le stoviglie sono originali; giapponesi fatte a mano.

Molti ingredienti (compreso il sale speciale di Minami) sono importati dal Giappone, ma la politica Minami è quella di utilizzare i prodotti locali. Verdure e insalate sono coltivati organicamente in Bali.

MINAMI a UBUD; Jalan Raya Sanggingan, Ubud, Bali Indonesia; tel. 361-970013

—-

NON DIMENTICHIAMO MAI CHE : Bali è soprattutto cultura, paesaggi, risaie, vulcani… artigianato e, soprattutto UBUD e le sue danze serali, imperdibili.

—-

IMMOBILI E AFFITTI

Una  immobiliarista che ci è piaciuta, è la padrona di Kutat Lestari, www.kutatlestari853@gmail.com ; Jl. Kutat Lestari VI Gg.,Umesemadi n. ; Sanur. Se cercate casa consultatela, è un buon punto di partenza per conoscere il mercato balinese.

———————-

DIVING A BALI
SANUR
Il meglio che abbiamo trovato è ALL 4 DIVING.COM
Jl.Danau Tamblingan 53 www.all4divingindonesia.com
Innanzi tutto hanno barche assolutamente sicure, cosa non molto comune, con relative assicurazioni ed equipaggiate con adeguate attrezzature di salvataggio.
La proprietaria è un’australiana che conosce anche le altre isole indonesiane sino alla lontana Paua Nuova Guinaea.
I suggerimenti ricevuti dimostrano che la competenza e l’onestà nel suggerire le mete è rara a trovarsi.
Facciamo foto sub da 36 anni e le nostre esigenze sono molto alte.
Noi volevamo fotografare il reef vivo, anche solo facendo snorkeling, cosa più difficile a trovarsi di quanto si possa pensare.
Qui trovate tutto, dall’escursione per tutti a Tulamben, nord est dell’isola di Bali, buona anche per il solo snorkeling, ma sorprendentemente ricca di sorprese, alla crociera da 2.000 dollari per una settimana, a quella di 3.000 e più nelle isole più lontane. Solo da maggio a novembre.
Nei mari dell’Indonesia, il reef non è colorato come nel Mar Rosso, ma ricco soprattutto di bellissimi coralli molli.

SANUR: UNA LAVANDERIA CHE NON DANNEGGIA I VOSTRI CAPI MIGLIORI.
MELIA: www.melia-laundry.com
Non lontano dal mercato coperto di Sanur, sulla via principale Danau Toba , a 100 metri da dove dove la via Danau Toba incrocia Danau Buyan.
Costa più delle altre lavanderie, ma le altre ci avevano rovinato due vestiti di seta; quindi…meglio spendere qualche soldo in più.

SANUR MANGIARE ECONOMICICSSIMO, MA FRESCO.
Accanto alla lavanderia Melia, di cui sopra, si trova un negozietto gestito da donne arabe che ogni giorno cucinano piatti molto semplici e buoni.
Noi qui spendiamo circa due euro a testa per riso bianco 2 fette di tonno, tofu o tempè (sempre soya) e verdura.
Certo, il menù è molto monotono, ma ogni tanto non è male; ci si trova anche pollo, maiale, zuppe e polpette di patate.

SE SIETE GOLOSI NON PERDETE IL BRUNCH AL SOFITEL DI NUSA DUA.
Classificato da Conde Nast Traveler tra i migliori AL MONDO !

TAXISTI DI NOSTRA FIDUCIA:

-Made Mudiarsa, ha una bella auto grande e parla bene inglese tel. 081 338 24 97 92 indirizzo Jl. By Pas Ngurat Rai Sanur Gg. Merpati II 12 B, chiede 50 dollari per escursione di 1 giorno; nel nord est partendo da Sanur) dalle 8 del mattino alle 8 della sera

-Nyoman Redhen cellulare 081 2381 9882, nymredhen@gmail.com parla bene inglese, è un buon guidatore. Per una giornata intera noi paghiamo 550.000 (35 euro in bassa stagione) rupie solo zona nord est, da Sanur.

-Anto, taxi 085 238 307 444 – 081 999 685 900; per il medesimo tragitto di cui sopra si accontenta di 500.000 rupie (in bassa stagione), ma l’auto è una vecchia berlina, anche se ben funzionante; dipende da cosa volete.

ISLA DI LEMBINGAN :

Se volete sentirvi Robinson Crusue con alloggio tradizionale, ma tutti i confort moderni, fronte mare, sull’isola di Lenbongan (30 minuti di barca da Sanur, Bali), bar alla moda: Hai Tide www.haitidebeachresort.com; dove approdano le barche.

Se volete risparmiare e avete spirito di adattamento: Widia’s Homestay; hanno anche due piccoli appartamentini ( la strada non è bellissima, ma si tratta veramente solo di pochi metri e si è sulla strada principale): Proprietario un inglese trapiantato a Bali: widahomestay@yahoo.com Gli appartamentini costano 7.000.000 di rupie al mese (circa 500 euro), le stanze molto meno.  Il wifi anche se lo pagate, ma non funziona mai bene.

NEWS dopo il rientro dall’isola di Ceningan (confinante con Lembongan):

Ogni giorno scopriamo nuovi interessanti, o meno,  indirizzi; solo personalmente provati da noi come curiosi paganti.

Infatti verifichiamo che non sempre è tutto perfetto, come è accaduto sull’isola di Ceningan (di fianco alla più grande Lembongan a 30′ di barca veloce da Sanur), presso il bel bungalow di Twilight, prenotato con Booking.com alla modicissima cifra di 30 euro con colazione. La struttura è veramente carina (vedi descrizione più sotto),  purtroppo dalla spiaggia non si può fare il bagno perché è zona di cultura delle alghe; incantevoli i tramonti.

— Non ci è piaciuto il fatto che, dopo avere pagato all’arrivo, alla partenza ci è stato presentato un conto, senza specifiche delle varie consumazioni, che comprendeva ancora il pagamento della camera.

Alle nostre rimostranze ci è stato risposto che NON avevamo pagato, ed hanno insistito anche quando abbiamo mostrato la ricevuta !!!
Booking.com ha chiesto scusa, ma i padroni e l’impiegato NO, anzi quando abbiamo alzato la voce ci ha tirato contro il pezzo di carta del conto….

ULTIME DA SANUR:

Siamo stati al ristorante LA BRUSCHETTA, ma, a differenza di quanto ci era stato detto da un italiano, il filetto alla Stogonoff era inqualificabile: non era filetto, ma semplice carne di manzo, la salsa era di quelle che si trovano al supermercato a poco prezzo, le verdure assai tristi, mentre la cucina e il bagno erano sporchi e con molte mosche. Anche la gentilezza del servizio è stata limitata all’indispensabile.
A parte qualche disavventura, da mettere sempre in conto, comunque in tutte le parti del mondo, ecco le nuove scoperte.

SANUR POSITIVO:
Da non perdere: WARUNG KECIL: Jl. Dujung n. 1 : a volte hanno anche degli squisiti formaggi di capra locali, comunque tutto il cibo è buono e sano. Ottimi prezzi e piatti squisiti, delizioso il succo d.i carota, tamarindo ecc.. senza acqua e senza zucchero con poco ghiaccio

BORNEO RESTAURANT: da Danau Tamblingan verso il mare; ottima il cease cake con le fragole.

WARUNGDAPOR SANUR: ottimo ristorante, sulla strada Danau Poso all’altezza dell’albergo: Puri Sindhu Merta.

UNBUD RISTORANTE GIAPPONESE: Kagemusha ci è stato raccomandato da un’amica giapponese, e si è rivelato una buona scoperta.

NOTIZIE DEL 12 NOVEMBRE:

SIAMO STATI ALLE ISOLE LEMBONGAN:

NUSA LEMBONGAN E NUSA CENINGAN
INFORMAZIONI GENERICHE.

Noi abbiamo dormito sull’isola di Ceningan, presso TWILIGHT HUTS, www.twilightlembongan.com , che avevamo trovato come offerta speciale su Booking.com a 30 euro a notte B&B in bassa stagione. Soluzione perfetta, per noi, aria condizionata, ventilatore, camera spaziosa, bagno con vista sulle stelle di notte. Tutto nuovo e pulito; purtroppo un dipendente ha tentato di farci pagare una seconda volta il soggiorno; alla partenza sosteneva che non avevamo ancora pagato. Booking.com ha risolto tutto immediatamente scusandosi.
Ottimi i frullati di pura frutta con ghiaccio e senza zucchero; in altri posti, anche costosi, li abbiamo trovati annacquati o da concentrato !! Con lo zucchero aggiunto la gente, purtroppo, non si accorge di nulla. Anche la semplice cena ci è piaciuta. La piscina è rinfrescante e si può nuotare bene; la spiaggia assolutamente solitaria, ma non per nuotare, visto che qui si coltivano le alghe. Ottima comunque per rinfrescarsi e bagnarsi nel mare.

Ci siamo trovati male al Secretpoint, che ha delle belle camere, al ristorante ci hanno dato un orrendo filetto di pesce surgelato (caro), e pieno di olio: orribile. I camerieri non hanno fatto una piega alla mia osservazione hanno continuato a rispondere thankyu. La spiaggia è bella, si può nuotare, ma vi galleggiano anche pezzi di plastica. Le onde qui fanno felici i surfisti non provetti.

La spiaggia più bella dell’isola è segnalata sulle piantine come Secret Beach (da non confondere con Secret Point Beach dove si trova Secretpoint. Da Twilight si raggiunge a piedi con una tranquilla camminata e sosta, obbligata, a Bue Lagoon (solo per le foto perché scoscesa e irraggiungibile). Tornando alla spiaggia si deve chiedere del ristorante italiano, tutti i bambini che incontrate lo sanno. Per accedere alla spiaggia i consigliamo di consumare qualcosa al bar e nessuno potrà impedirvi l’accesso.

Il clima di Nusa Lembongan è simile alla vicina ‘terraferma’ Bali, ma

è notevolmente più secco, in particolare nel periodo di maggio a settembre.

Periodo da evitare:
il culmine della stagione delle piogge nel mese di gennaio e febbraio.

Come arrivare alle isole.
-1° confrontate i prezzi, troverete sempre il meglio trattando con calma e pazienza.
La maggior parte dei servizi di barca veloce di linea partono dalla spiaggia di Sanur verso la fine dopo il grande albergo sulla spiaggia .
Altri servizi sono presenti da Benoa Harbour e ci sono servizi in barca pubblica locale da e per Padang Bai e Kusamba in Bali, ma questi non sono raccomandati per ragioni di sicurezza e comfort.

NUSA LEMBONGAN E LE ALTRE ISOLE.

Nusa Lembongan è una piccola isola al largo della costa sud-est dell’isola di Bali e sta diventando, troppo rapidamente, una delle attrazioni più famose di Bali, questo isola è molto lontana dal trambusto e il ritmo frenetico della South Bali.

Qui non trovate, ancora, venditori ambulanti, né il traffico delle grandi strade, ma ovunque incontrerete MOLTISSIMI motorini, usatissimi anche dai turisti.
E’ un bel posto per mettere rilassarsi.
Le attività principali includono il surf, le immersioni e lo snorkeling.

Nusa Lembongan ha una superficie di circa 8km² ed è una delle tre isole vicine a Bali, le altre sono Nusa Penida e Nusa Ceningan piccolo.

Le tre isole sono separate da Bali dallo Stretto di Badung.

Molte zone intorno alle isole sono raccomandate per le immersioni e lo snorkeling.
Per il surfing a volte è un po ‘affollata, ma le onde sono buone.

Ci sono diverse spiagge di sabbia bianca lontane, relativamente, dai principali centri che praticamente non sono mai affollate.

Qui incontrate un’industria fiorente e ben consolidata di agricoltura delle alghe con ottimi spunti per i fotografi che si alzano al mattino presto.

LEMBONGAN
Mushroom Bay a sud-ovest di Jungut Batu è una baia pittoresca, attraente e riparo. Si tratta di un luogo particolarmente piacevole dopo le 15:00, quando i gitanti sono tornati a Bali, e ha una grande spiaggia di sabbia bianca, insieme ad alcuni piccoli ristoranti accoglienti lato mare.

Dream Beach, è considerato una delle spiagge più belle di Bali, insieme a Sunset Beach (o Sandy Bay).Arrivando dalla maggior parte degli alberghi verso Lembongan Village bisogna girare a ovest, e quindi cercare il piccolo sentiero segnalato che conduce a sud verso Dream Beach. C’è un bar annesso al resort , e questo rende Dream Beach un luogo ideale per trascorrere l’intera giornata.
— Fare molta attenzione se entrate in acqua. Solo i più forti nuotatori dovrebbero considerare di nuotarvi, evitare la fine orientale della spiaggia. La scogliera sul lato destro della spiaggia ha alcune belle vedute, soprattutto al tramonto.

L’estremità nord dell’isola è orlata da un importante foresta di mangrovie, e il lato orientale dell’isola è separata dalla vicina Nusa Ceningan da un canale di estuario poco profondo.
Il principale centro abitato dell’isola è Lembongan Village all’interno del sud, ed è qui che si trovano le case di molte famiglie tradizionali dell’isola.

Jungut Batu nel nord-ovest ha una miriade di alberghi e ristoranti economici. Quest’area ha sempre attratto backpackers e surfisti.
La spiaggia di sabbia bianca qui è piacevole ma niente di entusiasmante, e un po ‘stretta in alcuni punti.

Recentemente la collina a sud di Jungut Batu, nota come Bukit (collina), ha indirizzato il suo turismo creando alberghi di livello superiore e ville private. I panorami e tramonti qui, sono indimenticabili, come quelli lungo la principale spiaggia Jungut Batu.

Nusa Lembongan è un bel posto per passeggiare, con sentieri costieri che collegano quasi tutti gli affittacamere, alberghi e ristoranti.
La maggior parte delle passeggiate durano meno di due ore.

La zona sud-ovest è la meno sviluppata della isola ed ha alcuni sentieri spettacolari della costa e tramonti spettacolari.

Sempre a piedi, ma tutti usano le moto o la bici, si può accedere alla piccola isola vicina di Nusa Ceningan grazie ad un ponte sospeso.

Le biciclette possono essere noleggiate presso la maggior parte degli alberghi e Residence.

Alcune strade sono molto degradate e sconsigliano l’uso della bici.

L’isola è di soli 4 km end-to-end. A

I ragazzi locali sono felici di trasportarvi sulla parte posteriore della loro moto per un piccolo prezzo.

Non ci sono praticamente auto a Nusa Lembongan

Il trasporto a 4 ruote locale è disponibile solo come pick-up di base per alberghi e ristoranti.
Sono utili per il trasporto da e per il punto di trasferimento in barca se si hanno borse pesanti.

Barcaioli locali sono disposti a trasportare i turisti sulla loro barca da Jungut Batu a Mushroom Bay.

Paradise Beach è una spiaggia meravigliosa con una vista sul Monte Agung, sabbia e mangrovie, alberi bianchi; la si trova alla fine della spiaggia di mangrovie nel villaggio Jungutbatu.
Mushroom Beach è il luogo dove la maggior parte delle arrivano a Nusa Lembongan.

Sandy Bay (noto anche come Sunset Beach) è adiacente al Diavolo Tear. Una piccola ma spettacolare spiaggia di sabbia bianca dove le onde si infrangono, si trova appena a nord di Dream Beach.
L’eccellente Beach Club a Sandy Bay incoraggia i visitatori a trascorrervi la giornata.

Con la bassa marea una caverna si può ammirare nella bassa scogliera di calcare, sul lato orientale della baia. Avvicinatevi con cautela e informatevi sulla marea o potreste esserne improvvisamente travolti.
Tamarind Beach è tra le località per il surf.

Scoobydoo Beach. Una splendida spiaggia appartata con polverosa, sabbia bianca, che si trova sulla costa nord ovest di Nusa Lembongan, nei pressi Jungutbatu Village.

Aquatic Alliance, (a Secret Garden Bungalows a Jungut Batu). Aquatic Alliance è un centro di ricerca e di educazione marina istituito per raccogliere i dati anche sulle popolazioni di mante a Nusa Penida.

Aquatic Alliance offre anche colloqui informativi ogni martedì e giovedì alle 18:30 presso The Yoga Shack a Secret Garden Bungalows. Queste lezioni forniscono uno sguardo approfondito e divertente allo strano e bello vita marina attorno alle tre isole di Nusa Lembongan, Nusa Cenningan, e Nusa Penida. Per ulteriori informazioni si prega di consultare il sito: www.aquaticalliance.org

Puncak Sari Temple, Lembongan Village (a nord di Lembongan villaggio sulla strada principale torna a Jungut Batu). Il più grande e più grande tempio indù sull’isola.

La maggior parte delle alghe cresciute qui è destinato per l’industria cosmetica asiatica.

NUSA CENNINGAN

Un’alternativa MENO TURISTICA è andare oltre il ponte di Nusa Ceningan e vedere il tramonto da una delle alte creste-ovest. Il tramonto è sempre verso le 17:30-18:00.

Ponte sospeso giallo per passaggio a piedi , in moto o in bicicletta congiunge Lembongan alla vicina Nusa Ceningan.
Anche se traballa un poco, il ponte è ancora sicuro.

C’è un surf break notevole a Nusa Ceningan che attira alcuni surfisti, per stare lontano dalle pause più affollate di Nusa Lembongan.

Dal crinale centrale Ceningan vale la pena vedere il tramonto su Bali.
Il canale di estuario tra Lembongan e Ceningan è sede di molte aziende agricole alghe.

Pochi visitatori scelgono di rimanere in Nusa Ceningan, ma ora gli alloggi sono già abbastanza numerosi.

SURF
Tutte le zone per il surf diventano estremamente affollate durante la stagione secca
Le onde sono migliori quando i venti sono da sud-est, normalmente da aprile a settembre / ottobre.
C’è una zona di surf interessante in Jungut Batu.
Qualsiasi appassionato surfista non sarà certamente a corto di società qui.

IMMERSIONI
Per i più esperti, i siti più interessanti sono confinanti con Nusa Penida.
Ci sono alcune immersioni in correnti difficili qui, e gli operatori vi porteranno solo quando le condizioni del mare sono sicure.
Grandi mante tutto l’anno, spettacolare, massiccia presenza di Mola Mola in stagione (luglio-ottobre), squali di scogliera a pinna bianca, squali nutrice e martello.
Gli squali balena sono avvistabili, se siete fortunati.
Qui sono presenti quattro specie di tartarughe marine.
Tutti gli operatori offrono viaggi di linea per i siti di immersione di prim’ordine intorno tutti e tre le isole.

———————————

VERA CUCINA GIAPPONESE A SANUR E UBUD 

GIAPPONE 672 CUCINA CIBO image1

A noi piace molto anche la cucina giapponese; lungo la passeggiata pedonale, a mare, di Sanur il meglio è MINAMI hai! (cucina organica); una bella miniatura in bianco dell’altro  ristorante di Ubud, che appartiene alla medesima famiglia giapponese.

Qui trovate dal sashimi al sushi, ma anche piatti più sofisticati, come uno di carne raccomandato dal New York Times, ed altri tipicamente giapponesi. A noi è piaciuto anche il piatto di serpente; ottimo se vi piacciono le anguille  potete pensare di ordinarlo. www.minami-bali.com

Il MINAMI ristorante di UBUD, è situato nel cuore della Valle di Ubud a Bali,  di fronte al Museo NEKA. Qui anche le stoviglie sono originali; giapponesi fatte a mano.

Molti ingredienti (compreso il sale speciale di Minami) sono importati dal Giappone, ma la politica Minami è quella di utilizzare i prodotti locali. Verdure e insalate sono coltivati organicamente in Bali.

MINAMI a UBUD; Jalan Raya Sanggingan, Ubud, Bali Indonesia; tel. 361-970013

—-

IMMOBILI E AFFITTI

Una brillante immobiliarista è la padrona di  Kutat Lestari, www.kutatlestari853@gmail.com ; Jl. Kutat Lestari VI Gg.,Umesemadi n. ;  Sanur. Se cercate casa consultatela, è un buon punto di partenza per conoscere il mercato balinese.

INFORMAZIONI PRIMA DI ANDARE A BALI:  storia e cenni culturali.

-5.632 chilometri quadrati è la superficie di Bali, circa metà della nostra Sicilia.

-La sua catena vulcanica è molto scenografica, in particolare per la cima più temuta e possente; il vulcano Gunung Agung, letteralmente il Monte Maestoso alto 3.142 m.
Gunung Agung è la famosa Montagna Sacra, l’Olimpo degli Dei, oltre ad essere la rappresentazione simbolica del monte Everest, conosciuto come Maha Meru o vetta del mondo, ovvero il luogo di culto per tutte le culture di origine hindu, compresa quella balinese.
I pendii dei vulcani di Bali, sono percorsi da fiumi che servono all’irrigazione delle grandi risaie a terrazze e delle piantagioni di chiodi di garofano, cacao, vaniglia, Mentre gli alberi di cocco, per la copra, sono sparse sul litorale al confine con le spiagge.
Le spiagge di Bali, famose in tutto il mondo, sono in parte protette dalla barriera corallina, non più viva per i numerosi interventi umani, come l’uso delle bombe per la pesca.
Bali può essere vista come una moderna Babilonia culturale, dove le genti di tutto l’arcipelago indonesiano si sono incontrate convivendo per secoli pacificamente in nome del Principio Filosofico Governativo Indonesiano, detto Pancasila, che promuove la tolleranza per il raggiungimento dell’Unità nella Diversità.
BALI BREVI, MA ESAUSTIVE, INFORMAZIONI SULLA CULTURA BALINESE
La maggior parte degli abitanti sono balinesi di religione Hindu, mentre gli altri provengono da isole con diverse origini etniche come le popolazioni Sasak, provenienti dlla vicina Lombok ei da altre isole quali Sumba e Sumbawa, per la maggior parte si tratta di popolazioni convertite all’Islamismo come i Timoresi, dall’isola di Timor ex colonia portoghese, oggi territorio indonesiano di Timor-Timur che comprende il nuovo stato indipendente Timor Leste.
A Bali si incontrano anche genti delll’isola di Flores, prevalentemente cattolici o protestanti.
I Bugis, sono navigatori nomadi e pescatori stanziati un pó ovunque sulle coste dell’arcipelago indonesiano; si tratta dei discendenti dei pirati della Malesia, in massima parte musulmani.
Tra le genti di Bali si incontrano anche indonesiani giavanesi di religione musulmana provenienti dalla grande isola di Java.
I Sumatrani Batak hanno origine nella grande isola di Sumatra, anch’essi di religione musulmana, ma anche cattolici e protestanti; provetti cantanti e chitarristi.
Una minoranza della popolazione balinese è rappresentata anche da gruppi etnici minori provenienti da: Borneo, Sulawesi, Madura.
Cinesi, Arabi e indiani sono presenti nelle grandi città per motivi commerciali come: abbigliamento, articoli sportivi, gioielleria in oro e argento; ognuno con i propri dialetti.
In Indonesia i linguaggi parlati, come i dialetti sono circa 170, ma gli indonesiani comunicano tra di loro tramite la lingua nazionale, il Bahasa Indonesiano, derivato dall’antico malese.
Di questa lingua parlò Marco Polo, il primo occidentale che visitò l’arcipelago, a Bali come ambasciatore del Gran Khan di Mongolia.
Diversi anni dopo qui arrivò anche l’ esploratore italiano Antonio Pigafetta che scrisse il primo vocabolario della lingua malese.
I balinesi di cultura hindu, prodotto di un miscuglio di razze tutte discendenti dei malesi-polinesiani si sono mescolati con i giavanesi di Giava centrale ed orientale e portano anche tracce di razza indiana, e cinese.
La religione Hindu ha inserito anche alcuni aspetti di culto e credenze di origine prettamente cinese. Esempio ne è il Barong, mitico animale a forma di tigre/leone paragonato ad un orso per il suo lungo pelo e venerato come un dio, è presente giornalmente nei vari spettacoli folcloristici tradizionali dove danza accompagnato dall’orchestra classica balinese chiamata gamelan.
Questa orchestra è composta da xilofoni e gong, di sicura origine cinese.
I primi missionari hindu, provenienti dall’India, arrivarono in Bali dopo i proseliti raccolti dalla penisola malese e dalle grandi isole di Sumatra e Giava; dopo aver fondato grandi civiltà governate da dinastie di bramini e guerrieri.
Dissidi filosofico-religiosi che crearono nuove correnti religiose in India, influenzarono anche l’Arcipelago Indonesiano dove arrivarono sacerdoti buddisti per diffondere la nuova dottrina del Buddha.
Grande testimonianza di quel tempo la si vede oggi a Giava centrale sui bassorilievi scolpiti sui muri nel grande tempio buddista di Borobudur; una delle meraviglie create dall’umanità e oggi minacciata di distruzione da parte dei fondamentalisti mussulmani.
Nelle strade di Bali è ancora possibile vedere le medesime immagini e scene di vita quotidiana che riprodussero glii scultori della pietra lavica nera del Borobudur:
-risaie
-villaggi
-le forme architettoniche di templi e case tradizionali
-vita quotidiana dei balinesi
-costumi tradizionali
-innumerevoli cerimonie religiose.
Stoffe variopinte e incensi profumati sono offerti agli Dei e ai Demoni per evitare che disturbino la pace.
Steccati di bambù o altari in pietra servono ad onorare ed imbonire la dea del riso e della fertilità, Dewi Sri.
Gli ingressi di case, templi e altari, sono adornati di incensi, fiori e cibi, coppie di statue degli dei, demoni o fantastici animali vestiti con le tipiche stoffe a quadrati bianchi e neri o rossi e bianchi.
La composizione a scacchi, rappresenta gli opposti come giorno e notte, maschio e femmina, bene e male
Una forma di vita misteriosa palpita nella statuaria; guardiana del luogo e di chi lo abita proteggendolo da disturbi indesiderati.
Questa energia, nel senso cosmico ed universale, la si vede rappresentata, scolpita e disegnata ovunque in tutta Bali, nella forma della Swastica, o croce uncinata poi utilizzata in modo erroneo e capovolto dal nazismo.
L’attività spirituale dei balinesi, ha lo scopo di proteggersi ed onorare divinità invisibili con lo scopo di influenzare la vita del singolo e della comunità.
Ecco spiegato il motivo di tante cerimonie rituali che accompagnano la vita dell’hindu balinese.
Solo esperti sacerdoti possono decidere quali siano i giorni propizi per la celebrazione dei vari rituali, attraverso complicati calcoli esoterici e simbolici dai due importanti calendari religiosi.
L’estrema complicazione dei calendari e la necessità di ricordare le celebrazioni di tante festività, ha fatto in modo che il balinese non conti il numero degli anni, dei giorni e delle ore, ma l’evento ed il nome della giornata propizia ricorrente ogni 6 mesi balines.
-I balinesi sono felici di poter invitare degli ospiti stranieri alle innumerevoli cerimonie che occupano gran parte della loro esistenza.
Per gli stranieri è quindi utile sapere come comportarsi per non far brutta figura.
Ecco alcune regole base:
-per entrare in una casa, tempio o altro luogo sacro in festa, è doveroso procurarsi una fascia di stoffa da cingere in vita
-il pareo, chiamato Kain o Sarong diffuso in tutto il sud est asiatico e usato da uomini e donne, serve a coprire le gambe.
-La fascia, secondo una interpretazione hindu balinese, serve a simbolizzare il cordone ombellicale che lega l’individuo alla propria madre, come dimostrazione della sua appartenenza alla specie umana discendente dagli Antenati deificati.
Altra regola da seguire: non stare seduti e parlare avendo le gambe accavallate, come vitare di toccare il capo compreso quello dei bambini.
-La testa è la parte del corpo più importante perchè lì entra la Divinità che porta la vita, e genera la preghiera per raggiungere il Dio Unico Ida Sangyang Widhi Wasa.
-Per questo motivo, mai i superare con la propria testa l’altezza di quella di un sacerdote che stia officiando, come è bene evitare di arrampicarsi sui costoni di templi, muri o piccole palafitte per guardare o scattare foto
Legni scolpiti e statue

Dalle isole delle spezie Celebes e Molucche e da uno dei grandi polmoni della terra (anche se minacciato dalla deforestazione per procurare legni pregiati alle zone più ricche del mondo) l’ancor parzialmente inesplorato Borneo, terra di orangutan e ex cacciatori di teste, provengono gran parte dei legni usati dagli artigiani più prestigiosi:
-ebano
-teak
-mogano.
Sculture in pietra

Pietre laviche dai olori grigi, leggere e tenere, facili da scolpire vengono utilizzate per creare statue e bassorilievi, come decoro di templi e case.
Queste statue si frantumano facilmente, quindi la produzione è incessante.
A Bali si trovano anche grandi statue in durissima pietra lavica.
Antiche stoffe tradizionali: Endek e Batik

A Bali abbondano i negozi di stoffe, boutique, laboratori di moda, fabbriche artigianali manifatturiere.
in alcune vengono ancora prodotti con gli stessi antichi telai ed arcolai le stoffe Endek ricche di disegni che trovano origine nell’antica culura locale.
Dai sultanati di Jogyakarta e Surakarta in Java centrale provengono i famosi Batik, pochi e costosi quelli originali, molti e industriali quelli venduti in tutti i negoziati e supermercati, ovvero originali stoffe di cotone e sete pregiate che riproducono antichi disegni di pavoni, draghi e fiori, colorati con un antico processo con colori naturali e cera di api.
Vasi di terracotta, antiquari e mobilieri

Grandi orci, vasi di terracotta provengono dalle isole vicine, come Lombok, altrettanto dicasi per i mobili, letti cinesi, armadi e tavoli fatti anche con gli originali marmi di Carrara importati in Indonesia durante i trecento anni di dominazione olandese, inoltre a Bali si trovano cassapanche antiche e moderne, sedie da giardino in legno o in vimini, chiamato anche rattan, e divani copie del vecchio stile impero e coloniale europeo.
Ori, Argenti, Pietre preziose e non

I balinesi, discendenti di antichi popoli hindu e buddista che vissero nell’antico arcipelago della Sonda, hanno ereditato il piacere di decorare la propria persona e le immagini sacre con monili di oro, argento e pietre preziose.
Molto abili nel produrre preziose e minute filigrane, oggi i balinesi hanno quasi dimenticato l’arte antica per lasciare posto a tecniche più semplici per produrre oggetti, più o meno preziosi, che piacciono ai turisti: anche se oro e argento, in Indonesia, costano come nel resto del mondo, ma il gioiello finito costa meno per il basso costo della manodopera locale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*