Vacanze ai tropici diverse – anche solo per sognare…

 

 

 

NON SOLO ALBERGO E SPIAGGE

Non tutti siamo solo turisti, molti amano viaggiare per l’amore del viaggio, l’avventura, le nuove conoscenze di usi e costumi; un mettersi alla prova di continuo.

Non tutti ovviamente condividono queste scelte, molti preferiscono chiudersi nell’albergo, godere delle sue comodità e svaghi e, magari, fare qualche escursione organizzata: si tratta di scelte diverse.

Qualcuno potrà precisare che dipende anche dalle energie che si hanno a disposizione; viaggiare stanca, fare il turista riposa.

Semplicemente le persone e le situazioni sono diverse tra loro e si fanno scelte diverse.

Qui sotto volgiamo parlare del viaggiatore che viaggia per conoscere.

Ovviamente ci sono magnifici viaggi organizzati di altissimo livello culturale, con anche accompagnatori universitari, ma allora è anche una questione di budget.

In alcuni posti remoti, come la Papua Nuova Guinea, dove, tra l’altro, potrete ancora fotografare l’uccello del Paradiso, dovete per forza affidarvi a delle organizzazioni e i costi, a volte anche solo dei voli, sono molto alti; qui si va per passione e si deve essere disposti a sopportare anche notevoli disagi.

Il vero viaggiatore, di solito, si organizza il viaggio da solo; nella maggior parte dei luoghi è solo questione di esperienza e di conoscere le lingue.

Magari si prenotano le prime due, tre notti; tanto per non avere problemi dopo un volo faticoso e poi si parte all’avventura.

Le destinazioni più “facili”, parlando del lungo raggio, sono: Tailandia, Vietnam, Bali…

Fondamentale una lunga ricerca prima di partire; sul luogo, su come raggiungerlo, sulle tradizioni, su cosa vedere ecc…

Importante leggere le esperienze di altri viaggiatori su internet in siti come Turisti per Caso, ma non solo.

Per alcune destinazioni, dove siamo andati di recente, potete anche guardare su questo giornale: Costa Rica, Sry Lanka, Panama, Bali (numerosi articoli, alcuni ricchi di informazioni per il viaggiatore e tantissime foto)… ma anche destinazioni molto vicine come Grecia, Slovenia, Croazia, … e poi a casa nostra: Friuli Venezia Giulia, Umbria, la Sicilia del Barocco, Puglia  ecc…

Oggi con internet e tanta energia e curiosità a disposizione e possibile quasi tutto!

Una delle destinazioni interessanti sono le isole dell’Indonesia, numerosissime e ricche di tradizioni; potete anche semplicemente fare delle escursioni durante un viaggio a Bali; ma non cadete nel tranello di credere che le Isole Gili siano incontaminateormai vedere isole veramente incontaminate richiede un investimento sia in denaro che in tempi e capacità di adattamento.

Uno degli scenari più affascinanti al mondo è il vulcano Bromo, a Giava, e il lago che lo circonda. Qui il clima non è mai troppo caldo e il lago è piacevolmente fresco per farvi il bagno. Ci si arriva con voli economici anche da Bali. Questa meta fa parte di destinazoni lontane  e viaggi solo per chi ama viaggaire e non ha paura dei rischi.

Comunque, fuori da Bali, l’Indonesia è prevalentemente mussulmana; tenetene conto, fosse solo per il modo di vestirvi, Un esempio: una donna sbracciata o con le gonne corte,  potrebbe andare incontro a prioblemi.

La nostra esperienza ci ha mostrato che le stesse mitiche Maldive, dove ormai la barriera è ovunque morta e grigia sino a 17 metri e con solo pochi pesci colorati (che fanno la felicità degli avventori che non hanno mai visto una barriera viva); comunque dicevamo che ormai anche qui si trovano spazzatura e plastica ovunque (di fronte alla capitale un’ intera isola è fatta di frigoriferi, TV, PC, telefonini…che marciscono nell’acqua salmastra a producono velenosissimi liquami). Il turista frettoloso,  non si accorge di nulla e gode magari più della piscina dell’isola, iche del bagno nel mare.

Se poi non siete negli alberghi internazionali, dovrete vestirvi anche per fare il bagno, cosa che , con il forte caldo può rivelarsi una specie di tortura INUTILE !

Non dimenticherò mai la figlia della padrona di casa, dove alloggiavo, con il velo nero sul capo e il viso totalmente ricoperto di sudore, mentre raggiungevamo un’isola “incontaminata…con tanto di spazzatura e plastica”.

La nostra ultima, costosa, esperienza, di donne sole, in casa di maldiviani è stata semplicemente un fallimento; l’unico viaggio dal quale abbiamo voluto tornare molto prima del previsto.

Se invece volete vedere luoghi ancora veramente incontaminati da internet e dalla nostra civiltà, ma non avete la possibilità di andarci fisicamente, potete seguire le avventure di chi lo ha fatto e filmato.

INTERNET E’ PIENA DI BELLISSIMI FILMATI. ANCHE SE CERCATE SUL SITO DELLA BBC O DELLA CNN TROVATE INFORMAZIONI E FOTO.

Fuori dal mondo?

Una destinazione è Vanatu, al largo del nord est dell’Australia; un arcipelago che ha salvato i suoi riti tradizionali, ma abbandonato il cannibalismo.

“Cannibal Feast sull’isola di Tanna” è un quadro famoso del paesaggista inglese Charles Gordon Frazer. Il quale ha assistito alla scena nel 1880.

Ma qui oggi trovate uno scenografico vulcano da scalare, belle spiagge, pesca, sport di ogni genere, ma anche tanto folclore locale e isole incontaminate…

L’impatto con i turisti ha cambiato gli ideali di alcuni locali che sono stati attirati dai facili guadagni.

Tuttavia esistono ancora molte zone abitate solo da persone, che hanno anche soggiornato a New York per fare le loro danze, ma che non intendono lasciare le loro tradizioni e considerano il denaro inutile; solo pochi … fortunati ?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*